Page 1

il

PICCOLO Giornale

Direzione e redazione: Via S. Bernardo, 37/A • Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 • Fax 0372 59.78.60 • Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it/archiviopiccolo10.html • E-mail: ilpiccolocremona@fastpiu.it Pubblicità: Immagina srl - Via S. Bernardo, 37 - Cremona • Tel. 0372 45.39.67 - 43.54.74 • Fax 0372 59.78.60 • Presso Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona

Anno XI • n° 50 • VENERDÌ 31 DICEMBRE 2010

Settimanale • € 0,02 copia omaggio

ULTIMO DELL’ANNO IN CITTÀ

alle pagine 4-5

SI SPENGONO LE LUCI SU SAN SILVESTRO

Anche quest’anno niente festa in piazza Stradivari. Le proteste di alcuni esercenti. Intanto sono molti i cremonesi che restano in città. Cenone in casa con parenti e amici, oppure ristorante. Solo in pochi hanno fatto le valigie L’EDITORIALE

Aruspici, oroscopi e auguri

F

«CHI NON E’ D’ACCORDO PUO’ ANCHE ANDARSENE» A pagina 3

INTERVISTA A GIAN DOMENICO AURICCHIO

«Abbiamo bisogno di nuovi insediamenti produttivi» ▲

a pagina 6

RINCARI DELLE TARIFFE

Stangata per le famiglie: aumenti per oltre 1000 euro ▲

Lo sfogo del sindaco dopo la presa di posizione, in Giunta, della Lega

La rivolta dei tassisti: «Vogliamo più sicurezza»

Calcio- Bilancio negativo

Basket - Contro Treviso

Cresce il lavoro nero

Cremo, il brindisi di fine anno è molto amaro

La Vanoli Braga vuole evitare la crisi di risultati

Scoperti 117 lavoratori irregolari

a pagina 41

a pagina 39

a pagina 7

CREMONA

inisce un anno in chiaro scuro. Per molti cittadini, più scuro che chiaro. E’ tempo di bilanci, ma soprattutto di previsioni, oltre che di buoni propositi. In questi giorni le previsioni degli esperti di economia si sprecano: la crisi è finita. No, non è finita, ma il peggio è passato. Ma no, siamo ancora in piena crisi. Allora sono andato a leggere l’oroscopo, chissà mai… D’altronde, quella della divinazione è una pratica dai nobili natali: gli aruspici etruschi godevano di un gran ruolo sociale e quelli romani non erano da meno. Gli aruspici erano una sorta di sacerdoti indovini che, per conto del Senato romano, esaminavano le interiora degli animali, per predire il futuro. Poi, però, ci siamo affidati alla scienza, e, tutto sommato, non siamo diventati più felici… quindi, chissà. Torniamo agli oroscopi e all’influsso che le stelle eserciterebbero sul nostro destino… mah, come potranno mai influire, su di noi, dal momento che sono distanti milioni di anni luce? Posso forse accettare un ruolo della Luna che, com’è noto, condiziona le maree e si sa: noi siamo fatti al novanta per cento di acqua. Del resto si dice: “Quel tipo è un po’ lunatico”. Io sono del segno dei Pesci. Ho letto svariati oroscopi (ma non diciamolo a Margherita Hack) e ne ho trovato uno che mi è piaciuto. Finisce così: “… cerca di sperimentare qualcosa di nuovo per il 2011, hai bisogno di una scossa benigna che ti spinga a passare al livello successivo”. Qualunque sia il “livello successivo”, ho pensato che fosse l’augurio migliore che avrei potuto farmi e farvi. Buon 2011 a tutti. Daniele Tamburini daniele.tamburini@fastpiu.it

a pagina 11

a pagina 10


CREMONA

Venerdì 31 Dicembre 2010

3

«Chi non è d’accordo è libero di andarsene» SPACCATURA IN GIUNTA Il sindaco: «Le decisioni si prendono in regime di democrazia»

Perri: «Meglio ottimizzare le risorse piuttosto che licenziare». Malvezzi: «Non è vero che gli assessori leghisti non vengono ascoltati»

S

di Laura Bosio

e non si è d'accordo con le scelte che vengono fatte, si è liberi di andarsene». Il sindaco Oreste Perri commenta così le polemiche createsi nella Giunta comunale nei giorni scorsi, che hanno visto Pdl e Lega contrapporsi su due diversi fronti. Casus belli è stata una divergenza di opinioni sul numero dei dirigenti del Comune. «Non mi schiero dalla parte di nessuno: come amministratore, il mio compito è assicurarmi che vengano rispettate le regole della democrazia. Quindi, se otto assessori la pensano in un modo su un argomento, e tre in un altro, democrazia vuole che sia la maggioranza a decidere. D'altro canto mi sembra di aver sempre agito seguendo i principi della democrazia, spesso condividendo con i miei assessori anche le scelte che avrei potuto benissimo prendere da solo. Per me non contano i colori politici, ma il bene della città». Intanto il clima all’interno della Giunta resta teso, anche se per il momento

Carlo Malvezzi, vicesindaco di Cremona

gli assessori leghisti sono tutti e tre in ferie, come conferma lo stesso Perri. La polemica, abbiamo detto, nasce dal disaccordo sul numero dei dirigenti comunali. Un argomento su cui Perri ha le idee chiare: «Dietro ogni dirigente c'è una persona, e dietro ogni persona c'è una famiglia. Ora, per raggiungere lo stesso obiettivo ci sono due modi: uno è tagliare, ma così facendo si crea disoccupazione; l'altro è cercare di ottimizzare le risorse. Noi stiamo andando in questa direzione. Certo, sarebbe comodo e facile lasciare a casa le persone per reperire risorse, ma non è questa la strada che voglio intraprendere. Infatti abbiamo scelto di stabilizzare ben 33 dipendenti precari. Obbligo di un buon amministratore è saper ottimizzare le risorse, in modo da ottenere il massimo per il bene comune con il maggior risparmio possibile. In ogni caso, il numero dei dirigenti è calato, passando da 16 a 15, perché non abbiamo sostituito chi è andato in pensione. Abbiamo invece tagliato le spese inutili, come molte consulenze esterne, passate da 2.600.000 euro del 2008 a

850mila euro del 2010. Abbiamo ridotto notevolmente il corso del personale, senza licenziare nessuno». Perri nega anche il fatto che la Lega sia scarsamente considerata. «Quasi tutte le decisioni le abbiamo votate all'unanimità. e quelle rare volte in cui non si è raggiunto l'accordo, ha prevalso l’orientamento della maggioranza». A questo punto, il sindaco non si fa sfuggire l’occasione per una stoccata finale: «Con tutti i problemi che ci sono oggi, tra la crisi della Tamoil e di altre aziende, e la disoccupazione, vorrei che tutti mettessimo la testa e l'impegno su quei temi, che sono problemi seri. E vorrei che chi ha vinto le elezioni si sentisse parte della maggioranza». Dal canto suo, il vice sindaco Carlo Malvezzi (Pdl) ribadisce la posizione espressa dal sindaco: «Le decisioni le abbiamo quasi sempre prese all'unanimità, e non è vero che le posizioni degli assessori leghisti non vengono ascoltate. Anzi, si evince il contrario anche dalle proposte che come Pdl abbiamo fatto, e che sono state recepite dall’Amministrazione. A partire dalla previsione di una riduzione importante e progres-

Simone Bossi, segretario provinciale Lega

Oreste Perri, sindaco di Cremona

siva, negli anni 2011 e 2012, del costo complessivo dei dirigenti, coerentemente a quanto si sta già attuando con il personale non dirigente. Vogliamo individuare obiettivi chiaramente identificabili e misurabili, ai quali collegare i premi di risultato. Abbiamo inoltre stabilito che le consulenze esterne devono essere ridotte per volume economico

Simone Bossi (Lega): «Non abbiamo ricevuto risposte. Valuteremo. Non escludiamo un allontanamento dalla maggioranza»

«Il compito di un buon amministratore è ottenere il massimo risultato con il maggior risparmio possibile ed utilizzate esclusivamente per colmare quelle competenze specialistiche che non siano presenti nella struttura». Resta invariata invece la posizione della Lega di Cremona, che non torna sui suoi passi. «I numeri parlano chiaro: se si vogliono ridurre i costi non si assumono nuove persone» dichiara Simone Bossi, segretario provinciale del partito. «E restiamo in disaccordo anche sul ritorno allo stipendio pieno di assessori e sindaco. Se gli amministratori hanno potuto vivere tranquillamente con lo stipendio diminuito, crediamo che potrebbero continuare a farlo, mostrando ai cittadini che la politica è vicina alla gente». E i prossimi passi? «Abbiamo chiesto a sindaco e Pdl di fissare un incontro, ma non abbiamo ancora ricevuto risposta. Credo che un confronto tra le parti della maggioranza sia auspicabile e dovuto. Se poi non dovessimo essere ascoltati, decideremmo come prendere posizione». Senza escludere l'ipotesi di un allontanamento dalla maggioranza.


Cremona

Cene a casa con gli amici o al ristorante con menù alla carta...

capodanno casalingo

Molti cremonesi restano in città

Complice la crisi, numerose persone non si muoveranno neppure da casa propria

U

di Laura Bosio

ltimo dell'anno casalingo per i cremonesi. Il dato emerge da un sondaggio condotto tra i cittadini: circa il 65% ha risposto che non andrà fuori città, e il 30% addirittura lo passerà in casa, propria o di amici. Un po' per scelta, un po' per necessità: circa il 60% di chi resta, lo fa perché non ha abbastanza soldi per partire. E' la triste realtà di molte famiglie, che devono tirare la cinghia anche sui festeggiamenti dell'ultimo giorno dell'anno.

«Quest'anno non ci muoviamo da casa: ci è nato un figlio da poco, e non vogliamo strapazzarlo con viaggi o cenoni» raccontano Sabrina e Giovanni, coppia di giovani sposi. «Ma tutto sommato è meglio così: con i costi che ci sono al giorno d'oggi, anche festeggiare Capodanno diventa un lusso. Lo scorso anno siamo andati al ristorante, e abbiamo speso 160 euro in due. A conti fatti con quei soldi avremmo mangiato per due settimane o poco meno: uno spreco inutile, in tempi di crisi come questi». La scelta di restare in casa è diffusa, specialmente tra chi davvero fatica ad arrivare a fine mese. «Anche se vivo ancora con i miei

genitori, sono attualmente disoccupato: in un simile frangente pensare di andarmene in giro per San Silvestro sarebbe assurdo» dichiara Alessio, 28enne ancora senza lavoro. «Credo che per l'ultimo andrò a casa di amici, giusto per brindare insieme. Avremmo voluto andare in piazza a Cremona, ma quest'anno purtroppo non si fa alcuna festa». «San Silvestro è l'ultimo dei miei problemi, adesso» spiega Diego, 50enne. «Sinceramente non ho soldi da sperperare, purtroppo. Rimpiango i tempi in cui per le feste si poteva partire anche per una settimana, senza troppi

problemi. Spesso partivamo per qualche meta esotica, per goderci qualche giorno di caldo, a spezzare il rigore del freddo invernale. Oggi questo non mi è più possibile. Io lavoro ad orario dimezzato, mia moglie è in cassa integrazione, e alla nostra età è ben difficile pensare di ricollocarsi nel mercato del lavoro. Fortunatamente ho messo via un po' di soldi, ma non è certo il caso di sperperarli. Cerchiamo di tirare avanti come meglio possiamo, ma gli sprechi non sono ammessi. Purtroppo la vita è fatta anche di rinunce, nonostante che pesino”. I giovanissimi soffrono la situazione anche maggiormente: «Con i miei amici andremo in qualche

«Il capodanno può essere bello anche in casa»

locale, ma si mangia rigorosamente a casa propria» annuncia Cinzia, 23enne. «Studiamo tutti, e siamo perennemente senza soldi. Alle famiglie non chiediamo nulla, perché con la crisi che c'è le difficoltà sono già molte. Così ci ingegniamo come meglio si può». «Abbiamo ottenuto il permesso di radunarci nel garage di uno della compagnia» dice Giuseppe, 19 anni. «Con una stufetta elettrica ce la caveremo. Soldi non ce ne sono, per cui ci arrangiamo. Ognuno porta qualcosa da mangiare e da bere, la musica non manca, e così passeremo la serata». Il passatempo più gettonato rimane comunque la cena tra amici. «Quest'anno si festeggia in casa, a base di pesce» racconta Cristina, 40enne. «Saremo tre coppie, con relativi figli. Di partire non se ne parla, da quando abbiamo i figli, e il cenone al ristorante risulta troppo stressante. Credo che una cena intima, tra amici, sia sempre la soluzione migliore, specialmente quando ci sono figli. Così loro giocano insieme e si divertono, mentre noi chiacchieriamo e brindiamo». Dunque i figli sono spesso un deterrente, rispetto ai festeggiamenti. «Purtroppo è così: quando si è soli ci si può permettere di prendere e partire, con i figli piccoli ci sono molti limiti» dice Maria Teresa. «Noi ne abbiamo due, e sono un bell'impegno. Per questo abbiamo deciso di restare a casa nostra, con i bambini. E' bello anche così, oltre che essere meno dispendioso». Ci sono poi quelli che, pur restando a Cremona, hanno deciso di concedersi una cena fuori. «Fortunatamente quest'anno molti locali hanno abbassato i prezzi, rispetto agli anni precedenti, così abbiamo deciso di cenare al ristorante» racconta Giulia, 38enne. «Il mio compagno ed io non usciamo spesso a mangiare, così abbiamo pensato bene di farlo quella sera. Abbiamo trovato un ristorante che offre un buon menù a prezzo contenuto, e abbiamo scelto quello. Purtroppo la crisi la sentiamo tutti,

ma credo che si debba sempre cercare di godersi la vita il più possibile, finché si può». Del resto, per qualcuno la scelta del ristorante è quasi d'obbligo, quando non si ha una casa in cui festeggiare e non ci si può permettere un viaggio. «Abbiamo prenotato al ristorante, scegliendo appositamente un luogo in cui offrissero il menù alla carta, per poter scegliere con calma cosa mangiare» racconta Bruno. «Siamo una compagnia di circa 20 persone, e riunirci tutti in casa di qualcuno sarebbe stato impossibile. Avevamo anche valutato l'ipotesi di partire per un viaggetto, ma abbiamo capito che verrebbe a costare troppo, così abbiamo optato per il ristorante». «Non abbiamo ancora prenotato nulla, ma l'idea era quella di mangiare fuori, dopo aver scartato altre ipotesi più costose, come quella di partire per un paio di giorni» racconta Sara, 27enne. «Alcuni amici se ne andranno a festeggiare San Silvestro a Bologna, dove fanno la festa in piazza, ma per me e il mio ragazzo dormire fuori è troppo impegnativo dal punto di vista finanziario. Per questo abbiamo scelto di cenare qui, in qualche ristorantino. Per ora ovunque abbiamo chiamato c'erano posti liberi, quindi non dovremmo faticare a trovare un posto».

«Ogni capodanno preferiamo andare in un ristorante diverso

Anche chi è più avanti con l'età sceglie il ristorante. «Una cenetta a lume di candela è quel che ci vuole» dice Rosa, pensionata. «Mio marito ed io abbiamo una tradizione, da quando i nostri figli sono andati via: ogni ultimo dell’anno scegliamo un ristorante mai provato, e lo passiamo lì. Siamo entrambi appassionati della buona tavola, e ci sembra la scelta migliore».

Infine c'è anche chi, a dispetto di tutto, sceglie di partire. «La crisi? La sentiamo, ma non voglio, per questo, dover rinunciare a tutto» dice Claudio. «Abbiamo risparmiato su altre cose, ma un viaggetto, anche solo di tre giorni, ce lo vogliamo concedere. Dunque passeremo San Silvestro in montagna, a Cortina: sci, centro benessere e cenone in albergo». Tuttavia, anche chi parte cerca di farlo a costo contenuto. «Noi andiamo via perché gli zii hanno una casa in montagna» racconta Michela, 24enne. «Hanno accettato di lasciarla a me e ad alcuni amici, quindi festeggeremo lì. Tra la neve sarà bello restare attorno al fuoco del camino, a brindare per il nuovo anno». Qualcuno invece sceglie la festa alternativa. «Parteciperò alla marcia della pace che fanno a Soncino» racconta Fabio. «Credo che il nuovo anno vada festeggiato con buon senso, e secondo me questa è un'ottima scelta. Negli anni scorsi ho spesso partecipato anche alla marcia Perugia-Assisi. E' molto bello camminare tutti insieme, spinti dalle stesse motivazioni».


Venerdì 31 Dicembre 2010

5

Niente più festa in piazza, la delusione degli esercenti del centro storico P

Neutrale l’Ascom: «Tanto partecipava poca gente». Confesercenti: «Doveva rientrare tra le iniziative di Natale»

Sono in pochi coloro che scelgono di partire per le feste

er il secondo anno di seguito, per la notte di San Silvestro a Cremona niente festa in piazza, e di conseguenza niente locali aperti nel centro storico. Una situazione che poco piace agli esercenti cremonesi. «Fino a due anni fa tenevamo aperto la notte dell'ultimo dell'anno, perché c'era la festa in piazza e il centro si riempiva di gente» dicono i titolari della gelateria La Piazzetta. «Credo sia assurdo. Noi avremmo tenuto aperto volentieri, come abbiamo sempre fatto, mentre ora nessuno apre. Ci sono paesi più piccoli di Cremona che fanno feste in piazza con gruppi musicali. e in una città come la nostra invece non si fa nulla. Hanno tolto la pensilina per rendere più fruibile la piazza, e da allora non si sono più organizzate manifestazioni, a parte la Festa del Torrone. Ci aspettiamo che a questo punto la festa la facciano al Cremona Po, visto che ormai stanno facendo di tutto per portare là qualsiasi iniziativa, come è accaduto per la pista di pattinaggio su ghiaccio». Anche per il titolare del Flora il parere è lo stesso: «Trovo assurdo che non facciano la festa in piazza, così come è assurdo che non sia stato fatto un albero di Natale in centro, e che venga invece privilegiato in tutto e per tutto il centro commerciale Cremona Po. In qualsiasi piazza d'Italia vi sono iniziative e feste, qui il vuoto totale. Non è certo questo il modo di rilanciare il nostro centro storico». Un po' di amaro in bocca anche per Confesercenti. «Capisco il fatto che non sia stato possibile perché mancano i soldi» dice Ernesto Fervari, presidente dell'associazione. «Tuttavia secondo me tale festa avrebbe dovuto essere inserita direttamente tra le iniziative delle festività

Alessandro Volta, responsabile Fipe (Ascom), Maura Ruggeri, capogruppo Pd in consiglio comunale e Ernesto Fervari, presidente Confesercenti

natalizie. C'erano centomila euro a disposizione, e sarebbe stato meglio che li avesse gestiti direttamente il Comune, cercando magari di raccoglierne altri, facendo appello a sponsor privati in modo più incisivo». Dal canto suo l'Ascom preferisce mantenere una posizione neutrale: «Parlo prima di tutto da esercente» dice Alessandro Volta, responsabile del Fipe e proprietario dei locali 21 Way e Pierrot. «Non ho mai tenuto aperto per la notte dell'ultimo, quindi non ho problemi. Mi rendo conto che una festa in piazza sarebbe apprezzata dalla gente, e soprattutto da chi non può permettersi di andare in giro, e deve passare il Capodanno in

città, o alle persone sole, che possono almeno trovarsi a festeggiare insieme ad altra gente. E so anche che per alcuni esercenti la mancanza di una festa può essere un problema, perché in una sera come quella di San Silvestro la presenza di molta gente in piazza permetteva loro maggiori introiti. Tuttavia non giudico la scelta del Comune: non ci sono soldi, e ovviamente quella delle feste non è certo una delle prime spese da sopportare. Senza contare che comunque le feste fatte negli ultimi anni non avevano un grande successo di partecipazione. Se si fosse deciso di organizzare qualcosa di un po' diverso ne saremmo stati ben contenti, ma sinceramente

Volta (Fipe): «La notte dovrebbero aprire la Ztl»

preferirei che il comune avesse un occhio più attento per altri tipi di problemi, come per esempio aprire la Ztl di sera: il fatto che resti chiusa rende più difficile l'accesso ai locali del centro, e questo non va a nostro vantaggio». Per l'opposizione, invece, la situazione non è nuova. «Ormai abbiamo capito che manca una linea che risponde alla problematica della scarsità di risorse» spiega Maura Ruggeri, capogruppo del Pd in consiglio comunale. «Ma il fatto è che vi sono delle tensioni tra l'amministrazione e le associazioni di categoria, e mancando un dialogo manca anche la capacità di concertazione. Con queste premesse è ovvio che non vengano stimolate iniziative. Questo è l'ennesimo episodio che delinea la difficoltà di comunicazione che ha questa giunta».


6

Cremona

Venerdì 31 Dicembre 2010

«Servono nuovi insediamenti produttivi» E’

Intervista al presidente della Camera di Commercio di Cremona, Giandomenico Auricchio

«Dobbiamo fare in modo che gli imprenditori scelgano il nostro territorio per le loro aziende» di Laura Bosio

oramai chiaro che il 2011 si preannuncia piuttosto difficile per il territorio cremonese: dalla crisi di livello internazionale non siamo ancora usciti, le economie nazionali continuano a risentirne, le aziende sono in sofferenza, si perdono posti di lavoro, e gli ammortizzatori sociali tradizionali iniziano a mostrare la corda. Nel nostro territorio, a complicare il quadro si è aggiunta la vicenda Tamoil, che potrebbe provocare ulteriore disoccupazione. Situazione assai difficile, se si pensa alle numerose crisi aziendali che il territorio ha dovuto affrontare durante l’anno che si chiude. Ma quali sono le esigenze del nostro territorio? Su cosa puntare per il 2011, su quali investimenti occorrerebbe lavorare, quali forze dovrebbero essere messe in campo? Lo abbiamo chiesto al presidente della Camera di Commercio, Giandomenico Auricchio. «Credo che il nostro territorio abbia bisogno, prima di tutto, che la vicenda Tamoil venga risolta nel modo migliore. Sono tante le persone interessate, tante le famiglie a rischio. La cabina di regia organizzata in Provincia di Cremona sta lavorando molto in questa direzione, anche se sarà fondamentale l'aiuto del governo. Altra necessità del nostro territorio è un sistema infrastrutturale funzionante e ben strutturato, moderno e adeguato alle peculiarità del Cremonese. Le strade rappresentano da sempre la via di sviluppo di un territorio. Per questo, una delle prime cose che faremo con il nuovo anno sarà proprio quella di incontrare le categorie economiche, per analizzare le esigenze infrastrutturali, e stabilire quali sono le priorità, pur tenendo conto del periodo di crisi. Parliamo, ad esempio, della Paullese, un collegamento importante per la nostra città. O ancora, il problema del trasporto ferroviario: per una città

come la nostra, dove il pendolarismo è una caratteristica costante di tutte le tipologie di lavoro, è fondamentale avere un servizio funzionante. Ma a Cremona manca anche un aeroporto, per non parlare dei collegamenti fluviali. C'è infine la questione del marketing territoriale, che può essere visto sotto due aspetti. Una, che condivido, è quella su cui sta puntando il sindaco Perri, per rilanciare l'immagine della città. L'altra, quella per cui voglio lavorare, è l'attrattività del territorio ai fini dell'insediamento industriale. Dobbiamo far si che le aziende decidano di scegliere il Cremonese per insediarsi, preferendoci ad altre zone. Nuovi insediamenti produttivi porterebbero lavoro e sviluppo economico al territorio. Le istituzioni hanno senz’altro un ruolo importante, nelle prospettive da lei delineate… «Premetto che con le istituzioni territoriali vi è un rapporto positivo. Chiederemo loro di porre una particolare attenzione alle questioni di cui ho parlato, che per noi sono particolarmente importanti. Credo che, pur essendoci una collaborazio-

ne molto forte sia con la Provincia che con la Regione, si possa giungere ad un coordinamento ancora migliore: è proprio quando le risorse sono scarse che la condivisione di intenti e il lavorare insieme sugli stessi progetti, atteggiamento sempre auspicabile, diventa fondamentale. Bisogna unire le forze. E le forze politiche? «Mi auguro davvero che trovino, al loro interno, il modo di far fronte comune su tutte queste tematiche essenziali. Il loro compito è quello di rispondere ai bisogni della gente, del territorio e delle imprese». Veniamo allora alle imprese, e parliamo delle loro esigenze. «Credo che le imprese abbiano bisogno, prima di tutto, di un sostegno nell'accesso al credito. Nel 2010 sono riuscite a tenere, con un grande senso di responsabilità, ma il 2011 dovrà essere accompagnato da un sostegno tangibile. Tanto più che l'accesso al credito è ancora più difficile per le piccole e medie imprese». Cosa fa la Camera di Commercio per stare al fianco delle aziende?

«Nel 2010 abbiamo lavorato con i Confidi, sia per permettere un miglior accesso alla liquidità, sia per sostenere le imprese che vantano crediti nei confronti delle amministrazioni pubbliche. Abbiamo inoltre curato un progetto per promuovere la stabilizzazione dei dipendenti precari: sono ben 121 quelli che sono passati ad un contratto a tempo indeterminato, grazie a questa iniziativa. Infine, abbiamo lavorato sull'internazionalizzazione delle imprese: essendo fermo il mercato interno, per incrementare le produzioni bisogna puntare sull'export. A questo proposito, Cremona è tra le prime province lombarde nelle esportazioni, e questo dimostra quanto i nostri prodotti abbiano sempre goduto di un elevato livello qualitativo. Gli imprenditori locali hanno saputo investire nelle loro aziende, portando qualità alle produzioni, in svariati settori. Questi sono i grandi temi su cui lavoreremo nel 2011: il sostegno al credito, la stabilizzazione dei posti di lavoro, l'internazionalizzazione e l'innovazione. Quest'ultima deve essere adeguata a ciascun tipo di azienda: a seconda del tipo di impresa, l’operazione può essere più o meno semplice, ma è sempre la prospettiva migliore per le nostre imprese. Dopotutto, credo che sia nei momenti più difficili che ci si debba muovere». Come si immagina la Cremona del futuro? «Scelgo di vederla dalla parte del bicchiere mezzo pieno: una città che per la sua bellezza e tipicità deve essere valorizzata. E' un cavallo di batta-

glia del sindaco Perri, e noi saremo al suo fianco. Inoltre credo che un monumento come il Museo del violino potrà aggiungere alle straordinarie possibilità di Cremona un ulteriore valore aggiunto. Spero che questo dono di Arvedi possa essere uno stimolo per le istituzioni, affinché la Cremona del 2020 diventi un punto di riferimento del turismo del Nord Italia».


Cremona

Venerdì 31 Dicembre 2010

Un altro salasso per i pendolari

Confermati gli aumenti dei biglietti ferroviari

7

Nuova stangata per le famiglie: rincari per oltre mille euro Le associazioni dei consumatori lanciano l'allarme: «Crescono soprattutto gli alimentari»

Preoccupazione anche per i prezzi di carburanti, trasporti, banche e assicurazioni

P E' stata approvata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale la delibera che prevede la delibera sugli aumenti delle tariffe: dal primo febbraio i pendolari lombardi, al rinnovo degli abbonamenti e all’acquisto dei biglietti, pagheranno il 10% in più e dal primo maggio scatterà un ulteriore aumento del 10%. A a fine anno l'aumento complessivo sarà del 25%. Il tutto per avere un servizio peggiore, secondo i pendolari e il Pd. «I tagli dovuti alla finanziaria saranno pagati dai pendolari» ha spiegato il consigliere regionale Stefano Tosi. «La giunta anziché ricercare soluzioni per l’efficientamento dei costi e la riduzione dei tagli, si limita a scaricare sui pendolari, che rappresentano con i loro abbonamenti il 52% dei ricavi, ulteriori aggravi. I nuovi documenti di viaggio introdotti sono simbolici. Infatti il tentativo dell’integrazione tariffaria tocca solo il 10% dell’utenza ed è un’integrazione non per area di traffico, come si

«I tagli ricadono sulle spalle dei pendolari» sarebbe dovuto fare già da anni, ma una semplice ripartizione del cosiddetto tesserone annuale di 990 euro poco utilizzato oggi per il suo costo e ha il sapore di una toppa inutile dell’ultimo minuto». «Per i treni e il bonus di gennaio, confrontando i dati relativi al bonus ferroviario del 2008/2009/2010 (dati disponibili fino ad ottobre), l’anno 2010 è stato peggio dell’anno 2009 ed eg ua gl ia l ’a nn o 20 08 , quest’anno il numero totale delle direttrici che hanno usufruito del bonus è di 57. Nel 2009 era 54 e nel 2008 57» conclude Tosi. «Questo dato ci preoccupa e dimostra che il miglioramento annunciato con la costituzione di Tln sino a questo momento non c’è».

Di Giulia Sapelli

ur essendo ormai abituate a certi “regali di Natale”, le famiglie italiane hanno trovato sotto l’albero la notizia che, per il 2011, si prevede una spesa media in più, per le necessità quotidiane, pari a 1.000 euro. Una cifra elevata, specie se inquadrata in un orizzonte fatto di difficoltà delle imprese, di contratti bloccati, di cassa integrazione e perdita del posto di lavoro. Le cifre della Federconsumatori parlano chiaro. A trainare gli aumenti, ancora una volta è la speculazione sui prezzi della benzina e delle materie prime, che determineranno l’aumento dei costi al consumo, anche sui prodotti alimentari. Quindi, aumenti per la spesa di generi alimentari, per i carburanti, per le tariffe Rc-Auto. In aumento anche i costi del trasporto pubblico locale (e pensiamo all’incidenza che questo avrà sui pendolari), delle tariffe del gas, dei pedaggi autostradali, dell’acqua e della tariffa rifiuti. Un vero e proprio bollettino di guerra. Ne abbiamo parlato con alcuni “addetti ai lavori”. «La cosa più preoccupante è che queste stime sono piuttosto prudenziali: in realtà gli aumenti potrebbero essere ancora più consistenti» denuncia Francesco Zilioli, presidente di Federconsumatori Cremona. «Senza contare che, a fronte di tali incrementi, pensioni e stipendi aumentano in misura decisamente inferiore. Pensiamo ad una coppia di pensionati, che prende mille euro a testa al mese. L’anno prossimo percepiranno 10 euro mensili in più, il che equivale a 240 euro in un anno in tutto: un importo decisamente inferiore a quello degli aumenti, e quindi un impatto forte per le finanze familiari». Andando nel dettaglio, pur con alcune sfumature diverse tra le varie previsioni in merito agli importi, si parla di aumenti per i generi alimentari pari al 6%: fare la spesa ci costerà 267 euro in più. Per i carburanti, si prevedono 131 euro, per il trasporto ferroviario, 120 euro. Il costo del trasporto pubblico locale crescerà quindi del 25-30%. Poi, appunto, RC auto, tariffe autostradali, gas, luce, rifiuti, acqua, tutti beni e ser-

Francesco Zilioli

Luigi Bellini

vizi che vedranno aumenti tra il 2 e il 10%. Notevoli gli aumenti annunciati da banche e assicurazioni. Parrebbe quasi che le banche abbiano deciso di compensare la loro situazione di crisi ed i nuovi obblighi derivanti dalle regole internazionali, introducendo nuovi costi per i clienti e aumentando alcune commissioni. «Il Governo deve capire che bisogna dare ai cittadini la possibilità di avere liquidità. La famiglia è in perdita secca, e rischia di non stare in piedi. A Cremona, per esempio, il volume delle vendite è emblematicamente scarso, nonostante lo stimolo delle festività natalizie. Questa situazione è destinata a peggiorare, se non si fornisce liquidità alla gente. Ci

vuole una politica economica nazionale ben diversa, che alleggerisca la pressione fiscale. Questa invece continua ad aumentare, come ha dimostrato la diminuzione degli importi delle 13esime di quest’anno. A tutto questo si aggiungono gli aumenti delle tariffe a livello territoriale. E, come se non bastasse, spesso le famiglie si trovano in casa un figlio che non riesce a trovare lavoro per rendersi indipendente». Una posizione ribadita dalle associazioni dei consumatori, che, nel denunciare il rischio di una crescita del Pil inferiore all’1%,

pongono l’accento sull’ulteriore riduzione del potere d’acquisto per le famiglie. «Ai soliti comportamenti speculativi in tema di prezzi e tariffe, si aggiungono infatti tensioni importanti sui costi dei prodotti energetici e delle materie prime. Tutti fattori, questi, che incideranno sulla determinazione dei prezzi sia relativamente ai beni durevoli che ai beni di largo consumo, a partire da quelli alimentari. Per questo sono sempre più necessarie politiche economiche completamente diverse da quelle sin qui attuate, che dovrebbero puntare ad un rilancio dell’economia sia attraverso investimenti in settori innovativi, sia con processi di detassazione esclusivamente a favore delle famiglie a reddito fisso, lavoratori e pensionati». Come se non bastasse, le tariffe di competenza delle Regioni e degli Enti locali hanno registrato un aumento del 7,4%, mentre quelle controllate dal governo centrale hanno segnato un +6,3%. «Dietro l’angolo vi sono forti segnali di ripresa dell’inflazione» aggiunge Luigi Bellini, presidente dell’Unione consumatori di Cremona. «Questo ci preoccupa, anche se sotto un certo punto di vista potrebbe rivelarsi la cura alla crisi: nel 1948 eravamo a terra, e l’inflazione ci schiacciava, ed è arrivato il miracolo economico. Certo, ora la situazione è diversa perché la crisi è a carattere mondiale, ma possiamo sperare che le economie emergenti abbiano un effetto trainante».

Un “brutto” regalo di Natale per i cittadini

I rincari annui nel dettaglio AUMENTI 2011

Euro annui

ALIMENTAZIONE (+ 5-6%)

267 euro

TRENI (ANCHE PENDOLARI)

122 euro

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE (+25-30%)

41 euro

SERVIZI BANCARI

65 euro

CARBURANTI

131 euro

DERIVATI DEL PETROLIO, DETERSIVI, PLASTICHE E PRODOTTI PER LA CASA

87 euro

ASSICURAZIONE AUTO (+10-12%)

105 euro

TARIFFE AUTOSTRADALI (+2%)

37 euro

TARIFFE GAS (+7-8%)

89 euro

TARIFFE ELETTRICITA’ (+ 4-5%)

19 euro

TARIFFE ACQUA (+ 5-6%)

21 euro

TARIFFE RIFIUTI (+ 7-8%)

32 euro

TOTALE

1016 euro


8

Cremona

Venerdì 31 Dicembre 2010

Federalismo, a Cremona più soldi Con il federalismo fiscale, secondo uno studio del Pd, i comuni italiani nel complesso perderebbero circa 445 milioni ma...

In Lombardia tutte le province sarebbero avvantaggiate. La nostra città si collocherebbe al settimo posto per maggiori entrate

C

di Andrea Pighi

on il nuovo fisco, così come previsto nella riforma del federalismo fiscale, secondo uno studio fatto dal Partito Democratico, i comuni italiani perderebbero, complessivamente, circa 445 milioni di risorse da destinare ai servizi per i cittadini. Cremona però sarebbe uno di quei comuni che trarrebbe maggiori vantaggi dalla riforma. Nel 2014, infatti sempre secondo le stime fatte dal senatore Marco Stradiotto, nelle casse comunali giungerebbero circa 8 milioni di euro in più: ossia un incremento del 48% rispetto ad oggi. Il decreto legislativo 292 (disposizioni in materie di federalismo fiscale municipale) determinerà un radicale cambiamento di quelli che sono i meccanismi che regolano le entrate di ogni singolo Comune italiano. Il nuovo meccanismo sarà basato sull'imposta unica comunale, la Imu, e sull'imposta comunale secondaria, che è facoltativa, che sostituirà

voci come il Cosap, il Tosap e via di seguito (la sostituzione avverrà solamente se l’amministrazione sceglie di avvalersi della nuova imposta). Il decreto, in sostanza, prevede la devoluzione, a favore dei Comuni, della fiscalità immobiliare e del gettito derivante dalla nuova cedolare secca sugli affitti. A partire dal 2014, se il decreto passasse, ad ogni Comune verrebbero erogati quote del gettito derivante dai tributi sopra elencati attinenti agli immobili situati nel territorio di competenza dell’ente e sulla base dei fabbisogni standard. «Tra i 92 Comuni capoluogo considerati» riporta lo studio «52 otterrebbero benefici dalla riforma proposta mentre gli altri 40 verrebbero penalizzati. Nel dettaglio il Comune Capoluogo che otterrebbe i maggiori benefici dalla riforma,

Al comune potrbbero arrivare 8 milioni in più

In via Palestro una nuova filiale di Veneto Banca

Negli scorsi giorni Veneto Banca ha inaugurato, nel tratto di via Palestro che si affaccia sul Piazzale della Stazione, la nuova filiale di Cremona. L'Istituto è già presente in provincia con la filiale di Crema e conta altre 61 filiali distribuite in tutta la Lombardia. Veneto Banca è la prima banca popolare italiana non quotata per masse amministrate. Governa, indirizza e controlla il Gruppo Veneto Banca, composto da altre due banche italiane (Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, localizzata nel Centro Italia, e Banca Apulia, al Sud) e da

sarebbe Olbia con un incremento delle entrate del 180%, seguito da Imperia con un incremento del 122%, poi verrebbe Parma con il 105% in più, seguito da Rimini con il 74% in più e cosi' via. Mentre il Comune capoluogo più penalizzato sarebbe l'Aquila con un taglio del 66% rispetto al 2010. Guardando alla Lombardia, Cremona si classifica settima, per le maggiori entrate. Prima tra tutte è Lodi, con 82% in più. Seguono Lecco (68%), Mantova (63%), Pavia (53%), Brescia (51%), Varese (50%), Cremona (48%), Monza (43%), Bergamo (42%), Como (41%), Milano (34%), Sondrio (25%). Entrando nel merito dei soldi trasferiti per numero di abitante, Cremona otterrebbe 362 euro, contro i 245 previsti con il sistema attuale: in sostanza ben 118 euro in più all'anno per ogni singolo abitante.

quattro istituti nell’Est Europa. Fanno parte del Gruppo anche società operative nel leasing, nel factoring, nella gestione del quinto dello stipendio e nella consulenza aziendale. Veneto Banca ritiene la zona di Cremona un territorio economicamente molto interessante; l'obbiettivo che si propone è quello di fornire prodotti e servizi di alta qualità e generare, con etica e responsabilità, valore nel tempo per soci, clienti e dipendenti. I suoi principali interlocutori sono soprattutto piccole e medie imprese e le famiglie con i quali ritiene di poter ottenere risultati importanti.

Un’iniziativa promossa da Ance e Ordine degli ingegneri per capire le novità

Il regolamento sugli appalti in un convegno

Laura Secchi: «Ci è sembrato utile fornire un supporto a professionisti e imprese»

In seguito alle recenti novità legislative, che hanno fortemente modificato la normativa degli appalti, l'associazione costruttori Ance Cremona in collaborazione con l'Ordine degli ingegneri, il Gruppo interprofessionale e con il supporto organizzativo del gruppo “Il Sole24Ore” ha deciso di proporre un seminario dal titolo «Il regolamento del Codice degli appalti». «Ci è sembrato utile fornire uno strumento di guida e supporto, che illustri il nuovo regolamento che entrerà in vigore a giugno 2011» spiega Laura Secchi, direttore dell'Ance. «Il seminario si svolgerà in due giornate giovedì 13 gennaio e giovedì 20 gennaio 2011. L'iniziativa è aperta a tutti i settori: ai liberi professionisti, alle imprese, alle committenze pubbliche e private e ai professionisti che lavorano negli enti pubblici». Il relatore degli incontri sarà l'avvocato Giuseppe Rusconi, professore a contratto di Procedure per le opere pubbliche presso il PoliMi, tra i massimi

La sede dell'Ance Cremona

esperti del settore a livello nazionale. Verranno affrontati diversi temi: da quelli di carattere più istituzionale come il responsabile del procedimento, i servizi professionali, la validazione del progetto; a quelli di carattere più esecutivo e cantieristico come la stipulazione del contratto, la fase dell'esecuzione dell'opera ed altri ancora.

L'adozione del nuovo regolamento dovrebbe apportare più trasparenza negli appalti e la semplificazione delle procedure, contribuendo al miglioramento di una situazione che, al momento, sembra risultare in difficoltà. «L'idea di proporre questa iniziativa è nata l'estate, come tentativo di cura alla sofferenza

del mondo degli appalti». Spiega Adriano Faciocchi, presidente dell'Ordine degli ingegneri. «I campanelli d'allarme di questo malessere si possono individuare nei bandi di gara e nelle risposte da parte delle imprese. I problemi riguardano gli eccessivi ribassi negli appalti che costringono a lavorare quasi gratis e senza essere tutelati e i bandi di gara organizzati dagli enti pubblici troppo fantasiosi: per aggiudicarsi una gara è necessario possedere requisiti abnormi e spesso nemmeno attinenti». Faciocchi continua «Esistono regole che non possono essere disattese affinchè sia possibile la salvaguardia del territorio a garanzia dei lavori. E' necessario far uscire dal malessere la condizione degli appalti e creare bandi di gara più accessibili. Siamo stanchi di avere appalti interrotti, opere che non funzionano e casi da Gabibbo». Il seminario rappresenta solo un inizio, è previsto lo sviluppo di un futuro corso di approfondimento.

I sindacati contestano l’aumento del 30% sulle rette minime. Alquati: «Tuteliamo chi si trova davvero in difficoltà» L'aumento delle rette degli asili nido previsto dal Comune ha messo sul piede di guerra i sindacati confederati, che non accettano quel 30% in più, che andrà a gravare sulle famiglie a basso reddito. I sindacati, denunciano però anche le relazioni con il Comune stesso, definendole «decisamente non buone, in quanto alle intese sottoscritte non sono seguiti i fatti». A rispondere ai sindacati in merito agli aumenti delle rette è la stessa Jane Alquati, assessore alla scuola del comune di Cremona. «Le decisioni assunte sino ad ora vanno nella direzione di una maggiore tutela di chi si trova veramente in difficili condizioni economiche» precisa l'assessore. «Rispetto alla retta minima per la frequenza agli asili nido comunali, questa è stata determinata in 40 euro dall’anno scolastico 2003/2004 all’anno scolastico 2006/2007, con un aumento a 50 euro dall’anno scolastico 2007/2008 all’anno scolastico 2009/2010, in pratica con un incremento del 25% deciso a metà mandato dalla scorsa am-

Aumento rette degli asili, i sindacati insorgono, ma il Comune si difende

Viene mantenuta e garantita l’attenzione alle nuove fragilità ed alle situazioni di difficoltà economica dove è prevista l’esenzione totale della retta del nido e della ristorazione scolastica delle scuole infanzia comunali e statali e delle primarie statali per alcuno casi particolari, come le famiglie che rientrano nei cosiddetti casi sociali, dunque quelli che non potranno in alcun caso sostenere la quota prevista. In quei casi provvederà il Settore politiche sociali. Stesso discorso vale per le famiglie colpite dalla crisi economica: famiglie in cui anche uno solo dei genitori si

trova in cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria; famiglie in cui anche uno solo dei genitori si trova disoccupato per licenziamento; famiglie in cui anche ad uno solo dei genitori non è stato rinnovato un contratto atipico. Per rendere più trasparente e chiara alle famiglie la suddivisione delle fasce di Isee e delle relative rette sono state istituite 37 fasce. Si è cercato però di evitare che questo cambiamento, sommato all’incremento dell’8,12%, creasse forti squilibri agli utenti. Per tale ragione le fasce sono state costruite in modo da mantenere le stesse quote dello scorso anno per gli stessi utenti (ovviamente aumentate dell’8,12%).Questo è il motivo per cui la fascia minima comprende redditi da 0,00 a 8.600,00 euro. Sono gli stessi utenti che rientravano nella fascia minima con il vecchio calcolo.

Stabilite 37 fasce di reddito Isee

ministrazione. L’incremento a 65 euro da noi promossa è da mettere in relazione al costo del servizio che risulta calcolato in 760,81 euro. La quota

copre pertanto l’8,54% del costo del servizio offerto. L'aumento della fascia minima da 50 a 65 euro determina un incremento del 30%.


Cremona

Venerdì 31 Dicembre 2010

9

La protesta del Partito Democratico: «La Regione non ha dato ascolto a migliaia di cittadini referendari»

Dal primo gennaio sparisce l’Ato: la palla passa alla Provincia

L'acqua rimane sotto il controllo pubblico, le tariffe non aumentano, le Province assumono le competenze delle ex Aato (Autorità di ambito territoriale ottimale), che saranno destinate a sparire, e i comuni vanno ad acquisire un ruolo importante all'interno della Conferenza nella quale saranno inseriti e dove esprimeranno parere vincolante. In ogni caso tutto sarà in capo alla Provincia. Il progetto di legge è stato approvato nelle scorse settimane in Regione, e ha

lo scopo di adeguare l'organizzazione del Servizio Idrico integrato regionale agli obblighi normativi che derivano dalle nuove disposizioni statali e dalle sentenze della Corte Costituzionale. Tutto parte dalle disposizioni della finanziaria dello scorso anno, che aveva decretato la soppressione a partire dal primo gennaio 2011 delle Aato, e ha imposto l'obbligo di attribuire le loro funzioni ad altri soggetti da individuarsi con legge regionale, e la Regione Lombardia ha scelto di attribuire le funzioni

amministrative alle Province. Una decisione che però ha sollevato le proteste del Pd cremonese. «Il Governo nazionale dà una proroga che consente a tutte le Regioni di aspettare i pronunciamenti della Corte costituzionale, l’indizione del referendum e di fatto una condizione legislativa più chiara. Ma Regione Lombardia, incautamente, con 39 consiglieri su 80, quindi una minoranza, approva la legge sull’acqua» ha detto Agostino Alloni, consigliere regionale. «Eppure è una

legge sull’acqua che non aveva i termini dell’urgenza. Non c’era fretta per votare una norma che esautora i Comuni dalla gestione del servizio idrico, facendo una rivoluzione indipendentemente dal quadro normativo nazionale, che non permette più la gestione in house; che mette mano in un settore che, attualmente, ha le tariffe più basse d’Europa, che inserisce elementi normativi in contrasto con sentenze della Corte costituzionale. La maggioranza di Governo di questa regione ancora una volta non ha

dato ascolto a centinaia di migliaia di cittadini referendari, ai tanti che avevano manifestato la propria preoccupazione».

In Regione passa l’ordine del giorno del consigliere Agostino Alloni, con i voti favorevoli di tutte le forze politiche

Ogni comune avrà la sua “casa dell’acqua” «Vogliamo che in ognuno dei 115 comuni cremonesi possa essere costruita una di queste strutture: sarebbe un bel risparmio per i cittadini»

I

di Elisa Milani

comuni lombardi avranno contributi per realizzare le “case dell'acqua”. Una vittoria dell'opposizione, e in particolare del consigliere provinciale Agostino Alloni, che aveva presentato una proposta nei giorni scorsi e che è stata approvata all'unanimità dal consiglio regionale. Un documento che invita la giunta regionale «a prevedere un contributo che, attraverso un bando generale, aiuti la costruzione e la gestione di nuovi punti acqua sul territorio regionale in modo da favorire e supportare gli enti locali, i consorzi e gli Aato nella promozione di questa importante iniziativa». «L’Italia è il primo paese d’Europa e terzo nel mondo per consumo di acqua in bottiglia, con un consumo medio (dati 2007) di 196 litri per abitanti l’anno» spiega Alloni.

