Issuu on Google+

Novembre 2011


Editoriale

Qlip, come e perché.

Qlip nasce con l’idea di divulgare l’informazione pubblica, non sotto l’aspetto cronistico bensì dal lato sociale e professionale. Proprio per questo motivo non è sotto forma cartacea ma elettronica. Appunto per permettere un facile accesso. La rivista non contiene nessun orientamento politico determinato, vengono espresse opinioni e dati di fatto oggettivi. Gli articoli pubblicati non discriminano mai nessun individuo preciso e/o nessuna popolazione. Qlip è dunque una rivista libera, non vincolata da nessun’ente o organizzazione. Una rivista dove verranno trattati temi di ogni genere; dal sociale-culturale allo svago, dalla cucina al tempo libero, dalla vita notturna all’ambito lavorativo. Nella speranza che l’informazione condivisa possa aumentare il pubblico patrimonio culturale e il sapere di ognuno di noi. Tolunay Uklimekci direttore Qlip Magazine / Novembre / 43


Sommario 4 Giovani Il concerto di Franco Battiato

8 Vita notturna ResponsabilitĂ  e limiti

10 Tempo libero Viaggiare, come organizzare

12 Moda Freitag

14 Teqnologia Swisscom TV

18 Web www.ch-ti.ch

20 Eventi Svizzera Logistica, 2a edizione

22 Fotografie il piano di Magadino

24 Q-cina Drinktest

28 Q-ltura La lettura

30 Luoghi Schaffausen Rheinfall

32 Local business elefonia e operatori

34 Personaggi Rayden (OneMic, Torino) Sponsors e Partners

38 Design Blackberry 9900 Bold

40 Sport Violenza, stop!


Giovani

La cura di Franco Battiato per l’infanzia Ticinese

D

olori, malesseri dell'anima, spesso non semplici da sanare, che sovente trovano la loro sorgente in una famiglia che non ha saputo o potuto proteggere e crescere un figlio nel modo giusto. Non per forza per mancanza d'amore, ma perché quello stesso genitore si trova a portare il peso dei suoi stessi vuoti oppure di problematiche finanziare o di mancanza di tempo, che sfociano in una trascuratezza non voluta. Qualunque siano le cause, maltrattamenti, come genitori non in grado di seguire un minore, L'Associazione Ticinese Famiglie Affidatarie entra in gioco, sostenendo le famiglie in disagio psicologico, occupandosi di scegliere le famiglie che si prenderanno cura (anche per un periodo di tempo determinato), del minore che rischia di patire queste situazioni, nell'età più bella della vita. Esiste nella Svizzera italiana anche l'Associazione Progetto Genitori: essa si prefigge di favorire l'incontro fra genitori, nonni e qualsiasi adulto che per professione, si trovi ad educare bambini fino ai 3 anni di età. Attraverso l'osservazione dei bambini e dei loro comportamenti, si arricchisce un proprio bagaglio culturale (la conoscenza dell'infanzia è anche una forma di cultura), che si potrà mettere al servizio dell'infanzia e dell'educazione. Qlip Magazine / Novembre / 4


Giovani

Anche la Fondazione Almicare riveste la sua importanza, gestendo 3 foyer residenziali che ospitino minori in difficoltà. In Ticino abbiamo infine Pro Juventute, volta alla prevenzione delle problematiche infantili e giovanili: in questo periodo si sta occupando di una campagna di prevenzione contro il suicidio giovanile e all'ascolto dei campanelli d'allarme che segnano l'abbandono della vita da parte di un giovane. Tutte queste associazioni necessitano continuamente di sostegno, anche finanziario, da parte della popolazione. Per far questo, per il terzo anno consecutivo, è stato organizzato il "Concerto per l'infanzia", che vedrà esibirsi il celebre cantautore Franco Battiato. L'autore de "La cura", "Centro di gravità permanente", "Tutto l'universo obbedisce all'amore" e tanti altri insuperabili successi, farà riascoltare i brani più amati del suo repertorio al Palazzetto Fevi di Locarno, domenica 20 Novembre 2011, a partire dalle 20:30. Quello al quale assisteremo, sarà un "concerto antologico", nel quale il Maestro sarà accompagnato da 11 straordinari musicisti classici (quartetto d’archi e pianoforte) e rock: un vento unico e imperdibile, alle nostre latitudini, con un'ispirazione totalmente nobile, visto che tutti gli incassi saranno devoluti alle associazioni spiegate sopra. Come per le edizioni passate, nell'atrio del Palazzetto Fevi saranno allestiti stand informativi degli enti correlati all'evento, tra i quali, Infofamiglie. Franco Battiato / Photo by: i-italy.org

Prevendite online: www.swissticketnet.ch

red / Monica Mazzei

Qlip Magazine / Novembre / 5


Vita notturna

Divertirsi con responsabilità e conoscere i propri limiti

Q

uanti di voi sabato sera decidono di andare a divertirsi presso un club, bar o discoteca? Presumo in molti. In questo brevissimo articolo vogliamo analizzare velocemente cosa significa andare a divertirsi ma essere responsabili e coscienti delle proprie azioni. E precisiamo, dal nostro punto di vista, divertirsi non è sinonimo di "bere", men che meno di "fumare”.

