Issuu on Google+

Costantino Cianciosi, mastro gelataio da 36 anni

Pagina 5

Pagina 4

SAN SALVO

VASTO

GISSI

Golden lady in crisi, lavoratori sempre piu’ a rischio

Nicola D’Ascenzo lascia il consiglio comunale

Catering Alimentare - Vasto Alimenta Successi

Pagina 5

Corso Mazzini, 627 - VASTO (Ch) - Tel. 0873.391378/43

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 9 n. 130 - Giovedì 15 luglio 2010 - San Bonaventura

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Il Cresa rivela: abruzzesi spendaccioni e pessimisti

La speranza è nelle nostre mani Gli abruzzesi hanno dunque consumi più alti rispetto al resto d’Italia; più case in proprietà, più automobili, più beni durevoli; dispongono di migliori servizi distribuiti sul territorio, sono meno in difficoltà nel pagamento delle bollette, eppure sono più pessimisti che altrove. Il dato, fornito ieri dal Cresa, l’osservatorio regionale di studi e ricerche economiche, appare evidentemente contraddittorio ed induce a fare qualche riflessione che ne spieghi il sinallagma, il nesso. Cos’hanno da temere questi abruzzesi che mangiano più degli altri, si vestono meglio, non si fanno mancare telefonini e automobili? Cos’hanno di che preoccuparsi se per spendere anche nel superfluo e nell’effimero non hanno le tasche vuote, come saremmo invece portati a ritenere dalle pessimistiche dichiarazioni di qualche menagramo? L’atteggiamento psicologico registrato dal Cresa chiama anzitutto in causa la politica, anzi l’assenza della politica, come ha acutamente rilevato Galli

Della Loggia in un articolo di fondo di qualche giorno fa su Il Corriere della Sera, ove si rammarica non ci sia nessuno in grado di dire qualcosa sul futuro che lo aspetta, nessuno che sappia parlare alla mente ed al cuore del Paese, nessuno che sia capace di indicare una via ed una speranza. È in questa crisi della politica, intesa come inconsistenza delle classi dirigenti nelle istituzioni, nell’impresa, nella cultura, incapaci di dare un modello di futuro prossimo venturo, forse la ragione di questo pessimismo apparentemente contraddittorio. Accertato che il declino, sia economico che sociale, non c’è (in Abruzzo e tanto meno in Italia, grazie agli sforzi del governo che hanno messo al riparo dalle devastanti aggressioni finanziarie registrate in mezzo mondo), la strada obbligata per recuperare l’ottimismo e la certezza nel domani è quella di uscire dalle sterili contrapposizioni recuperando una cultura di governo ancorata al senso del bene comune. GT

Vasto è la centrale della droga in Abruzzo I carabinieri sequestrano dieci chili tra eroina e cocaina L’operazione portata a termine dai carabinieri con l’arresto di due noti zingari e al sequestro della loro villa dotata persino di telecamere è solo una triste conferma: Vasto è un importante snodo dell’organizzazione criminale dedita alla droga. Ancora una volta la criminalità si è rinforzata nel territorio tanto da gestire lo smercio di droga fatta arrivare dai Balcani. Traffico internazionale di sostanze stupefacenti da immettere nel mercato abruzzese per un valore di circa 800mila euro. E Vasto che diventa, nonostante gli sforzi delle forze dell’ordine, una delle nuove centrali della “polvere bianca” con il sequestro di dieci chilogrammi tra eroina e cocaina. Gli zingari che hanno elevato il loro livello di criminalità passando dal classico settore dei prestiti a strozzo al più redditizio spaccio. Non è consentito abbassare la guardia. I recenti casi di cronaca confermano la necessità che ci siano più frequenti e costanti controlli della città con l’aumento del numero dei carabinieri, della polizia e della guardia di finanza. Il nostro è un territorio di confine: è troppo forte il rischio di infiltrazioni malavitose. Ancora più pericolose quando si tratta di gente dedica al crimine già conosciuta, come lo dimostra l’arresto della famiglia Bevilacqua.

Non è finita: si deve e si può SALVARE LA PRO VASTO Riprendiamo l’incipit di ieri: “cinque giorni, solo cinque giorni ma dobbiamo farcela”. Ai 7.500 euro già raccolti, dobbiamo aggiungere le somme raccolte ieri. Intanto (è una vocina) “le coscienze che possono” si stanno attivando ma sono necessarie anche le “coscienze che possono meno”, le cosiddette piccole somme, utili come le grandi, in una sorta di azionariato diffuso che dovrà essere la strada da percorrere in

futuro. Hanno contribuito ieri, come gruppo consiliare del Pdl al Comune di Vasto, i consiglieri Mario Baiocco, Francescopaolo D’Adamo, Guido Giangiacomo, Luigi Marcello, Emanuele Marcovecchio, Michele Notarangelo, Etel Sigismondi, Nicola Soria e Giuseppe Tagliente con la somma totale di 1.000 euro. Contiamo molto sullo spirito di emulazione dei consiglieri degli altri gruppi consiliari. E.B.

redazione@quiquotidiano.it 3000 copie in distribuzione gratuita


VASTO quotidiano l’informazione free press

Editoriale

Tra miti e leggende

La mitologia, sia greca che latina, è fonte inesauribile di miti e leggende, alcune delle quali dimenticate, altre attualissime. Tra queste ultime una sembra particolarmente calzante con gli avvenimenti che si susseguono in questi giorni con visioni, apparizioni e dichiarazioni: il mito di Narciso. In esso si racconta di Narciso, figlio della ninfa Liriope e del dio fluviale Cefiso, bellissimo, ed oggetto del desiderio di ninfe, semidee e dee, sistematicamente e sdegnosamente ignorate e snobbate: infatti era così bello che, specchiandosi in una fonte, s’innamorò follemente della sua immagine, al punto che ne morì di dolore (come previsto dal profeta Tiresia) nel momento in cui si accorse che non avrebbe mai potuto possederla. A Vasto, dopo 2000 anni, si ripropone il mito, ad un livello superiore a quello di dei e semidei. Con la differenza che, mentre ieri dei e semidei apparivano agli umani, oggi, grazie ai potenti mezzi mass-mediatici, le apparizioni sono degli umani alle dee e semidee … a miracol mostrare. E.B.

