Page 26

26

Sport

Sabato 5 Aprile 2014

La Madignanese punta sui giovani

CICLISMO Presentate le formazioni ciclistiche della Polisportiva impegnate nelle categorie Juniores, Allievi e Giovanissimi

C

di Fortunato Chiodo

Foto di gruppo della Madignanese

on una solenne inaugurazione, presso l’oratorio Don Bosco di Madignano, è stata presentata l’agguerrita compagine della sezione ciclistica della Polisportiva Madignanese, preseduta da Mara Pola, con al suo fianco Francesco Pavesi e Teresio Pola (impareggiabili vicepresidenti), impegnata nello sport campione del mondo di fatica, più duro del pianeta che offre opportunità a chi abbia gambe e orgoglio, di fare un figurone. Il clima che si è creato attorno alla Madignanese è lo stesso che si respira in un bar di paese, tra amici e storie di vita. Anche questo è il ciclismo: Giancarlo Cambiè, ad esempio, è stato meccanico dei grandi campioni alla Lampre (primo fra tutti Damiano Cuneo), ma ha lasciato da qualche anno l’ammiraglia con la quale ha girovagato in tutto il mondo, per aprire una sua officina di artigiano a Pandino e per seguire accuratamente la crescita della società la ciclistica Madignanese. Aperta ufficialmente la stagione del ciclismo, la chiave di lettura della Madignanese 2014 è il potenziamento del numero di sponsor tecnici necessari a dare ossigeno, facendo il salto di salto di qualità e quantità. Una

Comincia la stagione agonistica del ciclismo provinciale, con una giornata intensa. Ben quattro corse in programma domani: le donne impegnate a San Bassano e i Giovanissimi a Salvirola. Si comincia con il 3° Trofeo Camiceria Cavalli a San Bassano, organizzato dal team orobico Valcar Pbm. Signori, è qui la festa! Ciclismo nazionale femminile, tre corse riservate alle categorie Esordienti, Allieve e Juniores. Ai nastri di partenza della “Primavera Rosa” ci sono

squadra che si compone con tre gruppi di atleti con programmi diversificati, uniti però dalla grande amicizia del collettivo e dall’unità di intenti che sono certo quelli sociali ed educativi. Un gruppo che si compone di 18 Giovanissimi, 4 Allievi, e 8 Juniores. Bel colpo! Molte sono le frecce lanciate dallo speaker Mario Pizzocheri, la nostalgia del passato e la disponibilità di tutto lo staff ha messo già in moto la macchina dell’entusiasmo che conta più di qualsiasi

cosa; uno sforzo notevole con una formazione Juniores diretta dal responsabile Roberto Montini, con direttori sportivi, Eraldo Lanzi e Giancarlo Cambiè sull’ammiraglia. Poi in campo organizzativo sono state messo in calendario provinciale queste corse: 4 maggio il 25° Memorial Pavesi (Giovanissimi), 15 maggio il Campionato provinciale Allievi a Genivolta, 29 giugno il 2° Trofeo Comune di Pandino (Giovanissimi) e il 7 settembre l’11° Memorial Tresoldi

Parata di stelle al femminile a San Bassano tutte le migliori del ciclismo italiano, con le reginette del 2013. E’ lunga la lista delle superfavorite, a cominciare dalla sanbassanese Marta Cavalli (Valcar Pbm), campionessa italiana nell’inseguimento a squadre Allieve che vuole ben figurare sulle strade di casa, la romanenghese Mirian Vece (anch’essa della

Valcar Pbm), tricolore nella velocità a coppie, la casalasca Elena Bissolati, medaglia d’oro nella velocità a coppie e nel keirin. E poi ancora: Claudia Cretti, orobica di Costa Volpino (compaesana del super iridato motociclista Agostini), campionessa europeo Juniores nello scratch e campionessa italiana del keirin

nel 2013 (collezionista di titoli tricolori su strada Esordienti nel 2010 e da Allieva nel 2011), tanto per citarne qualcuna. Punzonatura a partire dalle 7.30 a San Bassano, con le Esordienti (13-14 anni) impegnate sulla distanza di 27,100 km e partenza alle 9.30. A seguire le Allieve (15-16 anni) su un percorso di 54,100

