Page 30

30

Sport

Venerdì 20 Gennaio 2012

VOLLEY B2

Il faticoso successo sul Costa Volpino conferma il grande equilibrio che regna nel girone dei blues

Reima campione d’inverno con il brivido

Grazie al faticoso successo interno contro il mai domo Costa Volpino per 3-2, la Reima Crema con una giornata di anticipo è campione d’inverno. Infatti, i blues di Verderio mantengono tre punti di vantaggio sul Sassuolo, ma a parità di punti possono contare su un numero maggiore di successi. «Sabato dopo un momento di difficoltà - afferma l’alzatore Nicola Mazzonelli - siamo stati in grado di reagire e portare a casa la vittoria, ribaltando il punteggio nella somma dei set. Questa è l’ennesi-

La Reima a muro

ma dimostrazione che non bisogna dare mai nulla per scontato e più andrà avanti il campionato e più ogni avversario vorrà dare il massimo contro di noi». Ad inizio settimana, la squadra ha ripreso a lavorare assiduamente e con costanza per preparare la delicata trasferta bresciana di sabato sera contro il B&B Bedizzole. Buone notizie arrivano dall’infermeria: Pietro Faccioli ha ripreso a lavorare in palestra, se pur svolgendo esercizi differenziati e i tempi del pieno recupero sono previsti fra i 30 e i 40 giorni.

CLASSIFICA (11ª giornata) Reima Crema 29; Sassuolo 26; Montecchio 25; Bedizzole, Modena Est 21; Viadana, Cisano 21; Parma 19; Verona 18; Castelnuovo, Gorgonzola 15; Costa Volpino 11; Vignola 6; Piacenza 1. • SERIE B2 FEMMINILE Dopo il netto successo su Reggio Emilia, la Golden Volley ha ceduto 3-1 a Lecco e sabato sera ospita il Carpi. E’ indispensabiloe un altro successo interno per alimentare le speranze di salvezza.

Pergo, il futuro resta un’incognita

Il successo (ancora sub judice) di Bassano ha ridato fiducia a un gruppo che domenica vuole confermarsi con il Latina

Prima Divisione - Lo conferma l’assessore allo Sport, Maurizio Borghetti, che però assicura: «Briganti onorerà gli impegni presi»

A

di Stefano Mauri

lla vigilia del delicato match interno tra Pergocrema e Latina (stadio Voltini, domenica ore 14.30) per provare ad interpretare l’intenso momento in casa gialloblu, abbiamo scambiato due chiacchiere con l’assessore allo Sport Maurizio Borghetti. Intorno al Pergo tirerebbe un’aria strana: parrebbe esserci il rischio, per ora eventuale, di rivivere tra qualche mese un’estate di passione, l’ennesima con il patema del rischio non iscrizione, qualora l’attuale management decidesse di lasciare, oppure non trovasse acquirenti o altre soluzioni. Che ne pensa in merito? «A quanto mi risulta, il presidente Briganti ha intenzione di onorare gli impegni fino a stagione conclusa. Oggi fare calcio in Lega Pro (a serio rischio ridimensionamento nel lungo periodo, ndr) è molto difficile dal punto di vista economico-finanziario. Bisogna avere passione e motivazioni per impegnarsi.

Abbiamo già sperimentato l'estate scorsa le difficoltà nel trovare soluzioni che potessero rispettare la categoria conquistata sul campo e in questi mesi le condizioni generali sono ulteriormente peggiorate». Lo scorso mese di luglio si è fatto un mazzo tanto per favorire l’uscita di scena serena dell’ex Inacio Pià patron Manolo Bucci: ebbene, l’opzione Briganti, nata frettolosamente era davvero l’unica strada percorribile? «Più che con troppa fretta, l’opzione è stata trovata in extremis, dopo tanti no, visto che Bucci voleva mollare. Se il signor Sergio Briganti ha deciso di entrare in gioco immagino abbia avuto motivazioni e basi per farlo, senza rischiare pericolosi salti nel vuoto che nessuno capirebbe e ha mai chiesto. Oggi la squadra è in una tranquilla posizione di classifica e non ha pregiudicato nulla. Altre situazioni, se esistono, vanno affrontate sapendo che rotonde e sovrappassi non ce

ne sono, né possiamo costruirli». Conosce i soci di Briganti (mai presentati ufficialmente, ndr)? «Ho sempre fatto riferimento, per rispetto delle regole e del ruolo al presidente». A che punto è il progetto relativo al nuovo stadio? «Può sembrare strano, ma è forse più fattibile una realizzazione così complessa rispetto a tante altre. Gli enti locali non hanno più un euro da spendere. Il settore giovanile? Mi risulta sia strutturato decisamente meglio rispetto all’anno scorso e mai si è alzato un lamento sul vivaio». Reduce da un punto di penalizzazione (e fanno due) inflittogli e dalla vittoria di Bassano, incoraggiante ma tuttora da ufficializzare (causa il giallo della doppia ammonizione o meno a Pià), il Pergocrema di Fabio Brini è pronto a sfidare il Latina. Questa la probabile formazione: Cicioni, Celjac, Rizza, Coletti, Fabbro, Cuomo, Adeleke, Cazzamalli, Babu, Angiulli, Tortolano.

