__MAIN_TEXT__

Page 16

16

Crema

Venerdì 10 Settembre 2010

La politica riprende i lavori: cosa ci tocca

Interviste ad Antonio Agazzi e Stefania Bonaldi, rispettivamente presidente e vice presidente del Consiglio comunale

D

di Tiziano Guerini

opo un’estate accesa da polemiche politiche vissute dai protagonisti più sulla stampa che negli ambiti ufficiali della amministrazione e dei partiti, riprende ufficialmente con settembre l’attività amministrativa ufficiale ed istituzionalizzata. In particolare già martedì 14 settembre è partita la prima convocazione del Consiglio comunale. Cosa dobbiamo attenderci, come cittadini, da questa ripresa ufficiale della politica? Scontri, intese, nuove polemiche, distinguo o accordi? Abbiamo sentito i due consiglieri comunali maggiormente deputati ad anticipare gli eventi perché entrambi responsabili ufficialmente dei lavori consiliari: Antonio Agazzi, esponente del Pdl, presidente del Consiglio comunale, e Stefania Bonaldi, capogruppo del Pd e vice presidente del Consiglio.

che di quest’estate hanno riguardato più il comune di Crema nella sua qualità di capocomprensorio – l’elezione del Cda di Scrp – che non per la propria specifica competenza». C’è stata anche una levata di scudi per la spesa apparsa eccessiva per il rinnovo della illuminazione in piazza Duomo. «E’ vero, ma l’opera pare indispensabile per motivi di sicurezza, e comunque la decisione del Tar di Brescia di non accogliere la richiesta di sospensiva a proposito della realizzazione del sottopasso di via Indipendenza, ha aiutato a rasserenare gli animi e quindi a procedere spediti per una realizzazione

Agazzi: «La minoranza ora deve giocare bene tutte le sue carte»

Antonio Agazzi, presidente del consiglio comunale di Crema

Antonio Agazzi è politico di lungo corso dal momento che siede da vent’anni in consiglio comunale alternando ruoli di opposizione a ruoli di maggioranza. «Mi auguro possa essere una ripresa vivace ma serena sia nei rapporti fra la giunta e la sua maggioranza, sia nei rapporti fra maggioranza e minoranza. Le polemi-

che, comunque la si pensi, qualifica il lavoro della giunta. Una vera boccata d’ossigeno». Per martedì 14 settembre ci sarà la prima convocazione del consiglio comunale dopo la pausa estiva. Cosa si prevede all’ordine del giorno? «Solo interpellanze e mozioni per smaltire questioni i cui tempi si stavano dilatando

troppo: per esempio, una mozione di Stefania Bonaldi sull’inquinamento da polveri sottili risale al novembre 2009. C’è poi un ordine del giorno presentato dal consigliere Gianni Risari sulla ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia che forse farà discutere, la richiesta di rinuncia al nucleare presentata dal Verde Gianemilio Ardigò, una mozione sull’acqua pubblica del consigliere Matteo Soccini della Lega…». Ci sono anche altre questioni all’ordine del giorno: la variazione del bilancio pluriennale per la salvaguardia degli equilibri del bilancio stesso, per esempio… «E’ vero, ma verranno trattate nel successivo consiglio previsto per martedì 21 settembre. A proposito dell’assestamento del bilancio mi sono attivato perché la proposta del consigliere pidiessino Claudio Ceravolo affinché le minoranze vengano coinvolte su questo tema sia accolta ed ho avuto assicurazioni al riguardo. A tal riguardo personalmente spezzo una lancia affinché il capitolo della Cultura venga tenuto in particolare riguardo. L’impegno per valorizzare questo settore è stato sempre al centro di importanti decisioni da parte di diverse amministrazioni locali anche di segno diverso: ricordo la nuova sede della biblioteca, la realizzazione del teatro, la Cittadella della Cultura, la valorizzazione della scuola civica musicale Folcioni, da ultimo la realizzazione dello spazio di CremArena, la sala delle piroghe. Ora è il momento di valorizzare appieno il museo civico». Si stanno facendo stretti, ancora una volta, i tempi per affrontare in modo adeguatamente partecipato il tema del Piano di Governo del Territorio. “Anche su questo tema mi sono ufficialmente attivato nei confronti dell’assessore all’Urbanistica, Massimo Piazzi. C’è il suo impegno a coinvolgere le minoranze e gli Ordini professionali nonché la Commissione Ambiente e Territorio. Mi auguro che si possa rispettare il termine del prossimo marzo per una sua

adozione». Questa tornata amministrativa volge alla fase finale. «Per questo sia la maggioranza che la minoranza devono ora esprimere valutazioni di merito rispetto alle varie problematiche amministrative. Soprattutto la minoranza perché magari la prossima volta, in ossequio alla democrazia dell’alternanza, toccherà a loro il compito di gestire direttamente la città».