Plebani vince all’ultimo respito nel Lodigiano

Davide Plebani, 18 anni di Sarnico (Bergamo) è la grande stella del Team Lvf, diretto dall’ex professionista Daniele Contrini. A sette giorni dal suo primo successo nella Gussago-La Santissima (Bs), l’azzurro tre volte tricolore su pista nel 2013 nella categoria Juniores, è volato via leggero e ha battuto Vallarino. Plebani ha dato un saggio della propria classe, andando a vincere il 31° Giro del Lodigiano per Juniores, organizzato dalle Società Ciclistiche Lodigiane, con al timone il presidente del Comitato lombardo della Federciclismo, Francesco Bernardelli, con arrivo a San Colombano al Lambo (Mi). Plebani ha tenuto a meraviglia in salita, sui Colli Banini della Collata, da scalare tre volte, beffando il toscano Lorenzo Vallarino (Uniontrade), che ai quattrocento metri della fettuccia d’arrivo era tutto solo, ma ha smesso di pedalare anzitempo, convinto di avercela già fatta.

a Rivolta D’Adda (Giovanissimi). Ecco le squadre della Madignanese. JUNIORES: Nicola Forlani (ex Aspiratori Otelli), Luca Vicentini (San Giulianese), Thomas Orsini (ex Gs Corbellini Ortofrutta), Luca Fogliazza e Stefano Pedrini (riconfermati), Matteo Biemmi (ex Garlaschese) e Stefano Vicini (ex CC Cremonese-Arvedi. Responsabile Roberto Montini, direttori sportivi: Eraldo Lanzi e Giancarlo Cambiè, aiutanti Mario Toscani e Marco Codogno. ALLIEVI: Andrea Manini (ex CC Cremonese), Marco Testa, Mattia Pollini e Nicolas Sammaciccia (ex Uc Cremasca); responsabile Luciano Capolicchio. GIOVANISSIMI: G1, Christian Cambiè, Edoardo De Giovanni e Othniel Yann Siene; G2, Giuseppe Grazioli e Luca Valzano; G3, Federica Venturelli, Matteo Cattivelli, Daniel Shehi e Tommaso Falcetti; G4, Loris Ribecchi; G5, Lidia Ribecchi, Francesca Sali, Vittoria Geovana Silvia Dos Santos, Giorgia Tonani, Riccardo Tomasoni e Ervis Shehi; G6, Simone Atughini e Mattia Tanoni. Direttore sportivo Fausto Tomasoni. CONSIGLIO DIRETTIVO: presidente Mara Pola, Vicepresidenti Francesco Pavesi e Teresio Pola, consiglieri: Marco Codogno, Luciano Capolicchio, Rodolfo Pedrini, Ivano Curti, Roberto Montini e Roberto Pola.

La vittoria di Plebani (foto Gianfranco Soccini )

Il fotofinish ha sentenziato che di una ruota Plebani l’aveva rimontato. «Sono contento - ha detto Plebani - ci ho creduto sino all’ultimo respiro ed eccomi qui a festeggiare».

ORDINE D’ARRIVO 1) Davide Plebani (Team Lvf) Km 91 in 2h07’02”, media 42,981 km /h, 2) Lorenzo Vallarino (Team Uniontrade), 3) Gianmarco Begogni (Aspiratori Otelli), 4) Nicolas

