Percorsi nel Romanico nella provincia di Bergamo

Page 1

Scopri gli itinerari Discovery the itineraries

Percorsi nel ROMANICO nella provincia di Bergamo Romanesque itineraries

in the province of Bergamo


Percorsi nel Romanico Provincia di Bergamo contribuisce con passione al riconoscimento del ricco patrimonio monumentale romanico ampiamente diffuso sul territorio provinciale. L’arte romanica, forte di suggestioni inesprimibili, ha trovato rispondenza nella bergamasca con definizioni architettoniche che non solo primeggiano in ambito regionale e nazionale ma sono anche in grado di suscitare l’interesse di estimatori di ogni parte del mondo. Se mai c’è stata un’occasione in cui il “genius loci” ha dialogato con pari dignità con le istanze culturali di tenore internazionale, quella è stata di certo l’epoca del Romanico, che tuttora, e proprio per questo, reclama la nostra partecipata attenzione. Con entusiasmo, dunque, l’Amministrazione Provinciale ha raccolto l’invito a farsi promotrice del dialogo costruttivo fra diversi enti e associazioni che, in nuova e dinamica rete, collaborano alla valorizzazione, alla tutela e quindi alla promozione del Romanico bergamasco. Con diverse modalità e strategie di volta in volta messe in opera, i Comuni di Bergamo, Albino, Almenno San Bartolomeo, Almenno San Salvatore, Castelli Calepio, Credaro, Trescore, le associazioni Antenna europea del Romanico, Promoisola, Ecomuseo Valcalepio e Basso Sebino progettano – in una prima fase – il futuro vitale di una delle memorie più care della storia bergamasca. Giovanni Milesi Assessore alla Cultura, Spettacolo, Identità e Tradizioni Provincia di Bergamo


Romanesque Itineraries Province in Bergamo broadly contributes with passion to the recognition of the rich diffused Romanesque monumental patrimony on the provincial territory. The Romanesque art, strong of inexpressible suggestions, has found correspondence in the bergamasca with architectural defi nitions that not only excel in regional and national circle, but are able to arouse the interest of estimators of every part of the world. If there has been never an occasion in which the “genius loci� has conversed with equal dignities with the cultural appeals of international way, that has been the epoch of Romanesque, that really complains our participated attention. With enthusiasm, therefore, the Provincial administration has picked up the invitation to promote a constructive dialogue between different corporates and associations that, in a new and dynamic net, collaborate to the exploitation, to the guardianship and therefore to the promotion, of the Romanesque bergamasco. With different formalities and strategies, the cities of Bergamo, Albino, Almenno San Bartolomeo, Almenno San Salvatore, Castelli Calepio, Credaro, Trescore, the associations Antenna Europea del Romanico, Promoisola, Ecomuseo Valcalepio e del Basso Sebino, plan, in a fi rst phase, the vital future of one of the most expensive memories of the history bergamasca. Giovanni Milesi Councillor Entertainment, Arts & Culture Bergamo Province 3


San Giorgio

Almenno San Salvatore

San Tomè

Almenno San Bartolomeo

a fiume Add

Sant’Egidio in Fontanella

Sotto il Monte Giovanni XXIII

Torre Santa Maria di Gombito Maggiore Santa Giulia

Bonate Sotto

San Bartolomeo in Marne Santi Fermo e Rustico in Grignano

Brembate

Brembate PERCORSI / ITINERARIES

LEGENDA / LEGEND PERCORSI / ITINERARIES

1 San Tomè sec./century XII ALMENNO SAN BARTOLOMEO

2 San Giorgio sec./century XII ALMENNO SAN SALVATORE

Monumenti principali dei percorsi descritti nella guida Main monuments of the itineraries described in the guide

