Page 1

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 10 n. 70 - Sabato 16 aprile 2011 - Santa Leonida

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it Stampa Edizioni Il Castello - Martano Editrice (BA) www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Emodinamica all’ospedale di Vasto, presentato alla Regione il progetto della Asl L’Emodinamica a Vasto diventa realtà. La Direzione della Asl, infatti, ha infatti predisposto la delibera con cui viene formalizzato il progetto, inviato alla Regione per la necessaria autorizzazione. Per la realizzazione del laboratorio è stata scelta la formula “chiavi in mano”, che impegna l’aggiudicatario dell’appalto a farsi carico dei lavori edili e di impiantistica nei loca-

Smentite le strumentali falsità della sinistra li individuati per ospitare il Servizio, all’interno della Cardiologia, e alla fornitura di apparecchiature, arredi e personale non medico, nello specifico 2 infermieri e 1 tecnico di radiologia. L’investimento vale 3 milioni di euro, che l’Azienda sosterrà in 5 anni attraverso un leasing operativo, una modalità di noleggio che prevede, alla scadenza del contratto, la possibilità di diventare

proprietari delle attrezzature. Il servizio, tanto atteso nell’area del Vastese, serve allo studio invasivo e diretto delle coronarie e del sistema vascolare arterioso, al fine di evidenziare eventuali restringimenti, che in gran parte dei casi può essere trattata nella stessa seduta con una procedura di angioplastica: attraverso gli stessi cateteri utilizzati per l’esame viene inserito un

palloncino per dilatare la stenosi e poi installata una protesi (stent) che consente la definitiva dilatazione. L’Emodinamica, perciò, rappresenta un servizio salvavita per i pazienti colti da angina pectoris o ischemia, dove una diagnosi tempestiva di stenosi può evitare la progressione verso l’occlusione e l’infarto, ma anche in caso di restringimenti delle carotidi, dove un trattamento immediato è utile a contrastare l’ictus. Soddisfatti i consiglieri regionali

di Vasto Tagliente, Prospero e Argirò per i quali “il nuovo servizio rappresenta un importante traguardo per la Sanità Vastese, e permetterà ai cittadini di usufruire di assistenza tempestiva e adeguata in caso di disturbi cardiovascolari gravi. Vengono così smentite le falsità utilizzate ad arte dalle cassandre a tempo pieno della sinistra e confermati gli impegni assunti dal centrodestra e dal presidente della Regione, Gianni Chiodi in prima persona”.

Operazione “Crash”

La decisione del Tribunale del Riesame Pagina 2

Lungo la statale 16

Migliaia di visite ogni giorno, extra, video e... WebTV contenuti sempre sulla notizia!www.mariodellaporta.it

quotidiano on line

la tua TV 24 ore su 24

Seguici su www.quiquotidiano.it quotidiano on line Seguici su

www.quiquotidiano.it

Quattro feriti in un incidente stradale Pagina 3

e scrivici a redazione@quiquotidiano.it


VASTO Via Maddalena, 91 66054 VASTO (CH) Tel. 0873/378460 vasto.3567@agenzie.milass.it

quotidiano l’informazione free press

Operazione “Crash”

Le decisione del Tribunale del Riesame Scarcerato D’Adamo e domiciliari per Ventrella

Prima la decisione della scarcerazione sulla base di un vizio di forma, poi un nuovo ordine di custodia cautelare in carcere per Luigi D’Adamo; ai domiciliari Ruggero Ventrella (più ‘sfumata’ la sua presenza nel sodalizio), mentre restano in carcere gli altri tre indagati, Giuseppe Ventrella, Jari Pellerani e Petrica Caldaras. Sono queste le decisioni dopo l’intervento del Tribunale del Riesame de L’Aquila nell’udienza celebrata relativamente alle