Agostino alloni, consigliere regionale. A lato la Fonte Persico

«In generale 2 italiani su 3 non si fidano dell’acqua del rubinetto. Nel Belpaese per il trasporto dell’acqua in bottiglia circolano ogni anno circa 300mila Tir e solo nel 2009 sono stati raccolti 6 miliardi di bottiglie di plastica». Alloni è stato, nell’attuale legislatura, il primo a muoversi in

questa direzione, presentando in commissione consiliare, appena dopo l'estate, una richiesta specifica di impegno che ora ha trovato una risposta condivisa. «In numerose province le aziende pubbliche, i consorzi e gli Aato hanno predisposto, in collaborazione con i Comuni, i progetti del-

le cosiddette “Case dell’acqua” che stanno riscuotendo un ottimo successo in termini di sensibilizzazione all’utilizzo dell’acqua del rubinetto» spiega ancora Alloni. «In termini di risparmio ambientale una maggiore sensibilizzazione su questo tema potrebbe portare a un equilibrio tra consumo di acqua

in bottiglia e di quella direttamente erogata dalla rete del servizio idrico. Nelle audizioni avvenute su questo tema, in VIII commissione Risorse idriche, è emersa la richiesta che anche Regione Lombardia possa in qualche modo contribuire ad aiutare i comuni nella promozione di questa iniziativa». Il Consiglio l’ha appoggiata pienamente e Alloni aggiunge: «Ora ci aspettiamo concreti passi in avanti verso questa direzione con l'inserimento nel Bilancio 2011 di un finanziamento che consenta l'apertura di un apposito Bando rivolto a tutti i comuni lombardi». Un'idea che da diverso tempo il consigliere regionale accarezzava: risale infatti allo scorso ottobre la presentazione dell'ordine del giorno. Purtoppo non è passata l'idea di usare quelle risorse che sarebbero derivate dai maggiori introiti in arrivo dall'aumento degli oneri di imbottigliamento.

«Ma l'importante è che ora ogni comune potrà avere la propria casa dell'acqua» sottolinea Alloni. «La nostra proposta era quella di istituire un bando regionale, al pari di altre regioni italiane, rivolto a tutti i comuni lombardi per la realizzazione di queste strutture. La Regione si impegnerà per trovare le risorse necessarie affinché in ognuno dei 115 comuni cremonesi possa essere erogata “l’acqua del sindaco”. Questa pratica contribuisce a contrastare nel concreto l’inquinamento. Basti pensare che, nonostante i ripetuti sforzi nel campo della raccolta differenziata, solo un terzo delle bottiglie di plastica prodotte viene riciclato. Ogni singola Casa dell’acqua potrebbe far risparmiare all’anno la produzione di circa un milione di bottiglie di plastica, il che equivale a più di 50 camion in meno sulle strade per il loro trasporto».


10

Cremona

Venerdì 31 Dicembre 2010

L’opinione dello Psic hiatra di Roberto Poli - responsabile Servizio psichiatrico Cremona

Quando lo shopping diventa una droga

Sopra la postazione all'Ospedale Maggiore. A lato il telefono dei taxisti in stazione senza copertura.

La dura protesta dei tassisti

Soste non illuminate senza un riparo per i clienti e poco spazio per i parcheggi «Lavoriamo in condizioni vergognose e con una scarsa sicurezza per noi e per i clienti»

I

di Elisa Milani

I tassisti cremonesi si sollevano contro la situazione ormai insostenibile dei posteggi a loro riservati. La denuncia arriva, in particolare, dal gruppo dei tassisti aderenti alle associazioni Confartigianato e Cna e alla società Radiotaxi Cremona. «Analizzando con attenzione due delle tre aree di sosta che il Comune ha previsto, quella di piazza Roma e del piazzale della stazione ferroviaria, non può passare inosservato quanto sia realmente difficile lavorarci» dichiarano i rappresentanti dei taxisti. «Partendo dalla situazione del posteggio di piazza Roma, è del tutto evidente che non si tratta più di un'area di sosta, ma, di fatto, di un’area di transito libero per tutti. Il nostro ex-posteggio dovrebbe accogliere sino a 14 vetture, ma spesso è occupato dalla sosta di altri veicoli, non sappiamo se autorizzati o meno, che utilizzano la nostra area per parcheggiare e fare shopping nei negozi vicini. Lo spazio a nostra disposizione è spesso insufficiente e andrebbe ampliato, proibendo la sosta a tutti gli altri veicoli». I tassisti si lamentano anche della sistemazione della loro postazione telefonica, dalla quale da qualche tempo è scomparsa la piccola tettoia che offriva riparo agli operatori che dovevano rispondere al telefono, ma che soprattutto garantiva un riparo all'apparecchio dai danni delle intemperie. «E’ stata rimossa senza nessun avvertimento e non ci è stata proposta né una soluzione migliore né tanto meno un'alternativa, che potrebbe consistere, ad esempio, nel posizionamento

sotto la galleria XXV Aprile» dicono i tassisti. «Per fortuna, la clientela in attesa ha un luogo sotto cui ripararsi, la Galleria appunto, sufficientemente sicuro ed illuminato».

loro bagagli in sicurezza, visto il transito di altre autovetture, i bus urbani e gli autobus extraurbani che devono passare da li per poter raggiungere i loro posteggi, ci preoccupa molto» spiegano.

Il posteggio dei taxi in stazione a Cremona

Spazio insufficiente anche per la fila di sette posti auto, peraltro non segnalata, nel piazzale della stazione ferroviaria, che dovrebbe ospitare sino a 10 vetture. «Inoltre, due posti sono poco utilizzati, in quanto sono troppo distanti dalla postazione telefonica per poterne udire le chiamate» aggiungono i tassisti. Ma quello che preoccupa maggiormente è la situazione veramente pericolosa che si viene a creare ogni qualvolta un passeggero deve salire in auto. «Lo scarso spazio per poter caricare e scaricare i passeggeri ed i

«Dall'inaugurazione ufficiale del posteggio, avvenuta nel maggio del 2009, la postazione telefonica è scoperta, con i conseguenti rischi di guasti per l'apparecchiatura ed il medesimo disagio per gli operatori. Inoltre, in quest'area neppure la clientela ha un posto dove ripararsi nell'attesa, nonostante ci siano state promesse, all'epoca del rifacimento del piazzale, sia l'area coperta per noi, sia quella per la nostra utenza e soprattutto la copertura della postazione telefonica». Insomma, una situazione che sta diventando insostenibile per

«I posteggi sono pericolosi e precari»

chi ogni giorno deve confrontarsi con disagi di vario tipo. «Riteniamo vergognoso che una città che punta al turismo non sia in grado di completare un progetto interessante come il rifacimento del piazzale della stazione, mettendo a disposizione una piccola area, coperta e riparata da freddo, pioggia e solleone, per le persone che attendono un taxi. Non dimentichiamo che l’utenza è fatta di turisti, di persone che vengono a Cremona per motivi di lavoro, di anziani residenti in città e di tutti quelli che, arrivando da altre città, osservano come sappiamo accogliere i nostri ospiti. Un vero e proprio scandalo, che non può passare sotto silenzio e che viene messo in evidenza, da noi che lo viviamo quotidianamente e dalle persone che accompagniamo a casa o negli alberghi della città. Per non parlare della distanza che l'utenza deve percorrere per raggiungerci. E’ assolutamente necessario pensare ad altre soluzioni». E’ chiaro che i tassisti sollecitano l'amministrazione comunale, perché dia una risposta a tutte queste problematiche. «Vorremmo che vengano ripristinate le condizioni minime di sicurezza per gli operatori e per l'utenza. Inoltre, che si rendesse dignitoso e dotato di minime condizioni di vivibilità un posteggio, come quello della stazione ferroviaria, che è anche strategico ragionando in termini di marketing territoriale, perché è la prima cosa che vedono molte persone che arrivano per la prima volta a Cremona. Lo ribadiamo: oggi, quel che vedono, giudicano e commentano è una situazione scandalosa, vergognosa, indecente, al limite della sopportabilità».

Nella vita quotidiana lo shopping è un’attività considerata piacevole dalla maggior parte delle persone. Anche nel periodo natalizio, quando nella corsa al regalo last minute girare per negozi e fare acquisti può diventare stressante, lo shopping resta comunque un appuntamento fisso e alla fine gratificante. Ma la corsa sfrenata agli acquisti può rappresentare una vera droga, una malattia, o meglio, una condizione patologica di dipendenza che può anche concomitare con un vero e proprio disturbo psichiatrico. Lo shopping patologico è tecnicamente denominato shopping addiction o shopping compulsivo oppure oniomania. E’ caratterizzato da una ricerca spasmodica di acquistare oggetti, non tanto per un vero interesse per l’oggetto, ma per il piacere dell’acquisto in sé. Si tratta infatti spesso di acquisti di cose superflue e inutili, che poi non vengono neppure utilizzate, ma vengono ammassate in stanze di casa straboccanti di oggetti. Le conseguenze economiche sono spesso devastanti, in quanto un’altra caratteristica tipica di questa condizione è acquistare oltre le proprie possibilità, dilapidando patrimoni, contraendo debiti e, talvolta, finendo pericolosamente nelle mani degli usurai. Il momento dell’acquisto diventa dunque un’attrazione fatale irresistibile, compulsiva, con un appagamento solo temporaneo. E’ infatti poi seguita da forti sensi di colpa, frustrazione, pensieri depressivi e tentativi impossibili di mascherare tali comportamenti incongrui. Spesso si tratta di acquisti di prodotti della stessa, categoria. Le donne tendono ad essere dipendenti per lo più da abiti, scarpe, borsette, prodotti di profumeria e gioielli. Proprio come ben descritto nel famoso libro autobiografico di Sophie Kinsella: I Love Shopping. O come nelle cronache di gossip che raccontano dei regali del Natale scorso di Victoria Beckham ammontati a un milione di dollari, tra cui un Rolex da quattrocentomila dollari messo sotto l’albero per David. Gli uomini invece ten-

dono ad acquisti patologici di attrezzature sportive, oggetti tecnologici e , compatibilmente con i soldi, macchine e moto. La particolarità di tale dipendenza, come accade per tutte le nuove dipendenze, ossia dipendenze non da sostanze, è il non facile limite tra la normalità e la patologia. Perché è evidente che alcuni acquisti inutili capitano a tutti noi soprattutto per il fatto che viviamo in un contesto in cui l’invito al consumo è martellante. Consumo, ergo sum, per dirla con Zygmunt Bauman. Per queste ragioni la condizione patologica viene infatti riconosciuta molto spesso tardivamente: la patologia presenta però caratteristiche diverse sia sul piano qualitativo che quantitativo. Inoltre è riconosciuta per la frequente concomitanza di altri disturbi psichiatrici: ansia, depressione, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo di personalità. Si tratta in altri termini di una manifestazione che sottende un disturbo psichiatrico più complesso, di cui lo shopping patologico rappresenta soltanto una delle manifestazioni. In termini psicodinamici l’acquisto compulsivo è di fatto un tentativo di compensare alcuni desideri infantili repressi attraverso un comportamento socialmente sostenibile e accettato. Un altro aspetto psicologico di questo disagio riguarda la presenza di un continuo tentativo di riempire un vuoto interiore , manifestata attraverso l’acquisto ripetuto che esprime ciò che si desidera essere ma che, come in un circolo vizioso, ripropone i medesimi vissuti di vuoto interiore che non possono essere colmati attraverso gli elementi esterni. In altri termini, la felicità non si può comprare.

Novità su enti locali, assistenza e welfare, occupazione e politica

La nuova Finanziaria: ecco i tagli previsti

Con la nuova legge finanziaria sono in arrivo parecchie novità, che rispondono a scelte fatte dal governo per cercare di contenere il deficit. Una manovra dichiaratamente costruita per contenere gli sprechi. Ma ecco le novità. ASSISTENZA E WELFARE: nulla di nuovo per quanto riguarda l’assistenza e la sanità, tranne il fatto che, da giugno, verrà a mancare il finan-

ziamento per l’esenzione delle prestazioni diagnostiche e specialistiche. In campo previdenziale, le novità del 2011 saranno le finestre mobili (che allungheranno il momento del pensionamento di un anno per i lavoratori dipendenti e di 18 mesi per gli autonomi) ed il passaggio alla quota minima «96». Le pensioni di invalidità verranno d'ora in poi erogate dalle Regioni. Al via, poi, il piano straordinario di verifica sulle pensioni di invalidità. Per quanto riguarda gli immobili, per il 2011 non arriverà la cedolare secca del 20% sugli affitti, come preannunciato. Sono state confermate le detrazioni Irpef sulle ristrutturazio-

ni edilizie. Quelle pari al 55% potranno però essere detratte dall’imposta dovuta nell’arco di dieci anni.

LE PICCOLE IMPRESE e gli autonomi. Dal 2011, queste categorie avranno ancor meno spazio per adire agli arbitraggi fiscali. C’è anche l’obbligo di trasmettere al Fisco, per via telematica, tutte le fatture di importo superiore ai 3 mila euro (3.600 euro se si tratta di prestazioni non fatturabili, come tutte quelle che vengono rese ai cittadini senza partita Iva). OCCUPAZIONE. Ipotizzando la perdita di 440.000 posti di lavoro, si è scelto di rifinanziare gli ammortizza-

tori sociali. Per quanto riguarda il pubblico impiego, il 2011 si apre all’insegna del blocco dei rinnovi contrattuali per un triennio, prevedendo solo l’indennità di vacanza contrattuale, ossia un recupero, parziale, dell’inflazione programmata. ENTI LOCALI. Le Regioni dovranno contribuire al risanamento con 10 miliardi di euro in due anni. I fondi destinati ai Comuni saranno tagliati di un miliardo e mezzo di euro nel 2011 e di ulteriori 2,5 miliardi all’anno dal 2012. Alle Province toccherà un sacrificio di 300 milioni di euro nel 2011, più altri 500 a partire dall’anno successivo.

POLITICA. Si comincia dai ministri e dai sottosegretari: sui loro stipendi, dal 2011, verrà praticato un taglio del 10%, per poi passare ai deputati e ai senatori. Per loro, il taglio previsto sarà di mille euro netti mensili. Riduzione in vista anche per i dipendenti di Camera e Senato: taglio del 5% alla parte di stipendio che supera i 90.000 euro lordi annui e del 10% sulla parte eccedente i 150.000 euro. Riduzione del 10% anche sui rimborsi elettorali alle forze politiche. Arriva anche il taglio delle auto in dotazione alle amministrazioni pubbliche: la spesa per le autovetture di servizio, nel 2011, dovrà essere ridotta del 20%.


Cremona

Venerdì 31 Dicembre 2010

Cresce il lavoro nero: scoperti 117 lavoratori del sommerso L’ispettorato del lavoro ha emesso sanzioni per un ammontare complessivo di 607mila euro

U

di Elisa Milani

na storia che si ripete quella del lavoro sommerso in provincia di Cremona: sempre più lavoratori, infatti, soprattutto quelli stranieri, continuano ad essere impiegati “in nero”. Lo testimoniano i risultati dell’attività di indagine del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Cremona, secondo i quali dal 2009 al 2010 il numero di questi lavoratori è cresciuto in maniera esponenziale. In un anno di attività, con oltre 140 controlli e sanzioni per un ammontare complessivo di 607mila euro, sono stati sottoposti a verifica 611 lavoratori, 117 dei quali con posizioni lavorative assolutamente prive di qualsiasi forma contrattuale. Di questi 117, 46 sono extracee, di cui 19 clandestini. Per quanto riguarda i settori dove con più frequenza si fa ricorso al “nero”, si segnalano quelli del commercio, delle confezioni e delle cooperative di servizi. Molto meno, invece, nell’edilizia, un po’ per la crisi che sta attraversando il settore, un po’ per una serie di norme molto ri-

Diminuiscono invece gli infortuni, e crescono le misure di sicurezza

gorose. «Attualmente nel settore edile» ha spiegato il luogotenente Fabio Amadei, comandante del Nucleo, «è più frequente trovare altri generi di irregolarità, come ad esempio l’applicazione di contratti non genuini che fanno figu-

rare lavoratori dipendenti come pseudo artigiani, liberi professionisti». Sul fronte infortuni lavorativi, invece, i militari hanno verificato una diminuzione dei casi e un aumento del rispetto delle misure

Botti di fine anno, raffica di controlli Allo scopo di evitare che con i festeggiamenti di fine anno si possano verificare incidenti con gravi conseguenze, gli uomini della Questura di Cremona stanno effettuando controlli a tappeto per garantire prevenzione, vigilanza e contrastare l’uso e la vendita di oggetti pericolosi. I controlli, curati in particolar modo dagli agenti della divisione di polizia amministrativa e sociale guidati dal vice questore aggiunto Giovanna Sabato, hanno riguardato deci-

ne di negozi e rivendite specializzate, armerie, bancarelle di ambulanti, tabaccherie e cartolerie. L’ordinanza firmata dal sindaco Oreste Perri consente la vendita di petardi, oltre che nei negozi specializzati, esclusivamente in quattro posteggi straordinari ambulanti: in via Portinari del Po, via Persico (zona stadio), Ca' de' Somenzi (a ridosso dello sterrato - area fronte fiera) e via Milano (area antistante parcheggio Corazzi). Inoltre è fatto assoluto

divieto di far esplodere botti o petardi di qualsiasi tipo in tutti i luoghi, coperti o scoperti, pubblici o privati, in cui si svolgono manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico, di qualsiasi tipo; all'interno di asili, scuole, ospedali, case di cura, comunità varie, uffici pubblici, e ricoveri di animali ed entro un raggio di 200 metri da tali strutture fino al 6 gennaio 2011; in tutte le vie, piazze ed aree pubbliche dove transitano o siano presenti delle persone.

LA PSICOLOGA RISPONDE…

Dott.ssa Elena Ferrari Psicologa - Psicosomatista RIZA Disturbi Psicosomatici - Ansia, Stress, Attacchi di Panico, Crisi di Coppia - S.O.S. Genitori Bambini e Adolescenti Gentile dottoressa Ferrari Sono un ragazzo di 22 anni, che soffre d’ansia, al punto da rinunciare a una pizza con gli amici o a una gita con la propria morosa. I principali sintomi sono sudorazione fredda e un nodo alla gola. Volevo chiederle se potesse darmi dei consigli non per risolvere ma per attenuare questo mio problema. Grazie Roberto La fobia sociale rientra nei disturbi d'ansia ed è caratterizzata da una timidezza esagerata ,si manifesta per una paura e ansietà segnati e persistenti ad affrontare determinate situazioni sociali,all'interazione con gli altri ,o semplicemente a essere osservati in qualunque situazione ,fino al punto che ostacola la conduzione della vita quotidiana.Una caratteristica importante della fobia sociale è una marcata

ansietà prima che accadano i fatti temuti,detta ansia anticipatoria,infatti ,ci si comincia a preoccupare e a sentire paura davanti alla situazione temuta prima di affrontarla,avvertendo nervosismo,aumento progressivo dell'ansia,creando un circolo vizioso che si autoalimenta.Si cura con un trattamento psicologico specifico ossia personalizzato e obiettivi stabiliti dal terapeuta per livelli graduali e inoltre,se necessario, farmacologico.La terapia porta ad allenare il paziente a sostituire o modificare i suoi pensieri che risultano non utili per una migliore qualità di vita. Lo psicologo insegna al paziente alcune tecniche basate su abilità sociali affinchè possa controllare l'ansia senza che arrivino i sintomi fisiologici;una volta ottenuto questo ,si prosegue la terapia con altri livelli terapeutici fino a portare il paziente ad affrontare quelle situazioni che prima sembrava impossibile gestire.

La dottoressa Elena Ferrari risponde alle vostre domande scrivendo a

elenaferrari@equilibriomentecorpo.it • ilpiccolocremona@fastpiu.it Per informazioni o appuntamenti 339.2161823. Via Pallavicino 6 - Cremona

previste dalla legge a tutela dei lavoratori: nel 2010 i carabinieri dell’Ispettorato si sono occupati di 17 incidenti, di cui due mortali, effettuato 14 ispezioni e rilevato ammende per quasi 30 mila euro. Da sottolineare la maxi indagine che l’Ispettorato del Lavoro sta portando avanti sulle indebite percezioni legate alle pensioni sociali. L’attenzione è alta, soprattutto nei confronti di quei cittadini extracomunitari che dopo aver ottenuto l’assegnazione della “minima” o analoghe prestazioni previdenziali, sono tornati a vivere nei paesi di provenienza, lasciando deleghe o mandati a qualche parente affinchè girasse la pensione su un conto corrente in una banca del paese d’origine. Al contrario la norma prevede che per poter usufruire di quel trattamento pensionistico, oltre a tutti i requisiti di merito, il beneficiario debba trascorrere in Italia almeno undici mesi all’anno. Tutte le verifiche sono concentrate sui cittadini extracomunitari, in quanto è possibile valutare i loro passaggi di frontiera grazie ai timbri sul passaporto. I primi risultati di questa indagine sono attesi per le prossime settimane.

11

I DATI DEI CARABINIERI

Calano i reati commessi ma è aumentato lo stalking Si chiude un anno di attività anche per i carabinieri di Cremona. Il bilancio, presentato dal colonnello Michele Arcangelo Cozzolino, ha visto 7.793 reati commessi quest’anno (scoperti 3.387), contro gli 8.952 dell’anno scorso (scoperti 3.715). 346 gli arresti (328 nel 2009) e 2.824 le denunce (3.117 l’anno scorso). In aumento i reati di stalking e di maltrattamenti in famiglia: quest’anno le denunce per stalking sono state 38, contro le 14 del 2009. In tutti i casi i carabinieri hanno scoperto gli autori. Nel 2010 gli arresti sono stati 4, mentre le denunce 38. Per quanto riguarda invece i maltrattamenti in famiglia, quest’anno si sono registrate 27 denunce contro le 18 dell’anno scorso. 4 le persone arrestate quest’anno, 24 quelle denunciate. Nella voce dedicata agli stupefacenti le denunce sono state 300, a fronte di 299 casi scoperti, mentre l’anno scorso erano state 166 (tutti casi scoperti). 96 le persone arrestate (106 nel 2009), 223 quelle denun-

ciate (119 nel 2009). Le persone segnalate quest’anno sono state 380, contro le 243 dell’anno precedente. Le rapine denunciate sono state 58 (71 l’anno scorso), delle quali 45 scoperte, 13 quelle commesse in abitazione (10 l’anno precedente), delle quali 8 scoperte. I furti denunciati sono stati 3.337 (scoperti 263), contro i 3.759 dell’anno scorso. In abitazione 918 contro i 900 del 2009 (nel 2010 ne sono stati scoperti 24). Le estorsioni, infine, si mantengono a quota 4. Quest’anno sono state impiegate 29.402 pattuglie con 53.480 militari per 186.665 ore di servizio. 2.350 i casi trattati dal carabiniere di quartiere, e 483 i servizi di ordine pubblico. Sempre quest’anno sono state controllate 117.027 persone, 85.063 mezzi ed elevate 5.049 contravvenzioni per un totale di 680.296 euro. Infine gli incidenti mortali rilevati sono stati 11, contro i 9 dell’anno scorso, mentre quelli con feriti sono stati 310 (352 l’anno precedente).

Rapina e sequestro di persona, denunciata prostituta

il padrone di casa e rinchiuderlo in bagno. Giusto il tempo per recuperare il portafoglio, appropriarsi del denaro, in tutto 500 euro, ed allontanarsi indisturbata. Quando l’uomo è riuscito ad uscire dal bagno ha chiamato la polizia. Agli agenti ha spiegato i fatti e fornito una descrizione della ladra. Il 29 mattina la vittima ha sporto denuncia, e la stessa sera, grazie anche ai costanti controlli antiprostituzione effettuati dagli agenti, la donna è stata rintracciata in via Mantova. Nei confronti della 18enne romena, risultata senza fissa dimora, è quindi scattata la denuncia per rapina aggravata e sequestro di persona.

Un prostituta romena di 18 anni è stata denunciata a piede libero dagli agenti della squadra Mobile della Questura di Cremona con le accuse di rapina aggravata e di sequestro di persona. Vittima, un cremonese, minacciato con un coltello e derubato di 500 euro. Martedì scorso, dopo aver contrattato la prestazione, l’uomo aveva accompagnato a casa sua la giovane lucciola che era stata regolarmente pagata al termine del rapporto. La donna aveva visto il cliente prendere il denaro dal portafoglio e riporlo. Dopo aver preso il suo compenso, invece di andarsene, la lucciola ha pensato bene di armarsi di un coltello, minacciare

LA NATUROPATA RISPONDE di Ermanna Allevi

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA) Gentile naturopata grazie per gli auguri che mi ha fatto attraverso "Il Piccolo" (dal momento che sono una sua affezionata lettrice) che ricambio con grande piacere. Nei giorni scorsi, a casa dal lavoro, mi sono presa il piacere di fare colazione in un rinomato caffè e mentre apprezzavo la mia colazione, la signore sedute al tavolo vicino al mio parlavano di lei, della sua competenza e professionalità,della sua straordinaria gentilezza e dolcezza, di quanto sia bello il suo studio, della pace che vi si respira al solo entrare. Sono stata con l'orecchio teso perchè ero curiosa, ma non osavo chiedere direttamente per educazione. Ho sentito che parlavano di trattamenti fatti nel suo studio con il colore che hanno ridato al viso freschezza e luminosità, togliendo segni di stanchezza antica (così dicevano) e di aver guadagnato anni in meno. Volevo chiederle se ho capito bene, se è veramente possibile migliorare l'aspetto estetico del viso con il colore. La ringrazio e ancora complimenti per la sua rubrica. Gianna

L'ho scritto altre volte: noi siamo colore! E il colore è fondamentale per il nostro stare bene, per il nostro equilibrio, per la nostra gioia, per la nostra serenità. Ogni colore ha la sua funzione (o più d'una) e non c'è da sorprendersi che ci siano anche colori per la bellezza e questi colori regalano alla pelle un aspetto molto più giovanile, luminoso e fresco. Alcune signore che hanno paura degli aghi, che non vogliono subire un intervento chirurgico, che non vogliono utilizzare prodotti chimici o sintetici, ma che desideravano migliorare il loro aspetto, si sono rivolte a me chidendomi se ci fossero rimedi naturali che potessero aiutare in tal senso ed io ho proposto dei bagni di luce colorata ed il risultato è stato molto appezzabile e apprezzato. IL 2011 E' ORMAI ALLE PORTE, IO AUGURO A TUTTI LA FORZA PER SOPPORTARNE I MOMENTI DIFFICILI E CHE IL RESTO DEL TEMPO SIANO: LA SERENITA', LA GIOIA, LA VOGLIA DI GIOCARE CON LA VITA , IL PIACERE DI UNA RISATA A FARLA DA PADRONI. AUGURI

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a

info@naturopatia-cremona.com • Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 - tel. 0372-412372.


12

News & Rubriche

Venerdì 31 Dicembre 2010

La segnalazione

Promuovere la legalità a Cremona

Come intendo la sicurezza? 1) Essere liberi di vivere sicuri: la finalità delle politiche della sicurezza attuate dall’Amministrazione comunale non può essere priorità diversa da quella di perseguire una città che possa essere vissuta da tutti in libertà e sicurezza. 2) Il Comune deve infatti concorrere adeguatamente al soddisfacimento di un’esigenza primaria, fondativa delle virtù della cittadinanza: l’esigenza di rispetto della legalità, che risponde certamente ad una domanda diffusa di rinnovamento morale della vita civile. 3) Promuovere la legalità è un impegno che non potrà mai affermarsi con la pura emanazione di norme, pur indispensabili, né con il semplice ricorso agli strumenti repressivi di comportamenti e pratiche illegali, pur necessari: si deve configurare come pratica condivisa, come espressione e valorizzazione della reciprocità, come interiorizzazione del valore della libertà. Il Comune, dunque, diviene garante dei diritti e dei doveri dei cittadini nella vita quotidiana nella città di oggi, nella vivibilità complessa della città del nostro tempo, nel corretto utilizzo degli spazi e delle risorse pubbliche, a garanzia del rispetto delle elementari regole della convivenza civile. E’ una presenza che si lega all’impegno di essere vicino ai cittadini ed alle loro esigenze, di condividere i problemi, di comprendere le crescenti aspettative, soprattutto in tema di sicurezza: sicurezza di muoversi, di lavorare, di intraprendere, di agire, di stare insieme, sicurezza come principio di equità e di giustizia. La sicurezza è intesa come diritto di tutti e specialmente delle fasce più deboli o esposte (dagli anziani ai bambini) di poter usufruire con tranquillità gli spazi pubblici e privati, di abitare e lavorare con serenità nel proprio quartiere. Augurando a tutti un felice e sereno buon anno nuovo. Matteo Tomasoni Unione Nazionale Consumatori

PRECARIARE STANCA

Interpretazioni di “felicità” E’ molto difficile fornire un’interpretazione esaustiva e soddisfacente della parola “felicità’”, poiché di essa alcuni tendono a considerare l’aspetto materiale, altri la valutano e la definiscono come uno “stato d’animo”, un “orizzonte di intenti”, piuttosto che qualcosa di acquisito a cui, però, tutti inconsapevolmente tendono, come già aveva avvertito il nostro Leopardi, e come avevano già decretato i padri costituenti americani che, nella costituzione degli Stati Uniti, avevano affermato che ogni uomo ha diritto “alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità”. Ma di quale felicità parliamo? Finora la statistica e degli economisti si erano attenuti ad un’interpretazione materiale della parola, che fa coincidere la felicità con il benessere concreto di un individuo e di un Paese, esaltando l’aumento del Pil come il dato fondamentale per misurare il benessere e, quindi, lo sviluppo di una nazione; se così fosse, la Cina o la Corea dovrebbero essere gli stati più felici della terra, cosa che è manifestamente falsa. Recentemente, grazie anche agli studi di economisti-

mente deciso, da parte delle parti firmatarie dell'accordo: Marchionne, cisl, uil, e fismic, che i tanti iscritti fiom non avranno voce per gli anni a venire. I lavoratori iscritti alla fiom dovranno quindi farsi rappresentare da esponenti Cisl, Uil, e Fismic. Questo principio è antidemocratico e sindacalmente autodistruttivo: cisl, uil e fismic dovrebbero vergognarsi e fare rapidamente marcia indietro. Infatti, nel caso in cui, in un tardivo sussulto di dignità, decidessero di tutelare per davvero gli interessi dei lavoratori, potrebbero subire lo stesso trattamento da loro riservato a Fiom Cgil. Per il nostro bene e per quello di chi verrà dopo di noi: se alla precarietà aggiungeranno l' estromissione del sindacato dai posti di lavoro, la qualità della nostra vita non potrà che peggiorare. Jacopo Gamba

La Nidl Cgil si trova in via Mantova 25 Cremona tel - 0372/448608 • e-mail - nidilcremona@cgil.lombardia.it

DALLA PARTE DEI CITTADINI

di Damiano Talamazzini

Responsabile Provinciale Patronato Epaca

Questa rubrica rappresenta un luogo d'incontro a disposizione dei nostri lettori, nato per rispondere a dubbi e quesiti in materia di diritti previdenziali e assistenziali. Le lettere rivolte al Patronato Epaca possono essere indirizzate alla nostra redazione, per posta o via e-mail, oppure direttamente al Patronato Epaca (epaca.cr@coldiretti.it). Egregio responsabile del Patronato Epaca, avrei la necessità di ragguagli dettagliati sulle norme in materia di decorrenza dei trattamenti pensionistici di vecchiaia e di anzianità dell’Inpdap, relativi limiti di età, nonché delucidazioni sulle finestre cosiddette mobili e di uscita, al fine di potermi districare fra il continuo susseguirsi di cambiamenti. l’Inpdap conferma che le nuove norme in materia di decorrenza dei trattamenti pensionistici di vecchiaia e di anzianità introdotte dalla legge n. 122/2010 si applicano ai soggetti che maturano i requisiti minimi per l’accesso al pensionamento a decorrere dall’anno 2011 e, pertanto, continuano a trovare applicazione le disposizioni previgenti, con le

www.aclicremona.it

Giovani, generazione no lavoro Gli studenti che manifestano non chiedono solo una riforma decente. Chiedono qualcosa di molto più vitale per la nazione e per la loro vita. Come si è scritto e detto in questi giorni, si tratta del dolore latente di una intera generazione senza prospettive. Segnata nella pelle dalla condizione precaria. Precari a vita. Senza sbocchi, senza realizzazione, senza futuro. Non c’è vita peggiore di quella che non abbia la possibilità di progettarsi. La questione della violenza viene dopo. È il derivato amaro di questa disperazione. Ancora più triste è che non ci siano state voci forti che ab-

biano saputo riflettere su questo secondo versante incuneando nel dibattito il nodo centrale della nonviolenza. Parola bandita o smarrita dal lessico mediatico e politico. E non si tratta della semplice rinuncia alla violenza. Piuttosto è stile di vita, scelta profonda e convinta, non solo nell’ordine delle strategie e degli strumenti di lotta, quanto dei principi ispiratori e fondanti del nostro stare al mondo. A chi non ha la pratica della nonviolenza come bussola della propria esistenza, l’uso della forza sembra la scorciatoia e lo sbocco necessario e inevitabile per affermare la propria idea, la ri-

Inpdap: cosa è cambiato e quali sono le novità

relative “4 finestre” di uscita in base al trimestre di maturazione dei requisiti, a coloro che maturano i requisiti contributivi ed anagrafici entro il 31 dicembre 2010. La salvaguardia si applica anche qualora il lavoratore maturi entro il 2010 il diritto a pensione di anzianità e la cessazione dall’attività lavorativa avvenga invece, successivamente al 31 dicembre 2010, con il raggiungimento del requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia. La pensione di vecchiaia in questo caso, benché la finestra per la pensione di vecchiaia non risulti ancora aperta, decorrerà comunque dal mese successivo alla cessazione dell’attività lavorativa, in virtù della finestra (già aperta) correlata alla data di maturazione dei requisiti prescritti per la pensione di anzianità. Per quanto riguarda i destinatari della nuova normativa sulle decorrenze per il pensionamento di vecchiaia va rilevata una notevole differenziazione tra quanto previsto nella precedente Nota divulgativa Inpdap n. 7627/2010 rispetto a quanto affermato nella circolare in vigore. Nella precedente “Nota”, la nuova disposizione richiamava espres-

Paesi, per motivi diversi, la depressione è diffusa e i suicidi sono percentualmente più numerosi che in altre nazioni. Vuol forse dire che le popolazioni latino-americane sono più adattabili di quelle europee? L’indice della statistica Onu, basato su elementi più materiali, vede, invece, al primo posto la Norvegia, seguita da Australia, Islanda, Canada, Irlanda, con l’Italia al diciottesimo posto e il famoso Costarica solo al cinquantaquattresimo. Eppure tra i primi cinque Paesi, l’Islanda e l’Irlanda sono ultimamente segnate da grosse crisi economiche e sociali, che ne fanno degli “stati-paria” nel contesto europeo. E allora? Forse bisogna concludere che la felicità è legata ad un’aspettativa, ad un’attesa, ad una capacità di adattamento, alla possibilità di progettare il futuro. E allora capiamo perché l’Italia, in questo orizzonte, aldilà del benessere materiale, che non è disprezzabile, sarà sempre perdente, perché è un Paese a cui da troppo tempo è stata sottratta la possibilità di sperare, un Paese inchiodato in un eterno presente; e a chi si ruba la capacità di progettare si ruba anche quella di essere felici, con buona pace delle promesse dei nostri leader. Vincenzo Montuori

LA PAROLA AI LETTORI - Cari lettori del Piccolo, abbiamo deciso di regalarvi un posto da protagonisti: inviateci un articolo - della lunghezza massima di 1.500 battute, su un tema a vostra scelta. Tra quelli pervenutici provvederemo a selezionarne uno ogni settimana da pubblicare sul giornale.

A cura di Nidl - Cgil L'accordo recentemente siglato a Mirafiori è la dimostrazione che in Italia siamo a una svolta devastante nella storia dei diritti dei lavoratori, potenzialmente una delle più gravi. L'esclusione a priori della Fiom dalla contrattazione e dalle controversie che, in un futuro prossimo venturo, verranno a nascere nello stabilimento fiat, giustificata con il fatto che la Fiom non figuri tra le organizzazioni sindacali firmatarie del contratto applicato è vergognosa e, soprattutto, pericolosa. Viene sancito il principio secondo il quale l'organizzazione sindacale che non firmi un contratto, aziendale o collettivo che sia, viene difatto esclusa dall'azienda in questione: non potrà presentare i propri candidati alla rappresentanza sindacale. Così facendo viene arbitraria-

filosofi, come l’indiano Amartya Sen, premio Nobel nel 1998, ed inventore dell’indice del benessere, si è capito che la felicità non è cosa definibile univocamente. Sono stati effettuati dei sondaggi in base alle risposte degli abitanti di Paesi avanzati e non; altri sondaggi sono stati rilevati dall’Onu, che ha costruito un indice basato su elementi come l’aspettativa di vita, il grado di istruzione e lo standard di vita, inteso come reddito pro capite, e si è capito che la misura del benessere delle persone non si può basare solo sul prodotto interno lordo. Secondo il sondaggio presso gli abitanti, il paese più felice al mondo risulta essere il Costarica, piccola repubblica centroamericana, più avanzata degli stati confinanti, oltre che nazione sprovvista di esercito e, quindi, programmaticamente pacifica, ma non certo un Paese dagli standard di vita europei; al nono posto si classifica il Panama, repubblica piuttosto travagliata e al decimo il Messico, paese caratterizzato da grossi problemi e da una criminalità endemica; l’Italia in questa classifica è trentunesima, preceduta da diverse nazioni del Nord Europa, come Danimarca, Islanda, Finlandia, Norvegia. Eppure, le statistiche ci dicono che in questi

samente le pensioni di vecchiaia maturate con 65 anni di età per gli uomini e con l’età per le donne. Pertanto, il personale per il quale sono previsti, per le pensioni di vecchiaia, requisiti anagrafici diversi da quelli citati ovvero il personale per il quale, ai fini delle pensioni di anzianità, non trovano applicazione le disposizioni che avrebbero dovuto mantenere il previgente regime di accesso al pensionamento (anche qualora maturasse i relativi requisiti dal 2011 in poi). Si aggiungeva inoltre che, per alcune specifiche categorie di personale (ad esempio: magistrati e professori universitari) per le quali sussiste la possibilità di conseguire la pensione di vecchiaia anche con limiti di età superiori a 65 anni, si dovessero applicare le nuove misure (finestre mobili) soltanto in caso di pensionamento al compimento del 65° anno di età e in presenza di requisiti maturati dal 1° gennaio 2011 in avanti. Nella recente circolare tutte queste considerazioni non sono presenti ed anzi l’Istituto specifica che “sono destinatari della cosiddetta finestra mobile i soggetti che accedono al pensionamento di vecchiaia a 65 anni se uomini e, se donne,

a 61 anni fino al 31 dicembre 2011 ovvero a 65 anni dal 1° gennaio 2012, nonché gli appartenenti a categorie di personale per le quali sussistono limiti di età diversi da quelli sopra esplicitamente individuati”. Analogamente, per quanto riguarda i pensionamenti di anzianità, la finestra mobile si applica a tutti i soggetti che maturano i requisiti minimi per l’accesso al pensionamento a decorrere dal 2011, salvo le deroghe espressamente previste.

Sempre disponibili per tutti i Cittadini interessati, per fornire un'adeguata informazione, consulenza e chiarimenti, i nostri uffici Epaca in Cremona e Provincia, si trovano: • CREMONA Via D. Ruffini, 28 (adiacente Hotel IBIS) Tel. 0372.732926 • CREMONA Via Ala Ponzone, 8 Tel. 0372/499811 • CREMA Via Macello, 34 Tel. 0373/732911 Fax. 0372/732925 • CASALMAGGIORE Via Cairoli, 3 Tel. 0372/732965 • SORESINA Via Matteotti, 12 Tel. 0374/342329

vendicazione, la disperazione. Quelle frange di studenti sono il naturale prodotto di una politica estera, di un parlamento, di un’economia, della cacciata degli stranieri, di un dibattito politico che la nonviolenza non sanno nemmeno dove sta di casa. Ipocrita e falso chi se ne scandalizza.

In centro storico

Pattinaggio su ghiaccio, successo per la pista

Grande successo per la pista di pattinaggio su ghiaccio istituita a Cremona dalle associazioni dei commercianti del centro storico. La pista si trova di fronte a Palazzo Cittanova, e ha lo scopo di offrire ai cittadini un momento di divertimento e relax durante lo shopping di questi giorni di festa, ma anche di regalare un po' di svago a tutti coloro che visitano il centro di Cremona, cuore pulsante della vita cittadina. Numerose le persone che hanno deciso di passare un pomeriggio pattinando sul ghiaccio: una pratica che entusiasma molto i cremonesi, i quali sono però solitamente costretti a ripiegare su città vicine, in quanto Cremona non possiede una pista fissa per tutto l'anno. Dunque questa è l'occasione per potersi divertire senza dover macinare chilometri.

Unione Nazionale Consumatori Comitato di Cremona Piazza San Michele, 2 • Tel. Fax: 0372/28370

Nuovo anno con una maxi stangata per le famiglie italiane

Siamo a fine 2010: per l'occasione vorremmo riportare quel che segue: «Una maxistangata si abbatterà nel 2011 sulle tasche degli italiani. Lo affermano le associazioni riunite nella sigla Casper. Il motore che alimenta la maxi-stangata è la speculazione. Di questi 902 euro che usciranno dalle tasche di ciascuna famiglia, ben 700 euro (77% del totale) sono attribuibili a manovre speculative e rincari arbitrari che non trovano alcuna giustificazione economica. Le voci principali che nel corso del nuovo anno incideranno maggiormente sui bilanci familiari, saranno: alimentari, che con la ripresa della domanda, in assenza di politiche di liberalizzazione del mercato, aumenteranno di prezzo in modo consistente, dopo un anno di sostanziale stasi (+191 euro a famiglia); abitazione, una delle voci che maggiormente ri-

sente dei tagli decisi nella manovra di Governo, dato che comprende acqua e rifiuti, oltre ad elettricità e gas. Gli enti locali, infatti, finiranno per traslare sulle famiglie buona parte della riduzione dei trasferimenti, aumentando le tariffe dei servizi pubblici (+189 euro); trasporti, voce che va dalla riparazione dell’auto alle ferrovie, dalla benzina ai famosi pedaggi autostradali e che, dopo aver inciso dal luglio 2009 al luglio 2010 più di ogni altra voce, avrà anche per il 2011 il record di aumento (+195 euro). Spiccano gli aumenti di banche, assicurazioni, tariffe di acqua e rifiuti. Le banche, in particolare, hanno evidentemente deciso di compensare il momento di crisi economica rivalendosi sui loro clienti, introducendo nuovi balzelli e aumentando il costo di alcune commissioni.


