Page 1

San Salvo:

Sport:

è tornato il Carnevale sansalvese

Oro e argento per la giovane Pietrocola

Pagina 5

Pagina 7

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 10 n. 44 - Venerdì 11 marzo 2011 - Santa Rosina

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it Stampa Edizioni Il Castello - Martano Editrice (BA) www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Cronaca Il candidato Della Porta (Pdl) Un arresto per droga precisa sulla residenza

Lo stile è stile ed è quello che fa la differenza tra la lana e la seta. Attaccato frontalmente ed incomprensibilmente da un tal Desiati sulla circostanza che avrebbe da anni la residenza nel palazzo di Giustizia di Vasto, signorilmente come gli è abituale, il candidato sindaco del PdL, Mario Della Porta, replica: "Desiati ignora, o finge di non sapere, che nel palazzo di via Bachelet,n.1, in Vasto, oltre agli uffici giudiziari (Tribunale, Procura, Uffi-

ci Giudiziari), sono ubicati altresì l'abitazione del custode e alcuni locali adibiti ad alloggio del presidente. In tali locali, quando ero presidente del Tribunale di Vasto, ho ritenuto di indicare la mia residenza, anche se non vi ho mai alloggiato, avendo preso in affitto in tempi diversi, fatta eccezione per i mesi estivi, alcuni mini appartamenti in Vasto Marina, via Cono a Mare. Ho sempre puntualmente corrisposto l'addizionale Irpef al Comune di Vasto

ed ho provveduto al pagamento della Tarsu mediante rimborso ai proprietari degli immobili da me condotti in locazione nei relativi versamenti da loro effettuati. Ho sempre adempiuto a tutti gli obblighi tributari e pertanto le insinuazioni di presunte evasioni fiscali sono meschine e calunniose. Il dottor Desiati, invece di ironizzare sulle predette circostanze, dovrebbe indicare ai cittadini vastesi le attività lavorative espletate nel corso della sua vita e la professione che attualmente esercita, per metterli in condizione di valutare adeguatamente le sue capacità di direzione e gestione dell'amministrazione comunale". La polemica è a questo punto destinata a finir qui con danno di chi l’ha sollevata, al quale però va dato atto d’aver definito in maniera inequivocabile che Mario Della Porta è cittadino vastese dal settembre 1998. Almeno così nessuno dirà più che non è concittadino.

Fermato sulla Trignina per spaccio di sostanze stupefacenti

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vasto hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Fabio Martuscello, pregiudicato 29enne, originario di Napoli ma residente a Gissi. Nel corso del servizio di controllo svolto la notte scorsa i carabinieri provvedevano a fermare nei pressi dell’uscita per San Salvo della Trignina, il giovane che viaggiava in

compagnia della sorella, M.S. di 34 anni. Nell'auto, sottoposta a perquisizione, i militari trovavano due pacchetti contenenti dieci tavolette di hashish per complessivi 2 chili ed un piccolo involucro con 55 grammi di cocaina. Il Martuscello veniva quindi dichiarato in arresto e trasferito presso il carcere di Torre Sinello, mentre la sorella veniva denunciata in stato di libertà alla Procura della Repubblica.


VASTO Via Maddalena, 91 66054 VASTO (CH) Tel. 0873/378460 vasto.3567@agenzie.milass.it

quotidiano l’informazione free press

venerdì 11 marzo 2011

La polemica sul Palazzetto dello Sport trasformato in seggio elettorale Spadaccini: nel Palabcc il gestore può liberamente decidere Ciao Peppino, Ringraziandoti perché non hai tagliato la mia risposta in nessuna parte, tii scrivo senza dare seguito ad altre risposte che non servirebbero a nulla…. Il pensiero dell'utilizzo del PalaBCC tra noi è sicuramente differente, però, a oggi per contratto e per quanto riportato dalla gara d'appalto, il gestore per ren-

dere l'impianto fruibile a più manifestazioni, per farlo frequentare, per pagarsi le spese, puo' LIBERAMENTE decidere a chi far utilizzare la struttura sempreché rispetti il regolamento che è stato redatto al momento della ristrutturazione, e quindi oltre un anno prima che io vincessi la gara d'appalto. In verità la tua militanza politica

in un partito nel quale le liberalizzazioni, l'utilizzo di privati che supportano l'amministrazione, l'intervento di capitali privati su "fatti" pubblici, dovrebbe spingerti a considerare l'esperimento PalaBCC, come un segnale e una possibilità che, prima di noi, non aveva nessuna storia… Giancarlo Spadaccini

