Page 38

38

Sport - Ciclismo

Venerdì 22 Luglio 2011

L’ex campione cremasco ha conquistato con i suoi ragazzi tre oro e un bronzo agli Europei di Affida

Esordio coi fiocchi per il ct azzurro Marco Villa

Il nuovo ct Marco Villa

Marco Villa, superiridato e seigiornista di fama mondiale, ha fatto il suo esordio da commissario tecnico ai Campionati europei ad Affida (Ascoli Piceno), debuttando con tre medaglie d’oro e una di bronzo. Oro nella crono Junior con il toscano Alberto Bettiol (Gs Stabbia). Sesto a 28” il campione italiano e lombardo Davide Martelli (Feralpi). Rossella Ratto, diciassettenne bergamasca di Colzate (Valle Seriana), portacolori della “Giuffredi” è stata incoronata tra le Junior con una splendida doppietta. Già argento un anno fa ad Affida ai Mondiali in linea e bronzo agli Europei di Ankara, l’azzurrina del ct Dino Salvoldi, ha

sbancato gli Europei con il titolo nella crono Juniores, staccan do di 12” la francese Favre e di 15” la russa Kashirina. Poi l’azzurra ha trionfato anche nella gara in linea, staccando di 4’31” la belga Druyts, che ha preceduto Chiara Vannucci, medaglia di bronzo. • NEWS Sul circuito di Bedizzole (Brescia) tra le Esordienti, Silvia Persico del team Valcar è giunta tutta sola sul traguardo, precedendo di 25” il gruppo regolato dalla sue compagne Mirian Vece e Lisa Morsenti. Quarta Elena Bissolati del Pianeta Rosa, che si è laureata campionessa provinciale bresciana. Magic moment per Stefano Moro (Romanese), che ha

colto il terzo successo stagionale tra gli esordienti staccando tutti e giungendo al traguardo di Zanica (Bergamo) con 30” di vantaggio. Alessio Brugna (Cavenago) è rimasto giù dal podio per un pelo, giungendo quarto tra gli allievi a Cernusco sul Naviglio (Milano) nella volata vinta dal suo compagno di squadra Simone e Segalini, davanti a Lucia Buga (Alzate). Sesto Davide Donesana (Cremasca) • TROFEO MCL Festa del pianeta giovanile domenica 31 luglio a San Bernardino di Crema con la categoria giovanissimi impegnati nel Trofeo Movimento Cristiano Lavoratori, patrocinato dall’Uc Cremasca.

Halilaj finalmente primo Stefano Moro e Alessio Brugna sul podio ai Campionato lombardi su pista a Montichiari

Dopo tanti piazzamenti è arrivato il trionfo per la Fenice-Zema sul traguardo di Martino di Bareggio

E

ra prevedibile, si tratta di un trionfo annunciato per quello dell’italo-albanese Redi Halilaj, che a San Martino di Bareggio (Milano) ha colto l’opportunità per ribadire il suo ottimo stato di forma e festeggiare così la sua prima vittoria fra i dilettanti con la maglia della formazione cremasca “FeniceZema” del presidente Eugenio Mazzani. Quando mancavano tremila metri al traguardo, Halilaj ha prenso in mano le redine della corsa, ha messo il “turbo”, staccato tutti (ci teneva a fare bella figura, dopo aver racimolato tanti posti d’onore). Dopo aver rotto il ghiaccio, continuerà a mietere successi. Alle sue spalle sono finiti Andrea Menapace della Mantovani, giunto a 3” e il compagno della Fenice-Zema, Massimiliano Barbero (settimo). • MORO E BRUGNA SUL PODIO

L’arrivo vincente di Redi Halilaj a Martino di Bareggio (Milano)

Parlano un po’ anche il nostro dialetto i Campionati lombardi su pista al velodromo Fassa Bortolo di Montichiari (Brescia). Stefano Moro,

sprinter della Romanese, nella corsa a punti esordienti ha conquistato la medaglia d’argento. Ha dovuto inchinarsi a Simone Camotti del Villongo.