1 2 3

3 Sant’Egidio in Fontanella sec./century XI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII

4 Torre di Gombito sec./century XII BERGAMO

4

Percorso / Itinerario 3

4 5 6

LEMINE (Almenno San Bartolomeo e Almenno San Salvatore) Almenno San Bartolomeo, San Tomè, sec./century XII Almenno San Salvatore, San Giorgio, sec./century XII ISOLA BERGAMASCA Sotto il Monte Giovanni XXIII/Fontanella, Sant’Egidio in Fontanella, sec./century XI Bonate Sotto, Santa Giulia, sec./century XII Brembate/Grignano, Santi Fermo e Rustico, sec./century XII Filago/Marne, San Bartolomeo, sec./century XII BERGAMO Bergamo, Torre di Gombito, sec./century XII Bergamo, Santa Maria Maggiore, sec./century XII-XIII VALLE CAVALLINA Trescore Balneario/Torre, San Vincenzo alla Torre, sec. IX-XII Bianzano, Santa Maria Assunta, a.1234 Cenate Sopra, Santa Maria di Misma, sec./century XII-XV San Paolo d’Argon, San Pietro delle Passere, sec./century XI San Paolo d’Argon, San Lorenzo, sec./century XIII-XVII San Paolo d’Argon/Colle d’Argon, Santa Maria in Argon, sec./century XI

fiume Serio

Filago

Trezzo sull’Adda


Santa Maria Assunta

Bianzano

San Pietro in Vincoli

San Benedetto in Abbazia

Spinone al Lago

Albino

Santa Maria di Misma

Cenate Sopra San Pietro delle Passere San Lorenzo Santa Maria in Argon

San Paolo d’Argon

San Giorgio

Zandobbio

San Vincenzo alla Torre

Sant’Alessandro in Canzanica

Trescore Balneario

Adrara San Martino

San Cassiano Torre Sant’Alessandro in Agros

Villongo

San Salvatore

San Giorgio

Predore

Santi Nazario e Rocco Sarnico San Giorgio Martire

Credaro

Tagliuno

San Maurizio in Castello Palazzetto Carolingio

Calepio San Giovanni Battista in Cividino

Cividino

Castelli Calepio

5 Spinone al Lago, San Pietro in Vincoli, sec./century XI Trescore Balneario/Torre, San Cassiano, sec./century XII Zandobbio, San Giorgio in campis, sec./century XI

7 8

9

VALLE CALEPIO e BASSO SEBINO Credaro, San Giorgio Martire, sec./century XI-XVI Castelli Calepio/Cividino, San Giovanni Battista in Cividino, sec./century XI Adrara San Martino/Canzanica, Sant’Alessandro in Canzanica, sec./century X-XII Castelli Calepio/Tagliuno, San Salvatore, sec./century XII Castelli Calepio/Calepio, San Maurizio in Castello, sec./century XIII Castelli Calepio/Calepio, Palazzetto Carolingio, sec./century XI Predore, San Giorgio, sec./century XI - XIV Sarnico, Santi Nazario e Rocco, sec./century XI-XIII Villongo, Sant’Alessandro in Agros, sec./century XII VALLE SERIANA Albino/Abbazia, San Benedetto in Abbazia, sec./century XII

Santa Maria Maggiore sec./century XII - XIII BERGAMO

6 San Vincenzo alla Torre sec./century IX - XII TRESCORE BALNEARIO

7 San Giorgio sec./century XI - XVI CREDARO

8 San Giovanni Battista in Cividino sec./century XI CASTELLI CALEPIO

9 Per informazioni, orari apertura e visite rivolgersi ai contatti corrispondenti, vedi / For information, opening hours and visits consult with matching contacts, view

San Benedetto in Abbazia sec./century XII ALBINO

5


S. Tomè, capitello

1

San Tomè

ALMENNO SAN BARTOLOMEO sec. XII

La chiesa di San Tomè in Lemine (meglio conosciuta come Rotonda di San Tomè) si staglia inconfondibile al centro di un contesto ambientale di incomparabile interesse. Innalzato alla metà del XII secolo sui resti di preesistenti edifici sacri di epoca romana e altomedievale, il tempio è costituito da tre cilindri sovrapposti che si restringono dal basso verso l’alto, costruiti con pietre squadrate di provenienza locale disposte a corsi regolari. Il presbiterio con pianta quadrata e abside semicircolare è rivolto verso oriente, coerentemente con la primitiva simbologia cristiana. Affascinante il gioco dei volumi sovrapposti dell’ambulacro e del matroneo e della cupola all’interno della rotonda. La chiesa era anticamente affrescata ma poche tracce delle decorazioni pittoriche si sono conservate; degni di nota i capitelli figurati e le decorazioni scultoree interne ed esterne.