giovedì 15 luglio 2010

Polemiche smorzate perché non c’è contrapposizione tra le due squadre

Dalla marina: forza Pro Vasto I dirigenti dell’undici locale vicini al presidente Crisci

Avanti a testa alta, con la voglia di continuare a fare bene nella propria ottica di società del calcio dilettantistico abruzzese con una buona organizzazione e ambizioni non nascoste, ma senza alcuna ‘gioia’ per la crisi attraversata in questi giorni dalla prima squadra della città, la Pro Vasto. Si lavora con grandi convinzioni in casa Vasto Marina, nell’obiettivo di provare a dare seguito e a migliorare ulteriormente quanto fatto di buono la scorsa stagione. La qualificazione ai play off, nel campionato di Promozione girone B della squadra di Massimo Vecchiotti, da formazione ‘matricola’ del raggruppamento, ancora oggi costituisce motivo di orgoglio e soddisfazione per dirigenti e gruppo tecnico e in vista del prossimo torneo l’intento è di cercare di crescere ancora. Il sodalizio della marina vastese, presieduto

Alcuni dirigenti del Vasto Marina calcio da Remo Grassi, successore di Pino Travaglini, attuale presidente onorario del club, guarda avanti e si rammarica di quanto vissuto in queste ore dalla Pro Vasto. Non pochi componenti della società, l’estate scorsa, hanno fatto parte del Comitato ‘Insieme si Può’, quello nato come

sostegno alla società presieduta da Mimmo Crisci, quest’anno si è preferito investire maggiormente nel proprio club, ma non per questo si può dipingere un intento di contrapposizione. Tutt’altro. E Grassi ed i suoi più stretti collaboratori confidano in una soluzione positiva della crisi

Pro Vasto. L’evolversi della situazione, logicamente, viene seguito con attenzione. Quindici anni fa, con il fallimento della Vastese Calcio, il Vasto Marina, anche allora in Promozione, si ritrovò prima squadra della città e due anni dopo cambiò la denominazione nell’attuale Pro Vasto con la ripartenza dal campionato di Terza Categoria. La storia potrebbe ripetersi? Per il primo aspetto, principalmente, la speranza - unanime - è che si concretizzi il salvataggio del club biancorosso presieduto da Crisci. Altre ipotesi nemmeno si prendono in considerazione. Per quanto concerne l’aspetto tecnico, dopo la conferma dell’allenatore Vecchiotti, si sta procedendo con il completamento dell’organico inserendovi ragazzi motivati ed anche di esperienza per puntare ad un torneo di vertice. Michele Tana

LA LETTERA IN REDAZIONE

Atti vandalici e danni alle strutture pubbliche In seguito ad altri atti vandalici che sistematicamente procurano danni notevoli alle strutture pubbliche e che ovviamente deturpano l’immagine della Città di Vasto, sento il dovere di intervenire su questo annoso problema che sta portando all’esasperazione tutti coloro che hanno a cuore la cittadina vastese. Ultimo episodio si è registrato con l’abbattimento dei faretti della nuova pista ciclabile, il problema a mio avviso è creare un deterrente per frenare queste azioni, uno dei quali potrebbe essere quello di fornire i vigili urbani di biciclette e sistematicamente percorrere il tratto di pista nelle varie ore della giornata,oltre che operare in tutta la marina di Vasto. Non basta segnalare la presenza di vandali in azione perché potrebbe essere sempre troppo tardi, ma la presenza costante dei vigili sicuramente farebbero desistere a compiere atti delinquenziali questi giovani, che tra l’altro la sera nel tratto all’altezza della struttura dell’Oasi dell’Anziano fino al confine con San Salvo si riuniscono e imperversano con i motorini la pista, creando non pochi problemi a coloro che intendono passeggiare con la bici, creando pericoli e timori a quest’ultimi che non riescono a transitare, a talvolta sono stati minacciati nel momento in cui hanno chiesto il passaggio, come è successo al sottoscritto. E’ evidente che molti cittadini per paura di incorrere a forme di violenza e di eventuali colluttazioni evitano di passare in quel tratto, lasciando campo libero a giovani teppistelli nel mettere in atto azioni vandaliche. Un altra alternativa potrebbe essere quella di incaricare personale addetto alla sicurezza (attraverso una convenzione), che attualmente hanno lo scopo di salvaguardare le strutture balneari la notte, per conto dei privati, e di farli intervenire per salvaguardare le strutture pubbliche durante le ore notturne, questa soluzione risulterebbe utile allo scopo. Andrea Bischia, Presidente Istituzione Servizi Sociali

In breve La famiglia Alinovi a Bisceglie per il piccolo Bartolomeo La famiglia Alinovi e il Comitato Paolo Alinovi parteciperanno alla manifestazione che si terrà venerdi 16 luglio alle ore 10 davanti l’ospedale di Bisceglie. Manifestazione organizzata dai genitori del piccolo Bartolomeo morto a 26 giorni per Malasanità. Nuovi loculi cimiteriali a Vasto La ditta Sima srl di Vasto si è aggiudicata i lavori per la realizzazione dei nuovi loculi cimiteriali. Il gran numero di richieste di nuovi spazi ha consigliato l'amministrazione comunale ad attivarsi per edificare loculi divisi in due blocchi per complessivi 132 posti. Lavori progettati dall’Ufficio tecnico comunale che ne dirigerà l’esecuzione. Il completamento dell'opera avverrà entro la fine dell'anno. Ne hanno dato notizia il sindaco Lapenna e l’assessore ai Lavori pubblici Sabatini. I programmi di Bellestate in provincia Torrevecchia Teatina ore 21.00 Parco del Palazzo Ducale: "Bellestate" - Musica sotto le stelle, concerto pianistico. Convocato il Consiglio provinciale E’ stato convocato alle ore 16.00 in prima convocazione e per martedì 20 luglio alla stessa ora in seconda convocazione, il Consiglio provinciale di Chieti. Tra le interrogazioni presentate quella del centrosinistra sulle recinzioni a Vasto.


