__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1


SOMMARIO MECSPE Fiera di Parma

Tecnologia per l’Innovazione - 17/19 Marzo 2016 La sinergia dei saloni Fabbrica digitale oltre l’automazione Fabbrica digitale by Logistica Fabbrica digitale by Dassault Systemes Robot forum Quartiere dei trattamenti superficiali Piazze dell’eccellenza 2016 Formazione giovani Convegni nel centro congressi palacassa

PUNTOBRESCIANO

n. 2 Marzo 2016 - Anno XIV Mensile di informazioni bresciane Aut. del Tribunale di Brescia N° 8/2003 - 24/02/2003 DIRETTORE RESPONSABILE Gianmario Baroni EDITRICE | REDAZIONE AMMINISTRAZIONE | PUBBLICITÀ Editrend - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 FOTOCOMPOSIZIONE e VIDEOIMPAGINAZIONE Editrend Grafica - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 STAMPA Pixartprinting L’Editore declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali errori di stampa e o disguidi di altro genere relativi agli spazi pubblicati. È vietata la riproduzione totale o parziale di foto, marchi e testi, tutti i diritti sono riservati. Periodico mensile a diffusione gratuita in Brescia e Provincia.

Montecampione 86° salone internazionale dell’auto di Ginevra 3-13 Marzo 2016

4 6 15 17 20 21 21 22 39 41 26 28

Autoscuole

30

Coperture

32

Patente, si controlla anche il rischio di sonnolenza

Amianto, modalità di rimozione e incentivi per il 2016: Guida essenziale

Officina Meccanica 34 di precisione G. e B. Meccanica

Giardinaggio

43

Immobiliare

44

Manutenzione macchine da giardino

Abi, mutui quasi raddoppiati nel 2015


MECSPE - Fiera di Parma Tecnologia per l’Innovazione - 17-19 Marzo 2016 MECSPE è la fiera di riferimento per l’industria manifatturiera. Il punto d’incontro tra tecnologie per produrre e filiere industriali, grazie alla sinergia di Saloni tematici che si svolgono in contemporanea e che offrono al visitatore una panoramica completa su materiali, macchine e

4 - MEC SPE 2016

lavorazioni per implementare una produzione eccellente partendo dal concept di un manufatto sino ad arrivare alla sua realizzazione. L’evento rappresenta dunque, grazie a questa sinergia, un’eccellente opportunità di matching interno tra gli espositori dei diversi saloni.


LA SINERGIA DEI SALONI MECSPE 17-19 Marzo 2016

MECSPE è la fiera di riferimento per l’industria manifatturiera. Il punto d’incontro tra tecnologie per produrre e filiere industriali, grazie alla sinergia tra i Saloni che si svolgono in contemporanea e le innovative formule espositive quali viali tematici, piazze dell’eccellenza ed isole di lavorazione.

SALONE MACCHINE UTENSILI

Con MECSPE 2016 torna il Salone Macchine e Utensili dedicato alla filiera delle lavorazioni meccaniche ad asportazione di truciolo e nel quale troveranno spazio anche le applicazioni laser, le tecniche di giunzione, la lubrorefrigerazione e la marcatura. PROFILO DELL’ESPOSITORE Fornitori di prodotti e servizi per: macchine utensili e attrezzature, laser, lubrorefrigerazione, macchine, manutenzione, marcatura, materiali, progettazione, sicurezza e ambiente, tecniche di giunzione, utensili.

6 - MEC SPE 2016


SALONE FABBRICA DIGITALE

Il nuovo Salone della Fabbrica Digitale verterà interamente sull’industria 4.0 che rappresenta il cardine dell’industria del futuro, dove tecnologia e business sono sempre più interconnessi dando vita ad una produzione di prodotti intelligenti capaci di utilizzare sensori per fornire informazioni di lavorazione alle apparecchiature di produzione. Dall’informatica, alla Sensoristica industriale, dal Cloud Manufacturing, alle Tecnologie di identificazione automatica (RFID – NFC Near Field Communication), fino ai Software e alle macchine capaci di comunicare in wireless attraverso l’IoT, l’ Internet degli cose, questo nuovo sistema di produzione consentirà non solo di risparmiare costi di produzione e trasferimento di materiali ma anche e soprattutto di tagliare i tempi e aumentare la velocità di risposta. Un nuovo contesto per le aziende che non dovranno più concentrarsi sull’intero ciclo produttivo ma individuare il passaggio chiave di questo processo in cui si concentra il valore.

MEC SPE 2016 - 7


PROFILO DELL’ESPOSITORE Fornitori di prodotti e servizi per: PLM, Informatica industriale (PLM - MES - ERP - sistemi CAx), Sensoristica industriale, Cloud Manufacturing, Tecnologie di identificazione automatica (RFID – NFC Near Field Communication), IoT (Internet degli oggetti), Automazione.

re al meglio gli interessi mirati dei visitatori, sarà inserito in un contesto totalmente dedicato all’automazione che si svilupperà attraverso i seguenti saloni sinergici: Power Drive: sistemi e componenti per la trasmissione di potenza e meccatronica Control Italy: strumentazione di testing e di misura e controllo per la qualità Subfornitura elettronica-Fabbrica Digitale: informatica industriale, IoT–sensoristica Industriale, cloud manufacturing, tecnologie di identificazione automatica Logistica: movimentazione–material handling, identificazione automatica, lean manufacturing supply chain management, confezionamento e imballaggio QUARTIERI E AREE TEMATICHE Assemblaggio, manipolazione, automazione di fabbrica (robot, attrezzature e accessori per robot, isole robotizzate).

POWER DRIVE MOTEK ITALY

Motek Italy è il salone dedicato all’automazione per l’industria manifatturiera. Nell’edizione 2016 Motek Italy, per soddisfa-

8 - MEC SPE 2016

Sistemi, componenti e meccatronica POWER DRIVE DEBUTTA A MECSPE Il primo salone specializzato del 2016 La 15a edizione di MECSPE – Fiere di Parma,


allo sviluppo delle trasmissioni di potenza. Il Quadrilatero dell’Innovazione sarà un’area dimostrativa inerente alle innovazioni nelle applicazioni pneumatiche, oleodinamiche, integrazioni oleopneumatiche, elettromeccaniche. CONVEGNO “POWER DRIVE INNOVATION” innovazioni nelle trasmissioni di potenza con interventi autorevoli dal mondo della ricerca. COMPONENTI E SISTEMI PER IL MOTION CONTROL: un vantaggio competitivo per i produttori. WORKSHOP ANIPLA (Associazione Italiana per l’Automazione): Motion Control.

LOGISTICA 17/19 Marzo 2016 – sarà arricchita dal Salone POWER DRIVE, il primo salone specializzato del 2016 dedicato ai sistemi e componenti per la trasmissione di potenza inserito in un contesto autorevole dell’industria meccanica manifatturiera. INIZIATIVE IL QUADRILATERO DELL’INNOVAZIONE (PAD 5 – M26) area culturale dedicata

10 - MEC SPE 2016

Il tema della logistica riveste un ruolo fondamentale nell’economia di qualsiasi impresa e l’edizione 2016 di MECSPE affronterà i temi della logistica industriale presentandoli nel nuovo contesto totalmente dedicato all’automazione che si svilupperà attraverso i seguenti saloni sinergici: Power Drive: sistemi e componenti per la trasmissione di potenza e meccatronica Control Italy: strumentazione di testing e di misura e controllo per la qualità


PROFILO DELL’ESPOSITORE Fornitori di prodotti e servizi per: testing, prove, controlli di processo, manutenzione, metrologia, caratterizzazione dei materiali, controlli in produzione, sensoristica, visione artificiale, automazione, robotica.

