Issuu on Google+

a cura di: publimedia group

Obiettivo salute: i professionisti campani in pole position Medici accreditati a livello internazionale ed apparecchiature moderne garantiscono ai pazienti del Centro – Sud un’assistenza davvero a trecentosessanta gradi Terapia e diagnosi contro la sterilità

L

a sterilità può incidere su molti aspetti della vita di coppia. Ecco perché, spiegano i dott.ri Annalisa Salerno ed Alfredo Nazzaro, direttore scientifico e clinico di Futuraivf, un Centro di PMA all’avanguardia nella diagnosi e nel trattamento della sterilità, deve prevedere l’adozione di percorsi diagnostici e terapeutici individualizzati. “I nostri punti di forza – spiega il dott. Nazzaro - sono rappresentati da un approccio multidisciplinare alla coppia sterile, attraverso un counselling con genetisti, biologi molecolari, andrologi ed endocrinologi”. “È attiva - aggiunge la dott.ssa Salerno - un’intensa attività di ricerca clinica e di

base che ci ha portato due importanti riconoscimenti internazionali: nel 2008 il primo premio al Congresso della European Society of Human Reproduction ed Embriology e, nel 2012, il primo premio al Congresso della Società Americana di Medicina della Riproduzione”.

Nuove protesi per ginocchio ed anca

L

a sostituzione dell’articolazione del ginocchio e dell’anca con una protesi trova sempre maggiore applicazione per la crescente richiesta di vita attiva da parte di pazienti affetti da patologia degenerativa e per l’utilizzo di tecniche affinate e disegni protesici di ultima generazione. E’ quanto spiega lo specialista Bruno Violante, che illustra come nel ginocchio si passa da protesi totali in cui si sostituisce per intero l’articolazione (alla stregua dell’anca) a protesi parziali in cui sono solo uno o due separati comparti ad essere sostituiti con la preservazione dei legamenti crociati, fondamentali per una corretta funzione dell’artico-

lazione e per il mantenimento della propriocettività. La scelta di centri ad alto volume e di chirurghi specializzati, oltre ad una corretta ed immediata riabilitazione, rappresentano allora i principali parametri da tenere in considerazione da parte dei pazienti.

Chirurgia robotica della Cataratta

L

aser a Femtosecondi, la novità in oculistica per ridurre o eliminare la necessità degli occhiali. “Il Femtolaser si utilizza sia per la chirurgia refrattiva (i-lasik) che per l’intervento di cataratta dove l’impianto di cristallini artificiali Premium migliora la visione sia da lontano che da vicino”. Ne parla Vincenzo Orfeo, Direttore dell’Unità Operativa di Oculistica della Clinica Mediterranea di Napoli con più di 18mila interventi all’attivo. Segretario Nazionale Aiccer (Assoc. Italiana Chirurgia Cataratta e Refrattiva), il dott. Orfeo e la sua equipe utilizzano il Laser a Femtosecondi che, affiancando la Facoemulsificazione avan-

zata, permette incisioni chirurgiche di massima precisione. Il Femtolaser rappresenta oggi la tecnologia più innovativa in chirurgia oculistica. Si trova in poche strutture in Italia: presso la Clinica Mediterranea di Napoli l’unico Femtolaser del Sud (www.studiooculisticoorfeo.it)

Patologie del piede, convince la MIS

è

la chirurgia del piede definita Minimal Incision Surgery quella più apprezzata oggi da quanti devono sottoporsi ad interventi chirurgici al piede. Lo sa bene il dottor Carlo Falivene, classe 69 e specializzato in ortopedia e traumatologia all’Università Federico II di Napoli, dal ’99 in prima linea nello studio di questa metodica che senza incisioni, ma semplicemente attraverso piccoli fori, consente di eseguire gesti chirurgici atti a correggere deformità ossee, osteotomie o difetti dei tessuti molli, tenotomie, capsulo plastiche. E tra le patologie che routinariamente se ne giovano figura in primis l’alluce valgo che, se ignorata, può essere dolorosa ed

invalidante. Con la MIS si possono curare poi le metatarsalgie, le dita a martello, il neuroma di Morton, e del retro piede come le fasciti plantari, il Tunnel Tarsale, le spine calcaneari, sempre con scarsa aggressività e rischi ridotti ormai al minimo. Cell. 333 3699507

La salute nel cuore di Secondigliano

N

ovanta posti letto tra ostetricia, ortopedia, chirurgia ed otorinolaringoiatria: la Casa di Cura “Santa Patrizia”, che fa parte di un gruppo di cliniche gestite dalla famiglia Ugliano, e’ una casa di cura privata convenzionata con il servizio sanitario nazionale, che rappresenta un importante punto di riferimento per un’utenza particolare: quella di un territorio “difficile” come Secondigliano. Qui, i professionisti della struttura erogano prestazioni sanitarie sempre di elevato livello, laddove un occhio di riguardo e’ riservato alla figura della donna. Spazio allora alla gravidanza, al parto, ma anche alla prevenzio-

Anziani sempre attivi con il geriatra

C

ne e cura delle patologie legate alla menopausa. La struttura può contare del resto anche su un proprio laboratorio d’analisi interno e su un centro di radiologia con TAC, entrambi convenzionati con l’esterno. La struttura è inoltre dotata di proprio parcheggio.

on il progredire dell’età media, la figura del geriatra consente all’anziano di sfruttare al meglio le proprie capacità. A tal fine Tommaso Genovese, direttore dell’Area Funzionale-Organizzativa di Geriatria dell’ASL SA1 e coordinatore dell’assistenza domiciliare integrata per gli ultrasessantacinquenni non autosufficienti ed i pazienti oncologici in fase terminale e preterminale, propone nel suo studio scale di valutazione come il Mini Mental State Examination di Folstein quale primo step per la diagnosi di demenza senile.

Una vita dedicata alla vita

N

egli ultimi 30 anni l’Ostetricia e la Ginecologia hanno avuto un notevole sviluppo. Per gestire al meglio le molteplici patologie che ogni giorno si affrontano è necessaria competenza, dedizione, aggiornamento e un’equipe di Specialisti. Il prof. Mariano Iaccarino, specialista ostetrico ginecologo, noto professionista in Campania ed oltre, 40 anni di attività alle spalle, di cui circa 30 con qualifica primariale (Osp. Battipaglia, Osp. Loreto Mare e Clinica Mediterranea di Napoli), opera in collaborazione con esperti Specialisti per garantire un’assistenza ottimale alla gravidanza ed al parto (vaginale o T.C.), interventi di chirurgia

addominale, vaginale e laparoscopica. Nel settore della Infertilità ha realizzato il Centro Chemis attualmente diretto da due sue figlie Stefania ginecologa e Mirella embriologa le quali da oltre 20 si dedicano con successo alla cura della sterilità.

Nella stessa sede si valuta lo stato nutrizionale attraverso la somministrazione del Mini Nutrizional Assesment, lo stato affettivo attraverso la Geriatric Depression Scale e lo stato funzionale con la Basic Activities of Daily Living, effettuando una valutazione multidimensionale geriatrica utile anche per il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento dall’INPS. Per informazioni 3394449608.


Publimedia corriere feb2014 f