Page 1

Pagina 2

Piano regolatore e malumori nella maggioranza

SPORT

SAN SALVO

VASTO

Denunciati dalla polizia tre giovani borsaioli in azione

Pro Vasto ore contate per l’iscrizione in seconda divisione

Pagina 5

Pagina 7

Catering Alimentare - Vasto Alimenta Successi

Corso Mazzini, 627 - VASTO (Ch) - Tel. 0873.391378/43

quotidiano

NUOVA EDIZIONE

Anno 9 n. 127 - Sabato 10 luglio 2010 - Santa Seconda

l’informazione free press

Direttore Responsabile: Giuseppe Tagliente - Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002 Redazione: Corso Italia n. 1 VASTO Tel. & Fax 0873.362742 - Pubblicità: Editoriale Quiquotidiano Corso Italia,1 VASTO - mail: redazione@quiquotidiano.it www.quiquotidiano.it in distribuzione gratuita tutti i giorni tranne la domenica e lunedì

Intercettazioni e sciopero

Paradossi della libertà di Elio Bitritto Ieri è stata celebrata con la solennità propria degli avvenimenti epocali la giornata del tacere in nome del dire: è stata celebrata in realtà la giornata dell’ipocrisia da parte di una maggioranza di “informatori” contro una maggioranza di italiani. I pochi giornali presenti nelle edicole sono rapidamente spariti e sono rimaste le riviste di gossip che sembrano essere più importanti delle notizie relative alla manovra economica o ai tanti eccidi che si consumano sulla Terra. Per questi signori dell’informazione sembra sia più importante conoscere i vizi privati che le pubbliche virtù, arrivando persino a dire, fra le risate generali e l’affranto stupore dei ben pensanti che oggi “si tace per parlare”! Ma cosa cacchio dite? Ammantate di paroloni le dichiarazioni senza senso che Fiorenza Sarzanini del Corriere.it e la Fnsi pronunciano per far breccia nelle coscienze degli italiani. Segue a pagina 2

Vasto Marina

Attenti alle scarpe... volanti

A pagina 3

Politiche sociali, aumentano i fondi per l’Abruzzo

Divieto di accessO

Più che un’indicazione sembra un augurio

Accolta da tutte le Regioni italiane la richiesta del Governatore d’Abruzzo, Gianni Chiodi, per uno stanziamento aggiuntivo, nel riparto del Fondo nazionale per le politiche sociali 2010, per il proprio territorio, a causa della grave situazione post sisma. In sede di Conferenza unificata Chiodi aveva proposto la modifica dell’art. 6 dell’intesa sullo schema di decreto del ministro del Lavoro sul riparto del Fondo chiedendo che ‘’ulteriori risorse derivanti da provvedimenti di reintegro siano prioritariamente indirizzate al reintegro della quota 2009 destinata alla Regione Abruzzo, vista la situazione di straordinaria necessità per l’evento sismico e che ulteriori risorse residuali siano ripartite con le stesse modalità e criteri previsti dal decreto’’.

redazione@quiquotidiano.it 3000 copie in distribuzione gratuita


VASTO quotidiano l’informazione free press

sabato 10 luglio 2010

I numeri del 2009 -Preoccupano i dati nelle regioni meridionali: la Puglia su tutti

Furti d’auto in aumento Abruzzo in controtendenza, in Molise l’incremento più significativo

Tutte le regioni del centro Italia registrano nel 2009 un decremento dei furti di autoveicoli (in Umbria quello più consistente pari a -19,8%); l’incidenza rispetto ai veicoli circolanti è nel centro Italia inferiore o uguale all’1,00%, se si escludono Roma e il Lazio dove tale rapporto è pari rispettivamente a 5,85% e 4,70%. In particolare Roma si conferma la città dove si registra in assoluto il più elevato numero di autoveicoli rubati (21.712 nel 2009). Per l’Italia meridionale, se si escludono l’Abruzzo e la Campania, tutte le altre regioni mostrano invece un aumento dei furti di autoveicoli nel 2009; in particolare il Molise presenta l’incremento più elevato del Paese (+35,7%), seguito dalla Basilicata con un aumento dei furti del 13,4%. L’incidenza più elevata dei furti in rapporto ai veicoli si registra, anche nel 2009, in Puglia dove ogni 1.000 veicoli circolanti ne sono stati rubati 6,07 (a Bari tale indicatore ha raggiunto il valore di 9,46%). In Campania sono stati rubati 4,89% veicoli (a Napoli 6,73%) e in Calabria 3,49% (a Reggio Calabria 4,09?). Per l’Italia insulare va notato che in Sicilia nel 2009 si è registrato un incremento dell’1,3% nel numero di autoveicoli rubati, anche se Palermo registra invece una netta diminuzione (-15,4%). In Sardegna invece, sempre nel 2009, si è rilevata una significativa riduzione nei furti di autoveicoli (-17,9% rispetto al 2008). A Cagliari tale diminuzione è stata ancora più marcata (-23,2%).

