Page 1

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 10 n. 131 - Martedì 19 luglio 2011 - Santa Macrina la Giovane

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it Stampa Edizioni Il Castello - Martano Editrice (BA) www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Firmata l’ordinanza che regola la musica all’aperto

Zzz zzzzz…Silenzio, ragazzi, si dorme

Fino a mezzanotte e mezinsomma (ma si sa, i tempi za e non più di tre volte al di Lapenna sono “biblici”) mese. Questi i termini peperché il sindaco partorentori decisi dal sindaco risse una decisione destiLapenna con l’apposita nata a scontentare tutti e ordinanza, firmata e resa soprattutto a rendere più triste una stagione partita nota oggi, che disciplina gli orari in cui si potrà fare ogni all’insegna Migliaia di visite giorno, della monotomusica “live”, dal vivo cioè e delle contenuti extra,nia video e... ristrettezze. ed all’aperto. Ancor più sconcertante la la tua TV 24 ore su 24 sempre sulla notizia! dell’Amminidecisione C’è voluto più d’un mese

quotidiano on line

WebTV

strazione di sinistra perché oltretutto le richieste avanzate dagli operatori turistici e dalle associazioni era di spostare ragionevolmente l’orario almeno sino all’una del mattino. Alla base del provvedimento c'è, secondo il sindaco, la necessità di tutelare i residenti, specie quelli del centro storico, che, com’è noto, sono tantissimi soprattutto dopo il blocco delle ristrutturazioni ed il Piano Cervellati. Clima da caserma, insomma, in una cittadina che pur si dice ( anzi si diceva) votata al turismo, che avrà come logica, naturale conseguenza quella di penalizzare ulteriormente gli operatori del settore e di spostare altrove la gran massa di giovani in cerca di evasioni estive. Ma da un sindaco come Lapenna non c’era da attendersi di più. Zzz zzzz zzzzz… Silenzio,ragazzi, si dorme.

Seguici su www.quiquotidiano.it quotidiano on line Seguici su

www.quiquotidiano.it

Cronaca Tenta un furto in casa

Giovane rumeno bloccato dalla Polizia

Prima lo ha 'braccato' una pattuglia della Polizia Municipale, al 'debutto' del servizio serale continuato in occasione della 'Notte Bianca', poi lo hanno arrestato gli agenti di Polizia del locale Commissariato. Aveva pensato di sfruttare la 'notte di festa' per compiere un furto nell'appartamento vuoto un giovane

rumeno. L'uomo, arrampicatosi da un'impalcatura in via Cavour, è stato però notato da alcuni passanti e subito è scattata la segnalazione ai Vigili Urbani. Alla fine, dopo aver tentato vanamente di fuggire, Gheorge Cabaret, 24 anni, è stato fermato e, dopo le formalità di rito, arrestato e trasferito nel carcere di Torre Sinello.

La Puccioni entra in un progetto europeo Eco-innovation SAN SALVO

Pagina 2

Il Commissario del Prefetto o la Giunta del Re

Pagina 6

e scrivici a redazione@quiquotidiano.it


VASTO quotidiano l’informazione free press

martedì 19 luglio 2011

La Puccioni entra in un progetto europeo Eco-innovation Che siano plastiche o acido cloridrico usato, la parola d'ordine nell'Unione europea ora è 'riciclo'. Largo quindi a prodotti e processi che recuperano materiali o sostanze, prima destinati solo alla discarica. A sperimentare nuove idee da immettere sul mercato ci sono anche due progetti coordinati da aziende italiane, vincitori del bando 'Eco-innovation' dell'Ue. Sono 'Ecoplasbrick' e 'Recogen', che arrivano rispettivamente da Puglia e Abruzzo.Il progetto 'made in Italy' vincitore del bando Eco-innovation è 'Recogen' (Abruzzo)e prevede la costruzione di un impianto per 'rigenerare' l'acido cloridrico che viene impiegato per trattare i

pezzi di ferro che devono essere zincati. L'idea di fondo è quella di evitare lo smaltimento di un rifiuto della lavorazione del metallo, per produrre invece fertilizzanti. "Facciamo chimica da 123 anni - spiega Mario Puccioni, amministratore delegato della società omonima di Vasto - e con questo impianto possiamo recuperare circa 16mila tonnellate di acido cloridrico rigenerato e circa 4mila tonnellate di solfato di ferro con zinco". L'azienda che consegna l'acido cloridrico per la 'ripulitura' può tornare a riprenderlo e quindi evita di comprarne di nuovo, mentre i 'resti' del processo servono a produrre fertilizzanti da rivendere sul mercato.