Tagliente: il gestore deve rispettare la destinazione d’uso sportiva e non permettervi manifestazioni politiche Ciao Giancarlo, Non hai di che ringraziarmi, perché la mia onestà intellettuale ed il rispetto che ti porto mi avrebbero comunque impedito di “tagliare” il tuo intervento. Ciononostante ribadisco quanto è stato scritto su Quiquotidiano: concedere il Palazzetto dello sport di Vasto, cioè un impianto sportivo pubblico, per lo svolgimento di una manifestazione di partito, perché tale è la consultazione elettorale indetta dal Partito Democratico, non mi trova assolutamente d’accordo in

via di principio. Mai e poi mai mi son sognato nel periodo che mi ha visto sindaco di questa città di concedere strutture di proprietà comunale a partiti e/o associazioni di partito. Me lo impedivano il buon senso e la giusta considerazione che si deve avere di un bene pubblico, cioè di un bene ch’è di tutti i cittadini, perché realizzato con i soldi di tutti i cittadini, e che resta pubblico a tutti gli effetti anche quando viene dato in gestione per l’espletamento delle attività per cui è stato realizzato. Il richiamo alla

mia personale sensibilità nei riguardi delle liberalizzazioni non ti tragga comunque in inganno perché appartengo a quella scuola di pensiero politico che da Silvio Spaventa in poi ha sempre ben tenuto distinti i limiti tra il pubblico interesse ed il privato. Ma non farmi perdere in considerazioni al limite del filosofico, caro Giancarlo, che in questa vicenda, come sai perfettamente, non c’entrano proprio per niente, anzi stridono fortemente con la realtà dei fatti. Giuseppe Tagliente

Pelo e Contropelo Ieri, alle ore 10.30, è mancata

FERDINANDA DIANA VED. GALANTE I funerali avranno luogo oggi alle ore 10,15 muovendo dall’Istituto “San Francesco” per la Parrocchia di S. Maria Stella Maris.

IL PRESENTE VALE ANCHE COME RINGRAZIAMENTO. Vasto, 11 marzo 2011 Agenzia Funebre “LEMME” Vasto 0873 69387

di Travaglini Nicola

Infissi in alluminio e legno/alluminio

Quando si dice una caduta di stile Imperdonabile insinuazione di Desiati

Tra i candidati a sindaco c’è anche Massimo Desiati che, all’indomani della presentazione di Mario Della Porta quale candidato a sindaco per il PdL, si fece notare per una dichiarazione di “bon ton” che recitava all’incirca così “grande stima per il dott. Della Porta e “lotta” solo politica”. Purtroppo l’altro giorno Desiati, complice, forse, un improvvido abbassamento degli zuccheri, se n’è uscito con una affermazione che suonava più come una insinuazione, di basso livello, peraltro, cadendo così nella più scontata caduta di stile che in politica si possa avere. Ce ne dispiace molto, … per lui.

2

L’opinione di Giusfra Pollutri

Lu mule si sonne la notte “Lu mule si sonne tre vodde la notte d'accide lu padrone; e l'asine d'adduruparle. (Il mulo sogna tre volte la notte di uccidere il padrone; e l'asino di buttarlo giù dal dirupo)”. Questo è quanto leggo e copio da NoiVastesi di Sir Nicola Adam’s. Non la conoscevo, ma non per questo l’ho afferrata a volo per dire quel che in questi giorni mi frulla per la testa. Niente di originale, si sa, roba della mente nostra cui è invisa la sinistra, tanto quanto la destra è invisa a quegli altri. Ma qui non si trattra di legittima e alterna in-visione degli altri, quanto di comportamenti e di fatti, e, come si sa, ognuno parli per sè, mentre io – che qualche anno fa ho fatto mia la lezione di essere, sfacciatamente se occorre, di parte, ...al solito voglio parlare degli altri. Torniamo dunque al detto sopra enunciato e preciso subito che, per correttezza umana che non mi abbandona - pur nel detto traviamento intelletuale subìto da parte del citato Vestebene compagno - che non intendo per niente dire chi sia il mulo e l’asino. Diciamo che tra pd, idv e ora il bocchiniano Fini, se la possono giocare in casa. Fatti loro. Chi sia invece “il padrone”, che ciascuno e tutti insieme vogliono ‘accidere’ o ‘addurupare’, è immediatamente chiaro o intuibile. E’ di ieri notizia, con immagini, della Presentazione del ‘sacro scrigno’ delle firme raccolte per “invitare” Berlusconi a dimettersi. Bersani, già prefigurando che la cosa non farà un baffo al Cavaliere - come Costituzione democratica prevede e non - ha dichiarato da duro al sangiovese: “...noi resistermo un minuto più di lui”! Furbescemente, ha usato il plurale in considerazione della breve vita che può avere lui, singolarmente, da segreatrio-pd. Ma la cosa che più mi ha sconcertato è vedere la vestale democrat, Rosy Bindi, addirittura innalzare gloriosamente tale faldone come per una laica ostensione della “sacra ostia”. Si sarà sentita anch’essa una celebrante o addirittura, per pari opportunità di genere, un novella Mosè discesa dal monte con le Tavole? Capisco che nel gioco di ruolo, che prende i politici di professione, si diventa preda della parte in commedia, ma una riflessione cu ciò che realmente sia l’azione politica per il Paese e a cosa sia interessata normalmente la gente, dovrebbero farla anche costoro! Comunque, come spesso gli animali con la loro naturalità ci insegnano, un conto è pensarlo nel sonno di liberarsi del “padrone” (o del rivale), altro è mettersi in piazza a dirlo, se non altro per evitare pernacchi e sberleffi del pasquinante popolo della gente. Di buono c’è, corollario del detto citato, che – almeno nel mondo degli uomini – non ci sono più asini e padroni, o che, comunque, è difficile sapere e dire chi – in democrazia - sia talvolta l’uno o magari l’altro.