VASTO - In azione all’interno del parco Aqualand

Denunciati tre borsaioli Quando sono stati fermati dai poliziotti si sono giustificati dicendo che lo facevano semplicemente per gioco. Uno sfilava il portafoglio dagli abiti poggiati sui lettini da sole del parco Aqualand del Vasto, gli altri si guardavano attorno, facendo da palo, per essere certi che non arrivasse la sorveglianza. Ma gli addetti della sicurezza stavano seguendo i loro movi-

La centrale operativa del Commissariato di Vasto

Il ministro dell’Ambiente ha firmato il decreto per il Pnalm

Prestigiacomo nomina i consiglieri del Parco Con decreto del ministro dell’Ambiente Tutela del Territorio e del Mare, Stefania Prestigiacomo, sono stati nominati consiglieri dell’Ente Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise in rappresentanza della Comunità del Parco, Gerardo Notarantonio, Leonardo Lippa, Giancarlo Ferrera e Gino Taccone, rispettivamente di Pescasseroli, Villavallelonga, Picinisco e Isernia. Il ministro ha fatto riserva di nominare il

Dalla prima Certo, anche io, da semplice cittadino, non sono d’accordo nel ritenere i giornalisti gli unici responsabili della “fuga di notizie”: privilegerei invece il titolare del procedimento perché il giornalista fa il suo mestiere e se dice il falso viene querelato (mentre il magistrato è “tutelato”). Tutto sommato sono convinto che l’unica cosa che interessa a certi giornalisti e a taluni

componente della Comunità del Parco con successivo decreto. Viene precisato che non si “modifica la durata in carica del mandato che resta invariata a decorrere dall’8 giugno 2007 all’8 agosto 2012, salvo prorogatio delle funzioni”. La designazione da parte della Comunità era avvenuta nel novembre 2009, mentre le tre regioni hanno espresso il proprio assenso nell’aprile scorso. Stefano Lanzano

menti e hanno subito chiamato il 113. I tre borseggiatori, tutti residenti nel Vastese, hanno un’età compresa tra i 16 e i 17 anni agivano ai bordi della piscina. E’ stato il personale della vigilanza a permettere di sgominare una vera e propria baby gang, i componenti sono stati denunciati per furto aggravato e verranno seguiti dagli assistenti sociali.

Sospensione dei tributi fino al 20 dicembre Via libera della Commissione Bilancio del Senato Via libera dalle Commissione Bilancio del Senato all’emendamento, contenuto nella manovra, che sospende i pagamento dei tributi in Abruzzo fino al 20 dicembre. Rispetto al testo presentato dal relatore, Antonio Azzollini, c’è stata una piccola modifica: viene cancellata la possibilità di introdurre apposite norme, anche attraverso leggi di stabilità, per garantire gli stessi livelli di entrate. Con la proposta di modifica viene estesa la sospensione dei tributi, rispetto alla norma contenuta nella manovra, che riguarderà quindi tutti i lavoratori autonomi e titolari di redditi d’impresa con volume d’affari fino a 200.000 euro. Nino Cannizzaro

Paradossi della libertà magistrati è l’impossibilità di pettegolare, di spargere quel sottile venticello della calunnia che poco a poco diventa una tempesta come Don Basilio magnificamente rappresenta. Ebbene vorrei dedicare a questi, perché riflettano seriamente sulle conseguenze di certi gesti, l’insuperabile e paradigmatico brano del Barbiere di Siviglia. Elio Bitritto

BASILIO La calunnia è un venticello, un’auretta assai gentile che insensibile, sottile, leggermente, dolcemente, incomincia a sussurrar. Piano, piano, terra terra, sottovoce, sibilando, va scorrendo, va ronzando nelle orecchie della gente s’introduce destramente, e le teste ed i cervelli fa stordire e fa gonfiar.

Libertà di stampa Nessuno invoca la libertà di stampa se non chi vuole abusarne. (Johann Wolfgang von Goethe)


VASTO quotidiano l’informazione free press

A proposito della sagra della Patata

Ma serve una chiesa festaiola? Un articoletto dell’amico Luigi Medea che dà notizia dell’ennesima festa di parrocchia a base di cavatelli, ceci e frutti di mare, dopo quella dedicata alla “Sagra della Patata” (o tempora, o mores, potrebbe dir qualcuno maliziosamente), ci porta a fare una piccola riflessione. In punta di piedi, senza malevolenza, anzi con tanto amore verso la Chiesa che consideriamo qualcosa di più d’una Istituzione, come invece pare la vogliano considerare i giudici statunitensi nell’ambito delle richieste di risarcimento per abusi sessuali. La riflessione, che vorremmo arrivasse (scusateci la presunzione) sino alle orecchie di Mons. Rino Fisichella, neo presidente del nuovo Pontificio Consiglio per la promozione della nuova Evangelizzazione dell’Occidente, è la seguente: siamo sicuri che queste forme di divertimento collettivo servano allo scopo di stringere la gente attorno alla Chiesa? È quella degli happening, organizzati in sacrestia nelle forme incerte tra la sagra paesana e il meeting rocchettaro, la strada per richiamare le folle attorno al messaggio di Cristo o non invece, come ci sembra più giusto, quella dell’incontro sui grandi temi di Dio, della trascendenza e del senso della vita? Dalla Chiesa, dai preti, anzi dai sacerdoti, cioè da coloro che devono “condurci verso il sacro”, la gente s’aspetta forse questo e nient’altro di più: Visto, peraltro, che di conduttori di spettacolo, presentatori e sociologi ce ne sono in giro anche troppi. Antonio Abate

