Page 1

il

PICCOLO

Direzione e redazione: Via S. Bernardo, 37/A • Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 • Fax 0372 59.78.74 • Numeri Arretrati: www.immaginapubblicita.it/archivioilpiccolo.html • E-mail: ilpiccolocremona@fastpiu.it Pubblicità: Immagina srl - Via S. Bernardo, 37 - Cremona • Tel. 0372 45.39.67 - 43.54.74 • Fax 0372 59.78.60 • Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona

Anno X • n° 33 • VENERDI’ 28 AGOSTO 2009

Settimanale • € 0,02 Copia Omaggio

FUGGI-FUGGI DALLE CANOTTIERI BISSOLATI E FLORA

FORTE ODORE DI GAS, I SOCI SCAPPANO

Sono intervenuti vigili urbani e pompieri alle società e alla Tamoil. La causa dell tanfo? Esclusa una concentrazione di idrocarburi. Per l'assessore Francesco Bordi: «La messa in funzione di un impianto della raffineria, fermo per manutenzione, ha generato la puzza».

l leader della Lega Nord, Umberto Bossi, è un genio della politica? I suoi fans ne sono convinti. Con le ultime sue uscite, in rapida successione, ha conquistato la scena agostana e ha tenuto il Cavaliere in apprensione, tormentandolo con una trovata dietro l’altra, infastidendolo non poco durante un’estate già di per sé noiosa e forzatamente morigerata. Il nostro ministro ha esordito con le bandiere e gli inni regionali, poi ha attaccato con le gabbie salariali per il meridione e l’inno di Mameli, ha proseguito con la proposta d’insegnamento del dialetto, imposto per legge, a scuola, dopo aver detto altresì: niente soldi per i festeggiamenti dei 150 anni dell’unità d’Italia. E da ultimo la diatriba con il Vaticano sulla questione degli immigrati. Per il ministro La Russa è tutto frutto del sole di agosto. Anche Berlusconi ha minimizzato: “Sono soltanto messaggi che interessano i suoi elettori". Io credo, invece, che tutto questo sia strategico e propedeutico in funzione delle prossime elezioni regionali. Il senatur, nei giorni prossimi al ferragosto, ha dichiarato che lo studio del dialetto a scuola deve essere obbligatorio e che il ministro Calderoli sta, di conseguenza, preparando il disegno di legge. Non ho niente contro il dialetto, anzi, lo ritengo un arricchimento culturale, purché non sia in contrapposizione con l’italiano inteso come lingua comune. Immaginando che non s’intenda di voler insegnare una parlata diversa per singolo territorio, mi domando

quale dialetto? Il lombardo? Non esiste un dialetto lombardo. Esiste caso mai il dialetto milanese, il pavese, esiste il bergamasco (quello di città e quello delle valli), esiste il cremonese, e poi il cremasco e tante e tante inflessioni locali. Idem per la regione Veneto. Il veneziano è diverso dal padovano, dal vicentino, dal trevigiano e così via. E poi su quali testi verrebbe studiato? Però, come diceva mio nonno: ” Volere è potere”, con il verbo essere che ha funzione di copula, se la Lega dovesse riuscire a imporre una tal legge, troverà anche la soluzione per individuare i dialetti identificativi regionali. In Lombardia potrebbe essere il milanese, in Veneto il veneziano, in Piemonte il torinese… e in Alto Adige? In quella regione si insegna ovviamente il tedesco. Ecco, forse è meglio imparare il tedesco. Sono convinto che ai nostri giovani serva più la padronanza dell’inglese e del tedesco e magari conoscere un po’ più l’italiano. Molti giovani hanno problemi di analisi logica e di congiuntivi, che non servono tanto a parlar forbito ma principalmente a strutturare il pensiero e a comprendere quel che si legge. Ragazzi miei, se volete avere maggiori chance e condizioni più favorevoli per riuscire in una società che diventa sempre più competitiva, imparate bene l’inglese, il tedesco e magari, visti i tempi, il cinese. Studiate, studiate perché abbiamo bisogno di tutta la vostra intelligenza. Aldemario Bentini

Piranha: è pericoloso? Ce ne sono altri? ▲

I

Ore 8, prova scritta di dialetto

Pescato nel Po

di Sara Pizzorni Soci in fuga dalle canottieri, nel pomeriggio di giovedì, a causa di un odore molesto, riconducibile probabilmente a inquinamento atmosferico. La vicenda Tamoil ha seminato il panico tra la gente, che ha pensato bene di allontanarsi rapidamente dalle piscine, mentre i centralini di vigili del fuoco e forze dell’ordine venivano presi d’assalto da persone che chiedevano chiarimenti sull’accaduto. Gli odori hanno costretto il presidente della canottieri Bissolati, Francesco Masseroni, a chiudere le piscine della società – che però sono state riaperte poco dopo - e ad invitare tutti i soci rimasti ad allontanarsi, più che per un vero e proprio pericolo, per una sorta di precauzione, visti i prece-

denti derivanti dall'inquinamento della falda. Stessa cosa è accaduta al Flora. Squadre di vigili del fuoco e dei responsabili dell'Arpa hanno immediatamente effettuato un sopralluogo all'interno delle Canottieri e della raffineria per cercare di individuare le cause che hanno sprigionato il pungente odore che è rimasto nell'aria un bel po' di tempo Questo fino al tardo pomeriggio, quando fortunatamente tutto è tornato a una certa normalità. Come ha tenuto a sottolineare anche il sostituto procuratore della Repubblica di Cremona, Cinzia Piccioni, che si trovava con la sua famiglia alla Bissolati, non dovrebbe esserci alcun pericolo riguardante l'inquinamento. «Dagli esperti che hanno effettuato i primi controlli sono state escluse concentrazioni di idrocarburi», ha detto il magistrato, «quindi non c'è al-

cun rischio di esplosione, né sono stati trovati gas interstiziali nei pozzi». «Proprio in queste ore sono arrivati i risultati dei controlli che la società Bissolati fa svolgere periodicamente all'acqua delle piscine e ai pozzi, e anche questi test hanno confermato che non c'è traccia di inquinanti» ha fatto sapere il presidente Masseroni. «Abbiamo fatto i sopralluoghi necessari, insieme ai tecnici dell’Arpa, e abbiamo appurato che non c’è alcun pericolo» sottolinea Francesco Bordi, assessore all’ambiente del Comune di Cremona. «Secondo le nostre ipotesi l’odore proviene dalla Tamoil: gli impianti chiusi per manutenzione si stanno riavviando proprio in questi giorni. Probabilmente quindi la partenza di uno di questi ha generato la puzza. In ogni caso i vigili del

alle pagine 6-7

fuoco stanno ancora accertando la situazione». L'inchiesta giudiziaria portata avanti proprio dal pm Cinzia Piccioni, tra l'altro, sta per terminare. Un mese fa il magistrato aveva annunciato per novembre la chiusura delle indagini riguardanti la Tamoil, sospettata di avere inquinato la falda acquifera della città. Negli uffici della Procura, in quell'occasione, si era tenuto un vertice tra lo stesso sostituto procuratore, titolare dell'inchiesta dal 2007, e i carabinieri dei Nas. Le forze dell'ordine hanno acquisito la relazione tecnica elaborata all'inizio di giugno e stilata sulla base di materiale fornito dall'Arpa e dalla stessa Tamoil relativamente al rapporto riguardante l'aggiornamento delle attività manutentive dei serbatoi e della rete fognaria interna alla raffineria.

TRUFFE - Quaranta cremonesi, in partenza per le vacanze, non sono stati imbarcati sull'aereo. Possibile una denuncia • A pag. 3


La convenienza è di casa Dal 20 a

gosto al 2 set

tembre 2009 KINDER COLAZIONE PIÙ FERRERO

LATTE DAVID PLASMON

classico, biscotto, cereali e cacao 2 x 500 ml

€ megapack midi x138, maxi x 132, junior x 108

assortito, 8 x 125 g

€ 26,90

1,79

YOGURT VITASNELLA DANONE

LINEA PANNOLINI PAMPERS BABY DRY

300 gr

2,49

al kg 6,07

BARATTOLINO CLASSICO SAMMONTANA

CONI CINQUE STELLE SAMMONTANA

gusti vari, 500 g

6 pezzi, gusti vari, 450 g

2,09

TONNO IN OLIO DI OLIVA RIO MARE

RISOTTO FRESCHI SAPORI SCOTTI

FETTE BISCOTTATE PAN COLUSSI

7 x 80 g

surgelato, gusti vari, 600 g

3,99

classiche, 80 fette, 645 g

al kg 7,12

3,49

4 rotoli double face o 6 rotoli normali

2,99

DOMENICA 30 agosto APERTO

1,45

al kg 2,25

al kg 5,82

ASCIUGATUTTO SCOTTEX

1,99

al kg 3,98

al kg 4,64

1,82

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA DE CECCO 1 lt

3,69

DETERSIVO IN POVERE PER LAVATRICE DASH 90 misurini, 7,2 kg

14,90

al kg 2,07


Cronaca

Venerdì 28 Agosto 2009

3

Francesco Zilioli: «Quaranta cremonesi sono stati vittime dell'overbooking». Luigi Bellini: «Documentate tutto»

Vacanze truffa, decine di segnalazioni

I problemi principali riguardano mezzi di trasporto (aerei e traghetti), alberghi, qualità del servizio e i prezzi

P

di Laura Bosio

artire pieni di aspettative, e trovarsi in mano un pugno di mosche. Questa è stata la sgradita sorpresa alla quale sono andati incontro numerosi cremonesi che si sono visti le tanto attese vacanze rovinate da disservizi o da vere e proprie truffe. A lanciare la denuncia sono state le associazioni di consumatori che, in questi giorni, stanno raccogliendo le lamentele di chi, tornato dalle vacanze, sta cercando un appiglio per ottenere giustizia e risarcimento dei danni subiti. I voli. Le proteste più vistose riguardano i voli, come sottolinea Francesco Zilioli, presidente di Federconsumatori di Cremona. «Non bastavano i disagi creati a migliaia di turisti per le vicende Todomondo e Myair, sulla stagione nera del turismo si abbatte puntuale, come ogni anno, l’inaccettabile meccanismo dell’overbooking» spiega. «Centinaia di passeggeri, in questi giorni, sono rimasti a piedi a causa della sovra-prenotazione e sono stati costretti ad aspettare diverse ore (molti stanno ancora aspettando) prima di essere “riprotetti” su altri voli». La principale responsabile dei disagi sarebbe la nuova Alitalia che, come le altre compagnie, per proteggersi dalle rinunce improvvise, tendono ad accettare un numero di prenotazioni maggiore dei posti di-

Francesco Zilioli, presidente di Federconsumatori Cremona

sponibili a bordo degli aerei. «Basta, non è possibile che i turisti si trovino ad affrontare, ogni anno, simili disagi» continua Zilioli. «Ma soprattutto, non è possibile che le compagnie se la cavino con delle sanzioni! Noi siamo per una modifica radicale del regolamento che preveda il divieto dell’utilizzo dell’overbooking, sia a livello nazionale che europeo, almeno nel periodo compreso tra il 15 luglio ed il 15 settembre. In attesa che le norme cambino, per le com-

pagnie che mantengono questo meccanismo di prenotazione, chiediamo quantomeno di “rivisitare” gli importi delle sanzioni alzandoli a livelli esponenziali». Sono oltre 40 i turisti cremonesi che si sono rivolti a Federconsumatori di Cremona perché appiedati da Myair nell’aeroporto di Orio al Serio (Bergamo). Federconsumatori è pronta ad avviare cause per il rimborso del biglietto ed anche di risarcimento per la vacanza rovinata. «Ricordiamo ai turisti che si sentono danneggiati che, per il mancato imbarco a causa dell'overbooking, è prevista una compensazione monetaria di 250 euro per tratte fino a 1.500 chilometri, di 400 euro per altre tratte intracomunitarie e quelle tra 1.500 e 3.500 chilometri, e di 600 euro per le tratte superiori a 3.500 km» sottolinea ancora Zilioli. «Il consumatore ha inoltre diritto a un volo alternativo il prima possibile, oppure al

rimborso del biglietto non utilizzato. Pasti e sistemazione alberghiera devono essere previsti in relazione all’attesa per il nuovo volo». Gli alberghi. Ma non finisce qui. I disagi e le truffe si riscontrano anche per chi riesce ad arrivare a destinazione: c'è chi è partito convinto di trovarsi un albergo a cinque stelle e, invece, si è trovato di fronte a una catapecchia; o c'è chi si era sentito assicurare un albergo vicino al mare e, poi, se lo è ritrovato a cinque chilometri di distanza «Per non parlare, inoltre, dei prezzi, spesso diversi da quelli indicati nei depliant, o la presenza o meno del ristorante all'interno dell'albergo» sottolinea Luigi Bellini, presidente dell'Unione Consumatori di Cremona. «Raccomandiamo alle persone che hanno subito disagi» aggiunge, «di rendere noto il problema alle opportune associazioni. E', infine, importante

che agiscano contro i responsabili inviando loro una raccomandata con ricevuta di ritorno. Conviene anche che, durante la vacanza, vengano fotografate le situazione che non vanno in modo da avere una prova documentale». I dati. A lanciare l'allarme a livello regionale è invece «Telefono blu» che riceve giornalmente centinaia di telefonate, con le più svariate lamentele. E secondo le statistiche redatte dall'associazione, da Cremona sono giunte il 5% delle chiamate, dopo Milano e Monza (43%), Brescia (13%), Bergamo (10%), Varese (7%), e Como (6%). Seguono Mantova e Pavia al 4%, Lecco e Lodi al 3%, Sondrio al 2%. Le località straniere più segnalate per i disagi patiti sono state Mediterraneo, CarabiOceania, capitali europee, Mar Rosso, Egitto. Meno frequenti le lamentele di chi è andato in montagna. Entrando nello specifico, il 28% delle chiamate ai centralini ha riguardato un viaggio pacchetto, parti di viaggio acquistate anche online con al primo posto i problemi legati alle località sopra elencate e, quindi, all'impossibilità di aver potuto usufruire della vacanza. Seguono le disdette, il contratto non rispettato, rinunce, annullamento per cause familiari, problemi insorti prima e durante il viaggio, la non corrispondenza contrattuale, truffe e raggiri. Il 22% delle lamentele ha riguardato, invece, problemi legati ai mezzi di trasporto (tra-

Luigi Bellini, presidente di Unione Consumatori Cremona

ghetti in ritardo, mancati imbarchi, danni ai bagagli), problemi stradali (code, autostrade caotiche, barriere chiuse, disagi negli scali) e overbooking (ritardi e sparizione di valigie). Il 20% circa ha interessato la qualità del servizio: ricettività degli alberghi, residence non altezza delle promesse, case in affitto inadeguate, agriturismo non corretti, che hanno comportato annullamenti di prenotazioni e rescissione dei contratti. Forti anche le lamentele per la scarsa pulizia, la cucina di cattiva qualità, la pubblicità non veritiera, i furti, il maltempo e l’assicurazione che non ha risposto. Il 14% ha lamentato, inoltre, la scarsa ospitalità delle località turistiche, contestando la qualità della città, l’eccesso di multe, i parcheggi che non si trovano. Il 10%, invece, ha denunciato vere e proprie emergenze ambientali (rumori, inquinamento del mare e sporcizia in spiaggia, rifiuti mal raccolti). Il 4% delle segnalazioni di turisti esacerbati, infine, ha lamentato i prezzi troppo cari e salati.


Conosciamoli meglio

Venerdì 28 Agosto 2009

5

IRENE DE BONA 30 gennaio 1962 DATA DI NASCITA: ona. CITTÀ NATALE: Crem gata. STATO CIVILE: Coniu la, 5 anni). FIGLI: Sì, uno (Nico litiche. : Laurea in scienze po TITOLO DI STUDIO degli studi di Pavia. ATENEO: Università Italiano e letteratura. TICA PREFERITA: MATERIA SCOLAS in Europa». lfare State in Italia e TITOLO TESI: «Il We di Commercio. io estero in Camera erc mm co l de e bil sa ATTIVITÀ: Respon le interessa il calcio). Cremonese (ma non a classica. SQUADRA TIFATA: e il pilates e la danz la famiglia. Ma anch e ca liti po La I: SS INTERE casa. viaggi, ristrutturare la HOBBIES: Lettura, '50 e fantascienza. : Film storici, film anni ITO ER EF PR O FIC RA GENERE CINEMATOG tradizione antica. osofia e filosofi della Fil : ITO ER EF PR IO GENERE LETTERAR tto rock e lirica. : Di tutto, ma soprattu ITA ER EF PR A SIC MU iti politici : Documentari, dibatt VISIVA PREFERITA e trasmissioni sui viaggi. LE TE NE IO SS MI TRAS

L'assessore alla Cultura, Turismo e Commercio si racconta: donna determinata, amante della politica, dei viaggi e della filosofia

EFERITO: TG5. TELEGIORNALE PR tto Silvestro. O PREFERITO: Il Ga AT IM AN E ON RT CA : Tutti i primi. bi. PIATTO PREFERITO Ama molto i Paesi ara itineranti e culturali. e ell Qu LI: EA ID E VACANZ re le proprie idee, raggio di difendella co il ha n no mo l'uomo». uo e un le idee o non vale nu UNA CITAZIONE: «S o non valgono nulla la vita «Riuscire a conciliare iliare». fam DA RAGGIUNGERE: a ell RA qu n CO co AN ca liti IVO po TT UN OBIE lavorativa e

Anima ribelle e creativa: ecco Irene De Bona

C

di Laura Bosio

arattere ribelle, determinato ma estremamen te sensibile: l'assessore Irene Nicoletta De Bona (deleghe alle politiche culturali, sistema museale, turismo e gemellaggi, politiche commerciali e pubblici spettacoli) si racconta, partendo dalle sue idee sul futuro della città. «Sto prendendo visione di tutto quello che è in essere, perché prima di fare delle scelte voglio aver ben chiara la situazione» sottolinea. «Tuttavia posso dire che la Cremona che sogno - io come del resto tutta la giunta è una città viva ed attiva, ed è anche per questo che si è fatta la scelta di unificare le deleghe di cui mi occupo: la cultura, attraverso il turismo, può portare ricadute positive sull'economia e sul commercio. Avere un'occhio complessivo su tutti e tre i settori permetterà di impiegare le risorse in modo più razionale. Sono convinta che serva un progetto complessivo, e a questo proposito stiamo stilando le linee programmatiche». Senza dubbio il commercio è il suo cavallo di battaglia. «Avendo lavorato per 20 anni in Camera di Commercio nel settore estero, sicuramente quella è la mia collocazione ideale, insieme al turismo. La cultura è giunta di conseguenza. Non ho la pretesa di essere il personaggio di spicco della cultura, e ho l'umiltà di riconoscerlo. Sono però sicura che, grazie alla professionalità delle persone che lavorano in questo settore, potremo lavorare bene». Come intende rilanciare Cremona, dunque? «Partendo dal rilancio delle sue eccellenze: la liuteria, l'arte e l'agroalimentare. Bisogna individuare quindi un filo conduttore, che potrebbe

L'assessore Irene Nicoletta De Bona

essere quello della tradizione, da cui partire, seguendo dei principi che sono superiori all'uomo: la consapevolezza delle nostre radici ci permette di capire chi siamo. Tenteremo poi di realizzare un centro per la liuteria. Tra le nostre priorità c'è senza dubbio il recupero di Palazzo dell'Arte, che dovrebbe essere la vetrina delle eccellenze culturali, artistiche ed economiche di Cremona.

«Servono nuovi eventi per attrarre ancora più turisti in città» Vogliamo valorizzare Mondomusica, cercando però di creare delle iniziative collegate in tutta la città. Un segno indicativo potrebbe essere l'installazione di elementi di arredo urbano a tema in tutto il centro storico. Per quanto riguarda gli spettacoli il teatro Ponchielli ha un ruolo fondamentale, e verrà sostenuto, ma ci pare

giusto offrire iniziative anche nei periodi in cui esso non è attivo. Per questo sosteniamo vivamente anche il Festival di Mezza Estate, e abbiamo l'intenzione di consolidare l'Arena Giardino (attualmente gli spalti sono in affitto). Dove sarà possibile continueremo quanto iniziato da chi ci ha preceduto». Lei diceva che la cultura va di pari passo con il turismo. In che modo? «Vorrei Cremona come una città vivace e accogliente, con una caratterizzazione ben precisa. Si potrebbe ad esempio creare percorsi turistici tra le terre stradivariane, verdiane e dei Gonzaga. Ed è proprio sull'arte e sulla cultura che si punterà per implementare il turismo». E in tutto ciò come rientra lo sviluppo del commercio? «Siamo partiti con il progetto dei mercatini rionali, che fu voluto dai commercianti e sollecitato dal mio predecessore, l'assessore Baldani. Essi offrono l'occasione per socializzare e sopperiscono alla carenza di esercizi commerciali in certe zone della città. Vogliamo

inoltre costituire un tavolo degli eventi cittadini che offra una programmazione generale e ragionata degli stessi. Una città in cui si organizzano eventi è senza dubbio un'attrattiva maggiore. Entro il 2010 uscirà un bando che consentirà a soggetti che vogliono presentare progetti nel primo semestre dell'anno, e essi potranno esser presentati proprio a questo tavolo. Sicuramente la priorità sarà data a progetti che hanno ricadute forti sul territorio, e che si possano autofinanziare in modo cospicuo. Auspichiamo a questo proposito degli interventi da parte di privati, attraverso sponsorizzazioni che consentano anche alle aziende stesse di avere un ruolo sociale». Abbiamo parlato delle sue idee, ora parliamo di lei: chi è Irene Nicoletta De Bona? «Sono sempre stata una persona piuttosto ribelle e determinata, ma anche molto sensibile, e per questo non mi sono mancate le delusioni, soprattutto in politica, e i momenti di sconforto». Ciò nonostante il suo curriculum è notevole.

«La mia passione era il gioernalismo, ma la vita mi ha portato verso altri interessi. Mi sono laureata con 110 in Scienze politiche con indirizzo economico. Successivamente ho fatto esperienza di un anno e mezzo in una società finanziaria, finché non ho vinto il concorso in Camera di Commercio. Inizialmente mi sono occupata di commercio interno ed estero, poi quest'ultimo ha assunto una connotazione più corposa, ed è stato sviluppato». Un'attività politica di lunga data, la sua. «Ho iniziato ad interessarmi di politica intorno ai 15 anni. Sono sempre stata una ribelle per carattere, e la destra del Msi mi sembrava la collocazione più vicina al mio carattere. La dimensione spirituale di quello schieramento è stata un'altra motivazione che mi ha spinto a sceglierlo, insieme al mio viscerale anticomunismo. Nei primi anni ho fatto parte del Fronte della Gioventù. All'epoca era molto forte la contrapposizione tra i due schieramenti, ed essere di destra è sempre stato rischioso». Le è mai accaduto qualche episodio degno di nota? «All'epoca le cose non erano tranquille come lo sono ora. Ricordo un giorno in cui abbiamo subito l'assalto alla sede, quando ancora eravamo in via Mercatello: io ero davanti all'ingresso, in attesa che venissero ad aprirmi, quando da un vicolo sono spuntati un centinaio di persone dello schieramento opposto. Indossavo un cappotto beige, e ricordo che hanno cercato di agguantarmi per il cappotto, ma sono riuscita a mettermi in salvo. Successivamente mi sono allontanata un po' dalla politica, in quanto sono andata a studiare a Pavia, ma una volta tornata ho ricominciato. C'è stato il passaggio, doloroso ma dovuto, dal Msi ad An. Credo che il XXV Aprile sia il giorno

della riappacificazione nazionale. Dunque l'ingresso in An, di cui sono stata segretaria cittadina, è stato condiviso e compreso: l'Italia aveva bisogno di una destra unita e moderna. In questi anni sono stata consigliere provinciale e vice presidente del consiglio provinciale, capogruppo di An in consiglio comunale e vice presidente dello stesso.

«Sono molto sensibile, e spesso non sono mancate le delusioni» Non ho sofferto il passaggio nel Pdl, perché esso era scritto sul nostro percorso. E' ancora un partito da strutturare, ma credo che con la buona volontà e il confronto si possa fare un ottimo lavoro. Gli elettori hanno riposto fiducia in noi, e a noi toccherà dimostrare che hanno scelto bene. Personalmente poi ho un grande debito di riconoscenza nei confronti del sindaco Perri, che mi ha fortemente voluta, e quindi sento il dovere di impegnarmi al massimo». Oltre alla politica, quali sono i suoi interessi? «Ne ho sempre avuti tantissimi. Mio marito dice che sono vulcanica. Amo viaggiare e vedere posti nuovi, coniugando il relax alle visite di approfondimento. Sono una persona creativa, e ho sempre tante idee per rimodernare casa: fosse per me la farei ristrutturare ogni quattro anni. Apprezzo molto la lettura, specialmente di tipo filosofico, e in particolar modo legata alla storia della Roma antica. Ho sempre fatto tantissime cose: dalla danza, al pattinaggio, al Kung Fu. Apprezzo molto anche la musica lirica, pur non essendo un'esperta».


L'INCHIESTA

Cronaca

Un pescatore l'ha pescato nelle acque nella zona di Torricella del Pizzo

Un Piranha trovato nel Po È pericoloso ed è l'unico?

U

n Piranha nelle acque del fiume Po: questa la notizia che ha fatto il giro dei giornali e telegiornali locali e nazionali. Molti andranno con la mente alla storia della famosa pantera, apparsa nelle nostre terre alcuni anni fa, e mai trovata. Eppure stavolta di dubbi non ve ne sono: il Piranha è infatti stato pescato da un esperto pescatore di Guastalla, nella zona di Torricella del Pizzo. Quello che resta da capire, ora, è di quale tipo esattamente si tratti. Piaractus brachypomus (erbivoro e relativamente innocuo) come sostengono alcuni esperti appartenenti ad una community online proprio dedicata ai Piranha, oppure il temibile Piranhas rosso, carnivoro e pericoloso, come affermano invece dall'Acquario del Po di Motta Baluffi dove, dopo un esame accurato, si è accertato che il pesce sarebbe proprio il Pygocentrus Nattereri (conosciuto appunto come Piranha rosso)? Il dibattito impegna tutti coloro che hanno a che fare con il grande fiume, dalle istituzioni ai pescatori stessi. A proposito di pescatori, è proprio il protagonista di que-

«Tirava molto forte, avevo capito che c'era qualcosa di strano»

Mauro Bonazzi, il pescatore del Piranha del Po

sta vicenda, Mauro Bonazzi, esperto pescatore di Guastalla, a raccontare come è avvenuta la pesca. «Normalmente si pesca il Luccio Perca, utilizzando un pesciolino come esca. Dunque, come molti altri giorni, mi ero recato a pescare in Po, nella zona del Casalasco, più precisamente a Torricella del Pizzo, accingendomi appunto alla pesca del luccio. Ad un certo punto ho visto una mangiata particolarmen-

te violenta, che mi ha lasciato un po' stupito. Così ho recuperato il filo, e ho tirato su quello strano pesce». Quali erano le sue dimensioni? «Era lungo 45 centimetri, per un peso di circa 2 chili e mezzo. Vedendone la dentatura ho sospettato subito che fosse un Piranha, ma per un'identificazione più accurata mi sono rivolto all'Acquario di acqua dolce di Motta Baluffi, chiedendo il parere

degli esperti, i quali mi hanno confermato, dopo un'accurata analisi, che si trattasse di un Piranha rosso, detto Pygocentrus Nattereri». Come può essere finito nelle acque del Po? «Difficile a dirlo, ma secondo me non è l'unico. Ho saputo che in certi laghetti privati del territorio hanno liberato questo tipo di pesce, per la pesca sportiva, quindi non mi stupirebbe che qualche esemplare potesse essere finito nel Po. Ma c'è anche un'altra questione: già da un mese a questa parte mi era stato raccontato di un pescatore che ne aveva pescato uno. All'epoca però ero scettico, non avendolo visto con i miei occhi. C'è, inoltre, dell'altro: alcuni pescatori mi avevano raccontato, tempo prima, di aver visto delle strane mangiate, che finivano con la rottura del filo da pesca, a causa della loro violenza. Sono tutti segnali, e il pesce che ho pescato io è la

«L'ho fatto identificare ed è stata classificato come un pesce nocivo» prova della possibile presenza, nel fiume, di alcuni esemplari. C'è chi dice che non reggerebbero il nostro

Le specie più comuni di fauna ittica presente nel nostro fiume ANGUILLA - Il maschio non supera mai i 50 cm di lunghezza ed i 500 grammi di peso e vive al massimo 15 anni. La femmina, invece, supera i 50 cm con punte fino a 150 cm. Il suo peso medio è di 2 kg, ma può raggiungere anche i 5 kg. Da adulta viene denominata capitone e può vivere fino a 50 anni. BARBO COMUNE - Il barbo comune può raggiungere i 15 kg di peso ma, di regola, non supera i 7-8 kg. Va comunque precisato che nelle nostre acque è già raro pescare esemplari superiori ai 2 kg. Carpa

CARPA - Originario dell’Asia o dell’Europa Orientale, questo ciprinide ama acque tranquille, ricche di vegetazione, non eccessivamente ossigenate e, vivendo molto sul fondo, con fondali abbastanza consistenti. Proprio per questi motivi lo possiamo trovare esclusivamente nella parte finale del tratto cuneese del Po, vale a dire a valle della confluenza con il Pellice nei territori di Faule, Pancalieri e Casalgrasso. Solo sporadicamente e probabilmente nei periodi post piena, è stata segnalata la sua presenza a monte di questa zona.

Cavedano

LUCCIO - E’ il cosiddetto "squalo di fiume" per la voracità e la furbizia che mette nel cacciare. Di colore verdastro sul dorso e sui fianchi, bianco sul ventre e con striature marmoree che ne attraversano il corpo affusolato in senso circolare, si distingue sopratutto per la caratteristica bocca a “becco d’anatra”, munita di poderosi denti. Di norma raggiunge i 10 chili di peso, ma sono stati catturati esemplari di 35 chili per una lunghezza di 150 centimetri.

CAVEDANO - Questo pesce, grigio chiaro sul dorso ed argenteo sul ventre e sui fianchi, è molto diffuso. Vive sopratutto nei cosiddetti “molli”, cioè dove il fiume, curvando, forma delle grandi anse con acqua lenta. Il cavedano non supera i 50 cm di lunghezza ed è ricoperto da notevole squamatura. LAMPREDA - Quella che vive nel Po è la Lethenteron zanandreai che, a differenza delle altre, non è un parassita degli altri pesci e trascorre tutta la sua vita in acque dolci, non migrando mai verso il mare.