istanze di scarcerazione presentate dai difensori delle cinque persone arrestate il 19 marzo scorso nell’ambito della cosiddetta operazione ‘Crash’, condotta dalla Polizia di Vasto, in merito ad una presunta associazione a delinquere dedita all’estorsione in modo particolare. I legali Angela Pennetta, Elisa Pastorelli, Giovanni Cerella e Vincenzo Chielli hanno nuovamente rigettato le ipotesi di associazione a delinquere per i loro assistiti

sabato 16 aprile 2011

di Travaglini Nicola

Infissi in alluminio e alluminio-legno , Infissi in PVC, cassonetti in PVC, infissi in legno e Legno-Alluminio,Porte in legno e Alluminio - Ringhiere in Alluminio

2

Infantilismo politico.Curatelo! Risposta al solito Torquemada da strapazzo

Solo una mente priva di sinapsi poteva partorire un titolo che è un insieme di infantilismo acuto, di processo alle intenzioni, di dogmi da santa inquisizione. Si può discutere sulla civile riflessione di Nicola D’Adamo circa la vicinanza temporale tra il comizio di Gasparri (alle ore 18,00) e la processione della Sacra Spina (alle ore 19,00) e si può discutere sullo spostamento dettato dalla preoccupazione di trovare la piazza “occupata” da ascoltatori più o meno attenti alle parole di Gasparri: ma pubblicare un titolo come quello pubblicato su un sito a firma di un trombato da … primato è francamente ridicolo ed anche blasfemo! “Gasparri vuole sostituirsi alla Sacra Spina?”. Questo il drammatico interrogativo che si pone

l’autore del titolo. Il Torquemada “de noantri” questa volta si è superato: nell’ansia di trovare un titolo ad effetto per demonizzare il nemico scade nella preoccupata domanda su riportata, rivolta, non si sa bene, se a se stesso o ai suoi lettori. Però, dato che,. diversamente da quanto si vuol far intendere a nessuno

sfugge l’importanza della Processione della Sacra Spina, ed il previsto incontro tra il senatore Gasparri ed i Cittadini non è stato di alcun ostacolo al sacro rito: tanto è vero che questo è terminato alle 18:46 perché non si può scherzare con i santi e non sono ammessi accostamenti blasfemi! Il coordinamento PdL

Riceviamo e pubblichiamo

Porto e “riporto” Caro direttore, rispondo in merito ad una domanda rivoltami dal giornale locale Quiquotidiano. Rispondo solo per cortesia in quanto non è mia abitudine lasciare dubbi irrisolti. Noto un certo interessamento circa le mie parentele, confermo di essere figlio di un consigliere comunale. Aggiungo di essere anche il cugino di un esponente di spicco della destra vastese nonchè direttore responsabile di un quotidiano di destra. Tutto ciò però non mi ha mai impedito e mai mi impedirà di criticare un sistema politico che condanna noi vastesi a pagare e subire gli interessi ed i capricci di pochi. L'ampliamento del porto è uno di questi casi. Si buttano 150 milioni di euro per un'area industriale che tutti i programmi elettorali dichiarano di voler delocalizzare. In un paese civile basterebbe solo questo particolare per azzerare una classe politica. Nessun candidato osa esprimersi a riguardo, nessuno affronta il problema petrolizzazione ma, al contempo, tutti riempiono i propri programmi con tematiche ambientali. Il vero problema è questo non la mia parentela. Alessandro Gentile Sarà forse un’abitudine di famiglia, ma neanche a me piace lasciare “dubbi irrisolti”, anzi lasciare l’ultima parola ad altri, caro cugino. D’accordo con la critica al sistema “che condanna noi vastesi a pagare e subire gli interessi ed i capricci di pochi”, ma devi essere consequenziale nei comportamenti. Per quanto mi riguarda ho sostenuto per primo la necessità di de localizzare l’area industriale e sono stato coerente nel prevedere nel PRG un’altra zona con questa destinazione. Il vero problema è questo: la coerenza. Un caro saluto.