"La nostra impresa - aggiunge Puccioni - mette il know how e la Ekip di Bolzano Vicentino la tecnologia". Il problema ora è che il progetto rischia di perdere i circa 800mila euro a fondo perduto messi a disposizione dal bando europeo Eco-innovation se si dilateranno i tempi di autorizzazione della Regione Abruzzo. A livello europeo infatti la pratica è andata avanti in maniera spedita, a livello locale invece si è in attesa di risposte. "Da aprile attendiamo notizie dagli organismi regionali, sperando in un'accelerazione della macchina amministrativa, in modo da chiudere il procedimento e tenere alta la bandiera del sistema Italia" spiega Puccioni

2 Segnalazioni

Se cascano… di chi la colpa?

Non voglio fare l’uccello del malaugurio ma è evidente che questi due signori si trovano in una situazione di pericolo e quando qualcuno si fa male ( e da quella altezza ci si fa molto male!), si mette in moto la “macchina della verità”. Dove era il direttore dei lavori, chi era il capo cantiere, chi il proprietario, la concessione edilizia … Intanto

qualcuno sta molto male e probabilmente si pentirà, se pure ci riuscirà, di non aver adottato tutte quelle misure di sicurezza, peraltro obbligatorie. Stiamo osservando due operai che hanno una certa età, sicuramente entrambi più che consapevoli che esistono quelle misure di sicurezza, ma entrambi incoscientemente liberi di volare a 20 metri da terra.

Riaprono le Terme Romane L’Associazione Vigili del Fuoco in Congedo e il Fai Fondo Ambiente Italiano comunicano che finalmente si possono visitare le Terme Romane in Via Adriatica nei seguenti orari: dalle 18.00 alle 22.00. Per prenotare le visite contattare i numeri . 3687542700 e 3278764598.


STUDIO PARRUCCHIERI

VASTO quotidiano l’informazione free press

Via Lago, 27 (Portale S. Pietro) VASTO - Tel. 0873 368077

martedì 19 luglio 2011

3

La notte bianca. Sudati ma felici

Ancora mezzo addormentato, metto a fuoco lentamente le cose che mi sono intorno e mi rendo conto che è ormai giorno, che ho ancora sonno, che ho lo stomaco che reclama un buon caffè, che è … il giorno dopo. Il giorno dopo cosa? Ma naturalmente il giorno dopo la festa e non “odo augelli far festa …” anche perché se di tempesta si fosse trattato, questa non era tale. Cosa è dunque successo? Facendo violenza alle mie abitudini, decido di sapere qualcosa di più della cosiddetta Notte Bianca che

le locandine presentano come ricca di suoni, danze,, spettacoli vari, addirittura la presenza di un noto comico, fino agli immancabili fuochi pirotecnici. Armato di macchina fotografica esco di casa e mi avvio verso il centro: faccio trenta metri e trovo un gruppo di “sportivi” che si affannano seriosamente su cyclette e tapis roulant con un trainer che detta il tempo come un metronomo: sudati ma felici (ma di che?). Poco oltre l’ambulanza per ogni evenienza, semisepolta tra centinaia di cittadini vaganti tra lo stupito e lo stupidito a causa dei decibel sparati dagli altoparlanti: anche questi sudati ma felici (ma di che?). Uno dopo l’altro si succedono complessi musicali che “sparano” un unico tipo di musica con computer, sintetizzatori, altoparlanti da discoteca, tentando di sopraffarsi con l’ultima arma letale finora consentita, il deci-

bel: anche ora, come prima, sudati ma felici (ma di che?). Intanto cominciano ad apparire qua e là, sparsi nella folla, bambini, e anche qualche adulto, con orecchie, collane e spade luminose oltre che intermittenti. Folla straripante che vaga alla ricerca di qualcosa che forse non conosce o non riconosce. Intanto ai “suoni” si associano finalmente gli “odori” per cui si va dalla porchetta DOC, alla frittura di paranza, alla pizza dai mille sapori e mille preparazioni. Decido di andare a mangiare qualcosa: inutile dire che i ristoranti e le pizzerie sono stracolme: in qualche caso ti fanno da mangiare solo se ti porti tavolino o sedie da casa (ma devi chiedere l’occupazione di suolo pubblico al sindaco): vado dunque da un amico che prepara cibi casarecci, al momento e genuini. Così arrivo alle 22 circa (ma quanto è duro divertirsi). Mi avvio verso