LASCA - Pesce di colore grigio chiaro-verdastro sul dorso ed argenteo sul ventre e sui fianchi, non supera mai i 25 centimetri e si riproduce in primavera. Una volta presente in grandi banchi, sopratutto nel periodo della riproduzione, è oggi pressochè scomparsa a causa soprattutto dell’inquinamento.

La Phoxinus phoxinus detta sanguinerola

SANGUINEROLA: - Pesce piccolissimo, difficilmente supera i 10 centimetri di lunghezza. E’ verde sul dorso ed argenteo sul ventre, ma diventa multicolore con tendenza al blu e al rosso nel periodo degli amori. E' molto ricercato per la bontà delle sue carni, vive in acque molto ossigenate e pure e, proprio per questo motivo, è sempre più raro e corre pericolo di estinzione, perlomeno nel tratto in oggetto. SCAZZONE - Lo scazzone raggiunge la lunghezza massima di 10-12 centimetri e ha un aspetto buffo. Ha una testa molto grossa ed un corpo che si assotiglia gradatamente, in modo quasi conico, fino alla coda, ricordando, in un certo senso, i mostri siderali dei film di fantascienza. Si riconosce anche per la colorazione bruna sul dorso con effetti marmorizzanti, per il ventre giallo sporco e, sopratutto, per il muco che ne ricopre la pelle facendolo risultare viscido e sfuggente al tatto.

inverno, essendo pesci tropicali, ma io sono del parere che vadano a svernare vicino alle centrali termoelettriche, dove le acque sono più calde». Dunque per il momento resta un mistero la presenza o meno di altri esemplari di Piramha nel Po, mentre il dibattito si infiamma su quale tipo di pesce possa essere quello pescato da Mauro Bonazzi.

SPECIE NOSTRANE E STRANIERE AUTOCTONI Trota fario Scazzone Temolo Trota marmorata Vairone Barbo canino Ciprinidi Barbo comune Cavedano Alborella Tinche

Pesce Gatto

ALLOCTONI Pesce gatto Carpa Luccio Pesce persico Carassio

TEMOLO - Endemico delle nostre acque, il Temolo trova nel Po il suo habitat naturale per la natura del fondo, ancora sabbioso e ghiaioso e non melmoso, per l’ossigenatura dell’acqua non più impetuosa ma nemmeno stagnante, e inoltre per la temperatura ancora piuttosto fredda. Molto bello a vedersi per la sua forma affusolata ed elegante, è riconoscibile anche dai profani per la pinna dorsale di un blu intenso che si apre a ventaglio sul dorso argenteo. TROTA - E’ la regina delle acque nazionali, nelle quali è presente in diverse specie. Le più famose sono la trota fario, la trota di mare, la trota di lago, la trota marmorata (che è la vera trota autoctona). VAIRONE - Il vairone ama le acque correnti molto ossigenate e con fondo ghiaioso ed il tratto in oggetto presenta tutte queste particolarità. Pertanto questo simpatico ciprinide é la specie ittica più presente come numero di esemplari, pur avendo dovuto anch’esso pagare un pesante tributo all’inquinamento e, probabilmente, anche al sistema errato di ripopolamento perpetrato in tutti questi anni.


Venerdì 28 Agosto 2009

7

«Può uccidere gli altri pesci»

La preoccupazione delle associazioni di pescatori. Ma un sito di esperti avvisa: è innocuo

S

di Sara Pizzorni

ono due, dunque, gli interrogativi. Da una parte la vera natura del pesce in questione, l'altra è se vi sia la possibilità della presenza di altri pesci di questo tipo. «Stiamo ancora cercando di approfondire la questione» sottolinea Andrea Azzoni, dirigente del settore caccia e pesca della Provincia di Cremona. «Stiamo innanzitutto cercando di capire di quale specie si tratti. Vi sono infatti differenti versioni, tra chi dice che si tratti di un Piranha erbivoro o di quello carnivoro. La differenza sta nella dentatura, che nel primo caso è più smussata, mentre nel secondo più aguzza. Anche la forma è un po' diversa». Come è finito un Piranha nel Po? Secondo il parere di Azzoni si tratterebbe di qualcuno che ha liberato il Piranha nel fiume. Il destino di

Erbivoro: inoffensivo NOME SCIENTIFICO: Piaractus brachypomus

FAMIGLIA: Serrasalmidi HABITAT: Amazzonia

NOME COMUNE: Red-bellied pacu (Pacu Rosso)

DIMENSIONI: Supera i 60 cm.

Il fiume Po

questi animali è sempre la morte perché non sopravviverebbero nel nostro clima. In ogni caso non è una buona azione quella di liberare le specie alloctone nei nostri fiumi, e chi pesca simili esemplari non deve assolu-

tamente reimmetterli in acqua». Secondo Franco Ravelli, segretario dell'Enalcaccia, è importante capire di quale pesce esattamente si tratti. «La presenza di questo tipo di animale può essere un

problema per l'ecosistema del fiume, come è accaduto per le nutrie. Senza contare che potrebbe rovinare il nostro sistema di pesca. Per questo sentiremo anche l'amministrazione provinciale: è importante accertarsi in merito a quale sia esattamente il Piranha trovato, e che non se ne trovino altri». C'è però anche chi ha qualche certezza in più sulla specie rinvenuta. La spiegazione emerge dalla segnalazione pervenuta a molti giornali dal portale www.piranhaportal.net, il più grande portale italiano sui Piranha. A quanto spiega uno degli esperti del sito, infatti, non si tratterebbe di un Pygocentrus Nattereri, il vorace Piranha carnivoro tanto temuto nei fiumi sudamericani, ma di un Piaractus Brachypomus comunemente detto Red Pacu sempre appartenente alla grande famiglia dei Piranha (Serrasalmidae), variante prevalentemente erbivora.

Carnivoro: predatore

NOME SCIENTIFICO: Pygocentrus Nattereri, conosciuto comunemente come Piranha (Piraña) rosso, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Characidae. DIFFUSIONE E HABITAT E' diffuso in Sudamerica, nei bacini del Rio delle Amazzoni, dei fiumi Paraguay e Paraná bacino fluviale e del fiume Essequibo. Particolarmente diffuso nella zona paludosa del Pantanal, in Mato Grosso. Abita acque tranquille, anche poco limpide (possiede un ottimo udito e un fine olfatto) come stagni, paludi e insenature nella foresta.

DIMORFISMO: Il P. Brachypomum possiede una caratteristica unica: i "raggi" della pinna adiposa negli esempalri adulti. Gli esemplari giovani presentano dei punti molto evidenti sul corpo e le pinne sono scure e orlate. Inoltre presentano una grande macchia distintiva sull'opercolo (hanno una certa somiglianza al P. Cariba, ma a differenza del piranha è completamente i n o ff e n s i v o ) . Tu t t a v i a , nell'acquario una volta inseriti con un gruppo dei Piranha, imitano il comportamento di questi (soprattutto nell'alimentazione). Gli adulti sono uniformemente scuri. A causa del colore rosso della pancia vengono erroneamente

identificati come P. Nattereri (Piranha Rosso). Dettaglio che può sciogliere facilmente questa confusione è la forma della bocca. Nella foto in basso si nota il classico "sorriso" del P. Brachypomum. E' sporgente la parte superiore della bocca al contrario del P. Nattereri che ha una evidente sporgenza della parte inferiore della bocca corredata da una affilata serie di denti. COMPORTAMENTO: Un pacifico e socievole onnivoro, anche se la sua dieta è a base erbivora. Si sposta in branchi e di conseguenza il suo allevamento diventa alquanto impossibile in un acquario domestico, anche se è tra i "false

piranha" più comuni nelle vasche domestiche a causa della sua somiglianza al Piranha Rosso. ALLEVAMENTO: Richiede vasche grandi (minimo 250 l), con ampio spazio libero per il nuoto e vegetazione ridotta a poche piante particolarmente robuste (quelle più tenere e delicate vengono divorate). Preferisce un’acqua leggermente acida e tenera (pH 5,5 - 7.0 e durezza inferiore a 10°d GH), con T 23-26°C, forte filtraggio e frequenti cambi parziali. Onnivoro, accetta tutti i mangimi secchi, da integrare con verdura cotta, alghe e pezzetti di frutta, ma anche con gamberetti e lombrichi.

DESCRIZIONE La forma giovanile presenta un corpo allungato, compresso ai fianchi, con dorso convesso e mandibola sporgente. Gli occhi sono grandi, le pinne pettorali piccole, così come le ventrali. La pinna dorsale è ovaloide e precede la pinna adiposa. La pinna anale è lunga e trapezoidale. La coda è forcuta. La livrea è argentea, chiazzata di macchie nere, le pinne trasparenti. Gli adulti hanno un corpo massiccio e carnoso, con viso camuso e prognatismo mandibolare. Visto lateralmente il piranha rosso ha profilo ovaloide. Le mascelle sono provviste di forti denti triangolari. Le pinne sono ampie e carnose. La livrea è grigio-verdastra, con le scaglie dei fianchi vivacemente iridescenti. La gola e il ventre sono rosso vivo. Le pinne sono grigie con chiazze nere, tranne le pettorali e le pinne ventrali, che sono rosse. A volte la pinna anale è orlata di rosso.

COMPORTAMENTO I giovani vivono in gruppo e, contrariamente agli altri Piranha, continuano a farlo per tutta la vita. All'inizio della maturità sessuale avvengono numerosi combattimenti tra gli individui, che stabiliscono le gerarchie per l'età adulta. Non è raro osservare infatti combattimenti, che spesso portano al ferimento, anche grave, di uno dei due contendenti. Se stressati possono anche praticare il cannibalismo. RIPRODUZIONE Durante il corteggiamento, i due riproduttori perdono la tipica colorazione assumendo un'insolita livrea nera. La femmina sembra essere più tozza. La riproduzione avviene nella stagione invernale, tra novembre e aprile. Le uova, grandi e adesive, vengono incollate ad una radice sommersa e sono sorvegliate da entrambi i genitori fino alla schiusa, 9-10 giorni dopo. Sembra che il successo riproduttivo sia in relazione

all'inondazione delle praterie e delle foreste dell'anno precedente, ma occorrono ulteriori studi per meglio comprendere il meccanismo. ALIMENTAZIONE Vorace e pericoloso predatore, il Piranha rosso ha una dieta carnivora, anche se qualche volta non disdegna un apporto di materiale vegetale. Preda insetti, vermi, crostacei, pesci, mammiferi e uccelli (acquatici e non). Gli esemplari più giovani sono attivi durante il giorno, mentre gli adulti prediligono l'alba e il tramonto, fino a sera. I denti, estremamente robusti, sono sostituiti uno ad uno in modo continuo, permettendo all'animale di alimentarsi sempre. Il Piranha rosso caccia in branchi, anche piuttosto numerosi, utilizzando una tecnica denominata fullblown: una volta scelta la preda, l'intero branco la circonda, sferrando robusti morsi che indeboliscono e fanno annegare la preda (se non è un pesce) mentre viene divorata.


8

Cronaca

Venerdì 28 Agosto 2009

Cremona per tre giorni capitale dell’energia

Da tutta Italia sarà possibile collegarsi via web e inviare domande ai relatori. L'intervista all'organizzatrice, Dianora Bardi

Dal 25 al 27 settembre appuntamento nella nostra città e a Crema con i maggiori esperti italiani del settore

P

di Giulia Sapelli

er tre giorni Cremona diventerà la capitale della ricerca, dell'innovazione e dell'energia. L'appuntamento è in programma dal 25 al 27 settembre prossimi, che vedrà coinvolta, oltre alla nostra città, anche Crema. La manifestazione è stata organizzata dal Dipartimento di Tecnologie dell'Informazione degli Studi di Milano e da Nova Multimedia, con la collaborazione della Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche. «Ci rivolgiamo agli addetti

L'energia si dà appuntamento a Cremona e a Crema

I relatori

• Pasquale Campanile (Centro Ricerche Fiat); • Edgardo Curcio (Presidente AIEE); • Michele Faberi (Organizzazione Mondiale della Sanità ); • Luigi Fusco Girard (Università Federico II); • Francesco Gagliardi (Presidente Aeit); • Enzo Gatta (Presidente Assoelettrica); • David Goodstein (Caltech’s Vice Provost); • Fabio Graziosi (Unric - Onu); • Massimo Ippolito (Sequoia Automation);

• Dario Lucarella (Cesi Ricerca); • Valeria Menza (Fao); • Vincenzo Naso (Direttore Cirps Presidente Ises Italia); • Lucio Pinto (Fondazione Tronchetti Provera); • Pasquale Pistorio (Vice presidente Confindustria Presidente Telecom); • Erasmo Recami (Università degli Studi di Bergamo); • Angelo Scaravonati (Presidente Cner); • Gianni Silvestrini (Presidente Kyoto club).

«Un sistema di comunicazione innovativo» ai lavori ma anche ai cittadini» spiega Dianora Bardi, presidente di Nova Multimedia. «Porteremo a Cremona i maggiori esperti italiani del settore dell'energia, provenienti da tutte le associazioni e correnti di pensiero possibili. Si tratta quindi di un incontro "super partes" che vedrà contrapposti nuclearisti ed ecologisti, sostenitori del petrolio e quelli delle bioenergie. Insomma, un vero e proprio dibattito».

In che modo questo evento sarà un valore aggiunto? «La novità è questa: i relatori saranno costantemente in contatto con la gente che potrà fare domande e chiedere chiarimenti. Non solo durante gli incontri e i convegni, ma anche al bar o per strada. La disponibilità dei relatori sarà massima». Un format piuttosto innovativo rispetto ad altre manifestazione del genere. «Infatti noi puntiamo su un sistema di comunicazione nuovo che utilizza l'informatica per diffondere conoscenze e informazioni a 360 gradi. La pubblicità di questa 3 giorni sarà vastissima, a livello nazionale. Persino i ministeri si attiveranno per far circolare la notizia. Inoltre ogni incontro o convegno viene registrato, digitalizzato e messo sulla nostra web-tv. E anche chi segue gli incontri via internet potrà interagire con i relatori, mandando le proprie domande, che verranno prontamente girate al relatore in questione, il quale si premurerà di rispondere. Lo scorso anno abbiamo avuto circa 18mila contatti ogni giorno, via internet. E' anche grazie all'enorme visibilità dell'evento che abbiamo ottenuto la presenza di così tanti nomi illustri: i relatori vengono volentieri, sapendo che questo evento li faborirà dal punto di vista della visibilità». Facciamo qualche nome

di chi sarà presente a Cremona. «Ci saranno, per esempio, Gianni Mattioli e Massimo Scalia dell'Unesco che verranno a certificare la qualità e l'importanza dell'evento. Ci sarà anche il rappresentante europeo dell'Onu, in quanto quest'anno, con la Campagna mondiale sull'energia, il nostro è il progetto riconosciuto come principale e pilota per l'Italia. Siamo anche stati nominati selezionatori dei progetti italiani su questo tema. A proposito di progetti, a Crema verrà promossa una giornata sull'innovazione e la ricerca, e l'università sarà sede dell'esposizione di numerosi progetti, ovviamente legati al tema dell'energia e cose affini. Durante le tre giornate verrà anche dato, infine, il riconoscimento, da parte dell'Onu, a Giovanni Degli Antoni, fondatore dell'Università di Crema». Quali gli intenti del progetto? E quali obiettivi, insomma, vi siete proposti? «Oltre alla diffusione della conoscenza, la nostra idea è quella di valorizzare il territorio cremonese e le sue peculiarità, facendolo conoscere al di fuori dei suoi confini. Vorremmo che Cremona diventasse l'ospite fisso di questa manifestazione, in modo da renderla davvero il punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale sui temi dell'energia».

I PROMOTORI

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Miur, ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Regione Lombardia, università degli Studi di Milano, Nova Multimedia, Federazione associazioni scientifiche e tecniche (Fast), Kyoto Club, AzzeroCO2, Associazione italiana idrogeno Aper, Comune di Cremona, Camera di Commercio di Cremona, Associazione cremonese studi universitari Acsu Cesvin, Politecnico di Milano, Centro sviluppo polo Cremona, Libera associazione agricoltori, Ordine degli architetti di Cremona, Federazione dei collegi dei periti industriali e dei periti industriali laureati della Regione Lombardia, Associazione industriali di Cremona, Associazione dei consumatori della provincia di Cremona, Associazione piccole e medie industrie della provincia di Cremona, Aem, Lgh Linea Group Holding, Ance Cremona, Agenda 21 Cremona, Aipo, circolo culturale AmbienteScienze, Ufficio scolastico provinciale di Cremona, liceo Scientifico Lussana di Bergamo, Istituto Comprensivo Trescore Cremasco.

Cerchi Lavoro? Offri Lavoro? CERCHIAMO LAVORO 45enne in Mobilità, ultra decennale esperienza aziende multinazionali: customer care, back office,assistenza clienti pre e post vendita,commerciale,marketing, e-commerce. Ottima conoscenza della lingua Inglese e Francese parlata e scritta. Conoscenza PC,Internet, e-Commerce. Cerca lavoro impiegatizio e/o ufficio commerciale. Disponibile a trasferte e a viaggiare anche all’estero. Valuto offerte,se interessati: Massimo Tel 0373/90875, email: stargazer63@libero.it Ventottenne Ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata, ottimo livello utilizzo PC (diploma E.C.D.L) Cerco un lavoro di tipo impiegatizio in cui posso sfruttare la mia conoscenza avanzata dell’inglese e, se possibile, essere a contatto con la gente. Tel. 0373-648250 e-mail: dianadario81@gmail.com Giovane neolaureato magistrale nel percorso traduttologico del corso di laurea in “Lingue e letterature europee ed extraeuropee” presso l’Università degli Studi di Milano, esperienza di un anno di lavoro in Francia come lettore di lingua italiana, insegnante precario con all’attivo 513 giorni di servizio preruolo, cerca occupazione, preferibilmente stabile, in cui poter mettere a frutto le competenze e le abilità linguistiche -e non solo-

acquisite. Disponibile a trasferte Italia/estero. Serio, motivato e con curriculum di tutto rispetto. Astenersi perditempo e ciarlatani. Tel. 339-8611559 Signora italiana, 36 anni, referenziata, molto efficiente, seria ed affidabile cerca lavoro come collaboratrice domestica. Disponibile una mattina alla settimana (h 9.00/13.00) e tre pomeriggi (h 13.00/16.00). Zona compresa tra Crema, Castelleone Soncino e limitrofi. Cell. 340 7164423 Simo. Giovane laureato in Ingegneria Gestionale, con breve esperienza in ambito industriale (Controllo Qualità e Lean Production)cerca azienda per rapporto di collaborazione o stage. Buona conoscenza della lingua inglese, ottimo uso Pc con conoscenza dei moduli MM-FI-CO del sistema SAP R/3 e dei principali strumenti Office (ECDL). Interessi professionali in Controllo di Gestione, Pianificazione e Gestione della produzione e contabilità industriale. Alessandro, cell: 3402964205 e-mail: alessandropinotti@hotmail.it Corrispondente commerciale/Interprete Free lance con pluriennale esperienza offresi per fiere, corrispondenza commerciale, traduzioni, ricerche di mercato (anche come “prestazione occasionale” ) presso ditte o nel proprio home-office. e-mail: patty958@gmail.com Cell. 349 - 608 18 72

Scriveteci all’indirizzo: direzione@immaginapubblicita.it

OFFRIAMO LAVORO AZIENDA SERVIZI ALBERGHIERI Cerca 10 cameriere ai piani con esperienza per hotel in Cremona. Inviare curriculum al fax 0444 926246 o info@cegalingroup.com

Cerchi o offri lavoro? Contatta, con una mail, la redazione de Il Piccolo. Un servizio gratuito che mettiamo a disposizione dei nostri lettori e delle aziende stesse. All’interno del nostro giornale, infatti, ospitiamo in uno spazio GRATUITO gli annunci di chi cerca e di chi offre LAVORO (anche interinale), con relativo recapito.


Cronaca

Venerdì 28 Agosto 2009

Canile: un altro veterinario indagato

Soluzioni per gestire la struttura. L'Associazione zoofili si difende. Autopsia su 32 carcasse di cani e gatti

Avrebbe firmato ricette per quantitativi spropositati di farmaci utilizzati per l'eutanasia degli animali

N

di Sara Pizzorni

ei giorni scorsi i carabinieri del Nas di Cremona, guidati dal maresciallo Raffaele Marongiu, hanno depositato in Procura una notizia di reato nei confronti di un altro veterinario di Cremona, coinvolto, secondo le indagini, nell'inchiesta sulle presunte uccisioni di animali avvenute nel canile cittadino. Le indagini che interessano la struttura di via Casello, infatti, stanno procedendo a ritmo serrato, e questo nuovo provvedimento, presentato al sostituto procuratore della Repubblica Cinzia Piccioni, titolare delle indagini, potrebbe preludere alla probabile iscrizione nel registro degli indagati del professionista. Già indagati ci sono Maurizio Guerrini e Cheti Nin, i due ex responsabili dell'Associazione Zoofili cremonesi,

insieme alla veterinaria Michela Butturini e a due volontarie, Laura Gaiardi ed Elena Caccialanza. Tutti devono rispondere dei reati di uccisione e maltrattamento di animali, esercizio abusivo della professione medica, abbandono di animali e abuso d'ufficio. Solo la posizione del veterinario sarebbe diversa: avrebbe infatti firmato ricette di quantitativi sproporzionati dei farmaci Tanax e Pentotal Sodium, utilizzati per l'eutanasia di animali ormai in fin di vita che, secondo l'accusa, sarebbero stati iniettati su animali perfettamente sani. Il professionista, medico di riferimento scelto dall'Associazione Zoofili cremonesi per seguirla nella gestione del canile, avrebbe fornito parte del grosso quantitativo dei farmaci senza poi verificarne l'utilizzo. Sempre nell'ambito dell'inchiesta giudiziaria, inoltre, a breve saranno

resi noti i risultati dell'autopsia del perito del giudice, il dottor Rosario Fico, dell'Istituto Zooprofilattico di Grosseto, sulle carcasse dei 32 animali (30 cani e 2 gatti) ritrovate dai carabinieri del Nas il 3 marzo scorso nelle celle frigorifere del canile cremonese. Secondo i dati in possesso della Procura, nel 2006 il canile comunale aveva mandato all'inceneritore 7.300 chili di carcasse, e 6.000 chili in sei mesi nel 2007. Secondo le denunce depositate in Procura, gli animali uccisi venivano smaltiti attraverso altri canili, oltre a quello ufficiale della ditta specializzata di Castelverde. Infine il capitolo sulla gestione del canile, dove si sta lavorando, pur tra mille polemiche e la guerra infinita tra l'Associazione Zoofili cremonesi e la Lega Nazionale per la difesa del cane di Cremona. «Il lavoro fatto finora, pur tra tante difficoltà, è molto importante», ha detto l'avvocato Michele Tolomini, delega-

Il pm Cinzia Piccioni

to a tutelare legalmente l'Associazione e la sua neo presidente, Federica Aroldi: «Insieme al garante Emilio Olzi, al Comune e all'Asl, si sta cercando di migliorare le cose e di tornare ad una situazione di normalità. E' stato speso del denaro per apportare migliorie alla struttura, sono stati effettuati gli adeguamenti che l'Asl aveva individuato, si stanno ordinando i dati e le schede dei vari animali, e c'è un maggior controllo sulle prescrizioni dei medicinali

per gli oltre 300 ospiti della struttura. Per questo motivo è stato seccante il contenuto di alcune lettere fatte recapitare in Comune da parte della Lega Nazionale per la difesa del cane di Cremona che critica anche la nuova gestione dell'Associazione Zoofili. Quelle sono voci destabilizzanti che vogliono strumentalizzare la situazione. Noi riteniamo invece che l'Associazione abbia tutte le caratteristiche per mantenere in essere il rapporto con il Comune».

Porcellasco attiva la collaborazione con una società francese

L'istituto zooprofilattico di Porcellasco lancia una collaborazione con la società francese Cryozootech, che Cesare Galli, al vertice del Centro Avantea di Cremona, ha incontrato nei giorni scorsi. «L’incontro dimostra che il centro Avantea di Cremona è uno dei due poli mondiali in materia di clonazione equina» ha sottolineato Galli.

Lo scopo di questo incontro, voluto dai francesi, è stato quello di valutare una collaborazione a grande respiro per la clonazione, nel laboratorio lombardo, di equini. Un progetto dal duplice obiettivo: scientifico e commerciale. «La collaborazione con Cryozootech» ha spiegato infatti Galli «è iniziata nel 2005, con la clonazione del cavallo

Quando si perde il cellulare UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI Comitato di Cremona Piazza San Michele, 2 Tel. e Fax: 0372/28370

Purtroppo può capitare che il proprio telefonino cellulare venga smarrito o rubato! Tutti dovremmo ricordare - o meglio: aver segnato - il proprio numero IMEI, digitando il quale nessuno potrà usarlo! Nel caso invece non l'avessimo segnato, ricordiamo che sarà sufficiente digitare *#06# e questa volta segnarlo ovviamente a parte - in modo da poterlo reperire subito in caso di furto e/o smarrimento del prezioso nostro fedele cellulare... Se poi il caso volesse che fosse necessario bloccare le telefonate, basterà digitarlo, con contestuale e tempestiva comunicazione al proprio gestore telefonico. Purtroppo tale procedura non serve per recuperare l'apparecchio, ma

Pieraz, dopo che come centro italiano avevamo otteuto la nascita di Prometea, la prima cavalla clonata al mondo. Passato qualche anno dall’esperienza di Pieraz, e dopo alcune esperienze negli Stati Uniti, i francesi hanno deciso di studiare un patto di più ampia durata per la clonazione di campioni, utile anche sotto il profilo commerciale. La nasci-

ta di Prometea ha aperto una possibilità di fare impresa, che è stata colta e sviluppata dagli americani e da Palmer, e anche noi abbiamo colto questa oppotunità con un grande successo soprattutto all’estero». Nei prossimi mesi verranno gettate le fondamenta economiche e operative della collaborazione italo-francese. Vedremo con quali risultati.

DALLA PARTE DEI CITTADINI

di Damiano Talamazzini

Responsabile Provinciale Patronato Epaca

Questa rubrica rappresenta un luogo d'incontro a disposizione dei nostri lettori, nato per rispondere a dubbi e quesiti in materia di diritti previdenziali e assistenziali. Le lettere rivolte al Patronato Epaca possono essere indirizzate alla nostra redazione, per posta o via e-mail, oppure direttamente al Patronato Epaca (epaca.cr@ coldiretti.it). Egregio Responsabile del Patronato Epaca, desidererei conoscere quali sono, in base alla normativa comunitaria, i presupposti perché un pensionato residente all’estero possa ricevere assistenza sanitaria a carico dello Stato italiano.

ad evitare che venga usato: cosa molto poco simpatica sia nel caso l'addebito successivo possa andare sul c/c dello "smarritore" (o derubato), come nel caso in cui l'apparecchio venisse usato per azioni malavitose a cui si è estranei, ma che potrebbero costringerci poi ad ingenti spese e fastidi per darne la prova.

In applicazione dei regolamenti comunitari di sicurezza sociale e di quanto disposto dalle singole convenzioni, i nostri assistiti, che si spostano in Europa e negli Stati in convenzione, per motivi vari (turismo, studio, lavoro, pensionati che trasferiscono la residenza), per poter usufruire dell’assistenza sanitaria a carico dello Stato italiano devono presentare alle istituzioni competenti o ai prestatori di cure degli Stati esteri alcuni formulari che attestano il diritto di godere delle prestazioni sanitarie. Sulla base di questi attestati viene erogata l’assistenza e, in seguito, gli Organismi di collegamento degli Stati UE inviano le fatture al Ministero, quale organismo di collegamento, chiedendone il rimborso . Il Ministero, a sua volta, per conto delle Regioni e delle Asl di rispettiva appartenenza,

9

Regolarizzazione badanti con Cna Dal primo al 30 settembre, presso gli uffici della Cna di Cremona, Crema e Casalmaggiore, sarà possibile procedere alla regolarizzazione di colf e badanti, un servizio che però va oltre la normale procedura ministeriale di regolarizzazione. Infatti, la Cna mette a disposizione di tutti, anche un servizio complessivo di consulenza che va dalle modalità di assunzione possibile, alla gestione del rapporto di lavoro sino all’elaborazione della busta paga. «Spesso le domande che ci vengono poste» afferma Giuseppe Ghisani, presidente dell'associazione, «vanno oltre le normali procedure di regolarizzazione. Gli utenti vogliono sapere quali sono tutte le spese che devono affrontare, quali contributi dovranno versare in futuro, come pagare lo “stipendio” mensile, insomma quanto costa non solo la pratica di regolarizzazione,

ma anche il mantenimento della badante o della colf. Per questo abbiamo deciso di offrire un servizio complessivo e, unendo l’esperienza di Cna a quella della nostra società di servizi, forniamo al cittadino tutte le risposte che gli occorrono». Cna, infatti, mette a disposizione, grazie al suo ufficio paghe, il personale necessario a predisporre tutte le pratiche per l’assunzione di un lavoratore domestico e per la gestione della busta paga. Allo scopo di fornire il miglior servizio possibile, la prestazione verrà erogata su appuntamento. Per farlo è sufficiente telefonare al numero telefonico 0372442211 e prenotarsi. Ricordiamo, che non è infatti necessario concentrare la presentazione delle domande nei primi giorni del mese, in quanto non sono state fissate quote massime di ammissione delle domande stesse.

DIPENDENTI KM AUSILIARI DEL TRAFFICO Approvata l’istituzione di nuove figure di “ausiliari del traffico” appartenenti al personale ispettivo dipendente della ditta Km S.p.A. A questo proposito si è deciso di stipulare una convenzione con Km. Verrà inoltre organizzato un corso di formazione per l’acquisizione delle competenze richieste dalla legge per l’accertamento di sanzioni amministrative in tema di sosta con particolare riguardo alle soste abusive negli spazi di fermata dei mezzi pubblici di trasporto nonché nelle corsie riservate ai mezzi pubblici stessi. L’istituzione di questo nuove figure di ausiliari consentirebbe al personale ispettivo di Km di svolgere con maggiore efficacia l’attività di controllo e sanzionatoria nelle aree di fermata dei mezzi pubblici di linea, sollevando da questo compito la Polizia locale. Il Comune di Cremona metterà a disposizione la struttura di formazione del Comando di Polizia municipale. Il corso avrà dirata di 20 ore.