ALMENNO SAN BARTOLOMEO XII century

The Church of San Tomè in Lemine (better known as Rotunda of St. Tomè) stands at the center of a unique environment of extraordinary interest. Raised in the middle of the twelfth century on the pre-existing Roman ruins and early medieval religious buildings, the temple, is made up of three overlapped cylinders, that go tightening upward from the lower part. Walls are built with local square stones, lined up in regular strips. The presbytery is square planted and the apse is half rounded, it looks toward east as the early Christian symbolism. On the inside the game of the overlapping volumes of the ambulatory and the women’s gallery is just fascinating. The church was originally painted but only few traces of the paintings are left. The columns figured capitals are beautiful as well as the internal and external sculptural decorations. 6

Percorso / Itinerario 1


Tempio di S. Tomè

S. Tomè, vista dell’impianto archivoltato

Passeggiata nell’agro di S. Tomè

ORARIO INVERNALE

WINTER TIMETABLE

(da novembre ad aprile) Domenica e festivi: 10.00/12.00 - 14.30/17.00

(from November to April): Sunday and festive days: 10.00/12.00 am - 2.30/5.00 pm

ORARIO ESTIVO

SUMMER TIMETABLE

(da maggio ad ottobre) Sabato: 14.30/18.00 Domenica e festivi: 10.00/12.00 - 14.30/18.00

(from May to October) Saturday: 2.30/6.00 pm Sunday and festive days: 10.00/12.00 am - 2.30/6.00 pm

Disponibilità apertura su richiesta.

Availability opening on demand:

Tel. 035.553205 segreteria@antennaeuropeadelromanico.it IAT degli Almenno: Tel. 035. 6314930

Tel. 035.553205 segreteria@antennaeuropeadelromanico.it IAT degli Almenno: Tel. 035. 6314930 7


Chiesa di S. Giorgio, affreschi

2

San Giorgio

ALMENNO SAN SALVATORE sec. XII

La chiesa di San Giorgio in Lemine, eccellenza architettonica isolata in aperta campagna, dopo Santa Maria Maggiore in Bergamo è la più grande basilica romanica del territorio. Fu edificata nella seconda metà del XII secolo in due momenti, come evidenzia all’esterno la diversità dei materiali (tessitura muraria in pietra arenaria nella parte inferiore, in borlanti di fiume nella parte superiore). L’impianto ad asse longitudinale occidente-oriente, assai frequente nell’architettura romanica, è costituito da tre navate con copertura lignea a capriate; il presbiterio mono absidato occupa tutto il transetto. La decorazione pittorica è l’aspetto più considerevole della chiesa che presenta alcuni tra i più significativi affreschi due-trecenteschi della Bergamasca, costituiti da figurazioni votive isolate e dal grande ciclo della vita di Cristo recentemente restaurato.

ALMENNO SAN SALVATORE XII century

The Church of San Giorgio in Lemine lays isolated in the countryside, it’s an excellence for its architectural and artistical relief. San Giorgio is the largest Romanesque basilica of the territory succeeding only Santa Maria Maggiore in Bergamo. The church was built in the second half of the XII century in two moments, as it can be noticed by the difference of the external materials (masonry texture sandstone in the lower part, made of river’s borlanti, in the upper part). The longitudinal implant axis is oriented west-east, is very common in Romanesque architecture, which consists on three naves with wooden roof trusses, instead the mono-apsidal chancel occupies the entire transect. The pictorial elements are surely the most considerable aspect of the church; nowadays are preserved some of the most meaningful twofourteenth century frescoes of Bergamo’s area, that consists on isolated votive figures and the whole Christ cycle of life recently restored. 8

Percorso / Itinerario 2


Chiesa di S. Giorgio, abside

Chiesa di S. Giorgio

Chiesa di S. Giorgio, affreschi

ORARIO ESTIVO

SUMMER TIMETABLE

(da maggio ad ottobre) Sabato: 14.30/18.00 Domenica e festivi: 14.30/18.00

(from May to October) Saturday: 2.30/6.00 pm Sunday and festive days: 2.30/6.00 pm

DisponibilitĂ apertura su richiesta.

