Page 1


n.04 2012

magazine

WORLD COVER 32. DOMOTICA Il futuro lontano?

è

ancora

troppo

36. TEMPO DI COMMUNITY Il demone della cucina ha invasato la rete e ha generato l’ultimo parto: le food community

40. SPORT E TECNOLOGIA La tecnologia al servizio dello sport. E vissero felici e contenti

PRIMAVERA DIGITALE - a pag. 14 Rubando alla tecnologia il segreto per fare ogni cosa in meno tempo,

PEOPLE 52. FRANCO NERI E l’avvento del digitale, alcune personali e piacevoli divagazioni relative all’universo tecnologico.

RITORNO AL FUTURO a pag. 20 Dal 10 al 14 maggio presso il Lingotto di Torino si riconferma l’annuale Manifestazione che sottolinea il ruolo della cultura e della creatività nel nostro Paese, scenario di un radicale cambiamento.

6 • COOLTO

04

con meno fatica, con minor dispendio di energie per restituirlo ai nostri bisogni più nobili, alle persone che amiamo, alla nostra stessa vita, a noi… speriamo!

SPECIALE SALONE


MARSA ALAM a pag. 64 Sembra incredibile, ma esistono luoghi non troppo lontani che sono rimasti quasi disabitati, che si raggiungono in quattro ore da casa nostra e che conservano tratti selvaggi e spigolosi.

EVENT RUBRICHE 44. TORINO JAZZ FESTIVAL

70. FASHION TIME

l’avvenimento musicale che i torinesi aspettavano da tempo.

74. LOOK MAKER

46. ASILO BIANCO

76. BEAUTY

Un’unica associazione, molteplici iniziative… e un Duplice Paesaggio

48. PREMIO PROFESSIONALITÀ ITALIANA 12a edizione della “Serata Italiana”

58. ART & TOURISM Fiera mondiale di turismo culturale

Op Art Mania & Doll’s Power

Primavera: il risveglio del biondo

Nail Show

78. COOL&&FOOD Asparagi: belli senz’anima

80. COACHING My Coach Mobile

82. COOL BUSINESS Burocrazia digitale

84. GOLF WORLD Tecnologia, non si può star senza

CURIOSITY

86. APPUNTI DI STILE

50. MONTECARLOSBM

Jaguar XKR-S Convertible

A Monte-Carlo, l’eleganza passa anche attraverso il web. Nasce la nuova versione del portale online di Monte-Carlo Sociètè de Bains de Mer.

34. DELTICOM I pneumatici? Si comprano sempre di più su internet. E a farlo sono sempre più le automobiliste.

Passioni ed emozioni da amare

88. AUTO 90. MOTO Anima Harley

92. NAUTICA Wider 42’

94. HOUSE HUNTER Un’App trasforma la nostra casa

98. ARTE Help!

COOLTO

04

• 7


TEATRO - pag. 100 Martedì 15 maggio al Teatro Carignano la Fondazione del Teatro Stabile di Torino e il Teatro Stabile del Veneto "Carlo Goldoni" presentano in prima nazionale MACBETH di William Shakespeare

magazine Aut. Trib.di Torino n.13 del 26/03/2009 - Iscrizione R.O.C. 17970

ISSN 2239-4087 direttore responsabile: Ilio Masprone direttore editoriale: Daniele Smaltini daniele.smaltini@puntozeroedizioni.it

96. DESIGN

104. MUSICA

Pausa caffè?

Slash: Apocalyptic love

coordinamento di redazione: Maria Greco maria.greco@puntozeroedizioni.it impaginazione: Eleonora Zarauti hanno collaborato a questo numero: Alessandra Luti, Alessandro Buosi, Andrea Rodi, Aurora Minardi, Chiara Avidano, Cristina Rosso, Desirèe, Elena Panzica, Eleonora Zarauti, Enrica Dolza, Fabrizio Cirulli, Francesca Simonetti, Lele e Marco, Marco Todaro, Mario Villani, Michele Guzzon, Nicola Macrì, Paola Gamberutti, Stefano Torrese, Tamara Gavina, Valentina Fracchia, Valeria Pace grafica & adv: adv@cooltomagazine.it

106. LIBRI Ultime novità in libreria

108. ANIMALI 102. CINEMA E quella “primavera personale” che arriva quando pensi che sia ancora “inverno”. Con quel profumo di speranza che avvolge il rumore di cambiamento, arriva anche quando ci si dimentica della sua esistenza.

Chi cerca trova!

110. ASTROLOGIA Cosa ci dicono le stelle?

info & comunicati editoriali: redazione@cooltomagazine.it marketing: marketing@cooltomagazine.it proprietà e redazione: PUNTO ZERO Edizioni tel/fax: 011.7807531 viale Gramsci, 141 • 10095 Grugliasco (To) tipografia: F.LLI SCARAVAGLIO & C. Srl via Cardinal Massaia 106 • 10147 Torino Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1, NO/TORINO Prezzo di Copertina: €4 Abbonamenti: Italia annuale unica soluzione (sconto 20%) €32. Per ulteriori informazioni inviare mail a: redazione@cooltomagazine.it. Garanzia di Riservatezza per gli Abbonati: L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitametne la rettifica o la cancellazione, ai sensi dell’art. 7 del D.Leg. 196/2003, scrivendo alla Redazione. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati vantaggiose proposte commerciali (legge 675/96 tutela dei dati personali) Salvo accordi scritti, la collaborazione a questo giornale è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In mancanza di un contratto scritto tra le parti, la pubblicazione di adv è da considerarsi a titolo gratuito. Nell’eventualità che testi e illustrazioni altrui siano riprodotti in questa pubblicazione, l’editore é a disposizione degli aventi diritto che non si siano potuti reperire. L’editore porrà inoltre rimedio, dietro segnalazione, ad eventuali non volute omissioni e/o errori nei relativi riferimenti.

in copertina Primavera digitale

8 • COOLTO

04

Nessuna parte di questo giornale comprese le inserzioni pubblicitarie può essere riprodotta senza l’autorizzazione scritta dell’Editrice. La Redazione non è responsabile di eventuali variazioni.


facce... da Ilio Masprone “Giramondo sin dalla giovane età, dopo numerose esperienze in ambito artistico approdo al giornalismo. La passione per la “carta stampata” mi renderà la vita allucinante e affascinante al tempo stesso.”

Daniele Smaltini “Le grandi idee nascono dai sogni... se c’è la volontà, perchè non sognare! Una continua sfida tra desideri e razionalità, in un mondo in cui cercare di crescere!”

Maria Greco “Per quanto si possa pensare al proprio futuro, capitano delle variabili improvvise che possono dare svolte inaspettate alla nostra vita... disegnando tratti e colori ai quali non avremmo mai pensato!”

Mario Villani Laureato in economia, dirige strutture ricettive da molti anni e si occupa di consulenza e formazione nel settore del turismo. Innamorato delle cose “belle” ama condividerle, raccontandole ai propri lettori.

Cristina Rosso “Un intuito brillante ed uno spirito frizzante animano il mio piglio multimediale, espressione di un'esigenza istintiva e spontanea. Il cuore della notizia mi attrae quanto la necessità di riportarla nel modo più coerente e fedele possibile”.

Elena Panzica "Il mondo è un libro, e chi non viaggia legge solo una pagina" (Sant'Agostino). In questo accostamento ritrovo entrambe le mie passioni. Se viaggiare è un'esperienza meravigliosa, leggere di viaggio può essere preludio all'inizio di una nuova avventura.

Chiara Avidano “Mi piace scrivere perché è la miglior occasione per riflettere, crescere e spesso ridere di gusto. Scrivere mentre il gatto ronfa acciambellato, una torta cuoce nel forno e per la sera ti aspetta un invito in un ristorante gourmand!”

Enrica Dolza Laureata in Storia dell’Arte presso l’Università di Salamanca. Alla passione per il design, l’arredamento d’interni e l’arte contemporanea unisco il volontariato nell’Associazione LiberiTutti, che si occupa di cani e gatti provenienti dalla Sardegna.

Eleonora Zarauti "La curiosità è il primo scalino verso la creatività." Credo che nella vita bisogna essere curiosi, bisogna saper ascoltare per capire. Solo così ci si arricchisce e si cresce veramente.

Valentina Fracchia - House Hunter “Una laurea in architettura come punto di partenza. Una passione senza fine per le case, che siano in città, al mare o in montagna, unita a quella per “le cose belle”... come le scarpe!”

Paola Gamberutti “Dal Liceo Artistico a laurea in Sociologia. Venticinque anni anagrafici e diciannove dichiarati: la coerenza non è la mia peculiarità, ma la passione sì! È in tutto ciò che faccio”.

Marco Todaro - Consulente d’immagine “La bellezza è un patrimonio universale. Chi conosce la materia deve mettere a disposizione tutto ciò che sà, per avere un mondo sempre più bello! Sono convinto che bisogna essere generosi e condividere la propria conoscenza”.

Tamara Gavina - Personal Coach “...lavoro con le persone, per far loro identificare che cosa ci sia realmente dietro il proprio desiderio di cambiamento”.

Stefano Torrese - Consulente d’impresa “Sono uno psicologo e mi occupo di imprese, strana la vita! Ma in realtà mi occupo di persone perchè al centro delle imprese vedo donne e uomini ed il loro coraggio.”

w w w. c o o l t o m a g a z i n e . i t 10 • COOLTO

04


EDITORIALE

Bentrovati, mese di grandi eventi questo maggio 2012! Il Salone Internazionale del Libro di Torino apre i battenti per una nuova edizione dalle grandi aspettative. Molto fermento e sempre più spazio ruota infatti attorno alle nuove tecnologie di comunicazione; al punto che il claim di quest'anno è "Primavera digitale". CoolTo Magazine non è stato a guardare e da inizio anno propone una edizione per iPad, completamente studiata e impaginata per il tablet della "mela"! Uno sguardo verso il futuro in un momento epocale dove sembra arduo e folle guardare oltre gli orizzonti del proprio giardino. Ma dove sapersi mettere in gioco per non farsi travolgere dal processo evolutivo e tecnologico provocato da questi macro cambiamenti può diventare la giusta strada da percorrere. Noi abbiamo deciso di non stare a guardare… per cui invito tutti i possessori di iPad a scaricare la nostra Applicazione gratuita "CoolTo Magazine". Noi della redazione di CoolTo ci impegniamo, nella versione iPad, ad offrire contenuti e approfondimenti che solo un prodotto multimediale può dare come valore aggiunto. E confidiamo nel vostro apprezzamento, così come è stato fino a qui per la versione periodica cartacea, per seguirci con lo stesso entusiasmo che ci avete saputo trasmettere. CoolTo Magazine guarda al futuro e allarga la prospettiva dei suoi contenuti per rivolgersi ai suoi lettori senza più confini! Seguiteci in questo percorso evolutivo che caratterizzerà i prossimi mesi, attraverso il nostro sito, la nostra pagina facebook, la tradizione del nostro periodico cartaceo e… il futuro al presente di CoolTo Magazine per iPad! Come ho scritto in apertura… mese di grandi eventi, questo maggio 2012! Fatto di fiere, saloni, aperture di stagioni e… eventi dal forte impatto emozionale che ci danno nuove pagine bianche sulle quali poter stendere la trama di un nuovo grande capitolo della nostra vita… da condividere in tanti, ma da scrivere in due! Buona lettura a tutti!

Daniele Smaltini

COOLTO

04

• 11


COVER STORY di Mario Villani • mv@mariovillani.com

Primavera Digitale

14 • COOLTO

04


È

È curioso come dall’antico latino “domus” che si-

tempo reale! Nell’edizione di quest’anno del C.E.S.

gnifica “casa”, derivi la parola “domotica”, la mo-

(Consumer Electronic Show), tenutosi a Las Vegas,

dernissima scienza interdisciplinare che richiede

si è registrato un numero altissimo di visitatori;

l'apporto di molte tecnologie e professionalità, tra

ampiamente superiore a quello delle scorse edi-

le quali ingegneria edile, automazione, elettrotec-

zioni e vanta cifre da guinnes dei primati: una su-

nica, elettronica, telecomunicazioni ed informatica.

perficie espositiva di circa 750.000 metri quadrati,

La domotica ci consente di accedere alle soluzioni

oltre 3.000 espositori, più di 150.000 partecipanti

più innovative al servizio della nostra casa e della

(34.000 provenienti dai mercati stranieri), e oltre

nostra vita modificando radicalmente le vecchie

20.000 nuovi prodotti immessi sul mercato. Risulta

abitudini. Nel pieno di quella che è stata definita

evidente che neppure la grave crisi economica che

la terza rivoluzione industriale, prospera rigogliosa

sta tenendo in scacco mezzo mondo, ha sfiorato

e fertile l’innovazione tecnologica che ormai ci af-

i redditi provenienti dal mercato dell'elettronica

fianca a ogni passo, seguendoci in ogni respiro

che continua imperterrito la sua inarrestabile cre-

e in ogni sospiro. Viviamo in un'epoca in cui pos-

scita. Gli analisti economici hanno addirittura pre-

siamo condividere emozioni e disperazioni con

visto proprio in questo difficile 2012 un aumento

il mondo intero semplicemente “postando” le no-

straordinario del giro di affari nell'ambito del digi-

stre esperienze sugli ormai imperanti e sempre più

tale, che è valutato per l’anno in corso, intorno

potenti social networks, e ci sembra davvero che

ai mille miliardi di dollari! Mai come in quest'anno

il nostro prossimo sia ormai diventato vicinissimo

si sono moltiplicate le vendite di computer, smar-

e facilmente raggiungibile, a un solo click da noi.

tphones, tablets, non solo da acquirenti del vec-

Sembrano passati millenni da quando Chatwin rac-

chio

contava il mondo e la sua anima sulla discreta, si-

emergenti; i nuovi ricchi che si affacciano con cu-

continente

ma

soprattutto

dai

Paesi

lenziosa e fidatissima Moleskin, eppure in meno

riosità sulle economie mondiali. Soltanto in Italia,

di trent’anni siamo passati dai tempi lunghi delle

in questa primavera sono stati creati cinque im-

stesure su carta al poter condividere ogni nostro

portanti appuntamenti con il mondo della tecnolo-

battito di ciglia con il mondo intero e soprattutto in

gia: il Brainstorming Lounge, conclusosi a fine

COOLTO

04

• 15


COVER STORY marzo a Bologna, il "Venezia Camp" festival dell'innovazione appena chiuso a Marghera, il Net Campus di Roma e ben due appuntamenti nelle città di Torino. L'open Geek meeting, e l'attesissimo Digital Experience Festival. La manifestazione prenderà il via il prossimo 25 maggio e si concluderà il 2 giugno. Nove giorni ricchi d’iniziative che animeranno le rinnovate e accattivanti Officine Grandi Riparazioni, il Lingotto e l’Environment Park, “contaminando” la città e richiamerà certamente grandi folle di visitatori che non saranno solo giovani. Ormai la tecnologia ha contagiato tutti e anche le persone anziane o non più giovanissime, vivono l’esperienza tecnologica come se fosse una panacea che arresta o rallenta lo scorrere del tempo. Il Digital Experience Festival si concentra sul tema dell'influenza delle tecnologie digitali sulla vita quotidiana delle persone. Mettendo al centro la persona-utente, si esplorano le nuove tendenze in tema di customer experience per capire dove e come il "digital" può e deve migliorare la qualità della vita ma non solo. L’obiettivo è di comprendere come cogliere le opportunità per creare nuovi posti di lavoro, favorendo così la crescita economica e lo sviluppo sociale del territorio attraverso l’innovazione tecnologica. Questo ci fa capire quanto, anche in Italia, sia seguito questo settore che ci affascina e ci seduce continuamente con le sue incredibili innovazioni, impensabili soltanto fino a pochi anni fa. Del resto la tecnologia ha modificato radicalmente il concetto del tempo e dello spazio avvicinando gli abitanti di paesi lontanissimi tra loro come se fossero nostri vicini di casa. La cultura e la conoscenza sono realmente a portata di tutti: basta “digitare” la domanda giusta e otterremo la risposta. Le novità che prestissimo modificheranno molte delle nostre abitudini quotidiane, abbracciano ogni aspetto della nostra vita e vanno dai “pet tracker” che ci consentiranno di localizzare e monitorare i nostri animali domestici seguendone ogni spostamento direttamente sullo smartphone, mettendo definitivamente in pensione microchip e tatuaggi, alle straordinarie ZIK, cuffie prodotte dalla Parrot, (e disegnate da Philippe Starck) capaci di aumentare o diminuire il volume della musica con lo sfioramento delle dita e di metterla in pausa Zic di Parrot

16 • COOLTO

04

se spostate dalle orecchie. Inoltre, prestissimo


COVER STORY impareremo a prendere familiarità con sofisticate innovazioni che promettono di agevolarci l’esistenza tra le pareti domestiche: case completamente controllabili dal telefono, con frigoriferi in grado di ordinare gli alimenti mancanti, finestre che segnalano tentativi d’intrusione e luci elettriche che si accendono e si spengono quando si lascia o si cambia stanza per ottimizzare al massimo risparmio energetico e funzionalità. A voler per forza trovare una motivazione all’enorme interesse che questo settore suscita in ognuno di noi, potremmo ipotizzare che ciò che ci attira così potentemente sia in fondo l'illusione di abbattere definitivamente le barriere dello spazio, comunicando in libertà con chiunque, facendoci finalmente beffa delle distanze geografiche. Oppure, ancora di più la sfrontata tentazione di vincere l’invincibile: il tempo! Rubando alla tecnologia il segreto per fare ogni cosa in meno tempo, con meno fatica, con minor dispendio di energie per restituirlo ai nostri bisogni più nobili, alle persone che amiamo, alla nostra stessa vita, a noi… speriamo!