sabato 10 luglio 2010

A Vasto Marina sono state collocate in diverse zone

Le scarpe volanti: moda o messaggi per qualcuno? Utilizzate dalle bande per delimitare il territorio Ha trovato spazio anche a Vasto Marina, in viale Dalmazia all’altezza dell’Hotel Bristol, e in via Corfù nella zona della pista di pattinaggio del lungomare Duca degli Abruzzi la ‘tendenza’ del cosiddetto ‘Shoefiti’ o ‘scarpe volanti‘, ovvero la pratica di legare tra di loro i lacci di due scarpe e poi di scagliarle in aria nell’intento di farle restare appese ai fili delle linee dell’elettricità o telefoniche. Fenomeno che prende il nome dall’unione delle parole shoe (scarpe) e graffiti, nato nelle zone rurali ed urbane degli Stati Uniti d’America come “manifestazione del folclore adolescenziale”. Ma cosa si nasconde dietro a tutto questo? Le interpretazioni sono le più disparate. Alcune di esse anche inquietanti, riconducibili allo spaccio di sostanze stupefa-

centi o alla presenza di bande giovanili. Secondo alcuni appendere le scarpe ai fili indica la realtà di luoghi dove è diffusa l’attività di spaccio o consumo di droghe, anche pesanti. Secondo altri, invece, si tratta di una pratica tipica delle bande giovanili per commemorare un loro membro vittima di un

omicidio (non è certo questo il caso di Vasto Marina) o semplicemente per delimitare i loro confini, o ad uso di segnale di posti dove è possibile compiere furti in diversi momenti della giornata, a seconda del tipo di calzature che vengono lanciate (nella nostra situazione scarpe da tennis soprattutto).

Non mancano ‘etichettature’ più “leggere”: dalla gioia per la fine della scuola all’imminente matrimonio o addirittura l’annuncio della prima esperienza sessuale. Le origini dello ’Shoefiti’ sono accostate all’ambito militare nel cui contesto i soldati erano soliti legare tra di loro i propri anfibi, spesso dipinti di colori accesi, e quindi di lanciarli sui fili come una sorta di rito di passaggio o per festeggiare la fine del servizio di leva. E, infine, non è trascurabile la possibile incidenza della noia in questa attività, del ‘divertimento’ magari agevolato da qualche bicchiere di troppo o, perché no, anche della voglia di sbarazzarsi di qualche paia di scarpe ormai ‘logore’ o ‘sorpassate’ dalla moda… Michele Tana

Problemi di sicurezza per chi viaggia in motocicletta

Strade piene di buche, percorsi di guerra

Una delle piaghe che affliggono Vasto e dintorni (e non solo), è rappresentata dalle tante buche che caratterizzano le nostre strade, in particolare la strada che conduce ad Aqualand ed oltre. Danneggiamenti alle sospensioni e brusche frenate sono i “guai” cosiddetti minori, soprattutto se si verificano su auto; quando invece sono le moto e, comunque, le due ruote ad esserne interessate, le conseguenze sono decisamente maggiori e, a volte, drammatiche. Ci riferiamo soprattutto alle buche ed alle banchine non consolidate o invase da erba per le quali, evidentemente, si rende necessaria una più assidua cura e manutenzione.

Per quanto riguarda le buche, a volte vere e proprie “voragini”, che si aprono nella sede stradale, dal Politecnico di Milano arriva una soluzione che potrebbe quanto meno aumentare la sicurezza di chi percorre quella strada come qualsiasi altra via cittadina: nel momento in cui si realizza una strada o si provvede a ri-asfaltarla, sarà sufficiente, prima di completarla, dipingere tutta la strada con asfalto colorato o vernice (rossa o gialla perché più visibili); nel momento in cui il logorio si accentua, comincia a comparire lo strato colorato, si può intervenire celermente e si consente all’utente di regolarsi di conseguenza.

La lettera in redazione

In via Santa Caterina da Siena giardinieri smemorati Caro Direttore le invio queste eloquenti immagini di Via Santa Caterina da Siena dove si evidenzia come questa zona sia stata trascurata oppure c’è stata una dimenticanza. Gli alberi devono essere puliti alla base, ma nessuno (di dovere) se ne cura. Ho visto che qualche residente stufo di attendere i giardinieri ha provveduto da soli a pulire qualche albero... evidentemente però quando è troppo... è troppo. Ora l’erba supera abbondantemente l’altezza delle auto, forse tra un po’ supereranno l’albero stesso. Davide Delle Donne P.S. Vasto Cambia? Prima l’erba non arrivava a queste condizioni.


www.zinicola.it S.S 16 Nord, 30 - 66054 Vasto (CH) Tel. 0873-367648 - Fax 0873-374443 Mobile 335-7047999

era scongoliramica a l l u s pa

Luglio e Agosto sempre aperto

RISTORANTE ZI NICOLA AL MARE

VASTO quotidiano l’informazione free press

sabato 10 luglio 2010

Piazza Rossetti, Vasto

Tra le vie del centro storico Si sarebbe dovuta chiamare Bebia, non Bebbia, la via della città intitolata all’antica gens degli histonienses (la famiglia, per l’appunto, era quella dei Baebii). Ma poco importa per l’errore. La b in più che indurisce la parola si trova ad aggiungere una sorta di fascinoso sapore di mistero a quello strano bisillabo che identifica il luogo dove oggi un’operosa comunità urbana vive. Comunità di negozianti, innanzitutto. Accompagnata da quella dei residenti insediati in un’antica casa d’ospitalità (l’exalbergo Nuova Italia). E in ultimo, ma non per questo meno importante, vissuta da quegli stessi i frequentatori – numerosissimi – che quotidianamente percorrono il breve tratto viario stipato di luminose vetrine. No, nessun esercizio di lustrini e paillettes in questa rua, un tempo denominata via delle Erbe. La sobria eleganza in essa addensata si dipana soprattutto nei negozi storici dalla lunga tradizione familiare. Dagli elisir profumatissimi di Alberto Del Borrello (con l’attività avviata dallo

Un pensiero augurale per i vastesi de La Zippánne Ieri sera si è tenuta a Palazzo d’Avalos la rappresentazione de La Zippanne 2. Prima della messa in scena un pensiero preparatorio in dialetto vastese.