Availability opening on demand:

Tel. 035.553205 segreteria@antennaeuropeadelromanico.it IAT degli Almenno: Tel. 035. 6314930

Tel. 035.553205 segreteria@antennaeuropeadelromanico.it IAT Almenno: Tel. 035. 6314930 9


Sotto il Monte Giovanni XXIII S. Egidio in Fontanella, Cristo trionfatore

3

Sant’Egidio in Fontanella SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII - sec. XI

La chiesa di S. Egidio in Fontanella fa parte dell’omonimo priorato cluniacense fondato nel 1080 da S. Alberto da Prezzate per iniziativa di Teiperga, che fu poi venerata come Santa. Immediatamente a dopo la fondazione risale il primo edificio ecclesiastico. Attorno al 1130 la chiesa assunse l’attuale impianto a tre navate e tre absidi. Le parti visibili delle strutture dell’annesso monastero risalgono ai sec. XII-XV, epoca in cui il cenobio ebbe vita. Il complesso fu restaurato nel sec. XV con la ricomposizione nel chiostro della tomba di Teiperga, fondatrice del monastero, che si vede ancor’oggi nel piccolo chiostro. Nel ‘400 e ‘500 la chiesa fu decorata da affreschi, alcuni dei quali di Cristoforo Baschenis (1570). Conserva un polittico della bottega Marinoni di Desenzano al Serio. Nel sec. XVII l’edificio fu modificato e vide un restauro ricostruttivo nel 1910-1912 e uno nel 1953-1964 che diede la forma attuale. Nelle vicinanze è possibile ammirare altre chiese in stile romanico: San Bartolomeo di Marne (Filago), fondata negli anni 1135 circa, San Fermo del Bedesco (Grignano-Brembate), circa anni 1120-1130; Santa Giulia di Lesina (Bonate Sotto), XII secolo.

SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII - XI century The church of S. Egidio in Fontanella belongs to the homonym cluniacense priorate founded in the 1080 by Alberto da Prezzate, on the initiative of Teiperga, which was later venerated like a Saint. The foundation goes back to the first ecclesiastical building. Around 1130 the church assumed the actual plant with a nave and two aisles and three apses. The visible parts of the structures of the attached monastery go back to the XII-XV century. The complex was restored in the XV century with the recomposition in the cloister of the grave of Teiperga, founder of the monastery, which is today in the small cloister. During the XV and XVI centuries the church was decorated with some frescos, some of which of Cristoforo Baschenis (1570). It houses a polyptych from the workshop of Marinoni from Desenzano al Serio. In the XVII century the building was modified and it saw a restauration in 1910-1912 and one in 1953-1964 that gave the actual form. Nearby it is possible to admire other churches in Romanesque style, all built in the first half of the XII century: the Basilica of Santa Giulia in Bonate Sotto, the Church of San Bartolomeo in Marne in Filago and the Church of Ss. Fermo and Rustico in Grignano in Brembate. 10

Percorso / Itinerario 3


Bonate Sotto Santa Giulia, absidi - XII

Sotto il Monte Giovanni XXIII S. Egidio in Fontanella - XI

Sotto il Monte Giovanni XXIII S. Egidio in Fontanella, absidi - XI

ORARIO

La chiesa di Sant’Egidio in Fontanella è aperta dalle 8 del mattino fino al calar del sole promoisola@isolabergamasca.com PromoIsola Tel. 334.1711234 IAT Sotto il Monte Giovanni XXIII Isola Bergamasca: Tel. 035.790902

Sotto il Monte Giovanni XXIII S. Egidio in Fontanella - affresco

Filago/Marne S. Bartolomeo, absidi - XII

Brembate, SS. Fermo e Rustico in Grignano, abside - XII

TIMETABLE

The church of Saint Egidio in Fontanella is open from 8 a.m. to sunset promoisola@isolabergamasca.com PromoIsola Tel. 334.1711234 IAT Sotto il Monte Giovanni XXIII Isola Bergamasca: Tel. 035.790902 11


Torre di Gombito, scala interna

4

Torre di Gombito BERGAMO sec. XII

La Torre di Gombito, con i suoi 52 metri di altezza, è caratterizzata da una compatta ed elegante struttura in pietra, in stile romanico, che presenta pochissime e piccole aperture che evidenziano in pieno la sua originaria vocazione militare. Eretta nel XII secolo, mantenne la sua funzione difensiva fino al ‘500, quando venne convertita a usi civili. Donata al Comune nel 1877, e restaurata agli inizi del ‘900, la torre di Gombito continua a svettare sulle strette vie selciate della città medievale, ora percorse da migliaia e migliaia di turisti, che non possono fare a meno di ammirare questo vero e proprio grattacielo, vecchio almeno 800 anni che sovrasta e vigila sulla città.