Nesi (Gc Romagnano), 5) Davide Colnaghi (Team Giorni), 6) Lucian Buga (Biassono), 7) Nicolò Brescianini (Ciclistica Trevigliese), 8) Federico Burchio (Lions Junior), 9) Mario Meris (Bergamasca), 10) Ahmed Amine Gal-doune (Bergamasca). CINQUINA DI MARECKZO NEL “TROFEO RANCILIO” Cinquina sulla ruota di Villastanza di Parabiago per il 19enne bresciano d’adozione Jakub Mareczko, portacolori della Viris Mase-rati Sisal Matchpoint, che ha conquistato il 31° Trofeo Antonio Rancilio, gara nazionale per Elite e Under 23, conclusasi allo sprint. Mareczho, al quinto successo stagionale, ha chiuso la corsa davanti all’australiano Caleb Ewan che ha già firmato un accordo con la GreenEdge per passare professionista. Bene anche il bergamasco Simone Consonni (Team Colpack), terzo davanti al figlio d’arte Riccardo Minali e a Michele Viola.

Il ciclismo mondiale si prepara a una rivoluzione

Bryan Cookson, presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale, l’aveva promesso. Ora decolla la riforma del ciclismo professionistico, necessaria per rafforzare la credibilità, la chiarezza e l’etica del ciclismo su strada. I team del Pro Tour e gli organizzatori, previa una fase sperimentale, dovranno rispettare dei rigorosi standard di eccellenza, per far sì che il prodotto ciclismo sia sempre più credibile, professionale, all’avanguardia, sempre più appetito dai media e dai grandi sponsor. Tante sono le novità: fra 4 anni promozioni e retrocessioni, obbligatori i vivai. Quindi ci sarà molta attenzione per quanto riguarda l’organizzazione delle squadre (a cominciare dalla distribu-

zione dei ruoli), per la preparazione dei corridori, per le condizioni di lavoro degli stessi e del personale del team oltre, naturalmente, a una lente di ingrandimento sul doping. Dal canto loro gli organizzatori dovranno rispondere a precisi requisiti in tema di logistica, alloggi, sicurezza, copertura televisiva, pubblico, budget. Cookson, presidente mondiale, nella lista dei cambiamenti per il World Tour della prossima stagione (il 2015) introdotto le squadre di prima fascia, cioè le attuali Pro Team e il numero sarà ancora di 18: le prime 16 del World Tour più due (Pro Team, Professional o anche nuove squadre), i cui migliori 5 atleti abbiano accumulato più punti nella classifica

World Tour. Nel 2017, invece, le 16 migliori formazioni del World Tour andranno a formare una sorta di serie A1, mentre la 17ª e la 18ª andranno in A2, assieme alle squadre già registrate in questa categoria. Poi nel 2018 si passerà a un sistema di promozione e retrocessione, l’ultima di A1 in A2 e la prima di A2 salirà in A1. Ma l’elite sarà composto solo da 16 squadre, ciascuna con un massimo di 22 corridori, mentre la A2 ne prevederà 8 sempre di 22 corridori. La novità importante, di cui peraltro si parlava da tempo, è che questi 24 team dovranno avere alle spalle obbligatoriamente una squadra del vivaio, composta da 8-10 corridori.

km, mentre le Juniores (17-18 anni) correranno alle 14 e percorreranno 81 km. Mentre l’Unione Ciclistica Cremasca è impegnata oggi alle ore 14,30, presso la boutique Cicli Francesconi di Salvirola, nella presentazione degli atleti per la stagione agonistica 2014, domani sempre a Salvirola si corre il “Trofeo Avis Aido-Trofeo Sipe”, patrocinato dalla stessa Uc Cremasca. Quindi godiamoci le prime gare... F.C.

