Page 32

32

Salute

Venerdì 22 Luglio 2011

GLI ORARI CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: lunedì - venerdì dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: è possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da lunedì a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unità operative o servizi c ome indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: giovedì dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dell’Anatomia Patologica dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari è prevista, presso il padiglione 5, da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoledì dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da lunedì a venerdì dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni è stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da lunedì a venerdì dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da lunedì a venerdì, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso l’Ambulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da lunedì a venerdì. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da lunedì a venerdì, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso l’Ambulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite è preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da lunedì a venerdì, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da lunedì a venerdì dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da lunedì a venerdì. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da lunedì a venerdì dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso l’Ambulatorio di Allergologia da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da lunedì a venerdì GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da lunedì a venerdì dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione può essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da lunedì a venerdì. Negli altri orari è possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al più presto sarete richiamati.

Mauro Parpanesi: «Nei casi più gravi si rischia di incorrere in shock anafilattico»

Punture di insetti: come evitarle e prevenire le reazioni allergiche L’ di Laura Bosio

e punture degli insetti sono un piccolo tormento dell'estate, soprattutto per chi, come i cremonesi, vive vicino a un fiume o un lago. Tuttavia evitare punture e rischi correlati si può, basta qualche piccolo accorgimento, come spiega Mauro Parpanesi, responsabile dell'ambulatorio di allergologia dell’Ospedale di Cremona, che evidenzia i rischi legati alle punture di insetto. «Per quanto riguarda zanzare e tafani, l'allergia alle loro punture è determinata da un'ipersensibilità alla saliva con la quale gli insetti lubrificano il loro apparato di suzione» spiega il medico. «Tale anomalia è fastidiosa, ma non pericolosa. Anche perché la sua intensità è destinata a ridursi a causa della desensibilizzazione naturale provocata dalle stesse punture ripetute nel tempo». Quali sono i sintomi? «I più comuni sono prurito edema e formazione di pomfi (lesioni edematose n.d.r.) anche di grandi dimensioni specie nei bambini che hanno una cute più sensibile e sottile». Quali rischi per Api, vespe e calabroni? «Una persona punta da uno di questi insetti (Imenotteri) presenta, in genere, una reazione cuta-

Il dottor Mauro Parpanesi, responsabile dell'ambulatorio di allergologia dell'Ospedale Maggiore di Cremona

nea caratterizzata da dolore, rossore e lieve gonfiore locale. In genere tale lesione non è grave e scompare spontaneamente in due o tre ore. Al contrario la reazione allergica al veleno di questi insetti può causare lesioni cutanee estese, dolorose e persistenti per più di 24 ore. Manifestazioni allergiche più gravi, che coinvolgono l’intero organismo, si verificano in seguito ad una sola o a poche punture ed insorgono dopo qualche minuto. I sintomi più frequenti sono orticaria, edema diffuso, crampi addominali, difficoltà respiratorie, nei casi più gravi collasso cardio-

circolatorio e shock anafilattico». E' possibile pervenire eventuali reazioni allergiche? «Basterebbe evitare di essere punti... ma questo non è sempre possibile. I soggetti allergici a punture di api e vespe possono eseguire la vaccinoterapia e tenere a disposizione i farmaci necessari per prevenire una reazione allergica grave, quali cortisonici adrenalina e antistaminici». Quali sono gli accorgimenti da adottare per evitare di essere punti? «Usare repellenti naturali, tipo citronella, oppure prodotti “chi-

«Evitare di vestirsi con colori sgargianti»

mici” disponibili in farmacia ad uso topico. Le regole da seguire, soprattutto per chi è allergico alle punture di imenotteri, sono: stare lontano da fiori o frutti maturi; se si lavora in giardino indossare guanti, cappello pantaloni lunghi e camice a manica lunga. Evitare di vestirsi con colori sgargianti o blu e nero, non usare profumi, spray per capelli, ecc. In presenza di api o vespe non compiere movimenti bruschi, non camminare scalzi nei prati. Se si mangia all’aperto non lasciare avanzi di cibo e dolci o lattine aperte». Cosa fare in caso di puntura? «Per normali reazioni locali è sufficiente applicare ghiaccio e una crema cortisonica. In caso di punture multiple di zanzara o altri insetti è bene utilizzare un antistaminico per bocca e pomate a base di allume di potassio, allume di rocca o gel astringente di cloruro di alluminio al 5%. L’intervento del medico si rende necessario in caso di reazioni locali estese o reazioni generalizzate per allergia a veleno di imenotteri che comportino rischi per la vita del paziente. Quest’ultimo deve recarsi al più vicino Pronto Soccorso e tenere sempre a disposizione farmaci di pronto intervento quale adrenalina Fastjekt , cortisonici e antistaminici».

Il Piccolo del Cremasco  
Il Piccolo del Cremasco  

22 luglio 2011

Advertisement