SUBFORNITURA MECCANICA

Il salone delle lavorazioni industriali per conto terzi si riconferma a MECSPE!

Subfornitura elettronica - Fabbrica Digitale: informatica industriale IoT – sensoristica Industriale – cloud manufacturing - tecnologie di identificazione automatica Motek: Automazione, robotica, montaggio, assemblaggio e manipolazione PROFILO DELL’ESPOSITORE Fornitori di prodotti e servizi per: Material Handling - Movimentazione - RFID - Lean Manufacturing - Software - Servizi di terziarizzazione.

CONTROL ITALY

Control Italy è il salone dedicato al controllo, alla metrologia e al sistema qualità.

12 - MEC SPE 2016

I QUARTIERI TEMATICI Quartiere delle Minuterie Quartiere delle Fonderie Quartiere delle Lavorazioni Meccaniche di Precisione Quartiere Fasteners Quartiere Microlavorazioni


SUBFORNITURA ELETTRICA

A seguito della forte richiesta da parte dei visitatori della manifestazione, l’edizione 2016 di MECSPE presenterà una serie di novità nel merceologico della manifestazione, tra cui un’area dedicata alla SUBFORNITURA ELETTRONICA. MECSPE è la prima grande occasione per aprire una vetrina sul mondo dell’outsourcing

elettronico, dove studi di progettazione e di ingegneria, aziende di contract manufacturing, di electronic manufacturing service e di cablaggio, possono presentare le loro competenze e il loro know how. Un evento dove le aziende di assemblaggio e di progettazione possono presentarsi nella loro veste istituzionale di fornitori e non solo come potenziali clienti. Nell’ambito dell’area inoltre, verrà dato risal-

MEC SPE 2016 - 13


to alla ricerca e all’innovazione tecnologica nel campo dell’elettronica applicata o indirizzata alla meccatronica attraverso diverse iniziative speciali: Tavole rotonde e workshop con i principali player del settore organizzati da PCB e Selezione Elettronica. Piazza dell’eccellenza dedicata: Elettronica & Innovazione Area dimostrativa realizzata in collaborazione con le aziende espositrici, università e centri di ricerca.

ADDITIVE MANUFACTURING

La 15a edizione di MECSPE sarà arricchita dal Salone ADDITIVE MANUFACTURING, dedicato alle tecnologie di stampa 3D professionale che consentono di incrementare l’efficacia e l’efficienza del processo produttivo e di prototipazione, garantendo maggiore flessibilità con costi e tempi ridotti. Verranno illustrate le tematiche dell’additive manufacturing, con approfondimenti mirati dedicati a meccanica, prototipazione, modelleria e design industriale. Le innovazioni saranno presentate al visitatore tramite case histories, spunti applicativi e aree dinamiche, che mostreranno i vantaggi

14 - MEC SPE 2016

e delineeranno i nuovi scenari di competitività.

EUROSTAMPA PLASTICA

Il mondo delle materie plastiche si riconferma a MECSPE. Presenta le tue novità nei saloni dedicati EUROSTAMPI! I QUARTIERI TEMATICI Quartiere degli Stampi Quartiere dello Stampaggio Quartiere del Software CAD CAM CAE Quartiere della Prototipazione Rapida Quartiere dei Materiali Innovativi


FABBRICA DIGITALE OLTRE L’AUTOMAZIONE 3a Edizione

LA FABBRICA DIGITALE RAPPRESENTA LA VERA SVOLTA EPOCALE NELLA PRODUZIONE DEI BENI INDUSTRIALI,

IL PROPULSORE TECNOLOGICO PIÙ POTENTE DELLE ECONOMIE MODERNE Nel padiglione 5 dedicato all’Automazione, il visitatore potrà prendere parte alla terza edizione di Fabbrica Digitale oltre l’automazione©. Cuore dell’edizione 2016, infatti, sarà la terza edizione della Fabbrica Digitale oltre l’automazione©, l’iniziativa che mostra il ruolo determinante delle tecnologie di produzione 4.0 nei diversi settori e contesti applicativi. In un mondo sempre più informatizzato, infatti, anche l’industria si trasforma divenendo inter-

MEC SPE 2016 - 15


connessa. Dalla progettazione alla simulazione, dal controllo di qualità fino alla movimentazione del prodotto e alla logistica di magazzino: nella moderna fabbrica intelligente, ogni aspetto, sia produttivo che gestionale, è integrato. In questa fase di transizione, che interessa tutte le imprese del manifatturiero, Fabbrica Digitale oltre l’automazione© vuole essere una ri-

16 - MEC SPE 2016

sposta concreta che presenta le soluzioni migliori e la loro integrazione per la creazione di servizi aggiuntivi e, conseguentemente, di valore aggiunto: una via tangibile e italiana all’industria 4.0. Grazie al contributo dei più importanti protagonisti del settore, saranno evidenziati aspetti che spaziano dalla simulazione e alla progettazione in 3D, fino ad arrivare all’internet delle cose – IoT e alla realtà aumentata, per mostrare agli imprenditori come rendere ‘intelligente’ la propria azienda, con investimenti e tempi ridotti. Con Fabbrica Digitale oltre l’automazione©, MECSPE presenterà diverse interpretazioni di fabbrica digitale, con l’unico obbiettivo di veicolare il manifatturiero italiano verso una produzione 4.0.


FABBRICA DIGITALE BY LOGISTICA PAD. 5 – H31

La fabbrica Digitale – oltre l’automazione©, che include la Logistica, vuole essere il riferimento concreto per i costruttori di beni industriali che vedono il proprio sviluppo nello scenario reale del mondo produttivo in evoluzione. Uno scenario che coinvolge tutti gli operatori economici: subfornitori di componenti e parti, fornitori di macchine, di sistemi di additive manufacturing, di automazione, di robotica, di informatica tecnica e gestionale fino al PLM, di metrologia. Una Fabbrica articolata, dall’idea alla consegna del pezzo al committente, valida per qualsiasi materiale, metallo, leghe leggere, plastica, compositi. “Fabbrica digitale – Oltre l’automazione© in Mecspe 2016 sarà tutto questo. L’iter produttivo si articolerà sulla produzione dei cerchioni per la vettura realizzata dal Team H2Polito del Politecnico di Torino in previsione della partecipazione alla prossima Shell Eco-marathon. La linea di produzione comprenderà la lavora-

zione dei cerchioni su una macchina utensile a 5 assi, l’automazione robotizzata, la cella di misura e certificazione, la movimentazione automatizzata di produzione, la logistica di immagazzinaggio e di palettizzazione. I cerchioni saranno tracciati e rintracciabili lungo tutto il percorso per consentire in ogni momento attuale e futuro il recupero delle relative informazioni di prodotto. La “realtà virtuale” costituirà un potente strumento di conoscenza approfondita della situazione produttiva tramite tablet e smart-phone, in grado di trasformarsi in uno strumento di gestione manageriale in un ambito PLM di livello gerarchico elevato. “Le applicazioni che andremo a presentare – dice Antonio Conati Barbaro, Ceo e Chairman di Alleantia – nella Fabbrica digitale di MECSPE, attraverso le piattaforme Industry 4.0 e Machining Pack, permetteranno di rilevare, calcolare e comparare automaticamente, in tempo reale, l’efficienza delle lavorazioni meccaniche, dal ciclo di