Pensionati residenti all'estero, quale assistenza sanitaria?

chiede agli Stati esteri il rimborso dei crediti relativi all’assistenza fornita a cittadini stranieri in Italia. Al fine di poter usufruire dell’assistenza sanitaria, è dunque necessario che l’assistito presenti alla struttura sanitaria o all’istituzione competente un formulario che attesti il suo diritto a godere delle prestazioni sanitarie. Tale attestato viene rilasciato dall’istituzione del luogo ove l’assistito è assicurato, in Italia dalla Asl di residenza. L’attestato di diritto permette al suo titolare di ricevere le prestazioni sanitarie in forma diretta alle stesse condizioni dei cittadini di quello Stato e nulla è dovuto se non l’eventuale partecipazione alle spese. Inoltre a seconda dell’attestato e quindi della situazione protetta, e a secondo di quanto previsto dalla singola convenzione, si ha una copertura sanitaria completa o limitata a determinate prestazioni. Con riferimento al procedimento per l’emissione dei formulari comunitari concernenti l’assistenza sanitaria ai titolari di pensione, erogata dall’Inps o da altro Istituto previdenziale italiano, residenti in uno dei Paesi dell’Unione europea, S.E.E. o Svizzera, il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ha ritenuto opportuno precisare che i presupposti per beneficiare dell’assistenza sanitaria a carico dello Stato italiano sono i seguenti: • la residenza in uno dei Paesi sopraccitati; • la fruizione di una pensione erogata da un Istituto previdenziale italiano, con esclusione delle prestazioni speciali a carattere non contributivo; • l’assenza del diritto

all’assistenza sanitaria a carico di altro Stato Membro. L’art. 28 del regolamento n. 1408/1971 prevede che «il titolare di una pensione o rendita dovuta in virtù della legislazione di uno Stato membro oppure di pensioni o di rendite dovute in virtù delle legislazioni di due o più Stati membri, che non ha diritto alle prestazioni in base alla legislazione dello Stato membro, nel cui territorio risiede, beneficia non di meno di tali prestazioni per sé e per i suoi familiari». Il Ministero precisa che, in assenza di copertura sanitaria da parte dello Stato membro di residenza, l’istituzione competente, su cui ricade l’onere delle prestazioni sanitarie, è quella dello Stato che eroga la pensione. In caso di corresponsione di più pensioni, l’istituzione competente è quella dello Stato membro alla cui legislazione il titolare è stato più lungamente soggetto o soggetto da ultimo. Sempre disponibili per tutti i Cittadini interessati, per fornire un'adeguata informazione, consulenza e chiarimenti, i nostri uffici Epaca in Cremona e Provincia, si trovano: • CREMONA Via D. Ruffini, 28 (adiacente Hotel IBIS) Tel. 0372/435620 • CREMA Via Macello, 34 Tel. 0373/256501 • CASALMAGGIORE Via Cairoli, 3 Tel. 0375/42132 • SORESINA Via Matteotti, 12 Tel. 0374/342329 • CREMONA Via Ala Ponzone, 8 Tel. 0372/499811


10

Cronaca

Venerdì 28 Agosto 2009

Zanibelli: «Studieremo le soluzioni possibili. Eventuali nuovi parcheggi in piazza Lodi, Villa Glori e alla Mediateca»

Viabilità verso una nuova rivoluzione

V

di Laura Bosio

iabilità, si cambia. A partire dalle tanto discusse via Dante e viale Trento e Trieste che sono state al centro, nelle scorse settimane, delle lamentele da parte dei cittadini a causa di eccessivi disagi e dei semafori non ben sincronizzati. «Stiamo, innanzitutto, valutando di sistemare la questione delle aree di carico/scarico» sottolinea Francesco Zanibelli, assessore alla viabilità del Comune di Cremona. «Per quanto riguarda i semafori, ci siamo resi conto che la sincronizzazione non è ottimale, e che i problemi non mancano. A questo proposito, stiamo mettendo delle spire sotto l'asfalto che rilevino i flussi di traffico e su questi dati regolare il passaggio dal rosso al verde. Questi naturalmente sono interventi tampone. Poi, quando saremo pronti, vogliamo mettere mano alla viabilità complessiva della città, coinvolgendone tutte le zone, e non solo quelle problematiche. L'ascolto delle categorie economiche e lo studio dei flussi di traffico saranno due elementi significativi prima di prendere qualsiasi decisione». Qual è la vostra idea di viabilità? «Passa innanzitutto dal fatto che i mezzi pesanti dovrebbero seguire altre strade e non le vie cittadine. Altro punto saliente è quello di rivedere la mobilità pubblica, in collaborazione con Km. A questo proposito stiamo già iniziando a predisporre delle "paline intelligenti" in punti salienti della città, che forniscano informazioni dettagliate sugli orari dei bus e sui tempi di attesa. Sempre in ambito di trasporto pubblico, commissioneremo a Km un'indagine ragionata legata all'utenza dei mezzi pubblici, per capire quali sono le necessità».

Una delle mancanze che la gente lamenta è l'assenza di parcheggi.«Abbiamo sempre sostenuto che quella dei posteggi fosse una questione fondamentale per Cremona. A questo proposito stiamo studiando eventuali siti in cui si possano recuperare posti auto. Certo, c'è già piazza Marconi, ma non è certo una zona facilmente raggiungibile, senza contare tutti i problemi che ha comportato.

Prima le emergenze: vie Dante-T. Trieste e piazza Marconi

L'assessore Francesco Zanibelli, sopra Via Dante

Per questo è importante prendere visione di altre potenziali aree dove costruire parcheggi sotterranei o qualcosa di simile». Ad esempio, quali? «Una di queste potrebbe essere

piazza Lodi. C'è poi il discorso Mediateca: ora che abbiamo sbloccato la situazione, vedremo cosa deciderà il ministero che ne ha l'usufrutto. Se retrocede e ci lascia l'area, potrebbe essere adibita a diversi usi,

Il caso

Ecco la segnalazione dei tombini pericolosi

Un lettore ce l'ha segnalato, noi abbiamo riportato la notizia, e ora il comune ha iniziato a muoversi: i tombini sporgenti di via San Bernardo, che hanno scatenato le lamentele di chi percorre la strada in bicicletta o in auto, sono stati presi in considerazione dal Comune. Sono stati apposti i cartelli con su scritto “chiusini sporgenti”, che avvertono di fare attenzione durante il transito. Ora attendiamo che venga trovata la soluzione per evitare qualsiasi rischio a ciclisti, centauri e motociclisti.

Il Vescovo presenta le linee pastorali alla Diocesi Nei primi giorni di settembre monsignor Dante Lafranconi, vescovo di Cremona, presenterà, in quattro diversi punti della diocesi, le linee pastorale 2009/2010, dal titolo «Educare: un compito che ci sta a cuore». Il presule sarà in Seminario (via Milano 5, a Cremona) martedì 1° settembre per le zone sesta, settima e ottava; nella chiesa parrocchiale di San Siro, a Soresina, mercoledì 2 settembre per le zone terza, quarta e quinta; al Centro di spiritualità del Santuario di Caravaggio venerdì 4 settembre per le zone prima e seconda; nel Duomo

Monsignor Dante Lafranconi

di Santo Stefano, a Casalmaggiore, lunedì 7 settembre per le zone nona, decima e undicesima. Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 21. Al termine sarà consegnato ad ogni comunità il nuovo documento «Che cercate? Venite e vedrete - Linee progettuali su pastorale giovanile e oratori», che verrà successivamente approfondito in altri quattro incontri interzonali, promossi dall’Ufficio diocesano di Pastorale Giovanile, alla fine di settembre: il 21 all’oratorio di Bozzolo, il 22 al Centro Pastorale di Cremona, il 28 al Centro Parrocchiale di Soresina e il 29 al Santuario di Caravaggio.

tra cui appunto quella di parcheggio, recuperando circa 80 posti. Un'altra zona che potrebbe essere adibita a questo utilizzo è l'attuale parcheggio Villa Glori, che potrebbe essere ampliato fino a recuperare 60 posti. Il nostro intento, in sostanza, è quello di costruire una mappatura dei possibili posteggi in modo da avere le idee chiare». Prima ha accennato a Piazza Marconi: intendete abbandonare il progetto? «No, ma lì il discorso è diverso. Quella zona è la principale ferita della città, e va curata. Ci è stata prospettata la possibilità di fare quattro piani interrati, e il 2 settembre avremo un incontro con l'amministratore delegato di Saba per capire tempi, costi ed eventuali soluzioni prospettate. E' evidente che il passaggio principale per chiudere rapidamente la questione è rinegoziare la transazione. In questo modo contiamo anche di liberare i parcheggi a pagamento dell'ospedale, frutto appunto di un

accordo tra la precedente amministrazione e Saba per ricompensare l'azienda del mancato introito del parcheggio di piazza Marconi». Non dimentichiamo di parlare di Ztl: come avete intenzione di muovervi? «Entro i prossimi mesi faremo una valutazione complessiva e l'idea è di introdurre le fasce orarie. Questo permetterà di tutelare da una parte gli interessi dei residenti, dall'altra quelli degli altri cittadini. Si tratterà però di una soluzione temporanea, valida finché non chiuderemo il discorso di piazza Marconi. Terminato questo, prenderemo in mano la situazione complessiva, individueremo nuovi parcheggi e proporremo un nuovo sistema viabilistico». Si era parlato di zone pedonali: pensate di introdurne? «Sicuramente sarà una delle ipotesi che metteremo in conto, seguendo le direttive della Regione Lombardia, che mira appunto a rilanciare la pedonalizzazione di certe aree»

LA NATUROPATA RISPONDE di Ermanna Allevi

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA) Ho sentito dire che le melanzane abbassano la glicemia, ma non so dove posso trovare qualcosa di scritto al riguardo. Lei ne ha sentito parlare? Puo' darmi informazioni? Grazie. Gentile signor/a, le scrivo quello che ho letto su una rivista di salute naturale.Da una ricerca effettuata presso il Department of Food Science dell'Universita' del Massachusetts e pubblicata sulla rivista Bioresource Tecnology sembra che le melanzane trovino il loro impiego non solo in cucina, ma che il loro consumo giovi a persone che soffrono di diabete. Questo vegetale contiene carboidrati poco solubili e un'elevata quantita' di fibre e per questo il suo consumo non provoca bruschi innalzamenti della glicemia. Ma non e' tutto, secondo i ricercatori, nelle melanzane, c'è' anche l'attività' di sostanze Fenoliche che inibirebbero alcuni enzimi implicati

nella patologia diabetica, inoltre abbassano il colesterolo, contribuendo cosi' al contenimento dei fattori di rischio cardiovascolari. Per poter sfruttare le virtù ipoglicemizzanti delle melanzane e' indispensabile cucinare al vapore o alla griglia e senza grassi aggiunti. Soffro d'insonnia, ho provato un po' di tutto, ma non funziona niente. Ho 35 anni e mi sono chiesta se ci puo' essere una lettura psicosomatica. Grazie Letizia. Gentile Sig Letizia, l'insonnia dal punto di vista psicosomatico, vuole che mettiamo in gioco nuove energie, i disagi non hanno lo scopo di danneggiarci, la loro vera funzione e' quella di farci cambiare punto di vista su noi tessi e sulla vita. Provi a capire cosa le sta dicendo il non dormire, ascolti il suo corpo, is suoi desideri e vedra' che presto comprendera' il perche' della sua insonnia.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a

info@naturopatia-cremona.com

Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 - tel. 0372-412372.


Cronaca

Venerdì 28 Agosto 2009

11

Stragi del sabato sera: tollerranza zero di vigili urbani e Polstrada

S

ono stati resi noti dall'assessorato alla Sicurezza e Polizia municipale del Comune di Cremona i dati statistici dei servizi serali notturni riguardanti i mesi di luglio e agosto di quest'anno. I numeri riguardano le attività svolte dal personale durante i servizi serali notturni divisi in due capitoli: «controllo del territorio» e «polizia stradale». Per quanto riguarda il primo capitolo, gli interventi effettuati sono stati 880, 59 in più rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso. Gli interventi hanno riguardato essenzialmente rumori molesti e schiamazzi, prevenzione di inciviltà nei parchi pubblici, la rimozione di

Controlli a tappeto, risultati positivi del servizio notturno

veicoli davanti a passi carrabili o ad aree invalidi riservate, verifiche presso i pubblici esercizi per controlli degli orari di chiusura e prevenzione del disturbo alla quiete pubblica. La polizia stradale, dal canto suo, partecipa sempre più attivamente all'attività di controllo delle strade, coordinata dalla Prefettura di Cremona, con l'obiettivo di perseguire la prevenzione degli incidenti nell'ambito del fenomeno delle «stragi del sabato sera». Questa attività, svolta nelle ore notturne nei week end, si è incrementata grazie al nuovo turno dalle 24 alle 6 del mattino iniziato con

il mese di agosto. I posti di controllo sono stati 11, le violazioni accertate 229, le persone sottoposte ad alcol test 94, 10 quelle sorprese a guidare in stato di ebbrezza, 13 per velocità irregolare e pericolosa, 18 per il superamento dei limiti di velocità, 11 per non aver seguito le corrette norme di comportamento in generale, 33 per non aver rispettato le regole della sosta in area pedonale o in zona a traffico limitato, 15 per veicoli con dispositivi non conformi, 6 per mancato uso di dispositivi di protezione, come il casco e le cinture, 4 per uso del telefono cellulare in auto, 2 per

MERCATI - SETTIMANA DAL 21/8/2009 AL 27/8/2009 UNITà DI MISURA

CREMONA

MILANO

MANTOVA

MODENA

Tonn.

N.q.

120,00137,00

129,00132,00

142,00145,00

Tonn.

119,00120,00

129,00130,00

120,50122,50

144,00146,00

Tonn.

N.q.

368,00370,00

N.q.

--

Tonn.

112,0-116,0 117,0-121,0

alla rinfusa

Tonn.

61,0063,00

FIENO maggengo agostano

Tonn.

140,00160,00

110,0-117,0 125,0-130,0 -115,0-120,0

--

Tonn.

55,0-60,0

50,00-67,00 40,00-50,00 (in campo)

--

PRODOTTO FRUMENTO

tenero buono mercantile

GRANOTURCO

ibrido naz. 14% um.

SEMI DI SOIA nazionale

ORZO NAZ.

peso spec. 55-60 peso spec. 66-68

CRUSCA

PAGLIA

press.rotoballe

SUINI

123,0-127,0 114,0-118,0 127,0-129,0 127,0-132,0 124,0-129,0 130,0-132,0 68,5070,00

78,0081,00

80,0081,00

lattonzoli locali

15 kg.

3,150

3,150

3,090

3,130

SUINI lattonzoli locali

25 kg.

2,250

2,250

2,190

2,220

SUINI lattonzoli locali

30 kg.

2,080

2,080

2,020

2,090

SUINI lattonzoli locali

40 kg.

1,80

1,800

1,730

1,810

Suini da macello

156 kg.

1,400

1,385

1,361

1,352

Suini da macello

176 kg.

1,400

1,385

1,391

1,387

Suini da macello

Oltre 176

1,400

1,320

1,291

1,352

Vacche Frisone 1ª qualità (p.v)

Kg.

1,80-2,15 p. morto

Montichiari peso vivo 0,94-1,10

0,840-0,940

--

Vacche fris. 2ª qualità (p.v)

Kg.

1,40-1,60 p. morto

0,53-0,66

0,530-0,630

--

Manze scottone 24 mesi

Kg.

1,85-2,20 p. morto

1,00-1,18

0,920-1,090

--

Kg.

1,60-1,80

1,80-2,01

1.800-2,100

--

(50-60Kg) pie blue belga

Kg.

3,00-5,00

4,80-5,00

4,750-5,150

--

BURRO pastoriz.

Kg.

1,50-1,55

1,30

1,350

--

PROVOLONE VALPADANA

Kg.

4,40-4,60

4,45-4,60

N.q.

--

PROVOLONE VALPADANA

Kg.

4,65-4,90

4,65-4,90

N.q.

--

Kg.

5,40-5,65

5,40-5,80

5,700-5,900

--

Kg.

5,70-5,85

5,95-6,50

6,100-6,350

--

Kg.

--

--

--

--

Vitelli Baliotti (50-60 kg) fris.

Vitelli Baliotti

fino a tre mesi

oltre tre mesi

GRANA Scelto stag. 9 mesi

GRANA Scelto stag. 12-15 mesi

Latte Spot

aver circolato con il mezzo senza copertura assicurativa, una sanzione per una patente scaduta di validità, 2 per il consumo di alcool nei parchi, un'altra per ubriachezza molesta, 4 carte di circolazione e 15 patenti ritirate. «A fronte di questi risultati incoraggianti» ha commentato l'assessore alla Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile, Alessandro Zagni, «già a partire dal 20 di agosto sono stati organizzati servizi aggiuntivi di pattuglia serale in orario dalle 19 all'una di notte svolti da agenti motociclisti. Il servizio viene infatti effettuato in moto, rendendo

così più agevoli gli spostamenti per garantire interventi immediati in caso di richieste di pronto intervento da parte della centrale operativa. Nei servizi già predisposti nelle serate del 20 e 21 agosto sono stati effettuati controlli nelle piazze e zone verdi centrali (piazza Roma, Stradivari, Lodi, Giovanni XXIII) e in altre aree verdi e luoghi di aggregazione, come i parchi Caduti di Nassirya, degli Alpini, Sartori, Tognazzi, Asia, oggetto di esposti o segnalazioni per danneggiamenti del patrimonio pubblico. Anche nei primi 15 giorni di settembre, prima dell'inizio dell'anno scolastico, saranno organizzati analoghi servizi in diverse serate». Sara Pizzorni

Grande successo per il mercato di Campagna amica, promosso da Coldiretti, diventato un appuntamento costante del venerdì

Vendita diretta, dal campo alla tavola: è vero boom

L

a freschezza, la genuinità e il gusto dei prodotti “a km zero” stanno accompagnando l’estate in città dei cremonesi: tutti i venerdì, dalle ore 8 alle 13, il Mercato di Campagna Amica proposto dagli agricoltori della Coldiretti è di scena, puntuale, nel cuore della città di Cremona, al Foro Boario, nel parcheggio di via Mantova. Presso i gazebi gialli degli imprenditori agricoli, i cittadini-consumatori possono trovare frutta di stagione (che, in estate, è a tutti gli effetti la regina del Mercato), insieme a verdura, formaggi (ottenuti con latte di vacca, bufala o capra), salumi in arrivo dagli allevamenti del ter-

di tutta l’agricoltura italiana. E’ un’occasione per dire ai consumatori: comprate italiano, pretendete che gli alimenti che portate in tavola siano autenticamente made in Italy, fin dalla loro origine»

ritorio, miele, farine, marmellate ed altri alimenti ‘Made in Cremona’, offerti dai produttori, in un filo diretto fra la campagna e le famiglie. La presenza, accanto alle imprese agricole cremonesi, di due aziende di Pavia consente inoltre di ampliare la varietà di prodotti proposti ai cittadini, aggiungendo riso e vino, condotti al Foro Boario personalmente dagli imprenditori agricoli che li producono. «Il Mercato di Campagna Amica rappresenta la vetrina

sottolinea Francesco Cazzamali, responsabile vendite dirette di Coldiretti Cremona. «Con il Mercato mostriamo alle famiglie quale sia il volto, quale sia il valore aggiunto, della nostra agricoltura. E possiamo anche dimostrare che, all’origine, i prodotti agricoli hanno prezzi convenienti, ragionevoli, ben differenti da certe cifre esorbitanti che spesso troviamo indicate sugli scaffali dei negozi. E’ un modo per combattere l’inaccettabile forbice dei prezzi che divide

Lo stand di Campagna Amica al foro Boario

la produzione dal consumo, danneggiando sia l’agricoltura che le famiglie». Da qui l’invito di Coldiretti, rivolto a tutti i cremonesi, ad annotare sul calendario l’appuntamento - ogni venerdì mattina - con la tipicità e la freschezza dei prodotti delle nostre campagne. Quello con il Mercato di Campagna Amica è ormai un appuntamento fisso ed atteso in molti centri della provincia di Cremona. Oltre ai venerdì al Foro Boario, l’incontro diretto fra produttori e consumatori si rinnova ogni sabato mattina a Casalmaggiore (gli stand degli agricoltori sono in Piazza Turati), tutti i lunedì a Soresina (nella piazza davanti al Palazzo Comunale, sempre dalle ore 8 alle 13). Il Mercato di Campagna Amica viene proposto, con grandissimo successo, anche a Crema (in Via Terni, a pochi passi dal distributore automatico di latte, dalle ore 8 alle 12.30, ogni prima e terza domenica del mese) e ad Ostiano (in Piazza Garibaldi, ogni quarta domenica del mese, dalle 8 alle 12.30). Coldiretti sta lavorando, inoltre, con l’obiettivo di inaugurare quanto prima un Mercato di Campagna Amica anche a Pandino.

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il primo e terzo mercoledì del mese. Questo dato, conseguentemente, va letto ed interpretato con la dovuta attenzione rispetto agli altri dati pubblicati. Non è escluso che in futuro venga ripristinato il mercato settimanale. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono in due giorni separati: il martedì per il comparto dei cereali e derivati, il lunedì per quello zootecnico che fa riferimento a Montichiari. Anche questo aspetto va tenuto in considerazione nel confronto dei dati suindicati. Il mercato di Mantova avviene in un solo giorno e cioè il giovedì. Modena il lunedì.


12

Salute

Venerdì 28 Agosto 2009

GLI ORARI

PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: lunedì - venerdì dalle 7.30 alle 18.00 in orario continuato, il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00; Prenotazioni telefoniche: è possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da lunedì a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unità operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: giovedì dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dell’Anatomia Patologica dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari è prevista, presso il padiglione 5, da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da lunedì a vnerdì dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoledì dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Orario: da lunedì a venerdì dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni è stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. FISIOTERAPIA Esclusa la visita specialistica che si prenota presso il CUP-Cassa, le prenotazioni vanno effettuate di persona. Dove: piano 1, corpo C (ala sinistra), monoblocco ospedaliero. Orario: lunedì dalle 08.00 alle 14.00; da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 13.00. Tel: 0372 405346 per informazioni. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da lunedì a venerdì dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da lunedì a venerdì, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso l’Ambulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da lunedì a venerdì. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso l’Ambulatorio Spe-

cialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari. CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orario: da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite è preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da lunedì a venerdì, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. SERVIZIO DIETETICO valutazioni e controlli nutrizionali La prima visita si prenota al CUP. Dove: piano 4, ala sinistra. Orario: da lunedì a venerdì dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 16.00. Telefono: le prenotazioni per il controllo nutrizionale può essere effettuata telefonicamente da lunedì a venerdì dalle 09.30 alle 15.30 ai numeri 0372 405732, 0372 405634, 0372 405631. centro prelievi LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da lunedì a venerdì dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle ore 07.30 alle 12.00 da lunedì a venerdì. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando al 0372 408178 da lunedì a venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.00; oppure personalmente presso l’Ambulatorio di Allergologia da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, - Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da lunedì a venerdì GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da lunedì a venerdì dalle ore 13.00 alle ore 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: piano Rialzato, ala sinistra. Prenotazioni da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248 TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da lunedì a venerdì. Negli altri orari è possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al più presto sarete richiamati.

Capita di farsi male, durante la villeggiatura. Gli incidenti più frequenti e le conseguenze. Ce ne parla Piero Budassi, nuovo primario di ortopedia e traumatologia.

Rimedi ai traumi delle vacanze

S

di Laura Bosio

pesso le vacanze estive nascondono insidie inaspettate, e costringono molte persone a rivolgersi ad un medico o un pronto soccorso. «Spesso durante le vacanze, si cerca di fare cose che normalmente non si fanno, e in questo modo è frequente che si verifichino eventi traumatici di vario genere» sottolinea Piero Budassi, nuovo primario dell'unità operativa di ortopedia dell'Ospedale Maggiore di Cremona (già primario all'Oglio Po di Casalmaggiore). «Per questo nei mesi estivi la nostra attività è quasi completamente concentrata su questo, sacrificando un po'la tradizionale programmazione degli interventi. Bisogna infatti tener conto di una cosa: se una persona si fa male mentre è in villeggiatura, dopo essere andata al pronto soccorso in loco, spesso tenderà a farsi visitare più approfonditamente nella struttura sanitaria vicina al suo luogo di residenza. Questo comporta che l'affluenza sia notevole anche in una città come la nostra, che non è meta turistica estiva». Quali sono i traumi più frequenti in cui si può incorrere? «Sicuramente sono quelli da traffico e da attività sportive: fratture di gambe, tibie, polsi, distorsioni di caviglie, polsi, gomiti e spalle». Come si risolvono questi traumi? «In molti casi si interviene chirurgicamente, specialmente quando si tratta di un trauma che ha prodotto lesione scheletrica o capsulo-legamentosa». In cosa consiste il trattamento chirurgico? «Nell'applicazione di chiodi o placche, che permettono di saldare bene le estremità della frattura. Questi interventi vengono spesso fatto in modo miniinvasivo, e questo permette una riduzione del dolore, della perdita di sangue e del rischio di infezioni, e la guarigione è più rapida». Parliamo dell'attività del reparto di ortopedia di

Il dottor Pietro Budassi

Cremona. «Certo. Attualmente il reparto è in via di ridefinizione concettuale. Il nostro interesse è creare un'ortopedia che sia al servizio dei cittadini e ne soddisfi i bisogni. Il nostro sarà un percorso difficile di trasformazione». Quali sono gli obiettivi da raggiungere? «La qualità ad ogni livello, dall'assistenza primaria a quella infermieristica, con una gestione razionale del paziente, dalla prenotazione all'eventuale atto chirurgico. Innanzitutto vogliamo applicare dei protocolli di comportamento condivisi e approvati dalla comunità scientifica. La mia convinzione è che la medicina debba esser basata sui risultati, e non sulle capacità del singolo. Tutto ciò comporta una differenza gestionale rispetto al passato, come accade appunto per gli interventi in caso di frattura: mentre un tempo si faceva un economico gesso, oggi si spende in costosi presidi e giornate di ricovero, ma aumentando la qualità del servizio offerto al paziente». Prima ha accennato a tecniche mini-invasive: si spieghi meglio. «Il discorso della miniinvasività è particolarmente interessante, e viene applicato anche in ortopedia, ad esempio con la chirurgia protesica o del rachide». Quali sono gli altri punti di eccellenza della vostra attività? «Un particolare sviluppo

è stato dato alla chirurgia della spalla, che io seguo da tanto tempo, e che viene molto richiesta. Si fanno molti interventi sia in artroscopia che in modo tradizionale, per tutta la gamma delle lesioni alla spalla, e siamo uno dei centri in lombardia che mette il maggior numero di protesi. Altri settori portanti sono la chirurgia della colonna e quella della mano». Parliamo della tecnologia: quanto conta nel vostro settore? «L'ortopedia e la traumatologia sono una branca della medicina in cui il contatto con lo sviluppo tecnologico è estremo. L'evoluzione dei materiali e delle tecnologie è talmente rapida che si deve continuamente cambiare. Per quanto ci riguarda siamo sempre sulla cresta dell'onda, applicando le più svariate tecnologie. In particolare stiamo seguendo alcune linee di sviluppo. La chirurgia mini invasiva è una di queste. C'è poi l'applicazione delle tecniche di navigazione protesica del ginocchio: un sistema di controllo elettronico per preparare e posizionare gli impianti protesici del ginocchio. Questo permette una precisione del decimo di millimetro e di grado. C'è poi la fibroartroscopia, ossia un sistema attraverso cui guardare dentro le articolazioni in modo il meno invasivo possibile, nel momento in cui i dati radiologici non sono chiari.

Un altro campo in cui stiamo lavorando con impegno è quello delle biotecnologie, ossia l'applicazione di quanto possa indurre nel paziente una risposta autoterapeutica. Trattiamo tendinopatie, lesioni tendinee, capsulari e muscolari con fattori piastrinici, sia nei pazienti normali che negli sportivi. Utiamo quindi cellule staminali adule per le lesioni scheletriche e dell'osso, specialmente per il cambio di una protesi che ha finito la sua vita». Spieghi meglio il concetto dei fattori piastrinici... «Le cellule staminali adulte vivono nei tessuti allo stato quiesciente, per svegliarsi solo per rimodellare i tessuti stessi. Attraverso i fattori piastrinici noi le svegliamo in anticipo, facendo si che mettano in atto il loro lavoro, e permettendo così l'autoguarigione. E' una tecnica che è sotto i riflettori in questo periodo, perché rappresenta l'inizio di nuove frontiere della guarigione». Parliamo di numeri: a quanti pazienti fornite assistenza? «Inizio con il dire che abbiamo circa 500 persone in lista d'attesa per interventi. In complesso sono circa 1500 le operazioni chirurgiche che portiamo a termine ogni anno. Le prenotazioni ambulatoriali si aggirano intorno alle 2.700 ogni mese, mentre 130 mensili sono i ricoveri. Dal pronto soccorso ci arrivano invece circa 13mila persona l'anno».


Pianeta Giovani MODA

Con la collaborazione di

http://informagiovani.comune.cremona.it

Venerdì 28 Agosto 2009

13

Michelle Obama rilancia gli shorts

La first lady si è presentata al Gran Canyon con un abbigliamento decisamente informale

C

di Diego Corsini

he la famiglia Obama fosse una assoluta novità per l’America e l’intero globo lo sapevamo già, ma che una first lady detti le regole in campo di moda non si era mai visto.

E' infatti la moglie del presidente Barack Obama, Michelle a lanciare, o meglio, rilanciare un capo sfoggiato nel passato da madri e mogli e riscoperto nell’estate 2009: il capo in questione sono gli shorts, famoso pantaloncino corto femminile portato al successo da Daisy Duke nel telefilm dei primi anni 80 “Hazzard”.

Il pantaloncino, comodo e mai volgare, è sicuramente il capo perfetto da indossare per gite ed escursioni estive. E' ciò ce ha fatto la first lady degli States nel corso di una visita al Grand Canyon; la fascinosa afroamericana, infatti, è scesa dalla scala dell’ Air Force One con uno short blu, top e camicia bianca e ai piedi delle comunissime scarpe da ginnastica, suscitando lo stupore di mezzo mondo. Molti hanno criticato pesantemente il medesimo vestiario, altri invece hanno apprezzato e lo hanno giudicano una nuova era sia del vestire che del vivere comune, perché se la moglie dell’uomo più potente al mondo si veste come una comune mortale, allora ogni comune mortale si può sentire al suo stesso livello. Per questo motivo alla cara Michelle vanno i più sentiti complimenti, in quanto chi ha stile, sa portare con eleganza ogni tipo di abbigliamento.

