Page 1

GRATIS

Direttore: Sergio Cuti N°31 • Anno 10 • 1 agosto 2008 settimanale • € 0,02 Copia omaggio Redazione: via Ponte Furio, 32 • 26013 CREMA (CR) • Telefono 0373 80189 • Fax 0373 254273 • e-mail: opinione.crema@libero.it

Sped. in A.P. d.l. 353/03 (L. 46/04 art. 1 comma 1) CREMONA

Vigile multa sindaco: 140 euro. - 5 punti

ESCLUSIVA Pedofilia, circuiva bimba con le poesie. Leggetene una sola. E inorridite

Disavventura per il sindaco Bruno Bruttomesso, multato da un vigile urbano in piazza Marconi: 140 euro per aver usato il telefono cellulare mentre era al volante e per non aver allacciato la cintura di sicurezza. Bruttomesso, oltre ai soldi, ci ha rimesso anche 5 punti della pente di guida. «Li avevo ancora tutti, ora sono a meno cinque» ha commentato il primo cittadino che ha spiegato l’accaduto. «Stavo parcheggiando quando è suonato il telefono. Ho risposto. E ho sbagliato. Il vigile ha fatto bene a darmi la multa. Era il suo dovere». Il sindaco si concede una pausa: «Però i 5 punti....».

A PAGINA 11

Ancora incidenti sul lavoro a Romanengo e a Vailate

MORTE IN CANTIERE STRAGE CONTINUA

Un muratore di 22 anni ucciso dalla pompa del calcestruzzo al campo sportivo di Romanengo, il collega di 42 anni finito all’ospedale con gravi ferite al torace, un 21enne albanese investito dalle macerie di un muro all’ex convento a Vailate, un altro operaio che si è quasi reciso il polso mentre stava segando un asse di legno in un negozio del centro storico. E’ allarme sicurezza nei cantieri del Cremasco. E questa volta non ci sono scuse. Non è possibile invocare il sensazionalismo dei media. Nei cantieri cremaschi, è la verità, gli operai rischiano la vita, e alcuni la perdono tragicamente. Come Davis Bogdan, 22 anni, moldavo, che mercoledì mattina stava lavorando al campo sportivo di Romanengo quando la pompa del calcestruzzo gli è crollata addosso. Residente in provincia di Reggio Emilia, era figlio di una badante.

A PAGINA 4

Norme anti elemosina. Don Lingiardi parla ai fedeli: «I soldi dateli alle comunità» A PAGINA 10

ANCORA LE FESTE D’ESTATE: COME E DOVE DIVERTIRSI ALLE PAGINE 13-15-16


La parola ai cremaschi

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

METEO WEEKEND IN LOMBARDIA • PREVISIONE PER VENERDI’ 1 AGOSTO 2008

3

Bingo, raccolta di tappi in beneficenza

Stato del cielo: al mattino poco nuvoloso ovunque. Poi cumuli ad evoluzione diurna su Appennino, Prealpi ed Alpi. In serata aumento della nuvolosità per nubi alte e stratificate a partire da ovest. Precipitazioni: nel pomeriggio rovesci e temporali su Prealpi ed Alpi, più probabili sui settori nordoccidentali. Temperature: minime e massime stazionarie. • TENDENZA PER SABATO 2 E DOMENICA 3 LUGLIO

Sabato al mattino instabile e variamente nuvoloso a causa di un possibile passaggio di aria più fresca in quota su tutta la regione: rovesci e temporali sparsi ovunque. Poi miglioramento. Domenica ritorno a tempo stabile ed asciutto, con bassa probabilità di rovesci pomeridiani. Elaborazioni ARPA

STATO CIVILE • SONO NATI: Mariangela Bortun, Giorgia De Felice, Mohamed Elkasabi, Giada Simonetti, Pietro Scaravaggi, Cristina Vezzoni, Francesca Signorelli, Denise Arnieri, Nicola Cattaneo, Federica Manghisi, Giovanni Campanini, Filippo Cannillo, Tommaso Cannillo. • SONO MORTI: Rosalia Masseri, Liliana Benaglia, Maurizia Maianti, Angela Zucchi, Vittoria Rovelli, Gianbattista Maccalli, Angelo Cattaneo, Massimo Brunetti. • SI SPOSERANNO: Chiara Pisati con Leandro Vittorio Cavalli, Anna Tiziana Seggio con Stefano Arcucci, Elena Festari con Stefano Tanturli, Ilaria Pagliari con Andrea Sudati, Mara Ogliari con Luigi Piacentini.