BERGAMO XII century

The Gombito Tower, 52 meters high, is characterized by a compact and elegant stone masonry structure in Romanesque style. Its military function is evident in the limited number and in the size of the narrow slits. Erected in the XII century, it maintained its defensive function up to the 1500s, when it was converted to civil uses. It was donated to the City of Bergamo in 1877 and it was restored at the beginning of the 1900s. The Gombito Tower dominates the narrow paved alleys of the medieval city and it is now visited by thousands of tourists, who can’t miss the spectacular view of this “skyscraper”. The 800 years old tower still overlooks and watches over the city.

12

Percorso / Itinerario 4


Torre di Gombito

Torre di Gombito, dall’alto

Torre di Gombito, dall’alto

ORARIO:

TIMETABLE

(da aprile a settembre) Lunedì e Venerdì: 14.30/16.30 Sabato, Domenica e festivi: 10.00/12.00 14.30/16.30

(from April to September) Monday and Friday: 2.30/4.30 pm Saturday, Sunday and public holidays: 10.00/12.00 am 2.30/4.30 pm

Ingresso gratuito previa prenotazione, massimo 6 visitatori presso Ufficio IAT Città Alta: Tel. 035.242226

Free entry, previous booking required, 6 visitors maximum. at the Tourist Office - Upper Town: Tel. 035.242226

Si prega di consultare le prescrizioni prima della visita.

Please see the requirements before the visit. 13


S. Maria Maggiore, Tarsie del Lotto

5

Santa Maria Maggiore BERGAMO sec. XII-XIII

La Basilica di Santa Maria Maggiore, situata nel cuore di Città Alta, venne iniziata nel 1137 e completata con impianto planimetrico a croce greca. L’impianto generale della fabbrica è romanico, anche se il protrarsi delle fasi costruttive ha permesso l’aggiunta di elementi propri del gotico. La Basilica di Santa Maria Maggiore venne affidata dal 1449 al Consorzio della Misericordia Maggiore, il quale, tra i secoli XVI e XVII provvide a modificarne l’aspetto con l’aggiunta di elementi decorativi barocchi e la chiusura dei matronei.

BERGAMO

XII-XIII century The Basilica of Santa Maria Maggiore is situated in the heart of the upper town. Works began in 1137 and the interior has maintained the original Greek cross plan. Its architectural style is Romanesque, even if some remarkable Gothic features were later added. The Basilica of Santa Maria Maggiore has been entrusted since 1449 to the Consortium of the Misericordia Maggiore (MIA), which in the XVI-XVII centuries commissioned the sumptuous baroque decorations of the interior and closed the women’s galleries.

14

Percorso / Itinerario 5


Christo in gloria, olio su tavola di A. Boselli

S. Maria Maggiore, portale (part.)

S. Maria Maggiore, absidi

S. Maria Maggiore, Tarsie del Lotto

ORARIO INVERNALE

WINTER TIMETABLE

(dal 1° novembre al 31 marzo) Lunedì - Sabato: 9.00/12.30 - 14.30/17.00 Domenica: 9.00/13.00 - 15.00/18.00

(from November 1 to March 31) Monday - Saturday: 9.00/12.30 - 14.30/17.00 Sunday: 9.00/13.00 - 15.00/18.00

ORARIO ESTIVO

SUMMER TIMETABLE

(dal 1° aprile al 31 ottobre) Lunedì - Sabato: 9.00/12.30 - 14.30/18.00 Domenica: 9.00/13.00 - 15.00/18.00

(from April 1 to October 31) Monday - Saturday: 9.00/12.30 am - 2.30/6.00 pm Sunday: 9.00/13.00 am - 3.00/6.00 pm

ORARI DELLE SANTE MESSE

SCHEDULE OF MASSES

Feriali: 10.00 Festivi: 11.00; 12.00 Basilica: Tel. 035.223327

Monday through Saturday: 10.00 a.m. Sundays and Holy Days of Obligation: 11.00 a.m.; 12.00 a.m. Basilica: Tel. 035.223327