18 • COOLTO

04


SPECIALE SALONE di Cristina Rosso

S

Si può sostenere che ci troviamo attualmente nel

precisare che la progressiva digitalizzazione dei me-

pieno della “Primavera digitale” con tutto ciò che

dia non necessariamente comporta un’inimicizia nei

ne essa comporta, e cioè l’uscita di continue inno-

confronti della lettura ma mira invece ad affiliarsi

vazioni tecnologiche che riguardano i media ed in

preziosi alleati volti all’integrazione dei contenuti

particolare una nuova modalità di fruizione della let-

a cui si sta convertendo la cultura delle generazio-

tura. In quest’atmosfera di progresso letterario po-

ni di domani. La connessione in rete con tutti i suoi

teva il Salone del Libro non cavalcarne l’onda pro-

dispositivi digitali portatili, performanti ed alla

muovendone gli ultimi ritrovati nel ramo dell’editoria?

portata di tutti, sta radicalmente rivoluzionando

Dal 10 al 14 maggio infatti presso il Lingotto di To-

la nostra attitudine a scrivere, comunicare e so-

rino si riconferma l’annuale Manifestazione che

prattutto a leggere, con un conseguente adegua-

si presenta quale crocevia istituzionale per sottoli-

mento della produzione, distribuzione e ricezione

neare il ruolo della cultura e della creatività nel

dei prodotti intellettuali, dai giornali ai libri.

nostro Paese, scenario di un radicale cambiamento.

Ora è infatti possibile approfondire alcune temati-

Il tema che esplicita questa vocazione è “Ritorno al

che relative ad un prodotto editoriale in tempo rea-

futuro”, non solo perché nel 2012 il Salone festeggia

le, semplicemente attingendo alle fonti disponibili

i suoi primi 25 anni dalla sua origine ma anche per

on line tramite la navigazione personalizzata del

uno slancio in avanti verso sfide che lo attendono

testo, servendosi delle molteplici opzioni offerte

tra cui quella di avvicinare sempre più i lettori meno

dagli strumenti multimediali che evidenziano

assidui attraverso l’impatto dirompente che le nuo-

la democraticità del web in qualità di elemento user

ve tecnologie stanno esercitando su conservazione

generated. Le mutazioni indotte dalle attuali tec-

e trasmissione delle nozioni. Con questo s’intende

nologie costituiscono quindi il motivo conduttore

20 • COOLTO

04


del Salone 2012, il quale approfondisce un fenomeno

- si pensi alla cosiddetta «primavera araba» -.

che va al di là del semplice sdoganamento degli

L'incombere di una simulacrea nuvola poi - vedi

e-book o del destino dell'editoria cartacea. In primo

il sistema iCloud di Apple, che raccoglie e distri-

piano sono posti anzitutto le diverse modalità di scrit-

buisce, in contemporanea sugli stessi dispositivi

tura, che tendono alla frammentarietà e a divenire

di un individuo e all’interno di una sfera virtuale,

ipertesti intrisi di immagini, video e suoni: al pre-

le sue informazioni private - potrebbe decretare

sunto declino del libro cartaceo corrisponde l'esplo-

la soppressione definitiva della privacy ad opera

sione di un fenomeno che ora si afferma prepotente

di monopolisti globali in grado di orientare non solo

attraverso un'offerta multimediale variegatissima.

consumi, ma anche comportamenti, gusti, menta-

Infatti le riviste letterarie, quasi estinte su carta,

lità, modi e stili di vita. Di contro l'analfabetismo

risorgono in rete, trascinando i lettori in aperti con-

digitale è ancora dilagante ed incide notevolmente

fronti, commenti serrati e feedback sfruttando i blog

sull'accesso ai diritti dei cittadini considerando che

che divergono totalmente dal rigido nozionismo ac-

ormai molti servizi vengono fruiti per via telemati-

cademico. Ci si interroga sul destino dell’informa-

ca: in più tale problematica è destinata ad assumere

zione all’indomani del “giornalismo fai da te”,

vaste proporzioni in un Paese come il nostro in cui

animato dalle preziose testimonianze volanti di chi

solo il 30% della popolazione risulta in grado di de-

si ritrova sul posto di un evento importante.

cifrare un documento informatico. E non ultimo

Non meno rilevanti da menzionare le ricadute dei

le opere letterarie protagoniste di questa autorevole

muovi media su apprendimento, istruzione, lavoro

Manifestazione, in quanto già convertite in forma-

e ricerca. È in costante incremento l’utilizzo dei so-

to digitale, sono esposte, come film e musica,

cial network poi, i cui gruppi si presentano quali ago-

ai rischi rappresentati dalla pirateria e dalla dupli-

rà virtuali in cui trovano espressione i movimenti

cazione abusiva. Questi pertanto i punti nodali su

spontanei: a chi sostiene che la rete abbia avviato

cui si impernia il tema centrale del Salone del Libro

un processo irreversibile di democrazia reale e dal

2012, che mai come oggi si rivela di vivo interesse

basso, si oppone chi ritiene si tratti di un fenome-

collettivo a seguito delle imprevedibili potenzialità

no fittizio, alimentato da soggetti culturalmente

dell’editoria digitale, su cui questo evento di natu-

e psicologicamente suggestionabili e manipolabili

ra internazionale ci invita ampiamente a riflettere.

COOLTO

04

• 21


SPECIALE SALONE

BOOK TO THE FUTURE E LE NUOVE FRONTIERE DELL’INFORMAZIONE DIGITALE

Uno sguardo al futuro tra tecnologia e nuovi media

P

Per rispondere all’esigenza dell’editoria di adeguarsi alla tecnologia sempre più dirompente si rinnova la proposta del Salone del Libro dedicata alla sezione “Book to the future”, area allocata presso il Padiglione 2 interamente focalizzata sulle nuove frontiere dell’epoca digitale ed alle relative innovazioni che abilitano la fruizione culturale. All’alba di questa “Prima-

vera informatica” tale evento propone ai propri visitatori la possibilità di esplorare l’universo della lettura alternativa offerta dagli ultimi ritrovati tecnologici. Se veterani estimatori, neofiti o semplici curiosi sono interessati ad approfondire i risvolti della conversione digitale dell’editoria, Book to the future rappresenta allora una vetrina privilegiata finalizzata a presentare sul mercato tutti i protagonisti di spicco dell’ hi-tech della letteratura, tra cui gli stessi editori, distributori, produttori di device, portali e librerie on line. Queste realtà trovano quindi spazio a Torino per interagire, implementare sistemi di comunicazione ed interfacciarsi con il pubblico di lettori, la cui risposta porterà all’evidenziazione di nuove tendenze, esigenze e bisogni. Nella fattispecie saranno chiamati in causa gli attori che rappresentano l’eccellenza all’interno del panorama nazionale e internazionale per ciò che concerne l’editoria digitale, tra cui si annoverano Amazon,

22 • COOLTO

04


che al Salone proporrà gli ultimi modelli di Kindle, e Nokia, che proprio per Book to the future presenterà il suo Nokia reading, cioè una nuova applicazione concepita dall’azienda finlandese per abilitare la lettura di ebook sui suoi device. Troveremo poi inoltre la Sony, con il suo PRS-T1, l’e-reader che risulta il più leggero al mondo, e Trekstor, marchio tedesco che al Salone lancerà le sue versioni denominate player 5, 7 e 3.0, dotate di movie player e lettore mp3 integrato. Tra i brand di cui s’impreziosisce il Salone svettano anche degli italiani come Ibs, portale leader nella vendita online di libri e prodotti audiovisivi con oltre sei milioni di articoli e Bol, il mediastore di Mondadori che offre libri, ebook in italiano e in inglese, e-reader Cybook Opus e Orizon. Comparirà inoltre la BookRepublic, libreria disponibile online e piattaforma di distribuzione adibita a contenuti digitali che ha aggregato alcuni tra i migliori editori indipendenti italiani, offrendosi loro quale unico interlocutore nei confronti del mercato informatico. Infine troviamo Ebookizzati, portale di vendita di ebook italiani e stranieri, disponibili in formato Epub e Pdf, che offre agli editori servizi di confezionamento per i libri nei formati digitali e consulenza su Drm e hacking. L’interrogativo che si pone questa particolare sezione perciò è se il mestiere dell'editore muterà con l'avvento del libro digitale ed in quale misura. A fronte dello stato del mercato degli ebook in Italia occorre riflettere sulle sorti dell’informazione e della letteratura considerando la complessa prospettiva che si pone davanti agli autori sempre più destinati alla conversione digitale di un'opera. Il ricco palinsesto di incontri, conferenze, presentazioni, seminari e dibattiti in sala Room to the future sono volti a dipanare questa intricata matassa, che annoda la materia cartacea a quella digitale, le cui rispettive strade persisteranno ad incrociarsi ancora o forse segneranno in via definitiva e senza mezze misure percorsi diametralmente opposti.

UN FOCUS PROGRAMMATICO SULLO STATUS DELL’EDITORIA DIGITALE Il programma del Salone Internazionale del Libro allestito presso il Lingotto a Torino vanta una carrellata di incontri all’interno dell’area “Book to the future” che non possono certo passare inosservati: si inizia con il tema di Twitter e l’editoria che verrà trattato giovedì 10 maggio alle 14, la cui comparsa del primo ha col-

COOLTO

04

• 23


SPECIALE SALONE to impreparate molte professionalità, quando invece altre sono riuscite in breve tempo a renderlo sapientemente un utile strumento di lavoro e di promozione. Seguirà alle ore 16 Audiobook to the future in cui si sosterrà la conversione informatica del supporto cartaceo a favore dell’ampliamento di un nuovo mercato, ben accolto dalla ventata digitale che valorizza e potenzia le caratteristiche d’ascolto dei dispositivi digitali. Venerdì 11 maggio alle 11.30 è di scena EbookStartUp!, in cui interranno professionisti del settore editoriale che considerano il digitale una determinante opportunità per autori, editori e, soprattutto, lettori. Alle ore 12.30 con il titolo Augmented reality books: digitalizzare i libri senza rinunciare al “gusto” del prodotto cartaceo si aprirà un dibattito concernente l’integrazione tra cartaceo e multimediale, in cui si frappone la nuova frontiera dell’editoria, ossia l’ebook. Del valore di quest’ultimo si discuterà nell’incontro intitolato DRM, pirateria o prezzo giusto? Alle 15 una presentazione di una ricerca commissionata dall’editore Blonk in collaborazione con l’Uni-

santi in Quando l’editore è Twitter riguardo a come

versità degli studi di Milano Bicocca sviscererà contenuti

le tecnologie offrano strumenti innovativi per raccontare

sulla diffusione degli e-book reader a costi accessibili

la politica, l’attualità, l’ecologia ed il territorio prendendo

e la differenza tra la percezione del valore commercia-

ad esempio gli eventi di OccupyChicago all’interno di

le effettivo dell'oggetto e quello attribuito dal consu-

un blog. A chiudere la giornata infine i Point Breakers,

matore al lavoro di intermediazione delle case editrici

che nell’incontro delle 18 in Editoria digitale & surf

e della distribuzione. Successivamente alle 16 ci si in-

illustreranno le sfide della realtà editoriale, per com-

terrogherà, insieme ad Aìsara editore ed Arturo Rober-

prendere come affrontare i cambiamenti in atto tra pro-

tazzi - ideatore del blog “Destinazione Cuore Stomaco

fessionalità, diritti, social media, librerie online, formati

e Cervello” ed autore di eZagreb - sulla progressiva

aulici o all’avanguardia, marketing e comunicazione.

migrazione dell’editoria dal supporto cartaceo a quel-

L’ultima giornata di appuntamenti, domenica 13 mag-

lo digitale, se ciò rappresenti una semplice trasposizione

gio, è caratterizzata da un approfondimento alle 14 sul-

di contenuti o apporti del valore aggiunto; infine alle 19

la Storia del Partito del progresso moderato nei limiti

con Leggere che passione! si parlerà dei nuovi approcci

della legge, a cura della Sugaman, che affronta il mer-

alla lettura attraverso i social network dedicati ai libri.

cato dell’editoria digitale proponendo libri elettronici

Sabato 12 maggio si inaugurano i lavori con Selfpublab!

i quali non subiscano limitazioni alla propria circolazione,

che alle 13 illustrerà come la recente nascita di nume-

e, liberi da costrizioni, risultino convertibili nel forma-

rose piattaforme per l’autopubblicazione costituisca

to adatto al dispositivo scelto per la lettura. Seguirà alle

la prova di come tale fenomeno sia esploso grazie alla

15 un brillante confronto il cui titolo è Leggere, in rete.

complicità della rivoluzione digitale ed abbia aperto la

Il progetto LeDita per la lettura digitale sull’esperienza

strada a svariate opportunità ma anche a plurimi rischi.

alternativa alla versione cartacea dei prodotti editoria-

A seguire uno spazio dedicato ai videogame ed in par-

li, perciò di natura sociale, multimediale ed ipertestua-

ticolare ad un’irriverente parodia denominata App

le ed aspramente divergente da quella tradizionale.

Gnok Invaders che prenderà vita alle 16 ispirandosi

A chiudere il ciclo di incontri presso la sezione Book to

al celeberrimo Space Invaders, avente come protagonista

the Future di questa prestigiosa Manifestazione una pa-

Gene Gnocchi in qualità di difensore della Terra dal-

rentesi tecnologica che verrà aperta dal Nokia reading

l'invasione degli alieni - tutti appartenenti allo spettacolo

alle 17 attraverso Una nuova prospettiva mobile per

calcistico -. Una riflessione personale a cura di Claudia

la lettura digitale in cui presenterà una propria appli-

“Tigella” Vago ci offre poi alle 17 degli spunti interes-

cazione destinata alla lettura degli ebook.

24 • COOLTO

04


SPECIALE SALONE di Enrica Dolza

Dimensione Musica al Salone del Libro

26 • COOLTO

04


Dal 10 al 14 Maggio cinque giorni di non stop music! Concerti, presentazioni e performance live!

A

Anche quest’anno il Salone del Libro strizza un occhio alla Musica dedicando 1.000 mq del padiglione 1 alle novità musicali. Editori, etichette discografiche, costruttori di strumenti, agenzie di management, distributori si ritrovano per fare il punto sul complesso ed articolato mondo discografico. Ormai è dal 2006, quando la rivista Audio Review coniò il termine musica liquida che gli appassionati discutono sulla complessa situazione attuale. Ormai classica è la copertina della rivista Suono del Maggio del 2007 dove appare un cd nell’atto di sciogliersi con un sottotitolo molto chiaro: Musica Liquida. Dopo un primo periodo nel quale gli affezionati al vinile o ai nuovi formati digitali di qualità come il super audio cd (SACD), non videro di buon occhio questa novità, pian piano la musica liquida si insinuò nel mercato. Il dibattito ha così iniziato a spostarsi sul supporto, che in realtà in questo caso è assente, in quanto sia all’origine che alla destinazione non c’è un qualcosa che la possa contenere. In questo modo il concetto di software diventa centrale, insieme a quello dell’audio digitale con tutto quello che ne consegue (nuovi sistemi di trasporto per esempio). La difficoltà e la diversità sta proprio nella gestione del software, che fino a questo momento era “nascosto” e integrato nell’apparecchio. Ultimamente gli apparecchi per la musica liquida si sono moltiplicati a dismisura, una nuova categoria di prodotti fin’ora poco conosciuta è rappresentata delle “interfacce audio”, che sono in grado non solo di convertire in analogico un segnale audio digitale, ma anche di eseguire l’operazione inversa, vale a dire di convertire in digitale un segnale analogico, tramite un circuito che si chiama appunto convertitore A/D, o più semplicemente ADC ("Analog to Digital Converter"). Un altro punto cruciale sul quale gli appassionati discutono molto è l’acustica, scrive il direttore Paolo Corciulo nell’editoriale del mese di Aprile di Suono: “Sembra che nessuno

COOLTO

04

• 27


voglia accettare il fatto che l’acustica ambientale rappresenta il primo e più determinante fattore che incide sulla qualità di un sistema per la riproduzione sonora. Sembra che nessuno voglia accettare che un apparecchio dove amplificazione ed elettroacustica sono stati pensati per lavorare insieme (a bordo di un unico chassis) sia il modo maggiormente

Eventi

SPECIALE SALONE Sala Rossa Padiglione 1 Ospita una serie di concerti in fascia serale. Tra gli appuntamenti di rilievo: Venerdì 11 serata dedicata ai Miti della Musica, sul palco Enzo Gentile accompagnato da Dente, Alberto Fortis e i Moderni. Sabato 12 il Gianmanco Quartet si esibisce in memoria del celebre musicista jazz Thelonious Monk, ricordandolo a trent’anni della morte.

ottimizzato per ottenere grandi risultati al mi-

Auditorium DM

nor costo. Sembra che nessuno voglia accet-

vero cuore pulsante di Dimensione Musica, ospita

tare l’idea che non esiste una scala assoluta di valori negli apparecchi ma che questa sia determinata dalle necessità e dalle modalità d’uso dell’utente.” Selezionare, acquistare,

il quotidiano programma non-stop. Uno spazio da 60 posti esclusivo e completamente insonorizzato, pensato, strutturato e opportunamente attrezzato per attività live. Ogni giorno infatti, per tutta la durata della manifestazione, dalle ore 10.30

installare un sistema hi-fi non è così banale

alle 22.00 vanno in scena performances, confe-

come può sembrare per questo motivo al Sa-

renze, dimostrazioni, presentazioni di artisti, cd,

lone del Libro 2012 sarà possibile confrontarsi

libri e manifestazioni. Ad alternarsi sul palco artisti

con i migliori esperti del settore e farsi con-

della scena jazz, classica, rock e pop italiana e molti

sigliare le novità più valide sul mercato!

musicisti, operatori, tecnici ed esperti del settore.

facebook.com/dimensionemusicatorino

Tra gli appuntamenti di rilievo, i Modena City Ram-

twitter.com/DimMusica

blers con Marco Montanari (giovedì 10 alle 18.45),

pinterest.com/DimMusica

Gianmaria Testa (venerdì 11 alle 17.15) Fausto Mesolella (venerdì 11 alle 18.00), Pacifico (sabato 12 alle 17.15), Paolo Benvegnù (domenica 13 alle 12), un reading a sfondo musicale con Arisa e i Perturbazione (domenica 13 alle 14.15). Tra gli appuntamenti editoriali, la presentazione del libro sui 30 anni della Nazionale Cantanti (domenica 13 alle 17.15) e di Meglio tardi che Mao, di Mauro “Mao” Gurlino (lunedì 14 alle 19.30).