IL TABELLINO

BASSANO-PERGOCREMA 0-1 BASSANO: Grillo, Toninelli, Bonetto, Drudi, Basso, Correa, Lorenzini, Morosini (17’ st Proietti), Gasparello, De Gasperi, Guariniello (28’ st Galabinov). A disposizione: Poli, Baido, Lazzarotto, Lucca, Martina. All.: Jaconi. PERGOCREMA: Cicioni, Celjak, Rizza, Cuomo, Fabbro, Coletti (38’ st Cazzamalli), Tortolano (47’ st Mattia), Romondini, Pià, Guidetti, Babù (38’ st Adeleke). A disposizione: Pennesi, Doudou, Angiulli, Joelson. All.: Brini. ARBITRO: Peretti di Verona. RETI: 45’ st Pià su rigore. NOTE: spettatori 800 circa. Ammoniti Tortolano, Guariniello, Pià, Gasparello, Lorenzini, De Gasperi, Drudi e Guidetti.

CICLISMO

Il team di Eugenio Mazzani si affida al direttore sportivo Ruslan Pidgorny, ex grande professionista

La Fenice-Zema punta a una grande stagione

Si riparte. L’inverno è ancora nel pieno, ma le ruote girano da un pezzo e le squadre hanno fissato le date dei raduni e iniziato a inquadrare gli obiettivi della stagione. Il debutto è fissato il 25 febbraio con la classicissima Coppa San Geo. Sta arrivando un’infornata di talenti eccezionali. Evviva! Basta scorrere i risultati per accorgersi della regolarità di alcuni ragazzi ancora molto giovani, protagonisti nelle categorie Elite e Under 23. Talenti da tenere d’occhio in una stagione destinata a diventare, come tutte le altre, una favola bella del grande ciclismo. Può darsi che mi stia facendo prendere la mano, forse domani dovremo raccontare tutta un’altra storia, ma non importa: guai a mettere il silenziatore. Troppo facile riconoscerle, difficile confonderle: c’è Redi nell’aria qualcosa di particolare. Diamo Halilai un nome a tutte queste cose. Il team Fenice-Zema, squadra dilettanti provinciale, presieduta da Eugenio Mazzani, con quartier generale a Soncino, comincia il 2012 col “botto” ingaggiando Ruslan Pidgorny, nato a Vinnotza (Ucraina) il 25 luglio 1977, professionista dal 2002 al 2011 nelle file di

TENNIS TAVOLO

Un successo e un ko per il Ggs in serie B1

Una vittoria ed una sconfitta per le due formazioni del Ggs Ripalta Cremasca impegnate in serie B1. La squadra impegnata contro la capolista Cortemaggiore ha perso in terra emiliana per 5-2 con Rossini Tarocco e Frigiolin e sabato ospita il Verzuolo. Fantastico risultato in casa per la squadra B, che si mantiene in vetta alla classifica con il Parma, dopo essersi sbarazzata per 5-1 del Saint Rauffeisen. Nel prossimo turno il Ggs sarà impegnato in trasferta a Verona contro il Borgo San Pancrazio. Ottimi risultati anche in C1 (successo per 5-1 sulla Sandonatese) e in D1 (contro Nosari e la Libertas Sesto San Giovanni.

De Nardi, Tenax, Team Lpr, Isd Cycling, Isd Neri e Vacansoleil. Talentuoso protagonista dell’ultima Vuelta di Spagna, appende la bici al chiodo per salire sull’ammiraglia, con la nuova veste di direttore sportivo. Ci sono le premesse per tante giornate epiche, con la squadra radunata in Liguria a pedalare in sinergia, una quindicina di dilettanti pronti a far girare bene il motore del team, un mix di tranquillità e spirito che fa andare tutto bene. Dei talenti più in vista del 2011, Redi Halilai (italo-albanese, vincitore e autore di innumerevoli piazzamenti), Davide Locatelli, Alessio Bramati, Leonardo Pastorino, Nicolò Basciù e l’uzbeco Adbulo Akparov. Giovani promettenti che ruotano intorno al grande Pidgorny, per una stagione di sfide a livello internazionale e nazionale. • LA BRONZINI CAMBIA SQUADRA Giorgia Bronzini, campionessa del mondo su strada, lascia la Forno d’Asolo-Colavita e torna alla “Diadora- Pasta Zara”, pur essendo anche atleta del Corpo Forestale di Stato. Tanti sono gli impegni della piacentina, fantastica trionfatrice al “Gran Premio