Il piccolo mondo di via Bebbia di Luigi Murolo zio Michelino nel 1929) ai cuciti di Michelangelo Palucci (mezzo secolo quest’anno, con l’atelier sartoriale del padre iniziato sul finire degli anni Quaranta e trasformato nel 1961, dalla madre in boutique d’abbigliamento), la via offre di sé un’immagine che raccorda passato e presente sulla linea ineccepibile del buon gusto e dell’eleganza. Qui, sul finire degli anni Venti del Novecento – segnatamente il 1929 –, veniva inaugurato il primo hotel moderno della città – come già

detto, l’ex-albergo Nuova Italia –. Un hotel che avrebbe favorito la crescita di un piccolo indotto commerciale: saloni, profumerie, sartorie, orologerie, cartolerie, generi alimentari, forni. In quegli anni, il viaggiatore aveva in via Bebbia una percezione attiva – anzi, industriosa – della città. La stessa sensazione che prova oggi, anche se in un contesto totalmente modificato. Le nuove attività commerciali (gioiellerie, abbigliamento, panetteria) accompagnano il disin-

cantato visitatore verso quella piazzetta – piazza Caprioli – che d’estate si trasforma in salotto all’aperto. Un’ultima considerazione. Fino al 1849 (data di trasferimento nel Museo) nella strada era allocata la statua romana (IV sec.) di Arpocrate, dio del silenzio (in realtà, Attis funerario). Un silenzio che strideva con il gioioso rumore della vita. Di quel gioioso rumore, il centro storico ha, soprattutto oggi, grande bisogno.

Li séte vëšte ajjìre la zippànne? Gna’ é štáte? ‘Na ‘bbáfa liggìre o pisànde? Eh, fráte sé, li sá sole lu ‘Bbujangátte. Cchiù dapù ne parláme. Mé’ štattàme accujatáte. Ggianluiëgge l’à màsse a la cumbuëine ‘nghi Cicche Pàvele. Cánde ci addarassaréme aléuche, li putissáme sapà’. Mé’ štattàme aècche, a mmusumujé la zippánne. Dumuáne a la cumbuëine. ‘Nduttomodo j’è ‘na bbélla chéuse. E a Ggianluiëgge e a li cumbuègna su’ ji diciàime: ‘nzanitáte. (Chi farà la traduzione di questo brano augurale?)

Il Punto di Vista

Ricerca personale

A Piazza Marconi il mare è un miraggio

GI-TRE distribuzione prodotti alimentari

“Ma il mare dov’è?” Questa è la domanda che un qualsiasi turista si porrà transitando in piazza Marconi e volgendo lo sguardo ad oriente per mirare il susseguirsi lento delle onde verso la costa della Marina. Eh si, perché nonostante le numerose sollecitazioni susseguitesi nel corso di queste settimane nulla è stato fatto per ridare dignità ad uno dei panorami più belli della nostra penisola. Arbusti giganteschi sembrano sipari stagliati sul golfo, ne ostruiscono quasi totalmente la visuale ed oltretutto rappresentano ricettacolo di insetti di varia natura che oltraggiano anche il lavoro degli esercenti che insistono in quell’area. In un momento in cui l’Amministrazione comunale sembra orientata a trasferire la cura delle aree verdi ai privati, un esempio lampante ne è l’adozione dell’area tra il portale di San Pietro ed il monumento ai Caduti del Mare da parte della Pulchra, tale decisione non può costituire un’attenuante per la trascuratezza riservata a certi siti. Purtroppo, la situazione evidenziata ha una cadenza ciclica: infatti, anche nella passata stagione al sito di piazza Marconi era stato riservato un trattamento analogo e solo dopo numerose segnalazioni si era giunti all’opportuna sistemazione, cosa che speriamo accada al più presto anche stavolta, visto che siamo già alla metà di luglio. Luigi Spadaccini

col sistema della tentata vendita c.so Mazzini, 627/9 - Vasto (CH) CERCA personale venditore regolarmente assunto, con stipendio contrattuale di categoria e rimborso spese, oltre eventuali incentivi. Requisiti richiesti: decisione, concretezza, voglia e/o bisogno di lavorare, ampia disponibilità di tempo. Annuncio rivolto ad individui di ambo i sessi residenti nell’area vastese. Contatti: solo se realmente interessati inviare il proprio curriculum vitae, con foto annessa, ai seguenti recapiti: e-mail:gitrealimenti@virgilio.it - fax: 0873.391378 Sede di lavoro: Vasto e parte del comprensorio vastese con raggio di azione di 50/60 Km