MEC SPE 2016 - 17


in grado di tracciare step-by-step, attraverso l’uso di un transponder RFID di piccole dimensioni installato direttamente su ogni singolo portapezzo, l’intero ciclo produttivo, partendo dalla lavorazione NC e terminando con il posizionamento del prodotto finito nel magazzino, passando per il controllo dimensionale e l’archiviazione di tutte le informazioni relative alla data di produzione, all’operatore, all’esito del collaudo dimensionale, allo stoccaggio o all’eventuale spedizione del cerchione.

produzione alla singola fase di lavorazione e, raccogliendo tutte le informazioni su utilizzo e funzionamento impianti, creare il set dei ‘Big Data’ delle macchine e dello ‘shop floor’. Tutto questo integrando qualsiasi dispositivo mobile o indossabile, anche a realtà aumentata.” Per quanto riguarda la tracciatura, i cerchioni saranno dotati di sistema RFID GIT [Global Inspection Tracking] della Global Sensing che sarà

18 - MEC SPE 2016

In aggiunta alla tracciatura in real time della produzione automatica, attraverso l’uso di un lettore portatile di RFID sarà possibile interrogare, direttamente in magazzino, a distanza di tempo rispetto alla data di produzione e collaudo dimensionale, il cerchione dotato di transponder RFID, richiamando da un DB centrale tutte le informazioni legate alla produzione e al controllo qualità, il tutto visualizzabile sul monitor di un tablet, di uno smartphone o di un PC portatile, evitando l’uso inutile e poco green di documentazione cartacea.


FABBRICA DIGITALE BY DASSAULT SYSTEMES Nel contesto della Fiera di Parma la 3DEXPERIENCE di DASSAULT SYSTÈMES verrà presentata su un caso reale sviluppato con MASCHIO GASPARDO, uno dei clienti più rappresentativi nell’applicazione delle tecnologie informatiche di nuova generazione. L’iniziativa si concretizzerà in un ambiente basato sulla 3DEXPERIENCE che ospita i dati necessari (input) alle transazioni di realizzazione fisica dei prodotti. In questo contesto, avendo la disponibilità dei dati sfruttando le potenzialità messe a disposizione dalle applicazioni presenti nella 3DEXPERIENCE, si potrà sfruttare appieno la simulazione (o meglio il calcolatore) per visualizzare il prodotto (Design Review in 3D – Camera Virtuale), anticipare il comportamento del prodotto (analisi CAE), verificare la bontà dei processi di produzione, rappresentati dalle operazioni di lavorazione meccanica (CAM) e dalle operazioni di assemblaggio del prodotto (final assembly) e di manutenzione (accessibilità e smontaggio).

20 - MEC SPE 2016

La Fabbrica Digitale by dassault Systemes verte sull’uso della tecnologia ma vuole anche essere un elemento di riflessione sul fatto che la tecnologia da sola non è sufficiente, ci vuole una visione di insieme per costruire un “data model di riferimento” o archetipo delle informazioni necessarie, ci vogliono le persone con le giuste competenze e amalgamare il tutto con flussi operativi pensati per raggiungere lo scopo la prima volta che ci proviamo. L’esercizio si è tradotto anche nella collaborazione che si vedrà tra DASSAULT SYSTÈMES i suoi clienti ed i suoi partners.


ROBOT FORUM Le tecnologie di percezione, manipolazione e interazione con l’umano che rendono efficace e produttivo un robot in stazioni di montaggio Il RobotForum è l’evento sulla robotica nel quale player nazionali e internazionali provenienti dal mondo accademico e industriale si confrontano sulle applicazioni del futuro. Focus della prima edizione: Assemblaggio. L’uso della robotica nel mondo dell’assemblaggio si propone infatti di migliorare i processi, assistendo gli operatori soprattutto in produzioni

medio-piccole, nell’asservimento di postazioni manuali, nella possibilità di riconfigurazione/ riprogrammazione delle celle robotizzate.

QUARTIERE DEI TRATTAMENTI SUPERFICIALI Ritorna a MECSPE “Trattamenti Superficiali”: il quartiere dedicato ai trattamenti superficiali e massivi, alla galvanica, al lavaggio e alla verniciatura industriale e alle nanotecnologie. Esporre al Quartiere dei Trattamenti Superficiali rappresenta un’ottima opportunità di visibilità e di contatto (33.673 visitatori nel 2015) .

Inoltre la partecipazione all’evento favorisce un naturale matching con gli espositori dei Saloni sinergici di MECSPE, che il prossimo anno svilupperà due nuove aree della Subfornitura: ELETTRONICA e PLASTICA a completamento delle aree già consolidate nell’ambito delle lavorazione meccaniche. I SETTORI TRATTATI: GALVANICA • PROCESSI CHIMICI ED ELETTROCHIMICI • IMPIANTI PER IL TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI • LAVAGGIO • METALIZZAZIONE, SMALTATURA, ZINCATURA • PRODOTTI E ACCESSORI PER TRATTAMENTI • TRATTAMENTI MECCANICI • TRATTAMENTI TERMICI • TRATTAMENTI PER DEPOSIZIONE E RIVESTIMENTO • VERNICIATURA

MEC SPE 2016 - 21


PIAZZE DELL’ECCELLENZA 2016 Power Drive – Quadrilatero dell’Innovazione

Sistemi, componenti e meccatronica PAD 5 – I26 E’ un’area culturale dedicata allo sviluppo delle trasmissioni di potenza. Il Quadrilatero dell’Innovazione sarà uno spazio dimostrativo inerente alle innovazioni nelle applicazioni pneumatiche, oleodinamiche, integrazioni oleopneumatiche, elettromeccaniche.

Piazza dell’Innovazione Elettronica

PAD. 5 – M14 Mecspe mette in mostra le tecnologie elettroniche più avanzate per stimolare nuove opportunità di business ad alto valore aggiunto Un’area specifica, in Mecspe, dedicata all’elettronica. Uno spazio fisico che ospita l’Università La Sapienza di Roma, Eurotech, National Instruments ed STMicroelectronics.

22 - MEC SPE 2016

Quattro realtà complementari e all’avanguardia che presentano dimostratori, concetti trasformati in prototipi funzionanti, applicazioni di riferimento. In altre parole idee che diventano realtà tangibili e di successo. Per sollecitare il visitatore, stimolarlo a innovare prendendo spunto da casi e fatti concreti. Per-


ché l’innovazione è la chiave per continuare a creare valore aggiunto, aumentare la competitività e l’impatto sul mercato. E l’elettronica avanzata, in tutte le sue mille sfaccettature, è il mattone di base indispensabile per ogni tipo di innovazione. L’Università La Sapienza di Roma partecipa alla Piazza dell’Innovazione Elettronica in Mecspe portando esempi dei lavori più brillanti di alcuni suoi ricercatori. Offre uno sguardo verso il futuro, proponendo lo scenario di un mondo in cui l’elettronica più sofisticata si unisce alla medicina, alla biologia, alla meccanica e ad ogni aspetto della vita quotidiana e della produzione. Multidisciplinarietà diventa la parola chiave, lo strumento vincente per affrontare nuove sfide e opportunità di business aprendo la strada ad applicazioni in settori ancora in gran parte inesplorati. Eurotech mette in mostra la sua conoscenza e competenza nella realizzazione dei blocchi di base per l’Internet of Things, per realizzare oggetti e strumenti “smart”. Le soluzioni hardware di Eurotech si adattano a un gran numero di mercati verticali. Includono sistemi pronti per le applicazioni (application-ready) e dispositivi pronti all’uso o Ready-to-use Device. Eurotech dispone di una competenza unica nella progettazione di soluzioni elettroniche solide e robuste e di sistemi e schede