STUDIO PARRUCCHIERI

VASTO quotidiano l’informazione free press

Via Lago, 27 (Portale S. Pietro) VASTO - Tel. 0873 368077

La Neptune Okeanis approda a Punta Penna Nave imponente nel Porto di Vasto: 165 m ed una stazza di 28.000 t

Una lunghezza di 165 metri ed una stazza di 28.000 tonnellate. Sono i numeri della motonave 'Neptune Okeanis', approdata mercoledì a Punta Penna. Si tratta dell'unità più imponente mai arrivata in porto a Vasto. "Lo scalo - spiega il comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo, il tenente di vascello Daniele Di Fonzo - è stato possibile grazie al via libera ricevuto dalla Capitaneria di Porto di Ortona per quanto attiene le verifiche di security e di sicurezza della navigazione. La nave è stata condotta all’interno del bacino portuale con perizia marinaresca dal 'Pratico Locale'

di Vasto". Lo scalo, di carattere commerciale, è stato effettuato per imbarcare 200 furgoni provenienti dalla Sevel in Val di Sangro da trasferire sull'altra sponda dell'Adriatico. "Per noi della Guardia Costiera - sottolinea il comandante Di Fonzo - è un grande piacere avere in porto navi di questo tipo in quanto oltre a dare vitalità all’aspetto puramente operativo del bacino portuale rappresentano un chiaro ed inequivocabile segno di una ripresa economica che, se pur lenta, sembra aver imboccato definitivamente la strada migliore". Mi.Ta.

venerdì 11 marzo 2011

3

A PASSEGGIO

Mario Della Porta incontra i vastesi Una rubrica di Mario Della Porta, candidato sindaco per il PdL alle prossime amministrative di Vasto. Una sorta di Moleskine, nel quale l’autore raccoglie quotidianamente appunti sulla città, sulle persone incontrate, sui luoghi frequentati, impressioni, giudizi, idee e proposte tratteggiati per farne motivo di discussione con i lettori/elettori . Un modo un tantino originale per stabilire con essi un rapporto più familiare e diretto. Di seguito il resoconto di una prima passeggiata. “Complice la bella giornata me ne vado un po’ in giro per Vasto e ascolto quel che la gente dice. Gli argomenti sono diversi: la benzina, il costo della vita, le votazioni. E su queste ultime si intrecciano le più diverse posizioni e giudizi favorevoli o contrari a questo o quel candidato. Mi sento quanto mai imbarazzato: abituato a giudicare tocca stavolta a me essere giudicato e la cosa sinceramente mi provoca un senso di disagio, ma ho accettato di scendere in campo e devo fare di necessità virtù, come si dice. Qualcuno mi riconosce, si avvicina e mi chiede come mai abbia accettato, io “forestiero”, la candidatura. So bene che la “vastesità” è un tema delicato ed importante per loro, ma non ho difficoltà a dichiararmi vastese nel senso

che è dal 1994, anno in cui fui trasferito da Bologna a Vasto, che risiedo in questa città che mi dev’essere rimasta proprio nel cuore se non ho saputo resistere al desiderio di mettermi a sua disposizione. Qualcuno, tra i più smaliziati, mi guarda ed immagino cosa stia pensando. Lo prevengo e gli dico che ringraziando Iddio (e faccio, Dio mi perdoni! scongiuri con la mano nella tasca) la salute non mi manca e nemmeno la vitalità. ‘Sta cosa dell’età comincia, lo confesso, a darmi

fastidio un tantinello, anche perché non ho nemmeno l’età, che so?, del presidente Napolitano o, con rispetto parlando, di Papa Benedetto, dei quali tutti parlano invece come presenze importanti. Mi viene incontro un altro tale, con un atteggiamento sornione, e mi chiede a bruciapelo in un dialetto che comprendo molto bene: “ma tî li canîsce li uastarùle”? Mi è fin troppo facile rispondere: “mi sa che li conosco meglio io che tu!”.

Notte tricolore a Vasto

Riforma della Giustizia

Approvato all'unanimità il testo Berlusconi: è nell'interesse di tutti

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al disegno di legge costituzionale di riforma della Giustizia. Il Cdm l'ha salutato con un applauso indirizzato al ministro della giustizia Angelino

Alfano. Trattandosi di una riforma costituzionale, dovrà essere approvata due volte da entrambi i rami del Parlamento e ove ottenga il consenso di due terzi dei parlamentari entrerà subito in vigore; in caso contrario, sarà sottoposta ad un referendum confermativo tra i cittadini. «Questo nuovo sistema – ha detto il ministro guardasigilli dopo l’approvazione -prevede il

giudice in alto, con il pm e il cittadino allo stesso livello». Su questa stessa immagine è tornato più tardi lo stesso Silvio Berlusconi tracciando un un disegno che rappresenta la bilancia di cui il giudice rappresenta il perno ed i piatti rispettivamente l'avvocato della difesa ed il pm. Il premier ha voluto inoltre sottolineare che il provvedimento «è un punto qualificante della

nostra azione di governo, una riforma organica, di prospettiva e di profondo cambiamento che non ha nulla a che fare con i processi in corso». «Questa riforma costituzionale - ha aggiunto il capo del governo - sarà affidata a 10 leggi che avranno percorsi parlamentari singoli e che presenteremo in successione al parlamento».