Bronzo per Alessio Brugna, rivoltano del team Cavenago, nell’inseguimento a squadre allievi: il quartetto è giungto alle spalle del Villongo e del Busto Garolfo. Elena Bissolati del “Pianeta Rosa”, nella corsa a punti esordienti, ha sfiorato il bronzo e solo per la somma dei punti nell’ultimo sprint, ha prevalso Allegra Arzuffi (Fiorin). Lisa Morsenti (Valcar) si è laureata campionessa lombarda, precedendo la compagna Silvia Persico. La tricolore Martina Alzini del Busto Garolfo ha vinto l’eliminazione tra le esordienti. Oltre al quarto posto di Elena Bissolati, da segnalare nono posto della cremasca Miriam Vece (Valcar). Alex Paoli della Graphic Line ha dominato l’omnium Ppen Under 23 e Juniores. Quarto il velocista lodigiano Cristian Rossi (Casati Named) nel keirin e ottavo nell’americana in coppia con Nicolas Marini. Fortunato Chiodo

Discreto piazzamento nel Campionato lombardo a squadre grazie soprattutto ai ragazzi dell’Imbalplast

La selezione provinciale è sesta nel Mantovano

Parata di giovani del Comitato di Cremona della Fci, impegnati al Campionato lombardo a squadre a Mariano Mantovano nel Trofeo Lombardia. La squadra della provincia di Cremona (nella foto), diretta dal responsabile Alessandro Rossi, trainer dell’Imbalplast di Soncino, ha colto il sesto posto su 11 squadre, grazie ai piazzamenti dei giovanissimi della Imbalplast. Nella G3 Andrea Rocco è giunto 8°, 10° Davide Distasio. Decimo posto di Simon Curlo nella G4. Nel Trofeo Rosa riservato alle femmine, Micaela Gerola (CCC-Arvedi) è giunta 7ª nella G3, stesso risultato per Elma Silnovic (Imbalplast) fra le G4. I CONVOCATI G1: Loris Rebecchi (CCC) e Loris Pellegrino (Madignanese). G2: Matteo Bertesago (Imbalplast Soncino), Mattia Corti

(Madignanese), Riccardo Tomasoni e Stefano Gerola (CCC-Arvedi). G3: Davide Distasio, Luca Sardi, Gabriele Coloberti e Andrea Rocco Morandi (Imbalplast Soncino). G4: Filippo Bertesago (Imbalplast Soncino), Andrea Marletta (Cremasca), Simon Curlo (Imbalplast Soncino) e Mattia Tomasoni (CCC- Arvedi). G5: Diego Bosini, Sebastiano Gaimarri e Matteo Venturelli (CCC-Arvedi), Daniele Pellegrini (Cremasca). G6: Daniele Donesana (Cremasca), Andrea Manini (CCC-Arvedi), Giorgio Vertua (Imbalplast Soncino) e Tomas Campetti (CCC-Arvedi). In campo femminile. G2: Lidia Rebecchi (CCC-Arvedi). G4: Micaela Gerola (CCC-Arvedi). G5: Elma Silnovic e Vittoria Maggi (Imbalplast Soncino). G6: Anna Pedroni (CCC-Arvedi). F.C.

Exploit di Alberto Gatti che ha vinto allo sprint la Coppa San Biagio Con un urlo liberatorio, Alberto Gatti (nella foto) trionfa nella Coppa San Biagio, seconda prova della Challenge della Bassa Valle Scrivia, sfrecciando sul traguardo di Pontecurone (Alessandria). Il cremasco della Casati Named si è imposto nettamente, firmando la sua prima vittoria stagionale nella corsa per Elite e Under 23, regolando allo sprint un lotto forte di trenta unità, tra i quali c’erano Erminio Gatti e Stefano Grignani del team cremasco Fenice-Zema. Alle spalle del velocista cremasco sono finiti nell’ordine Alessandro Forer, Adrian Richeze e Vicenzo Bernardelli. Vento e pioggia hanno spezzettato il gruppo in diversi tronconi, con una trenta di corridori al comando a giocarsi la volata. All’ultimo chilometro Alberto Gatti è stato pilotato dal

gemello Erminio e dagli altri compagni di squadra, pronti ad evitargli il pericolo di una caduta. Formidabile quindi la prestazione di Alberto Gatti, che ha firmato la 16ª vittoria stagionale della Casati Named. ORDINE D’ARRIVO 1) Alberto Gatti (Team Casati Named) km 110 in 2h22’30”, media 46,272 km/h; 2) Alessandro Forner (Mantovani); 3) Adrian Richeze (Viris Vigevano); 4) Vincenzo Bernardelli (Team Lucchini Maniva Ski); 5) Tommaso Salvetti (Brunero), 6) Patrick Ros (Casati Named ); 7) Ruslan Karimov (Team Idea 2010); 8) Eugenio Alafaci (Team Lucchini Maiva Ski); 9) Flavio Valsecchi (Carmioro Ngc Pool); 10) Matteo Azzolini (Viris Vigevano ). F.C.