INTERNET E TECNOLOGIA - Il sito nasce da un’intuizione tutta italiana

Un’idea regalo suggerita dal web

Catherine Bach, ovvero Daisy Duke in "Hazzard" e a lato Michelle Obama con gli shorts

MUSICA: Black Eyed Peas

Si trovano consigli per tutte le tasche

Dal web arriva un'assoluta novità, fareunregalo.it, sito totalmente italiano dedicato a chi non sa fare regali ed ha bisogno di un consiglio, e dall’altra parte chi è esperto del settore e vuole consiglia-

re ai meno abbienti l’arte del regalare al prossimo. Nato da un'idea di Chiara Bardini, il sito è in continua crescita e la redazione è supervisionata dalla stessa Bardini, da Alessandro Viani e

vede la collaborazione della Web Agency Sei Promosso. Insomma, il progetto www. fareunregalo.it è un’assoluta novità che risolverà ogni vostra ricorrenza, compleanno, festa di laurea, o anniversario

che sia. Il sito offre spunti e consigli su moltissime idee regalo, che abbracciano tutte le tipologie di prodotti e servizi, per aiutare chi è in cerca di suggerimenti per fare doni graditi. Permette inoltre a produttori e commercianti di segnalare prodotti ed ottenere recensioni. Un servizio particolarmente indicato per chi vende tramite e-commerce. Infatti, oltre alla pubblicazione di articoli scelti dalla redazione viene offerta alle aziende la possibilità di promuovere, sotto forma di recensione con link al proprio sito, i prodotti-servizi offerti dall'azienda stessa. D.C.

Appuntamenti

Gli Afterhours si esibiscono a Brescia SABATO 29 AGOSTO

A Brescia, presso la festa di Radio onda d’urto, in località S. Eufemia, si tiene il concerto degli Afterhours (nella foto), dove il gruppo rock di Milano presenta il nuovo progetto tour "voglio fare qualcosa che serva 2009", un evento imperdibile per una band storica italiana, dalle sonorità ruvide e trascinanti, dotata di testi crudi e allo stesso tempo poetici. Inizio ore 21, apertura cancelli ore 19. Ingresso 15 euro.

DAL 28 AGOSTO AL 3 SETTEMBRE

A Castelvetro piacentino si tiene il “Castelvetro jazz festival” organizzato dal bar “New garden” vede la partecipazione di gruppi di fama nazionale, tra i quali “Le voci del jazz” “PDF trio” e “Enzo Frassi quartet”. Inizio dei concerti alle 21. Ingresso gratuito.

Un nuovo album davvero esplosivo Indiscutibilmente il miglior pezzo mai scritto dai Black Eyed Peas, “I gotta feel it”, secondo singolo estratto dall’ultimo album “The E.N.D.” (The energy never dies), che in poche settimane ha venduto quasi 1 milione di copie, diventando così un vero successo commerciale. All’attivo dal 1998, il gruppo di Will.i.am e soci (quattro componenti che hanno stretto amicizia al liceo), ha sfornato nell’arco degli anni svariati successi, tra i quali “Where is the love” nel 2003, “Hey mama” nel 2004, “My humps” nel 2005 (che fece guadagnare ai Black Eyed Peas il premio come miglior performance rap di gruppo anche ai Grammy

“I gotta feel it” è il singolo più gettonato Awards), e le cover di “Pump it” e “Mas que nada” nel 2006. Tutti racchiusi negli album “Elephunk” e “Monkey business”, ambedue arrivati ai primi posti delle classifiche internazionali, non è da meno “The E.N.D.” interamente prodotto dal dj francese David Guetta, ambito dj di fama mondiale. Si tratta di un album carico ed esplosivo, creato al solo scopo di far ballare le folle dell’intero globo. D.C.


14

Lettere

Venerdì 28 Agosto 2009

troduzione dello studio dei dialetti nei programmi scolastici, registriamo l’uscita del leader dei lumbard sul valore simbolico del Tricolore e sull’inno di Mameli, icone dell’unità d’Italia ambedue legate al Risorgimento. L’Inno, nato nel 1847, fu scelto di nuovo nel 1946 dal Governo dell’Italia di allora, tornata libera ed unita. Fu una scelta provvisoria ma, curiosamente, rimasta tale, almeno da un punto di vista formale. Vari tentativi di renderlo definitivo con una integrazione della Costituzione nelle passate legislature non sono andati a buon fine. Eppure, quel canto degli italiani, scritto da Goffredo Mameli nel 1847 e musicato da Michele Novaro nello stesso anno, è divenuto, insieme al Tricolore, il simbolo sonoro del Risorgimento prima e dell’Italia unita poi, passando attraverso varie vicissitudini sia durante il fascismo (che lo oscurò ) sia durante la Repubblica. Ormai l’Inno di Mameli (morto nel 1849 a ventidue anni a causa di una ferita rimediata nella difesa di Roma assediata dalle truppe francesi e papaline) lo cantano tutti. Musicalmente non sarà un’opera d’arte, forse è anche un po' retorico, ma ormai è entrato nella testa e nel cuore degli italiani (che forse farebbero bene a studiarlo e capirne il significato storico ). E’ diventato, come dice il vero titolo “il canto degli italiani”. Il Senatùr vuole impedire agli italiani di cantarlo? Che ci provi! Dato il suo fiuto politico (che gli riconosciamo) siamo più propensi a pensare che egli stia facendo partire la campagna elettorale per le prossime elezioni regionali scaldando il suo popolo (che certo non conosce ed apprezza “il canto degli Italiani”) per accaparrarsi ( orsi e ricorsi) il Lombardo-Veneto. P.S. Qualcuno ricordi al ministro Bossi che gran parte dei volontari risorgimentali erano lombardi. Anselmo Gusperti Pri Cremona *** Ci sarebbero problemi più pressanti in Italia, che varrebbe la pena affrontare. ***

Dopo il concerto saltato

Il grande baritono Aldo Protti non verrà dimenticato Gentile direttore, nel leggere gli articoli riguardo il mancato concerto per il nostro caro Aldo Protti e per le tante testimonianze di sincero affetto da parte di amici e sostenitori, non possiamo che ringraziare commossi tutti quanti per questo calore, oltre che per questa grande attesa per la serata a lui dedicata. Questi ultimi anni hanno portato alla sua riscoperta, fino a fare del nostro baritono un patrimonio di tutti i cremonesi, non solo dei melomani. La riprova è nel successo delle passate edizioni del concerto in piazza Sant’Antonio Maria Zaccaria e poi Piazza del Duomo. Dagli amministratori locali, dal sindaco, dal presidente della Provincia e dai loro assessori abbiamo avuto conferme chiare della volontà di proseguire in questo cammino, anzi ci hanno garantito un impegno ancora maggiore. Per questo non possiamo che comprendere le ragioni oggettive (dopotutto la nuova Giunta si è insediata solo da due mesi) che hanno portato, solo per quest’anno, ad annullare l'ormai tradizionale concerto. Non è una resa certamente. Manca il grande evento di fine estate, ma stiamo studiando altri interessanti e piacevoli incontri. Intendiamo mettere a disposizione i video di Aldo, della tournée a Tokio nel '61 insieme a Del Monaco e Tebaldi e stiamo valutando, con le amministrazioni, un'eventuale proiezione pubblica nei prossimi mesi. Personalmente riteniamo che potrebbe essere un bel modo per ricordare Aldo, per di più senza alcun investimento. Ai melomani, inoltre, possiamo anticipare che siamo già al lavoro per non arrivare impreparati all’appuntamento del prossimo anno, in cui si commemorano i quindici anni dalla scomparsa e si celebra il novantesimo anniversario della nascita. Tra le iniziative ormai definite vi è anche il conferimento di un premio alla carriera dedicato a Protti. Il comitato scientifico è in via di definizione. Le adesioni al progetto sono già molte e così qualificate da assicurare il pieno successo dell'evento. Possiamo infatti già assicurare il coinvolgimento di alcuni membri della Direzione Artistica del Teatro alla Scala. Un’ultima parola su Leo Nucci: il grande baritono era legato ad Aldo da profonda stima e amicizia, quindi sarà nostra cura impegnarci in prima persona per poterlo avere come ospite in un futuro non troppo lontano. Famiglia Aldo Protti ***

economia in crisi

Le previsioni non sono buone ma non dobbiamo disperare Egregio direttore, giusto un anno fa i giornali commentavano la fiammata dell’inflazione che aveva toccato l’economia europea. I prezzi registravano allora un aumento intorno al 5%, un’impennata imprevista che ebbe l’effetto di suscitare la reazione delle autorità monetarie. In realtà, quella punta dell’inflazione era destinata a esaurirsi presto, non essendo altro che una sorta di febbre, annuncio della malattia che corrodeva ormai tutti, nessuno escluso, del sistema economico e che si sarebbe manifestata in tutta la sua gravità nell’autunno. Un anno dopo, la situazione che

polemiche di agosto

Il ministro Umberto Bossi lasci stare l'inno di Mameli Caro Direttore, dopo l’iniziativa dei senatori leghisti su inni e bandiere regionali e sull’in-

www.aclicremona.it A partire dalla scorsa settimana le Acli di Cremona stanno offrendo assistenza a chi intende usufruire della regolarizzazione di colf e badanti a settembre. Presso il Centro Pastorale Diocesano di via S.Antonio del fuoco 9/a è possibile richiedere tutte le informazioni necessarie per presentare la dichiarazione di emersione del lavoro degli addetti alle attività di assistenza o al lavoro domestico. Potranno presentare domanda sia i cittadini italiani o comunitari residenti in Italia sia i cittadini extra-comunitari, in possesso del permesso di soggior-

abbiamo di fronte è rovesciata: a indurre timore non è più il pericolo dell’inflazione, quanto il suo contrario, la deflazione, giacché i prezzi nell’area dell’euro viaggiano a un valore medio annuo di meno circa il 10%, su base annua (-0,7% per l’Italia). Le famiglie italiane hanno iniziato da un po’ a adattare le loro strategie molecolari al nuovo quadro di riferimento (risparmiando e facendo i conti giorno per giorno). Per esempio, la nostra produzione automobilistica, orientata verso vetture che hanno costi e consumi contenuti. (vetture di cilindrata più piccola). Non dimentichiamo poi che le nostre imprese hanno dimensioni ridotte e questo cambiamento presuppone un’alta mobilitazione spontanea di un numero elevato di imprenditori. Per giunta, nella cornice di un Paese che le crisi fanno diventare ancor più conservatore, piuttosto di sollecitarlo all’innovazione e al mutamento. Le prospettive per il prossimo anno non sono per niente buone... Però come in tutte le cose la speranza è l'ultima a morire...! Andrea Delindati *** presa di posizione

Scuole dell'infanzia efficienti Il merito è di Corada Caro direttore, riguardo la notizia che i genitori cremonesi che portano i bambini alle scuole per l'infanzia ed agli asili nido comunali sono contenti del servizio, va sottolineto che questa indagine si riferisce all'anno scolastico 2008-2009. Dunque se il Comune ha qualche merito - e ne ha - è per come l'intera questione è stata gestita negli anni scorsi dal sindaco Corada, dall'assessore Daniela Polenghi e dall'amministrazione di centrosinistra, oltre che per indubbi meriti delle maestre e del personale.
 Una semplice ed incontestabile annotazione, solo per completezza di informazione: Perri ed i signori della destra che oggi governano in Comune non hanno proprio nulla di cui pavoneggiarsi, anche perché negli anni scorsi la destra ha sempre "remato contro" l'esperienza delle scuole per l'infanzia del Comune.
 Dario Antoniazzi *** E' così importante sapere di chi è il merito di un buon servizio? Credo che ai cittadini importi relativamente poco. Per una volta godiamoci una cosa positiva. *** solidarietà

Aiutiamo i tanti poveri con lo scaffale sociale Caro direttore, credo che mai come oggi la povertà vera per intenderci, sia più che mai palpabile. Da una parte si vede l’opulenza, data legittimamente da famiglie soli-

de, che nel corso degli anni si sono economicamente stabilizzate e che questa crisi se pur pesante non ha influito e non influisce più di tanto sul loro tenore di vita. Ai margini e verso la soglia della vera povertà invece ci sono tutti coloro i quali avendo perso un lavoro o addirittura non trovandolo o lavoratori perennemente precari stanno facendo i conti con una povertà che fino a ieri non conoscevano. Certamente la povertà è sempre esistita e sempre esiterà è direi che è palesemente endemica e fisiologica, ma riguardava alcune frange all’estremo dello status sociale. Ora invece riguarda i nuclei familiari che in passato prima di questa grave crisi economica, pur essendo sempre in sofferenza economica, riuscivano dignitosamente a sopravvivere. Oggi sopravvivere dignitosamente per costoro è diventato utopia. Oggi molti devono fare i conti non solo con le bollette e l'affitto, ma soprattutto non hanno soldi per mangiare. Io credo che queste persone, che ho chiamate dignitosamente povere, debbano essere aiutate, non in modo sporadico ma come ha più volte detto il nostro vescovo Lafranconi, in modo continuativo. Ecco quindi che nasce l’esigenza non più di attivare i soliti armonizzatori sociali, i soliti pacchi dono, tutte cose encomiabili ma non risolutive. Il progetto pilota dello scaffale sociale che la Caritas di Cremona ha progettato e che sta promuovendo anche con l’appoggio e l’assenso del nostro vescovo vuole essere un nuovo modo di fare del bene. Il progetto attualmente è stato inviato in visione al sindaco di Cremona Oreste Perri e al suo assessore l Welfare Luigi Amore nella speranza di poter al più presto confrontarci con queste autorità istituzionali per sinergicamente trovare punti accessibili per realizzarlo. Gabriele Cervi *** opinione

L'Italia deve uscire dalle troppe gabbie Secondo me in Italia non c’è bisogno di nuove gabbie, se mai c’è bisogno di toglierne, perché c’è ne sono già troppe. In Italia c’è bisogno di liberarsi di tante gabbie che esistono nella nostra società, dal sud al centro e al nord, sia strutturali che mentali, altro che gabbie salariali. C’è bisogno di liberarsi delle cause che provocano infortuni sui posti di lavoro, provocando tanti feriti e moltissimi morti, per riscoprire con l’impegno e responsabilità, la libertà e il diritto alla vita, alla prevenzione e di poter andare a lavorare per guadagnare il pane, per mangiare e per vivere. C’è bisogno di liberarsi delle gabbie, delle mafie, della malavita organizzata, siano messe in atto strategie per batterle, per riscoprire il grande valore civile e sociale, della

legalità, del rispetto delle leggi, della trasparenza. C’è bisogno di liberarsi delle gabbie dell’evasione fiscale, mettere in atto piani idonei per superarla, per riscoprire la cultura del rispetto delle regole e la bellezza del valore dell’onestà. C’è bisogno di liberarsi delle gabbie di monopolio dell’informazione in Italia, va messo in atto un programma per far sì che l’informazione sia in mano a più soggetti e il conflitto di interessi sia superato, per riscoprire l’importanza, culturale, civile e sociale del pluralismo, dell’obiettività, della libertà di un'informazione a 360 gradi. C’è bisogno di liberarsi delle gabbie di tante pensioni da fame, per dare a quei pensionati la libertà e il diritto ad avere una vita dignitosa, per riuscire ad arrivare a fine mese. C’è bisogno di liberarsi dalle gabbie della disoccupazione, che in questo periodo è molta alta, siano messi in atto programmi e con più impegno per una piena occupazione, per far trovare alle persone, il diritto e la dignità di avere un posto di lavoro... .C’è bisogno di liberarsi delle gabbie dell’abuso di droghe e di bevande alcoliche, con l’impegno di tutte le forse politiche sociali e di tutte le istituzioni, con una cultura di prevenzione. Il governo e le forze dell’ordine, elaborare un piano per combattere trafficanti e spacciatori di droghe, per riscoprire il meraviglioso valore della vita, di una vita naturale, della prevenzione di tanti incidenti stradali che purtroppo in Italia sono davvero tanti... C’è bisogno di liberarsi delle gabbie e barriere architettoniche, per i diversamente abili, anziani e per i più deboli, bisogna investire di più sia economicamente che culturalmente, per abbattere barriere strutturali e mentali, per far trovare la libertà e il diritto di strutture e servizi adeguate ai loro bisogni... Ora un invito a tutti a fare ognuno la propria parte, per contribuire a costruire una società più giusta, una società che abbia al centro la persona con i suoi bisogni, che risponda ai principi di uguaglianza, di democrazia, di libertà, piena di valori veri, nell’interesse del bene comune, tutti i cittadini del mondo possano viverci un po’ meglio. Francesco Lena *** Ciò che giustamente auspica, è regolarmente promesso da tutti partiti in campagna elettorale; ma si sa, tra dire il fare c'è di mezzo il mare...

Per dire la vostra, scrivete a:

ilpiccolocremona@fastpiu.it Le lettere senza nome, indirizzo e numero telefonico verranno cestinate. Le lettere giunte il giovedì potrebbero essere pubblicate non il giorno dopo, bensì la settimana successiva. Si chiede gentilmente di inviare lettere non troppo lunghe.

Assistenza gratuita per la regolarizzazione di colf e badanti

no di lungo periodo, che hanno alle proprie dipendenze, almeno dal 1 aprile 2009, addetti alle attività di assistenza o addetti al lavoro domestico. La decisione delle Acli di offrire questo servizio è radicata nella convinzione di avere le competenze necessarie maturate negli anni dagli operatori del Patronato e dell’associazione Acli Colf. Da diversi anni, infatti, l’associazione Acli Colf offre consulenza e assistenza alle collaboratrici famigliari italiane e immigrate, creando momenti di formazione tra le lavoratrici; inoltre l’ufficio preposto

a questo servizio costituisce un indispensabile supporto per il datore di lavoro di collaboratori domestici e assistenti alla persona negli adempimenti previsti dalla normativa vigente e dal contratto collettivo nazionale di categoria. Allo stesso tempo alcuni dipendenti del Patronato si sono specializzati per offrire consulenza in materia di immigrazione e supporto nella richiesta e rinnovo di permessi di soggiorno, carta di soggiorno, ricongiunzioni famigliari, riconoscimento titoli di studio. Partendo dalla costatazione di queste attività l’attivazione di

un apposito sportello per informazioni e per appuntamenti, al quale ci si potrà rivolgere direttamente o telefonando al 0372/800413, è risultata, per le Acli, una scelta naturale. A completare il servizio a favore di una corretta informazione lunedì 31 alle 18,30 si terranno due incontri pubblici per rispondere alle domande più frequenti, il primo a Cremona in via S.Antonio del fuoco 9/a, il secondo presso la sede Acli di Crema in via C.Urbino 7/b. La sanatoria di settembre per gli stranieri da tempo al lavoro nel nostro paese, ma comun-

que irregolari, è la conseguenza paradossale della legge che rende l’immigrazione clandestina un reato penale. «Tuttavia» dichiarano i responsabili dello sportello immigrati delle Acli, «non si capisce perché siano coinvolte nel provvedimento solo le badanti e le colf e non tutti gli altri lavoratori stranieri impegnati nell’industria e nei servizi che reggono il sistema paese e gli consentono di competere con il resto del mondo». Date le proiezioni del nostro andamento demografico, e soprattutto del rapporto tra lavoratori e popolazione inattiva, le

riforme nel sistema pensionistico, poco gradite a tutti gli italiani, saranno inevitabili. A meno che non si decida di accettare un numero molto più elevato di lavoratori stranieri regolari che pagando i contributi possano ribaltare il rapporto tra lavoratori e popolazione inattiva contribuendo al riequilibrio dei conti. «Vogliamo andare in pensione prima?», commenta Leonardo Becchetti, professore di Economia presso la facoltà dell’Università di Roma, ad un seminario proposto dalle Acli «Allora dobbiamo regolarizzare molti più lavoratori immigrati».


16

Motori

Venerdì 28 Agosto 2009

Kia passa dalle idee ai fatti, nasce Venga, la monovolume che ridefinisce i canoni di spazio

Dopo mesi di attesa Kia Motors Corporation ha finalmente annunciato ufficialmente il nome del monovolume compatto anticipato come concept car “N° 3” allo scorso Salone di Ginevra. Si trattta della rivoluzionaria Kia Venga, un originale MPV di segmento B sarà commercializzato in Europa entro la fine dell'anno. Progettata, sviluppata e prodotta nel vecchio continente, Kia “Venga” ha una lunghezza totale di soli 4.068 mm e beneficia di un passo particolarmente generoso (2.615 mm) e di un'altezza del padiglione di 1.600 mm, per una sorprendente ampiezza dell'abitacolo, esclusiva in questa classe.

Una vettura studiata per ridefinire i canoni di spazio con un’intelligente architettura che ha permesso di ridefinire i parametri di abitabilità

Massima attenzione al risparmio e all'ambiente delle monovolume compatte, offrendo spazi interni competitivi con quelli dei modelli di segmento C, pur mantenendo gli ingombri esterni di una vettura del segmento B. Massima attenzione anche

nel campo dei consumi, tutte le motorizzazioni della gamma “Venga” saranno equipaggiate infatti con il sistema Kia ISG (Idle Stop & Go), per

il massimo risparmio di carburante ed in regola con le normative Euro 5 sulle emissioni. Kia “Venga” sarà commercializzata esclusivamente nei mercati del vecchio continente, offerta con due motorizzazioni 1,4 ed 1,6 litri, a benzina o diesel, con potenze da 75 a 126 Cv. Le dotazioni di serie comprenderanno il sedile posteriore scorrevole e sdoppiato (60/40) ripiegabile fino a scomparire nel pavimento, per un’eccezionale flessibilità e capacità di carico. In funzione delle versioni sarà disponibile anche con tetto apribile panoramico, in cristallo scorrevole. La Casa coreana presenterà la “nuova nata” al prossimo Salone di Francoforte in programma dal 17 al 27 settembre.

Il funzionale cruscotto di Kia Venga

La vettura riprende anche nel design gli stilemi del prototipo N.3. con fari anteriori trapezoidali ai lati della nuova calandra Kia, un fianco con andamento a cuneo enfatizzato dal tetto discendente e dalla finestratura laterale, una parte posteriore con due gruppi ottici avvolgenti e dall’andamento decisamente importante, degno per pulizia e solidità di una vettura tedesca. Un progetto che svela nei suoi tratti salienti la firma di Peter Schreyer, lasciando trapelare l’esperienza che il progettista ha acquisito presso Audi. Innovativo anche l’abita-

colo, con un cockpit sportivo e volante a tre razze, e una parte centrale della plancia che ricorda la Cee’d con la novità del joystick centrale. Come già detto, la gamma di lancio prevede due motori, 1.4 litri e due 1,6 litri, per entrambe le cilindrate a benzina e a gasolio con potenze da 75 CV a 115 CV, ma è ipotizzabile che, come è accaduto per la Soul, che successivamente entri in commercio prima una versione bi-fuel a GPL e poi un’ibrida, magari mettendo insieme proprio un motore alimentato a gas con uno elettrico, secondo lo schema presentato già sulla Forte.


Motori

Venerdì 28 Agosto 2009

Toyota Urban Cruiser, il Suv fuori dagli schemi

La logica del Suv è sempre più in espansione, ed è un segmento in cui Toyota ha sempre creduto. Oggi la grande casa automobilistica presenta la sua ultima creatura, Urban Cruiser. Un auto fuori dagli schemi, dedicata a chi ama lo stile di vita avventuroso, ma anche il rispetto dell'ambiente, e con un occhio di riguardo per la sicurezza.

e si esprime in quattro punti chiave: sistema di trazione integrale a controllo elettronico (Awd), controllo della stabilità (Vsc) e della trazione (Trc) di serie, bloccaggio elettronico del differenziale, servosterzo elettrico (Eps) ad assistenza variabile. L’innovativa trazione integrale a controllo elettronico, derivata direttamente da Rav4, rende Urban Cruiser un veicolo

Design all'avanguardia e aggressivo per Toyota Urban Cruiser

Urban Cruiser combina tre elementi chiave: l'esperienza Toyota nella progettazione di veicoli 4x4, un design moderno dalla spiccata personalità e la versatilità di un’auto metropolitana. Vanta i consumi e le emissioni più bassi della categoria, con dimensioni esterne compatte ed una abitabilità interna degna della migliore tradizione Toyota. Tecnologia è la parola d'ordine di questa nuova gamma,

compatto, versatile e all’avanguardia nella tecnologia. Essa lavora in maniera integrata al controllo della stabilità, garantendo la massima sicurezza e il piacere di guida su qualsiasi superficie critica: acqua, fango, neve o sabbia. Questo sistema garantisce sempre la massima trazione disponibile: in condizioni di viaggio normali, la coppia è distribuita alle ruote posteriori solo in caso di necessità, ridu-

cendo così ulteriormente i consumi. Nelle condizioni più critiche è possibile bloccare il differenziale centrale (superati i 40 Km/h, il controllo torna automatico). Uno dei punti di forza di questa nuova auto è l'attenzione all'ambiente: con la nascita di Urban Cruiser Toyota riscrive, ancora una volta, la storia del 4x4 dando vita al primo Suv ecologico. Usufruisce degli ecoincentivi statali alla rottamazione e ha un motore che raggiunge i 130 g/km di CO2 in abbinamento alla trazione integrale. Tutto questo è stato possibile grazie all’innovativo approccio tecnologico Toyota Optimal Drive, in grado di aumentare la potenza e la coppia del motore, riducendo allo stesso tempo i consumi e le emissioni di CO2 al minimo. Un progetto che ha chiamato in causa le conoscenze più all’avanguardia, per ottimizzare tutte le componenti che influiscono sulla dinamica della vettura, intervenendo su motori, trasmissioni, distribuzione dei pesi, oli lubrificanti e aerodinamica. L’innovativa tecnologia Common Rail di Toyota permette di ottimizzare l’iniezione di carburante ad alta pressione, offrendo una combustione migliore, mentre il ricircolo dei gas di scarico controllato elettronicamente consente il rilascio di emissioni più pulite. Un turbocompressore a geometria variabile garantisce una coppia più elevata e costante, a tutto vantaggio del piacere di guida.

17

Gli equipaggiamenti SICUREZZA Attiva Trazione integrale a gestione elettronica AWD; bloccaggio elettronico differenziale centrale 50/50; ABS con EBD - ripartitore elettronico della forza frenante; assistenza alle frenate di emergenza (BA), controllo elettronico della trazione (TRC), controllo elettronico della stabilità (VSC). Passiva Airbag SRS frontali a doppio stadio e laterali anteriori; airbag SRS per le ginocchia lato guida; airbag SRS a tendina anteriori e posteriori; interruttore disattivazione airbag passeggero anteriore, cinque poggiatesta regolabili in altezza, piantone dello sterzo collassabile, pedaliera retraibile in caso di urto, cinture di sicurezza anteriori regolabili in altezza con limitatore di forza e pretensionatori, sedili anteriori WIL con sistema di protezione del colpo di frusta, sistema di ritenuta ISOFIX per bambini (sedili laterali posteriori), abitacolo indeformabile ad alta protezione, barre antintrusione in tutte le portiere. Sistemi di protezione Immobilizer; comando bloccaporte lato guida.

COMFORT Servosterzo elettrico Eps, sistema Stop&Start, climatizzatore manuale, climatizzatore automatico, impianto di ventilazione con funzione di ricircolo e filtro anti-polline, vivavoce Bluetooth® con comandi al volante, radiocomando della chiusura centralizzata con segnalatore (4 frecce), Smart Entry & Start System, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, sedile conducente regolabile in altezza, schienali posteriori abbattibili separatamente 60/40 e regolabili in inclinazione, seduta sedile posteriore scorrevole separatamente 60/40, volante rivestito in pelle con comandi audio integrati, volante regolabile in altezza e profondità, pomello del cambio rivestito in pelle, aletta parasole lato conducente e passeggero con specchietto di cortesia, sistema di illuminazione entrata. FUNZIONALITà Retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente con indicatori di direzione integrati, retrovisori esterni ripiegabili elettricamente, retrovisore interno anti abbagliamento elettrocro-

matico, tergicristallo a 3 velocità con intermittenza regolabile, tergilavalunotto posteriore, apertura sportello carburante dall’interno, avvisatore acustico porta aperta (a chiave inserita) e luci accese, tendalino copribagagli, ruotino di scorta, Tyre repair Kit. AUDIO Antenna sul tetto, presa AUX-in e Sistema Bluetooth® con comandi al volante, radio CD MP3 con 6 altoparlanti attivi. STRUMENTAZIONE Strumentazione Optitron, trip computer, indicatore cambio marcia. ESTERNI Cerchi in acciaio da 16” con copriruota 195/60 R16, cerchi in lega da 16” a 5 razze 195/60 R16, cerchi in lega da 16” a 5 razze 195/60 R16 Hi Gloss Bruniti, retrovisori esterni in tinta con la carrozzeria con indicatori di direzione integrati, maniglie portiere in tinta con la carrozzeria, paraurti in tinta con la carrozzeria, fendinebbia anteriori, protezioni laterali nere, vetri posteriori oscurati, vetri temperati verdi, spoiler posteriore sul tetto.


18

Motori

Venerdì 28 Agosto 2008

Nuova Polo, la sicurezza viaggia con la 5ª generazione

Torna più grintosa, ricca di personalità e confortevole che mai. Stiamo parlando della nuova Polo, che si è presentata all'ultimo salone mondiale dell'Automobile di Ginevra. Stiamo parlando della Nuova Polo, la quinta generazione, che cala la maschera con un design completamente rinnovato, con uno stile spiccatamente personale e deciso. Ha convinto per il costante progresso in termini di comfort, qualità e sicurezza.

Qualità, design rinnovato e uno stile deciso Ed è proprio sulla qualità che i desiner hanno voluto puntare, evidenziata da una precisione inconfondibile nelle linee e nel trattamento delle superfici. Ma cosa offre questo nuovo gioiellino di casa Volkswagen? Dal sistema Esp di serie a un comportamento di guida preciso e stabile, Polo è progettata espressamente per adempiere ai più severi test sulla

sicurezza. Rispetto alla sua antenata, è infatti notevolmente migliorata nella resistenza

agli urti. Modifiche notevoli sono state apportate anche al telaio: sia anteriormente che posteriormente

è stata aumentata ad esempio la carreggiata di circa 30 millimetri. Risultato: una migliore dinamica di guida. Le novità si fanno largo anche nell'ambito delle motorizzazioni: grande innovazione è rappresentata dai motori Turbodiesel con iniezione diretta commom rail: efficienti in termini di consumo, sono dotati di serie del filtro antiparticolato. I motori a benzina, invece, erogano da 60 a 85 CV e il più potente, il l'1.4 85 CV, è una novità nella gamma Polo.