Il Mondo della Chiave

di Caserio Andrea

centro duplicazioni chiavi serrature - casseforti - porte blindate SERVIZIO A DOMICILIO

Corso Mazzini, 391 - VASTO - Cell. 347.3625387

Festeggiamenti in occasione del 150° anche a Vasto. La città infatti festeggerà, in concomitanza nazionale, la Notte Tricolore. Un'iniziativa promossa dalla presidenza della Repubblica in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, che cade il 17 marzo. Musei e biblioteche resteranno aperte fino a tarda ora. Stesso discorso per negozi e locali.

quotidiano l’informazione free press

3 000 copie in distribuzione gratuita per la pubblicità Giuseppe Giannone

Matilde Mastronardi

333 3799353 - 320 2730383


VASTO Vendita e Assistenza Macchine per Ufficio

Vasto - Via Bachelet 2/c - michelemarchesani@tin.it Uff. 0873 366966 - Fax 0873 372021 - Cell 327 3520021

quotidiano l’informazione free press

Stagione concertistica al Teatro Rossetti

“La grande musica da camera”

Domenica 13, alle 17.30, stagione concertistica al teatro Rossetti con la “La grande musica da camera nella tradizione Mitteleuropa”. Il gruppo di fiati „European wind Soloists“, nasce nel 1993 per volontà del M° Patrick De Ritis , I° fagotto dei Wiener Symphoniker. Dell’Ensemble fanno parte musicisti provenienti dalla “London Symphony”, “BBC”, “Wiener Symphoniker” e di altre importanti orchestre. Questo gruppo, formato da due oboi, due clarinetti, due fagotti, e due corni a cui si aggiungono a seconda del repertorio due

flauti, contrabbasso e violoncello è nato per valorizzare e proporre un repertorio poco conosciuto che va da Mozart fino alla musica contemporanea passando per autori quali Dvorak, Schubert, R. Strauss. La capacità di fondersi in uno squisito equilibrio sonoro, la varietà e l’originalità del repertorio hanno permesso al gruppo di partecipare a numerose manifestazioni concertistiche riscuotendo ovunque successo di pubblico e di critica. Info:www.teatrorossetti.it. Posto unico 10 euro

Avviso Su TRSP durante tutto il periodo della Quaresima a partire dalle ore 18 andrà in onda “Educhiamo ed Educhiamo alla scuola di Gesù il Maestro”. Si comincia il 14 marzo con “Perché vivo? A cura di Don Benito Giorgetta, parroco di santa Maria degli Angeli.

AAA cercasi Si cercano collaboratori per vendita diretta di prodotti per la cura del corpo . Per informazioni tel. 339.8135256

venerdì 11 marzo 2011

Impresa Edile

4

Di Spalatro Costruzioni realizza e vende

Via M. Polo 24/B 66054 VASTO Tel. 0873 366062

The Rokes in concerto: sabato sera l'appuntamento al Politeama Ruzzi Nel 1999 si é riformata la band The Rokes con la seguente formazione: Silvio Cocchini alla batteria, Fulvio Chiacchiaretta alle tastiere, Bobby Posner al basso e Mike Shepstone (ex batterista dei Rokes) come seconda voce. Nino Cocchini ha sostituito Shel shapiro, ex leader del gruppo, passando alla voce e chitarra solista. Questa è la seconda volta che storicamente, dopo lo scioglimento del 1970, i Rokes si sono riformati. Per questioni di logistica i membri inglesi, legati da vincoli familiari al Paese d'origine, hanno dovuto lasciare il gruppo lasciando il loro posto al vastese Mattias Stolzenfels, vocalist e bassista tedesco residente in Italia. Attualmente, oltre all’esecuzione dei brani storici il gruppo si è com-

pletamente modernizzato con brani nuovi scritti da Nino Cocchini e a differenza dei gruppi degli anni '60 propone uno spettacolo della durata di più di due ore con una sinergia di effetti audio visivi superlativi. Il concerto si avvale dell’accompagnamento del quartetto d’archi Accademia Harmoniae, composto da Paolo An-

gelucci, Chiara Leonzi, Alessandra Terra e Federico Orlando (due violini, viola e violoncello) che per alcuni anni hanno collaborato con Claudio Baglioni. Appuntamento sabato 12 marzo alle ore 21.30 al Politeama Ruzzi di Vasto (ingresso 5 euro) per uno "spettacolo senza precedenti", sottolineano i promotori del concerto.