Lettere

Per dire la vostra, scrivete a:

 SITUAZIONE DIFFICILE

I rifiuti di Napoli sono la telenovela di capodanno Egregio direttore, i politici continuano a fare dichiarazioni altisonanti senza mai giungere a una soluzione tangibile; vedi per esempio, la situazione dei rifiuti di Napoli, di cui certamente la colpa non è da attribuire al governo, ma che non legittima Berlusconi a spararle grosse. Vedi le reiterate dichiarazioni, che in pompa magna affermavano che in tre giorni avrebbero pulito Napoli, poi si corresse precisando, io non ho mai detto in tre giorni bensì in dieci, poi si corresse ancora, io non ho mai detto in dieci giorni bensì in un mese, poi precisò, avete capito male è l’esercito che in pochi giorni toglierà i rifiuti da Napoli, ecc. E mentre la telenovela mediatica continua, i rifiuti aumentano nelle strade di Napoli. In questa grottesca situazione che agli occhi del mondo squalifica il Bel Paese senza appello, i napoletani molto famosi per la loro fervida fantasia nel risolvere i problemi da soli, probabilmente per liberarsi dei rifiuti che le istituzioni locali Comune, Provincia e Regione non sono state in grado di gestire per oltre dieci anni, a capodanno nella consuetudine dei fuochi di artificio potrebbero fare dei rifiuti sparsi, nella città se non rimossi in tempo un bel falò propiziatorio per l’anno nuovo. Elia Sciacca Cremona ***

 PREZZI ALLE STELLE

Caro carburante, a pagare sono sempre gli italiani Egregio direttore, la benzina e il gasolio hanno preso il volo...! E’ stato quindi scongiurato il possibile sciopero di fine anno dei benzinai, ma resta alta la tensione su prezzi dei carburanti per autotrazione e del gasolio per riscaldamento. Nei giorni scorsi, secondo l’indagine fatta in alcuni impianti del sud Italia la benzina ha toccato 1,5 euro al litro e il gasolio 1,38 euro, mentre i prezzi medi si sono assestati intorno a 1,47 euro al litro per la “verde” e a 1,35 euro per il carburante per motori diesel. Secondo l’Unione petrolifera, «va anzitutto rilevato che, come sempre accade, i rincari sono la conseguenza dell’andamento dei mercati petroliferi internazionali tornati a crescere sensibilmente senza apparente motivo, almeno dal punto di vista dei fondamentali. Molto è per effetto della speculazione finanziaria che amplifica i movimenti. E’ un fenomeno che però non riguarda solo l’Italia ma l’Europa intera, dove nel corso dell’ultima settimana i prezzi sono aumentati ma non come noi. Va anche detto che rispetto ai prezzi consigliati di cui si legge, esistono migliaia di impianti tradizionali che offrono prezzi inferiori di 7-8 centesimi grazie a sconti e promozioni. Anche con il solo self service si può risparmiare qualcosa. Il consumatore ha un’ampia possibilità di scelta per poter pagare meno il carburante. Dunque guardiamoci ben attorno per rifornirsi premiando così gli impianti più “virtuosi”». Sempre da un sondaggio fatto, i diversi pesi che gravano sul prezzo del greggio e, in seguito, su quello dei carburanti al distributore, devirebbero «dall’aspettativa di ripresa dell’economia mondiale ed americana. Gioca molto anche la finanza: le banche d’affari stanno infatti facendo molti investimenti, comperando future delle società che operano nel settore del petrolio. Inoltre, per quanto riguarda il gasolio per riscaldamento, conta anche l’ondata di freddo che sta colpendo l’emisfero Nord del pianeta: d’inverno, il gasolio per riscaldamento raggiunge il 20% della domanda complessiva di derivati del petrolio». Al tirar delle somme, chi purtroppo ne subisce le conseguenze siamo sempre noi italiani... Andrea Delindati Cremona ***

 CRITICA AL COMUNE

Strade rovinate, Cremona è sempre più trascurata Egregio direttore, il gelido inverno ha rovinato molte vie e leggo che gli addetti stanno provvedendo; comunque sia, la città a mio avviso è sempre più trascurata. Gli ultimi mesi del-

lettere@ilpiccologiornale.it • cremasco@cuticomunicazione.it

la giunta Corada furono uno stillicidio di critiche: prima i marciapiedi dissestati, poi le multe usate per fare cassa e la Ztl che scoraggiava gli acquisti nei negozi del centro; ogni giorno aveva la sua pena. Cosa è cambiato da allora? Proprio nulla anzi, le cose sono peggiorate ed un esempio è dato da quella che era la più bella porta d’accesso alla città: viale Po. Se prima era indecoroso ora, a forza di non far nulla per migliorarlo è un vero disastro, non basta certo il cartellone di benvenuto posto in Largo Moreni a rendere Cremona ordinata ed accogliente. Non vorrei che i nostri amministratori credano di aver risolto ogni problema con i lavori eseguiti da alcuni volontari nel Parco Sartori. Se per smaltire le calorie accumulate durante le feste volessero farsi una passeggiata potrebbero accorgersi di quanto altro lavoro resti da fare. Poi, se per riposarsi volessero fermarsi nel Parco Tognazzi si accorgerebbero di quanto sia desolato quel luogo, usato come una latrina per i cani che, accompagnati dai loro padroni, ogni giorno vi scorrazzano. La sera poi, è nero come la pece perché l’illuminazione già scarsa prima ora è pressoché inesistente. La battaglia intrapresa dal Comitato di quartiere in difesa del Parco del Morbasco è riuscita a coinvolgere numerosi cittadini ed ha aperto un dialogo con il Comune, auspico che con lo stesso ardore si continui a pungolare chi di dovere affinché viale Po possa ritornare all’antico splendore. Cordiale saluti e auguri di un sereno anno nuovo a lei ed ai suoi collaboratori. Rosa Maria Marchesi Cremona ***

 SUI “PRODOTTI ABORTIVI”

Chiediamo ancora spiegazioni da Spaggiari Egregio direttore, ci rivolgiamo a Piergiorgio Spaggiari, direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Cremona. Avendo appreso che l’incarico di direttore terminerà tra pochi giorni, desideriamo porgere i nostri saluti esprimendole ancora una volta il rammarico per non aver voluto rivedere l’accordo da lei sottoscritto con l’associazione “Difendere la vita con Maria”, avente ad oggetto il trasporto dei “prodotti abortivi” per l’inumazione. Di fronte ai dubbi e alle questioni sollevate dalla Rete Donne Cremona e da 1.500 cittadine e cittadini, lei si è dimostrato irremovibile, fornendo risposte insufficienti nella sostanza e nella forma. Ha sminuito, banalizzato e travisato, lei come altri, lei come il nostro primo cittadino, la portata di quanto la Rete contesta alle due istituzioni che rappresentate. Eppure le nostre istanze, espresse in questi mesi, sono corrette e legittime, tanto da essere confermate dal Difensore Civico di Regione Lombardia, al quale ci siamo rivolte un mese fa. Il 1° dicembre lei ha ricevuto una nota dal dirigente dell’ufficio del Difensore Civico, inviata per conoscenza anche alla Rete delle Donne. Ebbene, noi sappiamo, ed è giusto che lo sappiano tutti, che il Difensore Civico regionale le chiede di fornire riscontri sulle stesse questioni che noi poniamo da tempo, ovvero: quali modalità e quali criteri sono stati adottati per individuare nell’associazione “Difendere la vita con Maria” il soggetto più adeguato a trasportare i “prodotti abortivi” dall’azienda al cimitero? Come è possibile che l’Azienda ospedaliera non si ritenga competente di quanto avviene al cimitero? In altre parole, l’Azienda ospedaliera non può ignorare il fatto che al cimitero la sepoltura dei “prodotti abortivi” avvenga con rito cattolico. Poiché ciò avviene, deve essere esplicitato nell’accordo siglato con l’associazione. Infine, le persone interessate sono informate del fatto che delegare all’Azienda ospedaliera la sepoltura dei prodotti abortivi, oggi, significa automaticamente delegare l’associazione “Difendere la vita con Maria” di trasportarli e celebrare un rito funebre cattolico? Se una persona intendesse delegare l’Azienda ospedaliera – come previsto dal Regolamento regionale – senza tuttavia acconsentire al rito funebre, come deve comportarsi? Non sappiamo se lei, ad oggi, abbia dato riscontro a questa nota. Ma a noi, prima che lei lasci il suo incarico – così importante e prestigioso – preme evidenziare che il Difensore Civico è un’istituzione imparziale che appartiene a Regione Lombardia, la stessa da cui lei dipende. A lei e a quanti in questi mesi ci hanno scambiato per “perditempo”, ideologiche

Venerdì 31 Dicembre 2010

13

Focus Anche un piccolo gesto diventa molto importante per canili e gattili tare a i cani ed i gatti anziani e malati a passare queste giornate di ulteriore freddo. E se ne avete la possibilità portate del cibo e fate delle offerte anche piccole in denaro per permettere a questi animali di poter vivere e sopravvivere in questo periodo di freddo tremendo. Quello di visitare un canile o un gattile è un modo diverso, diretto di prendere contatto con gli animali che sono in attesa di adozione, ma se anche non potete portare a casa con voi un micio o un fido, potete fare tantissimo per loro semplicemente donando una coperta e qualche scatoletta. In alcuni casi poi è possibile fare le adozioni a distanza pagando una cifra irrisoria al mese che permetterà ai volontari di poter accudire meglio gli ospiti a quattro zampe che magari perché anziani o malati sono di difficile collocazione. Grazie a tutti coloro che hanno risposto al nostro primo appello, che sappiamo essere stati in tanti, a tutti gli altri l’invito di recarsi in uno di questi giorni a fare visita al canile o al gattile della propria città, perché seppur piccolo il vostro aiuto è gradito e voi sicuramente poi tornerete in quella struttura perché vi sarete fatti tanti amici a quattro zampe in più. Per informazioni: 392-6552051 - 347-8883546. Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente)

Egregio direttore, ringraziando coloro i quali ascoltando il nostro appello lanciato prima di Natale si sono recati nei canili e nei gattili ed hanno donato una coperta o un piumone o hanno fatto un’offerta per l’acquisto di una cuccia coibentata da destinare a uno dei quarantamila cani che a causa del freddo di queste settimane si trovano a rischio vita, perché anziani o perché malati. Dai dati ancora parziali che sono giunti dai 100 canili monitorati da Aidaa e relativi alla giornata del 26 dicembre risulta che sono state donate oltre 25.000 tra coperte e piumoni e sono stati raccolti fondi per oltre 35.000 euro che saranno destinati dai singoli canili all’acquisto di cuccie coibentate o di altro materiale per la messa in sicurezza delle strutture dei medesimi canili, oltre a una tonnellata di cibo in scatola e in croccantini per fido. Ci auguriamo che questo risultato possa essere stato raggiunto anche dagli altri circa 700 canili e rifugi per cani sparsi in tutta Italia, specialmente nel sud dove spesso le condizioni di vita per i pelosi ospiti sono proibitive. Detto questo non possiamo far altro che rinnovare l’appello anche per il prossimo fine settimana allargandolo anche ai gattili. Invitiamo tutti a un gesto semplice e concreto: donate una coperta o un piumone che non usate più a un canile o a un gattile per aiu-

e “di parte”; a lei e a quanti – come il nostro sindaco – pensavano che ci saremmo presto arrese, ricordiamo con fermezza che non sempre a chi occupa una posizione di potere è consentito di abdicare all’importante funzione di garantire la laicità delle istituzioni e il bene comune, il rispetto delle coscienze di tutti e non solo quelle di alcuni, l’assunzione di decisioni al di sopra delle leggi, in nome di principi e valori “di parte”. Continueremo a presidiare questa questione con serietà, tenacia e trasparenza, con l’auspicio che si possa ripristinare al più presto la sepoltura dei “prodotti abortivi”, nel rispetto della legge regionale e della libertà di scelta. Rete Donne Cremona ***

 SULLE PENSIONI

Le tante incongruenze del direttore dell’Inps Egregio direttore, sto seguendo ultimamente dei battage pubblicitari televisivi da parte dell’esimio direttore generale dell’Inps, Mauro Nori, che propina quotidianamente tutte le virtù di questo povero Ente (da decenni oramai non riesce mai a conciliare le entrate con le uscite). Allora, vorrei che l’esimio direttore spiegasse con quali fondi si riesce a fare questi costosissimi battage pubblicitari, perché tutti i lavoratori autonomi non possono avere il ricongiungimento dei contributi versati anche in qualità di lavoratori dipendenti e debbono aspettare obbligatoriamente il sessantacinquesimo anno di età, perché tutti i lavoratori autonomi e intendo coloro i quali sono possessori di partita Iva, non hanno diritto a nessuna corresponsione di assegni famigliari, nessun diritto di assegno di sostegno in caso di assenza di lavoro e percepiranno una pensione che è un quarto di coloro che sono stati ex dipendenti? Evidentemente coloro i quali pagano contributi complessivi di un bel 35% in più dei lavoratori dipendenti, non hanno diritti ma solo doveri! Concludo con una piccola precisazione per i non addetti ai lavori: dal 2011 a causa della nuova manovra governativa, ogni lavoratore, dal momento in cui matura i requisiti per “pensionarsi”, dovrà aspettare, per riuscire a percepire la pensione, altri dodici mesi se ex dipendente e altri diciotto mesi se lavoratore autonomo! Ora, caro direttore dell’Inps faccia un bellissimo spot televisivo con il quale spiega come accade il miracolo del secolo, overossia gente che con lo stipendio faticava o non arrivava alla fine del mese, come potrà aspettare un anno/un anno e mezzo per poter mengiare? Ivan Loris Davò Spinadesco ***

dibattito politico e sindacale, sembra che l’Italia sia in pieno '900. Il contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici è al centro di polemiche ideologiche che contengono contraddizioni grosse quanto il nostro debito pubblico, ma che raramente vengono evidenziate. Primo punto: è il settore metalmeccanico il fulcro attorno al quale costruire il futuro? I metalmeccanici sono circa il 10% della forza lavoro, che danno un forte contributo alla produzione di Pil e alle esportazioni (non c’è solo la Fiat). Ciò nonostante è paradossale che l’unico grande dibattito avvenga in questo settore, mentre il magmatico mondo dei cosiddetti lavori atipici (collaborazioni, partite Iva, ecc.), è lasciato ai margini, salvo aumentargli sempre più l’imposizione previdenziale. La fabbrica automobilistica era sicuramente emblema del sistema produttivo del secolo scorso, industria innovativa che trascinava la ricerca in altri ambiti. Ma oggi è così? No, la centralità è in altri settori, ed ha al centro internet, e tutto ciò che ne deriva. Si pensi solo alle società a maggior capitalizzazione in borsa: una volta dominavano i costruttori di automobili, oggi in quella statunitense Google, Apple e Microsoft la fanno da padroni. Secondo punto: il settore metalmeccanico è quello che più necessita di flessibilità e stimoli alla produttività? Nessun dibattito serio, invece, sul settore meno produttivo in Italia, quello pubblico. E non è il caso di fare polemichette a tratti popolari scimmiottando il ministro Renato Brunetta (che scimmiotta se stesso). L’improduttività non dipende dai “fannulloni”, ma dalla politica che ha più interesse a piazzare lavoratori (per catturare consensi), piuttosto che erogare servizi di qualità ai cittadini: giustizia, istruzione, sicurezza, ecc.. Una propensione ideologica, non solo in malafede. Tale pratica continua anche in regime di blocco delle assunzioni nel pubblico: basta creare società municipalizzate che sfuggono a questo blocco (vedi il recente caso che ha coinvolto diverse società del Comune di Roma). Terzo punto: i sindacati più “moderati” sono realmente quelli più saggi? Ci limitiamo a constatare che le due confederazioni che da anni sono considerate più moderate ed aperte ai cambiamenti (Cisl e Uil, in contrapposizione all’ideologica Fiom-Cgil) hanno diversi scheletri nell’armadio. La Cisl ha la sua roccaforte di iscritti (oltre che tra i pensionati) tra i dipendenti pubblici e in quest’ambito è sicuramente più conservatrice e meno propensa all’innovazione. Per quanto riguarda la Uil, basti ricordare come ha contribuito a devastare la società statale Tirrenia, compagnia navale dove Uiltrasporti è dominante e detta legge, in barba a tutti i soldi buttati a mare dai contribuenti. Domenico Murrone, Direttore avvertenze online dell’Aduc ***

 QUESTIONE LAVORO

 A CREMA

Signor direttore, a leggere le cronache del lavoro, quelle che fanno le prime pagine e animano il

Caro direttore, ho letto con la consueta curiosità che l’argomento merita, la pagina dedicata ai

Sembra che l’Italia sia tornata nel ’900

Voti agli amministratori Qualcuno è stato ingeneroso

voti attribuiti ai nostri amministratori comunali. Tu sai che in epoca passata anch’io con il tuo contributo, mi sono avventurato in simile operazione, provocando inevitabili e scontate polemiche e suscitando anche qualche inimicizia, non preoccuparti quindi se esprimo qualche riserva. Nel merito dell’ultima attribuzione di voti, consentimi, senza ovviamente polemica e ben sapendo che non sempre i giudizi espressi con i numeri, pur se accompagnati da una motivazione esplicativa, rappresentano l’esatta sommatoria di serene valutazioni, di dissentire su alcuni casi. Il particolare: l’attribuzione al sindaco di un degradante 4 per “non aver realizzato alcuni obiettivi anche per colpa sua”, mi pare ingenerosa se si considerano le condizioni in cui si è trovato (e si trova) ad operare. Indubbiamente meritava almeno la sufficienza per il grande impegno profuso. Altrettanto devo dirti per il 4 appioppato all’assessore Paolo Mariani: mi pare che il suo impegno nel campo culturale, con i limiti di mezzi finanziari disponibili, sia stato e sia ancora apprezzato. Certo: quello della cultura è un settore in cui sempre si può fare meglio e i più. Ancora una volta nel mirino di chi ha compilato le pagelle è finita, con un 4, l’attività dell’assessore Mia Miglioli, già bersagliata a suo tempo dal giornale. Mi pare che non sia stata estranea (o assente) per iniziative da portare in consiglio o dal lavoro di Giunta, così come va registrato il suo impegno per affrontare i nodi di Reindustria. Per lei e per Mariani credo che una sufficienza avrebbe reo giustizia dell’impegno. Dissenti anche da alcuni voti positivi eccessivamente elevati e a mio avviso non sempre meritati, mentre vorrei suggerirti per la prossima edizione, di non lasciare senza voto i cinque consiglieri che si sono limitati ad alzare la mano: essi meritano un 2 in rendimento. Sergio Lini Crema ***

 IL PD A CREMA

Convocate l’osservatorio sulla crisi delle cave Signor direttore, preso atto che nei giorni scorsi è stata pubblicata sulla stampa una lettera di Luca e Alberto Alberti, titolari della ditta di escavazione Alberti, indirizzata al presidente della Provincia Massimiliano Salini, nella quale i due imprenditori esprimono la propria preoccupazione circa la situazione provinciale legata alla revisione del Piano Cave. Tale missiva segue altre denunce effettuate sia dalle categorie imprenditoriali che da quelle sindacali, nelle quali si evidenzia la crisi occupazionale e la cassa integrazione nel settore delle attività estrattive e dell’edilizia, nel territorio cremasco. Visto che il Comune di Crema ha istituito un osservatorio edilizio che ha l’obiettivo di concordare con gli uffici le applicazioni delle norme e che la sua ultima convocazione risale a circa 3 mesi fa, chiediamo all’amministrazione comunale di convocare maggiormente l’osservatorio vista la drammatica crisi in atto. Matteo Piloni Consigliere comunale Pd Crema


14

Salute

Venerdì 31 Dicembre 2010

GLI ORARI CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: lunedì - venerdì dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: è possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da lunedì a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unità operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: giovedì dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dell’Anatomia Patologica dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari è prevista, presso il padiglione 5, da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoledì dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da lunedì a venerdì dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni è stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da lunedì a venerdì dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da lunedì a venerdì, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso l’Ambulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da lunedì a venerdì. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso l’Ambulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Ora: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite è preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da lunedì a venerdì, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da lunedì a venerdì dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da lunedì a venerdì. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando al 0372 408178 da lunedì a venerdì dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso l’Ambulatorio di Allergologia da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da lunedì a venerdì GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da lunedì a venerdì dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409.

Sfruttando la tecnica dell’ipotermia sarà possibile abbassare la temperatura del bambino rallentando o bloccando così il processo di danneggiamento del tessuto cerebrale

Nuova macchina per salvare i neonati affetti da asfissìa

N

di Laura Bosio

uovo macchinario per l'unità operativa di Patologia neonatale e terapia intensiva neonatale dell’Ospedale di Cremona. La macchina, denominata Criticol, sfrutta la tecnica dell'ipotermia per evitare compromissioni neurologiche grave ai neonati che incappano nell'asfissia, trovandosi con un’ossigenazione adeguata al momento della nascita. «Si tratta di un'apparecchiatura di recente ideazione» spiega Carlo Poggiani, primario dell'unità operativa. «Essa ci permetterà di salvare la sorte di molti bambini asfittici». «Questo acquisto è stato possibile grazie ad una generosa donazione da parte dell’associazione Amici dell’Ospedale, storicamente molto sensibile ed attenta ai bisogni della Sanità cremonese» spiega Ida Beretta, direttore amministrativo dell'ospedale di Cremona. «Un apparecchio approvato dalla Food and Drug Administration, che consente il raffreddamento ed il controllo conti-

La dottoressa Telli, il dottor Poggiani, la dottoressa Beretta e Giovanni Guerreschi (presidente dell'associazione Amici dell'Ospedale

Può coinvolgere numerosi organi ed apparati del neonato, ma è l’interessamento del sistema nervoso centrale, ovvero l’encefalopatia ipossico-ischemica, a condizionare principalmente la prognosi: essa è infatti gravata da

ONCOLOGIA MEDICA Dove: piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da lunedì a venerdìì dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248.

ne della mortalità e degli esiti neurologici. «Un tempo si pensava che il caldo fosse il rimedio migliore per il neonato che avesse qualche problema, ma si è capito che per questo tipo di bambino la temperatura va abbassata» continua il primario. «Il neonato viene quindi avvolto in una sorta di copertina, nella quale circola acqua come in un circuito, che gradualmente abbassa la temperatura. Per la complessità del livello assistenziale richiesto, che necessita anche del supporto dei neuropsichiatri Infantili, chiamati a monitorare l’attività cerebrale, il trattamento ipotermico va effettuato esclusivamente nei reparti di Terapia intensiva neonatale (Centri di 3 livello assistenziale), perché è indispensabile la presenza di personale medico ed infermieristico altamente specializzato. In tutte queste fasi il bambino va sempre tenuto sotto stretto controllo». La Terapia Intensiva Neonatale di Cremona, alla pari di altre

poche della Regione Lombardia, si dota, grazie all’intervento dell’Associazione Amici dell’Ospedale, di questa apparecchiatura con l’obiettivo di offrire non solo le migliori chance di sopravvivenza, ma anche una migliore qualità di vita ai neonati che le vengono affidati. Neonati del territorio, ma anche provenienti dall'esterno. Ma come può questa tecnica portare benefici ai bambini? Lo spiega la dottoressa Telli, responsabile per l'utilizzo dell'apparecchiatura. «Il danno neurologico nei bambini asfittici avviene in due fasi. La prima è precoce, prima del parto, mentre la seconda è più tardiva, e si concretizza nelle prime sei ore dopo il parto: qui viene danneggiato il neurone, e quindi il tessuto cerebrale. Ora, questo meccanismo trae energia dal calore, dunque se si raffredda il bambino gli si toglierà tale energia, permettendo il rallentamento, o addirittura l'interruzione di questo processo».

Acquistato grazie all’associazione Amici dell’Ospedale

TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da lunedì a venerdì. Negli altri orari è possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al più presto sarete richiamati.

nuo della temperatura del neonato attraverso sofisticati sistemi di servocontrollo». Sino a pochi anni fa, era possibile soltanto una terapia di sostegno delle funzioni vitali del neonato asfittico (stabilizzazione, ventilazione, nutrizione). Recentemente, è stato prima sperimentato e, quindi, introdotto nella pratica clinica un approccio terapeutico innovativo, che consiste nell’induzione entro 6 ore dalla nascita e nel mantenimento per 72 ore di una temperatura corporea inferiore alla normalità (fra 33 e 34°C), sotto costante monitoraggio clinico, al fine di ridurre il metabolismo cerebrale e, di conseguenza, i meccanismi che determinano il danno cerebrale. «I neonati asfittici non riescono a ricevere una sufficiente quantità di ossigeno, e di conseguenza possono subire danni cerebrali» spiega ancora Poggiani. «L’asfissia perinatale ha un’incidenza pari a circa 3-4 per 1000 nati vivi.

una mortalità compresa tra il 10 e il 60%; tra i sopravvissuti il 25% sviluppa sequele neurologiche permanenti (paralisi cerebrale infantile)». La metodica dell'ipotermia è attualmente ritenuta a livello internazionale l’unica terapia efficace nel contrastare le problematiche legate all’asfissia perinatale: si associa, infatti, ad una riduzio-

Una malattia che colpisce circa 3-4 nati ogni mille L’asfissia perinatale ha un’incidenza pari a circa 3-4 per 1000 nati vivi. Può coinvolgere numerosi organi ed apparati del neonato, ma è l’interessamento del sistema nervoso centrale, ovvero l’encefalopatia ipossico-ische-

mica, a condizionare principalmente la prognosi: essa è infatti gravata da una mortalità compresa tra il 10 e il 60%; tra i sopravvissuti il 25% sviluppa sequele neurologiche permanenti (paralisi cerebrale infantile).


CREMA

Venerdì 31 Dicembre 2010

15

Sottopasso, due rondò, le caserme di polizia e vigili del fuoco, e il sovrappasso

Beretta: «Ecco che cosa farò per voi»

E’

l’ultimo giorno dell’anno. Da domani entreremo nel 2011. Attese e speranze come sempre, come tutti. Quelli a cui affidiamo le sorti della città hanno, come noi, molte speranze e poche certezze. Hanno però qualche possibilità in più di noi di realizzare quello in cui credono. L’importante è che vogliano quello che anche noi speriamo: il bene comune. Via, allora, ai desideri dei politici e degli amministratori di casa nostra ( e che Dio ce la mandi buona). Simone Beretta è - dopo il sindaco che ci ha già mandato il suo augurio la scorsa settimana il politico più rappresentativo della giunta e della maggioranza di centrodestra che regge la città di Crema. E’ dimostrato che senza di lui la giunta non si regge, e quindi è a lui che chiediamo lumi per capire cosa ci accadrà nel prossimo nuovo anno. Intanto - se lo chiedono in molti - ci saranno ribaltoni, tutto finirà a carte quarantotto, o i

Simone Beretta, assessore comunale ai Lavori Pubblici

mal di pancia della maggioranza rientreranno e il sindaco potrà concludere fino in fondo il suo mandato amministrativo? «E’ curiosa questa idea che tutto dipenda da me. Io faccio la mia parte, ma il governo di una città complessa come è Crema, esige collaborazioni e consensi espliciti. A mio parere, ora, ci sono le condizioni per andare avanti. Si è trovata una nuova compattezza fra giunta e consiglieri di

maggioranza, salvo rare eccezioni, e se tutti saranno consapevoli che l’unità di intenti è necessaria per andare avanti, allora riusciremo a portare a termine il nostro programma elettorale in tutti i suoi punti principali. Posso anche aggiungere, poi, che guardando alle minoranze politiche che abbiamo in consiglio comunale, da loro non potrà venirci di sicuro nessun inciampo». Che cosa possiamo ragionevolmente aspettarci, allora, di concreto in questo nuovo anno? «Rimanendo nelle mie competenze, e dando per scontata, dopo l’adozione, la riconferma dell’ampio consenso del consiglio nei confronti del Pgt quando arriverà il momento della sua definitiva approvazione, penso che entro l’anno realizzeremo i punti più qualificanti del nostro programma a partire dalle due rotonde necessarie per sveltire il traffico ad ovest di Crema: una all’altezza dell’ospedale in via Libero Comune e l’altra alla confluenza fra via Milano e via Pandina ad Ombria-

no. Sicuramente procederà velocemente anche la realizzazione già appaltata del sottopasso alla ferrovia di via Indipendenza che renderà scorrevole il traffico in quel punto molto precario: ne ho la certezza perché trattandosi di un leasing, il costruttore sa che da noi non potrà ricevere un euro fino ad opera conclusa e collaudata: avrà quindi tutto l’interesse ad accelerare la fine dei lavori. Sono poi fiducioso sul fatto che riusciremo ad avviare la realizzazione delle due nuove caserme, dei Vigili del Fuoco e della Polizia. Anche su queste due importanti realizzazioni per la nostra città in termini di controllo e sicurezza, ci sono le condizioni favorevoli per procedere: il riferimento alla Società Cremasca Reti e Patrimonio (SCRP) ci potrà garantire, per queste opere che non sono solo al servizio di Crema ma di tutto il territorio, una copertura del 10% sul costo complessivo del mutuo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 350.000 euro l’anno». Rimane, però, del tutto so-

Progetto delsottopasso di Via Indipendenza

spesa l’opera pubblica che tutti hanno da sempre considerato la più importante in assoluto: il superamento della barriera ferroviaria sul viale di S. Maria. «Anche su questo, il prossimo anno sarà decisivo: conto di portare nel giro di pochi mesi all’attenzione di tutti il progetto del “sovrappasso” che ci permetterà di prendere al riguardo una deci-

sione operativa. Un avvertimento: tutte queste cose esigono la condizione che tutti i gruppi di maggioranza e tutti i consiglieri siano correttamente impegnati non solo ad esprimere, nei momenti e nei luoghi opportuni, il loro parere, ma anche a rispettare le decisioni della maggioranza, perché così si fa in una democrazia che non ci riduca alla paralisi operativa».

«Come prepararsi a Crema in vista delle prossime elezioni comunali»

PRIMO BILANCIO CON AGOSTINO ALLONI

C’è un altro politico a Crema che «conta» molto, sia per il ruolo che svolge istituzionalmente da consigliere regionale, sia per la credibilità e il prestigio che ha saputo guadagnarsi col suo impegno, ormai di molti anni e in molti ruoli, nel suo partito, il Pd, ma anche fra gli amministratori e i politici, nonchè fra i cittadini. Si tratta di Agostino Alloni, già assessore all’Urbanistica del comune di Crema, poi vice presidente della Provincia, ed ora, appunto, autorevole consigliere regionale. Anche a lui chiediamo aspettative, speranze e certezze per il nuovo anno. A partire da un parere sulla situazione per pendolari e trasporti pubblici: possiamo aspettarci un miglioramento? «La situazione della mobilità» afferma Alloni, «mi pare, al contrario che si presenti ancora più complessa per il nuovo anno. Siamo partiti ad ottobre con regio-

ne Lombardia che parlava di un taglio ai finanziamenti per il trasporto pubblico di oltre 240 milioni di euro. La manovra finanziaria approvata col mio voto contrario ha portato la riduzione delle risorse a poco meno di 100 milioni. Certo, il risultato è meno peggio di quello che ci si aspettava, ma è sempre negativo e si inserisce in un contesto di scarso funzionamento dello stesso servizio, con treni poco puntuali e con carrozze e locomotori da cambiare. Per non parlare delle stazioni ferroviarie. Le ho visitate quasi tutte. Su 20 ben 17 hanno la sala di attesa senza riscaldamento e la maggior parte hanno servizi troppo scadenti». Si preannunciano tagli pesanti dei contributi statali anche per i comuni. «I comuni, questo è certo, avranno meno risorse trasferite dallo Stato; la manovra estiva di Tremonti ha falcidiato le finanze locali; i sindaci non possono impegnare neppure le risorse che hanno

a bilancio per via del rispetto al cosiddetto patto di stabilità: una assurdità! Inoltre i comuni sopra i 5.000 abitanti subiscono tagli sconsiderati: oltre 4 milioni di euro solo nella nostra provincia; quasi 900 mila euro il Comune di Crema. Cosa spero? Che Lega e Pdl si rinsaviscano e sostengano la politica della mobilità pubblica e quella dei comuni, che sono l’istituzione più vicina alle famiglie, molte delle quali oggi hanno davvero bisogno di questa vicinanza». Quale primo bilancio fai della tua esperienza di consigliere regionale ? «E’ forse presto per dare un giudizio. Fare il consigliere regionale è parecchio impegnativo e un conto è iniziare a farlo a 22 anni, come quando ho fatto il sindaco, e un altro è cominciare a 55 anni. L’esperienza è però positiva e diversa rispetto a quelle che la politica mi ha permesso di fare in passato. Qui sono chiamato da una parte a legiferare e dall’altra a rappresentare l’insieme di una provincia rispetto alle opportunità che a livello regionale si possono ottenere in termine di finanziamenti, sviluppo e sostegni. La cosa mi coinvolge e mi stimola anche se mi piace poco Milano e per nulla il presidente Formigoni». Cosa ti senti di suggerire e che co-

Agostino Alloni, consigliere regionale

sa sperare per la città di Crema? «Questa è una domanda alla quale potrebbe rispondere meglio il Pd attraverso le sue rappresentanze cremasche e provinciali. Nel 2012 si vota e il Pd ha anzitutto l’obbligo morale, prima che politico, di creare le condizioni per un cambio di maggioranza. Pdl e Lega con il sindaco Bruttomesso e la sua giunta, hanno dimostrato di non essere all’altezza. Non siamo i soli a sostenerlo. Il Pd può tornare da protagonista nella sala

degli Ostaggi solo se riesce a mettere insieme le diverse anime che a Crema chiedono il cambio di guardia. Parlo certo di movimenti politici costituiti, ma mi riferisco anche a schieramenti che nel recente passato hanno creduto nei “prodigi” del centrodestra e che ora si sono ricreduti; parlo dei diversi portatori di interesse e di singoli cittadini. Il collante sono le cose da fare e i valori da mettere in campo, ma sono anche le persone che vengono chiamate a rendere concrete queste realizzazioni. Mi pare di poter dire che ci stiamo incamminando lungo questa strada. La mia idea è che il Pd favorisca la nascita di più liste civiche. Non mi spaventa la frammentazione. L’intenzione è proprio quella di dimostrare la differenza di storie, di formazione culturale e sociale di cui ognuno è portatore e nel contempo quella di dimostrare capacità di sintesi e grande responsabilità di governo attraverso la condivisione di un programma delle cose da fare e delle persone che vengono chiamate a realizzarle. E’ una grossa sfida, certamente non facile da mettere insieme. Del resto se vogliamo riportare Crema al centro del suo territorio e tentare di risollevare le sorti della nostra città dobbiamo riuscire a farlo».


16

Crema

Venerdì 31 Dicembre 2010

Bordo: «Liste civiche? Non sono un mito»

Anche nel centrosinistra le acque cominciano ad agitarsi. In vista delle urne

P

di Tiziano Guerini

er Sel, Franco Bordo siede in consiglio comunale sempre con grande spirito critico e combattivo. «Questa amministrazione di centrodestra purtroppo continuerà a far danni anche il prossimo anno: ha superato anche un ultimo violento contrasto fra sindaco e as-

Franco Bordo, consigliere

sessore Beretta con il risultato di aver dimezzato la credibilità di entrambi e ulteriormente peggiorato i rapporti all’interno del Pdl. La conflittualità del principale partito della maggioranza continuerà ed avrà riflessi negativi sulla realizzazione del loro programma e sulle capacità gestionali complessive della giunta. L’approvazione del Pgt temo possa causare una accelerazione di politica clientelare ed elettoralistica da parte del centrodestra a danno dell’intera città. Il sottopasso di via Indipendenza sarà opera di difficile realizzazione, e soprattutto verrà dimostrato che non porterà alcun beneficio alla città dal punto di vista della viabilità complessiva. Quanto alle due caserme che hanno in programma, a parte la loro discutibile priorità rispetto ad altre opere che ritengo più urgenti e necessarie, se non modificano a fondo il piano di realizzazione saranno a loro volta

La Lega di Montodine protesta

Discarica, aperta solo per chi non lavora

Veduta di Crema dall'alto

elemento di profonda divisione all’interno della maggioranza». E per quanto riguarda il centrosinistra? «E’ chiaro che il centrosinistra deve avviare, nel corso del prossimo anno, un percorso “aperto” ai cittadini, alle associazioni, alle forze

politiche e sociali disponibili ad elaborare un programma chiaro e condiviso. L’accordo ampio e vincente va preparato con tutti i protagonisti, senza fughe in avanti, e senza farsi prendere necessariamente dal mito delle liste civiche».

Gianni Risari, già candidato sindaco

Pensa a una formazione senza partiti. Sua? do sempre più negativa per la città, mi auguro che si riesca a ricostruire un rapporto fra le persone interessate al bene comune sulla base di programmi concreti e chiari, e senza infingimenti o steccati ideologici. In altre parole ho la convinzione che i partiti abbiano una loro importante funzione nei livelli di governo più complessi come quelli regionali e nazionale, ma siano di condizionamento negativo nell’amministrare le nostre città e i nostri paesi. Credo allora che si debba lavorare il prossimo anno per preparare le successive

Gianni Risari è stato il candidato sindaco per il centrosinistra nelle ultime elezioni amministrative. Il suo voto favorevole per l’adozione del Pgt proposto dalla maggioranza di centrodestra, ha creato qualche perplessità e qualche malumore. Naturale allora chiedere anche lui cosa si aspetti dal prossimo anno. «Assodato che la maggioranza di centrodestra reggerà anche per mancanza di alternativa, o di coraggio fra i contendenti al suo interno, e altrettanto assodato che questa gestione amministrativa si sta mostran-

elezioni amministrative attraverso il libero coinvolgimento di tutte le persone disponibili ad un programma di sviluppo della nostra città senza pretendere da loro scelte di schieramento e di partito che non sarebbero più disponibili a fare». Quali elementi programmatici dovrebbero costituire la base per un ampio consenso ? «Integrazione sociale, attenzione alle nuove povertà, il problema degli anziani: in tempi di crisi economico-sociale che tocca anche la nostra città queste dovrebbero esser le maggiori emergenze».

Gianni Risari, consigliere

Il giorno 25 novembre scorso, è stata discussa ed approvata la convenzione tra il Comune di Montodine e l’SCS per la gestione della piattaforma per la raccolta dei rifiuti. Il sottoscritto, in qualità di consigliere comunale, ha espresso il voto favorevole auspicando che il Sindaco concordasse, come da art. 3 del Regolamento per la gestione ed il funzionamento della piattaforma, il posticipo di un’ora in un qualsiasi giorno feriale per consentire a chi lavora a giornata di poter accedere a tale piattaforma. Il Sindaco per risposta non ha accennato a nessun cambiamento di orari di apertura ma solo che un’ora in più di servizio sarebbe stato troppo oneroso. Stamattina, approfittando della giornata di ferie (sabato scorso era Natale e il prossimo Capodanno), recandomi alla Piattaforma ho appreso con estremo stupo-

Marco Locatelli

re che dal 3 gennaio viene tolta la possibilità di accedere tutti i martedì pomeriggio, i mercoledì mattina, i giovedì pomeriggio ed i venerdì mattina. Il risultato è che alla richiesta di un’ora in più di apertura a settimana, ne sono state tolte 14, senza agevolare il servizio a chi lavora a giornata e non ha occasione di accedervi il sabato. Tutto questo ancora all’insaputa dei Montodinesi, che apprenderanno la notizia solo quando si recheranno alla Piattaforma. Marco Locatelli Gruppo Lega Nord – Cambia Montodine

LA POLEMICA SULLA PUBBLICITÀ DI UNA SOCIETÀ PARTECIPATA SUL MENSILE «SUL SERIO»

Scambio di accuse fra la sinistra e l’associazione «La Bussola»

Violento scambio di accuse, con rischio ricorso alla Magistratura, fra il capogruppo di Sel, Franco Bordo, e il presidente della associazione «La Bussola» editrice del periodico «Sul Serio», Paolo

Marchesetti. Motivo del contendere è una interpellanza del consigliere con richiesta al sindaco di Crema con cui gli chiede «se condivide la scelta compiuta da società partecipate, di procedere ad inserzioni pubblicitarie a pagamento sul mensile “Sul Serio” pubblicazione di tipo politico che fa riferimento al Pdl locale». Nella risposta in consiglio comunale alla interpellanza, il sindaco si chiama fuori sostenendo: «Non ero a conoscenza del fatto; e comunque ritengo che non spetti al sindaco esprimersi sulle scelte di strategia informativa adottate dalle singole società partecipate». Già prima del consiglio comunale, la vicenda aveva assunto toni molto polemici attraverso una conferenza stampa voluta da Sel alla quale, a stretto giro di po-

sta, aveva risposto il presidente Paolo Marchesetti. Nella conferenza stampa, presenti, oltre a Franco Bordo, anche Alvaro Dellera e Gabriele Piazzoni per il partito della sinistra, si era sostenuto il carattere politico del giornale e dell'associazione «La Bussola». «Tale associazione» precisa Bordo, «ha la propria sede operativa in piazza Marconi a Crema negli stessi locali dove trova la propria sede anche il Pdl cremasco. In più fra i soci fondatori della associazione, nel 2003, figurano noti esponenti del Pdl fra i quali Simone Beretta, Piero Margheritti, Ercole Barbati, ed altre persone legate al partito. Che siano tutte inequivocabilmente di espressione Pdl è provato dal fatto che lo rappresentano in diverse istituzioni».

Paolo Marchesetti (a sinistra) e la protesta contro il divieto di circolare in bici a Crema

Dura la risposta da parte della associazione «La Bussola» che accusa Bordo di dire falsità: «Da tempo nella nostra associazione non vi sono esponenti con incarichi assessorili o presidenti di società municipalizzate o partecipate». E ancora: «Il nostro legale farà quanto di competenza per tutelare la nostra imma-

gine la nostra trasparenza e la nostra correttezza». Ancora una volta per Bordo e SeL si prospetta un passaggio dal tribunale: «O l’associazione “La Bussola”» ha affermato lo stesso Bordo, «ritira l’accusa di bugiardo entro pochi giorni, oppure sarò io a proporre querela per diffamazione».

TRIBUNALE DI CREMA

TRIBUNALE DI CREMA

Esec. Civ. n. 71/2009 – Reg. Incarichi 19/10 - G.E. Presidente dott. Cappelleri ESTRATTO AVVISO DI VENDITA III° Esperimento Professionista delegato: avv. Cristiano Duva, con studio in Crema – Piazza Trento e Trieste n. 7. Vendita senza incanto: 24 febbraio 2011 ore 16,00, presso lo studio del delegato. In Comune di Spino d’ Adda - via Adda n. 8: appartamento con autorimessa posto al terzo piano di una palazzina di n. 9 unità abitative, costituito da tre vani con cucina, bagno e disimpegno e due balconi, dotato di autorimessa al piano terra, il tutto è sito in un quartiere prettamente residenziale, attiguo alla S.P. ex S.S. n. 415 “Paullese” e al Viale Vittoria. L’immobile risulta attualmente disabitato. PREZZO BASE euro 61.875,00 con offerte in aumento di euro 3.000,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso lo studio del delegato, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare per cauzione parti al 10% del prezzo offerto, intestato alla Procedura esecutiva immobiliare n. 71/09. Vendita all’incanto: 18 marzo 2011 ore 16,00, sempre presso lo studio dell’avv. Cristiano Duva al PREZZO DI BASE di euro 61.875,00 con offerte in aumento di euro 3.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere depositata presso lo studio del delegato entro e non oltre le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con allegato assegno circolare per cauzione di euro 6.187,50, intestato come sopra. In ogni caso sul sito www. astagiudiziaria.com è pubblicata la relazione di stima dell’immobile per cui è la presente procedura di vendita. La presentazione dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati, negli atti del fascicolo processuale, nonché nell’avviso affisso, in forma integrale, all’Albo del Tribunale di Crema. Crema, 28 dicembre 2010 (avv. Cristiano Duva)

Esec. Civ. n. 74/2009 – Reg. Incarichi 20/10 - G.E. dott. Cappelleri ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA – III ESPERIMENTO Professionista delegato: avv. Alberto Borsieri, con studio in Crema – Via Frecavalli n. 21 Vendita senza incanto: 2 marzo 2011, alle ore 15,00, presso lo studio del delegato. Lotto unico: In Comune di Pandino-Via Greco n. 8, appartamento al secondo piano, composto da ingresso-soggiorno, cucina, una camera da letto, servizio igienico, disimpegno notte, un balcone. Cantina e box autorimessa. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e dell’Asta S.r.l. , Ripalta Cremasca (telefono 0373.80250 telefax 0373.82039 e.mail ivgcrema@astagiudiziaria.com). PREZZO BASE euro 70.875,00, con offerte in aumento pari ad euro 5.000,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso la competente Cancelleria del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del giorno non festivo prece-dente la vendita,con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato alla procedura esecu-tiva n. 74/2009. Vendita all’incanto: 18 marzo 2011 alle ore 15,00, sempre nello studio dell’avv. Alberto Borsieri, al prezzo base di euro 70.875,00 con offerte in aumento pari ad euro 5.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere depositata nella competente Cancelleria del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con allegato assegno circolare per cauzione di euro 7.087,50, intestato come sopra. In ogni caso sul sito www.astagiudiziaria.com è pubblicata la relazione di stima dell’immobile per cui è la pre-sente procedura di vendita. La presentazione dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondiziona-ta di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati, negli atti del fascicolo processuale, nonchè nell’avviso affisso, in forma integrale, all’Albo del Tribunale di Crema. Crema, 22 dicembre 2010. (avv. Alberto Borsieri)


Crema

Venerdì 31 Dicembre 2010

17

Presepe-museo dei Sabbioni, cercasi volontari «Non c’è più nessuno che fa la manutenzione: le costruzioni stanno marcendo, e se non si interviene c’è il rischio che crolli tutto» Continua il successo dell’opera, che vede l’esposizione di oltre 300 statue a grandezza naturale, in un’area di 3mila metri quadri

P

di Gionata Agisti

rosegue con successo l’avventura del presepe-museo dei Sabbioni, che però avrebbe bisogno di un maggior numero di volontari per la manutenzione delle sue strutture. Gran parte del materiale, infatti, ha ormai più di vent'anni. Dal 1989, quando Giovanni Alghisio ha avuto la prima intuizione, fino ad oggi, il presepe dei Sabbioni non ha smesso di crescere in dimensioni e in prestigio. Adesso che Alghisio è morto - sono ormai due anni esiste una fondazione a suo nome che si occupa di curare quello che è a tutti gli effetti un vero e proprio museo, visto che Museo della civiltà contadina è il titolo che gli spetta di diritto. Camminare per quest'area, che si estende per 3mila metri quadri in via Rossi Martini, equivale infatti a una sorta di viaggio indietro nel tempo, alla scoperta delle arti e mestieri di un secolo fa, tanto esatte sono le riproduzioni, in legno o gesso, realizzate dallo stesso fondatore nel

corso degli anni. Sono oltre trecento le statue a grandezza naturale, collocate in un ambiente rurale, tipico della zona cremasca degli anni Quaranta e Cinquanta. Una puntigliosa attenzione per i particolari ha consentito di ricreare la quotidianità della vita di paese di quell'epoca, grazie anche alla generosità di tante persone, che hanno messo a disposizione dei volontari i materiali e gli attrezzi agricoli o artigiani necessari. Partendo dalla tradizionale capanna natalizia e percorrendo i viottoli, si possono riscoprire le botteghe del droghiere, del falegname – con tanto di omaggio a Pinocchio, toscano di nascita ma universale per eccellenza – e, scendendo nello specifico, dei costruttori di campane, organi e violini. E' possibile ammirare la finta chiesa di san Francesco - un omaggio ai frati Cappuccini stanziati nel quartiere - con tanto di chiostro e citazione del celebre film «Marcellino pane e vino»; una scena da circo d'antan e un'oasi “abitata” dalle più diverse specie della fauna crema-

TRIBUNALE DI CREMA

Esecuzione Immobiliare n. 08/2009 R.G.E. (Reg. Inc. n. 78/2010). G.E. Dott.Cappelleri ESTRATTO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (II esperimento) Professionista Delegato: Avv. Anna Scartabellati, con studio in Crema, Via Castello, n. 1 – Vendita senza incanto 10 marzo 2011, ore 16.30 presso lo studio del Delegato. Lotto unico: costituito da unità immobiliari site nel Comune di Chieve (CR), Via Caduti di Nassirya, n. 48 (Alloggio) e Via Cesare Battisti, n. 16 (Box); trattasi di appartamento ed autorimessa, facenti parte del complesso condominiale, denominato “Condominio Azalea”, palazzina “A”, destinato all’uso residenziale. L’appartamento è situato al primo piano, ultimo livello. l’abitazione, interno n. 15, è costituita da un trilocale, composto da un unico locale, ingesso –soggiorno –cucina, piccolo disimpegno, servizio igienico, camera matrimoniale, cameretta, balconcino ad est. L’autorimessa, interno 15, ha ingresso da Via Cesare Battisti, n. 16, ed è ubicata al piano interrato, dove sono siti tutti i box del condominio. Cortile di pertinenza. Dati catastali e confini come in atti. PREZZO BASE: €87.000,00= offerte da depositare in bollo e busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni immobiliari Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del 9 marzo 2011, con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo proposto dagli offerenti intestato a: “Tribunale di Crema – procedura esecutiva immobiliare n. 08/2009 R.G.E.”. Vendita con incanto 24 marzo 2011, ore 16.30, presso lo studio del Delegato – PREZZO BASE: €87.000,00= con offerte in aumento non inferiori ad € 3.000,00=. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e busta non chiusa, dovrà essere depositata in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare come sopra intestato, per cauzione, di € 8.700,00=. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l. Maggiori informazioni: presso il Professionista Delegato, Avv. Anna Scartabellati (tel. 0373.256706), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Crema e all’Asta S.r.l. (tel. 0373.80250). Ordinanza G.E., perizia e avviso di vendita con modalità di partecipazione, consultabili in Cancelleria e pubblicati sul sito internet www. astagiudiziaria.com. Crema lì 28.12.2010. (Avv. Anna Scartabellati)

Sono alcune delle ricostruzioni storiche catturate dal Presepe dei Sabbioni ambientato nella ruralità anni Quaranta nel Cremasco. Affascinante.

sca. Stanchi per la passeggiata, ci si può anche concedere un bicchiere di vin brulé, non quello dell'osteria, però, anche lei fa parte dell'arredamento; lì, tra damigiane e una partita a carte, sonnecchiano uomini intabarrati. Volendo, il vino o un tè caldo li si può invece gustare in compagnia dei volontari. Ce n'è sempre qualcuno attorno al piccolo falò all'ingresso, per curare il museo e per far da cicerone ai visitatori più curiosi. Noi lo siamo per natura e abbiamo trovato Giuseppe a guidarci gentilmente per i meandri del presepe. Giuseppe è uno dei veterani e tra i più fedeli collaboratori di Alghisio, con cui ha curato la realizzazione dell'ultimo capolavoro: la stazione ferroviaria. «Prima che Giovanni morisse» ci ha spiegato la nostra guida, «c'era il progetto di realizzare anche una riproduzione della fornace, purtroppo non è stato possibile». Ora, la preoccupazione principale dei volontari è quella della manutenzione, sem-

pre più indispensabile se si vuole preservare il presepe-museo. «Abbiamo bisogno di più forze, perché qui la maggior parte delle costruzioni in legno sta marcendo e se non si interviene c'è il rischio che crolli tutto. Quest'anno abbiamo sistemato

alcune palizzate ma anche i tetti hanno bisogno di un intervento, perché le piogge filtrano e rischiano di rovinare le statue». Un appello, insomma, perché chi è più affezionato a questa istituzione metta a disposizione un po' del suo tempo libero per

garantirne la salvaguardia negli anni a venire. Si possono anche fare offerte, nonostante l’ingresso sia rigorosamente libero. Il presepe dei Sabbioni rimarrà aperto ai visitatori fino al prossimo 30 gennaio, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 22.

