Page 1

19 X 2012

primapagina

D

*Marco Revelli, La sinistra sociale, Bollati Boringhieri, Torino 1997, p. 178

Anavstasis

WNGRADE

questione sociale qualità sociale qualità dello sviluppo

q

social journalism

Una diversa visione del mondo La misura della sfida

MANI II di Enzo Berti 2007 - Foto 120 x 80 cm

Bisogna esser chiari, questa sfida corrisponde alla più generale partita che deve affrontare il Terzo Settore. Coincide con le “ambiguità” della trasformazione del suo ruolo nell’era post-fordista, con la funzione che può svolgere nell’innovazione del welfare o nel suo definitivo abbattimento, cosìcome può operare alla definitiva deregolazione dei rapporti di lavoro o allaricostruzione dei legami sociali, così come può costruire una nuova forza edefficacia del suo operato oppure accompagnare i processi di terziarizzazionedell’economia, da un lato e di imprenditorializzazione del sociale, dall’altro. Inutile nascondercelo, è anche di questo che stiamo parlando. Come perquesti ben più cruciali cimenti, entriamo in uno spazio aperto a diverse in-terpretazioni e risultati possibili. Come per questi, parliamo «di processi giàampiamente in corso, che fanno del Terzo Settore non tanto l’oggetto di un’opzione univoca (politica, esistenziale, culturale) cui dire “sì” o “no” in blocco, quanto piuttosto un terreno di confronto - e di scontro - tra diverse concezioni dell’essere nel sociale e di “fare società”»*. Anche noi entriamo in questo terreno, sebbene solo da una porta laterale. Dovremoentrare in quest’area, conoscere le alternative e i rischi, ricostruire le genealogie. E, quando necessario, fare delle scelte. Marco Binotto, in Manuale dell’identità visiva per le organizzazioni non profit

2013

Lo stile di narrazione, la cura delle inquadrature, il rispetto per le storie e le persone, la despettacolarizzazione, la disciplina tecnica e deontologica delle teche, il repertorio dei contenuti, l’organizzazione delle fonti dal territorio. Lo studio dei formati per device, l’attenzione - massima - alle interfacce grafiche, alle dinamiche d’interazione, lo studio dei testi e del mix testo|immagine|suono. Tutto questo concorre al VISUAL CONTENT MANAGEMENT. Come la forza dell’immagine, sopra, illustra con sguardo acuto e poesia. Giuseppe Nenna, in Un Canale Tamatico per il Volontariato, giugno 2007 Verso un TED social social network, Benevento 2013


19 ottobre 2012, ORE 19:30, Tendostruttura B il Workshop promosso da CeSVoB ed Associazione Ditaubi per illustrare il

Manuale dell’identità visiva per le organizzazioni non profit Keynotes degli autori del volume Marco Binotto ed Antonio Santomartino Modera Giuseppe Nenna

Le organizzazioni egocentriche concepiscono la sopravvivenza come un qualcosa di riconducibile al mantenimento di un’identità rigida e limitata piuttosto che all’ evoluzione di una identità aperta e fluida in rapporto armonioso con il sistema cui appartengono.

Diretta twitter su canale https://twitter.com/ditaubi | Hashtag #identità visiva no profit

p

y 19-21 ottobre, piazza Roma, Benevento

u

IV Festa del Volontariato della Provincia di Benevento

Abitare il cambiamento

UP

(O. de Leonardis, In un diverso welfare. Sogni e incubi, Feltrinelli, Milano 1998, p. 138)

GRADE Evento in diretta streaming su canale org iovolo www iovolo.org www.iovolo

Una diversa visione del mondo  

19 ottobre 2012, ORE 19:30, Tendostruttura B il Workshop promosso da CeSVoB ed Associazione Ditaubi per illustrare il Manuale dell’identità...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you