STUDIO PARRUCCHIERI

VASTO quotidiano l’informazione free press

Via Lago, 27 (Portale S. Pietro) VASTO - Tel. 0873 368077

sabato 16 aprile 2011

Lungo la Statale 16

Quattro feriti in un incidente stradale È di quattro feriti non gravi, il bilancio di un incidente stradale avvenuto alle 22,30 di giovedì lungo la S.S. 16, nei pressi dell'allacciamento al casello Vasto Nord della A14, in territorio di Casalbordino. Per cause non ancora chiarite al vaglio dei carabinieri,

si sono scontrate due automobili. Sulla prima, una Opel "Corsa" viaggiavano R.S., 22 anni, di Lanciano, C.D., 26 anni, nato ad Atessa e residente a Perano e C.A., 16 anni, romeno residente a Bomba. Sull'altra vettura, una Volkswagen "Golf", viaggiava G.G., 34

anni, di Cupello. Dopo il primo soccorso prestato dai Vigili del Fuoco di Vasto e dal 118, i quattro sono stati ricoverati all'ospedale vastese "San Pio da Pietrelcina", dove sono stati giudicati guaribili con prognosi variabili tra i 5 e i 10 giorni.

Siringhe nelle aiuole del centro storico

VASTO. Siringhe in pieno centro storico a Vasto. E’ l’allarme lanciato da alcuni residenti di Corso Ple-

biscito che hanno notato la presenza di aghi utilizzati presumibilmente da locali tossicodipendenti. In par-

ticolare, diverse siringhe si trovano in alcune aiuole vicino la sede della Polizia provinciale, nei pressi della strada che porta appunto in Corso Plebiscito e a due passi da Piazza Brigata Maiella. Pericolosissime, visto che sono a portata di tutti, bambini compresi. Sarebbe opportuno, evidentemente, provvedere alla loro rimozione prima che accada qualche triste incidente. Marco di Michele Marisi

Il terrorismo islamico. La speculazione indecente Vittorio Arrigoni, l’attivista filo-palestinese ucciso nella striscia di Gaza, è stato subito “utilizzato” per addebitare la sua morte ad Israele. E’ grottesco che tutte le barbarie che si verificano in quella Terra trovino sempre e solo un colpevole: lo Stato di Israele. Tra due gruppi di fanatici estremisti, Hamas che controlla militarmente e poliziescamente (se posso usare questo neologismo) la striscia di Gaza ed il gruppo salafita è in atto una guerra sorda ad ogni richiamo per cui il nostro Arrigoni viene rapito, torturato ed infine ucciso da salafiti. Hamas, è una organizzazione estremista, nella Lista Nera dei Servizi Occidentali, e non trova di meglio che accusare Israele di esser il mandante dell’assassinio. Si può trattare con questa gente? La concezione tutta occidentale di cercare le vie diplomatiche non ha presa su costoro che si rifanno all’unica legge di Allah o, per meglio dire, alla interpretazione che della Legge di Allah, ciascuno di questi gruppi dà. E così abbiamo i due grandi gruppi di Sciiti e Sunniti e poi tutta una serie di gruppi e gruppuscoli quali salafiti e wahabiti ciascuno dei quali “depositario” della verità. In particolare questo gruppo di salafiti si propone di tornare alle origini dell’Islam, alla sua interpretazione non contaminata dagli usi, costumi e tradizioni acquisite durante la penetrazione in quel territorio, soprattutto non contaminato da nulla che potesse in qualche modo richiamare l’occidente. A questo punto si può riproporre la domanda: cosa si intende per “trattare”; con chi si tratta; chi rappresentano? Elio Bitritto