Trigolo: sono in tanti a creare il presepe vivente

Giovedì 6 gennaio, solennità dell’Epifania, si rinnova a Trigolo la tradizione del Presepe vivente, con partenza alle ore 15 dal cortile dell’Istituto delle Figlie di S. Angela Merici. Ancora una volta bambini ed adulti si faranno attori, interpretando i vari personaggi che raggiungeranno in corteo la Chiesa Parrocchiale per portare doni alla Sacra Famiglia ed adorare il Bambinello. Particolare significato riveste quest’anno la presenza tra i figuranti di una giovane coppia colombiana che ha battezzato la scorsa domenica il proprio primogenito e che interpreterà il ruolo della Sacra Famiglia. Seguirà la paraliturgia col bacio a Gesù Bambino e la tradizionale offerta della cera, sia degli uomini sia delle donne della comunità. Al termine della cerimonia si procederà alla

premiazione dei vincitori del concorso presepi, giunto alla diciassettesima edizione, organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con la parrocchia.

TRIBUNALE DI CREMA

TRIBUNALE DI CREMA

Esec. Civ. n. 72/2009 – Reg. Incarichi 109/10 G.E. dott. Cappelleri ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA Professionista delegato: avv. Alberto Borsieri, con studio in Crema – Via Frecavalli n. 21 Vendita senza incanto: 7 marzo 2011, alle ore 16,30, presso lo studio del delegato. Lotto unico: In Comune di Montodine – Strada Provinciale per Gombito, casa di abitazione della consistenza di canti-na e box ad uso autorimessa privata al piano seminterrato, soggiorno/ pranzo, disimpegno, cucina, bagno e due balconi al piano terra, disimpegno, bagno, tre camere e un balcone al piano primo, con annesse aree cortilizie pertinenziali. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e dell’Asta S.r.l. Ripalta Cremasca (telefono 0373.80250 telefax 0373.82039 e.mail ivgcrema@astagiudiziaria.com). PREZZO BASE euro 172.000,00, con offerte in aumento pari ad euro 3.000,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa nella competente cancelleria del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato alla procedura esecutiva n. 72/2009. Vendita all’incanto: 22 marzo 2011 alle ore 16,30, sempre nello studio dell’avv. Alberto Borsieri, al prezzo base di euro 172.000,00 con offerte in aumento pari ad euro 3.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere depositata nella competente Cancelleria del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con allegato assegno circolare per cauzione di euro 17.200,00, intestato come sopra. In ogni caso sul sito www.astagiudiziaria.com è pubblicata la relazione di stima dell’immobile per cui è la pre-sente procedura di vendita. La presentazione dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondiziona-ta di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati, negli atti del fascicolo processuale, nonchè nell’avviso affisso, in forma integrale, all’Albo del Tribunale di Crema. Crema, 22 dicembre 2010. (avv. Alberto Borsieri)

Esecuzione Immobiliare n. 160/2009 R.G.E. (Reg. Inc. n. 72/2010). G.E. Dott. Cappelleri ESTRATTO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (I esperimento) Professionista Delegato: Avv. Anna Scartabellati, con studio in Crema, Via Castello, n. 1 – Vendita senza incanto 10 marzo 2011, ore 15.00 presso lo studio del Delegato. Lotto unico: costituito da unità immobiliari site nel Comune di Pianengo (CR), Via al Serio, n.13, appartiene ai due comproprietari per la quota di un mezzo ciascuno, e precisamente trattasi di appartamento e autorimessa in una proprietà condominiale: una palazzina di 4 alloggi, circondata da cortile comune, ove si trova un edificio accessorio per autorimesse. L’alloggio di mq.63,93, al piano terra, distinto in tre vani più servizi: locale soggiorno, due camere da letto, una cucinetta, un bagno ed un disimpegno. L’autorimessa della superficie di mq.14,85, al piano terra, ha accesso dal cortile condominiale. L’immobile è occupato dai proprietari. Dati catastali e confini come in atti. PREZZO BASE: € 50.250,00= offerte da depositare in bollo e busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni immobiliari Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del 9 marzo 2011, con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo proposto dagli offerenti intestato a: “Tribunale di Crema – procedura esecutiva immobiliare n. 160/2009 R.G.E.”. Vendita con incanto 24 marzo 2011, ore 15.00, presso lo studio del Delegato – PREZZO BASE: €50.250,00= con offerte in aumento non inferiori ad € 3.000,00=. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e busta non chiusa, dovrà essere depositata in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare come sopra intestato, per cauzione, di € 5.025,00=. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l. Maggiori informazioni: presso il Professionista Delegato, Avv. Anna Scartabellati (tel. 0373.256706), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Crema e all’Asta S.r.l. (tel. 0373.80250). Ordinanza G.E., perizia e avviso di vendita con modalità di partecipazione, consultabili in Cancelleria e pubblicati sul sito internet www.astagiudiziaria.com. Crema lì 28.12.2010. (Avv. Anna Scartabellati)


18

Crema

Venerdì 31 Dicembre 2010

Dal 1 gennaio nuove tariffe per il trasporto pubblico il Comune di Crema con delibera di giunta comunale, ha disposto l’adeguamento delle tariffe dei servizi di trasporto pubblico. Pertanto, con decorrenza primo gennaio 2011, entreranno in vigore le nuove tariffe.

Costerà quindi un euro il biglietto di corsa ordinaria, 9,30 il carnet di dieci viaggi, 7,20 euro l'abbonamento settimanale ordinario, 23,50 euro l'abbonamento mensile. Sarà poi possibile avere un biglietto di corsa giornaliera al costo di 2.20 euro.

BIGLIETTO ORDINARIO PER CORSA ORARIA (validità 90 minuti)

€ 1,00

CARNET 10 Viaggi

€ 9,30

ABBONAMENTO ORDINARIO SETTIMANALE (7 giorni)

€ 7,20

ABBONAMENTO ORDINARIO MENSILE

€ 23,50

BIGLIETTO ORDINARIO PER CORSA GIORNALIERA

€ 2,20

BIGLIETTO PER UTENZE COLLETTIVE (Corse Speciali: Gruppi Sportivi, Scuole, Associazioni)

€ 2,20

ABBONAMENTO MENSILE STUDENTI

€ 17,50

ABBONAMENTO MENSILE LAVORATORI

€ 17,50

ABBONAMENTO MENSILE (accesso agevolato ai Servizi ISEE)

€ 6,00

ABBONAMENTO MENSILE ANZIANI E INVALIDI

€ 14,00

ABBONAMENTO MENSILE GRATUITO (assistiti Servizi Sociali)

--

iniziativa del cfp san giuseppe e di impresa ambiente

Corsi di formazione su salute e sicurezza

Il Cfp San Giuseppe, insieme a Impresa Ambiente, propongono una serie di corsi di formazione sul tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Cfp San Giuseppe, centro di formazione da anni accreditato con Regione Lombardia, ha le competenze e le caratteristiche per fornire un servizio di progettazione, erogazione e certificazione di corsi di formazione focalizza-

ti sull’esigenza del cliente. Possiede inoltre sia competenze che potenzialità organizzative tali da poter individuare eventuali forme di finanziamento. Impresa Ambiente Srl propone la propria esperienza ultradecennale nel campo della consulenza e formazione in ambito di sicurezza sui luoghi di lavoro con uno staff di professionisti del settore. Numerosi sono i corsi pro-

posti: corsi per addetti al servizio antincendio, corsi per addetti al primo soccorso, corsi per preposti, corso per Rspp (datori di lavoro), incontri formativi con il personale sul tema dello stress da lavoro. Per informazioni è possibile mandare una e-mail all’indirizzo infoaziende@ cfpcanossa.org oppure di telefonare a Lucia Cucinotta del (0371-56240).

Dopo il voto sul Pgt, la minoranza si divide

Approvazione da parte dei Verdi. Giudizio severo, invece, da parte del Pd e di Sel. Ardigò: «Resto nel centrosinistra»

N

Tiziano Guerini

el consiglio comunale del 22 dicembre il comune di Crema ha “adottato” il nuovo Piano di governo del territorio. L’ha fatto con il voto favorevole non solo dei gruppi di maggioranza - Pdl, Udc, Lega e Obiettivo Crema - ma anche con il consenso del rappresentante dei Verdi Gian Emilio Ardigò, e di «Città amica e solidale» Gianni Risari, guppi appartenenti alla minoranza di centrosinistra. Contrari i rappresentanti del gruppo Pd e assente - ma dichiaratamente contrario - il capogruppo di Sel, Franco Bordo. Il Pgt per essere definitivamente approvato dovrà passare per 60 giorni al vaglio delle eventuali osservazioni critiche dei cittadini, dell’Asl e dell’Arpa, per 120 giorni alla valutazione dell’amministrazione provinciale, per tornare successivamente per un secondo voto nell’aula degli Ostaggi. Scontato il voto negativo del Pd e di Sel, anche perché delle oltre 80 proposte di emendamento ne sono state accolte solo due da parte della maggioranza. Hanno invece fatto notizia i voti favorevoli di Risari e di Ardigò, anche perché molte osserva-

Gian Emilio Ardigò (Verdi)

Il vice sindaco Massimo Piazzi

zioni al Piano si centravano sulla critica per un eccesso di cementificazione (residenza e commercio). Per i Verdi, c’è stato un documento fortemente critico da parte di Sinistra ecologia e libertà, che si è spinto fino al punto di non considerarlo più valido interlocutore del centrosinistra. Abbiamo sentito al riguardo il parere dei più polemici protagonisti della minoranza: da Bordo ad Ardigò, a Risari. Bordo conferma il giudizio particolarmente severo espresso dal suo partito nei confronti dei Verdi: «Il loro voto favorevole non trova nessuna giustificazione rispetto a un Piano fortemente cementificatore, portato avanti dal centrodestra senza un reale confronto partecipativo né con i

gruppi consiliari di minoranza né tanto meno con gli ordini professionali e i cittadini. Si è trattato di un regalo gratuito non giustificato né da concessioni di politica ambientale da parte della maggioranza né da una seria motivazione portata dal consigliere Ardigò. Uno strappo immotivato all’interno del centrosinistra e uno schiaffo all’impegno profuso in particolare dal Pd per contrastare le scelte verticistiche di gestione del territorio da parte del centrodestra». Si potrà ricucire un rapporto politico fra centrosinistra e Verdi dopo questa vicenda? «E’ presto per dirlo, e stando così le cose la risposta è no! Non escludo del tutto un ravvedimento dei Verdi per ricostituire un rapporto, spe-

ro in tempo utile per le elezioni amministrative, che però dovrà basarsi su precisi accordi programmatici esplicitati con assoluta chiarezza». Anche Ardigò non esclude possibili nuove intese: «Ad una condizione» dice. «Che Sel torni a fare discorsi concreti e non insegua fughe in avanti di tipo ideologico e strumentale, come mi pare abbia fatto nella circostanza del voto sul Pgt quando il suo rappresentante era addirittura assente. Anche per questo non accetto critiche da chi non ritengo essersi impegnato in un confronto serrato. Del tutto diverso l’atteggiamento del Pd di cui ho apprezzato lo sforzo di tradurre in termini partecipativi la sua contrarietà alla proposta di Pgt. Dal Pd, se del caso, avrei accettato la critica nei miei confronti, non da Sel». Ma quali sono le questioni concrete che l'hanno convinta a votare il Pgt? «Non è un Pgt che possa fare grandi danni, sia perché contiene proposte condivisibili come il bosco urbano, il parco lineare, nuove piste ciclabili ecc. ma soprattutto perché quello che io mi auguro è che la gestione del Pgt, tutto sommato, fra un anno, dopo il confronto elettorale, sarà in mano al centrosinistra che tornerà a governare Crema».

Le ricerche sono rivolte a candidati dell’uno e dell’altro sesso (L:903/77 e L. 125/91). Trattamento dati personali secondo D.Lgs. 196/2003 visionabile sul sito www.ddlspa.it. Aut. Min. Prot. N° 1239 - SG del 22/12/2004 Perito elettrotecnico disponibile a trasferte settimanali. Si valutano anche candidati neodiplomati. L’azienda, operante nel settore fotovoltaico, offre una buona possibilita’ di crescita professionale ed economica. Sede di lavoro: Crema. Zona di lavoro: Nord Italia Operaie per azienda operante nel settore cosmetico nei reparti di compattatura, matite, confezionamneto e bollinatura manuale. Richiesta disponibilità a turnazioni sia diurne che notturne. Sede di lavoro: vicinanze Bagnolo Cremasco

Geometra max 35 anni con esperienza maturata in gare d’appalto e computo metrico. Sede di lavoro: San Bassano

Meccanico con esperienza nella riparazione e manutenzione di muletti elettrici. Vicinanze Crema

Ragioniere con discreta esperienza nelle operazioni contabili ,amministrative e liquidazione iva. Titolo preferenziale la conoscenza della lingua inglese. Sede di lavoro: Crema

Disegnatore meccanico con buona conoscenza di Inventor 3d. Richieste buone capacita’ relazionali. Sede di lavoro: Orzinuovi

Perito elettrotecnico per impianti di tipo biogas. Indispensabile la disponibilità a reperibilità anche notturna. Sede di lavoro: vicinanze Soncino

Meccanico con esperienza nella riparazione e manutenzione di muletti elettrici. Sede di lavoro: vicinanze Crema

FILIALE di CREMA Via Lago Gerundo, 18/3 • 26013 CREMA (CR) Tel. 0373/200471 - 200228-204439 • Fax 0373/203449 • e-mail: crema@ddlspa.it • www.ddlspa.it

Puntatore / saldatore per acciaio inox. Indispensabile ottima conoscenza del disegno meccanico. Sede di lavoro: vicinanze Casalbuttano

Quindi continua ad essere quella del centrosinistra l’alleanza politica dei Verdi a Crema? «Certamente, per parte mia non vedo problemi nel consolidare questa alleanza che già ha dato a suo tempo buoni risultati». Per Gianni Risari il discorso è più complesso. Il suo ha voluto essere un voto positivo nei confronti del Pgt non solo per quanto di buono contiene («non contraddice nella sostanza il Prg votato dal centrosinistra solo qualche anno fa»), ma anche per dare il via ad un percorso politico di più ampio respiro: «Nessun cambio, da parte mia, di posizione politica, beninteso, ma certo avverto forte un bisogno di concretezza al posto di atteggiamenti puramente ideologici o di tattica che i cittadini non capiscono più. Vorrei che riuscissimo di nuovo a parlare il linguaggio delle cose da fare, senza esclusioni preconcette nei confronti delle persone né di destra né di sinistra, perché in entrambi gli schieramenti politici ci sono persone con cui incontrarci sul piano programmatico». Concretezza per concretezza, quale obiettivo si prefigge? «Riuscire, per il prossimo confronto elettorale amministrativo, a mettere assieme un gruppo di persone che siano veramente interessate unicamente al bene della

città e sappiano individuarlo in scelte operative concrete, rispondendo alla domanda: “di cosa ha più bisogno la mia città?”». Su questa strada - che potremmo chiamare delle liste civiche - si è già incamminato anche il Pd: cosa ne pensa? «Penso

Stefania Bonaldi (Capogruppo Pd cremasco)

che la direzione di marcia sia quella giusta. Ho però la preoccupazione che tutto possa dar luogo solo ad una finzione, e che sia sempre un partito a dettare le regole e le priorità. Non dovrebbe essere così. Almeno se vogliamo recuperare all’impegno civico quelli che si sono allontanati dai partiti. Ed è a questi che penso».


Crema

Venerdì 31 Dicembre 2010

Zaninelli: «Benino le vendite» Tazza: «Soddisfazioni? Poche» Ascom e Asvicom non si nascondono i problemi nati dalla crisi. Chi apre e chiude

C

di Gionata Agisti

on l'anno nuovo che incalza, abbiamo voluto sondare anche la situazione dei commercianti, per capire quanto la crisi abbia inciso sul loro settore e cosa si attendono da questo 2011 ormai imminente. Antonio Zaninelli, presidente dell'Ascom, è fresco di dati recuperati da una ventina di negozianti della città: «Direi che le vendite si sono dimostrate stazionarie, abbiamo tenuto abbastanza bene, nonostante il maltempo di dicembre, in cui abbiamo registrato anche un aumento dei regali di piccole dimensioni. In media, rispetto all'anno scorso, si può dire che le vendite si sono attestate tra un più e un meno 1% circa. Ora aspettiamo i saldi del 6 gennaio; ci attendiamo un boom di acquisti». Per quanto riguarda eventuali attività costrette a chiudere a causa di difficoltà economiche, l'Ascom ne ha registrate un paio, contro tre nuove aperture, per cui la situazione è in pareggio. «Con il 2011 speriamo di poter superare questo periodo difficile» prosegue Zaninelli. «Noi comunque ci daremo da fare, organizzando una serie di iniziative per vivacizzare il commercio locale». Il presidente chiude con un augurio e un invito ai suoi iscritti: «Ad maiora! Vediamo di accogliere i clienti con un bel sorriso nelle giornate dei saldi e confidiamo in tempi migliori». Anche l’Asvicom, per tramite del suo presidente, Berlino Taz-

Berlino Tazza, Asvicom

Antonio Zaninelli, Ascom

za, si sarebbe aspettato qualcosa di più dal periodo prenatalizio: «Non ha dato grandi soddisfazioni al commercio, oltre che per i budget limitati a disposizione delle famiglie anche per il maltempo. Che le famiglie non disponessero di tante risorse lo si evince dal ricorso ai pagamenti effettuati con carta di credito, consapevoli che l’addebito giungerà il mese successivo. In generale, durante il 2010 sono calate le vendite e gli acquisti di ogni genere, nei supermercati così come nei negozi». «Il settore del commercio» ha continuato Tazza, «è evidentemente ancora in difficoltà e la crisi si percepisce in particolare nelle attività più piccole. L’anno che si sta concludendo non ha significato però l’essere rimasti al palo rispetto al 2009, in quanto il nostro sistema produttivo è sano

e si fonda su un desiderio di intraprendere e su una forte determinazione, che la crisi non è riuscita a sfibrare. A conferma di questa capacità, registriamo comunque un attivo di nove esercizi di vendita al dettaglio nella nostra provincia, come bilancio tra attività nuove e cessate». Per quanto riguarda i saldi, l’Asvicom avverte che il materiale rimasto invenduto nei negozi è alto e che l’offerta sarà dunque molto ampia; si prevedono sconti medi elevati, oltre il 40%. Infine, una serie di ricette per sostenere e agevolare il commercio: «Pensiamo a una più serrata concertazione in quelli che sono i tavoli istituzionali di cui il territorio dispone. Mi riferisco alla Camera di commercio, a Reindustria e alla Consulta economica voluta dall’amministrazione provinciale.

Un’altra importante occasione per un rilancio del commercio sul nostro territorio è data dai Distretti del commercio di Crema e Cremona, votati all’interesse comune dello sviluppo sociale, culturale ed economico e della valorizzazione ambientale dei nostri contesti urbani e territoriali, non ultimi i progetti di rete d’imprese e di poli industriali sostenuti e voluti da Reindustria». Asvicom, poi, «sostiene le imprese che nascono con il progetto Nic (Nuove Imprese commerciali) creando strumenti più rispondenti alle esigenze di accesso al credito da parte delle imprese stesse e finanziando gratuitamente la formazione dei lavoratori delle aziende associate; 2 i milioni di euro del Bando sperimentale di formazione Formazienda della regione Lombardia».

19

Traffico di camion nel centro di Cremosano

Potranno entrare solo i mezzi diretti nelle aziende del territorio comunale

cisione e così pure i camionisti, È un problema, quello del trafcon cui la stessa amministrazione fico di mezzi pesanti nel centro si è confrontata. Diciassette del paese, che dura da almeno aziende insediate sul territorio quattro anni, da quando nella vicomunale hanno infatti deciso di cinissima Crema è stato aperto il unire le loro forze e di ricorrere tratto di Gronda Nord. Da quel alle vie legali, al Tar di Brescia, momento, parte del traffico si è per bloccare la decispostato dalla Paullesione della giunta, otse proprio verso Cretenendo sempre il famosano, per approfitvore della corte. La tare di quella che si situazione di stallo presenta come una alprosegue così da tre lettante scorciatoia, anni, senza che il prose non fosse, però, blema sia stato rimosche la scorciatoia è so. parecchio pericolosa. Il sindaco ha deci«Nei pressi del centro Raffaele Perrino, c'è una strozzatura», Sindaco di Cremosano so allora di giocare l'ultima carta proprio spiega il sindaco Rafnei giorni prima di Natale: «Ho rifaele Perrino, «larga non più di unito i responsabili delle aziende cinque metri, per cui si passa coinvolte e ho detto loro che solo per un verso». l'amministrazione comunale era In assenza di divieti, gli autisti intenzionata a proporre al prefetdevono regolamentarsi da sé, alto una nuova ordinanza, questa trimenti il rischio di incidenti è volta, però, con una variante che elevato. «Ogni mese, ormai con venisse incontro alle loro esigenuna certa regolarità, ci troviamo a ze» Al terzo tentativo, infatti, è dover sostituire le barriere di prostato introdotta la deroga per tuttezione per i marciapiedi, perché ti quei mezzi che devono caricare ce le abbattono; fortuna che non e scaricare non solo in paese, ma ci sono mai stati pedoni che pasanche nell'intero territorio. sassero di lì in quei momenti». Si tratta sì di un passo indietro Per cercare di risolvere la sidel Comune ma a ragion veduta, tuazione, il sindaco ha pensato visto che, secondo le stime coalla strada delle ordinanze, per munali, il 60% dei mezzi pesanti vietare il traffico in paese ai mezzi che transitano per il paese non pesanti e ridurre di conseguenza sono diretti in nessuna delle l’inquinamento che ne deriva, aziende locali e utilizzano quel salvo a quelli che debbano caripercorso unicamente come scorcare e scaricare in centro; ordiciatoia. «Questa volta» conclude nanze che però, essendo la strail sindaco, «gli imprenditori si soda interessata di competenza no detti favorevoli alla nostra proprovinciale, devono trovare l'apposta, perché in questa soluzione provazione del prefetto. non vedono minati i loro interessi. Il problema è che l'amminiNon presenteranno più ricorso e strazione comunale ci ha provato nei primi giorni di gennaio potregià due volte ma con esiti negatimo presentare al prefetto la nuovi, nonostante anche la Provincia va ordinanza». e le forze dell’ordine si siano Gionata Agisti espresse favorevolmente alla de-


20

Crema

Un sostegno all’attività degli oratori Venerdì 31 Dicembre 2010

Firmato un protocollo di intesa che mira a raccogliere contributi. E la Provincia ha già stanziato 20mila euro

U

di Antonio Frizzi

n protocollo d’intesa tra Provincia di Cremona e le diocesi di Cremona e Crema per un sostegno concreto all’attività degli oratori, riconosciuti come «validi soggetti sociali ed educativi delle comunità locali». E' questo l’accordo che è stato firmato dal presidente della Provincia di Cremona, Massimiliano Salini, dall’assessore alla Cultura, sport e giovani Chiara Capelletti e dall’assessore all’Istruzione, formazione e lavoro Paola Orini con le diocesi del territorio, rappresentate da don Giampaolo Rossoni (Cremona) e don Giancarlo Scotti (Crema). Un sostegno che è innanzitutto collaborazione sul piano ideale ed operativo a favore dell’educazione e della formazione dei giovani; ma al tempo stesso anche un sostegno economico, con un primo contributo di 20.000 euro da parte della Provincia a favore degli oratori, e l’impegno a reperire altri finanziamenti, anche regionali, per supportarne l’attività. In particolare, come si legge nel testo del Protocollo, la Provincia e le due Diocesi «collaboreranno alla realizzazione di progetti finalizzati alla crescita armonica di minori, adolescenti e giovani che vi accedono spontaneamente»; la Provincia di Cremona «riconosce agli

Da sinistra: Chiara Capelletti (assessore alla Cultura, Sport e Giovani), Massimiliano Salini (presidente della Provincia), don Gianpaolo Rossoni (Federazione oratori), don Giancarlo Scotti (per la diocesi di Crema) e Paola Orini (assessore provinciale all'Istruzione, Formazione e Lavoro)

uffici per la Pastorale giovanile delle diocesi di Crema e Cremona, mediante gli oratori, il ruolo di promotore di interventi sociali, culturali ed educativi e di altre opportunità nell’area dei minori, degli adolescenti e dei giovani; supporta le diocesi nello svolgimento delle iniziative educative, culturali e sociali riconosciute dal presente protocollo d’intesa, con modalità che saranno definite a seguito della presentazione di specifici

progetti; incentiva le azioni messe in atto dagli oratori dalle diocesi». Per quanto riguarda, invece, l’aspetto economico, l'amministrazione provinciale di Cremona «garantisce, in relazione agli specifici obiettivi programmati e condivisi, l’impegno a reperire le risorse economiche: per la formazione degli operatori che agiscono nell’ambito oratoriano o per lo svolgimento delle funzioni sociali ed educative delle par-

rocchie mediante l’oratorio; per azioni progettuali rivolte a bambini, adolescenti, giovani, in rapporto alle responsabilità della famiglia, nell’ambito dell’educazione, dell’aggregazione, attraverso la promozione di attività sociali, educative, culturali, sportive, di informazione, consultazione e ricerca circa i bisogni e le esigenze del territorio provinciale (in ordine alle attività sono da comprendere a livello territoriale: la-

boratori di diversa natura capaci di coinvolgere la partecipazione dei soggetti citati e generare sinergia con la società e il territorio di appartenenza, affinché, pur attraverso lo strumento dell’oratorio, tutti possano riconoscersi dentro il contesto culturale e sociale della provincia di Cremona)». «Infine, per la collaborazione a sperimentazioni di attività e metodologie d’intervento a sostegno di progetti e azioni di interesse generale, promossi dagli uffici per la Pastorale giovanile e dagli oratori aggregati». Inoltre, la Provincia di Cremona, «tramite ricorso a leggi di finanziamento regionali o a risorse proprie di bilancio, si farà carico dei costi inerenti alle attività mirate al perseguimento delle finalità oggetto del presente protocollo d’intesa, con le modalità che saranno definite a seguito della presentazione dei relativi progetti». Per parte loro, «gli Uffici per la pastorale giovanile delle diocesi di Crema e Cremona: annualmente individuano gli obiettivi da perseguire, stabiliscono le priorità e ne presentano l’attuazione programmatica in relazione alle risorse economiche, e non, messe a disposizione dalla Provincia; presentano alla Provincia una relazione annuale di rendicontazione unitaria della spesa, dell’utilizzo del finanziamento e di valutazione delle attività».

Soddisfacente il bilancio del gruppo: aumentata la base clienti, cresce la raccolta e aumenta la redditività

Gruppo Banco Popolare, il direttore di filiale torna figura di riferimento

Il direttore di filiale torna ad essere il punto di riferimento per i clienti e motore della crescita della banca sul territorio. E' questo il cuore del messaggio che Pier Francesco Saviotti, consigliere delegato del Banco Popolare (di cui fa parte anche la Banca Popolare di Crema), ha trasmesso ai 2000 direttori di filiale chiamati a raccolta nei padiglioni della Fiera di Verona.

Pier Francesco Saviotti, consigliere delegato del Banco Popolare

L’incontro, il primo di una serie di appuntamenti con la rete, ha costituito l’occasione per tracciare un primo bilancio dell’attività svolta nel corso dell’anno e per delineare i traguardi del Banco Popolare per il futuro, a partire da quelli relativi all’identità del gruppo, tra cui l’ambizione di grande banca, sintesi di tradizione e di innovazione; la natura di banca popolare, punto di riferimento per dipendenti, soci e territori; la capacità di essere strumento di protezione, sostegno e crescita per famiglie e imprese. Aumento della base clienti, crescita della raccolta, recupero della redditività e attenzione al costo del credito sono le quattro priorità commerciali su cui concentrare l’impegno futuro e, come sostenuto dal consigliere delegato del Banco nel corso della presentazione, il successo di questa linea passa attraverso la nascita di un nuovo ruolo per il direttore di filiale, che diventa imprenditore del

suo business e, come tale, responsabile della performance reddituale, motore dello sviluppo della sua comunità, figura di riferimento stabile per il cliente. Un cambiamento che sarà favorito grazie a iniziative specifiche, già in corso di realizzazione, destinate a rifondare a tutti gli effetti il profilo professionale del direttore di filiale che diventerà un vero e proprio punto di riferimento per famiglie e imprese sul territorio in cui opera, valorizzando le banche locali e i marchi (Banca Popolare di Verona, Banco San Geminiano San Prospero, Banco San Marco, Banca Popolare del Trentino, Banca Popolare di Novara, Banca Popolare di Lodi, Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Cassa di Risparmio di Imola, Credito Bergamasco, Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, Banca Popolare di Cremona, Banca Popolare di Crema). L’imprenditorialità e la visibilità del ruolo del direttore sarà

garantita da maggiori deleghe in materia di credito, sulle condizioni e sulla continuità della sua posizione. Inoltre la riduzione del tempo da dedicare a incombenze amministrative e al recupero di informazioni, il miglioramento dei servizi e delle strutture che costituiscono il back-office del lavoro di filiale sono gli altri ambiti a cui verrà dedicata attenzione. Il «Patto dei 2000», come in sintesi è stato definito l’incon-

tro di qualche giorno fa, è a tutti gli effetti una premessa fondamentale delle linee guida del piano industriale che verrà presentato alla fine del primo semestre del 2011. Il direttore e la sua filiale ritornano, in altri termini, i protagonisti consapevoli del successo imprenditoriale del Banco Popolare e il luogo in cui diventano effettivi i suoi principi fondanti: la vicinanza al territorio e alla comunità locale, cioè la traduzione in

pratica dei principi del credito popolare; la velocità di risposta, necessaria oggi alle famiglie e alle imprese; la competenza e la qualità indispensabili per conquistare e conservare la fiducia dei clienti. Il primato del direttore di filiale, sancito oggi dal consigliere delegato di fronte ai 2000 presenti, ricolloca il Banco Popolare nel solco della tradizione che ne ha determinata la crescita e la forza.


Crema

Venerdì 31 Dicembre 2010

21

Un padre ha accoltellato la figlia

Le rimproverava, con ogni probabilità, una relazione sentimentale che non approvava. Ragazza ricoverata in ospedale

D

opo il dramma di Debora, uccisa la sera del 2 luglio nei pressi del cimitero di Agnadello, ancora violenza in danno di una donna, questa volta un’operaia di 32 anni, abitante nel vicolo Lazzaretto del piccolo centro della provincia di Cremona, a ridosso della Bergamina, l’ex strada statale ad est dell’Adda. Suo padre un operaio di 54 anni, vedovo, marocchino, in Italia dal 1990 e ad Agnadello dal 2002, probabilmente in stato di alterazione per l’ingestione di alcolici l’ha aggredita, l’ha percossa, e quando lei ha cercato di difendersi l’ha sopraffatta infliggendole quattro coltellate. I carabinieri di Rivolta non erano mai intervenuti prima presso quella famiglia, ora sembra che il genitore non approvi le frequentazioni della figlia e l’ha percossa, procurandole tumefazioni. Forse appena rientrata, alle 19,30 circa, forse non aveva preparato la cena. La giovane si è salvata scappando di casa, sanguinante ha bussato freneticamente alla porta dei vicini, sullo stesso pianerottolo, svenendo subito dopo. I carabinieri di Pandino, i primi ad accorrere alla richiesta del 118, informati dalla si-

L'ingresso dell'appartamento dove è avvenuta l'aggressione

gnora che aveva aperto la porta, una loro connazionale, l’hanno trovata sanguinante e priva di conoscenza sul suo cappotto rosso.

Pianengo, genitori e figli insieme per un pomeriggio in biblioteca Un pomeriggio insieme, fra genitori e figli, un pomeriggio un po’ diverso. In biblioteca, martedì scorso, si sono dati appuntamento numerosi ragazzi e genitori, che hanno trascorso alcune ore costruendo, seguiti dall’infaticabile Manuela Vairani, addobbi e segnaposti da utilizzare nei cenoni di capodanno. Ore di divertimento puro che hanno rotto il ritmo, e forse per alcuni la noia, di queste vacanze riscoprendo il

piacere di stare insieme ai propri figli inventando e costruendo insieme delle cose. L’attività della Biblioteca di Pianengo non va in vacanza. Il 4 gennaio, ancora con il cenone di capodanno praticamente sullo stomaco, riprende «Una fiaba in compagnia»: alle 15,30, in Biblioteca, verrà letta e animata la fiaba «Quanti regali Santa Lucia», di Serena Marangon. Sono naturalmente invitati tutti i ragazzi e i loro genitori!

La donna in gravi condizioni per le ferite al costato, all’addome e nella zona lombare è stata condotta in sala operatoria dove ridotte le lesioni non sembra sia in pericolo di vita, ma permane la riserva di prognosi. La compagnia carabinieri di Crema attivato il Nucleo operativo e la stazione di Rivolta d’Adda, ha rintracciato il feritore che medicato alla mano presso l’ospedale di Crema ha tentato di scappare. Ai carabinieri che l’hanno bloccato ha chiesto conferma della morte della figlia a cui rimprovera una relazione sentimentale. Informato il sostituto procuratore della Repubblica di Crema, pubblico ministero di turno dr. Francesco VERDERESE, i carabinieri hanno dichiarato in arresto AMANI Mostafa per tentato omicidio aggravato e l’hanno condotto in carcere a Cremona. Ma la notte di Natale ad Agnadello non era terminata: alle ore 4,20 in via delle Alpi, un giovane di 27 anni è stato colpito al volto con una bottiglia. In ospedale è stato giudicato guaribile in 20 giorni, Ai carabinieri non ha saputo o voluto fornire alcuna indicazione utile all’identificazione del responsabile.

Un saluto affettuoso al dottor Orsi

Vorremmo salutare il dott. Luciano Orsi che lascia Crema per Mantova, dove ha vinto il concorso per dirigente della Rete di Cure Palliative. Ci sono persone che costruiscono, che sorridono e non alzano la voce , che esercitano autorevolezza, che hanno una competenza profonda del proprio lavoro, che amano quello che fanno, che lasciano un segno profondo… come il dott. Orsi ! Incontrarlo è un privilegio. Ci dispiace che vada via. Ci dispiace innanzitutto per i malati, ci dispiace per Crema, ci dispiace per l’Associazione Cremasca Cure Palliative «Alfio Privitera» che è nata, cresciuta e fiorita sotto la sua guida! Noi volontari, che da lui abbiamo ricevuto tantissimo nel nostro cammino formativo e di crescita personale, lo salutiamo con grande affetto, assicurando che continueremo ad impegnarci, come lui ci ha insegnato e dimostrato, per gli ammalati, le loro famiglie, la nostra Associazione I Volontari ACCP «Alfio Privitera» Onlus

Energia pulita, Legambiente e Bcc insieme. Finanziamenti Rinnovata la «convenzione quadro» tra la Federazione lombarda delle banche di credito Cooperativo e Legambiente Lombardia per promuovere l’utilizzo e la diffusione di energia pulita. Già erogati, nel triennio 2007-2009, grazie alla precedente intesa tra BCC lombarde e Legambiente Lombardia, oltre 15 milioni di euro per il finanziamento di 341 progetti. Fra le novità della nuova convenzione, l’ampliamento delle tipologie di intervento finanziabili, suddivise in specifiche “linee di prodotto”. Federcasse della Lombardia e Legambiente Lombardia hanno rinnovato, per il triennio 2010-2013, la «convenzione quadro» finalizzata a diffondere l’uso di fonti di energia rinnovabile. Attraverso la rete delle BCC presenti in Lombardia e grazie a finanziamenti a tasso agevolato, privati cittadini, imprese ed enti pubblici hanno l’opportunità di migliorare l’efficienza energetica nei propri locali o di diventare, essi stessi, produttori di energia pulita. L’intesa regionale, che va a rinnovare una prima convenzione triennale (2007-2009), fa seguito all’accordo quadro sottoscritto in precedenza, a livello nazionale, da Federcasse (associazione di rappresentanza delle oltre 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane con oltre 4.200 sportelli) e Legambiente e presenta, rispetto alla scorsa edi-

zione, alcune importanti novità. Si ampliano, infatti, le tipologie degli interventi finanziabili, suddivise in vere e proprie «inee di prodotti»: fonti rinnovabili ed efficienza; casa ecologica; risparmio idrico; mobilità sostenibile. Nel triennio 20072009, sono stati valutati positivamente 341 progetti (su un totale di 1.880 iniziative approvate a livello nazionale), con finanziamenti per un valore complessivo di 15,6 milioni di euro (91 milioni di euro le erogazioni in tutta Italia). In particolare, nell’88% dei casi si è trattato di interventi di installazione di fotovoltaico, con una stima pari a 2,3 MWp di energia prodotta. Il 7% dei progetti ha riguardato, invece, impianti di solare termico, il 3% interventi di efficienza energetica, l’1% impianti a biomasse e geotermico e il restante 1% interventi generici. «I risultati ottenuti in tre anni di collaborazione con Legambiente confermano la bontà di questo progetto» ha dichiarato il presidente di Federcasse Alessandro Azzi. «Centinaia di migliaia di famiglie italiane hanno messo pannelli solari, isolato tetti e installato caldaie efficienti» ha detto Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente. «Non dobbiamo lasciarle sole: Legambiente ha dato loro consigli e le ha organizzate in gruppi di acquisto. Il Credito Cooperativo ha erogato finanziamenti vantaggiosi».


I Elemento: Fuoco Colore: Rosso Fiore: Papavero Giorno della settimana: Martedi’ Pietra: Rubino

I

21 Marzo - 20 Aprile

l 2011 sarà nel complesso un anno positivo per l’Ariete, anche se i periodi favorevoli potrebbero alternarsi a momenti un po’ più complicati, che comunque non devono destare troppa preoccupazione, perché l’atteggiamento degli astri si manterrà generalmente benigno per tutto il 2011, con particolare riguardo ai nati nella prima decade del segno. Per l’Ariete il nuovo anno comporterà un continuo mettersi alla prova, soprattutto con se stesso, con desideri di cambiamento, di novità, specialmente a livello lavorativo: a volte la ripetitività può risultare noiosa e questo sarà per i nati sotto il segno dell’Ariete uno scoglio da superare, insieme a una decisione da prendere. A questo proposito, nel secondo semestre dell’anno si potrebbero prospettare brillanti svolte in ambito lavorativo. Il rischio, in questo anno tanto promettente, sarà quello di sopravvalutare le proprie forze. Attenzione, soprattutto, nella vita privata a non “scherzare troppo con il fuoco”, in modo particolare durante i bollenti mesi estivi. Attenzione ad agosto: quello in assoluto sarà il periodo più critico per la vita matrimoniale o per chi avesse un’attività in collaborazione con un socio.

lavoro Se il 2011 sarà un anno buono per questo segno, lo sarà ancora di più dal punto di vista lavorativo. Gli influssi astrali sono favorevoli e faciliteranno il compito a tutti coloro che decideranno di impegnarsi in ogni tipo di attività. Largo dunque a nuovi lavori, investimenti, progetti da realizzare. Sa-

ranno ancora più favoriti i progetti più ambiziosi, ad esempio i lavori all’estero, anche molto lontani e gli investimenti finanziari. Sarà anche aperta la strada ad una eventuale promozione, o a un cambio di lavoro. La primavera appare densa di impegni, nuovi incarichi, da svolgere al meglio. Infatti la

primavera, grazie a Mercurio, vi porterà capacità realizzative e prontezza di riflessi ai massimi livelli.

salute

Il 2011 sarà quasi subito un anno molto propizio, dal punto di vista della salute e

dell’aspetto fisico di voi dell’Ariete. Marte nel segno dal 19 di gennaio assicura energia, forza, prontezza, sino ai primi di marzo: scarica lo stress facendo moto e cerca di mantenere la calma. Venere per tutto marzo assicura benessere, ripresa fisica. Maggiore attenzione, inve-

ce, dopo le vacanze estive. Infatti, a causa di alcuni astri in opposizione, avrete la tendenza a sfuggire dallo stress con un’alimentazione disordinata. Con conseguenze non sempre piacevoli, come cattiva digestione, mal di stomaco e pelle grassa: tuttavia basterà darsi una regolata per evitare di sentirsi male.

amore L’Ariete non avrà certo di che annoiarsi, per quanto riguarda la vita sentimentale. L’oroscopo 2011 si presenta infatti ricco di eventi, nuovi incontri, ma anche di situazioni complesse da risolvere. A partire dal mese di marzo 2011 si aprirà una fase interessante per allacciare nuove relazioni sociali. Se siete nati sotto questo segno potrete allargare la vostra cerchia di amici in ambienti che vi hanno sempre interessato e le nuove amicizie potrebbero trasformarsi in relazioni più impegnative. Chi vive in coppia potrà godere di una buona stabilità del rapporto amoroso durante tutto l’anno, con appena qualche momento di tensione in estate, in particolare in agosto, periodo nel quale sarebbe comunque raccomandabile astenersi dal prendere decisioni importanti per il futuro della coppia. Fra voi e la persona amata, infatti, aumenta l’intesa, la vo-

glia di consolidare al meglio il rapporto. Si registrano momenti distesi, molto intensi ma si possono anche creare dissidi, tensioni e gelosia nel rapporto di coppia. Chi invece è single, e dal 2011 si aspetta grandi cose, non rimarrà deluso: già dall’inizio dell’anno, infatti, i pianeti avranno influssi positivi, anche se gli effetti migliori arriveranno dal primo di agosto in avanti, quando Giove entrerà trionfalmente nel segno del Leone, facilitando incontri, flirt, nuovi amori che daranno il via a un rapporto stabile, felice e duraturo.


II Elemento: terra Colore: verde Fiore: rosa Giorno della settimana: venerdi’ Pietra: smeraldo

C

21 Aprile - 20 Maggio

ambiamento: questa la parola d’ordine per il Toro, per quanto riguarda il 2011. Un anno che per i nati sotto questo segno sarà di transizione e di novità, che prenderanno piede già dai primi mesi. L’oroscopo del 2011 divide i nati sotto il segno del Toro in due categorie: i Toro di aprile (prima decade) e i Toro di maggio. I Toro di aprile, saranno baciati dalle stelle. Infatti, a giugno 2011, Giove, il pianeta della fortuna, entrerà nel segno del Toro, per restarci per un bel po'’ Tuttavia, durante il 2011 i suoi effetti riguarderanno in particolar modo i nati nella prima decade. Quindi, i nati nella seconda e nella terza decade dovranno aspettare che Giove si addentri nel segno del Toro per beneficiare al massimo degli influssi positivi. Come ad esempio l’arrivo di una certa somma di denaro o una piccola vincita al gioco, un affare fortunato, ma anche una romantica storia d’amore. Dunque il Toro in questo nuovo anno sarà interessato da transiti planetari davvero di spicco, che permetteranno spesso ai nati sotto questo segno di essere favoriti. Per questo è importante arrivare preparati nel nuovo anno, pronti per partire alla grande. E’ tempo di cambiare, di dare una mossa alla vostra vita… e mai come adesso i tempi sono maturi.


lavoro Ottime aspettative per i nati sotto questo segno, dal punto di vista lavorativo. Avanzamenti, promozioni, cambiamenti, sono a portata di mano. Quest’anno porterà con sé importanti evoluzioni nella vostra vita lavorativa e professionale, il valore del vostro operato sarà riconosciuto come mai prima e

questo vi pernetterà di fare notevoli passi avanti nella vostra carriera.
 I nati nella prima decade godranno di una configurazione particolarmente benigna degli astri, che potrebbe favorire una serie situazioni estremamente vantaggiose se saprete coglierne i primi segnali e volgerli a vostro fa-

vore. Insomma, rischiate ed osate di più, che le condizioni non sono mai state così favorevoli.

salute

Nei primi mesi del nuovo anno, potreste soffrire di disturbi negli superiore. Per il resto la salute sem-

bra davvero buona per questo segno, almeno fino all’estate: in questo periodo la forza e l’energia vi terranno compagnia, permettendovi di compiere quell’attività fisica che tonificherà i vostri muscoli e vi darà un look più piacevole. In agosto la situazione potrà ribaltarsi. Vi sentirete

stanchi e abbattuti. L’inverno sarà il periodo più duro per i nati sotto il segno del Toro. Possibili acciacchi e dolori dovuti alle condizioni climatiche saranno dietro l’angolo. Da tenere sotto controllo anche l’alimentazione: reni e fegato sono a rischio se non si impara a mangiare in modo sano.

amore L’anno nuovo si apre con ottimi auspici e promette tanta intesa e forte dialogo con il proprio partner. L’inizio dell’anno è intenso, la sfera affettiva vive un momento impareggiabile, per non parlare della primavera, dell’estate, periodi favolosi per il rapporto di coppia, “magici” per i cuori liberi, per i single alla ricerca di nuovi amori. La sfrontatezza e l’espansività dei nati nel segno del Toro sarà ancora maggiore in questo 2011, favorendo nuove conoscenze, anche con persone molto diverse, magari straniere. Il successo in amore dipende anche dalla capacità di controllare il proprio impeto. Dosate quindi le energie, anche se vi sembreranno illimitate e scegliete con cura i vostro obiettivi. Saranno favorite le relazioni brevi, mentre per chi ha una storia che dura da molto tempo, arriveranno importanti novi-

tà: anche se potranno essere negative, saranno comunque il preludio ad un periodo nuovo e felice. Il momento chiave per una svolta davvero decisiva potrebbe cadere nella prima settimana di giugno, quando all’ingresso di Giove nel segno si aggiungono la presenza di Venere, vostro pianeta governatore e di Marte. L’autunno è invece meno scorrevole specie per chi vive un rapporto logoro, poco armonioso, facile che il dialogo non giri, la tensione aumenti: è forse giunto il momento di analizzare la natura del rapporto.