VASTO quotidiano l’informazione free press

giovedì 15 luglio 2010

In manette Carmine Bevilacqua e Lucia Sauchella. Utilizzate unità cinofile

Droga, arrestati due rom Nella loro villa i carabinieri trovano dieci chili di eroina e cocaina

I carabinieri del Nucleo investigativo di Pescara hanno arrestato una coppia di zingari sorpresi nella propria abitazione nel quartiere Incoronata di Vasto con dieci chili di droga, tra eroina e cocaina. Manette scattate ai polsi di Carmine Bevilacqua, 36 anni, e di Lucia Sauchella, 34 anni dopo il blitz dei militari dell’Arma avvenuto nella lussuosa villa nella quale la coppia abitava e che contava di un sofisticato sistema di videosorveglianza privato oltre a essere ben protetto da pesanti cancelli di ferro. Il suo valore ammonta a un milione di euro. Al termine dell’operazione, nella quale sono interveute anche unità cinofile specializzate, sono stati trovati in panetti 10 chilogrammi di droga divisi tra 7,5 di eroina e 2,5 di cocaina. Il valore degli stupefacenti scovati nella villa e destinati allo spaccio clandestino ammonta a 600/800 mila euro. I carabinieri ritengono la merce proveniente dai Balcani a dimostrazione anche del livello raggiunto dallo spaccio in questo territorio. L’ipotesi che proprio a Vasto avesse sede un centro nodale del traffico di stupefacenti era stata da tempo confermata da una serie di indagini scrupolose delle forze dell’ordine, le quali già conoscevano la coppia arrestata ed erano al corrente dei movimenti degli spacciatori. Nel corso della perquisizione è stata trovata anche una pistola calibro 21 di fabbricazione slava con 27 proiettili, detenuta senza il porto d’armi. Carmine Bevilacqua è ora nel carcere di Torre Sinello di Vasto, mentre Lucia Sauchella è rinchiusa nella sezione femminile di Chieti. L’indagine della Procura continua. Piesse

La soglia dei quarantamila abitanti è stata raggiunta. E non si tratta di un argomento da trattare solo come un dato numerico. Ma di un tema che deve porre al centro il senso della città. Montesilvano, ad esempio, è un grande agglomerato urbano di oltre cinquantamila residenti. Di fatto, però, si disegna come una proiezione urbana di Pescara, non certo di un paese che si afferma a partire dalle proprie dinamiche interne. Lanciano, ad esempio, è una città in flessione demografica rispetto al 2009 (sulle 36000 unità) di fronte a Ortona che rimane stabile (dal 1936 al 2009 si è attestata in modo pressoché immobile sui poco più di ventimila abitanti). La stessa Chieti, che raggiunge il

Quarantamila E non solo una questione di numeri di Luigi Murolo picco demografico nel 1991 con oltre 55000 residenti , nel 2009 presenta oltre mille abitanti in meno [54000]) Diciamola tutta. Vasto è una città che si sviluppa proprio perché distante dai grandi centri che polarizzano su se stessi le attività regionali (Pescara). È questa la forza della città che, nel suo incremento virtuoso, trascina con sé lo sviluppo di San Salvo e di Cupello. L’altra considerazione da fare è quella che riguarda Termoli, la città aumentata vertiginosamente dai quasi 23000 ab. del 1981 agli oltre 32000 ab.

del 2009. Certo, a differenza di Vasto, Termoli ha una croissance perché è lo snodo marittimo di una piccola regione come il Molise. Eppure Isernia, che è sede di capoluogo di provincia, è rimasta pressoché stabile dal 1961 a oggi con i suoi ventimila abitanti. Una sola cosa è certa. L’unica area che cresce demograficamente è quella compresa tra Vasto e Termoli. E se tutto questo significa qualcosa, ciò vuol dire che le classi dirigenti (sempre che esistano) devono pur trarre qualche lezione. Di là dalla discussione sulla riuni-

ficazione Abruzzo-Molise ciò che conta è avviare una seria riflessione sulle cose possibili (un’ipotesi avanzata sulle colonne di questa testata): a partire dalla realizzazione di un quotidiano che può essere un coerente avvio per una riflessione continua nell’immediato. Ma c’è di più. La stessa consistenza demografica degli emigrati attuali può rilevare un’importante discorsività, laddove essa si misura con le precedenti migrazioni schiavonesche del Cinquecento lungo la Valle del Trigno. Il destino di quest’area di confine può proprio segnare un punto di incontro tra queste comunità. I quarantamila abitanti di Vasto aprono a tale rapporto. Nei fatti, un sarebbe un vero rammarico lasciarlo cadere.

