Page 1

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 10 n. 108 - Mercoledì 15 giugno 2011 - Santa Germana Cousin

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it Stampa Edizioni Il Castello - Martano Editrice (BA) www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Una nuova politica energetica? Il rischio però è la dipendenza dal petrolio La “sconfessione” di una politica di autonomia energetica basata sull’atomo è stata sancita dal recente referendum che, sull’onda della tragedia di Fukushima, ha dato risultati inequivocabili. La presa di coscienza di questo dato impone, comunque, che le scelte di politica energetica debbano necessariamente prendere altre strade, in particolare quelle delle energie alternative. Si parli di solare, di eolico, di geotermico e simili, non ha importanza, si devono percorrere altre strade. Si devono però fare almeno due considerazioni di fondo che investono sia la sfera più propriamente personale che quella della produttività industriale. Lo sviluppo dell’energia solare, oggi quella che ha un “rendimento” maggiore, comporta dei costi altissimi che tutta la comunità è chiamata a ripianare. La bolletta dell’elettricità, stando alla Autority per l’energia è aumentata del 3,9% di cui il solo 3% per i sussidi all’eolico ed al solare: tra l’altro, anche se tutta la superficie italiana fosse coperta di pannelli solari, non avremmo energia sufficiente per alimentare industrie e servizi quali sono quelli odierni: ciò significa che si dovrà continuare ad usare il puzzolente, lercio …affidabile petrolio, magari anche quello molto solforoso posto davanti alle coste abruzzesi. Dal punto di vista più propriamente personale dobbiamo renderci conto che i servizi cui oggi siamo abituati dovranno subire un ridimensionamento: saremo disposti a questo? Dobbiamo cominciare a comprendere che la prima fonte energetica alternativa è data dalla nostra presa di coscienza che, fin quando le energie alternative non saranno realmente alla portata economica Migliaia di ci visite giorno, di tutti (e credetemi, vorràogni molto tempo), dovremo pur sempre dipendere dal petrolio e/o dalla contenuti extra, video e... nostra capacità a rinunciare a qualche comodità. la tua TV 24 ore su 24 sempre sulla notizia! Elio Bitritto

quotidiano on line

WebTV

Giovane in preda a raptus fermato in tempo dalla Polizia

Minaccia di far saltare la casa con il gas Vasto - Minaccia di aprire il gas e far saltare la casa della nonna a Vasto, ma viene bloccato appena in tempo dal personale di una 'volante della Polizia di Stato. S.F.P., 23 anni, già sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione giornaliera presso il commissariato, della firma e del divieto di allontanarsi dalla propria abitazione negli orari notturni, è stato ieri deferito all'autorità giudiziaria per essersi reso responsabile di danneggiamento aggravato e minacce aggravate avendo sfondato la porta dell'abitazione della nonna materna e poi minacciando di aprire il rubinetto del gas e far saltare in aria la casa. Gli agenti hanno riportato alla calma il giovane, scoraggiandolo dal compiere gli atti sconsiderati che aveva

Seguici su www.quiquotidiano.it quotidiano on line Seguici su

www.quiquotidiano.it

minacciato. I familiari del ragazzo hanno riferito alle forze dell'ordine di essere da tempo esasperati dal giovane, dal quale ricevevano continue minacce e richieste di denaro probabilmente utilizzate per l’acquisto di sostanze stupefacenti. Diverse sono, infatti, le denunce nei confronti del ragazzo presentate dai genitori e soprattutto dalla madre, la

quale, in diverse occasioni, è stata anche picchiata violentemente dal figlio. Durante uno degli ultimi interventi effettuati dalla polizia, è stato richiesto anche l' intervento dei medici del centro d'igiene mentale per un trattamento sanitario obbligatorio a cui il giovane è stato sottoposto presso il reparto di Psichiatria dell'ospedale di Lanciano.