3 la riflessione di giusfra

Quando “c’è di mezzo il mare” Si potrebbe dire, parafrasando una ben più nota affermazione, che la politica ha ragioni che la letteratura (la filosofia, non meno) non conosce. Come dire, ancora una volta, “a ciascuno il suo”. Non invento nulla, sono in tanti a farcelo osservare; fra questi un certo Massimo Cacciari (filosofo, professore, ideologo, Sindaco a Venezia che nessuno rimpiange). Volle fare l’Amministratore comunale ma ritenne (che idea!) di poter governare città e cittadini semplicemente impartendo lezioni di pensiero ex-cattedra (forse dal Ponte di Rialto). Tant’è che il titolo di un articolo su di lui recita: “Caro cittadino non mi scocciare con le tue richieste, io ...ho da pensare”. In certa misura succede anche nel Vasto, dove qualcuno capace di parola e di scrittura, tra il dire di Heghel e il fare da portavoce, ha pensato di poter essere designato anche lui ad amministrare il pubblico interesse. Che dire? Lecito è, ma utile sarà? Ritengo che il cittadino, a prescindere del suo acculturarsi, del privato gioire e amare o soffrire, del fare musica e sport o andare agli scogli per “pelosi”..., voglia e possa chiedere ai pubblici amministratori, più che altro: strade utilmente tracciate e asfaltate, verde pubblico in ordine, parcheggi per la sua auto, ombreggi e ristoro anche in spiaggia (in area SIC compreso!), spazi per il mercato, piazze e luoghi per lo svago, vigili che abbiano occhi per vedere, impiegati che siano propensi a fornire servizi, Servizi sociali (o Parking) che non siano appaltati al marpione di turno e per prevaricazione sui tanti giovani inoccupati e precari... Sicuramente, se vogliamo, anche questa mia noterella può essere detta “letteratura”, o soltanto una ‘canzonella’. L’ho costruita presto e facile, infatti, con parole. La politica invece richiede fatti, anzi della propensione e capacità di fare. La semplice annotazione, pronunciata come fosse un’equazione da non doversi dimostrare: “pensare è fare”, è sicuramente roba di alto profilo intellettuale, alla Cacciari; ma a Vasto come a Venezia, rivierasche dello stesso Adriatico, anche il più stupido potrà osservare: - Tra l’idea e il fare non hai messo in conto ...il mare! (GFP)

Piccolo Caffè Filosofico

Weber e il potere Oggi alle ore 19.00, presso la Nuova Libreria, in piazza Barbacani, settimo appuntamento con il Piccolo Caffé Filosofico, l'iniziativa culturale a cura di Luigi Murolo e Davide D'Alessandro. Dopo il Machiavelli di D'Alessandro, il duo Hobbes-Spinoza affrontato da Murolo, Kant, uno dei giganti della filosofia rivisitato da D’Alessandro,

Il Mondo della Chiave

di Caserio Andrea

centro duplicazioni chiavi serrature - casseforti - porte blindate SERVIZIO A DOMICILIO

Corso Mazzini, 391 - VASTO - Cell. 347.3625387

Hegel e lo Stato, attraverso l’interpretazione di Riccardo Roni, il suggestivo Marx di Luigi Murolo, il pensiero politico di Nietzsche posto sotto la lente d’ingrandimento di Davide D’Alessandro, spetta a Rocco Bonavolontà, vecchia conoscenza di tanti studenti vastesi, ripercorrere i temi salienti dell’opera di Max Weber.

quotidiano l’informazione free press

3 000 copie in distribuzione gratuita per la pubblicità Giuseppe Giannone

Edda Di Pietro

333 3799353 - 339 8135256


VASTO Vendita e Assistenza Macchine per Ufficio

Vasto - Via Bachelet 2/c - michelemarchesani@tin.it Uff. 0873 366966 - Fax 0873 372021 - Cell 327 3520021

Compie oggi gli anni la nostra amica Alida Paladino. “Ti auguriamo che questo giorno faccia sì che almeno uno dei tuoi sogni si realizzi”. Buon compleanno da Peppino Tagliente e dalla redazione.

quotidiano l’informazione free press

sabato 16 aprile 2011

Alla Parrocchia San Paolo Torna l’evento “Patì sotto Ponzio Pilato”, rappresentazione sacra in 5 atti organizzata dalla

Impresa Edile

4

Di Spalatro Costruzioni realizza e vende

Via M. Polo 24/B 66054 VASTO Tel. 0873 366062

parrocchia di San Paolo Apostolo. Appuntamento questa sera, a partire dalle ore 20.30, presso l’auditorium sottostante la chiesa di San Paolo.