Il festival internazionale a Palazzo d’Avalos. Apertura con un’esposizione di medaglie storiche

La musica antica di Seicentonovecento

Il Festival internazionale di musica antica ‘Seicentonovecento’ apre ufficialmente i battenti oggi a Vasto, a Palazzo d’Avalos a Vasto. Ma non sarà un concerto a dare il via alla manifestazione, bensì una esposizione di medaglie storiche: alle 19.30 i curatori Giulia Cerretani e Maurizio Biondi presenteranno una mostra di circa 70 elementi appartenenti al medagliere dei fratelli Giampiero e Fabio Verna di Pescara. La mostra si protrarrà fino al prossimo 30 agosto: le medaglie, che racconteranno 600 anni di storia dell’Abruzzo a partire dal 1400, sono incise da artisti quali Pisanello, Valerio Belli o Guillaume Dupré per papi, ecclesiasti, reali di Italia e di Francia, per la famiglia Medici e per personaggi illustri come il cardinale Mazzarino e

Ferdinando Francesco D’Avalos. Il primo appuntamento in musica con il Festival “Seicentonovecento”, curato dall’associazione Ensemble ‘900, sarà, sempre a Palazzo d’Avalos il 30 luglio, con l’ensemble trentino Girolamo Frescobaldi.

Organizzato dall’associazione onlus Vigili del fuoco

A Vasto la sagra della ventricina

L’ Associazione onlus vigili del fuoco in congedo con il patrocinio del Comune di Vasto organizza dalle 17 in poi presso piazza Carlo Alberto dalla Chiesa, nei pressi della caserma dei carabinieri, la prima Sagra della ventricina. Si tratta di un incontro culinario all’insegna della tradizione con un menu che prevede un piatto di ventricina con contorno di pomodori, pane, vino e anguria al costo di soli 12 euro. Lo staff dell’ associazione dei vigili del fuoco in congedo ringrazia gli sponsor Cantina San Michele Arcangelo di Vasto e il Kebap in corso Mazzini.


www.zinicola.it S.S 16 Nord, 30 - 66054 Vasto (CH) Tel. 0873-367648 - Fax 0873-374443 Mobile 335-7047999

era scongoliramica a l l u s pa

Luglio e Agosto sempre aperto

RISTORANTE ZI NICOLA AL MARE

VASTO quotidiano l’informazione free press

giovedì 15 luglio 2010

Piazza Rossetti, Vasto

Una ricorrenza importante da festeggiare: un cono gratis ai bimbi fino a 9 anni

Costantino mastro gelataio Trentasei anni di ininterrotta attività in corso Italia

Quale vastese non ha mai assaporato un gelato di Costantino Cianciosi? La sua gelateria in corso Italia 25, inaugurata nel 1974, è una vera e propria istituzione a Vasto. In occasione dei 36 anni di attività, Costantino festeggia regalando un gelato ai bambini fino ai nove anni. L’iniziativa sarà valida per tutto il mese di luglio. Perché scegliere il suo gelato artigianale piuttosto che uno preconfezionato? Perché nel gelato di Costantino si sentono sul serio i sapori! Sapori veri, senza sofisticazioni, di un ge-

lato prodotto esclusivamente con ingredienti naturali: frutta appena spremuta, latte fresco, niente grassi, coloranti o conservanti aggiunti e soltanto poco zucchero. Costantino ci ha spiegato l’importanza del suo bancone all’antica, indispensabile per offrire ai clienti un gelato genuino. Il bancone all’antica è fatto con tanti cestelli separati e chiusi, ognuno con un gelato diverso, e permette di mantenere ogni gusto alla sua temperatura ideale, variabile a seconda del tipo. Il bancone

C’è stato il passaggio del martelletto

Rotary Club Vasto Guidone presidente Passaggio del martelletto al Rotary Club di Vasto nella sede sociale del Hotel Palace, durante una serena e gioiosa conviviale. Il presidente uscente Gianfranco Bonacci ha passato le consegne a Luigi Guidone, già presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Vasto, alla presenza dei soci e delle loro gentili signore e di alcune personalità rotariane, tra cui il past governor Ennio Vincenti, il past governor Riccardo Marrollo, il governatore incoming Francesco Ottaviano, e i presidenti di alcuni club del distretto 2090 di Lanciano (Rossella Piccirilli, di Atessa (Gino Palone), di Campobasso (Pierluigi Amoroso), di Larino (Paolo Sia), di Termoli (Gisella Di Tommaso) e di Ortona (Tommaso Bellicano). Il neo presidente Guidone nel suo indirizzo di saluto ha lodato l’intenso impegno profuso da Bonacci nell’anno rotariano, appena trascorso. Dopo aver spiegato in estrema sintesi le finalità del Rotary, Guidone si è richiamato al motto scelto dal nuovo governatore internazionale “Impegniamoci nelle comunità, uniamo i continenti”, invitando tutti i soci a rafforzare la presenza del Rotary club di Vasto nel sociale. La

sua nuova squadra è formata da Pasquale Colamartino (presidente incoming), Gianfranco Bonacci (past-president), Michele Antonarelli (vice presidente), Christian Lalla (segretario), Antonio Finarelli (tesoriere), Mario Florindo (prefetto), e dai consiglieri Pierpaolo Andreoni, Sandro Valentini e Livio Antenucci. Addetto stampa è stato nominato il giornalista Luigi Alfiero Medea. Nel corso spazio a Shakespeare, attraverso l’intenso spettacolo (Reading Shakespeare) presentato da un gruppo di giovani attori che fa capo al regista vastese Daniele Muratore, e di andare sul filo dei ricordi dei principali avvenimenti dell’annata rotariana 2009-2010, attraverso la visione di un cd, preparato dal socio Livio Antenucci.