embedded capaci di superare certificazioni con requisiti particolarmente stringenti. A questo si aggiungono dispositivi portatili e indossabili studiati con l’obiettivo di ottimizzarne dimensioni, peso e consumi per renderli parte integrante delle più diverse apparecchiature. National Instruments espone esempi di strumenti e metodologie per affrontare le sfide tecniche e ingegneristiche più complesse. L’azienda è un protagonista di rilievo nella progettazione grafica, strumentazione virtuale, visione artificiale, prototipazione rapida. E offre ai visitatori alcuni spunti di grande interesse sulla manutenzione predittiva e la fusione di sensori per la produzione avanzata. Con un storia di 40 anni nella realizzazione di strumenti e una solida base di ricerca, National Instruments ha presentato centinaia di migliaia di prodotti innovativi che aiutano a superare barriere tecnologiche. STMicroelectronics, leader globale nei semiconduttori con clienti in tutti i settori applicativi dell’elettronica, partecipa alla Piazza dell’Innovazione Elettronica mettendo in mostra le tecnologie di base e i componenti per prodotti e soluzioni intelligenti ed efficienti dal punto di vista del consumo di energia, che danno vita ad applicazioni elettroniche di uso quotidiano. I prodotti ST si trovano dappertutto: aggiungono intelligen-

MEC SPE 2016 - 23


e speech, coinvolgendo i partner che avranno l’occasione di presentare in un’area espositiva dedicata Area Designed by Simulation) alcuni prodotti ottimizzati e sviluppati attraverso la simulazione e/o suoi casi applicativi. Ogni oggetto / prodotto verrà poi affiancato da una opportuna cartellonistica che lo presenti e ne descriva gli aspetti legati alla simulazione.

za ad automobili, fabbriche, città e abitazioni, ai dispositivi mobili e alla Internet of Things. A completamento dell’iniziativa, un momento di dibattito e confronto tra i player del settore fissato per giovedì 17 marzo alle ore 11.00.

Piazza della Simulazione

Per il quinto anno consecutivo si ripete l´appuntamento al MECSPE con la Piazza della Simulazione, piazza dell´eccellenza dedicata alla Computer Aided Engineering (CAE). Lo scopo sarà quello di animare la piazza anche al di fuori dei momenti di presentazione

24 - MEC SPE 2016

Ai fini di accrescere il numero dei visitatori interessati al tema Simulazione, è inoltre in programma l’organizzazione di corsi di formazione gratuiti presso un’area dedicata alla formazione, impreziositi dal rilascio di crediti formativi per ingegneri professionisti. Come lo scorso anno, la piazza sarà animata da seminari e workshop. Oggetto dei seminari sarà la presentazione delle Case Histories relative ai prodotti esposti nell’area Designed-by-Simulation.

Piazza Robotica - Assemblaggio

PAD. 5 - M50 Il Robot Forum si sposta nell’ambito di MECSPE all’interno dell’iniziativa speciale Piazza dell’Eccellenza della Robotica-Assemblaggio, area dimostrativa con isole di


lavorazione e workshop tecnici a cura degli sponsor. Nell’area, il 17 marzo si svolgerà la premiazione del Solution Award, competizione riservata ai system integrator degli sponsor che avrà la possibilità di posizionare nell’area un’applicazione.

Piazza delle nanotecnologie e dei nuovi materiali

PAD. 6 – J38 MECSPE, la Fiera Internazionale dedicata alle tecnologie per l’innovazione, ospiterà la

seconda edizione della Piazza delle Nanotecnologie e dei Nuovi Materiali: un “ponte” tra i differenti settori industriali ed il mondo delle nanotecnologie. Le Aziende nanotech avranno la possibilità di esporre e fare conoscere le grandi potenzialità delle nanotecnologie applicate a diversi settori industriali. La Piazza delle Nanotecnologie e dei Nuovi Materiali è infatti una vetrina per esporre prodotti e soluzioni nuove ed efficienti, un’agorà per organizzare workshop e presentazioni, un laboratorio per effettuare dimostrazione pratiche e un’opportunità per penetrare nuovi mercati. La Piazza sarà inoltre un’ottima opportunità di matching sia con le Aziende che espongono che con quelle che visitano.

Piazza dell’Innovazione Plastica

PAD. 6 – H56 A Mecspe 2016 anche la rivista Plastix avrà uno spazio espositivo: “La piazza dell’innovazione plastica”. Un’area culturale, organizzata in collaborazione con l’associazione dei Tecnici delcontinua a pagina 36

MEC SPE 2016 - 25


Benvenuto a Montecampione Informazioni turistiche

del Mondo così legate alla montagna che le ha viste crescere e diventare campionesse di fama internazionale.

Montecampione è il cuore pulsante della bassa Vallecamonica, una terrazza panoramica sul lago La nuova realtà è fatta di persone d’Iseo a circa 100 km da Milano e da Verona, 60 da Brescia e 55 da Bergamo. La Montecampione Ski Area è la nuova società nata per la gestione degli impianti di risalita e delle piste che danno vita al comprensorio sciistico Montecampione Vallecamonica. Una società il cui principale capitale sono le persone e la loro comune passione per questa famosa località. Sono la “Gente di Montecampione”, una comunità coesa e coinvolta personalmente oltre che professionalmente in un progetto volto a garantire alla stazione sciistica nuove energie ed entusiasmo per implementare innovazione e sviluppo. Condizioni imprescindibili per un turismo non solo indirizzato alla Vallecamonica ma a tutto il centro nord.

Montecampione Ski Area

Come arrivare a Montecampione

I 30 km di piste per lo sci alpino (4 nere, 12 rosse, 4 blu oltre a spazi dedicati ai principianti e ai bambini) si snodano fino ad un’altezza di 2.000 metri. Gli 11 impianti di risalita partono direttamente dai complessi residenziali di Montecampione 1.200 senza la necessità di spostamenti in automobile. Gli altri 2 accessi alle piste della Ski Area sono il Prato Secondino a quota 1.400 metri e il Plan a 1.800 che ospita anche tracciati idonei alle motoslitte. La maggior parte delle piste è servita da un efficiente sistema computerizzato di innevamento artificiale.

Gli impianti di Montecampione

Le sorelle fanchini È in questo suggestivo scenario che è iniziata la splendida avventura di Elena, Nadia e Sabrina Fanchini, le azzurre di Montecampione in Coppa

26 - REDAZIONALE

A tale scopo è fondamentale una visione di lungo termine, in stretta collaborazione con le amministrazioni comunali, gli enti locali e il Consorzio e una strategia svincolata da interessi di parte. Perché l’unica finalità comune è gestire al meglio il comprensorio di Montecampione implementandone la crescita. La Montecampione Ski Area è una nuova realtà presente e radicata nel territorio tutto l’anno per offrire un servizio che non si limiti ai soli mesi invernali, attraverso molteplici inizia-


MONTECAMPIONE tive sportive e non solo dedicate a chi ama la montagna a 360°.