III Elemento: aria Colore: azzurro Fiore: margherita Giorno della settimana: Mercoledi’ Pietra: opale

A

21 Maggio - 21 Giugno

nche per i Gemelli il 2011 si delinea come un anno positivo, di svolta, intesa non solo come la fine delle difficoltà, ma anche come una vera e propria ventata di innovazione. Il passaggio da un’influenza negativa ad una positiva può avere effetti decisamente favorevoli, che si estendono anche in altri campi. L’anno nuovo potrebbe prospettarsi interessante anche per le relazioni sentimentali e per l’amore in generale. In realtà i primi tempi trasmetteranno un senso di instabilità, soprattutto nei rapporti familiari. Particolarmente favorevole all’amicizia sarà invece il secondo trimestre e soprattutto potrete assistere al ritorno inaspettato di legami passati, che porteranno una ventata di buon umore. In questo periodo sarete governati da Mercurio, dal quale trarrete energia. La situazione con il vostro partner sarà da definire, a partire dai mesi di febbraio e marzo 2011. A partire dal mese di aprile 2011 la situazione sarà molto più chiara: in famiglia le cosa andranno davvero bene e ciò vi sarà utile a mantenere la serenità giusta per affrontare la mole ingente di lavoro che vi terrà impegnati. La fine dell’anno sarà assolutamente in discesa: avrete un periodo di tranquillità che vi servirà a riflettere sugli errori passati.

lavoro Il 2011 è il momento di prendere delle decisioni in campo professionale: forse è il caso di provare a migliorare la vostra situazione lavorativa o prendere le distanze da un rapporto professionale ormai logoro, per buttarvi in nuove e più importanti imprese. L’anno parte un po’ sottotono, ma diventa poi interes-

sante, regalandovi grandi prospettive. Fondamentale però non scordarsi la diplomazia. L’ambiente lavorativo potrebbe riservare qualche sorpresa negativa. Per chi è in cerca di occupazione, l’invito è alla tenacia. La primavera potrà portare buone possibilità di incontri

produttivi. L’autunno sarà fitto di impegni e la vostra resa lavorativa sarà messa a dura prova.

salute

Quest'anno la salute non sarà qualcosa di cui dovrete eccessivamente preoccuparvi. Sarete forti, anche se

gli acciacchi di stagione sono comunque in agguato. I mesi invernali porteranno ai nati nel segno dei Gemelli una straordinaria forza e voglia di fare. Potrete sfruttare questa opportunità per praticare i vostri sport preferiti. Cercate di non sforzare in maniera eccessiva i vostri nervi, o finirete per sentirvi

stressati e quindiprendere decisioni sbagliate. Dopo i lunghi mesi primaverili in cui avrete parecchio da fare, le vacanze saranno un toccasana per il vostro fisico e la vostra mente. Recuperate le energie per i mesi futuri. Scegliete una dieta ricca di fosforo, poiché sono frequenti per voi le dimenticanze.

amore Giove porterà gioia e amore ai nati sotto il segno dei Gemelli e li accompagnerà per buona parte dell’anno. Dunque a partire da febbraio sarete irrequieti e vivrete storie intriganti che potrebbero concludersi con l’inizio di una relazione importante. Anche la volubilità sentimentale, tipica del vostro segno, verrà tenuta a freno, permettendovi di impegnarvi seriamente. E anche per chi è già accoppiato, la presenza di Saturno nel segno assicura intesa e maggiore stabilità, con un consolidamento del rapporto. L’arrivo di Giove promette più feeling con il partner, con risvolti decisamente positivi per la serenità di entrambi, fino addirittura a portare la coppia a scelte decisive, come una convivenza o un matrimonio. Dall’altro lato, sarete propensi a chiudere un rapporto ormai logoro e stanco e in quel caso il 2011 sarà l'occasione per trovare un nuovo amore.

Sotto l’influsso di Saturno, dovrete aspettarvi un evento importante. Se avete figli già grandi, potrà trattarsi di un figlio che decide di lasciare casa e diventare indipendente; se invece avete dei genitori anziani, forse dovrete essere pronti ad occuparvene direttamente. Per i single il 2011 sarà un anno entusiasmante. Il blocco che avete attraversato l’anno scorso fa parte del passato. Avrete diverse occasioni di vivere momenti inattesi, incontrando persone completamente diverse da quelle che avete conosciuto fino ad ora.


IV Elemento: acqua Colore: bianco Fiore: giglio Giorno della settimana: Lunedi’ Pietra: opale

A

22 Giugno - 22 Luglio

nno tra luci e ombre per il segno del Cancro. Soprattutto nei primi sei mesi il vostro cammino sarà costellato di ostacoli e difficoltà che assumeranno la forma di una continua sfida. Ma se saprete affrontare queste sfide con la giusta tenacia, potrete superarle senza conseguenze e godervi un periodo decisamente più tranquillo. La seconda metà dell’anno potrebbe invece portare a cambiamenti davvero forti, che potrebbero rivoluzionare la vostra vita. Questo è positivo, purché siate certi che sia davvero quello che desiderate. Tutto quello che vi è mancato in passato in ambito sentimentale potrebbe essere vostro in questo 2011: avrete modo di essere davvero brillanti e di dimostrarlo a chi vi circonda. In ambito lavorativo la situazione sarà molto stabile e sarà anche questo aspetto della vostra vita a garantirvi la sicurezza di cui avete bisogno per fare nuovi progetti per il futuro. Per altri, invece, il lavoro che si prefigurerà più duro di quanto poteste aspettarvi, visto che i primi cinque mesi saranno per di più in salita per il transito di alcuni pianeti. Movimentata sarà invece la vostra vita sentimentale: non in modo negativo, bensì nel senso che potrete approfittare delle tante occasioni che vi si presenteranno soprattutto a partire dal mesi di giugno 2011.

lavoro Una vita professionale piuttosto complessa, a causa di una congiuntura sfavorevole, vi complicherà non poco la prima parte dell’anno, periodo nel quale potreste subire la pressione di un cambio di struttura o di gerarchia, o addirittura affrontare l’eventualità di un licenziamento. In questa fase dovrete fare at-

tenzione a non scaricare sugli altri una certa irritazione, perché potreste complicare le cose. Dai primi di giugno Giove verrà in vostro aiuto. Questo vi darà la possibilità di superare qualsiasi difficoltà. Potrete contare su persone fidate e ritrovare un lavoro stabile in particolare a luglio, ottobre e novembre. Se state

pensando di iniziare una qualche attività, scegliete i mesi centrali dell’anno, in primavera ed estate.

salute

Nessun malanno di stagione in vista fino ai mesi estivi per il Cancro. Riusciredte a

evitare l’influenza invernale e il raffreddore primaverile. Non sentitevi però inattaccabili: proteggetevi il più possibile, la vostra energia arriverà alle stelle e avrete l’impressione di poter resistere a qualsiasi stress. Cercate invece di non affaticarvi troppo e di concedervi il giusto riposo. Ancora meglio andrà il secondo se-

mestre: il fisico, grazie a una corretta dieta e una costante attività fisica, sarà davvero in forma. Alcuni piccoli trucchi per stare ancora meglio: sono consigliate tisane e infusi per rigenerare lo stomaco e tranquillizzare la mente. Bevete molta acqua, dedicatevi a sport “leggeri” e fate un controllo generale a fine estate.

amore Quest’anno è per voi quello in cui chiarire i vostri dubbi e trovare risposte. Saturno vi costringerà a superare un sentimento di frustrazione. Sarà quello il momento di capire quello che volete, di analizzare con lucidità i vostri desideri e aspettative, ma soprattutto di capire quanto davvero siete compatibili con il vostro attuale partner. Le cose inizieranno a migliorare nella seconda metà dell’anno: a partire da giugno, Giove sarà in vostro favore e riacquisterete la fiducia nei confronti dell’altro. Un progetto contribuirà a ridarvi forza nel rinsaldare la coppia. Addirittura imparerete a “captare” al volo le esigenze della persona amata, regalando maggior affiatamento, feeling al rapporto. E se l’amore vola, l’eros non sarà da meno! Insomma, una volta superato il periodo più critico, la curva dell’amore sarà in continua ascesa, regalandovi notevoli soddisfazioni.

Se siete single è il momento di voltare pagina, di cancellare le esperienze negative e fare lo sforzo di andare avanti senza lasciarsi prendere dallo sconforto, appigliandosi alle delusioni del passato. Lo sforzo principale consisterà nel cercare di non dubitare del vostro potere seduttivo. Da giugno a dicembre saranno molte le possibilità di incontrare una persona interessante: da una semplice amicizia potrete passare a qualcosa di più. Non precipitatre le cose, perché solo una relazione che si appoggia su basi solide potrà diventare seria e duratura.


V Elemento: fuoco Colore: arancione Fiore: girasole Giorno della settimana: domenica Pietra: diamante

S

23 Luglio - 23 Agosto

arà l’ottimismo a farvi da guida in questo inizio di anno: del resto non potrebbe essere altrimenti, visto che molte delle questioni che avevate lasciato in sospeso, porteranno finalmente a una risoluzione positiva. State però attenti a partire dai mesi di marzo e aprile: il troppo entusiasmo potrà alle volte essere frenato e troverete qualche ostacolo sul vostro cammino. Questo vi porterà a confrontarvi con la realtà che vi circonda e con la vita quotidiana. Anche la seconda parte dell’anno rimarrà sostanzialmente favorevole, ma l’ingresso di Giove in Toro potrebbe portare qualche aspetto conflittuale, specialmente per i nati nella prima decade del segno, che potrebbero ritrovarsi afflitti preoccupazioni di una certa persistenza. Dunque nella seconda metà dell’anno cercate di accontentarvi di quello che siete riusciti a ottenere nei primi mesi e cercate di recuperare le energie con un meritato periodo di riposo. La fine del 2011 sarà invece all’insegna dell’egocentrismo per i leoni: cercate di non esagerare, perché talvolta le persone potrebbero esserne infastidite, anche se spesso per voi questo è un aspetto normale del vostro carattere. Una fine dell’anno comunque in discesa, che vi darà ulteriore serenità e non mancherà di regalarvi tante piacevoli sorprese anche in ambito sentimentale. Davvero ottimi i legami con la vostra famiglia.

lavoro Sarà fondamentale per voi cominciare l’anno con un grande attivismo, per intraprendere relazioni e contatti che potrebbero esservi molto utili nel corso dell’anno e che potrebbero fare la differenza da luglio in avanti, quando si presenteranno alcune situazioni che non sarete in grado di gestire alla perfezione. Inol-

tre inizierete finalmente a vedere i risultati, anche economici, di tutti gli sforzi fatti negli ultimi mesi dell’anno passato. Quest’anno non avrete paura dei cambiamenti: la vostra sete di novità sarà tale da portarvi a fare di tutto pur di raggiungere i vostri obiettivi. Gli astri saranno favorevoli a qualsiasi tipo di cambiamento

lavorativo, che si tratti di un trasferimento, di un avanzamento di grado o di un cambiamento di percorso.

salute

Se escludiamo momenti di eccessivo stress da lavoro, nel complesso questo sarà un buon

anno per voi, disturbato soltanto da qualche golosità di troppo che potrebbe portarvi ad aumenti di peso indesiderati. Nella stagione autunnale il vostro fisico si rivelerà più delicato del previsto e vulnerabile ai disturbi di stagione: appunto per questo evitate imprudenze. Attenti alla vostra vita forse un po’ troppo attiva: non sarà

certo un buon motivo per trascurare il vostro aspetto fisico e la vostra salute che, seppur in ottime condizioni, se trascurata potrebbe come ogni cosa risentirne. Attenzione anche alle malattie da raffreddamento: anche se non vi ammalate spesso, non trascurate la prudenza e la prevenzione.

amore I primi mesi di questo 2011 saranno preziosi per lo sviluppo della vostra vita sentimentale e vi permetteranno di consolidare le storie che avete ormai stabilizzato e fare magari qualche passo in più. Dunque il vostro 2011 si annuncia esaltante. Finalmente prederete le redini della vostra vita sentimentale, facendo grandi progetti per la coppia. Non sentirete il bisogno di avere un rapporto mormosamente possessivo con il partner, anzi, rispetterete quella libertà di cui avrete bisogno anche voi. Se lui non è di natura possessiva, troverete un grande equilibrio. In caso contrario ci potrebbero essere dei problemi. Piccoli litigi che, tuttavia, non faranno che riaccendere la fiamma della passione. A partire da giugno, Giove risveglierà i vostri appetiti sessuali. Il secondo semestre sarà più tranquillo e potrete godere appieno la serenità del vostro solido rapporto di coppia.

Se siete single sarà il momento buono per mettere alla prova il vostro fascino in incontri intriganti e non convenzionali. La condizione essenziale per sentirvi appagati in questo inizio d’anno nuovo sarà di approfittare a pieno della vostra libertà e autonomia. Fino a maggio, Giove vi incita a integrarvi spontaneamente al mondo che vi circonda e a stabilire dei rapporti sinceri e diretti. I primi mesi dell’anno saranno ricchi di nuovi incontri ed esperienze positive. Potranno nascere degli amori focosi e appassionati grazie all’influsso positivo di Urano.


VI Elemento: terra Colore: Giallo Fiore: Giacinto Giorno della settimana: domenica Pietra: diamante

24 Agosto - 22 Settembre

L

e notizie sono buone per i nati sotto il segno della Vergine: il 2011, dopo un lungo periodo negativo, vi sorriderà. Questo infatti sarà per voi un anno davvero in discesa, con tante soddisfazioni. A partire dal fatto che sarete sempre in grado di ottenere il meglio da ogni situazione a cui la vita vi metterà di fronte. E’ bene profittare di questo stato d’animo, assolutamente positivo, per fare bene ciò che vi troverete ad affrontare, senza strafare e senza timori di gravi insuccessi. La vostra vita sentimentale sarà davvero interessante nel corso di quest’anno: soprattutto verso il terzo quadrimestre del 2011, a partire da settembre i rapporti di coppia saranno per voi della Vergine particolarmente affiatati, mentre per tutti i single di questo segno zodiacale non mancheranno occasioni per fare o riallacciare interessanti conoscenze che potrebbero sfociare in qualcosa di molto interessante. Vita sociale molto attiva, gli amici non mancheranno e i rapporti con la famiglia, salvo qualche piccolo screzio dovuto alla mancanza di temperamento anche da parte vostra, saranno sicuramente buoni e i legami rimarranno forti come sempre. Vecchie amicizie con cui rilegare i rapporti renderanno ancora più piacevole il 2011.

lavoro I primi mesi dell’anno si annunciano per la Vergine ricchi di transiti planetari e cambiamenti professionali. Dovrete essere pazienti e attendere fine maggio per raccogliere i frutti del vostro lavoro. Riuscirete sempre a osservare la vostra situazione professionale con un po’ di distacco, dando prova di grande ambi-

zione. Il vostro rigore vi permetterà di non reagire impulsivamente alle situazioni delicate che dovrai affrontare. A partire dal mese di giugno la fortuna sarà dalla vostra parte. I mesi estivi segneranno un andamento positivo, offrendovi mille occasioni per evolvere professionalmente. Sul lavoro potrete quindi otte-

nere promozioni, incarichi con maggiori responsabilità che vi daranno più gratificazione o una nuova attività.

salute

Fate attenzione alla vostra salute: il freddo dell’inverno potrebbe portare con sé qualche problemino, per cui sono consi-

gliati controlli medici periodici, che vi permetteranno di essere più tranquilli circa il vostro stato di salute. Del resto la vostra salute potrà essere un po’ altalenante durante tutto questo 2011: prima Urano, poi Marte, in aspetto dissonante, cercheranno di rendervi nervosi, ansiosi e inquieti, provocandovi un po’ di stress. Questo potrà por-

tarvi anche ad essere più vulnerabili e ricettivi rispetto alle patologie stagionali. Attenzione inoltre a non sovraffaticarvi troppo e a non praticare sport pericolosi. La cura migliore è una dieta sana e leggera e la pratica periodica dell’attivitàsportiva, per scaricare le energie in eccesso e sentirsi in forma.

amore Sorprese dietro l’angolo per il 2011 della Vergine in campo sentimentale, anche se i primi mesi dell’anno si dimostreranno un po’ faticosi. Potreste sentirvi insoddisfatti, in certi momenti e questo potrebbe portarvi a mettere in discussione la vostra relazione. Tuttavia nei mesi successivi le cose andranno meglio. Le correnti planetarie stimoleranno i vostri desideri e la vostra sessualità, dando un nuovo slancio alla vita di coppia. Con il partner, farete esperienze inedite e folli. Vi divertirete a sorprendervi a vicenda e troverete sempre il modo per superare i disaccordi momentanei. Le discussioni faranno crescere il vostro rapporto di coppia. Tra febbraio e aprile, dovrete tenere la gelosia sotto controllo per non infastidire il partner. In particolare, aprile sarà un mese decisivo per la vostra vita a due: potrete capire se vale davvero la pena di investire ancora sul-

la vostra storia. I single del segno vivranno un periodo colmo di contraddizioni. Da un lato, avrete voglia di fare nuove esperienze audaci e folli, dall’altro dovrete confrontarvi con mille tabù e limiti. Per paura dell’avventura o per pudore, a volte non riuscirete a realizzare i vostri desideri. Dovrete fare attenzione a non sprecare preziose occasioni per fare nuovi incontri. In particolare, in aprile, potreste incontrare una persona davvero interessante in ambito professionale, con la quale ci scatterà un feeling immediato. Fino a luglio, tuttavia, sarete molto indecisi sui vostri sentimenti.


VII Elemento: aria Colore: rosa Fiore: narciso Giorno della settimana: venerdi’ Pietra: corallo

23 Settembre - 22 Ottobre

L’

inizio del 2011 sarà determinante: sarà fondamentale fare le scelte giuste fin da subito, perché esse influenzeranno poi anche il periodo successivo, che si annuncia stagnante e quasi noioso, senza particolari novità. D’altro canto i primi mesi del 2011 presenteranno qualche ostacolo alla realizzazione dei vostri desideri e dovrete fare i conti con cambiamenti imprevisti. Potreste dover affrontare anche qualche motivo di turbamento della vita sentimentale o comunque di relazione e qualche contrattempo nelle questioni legali. Fortunatamente già da giugno potrete rifarvi grazie a una serie di mutamenti. Tuttavia questo 2011 sarà anche un anno ricco di nuovi stimoli e di iniziative in molti ambiti; potrete consolidare i progressi ottenuti fino ad ora con molto impegno e in cui riemergerà dopo tanto tempo quella voglia di fare che era rimasta nel cassetto negli ultimi tempi. Sarete positivi e questa vostra nuova filosofia di vita vi aiuterà a migliorarvi nei vari ambiti che vi vedono coinvolto. Il lavoro a partire da questo periodo potrebbe decollare nel vero senso della parola. Fine anno in discesa e con qualche novità che sarà sicuramente positiva; buone le relazioni con i propri familiari, che si mostreranno sempre molto legati a voi e disponibili in ogni situazione.

lavoro Per la Bilancia il 2011 sarà un anno importante sotto il profilo lavorativo: all’orizzonte si prospettano nuove responsabilità e nuovi impegni professionali, a condizione che sappiate realmente quello che volete e abbiate la volontà di investire davvero nel vostro percorso lavorativo attuale. Se invece siete insoddisfatti

della vostra condizione professionale, sarà davvero il momento di affrontare un cambiamento. Dovrete prendere delle decisioni importanti, che implicheranno grandi cambiamenti. Evitate comunque di accavallare i progetti. Appena portate a termine un’attività, anche se vi sentirete trasci-

nati dall’entusiasmo, lasciate passare qualche tempo prima di lanciarvi a capofitto in un nuovo progetto.

salute

Quest’anno sarete pieni di energie. Nei mesi invernali la situazione sarà brillante: la

forma sarà vostra compagna, grazie a uno stile di vita sano e misurato. I vostri momenti di svago vi permettono di mantenere sempre una certa lucidità ed un certo equilibrio. Attenzione invece alla primavera, che potrà riservarvi qualche acciacco all’inizio, anche se poi la situazione migliorerà. Con il passare dei mesi

ritroverete forza, benessere e salute. Non eccedete a tavola, non cimentatevi in sport “estremi”. Giove sino ai primi di agosto non vi favorisce, facile quindi che nascano problemi legati al metabolismo. Poi tutto tornerà a splendere e allora potrete cedere a qualche “peccato” di gola in più.

amore L’inizio di questo anno sarà per voi della Bilancia all’insegna del rifugiarsi in voi stessi e dell’insoddisfazione verso la vita sentimentale. Se all’inizio del 2011 vedete che le cose si mettono davvero male nella coppia, vi conviene fermarvi un attimo, cercare di chiarire e se si rivelerà necessario decidere a chiudere il rapporto. In ogni caso non cedete al rancore: lo spirito di vendetta non vi servirà a risolvere una situazione. A partire dall’estate 2011 comincerà un ottimo periodo per trovare davvero l’amore della vita, facendo però attenzione a non cadere ancora preda di fugaci passioni che potrebbero non soddisfare la vostra voglia di stabilità ma turbare solo il vostro equilibrio. Se invece nella vostra coppia le cose vanno bene, nei primi mesi dell’anno sentirete il forte bisogno di vicinanza con il vostro partner. Durante il secondo semestre dell’anno, il vostro partner vi incoraggerà a perseguire i vostri obiet-

tivi e le vostre ambizioni e il vostro rapporto ne guadagnerà. Il legame tra di voi si farà sempre più intimo, la vostra vita quotidiana più serena. Se siete single, già dall’inizio dell’anno nuovo le possibilità d’incontro si moltiplicheranno, dandovi modo di fare tante nuove esperienze. Durante il primo semestre dell’anno, il ritmo della vostra vita sociale sarà particolarmente serrato, e vivrete situazioni inattese ed insolite. Ci saranno grandi di fulmine, ma saprete mantenere il distacco necessario a capire quando varrà la pena di rinunciare alla vostra libertà.


VIII Elemento: acqua Colore: nero Fiore: orchidea Giorno della settimana: martedi’ Pietra: rubino

23 Ottobre - 22 Novembre

L’

anno dello Scorpione inizierà nella più assoluta normalità, per scivolare poi in un secondo semestre, a partire con l’estate, davvero esplosivo. Nel corso dell’anno sarete circondati dagli affetti nel vero senso della parola: sia da parte della famiglia sia da parte del vostro partner, se lo avete. Prestate invece attenzione, fra tutte queste persone, a chi vi adula e a chi cerca invece di trarre da voi i propri interessi. Anche in ambito lavorativo le cose saranno per voi davvero positive: il vostro benessere e la vostra retribuzione potrebbero probabilmente subire un incremento per via o di una promozione o di nuove occasioni qualora siate dei professionisti. Tuttavia a partire da giugno la contrarietà di Giove in Toro potrebbe mettervi i bastoni tra le ruote, portandovi una specie di inquietudine. Sia in ambito sentimentale che professionale dovrete mostrare la vostra forza e dimostrare che non siete disposti a fare passi indietro o sottostare a ingiustizie altrui, lottate con determinazione per ottenere ciò che volete e per mantenere ciò che già avete conquistato con spirito di sacrificio. Siate cauti nel prendere le decisioni importanti, non affidatevi troppo all’istinto e all’impulsività, ma prendetevi tutto il tempo necessario e agite con razionalità ed equilibrio.

lavoro Quest’anno sarà all’insegna della lotta per lo Scorpione, anche in ambito lavorativo. Il vostro punto di forza è il realismo: mantenete i piedi ben saldi per terra, cercando di restare sempre un po’ a distanza critica. Già dai primi mesi dell’anno vivrete un periodo delicato da attraversare, in cui ci saranno conflitti di

interesse e di potere. Al tempo stesso, però, per fortuna Plutone permetterà al vostro potenziale intellettuale di essere al massimo delle sue possibilità. Giove e Uranio, invece, potranno farvi venir voglia di grandi cambiamenti, dandovi l’occasione di liberarvi da una situazione ormai opprimente. Certo, ci saran-

no grandi sconvolgimenti nella sfera professionale, ma troverete di certo il modo giusto per reagire.

salute

Niente vi potrà fermare quest’anno: avrete un’energia, un umore, un’ intelligenza e

una costanza fuori dal comune. Sarete in ottima forma e vi sentirete al top. Dedicate la prima parte dell’anno ad un’attività agonistica, uno sport di squadra, che vi permetta di conoscere persone nuove e stringere amicizie stimolanti. Con l’arrivo dell’estate Giove lascerà il vostro segno per un po’: accuserete stanchezza e

un po’ di affaticamento fisico. In questo periodo dovrete cercare di recuperare, favorendo le iniziative legate alle discipline interiori. Con il ritorno di Giove, in settembre, il vostro stato fisico avrà un netto miglioramento. Le nuove risorse energetiche vi permetteranno di affrontare la stagione invernale a pieno ritmo.

amore Quest’anno le spinte passionali del 2010 lasceranno il posto a un vivere più pacato dei sentimenti. Sarà il momento di cercare soprattutto di stare bene con voi stessi, con il vostro corpo e con il vostro ruolo nel mondo. Questo 2011 sarà per voi l’anno degli incontri importanti, di quelli che possono cambiare la vita. Saprete individuare al volo le persone in sintonia con voi, mostrate i lati più affascinanti della vostra personalità. All’inizio dell’anno la comunicazione con il vostro partner sarà difficile. Sarete malinconici e diffidenti e il vostro stato d’animo non aiuterà certo la creazione di un’atmosfera serena nella coppia. Ma è soprattutto tra fine marzo e aprile che sarete pronti a reagire se la relazione non soddisferà le vostre aspettative. Nei mesi seguenti, per fortuna, le cose tenderanno a calmarsi, un po’ alla volta ritroverete l’intesa e la complicità, soprattutto grazie ad un po’ di

umorismo. Per i single, l’anno inizia nel migliore dei modi. Venere attraversa il vostro segno e il clima astrale dei primi mesi risveglierà l’istinto di conquista. Tra aprile e maggio sarà per voi il periodo migliore per trovare l’anima gemella. Da aprile e luglio vi sentirete lontano dai problemi della vita di ogni giorno e vivrete sulla nuvola della felicità. Da giugno a dicembre potrebbero arrivare incontri interessanti. La passione sarà il vero motore di un rapporto che presto si trasformerà in qualcosa di serio e prezioso. La persona che vi farà innamorare sarà intelligente e vivace.


Cultura&Spettacoli Le canzoni di Frank Sinatra Personale della pittrice parmense La Fontana mostra per brindare al nuovo anno Venerdì 31 Dicembre 2010

Protagonista dello spettacolo del 31 dicembre al Ponchielli e Massimo Lopez

C

di Federica Ermete

ome di consueto, il Teatro Ponchielli propone una personale alternativa per festeggiare l’arrivo del nuovo anno all’insegna del divertimento e di tanta buona musica. Nell’ambito della stagione di prosa 2010-2011, venerdì 31 dicembre, alle ore 21, va in scena “Ciao Frankie”. Un Capodanno in compagnia delle intramontabili canzoni di Frank Sinatra interpretate dalla camaleontica voce di Massimo Lopez accompagnata, dal vivo, dalla Big Band Jazz Company diretta da Gabriele Comeglio. Dopo il grande successo riscosso anche al debutto negli Stati Uniti d’America, Massimo Lopez, noto per essere entrato a pieno merito nella storia della televisione italiana con Tullio Solenghi ed Anna Marchesini e il loro famoso “Trio”, ritorna a grande richiesta in Italia con questo “One man show”. Lo spettacolo è un divertente slalom tra l’appassionante repertorio musicale di Frank Sinatra ed il trascinante intrattenimento del pubblico. Il protagonista, infatti, non si risparmia affatto: oltre a sfoderare un’assoluta padronanza dell’interpretazione musicale di una ventina di brani (da “New York, New York” a “My way”), dà vita ad una carrellata di svariate per-

Massimo Lopez sarà il mattatore al Ponchielli

sonalità, da Mike Bongiorno agli ultimi quattro presidenti della Repubblica. I brani con i quali viene ripercorsa la carriera musicale di “The voice” sono alternati a divertenti monologhi sui più svariati argomenti; le irresistibili, e a volte “improbabili”, imitazioni di Lopez, unite ad una buona dose di esilaranti e coinvolgenti momenti di pura improvvisazione, contagiano nella risata sia il pubblico che il cast. La regia dello spettacolo è di Giorgio

Lopez, affermato attore e doppiatore (voce di Danny De Vito e di Dustin Hoffman), egregio regista che, insieme agli autori e con la Produzione della Stemal di Alessandro Lopez, è riuscito a confezionare uno spettacolo di raffinato livello. Un inizio anno, dunque, assistendo ad un recital come vuole la tradizione americana: musica dal vivo, sonorità fra jazz e swing ed un interprete a tutto tondo! Lo spettacolo è riproposto sabato 1° gennaio alle ore 16.

Il 5 gennaio a teatro di esibisce l’orchestra di Vittorio Zambelli

Concerto di buon anno a Soresina L’Orchestra di fiati di Trigolo e San Bassano (nella foto), diretta dal maestro Vittorio Zanibelli, inaugura il 2011 con il tradizionale Concerto di buon anno. L’evento, che si ripete ininterrottamente e con successo dal 1997, ha luogo mercoledì 5 gennaio alle ore 21, presso il Teatro Sociale di Soresina. Dal 1980 il maestro e direttore è il professor Vittorio Zanibelli, già suonatore di clarinetto piccolo Mib nella banda, diplomato in clarinetto e suonatore di flauto dolce e saxofono che, dal 1987, dirige anche il Corpo bandistico di San Bassano. Da una sua idea, nel 1990, le due bande hanno dato vita ad un’unione artistico-musicale temporanea, finalizzata all’attività concertistica, denominata Orchestra di fiati di Trigolo e San Bassano che si è distinta in numerose manifestazioni e concorsi ed ha realizzato diverse incisioni. In particolare: nel 2000 “Concerto d’amore”, nel 2002 “Buon anno in musica”, nel 2004 “Live”, nel 2007 “In studio” e nel 2008 “Note sotto l’albero”. L’ingresso è libero.

Il poeta e critico letterario Arturo Graf ebbe a dire che chi ha un vero amico può dire di avere due anime. Una efficace metafora per significare la grande ricchezza umana che l’amicizia dona. L’amicizia riveste molta importanza nel mondo antico, come viene ben espresso dalla grande letteratura: figure come Ulisse e Diomede, Achille e Patroclo, o, per spostarsi in ambito romano, Eurialo e Niso, Enea e Pallante sono diventati archetipi di questo grande sentimento umano. Un sentimento, un concetto, uno stato d’animo, una felicità che anche la filosofia ha indagato. Socrate lega l’amicizia alla psyché, all’anima, e la sottrae alla dimensione meccanicistica che aveva nel pensiero dei presocratici, come forza cosmica positiva, e alla caratterizzazione di Pitagora. I pitagorici coltivavano un’amicizia incondizionata con i loro pari. L’amicizia pitagorica era infatti basata sull’uguaglianza, ed esigeva fedeltà assoluta: il grande poeta tedesco Schiller, nel secolo XIX, scrive una ballata, “La garanzia”, che prende spunto da un racconto pitagorico di una amicizia fedele a se stessa, tra uomini av-

vinti nella trama di un tirannicidio. Sarà lo stesso Schiller a scrivere: “Era senza amici, il grande signore dei mondi: sentì una mancanza e per ciò creò gli spiriti, che fossero felici specchi della sua felicità. L’ essere supremo non trovò nulla che gli fosse uguale: dal calice dell’ intero regno degli esseri sale spumeggiando verso di lui la sua infinità”. Per Platone, l’amicizia, a cui dedica il dialogo “Liside”, rimane indefinita nella sua essenza (e, d’altra parte, la vera finalità del dialogo socratico –platonico sta nel non dare risposte, ma nel suscitare altre domande). Attraverso le parole di Socrate, Platone però giunge ad alcune affermazioni: gli amici sono una guida verso la sapienza, e l’ amicizia può solo instaurarsi tra persone integre e corrette. Aristotele affronta il tema in molti luoghi della sua opera, in primis nell’”Etica Nicomachea”. L’amicizia è una passione, così come lo sono il desiderio, la paura, l’invidia, la gioia, l’odio, la gelosia, la pietà. Ma è an-

31

il suo stile informale

Fino a giovedì 6 gennaio, i locali di “Immagini, Spazio, Arte” in via Beltrami a Cremona, ospitano la mostra “Dal colore all’anima”, dove i visitatori hanno la possibilità di ammirare le opere di Elisabetta Fontana. Ad un passo dal Torrazzo, hanno trovato posto una ventina di tele dell’artista parmense che consentono di entrare nel suo universo espressivo. L’obiettivo che sta alla base dell’attività artistica di Elisabetta Fontana è quello di utilizzare materiali semplici ed ordinari, al fine di stimolare pensieri forti ed elevati. Nelle composizioni esposte si mettono assieme, in maniera elegante ed affascinante, materiali diversi che consentono all’artista di comunicare suggestioni, emozioni ed impressioni. Il critico d’arte bresciano, Gianluigi Guarneri, chiamato ad illustrare l’opera dell’artista parmense, si è così espresso: «Lo stile informale, così evidente nelle opere di Elisabetta

Fontana, è solo lo strumento più efficace per riflettere su sentimenti ed emozioni». Le forme rappresentate sono ridotte all’essenziale e non sono mai casuali; anzi, entrano in perfetta simbiosi con i colori scelti dall'artista per dare completa espressione alle sue sensazioni. «Si tratta di opere che invitano a riflettere», ha tenuto a precisare Ferruccio Monterosso, noto esponente degli ambienti culturali cremonesi. A tale commento si è associato l’ex senatore Angelo Rescaglio, intervenuto alla presentazione della personale. Elisabetta Fontana, che vanta notorietà ed apprezzamento all’estero, ha ora modo di farsi conoscere più da vicino dal pubblico cremonese e lombardo. Orario per visitare la mostra: feriali dalle 16.30 alle 19.30, sabato e domenica (anche al mattino) dalle 10.30 alle 12.30.

Accesso al Palazzo dell’Arte per ammirare gli interventi Il Comune di Cremona, d’intesa con la Fondazione Arvedi-Buschini, vuole offrire ai propri cittadini l’opportunità di visitare l’interno del Palazzo dell’Arte, adeguatamente recuperato e ristrutturato, prima dell’installazione degli allestimenti, degli arredi e delle soluzioni tecnologiche che lo trasformeranno nel Museo del Violino. Al fine di consentire ai cittadini di vedere in anteprima i lavori, in uno stato di adeguato avanzamento, con un

accesso in piena sicurezza all’area di cantiere e con un clima maggiormente propizio rispetto a quello invernale, si è deciso di prevedere un’apertura di 24 ore consecutive il prossimo mese di maggio, con accesso libero e ininterrotto. Il sindaco Oreste Perri e Giovanni Arvedi accoglieranno e daranno il benvenuto ai primi visitatori. Il museo e l’auditorium saranno inaugurati e aperti al pubblico nella primavera del 2012.

La mostra “Top secret” di Savazzi e Zanichelli

Fino al 9 gennaio a Viadana è allestita la mostra “Top secret”, esposizione di opere dei giovani artisti Andrea Savazzi e Luca Zanichelli, promossa dalla Galleria civica d’arte contemporanea. Il casalasco Savazzi, che ha tenuto mostre personali e ha partecipato a numerose collettive, si esprime con un linguaggio figurativo di un universo esplici-

tamente distanziato nel tempo e nello spazio. Due dimensioni di difficile approccio, delle quali l’artista si serve per mettere in evidenza altri aspetti più nascosti e altrettanto complessi. Il parmense Zanichelli, dedito solitamente a una pittura di maniera, qui si esercita in una espressione nuova dal punto di vista della ricerca formale e concettuale.

Amicizia e dialogo

che una disposizione, uno stato dell’anima generato da un sentimento di affetto; uno stato contraddistinto dalla reciprocità, per cui l’amicizia può darsi solo tra esseri animati. Si ama per tre ordini di motivi: il piacere, l’utile e il bene, ma solo l’amicizia fondata sul bene è autentica virtù. Amare una persona per il piacere che questa procura, o per l’utilità che ne proviene, è un genere di philia imperfetto; chi invece desidera effettivamente il bene dell’essere amato possiede l’amicizia perfetta, l’amicizia come virtù, propria delle persone eccellenti. Questo tipo di rapporto costituisce un ingrediente essenziale della felicità, in quanto consiste nell’emozione di amare. Nel libro IX dell’”Etica Nicomachea” Aristotele parla di un’amicizia fondata sull’insegnamento della filosofia e la considera un caso di philia basata sulla virtù, cioè l’amicizia per eccellenza. La cosa più piacevole in assoluto è filosofare con gli amici. L’amicizia in quanto emozione (pathos) e sentimento di affetto

può quindi accrescere il grado di felicità che la filosofia assicura. Per venire a tempi a noi più vicini, la grande filosofa Hannh Arendt rilegge il concetto di amicizia alla luce del valore politico, quale ci proviene, appunto, da Aristotele, secondo il quale l’amicizia tra i cittadini è “una delle condizioni di benessere della città”. Arendt aggiunge: “per i Greci l’essenza dell’amicizia consisteva nel discorso. Essi sostenevano che solo un costante scambio di parole poteva unire i cittadini in una polis […] Chiamavano filantropia questa umanità che si realizza nel dialogo dell’amicizia, poiché essa si manifesta nella disponibilità a condividere il mondo con altri uomini”. L’amicizia presuppone, quindi, la nozione di umanità e insieme il radicarsi nel mondo. Dove si realizza, infatti, un’amicizia pura lì si “produce una scintilla di umanità in un mondo divenuto inumano”. “Oggi siamo abituati – continua Arendt – a vedere nell’amico solo un fenomeno di intimità, in cui gli amici aprono la loro anima

Nasce così una sorta di umorismo irriverente, un desiderio di giocare con il proibito, mostrare una serie di immagini semplici e profonde al tempo stesso; sono simulacri di titani che noi affrontiamo quotidianamente. Orario: venerdì, sabato e domenica ore 15-19. Chiuso 1 e 2 gennaio Per informazioni: 0375-820901.

senza tener conto del mondo e delle sue esigenze”, ma questo colloquio deve aprirsi al dialogo che “per quanto intriso del piacere relativo alla presenza dell’amico si occupa del mondo comune, che rimane ‘inumano’ in un senso del tutto letterale finché delle persone non ne fanno costantemente un argomento di discorso tra loro”. L’amicizia è: «essere e pensare con la mia propria identità dove io non sono; non generica immedesimazione, né accattivante empatia, ma dal sé fare spazio all’altro, con il proprio concreto esistere intraprendere il viaggio politico e pubblico verso la diversità in me e fuori di me, accettando il cambiamento di ciascuno /a che ne deriverà”. L’amicizia è quindi un “dono […], con l’apertura al mondo, infine con l’amore genuino per il genere umano», tale per cui possiamo “dialogare con un maomettano convinto, un ebreo pio o un cristiano credente”. Ci sembra che sia un bel viatico per l’anno nuovo. Agopoli* *Agopoli (pseudonimo) si occupa di economia e finanza, ma coltiva una grande passione: la filosofia.


Cultura & Spettacoli

Venerdì 31 Dicembre 2010

32

Biglietti per Dalla e De Gregori in vendita su internet

Lucio Dalla e Francesco De Gregori (nella foto) saranno in concerto al Teatro Ponchielli il prossimo 28 marzo 2011 alle ore 21. I biglietti sono già in vendita, solo in internet, sul sito www.vivaticket.it A 30 anni dal loro primo progetto, “Banana republic”, i due artisti continuano il loro nuovo tour, “Duemiladieci work in progress tour di Dalla De Gregori”, che ha registrato il tutto esaurito nelle più importanti città italiane. Il concerto non ha nulla di nostalgico, ha piuttosto il sapore di una storia che si rinno-

I

di Federica Ermete

l prossimo 15 febbraio, al Teatro Ponchielli, inizia la XXIII edizione della rassegna “La danza”, che ospita due realtà didatticoartistiche di punta della scena italiana: la Scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala e la Compagnia Junior del Balletto di Toscana. La prima, costituita da elementi che garantiscono il prestigio del teatro scaligero, porta in scena un dittico di famose coreografie di Balanchine e Forsythe. Due sono anche i pezzi proposti dall’ensemble toscano: accanto a “Duetto inoffensivo” coreografato da Maurizio Bigonzetti con musiche di G. Rossini, la formazione diretta da Cristina Bozzolini mette in scena, in prima italiana, la nuova produzione 2011: “Quant’è bella giovinezza/che si fugge tuttavia/chi vuol esser lieto sia/ del doman non v’è certezza”. Il lungo titolo suggerisce tema e atmosfere della coreografia firmata da Arianna Benedetti ed Eugenio Scigliano: un messaggio universale ed attuale, che ritrae la condizione delle giovani generazioni. La compagnia internazionale che apre la rassegna è la canadese La La La Human Steps, caratterizzata dal linguaggio “unico” del fondatore e direttore artistico Édouard Lock: una complessa amalgama coreografica sostenuta da particolarissime colonne sonore e da inserzioni filmate. Da San Pietroburgo torna l’Eifman Ballet Theatre con “Anna Karenina”, firmato dallo stesso Boris Eifman e modellato sull’omonimo capolavoro di Tolstoj. La vitalità, l’energia e l’intensità di stelle della danza allo stato nascente, sono invece incarnate dall’American Ballet Theatre II, compagnia diretta da Wes Chapman che riunisce giovani ballerini di eccezionali qualità. I giovani danzatori presentano le creazioni di diversi coreografi riunite in “Usa Great Dance”. Per la prima volta al Ponchielli approda l’inglese Random Dance di Wayne Mc Gregor, punta di diamante della scena

va e si riscopre. I due artisti hanno lavorato sui pezzi e sugli arrangiamenti di una scaletta tutt’altro che scontata che, oltre ai loro grandi classici, prevede 3 inediti. Con una voglia rinnovata di mettersi in gioco, i due cantautori celebrano, in modo intenso, coinvolgente e divertente, una storia: la loro storia e quella di questo paese, senza rimanere mai prigionieri di un ricordo e dell’emulazione di se stessi. I due sembrano essersi divisi la costruzione del concerto: De Gregori, con la sua

Protagoniste al Poncheilli due realtà di punta in Italia

A febbraio torna a teatro la rassegna della danza L’Accademia Teatro alla Scala

britannica, caratterizzata da un utilizzo distonico del corpo, simbolo del mondo frammentato e disfunzionale in cui viviamo. “Far”, con la musica di Ben Frost e le installazioni visive della rAndom International, è danzato da 10 incredibili interpre-

ti. La Compagnia madrilena di Victor Ullate, presenta invece, in prima italiana, “Coppelia”, la nuova versione firmata dal direttore artistico Eduardo Leo, che ha mantenuto la partitura originale composta da Léo Delibes nel 1870.

vocalità matura e affascinante, rivisita con impronta personale i pezzi e le performance, Dalla ricopre invece un ruolo da regista-arrangiatore, in un’armonia perfetta di stili, suoni e parole. Ad affiancarli sul palco una band eccezionale: Bruno Mariani (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar), Alessandro Arianti e Fabio Coppini (tastiere), Guido Guglielminetti (basso), Gionata Colaprisca (percussioni), Maurizio Dei Lazzaretti (batteria), Emanuela Cortesi e Marco Alemanno (vocalist).

Il libro della settimana

«Sotto la cipria» Autore: Adriana Ruggeri

L’infanzia in collegio, tra punizioni e disamore, un matrimonio subìto e una maternità difesa contro tutti, infine la sofferta affermazione professionale: l’Autrice narra in questo libro le tappe significative della propria esistenza, una battaglia coraggiosa contro i tabù, le incomprensioni e l’ostilità del mondo. La scelta del titolo non è casuale, ma simboleggia la precisa volontà di svelare «dietro un’immagine sicura, allegra ed esteticamente curata, una vita fatta di profonde lotte…». Sotto la cipria è molto più di un resoconto autobiografico, è la testimonianza toccante di un percorso di liberazione: dall’ipocrisia dei pregiudizi e del conformismo sociale, dalle paure e insicurezze interiori, per affermare il coraggio della verità e giungere alla piena accettazione di sé. Un messaggio di speranza per tutti coloro che rivendicano il diritto a essere se stessi.

In scena alle 16 al Ponchielli “La cicala e la formica”

Spettacolo per i bimbi il giorno della Befana

Giovedì 6 gennaio, alle ore 16, il Teatro Ponchielli propone uno spettacolo adatto ai più piccoli. Il giorno dell’Epifania, l’Accademia Perduta Romagna Teatri porta in scena “La cicala e la formica”, spettacolo tratto dalla celebre favola di Jean de La Fontaine, nell’adattamento di Claudio Casadio e Giampiero Pizzol. I due piccoli animali protagonisti della vicenda, simbolo dell’ozio e del lavoro, sono tra i più famosi al mondo ma, mentre nel racconto del narratore francese queste due figure sono rigidamente contrapposte per celebrare la virtù di una previdente e laboriosa saggezza condannando il suo opposto, nel mondo del teatro avviene qualcosa di più. In questa versione, la cui regia è firmata da Claudio Casadio, l’Accademia Perduta, una delle compagnie più quotate nel panorama italiano del teatro per ragazzi la cui fondazione risale al 1982, i due animaletti sono veri e propri “personaggi”… si potrebbe dire, quasi umani! Cicala non è soltanto una oziosa perditempo, ma ha un autentico talento artistico: è, infatti, una giovane cantante che tiene concerti sui prati e sulle spiagge del-

Una scena dello spettacolo

la Riviera. Formica, invece, che ha le “zampine” ben piantate per terra, si occupa del posto di lavoro, della casa e delle piccole gioie e dolori del quotidiano. Da questa diversità di visoni, emerge un modo differente di affrontare ogni piccolo e grande problema e quindi un diverso modo di parlare e di agire. Ma la dinamica del teatro non vive solo di questo contrasto fra il sogno e la realtà; tra le due pro-

tagoniste, infatti, si insinua una terzo personaggio: il Calabrone! Questo losco personaggio senza scrupoli è pronto a sfruttare il talento canoro di Cicala per fare affari e lasciarla poi squattrinata al freddo e al gelo dell’inverno. A questo punto tutto il peso della storia poggerà su una… formica! Come andrà a finire? Scopriamolo insieme, a teatro, il giorno della Befana!