Interni eleganti, maggiori dimensioni e comfort nella guida Design Il design è caratterizzato da linee nette e precise, senza eccessi stilistici legati alla moda del momento: una scelta che paga, come dimostra il mantenimento di un elevato valore residuo da parte di tutte le Volkswagen. Il lavoro dei designer è stato svelare gli elementi essenziali di design, mantenere l’equilibrio delle proporzioni e sottolineare le linee orizzontali. Raggi ridotti, giunture strette e tagli della lamiera estremamente netti danno un aspetto sportivo, grintoso e possente, mentre il cofano motore e il portellone posteriore sottolineano il concetto logico del design. Interni Anche l'interno è stato completamente rinnovato. Particolarmente elegante: il cruscotto realizzato con tecnologia "slush" (una struttura superficiale elegante e di elevata morbidezza) a partire dalla linea di allestimento "Comfortline". Particolarmente evidente è la consolle centrale orientata verso il conducente. Gli elementi di comando centrali di questa consolle separano il conducente dal passeggero e sono stati completamente rinnovati. Sicurezza Il notevole aumento della rigidità statica della

carrozzeria contribuisce a migliorare notevolmente le prestazioni di sicurezza. Nella zona dei piedi, la resistenza alla deformazione in caso di urto anteriore è stata ridotta del 50%. Nel caso di urto laterale, il valore di intrusione è stato migliorato del 20%. Nuova Polo è dotata di serie del programma elettronico di controllo di stabilità Esp con assistente di partenza in salita, di airbag conducente, passeggero e laterali anteriori con protezione testa e torace (integrati negli schienali dei sedili anteriori), di cinture di sicurezza anteriori con pretensionatori e limitatori di forza nonché di poggiatesta anteriori ottimizzati e di ancoraggi Isofix per i seggiolini dei bambini. Dimensioni La nuova Polo misura 3,97 metri di lunghezza e 1,68 metri di larghezza (54 millimetri più lunga e 32 millimetri più larga rispetto al modello precedente). La capacità del bagagliaio, da 280 a 952 litri, offre spazio per cinque persone, molti bagagli e la massima flessibilità nella gestione degli spazi interni. L'aumento della larghezza e la contemporanea riduzione dell'altezza (-14 millimetri rispetto al modello precedente) hanno portato ad un rapporto più dinamico delle proporzioni.


20

Caldaie

Venerdì 28 Agosto 2009

Riscaldamento e sicurezza: importante il controllo caldaie

Nonostante il caldo imperversi ancora in questi giorni di fine estate, è questo il momento di iniziare a muoversi, per il controllo della propria caldaia, in modo da arrivare alla stagione fredda completamente preparati. Una caldaia ben funzionante è fondamentale per riscaldarsi al meglio, senza sprechi, e soprattutto in completa sicurezza. Peraltro la normativa impone a tutti i cittadini di effettuare la manutenzione degli impianti termici e presentare ogni due anni la dichiarazione di avvenuta manutenzione. La verifica spetterà poi ai comuni di appartenenza. Una corretta manutenzione deve essere svolta da un manutentore abilitato ovvero in possesso dei requisiti previsti dalle norme di sicurezza degli impianti. Le operazioni necessarie perché il lavoro sia fatto bene sono: la verifica visiva delle aperture di ventilazione, dell'evacuazione dei fumi e della linea di alimentazione del combustibile; il controllo strumentale della tenuta della caldaia e dell'impianto a gas; la pulizia e la verifica del bruciatore, dello scambiatore, dei componenti della caldaia e dei materiali isolanti; il controllo del funzionamento dei dispositivi di comando e di sicurezza. E' necessario ricordare che

la frequenza delle manutenzioni è specificata sul libretto di istruzioni dell'impianto termico oppure dallo stesso installatore dell'impianto. In assenza di queste informazioni deve essere effettuata almeno ogni due anni. Per verificare il grado di efficienza della caldaia, oltre alla manutenzione bisogna effettuare anche il rendimento di combustione (detto anche prova dei fumi). Per le caldaie con potenza

fino ai 35 KW alimentati a gas (impianti autonomi domestici) la prova dei fumi deve essere effettuata ogni due anni, mentre per quelli alimentati con combustibile solido o liquido deve essere effettuati ogni anno. Per le caldaie con potenza compresa tra 35 Kw e 116 Kw alimentate a gas, deve essere fatta una volta all'anno; per caldaie con potenza compresa tra 35 Kw e 350 Kw e quelle di potenza supe-

riore ai 350 Kw, due volte all'anno. Tutte le operazioni relative alla manutenzione e alla verifica del rendimento di combustione vengono inserite (a cura del manutentore) nel rapporto di manutenzione (allegati F o G) e sul libretto d'impianto o di centrale. Ma chi sono i responsabili del restyling dell'impianto termico? Innanzitutto il proprietario dell'immobile nel caso in cui sia anche occupante dello stesso; gli occupanti dell'immobile (ad esempio affittuari); l'amministratore del condominio, nel caso di impianto centralizzato; un terzo responsabile, se nominato. La dichiarazione deve invece essere presentata al Comune (attraverso il Cait o centro abilitato): dal manutentore per gli impianti di potenza inferiore ai 35 KW o dal responsabile dell'esercizio e della manutenzione degli impianti termici o suo delegato negli altri casi. Vi sono poi delle eccezioni. Lo scaldabagno (ossia la caldaia che serve solo l'acqua sanitaria e non il riscaldamento), le stufette ed i generatori di calore di potenza inferiore ai 4 KW non sono soggetti ai controlli e quindi alla dichiarazione. Chi ha il teleriscaldamento non deve fare la dichiarazione, compito che compete al

Quanto può costare fare l'autodichiarazione Oneri della dichiarazione All'atto del ritiro della copia dell'allegato F o G, il Comune chiede, a titolo di rimborso spese, il versamento di: euro 8 per caldaie con potenza nominale inferiore a 35 kw; euro 10 euro per caldaie con potenza nominale compresa tra 35 e 50 kw; euro 15 euro per caldaie con potenza nominale compresa tra 50,1 e 116,3 kw; euro 20 euro per caldaie con potenza nominale compresa tra 116,4 e 350 kw; euro 26 euro per caldaie con potenza nominale superiore a 350 kw. Tariffe delle ispezioni del Comune Nel caso in cui l'utente non abbia presentato la dichiarazione, l'ispezione sarà effettuata con onere a suo carico con le seguenti tariffe: Caldaie tipo A (inf. ai 35 Kw) euro 100; Caldaie tipo B (da 35 a 50 Kw) euro 116; Caldaie tipo C (da 50,1 a 116,3 Kw) euro 171; Caldaie tipo D (da 116,4 a 350 Kw) euro 238; Caldaie tipo E (oltre 350 Kw) euro 312. Nel caso in cui ci siano più impianti nella stessa centrale termica, è prevista una riduzione della tariffa del 30% dal secondo generatore e quindi gli importi diventano: Caldaie inf. ai 35 Kw euro 70; Caldaie da 35 a 50 Kw euro 81; Caldaie da 50,1 a 116,3 Kw euro 120; Caldaie da 116,4 a 350 Kw euro 167; Caldaie oltre 350 Kw euro 218. Il pagamento dell'ispezione non sostituisce la sanzione prevista dalla normativa per la mancata manutenzione. Dal mese di agosto 2008 il responsabile dell'impianto deve versare alla Regione Lombardia (attraverso i Cait o Centro abilitato) un contributo addizionale pari a: caldaie inf. ai 35 Kw euro 1; caldaie da 35 a 50 Kw euro 1,50; caldaie da 50,1 a 116,3 Kw euro 3,50; caldaie da 116,4 a 350 Kw euro 10; caldaie oltre 350 Kw euro 18.

responsabile dell'Impianto (ossia l'amministratore). Le caldaie nuove, se viene consegnata all'ente locale la scheda identificativa dell'impianto entro trenta giorni dall'installazione/prima accensione, unitamente al rapporto di manutenzione, saranno esenti dai controlli per 2 anni.

Se vi sono dei validi motivo per cui il cittadino ritiene che l'unità immobiliare non richieda il controllo della caldaia (appartamento vuoto, riscaldamento mediante stufette e generatori di calore di potenza inferiore ai 4 KW), è necessario inoltrare l'autodichiarazione utilizzando un apposito modulo.


Caldaie

Venerdì 28 Agosto 2009

21

Le sanzioni per chi non osserva le norme

Il controllo delle caldaie è un'obbligo, la cui mancata osservanza porta naturalmente a delle conseguenze. Così come alcune sanzioni sono previste per chi non svolgesse la manutenzione in modo corretto.

1- L'operatore incaricato del controllo che non esegue queste operazioni a regola d'arte e non compila e sottoscrive un rapporto di controllo tecnico conforme ai modelli previsti dalle norme è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 1000 euro e non superiore a 6000. L'autorità che applica la sanzione deve darne comunicazione alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di appartenenza per i provvedimenti disciplinari conseguenti.



tipologie e potenzialità dell'impianto, da rilasciare al soggetto di cui al comma 1 che ne sottoscrive copia per ricevuta e presa visione.

pianti e provvede affinché siano eseguite le operazioni di controllo e di manutenzione secondo le prescrizioni della normativa vigente.

2- Il proprietario o il conduttore dell'unità immobiliare, l'amministratore del condominio, o l'eventuale terzo, che se

3- Il proprietario o l'amministratore del condominio, o l'eventuale terzo che se ne è assunta la responsabilità, che

4- Non inviare, entro il 31 marzo di ogni anno, i dati previsti dall'articolo 9, comma 3, comporta l'applicazione della sanzione amministrativa da 1000 a 10000 euro.
 La normativa. Legge Regionale 11 dicembre 2006, n. 24, art. 27, comma 3 (sanzione) - art. 9, comma 3: I distributori di combustibile per gli impianti termici degli edifici comunicano, entro il 31 marzo di ogni anno, ai comuni con più di 40000 abitanti e alle province per il restante territorio, i dati relativi all'ubicazione e alla titolarità degli impianti riforniti negli ultimi dodici mesi e i dati relativi alle forniture annuali di combustibile negli edifici asserviti.

Tutto il lavoro va eseguito a regola d'arte La normativa. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192, articolo 7, comma 2: L'operatore incaricato del controllo e della manutenzione degli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva, esegue dette attività a regola d'arte, nel rispetto della normativa vigente. L'operatore, al termine delle medesime operazioni, ha l'obbligo di redigere e sottoscrivere un rapporto di controllo tecnico conformemente ai modelli previsti dalle norme del presente decreto e dalle norme di attuazione, in relazione alle

nere i consumi di energia, entro i limiti di rendimento previsti dalla normativa vigente in materia. Comma 2. Il proprietario, o per esso un terzo, che se ne assume la responsabilità, è tenuto a condurre gli impianti e a disporre tutte le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria secondo le prescrizioni della vigente normativa Uni e Cei.

ne è assunta la responsabilità che non mantiene in esercizio gli impianti e non provvede affinché siano eseguite le operazioni di controllo e manutenzione degli impianti stessi è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3000.

 La normativa. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192, articolo 7, comma 1: Il proprietario, il conduttore, l'amministratore di condominio, o per essi un terzo, che se ne assume la responsabilità, mantiene in esercizio gli im-

non adotta le misure necessarie per contenere i consumi energetici e non provvede affinché siano eseguite le operazioni di controllo e manutenzione degli impianti è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a lire un milione e non superiore a lire cinque milioni - da 516 a 2582 euro.

 La normativa. Legge 9 gennaio 1991, n. 10, commi 1 e 2: Durante l'esercizio degli impianti il proprietario, o per esso un terzo, che se ne assume la responsabilità, deve adottare misure necessarie per conte-

5- Non inviare la dichiarazione di avvenuta manutenzione degli impianti termici comporta l'applicazione della sanzione amministrativa da 50 a 300 euro.
 La normativa.
Legge Regionale 11 dicembre 2006, n. 24, art. 27, comma 2 (sanzione) - articolo 9, comma 1 lettera b): La Giunta regionale, conformemente alla direttiva 2002/91/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 (Rendimento energetico nell'edilizia) e alla

Multe salate se non si effettuano i controlli normativa statale vigente in materia di risparmio energetico nell'edilizia, e nell'ambito delle finalità indicate dal Titolo III (Disciplina del settore energetico) della l.r. 26/2003, avvalendosi dell'ARPA e della società consortile di cui all'articolo 55 della medesima legge regionale,

cativa degli impianti termici e della comunicazione comporta l'applicazione della sanzione amministrativa da 100 a 600 euro.
 La normativa.
Legge Regionale 11 dicembre 2006, n. 24, art. 27, comma 1 (sanzione) DPR 412/93, art. 11, comma 6 così come modificato dal DPR 551/99, art. 9: Comunicazione del terzo responsabile all'ente locale competente - Il comma 6 dell'articolo 11 del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, è sostituito dal seguente: «6. Il terzo eventualmente nominato responsabile dell'esercizio e

Un tecnico esegue il check-up della caldaia

nonché ai sensi dell'articolo 44, comma 18, della legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 (Legge per il governo del territorio):

...

b) detta disposizioni per l'esercizio, il controllo, la manutenzione e l'ispezione degli impianti termici;

...

(testo originale) 7- L'inosservanza degli obblighi inerenti la tenuta del libretto di impianto o di centrale e l'invio della scheda identifi-

della manutenzione dell'impianto
termico comunica entro sessanta giorni la propria nomina all'ente locale competente per i controlli previsti al comma 3 dell'articolo 31 della legge 9 gennaio 1991, n. 10. Al medesimo ente il terzo responsabile comunica immediatamente eventuali revoche o dimissioni dall'incarico, nonché eventuali variazioni sia di consistenza che di titolarità dell'impianto».


22

Venerdì 28 Agosto 2009

A volte può essere importante conoscere un po' più approfonditamente uno strumento complesso come la caldaia. Essa è composta da un bruciatore che miscela l'aria con il combustibile e alimenta la fiamma; la camera di combustione; lo scambiatore di calore, attraverso il quale i fumi caldi prodotti dalla combustione scaldano l'acqua o l'aria che circola nell'impianto; il mantello isolante, realizzato in materiale isolante e protetto da una lamiera. A questi elementi si aggiungono i tubi di scarico che convogliano i fumi della combustione verso l'esterno, una volta esaurita la loro funzione. Ma entriamo nel merito delle tipologie di caldaie. Esse possono essere centralizzate, operanti cioè per più appartamenti in un edificio, oppure individuali autonome, valide per un singolo appartamento o abitazione. Quelle centralizzate in genere sono più convenienti di quelle autonome, hanno un rendimento energetico più elevato ed inquinano meno: una caldaia condominiale riscalda almeno 10 appartamenti e produce un inquinamento e consumo assai inferiore a quello di 10 caldaie autonome. Se si installa una centralina di controllo per tutto l’edificio, i costi vengono ripartiti fra i residenti in base ai millesimi occupati. Qualora si installasse invece un sistema di contabilizzazione del calore, è possibile ripartire equamente le spese per il riscaldamento fra i condomini: ciascun utente pagherà una quota fissa, più una corrispondente al calore effettivamente utilizzato. L’installazione di contabi-

Caldaie

Caldaie autonome o centralizzate? Ecco i vantaggi e gli svantaggi

lizzatori deve essere effettuata da ditte installatrici che li installeranno su ogni radiatore, oppure centraline comuni in cui convergono i dati di ogni singolo appartamento. Il costo di installazione di un sistema di contabilizzazione di questo tipo, per un immobile di 20 appartamenti, si aggira intorno ai

Nel centralizzato meglio utilizzare contabilizzatori di calore

2000 euro per appartamento. Il rendimento delle caldaie autonome è inferiore, in genere, a quello delle centralizzate. Il vantaggio consiste nel poter spegnere l’impianto in caso di assenza dallo stabile, o comunque scegliere le temperature che vengano ritenute più idonee alle proprie necessità. La tipologia di queste caldaie più efficiente è quella definita “a condensazione”, con opportuni scambiatori di calore che recuperano anche il calore latente dei fumi di combustione (che normalmente è disperso in aria): è in questo modo possibile un risparmio fino al 20% del

consumo di combustibile. Tuttavia questo tipo di caldaie è adatto a funzionare con impianti di riscaldamento a bassa temperatura. E’ poi necessaria l’installazione di centraline di regolazione del calore, termostati o cronotermostati, che permettono alla caldaia di accendersi/spegnersi automaticamente a seconda della temperatura o dell’ora scelti dall’utente. In aggiunta, per ottimizzare il consumo energetico, è possibile reperire sul mercato ulteriori dispositivi di controllo per lo scambio del calore, quali le sonde termiche e le valvole termostatiche. Le prime consentono la lettura della temperatura in ambienti diversi di una casa, e sono applicabili sia in impianti centralizzati che autonomi. Si applicano alle varie stanze di una casa ed ai suoi corpi scaldanti , sia in impianti centralizzati o autonomi. Le sonde sono connesse alle valvole termostatiche che consentono di aprire o chiudere ogni singolo radiatore a seconda della temperatura che è stata decisa per quella stanza; possono essere installate nei modelli più recenti di radiatore, solitamente, già predisposti, ma è possibile l’installazione, ad un costo maggiore, anche

s

nei modelli datati. La temperatura media dell'aria nei diversi ambienti di ogni singola unità immobiliare non può superare di norma i 20° C. (+ 2° di tolleranza), nei limiti di 14 ore giornaliere, comprese tra le

ore 5 e le ore 23 di ciascun giorno (legge n.10/1991 e successive integrazioni). Per situazioni climatiche particolari che giustifichino più di 7 ore di accensione è necessario un provvedimento del Comune.


24

Taccuino

Venerdì 28 Agosto 2009

VIABILITA’

NUMERI UTILI COMUNE DI CREMONA www.comune.cremona.it Centralino: 0372-4071 Urp: 0372-407291

Via S. Predengo Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 18 Settembre

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE www.provincia.cremona.it Centralino: 0372-4061 Urp: 0372-406233 -

Via Litta (via Ceccopieri via dei Cipressi ) Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Ottobre

via Dalmazia via Montegrappa Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Settembre

Via Acquaviva Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Settembre

PREFETTURA Centralino: 0372-4881 Via Ghisleri Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Settembre

COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0372-410307 GUARDIA DI FINANZA Centralino: 0372-21576 Pronto intervento: 117 Nucleo di polizia tributaria: 0372-28968

Via Cavallotti Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 18 Settembre

POLIZIA MUNICIPALE Centrale operativa: 0372-407427 Pronto intervento: 0372-454516 POLIZIA STRADALE Comando provinciale Centralino: 0372-499511

Via San Rocco Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 15 Ottobre

Via Serio Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Settembre

CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0372-5581

QUESTURA Centralino: 0372-4881 Pronto intervento: 113 VIGILI DEL FUOCO Centralino: 0372-4157511 Pronto intervento: 115 PROCURA Centralino: 0372-548233

• Via Acquaviva: cantiere per la posa della nuova tubazione del gas metano (Fine lavori: 30 settembre). • Via S.Predengo: ristrutturazione della rete di distribuzione dell'illuminazione pubblica (Fine lavori: 18 settembre). • Via Dalmazia, via Montegrappa: ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica (Fine lavori: 30 settembre). • Via Litta (tratto V.Ceccopieri-Via Cipressi): cantiere per il rifacimento dei sottoservizi e della sede stradale, nell'ambito del programma di riqualificazione di Borgo Loreto. (Fine lavori: 30 ottobre).

L’Oroscopo Della Settimana

OSPEDALE DI CREMONA www.ospedale.cremona.it Centralino: 0372-4051 Centro unificato di prenotazione: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118

• Via Ghisleri: cantiere per la realizzazione dell'allaccio alla rete del teleriscaldamento.(Fine lavori: 30 settembre). • Via Cavallotti: cantiere per la realizzazione dell'allaccio alla rete del teleriscaldamento. (Fine lavori: 18 settembre). • Via S.Rocco: cantiere per la ristrutturazione della rete del teleriscaldamento e della fognatura.(Fine lavori: 15 ottobre) • Via Serio: ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica e rifacimento allacci gas metano; attualmente il tratto di via interessato dai lavori parte dalla Rotonda a viale Po (Fine lavori: 30 settembre).

a cura di: www.oroscopo-2009.com

Non lasciate che la stabilità affettiva trasformi il vostro rapporto in monotonia; piuttosto trasgredite e troverete nel partner il complice più adatto.

Il lavoro prosegue al meglio, ricco di soddisfazioni professionali ed economiche. In amore attenzione alle relazioni pericolose, soprattutto per i single.

Il lavoro sta per prendere la svolta che avevate auspicato e che per ottenerla vi siete prodigati a lungo, spinti dalla prospettiva di maggiori guadagni.

Pace e serenità era ciò che chiedevate e sarete accontentati, ma attenti a non irritare la buona sorte esagerando anche quando non è il caso nel piangervi addosso.

Un ritrovato equilibrio caratterizzerà l’ambito lavorativo, che sarà in grado di garantire una certa continuità e con essa anche la stabilità economica.

La Fortuna non si sta comportando al meglio con voi ultimamente, forse l’avete offesa in passato? Provate a chiamarla a voi, chissà...

La buona sorte, nelle ultime settimane d’estate, vi guiderà nelle scelte facendovi optare per ciò che sarà meglio per voi. Sappiate approfittarne.

Smettetela di lamentarvi e riflettete maggiormente sulla situazione che vivete, che non è affatto male, e starete sicuramente meglio.

L’inizio di settembre risulterà particolarmente favorevole nell’offrirvi alcune occasioni di importanti sia nel lavoro che in amore.

Le novità riguarderanno prevalentemente i soggetti che sono in cerca di un’occupazione o di un amore. Attenti a non farvi scappare l’occasione…

L’opportunità in senso lato che andate invocando da tempo, probabilmente ancora non arriverà, ma intanto cogliete i piccoli doni che vi arrivano.

Il lavoro non vi appaga appieno, ma è solo una crisi passeggerà. Cercate di trovare fiducia in voi stessi e rilassatevi nel tempo libero.

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CREMONA www.aslcremona.it Centralino: 0372-4971 Urp: 0372-497215

FARMACIE DI TURNO Dal 28 Agosto al 4 Settembre CREMONA LEGGERI PAOLO GIUSEPPE CORSO MATTEOTTI, 22 In appoggio fino alle ore 24.00 26100 Cremona Tel. 0372-22210 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CREMONA - FARMACIA 10 A.F.M. DI CREMONA S.P.A. VIA GHINAGLIA, 97 Via Ghinaglia, 97 26100 Cremona Tel. 0372-23534 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30

Giorno di chiusura settimanale: SABATO SORESINA SOLZI DI ANNIGONI Via Genala, 72 26015 Soresina Tel. 0374-342228 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO SAN DANIELE PO CASTELLINI LOANA In appoggio fino alle ore 24.00 Via Marconi, 2 26046 San Daniele Po Tel. 0372-65545

METEO WEEK-END

TEMPERATURE MASSIME PREVISTE IN LOMBARDIA Città Venerdì Sabato Domenica Bergamo 29 27 25 Brescia 31 28 26 Como 28 27 25 CREMONA 32 30 27 Lecco 28 27 25 Lodi 31 28 26 Mantova 32 29 27 Milano 32 31 28 Pavia 23 30 27 Sondrio 31 29 28 Varese 29 28 25

SABATO 29 AGOSTO 2009

DOMENICA 30 AGOSTO 2009

Settimanale di informazione direttore responsabile: Sergio Cuti ilpiccolocremona@fastpiu.it direttore editoriale: Daniele Tamburini Società editrice: Promedia Società Cooperativa Via del Sale, 19 - Cremona Amministrazione e diffusione Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 43.54.74 • Fax 0372 59.78.60 Direzione, redazione e prestampa Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.74

ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: NO GADESCO P. DELMONA CERIALI PIERLUIGI SNC Via Berlinguer c/o Centro Commerciale “Cremona Due” 26030 Gadesco P. Delmona Tel. 0372-838429 ORARI DI APERTURA Mattino: 9:00 - 12:30 Lunedì: 15:00 - 19:40 Sabato: 09:00 - 19:40 Pomeriggio: 15:00 - 19:40 Giorno di chiusura settimanale: LUNEDÌ MATTINA

Pubblicità Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 www.immaginapubblicita.it Stampa: SEL - Società Editrice Lombarda 26100 Cremona Autorizz. del Tribunale di Cremona n° 357 del 16/05/2000

Pubblicazione associata all’Uspi (Unione Stampa Periodica Italiana) Progetto Grafico: Gianluca Galli Numero chiuso in tipografia: Giovedì 27 Agosto ore 24,00


Per la Pubblicità su telefona allo 0372.43 54 74 • 45 39 67

Cultura &Spettacoli pettacoli

“La vedova allegra” un classico in scena La trama dell’operetta U

Per la Pubblicità su telefona allo 0372.43 54 74 • 45 39 67

Sul palco “Mannaggia’a mort”

di Federica Ermete

ltimi spettacoli per l'edizione 2009 del “Festival di Mezza Estate”. Domenica 30 agosto, alle 21, sul palco dell’Arena Giardino va in scena l’operetta per eccellenza: “La vedova allegra” di Franz Lehar, il cui esordio risale al lontano 1905 a Vienna. Si tratta, senz’ombra di dubbio, di uno degli spettacoli teatrali più rappresentati, essendo a quota cinquecentomila il numero di repliche stimate già negli anni Settanta. A Cremona l’allestimento, in collaborazione con la Cna per il 60° della sua fondazione, ha per mattatori il tenore Edoardo Guarnera e l’attore comico Pippo Santonastaso, attorniati dai cantanti e dai ballerini della Compagnia dell'Oniro. I PROTAGONISTI Guarnera è dal 2005 direttore artistico ed interprete della Compagnia dell’Oniro, con la quale sta riscuotendo innumerevoli successi nei teatri più importanti d’Italia. Figlio d’arte, ha esordito giovanissimo nel ruolo di Pinkerton nella "Madama Butterfly" di Puccini; nel 1986 vince il concorso di Spoleto e debutta nel "Don Pasquale" di Donizetti; l’anno successivo si aggiudica il concorso "Mattia Battistini" di Rieti con la "Traviata" di Verdi. Da allora ha iniziato la sua attività artistica cantando in Italia ed all’estero. Da sempre affascinato dall’operetta, Guarnera si è sempre dedicato incessantemente a questo genere. Attualmente è uno dei tenori italiani più conosciuti ed apprezzati nel mondo, particolarmente amato dalle comunità italiane all’estero; si è esibito numerose volte in Canada e in America riscuotendo un notevole successo di critica e di pubblico. Il comico Pippo Santonastaso, nato artisticamente agli inizi degli anni '70, e per due anni consecutivi

Nella Parigi di inizio ‘900, il barone Mirko Zeta, ambasciatore del Pontevedro nella capitale francese, ha ricevuto l’incarico di trovare marito alla bella compatriota Hanna Glavari che, vedova di un ricco banchiere dal quale ha ereditato un considerevole patrimonio, vive allegramente. Per salvare la banca Pontevedrina, che naviga in cattive acque, il barone dovrà convincere l’affascinante ereditiera a sposare il conte Danilo Danilowitch. Il progetto è però impresa ardua. Tra furtivi incontri amorosi e feste a palazzo, i protagonisti della vicenda agiscono sotto la guida dell’astuto Njegus che, dopo un turbolento susseguirsi di eventi equivoci, riesce a far capitolare il lieto fine: la vedova allegra e Danilo Danilowitch sanciscono il loro amore sollevando gli animi dei pontevedrini che festeggiano sia la coppia che i milioni fortunatamente rimasti nelle casse dello Stato. vincitore del "Premio Nazionale della Critica Radiotelevisiva" di Chianciano Terme, si esibisce da oltre 9 anni con la Compagnia dell’Oniro nei maggiori teatri italiani. Eclettico e poliedrico, in quasi 40 anni di carriera ha saputo calarsi, in base alle esigenze, nei panni di attore, presentatore, show-man, regista, direttore artistico, intrattenitore, conduttore televisivo e animatore. Il suo

modo particolare di far ridere, basato sull’improvvisazione, sull'arguzia, accentuando le situazioni più divertenti, consuete o surreali, con la sola forza della semplicità, riesce ad accattivarsi ovunque il plauso e la benevolenza della platea. Grazie alla sua straordinaria mimica facciale riesce a caratterizzare magistralmente i personaggi che gli vengono affidati.

La “Madama Butterfly” è messa in scena dalla Compagnia dei Cantieri d’Arte

Il capolavoro di Puccini a Crema

Sabato 29 agosto, alle ore 21, la rassegna “Cremarena 2009 - E… state in città” propone un appuntamento imperdibile per gli appassionati dell’opera lirica. “La Compagnia Cantieri d’Arte” porta infatti in scena “Madama Butterfly”, la celeberrima opera di Giacomo Puccini, su libretto di Illica e Giacosa. La Compagnia, che da anni propone i suoi spettacoli in importanti teatri di tradizione operistica e in Festival estivi noti a livello internazionale, approda a Crema con un allestimento di grande intensità, supportato dall’accompagnamento della straordinaria “Orchestra Cantieri d’Arte”, diretta dal Maestro Concertatore Stefano Giaroli e dal coro dell’Opera del Teatro regio di Parma, le cui voci vengono istruite dal maestro Emiliano Esposito. LA TRAMA Sbarcato a Nagasaki, Pinkerton (Maurizio Saltarin), ufficiale della marina degli Stati Uniti, per vanità e spirito d'avventura si unisce in matrimonio, se-

condo le usanze locali, con una geisha quindicenne di nome Cio-cio-san, termine giapponese che significa Madama (San) Farfalla (ciocio), in inglese Butterfly (Mihaela Dinu), acquisendo così il diritto di ripudiare la moglie anche dopo un mese; cosa che infatti avviene. Ma la giovanissima sposa, forte di un amore ardente e tenace, pur struggendosi nella lunga attesa accanto al bimbo nato da quelle nozze, continua a ripetere a tutti la sua incrollabile fiducia nel ritorno dell'amato. Pinkerton

ritorna dopo tre anni, accompagnato da una giovane donna regolarmente sposata negli Stati Uniti, per prendersi il bambino, della cui esistenza è stato messo al corrente dal console Sharpless (Giorgio Cebrian), per portarlo con sé in patria ed educarlo secondo gli usi occidentali. Soltanto di fronte all'evidenza dei fatti Butterfly comprende: la sua grande illusione, la felicità sognata accanto all'uomo amato, è svanita del tutto. Decide quindi di scomparire dalla scena del mondo, in silenzio e senza clamore; dopo aver abbracciato disperatamente il figlio, si immerge un pugnale nel petto facendo harakiri. Quando Pinkerton, sconvolto dal rimorso, entrerà nella casa di Butterfly per chiederle perdono, sarà troppo tardi: la piccola geisha ha già terminato di soffrire. Dopo l’insuccesso della prima rappresentazione (Milano 1904), dovuto molto probabilmente all’eccessiva lunghezza del secondo atto, “Madama Butterfly”, a parti-

re dal 28 maggio 1904 - giorno della sua riproposizione a Brescia - andò incontro ad una costante e sempre crescente popolarità. Dal punto di vista tematico è affascinante lo sviluppo, graduale e coerente, dell’eroina protagonista che domina la scena dall’inizio alla fine. A livello musicale, è interessante notare come Puccini, attento al contesto drammaturgico della vicenda, sia ricorso talvolta a ritmi giapponesi, liberamente reinventati, al fine di adattarsi in toto all’atmosfera esotica del dramma. I PROTAGONISTI Oltre ai protagonisti già citati, a Crema si esibiscono le mezzosoprano Larissa Demidova e Federica Bersellini nei rispettivi panni dell’ancella Suzuki e di Kate Pinkerton; i tenori Stefano Consolini e Amleto Ferrelli, nelle vesti delle ‘macchiette’ Goro e del principe Yamadori; i bassi Luca Gallo e Franco Montorsi che danno voce allo zio Bonzo ed al Commissario Imperiale. La regia è di Pierluigi Cassano F.E.