Ski Connect

Con la stagione 2015/16 la Montecampione Ski Area ha ampliato la propria comunicazione con il progetto Ski Connect un comprensorio non solo sciistico ma anche di informazione e comunicazione digitale. Potrai consultare e tenere sempre a portata di mano tutte le informazioni utili, le novità e le promozioni di Montecampione sia attraverso il sito web, sia sui nostri profili social oppure scaricando la nuova app “Montecampione Ski“.

valida verrà erogato un solo skipass. Valida esclusivamente per gli studenti universitari nati dopo il 1989.

NOVITÀ 2016

Con la nuova stagione di sci abbiamo una grande novità per gli impianti di Montecampione, da gennaio 2016 acquista online e personalizza il tuo giornaliero! Registrati sul sito web e approfitta subito della promozione di benvenuto, al primo acquisto riceverai subito un buono sconto per il tuo prossimo giornaliero. www.montecampioneskiarea.it

APERTURA IMPIANTI

Skipass in convenzione a Montecampione

Sei uno studente universitario? Sciare a Montecampione ti conviene! Presenta la tua tessera universitaria, potrai acquistare uno skipass giornaliero in convenzione a 25.00 € anzichè 32 in alta stagione e a 18.00 € anzichè 23 nei giorni feriali in bassa stagione! La convenzione non è valida dal 20/12/2015 al 06/01/2016. Per ogni tessera universitaria

Corniolo Gardena Val Maione Dosso Rotondo Longarino Splaza Prato Secondino Larice Le Baite Campo Scuola Dosso Beccheria

REDAZIONALE - 27


86° SALONE INTERNAZIONALE DELL’AUTO E ACCESSORI 3-13 Marzo 2016

Fra “première” mondiali ed europee, più di cento novità da non perdere. Tutte le indicazioni per visitare lo show. E’ tutto pronto per l’edizione numero 86 del Salone di Ginevra: i battenti apriranno al pubblico dal 3 al 13 marzo. Gli organizzatori della rassegna ginevrina, forse l’appuntamento più prestigioso per il mondo dell’auto, promettono che quest’anno saranno ben 120 le anteprime mondiali ed europee. André Hefti, Direttore Generale dell’evento, è orgoglioso dei numeri del “suo” show: “Sono presenti circa 200 espositori provenienti da 30 Paesi, che occuperanno 77.323 metri quadri di superficie espositiva nei sette padiglioni del Palexpo”. Cifre importanti per un appuntamento a cui parteciperanno circa 700.000 visitatori provenienti da tutto il mondo (di questi il 4% sono italiani). Un evento che si aggiorna con nuovi strumenti: mediante un un’app gratuita per i telefonini Android e iOS, i visitatori potranno scoprire i veicoli caratterizzati da un valore di CO2 basso, raggrupparli nel “collector’s passport” e vincere una Ford C-Max Energi (per chi fosse interessato basta cercare “Co2ribassato/saloncarcollector”). Inoltre il Salone dell’automobile dispone anche di un account Instagram costantemente aggiornato: @gims_live.

Ecco il vademecum per il Salone di Ginevra 2016

Sito ufficiale: www.salon-auto.ch Giorni di apertura al pubblico: da giovedì 3 a domenica 13 marzo Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 20; sabato e domenica dalle 9 alle 19 Costo del biglietto: 16 franchi svizzeri per gli adulti (circa 15 euro), 9 per i bambini (8,50 euro), 11 per i gruppi di almeno 20 persone (10,30 euro). Sconto del 50% per accessi dopo le ore 16. Gli ingressi si possono anche comprare on line Mappa del Salone: Oltre al PDF, scaricabile sul sito ufficiale, ci sono le app per iOs e Android Come arrivare dalla città: con gli autobus della linea 5 In treno: la stazione di Ginevra aeroporto (GenèveAéroport) è situata a pochi minuti di marcia dal Palaexpo: quindi sia chi arriva in treno sia chi in aereo può raggiungere la fiera a piedi in pochi minuti. Inoltre le Ferrovie Svizzere propongono a un prezzo ri28 - 86a SALONE DI GINEVRA

dotto le combinazioni viaggio più ingresso al Salone In macchina: il Palexpo è ubicato accanto all’aeroporto di Ginevra, in Route François-Peyrot 30, 1218 Le Grand-Saconnex. Da Losanna e dalla Francia: imboccare l’autostrada direzione (“Aéroport”) e seguire la segnaletica della Polizia Stradale. Dove parcheggiare: Il parcheggio coperto di Palexpo è riservato per gli espositori. Ai visitatori sono riservati durante i giorni settimanali oltre 5’600 posti auto a pagamento e durante i fine settimana 10’000 posti auto, distribuiti su tre aree di parcheggio, in un raggio di 5 km dal Palexpo. La Polizia Locale di Ginevra regola il flusso del traffico secondo il sistema “real Time”. Ciò significa che i parcheggi vengono aperti in base al grado di occupazione e al flusso del traffico. I visitatori devono seguire sempre l’indicazione “P Salon”. Durante il periodo di apertura del Salone, specifiche navette (gratuite) provvedono al collegamento tra i parcheggi esterni e l’ingresso principale del Palexpo. Parcheggio+navetta, indipendentemente dal numero di passeggeri, 20 franchi, circa 18,70 euro). I visitatori che provengono dalla Francia hanno la possibilità di fermarsi al parcheggio Macumba a St. Julien-en-Genevois, anch’esso collegato al Salone attraverso una navetta: andata e ritorno 10 euro a persona. Se si passa dal Tunnel del Gran San Bernardo, il ritorno è gratuito esibendo il biglietto d’andata e quello d’ingresso al Salone Dove soggiornare: si può dormire in Svizzera oppure in Francia, vista la vicinanza della fiera col confine transalpino. L’ufficio del turismo di Ginevra mette a disposizione dei pacchetti che offrono il soggiorno in hotel con prima colazione, l’ingresso al Salone e i trasporti pubblici a prezzi a partire da meno di 75 euro.


PATENTE,SI CONTROLLA ANCHE IL RISCHIO DI SONNOLENZA

Con il decreto dirigenziale del 3/2/2016 (GU n. 41 del 19-2-2016),entrato in vigore il 20 febbraio, sono stati fissati gli indirizzi medico-legali da osservare per l’accertamento alla idoneità alla guida dei soggetti affetti da disturbi del sonno da apnee ostruttive notturne (OSAS), o sospettati da essere affetti da tale malattia.