& CREMA

Cultura Spettacoli

Venerdì 31 Dicembre 2010

33

“Insula Fulcheria” propone la sua ultima edizione Come sempre alla fine dell’anno viene presentata la nuova edizione di “Insula Fulcheria”, la rivista a cura del Museo civico di Crema (responsabile Roberto Martinelli), rassegna di studi e documentazioni della città e del nostro territorio. La rivista è arrivata al 40° numero a testimonianza di un impegno assiduo e continuo partito tanto tempo fa e che viene ora continuato dal direttore responsabile Marco Lunghi e dai suoi collaboratori. Come da qualche anno a questa parte si tratta di due volumi,

V

di Tiziano Guerini

enerdì 31 dicembre è in prograamma il tradizionale concerto di fine anno al teatro San Domenico di Crema: alle ore 20.30 si esibisce in canti gospel il prestigioso gruppo corale di 13 elementi South Carolina mass choir. Il gruppo, fondato alla fine degli anni 90 da Michael Brown con l’intento di dare spazio ai molti giovani appassionati di gospel e spirituals, in pochi anni è diventata una delle formazioni giovanili più interessanti ed apprezzate. La particolarità di questa corale consiste nel sapere unire ritmi moderni a quelli tradizionali, raggiungendo un equilibrio musicale di grande spessore artistico. Nella loro musica si possono trovare canti tradizionali rivisitati con gusto e creatività in linea con le nuove tendenze contemporanee. Il loro sound sa essere esplosivo, ma anche carico di sfumature e suggestioni tipiche della più genuina tradizione gospel afroamericana. Per questo Christmas tour 2010 presenteranno un concerto classico con tutte le canzoni tradizionali del gospel natalizio, in alcuni casi impreziosite da ritmi musicali della loro generazione.

uno di carattere monografico dedicato alla storia di Crema sotto il dominio di Venezia (volume A), l’altro comprende saggi, ricerche, e annotazioni varie su iniziative culturali svoltesi nell’ultimo anno a cura di associazioni o del Museo e della Diocesi, nonché il ricordo di alcuni personaggi cittadini che nell’ultimo anno ci hanno lasciato (volume B). Il primo volume si articola nei capitoli della storia, dell’identità, delle arti, dei personaggi e della continuità, col coinvolgimento di ben 16 autori; il secondo volume

contiene preziose comunicazioni di storia locale, di storia dell’arte, sul collezionismo, alcune tesi di laurea e diverse rubriche. Anche per queso secondo volume tanti sono gli autori impegnati. Si tratta di una nuova edizione particolarmente pregevole di una rivista che merita in pieno il compiacimento e l’apprezzamento dei cittadini. Un ringraziamento particolare e doveroso all’associazione Popolare Crema per il Territorio per il contributo determinante alla pubblicazione.

Venerdì sera al San Domenico si esibisce la South Carolina Mass Choir

Brindisi di fine d’anno con la musica gospel Il coro South Carolina

Il Museo civico di Crema

Uno spaccato di storia locale

Il mondo agricolo descritto da Lini

E’ uscito in questi giorni per le Edizioni Leva Artigrafiche di Crema, il nuovo prezioso ed interessante volume di Sergio Lini dal titolo: “Enti agricoli in provincia di Cremona tra l’800 e il 900”. Esplicito anche il sottotitolo: “L’evoluzione del Credito agrario nell’Italia post-unitaria; dai Comizi agrari alle Latterie Sociali; dalle Banche Popolari al Consorzio agrario”. Quasi un prezioso omaggio al 150° anniversario dell’unità d’Italia. Sergio Lini non è nuovo a pubblicazioni che rientrano a pieno titolo nell’elenco di quelle che descrivono spaccati di storia locale, non di rado emblematici per la storia di tutto il Paese. Stavolta è il mondo agricolo della provincia ad essere posto sotto la lente di ingrandimento; e si tratti di un mondo che l’autore conosce benissimo perché, come dice lui stesso “per il mondo agricolo ha lavorato a diversi livelli e con mansioni diverse” fra le quali, aggiungiamo, quella di collaboratore in Regione Lombardia del senatore Ernesto Vercesi, per diversi anni assessore all’Agricoltura proprio in Regione e a cui Lini dedica il volume. Tre distinte ma collegate raccolte di informazioni e di valutazioni socio-economiche costituiscono il nucleo fondamentale del volume: l’evoluzione del Credito agrario; i vari enti sorti per iniziativa degli agricoltori (Comizi agrari, Cattedra ambulante di Agricoltura, Consorzio agrario, le Banche Popolari, le Latterie Sociali, nonchè – di particolare interesse per i cremaschi – la Stazione di Batteriologia e il Deposito Stalloni in città; la nascita delle associazioni sindacali degli agricoltori. Il volume è arricchito da una presentazione del presidente della Provincia Massimiliano Salini.

Annunciate in una conferenza tutte le novità che riguardano la città di Crema. Relatore il maestro Columbro

Il 2011 sarà l’anno della musica

Lo scorso martedì in sala Ricevimenti del Palazzo comunale si è tenuta una interessante conferenza (nella foto) che più che di chiusura del vecchio anno, ha voluto essere di apertura verso l’anno nuovo. Argomento: “Crema città della musica. La storia della musica a Crema, musicisti, compositori e direttori d’orchestra”. Relatore il maestro Giovanni Columbro direttore del festival della musica di Viadana, nonché docente universitario. E’ stato l’assessore alla Cultura di Crema Paolo Mariani che, presentando il relatore, ha indicato nel 2011 “l’anno della musica” per la città di Crema, con il rilancio

mediatico dell’arte organaria, con la riscoperta dei molti musicisti che hanno trovato in Crema la loro nascita o lo sviluppo della loro arte, con la possibile programmazione del 1° Concorso per organo “Città di Crema”. «La città di Crema - ha esordito il maestro Giovanni Columbro - vanta un percorso musicale denso di qualità e ricco di molteplici personalità che hanno dato grande lustro alla propria madrepatria nell’intero mondo culturale internazionale». Il maestro ha poi proseguito citando tutti i musicisti che dal XV secolo fino a tutto l’800 sono nati o hanno lavorato a Crema. L’elenco è

straordinariamente ricco e lungo: va dai notissimi Francesco “Cavalli”, Stefano Pavesi, Giovanni Bottesini, Vincenzo Petrali, fino ad altri meno noti ma degni di essere riscoperti e valorizzati come Oliviero Ballis, Gian Battista Leonetti, Giuseppe Gazzaniga. In totale vengono citati ben 22 artisti di cui Crema può vantare nascita e successo. In conclusione dell’incontro l’assessore provinciale Paola Orini ha preannunciato la realizzazione di un “accordo di rete” in provincia per l’educazione musicale e la divulgazione dell’arte liutaria e organaria del nostro territorio.


34

Appuntamenti

Venerdì 31 Dicembre 2010

Arte & Cultura

La poesia è fatta di molte cose, e sfidiamo chiunque a darne una definizione compiuta. Non c’è riuscito Aristotele, non c’è riuscito Benedetto Croce. Si parla di poesia elegiaca, poesia intimista, poesia eroica, poesia crepuscolare, poesia civile. Quest’ultima esprime denuncia e dolore. Intende muovere all’azione, rappresenta temi che riguardano un’intera comunità. E’ un grido, una lacerazione. Perché – ha scritto un critico, Pasquale Vitagliano – “lo sguardo della poesia in realtà si traduce sempre in azione civile. Anche quando si diffonde dalle torri d’avorio di biblioteche cieche. Il poeta civile, dunque, non può essere indifferente. Ma non è la poesia che può cambiare il mondo. Non può confondersi né con l’azione politica, né con il linguaggio della politica. Deve piuttosto indicare un luogo. Scuotere il cuore e indurre ad una visione collettiva”. A questo afflato, a questi stilemi può ricondursi la poesia che leggete, inviataci da una lettrice, Ermanna. Poesia di denuncia, uso di parole forti e decise: per esprimere un dolore e una rabbia profondi, per scuotere, appunto, il cuore, per dare un monito a queste nostre coscienze, sovente troppo sorde.

Musica & Spettacoli

Venerdì 31 dicembre 2010 e sabato 1 gennaio 2011 CREMONA TEATRO CIAO FRANKIE Appuntamento venerdìa alle 21 e sabato alle 16 al Teatro Ponchielli in Corso Vittorio Emanuele 52. Un capodanno

AGONIA... D'AMORE Esci urlo esci esci dal mio stomaco dalle mie viscere dal mio cuore dalla mia gola dal mio cervello dai miei muscoli dalle mie ossa. Esci e scuoti il cielo, esci e fa tremare la terra, fa piegare le gambe ai potenti, falli cadere nel fango e nello sterco, forse da lì riusciranno a vedere il volto di una donna che guarda suo figlio che muore di fame, negli occhi solo un velo di lacrime

Ermanna

Fino a sabato 31 dicembre 2011 CREMONA MOSTRA MAZZOLINO, RESTAURO APERTO L’iniziativa presso il Museo Civico Ala Ponzone in via Ugolani Dati 4 (con ingresso libero), è possibile assistere agli interventi in corso sull’opera, avvalendosi della guida esperta dei restauratori dell’Azienda Speciale CR Forma di Cremona, coordinati da Paolo Mariani, sotto la direzione degli esperti dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. E’ infatti possibile seguire in diretta le fasi di restauro della pala Madonna in trono e i Santi Pietro e Andrea di Ludovico Mazzolino. Si può accedere a piccoli gruppi di 7- 8 persone con inizio alle ore 9,45 (1° gruppo) e alle ore 11,15 (2° gruppo). La visita è possibile sino ad esaurimento della disponibilità previa prenotazione al nunero telefonico 0372-407754 o 407269. Il punto di riferimento dei gruppi sarà all’ingresso del Museo Civico (bookshop) in via U. Dati 4. *** Fino a venerdì 31 dicembre CREMONA MOSTRA EZIO QUIRESI “OMAGGIO A CREMONA” Mostra fotografica dagli anni del dopoguerra ad oggi, presso la sala Alabardieri di Palazzo comunale in piaz-

in compagnia delle intramontabili canzoni di Frank Sinatra interpretate dalla camaleontica voce di Massimo Lopez accompagnata, dal vivo, dalla Big Band Jazz Company. Un recital come vuole la tradizione americana: musica dal vivo, sonorità fra jazz e swing e un interprete a tutto tondo! Per informazioni: 0372-022010. *** Domenica 2 gennaio CREMONA CONCERTO PRELUDI D’ORGANO IN SAN LUCA Meditazioni musicali ante missam alle ore 17.30 nella Chiesa di San Luca in piazza San Luca Per informazioni: 328-8123619. *** Venerdì 31 dicembre CREMA CONCERTO SOUTH CAROLINA MASS CHOIR Alle 20.30 al Teatro San Domenico esibizione della prestigiosa corale gospel proveniente dalla Carolina del sud fondata e diretta da Michael Brown, perun concerto classico con tutte le canzoni

za del Comune 8. Orario: da martedì a sabato ore 9-18, domenica e festivi ore 10-18 (ingresso libero). *** Fino a domenica 2 gennaio 2011 SORESINA MOSTRA ENRICO FELISARI “L’ELEGANZA E LA TECNICA” Mostra retrospettiva nelle sale espositive del Podestà in via Matteotti 4. Orario: venerdì e sabato ore 17.3019.30, domenica e festivi ore 10-12 e 15.30-19. *** Fino a domenica 30 gennaio CREMONA MOSTRA TESTIMONIANZE ARTISTICHE DEL ’900 CREMONESE NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO CIVICO Presso il Museo civico - sala Mostre temporanee - in via Ugolani Dati 4. Orario: dal martedì al sabato ore 9-18, domenica e festivi ore 10-18. chiuso il 1° gennaio. L’occasione dell’uscita del volume “Artisti cremonesi. Il Novecento” ha offerto lo spunto per organizzare la mostra sul Novecento cremonese, esponendo opere di artisti del nostro territorio, attivi nel XX secolo. La mostra, che consta di 112 opere, vuole essere una panoramica di opere di proprietà del Museo civico, alcune delle quali non visibili al pubblico perché collocate nei depositi o in uffici non sempre accessibili. Inoltre, alcune di queste opere sono esposte per la prima volta al pubblico, essendo frutto di recenti donazioni di privati. E’ il caso del ritratto di Teresa Salvio di Mario Biazzi, del gruppo scultoreo di Leone Lodi e della corposa Donazione Screm, che riunisce 37 lavori di Iginio Sartori. E’ un’importante opportunità per la comunità cittadina di rendersi conto del cospicuo patrimonio delle collezioni museali e di capire la ricchezza dei

tradizionali del gospel natalizio. Per infomazioni: 0373-85418. *** Domenica 9 gennaio CREMONA CONCERTO AUDIZIONI AL MUSEO 2011 - UNO STRUMENTO AL MESE Appuntamento presso il Museo civico “Ala Ponzone” (sala San Domenico) in via Ugolani Dati 4. Le audizioni si terranno alle ore 11. Direzione artistica e coordinamento a cura di Fausto Cacciatori, Domenico Nordio e Virginia Villa. Ingresso 10 euro, compresa la visita al museo civico Per informazioni: 0372-803622. *** Domenica 16 gennaio CREMA CONCERTO SPETTACOLO VARIETE’ D’OPERETTA Sul palco del Teatro San Domenico, Pippo Santonastaso, dalla comicità surreale, si cala nel magico mondo dell’operetta facendo alternare gli artisti in duetti, gag e le arie delle operette più famose. Per infomazioni: 0373-85418.

contributi che gli artisti cremonesi hanno dato al dibattito artistico-culturale della loro città. Curatrice della mostra Donatella Migliore. Per informazioni: 0372-407269 407770. *** Fino a domenica 16 gennaio CREMONA MOSTRA SIESTA: MOSTRA COLLETTIVA ILLUSTRATORI - SEZIONE SPECIALE DI GUIDO SCARABOTTOLO La mostra raccoglie le opere dei 40 autori selezionati a seguito della 6ª edizione del concorso per illustratori di Tapirulan. In esposizione anche una sezione speciale dedicata a Guido Scarabottolo, uno dei più importanti illustratori internazionali. Del famoso illustratore la mostra raccoglie una parte dei circa 70 pezzi di cui 10 originali e 60 opere di grande formato esposte in due sedi espositive della città, quella di “Santa Maria della pietà” e quella di “Spazio Tapirulan”, che ospitano la mostra Elogio della pigrizia di Guido Scarabottolo. *** Fino a domenica 30 gennaio CREMA EVENTO GRANDE PRESEPE DELLA CIVILTÀ CONTADINA Nel centro della città si èuà ammirare il presepe realizzato con statue lignee a grandezza naturale, inserito nella ricostruzione di un tipico villaggio rurale della pianura padana del primo Novecento Per informazioni: 0373-81020. *** Fino a domenica 9 gennaio PANDINO MOSTRA PRESEPI IN CASTELLO Tradizionale mostra di presepi artistici d’autore nel Castello Visconteo. Per informazioni: 349-7378040.

L’Oroscopo della settimana

a cura di: www.oroscopo-2009.com

La stanchezza generale che appesantisce le vostre giornate vi rende oltremodo irritabili ed intransigenti con chi vi circonda. Riflettete e troverete la tranquillità che andate cercando. Sarete combattuti interiormente sul fatto di accettare o rifiutare entro breve tempo un’opportunità lavorativa piuttosto lontana da casa vostra ma che sembra esser fatta su misura per voi. Serenità ed armonia contraddistingueranno l’intero mese di gennaio ed oltre giovare ad una grande intesa con la persona amata, favorirà una complicità costruttiva dalla quale potranno scaturire buoni frutti. Nessuna nuova, buona nuova. Le coppie non richiedono cambiamenti e coloro che sono da poco tornati ad essere single desiderano vivere questo momento senza ulteriori sbalzi emozionali. Il periodo a cui state andando incontro sarà caratterizzato da ingenti movimenti di denaro da parte vostra, sia in entrata che in uscita, ma fortunatamente il saldo sarà sempre positivo. Le coppie formate dovranno dare prova di grande responsabilità verso il partner in quanto ai nati nel segno della Vergine non mancheranno le tentazioni in cui potrebbe essere facile cadere. Potreste essere voi gli artefici di un cambiamento che da tempo avete in mente di fare per il quale soltanto adesso sembrano essersi configurate le condizioni necessarie per realizzarlo.

Per scrivere a Maria: promedia@fastpiu.it Cara Maria, siamo in fondo all’anno e non so cosa augurarmi: per me, per i miei figli, per il futuro. Ho 79 anni, una bella età, ringraziando Dio non mi manca nulla, e ho ancora abbastanza salute. Sono tanto preoccupata, per tutto quello che si sente dire, per i miei nipoti (ne ho tre) e anche per i miei figli. Uno ha un negozio, i tempi sono davvero grami. Faccio di tutto per aiutarli, ma per quanto ci riuscirò? Lei riesce ad avere speranze. La leggo sempre, mi fa tanta compagnia, e quindi le auguro un anno nuovo sereno e pieno di salute. (questa lettera la manda per computer uno dei miei nipoti: io non cel’ho!). Nonna 2010

Lei si firma “Nonna”, ma le sue parole tradiscono uno spirito e una verve davvero grandi. Mi ricorda mio nonno: era anziano, ma ancora attento ai fatti del mondo, capace di indignarsi, di preoccuparsi, ma anche di avere speranze. Lui aveva visto due guerre e aveva partecipato alla Resistenza, aveva subito fame, pericoli, bombardamenti: eppure, diceva sempre di aver lottato per un Paese migliore. Forse è quello spirito che abbiamo perso, cara Nonna, e che dovremmo re-imparare da voi, da voi che avete costruito quel che di meglio c’è in questa nostra Italia. Possiamo avere ancora speranze? Il momento è buio, buio come pochi altri, ma io penso di sì. Ci sono gesti di solidarietà e di amore, c’è chi, in specie tra i giovani, potrebbe dare di matto e invece stringe i

denti e cerca di fare il proprio dovere. C’è chi continua a pagare le tasse, chi si ostina a fare la raccolta differenziata dei rifiuti, chi adotta bambini a distanza, chi segue da volontario malati e bisognosi, chi pensa che un domani sia ancora possibile. A volte, dico che continuiamo nonostante tutto ad essere migliori, migliori del Paese in cui viviamo, migliori – certamente, salvo eccezioni che certamente ci saranno – della nostra classe politica. Io le auguro di mantenere questa verve per lunghi e lunghi anni ancora, per sé e per i suoi cari. Attraverso di lei, faccio gli auguri a tutte le lettrici ed a tutti i lettori, con un aforisma che lessi molti anni fa: ricordiamoci sempre che il male è rumoroso, il bene è silenzioso. Buon anno nuovo. Maria

Il lavoro ha dato e darà per tutto il mese di gennaio i risultati desiderati, uniti a gratificazioni economiche che vi consentiranno anche di concedervi qualche piccolo sfizio. Cercate per quanto possibile di uscire dagli schemi e non interrogatevi troppo sugli eventi di cui sarete partecipi, solo così riuscirete a godere serenamente delle emozioni. Bene le coppie, nuovi progetti armonicamente condivisi contribuiranno a rafforzare la complicità col partner ed a far crescere il rapporto. Approfittatene per partire per un week end. Una piacevole intesa col partner vi infonderà forza e sicurezza nell’affrontare la quotidianità ed al tempo stesso vi spingerà a fare progetti concreti per condividere insieme momenti importanti. Procedete a piccoli passi, solo così arriverete alla meta desiderata. I traguardi che vi siete prefissati sono alla vostra portata ma dovrete continuare a lavorare in tal senso con costanza senza mollare mai.


Taccuino

Venerdì 31 Dicembre 2010

35

NUMERI UTILI Cremona

COMUNE DI CREMONA www.comune.cremona.it Centralino: 0372-4071 Urp: 0372-407291 Via Bredina Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Gennaio 2011

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE www.provincia.cremona.it Centralino: 0372-4061 Urp: 0372-406233 PREFETTURA Centralino: 0372-4881

Via Villa Glori Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 4 Febbraio 2011

Via Mocchino, via Milano, via Galetti Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Gennaio 2011

CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0372-5581 COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0372-410307 GUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0372-21576 Nucleo di polizia tributaria: 0372-28968 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0372-454516 Centrale operativa: 0372-407427 POLIZIA STRADALE Comando provinciale Centralino: 0372-499511 QUESTURA Pronto intervento: 113 Centralino: 0372-4881 VIGILI DEL FUOCO Pronto intervento: 115 Centralino: 0372-4157511 PROCURA Centralino: 0372-548233

• Via Mocchino, via Milano, via Galletti cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica che attualmente è SOSPESO, riprenderà il 10 gennaio 2011; (Fine lavori: 31 gennaio 2011) .

NUMERI UTILI Crema

METEO WEEK-END

• Via Bredina: ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica che attualmente è sospesa, riprenderà il 10 gennaio 2011; (Fine lavori: 31 gennaio 2011).

OSPEDALE DI CREMONA www.ospedale.cremona.it Centralino: 0372-4051 Centro unificato di prenotazione: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118

• Via Villa Glori (tratto V.Trecchi-V.Chiara Novella) cantiere per il rifacimento dei marciapiedi che attualmente è sospesa, riprenderà il 10 gennaio 2011; (Fine lavori: 4 febbraio 2011).

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CREMONA www.aslcremona.it Centralino: 0372-4971 Urp: 0372-497215

Previsioni meteo a cura di Dominique Citrigno per SPAZIOMETEO.com e Meteowebcam.it

Redazione di Crema Piazza Premoli, 7 - 26100 Crema Tel. 0373 83.041 Fax 0373 83.041

GIORNALE DI CREMONA

COMUNE DI CREMA www.comunecrema.it Centralino: 0373-8941 Urp: 0373-894241

E supplemento: IL PICCOLO GIORNALE DEL CREMASCO direttore responsabile: Sergio Cuti ilpiccolocremona@fastpiu.it direttore editoriale: Daniele Tamburini

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE Urp Crema: 0373-899822

Società editrice: Promedia Società Cooperativa Via del Sale, 19 - Cremona Amministrazione e diffusione Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 43.54.74 • Fax 0372 59.78.60

CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0373-893700

Direzione, redazione e prestampa Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60

COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0373-82714

POLIZIA STRADALE Centralino: 0373-897311 POLIZIA DI STATO Centralino: 0373-897311 VIGILI DEL FUOCO Pronto intervento: 115 Centralino: 0373-256222 PROCURA DELLA REPUBBLICA Centralino: 0373-878116 OSPEDALE DI CREMA www.hcrema.it Centralino: 0373-2801 Centro unico di prenotazioni: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 SERVIZI SOCIO-SANITARI DISTRETTO DI CREMA Centralino: 0373-899320

Stampa: SEL - Società Editrice Lombarda 26100 Cremona Autorizz. del Tribunale di Cremona n° 357 del 16/05/2000

Pubblicazione associata all’Uspi (Unione Stampa Periodica Italiana) Progetto Grafico: Gianluca Galli Numero chiuso in tipografia: Giovedì 30 Dicembre alle ore 22

FARMACIE DI TURNO Dal 31 Dicembre 2010 al 7 Gennaio 2011

GUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0373-256474 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0373-250867 Centralino: 0373-894212

Pubblicità Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 www.immaginapubblicita.it

Distretto di Crema

Distretto di Cremona

BORDOLANO FORNARI YARI VIA MAGGIORE, 46 26020 Bordolano Tel. 0372 95754

CREMONA - FARMACIA 5 A.F.M. DI CREMONA S.P.A. CORSO MAZZINI, 57 26100 Cremona Tel. 0372 21471

PERSICO DOSIMO LEGGERI MARCO VIA PAGLIARI, 1 26043 Persico Dosimo Tel. 0372 54108

CREMA FARMACIA BRUTTOMESSO BRUNO VIA VERDI, 6 26013 Crema Tel. 0373 256286

MONTODINE BERNELLI ANDREA VIA BENVENUTI, 26 26010 Montodine Tel. 0373 66109

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:30

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30

Orari di apertura Mattino: 09:00 - 12:30 Pomeriggio: 15:15 - 19:15

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30

Giorno di chiusura settimanale GIOVEDÌ POMERIGGIO

Giorno di chiusura settimanale LUNEDÌ MATTINA

Giorno di chiusura settimanale Giovedì pomeriggio

Giorno di chiusura settimanale NO CHIUSURA

Giorno di chiusura settimanale SABATO

OSTIANO CLERICI BAGOZZI VIA MATTEOTTI, 6 26032 Ostiano Tel. 0372 85333

PIZZIGHETTONE BONFANTI ANTONELLA VIA CASTELLO, 3 26026 Pizzighettone Tel. 0372 743044

PANDINO TACCANI GIULIO VIA UMBERTO I, 49 26025 Pandino Tel. 0373 90017

CASALETTO VAPRIO TRABALZINI PAOLA VIA REGINA DELLA PACE, 6 26010 Casaletto Vaprio Tel. 0373 274922

Orari di apertura Mattino: 8:00-13:00 Sabato: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 20:00

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:30

Orari di apertura Mattino: 8:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30

Orari di apertura Mattino: 8:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30

Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

Giorno di chiusura settimanale NO CHIUSURA

Giorno di chiusura settimanale LUNEDÌ POMERIGGIO

Giorno di chiusura settimanale SABATO

CREMONA - FARMACIA 3 A.F.M. DI CREMONA S.P.A. PIAZZA CADORNA, 7 26100 Cremona Tel. 0372 458024


36

Televisione&Cinema

Venerdì 31 Dicembre 2010

Programmi Televisivi da Sabato 1 a Venerdì 7 Gennaio 2010

Un giallo dal lato comico

Su Canale 5 va in onda il divertente tv-movie dal titolo “Agata e Ulisse”

A

rriva su Canale 5 il tvmovie “Agata e Ulisse”, che racconta le avventure giallo-comiche di una fattucchiera un po’ stravagante e pasticciona (Agata) che, grazie ai suoi poteri riuscirà ad indagare su alcuni misteri con la collaborazione di un professore integerrimo. Accanto ai due protagonisti Elena Sofia Ricci e Antonio Catania, recitano Lucia Ocone, Gianluca Ansanelli e Naomi Marzullo. La regia è di Maurizio Nichetti. LA TRAMA Ulisse è un professore universitario paladino del razionalismo, mandato a gestire un istituto in estrema difficoltà che studia i fenomeni paranormali (l’Isp). Agata, invece, è una sensitiva che vede i fanta-

Protagonisti della storia d’amore sono Elena Sofia Ricci e Catania

A lato Elena Sofia Ricci e Antonio Catania, i due protagonisti del tv-movie in onda su Canale 5. Sopra una scena con la Ricci

SABATO 1 06.30 09.55 12.25 13.30 14.00 16.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.25 00.35 01.30 02.35

MARTEDI’ 4

Appuntamento in seconda serata il martedì su Italia 1 con il telefilm “Forgotten”. LA TRAMA Cosa succede quando un assassino oltre alla vita delle proprie vittime porta via anche la loro identità? Ogni città ha un certo numero di cadaveri non identificati. Quando la polizia non riesce a dar loro un nome, ecco che interviene la squadra speciale “Forgotten Network”. Ogni episodio di questa avvincente serie è narrato dal “punto di vista” del cadavere, che segue i tentativi compiuti dal team per cercare di ricostruire la sua identità. I membri del “Forgotten Network” sono: il leader Alex Donovan (Christian Slater), Lindsey Drake (Heather Stephens), Candace Butler (Michelle Borth), Walter Bailey (Bob

MERCOLEDI’ 5

Stepehnson), Maxime Denver (Elisha Cuthbert), la recluta Tyler Davies (Anthony Carrigan) e infin, il detective Grace Russel (Rochelle Aytes), che si unisce al team più avanti nella serie. L’episodio del 5 gennaio si intitola “Doppia identità”. Una ragazza viene trovata strangolata e abbandonata in uno scatolone per strada. In tasca aveva il biglietto del parcheggio di un hotel e al dito un elegante anello di fidanzamento. Da qui partono le indagini della “Forgotten Network” che li porterà a svelare un delitto familiare. Allison, che stava per sposare Patrick Dent, vuole convincere padre e figlio a fare pace, dopo che i due avevano litigato a causa della seconda moglie del signor Dent... Italia 1, martedì ore 24

GIOVEDI’ 6

VENERDI’ 7

10.00 11.00 12.00 13.30 14.10 14.40 16.10 17.00 18.50 20.00 21.10 23.30 01.10 01.45 02.45

VERDETTO FINALE TG1- OCCHIO ALLA SPESA.Att LA PROVA DEL CUOCO.Varietà TG 1 / TG1 Focus/Economia BONTÀ LORO. Fiction SE...A CASA DI PAOLA.Varietà LA VITA IN DIRETTA. Varietà TG1 Parlamento/Che tempo fa L'EREDITÀ. Quiz TG1/SOLITI IGNOTI SPECIALE SUPER QUARK.Doc PORTA A PORTA. Attualità TG1 NOTTE/ FOCUS SOTTOVOCE LA COSA DA UN ALTRO MONDO.F

10.00 11.00 12.00 13.30 14.10 14.40 16.10 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.20 01.30 02.05

VERDETTO FINALE TG1- OCCHIO ALLA SPESA.Att LA PROVA DEL CUOCO.Varietà TG 1 / TG1 Focus/Economia BONTÀ LORO. Fiction SE...A CASA DI PAOLA.Varietà LA VITA IN DIRETTA. Varietà TG1 Parlamento/Che tempo fa L'EREDITÀ. Quiz TG1 TELEGIORNALE SOLITI IGNOTI S.O.S. BEFANA. Film MIRACOLO D'AMORE. Film SOTTOVOCE RAI EDUCATIONAL. Attualità

09.35 10.00 11.05 12.00 13.30 14.10 14.40 16.10 17.00 18.50 20.00 20.30 21.00 23.25

LINEA VERDE METEO VERDE VERDETTO FINALE/TG1 OCCHIO ALLA SPESA . Att LA PROVA DEL CUOCO.Varietà TG 1 / TG1 Focus/Economia BONTÀ LORO. Fiction SE...A CASA DI PAOLA.Varietà LA VITA IN DIRETTA. Varietà TG1 Parlamento/Che tempo fa L'EREDITÀ. Quiz TG1 TELEGIORNALE SOLITI IGNOTI I VICERÈ.Film UN MATRIMONIO MOLTO PARTICOLARE. Film

06.45 10.00 11.00 12.00 13.30 14.10 14.40 16.10 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 01.45 02.45

UNOMATTINA . Attualità VERDETTO FINALE TG1- OCCHIO ALLA SPESA.Att LA PROVA DEL CUOCO.Varietà TG 1 / TG1 Focus/Economia BONTÀ LORO. Fiction SE...A CASA DI PAOLA.Varietà LA VITA IN DIRETTA. Varietà TG1 Parlamento/Che tempo fa L'EREDITÀ. Quiz TG1 TELEGIORNALE SOLITI IGNOTI I MIGLIORI ANNI.Finale lotteria SOTTOVOCE LA GRAZIE DELLA PAROLA.F

06.45 10.00 11.00 12.00 13.30 14.10 14.40 16.10 17.00 18.50 20.00 21.00 23.20 01.45 02.30

09.30 SULLA VIA DI DAMASCO.Rub 10.00 SERENO VARIABILE.Attualità 11.30 LE AVVENTURE DI TOM SAWYER E HUCK FINN. Film 13.00 TG 2 GIORNO 13.30 CONCERTO DI CAPODANNO 15.40 ASTERIX & OBELIX: MISSIONE CLEOPATRA. Film 17.30 CLASSICI DISNEY 18.05 I 3 INVESTIGATORI E IL CASTELLO DEL TERRORE.Film 19.30 SQUADRA SPECIALE COBRA 11 20.30 TG2 NOTIZIE 21.05 GOLDEN CIRCUS FESTIVAL. 23.10 TG2 notizie, dossier, storie

10.40 A COME AVVENTURA. Att 11.30 COME MANGIARE I VERMI FRITTI.Film 13.00 TG2 GIORNO/MOTORI/METEO 13.45 BACIATI DALLA SFORTUNA. F 15.25 MARY POPPINS. Film 17.20 CLASSICI DISNEY 18.00 TG2 L.I.S. 18.05 LILO & STITCH. Film 19.35 SQUADRA SPECIALE COBRA 11 21.05 SOLO PER AMORE. Attualità 23.30 SPECIALE UN ANNO DI SPORT. Doc 01.45 ALL'INSEGUIMENTO DELLA MORTE ROSSA. Film

10.30 10.45 13.00 13.50 14.05 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.25 20.30 21.00 22.40 02.10

TG2 COSTUME E SOCIETÀ I FATTI VOSTRI. Varietà TG2 COSTUME E SOCIETÀ MEDICINA 33. Rubrica POMERIGGIO SUL 2. Varietà LA SIGNORA IN GIALLO. Tel CUPID. Telefilm TG2 Flash L.I.S./Sport/Notizie LAW & ORDER. Telefilm SQUADRA SPECIALE COBRA 11 ESTRAZIONI DEL LOTTO TG2 NOTIZIE CASTLE. Telefilm NUMB3RS. Telefilm AMORI IN CORSA. Film

11.00 13.00 13.30 13.50 14.05 16.10 17.00 17.45 18.45 19.30 20.25 20.30 21.05 23.25 23.40

I FATTI VOSTRI. Varietà TG2 GIORNO TG2 COSTUME E SOCIETÀ MEDICINA 33. Rubrica POMERIGGIO SUL 2. Varietà LA SIGNORA IN GIALLO. Tel CUPID. Telefilm TG2 Flash L.I.S./Sport/Notizie LAW & ORDER. Telefilm SQUADRA SPECIALE COBRA 11 ESTRAZIONI DEL LOTTO TG2 NOTIZIE SENZA TRACCIA. Telefilm TG2 NOTIZIE SBALLATI D'AMORE. Film

09.45 10.00 11.00 13.30 13.50 14.05 16.10 17.00 17.45 18.45 19.30 20.30 21.05 23.25

CRASH - FILES. Attualità TG2PUNTO.IT I FATTI VOSTRI. Varietà TG2 COSTUME E SOCIETÀ MEDICINA 33. Rubrica POMERIGGIO SUL 2. Varietà LA SIGNORA IN GIALLO. Tel CUPID. Telefilm TG2 Flash L.I.S./Sport/Notizie LAW & ORDER. Telefilm SQUADRA SPECIALE COBRA 11 TG2 NOTIZIE/SPORT VOYAGER. Documenti TARTAGNAN E I 3 MOSCHETTIERI. Film

09.45 10.00 10.45 13.30 13.45 15.40 17.05 17.55 18.05 19.10 20.30 21.05 22.35 01.10 01.20

TRACCY & POLPETTA MEDICINA 33. Rubrica I FATTI VOSTRI. Varietà TG2 COSTUME E SOCIETÀ QUELLI CHE..ASPETTANNO.Var QUELLI CHE IL CALCIO E.. Var STADIO SPRINT. Sport TG2 Flash L.I.S./Sport/Notizie 90°MINUTO. Sport DUMBO. Film TG2 NOTIZIE JUMPER: SENZA CONFINI.Film LA DOMENICA SPORTIVA. Sport ALMANACCO. Attualità IL MERCANTE DI VENEZIA.Film

10.45 13.00 13.30 13.50 14.05 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 21.05 00.30

11.00 12.00 12.15 12.45 14.00 14.30 16.35

TGR BELLITALIA. Attualità TG3 Sport - Meteo / TGR TGR il settimanale TGR AMBIENTE ITALIA. Att. TGR REGIONE meteo -tg3 RAI EDUCATIONAL SPLASH, UNA SIRENA A MANHATTAN. Film MINIRITRATTI. Documenti TG REGIONE - METEO - TG3 BLOB. Attualità MOSTERS & CO. Film A BUG'S LIFE. Film TG3 CARABINIERI SI NASCE.Prosa

12.00 12.10 12.40 13.25 14.00 14.30 15.00 18.00 19.00 20.00 20.10 21.30 23.35

TG3 sport/meteo 3 TELECAMERE. Attualità RACCONTI DI VITA. Attualità PASSEPARTOUT. Attualita' TG REGIONE - METEO - TG3 ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO TG3 L.I.S. PER UN PUGNO DI LIBRI. Var TG REGIONE - TG3 - METEO BLOB. Varieta' CHE TEMPO CHE FA.Varieta' ELISIR. Attualita' L'ALMANACCO DEL GENE GNOCCO.Varieta' 00.45 TELECAMERE. Attualità

11.00 12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 15.50 16.00 17.40 19.00 20.00 20.35 21.05 23.05

APPRESCINDERE. Attualità TG3 sport - TG3 fuori TG LE STORIE. Attualità JULIA. Soap TG REGIONE - METEO -TG 3 TG LEONARDO. Attualità LA STRADA PER AVONLEA.T TG3 GT RAGAZZI. Varieta' COSE DELL'ALTRO GEO.Doc GEO & GEO. Documenti TG3 - TG REGIONE - METEO BLOB/SECONDA CHANCE UN POSTO AL SOLE. Soap LUCARELLI RACCONTA LA GRANDESTORIA. Doc

12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 15.50 16.00 17.40 19.00 20.00 20.35 21.10 22.55 01.10

TG3 sport - TG3 fuori TG LE STORIE. Attualità JULIA. Soap TG REGIONE - METEO -TG 3 TG LEONARDO. Attualità LA STRADA PER AVONLEA.T TG3 GT RAGAZZI. Varietà COSE DELL'ALTRO GEO.Doc GEO & GEO. Documenti TG3 - TG REGIONE - METEO BLOB/SECONDA CHANCE UN POSTO AL SOLE. Soap AFTER THE SUNSET. Film SFIDE. Documenti RAI EDUCATIONAL. Attualità

11.00 12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 17.50 17.10 17.40 19.00 20.00 20.35 21.05 23.05

APPRESCINDERE. Attualità TG3 sport - TG3 fuori TG LE STORIE. Documenti JULIA. Soap TG REGIONE - METEO -TG 3 TG LEONARDO. Attualità LA STRADA PER AVONLEA TG3 GT RAGAZZI. Varieta' COSE DELL'ALTRO GEO.Doc GEO & GEO. Documenti TG3 - TG REGIONE - METEO BLOB/SECONDA CHANCE UN POSTO AL SOLE. Soap FACCIA A FACCIA. Film C'ERA UNA VOLTA. Doc

12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 15.50 16.00 17.40 19.00 20.00 20.35 21.05 00.10 01.20

TG3 sport - TG3 fuori TG LE STORIE. . Attualità JULIA. Soap TG REGIONE - METEO -TG 3 TG LEONARDO. Attualità IL PICCOLO PRINCIPE.Film TG3 GT RAGAZZI. Varieta' COSE DELL'ALTRO GEO.Doc GEO & GEO. Documenti TG3 - TG REGIONE - METEO BLOB/SECONDA CHANCE UN POSTO AL SOLE. Soap C'ERA UNA VOLTA IL WEST. F TG3 LINEA NOTTE MAGAZZINI EINSTEIN. Att

12.00 12.25 14.00 14.50 15.05 16.10 16.20 17.40 19.00 20.00 20.35 21.05 23.20 01.55

TG3 sport - TG3 fuori TG LE STORIE./JULIA. Soap TG REGIONE - METEO -TG 3 TG LEONARDO. Attualità LA STRADA PER AVONLEA.Tf TG3 GT RAGAZZI. Varieta' COSE DELL'ALTRO GEO.Doc GEO & GEO. Documenti TG3 - TG REGIONE - METEO BLOB/SECONDA CHANCE UN POSTO AL SOLE. Soap LA GIURIA. Film RACCONTI DI VITA. Attualità HOLLYWOOD O MORTE. Film

TG LA7 IL CARABINIERE. Film BOOKSTORE. Attualità GIUBBE ROSSE. Film JAG. Telelfilm TG LA7 - SPORT 7 RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI A RITROVARE... Film QUEI TEMERARI SULLE LORO PAZZE SCATENATE SCALCINATE CARRIOLE. I MAGNIFICI SETTE. Telelfilm TG LA7 MISSIONE NATURA. Doc. L'ISPETTORE BARNABY. Tel TG LA7/M.O.D.A. Attualita'

07.30 07.50 07.30 10.40 11.20 13.30 13.55

07.30 09.55 10.30 11.35 12.35 13.30 13.55 16.05 18.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.05 23.40

TG LA 7 - METEO LA 7 DOC. Documenti CHIAMATA D'EMMERGENZA ULTIME DAL CIELO. Telefilm JAG. Telelfilm TG LA7 KRULL. Film DIO VEDE E PROVVEDE.Tel MACGYVER. Telefilm THE DISTRICT. Telefilm TG LA 7 MISSIONE NATURA. Doc. LUI È PEGGIO DI ME. Film LA VALIGIA DEI DEI SOGNI TG LA 7 - N.Y.P.D. Telefilm

07.30 09.55 10.30 11.35 12.35 13.30 13.55 16.05 18.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.40 23.55

TG LA 7 - METEO LA 7 DOC. Docum CHIAMATA D'EMERGENZA ULTIME DAL CIELO. Telefilm JAG. Telelfilm TG LA7 2 MARINES E 1 GENERALE.F LA REGINA DI SPADE.Telefilm MACGYVER. Telefilm THE DISTRICT. Telefilm TG LA 7 MISSIONE NATURA. Doc. LEVERAGE. Telefilm LA VALIGIA DEI SOGNI. Att TG LA 7 - N.Y.P.D. Telefilm

09.55 10.30 11.35 12.35 13.30 13.55

LA 7 DOC. Docum CHIAMATA D'EMERGENZA ULTIME DAL CIELO. Telefilm JAG. Telelfilm TG LA7 L'ERBA DEL VICINO È SEMPRE PIÙ VERDE. Film ADVENTURE INC. Telefilm MAC GYVER. Telefilm THE DISTRICT. Telefilm TG LA 7 MISSIONE NATURA. Doc. IMPERO. Documentario TG LA 7 - N.Y.P.D. Telefilm CRONACHE DI UN AMORE.F

07.30 09.55 10.30 11.35 12.35 13.30 13.55 16.00 18.00 20.00 20.30 21.10 23.30 00.05 23.10

TG LA 7 - METEO LA 7 DOC. Docum CHIAMATA D'EMERGENZA ULTIME DAL CIELO. Telefilm JAG. Telelfilm TG LA7 LA STORI INFINITA. Film CUORE D'AFRICA. Telefilm THE DISTRICT. Telefilm TG LA 7 MISSIONE NATURA. Doc. LA PANTERA ROSA. Film LA VALIGIA DEI SOGNI. Att TG LA 7 - N.Y.P.D. Telefilm ARCO DI TRIONFO. Film

07.30 09.55 10.50 11.50 12.35 13.30 13.55 16.05 18.00 19.00 20.30 21.10 00.30 00.40

TG LA 7 - METEO AH IPIROSO. Attualita' LIFE. Attualità ULTIME DAL CIELO. Telefilm JAG. Telelfilm TG LA7 IL DITO PIÙ VELOCE. Film LA REGINA DI SPADE.Telefilm MAC GYVER. Telefilm THE DISTRICT. Telefilm MISSIONE NATURA. Doc. BALLA COI LUPI. Film TG LA 7 - N.Y.P.D. Telefilm HAMBURGER HILL: COLLINA 937. Film

07.30 07.50 09.50 10.50 12.30 13.30 13.55 16.35

LA 7

LUNEDI’ 3

“Forgotten” propone le sue inchieste in tv

LINEA VERDE ORIZZONRI A SUA IMMAGINE S. MESSA/RECITA ANGELUS LINEA VERDE TG 1 TELEGIORNALE DOMENICA IN - L'ARENA.Var DOMENICA IN - AMORI. Var DOMENICA IN..ONDA L'EREDITÀ. Quiz TG1 - RAI TG SPORT SOLITI IGNOTI BIANCANEVE E I SETTE NANI.F RIGOLETTO A MANTOVA.Opera TG1 Notte/che tempo fa APPLAUSI/SETTE NOTE

18.25 19.00 20.00 20.30 22.05 23.40 23.55

19.00 20.00 20.30 21.30 00.15

MATTINA IN FAMIGLIA. Att SANTA MESSA CONCERTO DI CAPODANNO TG1 telegiornale NAPOLI PRIMA O DOPO.Musicale DA DA DA le fiabe son desideri A SUA IMMAGINE PASSAGGIO A NORD OVEST L'EREDITÀ. Quiz TELEGIORNALE/RAI SPORT SOLITI IGNOTI 24MILA VOCI. Talent show MEMORIE DAL BIANCO AL NERO CINEMATOGRAFO È NATA UNA STELLA. Film

DOMENICA 2

smi. Tutte le sicurezze, le certezze e le opinioni di Ulisse verrano stravolte quando si imbatte in Agata (Elena Sofia Ricci), una madre single che si improvvisa maga e che dice di vedere i fantasmi. Sua figlia, Milla (Rosabell Laurenti Sellers), invece, è una giovane quattordicenne che si improvvisa investigatrice. Tra Ulisse ed Agata molti anni prima c’era stata una bellissima storia d’amore e, nonostante i loro caratteri divergenti, i due col tempo capiranno che quell’amore che un tempo li aveva tanto legati in realtà non si è mai spento. Si sono amati molti anni prima e, inaspettatamente, si rincontrano. Pian piano scopriranno di amarsi ancora, come e più di prima. Ma saranno protagonisti di bizzarre avventure insieme. «Il divertimento nasce dal contrasto fra due elementi: fra le seriose certezze di Ulisse e le situazioni assolutamente irrazionali in cui lo caccia Agata», afferma Catania. Elena Sofia, Ricci raccontando del suo personaggio, dice: «E’ una ciarlatana, un’imbrogliona, un po’ un personaggio da commedia all’italiana. Truffatrice di animo gentile, con in più una figlia alla quale vuole bene e che deve educare da sola è un film dove niente va preso sul serio se non l’aspetto ludico, l’elemento del divertimento e del gioco». Canale 5, venerdì ore 21.10

ITALIA 1

10.00 10.30 10.55 12.20 13.30 14.00 15.50 16.15 18.50 20.00 20.40 21.30 23.10 00.25 00.50

16.00 19.00 20.00 20.30 21.30 00.15 23.45

TG LA7 PRIMA COMUNIONE. FILM M.O.D.A. Attualita' LA SPADA DEGLI ORLEANS.F CUOCHI E FIAMME.Game Show TG LA7 DIANE, UNO SBIRRO IN FAMIGLIA. Telefilm CHE BOTTE SE INCONTRI GLI ORSI.F CHEF PER UN GIORNO TG LA7 MISSIONE NATURA. Doc STAR TREK:LA NEMESI.Film TG LA7 IL RIPOSO DEL GUERRIERO.F

16.05 18.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.55 01.00

UNOMATTINA . Attualità VERDETTO FINALE TG1- OCCHIO ALLA SPESA.Att LA PROVA DEL CUOCO.Varietà TG 1 / TG1 Focus/Economia BONTÀ LORO. Fiction SE...A CASA DI PAOLA.Varietà LA VITA IN DIRETTA. Varietà TG1 Parlamento/Che tempo fa L'EREDITÀ. Quiz TG1/SOLITI IGNOTI I RACCOMANDATI. Varietà TV7. Attualità SOTTOVOCE L'OSPITE GRADITO. Prosa

I FATTI VOSTRI. Varietà TG2 GIORNO TG2 COSTUME E SOCIETÀ TG2 EAT PARADER. Attualità POMERIGGIO SUL 2. Varietà LA SIGNORA IN GIALLO. Tel NUMB3RS. Telefilm TG2 Flash L.I.S./Sport/Notizie LAW & ORDER. Telefilm SQUADRA SPECIALE COBRA 11 CRIMINALMINDS. Telefilm APPUNTAMENTO A WICKER PARK. Film 02.35 SUA ALTEZZA SI SPOSA. Film


VI PRESENTO I NOSTRI

CINEMA programmazione settimanale CREMONA Spaziocinema Cremonapo (0372 803674) www.spaziocinema.info • Un altro mondo • Le avventure di Sammy • Natale in Sud Africa • The Tourist • Tron Legacy 3D • La Banda dei Babbi Natale • Megamind 3D • Le cronache di Narnia: Il viaggio del veliero • Che bella giornata • Hereafter

CREMA Porta Nova (0373 218411) www.multisalaportanova.it • Natale in Sud Africa • Le cronache di Narnia: Il viaggio del veliero • Tron 3D • Megamind 3D • The Tourist • Un Altro Mondo

Cine Chaplin (0372-453005) • La bellezza del somaro

Filo (0372 411252) • American Life Tognazzi (0372 458892) • La Banda dei Babbi Natale • Natale in sud Africa

PIEVE FISSIRAGA Cinelandia (0371 237012) www.cinelandia.it Mer 5: • Tamara Drewe Tradimenti all'Inglese • Che Bella Giornata • Hereafter

Dopo le esilaranti commedie “Ti presento i miei” e “Mi presenti i tuoi?”, arriva il 14 gennaio “Vi presento i nostri”, un altro capitolo delle disavventure familiari di Greg Fotter (Ben Stiller) sempre alle prese con l’invadente suocero Jack (Robert De Niro). Con l'arrivo dei gemelli di 5 anni Henry e Ashley la famiglia Fotter si è allargata. In occasione del compleanno dei piccoli, la famiglia Fotter si riunirà al gran completo, suscitando, come sempre, una serie di situazioni imbarazzanti. Tra gli ospiti (indesiderati) anche l’ex della moglie di Greg (Owen Wilson). Ce la farà il povero Greg a evitare le ire del suocero? Riuscirà a rimanere dentro il cerchio della fiducia? Il film propone novità non solo nella trama, ma anche nel cast, che in questo nuovo episodio vede l’arrivo di attori d’eccezione come Harvey Keitel e Jessica Alba.