Le clinic novità 2012. Le clinic sono la grande novità dell’edizione 2012 di Dimensione Musica. Gli appuntamenti didattici, curati dall’Accademia Lizard Torino, si svolgono quotidianamente nell’Area Clinic, due spazi insonorizzati da 10-15 posti. Le lezioni sono tenute da alcuni i più importanti insegnanti del panorama musicale italiano. Tra gli appuntamenti, Espressività e Tecnica nella chitarra moderna (indirizzo pop/rock) con Tony De Gruttola, Il basso elettrico con Massimo Camarca, Il fraseggio nella chitarra fusion con Miky Bianco, Chitarra Shred con Fabrizio “Bicio” Leo, La chitarra blues con Alessandro Giorgetta, Dal jazz alla musica popolare italiana con Nico di Battista e Dario Chiazzolino, un incontro sulle percussioni con Stefano Incani. In programma, inoltre, un appuntamento sull’effettistica con Guido Michetti, uno sull’amplificazione con Guglielmo “Guru” Cicognani e uno sulle corde con Andrea Dogal.

28 • COOLTO

04


Sesta edizione per

l’Incubatore al Salone del Libro Anche quest’anno nonostante la crisi il Salone pun-

tecnologie, sfruttando al massimo le possibilità

ta sulle nuove realtà editoriali. Un ottimo tram-

di comunicazione che offrono. La sala Incubatore

polino di lancio per le case editrici con meno

promette davvero bene: ben 40 incontri con più

di 24 mesi di vita che si vogliono far conoscere

di 100 relatori. Tra gli appuntamenti di rilievo,

e inserire nel fitto mercato del libro. Prezzi age-

sabato 12 alle ore 18:00 Tre uomini e un libro,

volati e condizioni speciali consentono alle gio-

presentazione del libro “Mi faccio vivo” io di

vani case editrici di testare la validità dei loro pro-

Andrea Falegnami, a cura di Tic edizioni e alle ore

dotti. Tutto il Padiglione 3 sarà dedicato

19:00 Mai più senza Torino. Due “extracomu-

all’Incubatore che compie già sei anni. Nume-

nitari” molto speciali, incontro con Bruce Sterling

rosissime le piccole case editrici, addirittura 22;

e Jasmina Tesanovic, a cura di Espress edizio-

molte delle quali strizzano l’occhio alle nuove

ni; domenica 13 alle ore 16:00 presentazione del

COOLTO

04

• 29


SPECIALE SALONE libro “Complici” dell’autrice spagnola Miriam Subirana,

za e alla saggistica a dimostrare quanto la dinamicità

a cura di Ghena e alle ore 19:00 “I dieci cocktail che

e le nuove tecnologie si dimostrino armi vincenti.

sconvolsero il mondo. Storie di uomini, donne, alcol

Per fortuna non manca una casa editrice tutta al fem-

e bar”, presentazione del libro di Tom Collins a cura

minile, la Arpeggio Libero Editore di Lodi che valorizza

di Edizioni La Linea. Interessante la casa editrice Are-

gli scrittori esordienti. L’idea di base è quella di non fos-

thusa di Torino che nasce dall’omonima e celebre libreria

silizzarsi solo su un genere, ma di offrire un’ampia gam-

che da anni è il miglior punto di riferimento del pano-

ma di espressioni diverse. L’ultimo progetto nato in casa

rama esoterico italiano. L’intento è quello di offrire un’edi-

Arpeggio Libero è una collana dedicata ai piccoli let-

toria specializzata di qualità, mantenendo come cardi-

tori, “I racconti di Pombo”, il cui protagonista è un pic-

ni fondamentali le caratteristiche che hanno reso pre-

cione viaggiatore che raccoglie storie girando per il mon-

stigiosa la libreria: passione per i libri, gli autori

do. Confermate per il 2012 due iniziative molto ap-

e le tematiche, unitamente alla scrupolosa e selettiva ri-

prezzate nelle passate edizioni. Il ciclo di appuntamenti

cerca di testi con alto valore divulgativo e qualitativo.

Striscia Business che prevede, nella Sala Incubatore,

Una casa editrice in bilico tra modernità e tradizione,

incontri con librerie indipendenti, biblioteche, distributori

tra il profumo della carta e la praticità degli ebook

e operatori professionali e “Incubatore... e poi!”, progetto

è la bolognese Caliel. Offre una proposta editoriale

nato nel 2009 rivolto alle case editrici che hanno

già molto ampia con ben tre collane attive dedicate alle

preso parte alle precedenti edizioni. Tutte le sere alcu-

arti orientali, ai libri per bambini e al management.

ni degli ex partecipanti tornano nella Sala Incubatore

Nasceranno a breve altri due settori dedicati alla scien-

da attori del mondo editoriale.

Giovedì 10 Maggio

Venerdì 11 Maggio

h 15.00 Presentazione di Flatus Vocis. Breve invito all’agire animale di Leonardo Caffo. Intervengono

h 16.00 Presentazione dei libri: “En-

l'autore e Marco Maurizi. A cura di NovaLogos Edizioni.

“La leggenda di Demenna” di

h 17.00

Gaetano Zingales e “Senza

Presentazione del libro “200

rem” di Daniele Bleve. Inter-

giorni” di Lucia Maria Colle-

vengono gli autori. A cura di

rone. Intervengono l'autrice e

Edizioni Leucotea.

Edoardo Maria Sinatra. A cura di Casa Editrice Arethusa.

30 • COOLTO

04

Domenica 13 Maggio

h 11.00

h 11.00

Presentazione di Asinus Novus. Lettere dal carcere dell'umanità di Marco Maurizi. Intervengono l'autore e Aldo Sottofattori. A cura di Ortica editrice.

Presentazione

h 14.00

sioni” di Dario Lessa. Interven-

Presentazione della casa editrice Booksalad e dei libri: "Cento giorni sul comò" di Pino Tossici e "Fegato e cuore" di Alessandro Marchi. Intervengono gli autori. Modera Susanna Ronconi. A cura di Booksalad.

dei

libri:

“Un

coupé anni '70” di Fernando Felli, “Ragnatele Invisibili” di Nicoletta Stecconi, “Dove sei?” di Lorenzo Coltellacci, “Confesgono gli autori. Coordina Claudio Achilli. A cura di Leucotea.

h 16.00

kidu” di Damano Leone, “Lui era, lei era” di Maria Balzano,

Sabato 12 Maggio

Presentazione del libro “L'età in più” di Marina Piazza. Con l'autrice intervengono Anna Bravo e Luisa Ricaldone. Letture di Silvia Battaglio. A cura di Ghena edizioni.

h 18.00 Tre uomini e un libro. Una Metro magnetica. La vita e le avventure di Andrea Falegnami. Presentazione del libro “Mi faccio vivo io” di Andrea Falegnami. Con l'autore interviene Alessandro Alessandroni. Relatore Alessandro Mascolini. A cura di Tic edizioni.

h 17.00 L'evolversi dell'editoria digitale e il progetto editoriale di meetale.com. Intervengono Fabio Biccari, Cristiano Nenna e Omar Speranza. A cura di MEETALE.COM


WORLD di Eleonora Zarauti

DOMOTICA Il futuro è ancora troppo lontano?

32 • COOLTO

04


D

Domotica. Per molti è un termine oscuro, che sicura-

applicarsi praticamente a tutte le attività che si svolgo-

mente indica qualcosa di difficile, complicato e costo-

no in casa, dall’accensione, lo spegnimento e la rego-

so. Per molti intendo il 94% del popolo italiano, le stes-

lazione dell’illuminazione e del riscaldamento, al con-

se persone che ogni giorno utilizzano smartphone,

trollo di ogni tipo di elettrodomestico e di sistemi di al-

tablet e computer. Ai giorni d’oggi è inutile negare che

larme, fino alla gestione della sicurezza con il control-

la parola che ci attrae maggiormente è “risparmio”;

lo di fuoriuscite di gas o acqua. Certo, un gran nume-

e se proprio la domotica fosse sinonimo di risparmio?

ro di impianti... Diverse centraline, diversi stardard, di-

Aggiungiamo due parole ancora più convincenti: sicu-

versi tipi di comandi. La domotica risolve anche questo

rezza e controllo. Questa è la domotica; coniato in Fran-

problema, dando la possibilità di integrare più sistemi

cia negli anni Settanta, il termine domotica deriva dal-

e impianti, gestendoli attraverso un’unica centrale. Meno

la contrazione di “domus”, ovvero casa, e “informatique”.

apparecchiature, impianti semplificati e costi nettamente

Lo scopo di allora era quello di produrre componenti e

minori. Leader indiscusso in questo settore è Bticino,

di realizzare sistemi in grado di agevolare i portatori di

che con il suo sistema My Home vanta oltre di 100.000

Handicap nello svolgimento delle loro mansioni quoti-

realizzazioni. Il sistema My Home supera il concetto tra-

diane. Oggi ancora più fondamentale è il concetto di casa

dizionale di “impianto elettrico”, pensato come la sem-

intelligente, che si adatta allo stile di vita di chi la abi-

plice installazione di punti luce e prese di corrente,

ta, dove le azioni di routine sono automatizzate e pro-

dotandosi di una moderna struttura, progettata secondo

grammabili nei minimi dettagli. Infatti la domotica può

le proprie esigenze e perfettamente capace di offrire

COOLTO

04

• 33


WORLD diverse applicazioni utili. Può ricreare nella nostra abitazione le condizioni ideali per vivere in ogni locale circondato dal massimo benessere, protetto da una tecnologia intelligente in grado di rispondere a qualsiasi

mobile

esigenza. Impostando lo scenario “Mattino” dello Scenary touch, la camera da letto si trasforma dalla notte al giorno: le tapparelle si alzano, l’intensità luminosa

Non si potrebbe parlare di digitale se non

si adatta ai primi raggi di sole, la musica di sottofondo

ci fosse anche un App studiata apposita-

si accende, il calore raggiunge la giusta temperatura.

mente per comandare le funzioni domoti-

E se è vero che vogliamo svegliarci sempre nel modo giu-

che di My Home. Questa applicazione con-

sto, è anche vero che vogliamo cucinare, lavare, stira-

sente di comandare facilmente le funzioni

re, attaccare la lavatrice e la lavastoviglie senza che sal-

domotiche del sistema My Home utilizzando

ti ogni volta la corrente. La centralina di Gestione Ener-

l’iPad. Funzionalità principali:

gia scollega temporaneamente gli elettrodomestici

- Comando di illuminazione (accensio-

meno prioritari, che possono essere riavviati in segui-

ne/spegnimento e variazione, per tutta

to dal Touch screen. Se le parole non bastano, puntiamo

la casa o stanza per stanza);

direttamente sull’esperienza: BTicino Concept Store.

- Comando di apertura/chiusura motoriz-

Un vero e proprio Experience Space, dedicato alla spe-

zata, per esempio tapparelle, tende,

rimentazione di nuove modalità di conoscenza

persiane, cancello, ecc.;

e approfondimento di prodotti e soluzioni, consapevole

- Comando del sistema di gestione della

dei benefici del far “toccare con mano”, in un percorso

temperatura e della climatizzazione;

articolato e intervallato da pareti dinamiche e piani di

- Comando per scenari, per attivare più

riflessione chiamati a raccontarsi, attraverso un “tunnel

funzioni con un solo gesto (esempio:

emozionale” riprogrammabile e corredato da contenu-

illuminazione + tende + riscaldamento).

ti video interattivi e da postazioni audio dedicate. Il futuro è ancora troppo lontano?

BTicino Concept Store

34 • COOLTO

04


WORLD di Chiara Avidano

TEMPO DI COMMUNITY. RIGOROSAMENTE

FOOD

36 • COOLTO

04


S

Se qualche decennio fa avessero predetto ad un commis di cucina l’era della gastromania collettiva avrebbe perlomeno espresso diffidenza… Invece, oggi se non parli e non conosci un po’ il mondo food, se non sei un po’ food nel tuo cuore e nel tuo fare, sei come un anacronistico cocktail di gamberetti anni ’80. Il fenomeno ha un che di meraviglioso perchè ha dato peso, voce e nuova vita ad un settore aimè relegato per i più della collettività al semplice concetto di nutrizione o, al massimo, di vizio, spesso privo di coscienza alimentare. A ben guardare però, il rovescio della medaglia potrebbe essere il rischio di andare in ‘overbooking’. La sovraesposizione del tema, nei social network, tra i blogger rinati food-blogger, nella comunicazione come trend pubblicitario, nei programmi tv con cuochi giudici, non rischia di portare il settore nell’oblio della noia o peggio della nausea? Ai posteri l’ardua sentenza... Noi guardiamo l’altro rovescio (sì, la nostra medaglia food vale tanto che facce ne ha tre, qualcosa da ridire?): tutti vogliono essere parte attiva di questo regno incantato e sfaccettato, diventare maghe dei muffins, regine della pasta cacio&pepe, sovrani del brasato al Barolo! Il demone della cucina ha invasato la rete, dal reale al virtuale e viceversa, e ha generato l’ultimo parto: le food community. I social network del food offrono van-

taggi e qualità a costo zero: un nuovo modo di socializzare, fare rete, diffondere cultura gastronomica, condividere, imparare e chi più ne ha. L’estero come sempr arriva prima, noi italiani metabolizziamo piano - sarà la dieta mediterranea…- e scopriamo ora NewGusto, community degli amanti di cucina e viaggi. Si chiama social eating o food surfing (English docet) e, come spiega l’ideatore Alan Taronna “è arrivato il momento di assaggiare una nuova esperienza, il Food Surfing”. Vale a dire? Presto detto: per partecipare al gioco delle parti bisogna iscriversi e scegliere tra il profilo cuoco, invitando ospiti a cena, o quello dell’ospite dando l’adesione alle cene proposte. Si può scegliere a casa di chi andare a mangiare, in base a dove si è nel mondo e cosa si vuole gustare. Si può optare per la cucina di Paciulina “Lievitata naturalmente!” oppure farsi tentare dal dictat di Emanuele “Nel dubbio…vino rosso!” o invece, girare il mappamondo virtuale e andar per luoghi e piatti tipici. Risultato: all’inno di Share your Kitchen! nuovi amici e probabili compagni di scorribande culinarie, ricette&segreti di cucina rivelati e pranzi o cene a prezzo di costo. Altro giro, stesso regalo: PeopleCooks, community dove i Cooker, i cuochi ospiti e i People, i fruitori, s’incontrano sull’onda della necessità e della salute. L’idea è che tutti, quasi tutti i giorni, devono pranzare

COOLTO

04

• 37


WORLD o cenare fuori casa e questo non è sempre economico né tantomeno salutare. I People risparmiano e mangiano cucina casalinga in una vera casa, mentre i Cooker, se bravi, hanno un piccolo guadagno. In più, si fa amicizia. Onofrio Carruba Toscano, il fondatore, racconta di voler andare incontro alla reale esigenza della gente di mangiare fuori casa risparmiando. Il social network è dedicato soprattutto a studenti universitari, turisti, viaggiatori, lavoratori fuori sede: per un pranzo o una cena con primo, secondo, frutto e acqua si spendono 6 euro a testa. Per entrare

Come funziona Milk, please!

1

Manca qualcosa in frigo, hai il tempo contato e proprio non puoi (o non vuoi) andare al supermercato. Invii la richiesta con Milk,Please!

nella community, chi si sente cuoco si convenziona un anno pagando 20 euro, promuove la propria cucina caricando un video dove mostra la sua casa e la mappa di Google dettaglia la sua posizione. I People devono solo scegliere nel mazzo! Ma vera new entry delle community è Milk, please! La lista della spesa social. Se ti manca qualcosa, ti colleghi al sito e chiedi a chi sta già facendo acquisti di portartelo. Con quest’idea Nicolò Paternoster, 25 anni, Carmine, 24, software engineer, con Francesco e Lorenzo (22, design e video makers) hanno vinto lo Startup Weekend di Trento, 54 ore full immersion in cui i partecipanti dovevano sviluppare un'applicazione

2

Nel frattempo al supermercato qualcuno sta facendo acquisti e visualizza la tua richiesta: la trova accettabile ed effettua l'acquisto per te.

web o mobile per creare un valido business. “L'idea - raccontano - ci è venuta una sera in cui dovevamo cucinare una cena per 20 e ci siamo accorti che mancavano ingredienti base, ma che non avremmo mai fatto in tempo a uscire, fare la spesa, tornare indietro. Abbiamo iniziato a telefonare a tutti chiedendo se per caso qualcuno fosse vicino al supermercato, ma essuno era disponibile. Lì il lampo: dovremmo poter comunicare con le persone che si trovano al supermercato!”. Il programma è un Software as a Service accessibile da un’interfaccia web, da un’applicazione mobile e da postazioni apposite nei supermercati. Se qualcuno ha bisogno di piccole spese e non può andare nel negozio, può inserire l’ordine dal sito o dall'applicazione smartphone e inviare la lista della spesa agli altri utenti. Chiunque di questi, può decidere di accettare l'ordine e effettuare la consegna. Più social di così! newgusto.com peoplecooks.it milkplease.it

38 • COOLTO

04

3

Non ti resta che aspettare la spesa direttamente a casa, mentre il sistema gestisce il pagamento online di chi effettua la consegna.


WORLD di Chiara Avidano

Sport e tecnologia: e vissero felici e contenti!

40 • COOLTO

04


F

Fare sport fa bene: chi lo pratica di norma vive meglio e più a lungo, salvandosi da molte malattie cardiovascolari. I dati statistici dicono però che i ragazzi sono sempre più attratti da cellulari, computer e play station (è stimato che un bambino di dieci anni trascorra davanti a TV, pc o altro, circa 2 ore e mezza al giorno). Di recente è stato stilato l’elenco delle 50 cose da fare prima dei 12 anni: pullula di tutto ciò che è stato normale per la generazione, emh, la nostra diciamo… arrampicarsi sugli alberi, lanciare sassi in uno stagno, catturare granchi e farfalle, mangiare frutti appena colti. Tutto bellissimo, importante, da fare col cuore che batte a tremila e narici e occhi ben aperti per far entrare quanto più mondo si può. Ma il mondo oggi è anche la wii, nintendo, film in 3D, realtà virtuale, realtà aumentata, ologrammi, HD, BluRay e via citando. La tecnologia è parte integrante della nostra vita, ha contribuito in ogni campo ad accrescere il livello qualitativo del vivere, non possiamo rinnegarla e tornare semplicemente a saltare la corda. Quindi? Il punto è la solita bilancia del buon senso, che credo si equilibri impedendo alla tecnologia di sostituire virtualmente lo sport e usandola invece per ottimizzarlo e avvicinare tutte le categorie di persone. La tecnologia al servizio dello sport insomma. Lasciamo che lo sport detti la via della salute e si faccia aiutare da quella vecchia volpe della tecnologia che ne sa una più del diavolo e, a volte, permette cose che voi umani non potreste neanche immaginare! Vediamo alcune di queste utilissime diavolerie.