Daniele Donesana super nel Trofeo Enrico Rocca

Daniele Donesana dell’Uc Cremasca ha trionfato nel Trofeo Enrico Rocca a Bolgare nel Bergamasco. L’allievo di Vailate, diretto dall’ex professionista Ivan Quaranta, ha messo alla frusta la concorrenza per liberarsi di compagnie scomode: obiettivo riuscito e alla fine ha trovato l’accelerazione necessaria per conquistare il primo trionfo stagionale con una volata di tempismo e coraggio, lasciando alle spalle Simone Persico (Team Albano), Diego Ghepardi (Brembillese) e il resto del gruppo. Simone Vezzoli e Tommaso Bramati, compagni di squadra di Donesana, hanno completato la festa con l’ottavo e il decimo posto nell’ordine d’arrivo, coprendo 57 km in 1h22’19”, media 41,597. Nelle altre gare lombarde della categoria Allievi, nella Varese-Angera si è imposto Stefano Giannuzzi (Bareggese), mentre a Ghedi (Bs) ha vinto Michele Gazzoli (Aspiratori Otelli). Infine, successo solitario di Andrea Bagioli (Pedale Senaghese) a Puginate (Co). LA JOHANSSON SUPER NEL TROFEO BINDA A CITTIGLIO La svedese Emma Johansson (Orica GreeEdge), argento iridato a Firenze nel 2013 alle spalle dell’olandese Marianne Vos (qui assente), ha dimostrato di essere la più forte: ha scremato dapprima il gruppo sull’ultimo strappo di Orino e poi in volata si è aggiudicando il Trofeo Alfredo Binda a Cittiglio (Va), 2ª prova di Coppa del mondo. Alle sue spalle l’inglesina Armitstead, che si conferma leader di Coppa e la bielorussa Amialiusik. Sesto posto per l’azzurra Elisa Longo Borghini, non male Giorgia Bronzini nona. Decima, infine, Elena Cecchini. PICCOLA SANREMO A FILUSI DEL TEAM COLPACK Era nell’aria e finalmente è arrivata la prima vittoria stagionale per il Team Colpack: l’ha ottenuta il 22enne trentino Iuri Filosi a Sovizzo (Vi) nella classica “Piccola Sanremo” per Elite e Under 23. Ha preceduto Michele Gazzara (Coppi Gazzera) di 6”, terzo Giacomo Berlato (Zalf Fior) a 9”.

Gioca in Bici Oglio Po ai nastri di partenza

I Giovanissimi di Gioca in Bici Oglio Po

Lo spirito che anima l’impegno e le iniziative dell’Associazione sportiva “Gioca in Bici Oglio Po” di Casalmaggiore, fondata nel 2013, sono mirati alla crescita del settore giovanile dello sport ciclistico, visto come gioco. Nei giorni scorsi la società casalasca ha presentato una nutrita la formazione di Giovanissimi. Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana, è stato fra i protagonisti della cerimonia insieme ai presidenti provinciali della Federciclo Antonio Pegoiani di Cremona e Giovanni Redini di Mantova e al presidente della società casalasca Daniele Chiarentin. La squadra della categoria Giovanissimi 2014 è stata arricchita dall’arrivo di tanti virgulti dai 7 ai 12 anni. “Gioco in Bici Oglio Po” sul tema della promozione dell’attività giovanile sul territorio, organizza domenica 13 aprile il 1° Trofeo Comune di

Casalmaggiore, riservato ai Giovanissimi. Ritrovo in piazza Garibaldi dalle ore 8 e partenza della prima prova alle .30. La seconda manifestazione organizzata dalla società gialloblu è stato programmato per domenica 20 luglio a Viadana. GIOVANISSIMI G1: Andrea Tentolini e Matteo Mazzola. G2: Giovanni Rossi, Simone Gozzi e Federico Bini. G3: Cristian Fuochi, Nicola Storti, Giovanni Tenca , Marco Tentolini e Matteo Visioli. G4: Matteo Bini, e Giorgia Rossi. G5: Filippo Lora e Riccardo Canova. G6: Mattia Bellotti e Lorenzo Riva. Direttori sportivi: Maurizio Vezzosi e Gianfranco Rossetti. CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente: Daniele Chiarentin. Vicepresidente: Barbara Bodini. Consiglieri: Stanislao Vezzosi e Stefano Bianchi.

Il Piccolo del Cremasco  
Il Piccolo del Cremasco  

5 aprile 2014

Advertisement