Organizzato dal Lions Club. Convegno a Palazzo d’Avalos

Appuntamento con la Costituzione Il Lions Club Adriatica Vittoria Colonna ha organizzato per sabato 12 marzo alle ore 18,00 presso la Sala Pinacoteca di Palazzo d’Avalos un convegno su un tema di estrema attualità la Costituzione. Se ne parlerà in un’ottica particolare che prenderà in considerazione la base della nostra Legge Fondamentale e Fondativa, figlia dello Sta-

tuto Albertino. Questo fu adottato da Vittorio Emanuele II in occasione della nascita dello Stato Italiano il 17 marzo 1861 e restò in vigore, in pratica, fino al 31 dicembre del 1947: il primo gennaio 1948 entrò in vigore la Costituzione della Repubblica Italiana. Relatore il Presidente emerito della Corte Costituzionale prof. Antonio Baldassarre

WEEK END

MAX MARA Piazza L. V. Pudente, 34 - Tel. 0873. 370632 - 66054 VASTO (CH)


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

Ecco la “D’Angelo & Antenucci Nippo Corporation” internazionali e un unico cuore italiano per la Made in Italy delle Continental nel mondo”. A seguire, gli atleti saranno lieti di incontrare tutti i presenti e sarà possibile visitare il parco mezzi ed il favoloso pullman accessoriato della squadra.

è tornato il Carnevale sansalvese Torna Carnevale dopo nove anni. Domenica scorsa il centro cittadino è stato letteralmente invaso da ragazzi in maschera e famiglie divertite, richiamate dai carri allegorici, realizzati dall’Associazione Mille idee per San Salvo. Il cui presidente, Silverio Marzocchetti, ha mostrato soddisfazione per l’esito della manifestazione ed ha annunciato nuove iniziative per ridare slancio alla città e far divertire i più giovani. Molto apprezzato il carro con la parodia di Berlusconi e Ruby, chiamato carro del bunga bunga. Ma a vincere la gara carnascialesca è

stato il carro della cantina di Alb fa journ, che è molto presente nella memoria dei vecchi sansalvesi, essendo stato il primo tra i bar del novecento nel vecchio centro. Successo ha riscosso anche la parodia di Romanzo criminale, che per essere messo in scena ha richiesto il nolo di una Giulia Alfa Romeo d’epoca. Impazzano foto e video su facebook e su internet. Su www.sansalvomare.it è possibile vedere ed ascoltare l’intervista del presidente Marzocchetti e alcune foto inedite e musicate da Nicola Ucci. Ods

L’incontro avviene nel suo “salottino” che si affaccia su via Roma. L’ambiente è cordiale e amichevole. Vito Di Petta ha raggiunto la soglia dei 64 anni, ma ha ancora tanta voglia di continuare la professione di barbiere, che egli pratica dal lontano 1955. E’ un piacere frequentare la “puteche” di mastro Vito. I clienti (ne sono veramente tanti) oltre che a chiedere a Vito il taglio di capelli e barba, s’intrattengono più del dovuto nel suo locale per discorrere, per leggere la stampa quotidiana o un buon libro. Ogni giorno, mastro Vito, mette a disposizione della sua clientela, non meno di tre quotidiani. Non è mai assente sul tavolino del suo salone, il periodico “la Voce”, che legge con una predilezione speciale dall’epoca della sua fondazione. Vito è amante della cultura e arte sansalvese. Nella vetrina della sua bottega ha in esposizione testi di autori locali (una collezione di oltre 50 titoli). Numerosi sono i passanti che si fermano a guardare attentamente l’interessante e originale raccolta. Vito Di Petta è nato a San Salvo. A undici anni lascia da parte i divertimenti, che l’età meritava, per affrontare direttamente la vita con i suoi problemi e le sue esigenze. Inizia a lavorare da apprendista muratore con Andrea Del Villano. Dopo sette mesi, depone la cazzuola e va ad apprendere la non facile arte del barbiere presso mastro Angelo Trisi,“lu rumàne”(il romano). Nel 1958 muore prematuramente il padre. Vito si accorge che deve darsi da fare per aiutare la

Costruiamo il presente... ... progettiamo il futuro

project & engineering solutions viale Belgio, 12 San Salvo (Ch)

5

Vito Di Petta, figaro per 51 anni e appassionato cultore della letteratura contemporanea sansalvese

La presentazione a San Salvo, in piazza Giovanni XXIII, domenica 13 Domenica 13 marzo alle 17.30, a San Salvo in piazza Giovanni XXIII verrà presentata la squadra ciclistica professionistica “D’Angelo&AntenucciNippo Corporation”. “17 atleti, 4 vittorie in due continenti, 5 stati rappresentanti, un calendario, gare