WEEK END

MAX MARA Piazza L. V. Pudente, 34 - Tel. 0873. 370632 - 66054 VASTO (CH)


VASTO quotidiano l’informazione free press

sabato 16 aprile 2011

Congratulazioni Paola!

Dopo tanti sacrifici, nella lista dei dottori ci sei anche tu! Ti auguriamo che questo importante traguardo sia solo il primo gradino di una scalinata di successi e soddisfazioni!! Tanti auguri dottoressa Paola Obino da: Teresa, Franco, Luwana e Adelaide

“Da Clara”

Chiuso il giovedì

Trattoria Pizzeria

Cucina tipica Pizzeria forno a legna

Via Istonia, 40 Cupello (Ch) tel 0873 317569 cell. 338 1702164

www.trattoriadaclara.it

Per Nicola Del Prete SINDACO

5


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

Recensione

sabato 16 aprile 2011

6

Goffredo Izzi

La rivoluzione italiana e la nascita di un popolo Edizioni SBC Communication srl - Ravenna 2011

E' da pochi giorni in libreria a Vasto e San Salvo (oltre che in altre località) un saggio-pamphlet dall'accattivante titolo “La rivoluzione italiana e la nascita di un popolo”. L'opera, firmata da Goffredo Izzi, un evidente pseudonimo, è stata stampata e distribuita in maniera quasi clandestina, come se l'autore volesse entrare in punta di piedi nello spazio del dibattito pubblico, nello stile di un vecchio patriota risorgimentale. Eppure il tema affrontato è di tutto rispetto e l'opera meriterebbe di essere conosciuta e discussa. Nella sua impostazione essa comprende una prima parte storica, con un'analisi del carattere degli italiani condotta attraverso gli aspetti istituzionali e culturali delle principali civiltà sviluppatesi nella penisola: da quelle dei popoli indoeuropei e mediterranei alla grande civiltà romana, alle civiltà di

un Medioevo politicamente frammentato, alla splendida cultura del Rinascimento fino a giungere alla ottocentesca riunificazione sabauda del Paese e ai suoi sviluppi post-unitari. Una riunificazione che fondamentalmente non avrebbe creato un autentico spirito patriottico né risolto i maggiori problemi dell'Italia (come ha d'altronde sottolineato la storiografia meridionalistica più recente, in occasione della ricorrenza del 150° dell'Unità d'Italia, riferendosi alla "Questione meridionale" e ai suoi risvolti antistatuali). Nella seconda parte l'autore si sofferma a considerare aspetti e mutamenti recenti della società italiana, attraverso le più importanti istituzioni, Chiesa compresa, quest'ultima oggetto di una serrata critica in quanto ritenuta corresponsabile dell'impasse e dei malanni del Paese. La conclusione è affidata ad una dissacrante disanima dei comportamenti dei politici italiani e ad un breve capitolo terminale dal titolo-domanda: "Che fare?" cui segue come risposta: "La rivoluzione". Una rivoluzione affidata soprattutto ai gio-