ABRUZZO

Un sms ricorda la scadenza del bollo Pagina 3

SAN SALVO

Inviato speciale dal Divino Amore Pagina 6

e scrivici a redazione@quiquotidiano.it


Affittasi in Vasto

VASTO quotidiano l’informazione free press

Basta con l’invasione dei clandestini alla Marina

VASTO - Ricomincia la stagione estiva e con essa arrivano tutti i problemi del commercio a Vasto Marina. Da quando abbiamo aperto i box, parallelamente abusivi si ‘piazzano’ lungo la passeggiata di lungomare Duca degli Abruzzi e vendono le stesse cose nostre senza però il permesso, senza rilasciare

ricevute ed in barba a tutte le leggi”. E' il commento di Romeo Parente, dell’associazione 'Orizzonti Futuri', titolare di uno dei box al mercatino di Vasto Marina e portavoce dell’associazione che tra i suoi obiettivi si pone quello della tutela del commercio ambulante. Sollecitati maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. “Ogni anno è sempre la solita storia – prosegue Parente – ed alla fine a rimetterci sono sempre le persone che lavorano regolarmente e che rispettano la legge. Si fermi il fenomeno dell’abusivismo prima che diventi dilagante anche quest’anno”.

Riceviamo e pubblichiamo I giovani usano andare in discoteca intorno alle 23 e pare rientrino all’alba. Alcuni ristoranti servono ancora fino a mezzanotte inoltrata. Quale deve essere la proposta economica e quale la risposta politica a questo evolversi della domanda di mercato. La proposta economica trova offerta da parte degli imprenditori che si adattano con grandi sforzi organizzativi . La risposta politica deve essere quella per cui , nel contesto che ci appartiene, si assicuri la forma dell’offerta , in modo che questa non precluda al-

mercoledì 15 giugno 2011

2

Zona Incoronata appartamento duplex in residence di nuova costruzione - mq155 netti - finiture di pregio, ampio garage, riscaldamento autonomo a pavimento, vasca idromassaggio, caminetto e doppio ingresso. € 650 menisili.

Tel. 347 9147031

Comando Polizia Urbana vacante

Petrongolo se ne va lasciando dietro di se un ricordo non proprio esaltante. Contrariamente a Petrongolo. Probabilmente la scadenza del mandato, in concomitanza delle elezioni amministrative,

non ha consentito di rinnovare l’incarico a tempo indeterminato come forse si attendeva il comandante che comunque lascia senza rimpianti per tornare a Pescara.

Segnalazone

Dopo soli otto mesi Sergio Petrongolo lascia l’incarico di comandante del corpo di Polizia Urbana di Vasto. Lascia l’incarico per scadenza del mandato e torna a Pescara da cui proveniva. Il precedente comandante Ernesto Grippo, proveniente anche lui da Pescara lasciò dopo dieci mesi

I marciapiedi di Via del Porto Il marciapiedi di via del Porto, appena dopo l’incrocio di viale G. Cesare, verso nord è quasi impraticabile per pe persone alte oltre un metro e settanta a causa dell’eccessivo sviluppo laterale che costeggia una proprietà posta lungo quel tratto di strada come si può vedere dalle foto allegate.

La città per vecchi ma anche per tutti

tre domande di mercato che provengono da bambini, adulti e,come il titolista di questo giornale si e’ un po’ avventato nel giudizio, anche per vecchi coniugi. Il ruolo della politica e’ quello di ponderare le varie istanze rendendole ‘globalmente’compatibili. Ora, se le abitudini di vita si evolvono per i giovani e questi devono andare in discoteca fino all’alba,non si puo’ pretendere che nessuno possa dormire fino all’alba. E anche a casa propria chi intende fare l’alba con un drink e musica tra amici, deve tener conto che al piano di sotto c’e’ qualcuno.

