Issuu on Google+

Avviata la fase per la costituzione dei «Bike hotel» Vittorio Alfieri ed Angelo Palillo a Pagina 2

Provincia Regionale di Agrigento Settimanale della

N. 09 - domenica 4 Marzo 2012

Sono 191 i giovani, di età compresa fra i 16 e i 25 anni, residenti nella provincia di Agrigento, che hanno inviato le domande per partecipare alla XII edizione di «Impara l'arte», l’iniziativa voluta dall'Amministrazione guidata dal Presidente D'Orsi. Le domande sono riferite ai corsi di formazione pratica, presso i laboratori artigianali delle ditte Paolo Caravella di Burgio Ceramista; Salvatore Caico di Licata, Falegnameria e carpenteria navale in legno; Ferdinando Patermo di Agrigento, Sartoria, F.lli Cimino di Agrigento, Restauro e costruzioni di organi a canne; Luigi Cascio Mulè di

La XII edizione dell’iniziativa dell’Ente «Impara l’arte»

In 191 hanno presentato la domanda di partecipazione Burgio, Fonderia campane; Calogero Geraci di Porto Empedocle Sartoria; Pamela Bordenca di Agrigento, Ceramista; Salvatore Mendolia di Favara, Produzione di pane e prodotti affini; Massimo Termini di Campobello di Licata, Composizione di colori e vernici e Giuseppe Provenzano di Santo Stefano di Quisquina, Fotografo. I corsi di formazione pratica, presso i laboratori artigianali, avranno la durata di sei

mesi. Nei prossimi giorni sarà costituita la commissione che valuterà le domande e approverà le graduatorie. La Commissione sarà composta dal Dirigente del settore, da 2 rappresentanti delle Associazioni di categoria e dall'artigiano che partecipa al progetto. Saranno scelti 10 giovani, uno per ogni laboratorio, che abbiano assolto all'obbligo scolastico. La selezione verrà fatta tramite colloquio per verificare la

reale attitudine all'attività artigiana da svolgere. In caso di parità prevarrà la decisione del rappresentante del settore. «L'invio di quasi duecento richieste per partecipare alla selezione di "Impara l'arte" è il segno del valore dell'iniziativa, una tra le più significative organizzate dall'Ente - ha dichiarato l'Assessore alle Attività Economiche Paolo Ferrara - con la quale realmente si consente l'inserimento di giovani nel mondo del lavoro nel nostro artigianato, che presenta punte di eccellenza, contribuendo così a creare nuove opportunità di lavoro». Salvo Grenci

PietroGiglione del Pd nuovo Assessoredella Giunta D’Orsi Provincia, Legambiente e WWF insieme perle aree naturali Subentra nell’incarico al dimissionario Felice Lo Faso Ha prestato giuramento questa mattina il neo Assessore provinciale Pietro Giglione. La nomina di Giglione avviene a pochi giorni dalla conferenza stampa che ha visto protagonisti il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi ed il Segretario provinciale del Partito Democratico Emilio Messana. L’ingresso di Pietro Giglione cementifica defi nitivamente, il pieno sostegno del Partito democratico alla Giunta guidata da Eugenio D’Orsi: «Dopo un periodo di analisi e di attenta riflessione da parte del Partito Democratico - ha commentato D’Orsi – finalmente, questa mattina, con l’ingresso in giunta di Pietro Giglione inizia

una nuova fase politica che sancisce il definitivo appoggio del PD a questa Amministrazione. La convergenza del programma politico esposta giovedì scorso in conferenza stampa porterà questo Ente, in quest’ultimo anno di mandato, a realizzare tutti gli obiettivi prestabiliti, fra tutti l’aeroporto e la stabilizzazione dei precari”. Pietro Giglione, origario di Raffadali, già consi

Il Presidente della provincia, Eugenio D’Orsi insieme al neo assessore provinciale Pietro Giglione

gliere provinciale Pd, subentra al dimissionario Felice Lo Faso che per diversi mesi ha retto il dicastero del Bilancio, Finanza e Provveditorato: Esprimo la mia gratitudine al dimissionario assessore Lo Faso – ha detto Eugenio D’Orsi - la sua professionalità ed il suo impegno hanno contribuito al raggiungimento di importanti traguardi per questo Ente”.

