Page 9

Cremona

Venerdì 22 Luglio 2011

9

Controlli a tappeto contro gli incidenti stradali E’ la violazione delle norme contro l’eccesso di velocità la maggiore causa dei sinistri. Il pericolo della guida in stato di ebbrezza

La polizia municipale di Cremona dà il via a una campagna straordinaria

L

di Sara Pizzorni

o abbiamo letto nelle cronache dei giornali: si sono susseguiti, nei giorni scorsi, numerosi incidenti stradali, spesso a causa di guida in stato di ebbrezza o sotto gli effetti della droga. E' proprio per rendere più sicura l’estate degli automobilisti cremonesi e per contrastare quei comportamenti alla guida che mettono a repentaglio la vita delle persone, che il comando degli agenti della polizia municipale di piazza Libertà sta mettendo in piedi una vera e propria campagna straordinaria. Numerose le cause degli incidenti: l’alta velocità, la guida in stato di ebbrezza e le manovre pericolose al volante. Soprattutto la stagione estiva è tradizionalmente caratterizzata da una maggiore presenza di veicoli e persone sulle strade, con l'aumento dei flussi di traffico, anche di passaggio, e quindi con una maggiore esposizione al rischio di incidenti. Solo la scorsa settimana, tra il cremonese e il mantovano, si sono registrati ben quattro morti sulle strade: Paola Sacco, la 29enne cremonese travolta in bicicletta lungo la provinciale che collega Pescarolo a Vescovato, Paolo Biglietti, il 53enne di Pescarolo scontratosi frontalmente in via Mantova con un’Alfa Romeo guidata da un 35enne di Vescovato risultato positivo al test dell’etilometro, e, nel mantovano, una mamma e la sua bambina di 9 anni morte dopo essere state travolte da un autocarro condotto da un camionista risultato sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Per la signora Sacco, la polizia stradale sta ancora cercando riscontri al racconto dei due giovani a bordo della Skoda Octavia che l’ha investita. Gli agenti avrebbero dubbi sull’esistenza dell’auto pirata, una Mercedes Classe A che, stando a quanto sostenuto dai due ragazzi, avrebbe urtato la parte posteriore della loro vettura e

poi sarebbe fuggita. Sulla carrozzeria, però, non sarebbero stati trovati segni di urto. Il 19enne alla guida della Skoda, un neopatentato, è indagato per omicidio colposo e per guida in stato di ebbrezza, in quanto aveva un tasso alcolico pari 0,69. Poiché è neopatentato, il suo tasso alcolico doveva essere pari a zero. La campagna di controllo preventivo dei vigili, sotto il comando di Fabio Ballarino Germanà, prevede un monitoraggio costante delle principali arterie cittadine e l’utilizzo di autovelox. Per tutta l’estate, la polizia locale sarà così impegnata in servizi straordinari e permanenti, con obiettivo di rilevare le infrazioni causate da atteggiamenti non corretti al volante, troppo spesso causa di incidenti terribili. E le sanzioni previste dal codice della strada sono molto pesanti. Della scarsa virtuosità dei cremo-

nesi al volante ha parlato anche il rapporto del dipartimento per i Trasporti terrestri: Cremona e provincia, infatti, si collocano al 29esimo posto, in Italia, nella classifica dei punti patente sottratti, con una quota di 42,91 punti persi ogni cento abitanti. Sintomo, questo, di un numero di infrazioni elevate, e quindi di un atteggiamento alla guida non certo irreprensibile. Tornando ai controlli, tre saranno le modalità con cui saranno svolti: ci saranno quelli finalizzati all’accertamento del rispetto della distanza di sicurezza, dell’osservanza della precedenza ai pedoni sugli attraversamenti pedonali, l’obbligo di fermarsi a prestare assistenza, il sorpasso vietato, il mancato uso delle cinture di sicurezza e le regole di circolazione dei ciclisti; poi, le verifiche con i dispositivi di rilevazione della velocità

lungo quelle strade dove l’inosservanza dei limiti ha causato il maggior numero di incidenti, ed infine, il contrasto alla guida in stato di ebbrezza, con verifiche prevalentemente effettuate in orario notturno e La sede della Polizia Municipale di Cremona

nei fine settimana. Autovelox e telelaser saranno piazzati in vari punti della città, sulle arterie stradali maggior rischio incidenti. I dati del triennio 2008/2011 diffusi dalla Polizia municipale parlano chiaro: è la violazione delle norme sulla velocità il fattore maggiormente responsabile degli incidenti: 329 tra il 2008 e il 2011. Quanto alle mancate precedenze, sono 278 nello stesso periodo, mentre per i cambiamenti di direzione 150 e le guide in stato di ebbrezza 94. Le strade maggiormente interessate dai sinistri rilevati dalla polizia municipale nel trienno 2008/2011 sono invece via Mantova (154), via Zaist-tangenziale (90), viale Trento e Trieste (88), via Castelleone (84), via Dante (82) e via Giordano (74), seguite da via Persico (72), via Brescia (72), via Seminario- tangenziale (70) e viale Po (69). Classifica che nella parte alta varia di poco, prendendo in considerazione gli incidenti causati dall’alta velocità: via Mantova (48), via Zaist tangenziale (20), viale Po (19), via Castelleone (18), via Dante (16) e via Giuseppina (15). Dopo le quali scorrono viale Trento e Trieste (12), via Giordano (12), via Persico (12), via Seminario (12), via Perisco (11), via Massarotti (11), via Milano (11), via Nazario Sauro (11) e via Eridano (10).

Il Piccolo del Cremasco  
Il Piccolo del Cremasco  

22 luglio 2011

Advertisement