E la discoteca se e’ coibentata e non disturba puo’ chiudere anche alle 8 del mattino con tanto di taxi per portare a casa i famosi giovani che saranno famosi (come avviene in Germania). Ma saranno famosi se sapranno essere cittadini di una città per vecchi e per bambini, anche perche’ ,come sapranno a loro spese, oggi si invecchia rapidamente se culturalmente non ci si evolve. L’alternativa e’ un sistema anarchico delle proprie abitudini che pero’(contrariamente agli stessi anarchici) vuole essere predominante. Cosi il giovane che sarà famoso rischia solo di essere

il rappresentate di una categoria perdente , chiassosa senza musica, analfabeta della musica vera ,sintetizzata solo col rumore di decibel assurdi. Non potrà neanche parlare durante la sua serata conla-birra-in- mano ; forse disturba anche se stesso, nell’equivoco di una notte gradevole che e’ solo sguaiata e volgare. Intanto il barista imprenditore asseconderà solo la visione sfocata del divertimento,sudando quattro camicie tra tazzine che sbattono mentre cercherà di stimolare gli stanchi camerieri e i poveri cantanti or-

mai senza voce ,anch’essi giovani, ma senza eguali diritti, come diceva Pasolini. La cultura di una città si fa con elementi compositi e composti,con ordine, rispetto e sicurezza in modo che possa definirsi città per tutti e non solo per coniugi anziani. Non sarà un’ordinanza (migliorabile? Tutto lo e’!)che tende a mettere ordine al rullio dei tamburi nelle piazze ed al vociferare nei ristoranti o pub che esercitano sul luogo pubblico a mortificarne il progresso o l’economia. Gianfranco Bonacci


STUDIO PARRUCCHIERI

VASTO quotidiano l’informazione free press

Via Lago, 27 (Portale S. Pietro) VASTO - Tel. 0873 368077

mercoledì 15 giugno 2011

3

Un sms ricorda la scadenza del pagamento del bollo Abruzzo.Un sms o una mail ricorderanno ai propietari di auto residenti in Abruzzo la scadenza per il pagamento del bollo auto. È la sostanza di una convenzione stipulata tra regione Abruzzo ed Automobile Club d'Italia, per attivare il servizio denominato "ricorda la scadenza", cliccando sul portale della regione Abruzzo al link "bollo auto.Ricorda la scadenza". compilando il form si otterra' una conferma di iscrizione e, quindi, l'avviso di scadenza. Il servizio, che conta gia' 700 iscrizioni a partire dal mese di aprile, e' stato presentato questa mattina dall'assessore al bilancio e dal segretario generale dell'Aci. Per l'assessore, il "servizio gratuito per gli utenti consentira' ai cittadini di evitare un aggravio di oneri per il mancato versamento dovuto ad una eventuale dimenticanza". Benefici sono pure previsti per l'ente Regione che potra' risparmiare sui costi di notifica degli atti di accertamento, ed ottenere

un puntuale adempimento tributario. Il segretario generale dell'Aci ha ricordato il "consolidato rapporto con la Regione Abruzzo", antesignana tra le regioni in fatto di servizi per la riscossione delle tasse automobilistiche. Anche in questo caso la

Regione Abruzzo e' tra le prime dopo la Basilicata e le province autonome di Bolzano e Trento ad offrire ai propri residenti questo tipo di facilitazione nei pagamenti dei tributi. Secondo i dati forniti dal segretario generale dalla prima fase di attivazio-

ne del servizio "ricorda la scadenza" si e' ottenuto una riduzione degli errori di versamento superiore al 50 per cento, una riduzione dell'evasione fiscale superiore al 15 per cento, ed un abbattimento dei costi relativi alle procedure di accertamento.

Festa di fine anno della Scuola Primaria “Sant’Antonio Abate”

Sabato 11 giugno alle ore 9 si è svolta, per la prima volta, la festa di fine anno di tutte le classi della Scuola Primaria "Sant'Antonio Abate" presso i locali del Centro Sportivo San Gabriele. La giornata è iniziata con la visione di un cortometraggio dal ti-

tolo "Anche le piccole stelle ...brillano". Ha dato l'avvio alla festa Giusi Gileno, la referente del plesso S. Antonio, ospitando il dott.Silvio Tavoletta, Direttore Generale del CUS di Chieti e coinvolgendo circa 400 persone: alunni, insegnanti, dirigente scolastico prof. Maria Pia

L’improvvisa scomparsa di Franco Di Fonzo

Di Carlo, personale scolastico, genitori, amici e la classe seconda della scuola "Incoronata.Per l’occasione gli alunni, con la divisa della scuola, hanno proposto le loro rappresentazioni musicali curate dal M° Luca Raimondi, coreografiche dall'ins. Anna Chiara Marchesani e sportive dal M° Vastola, mettendo in luce le loro capacità artistiche e il lavoro svolto durante l'anno scolastico con le insegnanti della scuola. E' stato un gran successo per la scuola primaria "Sant'Antonio Abate" rappresentante del 1° Circolo Didattico.