MiCoach In una piccola cavità della scarpa, Adidas depone un fagiolo magico, un micro computer che registra il movimento in tre dimensioni, il battito cardiaco e altri dati, per poi elaborarli con software appositi. Battezzato miCoach SPEED_CELL™, questo concentrato di tecnologia comunica con iPhone, iPad, iPod Touch oppure col computer di casa e attraverso miCoach, l'applicazione per dispositivi Apple che fornisce un coaching multimediale modellato sui dati che riceve dal sensore, consente di migliorare le prestazioni sportive. 

Nike+ FuelBand L’accessorio fa parte della Nike+, una serie di dispositivi che monitorano l’attività fisica e scaricano i dati acquisiti su computer, iPhone e iPad. Il FuelBand è un brac-

COOLTO

04

• 41


WORLD ciale in plastica nera, con un display retroilluminato

Headbanger

da LED colorati e sensori che memorizzano e visualizzano i dati relativi ai movimenti effettuati. Si può pro-

Gli auricolari: impossibile farli rimanere al proprio po-

avvicinandosi al traguardo, la linea luminosa passa dal

sto mentre si fa sport. Questo prototipo a strappo con

rosso al verde. Premendo l’unico bottone presente, di-

cuscinetti in pelle può rimanere nelle orecchie anche men-

venta orologio o mostra le calorie bruciate e i passi per-

tre siete a testa in giù o su un lato o in posizioni im-

corsi. Resistente all’acqua, può funzionare fino a 4 gior-

prevedibili.

ni di seguito e potrebbe sbarcare in Europa in estate.

E ora, tutti a giocare a campana!

Simulatori da Golf e Telemetro Laser Bushnell Nel mondo golf la tecnologia si spreca: è uno sport estremamente tecnico, di precisione, che ben si sposa con l’attrezzatura tecnologica. I simulatori nascono con il preciso obiettivo di permettere la prova bastoni al giocatore, neofita o professionista. Alcuni leggono il passaggio della testa del bastone nella zona di impatto, altri invece analizzano anche i primi decimetri di volo di palla così da elaborare una previsione del volo della palla. Hanno ormai una grafica eccezionale, in alcuni casi anche a livello fotografico. In molti i campi di gioco sono reali, digitalizzati con fotocamere. Sono spesso utilizzati per fare test sui bastoni da golf, o ancor più spesso per lezioni di golf indoor, soprattutto quando il clima non consente di stare all’aperto. Bushnell invece, azienda leader nell’industria dell’ottica per lo sport, offre il telemetro laser, dotato di tecnologie in continua evoluzione, per misurare le distanze quando si è sul campo. Ma troviamo anche software di vario genere per l’analisi dello swing e del putting o applicazioni come V1 Golf

Rimini wellness 2012

grammare, fissando gli obiettivi da raggiungere e,

L’energia prende corpo. È di scena la nuova arrivata del mondo fitness alla 7° edizione del Rimini Wellness: dal 10 al 13 maggio, ci sarà anche il Crossfitt, la nuova disciplina sponsorizzata Reebook. I numeri della più grande e attesa kermesse dello sport e del benessere parlano da soli: 41 eventi fitness, 6 eventi sport, 10 tra workshop e convegni. Ma nella 3 giorni dedicati

al

wellness

per iPhone, che vi riprende per rivedervi con avanzamento

non

man-

frame per frame o My Personal Golf Trainer, sistema

cheranno

basato sulla console Wii e sulla sua Balance Board.

n u o t o , danza, pila-

Barrivox

fisioterapia e

Dispositivo digitale a tre antenne per la localizzazione

riabilitazione

tes, corsi per

umana in caso di incidenti in montagna (frana, slavine

e

o simili). Analisi del segnale, lista delle vittime e funzione

spazio alle at-

di segnalazione sono dettagli addizionali per gestire in modo rapido e sicuro anche situazioni complesse che coinvolgono più vittime sepolte.

42 • COOLTO

04

un

ampio

trezzature Thecnogym.


COOL EVENT testo e foto di Fabrizio Cirulli

T

Torino Jazz Festival l’avvenimento musicale che tutti i torinesi aspettavano da tempo. Direttore artistico del Festival è il critico musicale Dario Salvatori. Una bella serata con un grande gruppo musicale gli Yellow Jackets.

Quartetto che negli ultimi anni abbiamo avuto il piacere di vedere spesso a Torino. Dalla formazione originale che tutti conoscono, Russel Ferrante al pianoforte e tastiere, Bob

Mintzer al sax tenore e soprano, Jimmy Haslip al basso e William Kennedy alla batteria, ci sono state delle variazioni, al sax il musicista Bob Franceschini e al basso Felix Pastorius figlio del grande Jaco. In qualche brano si è sentita l’influenza dei suoni di Joe Zawinul altro grande tastierista scomparso da poco. Sicuramente il loro sound c’è sempre e brani come “Jacket Town” e “The Red Sea” dall’album “Run For Your Life” del 1994 marchiato “grp” si riascoltano volentieri.

44 • COOLTO

04


COOLTO

04

• 45


COOL EVENT di Paola Gamberutti

ASILO BIANCO Un’unica associazione, molteplici iniziative …e un Duplice Paesaggio

Gioberto Noro, CIVILIZATION D

È

È quando la passione si interseca con l’ambizione che nascono i progetti. Uno di questi preziosi incroci è avvenuto ad Ameno quando, nel 2005, un gruppo di artisti ha dato vita a un’iniziativa caratterizzata da vitale dinamicità, continua evoluzione e coinvolgente multidisciplinarietà. Nasce così un progetto che è arte, cultura, letteratura e formazione, e risponde al nome Associazione Culturale Asilo Bianco. La promozione della cultura contemporanea, l’organizzazione di eventi e percorsi di formazione, la gestione di spazi d’interesse culturale e la partecipazione a progetti integrati di valorizzazione territoriale, sono le sue azioni. E se i cambiamenti della società e le prospettive di sviluppo eco-sostenibile sono i punti a cui volge la sua attenzione, l’innovazione e la sperimentazione artistica sono gli elementi a cui dedica il suo interesse aprendosi alla riflessione, al dialogo e allo scambio di esperienze. Scambio in cui l’arte contemporanea diventa il mezzo di conoscenza e d’interpretazione del reale. L’impegno dinamico e multidisciplinare rende Asilo Bianco un vero motore di crescita culturale. Definizione che trova ufficializzazione nel suo ruolo di ente promotore del progetto di valorizzazione Cuore Verde tra Due Laghi, attivo sul territorio tra il lago d’Orta e il lago Maggiore. Altro luogo

46 • COOLTO

04


Angelo Morbelli, La preghiera della sera

di interesse dell’associazione, luogo che vive e dirige, è lo Spazio Museale Palazzo Tornielli di Ameno. Location ideale per l’organizzazione di eventi culturali, il museo collocato all’interno di Palazzo Tornielli ospita una collezione permanente, diverse mostre temporanee, una sala conferenze, aree dedicate alla didattica e ai workshop, uno spazio informativo sul territorio, un bookshop e un collegamento con una biblioteca che raccoglie un’importante collezione di libri d’arte del fondo Macchi Luna. Assorbendo la dinamica propensione allo scambio e all’innovazione che qui aleggia nell’aria, Palazzo Tornielli sfo-

Installazione nello Spazio Museale Palazzo Tornielli

dera un’ulteriore sorpresa. Di fronte al suo prospetto principale si sviluppa infatti il Parco Neogotico. Un tempo di proprietà del palazzo, e raggiungibile solo tramite un passaggio sotterraneo, dal 1920 è stato reso pubblico, e un recente ed accurato restauro gli ha restituito il suo antico splendore. Con una minuziosa cura nelle decorazioni pittoriche, nell’architettura e nella botanica, il parco presenta alberi secolari, aiuole, un padiglione di gusto classicheggiante sormontato da una decorazione floreale, una vecchia ghiacciaia, una torre e quinte affrescate a imitazione di architetture gotiche. E se all’esterno il paesaggio è suggestivamente unico, all’interno sarà riflessivamente duplice. È proprio nello Spazio Museale Palazzo Tornielli, che Asilo Bianco presenta la mostra Duplice

Salvo, Senza titolo

Paesaggio a cura di Giovanna Nicoletti. Attraverso la lente dell’arte viene indagato il rapporto tra uomo e natura. Sul tema del paesaggio, nasce così un dialogo-incontro tra opere dell’800 e artisti contemporanei. Uno scambio per riflettere e prendere spunto dal passato, che sarà a sua volta amplificato dall’analisi dello sguardo ricevuto. Sono la luce, il colore, l’acqua, la neve, le presenze e gli alberi, gli elementi di spicco del tema che diventa il pretesto per la rivisitazione dell’esperienza figurativa: rappresentazione semplificata del moto dell’anima e insieme documentazione del territorio. Territorio non solo documentato, ma anche enfatizzato con una duplice mossa: le opere arrivano da collezioni private, e gli artisti che le hanno realizzate hanno tutti avuto un legame

Spazio Museale Palazzo Tornielli

con questo luogo. Tra di loro Giovanni Battista Ciolina, Emilio Longoni, Carlo Fornara, Angelo Morbelli, Giovanni Segantini, Eugenio Gignous, Antonio Fontanesi, Giovanni Fattori, Robert Gschwantner, Marcovinicio, Salvo, Gioberto Noro e Paola De Pietri. Fino al 3 giugno 2012, l’occasione per ammirare Duplice Paesaggio e trarne molteplici riflessioni, accompagnati dalla quiete che si respira vicino ai laghi, sorretti dall’energia che si assorbe quando la cultura diventa scambio.

COOLTO

04

• 47


COOL EVENT di Alessandra Luti

PP I

A Monte-Carlo il

Premio Professionalità Italiana La 12a edizione dell'elegante “Serata Italiana” si svolgerà venerdì 8 giugno prossimo nella “Salle Empire” dell'Hotel de Paris nel Principato di Monaco.

M

Monte-Carlo. L'inedita iniziativa, e assolutamente

Principato, già sede dell’ex Premio “Foglio d’Oro”

unica nel suo genere oggi, a distanza di 11 anni

il quale, dall’anno scorso, ha modificato il proprio

è cresciuta ed è diventata nel tempo un appunta-

titolo in “Premio Professionalità Italiana”. La ricor-

mento tra i più ambiti per la comunità italiana,

renza coinvolgerà ancora le istituzioni italiane e mo-

ma anche per monegaschi e francesi, che vivono

negasche del Principato sempre presenti nelle

e lavorano nel Principato di Monaco. Un avvenimento

grandi, ma sempre poche, occasioni di stampo ita-

che riconosce a decine e decine di connazionali

liano. Si rinnova perciò la bella storia nata per ren-

sparsi nel mondo, quella credibilità storico-culturale

dere merito a quei connazionali che nelle rispettive

che fa accrescere all'estero il prestigio del nostro

professioni svolte in Italia e nel mondo, incremen-

Paese. La dove lo Stato italiano non riesce, pur-

tano il prestigio italiano in un momento, per altro,

troppo, a capire le reali ragioni socio-culturali di

in cui la crescita socio-economica è molto confusa.

chi vive all'estero, ancora una volta è il Privato ad

L'’iniziativa si ricolloca nel segno della continuità che

intervenire attraverso la propria fantasia, unita alla

va, oltretutto, nella direzione contraria a quella crisi

capacità professionale, quindi a “sostituirsi” alle isti-

che ci perseguita e che sta aggravando le classi so-

tuzioni per avviare e consegnare alla storia illustri

ciali più deboli. Andando controcorrente il magazine

nomi di persone, talvolta non popolari, di quell'ita-

Il Foglio Italiano (edito a Monte-Carlo e distribuito in

lica dignità spesso dimenticata. Un segno di inco-

mezza Europa), organizzatore dell’evento, mobiliterà

raggiamento dunque per molti italiani che, in

ancora tutte quelle forze che da sempre contribui-

tantissimi casi, hanno fatto la propria fortuna fuori

scono alla riuscita della Serata Italiana. A proposito

dall'Italia. La manifestazione si terrà, come sempre,

di crisi economica la presenza, anche quest'anno,

nella sontuosa “Salle Empire” dell’Hotel de Paris del

il Brand “Vitality'S”, by Farmen spa di Torino,

48 • COOLTO

04


azienda premiata l'anno scorso nella categoria

è stato creato dal maestro orafo calabrese Michele

“Imprenditoria” e leader internazionale nel settore

Affidato: l'opera raffigura lo stemma originale

della cosmesi, assume ancora una volta il ruolo

del Principato ed è stata realizzata a mano con la tec-

di main-sponsor rinnovando così la fiducia per que-

nica dello sbalzo su lastra in argento e smalti

sto appuntamento mix tra cultura e società attuale.

a fuoco. Tra le Nomination della 12a edizione:

Anche in questa Serata Italiana, come d'altronde nelle

l'Inviato Speciale della Rai, Antonio Caprarica (cor-

precedenti, si degusterà un particolare quanto tipico

rispondente da Londra); la cantante lucana ARISA;

menù di una Regione, quella del Piemonte che non

il popolare artista contemporaneo torinese Ugo

mancherà di stupire gli ospiti per la qualità dei pro-

Nespolo (nonché direttore del Museo del Cinema

dotti, ma anche per una serie di iniziative che non

di Torino); Gigi Gandini (hair stlyst internazionale)

anticipiamo per non far perdere agli ospiti il gusto

e la fondatrice, nonché Presidente della New York

della sorpresa finale; una serata nella quale, ai circa

University, Signora Mariuccia Zerilli che divide i suoi

240 illustri ed eleganti commensali verrà offerto

impegni tra Monte-Carlo e gli Stati Uniti; tutto ciò,

anche un gradevole mini-spettacolo del cabarettista

ed altro ancora, perché il patron della manifesta-

calabro-, torinese Franco Neri, mentre, tra i premiati,

zione, il giornalista torinese Ilio Masprone non

nelle specifiche categorie professionali, la cantante

esclude sorprese dell'ultimo minuto.

ARISA (2a al Festival di Sanremo di quest'anno)

Se siete interessati a partecipare potete prenotare:

proporrà alcuni suoi brani di successo. A presentare

il costo singolo è di € 200 tutto compreso.

questa dodicesima Serata Italiana la giornalista

Per info foglioitaliano@gmail.com

romana del TG2 Chiara Lico. Il simbolo del Premio

E... preparate l'abito da sera.

COOLTO

04

• 49


CURIOSITY di Valeria Pace

Montecarlosbm.com il nuovo look di Monte-Carlo SBM …online!

A

A Monte-Carlo, l’eleganza passa anche attraverso

tion Experience, Nightlife Experience, Wellbeing Ex-

il web. Dal desiderio di coniugare passato, presente

perience e Meeting Experience. Cliccando su “Fatene

e futuro, sottolineando il prestigio del più antico

esperienza diretta”, l’utente potrà partecipare a un

gruppo alberghiero monegasco e mantenendosi sem-

esclusivo tour virtuale tra ristoranti gourmet, suite,

pre al passo coi tempi, nasce la nuovissima versione

discoteche, piscine, centri benessere e sale riunioni,

di montecarlosbm.com, il portale online di Monte-

stando comodamente seduto in poltrona. Le novità

Carlo Sociètè de Bains de Mer. Attualmente online

in casa SBM non finiscono qui: parallelamente al

in tre lingue (francese, inglese e italiano), il sito sarà

lancio del nuovo portale online del gruppo alberghiero

presto disponibile anche in russo, per avvicinarsi alle

monegasco, sono state apportati miglioramenti anche

richieste di un pubblico sempre più ampio.

ai siti internet dei singoli hotel. Tra le novità, anche

Grazie a un layout grafico completamente rinnovato,

qui spiccano le nuove pagine dedicate alle Suite,

da oggi navigare su montecarlosbm.com diventa

con più dettagli e informazioni (descrizione, galleria

un esercizio semplice. Design ergonomico e navigabi-

fotografica, tour virtuale a 360°, mappa, servizi, ac-

lità intuitiva sono le maggiori novità rispetto alla ver-

cessori, tariffa dinamica a 90 giorni, prenotazione di-

sione precedente, con un conseguente accesso

retta tramite la pagina del prodotto). Grazie a questo

facilitato alle informazioni, in pochi click. Un interes-

nuovo design dinamico e interattivo, l’utente potrà

sante assaggio dell’offerta Monte-Carlo SBM è regalata

immergersi virtualmente nell’atmosfera chic delle

dai video immersivi presenti sul sito, suddivisi

177 suite degli alberghi SBM, scegliendo l’opzione

in cinque diversi temi: Monte-Carlo Legend, Celebra-

che più corrisponde ai propri desideri.

50 • COOLTO

04


COOL PEOPLE di Cristina Rosso

FRANCO NERI F

E LʼAVVENTO DEL DIGITALE

Franco Neri reduce dal suo ultimo successo

si abbandona anche ad alcune personali e piacevoli

di pubblico incentrato sui 150 anni dall’Unità

divagazioni relative all’universo tecnologico.

d’Italia ora sta preparando un nuovo spettacolo dai

Sappiamo che hai in cantiere un nuovo lavoro,

contenuti ancora top secret; per noi però farà

di che si tratta? La preparazione si trova al mo-

un’eccezione e si sbottonerà circa alcuni dettagli

mento ancora ad uno stadio primordiale e non mi

su cui imbastirà la pièce teatrale. Nel frattempo

è consentito dichiarare ancora nulla, mi è concesso

52 • COOLTO

04


solo rivelare che verranno introdotti nuovi perso-

si perde il contatto ma talvolta il termine “amici”

naggi; questo passo segnerà però anche una sorta

può anche trarre in inganno.

di un ritorno alle origini in una soluzione che può

Per te il progresso dell’innovazione editoriale

essere considerata un rispolvero in grande stile.

sta tagliando i ponti con il trascorso cartaceo

La tematica principale vedrà lo sviluppo di due

o può ancora convivere con questa eredità?

linee narrative: una inerente una disamina in chiave

Non è semplice il processo per dar vita alla carta

ironica del periodo odierno e l’altra il racconto

né mantenerla imperitura nel tempo come sup-

di una storia. In ogni caso i risvolti si riveleranno

porto dato l’andamento dell’editoria. L’innovazione

ricchi di sorprese anche se bisognerà attendere

porta dei vantaggi, dei pro ma annovera anche dei

l’autunno prima che la stesura sia ultimata ed il de-

contro. Ci si perde molto a crogiolarsi nell’am-

butto nei teatri non avverrà prima dell’inverno.

biente virtuale: con un click ti puoi trovare dall’al-

Farai tappa in tutta Italia? Non è ancora stata sta-

tra parte del mondo in un attimo però non sarà

bilita una programmazione delle serate, ciò solita-

mai come viaggiare e viverti di persona il luogo,

mente non avviene prima di aver ultimato la

la gente. Non bisogna dimenticarselo.

scrittura dello spettacolo; certo mi piacerebbe toccare più città possibili e debuttare in tutti i teatri che mi accoglieranno ma non volendo fare promesse che poi non potrò mantenere e soprattutto perseverando nell’intento di non scontentare nessuno non mi è dato ancora espormi in tal senso.