Rassegna Over 60 Mercoledì Sospeso

Regia: Paul Weitz • Genere: commedia

CINEMA - Come nel 1982 il film di fantascienza propone una storia mozzafiato

Tron Legacy torna (in 3D) dopo 28 anni

Regia: Joseph Kosinski Durata: 127 minuti. Produzione: LivePlanet, Walt Disney Productions - Usa 2010. Cast: Jeff Bridges, Garrett Hedlund, Olivia Wilde, Michael Sheen, Bruce Boxleitner, Beau Garrett, Elizabeth Mathis, Brandon Jay McLaren, Steven Lisberger. Genere: fantascienza.

Tra straordinari cyber-paesaggi e corse mozzafiato, arriva nei cinema il seguito della visionaria pellicola di fantascienza del 1982. Tron Legacy 3D segna, infatti, il ritorno sul grande schermo di una storia che ha lasciato tutti a bocca aperta 28 anni fa, quando i computer iniziavano ad affacciarsi nella vita quotidiana. LA TRAMA Clu, un programma creato da Kevin Flynn per contrastare l’originale Master Control Program, sta causando disordini nel sistema informatico della Encom, di cui Kevin era amministratore delegato 25 anni fa, ai tempi del primo Tron. Sam Flynn sta cercando di ritrovare suo padre Kevin e presto scopre che la scomparsa di Kevin è in qualche modo collegata al programma che sta sconvolgendo il sistema Encom. Per ritrovare il padre Sam dovrà letteralmente entrare nel sistema, per trovarsi proiettato in mondo di programmi feroci e giochi “gladiatori”, lo stesso mondo nel quale il padre ha vissuto per 25 anni. Tron Legacy è un'avventura ancora una volta - come già accaduto nel 1982 - diversa da qualsiasi altra cosa si abbia visto finora: un cyber-universo straordinario che nel frattempo è diventato più mortale e pericoloso. Jeff

SABATO 1

CANALE 5

ITALIA 1

RETE 4

DOMENICA 2

di Giovanni Biondi

Bridges torna a interpretare Kevin Flynn, ruolo già interpretato nel primo Tron. I costumi del film sono stati progettati per esaltare gli effet-

LUNEDI’ 3

ti speciali, creando degli aspetti visivi senza precedenti, grazie ad un’altissima tecnologia digitale. Naturalmente il film sarà in 3D

MARTEDI’ 4

MERCOLEDI’ 5

09.10 CRUMMY E LA RICETTA DI BABBO NATALE. Film 11.00 FORUM. Attualità 13.00 TG5 Telegiornale - METEO 5 13.40 BEAUTIFUL. Soap 14.05 GRANDE FRATELLO PILLOLE 14.15 COUGAR TOWN. Sitcom 14.45 UOMINI E DONNE/AMICI 17.00 POMERIGGIO CINQUE. Att 18.00 GRANDE FRATELLO. Reality 18.50 CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q 20.00 TG 5 - METEO 5 20.30 STRISCIA LA NOTIZIA. Varietà 21.10 AL DI LA DEL LAGO. Fiction 23.30 UN AMORE SOTTO L'ALBERO.F

09.10 CHE FINE HA FATTO IL CAVALLO DI WINKY. Film 11.00 FORUM. Attualità 13.00 TG5 Telegiornale - METEO 5 13.40 BEAUTIFUL. Soap 14.05 GRANDE FRATELLO PILLOLE 14.15 COUGAR TOWN. Sitcom 14.45 UOMINI E DONNE/AMICI 16.55 POMERIGGIO CINQUE. Att 18.00 GRANDE FRATELLO 18.50 CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q 20.00 TG 5 - METEO 5 20.30 STRISCIA LA NOTIZIA. Varietà 21.20 PAPERISSIMA. Varietà 23.00 KALISPÉRA! Varietà

08.40 11.00 13.00 13.40 14.05 14.15 15.15 18.05 18.50 20.00 20.30 21.10 00.10 00.35 02.25

TOM & THOMAS. Film FORUM. Attualità TG5 Telegiornale - METEO 5 BEAUTIFUL. Soap GRANDE FRATELLO PILLOLE COUGAR TOWN. Sitcom I PONTI DI MADISON COUNTRY.F GRANDE FRATELLO CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q TG 5 - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Varietà IL CODICE DA VINCI. Film TG5 Telegiornale LETTERS FROM A KILLER. F THE COMPANY. Film

09.10 11.00 13.00 13.40 14.05 14.15 14.45 17.00 18.00 18.05 18.50 20.00 20.30 21.10 23.30

IL PIÙ BEL REGALO DI NATALE. F FORUM. Attualità TG5 Telegiornale - METEO 5 BEAUTIFUL. Soap GRANDE FRATELLO PILLOLE COUGAR TOWN. Sitcom UOMINI E DONNE/AMICI THE STARTER WIFE.Telefilm TG5 - 5 MINUTI METEO 5 GRANDE FRATELLO CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q TG 5 - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Varietà AGATA & ULISSE. Film LA NEVE NEL CUORE. Film

08.50 10.35 12.25 14.00

ANASTASIA. Film IL PRINCIPE RANOCCHIO. F STUDIO APERTO/METEO/SPORT LA PRINCIPESSA E LA MAGIA DEL DRAGO. Film LISSY - PRINCIPESSA ALLA RISCOSSA. Film STUDIO APERTO - METEO PATTINAGGIO SU GHIACCIO TRASFORMAT. Game Show CHIEDIMI SE SONO FELICE. F ALDO, GIOVANNI E GIACOMO PUR-PURR-RID! Attualità ME AND YOU AND EVERYONE WE KNOW. Film

08.50 10.30 12.25 13.40 14.35 14.50 16.40 17.35 18.30 19.30 19.55 20.30 21.10 24.00 01.55

LA SPADA MAGICA. Film ED:UN CAMPIONE PER AMICO.F STUDIO APERTO/METEO/SPORT CARTONI MY NAME IS EARL. Sit-Com CAMERA CAFÈ/CARTONI IL MONDO DI PATTY. Soap UGLY BETTY. Telefilm STUDIO APERTO - SPORT I SIMPSON. Cartoni BIG BANG THEORY.Sit Com TRASFORMAT. Game Show FOCUS UNO. Documenti AMERICAN PIE 6. Film POKER1MANIA

STARSKY & HUTCH.Telefilm HUNTER. Telefilm CARABINIERI 3.Tf TG4 / WOLFF. Tel UN DETECTIVE IN CORSIA.Tel TG 4 FORUM. Att HAMBURG DISTRETTO 21. Tf SENTIERI. Soap SUPERFANTAGENIO. Film TG4 - METEO 4 TEMPESTA D’AMORE. Soap HOOK: CAPITANO UNCINO. F CONTROCAMPO. Sport ARLETTE. Film

06.25 07.55 08.50 10.15 11.30 12.55 13.50 15.35 16.05 18.55 19.35 20.30 21.10 23.20 01.25

CHARLIE'S ANGELS. Telefilm STARSKY & HUTCH.Telefilm HUNTER/CARABINIERI 7.Tf CARABINIERI 3. Telefilm TG4 / WOLFF. Tel UN DETECTIVE IN CORSIA.Tel FORUM. Attualità SENTIERI. Soap KING KONG. Film TG4 - METEO 4 TEMPESTA D’AMORE. Soap WALKER TEXAS RANGER. Tel QUARTO GRADA. Attualità LA VEDOVA NERA. Film TG4 NIGHT NEWS

07.55 08.00 08.50 09.45 12.45 13.00 14.00 16.00 18.50 20.00 20.40 21.30

TRAFFICO/METEO 5. Attualità TG5 MATTINA LE FRONTIERE DELLO SPIRITO IL SOGNO DI CRUMB. Film GRANDE FRATELLO. Reality TG5 telegiornale - METEO 5 LA SCUOLA. Film IL PRESIDENTE. Film CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q TG 5 telegiornale - METEO 5 STRISCIA LA DOMENICA.Var SMS: SOTTO MENTITE SPOGLIE.Film 23.30 STASERA A CASA DI ALICE.F 02.00 AMERICAN DREAMZ. Film

09.10 11.00 13.00 13.40 14.05 14.15 14.45 16.15 17.00 18.00 18.50 20.00 20.30 21.10 00.15

07.30 10.15 10.40 12.25 13.00 13.55 16.00 18.00 18.30 19.00 19.25 21.10 23.15

CARTONI KAMEN RIDER. Telefilm PICCOLE CANAGLIE.Film STUDIO APERTO/METEO TIL DEATH. Telefilm LA FAMIGLIA ADDAMS.Film LA FAMIGLIA ADDAMS 2.Film CARTONI STUDIO APERTO/METEO MR. BEEN. Telefilm MAMMA CHE NATALE DA CANI.F MAMMA HO PERSO L'AEREO.F BOB UN MAGGIORDOMO TUTTO FARE. Film 01.40 LOCK & STOCK. Film

07.45 CARTONI. Film 10.45 TOM & JERRY: ROTTA SU MARTE. Film 12.25 STUDIO APERTO - METEO 13.00 SIMBAD: LA LEGGENDA DEI SETTE MARI. Film 14.40 DRAGONHEART. Film 16.40 GEORGE AND THE DRAGON.F 18.30 STUDIO APERTO - METEO 19.00 MR. BEEN. Telefilm 19.30 NATIONAL SECURITY: SEI IN BUONE MANI. Film 21.25 WILD - OLTRENATURA. Film 00.30 SATURDAY NIGHT LIVE 01.50 OGNI VOLTA CHE TE NE VAI. F

08.50 L'INCANTESIMO DEL LAGO.F 10.30 UNA CANZONE PER LE CHETAH GIRL. Film 12.25 STUDIO APERTO/METEO/SPORT 13.40 CARTONI 14.35 MY NAME IS EARL. Sit-Com 14.50 CAMERA CAFÈ/CARTONI 16.40 IL MONDO DI PATTY. Soap 17.35 UGLY BETTY. Telefilm 18.30 STUDIO APERTO - SPORT 19.30 I SIMPSON. Cartoni 19.55 BIG BANG THEORY.Sit Com 20.30 TRASFORMAT. Game Show 21.10 LA MUMMIA:IL RITORNO.Film 23.45 KULL IL CONQUISTATORE. F

08.50 10.30 12.25 13.40 14.20 14.50 15.40 16.40 17.35 18.30 19.30 19.55 20.30 21.10 24.00

L'INCANTESIMO DEL LAGO 2.F CHETAH GIRL 2. Film STUDIO APERTO/METEO/SPORT CARTONI MY NAME IS EARL. Sit-Com CAMERA CAFE'. Sit-com CARTONI IL MONDO DI PATTY. Soap UGLY BETTY. Telefilm STUDIO APERTO - METEO I SIMPSON. Cartoni BIG BANG THEORY.Sit Com TRASFORMAT. Game Show MISTERO. Film FORGOTTEN. Telefilm

08.50 10.30 12.25 13.40 14.10 14.40 15.40 16.40 17.35 18.30 19.30 19.55 20.30 21.10 23.55

L'INCANTESIMO DEL LAGO 3.F CHETAH GIRL:ONE WORLD.F STUDIO APERTO/METEO/SPORT CARTONI MY NAME IS EARL. Sit-Com CAMERA CAFE'. Sit-com CARTONI IL MONDO DI PATTY. Soap UGLY BETTY. Telefilm STUDIO APERTO - METEO I SIMPSON. Cartoni BIG BANG THEORY.Sit Com TRASFORMAT. Game Show THE VAMPIERE DIARES.Telf THE INVISIBLE. Film

07.40 MARILYN & BOBBY: L'ULTIMO MISTERO. Film 09.25 ZUBIN METHA IN CONCERTO 10.10 IL MARE DEL NORD. Doc 11.00 RICETTA DI FAMIGLIA. Att 13.00 VITE STRAORDINARIE. Doc 15.15 PERRY MESON. Film 17.00 MONK. /PSYCH. Telefilm 18.55 TG 4 - METEO 4 19.35 TEMPESTA D’AMORE. Soap 20.30 WALKER TEXAS RANGER. Tel 21.10 58MINUTI PER MORIRE. Film 23.45 STORIE DI CONFINE.Documenti 00.30 U-429 SENZA VIA DI FUGA.F 02.15 FRA DIAVOLO. Film

08.35 09.25 10.00 11.00 11.30 12.00 13.30 13.55 15.45 16.15 18.55 19.00 21.05 23.25 02.00

06.55 07.55 08.50 10.15 11.30 12.55 13.50 15.10 16.15 16.45 18.55 19.35 20.30 21.10 23.25

07.55 08.50 11.30 12.00 12.55 14.00 15.10 16.15 16.50 18.55 19.35 20.30 21.10 23.25 01.40

STARSKY & HUTCH.Telefilm HUNTER/CARABINIERI 3.Tf TG4/METEO/TRAFFICO WOLFF. Tel UN DETECTIVE IN CORSIA.Tel IL TRIBUNALE DI FORUM HAMBURG DISTRETTO 21. Tf SENTIERI. Soap STELLA DI FUOCO. Film TG4 - METEO 4 TEMPESTA D’AMORE. Soap WALKER TEXAS RANGER. Tel COMMANDO. Film LA MOGLIE DELL'ASTRONAUTA.F ILONA ARRIVA CON LA PIOGGIA

07.55 08.50 11.30 12.00 12.55 14.00 15.10 16.15 16.35 19.35 20.40 21.10 23.35 02.00 03.00

STARSKY & HUTCH. Tel HUNTER/CARABINIERI 7.Tf TG4/METEO/TRAFFICO WOLFF. Tel UN DETECTIVE IN CORSIA.Tel IL TRIBUNALE DI FORUM HAMBURG DISTRETTO 21. Tf SENTIERI. Soap DONO D'AMORE. Film TEMPESTA D’AMORE. Soap WALKER TEXAS RANGER. Tel APOCALYPSE. Doc THE BLUES BROTHERS. Film TG 4 NIGHT NEWS MAK TT 100. Film

07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 08.00 ROTOCALCO 13.30 IL TELEGIORNALE 09.00 TOTÒ TRUFFA. Film 11.00 S. MESSA 13.30 TELEGIORNALE 17.30 I GIOCATTOLI DIMENTICATI. F 19.25 ALMANACCO/TELEGIORNALE 20.30 IL GIORNO DEL SIGNORE 21.00 THE PRINCE OF CENTRAL PARK. F Regia di John Leekley con Frank Nasso, Kathleen Turner, Danny Aiello, Harvey Keitel, and Cathy Moriarty 23.20 ROTOCALCO/REPLAY

07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 07.15 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 08.50 Affreschi della navata maggiore 09.30 JINGLE BELLS. Film 11.00 LA SANTA MESSA 13.30 TELEGIORNALE 14.30 CAROSELLO 17.00 ELDORADO. Film 19.30 TELEGIORNALE 20.05 ITINERARI TURISTICI 21.00 LA BANDA DEGLI ONESTI.Film dir. da C. Mastrocinque, con Totò 23.25 IL ROTOCALCO 00.15 REPLAY PRIMA SERATA

07.55 08.00 08.50 10.30 13.00 13.40 14.10 15.30 18.50 20.00 20.30 21.10 23.30 01.45 04.30

TRAFFICO / METEO 5 TG5 MATTINA FINALMENTE NATALE. Film PUÒ SUCCEDERE ANCHE A TE.F TG5 TELEGIORNALE/METEO 5 RIASSUNTO GRANDE FRATELLO AMICI. Film HAPPY NEW VERISSIMO. Att CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q TG 5 telegiornale - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Varietà GREASE - BRILLANTINA. Film MAI DIRE GRANDE FRATELLO THE MILLION DOLLAR HOTEL.F NATI IERI. Telefilm

STORIE DI CONFINE. Doc ALTO ADIGE. Documentario SANTA MESSA PIANETA MARE. Attualità TG 4 TELEGIORNALE MELAVERDE. Attualità PIANETA MARE. Attualità I MISTERI DI CASCINA VIANELLO IERI E OGGI IN TV. Varietà LO SPACCONE. Film TG4 - METEO 4 COLOMBO. Telefilm IL COMANDANTE FLORENT.Film PANIC ROOM. Film TICKETS. Film

CHRISTMAS STORY. Film FORUM. Attualità TG5 Telegiornale - METEO 5 BEAUTIFUL. Soap GRANDE FRATELLO PILLOLE COUGAR TOWN. Sitcom UOMINI E DONNE. Reality AMICI. Talent Show THE STARTER WIFE.Telefilm TG5 - 5 MINUTI METEO 5 CHI VUOL ESSERE MILIONARIO.Q TG 5 - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Varietà GRANDE FRATELLO. Reality MAI DIRE GRANDE FRATELLO

CHARLIE'S ANGELS.Telefilm STARSKY & HUTCH.Telefilm HUNTER.Telefilm CARABINIERI 3.Tel TG4 Telegiornale/WOLFF. Tel UN DETECTIVE IN CORSIA.Tel FORUM. Att HAMBURG DISTRETTO 21. Tf SENTIERI. Soap AGATHA CHRISTIE. Film TG4 - METEO 4 TEMPESTA D’AMORE. Soap WALKER TEXAS RANGER. Tel EVELYN. Film THE FAN. Film

07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 07.15 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 08.00 ROTOCALCO 13.30 IL TELEGIORNALE 18.30 I DIECI COMANDAMENTI. Car 19.25 L'ALMANACCO DEL GIORNO DOPO 19.30 TELEGIORNALE 14.30 CAROSELLO 21.00 JINGLE BELLS. Film 22.00 ELDORADO. Film 22.00 JINGLE BELLS Film 23.20 RASSEGNA STAMPA 00.15 REPLAY PRIMA SERATA

La trasmissione, denominata «La Rassegna Stampa di Giovanni Biondi», va in onda ogni settimana sulle emittenti Tele Sol Regina Po, Lodi Crema Tv e Lombardia Tv. Nel corso della trasmissione vengono trattate svariate tematiche. In particolare l’ultima puntata del 2010 sarà dedicata a questi temi: • Quote latte; • Problemi dell’agricoltura lombarda; Polemiche sulla tangenziale di Soresina. La trasmissione andrà in onda il venerdì alle ore 23.30, con replica sabato alle ore 13.20 e domenica alle ore 18.30.

06.10 RASSEGNA STAMPA. 07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 07.10 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 08.00 RASSEGNA STAMPA 13.30 IL TELEGIORNALE 14.00 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 18.30 I DIECI COMANDAMENTI. Cat 19.25 L'ALMANACCO DEL GIORNO DOPO 19.30 TELEGIORNALE 21.00 THE PRINCE OF CENTRAL PARK.F di John Leekley con F. Nasso, K. Turner, D. Aiello, H. Keitel, 23.20 RASSEGNA STAMPA/REPLAY

06.10 RASSEGNA STAMPA. 07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 07.15 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 08.00 RASSEGNA STAMPA 13.30 IL TELEGIORNALE 14.00 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 18.30 I DIECI COMANDAMENTI. Cat 19.25 L'ALMANACCO 19.30 IL TELEGIORNALE 21.00 VANOLI BRAGA CREMONA – BENETTON TREVISO. Basket 12^ giornata Telecronisti A. Rossi e D. Romani 23.20 RASSEGNA STAMPA/REPLAY

GIOVEDI’ 6

16.45 18.30 19.00 20.30 21.10 23.15 01.35 08.10 08.50 10.15 11.30 12.55 13.30 14.00 15.10 16.15 16.40 18.55 19.35 20.40 23.30 01.50

06.10 RASSEGNA STAMPA 07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 09.00 LITTLE MISS MILLION. Film 11.00 SANTA MESSA 13.30 IL TELEGIORNALE 14.30 JINGLE BELLS. Film 15.30 I GIOCATTOLI DIMENTICATI. F 19.25 L'ALMANACCO 19.30 TELEGIORNALE/IL CAROSELLO 20.10 IL METEO Meteorologico Svizzero 21.00 MESSA IN SI MINORE DI JOHANN SEBASTIAN BACH 23.20 RASSEGNA STAMPA 00.15 REPLAY PRIMA SERATA

VENERDI’ 7

06.10 RASSEGNA STAMPA 07.00 IL METEO/ L'ALMANACCO DI OGGI/L'OROSCOPO 07.15 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 08.00 RASSEGNA STAMPA 13.30 IL TELEGIORNALE 14.00 TI VOGLIO BENE DENVER. Car 18.30 I DIECI COMANDAMENTI. Cat 19.25 L'ALMANACCO 19.30 IL TELEGIORNALE 21.00 BANCA TERCAS TERAMO – VANOLI BRAGA CREMONA. Basket 13^ giornata A. Rossi e D. Romani 23.50 IL METEO/ L'ALMANACCO L'OROSCOPO/ REPLAY


38

Agricoltura

Venerdì 31 Dicembre 2010

Mercati: crescono cereali e formaggi Dai dati dei notiziari Ismea dell’ultimo mese, le tendenze dei prezzi per i principali prodotti agricoli

D

ai notiziari Ismea di fine anno è possibile trarre una sintesi della tendenza dei mercati nell’ultimo mese dei principali prodotti agricoli: latte, suini e cereali. Latte. Le rilevazioni della prima parte del mese di dicembre, relative al Grana Padano ed al Parmigiano, ricalcano fedelmente l’andamento degli ultimi mesi con aumenti sia su base congiunturale che tendenziale. Dal dettaglio delle principali piazze si evince che su tutti i centri di scambio si sono realizzati incrementi oscillanti tra i 5 ed i 10 centesimi al chilo a seconda del prodotto e della stagionatura. Nello specifico, per il Padano, sui mercati monitorati i listini sono cresciuti di 5 centesimi/Kg per tutte le stagionature. Mentre per il Parmigiano è salito di 5 centesimi/Kg sulla piazza di Modena; Reggio Emilia e Milano hanno aggiunto 10 centesimi/ Kg ai precedenti valori. Per gli altri formaggi da segnalare diffusi incrementi per diver-

si prodotti tra i quali il Provolone Val Padana, sia fresco che maturo, a Milano, il Gorgonzola a Novara, l’Italico e il Taleggio sul mercato di Brescia. Suini. A fine anno, il comparto dei suini da macello che ha registrato cali di qualche millesimo su tutte le piazze principali attestandosi alla quotazione di 1,218 euro al chilo indicata dalla rilevazione Cun, si dimostra ancora riflessivo. L’ultima settimana di rilevazione è stata contrassegnata da un andamento climatico difficile che

Fondi per lo sviluppo rurale, 1044 milioni agli agricoltori

Con un comunicato l’Agea rende noto che a fine 2010 ha raggiunto risultati senza precedenti nella sua storia in fatto di pagamenti. Nell'ambito dei fondi per lo sviluppo rurale, dall'inizio di giugno alla fine di dicembre 2010, l'organismo pagatore ha erogato ben 1.044 milioni di euro (di cui 568 di quota comunitaria Feasr) agli agricoltori delle regioni italiane. E’ stato così definitivamente conseguito l'obiettivo congiuntamente prefissato tra l’Organismo nazionale e le Regioni per evitare

il disimpegno degli importi stanziati dall’Unione europea nello sviluppo rurale. Si tratta di un risultato fortemente perseguito dal presidente di Agea Dario Fruscio, che a giugno condivise con le regioni una procedura per accelerare l’esame delle domande, nel pieno rispetto della normativa vigente, al fine di evitare il rischio di dover restituire soldi a Bruxelles, il che sarebbe stato catastrofico per l'agricoltura italiana, in un frangente congiunturale molto difficile.

ha complicato i trasporti e creato qualche difficoltà negli allevamenti a causa delle temperature molto basse. Le macellazioni sono state comunque a pieno ritmo anche in previsione di un rallentamento prossimo dovuto ad alcuni giorni di chiusura per le festività. Sul fronte dell’export i flussi si mantengono buoni favoriti dall’andamento euro/dollaro. Attività migliore invece per i suinetti da 30 kg: sono le taglie fino a questa pezzatura che recuperano qualche centesimo, mentre resta

invariata per tutte le altre pezzature dei suini da allevamento. Questa maggiore produzione di carne unita ad un esportazione che non è aumentata globalmente ha permesso di mantenere il consumo stabile per il prodotto fresco ed in aumento per i trasformati costringendo ad operare con prezzi più bassi che l’anno passato. Precisamente i mesi dei peggiori risultati al consumo (la primavera) sono stati quelli di maggiore esportazione. In sostanza meno suini, più carne, consumi stabili ma a prezzi più bassi, stanchezza delle esportazioni con tensioni sui prezzi. Cereali. Il mese di dicembre viene caratterizzato da un deciso incremento delle quotazioni del granoturco Ibrido Nazionale. Nel dettaglio ad indirizzare il trend ha contribuito da un lato un’offerta di prodotto contenuta, dall’altro una domanda maggiormente interessata all’acquisto (in vista anche delle chiusure previste in prossimità delle imminenti festività natalizie).

Prezzi agricoli: rincaro della borsa della spesa Raccogliendo le preoccupazioni dei consumatori sull’ipotetico rincaro di alcuni prodotti agricoli in seguito al maltempo, Confagricoltura ricorda che da sempre il clima è un fattore che incide sull’offerta di prodotti agricoli e, di conseguenza, può determinare variazioni dei prezzi, anche provocando rincari, ovviamente nei limiti della ragionevolezza, delle oscillazioni della domanda e con meccanismi che comunque niente hanno a che vedere con azioni di carattere speculativo. Più recentemente Confagricoltura ha anche puntato l’attenzione su un altro fattore, che potrebbe spingere in alto i prezzi delle materie prime: l’aumento della domanda mondiale di beni alimentari. Tutti fenomeni che dovrebbero far pun-

MERCATI - DAVENERDI’ 24 A GIOVEDI’ 30 DICEMBRE

tare l’attenzione sull’agricoltura e sull’importanza strategica di questo settore di cui troppo spesso ci si dimentica. In ogni caso, rimarca l’Organizzazione agricola, alcuni dati indicano che siamo per ora lontani da livelli di emergenza o di attenzione e consentono di rassicurare i consumatori. La dinamica dei prezzi degli alimentari, negli ultimi dodici mesi, è stata decisamente più contenuta di quella di tutti gli altri prodotti e servizi acquistati dagli italiani (+0,1% rispetto a +1,5%), con una sostanziale stasi negli 11 mesi del corrente anno. Per ortaggi e frutta i prezzi all’origine (indice Ismea dei prezzi alla produzione) nel 2010 sono calati rispettivamente nell’ordine del 3,6% e dell’1,5%.

PRODOTTO

Allagamenti, ma nessuno cura il canale navigabile

Le abbondanti e prolungate piogge verificatesi con insistenza nelle ultime settimane stanno arrecando danni e problemi alle campagne. Una situazione particolarmente critica si registra nell’area di Crotta d’Adda. Circa 350 pertiche di terreno quasi costantemente allagate (e la zona circostante messa fuori gioco dal livello troppo elevato della falda acquifera); coltivazioni impossibili o nella migliore delle ipotesi largamente compromesse, danni che dal 2008 superano i 220.000 euro l’anno. Le continue piogge di questi giorni gettano altra benzina sul fuoco dell’esasperazione che accomuna Umberto Donzelli, Giovanni Parmigiani e Roberto Soffiantini, agricoltori della zona di Crotta d’Adda con terreni ostaggio delle continue perdite del canale navigabile. Una storia che ha dell’incredibile e si trascina ormai da tre anni, interessando in modo particolare il tratto del canale compreso tra le chiuse di Crotta d’Adda e Tencara, spiega l’ex presidente della Provincia Giuseppe Torchio, che nella sua duplice veste di consigliere provinciale di opposizione e coordinatore del comitato di consultazione dell’autorità di bacino continua a seguire da vicino, e a diversi livelli istituzionali, la vicenda. Di fatto, le necessarie opere di manutenzione non partono (anche se ora

dovrebbero essere tornati nelle disponibilità della Regione i fondi originariamente previsti a questo scopo e poi tagliati dalla recente manovra - Tremonti). L’Aipo sembra disinteressarsi del problema, e lo stesso vale per l’assicurazione. Uno stato di cose surreale, e intollerabile. «Ci sono infinite sollecitazioni, ma qui nessuno si degna neppure di risponderci» dice Umberto Donzelli. «Come se non esistessimo, non avessimo diritti da far valere; e soprattutto - come se non ci fossero responsabilità e responsabili ben precisi, dunque nell’obbligo di intervenire». Potranno anche esserci complicazioni di natura burocratica od amministrativa; ma in ogni caso l’Aipo dovrebbe intervenire. E questo vale sia per la concreta messa in opera dei necessari interventi di manutenzione, sia per l’altrettanto dovuto ‘pressing’ nei confronti dell’assicurazione. In quell’area si è creata una comprensibile tensione. Gli agricoltori non possono vedere compromessa (e di fatto impedita) la loro attività perché altri non adempiono ai loro doveri. A noi non succede. Quando reticoli di scolo e canali di irrigazione sono affidati a chi vive della terra, la manutenzione è garantita; tra l’altro, a costo zero per la collettività. Quando invece tocca ad altri, costi e danni sono tutti a nostro carico.

UNITA’ DI MISURA

CREMONA

MILANO

MANTOVA

MODENA

UNITA’ DI MISURA

CREMONA

MILANO

MANTOVA

MODENA

vacche Frisone 1ª qualità peso vivo

kg.

1,85-2,10

MONTICHIARI 0,85-0,97

da macello 0,92-1,02

Pezzate n. da Macello 1° q. 1,05-1,170

FRUMENTO tenero buono mercantile

Tonn.

245,0 – 248,0

271,0-273,0

271,0-274,0

(fino) 267,0-271

vacche Frisone 2ª qualità peso vivo

1,55-1,70

MONTICHIARI 0,55-0,65

0,62-0,72

Pezzate n. da macello 2° q. 0,73-0,85

XX --

GRANOTURCO ibrido naz.14% um.

Tonn.

224 – 225

236,0-237,0

236,0-238,0

237,0-238

Manze scottone 24 mesi

kg.

1,90-2,40

1,00-1,70

XX --

SEMI di SOIA Nazionale

Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,20-1,32

Tonn.

1,00-1,30

MONTICHIARI 1,00-1,20

(da 46 a 55 kg) 1,30-1,60

Baliotti da vita 1° q. (kg 40-55) 1,30-1,60

kg.

3,00-4,00

MONTICHIARI 3,50-4,10

3,80-4,20

PRODOTTO

ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68

n.q.

410,0-412,0

395,0-400,0

Sorgo nazionale 230,0-233

Vitelli Baliotti p.vivo (50-60 kg ) frisona

kg.

Tonn.

229-232 238-243

n.q. 255,0-258,0

237-242 242-247

248,0-253,0 257,0-263,0

Vitelli Baliotti p.vivo (50-60 kg) pie blue belga

CRUSCA Alla rinfusa

Tonn.

182,0 – 184,0

176,0-177,0

185,0-188

176,0-177,0

BURRO pastorizzato

kg.

3,00-3,05

n.p.

2,60

FIENO Maggengo Agostano

Tonn.

120,0-140,0

103,0-117,0 105,0-115,0

Magg. 1° taglio in cascina 125,0 -130

Medica fienata 1° t. 120.0-135,0

kg.

(dolce) 4,90-5,10

n.p.

n.q.

PAGLIA press. (rotoballe)

Tonn.

115-120

Paglia di frumento press. 80.0-85,0

PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi

kg.

(piccante) 5,05-5,45

n.p.

n.q.

7,25-7,55

n.p.

7,55-7,80

PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 11,90-12,20

7,80-8,00

n.p.

8,05-8,30

PARMIGIANO REGGIANO 30 mesi e oltre 13,00-13,40

90,0-100,0

86,0-103,0

SUINI Lattonzoli locali

15 kg

3,20

3,220

3,190

3,230

SUINI Lattonzoli locali

25 kg

2,080

2,100

2,030

2,150

SUINI Lattonzoli locali

30 kg

1,840

1,860

1,770

1,890

SUINI Lattonzoli locali

40 kg

1,550

1,540

1,470

1,560

Suini da macello

156 kg

1,195

1,235

1,189

1,245

Suini da macello

176 kg

1,255

1,235

1,239

1,215

Suini da macello

Oltre 176 kg

1,225

1,210

1,149

1,185

GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

kg.

kg.

--

Zangolato di creme X burrificaz. 2,25 --

PARM. REGGIANO 12 mesi 10,70-10,90

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il primo e terzo mercoledì del mese. Questo dato, conseguentemente, va letto ed interpretato con la dovuta attenzione rispetto agli altri dati pubblicati. Non è escluso che in futuro venga ripristinato il mercato settimanale. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono in due giorni separati: il martedì per il comparto dei cereali e derivati, il lunedì per quello zootecnico che fa riferimento a Montichiari. Anche questo aspetto va tenuto in considerazione nel confronto dei dati suindicati. Il mercato di Mantova avviene in un solo giorno e cioè il giovedì. Modena il lunedì.


lo

SPORT

Venerdì 31 Dicembre 2010

39

Cremo, il brindisi è amaro

Paoloni, Coda, Vitofrancesco e forse Miramontes sarebbero in partenza. Serve gente che onori la maglia

C

di Matteo Volpi

Prima Divisione - Si chiude un anno decisamente poco positivo per i colori grigiorossi

osa chiedere al nuovo anno? Gente che a questa Cremo tenga davvero. Giocatori che sappiano onorare la maglia e dirigenti in grado di essere professionali e lavorare per obiettivi, non per interessi personali. Forse troppo. Però noi ci proviamo. Anche perchèé il 2010 non potrà senza dubbio essere ricordato come un anno positivo. Se ne vanno in archivio dodici mesi ricchi di sofferenze e delusioni: dalla serie B sfumata al fotofinish con una serie di ingiustizie beffarde, all’illusione di un nuovo corso che si è ben presto rivelato pieno di contraddizioni e assurdità, per chiudere con l’annuncio dell’imminente abbandono del timone da parte del cavalier Arvedi. Trovare aspetti positivi nell’anno che se ne va, in sintesi, risulta estremamente complicato. Ma forse ancora più complicato è pensare positivo per l'immediato futuro. Non si sa che Cremonese sarà, anche se il primo

Sopra e sotto la Cremonese in azione in questa stagione

obiettivo rimane almeno una salvezza tranquilla, da ottenere attraverso le risorse che già ci sono, ma soprattutto attraverso un diktat: via i “mercena-

(foto G. Galli)

ri” da via Persico. Tanto, alla peggio, ripartiremo per l’ennesima volta. Chi non ha voglia di sudare e aspetta solo il bonifico con la descrizione emolumenti... dovrebbe essere fatto accomodare all’uscita. Con gente di questo tipo, i risultati, specie in questi ultimi sei mesi parlano chiaro. Ma non tutto è ancora perduto. La storia del calcio, per lo meno, dice questo. E la grinta di mister Acori nelle ultime giornate sembra comunque un ottimo punto di partenza da cui ripartire. In campo gente legata a questi colori e con gli attributi come Tacchinardi, Giorgione Bianchi, Cremonesi, Alberto Bianchi... gli altri, se se la sentono, vengono dopo. Quanto al mercato, tra i tanti nomi dati tra i sicuri partenti, oltre ai vari Paoloni, Coda e Vitofrancesco, è spuntato un po’ a sorpresa anche quello di Matias Miramontes. Il fantasista argentino, complice il delicato

infortunio, non ha ancora dato il contributo auspicato alla causa grigiorossa, diventando così in pochi mesi da colpaccio estivo di mercato a triste flop. Almeno per ora. Sulle sue tracce sembrerebbero muoversi Triestina, Frosinone e Sassuolo. Come alternativa resta “di moda” il nome di Matteo Cavagna del Foligno, elemento senza dubbio meno quotato sulla carta, ma probabilmente più motivato a dare il suo contributo alla causa grigiorossa. Come attaccante di peso è spuntato nelle ultime ore il nome di Domenico Girardi, centravanti napoletano classe ’85 dal fisico possente che potrebbe tornare utile alla causa grigiorossa, specie in fase di possesso palla e nel classico gioco di sponda teso a far salire la squadra. Sulle orme del giocatore, ormai in parcheggio da tempo al Chievo dove non trova spazio, ci sarebbe però anche il Sorrento. Altro nome dato per possibile è quello di Belingheri, trequartista attualmente al Torino, ma che potrebbe avere offerte anche dalla serie B. Ma il nome “forte” potrebbe anche essere quello di Ricky Taddei, in partenza da Brescia, che nonostante le richieste dalla B (lo vogliono Sassuolo, Triestina ed Empoli). Per l’ambiente si tratterebbe di un ritorno importante e ben visto da tutti. Sempre in tema di mercato, ma dei nostri prossimi avversari, l’Alessandria (in campo lunedì 10 gennaio allo “Zini” nel posticipo televisivo) è ormai vicina all’accordo con il brasiliano Rafael Bondi, lo scorso anno a Perugia (e reduce dallo non troppo esaltante esperienza di Grosseto), nonché elemento di assoluto valore per la categoria che già da qualche giorno si sta allenando alla corte dei grigi di mister Sarri che lo conosce molto bene.

CLASSIFICA Gubbio 37 Sorrento 34 32 Spal (-1) Alessandria 31 Reggiana 27 Lumezzane (-1) 24 SudTirol 24 Ravenna 23 Spezia 23 Salernitana (-2) 23 Verona 21 Cremonese 21 Bassano 20 Como 20 Pavia 19 Pergocrema* 18 Monza* 14 Paganese 11

17ª Giornata Bari-Palermo Catania-Brescia Cesena-Cagliari Chievo-Juventus Fiorentina-Inter Lazio-Udinese Milan-Roma Napoli-Lecce Parma-Bologna Sampdoria-Genoa

17ª Giornata Alessandria-Spezia 3-1 Gubbio-Cremonese 1-0 Pavia-Lumezzane 1-4 Pergocrema-Monza rinv. Ravenna-Como 1-1 Reggiana-SudTirol 2-2 Salernitana-Sorrento 1-4 Spal-Bassano 1-0 Verona-Paganese 4-0 Prossimo Turno (9-1) Bassano-Ravenna Como-Verona Cremonese-Alessandria Lumezzane-Salernitana Monza-Spal Paganese-Pavia Sorrento-Pergocrema Spezia-Reggiana SudTirol-Gubbio

1-1 1-0 1-0 1-1

rinv.

3-2 0-1 1-0 0-0

rinv.

Prossimo Turno (6-1 h 15) Bologna-Fiorentina Brescia-Cesena Cagliari-Milan Genoa-Lazio Inter-Napoli (h 20.45) Juventus-Parma (h 12.30) Lecce-Bari Palermo-Sampdoria Roma-Catania Udinese-Chievo

CLASSIFICA Milan 36 Napoli 33 Lazio 33 Juventus 31 Roma 29 Palermo 27 Inter** 23 Sampdoria* 23 Udinese 23 Chievo 21 Genoa* 21 Catania 21 Cagliari 20 Bologna (-1) 20 Fiorentina 19 Parma 19 Brescia 15 Cesena* 15 Lecce 15 Bari 11

Calcio serie A - L’Inter risponde ai rossoneri a suon di ex

Le ripicche delle milanesi

DATA

ORA

SQUADRA 1

SQUADRA 2

1

X

2

1/1

13.45

WEST BROM

MAN UTD

6,50

4,25

1,47

1/1

16.00

LIVERPOOL

BOLTON

1,53

4,00

6,00

1/1

16.00

MAN CITY

BLACKPOOL

1,25

5,50

12

1/1

16.00

STOKE

EVERTON

2,45

3,25

2,80

1/1

16.00

SUNDERLAND

BACKBURN

1,90

3,40

4,00

1/1

16.00

TOTTENHAM

FULHAM

1,40

4,50

7,50

1/1

16.00

WEST HAM

WOLVES

1,90

3,40

4,00

1/1

18.30

BIRMINGHAM

ARSENAL

5,75

3,85

1,57

2/1

14.30

CHELSEA

ASTON VILLA

1,22

5,75

14

2/1

17.00

WIGAN

NEWCASTLE

2,40

3,30

2,80

DATA

ORA

SQUADRA 1

SQUADRA 2

6/1

12.30

JUVENTUS

PARMA

1

X

2

1,40

4,25

8,00

6/1

15.00

BOLOGNA

FIORENTINA

2,65

3,15

2,65

6/1

15.00

BRESCIA

CESENA

1,95

3,20

4,00

6/1

15.00

CAGLIARI

MILAN

4,25

3,30

1,85

6/1

15.00

GENOA

LAZIO

2,45

3,20

2,85

6/1

15.00

LECCE

BARI

2,20

3,10

3,40

6/1

15.00

PALERMO

SAMPDORIA

1,90

3,30

4,00

6/1

15.00

ROMA

CATANIA

1,37

4,25

9,00

6/1

15.00

UDINESE

CHIEVO

1,80

3,35

4,50

6/1

20.45

INTER

NAPOLI

1,75

3,60

4,50

Una pausa necessaria per riordinare le idee. Ma le vacanze sono corte (si torna a giocare il 6 gennaio) e le società sono più che mai in fermento per l’imminente apertura del mercato di riparazione. E non sono poche le squadre che devono riparare... Ma l’attenzione è focalizzata sulla sfida a colpi di ex inscenata da Milan e Inter. Non era proprio vero che Moratti avesse snobbato l’ingaggio di Ibrahimovic da parte del Milan. Questo tradimento sportivo non lo ha digerito e una volta liberatosi di Benitez (mai troppo amato), ha subito reso “pan per focaccia” a Galliani, ingaggiando Leonardo, rossonero in campo e soprattutto in panchina solo qualche mese fa. Ma non è finita. Per completare l’opera, Moratti vorrebbe portare alla Pinetina addirittura Kakà, il più rosso-

nero dei campioni in circolazione. Bisogna vedere se queste manovre di mercato sono anche dettate da una logica calcistica. Al proposito nutriamo qualche dubbio, ma sarà il campo a rivelarci tutta la verità. Dal canto suo il Milan sfida la sorte con l’ingaggio di Cassano, mentre sta cercando in tutti i modi di liberarsi di Ronaldinho, ritenuto solo tre mesi fa il pezzo pregiato della rosa. Follie del calcio italiano. Milanesi a parte, sotto i riflettori c’è la Juventus, forse la più serie pretendente allo scudetto insieme al Milan. Ai bianconeri serve un attaccante da area di rigore per fare il salto di qualità. Il sogno è Pazzini, ma potrebbe essere più facile arrivare a Gilardino tramite uno scambio con Amauri. Basterà? F.V.


40

Sport

Venerdì 31 Dicembre 2010

Vanoli Braga, basta con gli sprechi

Il ko di Bologna è difficile da digerire, ma il team di Mahoric proverà a battere domenica la Benetton Treviso

D

Serie A - Dopo tre sconfitte consecutive è il momento di tornare a muovere la classifica

di Giovanni Zagni

opo le sconfitte con Pesaro e ad Avellino ci si attendeva una reazione da parte della Vanoli Braga. Ebbene, reazione c’è stata, più emotiva che tecnica, ma purtroppo il responso è stato ancora negativo (116100) dopo tre supplementari, con Milic e compagni che negli ultimi 5’ non hanno messo a referto nemmeno un punto. Ma dopo i tempi regolamentari ed in entrambi i casi dei due supplementari, la Vanoli Braga non ha saputo chiudere il conto pur avendo accumulato consistenti divari, mentre la Virtus è sempre stata ad inseguire. L’ultimo periodo non fa testo in quanto i cremonesi, decimati dalle uscite per falli, hanno perso, anche mentalmente il filo tecnico ed hanno subito la straripante potenza fisica dei felsinei. Senza nulla togliere ai meriti dei padroni di casa, ci par giusto rilevare come l’arbitraggio sia stato condizionante ma non al punto di stravolgere l’esito del match, poiché sono stati i biancazzurri a gettare al vento un’occasione forse irripetibile. Poca lucidità nei possessi decisivi, ma anche qualche acuto che certifica come sostanzialmente la squadra possa essere competitiva in tutte le situazioni. A nostro avviso questa sconfitta non deve lasciare eccessivi rimpianti, poiché se si voleva vedere una Vanoli Braga diversa da quella che s’è vista ad Avellino e nell’ultimo quarto con Pesaro, ebbene a Casalecchio di Reno i cremonesi hanno fatto emergere volontà, impegno ed anche soluzioni offensive del tutto adeguate all’importanza dell’evento. Da sportivi diciamo bravi ai bolognesi e ci complimentiamo con gli uomini di Secondo Triboldi per la reazione mostrata. Incalza il campionato e perciò voltiamo pagina, poiché domenica alle 18.15 al PalaRadi arriva la Benetton Treviso che pur con qualche giocatore non al meglio, resta sempre una compagine che si fa valere anche in campo europeo e ben si colloca nel campionato nazionale, lanciando tra l’altro qualche

11ª Giornata Avellino-Caserta 79-68 Biella-Cantù 00-00 Bologna-Cremona 116-100 Milano-Varese 84-80 Pesaro-Montegranaro 73-78 Roma-Sassari 92-80 Teramo-Brindisi 65-57 Treviso-Siena 77-79 Prossimo Turno (2-1 h 18.15) Brindisi-Pesaro (h 16) Cantù-Milano (h 20) Caserta-Roma (h 12) Cremona-Treviso Montegranaro-Teramo Sassari-Avellino Siena-Bologna (h 18) Varese-Biella (h 14)

CLASSIFICA Siena Milano Cantù Varese Bologna Pesaro Cremona Biella Avellino Roma Montegranaro Treviso Sassari Caserta Teramo Brindisi

20 18 16 12 12 12 10 10 10 10 10 10 8 8 6 4 Il croato Jasmin Perkovic della Vanoli Braga in azione contro Varese

giovane di sicuro interesse. I veneti sono anch’essi aspiranti ad un posto nelle finali di Coppa Italia, oltre che “abbonati” alle finali playoff, per cui non verranno certo a Cremona in gita post-natalizia, ma con intenti bellicosissimi. L’occasione è ghiotta per una conferma, da parte della Vanoli Braga della buona prestazione di Bologna ed anche per cercare di rimettere in moto la classifica, il che non guasterebbe affatto. Ci sarà come sempre bisogno del sostegno del grande pubblico del PalaRadi, chiamato a star vicino alla squadra, con ancora maggiore intensità, ora che tra le rose emergono anche le spine e ci si è già... punti abbastanza. IL PRECEDENTE La sfida casalinga dello scorso anno, giocata il 15 novembre 2009, riporta alla

memoria piacevoli ricordi ed è ben augurante in vista do domenica. Al PalaRadi la Vanoli di coaach Cioppi travolse una Benetton in evidente difficoltà. Rispetto ad allora il Gruppo Triboldi appare più competitivo e quindi è logico sperare in una nuova affermazione. ecco il tabellino del match. VANOLI CREMONA-BENETTON TREVISO 95-73 (31-16, 51-33; 71-58) VANOLI CREMONA: Rowland 24, Brown 7), Bona 2, Conti, Valenti 3, Formenti, Bell 11, Cusin 9, Aguiar 7, Piazza 2, Sklavos 10, Forbes 20. All.: Cioppi. BENETTON TREVISO: Kus 13, Hukic 6, Martin 10, Sandri, Hackett 2, Nicevic 7, Neal 20, Gentile, Wallace 4, Motiejunas 11. De Paoli, Zanatta ne. All.: Vitucci. ARBITRI: Paternicò, Giansanti e Sardella.