Il teatro salentino sbarca a Piadena

Prosegue la programmazione 2009 del Festival “L’Opera Galleggiante”, promosso dall’Associazione Terre d’Acqua. Il direttore artistico, Giuseppe Romanetti, propone una manifestazione varia e di alta qualità, integrata con le realtà del territorio e capace di coinvolgere un pubblico vasto ed eterogeneo. Sabato 29 agosto, alle ore 21.30, la Cascina Martinelli di Piadena offre i propri spazi alla Compagnia Principio Attivo Teatro, gruppo teatrale di San Cesario di Lecce, che porta in scena lo spettacolo “Mannaggia 'a mort” (Premio Scenario Infanzia 2008), di e con Giuseppe Semeraro e Dario Cadei, musiche originali dal vivo di Raffaele Vasquez. Il gruppo salentino, costituitosi nel 2007 come associazione culturale, conta otto professionisti (attori, studiosi di teatro, giocolieri, ecc.) di formazione elevata, impegnati da anni e in diversi modi, in ambito teatrale, collaborando con importanti compagnie a livello nazionale ed internazionale.

LA TRAMA “Mannaggia a' mort” si presenta come un sogno, un incubo o forse un gioco. In un essenziale quadrato bianco, ideale stanza di mattoni invisibili, due attori in carne e ossa si danno battaglia. I personaggi sono un uomo in pigiama con palloncino bianco e la sua ombra travestita da morte. Il duello è ambientato tra l’interno della stanza del protagonista e un fuori carico di pericoli e paure. Gli inseguimenti e gli scontri sono caratterizzati dall’uso del corpo attraverso un linguaggio a volte poetico e a volte clownesco con numerose gag esilaranti al ritmo di una costante colonna sonora live. L’ispirazione guida di questo lavoro sono i film muti, le comiche ed il mondo poetico dei clown. Il risultato finale? Una sorta di cartone animato in bianco e nero con attori veri. Le dinamiche dello spettacolo rimandano alle paure umane, viste però con uno sguardo leggero ed ironico. Solo così quegli stessi timori potranno trasformarsi in coraggio e voglia di crescere. F.E.

“Organi storici cremonesi” al via con Giancarlo Parodi

Sta per prendere il via, a Cremona, la XVI edizione della rassegna “Organi storici cremonesi Concerti per la valorizzazione del patrimonio organario”. La serata d’esordio della rassegna, prevista per venerdì 4 settembre, nella Chiesa di S. Giorgio in San Pietro al Po a Cremona (alle 21 con ingresso libero), ha per protagonista Giancarlo Parodi, che si esibisce suonando l’organo "orchestra" Lingiardi (1877). Principale scopo della manifestazione è quello di esaltare il patrimonio organario cremonese, quale preziosa testimonianza artistica che nei secoli ha scandito la vita liturgica della Chiesa. Come ha avuto modo di sottolineare il maestro Paolo Bottini, direttore artistico della manifestazione, l’organo non è un oggetto da contemplare, la sua magnificenza si esprime, e raggiunge l’apoteosi, grazie all’arte di competenti musicisti. L’esecutore a cui spetta l’onore di dare l’avvio all’edizione 2009 della kermesse, vanta un curriculum davvero invidiabile; dopo il diploma in pianoforte, organo e composizione organistica con il massimo dei voti presso il Conservatorio "N. Paganini" di Genova, ha infatti inanellato una serie di titoli e riconoscimenti. La sua intensissima attività

concertistica in qualità di solista e in collaborazione con orchestre, strumentisti, cori e cantanti, lo ha portato in tutta Italia, in tutta Europa, in Russia, in Siberia, negli Usa, in Giappone, in Messico, in Corea e in America Centrale, offrendogli la possibilità di esibirsi nelle più significative e importante sedi. La più qualificata critica nazionale ed internazionale gli riconosce la capacità di proporre con chiarezza interpretativa, proprietà di stile e gusto, un vastissimo repertorio comprendente le scuole organistiche antiche, romantiche, moderne e contemporanee. Le sue prestazioni sono accompagnate da recensioni altamente positive da parte della stampa. Attualmente Ordinario di Organo Principale al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma e Docente di Organo alla Scuola Diocesana di Musica “S. Cecilia” di Brescia, è organista titolare dell'insigne Basilica Minore Romana di S. Maria Assunta di Gallarate. Inoltre, è presidente dell’Associazione Italiana Organisti di Chesa, membro della Commissione Diocesana di Musica Sacra di Milano, fondatore dell’Associazione Organistica “R. Lunelli” di Trento e presidente onorario a vita.


26

Cultura

Venerdì 28 Agosto 2009

I Pantelù in campo a Crema per l’Abruzzo

Lunedì 7 settembre alle 20, scenderanno sul campo dello Stadio Voltini di Crema, i partecipanti della dodicesima edizione della "Partita della Solidarietà" VIII Memorial Giorgio Stanghellini. Il «Gruppo Pantelù», associazione il cui scopo è fare del bene, sempre e comunque, ha deciso di devolvere l'incasso di quest'anno all'asilo di San Biagio in Tempera (Aq), a 40 Km dal capoluogo. Dopo la terribile catastrofe dello scorso aprile, i Pantelù han-

no adottato tale struttura, e molti dei loro volontari si sono recati durante l’estate per portare materiale di supporto di vario genere. I Pantelù, termine che in dialetto cremasco sta a significare birichino, si occupano di diverse iniziative benefiche in vari momenti dell’anno, dal Natale al Carnevale, passando attraverso la castagnata autunnale. Un must che dal 1998 propongono, sempre con grande successo, è la “Partita del Cuore”, la gara di cal-

Il borgo di Soncino tra misteri ed enigmi

La Cooperativa “Il Borgo” offre la possibilità, fino a fine settembre, di visitare il borgo di Soncino in maniera insolita ed altamente suggestiva. Per gli amanti del mistero e della storia, “Soncino magica – Enigmi e misteri di un borgo medioevale”, è un’occasione davvero imperdibile. Si tratta di una visita guidata serale, inserita in un contesto dall’atmosfera incantata, durante la quale si ha la possibilità di osservare luoghi magici e poco conosciuti, mediante l’analisi di avvenimenti che vanno oltre la storia nota ed ufficiale. Lasciandosi condurre in un viaggio alquanto affascinante e denso di mistero, i fatti storici noti e documentati, si intrecciano continuamente con leggende ed enigmi non ancora risolti. I segni di un antico passato riaffiorano tra le vestigia del borgo medioevale racchiudendo tra le sue mura segreti inviolati. Chi ancora possiede il dono dello stupore e di provare emozioni e curiosità, sarà continuamente esortato a porsi domande sul nostro passato osservando i simboli racchiusi all’interno delle secolari mura di Soncino: dai bui sotterranei agli enigmatici personaggi che hanno calcato il territorio, dai curiosi riferimenti all’Antico Egitto all’antico culto della dea Madre. Al termine della visita è possibile degustare l’Ippocrasso, vino speziato realizzato con una ricetta medioevale. Info e prenotazioni: 0374-83675.

cio a scopo benefico in cui protagonisti del mondo dello spettacolo e dello sport si sfidano in una partita in cui quel che conta non è chi vince, ma aiutare chi è bisognoso o in difficoltà. L'evento, in collaborazione con il Cisvol, con il patrocinio della Provincia di Cremona, il Comune di Crema e quello di Cre-

U

ltimi giorni per poter visitare, presso il Museo della Stampa di Soncino, la mostra “Incisioni” di Mario Benedetto, inaugurata lo scorso giugno. La personale dell’artista - docente, che vive ed opera tra Milano e Vernate, è infatti allestita fino a lunedì 31 agosto. Attivo artisticamente dal 1964, Mario Benedetto (nella foto una delle opere in mostra) ha esposto nelle principali città italiane ed estere e da anni ha ampliato il proprio raggio d’interesse anche verso l’arte sacra, progettando e realizzando vetrate, mosaici e sculture. Tra i tanti capolavori si possono citare il mosaico di 200 mq del Duomo di Scilla, “Trinità ed Immacolata” del 1986 ed “Il rilievo del Timpano” della Chiesa di S. Rocco, sempre a Scilla, risalente al 2003. Mario Benedetto è un artista dai molti interessi e dalle più

articolate curiosità. Lui stesso, nel lontano 1978, ha avuto modo di dire «Amo la calcografia perché appaga un mio segreto bisogno d’incidere la materia». In tempi più recenti ha confermato: «La trepidazione legata al gesto di separare il foglio dalla matrice che sono appena passati, per la prima volta, tra i rulli del torchio, è uno stato d’animo che un incisore non può dimenticare e che si rinnova ogni qualvolta ritorna ad applicarsi con questa antica e nobile arte». L’esposizione di Soncino riunisce due cartelle storiche: “Come” e “Parole nella notte”. La prima sezione, che risale al 1979 ed è stata realizzata in collaborazione con il Centro d’Arte B. Cavalieri di Milano, racchiude sei poesie inedite di Gabriele Mandel associate ad altrettante acqueforti di Mario

PROMEDIA

E E.I

Società Cooperativa Editore de “Il Piccolo Giornale”

A.I.

31-12-2008

CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI Versamenti non ancora richiamati

2.750

3.350

2.750

3.350

128.148

128.148

78.308-

65.848-

49.840

62.300

15.585 12.682-

15.585 10.825-

2.903

4.760

52.743

67.060

248.578 248.578

125.434 125.434

300 193

300 826

249.071

126.557

921

29.565

305.485

226.532

31-12-2008

31-12-2007

B IMMOBILIZZAZIONI B.I.90 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LORDE B.I.91 FONDI AMMORTAMENTO IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI B.II.90 IMMOBILIZAZIONI MATERIALI LORDE B.II.91 FONDI AMMORTAMENTO IMMOBILIZZAZIONI TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI TOTALE IMMOBILIZZAZIONI

C.III C.IV

ATTIVO CIRCOLANTE CREDITI CHE NON COSTITUISCONO IMMOBILIZZAZIONI esigibili entro l’esercizio successivo ATTIVITA’ FINANZIARIE CHE NON COSTITUISCONO IMMOBILIZZAZIONI DISPONIBILITA’ LIQUIDE

TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE D D.II

RATEI E RISCONTRI ATTIVI ALTRI RATEI E RISCONTRI ATTIVI

TOTALE ATTIVO

PASSIVO A A.I A.II A.III A.IV

31-12-2007

PATRIMONIO NETTO CAPITALE ALTRE RISERVE (CON DISTINTA INDICAZIONE) UTILI (PERDITE) PORTATI A NUOVO UTILE (PERDITA) DELL’ESERCIZIO)

TOTALE PATRIMONIO NETTO C

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO

D

DEBITI esigibili entro l’esercizio successivo

40.375 - 39.436- 492

40.000 3 39.43629.625-

1.431

29.058-

325

325

303.554 303.554

242.656 242.65

Accanto a queste due cartelle, la mostra si completa proponendo una selezionata antologia della produzione grafica di Benedetto, dagli esordi fino ad oggi.

175

12.609

305.485

226.532

31-12-2008

31-12-2007

311.266 60.000 60.000

230.310 60.066 60.066

371.266

290.376

COSTI DELLA PRODUZIONE COSTI PER MATERIE PRIME, SUSSIDIARIE, DI CONSUMO E DI MERCI B.7 COSTI PER SERVIZI B.8 COSTI PER GODIMENTI DI BENI DI TERZI B.10 AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI B.10.a AMMORTAMENTO DELLE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI B.10.b AMMORTAMENTO DELLE IMMOBILIZZAZIONI B.14 ONERI DIVERSI DI GESTIONE

509 330.433 14.025 14.317 12.460 1.857 1.178

3.384 278.242 9.286 16.148 13.400 2.748 3.423

TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE

360.462

310.483

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE

10.804

20.107-

C PROVENTI E ONERI FINANZIARI C.16 ALTRI PROVENTI FINANZIARI C.16.d PROVENTI DIVERSI DAI PRECEDENTI C.16.d.4 proventi diversi dai precedenti da altre imprese C.17 INTERESSI ED ALTRI ONERI FINANZIARI C.17.d.INTERESSI ED ALTRI ONERI FINANZIARI VERSO ALTRI

3 3 3 9.699- 9.699-

5 5 5 8.2838.283-

TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI

9.696-

8.278-

E PROVENTI E ONERI STRAORDINARI E.20 PROVENTI STRAORDINARI E.20.b ALTRI PROVENTI STRAORDINARI E.21 ONERI STRAORDINARI - E.21.b IMPOSTE RELATIVE A ESERCIZI PRECEDENTI

2 2 853853-

TOTALE PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

-

851-

1.108

29.236-

616- 616-

389389-

492

29.625-

A A.I A.II A.III

VALORE DELLA PRODUZIONE RICAVI DELLE VENDITE E DELLE PRESTAZIONI ALTRI RICAVI E PROVENTI RICAVI E PROVENTI DIVERSI

TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE

TOTALE CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI

C C.I

RATEI E RISCONTRI PASSIVI ALTRI RATEI E RISCONTRI PASSIVI

CONTO ECONOMICO

Ai sensi dell’articolo 9 della Delibera 219/02/CONS dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

A

Benedetto. “Parole nella notte”, invece, anno 1989, ingloba cinque poesie e cinque acqueforti originali di Benedetto, con una nota di C. Alberto Augieri.

TOTALE PASSIVO

BILANCIO AL 31/12/2008

ATTIVO

presidente, ne rappresenta l’anima. La partita, che sarà presentata da Mikaela Calcagno di Mediaset, sarà coadiuvata dalla partecipazione della Scuola di Ballo Country Vitien e dal cantante Riccardo Cagni. Presso la Festa dell’Unità di Ombrianello è predisposto, per tutta la durata della manifestazione, uno stand con mostra fotografica sull’Abruzzo, ed inoltre è possibile acquistare i biglietti per la "Partita del Cuore". F.E.

“Incisioni” di Mario Benedetto Ultimi giorni della mostra a Soncino

di Federica Ermete

STATO PATRIMONIALE

mona, vedrà scendere in campo, assieme ai Pantelù, le Iene, All Stars (calciatori di serie A) ed il Pergocrema. Oggi il «Gruppo Pantelù», presenza preziosa per Crema, è una delle associazioni Onlus più vecchie del territorio, che mescola, all’impegno sociale, cultura, spettacolo, creatività e vitalità. Renato Stanghellini, essendone da sempre il

B B.6

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE 22 22.a

IMPOSTE SUL REDDITO DELL’ESERCIZIO, CORRENTI, DIFFERITE E ANTICIPATE IMPOSTE CORRENTI SUL REDDITO DELL’ESERCIZIO

23

UTILE (PERDITE) DELL’ESERCIZIO

PROSPETTO DEI RICAVI DEL BILANCIO D’ESERCIZIO AL 31/12/2008 RICAVI DA VENDITA COPIE RICAVI DA PUBBLICITA’ ALTRI RICAVI EDITORE

1.338 264.256 105.771


Appuntamenti

Venerdì 28 Agosto 2009

ARTE & cultura

Fino al 13 settembre Cremona Mostra Arte d' Estate Pittura d'autore dedicata ai grandi artisti del 900 italiano presso la galleria d'arte "La Saletta" in corso Mazzini 55. Ingresso libero e gratuito. Orario: solo il mattino dalle 10 alle ore 12; festivi e lunedì chiuso. Per informazioni: 335-6004582. *** Fino al 30 settembre Pieve San Giacomo Mostra Opere d'arte di Graziella Borgna Esposizione di opere di pittura e scultura di Graziella Borgna presso il Centro d'arte "Il Torchio". Orario: tutti i giorni esclusivamente su appuntamento. Ingresso libero e gratuito. Per informazioni: 346-3231792. *** Fino a domenica 30 agosto cremona Mostra Passages Mostra fotografica di Roberto Cavalli, presso l'Hotel Dellearti di via Bonomelli 8. Ingresso ed orario liberi. Info: 0372-23131.

zoom

Paoli e Baglioni in sequenza

Settembre allinsegna dei cantautori. Il Festival di Mezza Estate propone, infatti, l'esibizione di due artisti che hanno fatto la stoaria della musica italiana; Gino Paoli e Cluadio Baglioni. Si parte il 5 settembre alle 21 con Gino Paoli, che nel 2009 festeggia i 50 anni di carriera. Un anno importante, ricco di progetti e appuntamenti per questo artista

Gino Paoli

Fino al 31 dicembre cremona Mostra Collezione d'archi Sau-Wing Lam Nella Sala delle Colonne del Museo Civico Ala Ponzone in via U. Dati 4. Orario: feriali dalle 9 alle 18, festivi dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso. Per informazioni: 0372-407269.

MUSICA & SPETTACOLO Fino a sabato 26 settembre Crema Evento Cremarena 2009. E...state in città Tradizionale appuntamento estivo di spettacoli e musica organizzato a CremArena in via D. Alighieri 45. Prossimi appuntamenti: 29 agosto Madame Butterfly. 7 settembre Base per altezza diviso due. 10 settembre After Dinner. 26 settembre Sogno... notte di tango. *** Domenica 30 agosto Cremona operetta Festival di Mezza Estate LA VEDOVA ALLEGRA Già negli anni Settanta sono state stimate in circa cinquecentomila le repliche della "Vedova allegra" in tutto il mondo. Senza dubbio uno degli spettacoli teatrali più rappresentati. In scena la voce superba di Edoardo Guarnera e la simpatia, rimasta pressoché inalterata nel tempo, di Pippo Santo-

sempre pronto a mettersi in gioco e ad aprire le porte a nuove iniziative. Sul palco dell'Arena Giardino, Paoli prpoporrà i tanti successi della sua lunga carriera e le canzoni del suo ultimo lavoro. Costo del biglietto: poltronissima 30 euro, 1ª e 2ª tribuna 23 euro. Si chiama "Gran Concerto - Qpga" il nuovo spettacolo live di Claudio Baglioni, che fa tappa anche a Cremona, sempre all'Arena Giardino, il 6 settembre alle 21. Il terzo progetto, ispirato a Qpga, dopo il film e il romanzo, non è un semplice tour, ma una vera e propria opera moderna, il racconto in musica di un grande amore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio dell'artista. Una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l'estate e che sarà possibile sco-

Domenica 30 agosto e domenica 6 settembre Pieve d' Olmi EVENTO Festa della Gioventù Presso l'oratorio della parrocchia del paese, tradizionale appuntamento di festa dedicato a tutti i giovani della comunità. Giochi, musica e appuntamenti gastronomici. Per informazioni: 0372-626115.

nastaso, ormai sulla breccia da più di quarant'anni. Appuntamento all'Arena Giardino alle 21. Costo del biglietto 16 euro posto unico. Per informazioni: 0372-407230 - 0372 407048. *** Sabato 29 agosto Piadena Teatro L' opera galleggiante Terre d'Acqua 2009 Mannaggia' a mort La Compagnia "Principio Attivo teatro", con la regia di Giuseppe Semeraro, presenta l'opera "Mannaggia' a mort". Lo spettacolo inizierà alle 21.30 presso la Cascina Martinelli. Costo del biglietto d'ingresso 5 euro. Per informazioni: 347-7556898. *** Venerdì 4 settembre Cremona Concerto d' organo Appuntamento per musica d'organo eseguita dal maestro Giancarlo Parodi sul famoso "Organo Lingiardi" costruito nel 1877, alle ore 21 nella Chiesa di San Pietro al Po. Ingresso libero e gratuito. Per informazioni: 328-8123619.

Claudio Baglioni

prire e ascoltare integralmente nell'esecuzione dal vivo. Una rappresentazione nella quale, grazie ad un super-schermo ciclorama, saranno le grandi immagini a fare da commento alla musica. Costo del biglietto: poltronissima 70 euro, 1ª tribuna 50 euro, 2ª tribuna 38 euro. Per informazioni: 0372-407230 - 0372-407048.

Da sabato 29 agosto a sabato 12 settembre Castelleone Eventi L'Isola sonante Rassegna di fine estate tra musica e parole, alle 21 presso gli Orti di Santa Chiara. Ingresso libero e gratuito. Per informazioni: 0374-3561. *** Fino a domenica 13 settembre CREMA

Fino a mercoledì 9 settembre Crema teatro Teatrestàt Rassegna teatrale dedicata all'intramontabile poesia dei Burattini in legno presso gli oratori della città. Ingresso libero e gratuito. Ecco i prossimi appuntamenti. Sabato 5 settembre alle 21 presso l'oratorio di Castelnuovo di via Valsecchi, "Fagiolino nel bosco incantato". Domenica 6 settembre alle 16,00 all' oratorio di San Bernardino in via XI Febbraio "...e vissero felici e contenti". Mercoledì 9 settembre alle 21 presso l'oratorio di Santo Stefano in via Crocicchio, "Gioppino e Brighella servitoti malandrini". Per informazioni: 0373-893340. *** Venerdì 4 e domenica 6 settembre Crema Concerto Ero e Leandro Rappresentazione dell'opera musicale "Ero e Leandro" di Giovanni Bottesini su libretto di Arrigo Boito. Appuntamento alle 20.30 presso il Teatro San Domenico. Per informazioni: 0373-85418.

fuori provincia

Una mostra sul festival di Woodstock Sono passati 40 anni dal festival di Woodstock. Era il 1969 quando a Bethel, vicino a White Lake (Stato di New York), andò in scena una tre giorni di sacro fuoco rock con Jimi Hendrix, Janis Joplin, gli Who, Crosby Stills Nash & Young, Jefferson Airplane, Santana. Dal 15 al 18 agosto accorsero circa 400mila giovani (secondo fonti non certe, addirittura un milione di persone), trentadue musicisti e gruppi, fra i più noti di allora, che si alternarono sul palco e l'esibizione non smise che un giorno dopo il previsto. Una mostra in Triennale Bovisa (in

via Lambruschini 31 a Milano) onora l'anniversario. "Woodstock - The After Party" vuol far riflettere su come gli eventi musicali di massa siano una chiave di lettura importante per comprendere la cultura e il costume delle generazioni a partire dagli anni '60. Attenzione all'allestimento, che fonde contributi storici e pura rappresentazione, grazie a combinazioni di suoni e musiche, fotografie selezionate dall'archivio Corbis, videoproiezioni e installazioni audiovisuali. Orario Da martedì a domenica dalle 11 alle 21; giovedì aperto sino alle ore 23. Chiuso il lunedì Ingresso gratuito. Per informazioni: 02-724341.

27

Mostra Biennale di Arte Contemporanea Quinta edizione di arte contemporanea multidisciplinare: fotofrafia, pittura, scultura, musica e videoinstallazioni. Appuntamento presso la Rocca Sforzesca e gli spazi dell'Ex Filanda. Ingresso libero. Orario: martedì-giovedì-venerdì dalle 10 alle 12; sabato-domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Per informazioni: 347-4486571. *** Domenica 6 settembre Soncino Evento Giornata Europea della Cultura Ebraica Decima edizione della Giornata Europea dedicata alla cultura e alle tradizioni ebraiche. Durante la giornata sarà presentato il volume "Gershom Soncino". Appuntamento alle 10 al Museo della Stampa-Casa degli Stampatori. Ingresso libero e gratuito. Per informazioni: 0374-84883. *** Domenica 6 settembre Piadena Evento Biciclettata Avis Manifestazione non agonistica organizzata dall'Avis locale lungo le strade del territorio. Ritrovo in piazza Garibaldi alle 8.30. Per informazioni: 0375-380146. *** Dal 4 all'11 settembre Offanengo Sagra Settembre Offanenghese Tradizionale appuntamento di sport, cultura, gastronomia, musica che quest'anno festeggia il 41° anniversario. Per informazioni 0373-24731.

SFOGLIANDO a cura di Edizione Nuovi Autori

«Le due nonne» di Concetta Nardone

Sullo sfondo del Lago Maggiore, nella cittadina di Luino, la giovane Rosiris cresce nella sfarzosa villa di famiglia sotto l’amorevole custodia della nonna, donna di spirito vivace, con alle spalle un grande amore consumato con un uomo che non è poi diventato suo marito. La ragazza, amareggiata dalla scoperta di alcune “vecchie storie di famiglia”, decide di partire per il Brasile al fine di perfezionare i propri studi in architettura. In Brasile Rosiris incontra Maria, una giovane napoletana e nasce una grande amicizia. Anche Maria proviene da una ricca famiglia in cui la presenza della figura, integerrima e poco frivola, della nonna è fondamentale: due figure allo specchio, le due nonne. Il racconto si tinge di giallo al rientro di Rosiris a Luino: la nonna, in un precario stato di salute viene accudita e soggiogata dalla governante … che incolpa la nipote dell’improvvisa morte dell’anziana signora. L’affascinante capitano dei Carabinieri, conte Franco Belfiore porta alla luce la verità. Rosiris e Maria si ritrovano in compagnia dei rispettivi fidanzati: il conte Belfiore e Lenaleon. Rio de Janeiro è la città che ricongiunge i quattro amici. Di sicuro effetto scenico il romanzo si presta ad una rappresentazione cinetelevisiva e le storie d’amore che si intrecciano e segnano il destino dei protagonisti coinvolgono il lettore appassionato a questo genere letterario segnato di rosa.