Il Mondo della Chiave

di Caserio Andrea

centro duplicazioni chiavi serrature - casseforti - porte blindate SERVIZIO A DOMICILIO

Corso Mazzini, 391 - VASTO - Cell. 347.3625387

È improvvisamente venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Franco Di Fonzo. La notizia è di qualche ora fa ed ha fatto il giro di tutta la Città provocando amarezza e commozione in quanti l’hanno conosciuto e stimato. Amministratore delegato della Di Fonzo Spa per tanti anni era stato colpito da aneurisma e per questo ricoverato presso l’ospedale clinicizzato di Chieti. Aveva 75 anni. Peppino Tagliente e la redazione si stringono intorno alla famiglia in un abbraccio affettuoso e formulano in particolare le loro condoglianze alla moglie Luisa, ai figli Mimmo, Maurizio e Rachele. I funerali si svolgeranno oggi alle ore 16,00 presso la Concattedrale di San Giuseppe.

quotidiano l’informazione free press

3 000 copie in distribuzione gratuita per la pubblicità Giuseppe Giannone

Edda Di Pietro

333 3799353 - 339 8135256


VASTO quotidiano l’informazione free press

mercoledì 15 giugno 2011

4

Massimo Ranieri ad Aqualand il 6 agosto

“Canto perchè non so nuotare... da 500 repilche”

L’estate vastese, di certo, sarà caratterizzata dal grande appuntamento con il concerto di Massimo Ranieri, dal titolo “Canto perché non so nuotare…da 500 repliche”. Lo spettacolo, in pro-

gramma alle ore 21.30 del 6 agosto presso l’Aqualand del Vasto, per l’organizzazione di Muzak Eventi, sarà realizzato in collaborazione con la direzione del parco acquatico di Località Incoronata che ospiterà il concerto nello spazio riservato agli eventi. “Lo show - dice Nando Miscione, responsabile di Muzak Eventi, - è completamente rinnovato e con nuove coreografie, una

band formata da musiciste apprezzate e di talento e un repertorio rivisitato con l’inserimento di nuove canzoni, oltre ai brani di successo del popolare cantante che creeranno una magica atmosfera. Da pochi giorni, intanto, è iniziata la prevendita che sta già avendo degli ottimi riscontri”. I biglietti, a Vasto, sono in vendita presso Muzak, in Via San Michele, e presso il parco Aqualand

del Vasto. Nelle altre città sono attive le prevendite abituali e del circuito interregionale all’indirizzo www.bookingshow.com. Per eventuali altre informa-

zioni, telefonare ai numeri 0873.365378 e 346.7513610 (Muzak, www.muzakeventi. it) e 0873.310130 (Aqualand, www.aqualandvasto.com) Michele Del Piano


VASTO quotidiano l’informazione free press

mercoledì 15 giugno 2011

5

IGNIS - IncontrArti 2011

Dal 18 giugno al 17 luglio alle Scuderie di Palazzo Aragona Decima edizione di IncontrArti - Le Proposte del Premio Vasto, a cura di Daniela Madonna in collaborazione con Bruno Scafetta del Laboratorio ArtiBus di Vasto (www. laboratorioartibus.it).