Il Presidente Eugenio D’Orsi firma un protocollo per l’ambiente

Presente il neo Assessore provinciale Francesco Schembri Sono stati firmati ad inizio di settimana tre importanti protocolli d’intesa tra la Provincia Regionale di Agrigento, Legambiente Sicilia e WWF Italia, finalizzati a rafforzare la rete ecologica siciliana, favorendo la messa a sistema e la promozione delle aree ad alta naturalità e conservando la biodiversità in un’ottica di sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo. La Provincia interviene all’accordo di programma sia come Ente beneficiario che come Ente attuatore dei proget

ti presentati dalle associazioni Legambiente e WWF per le opere da realizzare in provincia di Agrigento. Il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, il Presidente di Legambiente Sicilia, Mimmo Fontana, e del WWF Italia, Stefano espositivo, all'interno della ScaLeoni, hanno apposto le la Reale del palazzo della Proloro firme sui documenvincia, per ricordare più di cinti dando piena disponiquanta anni di attività turistica bilità ad avviare un’attinella nostra terra. vità congiunta di collaUna iniziativa che può avere un borazione per la realizgrande valore storico-culturale zazione di opere ricache interesserà sicuramente gli denti all’interno delle studiosi delle tradizioni popolaaree protette delle riserri, storici ed appassionati della ve naturali orientate Sagra del Mandorlo in Fiore e i “Isola di Lampedusa”, giovani delle scuole della nostra “Macalube di Aragona”, provincia». “Torre Salsa” e “Grotte Angelo Palillo di Sant’Angelo Muxaro”. Dopo la fase di selezione I progetti, il cui importo supera il del materiale sarà allestita complessivo milione di euro, fanno riferimento alla linea una mostra fotografica d’intervento dell’asse 3 obiettivo specifico 3.2 nella Scala Reale del del PO FESR 2007 Palazzo della Provincia /2013.

La Provincia recupera l'archivio storico dell'Ente Provinciale per il turismo L'archivio storico dell'ex Ente Provinciale per il Turismo, poi A.A.P.I.T., sarà recuperato. Si tratta degli atti dell'attività amministrativa dell'Ente in materia di promozione turistica, statistiche alberghiere ed altra documentazione che riguarda più di cinquanta anni di attività. Inoltre sarà recuperata e catalogata la numerosa documentazione fotografica relativa alle manifestazioni organizzate dall'Ente, tra cui centinaia di fotografie fatte durante le edizioni della Sagra del Mandorlo in Fiore e del Festival Internazionale del Folklore. Un notevole patrimonio artistico e fotografico che testimonia, negli anni, l'evoluzione e la trasformazione dei costumi della nostra società oltre a rappresentare la memoria sto-

rica di una delle manifestazioni folkloristiche più prestigiose al mondo. Le prime fotografie risalgono agli anni cinquanta e vennero fatte realizzare dall'allora Presidente Francesco Agnello. Il Presidente della Provincia Eugenio D'Orsi ha autorizzato il direttore del settore turismo Achille Contino ad effettuare lo scarto documentale ed il recupero di quella documentazione che ha un valore storico e archivistico. Il lavoro consisterà nel recupero e lettura dei documenti, nella catalogazione e nella divisione per argomenti, mentre il materiale

che non ha valore storico documentale verrà distrutto. Al termine di questa fase di recupero, la documentazione potrà essere messa a disposizione di studiosi e appassionati delle tradizioni folkloriche e del turismo locale. «L'impegno profuso dall'assessorato turismo nel recuperare un grande patrimonio storico e documentale – ha dichiarato l'Assessore Angelo Biondi – sarà sicuramente valorizzato da questa Amministrazione che provvederà ad utilizzarlo adeguatamente. Il materiale più significativo potrà essere utilizzato per organizzare un importante momento

Nelle foto due momenti dell’incontro tra il Presidente D’Orsi e Legambiente conclusosi con la firma di un protocollo d’intesa. Visibili l’ing. Barone e il responsabile regionale di Legambiente Fontana e del WWF Italia Stefano Leone


PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO

Al via l’operazione «Bike hotel»

pagina 2

Pubblicato dalla Provincia Regionale di Agrigento il bando per selezionare gli alberghi del territorio che faranno parte della rete