SAN SALVO quotidiano l’informazione free press

sabato 10 luglio 2010

SAN SALVO - Alla fine, come sempre, passerà la linea del sindaco Marchese

Prg che riesce a dividere Riunione di maggioranza senza avere le idee chiare

Che la maggioranza (o una parte di essa) e comunque il sindaco Marchese e l’assessore Di Stefano (delegato all’urbanistica) vogliano cambiare il vigente piano regolatore non è un mistero per nessuno. Ma che lo vogliano fare in quattro e quattr’otto è una cosa inaspettata e forse anche inspiegabile. C’è stata giovedì sera la riunione della maggioranza con all’ordine del giorno l’adozione di un nuovo strumento urbanistico. Dei dodici consiglieri, ben quattro e tutti del Pd avrebbero espresso contrarietà al “quattroequattrotismo” (cioè l’adozione a breve del nuov prg), mentre un gruppo politico autorevole avrebbe detto: “Noi non siamo d’accordo, ma lo vuole la maggioranza della maggioranza, allora si proceda pure”. Come dicevamo il più deciso di tutti è il sindaco ed è probabile che passi la sua linea, visto che Marchese (che conosce bene i suoi uomini) a uno dei riottosi avrebbe detto: “Il piano va in Consiglio fra una settimana e se non sei d’accordo assumitene la responsabilita, votando contro…”. Come è noto nessuno dei consiglieri di maggioranza vuole assumersi la responsabiltà di far cadere la Giunta o di non far passare un prg, cosa che il sindaco sa bene e per questo forza la mano. Del resto se gli è andata bene sul rimpasto, sulla mozione di sfiducia, sullo spostamento dei dirigenti e sul bilancio può sperare di spuntarla anche sull’urbanistica. Ma anche se la spunterà in Consiglio (dove un terzo dei membri sono legati all’edilizia), non la spunterà in città, le cui più vivaci articolazioni (associazioni, tenici, categorie, giovani) hanno titolo e diritto a discutere del piano regolatore generale. Sono sotto gli occhi di tutto gli ecomostri degli anni Settanta (fase anteprg) e soprattutto gli ecomostri dell’ultimo piano clienterale

e cementificatorio. Per questo l’opinione pubblica stavolta sarà informata sui meccanismi che staranno dietro le lottizzazioni. Noi stessi faremo la parte che serve, chiamando i cittadini alla “vigilanza democratica” (ci sia perdonato questo richiamo da anni settanta) contro le porcate. Un primo appello lo rivolgiamo all’assessore all’urbanistica, che, per fortuna, non lavora nel settore ed è abituato per formazione a dibattere: non può pensare di disegnare la San Salvo del futuro lui ed una decina di persone. Glielo impedirebbe la sua coscienza, prima ancora che la richiamata vigilanza democratica: il prg deve arrivare in Consiglio dopo un faticoso giro di riunioni sociali, categoriali, associative e democratiche. Ods

A disposizione 550 posti letto

A San Salvo costituita l’associazione degli albergatori

CASTELGUIDONE - Chiesto l’intervento delle Forze dell’ordine

Sesso e minacce, in azione il Purificatore

Inviate diverse lettere intimidatorie con frasi oscene Storie di sesso e minacce, il ‘Purificatore’ entra in azione a Castelguidone. Lettere intimidatorie, ovviamente anonime, contenenti messaggi osceni e allusivi, sono state consegnate, nei giorni scorsi, ad alcuni residenti. Un’estate davvero rovente, piena di ‘gialli’ e di colpi di scena, quella che si vive nel piccolo centro montano del Vastese. Dopo le scritte, sempre anonime, contro il parroco, dopo gli accesi scambi di vedute, anche a mezzo stampa, tra maggioranza e opposizione, arroccate su posizioni sempre più distanti; dopo un episodio di cronaca, con due giovani del posto che sono venuti alle mani per motivazioni legate allo scontro politico; ecco ora spuntare delle lettere anonime, contenenti frasi volgari e il racconto di presunte ‘tresche’ a sfondo sessuale. Se si trattasse solo di questo, tuttavia, ci troveremmo di fronte, semplicemente e soltanto, al gesto idiota di un maniaco, di un frustrato, di un deviato mentale che spera di seminare zizzania in alcu-

ne famiglie ricorrendo a fantasiose narrazioni di presunte storie di sesso. In realtà il fatto è ben più grave e preoccupante, perché in calce alle lettere, quasi tutte, si arriva a ‘raccomandare’ di restare “ciascuno al suo posto”. Una chiara intimidazione, un invito a non impegnarsi, o forse intromettersi, nella vita pubblica, politico-amministrativa del piccolo comune. Un avvertimento, una minaccia vera e propria, partorita dalla mente disturbata di un sedicente “Purificatore”, così si firma l’anonimo estensore delle missive. Vista la presenza delle esplicite minacce, dunque, del caso dovrebbero essere investite, al più presto, le Forze dell’ordine e la Magistratura. Destinatari delle lettere anonime, scritte artatamente in un italiano stentato nel goffo tentativo di sviare le indagini e stampate al computer, alcuni consiglieri comunali di opposizione e altri semplici cittadini. Francesco Bottone