il centro dove la confusione, se possibile, regna sovrana e tutti i complessi, come già detto, suonano più o meno la stessa cosa: l’unica variante il volume: quello del vicino è sempre più alto. Oggetti luminosi come orecchie giganti, collane, spade ed ora anche pistole, brandite da ragazzini killer, che “vomitano” scie di fuoco incredibili in mezzo ad una folla ancora più numerosa. Fendo la folla ed ecco una sensazione nuova: ti lasci trascinare dalla corrente umana che sa, forse inconsciamente, dove andare e io vado con loro, felice e sudato anche io. “Ed il naufragar m’è dolce in questo mare”: che non è il famoso verso de “L’Infinito” di Leopardi ma è la sensazione che mi dà questo sballottare in mezzo a “tette” di tutte le dimensioni, di tutte le compattezze, da quelle che “riposano” su fianchi opimi di tracagnotte signore, a quelle più tenere

Il Mondo della Chiave

di Caserio Andrea

centro duplicazioni chiavi serrature - casseforti - porte blindate SERVIZIO A DOMICILIO

Corso Mazzini, 391 - VASTO - Cell. 347.3625387

di eteree fanciulle, a quelle antiproiettile, protette da coppe al titanio; ma io resisto a tutte le sensazioni … meno che ad una. Come è noto, in piazza Rossetti e corso Italia non ci sono ristoranti o pizzerie e non ci sono dunque gli effluvi di fritture, brodetti ed arrosti, sostituiti, ahimè, da una miscela esplosiva di deodoranti, dopobarba, lavande, colonie, profumi, qualche rutto e, su tutti, il caro vecchio, personale sudore, vero interprete di questa magnifica serata all’insegna del “sudati ma felici”. Di che? ma di essere “sudati ma felici” perché è questo il senso della festa. A questo punto la decisione: è tardi, Braida è scontato e ripetitivo i fuochi saranno come Braida, scontati e ripetitivi, non c’è quindi motivo di tirare avanti ancora e così all’una e mezzo me ne torno a casa, naturalmente “sudato ma felice”. Elio Bitritto


VASTO quotidiano l’informazione free press

La commedia di Luigi Anelli

Si ride con “Ssa’ fa Dde’” Serata all'insegna del teatro dialettale quella di questa sera, martedì 19 luglio, all'Arena alle Grazie. Il gruppo amatoriale 'Quelli che alla Marina...' della parrocchia di Stella Maris riproporrà la rappresentazione della commedia 'Ssa' fà dde' di Espedito Ferrara. Nuovamente protagonisti la regista Anna Maria D'Adamo ed il gruppo di 14 attori (Gianluca Guidone, Lucia Ialacci, Antonio Stivaletta, Andrea Tana, Sergio Grano, Nunzio Valente, Marco Guidone, Cesarino Di Tullio, Antonio Balice, Ilenia Di Francesco, Francesco Santilli, Sandro Dell'Aquila, Filippo Izzi e Antonio Carlucci con le scenografie di Mario Fioriti) che fanno parte del gruppo. Bigliet-

to di ingresso al costo di 5 euro, gratis fino a 7 anni con inizio dello spettacolo programmato alle ore 21. La prevendita è aperta al Bar Martone di piazza Diomede a Vasto, presso Muzak di via San Michele ed al Bar La Sterlina di viale Dalmazia a Vasto Marina.

martedì 19 luglio 2011

4


VASTO quotidiano l’informazione free press

martedì 19 luglio 2011

5

XlII Rassegna Organistica Internazionale 2011 Il Comune di Vasto ed il Comitato Manifestazioni d’Arte e Cultura, per la prossima estate, hanno attivato l’organizzazione della 42ª edizione della RASSEGNA ORGANISTICA INTERNAZIONALE. Dall’11 luglio al 22 agosto 2011, nel rispetto dei livelli raggiunti e della longevità della iniziativa, conosciuta ed apprezzata anche oltre i confini regionali e nazionali, saranno presentati noti concertisti di varia provenienza e stili interpretativi, dai Paesi dell’Est, dal Centro e Nord Europa e dalle Americhe, sotto la confermata e qua-

lificante direzione artistica del Mº Giovanni Clavorà Braulin. I concerti, come tradizione, si terranno tutti i lunedì durante il detto periodo estivo, alternativamente nella Cattedrale S. Giuseppe e nella Chiesa di S. Maria Maggiore.