Entra nel vivo della sua realizzazione il progetto internazionale SIBIT, finanziato al raggruppamento delle 5 province siciliane che guardano a sud: Agrigento, Caltanissetta, Ragusa, Siracusa e Trapani, insieme con il polo universitario di Agrigento, il Consiglio delle autorità Maltesi e l'MTA (Malta Tourism Association). A tal fine, la Provincia, nell'ambito del progetto, ha predisposto un avviso pubblico rivolto a tutti gli alberghi e le strutture ricettive del territorio che, intendendo aderire all'iniziativa e allargare l'offerta turistica, qualificando le proprie strutture per accogliere i cicloturisti e quanti amano viaggiare in bici-

cletta. Il bando scade il 15 marzo. Tutte le strutture che hanno i requisiti previsti dal bando, pubblicato sul sito della provincia www.provincia.agrigento.it, che presenteranno apposita domanda, saranno inserite nel «Bike hote», mentre saranno scelte almeno 10 strutture alberghiere, fino ad un massimo di 15, alle quali, oltre alla formazione di personale ed inserimento in un piano di promozione interamente finanziato dal progetto, saranno consegnati dei KIT speciali (corner-officina completi di attrezzature basilare per l'assistenza ai cicloturisti). Le strutture ricettive che aderiranno al progetto dovranno allestire la propria

ristorazione con un'offerta enogastronomica legata alla cucina tradizionale e all'offerta dei prodotti tipici locali, poiché l'enogastronomia costituisce oggi uno dei motivi principali nella scelta delle mete turistiche, favorendo la conoscenza del territorio in tutti i suoi aspetti. Per il Presidente della Provincia Eugenio D'Orsi la realizzazione di una rete di Bike Hotel consentirà di potenziare l'offerta turistica di questa provincia dando vita ad una nuova forma di turismo ecocompatibile, con ricadute notevoli sul piano economico. Come Ente promotore sollecitiamo gli albergatori ad aderire al progetto perché crediamo che potrà

La Provincia seleziona 10 giovani tutordel cicloturismo PROGETTO S.I.B.I.T. -

L’iniziativa ha luogo in partenariato con Caltanissetta, Ragusa, Siracusa, Trapani, il Consorzio Universitario di Agrigento e la Repubblica di Malta

Scade alle ore 13 del 10 marzo 2012, il bando per partecipare alla selezione di accompagnatore turistico nel quadro del progetto di cooperazione trasfrontaliera «Sustainable international bike tourisme» (Sibit) organizzato dalla Provincia Regionale di Agrigento, in partenariato con quelle di Caltanissetta, Ragusa, Siracusa e Trapani, il Polo Universitario e la Repubblica di Malta. Il progetto ha l'obiettivo generale di promuovere il cicloturismo come forma sostenibile del territorio, favorendo un'integrazione tra i due sistemi turistici siciliano e maltese, tramite la creazione di circuiti transfrontalieri. A tal fine, la Provincia, nell'ambito di questo progetto ha emanato, tra gli altri, un’avviso pubblico rivolto a tutti i gio-

vani residenti in provincia di Agrigento aventi un'età compresa dai 18 ai 40 anni intenzionati ad intraprendere esperienze di accompagnatore turistico al fine di consentirgli di maturare alcune nozioni di tutor cicloturistico. I piccoli percorsi formativi messi a disposizione saranno minimo 10, il 50 per cento dei quali riservati a coloro che sono già in possesso di patentino di guida/accompagnatore turistica/o rilasciato dalla Regione Sicilia, in mancanza dei quali tutti i posti disponibili saranno destinati ai giovani aspiranti non patentati. Nel caso di risorse progettuali ulteriormente disponibili l'Amministrazione si riserva di aumentare la capienza dei 10 posti attualmente disponibili progressiva-

La scomparsa del dott. Calogero “Lillo” Narbone già vice segretario generale della Provincia, ha suscitato tra il personale con una certa anzianità dell’Ente, viva commozione. Numerosi sono stati i dipendenti dell’Ente che si sono stretti attorno a Lorella e Maria Grazia nella chiesa della Madonna di Fatima dove è stato celebrato il funerale. Il dottore Narbone - ha detto Vito Di Maida noto uomo politico agrigentino era una persona di altri tempi, e quando si convinceva di un qualcosa era ben difficile farlo retrocedere,

Paolo Pullara è nuovo presidente del Completano il Consiglio di Ammiconsorzio turistico Valle dei Templi nistrazione Claudia Casa già presidente Il cambio al vertice del Consorzio è del Circolo Rabat di Legambiente, avvenuto al termine dell’assemblea dei Gero Bellavia titolare dell’agenzia di soci nel corso viaggi Travel Gate della quale sono e Fabrizio La state rinnovate Gaipa, titolare anche le cariche dell’Hotel «Coin seno al Constazzurra». siglio di amminiPaolo Pullara sucstrazione. cede quindi a Il nuovo presiGaetano Pendodente Paolo lino che è stato Pullara, è il ti- Gaetano Pendolino il giorno dell’inaugural’anima promotritolare del-l’Hotel zione della sede del Consorzio in via Demetra ce e il motore del «Tre Torri» del Consorzio turistiVillaggio Mosè mentre la carica di co agrigentino. vicepresidente è stata affidata alla nota Gaetano Pendolino oggi è impegnato guida turistica agrigentina Claudio nel neonato Distretto Turistico Valle Castiglione. dei Templi.