Liberazione di Santa Maria della Croce di Crema. • A GREIPEL LA DOWN UNDER CLASSIC Il tedesco Andrè Greipel (Lotto Belisol) ha vinto il prologo del Down Under Classic, di Adelaide in Australia. Al termine dei 51 km di corsa, che ha aperto il calendario mondiale con tanti velocisti di primo piano: Petacchi, Goss, Bennati, Freire, Guarnieri e Valverde (che torna nella mischia dopo la squalifica per doping). Ha preceduto il norvegese Edvald Boasson Hagen (Sky) e l’australiano Heinrich Haussler (Garmin-Barracuda). Alessandro Petacchi (Lampre-Isd) ha chiuso al decimo posto, mentre Jacopo Guarnieri, velocista della Astana, al debutto con la nuova maglia turchese è stato costretto al ritiro a quindici chilometri all’arrivo causa una perdita di sangue dal naso. • CALENDARIO OLIMPICO E’ stato stilato il calendario delle gare di ciclismo dei Giochi Olimpici di Londra, in programma dal 27 luglio al 12 agosto, giorno di chiusura. IL PROGRAMMA: 28-7 gara su strada uomini; 29-7 gara su strada donne; 1-8 cronometro su strada donne e uomini; 5-8 Omnium uomini su pista; 11-8 Mountain bike donne. La Gran Bretagna non è un Paese che vive di ciclismo, ma i britannici puntano su Marck Cavendisch, campione iridato, asso della Manica per scuotere l’ambiente della 30ª Olimpiade estiva. Fortunato Chiodo

Pioggia di medaglie nei Regionali di Monate

ROWING

Campionati lombardi di canottaggio in palestra, vale a dire il rowing, specialità del remo che si sta diffondendo da qualche anno e si pratica in palestra, con i remoergometri di ultima generazione. Molti gli appassionati intervenuti nella palestra di Travedona Monate, dove hanno gareggiato ben 631 vogatori, suddivisi in 409 equipaggi provenienti da tutte le società lombarde. Presenti, naturalmente, Flora, Baldesio e Bissolati. La Baldesio si è aggiudicata tre titoli con Edoardo Margheri nel singolo Pesi Leggeri, nel doppio Senior con Michele Manzoli e Marco Chiodelli e con Federica Cortesi nel singolo allieve B. Argento per Miriam Vacchelli (Allieve C) e per Marcello Caldonazzo e Jonas Vacchelli nel doppio Cadetti, mentre hanno conquistato il bronzo Carlotta Tamburini nel singolo Ragazze, Francesco Coppola e Matteo Ferrari nel doppio Allievi B

e Cora Passamonti tra i Cadetti. La Bissolati ha portato a casa il titolo con il quattro di coppia Senior (Simone Rodini, Luca Cattaneo, Raffaele Beduschi e Giacomo Gentili), mentre alla medaglia d’argento sono arrivati Eleonora Carotti e Valentina Rodini nel doppio Pesi Leggeri, Francesca Fava nel singolo Ragazze. Bronzo, infine, per Massimo Varesi nel singolo Master. La Canottieri Flora ha ottenuto una scontata medaglia d’oro nel singolo adaptive con Daniele Signore e il bronzo con Gaspare Pagano, arricchendo il suo bottino con tre argenti nel singolo Senior con Tamara Bernio, nel doppio Ragazzi con Renato Avino e Lorenzo Lazzarinetti e nel quattro di coppia Senior con Riccardo Ariberti, Alessandro Corni, Daniele Lattari e Paolo Pinardi, ai quali vanno sommati i successi di Letizia Bertelli in singolo Allieve B e di Clarice Cloutier nel singolo Allieve C.

Un società Poderosa La stagione 2001-2001

Ruiprendiamo il viaggio alla scoperta delle società affiliate all’Uisp. L’associazione Poderosa nasce nel 2000 grazie ad un idea di Marco Cattivelli e Gino Agretti. Il primo sponsor è l’impresa edile Rondinelli che dava anche il nome alla squadra. Dal 2001 al 2003 lo sponsor primario diventa Cre-monesi Gomme, che dal 2004 lascia il posto ad Electricline fino al 2006. Dal 2006 al 2010 c’è stata una pausa di riflessione, ma nel 2010 la Poderosa è risorta ed il nuovo sponsor è diventato Mito Assicurazioni. Il presidente è Marco Lazzari, l’allenatore della squadra di calcio (che gioca a S. Sigismondo) è Gaetano Nava, i dirigenti Marco Cattivelli e Luigi Agretti. L’entusoamo non manca, anche se la squadra fino ad ora ha faticato e in campionato ha racimolato solo due punti. Ma c’è tempo per rifarsi, a partire da domenica 29 gennaio quando la Poderosa sarà impegnata sul campo del Ladri Club per la Coppa di Lega. Il campionato, invece, riprenderà domenica 19 febbraio con la sfida di Alfianello. CLASSIFICA: Flora 30; Caprioli 14; Mai Fiack 28; Ladri Club 23; Az. Cartaria 18; P. Dosimo, Alfianello 16; Capriolo 14; Fiesse 12; Atl. Manfro 11; Poderosa, Real Piazzi 2.

Il Piccolo Giornale del Cremasco  
Il Piccolo Giornale del Cremasco  

20 gennaio 2012

Advertisement