Ancora una “messa a fuoco” sull’arte

“Dopo Aqua (2008), Terra (2009) e Aer (2010), Ignis ‘mette a fuoco’ le interpretazioni estetiche di fenomeni non solo fisici, ma soprattutto poetici e creativi. Tredici sono gli artisti invitati a partecipare: Chiara Belloni, Gian Luigi Braggio, Paolo Buzzi, Luigi Copello, Antonio D’Annunzio, Kumudra (Fulvio Faioni), Alessandro Saturno Martinelli, Andrea Martinucci, Eleonora Martorana, Ignazio Mazzeo, Bruno Parretti, Danilo Torre e Claudia Venuto. Le opere in mostra variano dalla pittura alla scultura, dall’elaborazione d’ispirazione fotografica alla video-installazione. La mostra è collegata allo storico Premio Vasto d’arte contemporanea e ne costituisce l’anteprima, specificamente incentrata sulla ricerca di artisti di talento operanti in Italia e segnalatisi per un’indagine tematica di alta qualità metaforica ed espressiva.” Collegato all’esposizione un ricco calendario di appuntamenti da non mancare: visite guidate alla mostra, incontri sulla scoperta dei grandi Maestri della pittura, laboratori espressivi dedicati ai bambini e minicorsi sulla lavorazione della ceramica. (GFP)

Jamila Adouan, da tempo risiede in Italia, a Cupello: con la sua famiglia rappresenta un esempio di integrazione interculturale al punto che ha collaborato a lungo con Quiquotidiano e compie gli anni. A Jamila ed alla sua famiglia un augurio sincero da parte dell’intera redazione di Quiquotidiano.

Buon compleanno Renzo Stampone “Per i tuoi 40 anni ti siamo vicini con tutto il nostro affetto. Auguri da tua moglie Anna, i tuoi figli Alessio Pio e Sofia”.


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

mercoledì 15 giugno 2011

6

Inviato speciale dal Divino Amore ROMA – Domenica 12 giugno ho fatto l’inviato speciale. Ma non perché me l’avesse chiesto il giornale. Ho deciso di farlo io stesso perché l’evento lo meritava. L’ho deciso d’istinto sabato sera, dopo aver ricevuto da Domenico Di Stefano (vero ufficiale di collegamento tra Mons. Santoro e la città di San Salvo) un sms con cui comunicava che il Vescovo di Avezzano avrebbe celebrato il giorno dopo in diretta su Rai uno una messa al Santuario della Madonna del Divino Amore. Siccome ero a Roma, ho deciso di andare. Arrivato sul posto, ho appreso direttamente dal celebrante che la funzione si sarebbe svolta all’aperto, dedicata ai rom. Infatti di zingari ne vedevo tanti, ma tutti diligenti e soprattutto sereni. Traspariva una originale serenità nei volti scuri di questi nomadi che erano al centro di un evento sacro, destinato ad essere visto da milioni di persone sul primo canale della tv pubblica italiana. Una volta tanto, persone bistrattate e tenute ai margini erano al centro di qualcosa, come nell’omelia avrebbe confermato Pietro Santoro, riprenden-

do un concetto già espresso da Paolo VI (nel 1965) e da Benedetto XVI (ieri): “Voi non siete ai margini delle Chiesa, ma al centro. Perché questa è la Chiesa degli emarginati, dei diseredati, degli ultimi e dei poveri”. Peccato – avrebbe fatto capire il Vescovo nel proseguo di una storica predica – che nella società non è così, perché se fosse così saremmo in una società cristiana. “Ed una società cristiana – cosa invece detta chiara e forte – non avrebbe consentito la morte di quattro piccoli rom nell’incendio di una roulotte proprio a Roma”. E’ chiaro che per società cristiana si intende non una collettività fondamentalista, ma, al contrario, una comunità tollerante e solidale, rispettosa di tutti ed attenta ai bisogni di chi ha bisogno. Dovremmo imparare ad essere così: questo il vero monito dell’omelia pentecostale, a cui però il Vescovo, con coraggio ed autorità morale, ne ha aggiunto un altro, diretto ai rom: “Rispettate le regole di chi vi ospita!”. Due moniti, dunque, attorno alle note posizioni polititologiche e sociologiche sul rapporto coi nomadi e con gli emi-

grati. Il dibattito politico è avvitato su pochi concetti: la società dovrebbe essere solidale ed ospitare tutti, ma siccome non ci riesce è meglio tenersi a distanza, soprattutto perché i rom e gli emigrati non rispettano le nostre leggi. Diverso il messaggio della Chiesa (autorevolmente espresso anche al Divino Amore, su Rai uno): bisogna ospitarli ed aiutarli e loro devono rispettare le leggi. Un messaggio, che non è né