Scompare il dott. Calogero «Lillo» Narbone

portare nuovi e consistenti flussi di turismo nella nostra provincia. L'assessore al turismo Angelo Biondi ritiene che questo progetto rappresenta una autentica opportunità di sviluppo in un segmento turistico che sta crescendo, in tutto il mondo, ma che attualmente riguarda marginalmente il nostro territorio. Abbiamo le risorse per propagandare questo progetto turistico sia in campo nazionale che internazionale. Siamo sicuri che grazie al progetto Sibit si potranno creare numerose opportunità di lavoro, soprattutto per i giovani che sono nelle condizioni di integrare sport e cultura. Angelo Palillo

mente fino a 15. Il corso, che si terrà presso la sede della Provincia Regionale di Agrigento, avrà la durata orientativa di 64 ore suddivise in 8 giornate della durata di ore 8 ciascuna e verterà sulle seguenti materie: cicloturismo; conoscenza del codice della strada, mappe, guide e Gps; capacità organizzative e comunicative, conoscenza degli itinerari cicloturistici, conoscenza della natura e del territorio, delle sue peculiarità, tradizioni e storia, tecnica e meccanica ciclistica, pratica su bici manutenzione e riparazione della bici; esercitazione manuale , alimentazione e salute in bicicletta. Non sono previsti rimborsi di spese di viaggio, vitto o alloggio. Requisiti di accesso: età dai 18 a 40 in possesso diploma

di maturità. L'ammissione, valutazione e selezione delle istanze di partecipazione pervenute sarà effettuata da una commissione presieduta e nominata dal Dirigente del Settore Ambiente e Politiche Comunitarie dell'Ente, ing Bernardo Barone. La domanda di adesione, munita dal documento di identità, dovrà pervenire, unitamente al curriculum in formato europeo debitamente firmato dal quale si evincano tutti gli elementi utili alla valutazione in base ai criteri richiesti dal bando, in busta chiusa sulla quale va apposta la scritta "Progetto SIBIT Selezione formativa di giovani tutor cicloturistici" entro e non oltre le ore 13,00 del quindicesimo giorno dalla pubblicazione del presente

Paolo Pullara subentra a Gaetano Pendolino Cambio al vertice del «Consorzio turistico Valle dei Templi»

avviso all'Albo pretorio di questo Ente all'indirizzo Provincia Regionale di Agrigento, Servizio politiche comunitarie, piazza Aldo Moro 1 Agrigento 92100. Non sarà tenuto conto delle domande pervenute

per qualunque causa oltre il termine stabilito. La Commissione si riserva di verificare la rispondenza al vero di quanto dichiarato dai candidati.

Vittorio Alfieri

«Alla Bit abbiamo sostenuto il progetto aeroporto»

Intervento del Consigliere Provinciale Lazzano

Di ritorno dalla Bit di Milano,che ci ha visti protagonisti alla conferenza stampa nello stand allestito dalla Regione Siciliana, la Provincia Regionale di Agrigento attraverso una folta delegazione di Consiglieri Provinciali e di amministratori ha lanciato il grido d’allarme nei confronti del paventato no alla realizzazine dell’aeroporto. Abbiamo sostenuto con forza la necessità che l’area centro meridionale della Sicilia venga dotata di un aeroporto per la marginalità che fino ad oggi ci ha visti relegati come provincia Agrigentina. Le grandi iniziative turistiche di Sciacca, Agrigento e Licata con la nascita dei distretti turisti è una importante strategica per un serio concreto rilancio socio-economico dell’intero territorio provinciale. Manca solo l’aeroporto con a latere le strutture autostradali per potere finalmente affermare che la Provincia Regionale di Agrigento non ha nulla da invidiare ad altri paesi che si affacciano nell’aerea del Mediterraneo. Questa volontà di avere un aeroporto in Provincia è stata espressa da parte di tutti i presenti ,fra l’altro nella conferenza stampa, era presente Nino Strano Assessore al Turismo, (il quale ha dato pieno sostegno allo scalo aereo di Agrigento), l’on. Fabio Granata deputato del PDL, tecnici ed Assessori Provinciali i quali all’unisono hanno manifestato la propria solidarietà al Presidente Eugenio D’Orsi per la forte iniziativa intrapresa quale quella di continuare il lavoro come amministratore all’interno di una tenda per gridare forte è chiaro che l’aeroporto sa da fare. Mario Lazzano vice presidente vicario del Consiglio Provinciale


PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO

pagina 3

«Mare-Monti» affidato l'appalto per l’avvio delle indagini geognostiche rà un notevole miglioramento nei collegamenti tra la zona costiera e quella interna. La settimana scorsa l'Ufficio Gare della Provincia Regionale ha aggiudicato un importante appalto per il Servizio di esecuzione delle indagini geognostiche e prove di laboratorio per la progettazione dei lavori della "Mare-Monti" rela-

Inizia a prendere forma il progetto della strada "Mare-Monti", ovvero la strada che collegherà diversi Comuni della provincia di Agrigento dalla SS 115 alla SS 189 passando per la SS 118. Si tratta di un'importante via di comunicazione, individuata già da diversi anni e inserita nel piano triennale delle Opere Pubbliche, che permette-

Una strada per valorizzare l’agroalimentare ed il turismo Il tracciato delle SP sarà ammodernato facendo dimezzare i tempi di percorrenza

L’aggiudicazione della gara di appalto per dar il via alle indagini geognostiche è un passo importante per iniziare la redazione del progetto definitivo che consentirà di appaltare i lavori per la realizzazione della tanto attesa “Mare.Monti”. Una strada che consentirà di collegare l’interno della zona montana agrigentina alla costa e quindi al mare. L’inizio della strada che collegherà la costa a Bivona (zona della montagna) è previsto dallo svincolo di Borgo Bonsignore sulla stada statale 115 e seguendo il tracciato di alcune provinciali oggi esistenti, raggiungerà l’abitato di Bivona e quindi il cuore della zona montana. Una fase, quella delle indagini geognostiche propedeutica per la realizzazione di questo ambizioso programma di viabilità secondaria della Provincia Regionale di Agrigento. L’idea che si concretizze-

rà con la realizzazione di questa strada è non solodi collegare la zona montana al mare, ma facilitare gli scambi commerciali tra questa vasta area interna e la costa agrigentina. Sarà più facile immettere nei mercati dei paesi costieri agrigentini tutta la produzione agro-alimentare della zona ad iniziare dai formaggi e salumi che l’hinterland della Quisquina e di monte Cammarata produce e nel contesto avviare nei co-

Aperto un nuovo tratto della statale 640 tra gli svincoli di Favara, Aragona e Grotte

Statale 640, ancora un passo in avanti verso il completamento del raddoppio dell’arteria fino a contrada «Grottarossa». E’ stato aperto alla circolazione motorizzata, un nuovo tratto della strada statale «Agrigento – Caltanissetta». Si tratta del blocco compreso tra gli svincoli per Aragona Caldara e Favara, in prossimità del viadotto «Rocca Daniele» e «Scintilia», per Grotte e Favara. Più di due chilometri dell’asse principale della nuova 640 aperti soltanto su una carreggiata, e quindi a doppio percorso di marcia. Il vecchio tratto (dal km 17 al km 19) sarà utilizzato per la viabilità complementare e per l’accesso ai privati. Questa nuova apertura dell’ammodernamento della statale Nonostante il lungo periodo di maltempo i lavori per il raddoppio della strada sono continuati senza dover segnare il passo e la direzione sta perseguendo la politica del minor disagio per quanti sono obbligati a percorrere questa arteria.. Insomma a quanto è dato sapere le imprese stanno puntando sulle aperture che possano evitare disagi e rallentamenti alla viabilità e, soprattutto, dare visibilità.

muni montani i prodotti della costiera agrigentina. Insomma da un punto di vista commerciale a guadagnarci saranno tutte e due le aree. Un altro aspetto è dato dal turismo che con un tracciato stradale più veloce l’area montana è facilmente raggiungibile senza dover percorrere quei tortuosi tracciti. I lavori infatti tenderanno a migliorare il tracciato esistente con l’eliminazione di pericolosi tratti, la messa in sicurezza

delle aree stradali che presentano problemi di cedimento strutturale del manto di bitume ed ogni altra opera necessaria per dare a questa «MareMonti» quella percorribilità in tutta sicurezza. L’intero tracciato della “Mare-Monti”, che corre sulle varie strade provinciali della zona tra Bivona e Ribera, sarà completamente ammodernato realizzando una strada al passo con la necessità di collegamenti rapidi e sicuri. Certo come spesso

si dice la prudenza deve essere sempre alla base di ogni viaggio, nessuna arteria può essere sicuradi fronte a quegli automobilisti che sconoscono la parola prudenza. Una volta realizzata questa «Mare monti» sarà dimezzato non solo il kilometraggio ma anche i tempi di percorrenza passando dagli attuali 60 km ai futuri 40 con un risparmio in tempi di percorrenza tra Ribera e Bivona che passerebbero dagli attuali 68 minuti ai futuri 34. Un grande risparmio di tempo per quanti viaggiano su questa rete stradale della nostra provincia. Di nuovo verranno realizzati circa sei chilometri nel nodo di Ribera. Per il resto tutto il tracciato interessato sarà completamente ammodernato creando quindi una strada moderna e consona con le esigenze del traffico commerciale e turistico.