A San Salvo è stata costituita l’associazione degli albergatori. L’associazione è composta da: l’Hotel Milano, l’Hotel Ristorante Miraverde, l’Hotel Gabry, l’Albergo Da Italia, l’Hotel Eden, il B&B Le Muse, il Poseidon Beach Village e vi entreranno a breve il Rosa Hotel e il Gabri Park Hotel, per una disponibilità complessiva di oltre 550 posti letto. L’idea di creare una rete degli albergatori di San Salvo unendo obbiettivi e forze, pur restando soggetti autonomi, mira a consolidare e rafforzare il potenziale ricettivo della città. Gli albergatori associati, e il Comune, hanno già partecipato a varie manifestazioni, fiere e borse del turismo come il BMT a Napoli e l’Ecotur a Chieti. Al momento si sta programmando la partecipazione, nel mese di ottobre, alla fiera di Lugano che è tra i primi posti in Europa per numero di visitatori ed espositori e che, inoltre, permetterà di lavorare con Paesi in cui si va in ferie nei mesi di maggio, giugno, settembre ed ottobre, anziché a luglio ed agosto. A febbraio, poi, saremo presenti alla BIT di Milano con materiale promozionale ampio e rinnovato. Allungare la stagione turistica è uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale e dell’associazione degli albergatori.


CULTURA quotidiano

L’Eterno Emmanuele L’arcivescovo Bruno Forte ha pubblicato il suo ultimo libro “segno della sua fedeltà a Cristo” lettori nelle pagine culturali de Il Corriere della Sera, Armando Torno così commenta: “Anche se L’Eterno Emmanuele non è un tratta sistematico, si pone senza requie domande per precisare, chiarire, invitare, approfondire. Circolano un’ottantina di sue opere comprese quelle alle quali ha partecipato accanto a eminenti figure come Carlo Maria Martini o Walter Kasper, gli

La rassegna del Cineocchio

scritti che stiamo segnalando rappresentano l’ultimo segno della sua fedeltà a Cristo. L’Emmanuele (parola ebraica che significa “con noi Dio”, ndr) non soltanto è presente in ogni pagina, ma si scorge e riflette continuamente negli argomenti, così come la luce sembra rincorrere se stessa in un salone di specchi”. GT

A Vasto Marina

Luigi Grechi a Vasto in via Adriatica

Il concerto dei Motel Connection

All’interno del percorso della rassegna musicale in via Adriatica, Luigi Grechi questa sera sarà in concerto a Vasto. Luigi Grechi, classe 1944, vero nome Luigi De Gregori, è un’artista la cui biografia affonda le radici in Abruzzo, essendo cresciuto a Pescara, prima di trasferirsi a Roma per ultimare gli studi. Grechi, cantautore e chitarrista, ha legato la sua carriera a nomi illustri della musica, come Francis Kuipers, Edooardo De Angelis e Joan Baez, ma soprattutto al fratello Francesco De Gregori. Porta la firma di Luigi Grechi la canzone “Il bandito e il campione”, ispirata al curioso rapporto fra il ciclista Girardengo e l’anarchico Pollastri, brano prima rifiutato da diverse case discografiche e poi reso celebre da De Gregori. Era il 1993: furono 500.000 le copie vendute da “Il bandito e il campione”, che si aggiudicò fra l’altro la targa per la miglior canzone dell’anno al Premio Tenco. Ma il successo commerciale non è mai stato una priorità per Luigi Grechi, un’artista che ha preferito il rischio al compromesso e che per questo a volte è rimasto senza etichetta discografica. Un ribelle sempre amato dal suo pubblico di nicchia, un uomo più bandito che campione. Gli ultimi lavori di Grechi sono gli album “Pastore di nuvole” (2003), “Campione senza valore” (2005), “Ruggine” (2007). Luigi Grechi appartiene al filone del migliore cantautorato italiano, quello a cui bastano una voce, una chitarra acustica e la poesia di un testo di qualità, per incantare il pubblico. Francesco Paolo Manna

I Motel Connection, band composta da Samuel, Pierfunk e Dj Pisti e che continuano a far ballare platee sempre più folte e calorose, con il loro concentrato di electro, rock, indie e dance si esibiranno questa sera a Vasto Marina. Con ormai un po’ di anni di storia alle spalle, il progetto Motel Connection è sempre più in grado di pilotarsi verso strade che per altri, molti altri possono restare sconosciute. Riunitisi all’inizio del nuovo millennio per sonorizzare mostre e installazioni artistiche, per Motel Connection si è trattato ogni volta di alzare il livello della sfida. Tanti i giovani che potranno apprezzare il suono inconfondibile del gruppo de I Motel Connection.

MULTISALA DEL CORSO Vasto - corso Europa

- Twilight Saga: Eclipse di David Slade con Kristen Stewart, Robert Pattinson, Taylor Lautner - La Papessa di Sönke Wortmann con Johanna Wokalek, John Goodman, Iain Glen e David Wenham - Il Segreto dei suoi occhi di Juan José Campanella con Ricardo Darín, Soledad Villamil, Pablo Rago, Javier Godino, Guillermo Francella

CINEMA GLOBO

Vasto - via Michetti - Toy Story 3 - 3D di Lee Unkrich

Tel. 328-7130976

Sabato

di Scanzano Maurizio e Moscufo Emilio

Opere in: MARMO - PIETRA - GRANITO

sabato 10 luglio 2010

l’informazione free press

L’Eterno Emmanuele, s’intitola così l’ultimo libro di Bruno Forte, arcivescovo di ChietiVasto, appena uscito per i tipi delle edizioni San Paolo. L’opera ha come sottotitolo “Cristologia, etica, spiritualità” e raccoglie, scritti anche in inglese, francese e spagnolo, alcuni testi degli interventi pronunciati nel corso della sua intensa attività teologica e pastorale. Segnalandolo ai

NUOVA GESTIONE S.M. Marmi s.r.l.

