Page 23

SPORT

lo lettere@ilpiccologiornale.it ECCELLENZA

Il Crema cerca punti salvezza

Dopo aver pareggio con il Real Milano (1-1 con rete di Piacentini), il Crema cerca punti salvezza nello scontro di domani a Cisano Bergamasco. Rivoltana, invece, sempre più nel baratro dopo il ko (1-4) con la Trevigliese. Domani in Vallebrembana l’ultima chiamata.

Responsabile Fabio Varesi

CLASSIFICA (21ª giornata) Ciserano, Sondrio 47; Galbiatese Oggiono 39; Cavenago, Fanfulla 32; Verdello 31; Mariano 30; Trevigliese 29; Desio 28; Ardor Lazzate 25; Real Milano 23; Crema 22; Villa d’Almè, Cisanese 21; Base 96 17; Rivoltana 15.

Uno scontro diretto da non sbagliare

La Cremonese prova domani in Piemonte a riscattare il deludente pareggio di una settimana fa contro il SudTirol

B

di Matteo Volpi

ig match tutto da vivere per la Cremonese, che domani scenderà in campo a Vercelli per provare finalmente a vincere uno scontro diretto e riscattare il pareggio interno con il SudTitol. La Pro Vercelli, infatti, è al momento la seconda forza del girone ed è ancora imbattuta tra le mura amiche. Dopo un avvio di stagione formidabile, la formazione nerostellata ha inanellato una copiosa serie di pareggi che ha favorito il sorpasso e il successivo allungo della Virtus Entella in vetta alla classifica. L’unico scivolone stagionale, invece, è stata l’incredibile sconfitta sul campo della Feralpi Salò. In Piemonte sanno l’importanza di questa gara e in settimana la società ha dato una tiratina d’orecchie alla squadra, per cercare di richiedere la migliore concentrazione possibile. Domenica, peraltro, ad attendere la formazione di Torrente, ci saranno un ambiente ed un clima caldi, coadiuvati anche dalla presenza del campo in sintetico non sempre sinonimo di agevolazione per chi non è abituato a giocarci su. Tra i bianconeri, ovviamente, occhi puntati sul bomber Marchi (autore di 11 reti sino ad ora) e ad una difesa che con i suoi soli 15 gol al passivo si conferma più che mai granitica. In casa grigiorossa

PRIMA DIV. 23ª GIORNATA Carrarese-Lumezzane

0-0

Como-Feralpi Salò

1-0

Cremonese-SudTirol

1-1

Pavia-Virtus Entella

0-2

Reggiana-Savona

0-1

San Marino-Pro Vercelli

0-0

Unione Venezia-Pro Patria

3-0

Vicenza-AlbinoLeffe

3-2

CLASSIFICA GIRONE A

LEGA PRO Sul campo della Pro Vercelli i grigiorossi sono obbligati a vincere per puntare ancora l’Entella Una settimana decisiva per la Casalese PROMOZIONE

Virtus Entella 47 Pro Vercelli 40 Vicenza (-4) 39 Cremonese 38 Como 36 U. Venezia 36 Savona 35 AlbinoLeffe (-1) 33 SudTirol 31 Feralpi Salò 29 Lumezzane 27 Carrarese 23 Pro Patria (-1) 23 Reggiana 22 San Marino 16 Pavia 15

IL PROSSIMO TURNO (09-03 h 14.30) AlbinoLeffe-San Marino, Feralpi Salò-Virtus Entella, Lumezzane-Pavia, Pro Patria-Como, Pro Vercelli-Cremonese, Reggiana-Unione Venezia, Savona-Carrarese, SudTirol-Vicenza.

la tensione è forte e si è consapevoli che domenica per forza di cose servirà un’impresa, specie per provare a variare un po’ quelli che fino ad ora sono stati gli equilibri nelle zone alte di una classifica, comunque ancora tutta da scrivere. Oltretutto i grigiorossi devono vendicare la sconfitta patita all’andata, quando un gol di Bani realizzato nella ripresa re-

Brighenti è andato a segno con il SudTirol (foto © Ivano Frittoli)

galò i tre punti ai piemontesi. PROBABILE FORMAZIONE (4-4-2): Galli; Caracciolo, Abbate, Moi, Bergamelli; Campo, Armellino, Bruccini, Palermo; Della Rocca, Brighenti. All.: Torrente. La partita di domani sarà arbitrata da Mirko Mangialardi della sezione di Pistoia, assistenti Giuseppe Monetta di Salerno e Giuseppe Opromolla di Salerno.

IN TV La sfida di Vercelli sarà trasmessa in diretta da Cremona 1 (canale 211 del digitale terrestre) a partire dalle ore 14. La gara sarà trasmessa in differita domenica alle ore 00.30 ed in replica lunedì alle ore 14. Lunedì sera, a partire dalle ore 21, appuntamento in diretta con “Il grigio e il rosso” con tutti gli approfondimenti della partita.