tivi al tratto SS 115 - SS 118. Si tratta di indagini propedeutiche, indispensabili per approfondire la conoscenza dei terreni interessati dalle opere da realizzare e le loro caratteristiche geologiche e meccaniche. L'importo del servizio è di € 126.750,00, di cui € 124.270,86 per importo a base d'asta e € 2.479,14 di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. Il servizio è stato aggiudicato all'impresa GEOTEC SPA che ha offerto il ribasso del 28,7500% rispetto all'importo complessivo di € 126.750,00 per un importo contrattuale di € 91.022,13. Con l'aggiudicazione di questo appalto inizia, di fatto, la fase operativa di questo progetto, definito dal Presidente Eugenio D'Orsi "fondamentale per il miglioramento della viabilità, con ricadute estremamente positive sulle attività imprenditoriali della provincia, sulla sicurezza dei cittadini e sui collegamenti, che attualmente penalizzano in particolare i Comuni della zona montana, i quali nei prossimi anni potranno contare su una nuova e più moderna via di comunicazione. La Provincia Regionale, nonostante i limiti derivanti da risorse esigue e vincoli del Patto di Stabilità,conclude il Presidente della Provincia, D’Orsi continua dunque ad investire risorse sulla viabilità, e in particolare su questo progetto che è senz'altro uno dei punti di forza del nostro piano triennale delle Opere Pubbliche".

Sopralluogo dei tecnici dell’Utp sul viadotto «Drago»

Su incarico del Direttore dell’Area Tecnica della Provincia Regionale di Agrigento, ing. Piero Hamel, due tecnici hanno effettuato un accurato sopralluogo al costone che si erge nell’innesto tra il viadotto «Drago» ed il «Moranti» nei pressi di Monserrato. I due tecnici, l’ing. Michelangelo Di Carlo ed il geologo Roberto Bonfiglio hanno ispezionato l’ampio costone di calcarenite che insiste sul lato destro del curvone che collega il «Drago» al «Moranti». L’ispezione si è resa necessaria alla luce di alcune segnalazioni pervenute alla Direzione dell’Area Tecnica da parte di automobilisti in transito nella zona preoccupati per

Vittorio Alfieri

alcune evidenti crepe tra i consistenti massi.

Salvo Grenci

Già in passato la Provincia Regionale di Agrigento con proprio personale del settore Infrastrutture Stradali, aveva messo in atto alcuni interventi di consolidamento dei massi. Le recenti ed abbondanti piogge e le basse temperature hanno consentito alle acque pluviali di incunearsi tra le rocce. Al momento non dovrebbero esserci pericoli, ma già l’ing Di Carlo ed il geol. Bonfiglio, dopo il sopralluogo, hanno avviato le procedure per redigere un progetto per la messa in sicurezza del costone. E’ opinione corrente che l’unica alternativa alla soluzione definitiva del problema sarebbe la totale demolizione del costone i cui costi sarebbero abbastanza contenuti. Unico problema: la zona è protetta da vincoli ambientali e paesaggistici. V. A.


PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO

Masterclass internazionali di perfezionamento pianistico e chitarristico al «Toscanini» di Ribera Gli appuntamenti concertistici avranno luogo all’Istituto riberese * In pedana Christian Ruvolo e Benjamin Dwyer

l'Istituto Superiore di Studi Musicali «Arturo Toscanini» con sede a Ribera, istituito e finanziato dalla Provincia Regionale di Agrigento, presenta due prestigiose masterclass internazionali di alto perfezionamento pianistico e chitarristico. La prima dal 23 al 27 aprile prossimo dedicata al Pianoforte e Musica da Camera con pianoforte sarà tenuta dal maestro Christian Ruvolo docente presso la Musikhochschule di Lubecca (Germania). La seconda dal 30 aprile al 4 maggio prossimo sarà diretta dal maestro Benjamin Dwyer docente presso la Royal Academy of Music di Dublino (Irlanda). Le iscrizioni sono aperte a musicisti di ogni nazionalità, senza limiti d’età ed in possesso di adeguata preparazione, che siano interessati a perfezionare aspetti tecnici, interpretativi e storici della relativa letteratura classica. Nessun requisito è richiesto per gli uditori. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione e per i meritevoli saranno previste Borse di studio. Progetto RESI programma Italia - Malta