Sabato

10

LUGLIO

Via Osca, Z.I. Punta Penna

Qui... a Vasto

Eventi - Spettacoli - Mostre - Appuntamenti redazione@quiquotidiano.it

Brodetto & Contorni sapori e saperi della tradizione vastese a cura di Slow Food e Amministrazione Comunale Vasto Mostra Mercato dell’Antiquariato - ore 16/24 - Piazza del Popolo e Via Adriatica Motel Connection in concerto - ore 22,30 - Rotonda Viale Dalmazia - Vasto Marina - Settimana del Ferroluglio Aperitivo Slow - tutti i week-end nei bar del centro storico si potrà degustare “l’Aperitivo Istoniense” Luigi Grechi “Bandito o campione?” accompagna le sue canzoni Marco De Annutiis II Ed. Rassegna Musicale Via Adriatica a cura dell’Ass. Cineocchio - ore 21 - Via Adriatica I concerti di Mezzanotte - Balconata Palazzo d’Avalos - ore 23.55 Adriano Paolini - Marco Colacioppo, pianoforte 4 mani a cura della Scuola Civica Musicale Balliamo insieme con I Rick Dance - ore 21.30 - Villa Multidinamica “Falcone e Borsellino” - Zona San Paolo CammiNatura - Trekking nella Riserva a cura dell’Ass. Amici di Punta Aderci - info e prenotazioni 3204709022 3346290593 Sagra dei Cavatelli e Frutti di mare a cura della Parrocchia S. Marco Evangelista - dalle ore 19 in poi Progetto Notti Sicure - Baja Village Disco a cura della Regione Abruzzo e SERT Vasto - info 0873 308396 Torneo regionale volley 2x2 maschile - Stabilimento balneare Lido Acapulco - Vasto Marina (fino all’11) c/o Parco delle Lame (fino al 15) Tennis Torneo Open “Circuito Ruggeri” a cura del Circolo Tennis Vasto “Antonio Boselli - info 0873 69461 Sala Michelangelo - Collettiva di arte moderna e contemporanea a cura di Angela Di Maida Sala R. Mattioli - Collettiva di Massimo e Monique Leone Sala V. Colonna - Personale di C. Fantauzzi Brodetto & Contorni sapori e saperi della tradizione 11 vastese a cura di Slow Food e Amministrazione Comunale Vasto LUGLIO Mostra Mercato dell’Antiquariato - ore 16/24 - Piazza del Popolo e Via Adriatica Aperitivo Slow - tutti i week-end nei bar del centro storico si potrà degustare “l’Aperitivo Istoniense” Sagra dei Cavatelli e Frutti di mare a cura della Parrocchia S. Marco Evangelista - dalle ore 19.30 in poi Icone Musicali nelle contrade del vastese - Anno VII - a cura dell’Ass. Arkadia - ore 9.00 Chiesa S. Onofrio La Riserva vista dal mare -Escursione lungo la costa del vastese a cura della C.R.I. in collaborazione con il Circolo Nautico dalle 9,00 alle ore 13 - info 0873.363300 Sala Michelangelo - Collettiva di arte moderna e contemporanea a cura di Angela Di Maida Sala R. Mattioli - Collettiva di Massimo e Monique Leone Sala V. Colonna - Personale di C. Fantauzzi Domenica

Farmacia di Turno

Vasto: Giovannelli - Via G. Spataro - Tel. 0873.362291 San Salvo: Di Croce - Corso Umberto I - Tel. 0873.54185

Domenica

Vasto: Giovannelli - Via G. Spataro - Tel. 0873.362291 San Salvo: Di Croce - Corso Umberto I - Tel. 0873.54185

Lunedì

Maurizio: 333.1579328 Emilio: 346.7300395 Tel. 0873.311011

VASTO (CH)

Vasto: Di Domizio - C.so Garibaldi - Tel. 0873.367231 San Salvo: Grifone - Via dello Sport - Tel. 0873.343285

Qui a... San Salvo

10 luglio Ore 21.30 - Piazza S. Vitale Rassegna di Teatro Dialettale Compagnia teatrale LI KAF-1 “Chi tè lo capre tè li corne” Ore 21.30 - P.zza C. Colombo Musicando da Benevento a San Salvo


SPORT Aperti la domenica a PRANZO, e tutti i giorni su prenotazione

quotidiano l’informazione free press

sabato 10 luglio 2010

Il presidente Mimmo Crisci dovrà presentare ricorso per la seconda divisione

Pro Vasto, ore contate

Alle 13 si conoscerà il futuro della squadra biancorossa Giornata frenetica ieri in casa Pro Vasto, non da meno quelle immediatamente precedenti, quando il presidente Mimmo Crisci è uscito allo scoperto, dopo molti giorni di assoluto silenzio, portando a conoscenza della città che non aveva presentato la fidejussione bancaria (200.000 euro) e le liberatorie di contributi Enpal e Irpes, ma c’è anche qualcosa di vecchio che va sistemato, perché non è più disposto ad anticipare dal momento che alcuni soggetti sono debitori con la società. Sembrava tutto a posto dieci giorni fa, insomma, anche se il lungo silenzio della dirigenza non lasciava intendere nulla di buono: Crisci, infatti, ha voluto dare uno scossone all’ambiente e un chiaro segnale a chi non ha ottemperato ai propri impegni in questi ultimi anni; il riferimento era all’Amministrazione comunale che, l’altro ieri, grazie all’interessamento del sindaco Luciano Lapenna,