15


Spinone al Lago S .Pietro in Vincoli - XI

6

San Vincenzo alla Torre TRESCORE BALNEARIO sec. IX-XII

La chiesa di San Vincenzo alla Torre sorge al centro nella contrada Torre di Trescore Balneario, uno dei primi nuclei abitativi del paese. La chiesa, che insiste su una preesistente struttura religiosa carolingia (San Carpoforo) e che dal 1121 divenne sussidiaria del monastero di San Paolo d’Argon, conserva nella parete meridionale i preziosi resti murari dell’edificio carolingio, databili al IX secolo. Questa antica muratura, realizzata impiegando ciottoli e pietre di pezzature minute, assemblati in corsi assai regolari, si differenzia in modo netto dai perimetrali d’epoca romanica. Il portale, inoltre, provvisto di architrave lunettata, ampliamente diffuso nell’Isola Bergamasca e nell’Almennese, non trova equivalenti negli altri impianti romanici della zona. A Trescore è possibile visitare anche la chiesa romanica di San Cassiano, anch’essa in contrada Torre. In Valcavallina si trovano diverse testimonianze di architettura romanica: Bianzano (Chiesa di Santa Maria Assunta); Cenate Sopra (Chiesa di Santa Maria di Misma); San Paolo d’Argon (Chiesa di S. Pietro delle Passere; Chiesa di S. Lorenzo; Chiesa di S. Maria in Argon); Spinone al Lago (Chiesa di San Pietro in Vincoli); Zandobbio (Chiesa di S. Giorgio in campis).

TRESCORE BALNEARIO IX-XII century

The church of San Vincenzo alla Torre rises in the center of the contrada Torre of Trescore Balneario, one of the first inhabited areas of the country. The church, that insists on a preexisting Carolingian (St. Carpoforo) religious structure and that from 1121 became subsidiary of the monastery of St. Paul of Argon, preserve in the southern wall the precious rests of the Carolingian building, datable to the IX century. This ancient masonry, realized employing pebbles and stones of minute dimensions, assembled in a great deal in regular progress, differentiates in clean way from the perimetralis of Romanesque epoch. The portal, besides, with a moony shaped lintel, diffused widely in the island Bergamasca and in the Almennese, it doesn’t find equivalent in the other Romanesque fittings of the zone. In the same contrada is alsopossible visit another Romananesque building: The Church of S. Cassiano. In Cavallina Valley is also possible visit other Romanesque Churches: Bianzano (Church of St. Maria Assunta; Cenate Sopra (Church of St. Maria in Misma); San Paolo d’Argon (Church of S. Pietro delle Passere; Church of S. Lorenzo; Church of S. Maria in Argon); Spinone al Lago (Church of San Pietro in Vincoli); Zandobbio (Church of S. Giorgio). 16

Percorso / Itinerario 6


Trescore Balneario Spinone al Lago S. Vincenzo alla Torre - XII S. Pietro in Vincoli - XI S. Paolo d’Argon San Paolo d’Argon S. Pietro delle Passere - XI S. Lorenzo, XIII-XVII

Cenate Sopra S. Maria di Misma - XII-XV

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI RIVOLGERSI ALL’UFFICIO TURISTICO VALCAVALLINA info@prolocotrescore.it iatvalcavallina@gmail.com IAT Val Cavallina: Tel. 035.944777

Trescore Balneario/Torre San Cassiano - XII

FOR INFORMATION AND RESERVATION CONTACT VAL CAVALLINA TOURIST OFFICE PLEASE WRITE TO: info@prolocotrescore.it iatvalcavallina@gmail.com IAT Val Cavallina: Tel. 035.944777