ASPROMONTE

Tu che hai goduto del successo editoriale prediligi la vecchia carta stampata o ti sei già convertito al supporto informatico? Quest’ultimo è senz’altro comodo ma in assenza di batteria o di collegamento Internet ti abbandona e ti induce “sofferenza” mentre il libro non ti tradisce mai. Io sono più un tipo da libreria alla vecchia maniera, mi piace l’idea di acquistare un libro e magari farselo autografare dall’autore se si ha la fortuna di conoscerlo. Per carità, l’informatica ci fornisce parecchie soluzioni, infatti non a caso Windows significa “finestre” che ti consentono di affacciarsi sul mondo ma ci privano allo stesso tempo del

Una commedia on the road attraverso

contatto fisico, facendo sì che si perda la manualità

l’Aspromonte. La storia di un imprenditore

e l’abitudine a scrivere.

Brianzolo (Franco Neri) che finisce in Aspro-

La parola d’ordine del Salone del Libro di que-

monte per far firmare al fratello musicista

st’anno è “Primavera Digitale”: tu ne mastichi

in tournée estivo (Andrea De Rosa) un con-

di tecnologia? Mastico meglio la pasta e, anche

tratto urgente. Dopo un primo incontro tra

se non se ne può fare a meno, ormai ci si rifà

i due, il fratello sparisce e l’imprenditore è

ad esempio al cellulare per ogni necessità: telefo-

costretto a cercarlo per mari e per monti

nare, mandare messaggi, leggere le mail, scattare

certo che sia stato rapito. Grazie all’aiuto di

foto in un modo talmente ossessivo che ti toglie

un agente investigativo del corpo forestale

il gusto di effettuare queste operazioni diversa-

dello stato (Piermaria Cecchini) i due vanno

mente perché si diventa più pigri; lo stile inoltre

alla sua ricerca attraverso i percorsi dei ra-

è del tutto impersonale, tanto è vero che su

pimenti degli anni 80 tra pregiudizi ed equi-

Facebook si possono vantare migliaia di amici

voci. Un cammino di Santiago che porta il

ma non si può certo sostenere di conoscerli tutti

protagonista a riflettere sui rapporti umani

né tanto meno di frequentarli, per cui non soltanto

e sulle vere priorità della vita.

COOLTO

04

• 53


CURIOSITY di Valeria Pace

Delticom

Cresce l'acquisto di pneumatici online

I

I pneumatici? Si comprano sempre di più su internet.

acquirenti di pneumatici online, si diceva, è aumentato

E a farlo sono sempre più le automobiliste. La tendenza

significativamente rispetto all’anno scorso. E la percen-

alla crescita anche in questo settore molto particolare

tuale sale ulteriormente tra le fasce più giovani di auto-

dell’e-commerce è confermata da uno studio – “Pneu-

mobilisti: gli automobilisti pronti ad acquistare gomme

matici online 2012” - appena pubblicato da Delticom,

online raggiunge il 31% nella fascia d’età compresa tra

leader europeo nell’e-commerce di pneumatici.

i 18 e i 34 anni, rivela ancora il sondaggio. Questo

Questa azienda è nota in Italia per il negozio online

indica un ulteriore sviluppo in corso nel mercato online

Gommadiretto.it. Sono quasi uno su quattro gli auto-

degli pneumatici in Italia. Degli oltre 36 milioni di pro-

mobilisti che, in Italia, sono pronti ad acquistare su

prietari di auto, un terzo è rappresentato da donne.

internet, o l’hanno già fatto, gli pneumatici per la

A rivelarlo, questa volta, è direttamente l’Aci. Questo

propria auto. Il dato è in crescita di oltre il 7% rispetto

dato sembra essere una ragione sufficiente per abolire

al 2011, quando la percentuale si era fermata al 16%.

il famoso detto “donne e motori, gioie e dolori” e tutta

Il sondaggio è stato commissionato da Delticom a SWG

la pletora di sorpassati pregiudizi invalidati dalle decine

e gli automobilisti intervistati sono stati oltre un mi-

di donne che, per esempio, manovrano camion o lavo-

gliaio, tra i 18 e i 65 anni. Ma quali sono i fattori

rano nelle officine. Le analisi sul traffico e gli studi sugli

in grado di far sì che un automobilista decida di acqui-

incidenti confermano questo dato, giungendo alla con-

stare pneumatici su internet? Secondo la ricerca,

clusione che le donne guidano in maniera più sicura,

gli automobilisti considerano particolarmente vantag-

più cauta, hanno meno incidenti: sono in una parola

gioso risparmiare tempo confrontando online le varie

le migliori guidatrici. Secondo un’altra ricerca, appena

opzioni (99%), la più ampia selezione di modelli e mar-

il 30% degli incidenti stradali su percorsi urbani vedono

che (95%) e la possibilità di effettuare l’ordine comoda-

coinvolta una donna al volante. Anche la percentuale

mente 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 (95%). Sono valutati

di donne che acquistano pneumatici sta aumentando:

positivamente anche i prezzi più convenienti (94%)

secondo il sondaggio di Swg, tra coloro che hanno

e la possibilità di far recapitare le gomme direttamente

dichiarato che in futuro potrebbero acquistare

a un’officina partner (86%). Il numero dei potenziali

pneumatici su internet, quasi la metà sono donne.

54 • COOLTO

04


&

COOL EVENT di Valeria Pace

Art Tourism S

Si avvicina la data d’esordio di Art & Tourism:

tura e divertimento dedicato al grande pubblico

meno di tre mesi e la prima grande fiera mondiale

e agli addetti ai lavori (dal 18 al 20 maggio).

di turismo culturale, organizzata da TTG, società

E con l’approssimarsi dell’atteso momento arrivano

del Gruppo Rimini Fiera, animerà Firenze dalla sua

anche le conferme di alcuni importanti incontri che

sede di Fortezza da Basso, per un weekend di cul-

troveranno all’interno di Art & Tourism un ideale

58 • COOLTO

04


luogo di confronto e riflessione, per affrontare le tematiche principali dell’evento fiorentino da un punto di vista tecnico e specialistico, ma andando allo stesso tempo incontro alle questioni più sensibili per un’audience di appassionati. È il caso, ad esempio, di Euromeeting 2012, prestigioso seminario internazionale dedicato ai temi dello sviluppo sostenibile e competitivo delle Regioni europee: per l’occasione sono attesi circa 250 delegati da tutto il continente. I temi della sostenibilità e della competitività saranno messi in relazione a quelli del turismo d’arte, culturale e esperienziale. Si parlerà, in particolare, della definizione di modelli e indicatori specifici per la gestione ottimale delle destinazioni turistiche legate all’arte e alla cultura. Come per le precedenti edizioni, esperti e rappresentanti delle istituzioni internazionali, della Commissione europea e dell’Organizzazione mondiale del turismo (OMT), si confronteranno con le Regioni e gli attori locali sulle sfide del turismo europeo, sul suo futuro e sulle esperienze più interessanti e innovative. All’interno di Art & Tourism si svolgerà anche la prossima edizione della World Travel Market Vision Conference, al cui centro ci saranno le previsioni sul futuro del turismo. Durante questo rilevante evento internazionale, che nasce dal WTM di Londra ed è organizzato nel nostro Paese col supporto di TTG Italia, esperti di tutto il mondo si chiederanno quali saranno le performance economiche dell’industria dei viaggi e del turismo nel prossimo futuro. Nel corso del seminario verrà presentata l’esclusiva analisi di Euromonitor International, il maggior fornitore al mondo di business intelligence e analisi strategiche di mercato, e particolare attenzione verrà riposta al ruolo dei blogger nella promozione

COOLTO

04

• 59


COOL EVENT del turismo internazionale. L'edizione inaugurale della Fiera sarà supportata dalla presenza di istitu-

Programma

zioni e nomi di primo piano del panorama culturale del nostro paese. In primis Civita, associazione che rizzazione del patrimonio artistico e ambientale ita-

Gli incontri del Giornale dell'Arte

liano. Oltre a fornire il proprio patrocinio e a dare

Cinque appuntamenti con ospiti internazionali

risalto alla manifestazione sui propri strumenti di

dedicati ad approfondire il mondo delle fon-

comunicazione, Civita collaborerà all’ideazione, alla

dazioni d’arte, dell’economia della cultura, dei

progettazione e all'organizzazione di un convegno

grandi progetti di recupero e valorizzazione

durante il weekend di Art & Tourism: l'incontro sarà

del patrimonio storico e architettonico a fini

dedicato alla questione dei consumi culturali, te-

turistici.

dal 1987 opera sul territorio per la tutela e la valo-

matica cruciale per la Fiera. Come media partner “Il Giornale dell'Arte”, prestigioso mensile torinese

I grandi Festival italiani live

edito da Allemandi. La partnership potrà garantire

Quattro appuntamenti dedicati alla letteratura,

un’ampia visibilità alla Fiera sia sul mercato italiano

al cinema, al teatro e alla musica, grazie alla

sia su quello internazionale, dal momento che l’ac-

collaborazione di quattro tra i più importanti

cordo include anche la testata internazionale “The

e innovativi festival italiani degli ultimi anni.

dell'evento, invece, Art & Tourism potrà vantare

Art Newspaper”, distribuita in Nord America, Regno Unito, Europa, Australia, Sud Africa, Canada

Un giorno al museo

e Giappone. Richard Armstrong, direttore dal 2008

Un’area speciale tutta dedicata all’intratteni-

del prestigioso Solomon R. Guggenheim Museum

mento di bambini, ragazzi e adulti con le più

di New York, intervistato a Torino in occasione della

interessanti attività educative proposte dai

sua recente visita alla Fondazione Sandretto Re

principali musei toscani. Ogni ora e mezza sarà

Rebaudengo di Torino – città da lui stesso definita

possibile partecipare gratuitamente ai labora-

“per gli artisti e per coloro che comprendono la bel-

tori proposti per un’esperienza di cultura e di

lezza” - ha espresso la sua illustre opinione sullo

arte divertente e formativa al tempo stesso.

stato attuale dell’arte e, in particolare, sull’Art&Tourism. “Credo che un evento di questa portata

A&T Academy

– ha dichiarato il direttore – debba sicuramente su-

Un intenso palinsesto di incontri formativi e se-

scitare l’interesse delle istituzioni pubbliche e pri-

minari dedicati ad un pubblico di operatori

vate. L’arte, la musica, il teatro, il cinema, ma

e di persone interessate ad approfondire

anche il turismo e la comunicazione sono fattori im-

e aggiornarsi sulle ultime novità in materia

prescindibili per cambiare la visione di una società.

di turismo e cultura.

Art&Tourism ha sicuramente un ruolo determinante come contenitore di tutti questi elementi, e per que-

Viaggi a regola d'arte

sto deve puntare al massimo sulla promozione

A colloquio con i professionisti del turismo

e sulla valorizzazione delle ricchezze presenti sul

che hanno cambiato il modo di viaggiare.

territorio italiano, a cominciare proprio da Firenze”. A dimostrazione dell’unicità di questo evento,

Club to Club generation

Armstrong ha sottolineato inoltre l’importanza della

Una serata dedicata alla contemporaneità

location prescelta per ospitare la prima edizione

espressa attraverso le nuove frontiere della

di Art&Tourism: “Credo che il contesto nel quale

musica elettronica nazionale ed internazionale.

si sviluppano manifestazioni artistiche e culturali

Un viaggio nella ricerca musicale e visiva con-

possa sicuramente essere un fattore di grande

temporanea di Torino, Berlino e Istanbul, che a

successo, e Firenze è senz’altro un teatro perfetto

Firenze da Basso si concretizzerà in un appun-

per un appuntamento come Art&Tourism”.

tamento imperdibile per gli amanti del genere.

60 • COOLTO

04


TRAVEL di Elena Panzica

Marsa Alam DOVE CIELO, MARE E DESERTO SI INCONTRANO

64 • COOLTO

04


Abu Dabbab

S

Sembra incredibile, ma esistono ancora luoghi non troppo lontani che sono rimasti quasi disabitati fino a pochi anni fa, luoghi che si raggiungono con un volo di poco più di quattro ore da casa nostra e che tuttora conservano tratti selvaggi e spigolosi. Marsa Alam è uno di questi. Fino al 2000, Marsa Alam non era altro che un villaggio di poco più di 6.000 anime sulla costa orientale egiziana, affacciato su un meraviglioso mare che dava da vivere alla maggior parte degli abitanti, appartenenti a due tribù di beduini. Chi non era dedito alla pesca, era impiegato nelle attività estrattive dell’entroterra, nelle miniere di marmo e fosfati, ma in epoche antiche anche di oro e smeraldi. Nel 2001, uno sceicco kuwaitiano molto lungimirante, ha aperto l’aeroporto internazionale, circa 270 chilometri a Sud della già conosciutissima Hurghada e 60 km a Nord della cittadina di Marsa Alam. Questo è stato l’inizio del processo di trasformazione di questo tratto di costa incontaminato in un attrezzato centro turistico. Nonostante questo boom, che riguarda soprattutto l’area vicino all’aeroporto, dove è stato creato un porto e un insediamento turistico denominato Port Ghalib, molto del fascino selvaggio originale è ancora vivo. Soprattutto se ci si spinge verso Sud, superando Marsa Alam paese, si può ancora provare l’emozione offerta dal deserto. La natura qui ha saputo essere al contempo incredibilmente avara e generosa. La terra non è altro che arido deserto di roccia rossastra, dove la vegetazione non può sopravvivere e l’uomo ha dovuto adattarsi a condizioni di vita estrema. Ma appena si volge lo sguardo verso il mare, si può vedere l’altro lato della medaglia. La barriera corallina orla quasi tutto il tratto di costa, per diverse centinaia di chilometri. Il mare è trasparente con colori vivi che toccano tutte le tonalità dal verde al turchese. Centinaia di pesci dalle mille forme e colori abitano queste acque, insieme a grandi creature meravigliose come tartarughe, squali, mante, delfini e il dugongo, il gigante buono dalle sembianze di sirena che può arrivare a pesare fino a 500 chili. I coralli sembrano dipinti dal pennello di un abile artista, con le punte viola, azzurre, verdi come tanti gioielli preziosi ad ornare il fondo del mare. Inutile dire che le attività principali di un soggiorno a Marsa Alam sono legate al meraviglioso mondo sommerso: immersioni, uscite in barca verso baie incontaminate, snorkeling. In particolare, l’area protetta di Wadi Gimal, un parco nazionale che si estende per circa 100 km lungo la costa, offre alla vista lunghe spiagge

COOLTO

04

• 65


TRAVEL di sabbia bianca, grovigli di mangrovie e palme tropicali, oltre alla splendida barriera corallina, dove immergersi significa fare di certo incontri eccezionali. Anche la spiaggia di Abu Dabbab e la sua baia promettono emozioni intense a chi decide di bagnarsi nell’acqua trasparente e invitante di questo tratto di costa. Entrare in mare qui è molto facile, la barriera corallina borda i due lati della baia mentre la parte centrale ha un fondale sabbioso che permette l’accesso a tutti, grandi e piccini, senza dover ricorrere alle scarpette protettive. Oltre a tutto ciò, il sole splende quasi tutto l’anno su questo angolo di mondo, e una perenne brezza (talvolta vento possente) garantisce la sopravvivenza anche nei mesi più caldi, quando le temperature possono sfiorare i 50°. La maggior parte dei resort costruiti in questa zona hanno ornato le proprie aree comuni con giardini, palme e fiori, offrendo agli occhi un inusuale contrasto con l’ambiente circostante. Volendo, quindi, si può passare una settimana all’insegna del relax più totale e della tintarella, Marsa Alam offre però anche altri spunti al visitatore curioso, luoghi da visitare nelle ore in cui il sole è più clemente, accompagnati da guide esperte. Dirigendosi a Nord di Marsa Alam e raggiungendo Quseir, (140 km circa) si imbocca la più antica via di comunicazione tra il Mar Rosso e Qena, situata nei pressi di Luxor. A circa metà

Barriera Corallina

Spiaggia di Marsa Alam

66 • COOLTO

04


percorso si attraversa Wadi Hammamat, una valle dove si possono ammirare centinaia di iscrizioni rupestri e graffiti, i più antichi dei quali risalgono al 4.000 A.D. Questa zona è inoltre divenuta famosa perché da qui veniva estratta la pietra verde di Bekheny, ritenuta sacra, con cui sono stati confezionati molti manufatti ritrovati in seguito nelle piramidi egizie. Nei pressi di Wadi Hammamat, si trova Bir Umm Fawakhir, un sito di epoca bizantina, dove i cristiani copti che si dedicavano all’estrazione dell’oro in zona hanno fondato un piccolo insediamento di circa 200 abitazioni, i cui resti sono ancora ben visibili ai giorni nostri. Spostandoci più a Sud e percorrendo la strada del deserto che unisce Marsa Alam a Edfu, ci si imbatte in una valle dove è ancora visibile e ben conservato un tempio dedicato a Seti I, di cui è possibile però visitare soltanto l’entrata. Nei pressi si trova un antico pozzo e le pareti del “wadi” (valle) sono ornate da una stupenda arte rupestre che raffigura scene di caccia, animali come gazzelle e ippopotami e le lunghe imbarcazioni egizie. Una visita alle oramai abbandonate Miniere di Cleopatra, dove sono stati estratti smeraldi dai tempi antichi fino al 1545, può completare il nostro viaggio alla scoperta della storia e della cultura di questa zona remota ma al tempo stesso toccata dall’influenza di grandi civiltà come quella egizia e quella romana.