Il presidente della Pro Vasto Mimmo Crisci

Serie D, sono scaduti i termini di iscrizione Non ha presentato la domanda il Casoli, quella di ripescaggio nessuna squadra abruzzese Alla scadenza del termine previsto dal Comunicato Ufficiale n. 200 del 21 giugno 2010 hanno presentato domanda di ammissione al campionato di serie D 2010/2011 n. 160 società aventi diritto. Le suddette domande saranno esaminate dalla Co.Vi.So.D entro il 16 luglio, come previsto dal suddetto Comunicato. Non hanno, invece, presentato domanda le seguenti società: Casoli, Cecina, Domegliara, Igea

Virtus, Noicattaro, Pro Sesto e Vico Equense. Hanno inoltre presentato domanda di ripescaggio le seguenti società: n. 7 società perdenti i play out ovvero retrocesse a seguito di un distacco superiore a 8 punti: Arzachena, Bacoli, Castel S.Pietro, Derthona, Fiorenzuola, Monteriggioni, Sporting Terni. n. 10 società perdenti gli spareggi promozione del campio-

nato di Eccellenza Regionale: Arzanese, Camaiore, Castelnuovosandrà, Castiadas, Jesina, Noto, Novese, Santhià, Virtus Pavullese, Voluntas Spoleto; n. 2 società retrocesse direttamente: Francavilla, Montecchio Maggiore; n. 2 società di eccellenza: Baronissi, Treviso. Come si può notare nessuna squadra abruzzese ha presentato domanda di ripescaggio per la categoria.

ha sbloccato il mandato che eroga il contributo di 25.000 euro risalente a due anni fa, e ai due ex soci che sono debitori nei confronti della Pro Vasto di circa 175.000 euro. Il presidente Crisci ha sperato fino all’ultimo nel buon senso di chi, evidentemente, gli ha voltato le spalle, senza rendersi conto del danno che stavano arrecando alla società e con il massimo dirigente biancorosso stanco di anticipare di tasca propria ma fiducioso di ottenere i soldi dovuti alla Pro Vasto: così non è stato. Di certo, però, bisognava uscire allo scoperto molto prima e non aspettare gli ultimi giorni che hanno coinciso con la decisione della Covisoc di escludere temporaneamente la squadra vastese dal campionato di Seconda Divisione. Nel ringraziare il sindaco per aver sbloccato il contributo, il presidente Crisci, l’altro giorno, con un comunicato, aveva detto: “Sono stato zitto e ci resterò perché voglio

Memorial Vinciguerra Con le prime due giornate di sabato e domenica scorsi, è iniziato il settimo torneo di piedi scalzi over 40 “Memorial Michele Vinciguerra”: l’Ottica Romagnoli si conferma quale favorita per la vittoria finale grazie anche all’ingaggio del portiere Luigi Porreca, detto Umberto, che ha aggiunto ulteriore qualità al reparto difensivo. Questi i primi risultati: Gli Amici del BarFata Assicurazioni 6-3, Lido Acapulco-Ristorante Odeon 4-3, Ottica Romagnoli-Termocenter 3-1, TermocenterInter Forever 4-5, Ottica Romagnoli-Fata Assicurazioni 5-3, Lido Acapulco-Gli Amici del Bar 4-7.

rimanere signore fino in fondo ma, a questo punto, ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Quando parlerò, e lo farò solo se le cose non dovessero andare per il verso giusto, dirò nomi e cognomi. In coscienza, sono tranquillissimo per aver adempiuto a tutti gli impegni assunti, pagando di tasca mia 150 mila euro di liberatorie per i giocatori e 27 mila per l’iscrizione”. Entro le ore 13 di oggi, frattanto, la Pro Vasto deve presentare ricorso alla Covisoc, a Roma, e allegare anche i documenti mancanti pena l’esclusione dal campionato. Giornata certamente calda, quella di ieri, che ha visto Crisci lottare con il tempo, da un ufficio all’altro, seppure aiutato dall’ex segretario Maurizio Natali che, per amicizia ed esperto qual è, ha accettato di dare una mano fino al termine di tutta la parte burocratica: tra avvocato, commercialista, banca ed Equitalia, insomma, hanno avuto il loro bel daffare fino a tardi. Il 16 luglio, in occasione del Consiglio Federale, si conoscerà il verdetto definitivo. Michele Del Piano

quotidiano l’informazione free press

Direttore Responsabile Giuseppe Tagliente

Direttore di Redazione Elio Bitritto

Capo Redattore Rosa Milano

Redazione

Michele Del Piano Stefano Lanzano Daniela Bellano

Pubblicità

Giuseppe Giannone 333 3799353 Matilde Mastronardi 320 2730383 Editoriale Quiquotidiano Corso Italia, 1 - VASTO redazione@quiquotidiano.it

Stampa

Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino Registrato al Tribunale di Vasto n. 102 del 22/06/2002


NOVITA’ 2010: vendita cerina per tutte le autovetture con filtro FAP con risparmi fino al 50%

Nutrizione e Dietetica

NATURHOUSE VASTO Corso Italia 34/36 Tel. 0873/361795

No Title  

undefined

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you