Iniziativa de il Piccolo

Domenica in regalo al PalaRadi il poster di Je’Kel Foster

La Baldesio ha pagaiato nell’oro Canoa - Stagione molto positiva per i giovani allenati da Merli e Genzini. Sugli scudi il K4 femminile

Ha ormai chiuso i battenti la stagione agonistica della canoa, ma le pagaie della Baldesio non rimangono appese al chiodo in attesa della bella stagione e della riapertura delle gare. Si può dire, anzi, che il periodo delle ferie e soprattutto delle feste e delle premiazioni volga ormai al termine e che con i primi giorni di gennaio gli allenamenti torneranno a farsi duri e pesanti. Anche nei giorni scorsi, comunque, approfittando di qualche ora di pallido sole e della nebbia che si alzava, qualche canoa s’è vista sulle acque del Po. E’ stata un’annata di quelle che meritano il bollino d’oro per i pagaiatori cremonesi, soprattutto per quelli della Baldesio, per i giovani che, guidati da Danio Merli e Susanna Genzini, hanno toccato traguardi davvero importanti sia al maschile quanto al femminile. A far la parte del leone l’equipaggio femminile del K4 che si è mantenuto ad

Da sinistra: Beltrami, Sacchi, Vera Cadenazzi, Chiara Bozzetti, Mondoni, Vera e Viola Pagliari

altissimi livelli dall’inizio alla fine della stagione, vincendo in primavera il titolo italiano assoluto di fondo sulla distanza dei 5000 metri e classificandosi in settembre al secondo posto nei 1000, al terzo nei 500. Sul K4 della Badesio hanno pagaiato Viola e Giulia Pagliari, Vera Cadenazzi e Chiara

Bozzetti, un equipaggio ormai collaudato che ha acquisito grande esperienza anche a livello internazionale, soprattutto con le sorelle Pagliari. Non da meno il settore maschile, con un buon numero di ragazzi che si stanno affacciando alla ribalta e che sicuramente saranno protagonisti indi-

Ciclismo - Cambio in vista al vertice del Ccc. Il Porto si corre il 1° maggio

scussi delle gare della prossima stagione. A guidare il settore, con i loro ottimi risultati conseguiti nel 2010, ci saranno Mihai e Marius Ruginescu, soprattutto il secondo, ormai entrato a far parte della pattuglia azzurra. Dopo un breve collegiale con la squadra nazionale Juniores, volto soprattutto a migliorare le potenzialità sulla distanza dei 200 metri, Marius si sta allenando intensamente in palestra e in sala voga sotto la guida di Danio Merli, non disdegnando qualche puntata in acqua quando il freddo pungente di questi giorni lo permette. Alle prime gare di fondo, che lo scorso anno lo hanno visto protagonista di grande rilievo, sarà sicuramente uno dei più attesi. L’anno prossimo dovrebbe essere decisivo per la consacrazione tra i migliori pagaiatori azzurri. Cesare Castellani

I poster dei giocatori della Vanoli Braga in regalo al PalaRadi. Prosegue l’iniziativa realizzata da il Piccolo e riservata ai tanti tifosi biancazzurri che assiepano il palasport di Cremona per assistere alle sfide interne della squadra di coach Mahoric. Il prossimo appuntamento è per domenica 3 gennaio al PalaRadi con il poster della guardia americana Je’Kel Foster, che verrà distribuito in 2500 copie un’ora prima del match contro la Benetton Treviso, sul quale gli appassionati potranno farsi fare l’autografo del giocatore.

Tennis - La quindicenne Casali del San Zeno ha fatto grandi progressi

Fulvio Feraboli lascerà la carica Alice, una promessa della racchetta

Dovrebbe tenersi a giorni il consiglio direttivo del Club Ciclistico Cremonese 1891, cui spetterà il compito di risolvere e delineare il futuro dell’antico sodalizio cremonese. Alcune indiscrezioni danno il presidente attuale, Fulvio Feraboli dimissionario: non avrebbe dato la propria disponibilità a proseguire nella carica di presidente che ha coperto per quasi un ventennio, portando la società biancorossa ai fasti delle ultime annate, disputate dalla squadra dei dilettanti Elite ed Under 23. La notizia non ha comunque colto di sorpresa il mondo del ciclismo cremonese, in quanto da qualche settimana era nell’aria, ma non si conoscono ancora i nomi di coloro che dovrebbero far parte del nuovo consiglio direttivo. Il più probabile sostituto di Fulvio Feraboli dovrebbe essere l’attuale vice presidente, Luigi

Malaggi. E’ inoltre probabile che alla ristrutturazione dell’intero settore tecnico, attualmente in crisi e in carca di rilancio, venga chiamato il tecnico Massimo Rabaglio, fino al termine di questa stagione operante presso il gruppo bresciano Feralpi. L’attività nel 2011 dovrebbe limitarsi alle categorie giovanili, mentre quella organizzativa continuerà secondo lo schema degli anni passati con l’allestimento soprattutto del Circuito del Porto e della Coppa Dondeo che sono il fiore all’occhiello della società . Per quanto concerne il Circuito del Porto, autentica kermesse del ciclismo giovanile di primavera, l’Unione Ciclistica Internazionale ha confermato la data del 1° maggio, in concomitanza con la corsa di Stagno Lombardo. C.C.

Tempo di bilanci a fine anno per tutti gli sport. Al Centro Sportivo San Zeno c’è grande soddisfazione per i risultati ottenuti nel corso della stagione da Alice Casali (nella foto), sicuramente la migliore tra i tennisti del circolo. Alice ha fatto un balzo di ben due categorie passando da 3.4 a 3.2. Dotata di solidi fondamentali da fondo campo, grandi attitudini all’agonismo, supportate da caratteristiche fisiche di ottimo livello, Alice si è cimentata per il primo anno nei tornei riservati alla terza categoria con qualche partecipazione a gare Open. Superate le norma-

li difficoltà d’inizio stagione, ha inanellato una serie di buoni risultati che le hanno permesso di salire nella graduatoria nazionale. Ha vinto il torneo di Brentonico, si è classificata seconda a Moena e Pavia, terza a Ghedi, al torneo della Flora di Cremona, a Piacenza, Salsomaggiore e Chiavari. Con i suoi 15 anni Alice sta quindi diventando un punto di riferimento per il gruppo di giovani tennisti del Centro Sportivo San Zeno, guidati dallo staff tecnico diretto dal maestro Claudio Brizio. C.C.


Sport

Venerdì 31 Dicembre 2010

Caratterizzato dal trionfale ritorno in Eccellenza, il 2010 per l’Ac Crema 1908, è stato indubbiamente un anno da favola. Tanti i volti positivi della magica annata nerobianca ma, in modo particolare, a meritare un plauso particolare sono soprattutto i seguenti personaggi: Francesco Barbaglio è il generoso finanzia-

Eccellenza, per il Crema 1908 un anno da incorniciare

tore del progetto cremino, colui il quale in pochi anni, mettendosi in gioco e soprattutto investendo, a fondo perduto, parecchi euro, ha permesso al blasone del Crema di tornare in auge. Marco Lucchi Tuelli: in poco più di due

anni, il giovane e capace allenatore emergente, prima ha salvato la squadra da una retrocessione in Prima Categoria; poi complice una stagione da incorniciare in Eccellenza, senza tremare ha riportato in Eccellenza, dopo

parecchi anni, i suoi ragazzi. Sa il fatto suo Lucchi Tuelli, tecnico offensivo (sicuramente bravo) che, nonostante tutto, guarda sempre avanti convinto delle proprie idee. Aronne Verdelli: il direttore sportivo cremino, in un

modo sclerato dove tutti parlano e fanno i furbi, in silenzio alla luce del sole, lavora con profitto e umiltà. Complimenti. E benvenuto al 2011 che, incrociando le dita, al Crema potrebbe portare la salvezza e importanti collabo-

41

razioni con il Pergocrema. CLASSIFICA (16ª giornata) Mapello 37; Verano, Villa D’Almè 30; Mariano 26; Sondrio 25; Seveso, Trevigliese, Ciserano 24; Osio Sotto, Caravaggio 23; Crema 1908 21; Vimercatese, Curno 19; Giana Erminio 18; Merate 14; Real Milano, Lazzate 11; Nibionnoxenia 7.

A Bucci una sufficienza di stima

In attesa del mercato invernale e della ripresa del campionato diamo i voti alla dirigenza gialloblu

S

Prima Divisione - Il presidemte ha garantito al Pergo la categoria, ma ora deve fare qualcosa in più per migliorare la rosa

di Stefano Mauri

ettimana scorsa abbiamo dato i voti ai calciatori e ai tecnici del Pergocrema edizione 2010-2011. Questa settimana le pagelle toccano ai dirigenti. Stefano Bergamelli: all’ex presidente, nonché socio di minoranza del nuovo presidente Manolo Bucci va un bel 4 per le modalità “carbonare”, improvvise, decisamente fuori tempo massimo con le quali ha scelto di uscire di scena, passando il testimone (“imbeccato” dall’ex team manager Finetti?), praticamente a luglio inoltrato, al suo successore laziale. Manolo Bucci: grazie al suo avvento in terra cremasca, anziché al derby con l’Ac Crema 1908 (società amica), i tifosi gialloblù anche quest’anno hanno assistito al big-match con la Cremonese. L’azionista di maggioranza (e riferimento) “canarino” merita quindi la sufficienza piena ma, superato lo scotto iniziale, adesso deve necessariamente formare e consolidare la società. Vivendo e lavorando lontano da Crema e soprattutto non essendo esperto in materia calcistica, il dottor Manolo Bucci è dinanzi ad un’impresa tosta, laboriosa, ma ha comunque le carte in regola per portare a termine un lavoro proficuo. Il 2010, in tal senso, è finito in modo incoraggiante. Condivisibile la decisione di adottare una sana campagna tesa a ridurre i costi. Attraverso la linea verde inoltre, nella sede sociale di viale De Gasperi, periodicamente dalla Lega fiorentina

Tullio Marcheselli, pioniere delle bocce

Il presidente Bucci (secondo da sinistra) al Voltini (per gentil concessione dell’Us Pergocrema)

arrivano ed arriveranno preziosi e fondamentali contributi federali. Per quanto riguarda la riqualificazione del settore giovanile, Bucci nella nuova annata deve inserire la quinta marcia e rilanciare la svolta. Particolare non indifferente: la cessione del portierone Russo al Portogruaro va supportata adeguatamente; discorso analogo per eventuali altre defezioni (Galli ha le valigie

pronte) che potrebbero concretizzarsi nelle prossime ore. La rosa agonistica 2010–2011 va rinforzata se l’obiettivo è quello di restare in Prima Divisione. Claudio Falconi: all’ultimo superstite della magica gestione bergamasca va un dieci con lode. L’ex pierre (a proposito, Barbara Locatelli merita un 7, ndr) è stato il pilastro della compagine cittadina, rivestendo

svariate mansioni, da settembre a… ieri. Marino Bussi: il “Ramaccioni” cremasco, più volte nei mesi scorsi ha minacciato di rassegnare le dimissioni, ma la decisione è sempre rientrata. Per l’abnegazione alla causa è da 7. Voto analogo allo storico magazziniere Paolo Tolasi, leader della tifoseria della Curva Nichetti. Pier Manzi e Gianpaolo Sperolini: al fantastico, ahimé dimissionario, duetto cremasco va un otto. Manzi (al suo 8 aggiungiamo un +) in particolare, ex segretario generale e calciofilo preparato, sulle rive del fiume Serio ha lavorato bene per tanto tempo. Tuttora, quando i ragazzi di Maurizi giocano al Voltini, segue le loro gesta agonistiche dal vivo, vicino all’elegante Aldo Jacopetti (l’ex general manager di Spezia e Fanfulla, all’organigramma gialloblù farebbe comodo, ndr) . Beppe Gerìa: aspettando il mercato… 6 al direttore sportivo ombra-segretario. Maurizio Borghetti: 7 all’assessore allo sport, interlocutore privilegiato e consulente prezioso di Bucci. E chissà, che il bel voto spinga il propositivo Borghetti a promuovere lavori straordinari per la manutenzione del rettangolo verde dello stadio Voltini e ad avviare project financing per dotare la città di nuove e moderne strutture calcistiche. Questo è quanto, aspettando le mosse “canarine” al calciomercato invernale che si apre lunedì: nell’attesa, buon anno a tutti. • RECUPERO Pergocrema-Monza si gioca mercoledì 5 gennaio al Voltini alle ore 14.30.

bocce - Nella categoria A successo di Cesana Lanzi e Fasoli della Mcl Arpinia

Provinciali cremaschi con tante sorprese N di Massimo Malfatto

Se per molte famiglie questi sono giorni di festa, di gioia e serenità per Manuela, Monica e Michela Marcheselli sono stati giorni di angoscia, disperazione e tristezza: il giorno di Natale si è spento il papà Tullio. Personaggio sincero e ricco di valori, Marcheselli aveva da poco compiuto 74 anni ed era molto conosciuto nel mondo sportivo: nel calcio (dove aveva anche militato nella Berretti della Cremonese), ma soprattutto nel mondo delle bocce. Entra nella famiglia della F.I.B. nel 1980, dapprima come bocciofilo (discreto) e successivamente da dirigente societario dove assunse la qualifica di responsabile Gruppo Arbitri provinciali, incarico che ha rivestito per oltre vent’anni. Nel 2002 entra nella corte di Bruno Casarini come consigliere federale e nel 2005 diventa, per un quadriennio, dirigente effettivo responsabile arbitrale FIB Lombardia. Nel 2009 era stato eletto in regione quale supplente degli Atleti e dal 2008 era Arbitro Regionale Benemerito. Ai familiari le più sentite condoglianze. MM

on sono mancate le sorprese nella prima fase dei campionati provinciali cremaschi le cui finali si sono svolte sulle accoglienti corsie del bocciodromo di Villanuova. Nella specialità terna (categoria A) sofferto, ma meritato successo di Walter Cesana, Italo Lanzi e Mario Fasoli. I portacolori della “MCL Arpinia” s’imponevano in finale su Franco Lupi Timini, Domenico Rossoni e Guido Patrini con il punteggio finale di 12-9. Anche nella categoria B era in programma la specialità terna che ha visto la vittoria di Luigi Mussi,

La terna dell'Mcl Arpinia campione provinciale di categoria A

Giuseppe e Teresio Sangiovanni. Gli “scannabuesi” avevano la meglio in finale su Luigi Ritorti,

Antonio Lorenzetti e Massimiliano Sacchi per 12-6. Nella categoria C si assegnava

il titolo nella specialità individuale dove ha trionfato Marco Tomella. Il portacolori della “San Lorenzo” eliminava nei quarti il sergnanese Patrizio Bignami (12-3), in semifinale Walter Baselli (12-7) ed in finale aveva la meglio sull’offanenghese Mario Magnini per 12-9. Quarto posto per Roberto Barbati. Infine Giuseppe Duranti si è laureato campione provinciale nella categoria D. Il casiratese superava nettamente in semifinale il cremosanese Marco Vailati per 12-2 ed in finale s’imponeva, a fatica, sull’offanenghese Paolo Riboli per 12-9. Precisa la direzione di gara di Franco Stabilini, coadiuvato dagli arbitri di finale Barbieri e Casazza.

Finali provinciali cremonesi lungo le corsie del Comunale

In concomitanza con il comitato tecnico di Crema anche a Cremona si è svolta la prima fase del campionato provinciale (specialità coppia) le cui finali hanno avuto il loro epilogo sulle corsie del bocciodromo comunale, alla presenza di pochi intimi. Nella categoria A successo di Antonio Minerva ed Edo Massarini al termine di una terzina finale avara di emozioni. I portacolori della canottieri Flora s’imponevano su Ciappei-Ventura (126) e successivamente infliggevano un “cappotto” ai compagni di società Zinetti-Scandelli. Nella categoria B una bella performance ed una vittoria meritata di Franco Cesena e Carlo

Ricini. I cicognolesi eliminavano in semifinale i soresinesi Nicolini-Raccagni (12-4) ed in finale avevano la meglio su Gaetti-Boselli per 12-7. Quarto posto per i “ferrovieri” Silvano Galelli e Santino Scaglia. La categoria C ha decretato campioni provinciali Maurizio Seghizzi ed Erminio Ferrari. I bissolatini superavano Pedrini-Bonezzi (12-4) ed in finale riuscivano ad avere la meglio su Luigi Benna e Moreno Rota per 12-10. Si chiude in bellezza il 2010 per la bocciofila “Le Querce” grazie a Carlo Spadafora e Angelo Rotta che hanno conquistato il titolo nella cate-

Carlo Spadafora e Angelo Rotta de "Le Querce"

goria D imponendosi in finale su Busseti-Ferrari per 12-11. Ha diretto la gara Gabriele Ceriati assistito da Barozzi, Bongiorni, Capelli e De Stefani. M.M.


42

Sport

Venerdì 31 Dicembre 2010

Basket C Dilettanti - Il capitano Ciocca: «Stiamo andando bene ma possiamo fare anche meglio»

L’Erogasmet Crema non si accontenta

L’Erogasmet Crema al termine di un match

In attesa dell ripresa del campionato (il 6 gennaio alle 18 alla Cremonesi contro il Lecco), l’Erogasmet Crema si gode il meritato riposo. Tracciamo un primo bilancio della stagione, al momento sicuramente positiva, con il capitano Pierluigi Ciocca. «Ci stiamo ancora conoscendo. La nostra posizione di classifica - afferma Ciocca - al momento non è male, certo potevamo anche fare di più e abbiamo avuto qualche alto e basso di troppo, ma il gruppo si sta cementando nel migliore dei modi. Considerando che quest’estate con l’arrivo di Degli Agosti e

Denti è praticamente cambiato l’asse portante della squadra e che anche l’allenatore è nuovo, direi che ci stiamo muovendo piuttosto bene. Ci sono state partite, durante le quali l’attacco ha reso benissimo, ma non siamo stati bravi in difesa, altre invece dove si difendeva alla morte rispettando tutte le consegne, ma siamo stati imprecisi nel buttarla dentro. Quando riusciremo a trovare la quadratura del cerchio, allora diventeremo davvero forti. Se facciamo tutto come dobbiamo ce la possiamo giocare davvero con chiunque, salvo probabilmente

Si chiude un anno da favola I tre punti conquistati contro Verona hanno reso rassicurante la classifica Serie A2 - Il 2010 per l’Icos è stato indimenticabile ed è finito con un successo prezioso

RISULTATI 11ª giornata Chiari-Giaveno 3-0 Forlì-Loreto 1-3 Icos Crema-Verona 3-1 Parma-Busnago 3-1 Pomezia-Santa Croce 3-0 Pontecagnano-Soverato 3-1 San Vito-Matera 3-0 CLASSIFICA Parma 33 Chieri 24 Loreto 23 Pontecagnano 21 Pomezia 20 Busnago 16 Icos Crema Volley 16 Giaveno 14 Matera 14 Santa Croce 14 Verona 12 Soverato 10 Van Vito 10 Forlì 4 PROSSIMO TURNO (9-1) Busnago-Pomezia, Forlì-Pontecagnano, Giaveno-Icos Crema, Loreto-Chieri, MateraParma, Santa Croce-Soverato, Verona-San Vito.

T

re punti per chiudere un anno sicuramente indimenticabile. Una splendida serata ha regalato alle cremasche dell’Icos una bella vittoria nell’ultimo appuntamento del 2010 del campionato di A2. Durante la settimana è stata dura allenarsi per le ragazze di Barbieri, dati i riposi precauzionali di Cagninelli e Fratoni e l’assenza di Togut, ma in campo la squadra non ha accusato le piccole difficoltà che ha affrontato nei giorni precedenti il match. L’ottimo lavoro dello staff medico ha permesso a tutte di essere in campo e lo spirito di gruppo ha permesso alle violarosa di intascare 3 punti importanti, contro una formazione (il Verona) che aveva un solo punto in meno delle cremasche. Con questa affermazione l’Icos ha reso la classifica più rassicurante e soprattutto interrotto una striscia di risultati poco esaltante. Ma sono cose che possono capitare a una matricola, capace comunque di non sbagliare nei momenti più delicati del campionato.

Le violarosa in azione contro Verona

Ora il calendario regala una domenica di pausa, utile per ricaricare le batterie e permettere di recuperare al meglio le giocatrici acciaccate. Si torna in campo il 9 gennaio e in programma c’è la trasferta di Giaveno.

Impegno ostico ma non impossibile per una Icos in palla. In palio ci saranno tre punti importanti per scalare posizioni in classifica e sicuramente le ragazze di Barbieri si faranno trovare pronte all’appuntamento.

con Cremona che ha un roster davvero fortissimo per la categoria». Lunedì 10 gennaio alle ore 23 e martedì 11 alle 15.30 verrà trasmessa su Crema TV la partita Erogasmet-Lecco.

L’ANTICIPO 15ª giornata: Reggio Emilia-Cantù 87-88.

CLASSIFICA (14ª giornata) Diemme Trade Cremona 24; Desio, Costa Volpino, Brescia, Cantù 18; Pisogne, Erogasmet Crema 16; Reggio Emilia, Lissone 14; Bergamo, Lecco 12; Rho, Mg. K Vis Piadena, San Bonifacio 6; Correggio.

Serie A2 - Bilancio di fine 2010

Basket Team Crema Un’annata positiva per tutte le categorie

A Natale è stato tempo di bilanci anche per il Basket Team Crema. Il presidente Spinelli ha espresso la soddisfazione alla luce dei risultati conseguiti nel corso dell’anno solare, nella speranza che si ripetano nel 2011. Dalle sue parole traspariva orgoglio e soddisfazione, come conseguenza dei risultati ottenuti al termine della stagione scorsa e per quello che si sta facendo in quella nuova. «Ma guardando all’anno solare non si può che evidenziare quanto si è ottenuto. Partendo dalla base, con i lusinghieri risultati ottenuti dalle formazioni giovanili, soprattutto per quanto riguarda la crescita di tutto il movimento. Non sempre si arriva tra le prime, ma il solo fatto che il Basket Team Crema sia sempre presente (quest’anno in tutte le categorie) è la migliore dimostrazione di come la società sia ben viva». In serie A2 la squadra ha raggiunto con pieno merito e tranquillità i playoff e conseguentemente il diritto sul campo della permanenza nella categoria. Mentre insieme al Basket Femminile Crema è stata raggiunta la promozione in serie B. Un consuntivo dunque più che positivo sul quale poter costruire un futuro che la dirigenza si augura possa regalare ancora tante soddisfazioni agli appassionati di basket. CLASSIFICA (13ª giornata) Bologna 22; Udine 20; Virtus Cagliari, Bolzano 18; San Martino di Lupari, Cus Cagliari 16; Vigarano 14; Marghera 12; Borgotaro, Biassono, Tec-Mar Crema 10; Alghero, Milano 8; Cervia 0.

Una stagione nel complesso positiva

Ciclismo - Il bilancio sia a livello nazionale che provinciale può essere archiviato con soddisfazione

Edoardo Costanzi

Quanta voglia di futuro. Certo può sembrare sgradevole, il culto della storia è qualcosa di sacro. Comunque un conto è il ricordo, un altro è la nostalgia. Che dire: speriamo che i corridori professionisti trovino la forza di chiudere le orecchie e tirino dritto. Dovranno battere la muffa di opinionisti e trasmissioni tv in bianco e nero, con occhi, anima, emozioni seppiate e con la testa sempre rivolta all’indietro. Capisci l’ambiente? Che dire sull’annata 2010. Non è andata poi così male la stagione per il ciclismo italiano. Noi abbiamo vinto due su tre grandi giri, incoronando i più forti del gruppo. Possiamo gridarlo e senza ma, prima di qualunque altra chiacchierata. Vinca il migliore, lo dicono tutti e lo dicono sempre: stavolta abbiamo vinto con una fiaba sulle montagne incantate del Giro d’Italia con Ivan Basso e la Vuelta di Spagna con Vincenzo Nibali della Liquigas-Doimo. Non ha stravinto il Tour de France Alberto

Contador dell’Astana, con una condotta brutta, moscia, fiacca, anonima e noiosa, ha superato il lussemburghese Andy Schleck che ha creato un nuovo team New Luxembourg, con la guida del team manager Brian Nygaard e con una formazione nata nel suo Paese. E’ continuata senza sosta la lotta al doping della qual cosa non c’è che da compiacersi. Giovanni Visconti, campione d’Italia, senza la rottura del pedale al campionato del mondo australiano avrebbe potuto fare di più nel grande finale della corsa iridata. Nella sfida tra i velocisti, la spunta il tedesco Andrè Greipel (Tmc Htc-Columbia) con 21 vittorie, rispetto alle 11 del compagno di squadra, l’inglese Marck Cavendish. Tra gli italiani comanda Alessandro Petacchi (Lampre-Farnese Vini) con 8 vittorie, seguito da Francesco Chicchi e Vincenzo Nibali (LiquigasDoimo), Riccardo Riccò (Ceramica Flaminia-Vacansoleil Pro Cycling) e più dietro il nostro Jacopo Guarnieri (Liquigas-Doimo). Finale a tutta del “solito” belga Philippe Gilbert (Omega Pharma-Lotto) nelle classiche di fine stagione: Giro di Piemonte e Lombardia. Fabian Cancellara (Team Saxo Banck), è sempre il padrone delle crono, ma quest’anno lo svizzero ha trovato validi rivali nello svedese Erik Gustav Larsonn (Team Saxo Banck) e nel tedesco Tony Martin (Team Htc-Columbia). Sorgono giovani che hanno le stimmate e sono una palese conferma. Cosa vuoi di più dalla vita, quando mai lo sport riesce ad essere così giusto e così sincero. Il numero uno dei dilettanti 2010 è Andrea Guardini (Casati-Ngc Perrel), 21enne veronese di Colognola ai Colli, si affaccia al mondo professionistico con 19 successi ottenuti; velocista esplosivo cresciuto nella Pol. Gaiga, lo stesso vivaio da cui è uscito anche Damiano Cunego.

Vincenzo Nibali

Un premio alla carriera, al dilettante Edoardo Costanzi (Zal Desirèe Fior), insignito con l’oscar dei “Premi Spaseta 2010” e premi speciali ai cremaschi Alberto e Erminio Gatti (Team Conad Spring Idea) festeggiati al Centro Stradivari di Cremona. Premio Spasèta agli Esordienti Stefano Moro (Romanese) e Giovanni Pedretti (Cc Cremonese 1891-Arvedi), l’Allievo Alessio Brugna (Sc Cavenago) e alla Polisportiva Madignanese, per l’impegno profuso nel comparto della categoria Juniores Riconoscimenti alla superdecorata Miriam Vece, medaglia d’argento ai Campionati italiani Esordienti del primo anno; “Targa Giampietro Tambani” al Giovanissimo della G6 Stefano Baffi (Uc Cremasca), premi speciali ai team provinciali su strada e alla Bmx Action di Cremona.

Giro d’onore per la campionessa del mondo delle bocce Germana Cantarini, al quartetto iridato della 100 chilometri del 1965 a La Sorte (Spagna), con i cremonesi Giuseppe Soldi e Mino Denti, e i veneti Pietro Guerra e Luciano Dalla Bona. Sul palco con autorità e ospiti d’onore del Premio Spasèta Oreste Perri (sindaco di Cremona) e Antonio Pegoiani (presidente provinciale Fci). Tante le novità nel 2010: a cominciare dall’esordio del Team Fenice Zema Utensilnord, squadra dilettantistica tesserata al Comitato di Cremona, diretta dall’ex professionista Giancarlo Raimondi, si è difesa onorevolmente a livello nazionale e internazionale, è stata protagonista, gli è mancato solo il “botto”. Fortunato Chiodo


IX Elemento: fuoco Colore: blu Fiore: margherita Giorno della settimana: giovedi’ Pietra: zaffiro

I

23 Novembre - 21 Dicembre

l segno del Sagittario rientra nell’elenco dei fortunati del 2011. L’anno in realtà inizierà con qualche incertezza: una situazione sentimentale non troppo ben definita e un lavoro che vi tiene forse troppo poco impegnati. A partire da marzo cambierà davvero tutto e in meglio: movimento in ambito sentimentale che vi farà stare davvero bene e a partire dall'estate (in particolare dal mese di giugno) non mancheranno davvero tante occasioni. Solo per brevi periodi della prima metà dell’anno, nei quali il rapido transito di alcuni pianeti in opposizione con altri, come ad esempio Saturno e Plutone, vi porteranno qualche piccola fase di negatività, ma niente di cui preoccuparsi. Quindi se dovrete fare passi importanti questo sarà l’anno giusto per affrontarli in tutta serenità. Quindi un ottimo anno per stipulare contratti di qualsiasi genere: dal lavoro, alla casa e perché no, al matrimonio, oppure per far nascere nuove amicizie o far sbocciare nuovi amori. La fine dell’anno sarà davvero in discesa e tutto vi sembrarà davvero molto più facile. Buona la vostra situazione di salute per tutto il corso dell’anno, cercate tuttavia di non stressarvi troppo. Verso novembre e dicembre nuove occasioni in ambito lavorativo: sta a voi coglierle.

lavoro Sotto questo aspetto sarete favoriti nella prima e nell’ultima parte dell’anno, mentre nei mesi intermedi, una piccola salita si mostrerà di fronte a voi. Ma vedrete che grazie alla vostra operosità e al vostro spirito organizzativo, otterrete dei piccoli ma certi successi, che per qualcuno di voi potrebbero trasformarsi

in qualcosa di nuovo. Soprattutto i primi cinque mesi dell’anno rappresenteranno per voi un periodo fecondo sotto il profilo professionale. La stagione estiva sarà quella più propizia per permettervi di consolidare i vostri obiettivi e mettere in cantiere nuovi progetti. In questo anno, potreste

avere la possibilità di partecipare ad un incontro molto importante, che cambierà sicuramente qualche assetto.

salute

L’inizio del nuovo anno non vi nasconderà qualche problema, per quanto riguarda la salute: in particolar modo ne po-

trebbero risentire le articolazioni, mentre per alcuni di voi non mancheranno di sicuro emicranie e raffreddori, oltre a un certo nervosismo, che dovrete cercare di stemperare. Le numerose correnti astrali che in questo anno arrivano nel vostro segno evidenziano la necessità di adottare un ritmo di vita regolare, magari con

un’alimentazione sana ed una maggiore costanza nel fitness. Vedrete che ogni sforzo sarà ripagato, soprattutto a partire dalla primavera in cui vi sentirete in ottima forma. Nell’ultima parte dell’anno, la curiosità vi spingerà ad esplorare ambienti insoliti, che arricchiranno il vostro bagaglio culturale.

amore La vita sentimentale del 2011 sarà in primo piano per i nati nel segno del Sagittario. Potrete trovare grande serenità nella vita di coppia, insieme a occasioni di grande complicità, capaci di ridare quel brio necessario a rilanciare un rapporto che nell’anno passato ha attraversato qualche momento di stanchezza. Quest’anno, nella vostra vita sentimentale, non c’è posto per le futilità. L’ottimismo sarà imperante, per quanto concerne la vostra storia d’amore. Se mai le cose tra di voi dovessero davvero andar male, spingendovi a prendere in considerazione una rottura, questo succederà tra aprile e maggio. Durante i primi mesi dell'anno, in ogni caso, potrebbero esserci delle piccole liti, ma sapranno tener viva la passione. A partire da giugno, la seduzione e il dialogo rafforzeranno la vostra complicità e il vostro partner potrebbe decidere di soprendervi con un nuovo progetto che vi coinvolgerà e darà un tocco

di dinamismo alla vostra vita di coppia. I single troveranno ragioni per cambiare la propria condizione e soprattutto le occasioni che permetteranno loro di trasformarsi felicemente in persone accasate. Il tempo delle brutte esperienze sentimentali, finalmente, sembra finito. Quest’anno la fortuna vi accompagnerà, soprattutto fino al mese di maggio. E’ il momento di vivere al massimo tutte le opportunità che la vita vi offre. Preparatevi a vivere un grande colpo di fulmine. A partire da giugno la vostra situazione si stabilizzerà e inizierete a desiderare storie più profonde e serie.


X Elemento: terra Colore: giallo Fiore: gardenia Giorno della settimana: sabato Pietra: quarzo

22 Dicembre - 20 Gennaio

U

n 2011 finalmente libero da congiunture astrali negative per i nati sotto il segno del Capricorno, che dopo l’anno passato potranno finalmente godersi un periodo sgombro da ostacoli che si frappongano alla realizzazione dei loro obiettivi. Le vostre aspettative non saranno deluse e lo vedrete a partire da inizio dell’anno: da subito riscoprirete il vostro essere circondati dagli affetti. Tutta questa positività favorirà il vostro lavoro e il vostro benessere. Inverno davvero movimentato: tante le possibili nuove avventure in ambito sentimentale ed un continuo rinvigorirsi dei legami con il vostro partner qualora ne abbiate uno. Questo sarà l’anno perfetto per affrontare viaggi lunghissimi e magari all’avventura, visto che avrete una notevole propensione alla libertà e all’esplorazione, quindi, se avete in mente da anni “il viaggio della vita”, cercate di programmarlo entro questo 2011. Buoni risultati in tutti i campi grazie anche alla vostra volontà ed un ottima propositività che vi aiuteranno a superare molte situazioni e vi porteranno ad una crescita generale. Quindi un anno positivo, in cui ci saranno soltanto piccoli disturbi nei primi sei mesi, dovuti ad alcuni pianeti “dispettosi”.

lavoro Tantissime le novità in campo lavorativo. Tra un’iniziativa e l’altra tuttavia, cercate di non perdere di vista l’obiettivo, se non volete rischiare che vi sfugga tra le mani proprio quando state per raggiungerlo. Da fine gennaio a metà maggio, non contate troppo su un’evoluzione professionale. Avrete serie

difficoltà nel realizzarvi da un punto di vista lavorativo. Ma partire da fine marzo, accoglierete nuove sfide professionali. Da giugno a dicembre, finalmente, la sorte riprenderà a sorriderti e potrete dimenticare le difficoltà incontrate nei primi mesi dell’anno. Il 2011 si chiuderà in bellezza, portando grandi soddisfa-

zioni professionali. Buone le prospettive se siete alla ricerca di un’occupazione: siete sulla buona strada.

salute

La vostra forma è protetta dalle stelle: Saturno, in sesta casa simboleggia anche la sa-

lute, facile che influisca però sul vostro umore. Per stare meglio seguite da vicino l’alimentazione, non caricarete stomaco e fegato… Eliminate le tossine e prendetevi qualche pausa in più. Una modesta attività fisica vi aiuterà a “bruciare” i disturbi del metabolismo, sarà un toccasana per le articolazioni, i muscoli. Il fisico

“risponde” bene e dall’estate andrà anche meglio. Dovreste dedicarvi a leggeri esercizi fisici per mantenere il corpo in buone condizioni. Il vostro segno rappresenta le ginocchia dell’Uomo Zodiacale e il primo principio nella Trinità della locomozione, le parti pieghevoli e mobili del corpo, le giunture.

amore Per quanto riguarda la vita sentimentale, il 2011 sarà un anno memorabile: se siete già accoppiati, troverete finalmente un ascolto attento da parte del vostro partner. Per chi ha accumulato del risentimento verso il partner, in aprile la situazione potrebbe scoppiare una volta per tutte. Se ci tenete alla vostra relazione, dovrete cercare di mantenere un senso critico, un po’ di distacco necessario a salvare la vostra storia, per fare in modo che gli impulsi non siano più forti dei pensieri. Se la rottura diventa inevitabile, però, avrà un effetto liberatorio su di voi. Quest’anno il vostro lato istintivo e passionale si risveglierà. Plutone avrà un grande influsso sulla vostra passionalità, soprattutto se la vostra situazione sentimentale è appagante. I single invece ricordino che durante il primo semestre, tutti i rapporti che non soddisferanno pienamente e mancheranno di autenticità avranno poche

possibilità di evolvere. Diventerete sempre più insofferenti verso chi vive i rapporti sentimentali con leggerezza e superficialità. La vostra diffidenza, invece, si rinforzerà al punto da rendervi subito conto dei minimi sbagli altrui. Putroppo, però, le persone che potrebbero andarvi a genio saranno ben poche. A partire da giugno, la situazione cambierà. Giove vi inviterà ad assaporare la felicità che arriverà da tanti nuovi incontri, dandovi nuova fiducia nel futuro e negli altri. Durante l’estate, quindi, i nuovi amori saranno favoriti e potrete trovare finalmente l’anima gemella.


XI Elemento: aria Colore: azzurro Fiore: ortensia Giorno della settimana: sabato Pietra: zircone

21 Gennaio - 19 Febbraio

L’

impegno in ambito lavorativo caratterizzerà l’avvio di questo nuovo anno, per l’Acquario. Dovrete spesso saper essere in grado di non immergervi troppo nel lavoro per non trascurare la famiglia che tiene molto a voi e a cui spesso fate mancare la vostra presenza. Lo stesso vale per il vostro partner, qualora ne abbiate uno. Qualora non abbiate partner la situazione è analoga: potrete fare seriamente fatica ad avere una vita di relazione adeguata. Il momento migliore per voi sarà in ogni caso quello iniziale e più in generale la prima metà del 2011, con i primi mesi dell’anno pronti ad offrirvi una serie di ghiotte opportunità e occasioni strepitose in ogni settore della vita, con particolare attenzione agli aspetti professionali e finanziari, assistiti da uno sguardo particolarmente benigno di Giove nei vostri confronti. Anche in campo sentimentale potrebbero presentarsi incontri inattesi capaci di dare una svolta positiva alla vostra vita di relazione. Nella seconda metà dell’anno la posizione più conflittuale di Giove in Toro potrebbe portare qualche rallentamento, se non ostacoli veri e propri, al trend di espansione sperimentato nei primi mesi, ma non dovrete preoccuparvene troppo perché sarete comunque sostenuti dal favore di Urano, che farà comunque terminare a buon fine, in qualche modo, anche i percorsi più accidentati.

lavoro Incontri esaltanti già dall'inizio nel 2011, che sapranno non solo incuriosirvi ma che potranno anche esservi utili e portarvi grandi benefici sul piano professionale, se saprete sfruttarli senza mostrarvi esitanti o timidi. Non nascondete la vostra determinazione: troverete certamente chi saprà apprez-

zarla. Se invece il vostro istinto vi lascia intravedere un limite, allora ponetevi decisamente un freno, soprattutto nella seconda parte del 2011 e particolarmente a settembre. In generale, gli obiettivi che vi siete prefissati saranno molto più raggiungibili: ottenere un aumento di stipendio,

cambierete incarico, ecc. Se vi affacciate ora nel mondo del lavoro, potete contare sull’appoggio delle stelle.

salute

La vostra salute sarà buona nel corso dell’anno, ma attenzione all’inverno e al freddo

che potrebbero non farvi bene: non trascurate periodici controlli medici e curate, anche durante la stagione invernale, l’aspetto fisico: mens sana in corpore sano, non dimenticatelo. Per questo sarà anche bene cercare di portare avanti un allenamento quotidiano, che vi permetta anche di scaricare lo stress.

Urano nel segno vi sosterrà alla grande, avrete energia da vendere, specialmente fino a fine agosto, sotto il benefico influsso di Giove. Poi il pianeta entrerà in opposizione; a questo punto farete bene a dare un taglio ai grassi, cercando di eliminare i cibi troppo “forti”, il fegato potrebbe risentirne, i reni pure.

amore I vostri desideri saranno soddisfatti da questo 2011: assisterete a eventi che non si limiteranno a portare una serenità passeggera ma prepareranno il terreno per qualcosa di ancora più fertile di cui potrete raccogliere i frutti fino a giugno inoltrato. Da luglio in poi, invece, farete bene a tenere sotto osservazione il vostro stato emotivo, cercando di non chiudervi con il vostro partner: la comunicazione è fondamentale per la buona riuscita della storia. Escluderlo dai vostri problemi e dai vostri pensieri potrebbe portarlo a reagire in malo modo e dare luogo a una serie di incomprensioni perfettamente evitabili se solo farete uno sforzo in più sulla strada del dialogo. Dovrete imparare ad essere anche più presenti e partecipi, per consolidare il rapporto. In gennaio e febbraio avrete l’appoggio di Venere, che non mancherà di rendervi più amabili, piacevoli: l’amore sarà favorito in aprile–m L’estate 2011 potrà essere una

sorta di banco di prova che farà naufragare i rapporti meno solidi, dei quali però non sarebbe poi un male liberarvi, se ormai non li considerate altro che un peso inutile che grava sulla vostra vita. aggio, in agosto e settembre. L’autunno sottolinea che la vita amorosa avrà molta più importanza per voi: saprete dare molto alla persona del cuore, vi sentirete piacevolmente coinvolti in un sentimento, sereno, disteso, decisamente appagante. Per i single, si apre un periodo di caccia grossa: i pianeti aumenteranno il vostro fascino e faranno battere più forte il vostro cuore.


XII Elemento: acqua Colore: blu Fiore: gelsomino Giorno della settimana: giovedi Pietra: smeraldo

I

20 Febbraio - 20 Marzo

stinto: è questa la parola d’ordine per i nati sotto il segno dei Pesci, che in questo 2011 potranno abbandonare tutta la razionalità che li ha contraddistinti durante l’anno appena trascorso. L’istinto quest’anno spesso vi sarà più utile della ragione: vi porterà spesso a fare le scelte più giuste per voi e per chi da voi dipende sentimentalmente e dal punto di vista economico in caso di familiari. Se non vi sentite in piena forma e lo stress vi attanaglie, cercate di prendervi una pausa: sforzarvi nel mantenere idee e posizioni che non portano a nulla non vi aiuterà certo a star meglio. Forse un viaggio, una vacanza di tutto relax potranno essere per voi la giusta occasione per fare il punto della situazione e capire dove e perché state sbagliando. Attenzione: l’anno non inizierà al meglio e potreste sentirvi spesso in difficoltà. Sarete colpiti soprattutto sotto l’aspetto psico-fisico e questo porterà problemi in quasi tutti i campi. Non fatevi prendere dal panico, ma soprattutto non demoralizzatevi come al vostro solito, dovete reagire ed affrontare le situazioni con pazienza e coraggio, tanto questo periodo non durerà molto; infatti con l’arrivo della bella stagione, le cose cambieranno sostanzialmente, il cielo vi porterà un ondata di positività e da questo trarrete benefici in tutti i campi.

lavoro Nuovi e importanti progetti prenderanno quest’anno la giusta piega, portandovi numerosi vantaggi dal punto di vista economico, con un risvolto finanziario ragguardevole. Dovrete comunque cercare di non sperperare tutto in breve tempo. Le stelle sono favorevoli a investimenti di una certa pun-

tata e a qualsiasi occasione o affare si presenti con l’obiettivo di aumentare il vostro patrimonio. Ricordate che Giove favorirà la professione: i cambiamenti saranno decisamente importanti e vantaggiosi e il rapporto fra voi e chi vi circonda sarà sereno, proficuo. Siete alla ricerca di un posto di

lavoro? Datevi da fare: Giove, da agosto, assicura che avete le carte in regola per trovare la soluzione migliore.

salute

I nati sotto questo segno presentano una certa fragilità relativa in particolare alla

psiche; tuttavia neppure il fisico è troppo robusto. Coloro che sono influenzati da questo segno vivono, per lo più, complicazioni di salute dovute a stati d’animo alterati, a stress continui, ad ansie. I primi mesi dell’anno saranno probabilmente i più insidiosi: Saturno e Plutone, tenteranno di infiacchirvi, far-

vi sentire stanchi: forse potrebbero riacutizzarsi i vecchi acciacchi o aggiungersi qualche disturbo in più. E’ bene quindi muoversi con cautela, non dare fondo alle energie. Da agosto la musica cambia, con l’intervento di Giove vi sentirete in perfetta forma. Dall’estate a fine anno, sarete pimpanti ed energici.

amore In questo nuovo anno fate attenzione a non eccedere con la gelosia, che rischia di rivelarsi deleteria e soffocante. Nel complesso, l’amore registra un bel momento per voi: Giove vi regalerà la possibilità di vivere un periodo sereno della vita a due. Via libera quindi sino al primo di agosto. Potrete vivere alla grande il rapporto, fare progetti ma anche andare incontro a una risoluzione, nel caso la storia non proceda come desiderate. Di fronte a voi potrebbe anche apparire una persona nuova, cioè il “grande” amore. Se siete single potreste avvertire a tratti il bisogno di qualcuno vicino che si prenda cura di voi e che vi ami, il problema è che non sempre questi momenti struggenti vi porteranno ad aprirvi con la persona giusta, capace di darvi la sicurezza che cercate. E’ necessaria pazienza e cautela in questo genere di cose, ma soprattutto dovete interrogarvi se volete trovare davvero l’anima ge-

mella o se quella che vi serve in questo momento è una sponda a cui aggrapparvi per sfuggire alla sensazione di sprofondare in un abisso di solitudine. Alle donne dei pesci si ricorda che una gravidanza non sarà una “missione impossibile”. I mesi invernali sono indicati a conoscere gente nuova, a vivere le avventure, la primavera sottolinea che potreste vivere un momento di confusione, ma già da maggio la voglia di amare sarà alle “stelle”. L’estate vi regalerà momenti distesi, dolci, appaganti, indimenticabili, mentre in autunno tornerà la voglia di amare.


Dal 27 dic e

mbre 2010

al 6 gennaio 2011

Siamo aperti domenica 2 e giovedĂŹ 6 gennaio

Il Piccolo Giornale di Cremona  

31 dicembre 2010

Advertisement