venerdì 11 marzo 2011

www.dangeloeantenucci.it

famiglia. E’ avvertito da un suo amico che c’è un posto da “lavurande” (aiutante) a Vasto, presso la rinomata barberia del maestro Liberatore De Filippis “lu prusitane” . Mastro Liberatore nota subito che quel giovane apprendista ha, nel suo comportamento e nel suo stile di lavoro, qualcosa di diverso dagli altri ragazzi. I primi apprezzamenti provengono da Floriano Cannarsa, un personaggio vastese di notevole carisma. “ Liberatà, ssu bbardasce è adàtte pi ffà lu vuarivìre”. (Liberatore, questo ragazzino è adatto a fare il barbiere). Vito, in poco tempo, acquisisce l’esperienza e la piena padronanza del proprio mestiere. In sei anni di apprendistato, si assenta per soli 16 giorni. Infatti, finisce per accattivarsi la stima di mastro Liberatore. A diciassette anni appena compiuti, si sente pronto per avviare un’autonoma attività di barbiere. Vito apre la barberia a San Salvo in uno stanzino ricavato da un piccolo alloggio di via Roma. Gli è di conforto, l’esperienza maturata alle dipendenze del suo maestro Liberatore De Filippis. Ha la possibilità di usufruire degli insegnamenti e delle valide indicazioni di “Mastre Narducce” rinomato barbiere vastese e profondo conoscitore delle poesie del grande artista vastese Luigi Anelli. Vito acquisisce una buona professionalità nel lavoro, riuscendo ad instaurare un rapporto di fratellanza e di amicizia con i suoi clienti. Non trascura le persone bisognose di aiuto, e ancora oggi presta la sua opera, in caso di necessità, presso persone diversamente abili. “I miei clienti - ha

affermato mastro Vito sentono la necessità di confidarmi i loro segreti. Cerco di dare un consiglio positivo a tutti. Una buona parola, detta al momento giusto, può rivelarsi decisiva per far uscire una persona da uno stato di scoraggiamento e di sfiducia in se stessa”. La sua straordinaria semplicità è l’estrema conseguenza di una profonda umanità, di un suo accorrere prezioso in aiuto degli altri. Vito conserva quel senso di modestia insito in chi crede nei valori della vita. Si schernisce di fronte a chi lo chiama “parrucchiere”. “Chiamàtime barbìre” (Chiamatemi “barbiere”) - risponde prontamente. Per lui, il lavoro è un mezzo per arricchire la personalità. Vito è stato sempre coerente con i principi dell’onestà, del rispetto, dell’altruismo, della solidarietà, che ereditati dai suoi genitori, hanno rappresentato il filo conduttore della sua vita. Oggi, maste Vite (lo chiamano così a San Salvo) è un uomo soddisfatto di se stesso e del suo operato. Michele Molino


VASTO quotidiano l’informazione free press

venerdì 11 marzo 2011

A Vasto come a San Salvo...

Governabilità, responsabilità, competenza – 2 Può una Amministrazione Comunale governare senza un bilancio approvato? Secondo la Legge (e secondo ogni logica), no. A San Salvo questa eventualità rischia di divenire reale, alla luce degli ultimi avvenimenti: riunioni di Consiglio disertati, ripicche che rimbalzano tra i banchi della maggioranza, botta e risposta tra vari esponenti politici, più improntate alla polemica che alla dialettica ormai. In condizioni normali, in una situazione del genere si cercherebbe con forza di costruire una o più alternative di governabilità in tutto il Consiglio Comunale e le si proporrebbe ai cittadini che le giudicherebbero e sceglierebbero quella che ritenessero migliore. Purtroppo, condizioni di normalità sono quasi l’anomalia e il popolo, da “sovrano” che nominalmente era è diventato “spettatore”. Sembra davvero che l’unica aspirazione che guidi e regoli l’azione politica a San Salvo sia una immensa volontà di masochismo e di distruzione. C’è qualcuno che costruisca una qualche alternativa se-

ria e credibile per San Salvo? A me, onestamente, non pare affatto! Distruggere, diniegare, opporsi sono ciò che politicamente è più facile fare in assoluto: se qualcuno propone (e si espone) e l’altro si adopera per rilevare ogni dettaglio che non sia a posto, quest’ultimo ha gioco facilissimo ma vive ed opera in un’ottica tanto breve da essere miope. Dopo tanti “no”, prima o poi ciascuno viene chiamato a dire cosa propone lui: lì che diranno i protagonisti negativi di questo gioco al massacro? Per questo ritengo che il vero problema di San Salvo non sia riconducibile ad una sola persona, per quanto in posizione apicale nell’Amministrazione attuale: se così fosse, basterebbe sfiduciarla e proporne una migliore per risolvere tutto. Peccato, però, che anche questo comporterebbe esporsi pubblicamente e mettersi di fatto in discussione. Una cosa è certa, però: fintanto che non si lavorerà in ottica di assicurare la governabilità - e non di perseguire la ingovernabilità – il

futuro di tutti i sansalvesi resterà incerto e preoccupante. Come fare a garantire la governabilità? Fare programmi seri e concreti, entrare nei problemi reali, lavorare duramente sulle difficoltà dei cittadini; fare, in definitiva, ciò per cui si è stati eletti. Elio Bucciantonio

Lampedusa Anelito di libertà! Una marea umana grava sull’isola, stracolma e senza pace. Fuga verso l’Europa. Al di là della miseria e soprusi nel divario tra povertà e ricchezza. Per un migliore futuro.