Dominio della Liquigas a Stresa

Guarnieri pilota il quarto successo di Elia Viviani

Il ciclomercato impazza. Il belga Philippe Gilbert è il più conteso, anche se chiede un contratto triennale da 3,5 milioni di euro a stagione. Una cifra altissima per il ciclismo. Diventerebbe il secondo più pagato al mondo, dopo lo spagnolo Alberto Contador, che supera di poco i quattro milioni di euro. Le opzioni sono tre. E’ conteso da Bmx, Astana e Omega Pharma. Vedremo... Alla Quick Step potrebbe tornare Giovanni Visconti, tre volte campione italiano, ammesso che trovi il coraggio di lasciare la Farnese-Neri, ma c’è chi assicura che in pole ci sia la Movistar di Eusebio Unzue. Lo scorso anno era ormai a un passo dalla Liquigas, ma non se la sentì di lasciare il gruppo di Scinto. Passiamo all’inglese dell’Isola di Man, Mark Cavendisk del team Htc-Highroad, quadra più vincente degli ultimi anni, ma in seria difficoltà. Bob Stapleton, il proprietario, deve trovare uno sponsor in grado di garantirgli una decina di milioni per proseguire allo stesso livello. Il tempo stringe per tutti, dal 1° agosto è possibile firmare nuovi contratti. L’unica seria trattativa in piedi è proprio con l’Htc, che dovrebbe raddoppiare il budget. Stapleton ha in programma un incontro con un’azienda di telefonini; se non ci sarà la firma, è probabile che la squadra chiuda o subisca un drastico ridimensionamento, contando solo sull’appoggio del costruttore di biciclette, Specialized. E’ chiaro che in questo clima d’ incertezza, i pezzi pregiati cerchino altre strade. Cavendish sembra che abbia già un accordo sulla parola con Sky. Nella nuova avventura si porterebbe due compagni superfidati: l’austriaco Bernard Eisel e l’australiano Mark Renshaw. Parlando di Htc, non si può dimenticare di Mattew Goss. Il vincitore della Sanremo sarà una delle punte della Green Edge, la nuova squadra australiana con base a Gavirate (Varese). Molto richiesto anche Tony Martin: l’Astana punta forte su di lui per il dopo Vinokourov. Ma c’è pure il team RadioShack del team manager Johan Bruyneel, che ha rinnovato la sponsorizzazione per 2 anni, con Andreax Kloden interessato a passare alla concorrenza. Paolo Tiralongo, invece, ha rinnovato il suo contratto sino al 2013 con l’ Astana. Poi ci sono quelli conteso e pronti al grande salto nel mondo dei pro. Salvatore Puccio, 21 anni del team Hopplà e vincitore del Fiandre, è corteggiato come una bella donna, Enrico Battaglin (Zalf Desirèe Fior) è pronto allo stage con la Colnago-Csf Inox, mentre Moreno Moser, figlio e nipote d’arte (Team Lucchini Maniva Ski) sarà impegnato pure lui nello stage d’agosto alla Liquigas-Connandale. Matteo Trentin (Team Brilla), infine, neo campione italiano Elite, sei vittorie stagionale tra le quali il Gp Liberazione e il Trofeo De Gasperi, è stato ingaggiato dalla Quick Step. • GUARNIERI LANCIA VIVIANI Elia Viviani, 22enne sprinter veronese della LiquigasCannondale, pilotato da Jacopo Guarnieri, ha colto la quarta vittoria stagionale nella “3ª Coppa Città di Stresa”, precedendo Danilo Napolitano (Acqua & Sapone) e Bernardo Riccio (D’Angelo & Antonicci). Settimo lo stesso Jacopo Guarnieri, che insieme a Viviani ha stravinto la Sei Giorni delle Rose a Fiorenzuola D’Arda. «Oggi toccava a me - ha detto Viviani - la squadra ha lavorato a puntino prima con Sagan, Cimolai e poi con Guarnieri. Dal 26 al 31 luglio correrò ai Campionati europei su pista a Lisbona in Portogallo e spero di indossare la maglia azzurra su strada al Mondiale di Copenaghen».

Il Piccolo del Cremasco  
Il Piccolo del Cremasco  

22 luglio 2011

Advertisement