E' nato il Blog degli studenti dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Toscanini" con sede a Ribera, istituito e finanziato dalla Provincia Reggionale di Agrigento: www.istitutotoscanini.it/area_studenti/blog/ E' uno spazio web autogestito che rende ancor più attiva la partecipazione dei 225 studenti iscritti alla vita dell'Istituto. Ampia soddisfazione esprime il Direttore Claudio Montesano per questo ulteriore servizio dedicato dall'Istituto agli studenti: «Questi giovani dimostrano attraverso le idee e contenuti del loro blog di essere assai motivati verso gli studi, l'Arte e quindi verso la bellezza dei veri valori». Il Presidente Eugenio D'Orsi dichiara: «Abbiamo voluto offrire agli studenti questa opportunità che è finalizzata a renderli sempre più partecipi delle attività accademiche e quindi più in generale a forgiare in loro una mentalità di cittadini attivi che sappiano costruire il loro futuro».

Il Consigliere provinciale Rosario Marino eletto vice coordinatore A conclusione del primo congresso provinciale del Popolo delle Libertà, l’assemblea vota i nuovi vertici

Il Consigliere Provinciale, Rosario Marino è stato eletto vice coordinatore vicario del Popolo delle Libertà e coopererà con l’on Bosco nella conduzione del Pdl in provincia di Agrigento. Rosario Marino proviene dalle file della disciolta Alleanza Nazionale ed è confluito Rosario Marino dopo l’elezione a vice coordinatore del Popolo delle Libertà in provincia di Agrigento ha voluto ringraziare tutto il Partito di Angelino Alfano «Sono onorato della scelta che il congresso del Pdl ha fatto nei miei confronti. Una scelta che mi carica di responsabilità ma che mi stimola a dare il massimo della collaborazione e dell’impegno al coordinatore provinciale per un pieno servizio alla politica finalizzata al bene comune». Il neo vice coordinatore vicario del

Pdl ringrazia anche gli onorevoli Ignazio La Russa, Raffaele Stancanelli (ex sindaco di Catania) e Maurizio Gasparri che hanno voluto la sua candidatura. «Un grazie anche all’intera classe politica agrigentina – conclude Rosario Marino – che ha creduto in me ed ha sostenuto la mia candidatura». Intanto sul congresso del Pdl i consiglieri provinciali, Mario Lazzano vice presidente vicario del Consiglio Provinciale e Iva Paci capogruppo del Pdl hanno diffuso la seguente dichiarazione congiunta. «La celebrazione del primo congresso provinciale del Pdl di Agrigento ci ha consegnato l'immagine di un partito vivo, radicato sul territorio, credibile agli occhi di tanti giovani che hanno partecipato con un entu-

siasmo notevole credendo nel progetto politico e nel suo gruppo dirigente. Un dibattito partecipato ha offerto spunti di riflessione interessanti per definire la linea del Pdl in vista delle prossime amministrative, nel solco degli orientamenti tracciati dal segretario nazionale Angelino Alfano. In tutto questo si inserisce bene la elezione di Nino Bosco a segretario provinciale anche come riconoscimento e conferma dell'ottimo lavoro da lui svolto nella funzione di coordinatore del partito nell'agrigentino. Questo passaggio segna un viatico confortante per affrontare il prossimo turno delle amministrative che sicuramente vedrà vincenti sia il Pdl che i suoi candidati, perchè gli elettori continuano a fidarsi di una forza politica che con grande generosità è capace di guardare oltre gli interessi di parte e di lavorare per organizzare il futuro del territorio».

Scambi culturali e didattici del «Majorana» con l’Europa ad Agrigento studenti provenienti da cinque Nazioni Nell'ambito delle attività rivolte allo sviluppo della conoscenza e della comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del loro valore nella formazione delle nuove generazioni, il Liceo scientifico statale "E. Majorana " di Agrigento, nella persona del Dirigente Scolastico Dott. Teresa Maria Rita Buscemi e del personale docente coinvolto nell'ambito

Salvatore Colti lascia il servizio attivo Festa grande al Settore Trasporti e Sviluppo Economico dell’Ente