Barriera Corallina

Wadi Gimal

COOLTO

04

• 67


FASHION TIME di Maria Greco

OP ART MANIA & DOLL’S POWER

1

4

2

3

5

6 3

70 • COOLTO

04


Op Art: accostare particolari forme e colori in modo da creare una sensazione di movimento tridimensionale. Stile Dolls: gonnelline, zaino in spalla, capelli cotonati e pink gloss sulle labbra. Un tocco di brio, luce e incanto. 01 Holly Fulton | 02 Kenzo | 03 Loewe | 04 Prada | 05 Tory Burch | 06 Marni 07 Morello | 08 Moschino Cheap&Chic | 09 Jeremy Scott | 10 Kirchoff | 11 Viktor & Rolf | 12 Moschino Cheap&Chic COLLEZIONI PRIMAVERA_ESTATE 2012

7

8

9

10

11

12 7 COOLTO

04

• 71


FASHION TIME

ENFANT TERRIBLE

1

4

2

3

5

6 3

72 • COOLTO

04


Ispirato un po’ al costume di Pinocchio, il look da “enfant terrible” composto da giacchino con baschina e calzoncini riscuote sempre un certo fascino. Soprattutto se indossato da ragazze con gambe lunghe e aria impertinente. 01 Les Copains | 02 Moschino Cheap&Chic | 03 Marc by Marc Jacobs | 04 Carven | 05 Byblos | 06 Scervino 07 Dolce&Gabbana | 08 Ashish | 09 Moschino Cheap&Chic | 10 Sonia Rykiel | 11 Chisato | 12 Moschino Cheap&Chic COLLEZIONI PRIMAVERA_ESTATE 2012

7

8

9

10

11

12 7 COOLTO

04

• 73


P

LOOK MAKER di Marco Todaro • officinadellostile.net • marco.todaro@officinadellostile.net Foto di Gabriele Marchesini

Primavera

Il risveglio del biondo! Un colore anti crisi, con zero effetto ricrescita, più rispetto della fibra e accostamento cromatico

Amici del Bello... La rivincita è cominciata! Il biondo icona da sempre si fa largo e riconquista lo scenario! Le gamme dei marroni negli ultimi anni avevano rubato la scena oscurando e coprendo questa tradizionale e amata tonalità, ma quando un colore fa epoca è impensabile sconfiggerlo. Pensiamo solo a Marilyn Monroe e poi Brigitte Bardot, Sharon Stone, Britney Spears, Cameron Diaz e ancora Nicole Kidman e Lady Gaga. Proprio in questi giorni mi è stato chiesto da una testata internazionale di commentare il recente Look di Madonna, anche lei di nuovo bionda, e onestamente credo che l’intenzione sia quella di far parlar di se e di iniziare a dichiarare la sua età, che fino ad ora aveva ben mimetizzato. Ma se è vero che il biondo è pronto a decollare (la scelta delle star lo conferma) e altrettanto vero che lo fa con nuove sfumature e dinamiche. Prima cosa da dire, i biondi di nuova generazione denominati Ultra.Blonde “Super schiarenti Plus” si esprimono con luce propria, in grado di gestire tutte quelle indesiderabili e anti estetiche virature giallognole e capaci di schiarire fino a 5 toni! Solo fino un anno fa questo non era assolutamente possibile. Nuove nuance MODA Biondo perla, Biondo sabbia e per le più sofisticate il Biondo Champagne Rosè. Tecniche nuove, risultati nuovi, oltre che nella nuance anche nella distribuzione della luminosità. E, dato il periodo, perchè no! Un colore anti crisi, con zero effetto ricrescita, più rispetto della fibra e accostamento cromatico in linea con chi lo indossa, che non sarà più costretto a rivolgersi al parrucchiere in tempi brevi per ricorrere ai ripari estetici. Mi raccomando! Affidatevi sempre ad un professionista per decidere insieme quale è la tipologia più corretta in base al vostro viso, colore degli occhi, della pelle e sopratutto allo spirito e al vostro carattere. Per ottenere un bel biondo che sia credibile, sincero, è indispensabile una diagnosi partecipativa per stabilire con precisione se realizzare un total Blond, quindi un colore interamente chiaro dalla base alle punte, o se meglio un biondo parziale, distribuito lontano dalla base o con delle schiariture specifiche posizionate in modo strategico, in grado di rafforzare e sottolineare le zone da portare in primo piano. Non dimentichiamo che il colore, se utilizzato in maniera mirata soltanto con chiari e scuri, può ridisegnarci il viso con il solo meccanismo delle ombre, profondità e rilievo. Quindi tutti di corsa dal proprio parrucchiere di fiducia per aggiungere (sempre se possibile) una nota di biondo al proprio stile.

74 • COOLTO

04


BEAUTY di Aurora Minardi

Nail show 1_CITYSCAPE di Cnd Shellac: Tono di grigio minimal chic, che mixa femminilità e mascolinità. Cnd Shellac non è smalto e non è gel. È il manicure per unghie che si applica come lo smalto, dura brillante ed inalterato come il gel e si rimuove in soli 10 minuti senza limatura sulla superficie delle unghie.

3

2_LE VERNIS di Chanel: Formulato come un vero e proprio trattamento, rispetta la fragile natura delle vostre unghie. Asciugatura rapida e lunga tenuta.Colore estremo e massima brillantezza.

4

3_VERNIS IN LOVE di Lancome: Ultraresistente, veste l’unghia in un solo passaggio, grazie allo speciale pennello piatto. 4_REVLON SCENTED FIZZ NAIL ENAMEL: Profumazioni dolci ed estive con una effervescente consistenza gelatinosa dalle fragranze fruttate: melone, arancio, ananas, uva, menta, pinacolada, mela, pompelmo. Profuma quando lo smalto si asciuga.

1

8

5_VERNIS di Yves Saint Laurent: Smalto per una french in technicolor. 6_VERNIS n.504 WATERLILY di Dior: verde intenso profumato alla rosa. 7_7 DAYS LONG di Deborah: Smalto a tenuta perfetta e massima resistenza. Con agente anti-shock (Eporesin Complex). Brillantezza estrema. 8_LASTING COLOR di Pupa: Nuova formula ultra-tecnologica e ultra performante per un colore lucido e intenso in una sola passata.

7

76 • COOLTO

04

5

2

6


COOL & FOOD di Chiara Avidano

ASPARAGI: belli senz’anima!

“E da poco nato un nuovo sito per gli amanti della cucina e dei dolci. Si tratta di una raccolta di ricette da tutto il mondo che la titolare del sito, Elena Panzica, ha raccolto in anni di esperienza sia casalinga che professionale e che vengono proposte dopo essere state testate accuratamente e fotografate in tutti i passaggi. Il sito si caratterizza per un’attenzione particolare alla fotografia e alla grafica, nonché per una scelta di ricette sia dalla tradizione regionale italiana che dal resto del mondo, spesso adattate per ridurre

«Per concludere e terminarla con un'indagine che la mancanza

il quantitativo di zuccheri presenti e far

di idonei risultati rende quanto mai penosa, dobbiamo dire che,

emergere il gusto degli ingredienti

da qualunque parte si esamini la questione, non c'è nulla in comune

principali. ildolcificio.it vi aspetta!”

fra gli asparagi e l'immortalità dell'anima». Achille Campanile Eppure io la vedo: una bell’anima verde, capace di regalare sfumature violacee degne di una seta cangiante. Oppure bianca, quasi crema di latte, a evocare la dolcezza di gusto che racchiude. L’asparago o Asparagus officinalis, dall’antico persiano asparag, germoglio, è un ortaggio primaverile millenario, presente sulle tavole dai tempi degli Egizi. Molto apprezzato dagli imperatori romani, tanto che se ne trovano citazioni negli scritti di Plinio e Catone, ha vissuto il periodo di massimo splendore nella Francia del Re Sole e nell’Inghilterra del XVI secolo, per poi essere esportato in America, dove i nativi lo essiccavano per usi officinali. È sano, ha proprietà diuretiche ed è oggetto di studi già dalla fine del 1800, causa una ben nota conseguenza ‘olfattiva’ collaterale al consumo. Ma soprattutto è gustoso, quindi, ricercato per molte ricette. Esiste una tipologia di asparago poco nota che detiene il primato della sfumatura: l’asparago rosa di Mezzago. Unici tra gli altri, hanno l’apice rosato e la parte restante bianca. Il colore e le qualità organolettiche, grazie alle condizioni climatiche e alla tipologia di terreno del mezzaghese (argilloso e con una forte presenza di minerali ferrosi) fanno di quest’asparago dal colore fiabesco un prodotto particolare. La leggenda lo vuole originario dei terreni americani, portato qui da un esule locale, il Muschen, che ne lanciò la coltivazione nei primi decenni del ‘900. La sua produzione visse un periodo d’oro negli anni ’30 sviluppandosi fino agli anni ’60, ma venne progressivamente abbandonata dal ’70, causa la generale industrializzazione locale. Reintrodotto nel 2000, oggi si fregia del marchio De.Co. Fino al 25 maggio potete assaggiarlo alla festa locale del Maggio Mezzaghese. prolocomezzago.it/asparagi

78 • COOLTO

04


COACHING di Tamara Gavina • tamaragavina.com • info@tamaragavina.com

My Coach voce Mobile Unaamica

“…La prego almeno lei mi ascolti!

pre con te a portata di mano; è effi-

bile risponde allo 011 0437901,

Sono un dipendente di una società

cienza continua, disponibilità conti-

potrai chiamare tutte le volte che

e proprio oggi ci hanno annunciato

nua. Ed ecco allora che con l’ufficio

vorrai. Ti risponderà una voce amica

che… Non posso andare a casa

in mano, posso avere il coach tra

che ti ascolterà e che raccoglierà

e dirlo, abbiamo già tanti altri pro-

le mani, per farmi ascoltare. Il digi-

il tuo sfogo. Assieme valuterete

blemi…”. “…Sono innamorato del

tale porta con sé tanta praticità,

se trasferire la tua telefonata

mio collaboratore, lui ha appena

ma ahinoi tanta solitudine e man-

al coach che, oltre ad ascoltarti,

avuto una figlia, la nostra storia

canza di socializzazione reale. MY

potrà farti riflettere sui punti chiave

è iniziata…”. “…Quel deficiente del

COACH MOBILE sopperisce a que-

della problematica. Infine, d’intesa

mio capo non ascolta, mi sento de-

sto. Quando hai bisogno di sfogarti

con il coach, potrai decidere di in-

motivata e lui non si rende conto di

e non sai a chi rivolgerti. Quando

contrare il coach stesso presso il suo

quanto siamo infognati e continua

il motivo di sfogo è così riservato

studio o terminare la conversazione

a caricarci!…”. “…Un altro cliente mi

che ne temi la diffusione. Quando

con lui. Come devi procedere?

ha chiuso la porta… non sta pa-

l’amica o l’amico non sono utili per-

È semplice! Vai nella sezione con-

gando…”. È nato in dicembre ma

ché di parte. Quando il familiare non

tatti del sito tamaragavina.com.

con le nascite natalizie e quelle del

può più ascoltarti perché è emotiva-

Compila il modulo indicando: Nome

primo giorno dell’anno, è passato

mente coinvolto. Ascoltare è un atto

- Cognome , indirizzo, P. IVA / C. Fi-

inosservato. Oggi ha quattro mesi

molto importante in questi nostri

scale. Indica quanti minuti di ascolto

e comincia a farsi sentire meglio

tempi, dove più che di suoni pos-

vorresti acquistare. Al ricevimento

ad essere ascoltato. Sto parlando

siamo parlare di rumori assordanti.

del tuo pagamento, che potrai effet-

di MY COACH MOBILE il primo ser-

Ascoltare significa prestare atten-

tuare tramite Bonifico bancario,

vizio in Italia a pagamento per

zione all’altro, a quello che ha da

PostePay,

l’ascolto telefonico. Nell’era del di-

dire. Ascoltare vuol dire: tradurre

un codice identificativo che ti servirà

gitale e nella nostra primavera digi-

in emozioni e quindi in azioni i pro-

per farti riconoscere tutte le volte

tale di CoolTO, diffondo il servizio

pri pensieri. L'ascolto e l'arte dello

che ci telefonerai.

di ascolto attraverso il cellulare.

stare a sentire attivamente ed em-

Ricorda che… due monologhi non

Cellulare è l’ufficio, è il lavoro sem-

paticamente, l’altro. My coach mo-

fanno un dialogo!

80 • COOLTO

04

PayPal,

ti

invieremo


COOL BUSINESS di Stefano Torrese - Servizi associati info@serviziassociati.it

Burocrazia Digitale La burocrazia digitale è, come già

acrobazie per riuscire semplice-

petere mille volte come mi chiamo,

state sospettando, una contraddi-

mente a lavorare. Un esempio stra-

quando sono nato, il mio codice fi-

zione in termini. La burocrazia vive

ordinario è quello di “COMUNICA”

scale ecc.” ebbene no poveri illusi!

di vincoli, moduli, procedure create

la nuova meraviglia pubblicizzata

COMUNICA è un ulteriore pratica,

appositamente per dare un senso

in ogni dove con le seguenti pom-

bisogna ripetere per l’ennesima

all’esistenza dei burocrati. Con la

pose frasi: “Da oggi è possibile

volta tutti i dati e poi allegare

scusa del bene comune schiere di

espletare tutti gli adempimenti per

le pratiche singole per tutti gli enti

mezzemaniche s’ingegnano per

aprire un’impresa con una singola

sugli stessi moduli di sempre.

ostacolare in ogni modo la vita delle

comunicazione al Registro delle Im-

Risultato? Tempo perso! Risultato

persone, se poi si parla d’imprese,

prese. Questa comunicazione con-

ottenuto! Burocrazia 1 cittadino 0.

si raggiungono vette da azzecca-

tiene tutte le informazioni fiscali,

Tutto questo costa molto caro,

garbugli manzoniano. Ora questi

previdenziali e assicurative che fino

l’associazione Artigiani e Piccole

stessi funzionari si trovano a fare

ad oggi dovevano essere inviate ad

Imprese di Mestre ha calcolato

i conti con la rivoluzione digitale e,

enti diversi con differenti modalità”.

un carico per le piccole e medie

dopo un primo momento di smarri-

Ora chiunque non sia un “pubblico

imprese dovuto alla burocrazia

mento, sono riusciti a riprendere

ufficiale” penserebbe “finalmente

di oltre 23 miliardi di euro all’anno.

il controllo della situazione. Nell’era

con un unico modulo posso iscri-

In questo periodo difficile elimi-

della rete continuano a pescare

vermi alla Camera di Commercio,

nare questo inutile fardello è indi-

i loro ignari cittadini costretti a vere

all’Inps, all’Inail e all’Iva senza ri-

spensabile!

82 • COOLTO

04


GOLF WORLD di Lele e Marco • multigolf.it • segreteria@multigolf.it

TECNOLOGIA non si può più star senza! La tecnologia, sempre più pre-

lo

sente nella nostra vita quotidiana,

cercando così anche il più piccolo

camente

non poteva non essere presente

errore, in modo da permettere agli

non poteva non accompagnarci

anche nello sport e in particolare

allievi miglioramenti immediati del

anche nello shopping, è infatti

nel mondo del golf. Per prima

proprio gioco. Sempre più in voga

possibile fare acquisti su internet

la Federazione Italiana Golf che,

la tecnologia che permette ai gio-

attraverso i siti commerciali più

già da diversi anni, ha messo in

catori di conoscere esattamente

famosi,

rete tutti i circoli di golf italiani,

la propria distanza sul campo,

ma anche entrando direttamente

collegandoli tra loro, permettendo

infatti i moderni golf cart sono

in quelli di grandi aziende e met-

così di avere sempre aggiornata

provvisti di mappe satellitari che

tendo nel carrello la merce indivi-

la posizione di ogni tesserato.

danno l’esatta posizione della

duata, comodamente da casa

A loro volta, i circoli hanno aderito

palla e tutti gli ostacoli presenti

propria, con un semplice click.

quasi tutti ad un servizio privato

sul colpo successivo. È possibile

Evviva quindi la tecnologia, ma per

che permette di vedere prima della

avere delle informazioni anche

fortuna poi il nostro colpo sul

gara gli orari di partenza, riceven-

attraverso telemetri e orologi

campo da golf dobbiamo farlo da

doli addirittura, se registrati al ser-

da polso che hanno una percen-

soli come si faceva una volta!

vizio direttamente sul proprio cellulare tramite un sms. Poi al termine della giornata di gara si possono consultare i risultati buca per buca di ogni giocatore,

le

classifiche,

vedere

i

premiati e le foto di giornata. Ancora più sofisticato invece il programma dell’European Tour (circuito

professionistico),

che

permette di guardare in tempo reale i risultati sulla carta punteggio di ogni player. Anche i maestri hanno sposato la tecnologia, si vedono infatti sempre più spesso lezioni svolte come se si fosse in laboratorio, con telecamere e tv digitali, dove viene analizzato

84 • COOLTO

04

swing

in

ogni

dettaglio,

tuale di errore sule distanze pratinulla.

legati

La

tecnologia

all’e-commerce,


APPUNTI DI STILE di Alessandro Buosi

In un epoca che tutto divora alla velocità dei bit è im-

Passioni ed emozioni

da toccare,

possedere

ed amare

portante fermarsi un momento e riprendere contatto con il nostro corpo e la nostra mente. Riscoprire quello che ci piace e ricercare quegli oggetti fatti per essere posseduti e tramandati. Per l'uomo questo può essere un orologio, rigorosamente meccanico! Si perché l' orologio meccanico, a carica manuale o automatica, porta con se un bagaglio di emozioni e cultura che attraversa i secoli ed oggi rappresenta un mestiere d'arte tipicamente umano. Il maestro orologiaio che monta una complicazione è solo il risultato di generazioni che prima di lui hanno affrontato il tempo e sono riusciti ad ingabbiarlo in minuscole casse d'oro o acciaio. Ma la vita di un orologio inizia con il suo possessore che ne proverà la gioia di vederlo marciare inesorabile al suo fianco e diventerà così il suo compagno di avventure, a volte fortunate a volte no, ma tutte saranno esperienze che nel tempo formeranno il carattere di quell'uomo. Ecco che allora il valore affettivo di questo compagno di viaggio diventa autentico. Consigliare un orologio e seguire il cliente nella scelta è per lo staff Buosi un vero e proprio impegno morale. Anche seguirlo nel dopo vendita è ugualmente importante ed è per questo che da marzo 2012 Buosi ha aperto al suo interno, nel concept store di via Angrogna 16 un laboratorio per l'assistenza al servizio dei suoi clienti. Altra grande passione dove l'abilità umana è al centro della sua creazione sono gli strumenti da scrittura, pochi istanti di pazienza giusto il tempo di scegliere l'inchiostro preferito ed ecco che la penna stilografica e pronta per scrivere le pagine della vostra storia. Si esistono bellissime penne a sfera, roller ecc ma ogni tanto cedere al fascino di una penna con un pennino che scivola dolce sul foglio ha una sensazione davvero unica. Perché privarci di questo piacere? Da Buosi oltre che la famosa Montblanc si possono ammirare e scegliere anche le stilografiche di un'azienda italiana che fa della passione il proprio stile aziendale: Delta. Buosi una realtà unica in Torino per esaltare le vostre passioni.