sono stati presentati brani di musica classica e da film interpretati da studenti di pianoforte di Offanengo. La seconda serata ha visto, invece, in scena il Corpo Bandistico «S. Martino Vescovo» di Sergnano e il Corpo Bandistico «S. Cecilia» di Trescore Cremasco diretti dal maestro Stefano Rossi. Entrembe le serate sono state precedute

ciali ed economiche cittadine. Vedremo come l’amministrazione comunale vorrà gestire la partita». Si preannuncia una manovra di assestamento del bilancio molto impegnativa. «Ci apprestiamo ad approfondire le scelte che l’amministrazione sta maturando in ordine ai tagli imposti dalla manovra estiva di Tremonti, sinora illustrati solo e unicamente ai consiglieri di maggioranza. Sul punto, Claudio

Bonaldi: «Sul Pgt la nostra battaglia sarà lunga e dura»

Stefania Bonaldi, capogruppo del PD cremasco

Stefania Bonaldi è invece una delle nuove leve più promettenti dell’impegno politico. Giunta sola da questa tornata amministrativa in consiglio comunale ha saputo subito farsi valere da capogruppo del Pd per impegno e competenza. «Il primo problema riguarda il percorso del Pgt, in fase di elaborazione. Nel corso dell’estate si è aperta la fase della Valutazione ambientale strategica e come gruppo consiliare ci siamo immediatamente attivati al fine di avviare dei gruppi tecnici tematici di analisi della bozza di documento di piano pubblicata sul sito del Comune, al fine di condividere con gli “esperti” (architetti, geometri ed ingegneri) alcune valutazioni e riflessioni. Il nostro giudizio sul percorso svolto sin qui dall’amministrazione comunale non è positivo: innanzitutto la partecipazione, uno dei capisaldi della L.R. 12 che disciplina l’elaborazione dei

Biblioteca di Offanengo: tre eventi, tre grandi successi I due concerti previsti per il fine settimana scorso, all'interno della rassegna «Estate sotto le stelle 2010», promossa dalla commissione Biblioteca, hanno riscosso un notevole successo. Il pubblico è stato di oltre 150 persone sia nella serata di sabato che in quella di domenica. Nella prima delle due serate, è stato proposto il «Concerto di fine estate» nel quale

Pgt, è stata assolutamente inesistente. La giunta non ha sinora saputo confrontarsi proficuamente non solo con gli “addetti ai lavori”, ma nemmeno con le forze economiche e sociali che rappresentano l’ossatura della città e avrebbero dovuto essere interlocutore privilegiato. Produrremo osservazioni sulla Bozza di Pgt esistente; per ora in modo molto sintetico posso dire che il docu-

dai saluti e dai ringraziamenti della presidente della commissione Biblioteca, Sara Fusar Poli. L'ultimo appuntamento con Estate sotto le stelle 2010 si è svolto giovedì scorso quando è stato riproposto «Viaggio tra le stelle», una serata di osservazione del cielo realizzata in collaborazione con il Gruppo Astrofili Cremonesi.

mento ci pare generico, caratterizzato da un’analisi superficiale dell’esistente, incapace di esaltare la dimensione della socialità, inadeguato sul punto dei servizi, lacunoso su quello della viabilità. Molte belle parole ma assai poca concretezza, al momento» Nel Pgt dovrebbe trovare spazio la valorizzazione delle proprietà della Fondazione Benefattori Cremaschi per favorire la costruzione della nuova Cittadella dell’Anziano. La appoggerete? «L’argomento è molto sentito in città con posizioni molto divergenti. Come PD locale abbiamo avanzato diverse perplessità sull’opera, sia per l’ubicazione, sia per un impegno di spesa assolutamente importante, sia per la destinazione degli attuali immobili e del patrimonio della fondazione. Abbiamo posto la condizione di un coinvolgimento attivo della regione Lombardia e delle forze so-

Ceravolo aveva offerto la massima disponibilità del nostro gruppo ad un approfondimento comune, data la drasticità dei tagli, ma l’offerta pare caduta nel vuoto. La preoccupazione che a pagare siano ancora i più deboli c’è, e alcune anticipazioni estive in merito non ci lasciano tranquilli; penso all’assistenza domiciliare agli anziani e agli asili nido. Ma anche ai tagli alla cultura, che rischiano comunque di impoverirci e rendere la nostra città sempre più chiusa, autoreferenziale ed opaca». C’è soddisfazione nella maggioranza di centrodestra per il via libera dato dal Tar al sottopasso in via Indipendenza. «Il sottopasso rimane comunque per noi una scelta profondamente sbagliata. Lasciare incompiuto il percorso della Gronda Nord è un grave errore, che lo stesso Tar sia pure indirettamente rimarca. Comunque come gruppo consiliare PD manterremo le nostre attenzioni alle problematiche inerenti viabilità, sia interne che di collegamento, anche sollecitando livelli superiori di governo all’assunzione di precise responsabilità. In tal senso siamo costantemente in contatto con il consigliere regionale Agostino Alloni, da sempre impegnato sul fronte di trasporti e viabilità».

Profile for promedia promedia

il Piccolo del Cremasco  

10 settembre 2010

il Piccolo del Cremasco  

10 settembre 2010

Profile for promedia
Advertisement