In pratica, tutti i medici monocratici incaricati di controllare i requisiti psicofisici degli aspiranti conducenti, o dei conducenti che devono rinnovare la propria patente, devono fare attenzione a valutare anche il rischio di sonnolenza. Il disturbo è più grave e frequente di quello che si pensa: gli incidenti stradali causati da colpi di sonno sono il 7% del totale e il loro indice di mortalità è superiore alla media. Alcuni studi hanno accertato che sono almeno 2 milioni le persone che soffrono di sindrome delle apnee notturne, e ben il 95% non lo sanno nemmeno. Il medico della patente ha ora l’obbligo di considerare “soggetti con sospetta OSAS” gli interessati in cui siano presenti: 1) russamento rumoroso e abituale (tutte le notti), persistente (da almeno sei mesi) “intermittente” per la presenza di “pause” respiratorie (apnee), e sonnolenza diurna. 2) I soggetti in cui, oltre al dato anamnestico del russamento, sia riscontrabile una delle seguenti condizioni:

30 - AUTOSCUOLE

- obesità - micrognatia e/o retrognatia - collo grosso 3) i soggetti per i quali emerga russamento e la presenza di una o più delle seguenti patologie: • ipertensione arteriosa farmaco-resistente • aritmie (FA) • diabete mellito tipo 2 • cardiopatia ischemica cronica • eventi ischemici cerebrali • broncopneumopatie A tali soggetti “sospetti” potrà essere somministrato un questionario scritto con domande specifiche sulle usuali abitudini di vita (Test di Epworth) e un test per la valutazione dei tempi di reazione. Tutte le indicazioni nel dettaglio sono presenti nel Decreto Dirigenziale del Ministero della Salute del 3 febbraio 2016 (G.U. n. 41 del 19.2.2016) – i moduli in allegato saranno presto disponibili nei programmi gestionali SIDA.


6 o 201 nnovo z r a m i Il 12 orso di r il c Ă r i CQC t r pa della li ancora ibi n o p s osti. Di p i h poc


AMIANTO, MODALITÀ DI RIMOZIONE E INCENTIVI PER IL 2016: GUIDA ESSENZIALE La rimozione dell’amianto è un’attività che riveste una grande importanza nell’odierno periodo storico: non a caso gli incentivi per l’edilizia vedono nell’Ecobonus 65% per la riqualificazione energetica e nel Bonus Ristrutturazioni 50% (confermati anche per il 2016) gli strumenti più interessanti ed efficaci anche per la rimozione di tale materiale dagli edifici (presente in pannelli, pavimenti, rivestimenti di camini, tubazioni, lastre di copertura, canne fumarie, serbatoi idrici, guarnizioni stufe, intonaco). In questo senso bisogna ricordare che la presenza di materiali che contengono amianto in un edificio non comporta di per sé un pericolo per la salute degli occupanti: l’allegato sulla valutazione del rischio al decreto ministeriale 6 settembre 1994 afferma infatti che “se il materiale è in buone condizioni e non viene manomesso, è estremamente impro-

32 - COPERTURE

babile che esista un pericolo apprezzabile di rilascio di fibre di amianto”. Ma come ci si comporta a livello operativo per effettuare una corretta attività di bonifica dell’amianto? In via introduttiva è necessario premettere che non sempre è possibile rimuovere il materiale (ciò accade per molteplici ragioni , vedi impedimenti strutturali dell’edificio). Un comportamento standard, in ogni caso, è il seguente: una volta accertata la presenza dell’amianto è necessario stilare almeno un programma di controllo e manutenzione, per prevenire il rilascio e la dispersione di fibre, e nel caso intervenire per rimuovere o mettere in sicurezza. La pericolosità più ingente dell’amianto si ravvisa infatti nella sua configurazione in matrice friabile (con fibre libere o debolmente legate), mentre l’amianto in matrice compatta, ovvero il cemento-amianto


(fibrocemento o eternit) possiede un grado inferiore di pericolosità: sono infatti le minuscole fibre volatili di amianto che possono causare gravi patologie all’apparato respiratorio. Per una visione generale del tema In primo luogo, il proprietario dell’immobile (l’amministratore di condominio per le parti comuni) è sempre tenuto a designare una figura responsabile del rischio amianto, con compiti di controllo e coordinamento dell’attività manutentiva, da cui passa la valutazione dell’eventuale bonifica. Il proprietario deve anche tenere i documenti relativi all’ubicazione dell’amianto, predisporre la segnaletica e le misure di sicurezza, fornire una corretta informazione agli occupanti dell’edificio sui rischi potenziali e i comportamenti da adottare. Il responsabile è tenuto ad individuare la ditta qualificata e abilitata ad eseguire i lavori: ovverosia un’impresa iscritta all’Albo nazionale gestori ambientali, in categoria 10, con coordinatore e operai specificamente formati. La ditta deve redigere un “piano di lavoro” da presentare all’ASL competente per territorio (all’infuori di specifici casi di urgenza)almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori. Trascorsi i 30 giorni scatta il silenzio-assenso. La bonifica può avvenire in 3 diverse modalità: - incapsulamento: trattare con vernice che ricostruisce la superficie e impedisce la fuga del materiale; - confinamento: cioè la chiusura dietro murature; - rimozione del materiale. Con riferimento alle autorizzazioni edilizie, bisogna tenere presente la tipologia di intervento collegato: nel caso di rimozione parziale, non è necessario nessun documento. Ne caso in cui invece i lavori riguardino la rimozione del cemento-amianto e il posizionamento di un’altra copertura coibentata, diventa necessaria la comunicazione di inizio lavori.

Al termine dei lavori il materiale rimosso deve essere trasportato in un centro di stoccaggio o direttamente in discarica: ad effettuare il trasporto può essere la stessa ditta che ha eseguito i lavori, ma solo se iscritta all’Albo in categoria 5 (tutto è indicato nel piano di lavoro inviato all’ASL, anche il tragitto compiuto per lo smaltimento). Al proprietario deve poi tornare entro 90 giorni una copia del Fir (formulario di identificazione rifiuti), che attesta il conferimento presso una discarica autorizzata. Ma come si configurano gli incentivi per i lavori di rimozione amianto di cui si parlava in apertura? Sino al 31 dicembre 2015 e poi per tutto l’anno prossimo l’importo della detrazione è pari al 50% delle spese sostenute fino a un ammontare massimo di 96mila euro (chi spende 15mila euro per la bonifica dall’amianto ne potrà recuperare 7500 in 10 quote annuali). Inoltre nel Collegato ambientale alla Legge di Stabilità stessa, è stato approvato un emendamento presentato dal Governo che prevede uncredito di imposta del 50% delle spese sostenute nel 2016 per interventi di bonifica dell’amianto anche su beni e strutture produttive: i fondi previsti per tale attività ammontano a 5,6 milioni di euro per il triennio 2017-2019).

COPERTURE - 33


G. e B. Meccanica

OFFICINA MECCANICA DI PRECISIONE La G. e B. Meccanica è un’azienda giovane e dinamica nata nel 1997, specializzata nella produzione conto terzi di particolari lavorati a disegno o campione, dalle attrezzature, macchine speciali, stampi, ricambi in genere e piccole/medie serie. Realiziamo su richiesta del cliente disegni in 3D e lavorazioni CAD/ CAM, per la produzione di ogni particolare

richiesto, lavorazioni con macchine a CNC e con materiali certificati. Tornitura e Fresatura CNC con sede a Manerbio, Brescia. Siamo in oltre specializzati nella realizzazione di accessori e componenti per auto moto e scooter.

www.gebmeccanica.com Dalla nostra passione per le due ruote è nata la VENDITA ON-LINE DI RICAMBI SCOOTER E MOTO, dove potete trovare oltre a prodotti di nostra produzione ricavati dal pieno in stock o su specifica del cliente, una lunga lista di prodotti divisa per categorie.