Per la Pubblicità su telefona allo 0372.43 54 74 • 45 39 67

Televisione &Cinema

Per la Pubblicità su telefona allo 0372.43 54 74 • 45 39 67

Programmi televisivi da Sabato 29 Agosto a Venerdì 4 Settembre 2009

Uno strano detective e sensitivo

S

barca in Italia una nuova serie tv poliziesca dal titolo “The Mentalist”. Protagonista Patrick Jane, “consulente” al California Bureau of Investigation, dove aiuta la squadra investigativa coordinata da Teresa Lisbon e formata da Kimball Cho, Wayne Rigsby e Grace Van Pelt usando il suo particolare talento di Mentalist. La sua dote gli permette di notare ogni piccolo dettaglio, ogni sfuggevole particolare all’ap-

parenza inutile, che per Patrick diventa un prezioso tassello del puzzle che lo porterà a risolvere caso dopo caso. Il suo talento, però, non gli ha sempre portato solo successi. Ha un passato segnato da una tragedia, causata dalla spavalderia nello sfruttare la sua dote fingendosi sensitivo, provocando le ire di Red John, misterioso serial killer di cui sentiremo parlare qua e là nel corso delle puntate. Proprio lui svela il lato oscuro di

Patrick, personaggio che invece mostra sempre agli altri solarità e serenità. IL CAST Oltre al protagonista Simon Baker (Patrick Jane), ci sono Robin Tunney (Teresa Lisbon), capo della squadra. Nonostante Jane la infastidisca spesso col suo strano

ne Rigsby membro della squadra. E’ amichevole e, fin dai primi episodi, risulta essere innamorato di Van Pelt. Amanda Righetti è Grace Van Pelt, nuovo membro della squadra. Ha convinzioni opposte a quelle di Jane: è una credente e pensa che i sensiUn concorrente "interrogato" da Gerry Scotti

Caccia al milione con Scotti

L’australiano Simon Baker è il protagonista della serie tv Un poliziesco... paranormale Simon Baker, e in alto il cast del telefilm

comportamento, lo considera un valido membro della squadra. Sua madre morì in un incidente d’auto, lasciandola col padre alcolizzato. Tim Kang è Kimball Cho, membro della squadra di Lisbon. Ha un carattere spesso duro e risoluto, ma Cho si è anche rivelato stranamente superstizioso. Owain Yeoman è Way-

tv

raiuno

raidue

raitre

la 7

sabato 29

domenica 30 Lunedi’ 31

tivi possano esistere. A volte i due hanno discusso su questo tema. Infine Red John: è il serial killer che uccise la moglie e la figlia di Jane, provocandogli un crollo psicologico. E’ ancora a piede libero e talvolta si mette in comunicazione con Jane, per sfidarlo a trovarlo. Italia 1, mercoledì 21.10

Martedi’ 1

Un solo concorrente alla volta tenta la scalata al montepremi da un milione di euro. Torna, nella sua forma originaria “Chi vuol essere milionario”, la versione italiana del programma che ha ispirato il film “The Millionaire” e che ad oggi è il quiz più noto al mondo con una diffusione in oltre 100 paesi. Da lunedì 31 agosto su Canale 5 sarà ancora Gerry Scotti a condurre il programma. L’appuntamento è quotidiano, dal lunedì alla domenica, alle 18.50. FORMULA Anche in questa nona edizione saranno tre gli aiuti che l’aspirante campione potrà sfruttare per tentare di raggiungere la vetta delle 15 domande: il cosiddetto 50-50 con il quale si riduce a due la rosa delle risposte, la telefonata a

mercoledi’ 2

casa con la quale si chiede soccorso ad un amico o parente e l’aiuto del pubblico in studio che, tramite pulsantiera, dà un’indicazione percentuale sulla risposta corretta. Il montepremi parte per la prima delle 15 domande da 500 euro. I traguardi da raggiungere sono tre: il primo da 3.000 euro, il secondo da 20.000 euro mentre l’ultimo rimane un milione di euro. Nella scorsa stagione nessuno era riuscito ad aggiudicarsi il premio più ambito: il record di vincita resta dunque a Davide Pavesi, lo studente d’ingegneria che vinse 1 milione di euro nel 2004 e a Francesca Cinelli, l’impiegata che si aggiudicò 1 miliardo di lire nel 2001. Canale 5, tutti giorni ore 18.50

giovedi’ 3

venerdi’ 4

la signora in giallo. Tf Tg 1/ tg1 sport lineablu. Attualita' Quark atlante. Doc tg1 a sua immagine. Attualita' tg1 l.i.s. L'ISPETTORE DERRICK reazione a catena. Quiz Tg1 - tg1 sport SUPERVARIETA' premio intern. del cinema r. valentino. tg1 spec. renzo arbore

10.55 12.00 12.20 13.10 13.30 14.00 16.30 16.35 16.55 18.25 19.05 20.00 20.40 21.30 23.20

ss messa - angelus recita dell'angelus linea verde estate pole position. Sport tg1 Automobilismo G.P. belgio tg1 l.i.s. aspettando miss italia Giallo nella valle. Film L'ISPETTORE DERRICK il commissario rex. Tf Tg1 - Rai Tg Sport supervarieta' sister act. Film tg1 - speciale tg1

11.30 11.40 13.30 14.10 15.00 17.00 17.15 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.30 23.15

tg1 telegiornale la signora in giallo Tg 1 / tg1 economia verdetto finale. Attualita' il maresciallo rocca tg1 telegiornale/meteo le sorelle mcleod. Tf il commissario rex reazione a catena. quiz Tg1 - telegiornale supervarieta' il commissario montalbano tg1 telegiornale e la chiamano estate 2009. Attualita'

11.30 11.40 13.30 14.10 15.00 16.45 17.00 17.15 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.25

tg1 / meteo la signora in giallo Tg 1 / tg1 economia verdetto finale. Attualita' il maresciallo rocca cotti e mangiati tg1 telegiornale le sorelle mcleod. Tf il commissario rex. Tf reazione a catena. quiz Tg1 supervarieta'. Varieta' bad company protocollo praga. film Tg1

11.30 11.40 13.30 14.10 15.00 16.40 17.00 17.15 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.35 23.40

Tg 1/che tempo fa la signora in giallo tg1/economia verdetto finale. Attualita' il maresciallo rocca cotti e mangiati tg1 telegiornale le sorelle mcleod il commissario rex reazione a catena. quiz Tg1 supervarieta'. Varieta' le pagine della nostra vita tg1 telegiornale passaggio a nord ovest

10.40 11.30 11.40 13.30 14.10 15.00 16.45 17.00 17.15 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.30

14° distretto. telefilm Tg 1 telegiornale la signora in giallo Tg 1 / tg1 economia verdetto finale. Attualita' il maresciallo rocca cotti e mangiati tg1 telegiornale le sorellemcleod. Tf il commissario rex reazione a catena. quiz tg1 telegiornale supervarieta' genitori in trappola. Film tg1 telegiornale

11.25 11.40 13.30 14.10 15.00 16.40 17.00 17.15 18.00 18.50 20.00 20.30 20.45 22.50

Tg 1/che tempo fa la signora in giallo Tg 1 / tg1 economia verdetto finale. Attualita' il maresciallo rocca cotti e mangiati tg1 telegiornale le sorelle mc leod il commissario rex. Tf reazione a catena. quiz Tg1 telegiornale supervarieta' rebecca la prima moglie. film tg1 telegiornale

11.20 qualitaliadop. attualita' 13.00 tg2 giorno 13.25 pit lane. Sport 14.00 Automobilismo G.P. belgio. 15.30 l'africa nel cuore. tf 16.15 streghe. Telefilm 17.00 sereno variabile. 18.00 tg2 notizie/meteo 2 18.10 La compl. vita di christ. jag - Law & order tf 20.10 Piloti Sit-com 20.25 estrazioni del lotto 20.30 tg2 notizie 21.05 dr. jakyll & mr. hyde. film 22.35 sabato sprint. Sport

09.05 09.45 10.00 11.30 13.00 13.45 15.30 16.50 18.10 18.30 18.50 20.30 21.00 22.35

cartoon flakes tg2 mattina l.is. automobilismo g.p. 2 un amore a venezia. Film tg2 giorno/motori stick it. film JANE DOe. Film il commissario herzog. Tf numero uno. Sport la complicata vita di christine. Tf io no spikk inglish. Film tg2 notizie ncis. Telefilm la domenica sportiva.

11.25 13.00 13.50 14.00 14.25 16.00 16.40 17.25 17.45 18.05 19.00 19.35 20.30 21.05 23.25

orgoglio capitolo ii. film tg2 - costume e societa' medicina 33. rubrica 7 vite. sit-com numb3rs. telefilm alias. telefilm las vegas. telefilm due uomini e mezzo. Tf cartoni animati tg 2 - flash/sport X FACTOR. sit-com squadra speciale lipsia tg2 notizie lost. Telefilm TG2 Notte. varieta'

10.40 11.25 13.00 14.00 14.25 16.00 16.40 17.25 18.05 19.05 19.35 20.25 21.05 23.35 23.05

TG2 Estate orgoglio. fiction tg2 - costume - medicina 33 7 vite. sit-com numb3rs. telefilm alias. telefilm las vegas. Telefilm due uomini e mezzo. Tf tg 2 - rai sport 7 vite. sit-com squadra speciale cobra11 estrazioni del lotto l'ispettore colindro supernatural. telefilm TG2 NOTTE

13.00 13.50 14.00 14.25 16.00 16.40 17.25 17.45 18.05 18.30 19.00 19.35 20.30 21.05 22.40

tg2 giorno tg2 medicina 33 7 vite. sit-com numb3rs. telefilm alias. telefilm las vegas. Telefilm due uomini e mezzo. Tf cartoni animati tg 2 flash tg2 notizie x factor squadra speciale cobra11 Tg 2 notizie ghost whisperer-presenze anna winter. Tf

13.00 13.50 14.00 14.25 16.00 17.25 17.45 18.05 18.10 19.00 19.35 20.30 21.05 22.45 23.30

tg2 - costume e societa' medicina 33. rubrica 7 vite. Sit Com numb3rs. telefilm Las vegas. Telefilm due uomini e mezzo. Tf cartoni animati tg sport/flash l.i.s. tg2 sport - notizie x factor squadra speciale cobra11 lotto - tg2 notizie squadra speciale cobra11 anna winter. Tf tg2 notizie

11.25 13.00 13.55 15.45 17.25 18.05 18.30 19.00 19.35 20.30 21.05 22.40 23.25 23.40

orgoglio. Fiction tg2 - costume e societa' volley campionato europeo. Italia-Bulgaria las vegas. Telefilm due uomini e mezzo. Tf tg2 flash - sport tg2 notizie x factor squadra speciale cobra11 tg2 notizie criminal minds. telefilm anna winter. Tf tg2 notizie terapia d'urgenza. tel.

08.00 sotto i cieli del mondo 09.00 piccola posta. Film 10.35 CARTONI ANIMATI 12.00 TG3 Sport - Meteo / TGR 12.45 okkupati. Attualita' 13.15 geo megazine 2009. Doc 14.00 tgr meteo -tg3 - pixel 15.20 sabato sport. Sport 19.00 tg3 meteo - Tg Reg - tg3 20.00 blob. Varieta' 20.20 i misteri di murdoch. tf 21.05 l'angolo rosso. film 23.10 Tg Regione - tg3 23.30 bersaglio di notte. film 01.30 fuori orario

10.25 12.00 12.25 13.25 14.00 14.50 16.25 18.05 19.00 20.00 20.20 21.00 23.25

toto' contro il pirata neero. Film tg3 agenda dal mondo telecamere -okkupati passepartout Tg 3 - tgr - meteo gli onorevoli. Film rapina record a New york. Film ARSENIO LUPIN. tf Tg Regione - tg3 - meteo blob. Varieta' pronto elisir. att alle falde del kilimangiaro centochiodi. film

13.05 14.00 14.50 14.55 15.00 16.30 17.15 18.10 18.25 19.00 20.00 20.15 20.35 21.10 23.20

terra nostra Tg Regione - tg 3 cominciamo bene estate tg3 flash tresibonda atletica leggera ARSENIO LUPIN. tf geo magazine tg 3 meteo tg3 - tg regione blob wind at my back. telefilm un posto al sole. soap circo di budapest tg regione linea notte

09.05 10.40 13.05 14.00 14.50 15.00 16.30 17.15 18.10 19.00 20.00 20.15 20.35 21.10

il brigante di tacca del lupo.film cominciamo bene estate terra nostra. soap Tg Regione - tg 3 cominciamo bene estate tresibonda motonautica ARSENIO LUPIN. tf geo magazine tg3 - tg regione - meteo Blob wind at my back. telefilm un posto al sole il pranzo della domenica

10.40 13.05 14.00 14.45 15.05 16.30 17.15 18.10 19.00 20.00 20.15 20.35 21.10 23.15 00.00

cominciamo bene estate terra nostra. soap Tg Regione - tg 3 cominciamo bene estate tresibonda atletica leggera ARSENIO LUPIN. tf geo magazine tg3 - tg regione Blob wind at my back. telefilm Un posto al sole. Soap la nuova squadra. Tf tg3 notte - regione strada blu. Doc.

10.40 13.05 14.00 14.50 15.00 15.05 16.30 17.15 18.10 19.00 20.00 20.15 20.35 21.10 22.50

cominciamo bene estate terra nostra. soap Tg Regione - tg 3 - meteo cominciamo bene estate tg3 flash tresibonda pomeriggio sportivo ARSENIO LUPIN. tf geo magazine tg3 - tg regione Blob wind at my back. telefilm Un posto al sole. Soap survivors. Telefilm tg3 regione notte

10.55 13.05 14.00 14.45 15.05 16.30 17.15 18.10 19.00 20.00 20.05 20.05 20.40 22.55 23.35

cominciamo bene estate terra nostra. soap Tg Regione - tg 3 cominciamo bene estate tresibonda pomeriggio sportivo ARSENIO LUPIN. tf geo magazine tg3 regione-meteo Blob. varieta' wind at my back. telefilm un posto al sole. soap calcio under 21 tg3 regione notte - meteo sfide. doc

07.30 09.45 10.45 12.30 13.00 14.00 16.00 18.00 20.00 20.30 21.10 23.05 00.55 01.20

07.30 10.15 10.20 12.30 12.55 14.00 16.00 17.50 20.00 21.30 23.35 01.15 01.25

il successo. film la settimana. Attualita' buck e il braccialetto magico. Film tg la7 sport 7 gilda. film alessandro il galoppatoio trapezio. Film tg la7 / s.o.s. tata missione natura come all'inferno. Film SPORT 7 - TG LA7 la donna, il sesso, il superuomo.

10.25 11.25 12.30 12.55 13.00 14.00 16.05 17.10 18.05 19.00 20.00 20.30 21.10 23.00

Fx. Telefilm mike hammer. Telefilm Tg La7 - sport 7 sport 7 hardcastle & mccormick la fortuna di essere donna. Film star trek enterprise la7. Doc. due south. Telefilm murder call. Telefilm Tg La7 otto e mezzo-diario la poliziotta. film la valigia dei sogni.film

10.25 11.30 12.30 13.00 14.00 16.05 17.10 18.05 19.00 20.00 20.30 21.10 23.40 00.30

Fx. Telefilm mike hammer. Telefilm Tg La7 - sport 7 hardcastle & mccormick a noi piace flint. film star trek enterprise la7 doc due south - due poliziotti a chicago murder call. Telefilm Tg La7 otto e mezzo-diario the district. Telefilm cold squad. Telefilm tg la7

10.15 10.25 11.30 12.30 13.00 14.00 16.05 17.10 18.05 19.00 20.00 20.30 21.10 23.20

due minuti un libro Fx. Telefilm mike hammer. Telefilm Tg La7 - sport 7 hardcastle & mccormick ispettore branningan la morte segue la tua ombra.Film star trek enterprise la 7 doc. Doc due south. Telefilm murder cal. Telefilm Tg La7 niente di personale. varieta' la gaia scienza. Doc cold squad. telefilm

10.10 10.25 11.25 12.30 13.00 14.00 16.05 17.10 18.05 19.00 20.00 20.30 23.30 00.20

due minuti un libro Fx. Telefilm mike hammer. Telefilm Tg La7 - sport 7 hardcastle & mccormick le due sporche carogne. film star trek enterprise la7 doc due south. telefilm murder call. Telefilm tg la7 star trek. Telefilm cold squad. telefilm tg la7

10.10 10.25 11.30 12.30 13.00 14.00 16.05 17.10 18.05 19.00 20.00 20.30 21.10 23.00

due minuti un libro Fx. Telefilm mike hammer. Telefilm Tg La7 - sport 7 hardcastle & mccormick cuore d'africa. Fiction star trek enterprise la7 doc. Doc. due south-due polizziotti a chicago murder call. Telefilm Tg La7 victor victoria. Varieta' speciale la7. Doc cold squad. film

12.35 13.30 14.00 15.45 17.00 17.10 17.40 17.45 18.50 20.00 20.30 21.20 23.25 23.35

Colpo gobbo all'italia il tocco di un angelo.Tf il ratto delle sabine. film tg la7 - sport 7 new tricks. telefilm i signori della truffa due fuggitivi e mezzo. film sissignore. film tg la7 doctorology. telefilm l'ispettore barnaby Telefilm gli occhi del testimone. tg la7 L'AVVENTURA. Film


Venerdì 28 Agosto 2009

cinema programmazione settimanale Cremona Megacine Cremonapo (199.404.406) www.cremona.megacine.it • Alieni In Soffitta • Harry Potter E Il Principe Mezzosangue • L' Era Glaciale 3 L' Alba Dei Dinosauri • La Rivolta Delle Ex • S.Darko • Sex Movie In 4d • Una Notte Da Leoni

Arena Giardino (333.3955235) • I Love Radio Rock (Venerdì 28) • Two Lovers (Sabato 29) Settembre • Vincere (Lunedì 31) • Si può Fare (Martedì 01) • L'Onda (Mercoledì 02) • Valzer Con Bashir (Giovedì 03)

Filo (0372 411252) • Fa' La Cosa Sbagliata The Wackness (V.M. 14)

Tognazzi (0372 458892) • L' Era Glaciale 3 L' Alba Dei Dinosauri

crema Porta Nova (0373 218411) www.multisalaportanova.it • L'era Glaciale 3 L'alba Dei Dinosauri 3D • Smile • S.Darko • Sex Movie In 4d • Harry Potter 6

pieve fissiraga Cinelandia (0371 237012) www.cinelandia.it • Piede Di Dio • Chéri • Fa' La Cosa Sbagliata The Wackness • Smile • L'era Glaciale 3 L'alba Dei Dinosauri 3D • Paintball • Le 13 Rose • Scuola Per Canaglie • Long Shots • Sul Lago Tahoe

LA CUSTODE DI MIA SORELLA

29

Prossimamente...

Il film è tratto dal romanzo “My Sister’s Keeper” di Jodi Picoult e racconta la storia di una famiglia come un’altra che cerca di vivere la sua vita, le gioie e i dolori che questa comporta anche se la loro figlia maggiore Kate è malata di leucemia. La storia, tuttavia, è incentrata sulla reazione di Anna, la sorella minore di Kate che accusa i suoi genitori di averla concepita solo per cercare di salvare Kate. Anna, infatti, dona sangue, cellule staminali e midollo osseo ma quando a 13 anni deve donare a sua sorella un rene si rifiuta e si rivolge ad un avvocato per far causa ai suoi genitori. La madre, che è un ex avvocato, torna ad esercitare la sua professione per difendere se stessa e suo marito dall’accusa rivolta loro dalla Anna. Il film vede nel suo cast attori come Cameron Diaz e Alec Baldwin.

Lunedì - Rassegna "Ora o mai Più" • Obsessed Martedì - Cineforum Mercoledì - Over 60 • Flash of Genius

Regia: Nick Cassavetes

Genere: Drammatico

CINEMA - Il regista Frears torna a cimentarsi con un testo di un autore francese

Una splendida Michelle Pfeiffer in “Chéri”

Dopo poco più di vent’anni, Stephen Frears torna a cimentarsi con un testo di un autore francese. Nel 1988 il regista inglese mise in scena “Le relazioni pericolose” di Pierre Choderlos de Laclos, ora è la volta di due libri della scrittrice Colette,

ovvero “Chéri” e “La fin de Chéri”. Per farlo, si affida allo stesso sceneggiatore di allora (Christopher Hampton) e soprattutto a Michelle Pfeiffer, che già aveva lavorato con lui nel 1988, affidandole proprio un ruolo non troppo dissimile da quello che nelle “Relazioni pericolose” fu di Glen Close, ossia quello della cortigiana che fa della propria bellezza e avvenenza, ma anche e soprattutto della propria intelligenza, gli strumenti della propria “professione”. LA TRAMA “Chéri” racconta della relazione amorosa tra una bellissima e raffinata cortigiana (Lea de Lonval - Michelle Pfeiffer) e Cherì, un giovane e bel ragazzo, figlio di una delle vecchie rivali e colleghe (Katy Bates) di Lea. La storia può anche diventare

sabato 29

canale 5

italia 1

rete 4

domenica 30 Lunedi’ 31

Genere: Drammatico

di Stephen Frears

uno scontro generazionale, come in fondo avveniva anche nel libro di Laclos, dove classi e ceti sociali sembrano annichilite dallo sfarzo di lustrini e candide piume. E Frears coglie perfettamente questa atmosfera rappresentandoci un ambiente del tutto avulso dalla realtà che lo circonda. Attenzione, dunque, alla ricostruzione degli ambienti, la Parigi di inizio secolo scorso, sospesa tra l’antico splendore napoleonico e lo stile liberty che si impone, una cura particolare dei colori e delle variazioni cromatiche: scene che fanno da sfondo a dialoghi tesi e serrati nei quali gli attori chiamati a dettare, si incastonano perfettamente senza sforare, adeguandosi perfettamente al ritmo da “andantino” a cui tutto il film si ispira.

Cast: Michelle Pfeiffer, Kathy Bates, Rupert Friend, Felicity Jones, Iben Hjejle, Bette Bourne, Gaye Brown, Tom Burke, Natasha Cashman, Durata: 100 minuti Produzione: 01 Distribution, Gran Bretagna-Germania 2009

Una scena del film di Stephen Frears con Michelle Pfeiffer

Martedi’ 1

mercoledi’ 2

giovedi’ 3

venerdi’ 4

07.55 traffico - meteo 5 08.00 tg5 mattina 08.35 quel tesoro di diggity 10.40 ricominciare a vivere. Film 13.00 tg5 - meteo 5 13.40 belli dentro. telefilm 14.10 caro ziko joe. Film 16.50 il giudice mastrangelo 18.50 sarabanda 20.00 Tg 5 - meteo 5 20.30 paperissima sprint 21.20 lo show dei record.Varieta' 23.30 donne sbagliate. Film 01.30 tg5 notte/meteo

07.55 08.35 10.50 13.00 13.40 15.30 17.00 18.50 20.00 21.40 22.50 00.30 01.30

traffico - meteo 5 lady d. Film tentazioni d'amore. film Tg 5 - meteo 5 carabinieri. Fiction inga lindstrom. film salvatore - questa e' la vita. film sarabanda Tg 5 - meteo 5 i cesaroni 2. fiction tutte le donne della mia vita. Varieta' damages. telefilm tg5 notte

08.00 08.30 08.40 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 17.05 18.50 20.00 20.30 21.10 23.35

tg5 mattina miracoli degli animali cara, insopportabile tess. Film forum. Attualita' Tg5 - meteo beautiful. soap centovetrine. Soap scherzi del destino. film l'ultimo regalo. film chi vuol essere milionario Tg 5 - meteo 5 paperissima sprint miss f.b.i. film tutti pazzi per mary. film

08.00 08.30 08.40 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 17.05 18.50 20.00 20.30 21.20 00.20

tg5 mattina miracoli degli animali le giraffe. Film forum. Attualita' Tg5 - meteo beautiful. soap centovetrine. Soap inga lindstrom. Film il coraggio di ricominciare. Film chi vuol essere milionario Tg 5 - meteo 5 paperissima sprint impatto dal cielo. film missing. telefilm

08.00 08.30 09.00 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 17.05 18.50 20.00 20.30 21.20 23.10 01.30

tg5 mattina finalmente soli. Telefilm il gruppo. Film forum. Attualita' Tg5 - meteo beautiful. soap centovetrine. Soap le mogli di gabriel. Film solo dessert. Film chi vuol essere milionario Tg 5 - meteo 5 paperissima sprint rendez vous a parigi. film matrix estate. Attualita' tg5 notte/meteo 5

08.00 08.30 08.40 11.00 13.00 13.45 14.10 14.45 17.05 18.50 20.00 20.30 21.20 23.20 01.30

tg5 mattina miracoli degli animali joe somebody. Film forum. Attualita' Tg5 - meteo beautiful. soap centovetrine. Soap rosamunde pilcher. Film essenze d'amore. film chi vuol essere milionario Tg 5 - meteo 5 paperissima sprint le verita' negate. film scintille d'amore. film tg5 notte/meteo 5

08.00 08.30 08.40 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 17.05 18.50 20.00 20.30 21.20 21.20

tg5 mattina miracoli degli animali uno strano caso. film forum. Attualita' Tg5 - meteo beautiful. soap centovetrine. Soap e-mail to bill gates. Film derby. film chi vuol essere milionario Tg 5 - meteo 5 paperissima sprint la casa sul lago del tempo. Film dangerous isolation. Film

07.50 10.45 11.50 12.25 13.00 13.40 14.05 15.55 17.50 18.30 18.55 21.10 23.05

cartoni animati perche' a me. telefilm aliens in america. tf studio aperto - meteo studio sport - tg com le regole dell'amore.tf la principessa e il marine. film il principe ranocchio. film give me five. telefilm studio aperto/meteo motociclismo. Prove 125 honey - il suo sogno e' ballare. film motociclismo. Prove 250

07.00 07.50 11.15 11.50 12.25 13.00 13.50 15.35 17.30 17.45 21.00 21.50 22.40 00.30

cleopatra 2525. tf cartoni animati aliens in america. tf grand prix. Sport studio aperto - meteo guida al campionato la principessa sul pisello final run - corsa contro il tempo. film studio aperto - meteo motociclismo. 125cc -250cc motociclismo. grand prix- fuori giri indiavolato. film ...E SE DOMANI. Film

11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.50 17.25 18.30 19.00 19.25 19.40 20.15 21.10 22.35

baywotch. Telefilm studio aperto - meteo studio sport cartoni animati dawson's creek. Telefilm il mondo di patty. Tf the sleepover club. Tf cartoni animati Studio Aperto - meteo studio sport love bugs 3 Sit-com buona la prima. Sit-Com mercante in fiera celebrity bisturi bisturi. Reality show

11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.50 16.55 17.25 18.30 19.25 19.40 20.15 21.10 23.10 01.00

baywatch. Tf studio aperto - meteo studio sport cartoni animati dawson's creek. Telefilm il mondo di patty. Tf the sleepover club cartoni animati Studio Aperto - meteo love bugs 3 Sit-com buona la prima. Sit-Com mercante in fiera oggi sposi...niente4 sesso prison break. telefilm pugilato xv

11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.50 16.50 17.30 18.30 19.25 19.40 20.15 21.10 23.00 01.05

baywatch. Tf studio aperto - meteo studio sport cartoni animati dawson's creek. Telefilm il mondo di patty. Tf the sleepover club. Tf cartoni animati Studio Aperto - meteo - sport love bugs 3 Sit-com buona la prima mercante in fiera the mentalist. film open - il presagio. film pugilato xv

11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.50 17.25 18.30 19.00 19.25 19.40 20.15 21.10 23.00

baywatch. Tf studio aperto - meteo studio sport cartoni animati dawson's creek. Telefilm il mondo di patty. Tf sleepover club. Tf cartoni animati Studio Aperto - meteo studio sport love bugs 3 Sit-com buona la prima mercante in fiera grey's anatomy. telefilm er. telefilm

11.15 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.50 17.25 18.30 19.25 19.40 20.15 21.10 23.10 01.00

baywatch. Tf studio aperto - meteo studio sport cartoni animati dawson's creek il mondo di patty. Tf sleepover club. Tf cartoni animati Studio Aperto - meteo love bugs 3 Sit-com buona la prima mercante in fiera le spie. flm the shield. telefilm pugilato xv

07.55 08.25 09.50 11.40 12.25 13.30 14.05 15.10 17.00 18.00 18.55 19.35 21.10 23.15 00.30

nonno felice sit-com magnum p.i. telefilm non ho l'eta' Fiction cuochi senza frontiere detectie in corsia. Tf Tg 4 - meteo 4 tribunale forum. Attualita' perry mason. Telefilm psych. telefilm vite straordianrie. Doc Tg 4 - meteo 4 renegade. Telefilm criminal intent. Telefilm shark - n.y.p.d. Telefilm L'insegnante va in collegio

08.55 09.30 10.00 11.00 11.30 12.10 13.30 14.05 14.40 16.40 19.35 21.30 22.30 01.10

nonno felice friuli-venezia giula da tervisio a udine. document Santa Messa Pianeta mare Tg 4 - notizie traffico Melaverde tg4 telegiornale/meteo STALIO E OLIO. Telefilm zorro il dominatore. Fl la battaglia d'inghilterra colombo. Telefilm gsg 9. Telefilm controcampo. Sport SOLE NUDO

09.45 10.35 11.40 12.30 13.30 14.05 15.10 16.10 16.45 18.55 19.35 19.50 20.30 21.10 23.25

febbre d'amore giudice amy. telefilm wolff. Telefilm UN detective in corsia. TF Tg 4 - meteo 4 forum Hamburger distrtto 21 sentieri. soap conflitto di classe.film tg4 - meteo 4 ieri e oggi in tv tempesta d’amore. Soap walter texas renger lo specialista. Film nella mente del killer

09.45 10.35 11.40 12.30 13.30 14.05 15.10 16.10 16.45 18.55 19.35 19.50 20.30 21.10 00.10

febbre d'amore giudice amy. telefilm wolff. Telefilm UN detective in corsia. TF Tg 4 - meteo 4 forum Hamburger distrtto 21 sentieti Soap opera bandolero. film tg4 - meteo 4 ieri e oggi in tv tempesta d’amore. Soap walter texas renger l'onore e il rispetto. Film tre tigri contro tre tigri

09.45 10.35 11.40 12.30 13.30 14.05 15.10 16.10 16.45 18.55 19.35 19.50 20.30 21.10 23.20

febbre d'amore giudice amy. telefilm wolff. Telefilm UN detective in corsia. TF Tg 4 - meteo 4 forum Hamburger distrtto 21 sentieti Soap opera per grazia ricevuta. film tg4 - meteo 4 ieri e oggi in tv tempesta d’amore. Soap walter texas renger julie lescaut. Telefilm the unit. Film

07.30 09.45 10.35 11.40 12.30 13.30 14.05 15.10 16.10 16.45 18.55 19.35 20.30 21.10 23.40

quincy. Telefilm febbre d'amore. soap giudice amy. telefilm wolff. Telefilm UN detective in corsia. TF Tg 4 - meteo 4 forum Hamburger distrtto 21 sentieti Soap opera dono d'amore. film tg4 - meteo 4 tempesta d’amore. Soap walter texas renger time line. film presunto innocente. film

09.45 10.35 11.40 12.30 13.30 14.05 15.10 16.10 16.30 18.55 19.35 20.30 21.10 23.20

febbre d'amore. soap giudice amy. telefilm wolff. Telefilm UN detective in corsia. TF Tg 4 - meteo 4 forum Hamburger distrtto 21 sentieti Soap opera complotto di famiglia. fl tg4 - meteo 4 tempesta d’amore. Soap walter texas renger il commisario navarro. Tellefilm qua la mano. film

bad company

le verità negate

Martedì 1 - Raiuno - Ore 21.20

Giovedì 3 - Canale 5 - Ore 21.20

Un agente della CIA rimane ucciso durante un'operazione, l'agenzia segreta recluta il suo gemello Jake per far terminare il progetto che aveva iniziato. Per imparare i trucchi del mestiere gli viene affiancato l'agente Gaylord Oakes.

Sophie é convinta che la giovane e bella collega del marito stia cercando di conquistarlo, e anche di impossessarsi della sua vita. Sono solo ossessioni, oppure si nasconde qualcosa che neanche Sophie avrebbe potuto mai immaginare?

Con: Anthony Hopkins, Chris Rock.

i FILM in TV

Con: Susan Sarandon, Sam Neill, Emily Blunt.


30

Coffee Break

Venerdì 28 Agosto 2009

LA STORIA Dopo il divorzio e le liti, si ritrovano a “Quelli che il calcio”

D

di Emilia Codignola

i solito una coppia divorziata trova la tregua per favorire i figli. In televisione succede anche questo: si sotterra l’ascia di guerra per alzare lo share e far parlare di sé. I PROTAGONISTI Simona Ventura e Stefano Bettarini, cinque anni dopo la separazione e

Ventura-Bettarini: insieme in tv per alzare lo share

frecciate al veleno che si sono lanciati tramite i giornali, tornano insieme sul piccolo schermo. Dal 13 settembre saranno entrambi a “Quelli che il calcio”: lei nelle vesti di padrona di casa, lui in quelle di commentatore tecnico. E’ pur sempre un ex calciatore, che ha perso professionalità facendo lo showman e il ballerino. Il sospetto che sia una mossa per rilanciare una trasmissione un po’ logora è forte, ma in queste ultime stagioni abbiamo visto di peggio L’ANNUNCIO «I dissapori che sempre accompagnano un divorzio – ha rivelato Bettarini sono stati messi da parte per il bene dei figli, che sono la nostra priorità. Oggi il nostro rapporto è

Mourinho è subito sotto esame

Ventura e Bettarini il giorno delle nozze e a lato l'ex calciatore in versione ballerino

Josè Mourinho, tecnico dell'Inter

ottimo. So che ci sarà molta curiosità intorno al nostro debutto: la proverei anch’io nel veder lavorare insieme due persone che sono state sposate dieci anni e poi hanno divorziato e sulle quali è stato scritto di tutto, per lo più cose brutte».

Cosa farà? «Commenterò le partite con Massimo Caputi (altro showman mancato), ma farò anche interviste in esterno. L'idea di Simona è di farmi innamorare di nuovo del calcio, un mondo che mi ha profondamente deluso». Funzionerà?