Lello Casesa e Marisa Ciotta lo hanno salutato a nome dei colleghi

Festa stamani alla Provincia Regionale di Agrigento nei locali dell’ex Apea, in via Crispi, che ospitano il Settore Trasporti, per Totò Colti , funzionario amministrativo che, nell’occasione, ha salutato i colleghi e gli amici per il suo pensionamento. Alla festa hanno preso parte, oltre ai colleghi del Settore, la moglie Silvana Burgio e la figlia Donata ed il dirigente Achille Contino . A nome di tutti hanno preso la parola Lello Casesa e Maria Ciotta affermando quanto disponibile sia stato negli anni il collega Colti e come egli abbia speso una vita tra le pareti degli uffici della Provincia occupandosi di contributi per i pescatori , sempre pronto ad accogliere l’utenza, solerte, vitale ed

pagina 4

alacre nella sua attività quotidiana. Dagli interventi è emerso il grande attaccamento e dedizione al lavoro dimostrato da Colti, assieme ad una grande onestà intellettuale e morale, che hanno meritano sicuramente infinita gratitudine e riconoscenza da parte di tutti. L’augurio fatto da tutti i colleghi è stato quello di un futuro colmo di benessere e di salute, che sia ancora foriero di tante soddisfazioni e di concrete realizzazioni primo fra tutti quello legato alla nascita del suo primo nipote. Contento ed anche se emozionato, Totò Colti ha salutato tutti promettendo di fare ogni tanto una visita ai colleghi che negli anni sono diventati suoi grandi amici.

La Protezione Civile della Provincia Regionale di Palermo soccorre a Piano Battaglia un giovane agrigentino con un trauma

Gli uomini della Protezione Civile della Provincia Regionale di Palermo sono interventi a Piano Battaglia nella giornata di sabato per soccorrere un giovane agrigentino. La bella giornata di sole ha invogliato molti a raggiungere la località sciistica. Tre gli incidenti più gravi, causati da scontri con gli slittini. Tra questi il giovane agrigentino A. G., 22 anni, che ha riportato un trauma cranico.

del Progetto Comenius "Tradition and young generation in multicultural Europe", in partenariato con le seguenti nazioni: Grecia, Cipro, Francia, Romania e Spagna, organizza una settimana di formazione e di scambi culturali finalizzata all'acquisizione delle competenze necessarie per la vita, per lo sviluppo personale, per l'acquisizione della cittadinanza europea attiva. Il progetto, nel suo complesso, intende migliorare la qualità e il volume della mobilità degli scambi di allievi e di personale docente degli stati membri coinvolti, che in questa occasione è di 60 unità di cui 48 alunni stranieri e 12 docenti accompagnatori, più tutti gli alunni in mobilità dell'Istituto "E. Majorana" per un complessivo coinvolgimento di circa 200 unità tra alunni, docenti e personale amministrativo. Le attività organizzate dal 23 al 27 c.m. stimoleranno l'apprendimento delle lingue straniere moderne, promuoveranno lo sviluppo, nel campo dell'apprendimento permanente, di contenuti, di servizi, di soluzioni pedagogiche e di prassi innovative basate sulle TIC, miglioreranno la qualità e la dimensione europea della formazione degli insegnanti, delle metodologie pedagogiche e della gestione scolastica, contribuiranno al recupero del senso autentico dello stare

insieme nel rispetto delle regole della convivenza in una dimensione europea in cui le differenze culturali diventeranno risorse formidabili di intesa e di sintesi democratica. A completamento delle attività programmate è prevista una serie di incontri con le Autorità rappresentanti gli Enti Locali, coinvolti nelle diverse iniziative, al fine di stimolare un processo di interazione tra scuola e territorio. Le delegazioni delle diverse

Scuola, lavori al liceoclassico «Empedocle»

Il settore Edilizia Scolastica della Provincia Regionale ha già avviato l'istruttoria per la concessione dell'autorizzazione al liceo classico «Empedocle» di Agrigento della copertura di una terrazza di collegamento tra i due plessi della prestigiosa istituzione scolastica di via Empedocle. Il dirigente del liceo, Anna Maria Sermenghi aveva già inoltrato la richiesta di parere al Comune di Agrigento che dovrà rilasciare anche l'autorizzazione per l'avvio dei lavori, alla Sovrintendenza ai beni culturale ed ambientali, ai vigili del fuoco ed alla Provincia di Agrigento. L'opera consiste nella copertura della terrazza del secondo piano che collega tra loro le due ali dell'istituto di via Empedocle. La copertura faciliterà il transito di alunni, docenti e personaleda un'ala all'altra.

nazioni europee coinvolte nel progetto incontreranno i Sindaci delle città di Agrigento e di Porto Empedocle e il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi. V. A.


Nuove ipotesi n.9