L’iniziativa si avvale del patrocinio e del sostegno della Presidenza del Consiglio Regionale d’Abruzzo, della Provincia di Chieti, della Fondazione Cassa di Risparmio della Prov. di Chieti e della locale Fondazione N.D. Luisa Altruda Muzii.


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

Il Commissario del Prefetto o la Giunta del Re Domani la città si potrebbe svegliare o con un Commissario Prefettizio o con una Giunta del Re. Difficile che ci sveglieremo con una Giunta del Marchese. Infatti una duratura Giunta tecnica (o di alto profilo) proposta da Marchese è stata affondata definitivamente sia dal direttivo sabatico del Pd (che non ha trovato la quadra) e soprattutto dall’Idv di Palomba (e Menna), che hanno scritto nell’ultimo loro comunicato: “Mazzaferro non si tocca” (evidentemente Legnini e Mascitelli non si sono incontrato alla bouvette del Senato. Quindi, se ci sarà una IV Giunta Marchese, essa dovrà contenere anche Mazzaferro e sarà dunque una Giunta politica (o al massimo tecnico politica), cioè realista. Ed è per questo che la chiamiamo Giunta del Re. Se Gabriele da Marchese si trasformerà in Re continuerà a fare il sindaco, altrimenti i poteri passeranno a Sua Eccellenza il Prefetto di Chieti, che nominerà un Suo Commissario. Ma quale potrebbe essere una eventuale Giunta del Re, in grado di raccogliere gli undici agognati voti sul bilancio ? Ci permettiamo di avanzare una ipotesi, che giornalisticamente si chiama TOTOGIUNTA: Sindaco – Gabriele MARCHESE Vice Sindaco – Nicola ROSSI, per coinvolgere l’area di Cilli & Boschetti; Assessore – Vania PERRUCCI, per coinvolgere Sel; Assessore – Francesco MAZZAFERRO, per coinvolgere l’Idv; Assessore – Claudio CUPAIOLO, per coinvolgere Se stesso; Assessore – Romano BOLOGNESE (o Nino VICOLI), per coinvolgere il Psi; Assessore – Nicola SANNINO, unico assessore uscente a non aver governato prima del 14.7. 09. Resterebbero fuori dalla Giunta del Re rappresentanti di Cinalli e Di Toro (notoriamente…antimonarchici) e rappresentanti dei Responsabili del Pd. Ma questi ultimi non ne dovrebbero fare un dramma, per almeno due motivi: sono diversi dai Responsabili di Scilipoti, che stanno con Berlusconi solo per le poltrone e poi… avrebbero un gran da fare per vigilare, affinché i “soliti noti” non sporchino la “prospettiva pulita del Nuovo centrosinistra”. O.d.S.

martedì 19 luglio 2011

6

Riceviamo e pubblichiamo

L’ora della verità

Siamo costretti a ricordare ai Dirigenti, iscritti e simpatizzanti del PD che l’ora della responsabilità è oramai trascorsa da quattro anni. Il Partito democratico ha avuto quattro anni per dimostrare responsabilità verso la città ed evitare di metterla in ginocchio. Eppure non lo ha fatto. Piuttosto i rappresentanti del PD avrebbero dovuto lavorare con SERIETA’ e non metterci nell’imbarazzo e nella vergogna istituzionale di chi a metà luglio 2011 non ha ancora approvato il bilancio di previsione dello stesso anno, nè il bilancio consuntivo del 2010. Avrebbero dovuto lavorare per la città: programmare e attuare scelte e non LITIGARE PER IL POTERE come è stato fatto da questo partito. E d’altro canto la lotta per il potere fine a se stesso è proprio nella storia e, a quanto pare, nel futuro di questo Partito. Scrivono infatti “ la costruzione del nuovo Centrosinistra non può prescindere dalle sorti dell’amministrzione Comunale”. Vogliono quindi, COSTRUIRE UN PARTITO ED UNA COA-