NUMERI UTILI • TELEFONI (0373) Carabinieri 80248 - 80860 Polizia 113 - 897311 Polizia stradale 897340 Vigili urbani 894212 Vigili del fuoco 115-256222 Soccorso stradale 116-201725 Pronto soccorso 118 Guardia medica 118 Stazione Crema 257196 AGI Crema 204524 Sisa Crema 84877 Taxi Crema 337355540 Urp numero verde 800 546333 Ospedale Maggiore 2801 C.U.P. 803 000 no prefisso • EDICOLE DI TURNO Via Verdi - Piazza Garibaldi Piazza Giovanni XXIII -Ospedale Piazza Manziana - Stazione Via Kennedy - Via Bramante Viale Europa - Via Benvenuti Via Cappuccini - Via Cremona

• FARMACIE DI TURNO - CREMA BERTOLINI GIORGIO Piazza Garibaldi, 49 Tel. 0373-256279 - OMBRIANO COMUNALE Viale Europa, 73 Tel. 0373-30111 - RIPALTA CREMASCA VECCHIA MAURIZIO Via Roma, 11/B Tel. 0373-68441 - SPINO D’ADDA RICCABONI GIUSEPPE Via Martiri Liberazione, 25 Tel. 0373-965031 • DISTRIBUTORI DI TURNO Q8 - via Libero Comune SHELL - via Europa

• ORARI CIMITERI - Maggiore, S. Bernardino, S. Maria della Croce, S. Bartolomeo - Tutti i giorni: dalle 8 alle 17 Uff. cimiteri 0373202807/204723 • ORARI OSPEDALI MAGGIORE: lunedì, martedì, giovedì e venerdì 19.15 - 20.15 mercoledì e sabato 15 - 16/19.15 - 20.15 domenica e festivi 11 - 12/15 - 18 KENNEDY: feriali 11.30 - 13.30/17 - 19.30 festivi 11 - 13/16.30 - 19.30 • ORARI URP (Comune di Crema) - Dal lunedì al venerdì 9 - 12 Dal lunedì al giovedì 14.30 - 16.30 • A.O. “OSPEDALE MAGGIORE” DI CREMA Direzione Gen.: Via Largo Ugo Dossena, 2 – 26013 Crema www.hcrema.it √ OSPEDALE MAGGIORE DI CREMA Largo Ugo Dossena, 2 - Centralino 0373 2801 Servizio Emergenza Urgenza 118 - Guardia Medica 118 Pronto Soccorso 0373 280005 √ OSPEDALE SANTA MARTA DI RIVOLTA D’ADDA Via Montegrappa, 15 - Centralino 0363 3781 √ OSPEDALE ROBBIANI DI SORESINA Via Robbiani, 6 - Centralino 0374 343003 √ UFFICIO COMUNICAZIONE E RELAZIONI COL PUBBLICO Largo Ugo Dossena, 2 Per informazioni e segnalazioni: 0373 280580 - 280554 Fax 0373 280572 √ UFFICIO DI PUBBLICA TUTELA 0373 280580 CUP – Numero Verde 803 000 no prefisso

Carissimi, nei giorni scorsi la sala Bingo di Crema e l'impresa di pulizie Drago di Crema hanno consegnato alla fondazione Brunenghi di Castelleone il frutto della grande raccolta di tappi che nei mesi scorsi è stata operata nelle scuole e preso gli uffici della nostra città. l risultato della raccolta ha superato i mille chili e ha consentito di poter vendere i tappi e di ricavarne il necessario per acquistare due carrozzine destinate agli anziani ospitati nella fondazione di Castelleone. Soddisfazione è stata espressa sia dai responsabili della sala Bingo, sia da quelli dell'impresa di pulizie Drago che hanno annunciato che l'operazione continuerà con la ripresa delle scuole. Sono infatti più di venti gli istituti sparsi nel cremasco che hanno aderito all'ini-

ziativa che , peraltro, non costa nulla. L'impresa di pulizie si incarica di portare un contenitore che deposita vicino alle macchine automatiche di distribuzione delle visite nel quale chi acquista una bibita in bottiglietta getta il tappo rigido. E' compito dell'impresa di pulizie ritirare i tappi e poi recapitarli alla fondazione di Castelleone. Qui, una volta raggiunti i mille chili, i tappi vengono venduti per l'acquisto delle carrozzine. A settembre i responsabili del Bingo e dell'impresa di pulizie cercheranno

adesioni al progetto che nella prima parte dell'anno ha dato buoni risultati. Pierrugeri@libero.it