Uso (e l’abuso) Fare uso di alcolici è legale, comprensibile e talvolta "d'abitudine". Bisogna saper però distinguere quando si sta bevendo per "stare in compagnia" oppure "per andare fuori"; come da gergo. Bisogna che ognuno di noi si renda conto e prenda atto delle proprie responsabilità, questo in qualità di conducenti e anche di pedoni (in quanto le parole dette e le azioni eseguite in stato di ebrezza non sempre vanno a genio alle persone circostanti. Questo spesso causa liti e discussioni, che purtroppo erano facilmente evitabili. Quasi ogni fine settimana si sente sui giornali e in televisione di risse, aggressioni e incidenti stradali causati (anche) dall'alcol. Se sapete di aver alzato troppo il gomito, non mettetevi alla guida. Piuttosto prendete un taxi o utilizzate i mezzi pubblici. Nessuno ha il diritto di mettere in rischio le vite altrui. Basta con queste bravate. red / T.U.

Qlip Magazine / Novembre / 8


Vita notturna

Vanilla—Vittorio Sgarbi Night - Photo by: Tolunay Uklimekçi

Qlip Magazine / Novembre / 9


Tempo libero

Un viaggio culturale, come organizzare e cosa conoscere

V

i proponiamo un articolo generico su come organizzare un viaggio culturale. Per viaggio culturale si intende una visita ad una città o ad un paese.

Definire il budget

La cosa più importante (per persone di reddito medio) è fissare un limite di spesa. Questo perché come sappiamo, andare in un posto lontano causa maggiori costi. Dentro questa cifra bisogna tener presente le seguenti spese: viaggio, pernottamento, vitto, eventuali acquisti e una somma per gli imprevisti. Un buon viaggio non significa restare all’interno del proprio Hotel, bensì esplorare le zone circostanti e visitare luoghi. Dunque risparmiate il più possibile sull’alloggio, non puntate su una residenza lussuosa ma accontentatevi di una semplice stanza da affittare. Così, potrete investire di più sugli acquisti, visite guidate, accessi a musei e attrazioni varie.

Scegliere la destinazione Come precedentemente anticipato, bisogna scegliere il posto in cui andare in base alle Qlip Magazine / Novembre / 10


Tempo libero proprie disponibilità economiche. Se volete andare fuori Europa, vi consigliamo di non viaggiare da soli, per molteplici motivi. Cercate di andare alla scoperta di posti sempre nuovi, non abbiate paura di “finire troppo lontano”, scegliete un paese nel quale non siete già stati, sarà molto più emozionante.

Il mezzo di viaggio Analizziamo ora i mezzi di trasporto a nostra disposizione: automobile/moto privata, aeroplano e treno. Se volete fare un viaggio all’interno dell’Europa, facendo più tappe, la miglior soluzione è di utilizzare la vostra macchina. Se invece il vostro viaggio ha un'unica destinazione, è preferibile viaggiare in aereo. Per questo ci sono numerosi siti web che offrono la possibilità di confrontare le offerte delle varie compagnie aeree. Scegliete la soluzione più conveniente, il trasporto è una minima parte del vostro viaggio, dunque non vale la pena investirci troppo denaro. Se volete viaggiare all’interno della Svizzera, solitamente conviene utilizzare il trasporto ferroviario.

Cosa portare con se “Porto più cose possibili, nel caso che…”.Questa affermazione non è più valida, bisogna viaggiare leggeri; portare con sé solo gli strumenti strettamente necessari. Ecco cosa mettere nella valigia: effetti personali (necessaire, documenti, portamonete, cellulare) e vestiti (a dipendenza della destinazione scelta).

Cosa conoscere del luogo Oltre a conoscere (anche vagamente) la mappa della città a memoria (torna sempre utile sapere più o meno dove ci si trova), è fondamentale sapere con esattezza i numeri d’emergenza (ambulanza, polizia, pompieri); non è da escludere che ci si possa trovare in situazioni difficili. Inoltre, in caso ci dovessero sorgere problemi “burocratici”, è bene sapere dove si trova l’ambasciata svizzera. La scelta è vasta e i prezzi sono più che abbordabili.

Pianificazione Per gestire al meglio ogni minuto del vostro tempo libero, potete pianificare in anticipo cosa fare, quale posto visitare, quale giorno dove andare e quanto tempo stare via. È sempre meglio avere un piano di svolgimento delle proprie ferie, questo perché organizzare il tutto al meglio significa imparare a gestire il tutto su un piano cronologico, per evitare di spendere o buttare via minuti preziosi. Il tempo è la risorsa più cara che ci sia. Buon viaggio! red / T.U.

Qlip Magazine / Novembre / 11


Moda

Da un bisogno personale nasce un’azienda: Freitag

N

el lontano (neanche tanto) 1993, i due designer grafici Markus e Daniel Freitag si spostavano in bicicletta, come i veri Zurighesi. Durante il periodo piovoso però, si bagnavano sempre. I fratelli Freitag avevano dunque bisogno di una borsa messenger adatta a trasportare documenti. Non solo doveva essere funzionale, ma anche impermeabile e resistente. Così, ispirati dal traffico dei colorati mezzi pesanti che passavano davanti al loro appartamento, cucirono una borsa postina usando vecchi teloni di camion. Per la tracolla utilizzarono delle cinture di sicurezza di automobili, mentre per la bordatura delle camere d'aria di biciclette. Da un personale bisogno, involontariamente, è nata un'azienda che oggi conta più di 120 dipendenti. Freitag oggi fabbrica due linee di borse: FUNDAMENTALS (con i suoi ben 40 modelli che vengono costantemente sviluppati) e FREITAG REFERENCE (da settembre 2010) che viene lanciato in collezioni stagionali.