Il pareggio di Bra ha complicato il cammino dei gialloblu che domani devono battere il Santarcangelo

Pergolettese, la situazione si è fatta difficile di Tiziano Guerini

I tre punti d’obbligo a casa del Bra, ultimo in classifica, non sono arrivati: solo uno striminzito pareggio che realisticamente lascia ormai per il Pergo la sola speranza di evitare alla fine gli ultimi sei posti in classifica e così poter sperare negli spareggi. Una speranza, non certo una certezza visto il basso livello di prestazioni della squadra. Difesa perforabilissima nei calci da fermo (a Bra l’ennesimo gol preso su calcio d’angolo!), mancanza di fondo e squadra stanca di testa e di gambe dopo un’ ora di gioco (un brutto secondo tempo anche a Bra!) sono i due difetti maggiori che la Pergolettese si trascina da mesi senza riuscire a trovare l’antidoto. Per tutto il primo tempo la Pergolettese ha avuto in mano la partita, e sarebbe riuscita a chiuderla non fosse per il solito maledetto gol preso su calcio d’angolo (al 32’) su col-

Il gol di Puccio

po di testa ravvicinato di Rossi indisturbato in area (ma cosa deve succedere perché Grandi esca una volta, non dico a parare, ma almeno a smanacciare una palla?). La Pergolettese era andata in vantaggio al 20’ con Bardelloni bravo a difendere la palla in attacco e a metterla dentro l’area dove Jeda di piatto metteva in gol sottomi-

sura. Al 40’ i gialloblù pasavano in vantaggio con un tiro a sorpresa da 25 metri di Puccio che si insacca sotto la traversa sorprendendo Cicioni. Primo tempo discreto, secondo da buttare. Subito all’8’ il pareggio del Bra con Tettamanti che ribatteva di testa in rete una punizione dalla destra. Un’occasione di Bardelloni al 20’ (poi usci-

to per Jovine al 27’) prima della affrettata espulsione al 24’ di Giovannini per doppia ammonizione. A seguire due tentativi occasionali negli ultimissimi minuti - al 45’ Cogliati (entrato al 35’ al posto di Cerniglia) e Rizzi al 46’ - ma erano il segnale più di una resa che di una reazione. Troppi giocatori sotto tono con Tiboni non pervenuto. Ora tutto ciò che rimane è lottare per evitare una retrocessione che sarebbe immediata, arrivando negli ultimi sei posti. Non è molto, ma significherebbe salvare almeno la faccia davanti ai tifosi e alla città. Occorre provarci con determinazione, a partire da domani contro quel Santarcangelo che del resto all’avvio del campionato non veniva dato molto più accreditato del Pergo. La squadra romagnola ha invece disputato un ottima prima parte di stagione, anche se da qualche domenica non è più brillante come prima,

ma è comunque sempre terza con 43 punti. ***

SECONDA DIVISIONE

26ª GIORNATA Bassano-Real Vicenza 2-1, Bra-Pergolettese 2-2, Delta Porto Tolle-Spal 1-0, Forlì-Alessandria 1-2, MonzaCuneo 0-1, Renate-Bellaria 3-0, Rimini-Mantova 1-1, Santarcangelo-Vecomp 1-1, Torres-Castiglione 1-0. 27ª GIORNATA (09-03 h 14.30) Alessandria-Bassano, BellariaTorres (07-03 h 14.30), Castiglione-Monza, Cuneo-Bra, MantovaRenate, Pergolettese-Santarcangelo, Real Vicenza-Forlì, SpalRimini (h 20.30), Vecomp-Delta Porto Tolle (08-03 h 14.30). CLASSIFICA Bassano 54; Renate 44; Santarcangelo 43; Spal 42; Real Vicenza, Monza 41; Alessandria 40; Mantova 39; Torres 36; Forlì, Vecomp Verona, Rimini 35; Cuneo, Pergolettese, Delta Porto Tolle 32; Castiglione 23; Bellaria 12; Bra 9.

Nel gergo calcistico, il termine “decisivo” riferito ad una partita è spesso abusato. Per una volta possiamo dire con certezza che la settimana che inizia domani sarà decisiva per le sorti della Casalese, fermata domenica scorsa dalla forte pioggia che ha inzuppato il campo di Ciano d’Enza. Come noto la squadra di Agazzi si trova in piena zona playout. L’obiettivo è evitarli, ma trovandosi la zona salvezza a 9 lunghezze, diventa realistico inseguire almeno il piano B, ovvero evitare la retrocessione diretta. Gli ultimi due posti per fortuna sono distanti, ma va tenuto conto che i playout si giocano solo se le due squadre avversarie sono distanziate da meno di 10 punti. Ad oggi la sfida sarebbe col Soragna, guarda caso proprio l’avversario di domani dei biancocelesti, che si trova 5 punti sopra. Una sconfitta dunque sarebbe pesantissima, mentre una vittoria rilancerebbe la Casalese anche in chiave salvezza, oltre a far bene al morale dei ragazzi che non vincono dall’ottobre 2013. Ma decisiva, si diceva, è tutta la settimana. Infatti mercoledì sera è previsto il recupero, anche in questo caso in Baslenga, col Brescello, proprio la squadra che va agganciata per la salvezza, 9 punti sopra. Per chiudere, domenica 15 marzo c’è la trasferta con la Valtarese, penultima e quasi condannata. Sono scese in campo invece le altre cremonesi. Il Casalbuttano a sorpresa ha espugnato 1-0 Pandino, la Soresinese è stata fermata in casa dal Tribiano. Ora sono tutte in lotta per un posto playoff. CLASSIFICA (22ª giornata) Termolan Bibbiano 59; Carignano 51; Castellana 43; Terme Monticelli 38; Medesanese 36; Castelnovese, Montecchio 35; Cadelbosco, Traversetolo 34; Ciano, Fontana Audax 33; Brescello 31; Biancazzurra 28; Soragna 27; Casalese 22; Basilica 2000 18; Valtarese 13; Povigliese 6.

Settimanale Il Piccolo  

8 marzo 2014

Advertisement