IL CASO Si chiama Maria Josè Lopez e non sa nulla di calcio

“Controcampo” punta sulla sensualità Competenza calcistica addio, per sempre. La trasmissione “Controcampo” è arrivata a un punto di non ritorno, con una valletta che non sa assolutamente nulla di calcio. IL PASSATO Non è che Elisabetta Canalis, Cristina Chiabotto e Federica Fontana fossero delle cime, ma trascinate dalla loro fede calcistica, qualche commentano lo abbozzavano e con l'avvenenza, rendevano piace-

sportcafè

Maria Josè Lopez in primo piano e sotto nella trasmissione "Controcampo"

vole la loro presenza. LA NUOVA “MUSA” Si chiama Maria Josè Lopez, è cilena ed è la moglie dell’ex interista Luis Jimenez (ora in Inghilterra al West Ham). Dicevamo che pare catapultata per caso a una trasmissione sportiva, che invece dovrebbe puntare sull’approfondimento calcistico. Ma la sensualità con la quale ha presentato il suo balletto, ha messo in se-

condo piano i temi della prima giornata di campionato. E, presissima da ancheggiamenti e sapienti passi, non s'è accorta che la scollatura non era riu-

ha deciso di battagliare con la Domenica Sportiva con l’arma della bellezza femminile. Ma alla lunga la scelta della Rai di puntare solo sulla qualità gior-

scita a contenere tutta l’esuberanza di un suo seno. Casuale o tutto studiato a tavolino? Di certo è che non si è parlato d’altro sul web, a conferma che Mediaset

nalistica del prodotto potrebbe rivelarsi vincente. Questo servirebbe a far capire ai giovani che le capacità professionali possono ancora essere importanti…

Mourinho già con l'acqua alla gola. Gli appassionati di calcio, interisti a parte, non osavano sperare tanto. Considerata la strafavorita per il quinto titolo di fila, l'Inter ha invece perso malamente la Supercoppa con la Lazio e addirittura ha pareggiato a S. Siro all'esordio in campionato con il neopromosso Bari, segnando il gol del momentaneo vantaggio solo grazie a un generoso rigore. E il calendario mette subito pressione ai nerazzurri: sabato sera, infatti, c'è il derby con il Milan. I rossoneri sono reduci da un pessimo precampionato e hanno subito tante critiche dagli stessi tifosi, ma all'esordio hanno vinto con merito a Siena. Nella stracittadina non hanno nulla da perdere e se colgono un buon risultato, tanto di guadagnato. L'Inter, invece, in caso di sconfitta, potrebbe cadere in depressione e rivedrebbe di colpo i fantasmi del passato. Anche se non lo fa vedere, Mourinho è sicuramente nervoso e preoccupato, perché non ha più chi gli risolve le partite con una sola giocata. Eto'o è un grande giocatore, ma partecipa alla manovra e si esalta negli schemi, tutto il contrario del solista Ibrahimovic. Se la squadra stenta, anche il camerunense fa fatica e l'Inter arranca. La situazione ideale per mettere alla prova le doti tanto decantate di Mourinho. Ora il tecnico portoghese deve dimostrare di meritate un ingaggio faraonico, incidendo sulla squadra come solo un grande allenatore sa fare. Vincere con i campioni sono capaci tutti: lo poteva fare anche il suo secondo Beppe Baresi. "Special one", ti aspettiamo al varco. fa

Appare esagerato l’atteggiamento scandalistico dei media italiani su quanto è accaduto durante West Ham-Millwall

Violenza negli stadi: basta con la teoria del mal comune...

Anche l’Inghilterra è tornata ad affrontare la violenza negli stadi. Nella fattispecie, un tifoso accoltellato durante West Ham-Millwall, invasione di campo e cariche della polizia. Lo stupore e la paura suscitata dall’evento è collegata al terribile ricordo degli hooligans, piaga sociale del Regno Unito. Zola, che da anni lavora in Inghilterra, ha rivelato: «Mai visto nulla di simile». Detto questo, pare abbastanza ridicolo l’atteggiamento dei media italiani, che si sono scandalizzati per l’accaduto, quando da noi queste cose (purtroppo) capitano assai

I disordini di Londra e a lato Gianfranco Zola, tecnico del West Ham

di frequente. Invece di urlare al “mal comune mezzo gaudio”, dovremmo intervenire efficacemente sul problema della violenza nello sport, che è uno specchio della nostra società civile. Ora vedremo se quello di Londra è stato un fenomeno isolato. In caso contrario, dovremmo preoccuparci anche noi, perché vuol dire che la violenza è difficile da estirpare. Ma una cosa è certa: la giustizia inglese non è certo permissiva e chi ha sbagliato verrà punito pesantemente. Questo è un modello da seguire…


Lo Sport

Per la Pubblicità su telefona allo 0372.43 54 74 • 45 39 67

Eliminati sì, ma a testa alta. La Cremonese, dopo aver battuto 2-1 il Vicenza fuori casa ed aver passato il secondo turno di Coppa Italia Tim Cup (con le squadre di serie A), ha giocato un'ottima gara a Catania (nella foto), perdendo solo per 1-0 contro una squadra di serie A.

Per la Pubblicità su telefona allo 0372.43 54 74 • 45 39 67

COPPA ITALIA: FUORI A TESTA ALTA

Cremo, il bis non è impossibile PRIMA DIVISIONE - Dopo il successo con il Viareggio, si va a Pagani con fiducia

L’

Eugenio Grignani

affare si complica, diceva il Marchese passando a piedi nudi dall’erba del prato alla ghiaia del vialetto. Mi sento come lui perché devo scrivere di una partita già passata ai raggi X, per 5 giorni consecutivi da due quotidiani più un terzo che non conta: sono dieci articoli di colleghi e un mucchio di fotografie contro una mezza paginetta che cerco di comporre al meglio delle mie possibilità. Dico che per me il meglio consiste nello scrivere quello che ho visto, e constatato, sul campo di casa, senza aggiunte di fronzoli o di titoli ad effetto. Verità vuole che io abbia visto una mezza partita contro una squadra ripescata nel nostro girone forse con un invisibile sforzo di Lippi, Ct nazional-juventino, che divide le sue giornate tra Roma, molte, Coverciano, poche, Forte dei Marmi, provincia di Lucca come Viareggio. Neh? Il più bel titolo pronosticato da Luciano Dacquati, su un foglio che esce quando e come può: “Cremo, attenta alla matricola“. Comme d’habitude non scrivo nomi di giocatori e non regalo voti. Il 2-0 finale parla

Sopra una punizione del Viareggio e In alto a sinistra il rigore sbagliato dal grigiorosso Guidetti

da solo, ma come spesso accade nello sport non dice la verità: in memoria di un vecchio adagio, con i se e con i ma, è tutta fuffa. Scomodo queste due particelle per dire che la partita poteva finire 5-1 o 2-4 a favore dei toscani. La faccio breve: un colpo della dea bendata dopo i primi minuti ha salvato la nostra porta, poi e nato il gol del primo vantaggio - rigore assistito dalla stessa dea - che ha portato tutti verso il the del riposo. Dopo la seconda rete dei ragazzi di Venturato, 25 minuti di assenza collettiva, l’arbitro Gallo di Barcellona Pozzo di

Gotto, provincia di Messina (niente marsala, Provincia di Trapani) non vede due rigori uno per parte, permettono agli ospiti di tentare il colpo gobbo. L’ottico Voltini di via Ghisleri si è offerto per una visita gratuita. Finita come annunciato la rincorsa ai tre punti, non posso assistere al commento di Venturato che mi viene riferito da persona presente e di mia fiducia. Concludo con l’augurio che lui e Turotti sappiano come gestire il gruppo in vista della prossima trasferta a Pagani (Salerno) e di quell’altra a Sorrento (Napoli).

(Foto G. Galli)

La sottile malizia dell’editore mi spinge da tempo ad essere breve sulla Cremo, in favore di pronostici sulle trasferte. Ho accettato l’invitoordine, perché ha ragione lui, come spiegato più sopra. In questo caso il suo desiderio ed il mio impegno hanno fruttato poco più di zero. Ma forse è uno zero che conta. Preso immediato contatto con l’addetto stampa di laggiù, ho scoperto dopo qualche giorno che i due fratelli del mestiere, Giorgio e Sergio Saturno, avevano fatto la stessa fine dell’omonimo dio greco, scacciato dall’Olimpo dal figlio Giove. Neanche a

farlo apposta il vecchio Saturno, non sapendo dove atterrare, ha piazzato la nuova residenza in Italy, fondando Saturnia, in provincia di Grosseto. L’addetto stampa della Paganese ora è Alfonso Belsito, tutto diverso da Pietro Cortinovis , il nostro nuovo amico di via Persico, efficiente e preciso. L’Alfonso ha dribblato tutte le mie domande tranne una. «Il Presidente? Trapani Raffaele (come sotto le armi), imprenditore edile, sta rimettendosi da un incidente d’auto. Qui noi ci stiamo riorganizzando». Poi l’ho cercato molte volte al suo cellulare. Informazione gratuita, il numero chiamato non risponde, provare più tardi. Mi sono stufato di provare, dai ragazzi, che si stanno riorganizzando... TRASFERTA VIETATA Il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, sulla scorta delle informazioni ricevute dall'Osservatorio, ha inserito la gara PaganeseCremonese tra quelle ad alto profilo di rischio, pertanto ha disposto la chiusura del settore ospiti dello stadio "Marcello Torre". Tradotto, niente trasferta per i tifosi grigiorossi.

BOCCE

Nella notturna di Pozzaglio organizzata dall'Astra successo dei portacolori della Canottieri Flora

Zinetti e Scandelli brillano sotto le stelle di Massimo Malfatto

La formazione della canottieri Flora formata da Pierino Zinetti e Pierangelo Scandelli non brilla ma vince, ed è ciò che più conta, il trofeo delle “6 Stelle”-coppa Bassini Walter (alla memoria), gara provinciale notturna (separata al possibile) svoltasi sulle corsie del centro sportivo Astra di Pozzaglio. I rivieraschi hanno creduto di più nella vittoria, inseguendola con convinzione anche quando si sono

Scandelli e Zinetti, vincitori della notturna di Pozzaglio

trovati in leggera difficoltà ed alla fine sono saliti meritatamente sul gradino più alto del podio.

Non sono mancate le sorprese ed anche alcune note positive come la buona prestazione di

WEEK-END BOCCISTICO

Sono attualmente ben due le manifestazioni in pieno svolgimento, entrambe iniziatesi lunedì 24: il memorial “Ezio Formica” ed il trofeo “Elys Cafè”. L’individuale organizzata dalla “Puntoraffavolo” (ben 23 gironi!) si

concluderà venerdì 4 settembre al bocciodromo comunale, mentre la provinciale a coppie della bocciofila A.MI.CA avrà il suo epilogo sabato 5 sulle accoglienti corsie dell’impianto di Mirabello Ciria

Alessandro Clementi: il giovane, con ogni probabilità alla sua ultima gara con la maglia della canottieri Bissolati, ha destato un’ottima impressione che lascia ben sperare per i prossimi campionati italiani juniores under 23 che lo vedrà impegnato a Roma nei giorni 5-6 settembre. Dopo aver superato nel recupero, a fatica, i ”sanitari” Dolara-Assirati (12-9), Zinetti e Scandelli s’imponevano nei quarti su Vitaloni-Blasco ed in semifinale sui bissolatini Ceriati-Clementi per 125. In finale approdavano anche i piacentini Claudio Bulfari e Maurizio Cironi. I bravi portacolori della “Coop Castelvetro” superavano nel ”recupero” (spostato sulle corsie del comunale causa

pioggia!) Zerbin e Paroli e successivamente avevano la meglio su ZucchelliSantini e su Croera-Grazioli. Finale a senso unico: Zinetti-Scandelli trovavano ben poca resistenza nei demotivati BulfariCironi e chiudevano l’incontro nettamente vittoriosi per 12-2.

1ª GIORNATA Cremonese-Viareggio Figline-Novara Foligno-Benevento Lecco-Paganese Lumezzane-Arezzo Monza-Como Pro Patria-Pergocrema Sorrento-Alessandria Varese-Perugia CLASSIFICA Cremonese Novara Foligno Varese Pergocrema Como Lecco Lumezzane Alessandria Sorrento Pro Patria Arezzo Monza Benevento Figline Paganese Perugia Viareggio

2-0 0-2 2-0 2-1 1-0 0-1 1-2 2-2 2-0 3 3 3 3 3 3 3 3 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

2ª GIORNATA Alessandria-Pro Patria Arezzo-Monza Benevento-Lecco Como-Varese Novara-Sorrento Paganese-Cremonese Pergocrema-Foligno Perugia-Figline Viareggio-Lumezzane

CLASSIFICA GENERALE Trofeo delle 6 Stelle 1° Zinetti-Scandelli 2° Bulfari-Cironi 3° Ceriati-Clementi 4° Croera-Grazioli 5° Blasco-Vitaloni 6° Zucchelli-Santini 7° Tessadri-Cantarelli 8° Cantarini-Vicardi 9° Dolara-Assirati 10° Paroli-Zerbin 11° Rota-Pedretti

Grazioli e Croera della San Zeno, quarti classificati

(Can. Flora) (Coop Castelvetro) (Can. Bissolati) (San Zeno) (Borgo Loreto) (Fadigati) (CASC) (Stradivari) (CASC) (CASC) (Can. Bissolati)

Erano da poco passate le 02.30 di questa (finalmente!) fresca notte d’estate quando il direttore di gara Ennio Clementi concludeva questa bella manifestazione, giunta alla sua terza edizione: una Notturna ideata nel 2007 da Giordano Corbari e che ha visto la partecipazione di 80 formazioni, un discreto livello di gioco ed una buona affluenza di pubblico.


32

Sport

Venerdì 28 Agosto 2009

Canottaggio, ai Mondiali ok Morelli e Resemini

Efrem Morelli

Buone prospettive per i tre canottieri cremonesi impegnati a Poznan nelle regate valevoli per i campionati del mondo assoluti e di adaptive rowing. Efrem Morelli e Marco Resemini sono già appro-

L

dati alle finali, mentre Simone Raineri dovrà guadagnarsi l’ingresso all’ultimo turno nella tarda mattinata di oggi (venerdì 29 agosto), ma non dovrebbe avere grossi problemi ad ottenere l’ingresso finale con un equipaggio di classe come il suo. Efrem Morelli, il primo dei tre ad entrare in finale, ha compiuto un piccolo

miracolo. Basti pensare che solo undici mesi fa era solo un nuotatore che aveva vinto un titolo mondiale e si era classificato al decimo posto nei 100 rana alle olimpiadi di Pechino. Nel corso di alcune premiazioni ha conosciuto il campione olimpico Daniele Signore che lo ha convinto a provare a salire in barca. Detto e fatto: in meno di un anno, Efrem si

è guadagnato prima l’ingresso in nazionale, poi l’accesso alla finale mondiale: un vero record per il bravissimo atleta del Flora allenato da Ortelli. Quasi sicuramente non vincerà il titolo mondiale quest’anno, ma un pensiero alle Olimpiadi del 2012 lo sta sicuramente facendo. Marco Resemini, che voga sull’otto, ha dovuto

Ci sono anche due equipaggi cremonesi in gara al Campionato Italiano assoluto della classe Snipe al via questo pomeriggio a Vada (Livorno). A rappresentare i colori cremonesi sono l’Ita30396 del presidente del Circolo Vela Cremona Renato Bruni con Domenico Arpini e l’Ita30706 di Dario Bruni assieme alla moglie Sonia Bonomi. Per Dario e Sonia Bruni gli Italiani saranno un importante banco di prova in vista dei Mondiali che dal 4 al 12 settembre li vedranno impegnati a San Diego (Usa). La giovane coppia cremonese è stata infatti selezionata per rappresentare l’Italia ai Mondiali della classe Snipe. La partenza per l’America è prevista non appena sarà concluso il Campionato Italiano.

Vanoli, è partita l’avventura

La squadra è al lavoro tra l’emozione generale

di Giovanni Zagni

unedì pomeriggio sul piazzale antistante il Palasomenzi (con aperitivo presso il bar), si son radunati dirigenti, tecnici ed atleti della Vanoli Gruppo Triboldi, cui il sindaco Perri ha portato il saluto della città e degli appassionati tutti. Mancavano soltanto Aguiar e Rowland, impegnati con le rispettive nazionali di Uruguay e di Bulgaria, che si uniranno al gruppo in settembre e Marco Cusin che dopo "le fatiche azzurre" si sta godendo una settimana di meritato riposo in Sardegna e raggiungerà i compagni nel ritiro di Carisolo. Grande emozione per il presidente Triboldi ed i vice presidenti Vanoli e Bonetti, tutti esordienti in serie A, che con

passare attraverso i recuperi per accedere alla finale, ma l’ammiraglia, dopo un inizio un po’ incerto nella giornata inaugurale dei campionati, ha subito trovato se stessa e nel recupero ha ceduto solo alla squadra di casa, la Polonia, ma al termine di una corsa che ha visto le due formazioni appaiate e nettamente avanti a tutte le altre.

Vela: cremonesi agli Italiani

Troy Bell, uno dei protagonisti della promozione in serie A

grande sforzo societario stanno cercando di garantire al pubblico cremonese un'intera stagione al Palasomenzi, senza trasferimenti di sorta in altra sede. Per quel che riguarda i lavori

PUGILATO Dal 31 agosto alla Spettacolo

Riparte l’attività agonistica con entusiasmo e fiducia Riapre i battenti anche il poco intrapreso l’attività e pugilato, a partire da lunedì saranno pronti a debuttare a 31 agosto alla Palestra Spetgennaio-febbraio, ai primi tacolo. Con grandi propositi, tornei riservati agli esordiennaturalmente e con l’impeti. Orsini, insieme a Dernini gno di rinnovare in fretta i ed al sapermassimo Udrea fasti di qualche tempo fa. dovrebbe essere una delle «In effetti – dice il presipunte di diamante della dente Manrico Bottoni – absquadra nel prossimo anno. biamo perduto Palestra nuova più di un anno a e vita nuova, causa dei lavori quindi, per la soche hanno intecietà che sta varessato la palerando un piano di stra e dobbiamo crescita ed una quasi ripartire da leva dedicata ai capo, ma ci sono giovanissimi. A le premesse per partire da setrimetterci in fret- Florin Udrea nel match tembre, la paleta in carreggiata vinto contro Troiano stra è aperta a e ricostituire una squadra vatutti i ragazzi e ragazze (la lida sin dal prossimo anno. boxe femminile, ricordiamo, Soprattutto per il fatto che è diventata sport olimpico a sin da ora vedo molto entupartire da Londra 2012) nati siasmo nei ragazzi e molta negli anni dal 1992 al 1997 voglia di riprendere in pieno per i corsi propedeutici al l’attività». pugilato, che si svolgeranno A dire il vero, già nei mesi ogni sera dalle 18 in avanti di giugno e luglio s’era notaed è aperta anche ai non ta una certa ripresa: sono agonisti negli stessi orari. tornati a combattere due dei Intanto, ci si prepara anveterani della squadra come che ad allestire qualche maLucini e Zanotti, ha ripreso, nifestazione e la Palestra se pure con una certa cauteSpettacolo dovrebbe essere la Lodovico Orsini, bloccato teatro di un paio di riunioni da due interventi chirurgici entro la fine dell’anno, menche l’hanno tenuto al palo tre si stanno programmando per oltre un anno e, sopratuna riunione in ottobre a Actutto, si stanno affacciando quanegra sul Chiese e, in molti giovani che hanno da novembre, ad Alfianello.

in corso per l'ampliamento della struttura, tutto procede nei tempi previsti e tutti auspicano che non sorgano difficoltà od ostacoli dell'ultimo minuto. Stefano Cioppi, il confermato coach, s'è detto pienamente

soddisfatto del lavoro svolto dalla società, che gli ha messo a disposizione da subito tutti i giocatori, esclusi ovviamente quelli impegnati con le proprie Nazionali, il che consentirà un più agevole lavoro di conoscenza reciproca non solo tecnica, ma anche umana. Su questo tasto battono anche i sentimenti e le parole del presidente, che ha sempre privilegiato il peso specifico di ogni giocatore, prima dal punto di vista umano e poi sul piano tecnico. La compattezza del gruppo sul finire della stagione passata, ha consentito il risultato prodigioso del salto di categoria, frutto se si vuole anche di un briciolo di buona sorte, ma soprattutto risultato di una sintonia piena fra i giocatori nell'interno dello spogliatoio e nei confronti dell'allenatore. Ora lasciamoli lavorare in

Il Roster

Nome

Anno

Cm.

Ruolo

Earl Jerrod Rowland

1983

191

playmaker

Alessandro Piazza

1987

172

playmaker

Troy Bell

1980

186

play-guardia

Matteo Formenti

1982

194

guardia

Gary Forbes

1985

201

ala piccola

Mauricio Aguiar

1983

199

ala piccola

Andrea Conti

1974

200

ala-guardia

Vangelis Sklavos

1977

202

ala grande

Rodolfo Jr. Valenti

1980

198

ala piccola

Brandon Brown

1981

201

ala-centro

Marco Cusin

1985

211

centro

Allenatore: Stefano Cioppi pace, anche se non sarà facile, perché la tifoseria scalpita e molti sono già coloro che seguono le operazioni sia per la parte atletica il mattino (Giancarlo Arisi a condurre le danze),

sia il gruppo maggiore che "suda" sulle gradinate della vetusta "Spettacolo" dalle 18 in avanti, con gli occhi lucidi di chi stenta ancora a credere che a Cremona vedremo la Serie A.

CICLISMO - A giorni verrà ufficializzato il doloroso ridimensionamento

Il Ccc taglierà le squadre di Cesare Castellani

Brutte notizie per il ciclismo e por lo sport in generale di Cremona. Dopo aver perso irrimediabilmente la serie A di pallanuoto due anni fa e quella di pallavolo femminile quest’anno, andrà perduta nel 2010 anche un’altra delle belle realtà, la squadra dilettantistica del Ccc Arvedi che ha infatti deciso (lo dovrebbe fare ufficialmente nei prossimi giorni) di limitare drasticamente la propria attività futura. Questo avverrà sacrificando le squadre Elite e Under 23, due formazioni che schierano quest’anno la bellezza di 31 corridori, alcuni dei quali considerati tra i migliori in attività in Italia. Rimane aperta qualche flebile speranza, ma è chiaro che, anche se ci fosse un ripensamento, sarebbe assai difficile mettere in piedi una squadra, se pure ridimensionata nei numeri, in un periodo in cui quasi tutti i pezzi da novanta, ormai, si sono accasati. Si chiude senz’altro la collaborazione con il gruppo bresciano di Bruno Leali che, probabilmente, non è stato all’altezza della situazione per quanto riguarda i risultati ottenuti in rapporto alla qualità

dei ragazzi che aveva in forza e che non ha sicuramente saputo valorizzare alcuni elementi che potevano invece dare molto di più se diretti con acume e competenza da uno staff tecnico più solido e capace e che si è invece di-

di presentarsi in tutte le categorie del ciclismo giovanile, dai Giovanissimi agli Under 23, mentre ora si rinuncia alla passerella più prestigiosa. Ora starà allo staff del presidente Fulvio Feraboli valutare il futuro e decidere su quali

Edo Costanzi, uno degli atleti più forti del Ccc Arvedi

mostrato in parecchie situazioni agonistiche. Peccato perché solo qualche mese fa lo stesso Arvedi si era dichiarato veramente soddisfatto del fatto che il Ccc 1891 fosse una delle poche società italiane in grado

formazioni puntare, ma sarà ad esempio molto difficile presentare anche su una formazione Juniores senza andare a pescare qualche discreto elemento fuori provincia e si dovrà quindi puntare solo sulle squadre di Allievi ed

Esordienti: un sesquipedale passo indietro rispetto al passato e che fa tornare il ciclismo cremonese ai bassi livelli di un decennio fa, con poche speranze ormai di ripresa. Per quanto concerne i cremonesi presenti nella formazione, pare che Pierino Baffi sia deciso a rimanere nel clan di Bruno Leali, mentre se ne andrà sicuramente Edo Costanzi, ora tornato ai livelli che gli competono dopo il grave incidente del 26 aprile dello scorso anno, ma mai sufficientemente valorizzato dal tecnico bresciano nonostante i nove successi del 2007, anno del suo esordio tra i dilettanti. Pare che addirittura nel 2009 Leali non lo volesse in formazione non credendo più nelle sue possibilità di ripresa, ma Edo lo ha sicuramente sconfessato risultando il più vincente di tutti i corridori della formazione biancorossa. Per Costanzi, si profila ancora un anno tra gli Under 23, naturalmente con una nuova squadra, poi sicuramente il passaggio tra i professionisti dove sembra che lo attenda la Lampre di Beppe Saronni, con il cremonese Sgalbazzi in ammiraglia.


A.ATO

PROVINCIA DI CREMONA

Dieci regole per consumare meno acqua ... ... e risparmiare qualche euro al mese Lava in modo ecologico

L’acqua del rubinetto è ottima da bere

1

2

abbiamo un’acqua di qualità, costantemente controllata e, per di più, costa davvero poco.

6

Chiudi il rubinetto quando ti lavi le mani o ti fai la barba

Usa lavatrice e lavapiatti ecologiche (classe A+)

utilizza l’acqua solo due volte: sullo spazzolino e, poi, riempi un bicchiere per risciacquarti. Riduci l’apertura del rubinetto quando ti fai la barba.

usa elettrodomestici di classe A+: consumano meno acqua.

7

Ripara il rubinetto che perde

Tira l’acqua dello sciacquone, ma con attenzione

3

4

5

evita di lasciare aperto il rubinetto nell’insaponare le stoviglie.

regola con l’aiuto dell’idraulico, il galleggiante su una capacità minore d’acqua oppure usa il tasto differenziato per poca acqua.

8

contolla se i rubinetti o la cassetta del water hanno una perdita.

Scegli di fare una doccia e non il bagno

Installa un miscelatore d’aria

chiudi i rubinetti mentre ti insaponi.

applica i miscelatori o frangiflusso ai rubinetti di casa.

9

Annafia le piante, sul balcone e in giardino, senza sprechi

Lava la tua auto con il secchio

innafia sempre verso sera: quando il sole è calato, l’acqua evapora più lentamente. Se possibile usa l’innafiatoio per evitare eccessi d’acqua.

usa il secchio invece dell’acqua corrente: si può bagnare la carrozzeria, insaponare l’auto e risciacquarla, sprecando meno acqua.

10

Autorità d’Ambito Cremonese

Corso Vittorio Emanuele II, 28 Tel. 0372 463628 - Fax 0372 23255 e-mail: segreteria@atocremona.it - www.atocremona.it


34

Cucina

Venerdì 28 Agostoo 2009

Gastronomia italiana

Le ricette gustose alla portata di tutti

Luis Meléndez Natura morta con pane e fichi particolare, 1760

Il menù della settimana

Antipasto: Salvia fritta Primo piatto: Orecchiette al

cavolfiore

Difficoltà facile Tempo 20 minuti - Per 4 persone Ingredienti: • 20 foglie grandi di salvia con il gambo • 120 g di farina

preparazione • Lavate e asciugate bene le foglie di salvia facendo attenzione a non romperle. Preparate la pastella versando, in una ciotola, la farina, l’uovo, la birra e un pizzico di sale. • Una volta fatto scaldare bene l’olio, intingite le foglie nella

• 1 uovo • birra • sale • olio per frittura

pastella, tenendole per il gambo e poi friggetele. • Dopo circa un minuto voltatele dall’altro lato. • Una cìvolta doratepoggiatele su una carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e salate. Servitele calde.

Difficoltà facile Tempo 20 minuti Per 4 persone Ingredienti: • 300 g di orecchiette • 800 g di cavolfiore • 1 spicchio d’aglio • 30 g di burro • 2 cucchiai d’olio d’oliva

• 8 filetti di acciughe • 250 g di pomodorini freschi a dadini • 2 cucchiai di prezzemolo tritato • pecorino grattugiato • sale • pepe

preparazione • Dividete il cavolfiore in tante cimette e scottatele in una pentola con acqua salata bollente per 3 minuti; scolate e lasciate raffreddare. • In un tegame antiaderente, versate l’olio e il burro e fate rosolare l’aglio tritato; unite i pomodorini, i filetti d’acciuga e cuocete per 5 minuti, mescolando. Aggiungete il sale, il pepe e il prezzemolo. • Cuocete al dente

le orecchiette in abbondante acqua salata. Condite con il sugo di pomodori e il cavolfiore; mescolate con cura, spolverizzate con il pecorino e servite calde.

Secondo piatto: Filetti di nasello al burro Difficoltà facile - Tempo 20 minuti Per 6 persone Ingredienti: • 4 filetti di nasello • 30 g di burro

• salvia • sale

preparazione • In una casseruola, fate sciogliere il burro e aggiungete le foglie di salvia. • Unite i filetti, lavati bene e asciugati e fateli rosolare su entrambi i lati a fuoco vivace. Continuate la cottura per circa 5 minuti. • Ponete i filetti in un piatto da portata e servite.

Dessert: Torta fredda allo yogurt Difficoltà media - Tempo 20 minuti Per 5 persone Ingredienti: • Per la base: • 200 g di biscotti secchi • 100 g di burro a temperatura ambiente

Per la mousse: • 500 g di yogurt bianco • 1 foglio di gelatina • 30 g di zucchero • 200 ml di panna da montare

preparazione • Per la base: sbriciolate i biscotti e raccoglieteli in una ciotola, impastate poi con il burro. Rivestite una teglia del diametro di circa 26 cm con la carta da forno; versate il composto preparato e stendetelo bene con le mani. • Per la mousse: in una ciotola, versate la panna, lo zucchero e montate con la frusta elettrica; unite lo yogurt, mescolate bene ed

infine aggiungete la gelatina Versate la crema ottenuta sulla base e mettete nel frizer; trascorsa un’ora togliete la torta dal frizer, eliminate la carta da forno e adagiate su un piatto da portata. Guarnite a piacere e lasciate riposare nel frigorifero. • Variante…Potete sostituire lo yogurt bianco con qualsiasi yogurt alla frutta.

La Bottiglia Erbaluce di Caluso Doc Lavecchia

E’ un vino unico e inconfondibile nel vasto panorama dei bianchi , grazie alla particolari condizioni del terreno e del clima del canavese. Risultano particolarmente evidenziati l`aroma delicato, una gradevole freschezza. Il colore è giallo paglierino ed è caratterizzato da un profumo fine, che ricorda i fiori di campo; mentre il sapore è secco, fresco e caratteristico. La temperatura consigliata per la degustazione è di 8-10.


Il Piccolo Giornale di Cremona  

n° 33 del 28 agosto 2009

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you