di destra e né di sinistra, ma universale, giusto e rispettoso di tutti gli uomini, sia di quelli ricchi che di quelli poveri. La Chiesa è come una madre anziana, che ha due figli (uno che si è sistemato e uno che è rimasto indietro). Vuole bene ad entrambi, ma è chiaro che, se può, aiuta quello più sfortunato, cosa che dovrebbe fare anche il fratello che sta meglio. Anche a livello sociale dovrebbe funzionare così…

se ci considerassimo tutti membri della famiglia umana e quindi tutti fratelli. Ma non lo facciamo. E per questo ogni tanto la Chiesa madre ce lo ricorda. Al Divino amore, Essa per ricordarcelo si è servita di un Vescovo, che parla forte e chiaro, come io so bene, perché lo conosco da quando avevo otto anni, come proprio mia madre mi ha ricordato dopo la messa. Orazio di Stefano

Campionato di Promozione

La società chiederà il ripescaggio del San Salvo Calcio

Dopo lo splendido campionato di Promozione, chiuso al quinto posto e caratterizzato da tante soddisfazioni, a cominciare dalla storica conquista della Coppa Italia, dalla conquista della Coppa Disciplina e dalla disputa dei play-off, non dimenticando che la compagine biancazzurra ha avuto in Maurizio Alberico il miglior realizzatore della categoria con 24 reti, la società dell’Unione Sportiva San Salvo, al termine della riunione dei giorni scorsi, ha deciso di inoltrare domanda

di ripescaggio, proponendo all’Amministrazione comunale di riqualificare l’impianto sportivo di Via Stingi. Dopo i brillanti risultati conseguiti nella stagione appena conclusa, insomma, il sodalizio presieduto da Valerio Torricella è convinto di avere le carte in regola per disputare il campionato di Eccellenza, coinvolgendo, però, anche le forze cittadine, a partire dalle aziende, dagli artigiani e dai commercianti, fino ai professionisti e alle attività varie. A tal proposito, sembra

che qualche imprenditore si sia fatto avanti per entrare in società. L’U.S. San Salvo è convinta che con uno sforzo comune tutto sarà fattibile. Fra qualche giorno, comunque, i dirigenti si troveranno di nuovo intorno a un tavolo per continuare a parlare di programmazione e di giovani. Circola voce, intanto, che il consulente tecnico Nicola Di Santo abbia ricevuto allettanti proposte alla luce dell’ottimo lavoro svolto in seno al San Salvo. (mdp)


SPORT quotidiano l’informazione free press

mercoledì 15 giugno 2011

7

Dopo il raduno davanti allo Stadio Aragona

Tifosi biancorossi in azione

A distanza di quasi un anno dalla scomparsa della Pro Vasto dal panorama calcistico, la ferita è ancora aperta e continua a sanguinare. Con l’idea, quindi, di creare una nuova squadra vastese, con o senza cambi di nome, un gruppo di tifosi biancorossi “orfani” della Pro Vasto si è ritrovato nel piazzale antistante allo stadio Aragona per discutere e raccogliere le firme da presentare agli amministratori comunali, così da rendere visibile il loro malessere per l’ingloriosa fine del team biancorosso. L’intenzione, come detto, è mettere su una nuova realtà calcistica cittadina con un progetto serio e, grazie al blasone della città, ripartire anche dal campionato di Prima Categoria. Venerdì sera è stato deciso che tra le iniziative da intraprendere ci saranno le richieste d’incontro tra una delegazione di tifosi e il sindaco, con la consegna della petizione già in atto

da qualche giorno, e con i dirigenti delle squadre di calcio locali e del territorio, al fine di rendere evidente “lo stato di malessere di quanti hanno da sempre il cuore biancorosso”. Un obiettivo da realizzare, poi, la costituzione di un’associazione no profit, denominata “Biancorosso nel Cuore”, se l’ipotesi di nuova realtà calcistica non dovesse vedere la luce, e per “contribuire a dare slancio a qualunque società si renda disponibile a garantire il futuro del calcio a Vasto con il supporto del popolo biancorosso”. L’appello finale è stato: “Non abbiamo tanto tempo, il tempo sta per scadere. Abbiamo disegnato il passato, ora, tutti insieme, riprendiamoci il futuro!”. Non sono mancati momenti di disappunto quando si è presentato qualche ex dirigente della Pro Vasto. Di seguito, comunque, riportiamo quanto scritto in un volantino diffuso dai promotori