86 • COOLTO

04


AUTO di Nicola Macrì

JAGUAR XKR-S CONVERTIBLE Graffiante nobiltà da gustare en plein air

88 • COOLTO

04


PRIMO IMPATTO Trovarsi vicino ad una Jag, come i britannici amano chiamarla, è sempre un'esperienza interessante, perché si ha la possibilità di ammirare un intreccio di storia, sportività e aristocrazia che il marchio porta da sempre con se; queste sensazioni aumentano se parliamo della XKR-S Convertible.

LINEA E DESIGN La XKR-S quando venne presentata colpì per le sue linee classiche e contemporaneamente moderne. Il frontale aggressivo, i fanali che vi osservano come gli occhi di un giaguaro, la filante coda, i grossi cerchi conferiscono a quest'auto un aspetto unico ed inconfondibile. Il tetto in tela non poteva che aggiungere il fascino dei capelli al vento, il tutto contornato da piccole appendici aerodinamiche in carbonio.

INTERNI La nobile Jaguar, tradizionalista per natura, mantiene la sobrietà anche nell'interni: forme morbide, eleganti, colori intensi, ma non appariscenti. Il volante a tre razze sportivo è ben rifinito; il computer di bordo, posizionato al centro della plancia, nonostante la difficoltà iniziale nel gestire i numerosi comandi a disposizione, risulta intuitivo e funzionale. I sedili riscaldati sono in pelle con anima in carbonio, avvolgenti al punto giusto e comodi in ogni circostanza. Il tetto in tela (a triplo strato) offre un notevole riparo da ogni intemperia, anche se non riesce ad assorbire adeguatamente il rombo del motore (possiamo considerarlo un vero difetto?!).

MOTORI Il V8 5.0 litri a benzina sovralimentato da 550 cavalli (chiamato Supercharged) spinge bene sin dai bassi regimi, grazie alla notevole coppia. L'allungo risulta senza esitazioni fino al limitatore posizionato in zona 6.500 giri, che sembra però non placarne l'energia, anzi ne esalta il ruggito.

FILOSOFIA DI VITA Premesso che la XKR-S non è fatta per snocciolare record (non supera i 300Km/h), la Jag è il giusto compromesso tra raffinatezza e divertimento, risulta fruibile in ogni occasione: una gita estiva in Costa Azzurra, il raduno di appassionati al Nurburgring e perché no...anche accompagnare il proprio Cocker Spaniel dal barbiere.

CONCLUSIONI Il prezzo di partenza si aggira sui 143.000€, aggiungendo il pacchetto Bright (cerchi in lega dal design unico, pinze freno rosse) da 1.500€, arriviamo a 145.500€. Se amate essere al centro dell'attenzione vi consiglio la tinta French Racing Blue con ruote brunite, altrimenti nel più puro stile inglese: carrozzeria British Racing Green, capote Rosso scuro, cerchi lucidi ed interni London Tan rivestiti in pelle Jet della Poltrona Frau.

COOLTO

04

• 89


MOTO di Michele Guzzon

A M I N

A 90 • COOLTO

04


Pensate e realizzate apposta per chi ha la passione della customizzazione estrema. Sono le

inizia la customizzazione!

nuove Harley Davidson 2012, ovvero la Sportster Seventy-two e Softail Slim, dimostrazioni lampanti del fatto che a Milwakee non hanno ancora dimenticato le special del passato. La Seventy-Two nasce da un’evidente ricerca sti-

Ispirata alla cultura custom degli anni ‘60 e ’70, è caratterizzata da una superficie in vinile dalla finitura lucida, impreziosita da uno strato di scaglie ad effetto argentato.

listica orientata a ricostruire l’immagine delle moto più belle della “golden age” dei chopper, quella in cui ogni elemento superfluo era considerato nemico dello stile e veniva invariabilmente bandito perché quello che interessava era l’essenza della moto: motore, l’acciaio del telaio e del manubrio, due ruote e poco più. La Seventy-Two riattualizza il concept minimalista di quei mezzi fregiandosi di un nome ispirato al Whittier Boulevard di East Los Angeles, luogo di passaggio per eccellenza di queste moto noto con il nome di Route 72, e utilizzando una meravigliosa tinta speciale chiamata

Quando diventa necessario portare in moto solo l’essenziale, entra in gioco questo pratico accessorio novità che in poco spazio risolve davvero tanto.

Hard Candy Big Red Flake che nasce da un processo molto particolare in cui scaglie metalliche vengono annegate in uno strato di liquido poliuretanico ricoperto da alluminio pigmentato e da cinque strati di vernice trasparente lucidata a mano. Motore 1200 Evolution (coppia massima dichiarata è di 96 Nm a 3500 giri), serbatoio Peanut, manubrio Mini Ape da 10 pollici, cerchi a raggi da 21 all’anteriore e da 16 al posteriore, gomme con spalla bianca e pedane avanzate completano l’opera. Altrettanto essenziale – eppure dotata di una presenza scenica del tutto diversa – è invece la Softail Slim, che a differenza della Seventy-Two rinuncia quasi completamente alle cromature per adottare un look total black che ha sempre il suo perché.

Questa nuova borsa laterale in pelle nasce per completare il look e la capacità di carico della Softail Slim. Si sgancia semplicemente tirando la leva posta al suo interno.

Qui l’ispirazione viene dalle “bobber” artigianali degli anni ’40 e ’50. Il motore è il Twin Cam 103B di 1.690 cc, vincolato rigidamente al telaio e dotato di contralberi di bilanciamento per ridurre al minimo le vibrazioni cattive conservando solo quelle buone. La sella monoposto si trova a soli 65 centimetri da terra, mentre cerchi e pneumatici sono da 16 pollici. Queste due nuove Harley saranno disponibili da metà febbraio presso la rete ufficiale al prezzo di 11.500 euro per la Sportster Seventy-Two e 19.500 euro per la Softail Slim.

COOLTO

04

• 91


NAUTICA di Michele Guzzon

Wider 42’ Alla conquista degli Stati Uniti

L’azienda nautica del Made in Italy,

appuntamento fieristico. La barca

senta come uno yacht di design

Wider, nata nel 2010 da un pro-

firmata Wider è un day cruiser

estremamente tecnologico, pronto

getto di Tilli Antonelli, ha presen-

veramente unico nel suo genere:

ad adattarsi alle più diverse esi-

tato negli Stati Uniti in occasione

il suo sistema automatico brevet-

genze e ad offrire un incredibile

del Palm Beach International Boat

tato, che permette di raddoppiare

ventaglio di soluzioni per garantire

Show 2012, l’esclusiva imbarca-

le superfici calpestabili del poz-

stabilità

zione Wider 42’: dopo il grande

zetto in soli 12 secondi, rappre-

impensabili, fino ad oggi, per

successo che ha ottenuto nei prin-

senta

imbarcazioni di queste dimensioni.

cipali saloni europei, Wider 42’

riferimento per il mercato nautico,

Grazie

è stato il vero protagonista di

inaugurando la categoria del wider

peso/potenza,

questo importante e prestigioso

cockpit. Il nuovo 42 piedi si pre-

raggiungere i 53 nodi di velocità

92 • COOLTO

04

un

nuovo

punto

di

e

comfort

all’ottimo Wider

del

tutto

rapporto 42’

può


massima e 40 nodi di crociera con

informazioni necessarie per la na-

all’utilizzo di forme aerodinami-

soli 110 l/h di consumo per i due

vigazione; la dotazione in plancia

che, motorizzazioni e materiali che

motori Cummins da 480 hp: un’au-

comprende inoltre il Chart plotter

garantiscono un grande risparmio

tonomia di quasi 400 miglia a 40

GPSMap® 7012 Garmin con un di-

sui consumi e un minore impatto

nodi, cosa alquanto inimmagina-

splay touchscreen da 12,1 pollici

ambientale: soprattutto la configu-

bile per un’imbarcazione di questo

e una radio digitale VHF 300i,

razione dello scafo, cosiddetto

genere. Stupefacente la tecnologia

connessa al chart plotter, per un si-

“a scalini”, permette all’imbarca-

di bordo: Wider 42’ è dotato di un

stema di navigazione di ultima ge-

zione di mantenere un assetto di

volante multifunzione con display

nerazione e massima affidabilità.

navigazione altamente dinamico

multiview integrato, simile a quelli

Il Wider 42’, basandosi sul con-

migliorando le prestazioni e ga-

di Formula 1, che riporta tutte le

cetto di energy saving, punta

rantendo una visibilità costante.

COOLTO

04

• 93


PERSONAL HOUSE HUNTER di Valentina Fracchia valentina.frc@gmail.com • lacasasumisura.blogspot.com

Come un

“app” trasforma la nostra casa Da gioco a strumento di lavoro L'avvento del digitale ha cambiato

chiusa e portarlo invece a vederne

stro cliente o del nostro decoratore

molte cose, si sa, in positivo e in ne-

uno di cui è al corrente già persino

di fiducia. Potrei andare avanti ore

gativo. Tra le tante positive non

dei dettagli dell'arredamento o dello

e ore a elencare tutti gli strumenti

posso non parlarvi di come sia riu-

stato attuale. Si risparmiano tempo

grazie ai quali oggi possiamo lavo-

scito a rivoluzionare il modo di cer-

e delusioni, non credete? E poi, una

rare e ottenere risultati sorpren-

care casa. Si pensi solo a quanti siti

volta ristrutturata e tinteggiata sarà

denti. Ogni tanto ho nostalgia

Internet dedicati alla ricerca immo-

effettivamente di nostro gusto?

del mio tecnigrafo, dei fogli di carta

biliare e “app” per smartphone e ta-

Con una semplice e intuitiva appli-

e della china... ma se penso che

blet nascano quasi ogni giorno. Siti

cazione siamo in grado di fotogra-

quando sbagliavo dovevo stracciare

che raccolgono gli annunci delle

fare una parete ed elaborarla per

il foglio e ricominciare tutto da

varie agenzie immobiliari, siti dove

ottenere un’anteprima del risultato

capo quando oggi basta un tocco

si possono trovare annunci di privati

finito ed inviarla sul momento all’in-

sullo schermo e... CANC!

e altri che si propongono di aiutarti

dirizzo di posta elettronica del no-

Benvenuto digitale.

a ricordare tutti gli immobili di tuo interesse visionati in giro per il world wide web. Sono nati blog riguardanti l’argomento dove specialisti del settore postano informazioni e consigli utili, altri gestiti dai diretti interessati che raccontano le loro esperienze e mettono in guardia con raccomandazioni chi come loro si trova alla ricerca della temuta e tanto sognata prima casa. Ogni giorno è una piacevole scoperta, mi avvalgo sempre più della collaborazione e, senza dubbio grande aiuto, di queste app (applicazioni) cui accennavo prima. Si pensi solo alla diversità tra portare un cliente a visionare un appartamento a scatola

94 • COOLTO

04

iDraw


DESIGN di Eleonora Zarauti Venezia, 1600. Nasce la prima caffetteria italiana, o meglio “bottega del caffè”. E inizia a crescere il desiderio di ricostruire nelle proprie case il clima e il profumo che si respirava nelle caffetterie. Per vantare la

Pausa caffè?

prima macchina da caffè italiana bisogno aspettare il 1860, ma nel frattempo le due macchinette più popolari furono la napoletana e la milanese: la prima era una caffettiera che si capovolgeva, composta per metà bollitore e per metà recipiente del caffè. Veniva messa sul fuoco fino a quando l’acqua non bolliva e poi veniva capovolta in modo che l’acqua scendesse goccia a goccia passando attraverso il caffè. Nella milanese invece , anch’essa con due recipienti ma separati da un filtro, quando l’acqua bolliva saliva nel recipiente superiore, si mescolava al caffè e quando si toglieva dal fuoco la bevanda scendeva e si poteva servire un buon caffè caldo. Tra i primi italiani a depositare un brevetto ci fu Giovanni Toselli, che capì il bisogno di attirare l’attenzione dei bevitori

Caffettiera napoletana

96 • COOLTO

04


di caffè occidentali in Italia. Bastò

e gruppi di distribuzione laterali

più il sapore bruciato. Nel 1948

una parola: Espresso. Un termine

ai quali venivano agganciati dei

viene prodotta la prima macchina

più ricco e complesso di quanto

supporti all'interno dei quali era

con caldaia orizzontale, nata

non si potesse pensare. Il caffè

alloggiato il filtro per il caffè ma-

dalla collaborazione di Gio Ponti,

espresso, forte, eccitante, ita-

cinato. Aprendo con la manopola

Antonio Fornaroli ed Alberto Ros-

liano, si adattava al modo di

prima l'acqua e poi il vapore, pas-

selli, che porta alla realizzazione

vivere moderno, ed era pronto

sando attraverso il caffè macinato

del modello "La Cornuta" per

ad una nuova generazione di

contenuto nel filtro, consentivano

l'evidenza dei gruppi erogatori

macchine da caffè. Per poter ser-

l'erogazione dell'espresso, che fi-

che si stagliano dal corpo cilin-

vire il caffè ai clienti occorreva

niva direttamente nella tazzina;

drico costituente il serbatoio.

che le macchine fossero semplici

la macchina era dotata anche di

Nel 1956 viene realizzata Dia-

da usare ma che producessero un

rubinetti,

prelevare

mante per la serie "Concorso",

caffè gustoso. Uno dei primi uo-

acqua calda o vapore per prepa-

progettata da Bruno Munari ed

mini ad assumere una certa rile-

rare bevande calde. Questo si-

Enzo Mari, dove la carrozzeria,

vanza nella creazione di queste

stema

un

in lamiera metallica preverniciata,

macchine italiane fu Luigi Bez-

sapore aspro "bruciato", causato

è formata da elementi geometrici

zera, anche se non sviluppo la

dal fatto che durante l'eroga-

e modulari che, composti tra loro,

sua produzione in termini indu-

zione, oltre all'acqua, si faceva

variandone il numero ed il colore

striali. Siamo nel 1902 quando

passare il vapore nel caffè. Dal

danno vita a macchine di diversa

la sua società viene rilevata da

1948 viene adottato un nuovo

lunghezza e ai più vari accosta-

Pavoni. La macchina era a svi-

sistema che prevedeva il prelievo

menti cromatici. Il viaggio nel

luppo verticale, con una caldaia

dalla caldaia in pressione di sola

mondo del caffè è ancora lungo,

mantenuta

costantemente

dai

quali

comportava

però

in

acqua, fatta filtrare attraverso

non resta che aspettare il pros-

pressione da un fornello a gas

il caffè tramite un pistone spinto

simo treno gustando un buon

posizionato

da una molla; il caffè non aveva

caffè, rigorosamente italiano.

sotto

la

caldaia,

Diamante, serie Co ncorso, di Bruno Munari e Enzo Ma ri

COOLTO

04

• 97


ARTE di Andrea Rodi

Silvio Vigliaturo

HELP!

A partire da venerdì 25 maggio

di

fallimentare

in vetro di oltre due metri d’al-

2012, il Museo Regionale di

a quelle stesse grida. Recupe-

tezza, rappresentano ciascuna

Scienze Naturali di Torino ospita

rando la celebre icona warholiana

una risposta sempre e solo par-

un’importante mostra che racco-

di Mao Tse Tung, Silvio Vigliaturo

ziale alla crisi che sta colpendo

glie le ultime creazioni dell’arti-

ne dà un’interpretazione ancor

l’Occidente e che, per Vigliaturo,

sta e maestro del vetro Silvio

più contemporanea e affine alla

non è soltanto economica, ma

Vigliaturo. Il percorso, ideato da

nuova realtà cinese, che troppo

ha un forte corrispettivo morale

Vigliaturo

appositamente

una

risposta

per

spesso coniuga gli aspetti più de-

nella nichilistica e relativistica

l’occasione, insieme ai curatori

leteri del capitalismo estremo

perdita dei valori che contraddi-

Cinzia Folcarelli e Andrea Rodi,

e del regime comunista. Nella vi-

stingue le società postmoderne.

si snoda alla stregua di una nar-

sione dell’artista, il Grande Timo-

La mostra è realizzata in collabo-

razione suddivisa in racconti for-

niere indossa degli occhiali da

razione con l’associazione cultu-

temente connessi gli uni agli altri.

sole di una famosa azienda ame-

rale De Arte.

Ogni storia è rappresentata da

ricana, e sotto le lenti nere che

Museo Regionale di Scienze

una suggestiva installazione in

coprono il suo sguardo sfilano

Naturali

cui scultura in vetro e dipinto di-

inermi degli esseri trasparenti,

Via Giolitti 36, Torino

ventano tutt’uno, trovando nel

sviliti della loro stessa umanità.

25 maggio 2012, ore 18

segno marcato e sinuoso e nei

Le venticinque opere che com-

dal 25 maggio al 1 luglio 2012

magistrali accostamenti croma-

pongono la mostra, tra dipinti

mrsntorino.it

tici, tipici dell’artista, la loro co-

di grandi dimensioni e sculture

museovigliaturo.it

mune origine.