34 - REDAZIONALE

TORNITURA E FRESATURA, LAVORAZIONI MECCANICHE DI PRECISIONE. Scopri le nostre lavorazioni, il parco macchine dedicate alla Tornitura e Fresatura. Consulta le rispettive pagine dedicate nella sezione servizi per vedere alcuni dei nostri lavori.


continua da pagina 25 le Materie Plastiche (TMP), dove verranno sviluppati, con speech e dimostrazioni con macchine funzionanti, argomenti legati alle tecnologie e ai materiali innovativi. Molto interessante sarà l’unità dimostrativa sviluppata dal Consorzio Proplast per la produzione di laminati termoplastici (noti anche come organo-sheet o foglie organiche) mediante stampaggio ibrido. Questa tecnologia può essere impiegata con successo per soddisfare i requisiti tecnici che devono produrre nervature sulla superficie del manufatto, al fine di garantire le proprietà strutturali del componente finale. Il progetto presentato prevede il riscaldamento a infrarossi di una lastra in termoplastico, che verrà quindi posizionata nello stampo montato su una pressa a iniezione Engel per il sovrastampaggio dei punti di rinforzo. La movimentazione del pezzo è gestita da un robot Kuka. Accanto alla produzione di manufatti in composito, troverà spazio un’altra tecnologia allo stato dell’arte: il 3D print. Innovativa, funzionale e in forte crescita, la tecnologia additiva rappresenta un cambiamento del paradigma produttivo, perché offre interes-

36 - MEC SPE 2016

santi opportunità nella realizzazione di pezzi finiti. Opportunità che devono necessariamente essere accompagnate dallo sviluppo di plastiche avanzate, materiali che troveranno spazio nella Piazza dell’innovazione plastica. In particolare, i visitatori potranno assistere allo stampaggio, mediante la tecnologia di modellazione a deposizione fusa (FDM), di filamenti in materiali tecnici speciali, tra cui un compound elettricamente conduttivo nato dalla collaborazione tra Lati e Filoalfa.


Durante la tre giorni fieristica, nell’area speech sarà presentato un ricco programma di miniconferenze.

Piazza selfie 3D - Ritratto 3D

PAD. 6 F61 MINI-ME 3D: UN RICORDO 3D PER OGNI MOMENTO Da oggi è possibile creare una riproduzione perfettamente uguale a noi in un momento particolare della nostra vita, utilizzando semplicemente uno scanner 3D e una stampante 3D. Le stampanti 3D oggi riproducono di tutto, persone comprese. Si può stampare una copia fedelissima di noi stessi, una bambola che ci somiglia, anzi che è perfettamente uguale a noi e che è alta 20 centimetri. Indossi un vestito particolare? La stampante 3D lo realizza nelle stesse fattezze e dettagli. Porti occhiali, cappello, sciarpa e chissà cos’altro? Lei riprodurrà tutto ciò che indossi, accessori compresi. Un mercato nuovo che si sta aprendo parallelamente all’evoluzione tecnologica. La previsione è che nel giro di poco tempo le riproduzioni di se stessi possano sostituire la fotografia e rivoluzionare davvero l’intero

settore. Il regalo-novità del prossimo Natale da mettere sotto l’albero siete voi. Bè, non proprio voi, impacchettati dalla testa ai piedi, bensì un modellino, un bambolotto, una versione ridotta del prodotto originale, peraltro identica in ogni più piccolo particolare. Esce dalle stampanti in 3D, che secondo gli economisti produrranno una nuova rivoluzione industriale. Ti aspettiamo al padiglione 6 stand F61, i partecipanti saranno invitati a provare gratuitamente lo scanner 3D per la digitalizzazione della figura umana, il Clonescan3D. Contestualmente verrà illustrato il processo che porta alla creazione del “Selfie3D”, una

MEC SPE 2016 - 37


statuina che riproduce fedelmente e a colori ogni dettaglio della persona.

Piazza del Marketing Digitale

Pad. 6 La piazza del marketing digitale è uno spazio all’interno del quale verranno presentate tutte le tecnologie e gli strumenti presenti oggi sul mercato che possano modernizzare e amplificare le possibilità di comunicazione delle aziende manifatturiere. Il visitatore potrà interagire direttamente con le seguenti tecnologie proposte: video 360, App, AR Augmented Reality, VR Virtual Reality, Virtual Room, Oculus, Cardboard, Video Mapping, Interactive Table, Video Streaming, Digital Gadget e Selfie 3D.

38 - MEC SPE 2016


FORMAZIONE GIOVANI

Percorso formazione scuole in collaborazione con CNOS-FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane - Formazione Aggiornamento Professionale) Considerati i suoi contenuti espositivi di alto profilo tecnologico e di innovazione, Mecspe pone la Formazione tra i suoi principali obiet-

tivi, nella consapevolezza che soltanto da un connubio virtuoso tra risorse umane preparate e tecnologie potrà svilupparsi un nuovo “rinascimento” del manifatturiero italiano. Grazie alla già avviata collaborazione con CNOS FAP e CNOS SCUOLA, anche per l’edizione 2016 i giovani giocheranno quindi un ruolo importante, attraverso uno stage formativo che prevede la partecipazione di 10 allievi del 4° anno di Istruzione e Formazione Professionale. La manifestazione, intesa nel senso classico di fiera, sarà articolata secondo un layout originale per quartieri e piazze che definiranno specifiche tematiche, all’interno delle quali saranno dedicati appositi spazi a progetti dimostrativi istituzionali che saranno illustrati a gruppi di visitatori secondo orari prestabiliti. Seminari di formazione e aggiornamento

MEC SPE 2016 - 39


su tematiche specifiche, tra cui moderni software di simulazione meccanica, materiali innovativi, lavorazioni su materiali non convenzionali, si alterneranno a momenti dedicati alle dimostrazioni pratiche. I giovani avranno un’occasione unica per assistere a tutte le fasi del processo produttivo di un manufatto, dal suo concept alla sua produzione; argomenti che, a parte le lezioni previste nei laboratori scolastici, si vivono solamente nella realtà di fabbrica.

INGRESSO STUDENTI

Scolaresche: sono ammesse solo le classi IV e V degli Istituti Medi Superiori – accompagnati dai docenti (n. 1 ogni 10 alunni).

40 - MEC SPE 2016

Le scuole interessate dovranno inviare a luisella.borsa@senaf.it elenco nomi e cognomi degli studenti in visita e nome docente (va indicato cellulare) su carta intestata dell’Istituto entro il 15 febbraio 2016.


CONVEGNI NEL CENTRO CONGRESSI PALACASSA Padiglione 7 GIOVEDÌ 17 MARZO 2016

09:30 - 12:30 • Sala C - Convegno - Ingresso libero ELEMENTI DI ASSEMBLAGGIO: CENNI SULLA MULTIFUNZIONALITÀ DEI SISTEMI DI RIVESTIMENTO D’ECCELLENZA Organizzato da: UDIB 10:00 - 13:00 • Sala A - Convegno - Ingresso libero TAVOLA ROTONDA: “STAMPO: ATTREZZATURA O QUASI-MACCHINA?” Organizzato da: rivista STAMPI - Tecniche Nuove e UCISAP 10:00 - 13:00 • Sala B - Convegno - Ingresso libero COMPONENTI E SISTEMI PER IL MOTION CONTROL: UN VANTAGGIO COMPETITIVO PER I PRODUTTORI Organizzato da: Anipla – Associazione Italiana per l’Automazione 11:00 - 13:00 • Fabbrica Digitale, Oltre l’automazione - Area speech - Convegno - Ingresso libero INNOVAZIONE MICROELETTRONICA E SMART INDUSTRY Organizzato da: Rivista Selezione Elettronica, New Business Media 14:00 - 17:00 • Sala B - Convegno - Ingresso libero PREMIO LEONARDO DA VINCI