Originalità e prodotti Con il loro design impeccabile, oggi non sono soltanto delle borse messenger. Sul Qlip Magazine / Novembre / 12


Moda mercato infatti ci sono borse di ogni genere (borse a tracolla, zaini, custodie per iPhone, iPad e computer portatili, portachiavi, bloc-notes, agende, borse da spiaggia, borse da palestra, borse da donna, borsellini, astucci e tanto altro...)

Produzione e punti di vendita Freitag dispone di un'unica fabbrica a Zurigo, la "NOERD". Una fabbrica speciale, che soddisfa da solo il proprio fabbisogno energetico (per esempio: riutilizza l'acqua piovana del tetto per lavare i teloni di camion). Oltre a questo i loro prodotti sono venduti in oltre 400 shop in tutto il mondo e negli store ufficiali a Berlino, Davos, Amburgo, Colonia, Vienna, New York, Tokyo e Zurigo. Particolare è il negozio di Zurigo, indicato nella foto accanto, costruito utilizzando vecchi container da trasporto industriale.

B2B e sostenibilità Potete diventare fornitori di Freitag, vendendogli i vostri teloni utilizzati. Diminuendo così le vostre spese di smaltimento, arrotondando il bilancio e dando una seconda vita al vostro telone usato. Il prezzo accordato varia in base ai colori, al materiale e allo stato attuale della materia.

Fatti e cifre La produzione di Freitag consiste attorno ai 300’000 prodotti all’anno. L’azienda dispone di nove propri Stores (precedentemente elencati) e oltre 400 rivenditori. Vengono consumati, all’anno, circa 390 tonnellate di teloni di camion (che corrispondono a una colonna di 98km di mezzi pesanti), 36’000 camere d’aria di biciclette e 220’000 cinture di sicurezza d’automobili. red / T.U.

Freitag Shop Zürich - Photo by: Tolunay Uklimekçi

Freitag Shop Zürich - Photo by: Tolunay Uklimekçi

Qlip Magazine / Novembre / 13


Teqnologia

Un’esperienza diversa con la Swisscom TV

S

i chiama Swisscom TV, precedentemente chiamata anche Bluewin TV, il prodotto per eccellenza di casa Swisscom che più di 512’000 svizzeri hanno deciso di inserire nella propria economia domestica. Un servizio televisivo diverso dagli altri, dicono i clienti. Andiamo ad analizzare in profondità i motivi...

Tipologia del segnale Il segnale trasmissivo è di tipo digitale (e non analogico a differenza del satellitare) Swisscom TV è uno streaming, questo significa che il canale di comunicazione utilizzato dal decoder è Internet. Quale vantaggio concreto porta questo? Quando è brutto tempo, la qualità del segnale non subisce variazioni e modifiche. Potete dunque guardare la televisione tranquillamente senza preoccuparvi se fuori piove o nevica.

Qualità dell’immagine Proprio per via del segnale digitale, questo prodotto offre ai propri clienti un’immagine di qualità più alta. Per alta qualità si intende la definizione, la nitidezza, il contrasto ed i colori.

Qlip Magazine / Novembre / 14


Teqnologia TV-Guide Il sapere e l’informazione; sono questi i due parametri che la caratterizzano. Il telespettatore attraverso la guida tv può sapere esattamente i programmi che ci saranno, suddivisi per fasce orarie, su tutti i canali.

Registrazione E qui arriva la parte forte. Swisscom TV oltre che guardare i canali, permette di registrarli. Non solo registrare ciò che si sta guardando, ma anche un altro canale. La parte interessante è il fatto che è possibile registrare programmi anche mentre il box è in standby. Questo significa che potete pianificare le vostre registrazioni e lasciare che il box memorizzi i vostri programmi preferiti anche quando non siete a casa, oppure non avete la possibilità di guardare la televisione. Se non avete voglia di registrare il vostro telefilm ogni volta, potete addirittura pianificare una registrazione in serie.

Live Pause State guardando il vostro telefilm, sta arrivando la scena piu interessante ma dovete andare a rispondere al telefono per via di un’urgenza? Nessun problema, potete mettere in pausa la trasmissione e riprenderla in qualsiasi momento. Oltre a fare il fermo immagine, potete anche tornare indietro e rivedere così le scene.

Video on demand Ti stai annoiando, vorresti guardarti un bel film ma la videoteca è chiusa. Bene, con Swisscom TV puoi noleggiare film, documentari e partite sportive. Il noleggio è questione di pochi secondi, in quanto il costo viene addebitato sulla fattura. La scelta è vasta e i prezzi sono più che abbordabili.

Radio Per chi vuole ascoltare la radio, c’è la possibilità di scegliere fra numerosissime stazioni in molte lingue. red/ T.U.