Gianfranco Bonacci e il nuovo presidente Luigi Guidone

Costantino Ciancosi festeggia 36 anni di attività

a vetrina, usato dalla maggior parte delle gelaterie, è più bello perché consente di vedere i gelati esposti insieme: ma ha il difetto di conservare i gelati tutti alla stessa temperatura. Diventa così necessario aggiungere una certa dose di grassi e di zuccheri al gelato, per evitare che si indurisca a causa della temperatura inadatta. Naturale e salutare, il gelato di Costantino è perfetto per i bimbi e per chi ci tiene alla linea, ma senza rinunciare a un piccolo grande piacere! Francesco Paolo Manna

Fino al 20 luglio a Cantonigros

Il Coro Histonium al festival della musica in Spagna Il Coro Histonium rappresenterà l’Italia al “Festival Internazionale della Musica di Cantonigros” in Spagna, dal 15 al 19 luglio prossimi. Unico coro polifonico italiano, concorrerà con formazioni provenienti da tutto il mondo. Per il sodalizio vastese, attivo da ben 37 anni, l’ammissione al prestigioso concorso è un grande traguardo e riconoscimento che giunge a coronamento di un periodo denso di attività e colmo di soddisfazioni. Le tappe più importanti tappe dell’anno trascorso: Basilica di San Pietro in Roma, Auditorium RAI di Torino, Duomo di Milano. Auguri! (o meglio: “in bocca al lupo”), congratulazioni e grazie al Coro Polifonico Histonium, al maestro Luigi Di Tullio, al presidente Bruno Di Lena e a cantori tutti che con dedizione e sacrificio portano avanti questa attività artistica, vanto e lustro della nostra terra.

Il Coro Histonium lo scorso 23 maggio a Milano

Ricerca personale GI-TRE distribuzione prodotti alimentari col sistema della tentata vendita c.so Mazzini, 627/9 - Vasto (CH) CERCA personale venditore regolarmente assunto, con stipendio contrattuale di categoria e rimborso spese, oltre eventuali incentivi. Requisiti richiesti: decisione, concretezza, voglia e/o bisogno di lavorare, ampia disponibilità di tempo. Annuncio rivolto ad individui di ambo i sessi residenti nell’area vastese. Contatti: solo se realmente interessati inviare il proprio curriculum vitae, con foto annessa, ai seguenti recapiti: e-mail:gitrealimenti@virgilio.it - fax: 0873.391378 Sede di lavoro: Vasto e parte del comprensorio vastese con raggio di azione di 50/60 Km


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

giovedì 15 luglio 2010

I sindacati chiedono di incontrare il presidente della Provincia

Golden Lady in crisi Posti di lavoro a rischio Forte diminuzione nel numero degli occupati

Crisi per la Golden Lady di Gissi, una delle più importanti fabbriche della Val Sinello. A dirlo sono i dirigenti aziendali nella riunione di aggiornamento di fine giugno. Anche se non c’è un annuncio ufficiale la situazione risulta drammatica: scarsa la domanda, diminuisce la produzione e le richieste scendono del quaranta per cento. Le cause possibili possono essere identificate nella concorrenza spietata del lavoro a basso costo, come quella cinese o balcanica. Si investe dove gli operai costano meno di qualche centinaio di euro al

mese e a risentirne sono i lavoratori italiani. Dai settecento operai degli migliori anni la Golden Lady ne conta oggi soltanto 380, un calo spaventoso che non vede fine. Ci credono ancora gli ultimi rimasti, chiedono di essere ascoltati. I sindacati richiedono ufficialmente un incontro con Enrico Di Giuseppantonio, presidente della Provincia di Chieti. A insistere su una possibile soluzione è anche Franco Zerra, segretario provinciale della Cisl. “Vogliamo parlare anche con il sindaco di Gissi, dove

insiste lo stabilimento, e tutti i sindaci dei paesi limitrofi. Perché il problema riguarda tutta la zona industriale, non solo la Golden Lady” spiega il sindacalista. E conclude poi disegnando una situazione critica che riguarda l’intera regione: “Il problema è che in Abruzzo e soprattutto nel Vastese manca addirittura la concezione di una politica industriale. Per questo l’unica cosa che possiamo fare è restare a guardare le imprese che traslocano e contare la gente che rimane senza lavoro.” Nino Cannizzaro

MONTEODORISIO

Il Comune è il più “riciclone”: superato il tetto del 50 per cento Grande soddisfazione per il comune di Monteodorisio e il suo sindaco Leonardo Sciascia nel concorso indetto da Legambiente “Comuni ricicloni 2010”. Per essere riuscito a superare il 50 per cento di raccolta differenziata rispetto a tutti i rifiuti urbani prodotti nel corso del 2009, il paese è stato premiato, nella Capitale, all’interno della sala Verdi nell’hotel Quirinale. La scelta di gestire la raccolta differenziata col sistema del “porta a porta” al centro storico e con le isole multi cassonetto in tutte le contrade e la periferia si è rivelata vincente, il comune infatti è riuscito a raggiungere il 53,9% di raccolta differenziata finalizzata al riciclo. Nel concorso erano presenti 11 comuni abruzzesi sotto i 10.000 abitanti (Torrevecchia Teatina, Fara San Martino, Monteodorisio, Lama dei Peligni per la Provincia di Chieti, Torano Nuovo, Sant’Egidio alla Vibrata, Sant’Omero, Tortoreto e Colonnella per la Provincia di Teramo, Tocco da Casauria e Rosciano per la Provincia di Pescara), 3 Comuni sopra i 10.000 abitanti (Ortona, Alba Adriatica e Martinsicuro), più il Comune di Lanciano. “L’ottimo risultato ottenuto da Monteodorisio, spiega il sindaco Sciascia, è per la nostra comunità, per tutti i cittadini che hanno contribuito con responsabilità e senso civico a far entrare il nostro paese nella ristretta cerchia dei comuni virtuosi italiani rispetto al tema della gestione dei rifiuti”. NC