LIZIONE ATTRAVERSO IL POTERE E LA FORZA CHE DERIVEREBBE DALL’AMMINISTRARE LA CITTÀ? ASPIRANO QUINDI A COSTRUIRE IL CONSENSO PER IL PD ATTRAVERSO IL SOLITO E BEN NOTO CLIENTELISMO E AFFARISMO DI CHI È “ABITUATO” A COMANDARE E NON A GOVERNARE? E poi si chiarisca come può costruirsi un nuovo centro-sinistra se i personaggi sono sempre gli stessi da venti anni e si chiede una chiara continuità della presente amministrazione? Ed ancora: se oggi parlano di trasparenza ed onestà, fino come hanno operato ad oggi: siamo legittimati a pensare che lo abbiano fatto senza trasparenza e onestà? Dicano la verità ai cittadini. Dicano a chi si riferiscono quando parlano di “soliti noti”: forse a magari a persone che siedono al loro fianco nel direttivo sezionale? LA SMETTANO CON LA DEMAGOGIA DELLE “CHIACCHIERE”, E RACCONTINO LA VERITÀ. Insomma: l’ora della responsabilità è trascorsa.

Questa è l’ora della verità: verità su come è stata ridotta la città con progetti fallimentari come il Porto, il teatro, l’incapacità di pagare i fornitori, il pagamento di interessi su mutui mai utilizzati, la dismissione sconsiderata del patrimonio comunale, i ritardi nei rimborsi scolastici e la leggerezza della gestione del sociali: tanti soldi per pochi, mentre il “puliti” del PD dove erano? L’appello alla responsabilità non può prescindere dalla pubblica ammissione della verità su come si e’ giunti a questa imbarazzante crisi. Diversamente il BENE COMUNE IMPONE L’ARRIVO DEL COMMISSARIO che farà ordinaria amministrazione, esattamente come questa maggioranza ha fatto per quattro anni, con il vantaggio di non farci assistere alle vergognose sedute di Consiglio deserto ed ai litigi che hanno preceduto ogni riunione del Consiglio Comunale che ha bloccato la città. Chi ha governato per tanti anni oggi vorrebbe porsi come la pulizia e la trasparenza??? PDL-Lista Civica “Insieme per San Salvo”- La Destra


SPORT quotidiano l’informazione free press

martedì 19 luglio 2011

7

Andrea Iannone 14esimo in Germania Andrea Iannone non è riuscito a bissare il successo dell’anno scorso quando aveva ottenuto anche la quarta pole: gara difficile domenica, insomma, per il pilota vastese che, scattato venticinquesimo in griglia di partenza, alla fine si è classificato quattordicesimo nel Gran Premio di Germania, sul circuito del Sachsenring, tappa numero nove del Mondiale della

Moto 2. Per il portacolori dello Speed Master Team una prova in rimonta ma ancora lontana dalle posizioni di vetta e certamente più ambite. A conferma dell’ottimo periodo di forma, a tagliare per primo il traguardo è stato Marc Marquez che ha centrato la vittoria numero 4. Il pilota spagnolo della Kalex ha preceduto la Suter del tedesco Stefan Bradl che resta, comunque, al coman-

do della classifica generale. Terzo posto per il sammarinese Alex De Angelis che ha conquistato, così, il primo podio stagionale. Il migliore dei piloti italiani in gara è stato Simone Corsi (Ftr), ottavo. Bradl, come detto, comanda il Mondiale con 167 punti, Marquez insegue a quota 120. Quella tedesca è stata una gara caratterizzata da diverse cadute e continui sorpassi e scambi di posizio-

ne. Iannone resta settimo in graduatoria, a 66 punti, dopo gli ultimi due conquistati. “Non posso essere contento per questo risultato - ha dichiarato il centauro abruzzese -, è stato un weekend complicato. I turni di prove non sono andati come volevamo e questo è un circuito dove, l’anno scorso, avevamo dimostrato di essere molto veloci e competitivi. Ora ci saranno tre settima-

ne di pausa e lavoreremo per risolvere a tutti i costi questa situazione, decideremo cosa fare per lottare di nuovo per le posizioni che contano. Vogliamo dare una svolta alla stagione e sono sicuro che ce la faremo, non abbiamo intenzione di arrenderci. Ringrazio la mia squadra, Suter, i tecnici e tutte le persone che ci stanno aiutando”. (mdp)