Qlip Magazine / Novembre / 15


Web

Il giornale che pensa positivo: www.ch-ti.ch

L

a semplicità è il suo forte: si parte da un’home page chiara, e dalla dichiarazione non buonista ma di concetto che “qui” si pubblicano solo notizie positive. Il portale gestito da Roberto Bosia, volto noto ai più e “prezzemolo” ad ogni evento e manifestazione di casa nostra con la sua immancabile macchina fotografica, nasce nel 2006 e si avvale della collaborazione di molti volontari. Oltre ad essere attivissimo e puntuale nella pubblicazione di comunicati stampa e notizie dei generi più vari, sceglie come linea editoriale la positività. In tempi come questi, non è così scontato vedere il bicchiere mezzo pieno ed essere ottimisti rispetto alle sfide che anche il nostro Canton Ticino è chiamato ad affrontare causa crisi. Ammettiamolo: essere positivi o presentare solo iniziative che inducano al sorriso, oggi, è una scelta controcorrente. I media nazionali e internazionali ci insegnano che, a pagare a livello di ascolti e attenzione dell’opinione pubblica, siano purtroppo i casi di cronaca nera, i misfatti quotidiani che, alla fine di un tg, lasciano davvero l’amaro in bocca. Questo non succede ai frequentatori di www.ch-ti.ch. Qlip Magazine / Novembre / 18


Web Collaborazioni Tra le sezioni di cronaca (mai nera), eventi, cultura, musica, sport e turismo, il sito concede spazio anche alla gastronomia, grazie alla preziosa collaborazione di Attilio Scotti. “Era una scelta dovuta” ci spiega Bosia “per raggiungere solo un certo tipo di pubblico. I nostri lettori sono una nicchia, ma ci sta bene così: noi non cerchiamo il consenso di chi legge sempre brutte notizie.

L’idea Noi cercavamo un’idea nuova che fosse propositiva, non negativa.” Insomma, la dichiarazione d’intenti è chiarissima, ma dopo aver intrapreso la strada del “bandita la brutta notizia”, si passa al secondo fattore distintivo del sito, come si legge proprio sul portale: “Il nostro scopo principale è quello di promuovere gratuitamente tutti gli eventi della Svizzera Italiana che ci vengono segnalati tramite posta elettronica. Siano essi piccini o grandi eventi, tutti contribuiscono ad animare la vita sociale dei comuni e di riflesso contribuiscono a sinergie economiche importanti.” L’attenzione al territorio e alle piccole cose sono concetti di cui, in molti, alcuni anche a sproposito, si riempiono la bocca sempre più spesso. Qui invece le parole diventano fatti, anche se siamo sulla rete virtuale. Doppi complimenti insomma, per chi riesce con intraprendenza e semplicità a raccontare la nostra terra sempre mantenendo il sorriso sulle labbra. Auguriamoci che, per una volta, paghi anche l’informazione “tranquillizzante”. Alla visione di un giornale positivo, Bosia ha creato l’Associazione ETC, editrice del giornale online e come Associazione ETC ci si impegna in vari progetti di utilità sociale, tra cui il più importante ed impegnativo ‘’Un sorriso per…’’ in collaborazione con la FTIA e Consel Suisse. In cantiere parecchie novità, che aspettano solo lo sbocciare del fiore e dei profumi delicati per abbracciare concretamente le nuove sfide che sicuramente saremo confrontati, il tutto nel cercare di sollevare la sensibilità popolare alla pro positività e al positivo. red / R.B. Roberto Bosia / Cartellone - Coordinatore www.ch-ti.ch; Associazione ETC

Qlip Magazine / Novembre / 19


Eventi

Svizzera Logistica: arriva la seconda edizione

T

utto pronto per la nuova edizione di Svizzera Logistica, la biennale svizzera internazionale interamente dedicata alla logistica e ai servizi e prodotti innovativi per le aziende.

Svizzera Logistica

In programma al Centro Esposizioni di Lugano dal 23 al 25 Novembre prossimi, alla sua seconda edizione si presenta ancora una volta come un evento B2B di altissimo livello, che ha lo scopo di fare incontrare domanda ed offerta di mercato nel campo dei servizi e prodotti per aziende ospitando a Lugano decine di espositori e professionisti appartenenti ai più diversi settori della logistica internazionale.

Movimentazione, packaging, magazzinaggio, software. Ma anche identificazione, tracciabilità, trasporti, servizi: numerose aziende leader di mercato nel proprio settore hanno scelto Svizzera Logistica e la città di Lugano per promuovere i propri prodotti e sviluppare nuove ed importanti sinergie commerciali. “Svizzera Logistica è una manifestazione vincente che punta a posizionarsi come piattaforma privilegiata per lo sviluppo di collaborazioni ed opportunità commerciali tra le aziende”, spiega Matteo Nicolini, Direttore della manifestazione. “Rispetto alla passata edizione, Svizzera Logistica 2011 può infatti vantare un’attenzione ancora maggiore al Qlip Magazine / Novembre / 20


Eventi dettaglio e ai prodotti all'avanguardia, vero motivo di orgoglio per noi organizzatori”.