17


Credaro S. Giorgio M. - affresco

7

San Giorgio Martire CREDARO sec. XI-XVI

La chiesa di San Giorgio Martire presenta una planimetria ad aula unica di forma rettangolare, terminante in una semplice abside semicircolare e coperta da un tetto a doppia falda. L’abside romanica si presenta con una struttura bassa e larga, tipica degli edifici romanici della zona, che si innesta direttamente nella navata, senza modanature di raccordo con il volume dell’aula. La chiesa risulta essere antica, nonostante non se ne conoscano le origini: essa può attendibilmente essere fatta risalire al secolo XI, perché a tale periodo sono databili gli affreschi più antichi, presenti sulla parete sinistra del presbiterio. L’edificio romanico era assai più piccolo dell’attuale, frutto degli ampliamenti quattro-cinquecenteschi che hanno prolungato l’aula verso ovest con l’aggiunta di una nuova campata, e innalzato la navata. A partire dal XVII secolo, con il trasferimento delle funzioni parrocchiali nella nuova chiesa del Corpus Domini, più centrale, iniziò per San Giorgio un lento abbandono, terminato solo recentemente, con il completo recupero della struttura. Segnaliamo inoltre la presenza di Sant’Alessandro in Canzanica, X-XII secolo, Adrara San Martino; Sant’Alessandro in Agros, XII secolo, Villongo; Santi Nazario e Rocco, XI-XIII secolo, Sarnico; San Giorgio, XI-XIV secolo, Predore.

CREDARO

XI-XVI century The church of Saint George Martyr features a rectangular single hall ending with a semicircular apse topped by a double pitch. The apse has the typical features of the area Romanesque buildings: its low and large structure, directly inserted into the nave, has no connection mouldings with the hall. Saint George is an ancient church but its origins are unknown. However, the eldest frescoes on the left hand side of the chancel date back to the XI century, so should the church. The original set up was more modest than that, but during the XV-XVI centuries the building underwent modifications and enlargements: the hall was extended to the west, a new span was added and the nave was made higher. Saint George kept its parish church title till 1587 when the new parish church Corpus Domini led it to a slow decline. Only recently the church has been given back its importance thanks to a complete restoration work of the building. In the low Sebino Lake District , also notable are the Romanesque curches of Saint’Alessandro in Agros, Villongo; Saint’Alessandro in Canzanica, Adrara San Martino; Saints Nazario and Rocco, Sarnico; Saint George, Predore. 18 Percorso / Itinerario 7


Credaro S. Giorgio M. - XI-XVI

Predore S. Giorgio - XI-XIV Sarnico S. Nazario e Rocco - XI-XIII

ORARI

Inverno: Sabato e Domenica 9.00/17.00 Estate: Sabato e Domenica 8.00/19.00 Visite guidate su prenotazione Associazione “Il Romanico nel Basso Sebino” info@romanicobassosebino.it Cell. 340.8635471 - 340.2280296 IAT Basso Sebino: Tel. 035.910900

Adrara S.M., S. Alessandro in Canzanica - X-XII Villongo S. Alessandro in Agros - XII

TIMETABLE

Winter: Saturday, Sunday: 9.00 am/5.00 pm Summer: Saturday, Sunday: 8.00 am/7.00 pm To book a guided visit, please call the Association “Il Romanico nel Basso Sebino” info@romanicobassosebino.it Mob. 340.8635471 - 340.2280296 IAT Basso Sebino: Tel. 035.910900 19


Castelli Calepio/Cividino S. Giovanni B., affresco

8

San Giovanni Battista in Cividino CASTELLI CALEPIO sec. XI

La chiesa di San Giovanni Battista è un gioiello dell’arte romanica. Sorta sul finire del secolo XI sui resti di un precedente edificio d’età carolingia, ancora visibile presso l’altare, si tratta di una chiesa a navata unica divisa in due campate e terminante ad Est con un’abside semicircolare affiancata da una torre campanaria d’epoca posteriore. Nella veste esteriore presenta pareti in ciottoli di fiume, disposti in parte a spina di pesce e in parte intercalati a conci di pietra sommariamente tagliati, decorate da lesene e da una superiore sequenza di archetti pensili. L’interno, caratterizzato da una copertura lignea, conserva lungo il catino absidale e sulle pareti tracce di numerosi ed apprezzabili affreschi dal XIII al XVIII secolo. Si segnalano nelle vicinanze, entro sei chilometri, la coeva e pregevole chiesa di San Salvatore a Tagliuno, e gli interessanti edifici romanici civili e i frammenti della chiesa di San Maurizio presso il borgo e il castello dei Conti Calepio nell’omonima zona.