San Salvo - Dimissioni

D’Ascenzo... e dirsi ciao

Aldo D’Ascenzo si è dimesso da consigliere comunale. Aveva iniziato il suo percorso politico amministrativo nel 1994, candidandosi con il Pds. Risultato il primo degli eletti, era stato nominato dal sindaco Mariotti assessore ai lavori pubblici. Quattro anni dopo si era ricandidato. Risultato nuovamente primo degli eletti, era stato spostato all’urbanistica, per essere poi improvvisamente defenestrato da Mariotti nell’estate del 2001. Non avendo gradito la defenestrazione, avrebbe appoggiato il candidato sindaco sconfitto del centrodestra Eugenio Spadano alle amministrative dell’anno successivo. Per cinque anni all’opposizione, alle ultime comunali è tornato col centrosinistra candidandosi nella Margherita di Antonio Boschetti, di cui era diventato capogruppo, conservando tale incarico anche nel Pd, dopo la fusione tra la Margherita ed i Ds. Incarico che avrebbe lasciato polemicamente, insieme al Pd, il quattordici luglio del 2009, per opporsi al rimpasto che aveva portato fuori dalla Giunta Luciano Cilli, Giovanni Mariotti ed Osvaldo Menna. E come avrebbe potuto accettare un provvedimento di defenestrazione lui che ne era stato vittima qualche anno prima ? Collocatosi nel gruppo misto ed all’opposizione della Giunta Marchese, aveva votato la mozione di sfiducia presentata dal centrodestra e votato contro il bilancio: due provvedimenti che, se approvati, avrebbero mandato a casa il sindaco. Ora, visto che l’Amministrazione è ancora in piedi, a casa ci è tornato lui. Non sappiamo come ha motivato le dimissioni, ma è probabile che avrà scritto i veri motivi che sono alla base del suo gesto: Aldo D’Ascenzo non è tipo da giri di parole. Non solo quando parla lo fa bene, ma soprattutto lo fa

argomentando passo passo i suoi pensieri, che probabilmente sono pensieri di uno deluso da quanto accade nella sua coalizione. Una coalizione che avviatasi verso la fine del mandato (primavera del 2012), comunque è quotidianamente bombardata da problemi, diatribe e gesti eclatanti come queste dimissioni, ulteriore atto d’accusa contro il centrosinistra. D’Ascenzo si è dimesso come aveva fatto Santino Del Casale nel 1984 (l’anno dopo la Dc perse le elezioni) e come aveva fatto Gino Greco nel 1990 (l’anno dopo il Pci perse le elezioni). Prima di una vigilia importante, c’è sempre qualcuno che sbatte la porta. Il centrosinistra è a

Nicola D’Ascenzo un bivio e sta sparando tutte le proprie cartucce, minimizzando quanto accade nel proprio interno. Il Pd farebbe bene a riflettere su queste dimissioni e D’Ascenzo farebbe bene a ritirarle, perché quando parla lo fa bene, ma soprattutto lo fa argomentando passo passo i propri pensieri. In una comunità politica fatta da persone che non parlano o parlano male e dove quasi nessuno dice quello che pensa, c’è bisogno di chi come il consigliere dimissionario stimola a riflettere. Sempre che si voglia riflettere, perché “tirare a campare è come tirare le cuoia”. Orazio di Stefano


CULTURA quotidiano

E’ la grande notte della pianista Diana Krall Tutto pronto per l’inaugurazione di Pescara Jazz 2010, 38° Festival Internazionale del Jazz. Sarà la cantante e pianista canadese Diana Krall a dare il battesimo alla manifestazione, stasera alle ore 21.30, di fronte al pubblico del teatro-monumento d’Annunzio di Pescara. Tre i musicisti ad accompagnare la Krall: Anthony Wilson (chitarra), Robert Hurst (contrabbasso) e Karriem Riggins (batteria). Diana Krall unisce una strepitosa voce da contralto a un vero talento pianistico. Apprezzata dai cultori del jazz, la Krall ha saputo raggiungere

anche il grande pubblico, da quando nel 1996 guadagna una nomination ai Grammy Awards con “All for you”, album rimasto in classifica per settanta settimane. Nel 1999 le cose vanno ancora meglio per Diana Krall, che agguanta la vittoria del Grammy con “When I look in your eyes”, come migliore interprete jazz. Pescara Jazz 2010 apre con una vera regina di questo affascinante e complesso universo musicale, e sono ormai pochissimi i posti disponibili nel teatro “Gabriele d’Annunzio”. Francesco Paolo Manna

Auguri Francesca!!! Cara Francesca Oggi finalmente anche tu sei una di noi! BENVENUTA nel mondo dei perseguibili per legge.... Tantissimi auguroni per i tuoi tanto attesi 18 anni Chiara&Roberta

Continua la rassegna musicale in via Adriatica a Vasto nell’ambito del cartellone realizzato dal Cineocchio di Ivo Menna. Stasera saranno in concerto Eric Andersen e Michele Gazich. L’esibizione avrà luogo alle ore 21.00, con ingresso gratuito. Eric Andersen è un veterano della scena folk americana: nato nel 1943 a Pittsburgh, Pe n n s y l v a nia, Andersen vanta ormai 45 anni di carriera musicale. Gli inizi di Eric Andersen risalgono agli anni ‘60, ai tempi del Greenwich Village, storico quartiere di New York, fulcro culturale della Beat generation negli anni ‘50 e del movimento hippy nel decennio successivo. Nel 1970 Andersen è in tour con i Grateful Dead, Janis Joplin, The Band e altri importanti musicisti dell’epoca. Il più grande successo commerciale di Andersen è

www.ilmeteo.it

- Solomon Kane di Michael J. Bassett con Max von Sydow, Pete Postlethwaite, Alice Krige, James Purefoy - Predators di Nimród Antal con Topher Grace, Danny Trejo, Adrien Brody - Il Segreto dei suoi occhi di Juan José Campanella con Ricardo Darín, Soledad Villamil, Pablo Rago, Javier Godino, Guillermo Francella