Il luogo All'interno degli oltre 10.000 mq. di superficie espositiva finemente arredata, a Svizzera Logistica sarà dunque possibile entrare in contatto con i prodotti e servizi più qualificati dell’industria. La posizione strategica di Lugano e della Svizzera, fondamentale crocevia del commercio tra il nord ed il sud Europa, garantirà il contatto tra diverse realtà stimolando la nascita di importanti e proficui rapporti commerciali. Nell'apposita area conferenze si svolgeranno invece momenti di formazione ed aggiornamento professionale continui, proposti dagli stessi espositori e da specialisti del settore: un variegato programma in costante aggiornamento prevede la presenza, ad esempio, di interventi su “Demand planning e previsione della domanda” (Mercoledi 23 Novembre, ore 15.00) o “L’automazione in magazzino: quando conviene” (Mercoledi 23 Novembre ore 17.00). Banner Svizzera Logistica—www.svizzeralogistica.com

Date e info

Conferenza Web Marketing—Edizione 2010 - Photo by: www.ch-ti.ch

Svizzera Logistica sarà aperta ad un pubblico di professionisti ed addetti ai lavori nelle giornate di Mercoledi 23 Novembre dalle 14.00 alle 19.00 e di Giovedi 24 e Venerdi 25 Novembre dalle 10.00 alle 19.00. E’ possibile richiedere accredito stampa alla manifestazione sul sito Internet svizzeralogistica.com. red / Svizzera Logistica (Promax Communication SA)

Qlip Magazine / Novembre / 21


Fotografie

Qlip Magazine / Novembre / 22


Fotografie

Fotografie del piano di Magadino - Photo by: Tolunay Uklimekรงi

Qlip Magazine / Novembre / 23


Q-cina

Sicurezza nel bicchiere: arriva Drinktest

I

n Europa è obbligatorio per chi vende alcolici avere a disposizione dei clienti un etilometro portatile. Per non subire le imposizioni, anticipiamo le decisioni delle autorità. Ecco quindi che – in collaborazione con SWICA, Radix e TiPack – GastroTicino lancia il “DrinkTest”, piccolo etilometro tascabile, che l’esercente può vendere o regalare ai propri clienti. L’obiettivo dell’iniziativa è di comunicare l’importanza del non correre rischi inutili mettendosi alla guida in stato di ebbrezza. Per questa campagna promozionale si è deciso quindi di creare un messaggio dal forte impatto rivolto ai consumatori di bevande alcoliche. Nel messaggio creato ci sono differenti elementi. Il rischio: guidare in stato di ebbrezza comporta dei rischi e la posta in gioco è molto alta, non sono solo la patente ma la vita del conducente, dei passeggeri e dei passanti. La sicurezza: valutando il proprio tasso alcolico con un DrinkTest, il conducente ha un’indicazione attendibile del proprio tasso alcolico, non basata solo su sensazioni che inevitabilmente sarebbero alterate dalle sostanze alcoliche assunte. La scelta: il conducente può scegliere e conoscere il proprio tasso alcolemico. Con DrinkTest i gestori di bar e ristoranti possono offrire alla propria clientela un modo per accertarsi del proprio stato alcolico, così da mettersi alla guida in sicurezza. Qlip Magazine / Novembre / 24


Q-cina Un valore aggiunto Oltre a essere un valore aggiunto per l’esercente in fatto di immagine, responsabilità e professionalità, si fa opera di prevenzione. Ma la presenza nel locale dell’espositore con i “DrinkTest”, permette ai clienti di non avere più il timore di bere un bicchiere, potendo sapere se sono ancora in grado di guidare senza rischi. Nessun divieto o catastrofismi, dunque, ma un aiuto e un gesto di responsabilità.

Incidenti e alcol In Svizzera, infatti, nel 2008 si sono verificati 55 incidenti stradali con esito mortale nei quali il consumo di alcol è stato considerato il fattore principale o causa concomitante dell’incidente. Ciò vuol dire che nel 16% degli incidenti stradali mortali l’alcol ha avuto un ruolo determinante. Esistono incidenti-tipo causati dall’alcol, tutti riconducibili a precisi stili di vita e alle relative abitudini di consumo: questi incidenti avvengono soprattutto nel fine settimana, durante la notte oppure verso l’alba, e riguardano soprattutto conducenti di sesso maschile di età compresa tra i 18 e i 24 anni. Da uno studio condotto nel 2004 dall’Istituto Svizzero di Prevenzione all’Alcolismo e altre tossicomanie è emerso che, in Svizzera, più della metà degli incidenti per alcol vengono causati da conducenti che consumano solo occasionalmente grandi quantitativi di alcolici.

Prevenzione La prevenzione gioca un fattore importante ed è per questa ragione che tutte le iniziative volte a sensibilizzare e a informare la popolazione sui rischi della guida in stato di ebrietà sono utili e vanno sostenute e incoraggiate. Drinktest / Confezionato - Photo by: CS GastroTicino, Swica, Radix, TiPack

Contatto Gli esercenti interessati ad acquistare gli etilometri possono contattare GastroTicino per informazioni, e Ti-Pack (tel. 091 930 67 57; fax 091 930 67 59; e-mail info@tipack.ch) per le ordinazioni. red / CS Qlip Magazine / Novembre / 25


Q-ltura

L’importanza della lettura, oggi.