dell’iniziativa: “Cari tifosi e tifose vastesi con il biancorosso nel cuore, Questa è la partita più difficile e importante cui stiamo assistendo da 109 anni di storia gloriosa. Non lottiamo per sottrarci a una retrocessione, né tantomeno per conquistare una promozione ma, purtroppo, per evitare che il nostro stadio Aragona, per il secondo anno consecutivo, sia totalmente vuoto o teatro di partite che, con la centenaria storia biancorossa, hanno poco o nulla a che fare. Nei sentimenti di un tifoso della squadra di calcio che rappresenti una città e la storia di uno sport, non può esserci spazio per le appendici: abbiamo bisogno davvero di un nome che unisca tutti, da Sant’Antonio a Pagliarelli, da Vasto Marina a Punta Penna. Alla luce di ciò, Vasto non può e non deve diventare l’unico caso in Italia, dove non ci sia una squadra di calcio a rappresentarla nella sua complessità e nella sua bellezza. Le altre piazze calcistiche in qualche modo, quando falliscono, ripartono subito: per cui se qualcuno pensa che i tifosi abbiano l’anello al naso si sbaglia di grosso. Il ruolo politico e imprenditoriale è fondamentale: la poli-

tica, nel senso più ampio del termine e perciò con la P maiuscola, dovrebbe sapere che lo sport ha una funzione sociale rilevante, fattore di coesione sociale e aggregazione domenicale da non disperdere. Allo stesso tempo, gli imprenditori locali devono avere senso di responsabilità civica nel capire che devono reinvestire nel sociale una parte di utili che questa terra d’oro generosamente sta concedendo loro. I tifosi vastesi, stanchi e mortificati da un anno anonimo e senza calcio vero, visti i termini brevi a disposizione, agiranno attraverso le seguenti urgenti e imminenti iniziative: 1) Richiesta d’incontro immediata tra una delegazione di tifosi e la massima autorità politica comunale; 2) Richiesta d’incontro im-

mediata tra una delegazione di tifosi e i dirigenti locali delle squadre vastesi, dalla migliore categoria di appartenenza (Vasto Marina, San Paolo Calcio, Real San Salvo, Real Tigre); 3) Raccolta di firme e petizione (già in atto da qualche giorno) da sottoporre alle autorità comunali al fine di rendere evidente lo stato di malessere di una parte importante della cittadinanza, da sempre con il cuore biancorosso e vanto per tutta la città; 4) Costituzione di un’associazione no profit “Biancorosso nel Cuore” per contribuire a dare slancio a qualunque società calcistica che si renda disponibile a garantire il futuro del calcio a Vasto e che sia onorata di avere il supporto del popolo biancorosso. (mdp)

Organizzazione a cura della Asd Gianima Soccer

Al via la scuola di Beach Soccer Con la riunione in programma oggi, mercoledì 15 giugno, alle ore 17, presso il Centro Beach Arena (adiacente al “Lido Acapulco”) di Lungomare Duca degli Abruzzi, prenderà il via la Scuola Giovani 2011 che ha, come slogan, “Ti aspettiamo al Centro Beach Arena per imparare a giocare a beach soccer”. Organizzata dall’ASD Gianima Soccer di Vasto, l’attività si svolgerà fino al 20 agosto, per due giorni a settimana e secondo l’anno di nascita, dai 6 ai 13 anni. I corsi saranno tenuti da tecnici esperti. A ciascun iscritto sarà consegnato un kit abbigliamento. Per informazioni e adesioni, telefonare ai numeri 347.7592363 (Giancarlo), 347.6495393 (Antonio) o 349.4207601 (Ezio). (mdp)


Qui 15 giugno 2011  

Qui 15 giugno 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you