CASTELLI CALEPIO XI century

The church of St. Giovanni Battista is a jewel of the Romanesque art. It was built at the end of the XI century on the ruins of an earlier building from the Carolingian period, still visible from the altar. It is a oneaisle church divided in two spans, ending with a semicircular apse to the East, side by side with by a bell tower of a later age. The outside walls are made of river pebbles partly placed in fishbone design and partly with inserts of roughly cut hewn stones and are decorated with pilaster strips and a series of small hanging arches. The wood covered interior is decorated along the apse and the walls with numerous noteworthy frescos dating from the XIII to the XVIII centuries. Moreover, within the distance of 6km you can find the valuable San Salvatore church from the same age at Tagliuno and ruins of the San Maurizio church within the castle of the Conti Calepio in the village with the same name. 20

Percorso / Itinerario 8


Castelli Calepio/Cividino S. Giovanni B.- XI

Castelli Calepio Castello di Calepio - Torre - XI

Castelli Calepio/Cividino S. Giovanni B.,abside - XI

ORARIO

Visite guidate su prenotazione con il Gruppo Guide Kalòs Epias Per informazioni e prenotazioni: Tel. 339.5328147 www.comune.castellicalepio.bg.it IAT Basso Sebino: Tel. 035.910900

Castelli Calepio/Tagliuno S. Salvatore - XII

TIMETABLE

Guided tours on demand with the Gruppo Guide Kalòs Epias For bookings or more information please contact: Tel. 339.5328147 www.comune.castellicalepio.bg.it IAT Basso Sebino: Tel. 035.910900 21


Albino S. Benedetto in Abbazia

9

San Benedetto in Abbazia ALBINO sec. XII

La chiesa di San Benedetto è di fondazione benedettina, essendo stata promossa dal vescovo Gregorio, anch’egli monaco, nell’aprile 1136. La primitiva costruzione si presentava sobria e priva di decorazioni scultoree; la pianta originaria si suppone sia stata a navata unica con copertura lignea, intersecata dal transetto su cui s’innestavano le tre absidi. Nel 1542 vennero apportate modifiche alla chiesa; in particolare fu realizzata una nuova cappella, intitolata al Santissimo Redentore. La Chiesa, a partire dal 1843, fu soggetta ad interventi di ampliamento con l’aggiunta delle due navate suddivise in tre campate; l’attuale facciata deriva dalle modificazioni apportate al principio del XX secolo.

ALBINO

XII century The church of St. Benedict is of Benedictine foundation, having been promoted by the bishop Gregorio, a monk, in April 1136. The primitive construction was sober and deprived of sculptural decorations; the native plant is supposed to be with a unique aisle of a wooden coverage, intersected by the transetto on which the three apses grafted on. In 1542 new changes were brought to the church; particularly a new chapel was realized, entitled to the Holy Savior. The Church, beginning from 1843, was subject to interventions of amplification with the addition of the two aisles that divided it in three spans; the actual façade derives from the modifications brought in the principle of the XX century.

22

Percorso / Itinerario 9


S. Benedetto in Abbazia Absidi - XII

Facciata - XIX

ORARIO

Parrocchia: Tel.035.770104 Comune di Albino: Tel. 035.759950 pubblicaistruzione@albino.it IAT ValSeriana e Val di Scalve: Tel. 327.2696741 - 035.704063

Abside

TIMETABLE

Church: Tel. 035.770104 Albino’s Townhall: Tel. 035.759950 pubblicaistruzione@albino.it IAT ValSeriana and Val di Scalve: Tel. 327.2696741- 035.704063 23


videocomp.it

PROVINCIA DI BERGAMO

Foto / photo: in copertina / cover: Almenno S. Bartolomeo, Chiesa di S. Tomè, interno 1. Almenno S. Bartolomeo, Tempio di S. Tomè (part.) 2. Bergamo, Basilica di S. Maria Maggiore (part.)

1

2 Provincia di Bergamo Settore Cultura, Spettacolo, Identità e Tradizioni Via Borgo Santa Caterina, 19 - 24124 Bergamo Tel. 035.387604 - segreteria.cultura@provincia.bergamo.it http://www.provincia.bergamo.it http://musei.provincia.bergamo.it http://www.turismo.bergamo.it

Proteggiamo l’ambiente utilizzando carta certificata FSC®


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.