Tel. 328-7130976

Via Osca, Z.I. Punta Penna

“Blue River” (1972), album che segna l’inizio di un’ascesa che porta il cantautore a partecipare allo show di apertura del Rolling Thunder Revue di Bob Dylan, nel 1975. Michele Gazich è un violinista italiano, diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. “La nave dei folli. Dieci canzoni di Michele Gazich” (2008), di cui Gazich è autore di testi e musica, porta il musicista in tour per tutta l’Italia. Nel marzo 2010 arriva il seguito ideale del precedente lavoro di Gazich, “La nave dei folli. Dieci esercizi per volare”. Il concerto di Eric Andersen e Michele Gazich rappresenta, per tutti gli appassionati della musica americana in stile Bob Dylan e\o dei virtuosismi violinistici, una tappa obbligatoria nell’estate musicale vastese. FPM

LUGLIO

Maurizio: 333.1579328 Emilio: 346.7300395 Tel. 0873.311011

VASTO (CH)

Si esibiranno Eric Andersen e Michele Gazich

15

Vasto - corso Europa

Opere in: MARMO - PIETRA - GRANITO

La musica folk Usa in via Adriatica

Giovedì

MULTISALA DEL CORSO

di Scanzano Maurizio e Moscufo Emilio

giovedì 15 luglio 2010

l’informazione free press

Al Festival internazionale jazz di Pescara

NUOVA GESTIONE S.M. Marmi s.r.l.

L’Ideale L’Ideale, la cosa più pulita come la Fede, un sogno surreale, ti accompagnava per tutta la vita e alla morte restava tale e quale. Era il più grande scopo, una bandiera che ti riempiva tutto quanto il cuore, come il profumo della primavera, e non si scordava come il primo Amore. Adesso non esiste più, tutto è finito come i sentimenti di una volta, perchè questa “civiltà” l’ha inaridito come il ricordo di una cosa morta. Quando c’era l’Ideale, sofferto tra le tribolazioni e le pene, è vero allora si campava male, ma perlomeno si moriva bene! Adesso, invece, l’Ideale è una cuccagna che è riservata ai politicanti, si chiama “Panza mia fatte capanna”!

Tiberio Occhionero

Qui... a Vasto

Eventi - Spettacoli - Mostre - Appuntamenti redazione@quiquotidiano.it

Ore 21,30 - Balliamo insieme col circolo Everdance - Arena delle Grazie Il tramonto dal Mare in canoa - Ritrovo casotto spiaggia di Punta Penna - info e prenotazioni 3346290593 3453378575 Ore 22,00 - Via Adriatica - Ric Andersen e Michele Gazich II Ed. Rassegna musicale Via Adriatica a cura Ass. Cineocchio Dalle ore 19,30 - Piazzale C.A. Dalla Chiesa - Zona Due Pini Sagra della Ventricina a cura dell’Ass. Vigili del Fuoco in congedo Volontari Protezione Civile Sala Michelangelo - Collettiva di G. Baldaracco e A. D’Annunzio Sala R. Mattioli - Collettiva di Massimo e Monique Leone Sala V. Colonna - Personale di C. Fantauzzi

Farmacia di Turno Vasto: Savelli - Via Giulia - Tel. 0873.367249 San Salvo: Grifone - Via dello Sport - Tel. 0873.343285

Qui a...

San salvo

Numeri Utili Carabinieri 112 - Polizia 113 - Vigili del Fuoco 115 Capitaneria di Porto 0873.310340 - Pronto Soccorso 118 Municipio 0873.3091 - Polizia Municipale 0873.380486 Soccorso ACI 803 116 - Polizia Autostradale 0873.346208 -

Ore 21,00 Archeologia sotto le stelle


SPORT Aperti la domenica a PRANZO, e tutti i giorni su prenotazione

quotidiano l’informazione free press

giovedì 15 luglio 2010

Infuriano le polemiche tra ex dirigenti e collaboratori della società biancorossa

Pro Vasto, raccolta di fondi Gli sportivi ci credono ancora aspettando venerdì 16 luglio

Mentre ex dirigenti e collaboratori della Pro Vasto lanciano accuse all’attuale società, unica responsabile, a loro dire, della scomparsa della compagine biancorossa dal panorama calcistico, in città si registra un ritorno di fiamma, anche perché è convinzione di molti che ci sarà una sanatoria già con il Consiglio Federale di venerdì, altrimenti rivolgendosi all’Alta Corte Federale; insomma, dopo il mancato ricorso, ora sembrano tutti disposti ad aiutare la Pro Vasto ed è già iniziata la raccolta fondi per pagare i debiti societari, compresi quelli pregressi. In tal senso, è un accorato appello quello fatto dal Comitato “Insieme si può”

che, nel fare chiarezza, con un comunicato, sulla vicenda della mancata iscrizione della squadra, chiede alla città di non tirarsi indietro per reperire le somme mancanti perché “è ancora possibile - si legge, tra l’altro, nel comunicato -, anche alla luce delle numerose esclusioni e carenze dell’intero sistema, essere inseriti nella lista delle squadre idonee a partecipare al campionato”. Il presidente della Pro Vasto, Mimmo Crisci, e quello del Comitato, Paolo D’Amico, frattanto, “ringraziano anticipatamente quanti si stanno adoperando nel tentativo di mantenere la categoria professionistica e, contestualmente, alto il nome