L

'importanza della cultura può essere una cosa relativa; a volte però no. Fin da piccoli, siamo stati abituati a cercare la crescita culturale attraverso un piccolo e generico mezzo; il libro. Paradiso di fantasia per i bambini, incubo per i liceali, consolazione per alcuni e grande pozzo di vita per chi, in questa esistenza così statica, ha bisogno di chiudersi in una storia che non sia la sua. Come scegliere, allora, un libro che possa veramente riempire di vera e profonda cultura? Ci sono i classici, quello è scontato; interminabili volumi di lunghe storie d'amore, avventura raccontata attraverso miti storici o anche drammi in poesia che lasciano davvero, senza parole. I classici non bisogna leggerli perché la scuola e la società acculturata lo impongono; bisogna leggerli perché, se sono stati tramandati per molti anni, probabilmente contengono un messaggio che deve continuare a splendere nelle menti di giovani e adulti, sempre più chiusi in un presente, senza spazio per il passato. L'importante, però, è rappresentato dal fatto che, attraverso la lettura di un volume, classico o no, si deve poter scoprire un sentimento sincero di piacere. Scegliere un libro per viverlo; chiudersi per qualche ora in una sorta di dimensione Qlip Magazine / Novembre / 28


Q-ltura esterna che completa, nel suo più profondo significato. Leggere, in poche parole, è importante; non è la solita frase fatta, ma è la pura verità. Leggere per parlare, per saper parlare; per scrivere, per comunicare. Bisogna prestare particolare attenzione alla scelta, del libro; per potersi così arricchire senza quel sacrificio morale che, per esempio, la scuola impone. La lettura deve riuscire a far star bene rendendosi migliori; migliori attraverso storie altrui raccontate, per tutti. Basta poco; basta un secondo, un momento perso nel leggere un titolo che cattura; che libera in un mondo di cultura che va scoperto, in cui bisogna saper davvero viaggiare. red / Arianna Vassere

“ Eletti sono coloro per i quali le cose belle non hanno altro significato che di pura bellezza “ - Oscar Wilde

Nella fotografia sopra: Arianna Vassere (redattrice dell’articolo)

Qlip Magazine / Novembre / 29


Luoghi

Un bel posto da visitare: Rheinfall Schaffausen

Q

uesta domenica avete particolari impegni? Se volete fare una gita in ordine, è meglio che vi teniate liberi. La location che vi consigliamo si trova nel canton Sciaffusa. Il comune si chiama “Neuhausen am Rheinfall”, conta quasi 10’000 abitanti

In famiglia

Ideale come meta per gite di famiglia. È presente un percorso (senza guida) fino al punto “zero” delle cascate. Ci si trova ad una distanza di 2-3 metri dall’acqua, su una specie di balcone artificiale per poter osservare l’intensità e la ferocia dell’enorme quantità d’acqua che scorre. C’è inoltre la possibilità di andare a salire su una roccia presente al centro della cascata stessa. Numerosi i turni di barche specializzate che, andando controcorrente, portano i visitatori fino al punto d’osservazione. Il costo del traghetto varia in base a quanto tempo si vuole stare nel punto d’arrivo (che può essere la roccia precedentemente nominata oppure un secondo “balcone artificiale” posto sulla sponda opposta). All’entrata del luogo vi è pure una ricca mensa e un negozio di souvenir. red / T.U.

Qlip Magazine / Novembre / 30


Luoghi

Schaffausen Rheinfall—Photo by: Tolunay Uklimekçi

Qlip Magazine / Novembre / 31


Local business

Scegliere l’operatore di telefonia che fa al proprio caso

P

er poter decidere con quale operatore elvetico concludere le proprie telecomunicazioni, bisogna valutare i seguenti punti: budget mensile a disposizione, importanza del servizio clientela, copertura della rete, supporto post-vendita e abbonamento idoneo). Analizziamo questi punti.

L’abbonamento che fa per voi Swisscom e Sunrise hanno degli abbonamenti "fissi", il cliente è in situazione di dover scegliere la soluzione che gli conviene in base alle proposte delle due compagnie. Mentre Orange si differenzia perché offre la possibilità di personalizzare il proprio abbonamento (decidere quanti minuti di telefonate, quanti sms e quanti Mb di navigazione avere e pagare in base alle quantità scelte).

Abbonamenti flat-rate A livello di abbonamenti a tariffa fissa tutto-incluso, Orange offre la soluzione più conveniente (100.-/mese). In seconda posizione c'è Sunrise (120.-/mese), ed infine Swisscom con il suo BeFree (169.-/mese)

La copertura della rete Abbiamo fatto delle ricerche, e risulta che a livello della potenza del segnale a banda Qlip Magazine / Novembre / 32


Local business larga il leader sia Swisscom. La nota azienda elvetica è stata precedentemente nominata per la migliore rete a banda larga dalla rivista specializzata Connect. Mentre la differenza tra Sunrise e Orange non è così rilevante da far percepire grosse differenze.

Per cosa si paga? Noi di Qlip siamo convinti che al giorno d'oggi il mercato stabilisce dei prezzi in base all'offerta che riesce a proporci. Risulta, come indicato precedentemente, che Swisscom è la compagnia più cara della Svizzera. Bene, ci sarà un motivo. Abbiamo così chiesto direttamente ad alcuni clienti Swisscom, Sunrise e Orange. Ognuno di queste persone ha le proprie motivazioni per preferire un operatore piuttosto che un altro. Alcuni clienti Swisscom dicono "pago ma sono sempre soddisfatto del servizio", mentre ci sono clienti Sunrise e Orange che si lamentano dello scarso rendimento dei propri servizi alla clientela (per esempio la Hotline). In base ai feedback, in prima persona dei clienti, risulta che il personale di Swisscom sia formato in modo migliore e che conoscano molto meglio dei propri concorrenti i prodotti che vendono. Se è vero o no, bisognerebbe provarlo, facendosi fare una consulenza presso uno dei punti di vendita.