Organizzato da: AIPI - Associazione Italiana Progettisti Industriali e la rivista Il Progettista Industriale - Tecniche Nuove 14:00 - 17:00 • Sala C - Convegno - Ingresso libero L’approccio lean per l’impresa sostenibile Organizzato da: Associazione Meccanica in collaborazione con il Politecnico di Milano-Lean Excellence Center

VENERDÌ 18 MARZO 2016

10:00 - 11:00 • Sala A - Convegno - Ingresso libero RETI DI IMPRESE: COSA FARE E COSA NON FARE. L’ESPERIENZA DI UNA RETE DI SUB FORNITURA MECCANICA CHE SI VUOLE INTERNAZIONALIZZARE Organizzato da: Unindustria - Precisionet 10:00 - 12:30 • Sala B - Convegno - Ingresso libero ACCELERARE IL PERCORSO DI TRASFORMAZIONE DIGITALE DEL SETTORE MANIFATTURIERO ITALIANO Organizzato da: Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici e l’Università della Repubblica di San Marino 10:00 - 13:30 • Sala C - Convegno - Ingresso libero

MEC SPE 2016 - 41


POWER DRIVE INNOVATION Organizzato da: Tecniche Nuove 11:00 - 13:00 • Fabbrica Digitale, Oltre l’automazione - Area speech - Convegno - Ingresso libero L’AUTOMAZIONE NELL’ERA DEI BIG DATA: SCENARI E PROSPETTIVE Organizzato da: Rivista Automazione Industriale New Business Media 11:30 - 13:00 • Sala A - Convegno - Ingresso libero INDUSTRIA 4.0: CONOSCERE PER COGLIERE LE OPPORTUNITÀ Organizzato da: Associazione Meccanica in collaborazione con FONDAZIONE DEMOCENTER Modena 14:30 - 16:30 • Sala A - Convegno - Ingresso libero VERIFICHE ED ADEGUAMENTI AI FINI DELLA SICUREZZA DEGLI ASCENSORI E IMPIANTI MT ELETTRICI Organizzato da: UNION 14:30 - 16:30 • Sala B - Convegno - Ingresso libero

INNOVAZIONE DEI PROCESSI IN GALVANICA, PVD/CVD E PROTEZIONE DEI METALLI

Organizzato da: NGL GROUP CONFERENZE

SABATO 19 MARZO 2016

10:00 - 12:00 • Sala A - Convegno - Ingresso libero

CERIMONIA CONCLUSIVA PROGETTO LABORATORIO SALESIANO DI PRODUZIONE STAMPI

42 - MEC SPE 2016

Organizzato da: Cnos Fap 10:00 - 13:00 • Sala C Convegno - Ingresso libero Fare LEAN in Italia Organizzato da: A.I.L.M Associazione Italiana Lean Managers 11:00 - 13:00 • Sala B - Convegno - Ingresso libero

BREVETTI, MARCHI E DESIGNS: COME PROTEGGERE IL VOSTRO PRODOTTO E OTTENERE INCENTIVI E SGRAVI FISCALI GRAZIE AL NUOVO PATENT BOX

Organizzato da: Stolmár & Partner; Jus et Commercium


Manutenzione macchine da giardino tenere efficienti il rasaerba il decespugliatore e la motozzappa a scoppio Per garantire un funzionamento efficiente del motore dei vostri macchinari per il giardino con motore a scoppio sarà necessario effettuare una serie di verifiche saltuarie: • Pulizia filtro dell’aria • Cambio olio motore • Sostituzione o pulizia della candela • Pulizia delle alette di raffreddamento del motore, se necessario Filtro dell’aria almeno ogni 50 ore di lavoro macchina E’ importante mantenere pulito dalla polvere e dai detriti il filtro dell’aria, è questo infatti che permette al motore di “respirare”. Se intasato dalla sporcizia il motore tenderà ad ingolfarsi, a consumare più carburante e ad erogare meno potenza. Per pulire il filtro è necessario smotarlo dalla sua sede aprendo il coperchietto e soffiarlo con l’aria compressa

dall’interno verso l’esterno. Successivamente lavatelo immergendolo in una miscela al 2% poi strizzatelo e quindi ungetelo leggermente con dell’olio motore. Cambio dell’olio motore almeno ogni 100 ore di lavoro macchina Individuate la coppa dell’olio del vostro macchinario e il tappo per lo svuotamento. Svitate il tappo aiutandovi se necessario con una chiave o con la pinza. Lasciate defluire completamente, effettuate questa operazione possibilmente a motore caldo. Riavvitate il tappo di svuotamento e versate il nuovo olio dall’apposito tappo posto nella parte superiore. Pulizia della candela almeno ogni 30 ore di lavoro macchina Per smontare la candela utilizzate l’apposita chiave a tubo per candela. Ogni 30 ore svitate la candela e controllate la distanza fra gli elettrodi (5/6 decimi di millimento) regolandola con uno spessimetro (strumento che consiste in una serie di lamierini di spessore noto). Ripulitela con uno spazzolino di ottone e soffiatela con aria compressa, ma se la candela risulta troppo incrostata o usurata sostituitela (almeno ogni 100 ore di lavoro macchina).

GIARDINAGGIO - 43


Abi, mutui quasi raddoppiati nel 2015 L’erogazione di mutui è quasi raddoppiata nel 2015, con un incremento del 97,1% sull’anno precedente; lo ha comunicato l’Associazione bancaria italiana, sulla base di un campione che rappresenta oltre l’80% del mercato. Anche se in questi giorni non si fa altro che parlare di crediti “malati”, la notizia è sicuramente incoraggiante quale indicatore della ripresa e della fiducia da parte delle famiglie. Infatti, fa presente l’Abi, a riprendersi fortemente è soprattutto il mercato dei finanziamenti per l’acquisto delle abitazioni, da parte proprio delle famiglie. Il dato parla, in termini assoluti, di 49,826 miliardi di euro di mutui erogati, a fronte dei 25,283 miliardi dello stesso periodo del 2014. La ripresa dei finanziamenti continua ad allungare il passo, dunque: anche il confronto col 2013, quando i mutui si attestarono sui 19,085 miliardi di euro, e col 2012 (20,712 miliardi di euro), mostrano come il volume attuale sia più che doppio. A rinforzare la tendenza, fa sapere l’Abi, c’è anche il calcolo, relativo

44 - IMMOBILIARE

a fine novembre 2015, del totale dei mutui in essere delle famiglie italiane: la variazione è positiva dello 0,5% “confermando, pertanto, la ripresa del mercato dei mutui”. È quella a tasso variabile l’opzione più richiesta nel 2015, che costituisce il 42,8% delle nuove erogazioni; tuttavia, se si esaminano solo gli ultimi mesi dell’anno è cresciuta di molto la domanda per i mutui a tasso fisso, che a dicembre hanno toccato i due terzi del totale , quando, nella media dell’anno, sono stati solo il 25%.


AFFITTASI UFFICI

MQ. 135 IN BRESCIA

RISCALDATO, IMPIANTO ELETTRICO A NORMA, PIAZZALE CINTATO Classe Energetica D ESENTE DA INTERMEDIARI

TEL. 335 6815560

IMMOBILIARE - 45


Profile for Puntobresciano

Puntobresciano marzo 2016  

Puntobresciano marzo 2016  

Advertisement