La Federazione annuncia l’ipotesi

e l’immagine della città che deve essere fiera dell’unione di intenti che sta accomunando tutti in questi lunghissimi giorni di trepidazione, esprimendo rammarico per le reiterate insinuazioni e accuse da parte di sedicenti “tifosi innamorati” ma vanno avanti con l’intento di compiere il miracolo assieme a tutti i Veri Tifosi Vastesi e alle bandiere politiche di ogni colore”. In aggiunta alle suddette dichiarazioni, Crisci e D’Amico comunicano e specificano anche quanto segue: “I gruppi e le singole persone che fungono da riferimenti nella raccolta fondi in sostegno alla causa biancorossa, sono invitati a mantenere le som-

me fino a indicazione contraria della società nella persona del presidente Crisci, cercando di sfruttare al massimo il tempo a disposizione in attesa del ricorso. La data, i termini e le sedi giuridiche saranno indicati dalla Lega, probabilmente nella giornata di venerdì 16. Gli stessi sono invitati ad aggiornare la società circa le cifre raccolte, in maniera da tenere monitorata la situazione. Crisci ne chiederà la consegna al raggiungimento dell’obiettivo fissato in euro 250.000 e non prima. Le somme saranno restituite alle figure di cui sopra, nel malaugurato caso che il ricorso non sia accolto”. L’altra sera, intanto, molti tifosi, com-

presi quelli della Curva d’Avalos e gli Aragonesi, si sono riuniti e, dopo aver ottenuto un’esauriente spiegazione delle reali cifre e dei problemi in casa biancorossa, hanno deciso di sottoscrivere, con urgenza, la quota di € 100 che darà diritto a un abbonamento. Chi non fosse interessato all’abbonamento perché obbligato a ottenere la “tessera del tifoso”, potrà comunque contribuire. I versamenti si ricevono presso il Direttivo degli Aragonesi, in Via San Michele. Dai politici, imprenditori e istituzioni, evidentemente, l’auspicio è di ottenere contributi ben più sostanziosi. Michele Del Piano

In evidenza il sincronizzato

L’intervento dell’ex D’Adamo

di aver “esonerato” l’allenatore Ezio Lammanda. Dopo aver sondato il “mercato”, il direttore sportivo Antonello Cerella ha affidato il delicato compito a Nicola Di Santo che, all’occorrenza, indosserà anche la maglia di giocatore. La classifica: Gli Amici del Bar 9, Ottica Romagnoli, Fata Assicurazioni, Lido Acapulco e Inter Forever 6, Termocenter 3, Ristorante Odeon 0. (mdp)

Vasto Basket, c’è “odore” di serie C

Saggio di fine anno allo Stadio del nuoto di Vasto

In pieno svolgimento il memorial Michele Vinciguerra

C’è una certa euforia in casa dell’Associazione Dilettantistica Vasto Basket perché la nuova stagione, quella che, come più volte ricordato, coincide con il quarantesimo anno di attività, potrebbe iniziare con la partecipazione al campionato di Serie C nazionale, una grande soddisfazione che ripaga il lavoro di questi ultimi anni. “La Federazione Italiana Pallacanestro - si legge in un comunicato del Consiglio direttivo del sodalizio presieduto da Giancarlo Spadaccini - ci ha informato, nei giorni scorsi, che facciamo parte dell’elenco delle squadre di riserva, unica in Abruzzo, per il campionato di Serie C nazionale. Va da sé che questo significherebbe tornare a giocare in un campionato nazionale, dopo tanti anni, come giusto riconoscimento del lavoro svolto, della longevità e dei risultati sportivi e non. Per la Vasto sportiva, sia quella attaccata a basket sia quella che, solitamente, segue altri sport, sarebbe un grande momento”. Il sodalizio biancorosso ha già provveduto a far fronte alla fidejussione e al relativo versamento per l’iscrizione ma, da questo momento, attende con fiducia la comunicazione ufficiale che potrebbe arrivare a giorni. Michele Del Piano

In tanti, allo Stadio del Nuoto di Vasto, non hanno voluto mancare all’appuntamento con il saggio di fine stagione che ha visto esibirsi le atlete del nuoto sincronizzato del sodalizio vastese della San Francesco, presieduto da Luigi Di Fabio. Sotto l’attenta guida dell’insegnante Giusy Tornesi, si sono esibite ben 32 “sincronette”, dai 7 ai 17 anni d’età, meritando gli applausi dei presenti. “Sono contenta e soddisfatta - ha dichiarato Giusy Tornesi -, soprattutto dell’esibizione della prima squadra che ha interpretato una musica rap, rappresentando le dee dell’Olimpo ai tempi moderni”.

Si sono disputate le gare della terza e quarta giornata del torneo di piedi scalzi over 40 “Memorial Michele Vinciguerra”, in corso di svolgimento sul Lungomare Duca degli Abruzzi, con Ottica Romagnoli perdere il comando della classifica a favore degli Amici del Bar che hanno giocato a tennis con il malcapitato Ristorante Odeon. Riportiamo di seguito i risultati: Lido Acapulco-Termocenter 5-4, Gli Amici del Bar-Ristorante Odeon 11-3, Inter Forever-Fata Assicurazioni 4-6, Ottica Romagnoli-Inter Forever 5-6, Lido Acapulco-Fata Assicurazioni 4-5, Termocenter- Ristorante Odeon 3-2. Il presidente della squadra Lido Acapulco, Massimo Di Lorenzo, ha comunicato

quotidiano l’informazione free press

Direttore Responsabile Giuseppe Tagliente

Direttore di Redazione Elio Bitritto

Capo Redattore Rosa Milano

Redazione

Michele Del Piano - Stefano Lanzano Daniela Bellano - Nino Cannizzaro

Pubblicità

Giuseppe Giannone 333 3799353 Matilde Mastronardi 320 2730383 Editoriale Quiquotidiano Corso Italia, 1 - VASTO redazione@quiquotidiano.it

Stampa

Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002


NOVITA’ 2010: vendita cerina per tutte le autovetture con filtro FAP con risparmi fino al 50%

Nutrizione e Dietetica

NATURHOUSE VASTO Corso Italia 34/36 Tel. 0873/361795


15 luglio