Page 26

26

Cultura&Spettacoli

Venerdì 22 Luglio 2011

A Motta Baluffi va in scena ‘West’ con Francesca Mazza Lo spettacolo di venerdì sera fa parte della rassegna “Il grande fiume”

V

di Federica Ermete

enerdì 22 luglio alle ore 21.30 a Motta Baluffi (località Ronchetto), la rassegna “Il grande fiume” presenta lo spettacolo teatrale “West”, di Chiara Lagani e per la regia di Luigi de Angelis. Produzione Fanny & Alexander (realtà tra le più originali del nuovo teatro di ricerca italiano), Festival delle Colline Torinesi, lo spettacolo ha per protagonista Francesca Mazza, Premio Ubu 2010 come miglior attrice protagonista. “West” è l’estremo dei punti cardinali della storia infinita del Mago di Oz, quell’ovest verso cui Dorothy viene mandata a uccidere una strega cattiva, prima di poter tornare a casa. Lo spettatore è “prigioniero”, assieme a lei, di una strana forma di incantesimo, una trappola del linguaggio capace di sospendere a tratti la facoltà di esprimere un giudizio, la possibilità di compiere delle scelte, dire sì o no alle cose proposte. Il lavoro, incentrato sulle tecniche della manipolazione sottile del linguaggio pubblicitario, intreccia motivi mitici a motivi legati alla contemporaneità, alla cronaca e ai grandi emblemi dell'occidente. Lo spettatore è qui un consumatore, oggetto di stimoli continui, soggetto alle trame subdole di una persuasione occulta ai suoi danni continuamente perpetrata, prigioniero e allo stesso tempo potenziale scardinatore della gabbia in cui è stato calato. Scendere in modo vigile nel pozzo profondo in cui precipita la truccatura della “strega”, le sofisticate tecniche della comunicazione massmediatica, vuol dire assumersi l’impresa della

A Spineda per “L’opera galleggiante”

Francesca Mazza

Sul palco Max Paiella e la sua musica satirica

E’ una metafora dell’immaginario contemporaneo risalita e al contempo il rischio del non ritorno. “West” è una sorta di parabola contraddittoria, una metafora dell’immaginario contemporaneo e delle sue derive, del potere che le immagini hanno su di noi. Sullo sfondo l’Occidente e i suoi simboli e il corpo martoriato,

eppure incredibilmente “normale”, della nostra società. “West” rappresenta l’innocente bambina protagonista del libro di Lyman Frank Baum e del film di Victor Fleming come una Dorothy dei nostri tempi: vittima della sottile manipolazione del linguaggio pubblicitario e del potere persuasivo della comunicazione; insidiosi tanto da influenzare le sue capacità di scelta e di giudizio. Le sue reazioni costruiscono una partitura imprevista che la protagonista, Francesca Mazza, esegue con eccezionale bravura.

Concerto martedì dalle 21 per la rassegna “Restate in città”

Venerdì 22 luglio alle ore 21.30, L’Opera galleggiante festival approda a Spineda (Area dello Sport) con il “Max Paiella show”, di e con Max Paiella (nella foto). Il satirico artista romano, cantautore e comico, con la complicità in scena del polistrumentista Attilio Di Giovanni, dà prova del suo proverbiale e bizzarro trasformismo. In questo spettacolo Max Paiella rivive e ripercorre il percorso che, da aspirante cantautore, lo ha fatto diventare una delle firme di punta della satira italiana contemporanea. L’artista ha infatti firmato alcune delle più riuscite caricature e parodie della trasmissione televisiva di Rai 3 “Parla con me” (Minzolini, Belpietro, Crepet, Il Trota…), le incursioni musicali della trasmissione di culto di Radio 2 Rai “Il ruggito del coniglio” e recentemente anche vignette e articoli satirici per “Il fatto quotidiano” e il settimanale “Veleno”. Il pubblico ha la possibilità di vedere Max Paiella, dal vivo, nei panni di alcuni degli applauditi personaggi protagonisti degli

esilaranti duetti con Serena Dandini; non mancano poi alcuni esclusivi editoriali del direttore del Tg1 Augusto Minzolini che, ancora una volta, non resiste alla tentazione di prodursi in numeri di canto e ballo legati all’attualità. Così come il giornalista Maurizio Belpietro, chiamato a esprimere i propri giudizi tranchant sulle vicende più scottanti. Oltre ai nuovi brani del cantautore, degli oggetti tristi Vinicius du Marones, il muratore rumeno con il pallino per la musica Zoran e il cantante nostalgico Tek, le improbabili dediche scaccia malanni di Fata Paiella e le canzoni cult geneticamente modificate nella clinica Botulino Amoroso, non sono escluse novità e parodie, ancora in fase di assestamento… Come sempre, il filo conduttore dello show è la musica, autentica musa ispiratrice di Paiella che egli continua ad interrogare, nel tentativo di farsi ispirare nella composizione della perfetta canzone di successo che, tuttavia, regolarmente, invece di far sognare fa semplicemente ridere!

La selezione provinciale del concorso il 25 agosto presso il Cascinetto

Cremona Academy per la sera In passerella per Miss Padania 2012

Prosegue la rassegna “Restate in città – cultura e spettacolo in Cortile Federico II”, l’esordiente festival con cui Cremona invita cittadini e turisti a trascorrere le serare estive con un ricco menù di eventi d'interesse trasversale. Martedì 26 luglio alle ore 21, nel Cortile Federico II di Palazzo comunale, si può ascoltare il concerto “Cremona Academy – PT. 1”, che vede protagonisti la Cremona International Music Academy, la Junior Orchestra e la Senior Orchestra, rispettivamente dirette dai maestri Mark Lakirovich, Misha Lakirovich

e Paolo A. Rossigni. “Restate in città” è una soluzione studiata per valorizzare le risorse e i talenti locali: musicisti, cantanti, studiosi e scrittori. Anche la collocazione del festival, nel cuore del centro stori-

co, esalta gli eventi stessi. Il cortile che si apre su piazza del Comune si trasforma in un contenitore di pregio che, grazie alla sua antica e affascinante architettura, arricchisce di contenuti la rassegna.

“Miss Padania 2012” in passerella. Tutte le ragazze che vogliono mettersi alla prova, o semplicemente divertirsi a essere modella per una notte, non devono perdere l’appuntamento di giovedì 25 agosto, presso la Festa provinciale della Lega Nord di Cremona al Cascinetto (via Maffi). Tutte le partecipanti si contenderanno due titoli: “Miss Padania” e “La mia miss”. La fascia di “Miss Padania” concederà il diritto, alla vincitrice, di accedere direttamente alla fase prefinale del concorso, mentre la fascia de “La mia miss” conferirà tale diritto solo se la stessa ragazza vincerà il medesimo titolo in due selezioni diverse. Oltre alla bellezza estetica, il concorso ricerca, ormai da tempo, una ragazza anche talentuosa; per tal motivo le miss in gara sosterranno un provino per testare anche le loro doti artistiche, dal punto di vista del ballo, del canto e della recitazione. Per informazioni: 02-66234255 – 347-3111869.

Umberto Bossi bacia Miss Padania 2010

Il Piccolo del Cremasco  
Il Piccolo del Cremasco  

22 luglio 2011

Advertisement