Ad aprire la

mostra è l’opera Help!, in cui una struttura a croce separa quattro sculture in vetro di grandi dimensioni che alternano due grida di aiuto ad altrettante rappresentazioni di padri e madri abbracciati ai loro figli. I genitori appaiono a testa china, quasi che l’interminabile crisi economica li avesse affranti e sconvolti, rendendo sempre più incerto il futuro della loro prole e sconfiggendo ogni residua speranza di un avvenire migliore. La seconda installazione – La lunga marcia – racconta

98 • COOLTO

04

LA LUNGA MARCIA, installazione


TEATRO di Francesca Simonetti

MACBETH di William Shakespeare

Martedì 15 maggio al Teatro Cari-

giorni di Andrea Bajani coprodotto

lontano, fragile e compassionevole,

gnano la Fondazione del Teatro

dallo Stabile di Torino. Macbeth

crolla quando ha finalmente otte-

Stabile di Torino e il Teatro Stabile

è uno dei personaggi più attuali del

nuto il titolo di regina, incapace di

del Veneto "Carlo Goldoni" presen-

corpus shakespeariano: il contrasto

uscire da una nevrosi che la ren-

tano in prima nazionale MACBETH

tra pensiero e azione, la percezione

derà una figura speciale agli occhi

di William Shakespeare, nella

di essere intrappolato in una rete

di Sigmund Freud nel suo celebre

nuova traduzione di Nadia Fusini,

di incubi soffocanti, la dispera-

saggio del 1916. Scrive De Rosa:

con la regia di Andrea De Rosa.

zione, il conflitto tra ambizione

«quando ho lavorato alla messa in

Lo spettacolo sarà interpretato da

e senso di giustizia, l’essere preda

scena dell’opera di Giuseppe Verdi,

Giuseppe Battiston e Frédérique

di un ingranaggio infernale di

nel 2008, mi tornava spesso in

Loliée e da Valentina Diana, Ric-

fronte al quale il libero arbitrio

mente la frase di un filosofo che di-

cardo Lombardo, Paolo Mazza-

deve arrendersi, sono i termini per

ceva che, tra tutti i mali, il peggiore

relli, Stefano Scandaletti, Marco

l’identificazione con la nostra parte

che si possa immaginare è quello

Vergani. Il suono sarà affidato

più oscura, il nostro demone per-

che i nostri desideri si avverino. Ho

a Hubert Westkemper, le luci sono

sonale. La sua Lady, stretta tra

capito il senso di questo paradosso

a cura di Pasquale Mari, i costumi

la determinazione nell’essere mo-

solo di fronte a Macbeth.».

di Fabio Sonnino, le scene di

tore di violenza e i lacerti di una

teatrostabiletorino.it

Nicolas Bovey; assistente alla regia

dolcezza che emerge da un tempo

info@teatrostabiletorino.it

Giovanni Del Prete, fonico Angelo Longo. Lo spettacolo sarà replicato al Carignano fino a domenica 3 giugno 2012. Dopo il successo de La Tempesta, interpretato da Umberto Orsini, e dopo la fortunata regia lirica del Macbeth di Giuseppe Verdi, Andrea De Rosa affronta la tragedia più breve di William Shakespeare scegliendo due intensi interpreti per le parti principali: Frédérique Loliée, sua attrice prediletta e indimenticabile interprete di Elettra, e Giuseppe Battiston, talento cinematografico e teatrale, applaudito

protagonista

dalla

scorsa stagione teatrale di 18mila

100 • COOLTO

04

Prove spettacolo di Bepi Caroli


CINEMA di Paola Gamberutti

E quella “primavera personale” che arriva quando pensi che sia ancora “inverno”

COOLTO CONSIGLIA MEN IN BLACK 3 Gli agenti J e K tornano per dare il via al terzo capitolo della saga Men in Black. Dopo quindici anni di lavoro nell’organizzazione segreta e nei suoi abiti neri, J scopre che ci sono ancora dei segreti nell’universo di cui non è a conoscenza e qualcosa di nuovo e travolgente che lo attende: un viaggio nel tempo. Approderà così nel 1969 per collaborare con la versione ventinovenne del collega K, salvare lui e il futuro dell’intero pianeta. MARGIN CALL Wall Street, 2008. In sole dodici ore i componenti chiave di una prestigiosa banca d’investimento devono tentare di far fronte alla crisi che sta per abbattersi sull’azienda, e non solo. Sarà quello l’inizio di un collasso finanziario di portata mondiale che cambierà la storia. Tra numeri e uomini, etica e interesse personale, l’occasione per dimostrare che ad azione corrisponde reazione, e che il futuro di tanti è affidato alle mani di pochi. HURGEN GAMES Lo stato di Panem, ciò che resta del Nord America in un futuro postapocalittico, partecipa a una nuova edizione degli Hunger Games: reality show cruento, evento televisivo nazionale e gara mortale. Ogni distretto dello stato dovrà, tramite sorteggio, selezionare un ragazzo e una ragazza di età compresa tra i dodici e i diciotto anni da schierare per il combattimento. Solo un partecipante sopravvivrà, e una coraggiosa sedicenne sarà protagonista. LA FUGA DI MARTHA Martha fugge dalla setta religiosa in cui vive da due anni e si rifugia dalla sorella maggiore e dal cognato, gli unici familiari che le sono rimasti. Ma se la sua fuga fisica sembra riuscita, quella psicologica è ancora lontana. Nella mente di Martha si affollano ricordi traumatici di un passato che pare pronto a tornare, e pensieri angoscianti di un futuro che non trova la strada per arrivare. Realtà e illusione si rincorreranno confondendosi.

102 • COOLTO

04

IO

e

TE

Lorenzo, protagonista del film “Io e te” di Bernardo Bertolucci, nonché dell’omonimo libro di Niccolò Ammaniti. Troppo graffiato dal freddo pungente del suo inverno che tarda a passare, lui la primavera non la aspetta, forse solo perché non l’ha ancora conosciuta. Quattordicenne introverso che ha da sempre problemi psicologici e di comunicazione, quando scopre che i suoi compagni trascorreranno la settimana bianca a Cortina senza invitarlo, partirà per un luogo al cui ingresso non è richiesto invito. Provvisto di cibo, libri, PlayStation e problemi esistenziali, trascorrerà quella settimana nascosto nella cantina di casa sua, immerso

Ed ecco che la primavera, con quel

in un letargo solitario, lontano dalle

profumo di speranza che avvolge

regole di un mondo a cui non sente

il rumore di cambiamento, arriva an-

di appartenere. Ma l’imprevisto è in

che quando ci si dimentica della sua

agguato e si chiama Olivia. La semi-

esistenza. Alle volte l’inverno è così

sconosciuta sorellastra maggiore che,

rigido che ci si scorda che una sta-

con una problematica ed incoerente

gione più morbida è alle porte.

vitalità, arriverà all’improvviso per

Ma proprio come non può esserci in-

sconvolgere i suoi progetti. Lorenzo

verno che arrivi all’estate senza pas-

vorrebbe cacciarla ma, con la protet-

sare attraverso la primavera, non può

tività di un fratello che prende atto

esistere sofferenza che porti alla fe-

dei problemi che attanagliano la so-

licità senza passare attraverso il cam-

rella, deciderà di accoglierla nel suo

biamento. Se accade è solo un’illu-

rifugio. In quel triste letargo, i due ra-

sione: un momento di bel tempo

gazzi diventeranno l’uno la prima-

passeggero, o un attimo di pace pre-

vera dell’altro: lo stimolo che porta

caria, che presto lascerà spazio al

al cambiamento indispensabile per

clima, o allo stato d’animo, prece-

crescere. Indipendentemente dall’età.

dente. E non c’è illusione, ma nem-

Indipendentemente dal freddo accu-

meno propositiva speranza, in

mulato durante il proprio inverno.


MUSICA di Daniele Smaltini

l cappellaccio a cilindro non c’è:

simboli: la chitarra Gibson, l’im-

Slash si accompagnano alla voce

è sulla copertina di “Apocalyptic

maginario “sesso & rock ‘n’roll”

di Myles Kennedy. Slash dice che

love”, ma Slash si presenta alla

rappresentato da due ragazze

questo è di fatto un disco di una

stampa italiana con una coppola

seminude, una angelica, una

band di cui lui è il leader indi-

di

riccioli.

demoniaca. Della droga non c’è

scusso: “Sono sempre stato in

Gli occhi sono nascosti dagli im-

più traccia perché “Non sono più

una band con un singolo can-

mancabili occhiali da sole a goc-

autodistruttivo come una volta”,

tante, quindi non è stata un’espe-

cia, la camicia nera è sbottonata

dirà. “Sono ragionevolmente sta-

rienza nuova lavorare solo con

a rivelare un ciondolo con un

bile, anche se vivo ancora in que-

Myles. Il disco precedente, quello

teschio. Il chitarrista è riconosci-

sto circo pazzesco che è il rock ‘n’

sì è stata una novità, visto che

bilissimo anche senza uno dei

roll, in cui mi porto dietro la mia

c’erano diversi cantanti. Questa

suo marchi di fabbrica: salterà

famiglia, che mi sorregge”.

è probabilmente la mia prima

fuori magicamente da una scatola

E c’è l’immaginario fatto di ser-

vera esperienza solista ed è stata

solo più tardi, per un servizio fo-

penti e teschi che l’ha sempre

davvero positiva, finora. È stato

tografico. Sulla copertina del

accompagnato

è

liberatorio per me gestire le deci-

nuovo album, in uscita il 22 mag-

uscito

Roses.

sioni da solo, senza dover me-

gio a due anni di distanza da

“Apocalyptic love” è un disco

diare con altre quattro persone.

“Slash”, però non c’è solo il cap-

di hard rock senza tempo, in cui

È sicuramente un picco della

pellaccio a cilindro. Ci sono altri

le chitarre riconoscibilissime di

mia carriera”.

pelle

104 • COOLTO

calata

04

sui

dai

da

Guns

quando ‘N’


LIBRI di Alessandra Luti

PROMETTIMI CHE SARAI LIBERO di Jorge Molist - Longanesi È una limpida mattina del 1484 e Joan Serra sta giocando a indovinare le forme delle nuvole che macchiano il cielo. Più in basso, una sagoma ben più minacciosa solca il limpido mare della cala di Llafranc: una galea corsara sta per assaltare il piccolo borgo di pescatori in cui Joan è nato, dodici anni prima. Suo padre, Ramón, muore difendendo la famiglia dagli assalitori, ma non riesce a impedire il rapimento della moglie e della figlia. Le sue ultime parole sono indirizzate a Joan: «Promettimi che sarai libero...».

IL MONASTERO MALEDETTO di Antonio Gomez Rufo - Newton Spagna, anno del signore 1229. Una serie di efferati crimini insanguina l’abbazia di San Benedetto, il primo monastero femminile del regno di Aragona: otto suore sono state assassinate in circostanze misteriose, e alcune novizie sono state torturate e stuprate. Una terribile scia di sangue e violenza si allunga dal convento a tutto il Paese e rischia di mettere in pericolo persino la corona di Spagna. Per indagare sui delitti, il re Giacomo I d’Aragona accorre all’abbazia e convoca Costanza di Gesù, una suora nota per le sue eccezionali doti investigative.

ROMANZO ROSA di Stefania Bertola - Einaudi Olimpia fa la bibliotecaria, è un'amante del cappuccino al bar, e la vera passione - la passione che tutto travolge - l'ha provata solo per tre giorni, nel 1977. Paola è avvocato e si è lasciata un matrimonio alle spalle. Nicola è un brunetto sui trenta, è anche carino, ma bisogna guardarlo sette o otto volte per accorgersi di lui. Manuela ha quarant'anni ed è disoccupata, ma investe i cento euro di un Gratta e Vinci per partecipare al corso in cui tutti questi personaggi s'incrociano: Come scrivere un romanzo rosa in una settimana.

LA LUCE SUGLI OCEANI di M.L. Stedman - Garzanti “Sono la figlia che hai sempre voluto. Adesso sei tu mia madre. E nessuno lo verrà a sapere”. Una storia su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato e su come spesso sembrino la stessa cosa. Il romanzo di una madre, di un padre e della loro figlia segreta. Uno sguardo inedito sulla maternità, sull’adozione e sul desiderio di avere un figlio. Isabel ogni giorno scende verso la scogliera e si concede un momento per perdere lo sguardo tra il blu. Isabel non ha mai avuto paura. Si è abituata ai lunghi silenzi e al rumore del mare. Ma questa mattina un grido sottile come un volo di gabbiani, rompe d’improvviso la quiete dell’alba.

106 • COOLTO

04


ANIMALI di Enrica Dolza • associazioneliberitutti.it • associazioneliberitutti@gmail.com

Chi cerca trova!

Marley vive in una campagna, dentro a dei recinti che ricordano tanto un canile. Il padrone del terreno vuole "liberarsi" di tutti i cagnetti che ci sono lì. È urgente trovargli una sistemazione, sono cagnetti che non hanno mai visto la città o un guinzaglio, non sono abituati alla casa. Verranno affidati Sesso: M Età: un po Taglia: pic' meno di un anno Carattere: cola - 6 kg timido

microchippati, svermati e vaccinati. Ora si trovano a Torino al Bau di Alpignano. Non sono abituati ai gatti ed è meglio evitare bambini perchè sono fifoni.

Jack è arrivato dalla Sardegna due anni fa. è un cagnolino giovane che ha voglia di vedere altri cani, di correre e giocare. Jack è molto mal gestito: non ci sono leggi, lui fa cosa vuole e obbedisce solo al papà. Eppure lui è affettuoso, festaiolo e giocherellone, ha bisogno però di imparare la "buona educazione". Ora bisogna trovare una nuova sistemazione al dolce Jack altrimenti tra poco finirà in canile.

Sesso: M kg Età: 2 anni ia contenuta, sui 13itato po' ag un a Taglia: med m o allegr Carattere:

Silvestro è stato preso dalla strada ed è stato portato in rifugio ma il piccolo era in coma. È rimasto in coma per un bel po' di giorni e poi all'improvviso si è svegliato. È un gatto timido e fifone all'inizio ma con una mamma/papà un po' esperti si saprebbe ambientare. È

già

castrato.

No

giardini

senza

recinzione.

Per l'adozione contattare Enrica al 333.1194379 o scrivere a enrica@associazioneliberitutti.it

Sesso: M Età: 2 anni Carattere: fif

one all'ini zio

108 • COOLTO

04


ASTROLOGIA a cura di Desirèe

ariete dal 21/3 al 20/4 Le nuove conoscenze saranno favorite da Venere in transito nel settore della mondanità più leggera e disimpegnata e a tutti gli ambiti inerenti lo svago. Potreste incontrare l'amore mentre sarete intenti ad approfondire un hobby.

toro dal 21/4 al 20/5 Se l'obiettivo sarà quello di riscoprire un piacevole senso di leggerezza, sarà opportuno frequentare ambienti dove possano circolare nuove idee, cercando di mostrarvi meno diffidenti anche nei confronti di persone conosciute da poco.

gemelli dal 21/5 al 21/6

oroscopo

Con una Venere così, sarà difficile vedervi chiedere consigli di cuore; al contrario, potrete aprire uno sportello informazioni per consulenze sentimentali. Vivacissimi, e intenti a flirtare a ripetizione, in questo tripudio di abbondanza, avrete solo l'imbarazzo della scelta.

cancro dal 22/6 al 22/7

Sarà l'attenzione alle sfumature più delicate della gamma dei sentimenti la chiave per accedere al cuore di chi amate. Probabilmente, la già spiccata sensibilità risulterà acuita e potenziata da una Venere intuitiva e portata anche a qualche rinuncia.

leone dal 23/7 al 23/8

Grazie a uno splendore tutto particolare, puoi contare su un fascino sicuro, specialmente se gli ambiti d'azione saranno quelli della socialità, con felici incursioni in ambiti insoliti o mai frequentati prima. Un'amicizia potrebbe trasformarsi in amore.

vergine dal 24/8 al 22/9

L'amore potrà riservare ancora qualche conflittualità. Se il nervosismo riguarderà il vissuto quotidiano, potrebbe essere il momento di concedervi una breve vacanza, o di cercare di modificare qualche abitudine, che ormai non ha più motivo di esistere.

bilancia dal 23/9 al 22/10

È un altro mese molto promettente per gli affari di cuore, potrete godere della possibilità di fare progetti con chi amano, o di conoscere persone con le quali si stabiliranno immediate sintonie. Luoghi elettivi di incontro: viaggi, aule di università, ambienti diversi dall'ordinario.

scorpione dal 23/10 al 22/11

La passione è il vostro terreno preferenziale, ma stavolta il focus verterà soprattutto sul piano cerebrale, con una certa preferenza per seduzioni di tipo mentale, più basate su dialogo e comunicazione che sulla provocazione fine a se stessa.

sagittario dal 23/11 al 21/12

L'amore richiederà una disposizione d'animo più aperta al punto di vista dell'altro. Potrebbero esserci anche momenti di incertezza, intoppi o malintesi. Forse il partner sentirà un bisogno di maggiore leggerezza, con poca propensione per le certezze granitiche.

capricorno dal 22/12 al 20/1

Vi verrà chiesta una presenza costante e una particolare attenzione alla costruzione di un rapporto amoroso che si basi su fondamenta solide. Anche i single tenderanno a esaminare con precisione chirurgica le sfumature caratteriali dei papabili candidati a una relazione.

acquario dal 21/1 al 19/2 Ci sono interessanti prospettive e conoscenze stimolanti, in un clima generale che si farà a tratti festoso: questo il quadro generale, grazie a un'efficacissima Venere nel quinto campo, quello dell'eros e della seduzione più divertente, a tratti quasi adolescenziale.

pesci dal 20/2 al 20/3 La sfida di Venere in Gemelli è quella di recuperare alcuni aspetti dell'infanzia e del passato, in una modalità tenera e avvolgente, utilizzando allo stesso tempo uno sguardo critico e disincantato. Nei rapporti di coppia, fatevi guidare dalle affinità elettive e cercate qualcosa che appartenga a entrambi.

110 • COOLTO

04


COOLTO

04

• 111


COOLTO MAGAZINE maggio 2012  

Il nuovo numero di CoolTo è online

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you