Scegliere La domanda è: meglio pagare qualcosa in più ed avere un servizio completo oppure andare sul risparmio? Non esiste una risposta generica, ogni persona deve valutare le proprie disposizioni finanziare e le proprie esigenze e fare la propria scelta. Noi abbiamo scelto Swisscom, in quanto abbiamo delle determinate necessità, abbiamo bisogno di un supporto sempre attivo e soddisfacente e dobbiamo essere collegati ovunque ci troviamo. Per questo abbiamo scelto l'operatore con la migliore copertura di rete e con il migliore servizio alla clientela. Che dire... il servizio si paga. Un vecchio iPhone 3GS - Photo by: Tolunay Uklimekçi, RT Vision

red / T.U.

Qlip Magazine / Novembre / 33


Personaggi

La biografia di… Rayden (OneMic)

R

ayden anche conosciuto come “Faccia d'Angelo” (all'anagrafe Marco Richetto, classe 1983). Assieme a Ensi e Raige nel 2003 dopo anni di demo e di progetti amatoriali forma i “OneMic”, gruppo di primaria importanza dello scenario della musica Rap in Italia. Rayden è sia Rapper che beatmaker/ produttore musicale.

La storia

La sua storia è atipica e non ricalca gli stereotipi "da rapper". Nato e cresciuto in una famiglia normale (diplomato al liceo Classico e laureato in Giurisprudenza) Rayden inizia a scrivere rime e a produrre basi musicali all'età di 16 anni dopo un lungo periodo passato a suonare la batteria (Jazz principalmente). Questa passione per il Rap matura in anni in cui questa musica non era il fenomeno di massa che è adesso, anzi, chi ascoltava/faceva Rap veniva visto come una sorta di pesce fuor d'acqua, perciò come lui stesso afferma: "è stata una grande palestra di motivazioni, se non fossi stato più che convinto e rapito da questa musica l'avrei abbandonata in fretta a causa di questi fattori esterni".

Qlip Magazine / Novembre / 34


Personaggi Carriera solista La carriera solista di Rayden si consacra con "IN OGNI DOVE" (album uscito nell' Ottobre 2009, 2' disco solista dopo C.A.L.M.A. del 2007). Questo album da prova di una piena maturazione artistica a livello di composizione, modo di performare e sonorità. Disco dal taglio molto personale, improntato sull'estrema autenticità e sulla sincerità del raccontarsi. A livello di sonorità vi è una ricerca unica e non paragonabile a nessun altro disco rap né riconducibile a nessun filone. La scrittura curata e ricercata, che ha sempre contraddistinto questo artista, è il vero valore aggiunto del suo Rap lontano dai clichet e dai luoghi comuni. Contiene il singolo “NIENT'ALTRO” il cui video su YOUTUBE ha superato le 620.000 visualizzazioni.

OneMic Dopo anni di progetti amatoriali e DEMOtapes, si apre l'era ONEMIC che ha portato lui e gli altri 2 componenti del gruppo a sfornare 11 dischi in 7 anni (tra dischi solisti e di gruppo). Dopo un lungo periodo costellato da dischi solisti i ONEMIC ritornano con "Commerciale" (Aprile 2011). Nella prima settimana d'uscita l'album va al primo posto delle classifiche iTunes nella categoria HIP HOP/RAP, e al terzo posto nella classifica di tutti i generi, tanto che viene inserito nella pubblicità dell'Iphone 4 di Apple. Attualmente Rayden oltre alle date-live come solista è impegnato con i ONEMIC nel “COMMERCIALE TOUR” che sta toccando tutte le maggiori città d'Italia con live, partecipazioni a festival ed eventi di musica dal vivo di primaria importanza come l'Mtv Day di Torino del 30 Giugno 2011. Rayden / Lago di Locarno - Photo by: Tolunay Uklimekçi, RT Vision

red / M.R.

Qlip Magazine / Novembre / 35


Design

Un design moderno e resistente: BlackBerry 9900 Bold

Q

uesto è il nuovo modello BlackBerry di casa RIM (Research in Motion).

Particolarità

Il cellulare in questione è disponibile in colore nero. Sulla parte frontale vi sono 4 tasti fisici, 1 trackpad, e una tastiera QWERTY. È stato curato ogni minimo dettaglio di questo telefono. Dalla disposizione dei tasti della tastiera, alle dimensioni per l’ergonomia. È stata prestata attenzione persino ai materiali scelti. Molte parti infatti sono di metallo, alluminio. Dispone di un largo display Touch, ricoperto da un puro vetro. In alto a destra è posizionato un piccolo LED che si illumina al momento di ricezione di notifiche (SMS, applicazioni, e-mail…). Nella parte posteriore invece vi è una fotocamera con Flash. Il coperchio per il vano batteria è stato realizzato in fibra di carbonio e poi ricoperto da un’ulteriore strato di vetro/plexiglass. La parte laterale dell’apparecchio è di metallo, color argento. Sulla parte sinistra c’è un entrata Jack per auricolari e una presa micro USB (sia per carica che trasferimento dati). Sulla parte destra invece un tasto per la fotocamera, due per il volume e uno personalizzabile. Che dire, non manca proprio nulla. red / T.U.