Lettere & Comunicati Cisvol premia studenti: tre borse di studio

la mano sui temi della giustizia e non fa nulla per far crescere salari e pensioni, mentre l’Italia vive una pesante crisi e le famiglie faticano ad arrivare alla fine del mese. Nel nostro territorio la raccolta firme andrà avanti nell’immediato con dei banchetti nelle feste di Spino d’Adda (1-5 agosto), Pandino (6-18 agosto), Castelleone (22-31 agosto) e poi nella festa centrale di Ombrianello (22 agosto-3 settembre) e proseguirà poi tra settembre ed ottobre con particolari iniziative di mobilitazione. Pd Crema

In occasione del suo decimo anniversario il Cisvol di Cremona istituisce tre premi per tesi di laurea per studenti che abbiano affrontato tematiche inerenti al Terzo settore: aspetti economici, scientifici, socio-sanitari, socio assistenziali o dal timbro umanistico. Possono accedervi laureati italiani e stranieri di tutte le università dell'UE, pubbliche e private, che abbiano discusso una testi di laurea o dottorato inerente ai temi previsti durante l'anno accademico 2007 e 2008. I partecipanti devono essere residenti nel territorio della provincia di Cremona. Cisvol

Forza Nuova e tensioni politiche

La solidarietà va in gol Presentano i Pantelù Spett. direttore Il gruppo Pantelù è felice di informarvi che la presentazione dell’11° partita di calcio «la Solidarietà va in goal», si terrà presso la concessionaria Mercedes Crema Diesel, via L. Da Vinci 55 Bagnolo Cr., il giorno 2 Agosto 2008 alle ore 11.

Certificazione energetica immobili Siamo contrari all’emendamento del Governo. Con l’eliminazione dell’obbligo di allegare la certificazione alle compravendite immobiliari o ai contratti di locazione degli immobili, si crea confusione tra i cittadini .Chiediamo dunque all’Assessore come intenda procedere per garantire a tutti i cittadini lombardi la corretta informazione sulle opportunità e sugli obblighi derivanti dalla certificazione. Una corretta politica per l’energia dovrebbe essere incentivante e coinvolgere i cittadini, gli enti locali con accordi di pro-

gramma o protocolli d’intesa, anziché costituire un ulteriore costo per le famiglie”. Fortunato Pedrazzi consigliere regionale Pd

Crema, un dipendente adibito al turismo I Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore entreranno a far parte dell’Osservatorio provinciale sul turismo. I Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore infatti, al pari di Provincia e Camera di commercio, si impegnano a individuare un proprio dipendente che sarà incaricato di seguire il progetto Osservatorio del turismo; a mettere a disposizione dell’Osservatorio tutti i dati in proprio possesso utili ai fini delle analisi ed elaborazioni che Isnart verrà incaricata di effettuare; a valutare annualmente, in sede di bilancio di

previsione, le risorse da destinare all’Osservatorio. Ufficio stampa Provincia Cremona

La campagna «Salva l’Italia» Prosegue nelle feste del Partito Democratico del cremasco la raccolta firme per la petizione «Salva l’Italia», una campagna promossa in tutto il Paese con al centro due questioni forti: la difesa delle regole democratiche contro le forzature e le leggi sbagliate del governo e la lotta per far ripartire l'Italia, cominciando da stipendi e pensioni. L’obiettivo a livello nazionale è quello di raggiungere, entro il 25 ottobre (data della manifestazione nazionale indetta dal partito), cinque milioni di firme per dire no ad un governo che non rispetta le regole democratiche, forza

