Issuu on Google+

Lami r ee Andrea Cereda


Andrea Cereda ha un talento naturale per il disegno.

cosa lo sguardo e le mani dell’artista le hanno fatte diventare.

Le sue opere figurative, stilisticamente originali e decisamente affa-

Bisogna godere dapprima della loro innegabile armonia estetica, il

scinanti, gli garantirebbero una strada sicura verso un ampio riscon-

loro equilibrio. Poi percepirne i colori, i passaggi, gli accostamenti.

tro di pubblico. Ma Cer ha scelto un altro percorso.

Sentirne la materia. Infine pensare al loro tempo.

Senza in alcun modo rinnegare la pittura di figura – resta in un ango-

Al racconto che portano in sé, trasformato ma mai cancellato.

lo, ad esempio, in attesa di un motivo, del momento giusto per esse-

Pieni di istinto, quasi di rabbia, eppure al contempo tanto ordinati

re esposta la straordinaria serie dei pugili – si è dedicato a pieno alle

e razionali, questi oggetti monumentali (anche quando sono di pic-

sue opere astratte (ma sono poi davvero astratte?), realizzate con la

cola dimensione) hanno sempre un respiro classico, assoluto.

lamiera.

Simona Bartolena

A mio parere è proprio in queste lamiere che risiede il vero apice della sua ricerca. Lamiere abrase, aggredite, cucite, accarezzate, piegate, che da rottami raccolti in discarica diventano oggetti profondamente espressivi, emozionanti, a tratti perfino poetici. Ci vuole tempo per capire le lamiere di Cer. Occorre osservarle in silenzio, in momenti diversi, guardarle per ciò che sono ora e per ciò che sono state, pensare al loro percorso e a

...la concreta fisicità della ruggine, si appropria dei materiali utilizzati nelle opere diventandone parte integrante, e dando alla ricerca di equilibrio fra le parti un’identità più vera e profonda di quella della semplice apparenza.


Sono solo vecchi bidoni. Forse.


Ope re


Eros o i i n La materia reagisce agli agenti esterni che la insidiano, l’erosione è la forma visibile del suo sommesso e lento grido di rivolta.

Erosioni Lamiera e filo di ferro cm 45x 90 2004


Erosioni Lamiera e filo di ferro h cnm 165 2004


Erosioni Lamiera e filo di ferro Ogni elemento cm 30x30 circa 2004


Convivenze ...esistenze lontane, ciascuna con la propria storia, ciascuna recante i segni delle proprie esperienze...

Convivenze Lamiera e filo di ferro cm 80x 100 2006


Nonostante tutto... Lamiera e filo di ferro cm 70x 110 2009


Convivenze Lamiera e filo di ferro cm 45x 60 2008


Convivenze Lamiera e filo di ferro cm 65x 115 2008


Convivenze Lamiera e filo di ferro cm 35x 25 2009


Convivenze Lamiera e filo di ferro cm 20x 20 2009


Convivenze

Convivenze

Convivenze

Lamiera e filo di ferro cm 20x 33 2009

Lamiera e filo di ferro cm 25x 35 2009

Lamiera e filo di ferro cm 25x 35 2009


i Sconf n i ...invadono lo spazio con maggior libertĂ , quasi fossero sfuggiti di mano anche al loro creatore, seguendo un istinto tanto irrazionale quanto forse inevitabile.

Sconfini Lamiera e filo di ferro cm25x30 circa 2009


Sconfini. Lamiera e filo di ferro cm 60x75 2009


Sconfini. Lamiera e filo di ferro cm 65x80 2009


Sconfini. Lamiera e filo di ferro cm 70x80 2009


os S pens o i i n ...in equilibrio, sospeso. Un solo attimo, catturato e fissato, come in uno scatto fotografico, nello spazio che lo circonda.

Sospensioni Lamiera e filo di ferro cm25x30 circa 2010


Sospensioni (Il viaggio di Ulisse) Lamiera e filo di ferro 2010


Sospensioni Lamiera e filo di ferro cm 25x40 2010


Sospensioni Lamiera e filo di ferro cm 25x40 2009


Notti sospese Lamiera e filo di ferro cm 65x85 2010


Notti sospese Lamiera e filo di ferro cm 65x85 2010


Notti sospese Lamiera e filo di ferro cm 65x95 2010


Senza titolo Lamiera e filo di ferro cm 40x40 2010


Senza titolo Lamiera e filo di ferro cm 40x50 2010


Andrea Cereda è nato a Lecco nel 1961, si è diplomato all’Istituto

Nel 2010: mostra personale “Sconfini” allo Spazio Danseei di

Statale d’Arte di Monza, dal 1980 lavora in un’agenzia di pubblicità.

Olgiate Olona e “Derive. Occasionali e non” alla Galleria Chie Art

Nell’aprile del 2001 ha tenuto la sua prima personale seguita da

Gallery di Milano; la serie di collettive dedicate al progetto “Qui,

altre quattro nel corso del 2002.

già, oltre” a Osnago, Ronco Briantino, Agrate, Mezzago,

Nel 2003, Zen Arte a Milano ospita la sua mostra “Erosioni”. Inoltre,

Castellanza, “Omaggio A Morlotti”; “Viaggio di Ritorno”, “Il para-

partecipa alla collettiva “Innesti Contemporanei” a MIlano.

dosso di Maria”.

Nel 2004 è fra gli artisti selezionati alla IV edizione del Premio

A marzo 2011 la Spectrum Kirche di Passau ospiterà una sua per-

Biennale d'Arte Donato Frisia, del concorso CarnArte e del Premio

sonale dedicata alla via Crucis dal titolo “VIa Crucis: Mistero divi-

Movimento nelle Segrete di Bocca. Nel Gennaio 2005 partecipa come

no, dramma umano”.

artista e curatore alla mostra "Mauthausen" e nel Luglio, con Bruno Freddi e Mauro Benatti, realizza la mostra/installazione “Inside”. Nel

Dal 2003 collabora con le sue opere alle Edizioni d’arte Pulcino

Novembre dello stesso anno tiene una personale dal titolo Ordinary

Elefante di Alberto Casiraghy. La sua ricerca artistica è incentrata

People alla Libreria Bocca in Gall. Vittorio Emanuele II a Milano. Nel

sulla figura umana, sia dal punto di vista figurativo che concettuale.

2006 è fra gli artisti che partecipano alla collettiva “La guerra è finita?” alla Torciera della Villa Arese-Lucini di Osnago. Nel Gennaio 2007 è alle Officine artistiche di Treviso e nel giugno dello stesso anno è chiamato a partecipare alla colletiva “Interazioni”. Sempre nel 2007, su commisione del comune di Osnago realizza una scultura per Piazza della Pace.

Nel 2008 partecipa con artisti internazionali alla mostra “Das Antlitz Christi” a Passau in Germania e successivamente con Carlo Oberti a “Istinto & Ragione” al Castello Colleoni di Solza (BG). Partecipa nel Novembre 2009 alla collettiva “Corpi d’Autunno” da

Qui giàoltre

Agorarte a Milano . Sempre nel 2009, gli viene dedicato un capitolo nel libro “Brianza: terra d’artisti” di Simona Bartolena (Silvana Editoriale) .

www.quigiaoltre.org


Andrea Cereda - Tel 339.2948323 - a.cer@tiscali.it


Andrea Cereda