Beach Volley. Sceso il sipario sulla 5a tappa del Campionato Italiano A Vasto è andata a Eugenio Amore e Andrea D’Avanzo, a quota due successi, e alle Campionesse d’Italia in carica Silvia Fanella e Barbara Campanari, un poker per loro quest’anno (4 su 4), la vittoria della quinta tappa del ‘Del Monte Beach Volley Tour 2011’, dopo aver battuto, rispettivamente, Daniele Lupo e Andrea Tomatis (2-1) e Nellina Mazulla e Graziella Lo Re (2-0), eterne seconde. Il ritorno a Vasto del Campionato Italiano di beach volley maschile e femminile non ha fatto registrare il boom di spettatori delle passate edizioni, almeno nei primi giorni, tranne nei punti dove sono stati consegnati tantissimi gadget, ma il tutto è dipeso principalmente dall’evidente calo di presenze turistiche, anche se il pienone non è mancato, con lo ‘stadio del

mare’ di Lungomare Duca degli Abruzzi affollato, in occasione delle finali che hanno regalato molte emozioni. La carovana è arrivata in Abruzzo, per il primo dei due appuntamenti previsti in regione, l’altro sarà a San Salvo il 6 e 7 agosto per assegnare lo scudetto femminile, dopo la tappa pugliese di San Cataldo (Lecce) che ha visto festeggiare il meritato successo della coppia Casadei-Ficosecco, alla terza finale dell’anno dopo Modena (non disputata) e Cosenza, dove sono stati sconfitti da Amore e D’Avanzo. Per iniziativa della Fipav Italia, dunque, che si è avvalsa della collaborazione del Comitato abruzzese della stessa Fipav, presieduta da Alberto Pesce, e dell’organizzatore locale Masa Promoter di Nicola Maria Borrelli, il massimo campionato italiano

di beach volley, quest’anno sponsorizzato da Del Monte, è tornato sulla sabbia dorata della riviera vastese per la gioia di tanti appassionati. Più di cinquanta le coppie iscritte che hanno dato il via alla ‘tre giorni’ vastese. Patrocinata dai settori Sport e Turismo del Comune di Vasto, l’evento è stato voluto per valorizzare la città di Vasto in campo turistico e sportivo, iniziativa che, evidentemente, doveva essere presa anche in passato. “L’estate scorsa a Pescara, quest’anno abbiamo cambiato e siamo tornati a Vasto, com’è giusto che sia, luogo che da decenni ospita il beach volley, - ha dichiarato il presidente regionale Fipav, Alberto Pesce, - ma non è da escludere, con il supporto della Federazione, che la città diventi il punto di riferimento di questa

disciplina per tutto l’anno. Stiamo lavorando per un Centro Federale e concretizzare il progetto per far sì che Vasto diventi sede fissa per il Campionato Italiano e non solo”. La tappa vastese, insomma, ha dato il là per quello che è da anni il sogno di Nicola Maria Borrelli: “Ringrazio, prima di tutto, ha detto - la Federazione, la Fipav Abruzzo, nella persona del presidente Pesce, e il Comune di Vasto per questa tappa ben riuscita. Il nostro è un progetto molto grande che non è solamente evento con il Campionato Italiano; intendiamo programmare per riuscire ad aprire la stagione ad aprile e chiuderla a settembre con la realizzazione di una Cittadella dello Sport sulla spiaggia che porterà sicuramente a una progettualità di tutti i centri federali delle squadre. Per

il momento, ho avuto una grossa collaborazione dalla Federazione nazionale e regionale, ma l’iniziativa è stata sposata anche da AssoVasto, Consorzio Albergatori, Confesercenti, CNA e altri. La spiaggia di Vasto si presta ad avere un Centro Federale e le strutture ci sono; è venuto a visitarle Mike Dodd, allenatore della Nazionale Italiana. Il progetto è pronto e lo presenteremo a breve alla Federazione, quindi sono convinto che a settembre avremo la comunicazione ufficiale per iniziare i lavori che ci indicheranno”. Per il femminile, sfugge il terzo posto a Jessica Allegretti e alla vastese Cristiana Parenzan, sconfitte da Chiavaro e Raquel; per Cristiana è stata comunque una bella festa grazie anche all’accoglienza ricevuta dalla città. (mdp)


19 luglio 2011  

19 luglio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you