vani, a chi ha sempre meno da perdere da un sistema che si conserva e riproduce riducendo le opportunità, umiliando le capacità e spregiando la moralità dei singoli. Personalmente, ho maturato la convinzione - sulla scorta delle mie esperienze - che l'Italia non solo non è Paese di rivoluzioni ma neppure di riforme. Il trasformismo, le mediazioni e gli aggiustamenti di ogni tipo dominano la politica e la società, che in larga parte restano dunque "gattopardeschi": cambiano, o meglio fanno finta di cambiare per sopravvivere ai mutamenti, per controllarli e dominarli. Tuttavia mi riconosco in non poche valutazioni e riflessioni di questo libro, peraltro avanzate spesso con ironia o sarcasmo nonché intervallate da aneddoti e frasi celebri, di personalità note o meno note, che danno sempre modo di riflettere sull'Italia e sugli italiani. L'opera "La rivoluzione italiana e la nascita di un popolo", seppure scaturita - come afferma l'autore - da un sentimento di "rabbia e delusione" costituisce pertanto una sorta di sasso lanciato nello "stagno" di un

Paese non solo sfiduciato ma, peggio, rassegnato dove gli stessi intellettuali vivono l'alienazione o il letargo. E si sa, perché anche questo è stato detto, che il sonno della ragione, la scomparsa della passione politica e culturale (che appartiene soprattutto all'opinione pubblica) generano mostri. L'augurio è dunque che il

libro, nella condivisione o meno dei contenuti, possa svolgere quella funzione etica e civile per cui nella sostanza è nato: dare uno sbocco alla passività e frustrazione dilaganti, riaprire il confronto tra le persone, offrire una speranza ai giovani che la stanno perdendo. Giovanni Artese

Podistica San Salvo

Presentata la nuova stagione Presente come testimonial il campione Pietro Mennea Uno dei tanti appuntamenti del 2011 della Podistica San Salvo avrà come illustre testimonial il grande campione italiano Pietro Mennea: a svelarlo è stato il presidente del sodalizio sansalvese, Michele Colamarino, nel corso della presentazione della nuova stagione agonistica avvenuta presso la concessionaria ‘Pasquarelli Auto’ di San Salvo, alla presenza di Marco Pasquarelli che, nel prendere la parola, ha ribadito, spiegandone i motivi, la vicinanza della sua azienda al team biancazzurro, rappresentato, per l’occasione, anche da quelle che sono considerate le punte di diamante della Podistica San Salvo: Piero Pagano, in partenza per la Spagna, dove prenderà parte alla Maratona di Madrid, e Massimo Miri, quarto posto assoluto alla recente Maratona dell’Adriatico. Tra i primi interventi, c’è stato quello di Marco Di Lello, responsabile del settore giovanile della Podistica, il quale ha inteso porre l’accento sull’ottimo lavoro portato avanti dal tecnico federale Luigi Brindisi che ha allenato, per tutta la scorsa stagione, ottenendo buoni riscontri, i piccoli atleti che rappresentano il futuro del sodalizio. Non sono mancati gli interventi di Carmelina Taraborrelli, in rappresentanza del settore femminile, e di Egidio

Scardapane che ha illustrato l’iniziativa intrapresa dalla Podistica San Salvo in collaborazione con l’Associazione Arda per favorire l’integrazione, nel mondo dello sport, dei ragazzi affetti dalla sindrome di Down. Da parte sua, invece, il presidente Michele Colamarino, oltre a fare gli onori di casa e ringraziare i tanti presenti, ricordando anche tutte le soddisfazioni collezionate nel 2010 dalla società che presiede, si è soffermato su quelli che saranno i tanti appuntamenti di quest’anno, a cominciare dalle due manifestazioni riservate ai ragazzi, in programma a maggio: la terza edizione di ‘Il ragazzo/a più veloce di San Salvo’, gara riservata ai giovani delle scuole medie, e la seconda edizione di ‘Ragazzi in corsa’, per i giovani delle scuole medie dei Comuni della Valle del Trigno. A quest’appuntamento prenderà parte Pietro Mennea che vestirà pure i panni di relatore nel convegno intitolato ‘L’etica nello Sport’. Il 2 luglio sarà la volta del settimo Memorial ‘Dino Potalivo’, gara podistica valida per il circuito ‘Coppa Abruzzo’ e ‘Corri Adriatico’. Alla competizione del 2010, la Podistica San Salvo si piazzò prima nella speciale classifica a squadre. L’elenco degli impegni è abbastanza lungo. (mdp)