Nicola Bottari

6

Sabato mattina all’Istituto San Gabriele

Bando prima casa: giornata informativa

Sabato mattina dalle 10.30 alle 13.00, presso l’Istituto San Gabriele, giornata informativa sul bando prima Casa organizzato dalla FIRA Spa a favore di tutta la cittadinanza, per illustrare le modalità e caratteristiche della legge. Pubblicato sul Bura dell'11 febbraio 2011 il fondo rappresenta un'opportunità per tutti quei cittadini abruzzesi che hanno acquistato, costruito o ristrutturato la loro prima casa. Particolare attenzione è stata riservata alle giovani coppie. Infatti il 25 per cento del fondo stanziato è destinato a coloro che hanno contratto matrimonio negli anni 2009-2010. Inoltre la ripartizione percentuale della restante disponibilità è la seguente: 45 per cento per interventi nei Comuni con popolazione inferiore

ai 5 mila abitanti, il 35 per cento per interventi nei Comuni sismici e il restante 20 per cento per interventi nei rimanenti Comuni. Hanno diritto di precedenza in graduatoria i nuclei familiari al cui interno vi è un portatore di handicap riconosciuto ai sensi della Legge 104/92 e con grado di invalidità non inferiore al 74 per cento. Si ricorda che la domanda dovrà essere presentata entro 60 giorni a partire dalla data di pubblicazione del bando sul Bura, quindi dall'11 febbraio fino al 12 aprile 2011. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere presso la segreteria del consigliere regionale Giuseppe Tagliente, in Corso Italia 1, oppure presso gli uffici della nostra redazione sempre in Corso Italia 1, tel. 0873/362742.


SPORT quotidiano l’informazione free press

venerdì 11 marzo 2011

7

Terza categoria - Quinta di ritorno

Altra vittoria per le “api” di mister Liberatore

Coppa Caduti di Brema 2011 con il Team Lombardia

Oro e argento per la giovane Marussia Pietrocola Grande nuoto al Centro Federale di Ostia per il primo appuntamento a squadre della stagione con le otto società che si sono contese lo Scudetto d’Inverno nella finale della Coppa Caduti di Brema, in campo maschile e femminile e, in quest’ultimo, hanno primeggiato due stelle vastesi del firmamento natatorio: Marussia Pietrocola e Giulia De Ascentis, dall’anno scorso in forza, rispettivamente, al Team Lombardia e al Circolo Canottieri Aniene Roma. Storica prestazione per il sestetto femminile lombardo, patrocinato da Sport Management, MGM Nuoto e Canottieri Lecco e capitanato da Erica Buratto, che ha conquistato un quasi inaspettato secondo posto nella classifica finale, alle spalle dell’Aniene, dopo un duello al cardiopalma con il Centro Sportivo Esercito. Oltre a Erica Buratto (2 secondi posti), Stefania Cartapani, Susanna Negri, Veronica Neri ed Elisa Biava, dunque, a farsi onore pure la vastese Marussia Pietrocola che ha conquistato anche la Medaglia d’Oro vincendo nei 50 rana (32”02). Nella decisiva staffetta 4x50 stile libero, in cui il Team Lombardia si presentava con un vantaggio di un solo punto e mezzo da difendere dalla diretta inseguitrice, il quartetto Buratto, Neri, Biava e Pietrocola metteva in acqua il capolavoro di giornata, nuotando in 1’42”01 (25”50 di media), crono che permetteva di precedere l’Esercito e di conquistare la Medaglia d’Argento salendo sul gradino intermedio del podio. La gara dei 100 rana vedeva al via anche Pietrocola, giunta terza con il tempo di 1’08”93 perché beffata sul tocco alla piastra. “E’ un risultato importante - spiega il team manager Gionatan Menga -; l’anno scorso abbiamo conquistato la finale, quest’anno il podio, segno di una crescita costante del nostro movimento. Le ragazze sono state impeccabili, a cominciare da Marussia Pietrocola; sono orgoglioso dell’approccio mentale mostrato perché sono rimaste concentrate dal primo all’ultimo istante delle gare, migliorando in numerose prove i personali. Un complimento va anche a tutto il nostro staff tecnico che ha saputo preparare al meglio un appuntamento così importante per noi”. Sull’altro versante, invece, il Circolo Canottieri Aniene si conferma leader italiano, vincendo le due classifiche come l’anno scorso. A dare manforte al team che annovera pure Federica Pellegrini, è stata anche la vastese Giulia De Ascentis con il suo secondo posto nei 100 rana (1’08”89). Ospite d’onore sugli spalti Raul Bova che ha interpretato una fiction sul nuoto dal titolo “Come un delfino”. E’ stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria degli Azzurri caduti a Brema 45 anni fa. Michele Del Piano