Qlip Magazine / Novembre / 38


Design

Qlip Magazine / Novembre / 39


Sport

La violenza nello sport: le responsabilità

I

nquadrare il fenomeno degli ultrà e della violenza nello sport è molto complesso e, soprattutto nella nostra cultura, che è strettamente legato al disco su ghiaccio, come mezzo di espressione sportivo e non, ed alla società giovanile che si evolve a fianco dei mutamenti sociali ed economici del proprio contesto di appartenenza. Anche se il fenomeno non va ascritto unicamente alla gioventù, ma anche alle varie dirigenze che aprioristicamente privilegiano gli incassi alla sicurezza. L'ultrà, o l’esagitato, è soltanto una piccola cellula della realtà sportiva contemporanea ma che, insieme agli interessi economici (che ormai il mondo del "disco" sembra non possa più disattendere), hanno generato un complesso organismo disfunzionale. Lo sport, così, quando scade in violenza perde la sua reale funzione (quella ludica e ricreativa) per cedere il posto agli interessi economici e alla violenza, tanto da aver ormai tradito la vera essenza di questa antichissima attività. Altro stimolante alla violenza è il consumo di bevande alcooliche e di stupefacenti che non permettono più alla razionalizzazione del buon intendere di operare secondo i canoni del buon e civile comportamento. Il termine sport, di "conio" anglosassone, possiede antichissime radici che, anche nell'etimologia, stavano ad indicare quella Qlip Magazine / Novembre / 40


Sport particolare attività che veniva fatta senza fine, scopo. Esso dovrebbe far affiorare quanto di meglio c’è in una persona, i suoi valori più autentici e reprimere gli orgogli, le iniziative violente e distruttive che fanno parte, purtroppo, del suo lato in ombra. Queste dinamiche in ombra si scontrano e ne vengono esaltate anche da controlli di sicurezza non in linea con le esigenze e priorità che esulano dalla logica delle cose, e debbono permettere di continuare ad incrementare questo fanatismo e filone poco sportivo a fronte di introiti sempre maggiori al fine di soddisfare poi le voglie intime di una dirigenza che tende al successo finale e finalizzato a poco importa di etica sportiva. Non andrebbero spiegati altrimenti queste folle impazzite, e parliamo delle nostre latitudini, che creano danni di immagine allo sport stesso, nel suo più alto significato etimologico. Riempire oltre il consentito dei bacini chiusi e permettere il consumo di bevande alcoliche senza che vi sia un controllo severo sia all’interno delle piste che all’esterno delle piste, ci fa affermare che questo sport non ci appartiene più e che optiamo per altre attività dove il pericolo fisico non insinuato nella situazione, ma mi permettono di vivere il tempo libero senza le ansie che pervadono ad andare ad assistere ad una partita di Hockey e pur anche, sulla base di quanto vediamo nel nostro piccolo Ticino, di calcio. Ma alla fine lo sport va insegnato nella giusta misura già dalle scuole elementari, per evitare che la pratica dello sport e la fede sportiva non trabocchino il vaso della logica essenza della vita e invadano la zona grigia della persona umana che fa compiere gesti violenti a danno stesso dello sport primario e della verginità della pratica sportiva che dovrebbe essere protetta, lo ripetiamo, in primis dagli attori dirigenti, dai giocatori e dagli addetti per ritrovare quella serenità sportiva che anche alle nostre latitudini è andata persa. Ma allora ecco che questa sete di introiti da parte dei vari club si ritorce a boomerang verso i club stessi, in quanto con la tecnologia e con frs 5.- si può assistere allo svolgere della partita della propria squadra, sul divano, senza ulteriori spese, comodamente e senza rischiare di ritornare a casa dopo una guerriglia furibonda dove la probabilità di essere feriti è molto alta. A queste condizioni noi non ci stiamo più. Tifosi / Ambrì Piotta - Photo by: TiPress

red / Roberto Bosia, www.ch-ti.ch

Qlip Magazine / Novembre / 41


Contatto

La redazione Sei interessato a pubblicare un articolo su Qlip Magazine? Vuoi metterti in contatto con la redazione? Scrivici un’e-mail a redazione@qlip.ch

Il servizio informazioni Hai domande generali riguardanti Qlip Magazine? Hai bisogno di informazioni in merito ad articoli, contenuti, fotografie e Qlip Store? Scrivici un’e-mail a info@qlip.ch

Business and Advertising Sei interessato a promuovere la tua attività/il tuo evento su Qlip Magazine? Hai domande inerenti contratti, vendite e promozioni? Vuoi diventare nostro partner? Scrivici un’e-mail a sales@qlip.ch Un nostro consulente si metterà immediatamente in contatto con voi.

Qlip Store Hai domande generali riguardanti Qlip Store? Vuoi avere dettagli e conferme in merito a prodotti o ordini? Vuoi vendere il tuo prodotto? Scrivici un’e-mail a store@qlip.ch Qlip Magazine / Novembre / 43



Qlip Magazine