SPORT quotidiano l’informazione free press

sabato 16 aprile 2011

Assistenza caldaie e condizionatori

7

Via Platone, 22 66054 Vasto (CH) Tel. & Fax 0873 367968 e-mail: climaservicegroup@libero.it

Virtus Basket Vasto

Stagione soddisfacente per l’Under 17 femminile

E’ un bilancio certamente soddisfacente quello della Virtus Basket Vasto che ha chiuso la stagione, con l’ultima gara contro l’Adriatica Pescara disputata dalle ragazze dell’Under 17,

piazzandosi al quarto posto in classifica. L’avventura delle giovani vastesi della Virtus, allenate da Laura D’Angelo, rispecchia quanto si era prefissata la società ben sapendo che sarebbero

andati incontro a una stagione di ‘transizione’, anche perché alcune atlete avversarie si sono presentate con dei biglietti da visita da fare invidia e fisicamente dotate: c’è, insomma, chi ha giocato

in categorie superiori e chi, addirittura, nella serie cadetta. Parliamo di ragazze che hanno fatto la fortuna di società come Cus Chieti e Adriatica Basket che si contenderanno la finale per l’accesso alla seconda fase, quella degli spareggi in programma in Puglia a maggio. La vincente incontrerà la finalista della regione Basilicata, con accesso successivo alla fase interregionale che si terrà sempre a maggio, dal 9 all’11. A parlare per tutti è il dirigente Carlo Novelli: “Siamo contenti per come è andato il campionato e soddisfatti dell’impegno della squadra che ha

dato sempre il massimo in campo. Un elogio va anche ai tre nuovi arrivati e mi riferisco a Laura Delle Monache, Giorgia Forte e Lucia Lazetera che fanno ben sperare per l’anno prossimo”. Evita volutamente, perché è la figlia, ma lo facciamo noi, di citare Giulia Novelli, playguardia che ha all’attivo ben 220 punti totali per una media di 20 a partita. Da segnalare, inoltre, l’atleta Kamile Sneideryte che farà parte della selezione Abruzzo “Azzurrina” in occasione del Trofeo delle Regioni in programma a Torino.

Eccellenza e Promozione

Motori caldi per gli ultimi 90 minuti Il primo maggio si conoscerà la vincitrice del girone B di Promozione

Giusto venti giorni fermi, dalla penultima giornata dei campionati di Eccellenza e Promozione (10 aprile), all’ultimo atto della stagione regolare (1° maggio): è il pegno che devono pagare alcune società del comprensorio Vastese, e non solo, prima di conoscere i loro verdetti. E’ vero che ci sono il Torneo delle Regioni e le festività pasquali di mezzo, però è altrettanto vero che bastava poco, magari un altro turno infrasettimanale, per far terminare prima la prima fase dei due campionati, così da non far spegnere i motori, anche se non vale per tutti, poiché qualche squadra continua a tenerlo acceso.Allenatori e dirigenti, comunque, preferiscono sorvolare su questa lunga pausa, d’altronde non servirebbe parlarne e sarebbe impossibile porvi rimedio. A 90 minuti dal termine della prima fase, dunque, in Eccellenza c’è la Virtus

Cupello di Gigi Carosella che ora ha la certezza di disputare i play-out, quindi resta accesa la fiammella della permanenza nella categoria. E’ fiducioso patron Franco Peschetola: “Abbiamo evitato l’ultimo posto della classifica e non è cosa di poco conto, considerando che siamo in piena emergenza per le tante squalifiche. Nonostante ciò, la squadra ha risposto bene collezionando, nelle ultime tre giornate, due pareggi e una vittoria, di conseguenza ce la giocheremo alla pari la salvezza. I ragazzi dovranno ancora soffrire, è vero, ma non deluderanno le attese”. Nel girone B di Promozione, invece, tra la capolista San Nicola Sulmona e la vice Vasto Marina ci sono sempre due punti di differenza, quindi ultima giornata decisiva per il salto di categoria. Massimo Vecchiotti, allenatore dei biancorossi, è alquanto tranquillo e at-

