Issuu on Google+

settembre 2013


la stagione estiva 2013 L’estate sta finendo e, come ogni anno, è giunto il tempo dei bilanci. Il 2013 è stato il primo in cui Marina San Giusto ha potuto disporre dei nuovi ormeggi nella darsena, presentando al contempo la banchina del molo Pescheria libera da cantieri: i corposi investimenti voluti dalla dirigenza a partire dal 2009 hanno così permesso di ampliare notevolmente l’offerta del porto turistico, in particolar modo per quanto concerne le imbarcazioni di misura compresa tra i 20 e i 30 metri, e i risultati si sono visti nel periodo tra giugno e agosto. Tamer II, Lars, Bonita I, Fortuna, Leonardo III, Lady H, Whirlwind e Shaha sono solo alcuni degli yacht che hanno fatto tappa a Trieste e che hanno scelto di ormeggiare al Marina San Giusto. Rispetto agli anni passati, il 2013 non ha portato con sé navi da diporto delle dimensioni del Musashi o del Carinthia VII, ma in compenso ha segnato un notevole aumento di imbarcazioni di lusso, meno imponenti ma ugualmente prestigiose, a testimonianza che il lungo lavoro di semina ha iniziato a dare i suoi primi gustosi frutti.


quale farà seguito un “pasta party”. Per aderire è previsto un contributo minimo di 30€ a imbarcazione, mentre i proprietari di barche a motore potranno ugualmente prendere parte alla festa conclusiva versando una quota individuale di almeno 5€. Per informazioni e iscrizioni, è a disposizione la segreteria del Marina: info@ marinasangiusto.it / tel. 040 303036.

La Veleggiata 2013 Sabato 7 settembre alle ore 13 Marina San Giusto e Marina San Giusto Yacht Club daranno vita a “La Veleggiata 2013”, una regata per soci e clienti –in cui si gareggerà a vele bianche- che vuole rappresentare soprattutto un’occasione di aggregazione per salutare in allegria la fine della stagione estiva. Tornati a terra avrà luogo la tradizionale premiazione alla


disagi a soci e clienti La direzione e tutto lo staff si scusano con i clienti e i soci di Marina San Giusto per i fastidi arrecati durante le serate danzanti sulla terrazza della palazzina multiservizi. Già a seguito delle prime segnalazioni vi era stato un intervento presso i gestori affinché riducessero i decibel o trovassero soluzioni alternative per limitare la propagazione delle onde sonore: evidentemente le azioni poste in essere non si sono rivelate sufficienti a evitare disagi. Sarà cura della presidenza fare tesoro delle lamentele affinché nella stagione a venire nessuno abbia più motivo di ritenersi anche solo parzialmente insoddisfatto della propria permanenza al Marina.

Un anno da presidente Correva l’estate 2012 quando, al posto del dimissionario Italo Mariani, le redini di Marina San Giusto furono prese da Paolo Zelco che oggi, a dodici mesi di distanza, ci racconta il suo primo anno ai vertici della società e le prospettive di sviluppo per il porto turistico. «Si è trattato di un anno di lavoro intenso, volto sia all’ultimazione dei lavori struttu-

rali che alla rivitalizzazione del bacino con l’arrivo di nuove barche e con l’avvio di attività capaci di portare l’attenzione del mondo della nautica sulla nostra piccola ma preziosa realtà.» «In primo luogo –spiega l’architetto- mi preme ricordare la chiusura del cantiere relativo alla diga palificata: un’opera imprescindibile a protezione degli ormeggi, che ha tuttavia richiesto un notevole im-


pegno in termini economici e dei tempi di realizzazione tali da far apparire il Marina, almeno fino a qualche mese fa, un eterno incompiuto. Ora invece, anche in virtù della nuova darsena, abbiamo l’opportunità di estendere l’offerta a imbarcazioni entro i 30 metri e di riservare a quelle di dimensioni maggiori lo specchio acqueo lungo la banchina del molo Pescheria.» «Ma il Marina San Giusto –continua Zelco- non è solo destinato agli megayacht bensì, com’è noto, si compone di oltre 200 ormeggi all’interno del proprio bacino storico per scafi entro i 15 metri di lunghezza: grazie all’indefesso lavoro del nuovo direttore commerciale Roberto Distefano e di tutto lo staff siamo finalmente riusciti a riempire numerosi buchi e a fornire così un notevole colpo d’occhio a chi si affaccia sul nostro porto.» «Altra questione di assoluto interesse è

l’avvio dei corsi di vela che, attraverso lo Yacht Club, hanno vantato l’adesione di un buon numero di bambini e ragazzi e che auspicabilmente vedranno anche una nutrita partecipazione di adulti a seguito dell’attivazione autunnale delle lezioni a loro dedicate.» «Questi mesi sono inoltre serviti a curare con assoluta dedizione i rapporti con le istituzioni locali, Autorità Portuale e Capitaneria di Porto in primo luogo, e le relazioni di buon vicinato in particolar modo con lo Yacht Club Adriaco e con la Società Triestina della Vela, realtà quest’ultima alla quale sono stati garantiti rilevanti sconti sulle tariffe di ormeggio nei periodi in cui il Marina si è trovato a ospitare suoi soci. Importante anche la collaborazione avviata con Porto San Rocco e Trieste Terminal Passeggeri, che ha già prodotto l’uniformazione delle tariffe di ormeggio e che mi auguro in un futuro prossimo possa portare a ulteriori lusinghieri risultati.» «Un ruolo di primo piano è stato ricoperto dalla comunicazione: come di consueto, quest’anno abbiamo preso parte al Myba di Genova –ricorda il presidente- con la partnership di &Perizzi per l’arredamento dello stand e di Felluga per i vini e abbiamo aggiornato l’immagine del Marina con una brochure e un sito finalmente


all’altezza del nostro target. Ultimo solo in ordine di tempo, abbiamo ospitato per la prima volta la kermesse Vela&Vela, accogliendo sul molo Venezia espositori e giornalisti di settore.» «Desidero poi esprimere massima soddisfazione per la nuova gestione del ristorante, che ha saputo incontrare il gusto del grande pubblico e che è riuscita a imporsi nell’ampia offerta cittadina, anche in virtù dell’ottimo rapporto qualità-prezzo, quale una delle mete preferite dai triestini per una cena a base di pesce.» «Nel complesso posso dunque dichiararmi assolutamente soddisfatto dei risultati conseguiti e altrettanto fiducioso che il lavoro impostato inciderà positivamente sul volume d’affari di quello che, al di là del buon cibo e del divertimento serale sulla terrazza, è e rimane –conclude Zelco- il core business di Marina San Giusto.»


Marina San Giusto Molo Venezia 1 - Trieste +39 040 303036 info@marinasangiusto.it Press Office info@proun.it


MSG-Newsletter-09.2013