Nel posticipo della quinta giornata di ritorno del campionato di Terza Categoria, girone vastese, l’Asd Real Tigre di Vasto, non senza qualche sofferenza di troppo, ha battuto in trasferta il New Team Palmoli per 3-2 grazie alle reti di Mastrangioli, Ferrazzo e Priolo. La formazione della presidentessa Simonetta Baiocco continua a vincere e si conferma al vertice della classifica ma non demorde il G.S. Montalfano che porta un ritardo di sole due lunghezze. “Non dobbiamo guardare le altre squadre - dice il direttore sportivo Marco Sisti -, ma andare avanti per la nostra strada e cercare di dare sempre il massimo in campo per ottenere i tre punti. Il cammino è ancora lungo e ci sono anche delle gare

da recuperare, quindi tutto può accadere, di conseguenza è impensabile fare statistiche o supposizioni. L’imperativo è scendere in campo per vincere, solo così possiamo parlare di promozione diretta”. Di seguito, la formazione messa in campo dall’allenatore vastese Antonio Liberatore: Nanni, Valentini, Pellegrini (40’ Lanzano), Mastrangioli, Della Penna, Ranni, Fratangelo, Sottile, Priolo (75’ Pellegrini L.), Ferrazzo (70’ De Cristofaro), Carlucci; a disposizione Candeloro, Villani, Molino e Sottolana. Per impraticabilità di campo, invece, è stata rinviata la gara che vedeva impegnata l’Incoronata Calcio Vasto a San Salvo, contro il Simone Piccirilli. I risultati delle gare della quinta giornata di ritor-

no: Panta Rei Casalbordino-Casalanguida rinviata, S.P. San Salvo-Incoronata Vasto rinviata, Carpineto Sinello-Guilmi 3-1, LisciaMojito Casalbordino 0-3, Union RoccaspinalvetiOdorisiana 2-2, CarunchioReal Montalfano 2-4, G.S. Montalfano-Tufillo 2-1, New Team Palmoli-Real Tigre Vasto 2-3. La classifica parziale: Real Tigre 55, G.S. Montalfano 53, Incoronata 46 **, Casalanguida 37 *, S.P. San Salvo 34 *, Mojito Casalbordino 33, Odorisiana 30, Palmoli 27 *, Carpineto 24, Liscia 21, Union Roccaspinalveti e Tufillo 18, Real Montalfano 16, Guilmi 15 *, Panta Rei Casalbordino 8 *, Carunchio 4 *. N.B.: (*) una gara in meno, (**) due gare in meno. (mdp)

Al via domenica 13 marzo

La Biofox al Trofeo Aquilotti di minibasket Al PalaBCC di Vasto, domenica 13 marzo, prenderà il via il Trofeo Aquilotti di minibasket, manifestazione riservata ai nati nel 2000 e 2001, ma sono ammessi anche quelli del 2002. Ai nastri di partenza la BioFox Vasto con ben 4 formazioni, nei gironi A e B, per 93 bambini iscritti (17 femmine e 75 maschi): la prima gara è in programma alle ore 11 (Girone A: BioFox Vasto A vs BioFox Vasto B), l’altra sabato 19, sempre con inizio alle ore 11 (Girone B: BioFox Vasto C vs BioFox Vasto D). “Inaugurazione con partenza sprint per le giovani leve - dice l’addetto stampa Francesco Tomassoni - che costituiscono il fiore all’occhiello di un’Associazione nata proprio per l’attività riservata ai più piccoli: nell’anno sportivo in corso, sfiorano le 100 unità. Prossimo alla

partenza anche il Trofeo Esordienti, femminile e maschile, per avviarsi, così, alla conclusione di un anno sportivo che passerà agli archivi del sodalizio presieduto da Giancarlo Spadaccini con un record di partecipazione ai vari campionati di categoria. Ben 29, infatti, le gare nel corso del mese di marzo e 26 già in calendario per aprile, con un numero di atleti che non ha eguali nel corso dei 40 anni di attività

NATURHOUSE: l’alimentazione educata NATURHOUSE è un marchio leader nel campo dell’educazione alimentare. In Italia conta circa 300 punti vendita. La professionalità dei consulenti NATURHOUSE e un’esclusiva linea di integratori alimentari a base di sostanze naturali sono i motivi del successo di questo innovativo metodo per migliorare il proprio benessere. Il percorso di educazione alimentare proposto da NATURHOUSE consente al cliente di diventare consapevole e autonomo nelle abitudini alimentari comprendendo il perché di ogni scelta. Alla fine di questo percorso il cliente raggiunge il proprio peso salute divenendo consulente di sè stesso. Il tutto senza soffrire la fame!

Nutrizione e Dietetica NATURHOUSE VASTO Corso Italia 34/36 Tel. 0873/361795

di un sodalizio nato quasi per caso nel lontano 1971”. E’ in programma, intanto, con modalità e giorni ancora da stabilire, tant’è che sono già iniziate le iscrizioni, la prima edizione del Trofeo Amatori Basket “Terzo Tempo”. La partecipazione è aperta a tutti gli appassionati: le adesioni, versando la quota di 10 euro, si accetteranno fino al 15 marzo, presso il PalaBCC. (mdp)


Via Osca, 94 - Porto di Vasto VASTO (CH) Tel. 0873 310305


Qui 11 marzo 2011  

Qui 11 marzo 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you