tende senza patemi d’animo di disputare gli ultimi novanta minuti: “C’è poco da aggiungere a quanto già ribadito in altre occasioni - ha dichiarato il tecnico del Vasto Marina -. Scenderemo in campo come abbiamo sempre fatto, con l’impegno di vincere e con la massima tranquillità. Si vedrà chi salirà, sarà il campo, sovrano, a deciderlo. Il nostro è stato comunque un campionato strepitoso, ricco di soddisfazioni (come quella di aver battuto il San Nicola, alla sua prima sconfitta stagionale, ndc) grazie a un gruppo che non si è mai risparmiato o tirato indietro quando c’è stata qualche difficoltà. Affronteremo il Penne in trasferta per continuare la serie positiva di risultati pieni”. A San Salvo, sponda Real, invece, la squadra allenata da Roberto Antonaci non ha più nulla da chiedere al campionato da alcune settimane, chiuden-

do la stagione a metà classifica. Un po’ di amaro in bocca c’è, evidentemente, poiché i programmi erano ben altri. “Ci sono sfuggiti i play-off - dice il tecnico -, ma la nostra prima esperienza nella categoria darà quei giusti stimoli per affrontare al meglio il prossimo campionato. Non sono mancate alcune difficoltà, come domenica quando ci siamo trovati in svantaggio, però i ragazzi hanno risposto bene, chiudendo in parità, dimostrando il proprio valore”. Dall’altra parte è raggiante Nicola Di Santo, responsabile tecnico dell’Unione Sportiva San Salvo, in primis per i due traguardi raggiunti: “La conquista della Coppa Italia e la certezza di disputare i playoff, per qualcuno, forse, erano irraggiungibili - ammette sorridendo -, invece abbiamo dimostrato, ma personalmente non avevo dubbi, che la squadra non

NATURHOUSE: l’alimentazione educata NATURHOUSE è un marchio leader nel campo dell’educazione alimentare. In Italia conta circa 300 punti vendita. La professionalità dei consulenti NATURHOUSE e un’esclusiva linea di integratori alimentari a base di sostanze naturali sono i motivi del successo di questo innovativo metodo per migliorare il proprio benessere. Il percorso di educazione alimentare proposto da NATURHOUSE consente al cliente di diventare consapevole e autonomo nelle abitudini alimentari comprendendo il perché di ogni scelta. Alla fine di questo percorso il cliente raggiunge il proprio peso salute divenendo consulente di sè stesso. Il tutto senza soffrire la fame!

Nutrizione e Dietetica NATURHOUSE VASTO Corso Italia 34/36 Tel. 0873/361795

aveva nulla da invidiare a nessuno, grazie a dei giocatori, ragazzi del vivaio locale compresi, che hanno creduto sempre in ciò che facevano e ai notevoli margini di miglioramento. Una grossa fetta di merito, indubbiamente, va anche alla dirigenza che ci è stata sempre vicina. Ora è importante mantenere questo ritmo”. Con una giornata di anticipo, com’è noto, lo Scerni di Nino Monachetti, che ha preso il posto di Roberto Cesario, dimessosi, è retrocesso in Prima Categoria, dopo tre campionati consecutivi in Promozione. Ora ci sarà il tempo per riflettere e porre le basi per la prossima stagione, mettendo da parte, come qualcuno ci ha confidato, le varie divergenze. C’è chi chiede, a gran voce, il ritorno dell’allenatore vastese Roberto Battista che tanto ha fatto per lo Scerni. (mdp)


Via Osca, 94 - Porto di Vasto VASTO (CH) Tel. 0873 310305

Qui 16 aprile 2011  

Qui 16 aprile 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you