Egregio Direttore, Chiedo gentile spazio sul Suo giornale per esprimere alcune considerazioni riguardo la “tensione” tra opposti estremismi riscoperta in questi ultimi mesi a Cremona dopo la discesa ufficiale in campo del movimento politico Forza Nuova, che io, come Coordinatore Regionale della nostra regione, ho l’onore di rappresentare, ed in particolare per rispondere alle prese di posizione dei centri sociali espresse negli ultimi giorni sugli organi di stampa locali. A 33 anni di vita, e dopo 15 di militanza politica nella destra radicale, mi rendo conto che ancora alcune, per fortuna poche, realtà politiche locali fatte di logoro antifascismo comodamente rilassato insieme alla peggiore reazione borghese, riescono a urlare e a far urlare il proprio sdegnoso odio isterico e incontrollato verso chi, consapevole e deciso, sceglie di portare nelle strade in questi anni decisivi una lotta sociale e nazionale anche in una “apparentemente tranquilla” Cremona. Luca Castellini, Coordinatore Regionale Forza Nuova

ADOTTA UN CANE SINDACO E ASSESSORI ASSESSORATI E DELEGHE Bruno Bruttomesso - Sindaco Risorse umane, Organizzazione, Comunicazione, sicurezza, terzo settore e sussidiarietà Massimo Piazzi - Vicesindaco Gestione del territorio, Edilizia, Ambiente ed ecologia Simone Beretta - Lavori pubblici, Patrimonio, Viabilità Cesare Giovinetti- Bilancio, Tributi, Catasto Luciano Capetti - Sport , Commercio, Trasporti, Turismo

Maurizio Borghetti - Servizi alla famiglia, Servizi alla persona Renato Ancorotti - Cultura e arti, Manifestazioni culturali, Attività produttive e Fiere Mia Miglioli - Pari opportunità, Politiche giovanili, Orientagiovani, Progetto Europa Laura Zanibelli - Pubblica istruzione, Università e ricerca, Sviluppo e occupazione, Formazione

ENPA Piazzale Croce Rossa, 1 26013 Crema (CR) Telefono 0373 83812

NOME: Slim ETÀ: 4 anni e 1/2 SESSO: maschio RAZZA: Segugio Italiano COLORE: fulvo a pelo forte TAGLIA: media

Slim è un affettuoso cane da caccia ospite ormai da qualche anno. E’ docile, obbediente, affettuoso. Nessuno pare mai accorgersi di lui; inizialmente, quando si avvicina scodinzolando, viene notato ma poi gli sguardi si dirigono altrove. Recentemente era stato anche scelto da un bambino accompagnato dalla mamma; Slim è stato regolarmente prenotato ed è stato anche sottoposto all’intervento di castrazione, ma la famiglia ci aveva, nel frattempo, ripensato. A differenza della maggior parte dei cani da caccia, ama la compagnia delle persone e dei suoi simili e va d’accordo veramente con tutti. Basta chiamarlo perché lui si avvicini per ricevere qualche carezza; ha un carattere estrema-

mente dolce. Per Slim vale il classico detto “chi trova un amico, trova un tesoro”;. NON ABBANDONIAMO I NOSTRI ANIMALI IN VISTA DELLE FERIE!!! L’ufficio per i diritti degli animali presso il Comune di Crema gestito dall’ENPA riaprirà mercoledì 27 agosto. Sino a tale data il pubblico potrà rivolgersi direttamente al Canile ENPA di Piazzale Croce Rossa, 1 a Crema (dietro al Comando della Polizia Municipale, tel. 0373/83812).


TRAGEDIA A ROMANENGO: IL 22ENNE UCCISO DALLA POMPA DEL CALCESTRUZZO

Muore in cantiere:era il suo primo giorno di lavoro.Allarme sicurezza di Roberto Bettinelli

Un muratore di 22 anni ucciso dalla pompa del calcestruzzo al campo sportivo di Romanengo, il collega di 42 anni finito all’ospedale con gravi ferite al torace, un 21enne albanese investito dalle macerie di un muro all’ex convento a Vailate, un altro operaio che si è quasi reciso il polso mentre stava segando un asse di legno in un negozio del centro storico. E’ allarme sicurezza nei cantieri del Cremasco. E questa volta non ci sono scuse. Non è possibile invocare il sensazionalismo dei media. Nei cantieri cremaschi, è la verità, gli operai rischiano la vita, e alcuni la perdono tragicamente. Come Davis Bogdan, 22 anni, moldavo, che mercoledì mattina stava lavorando al campo sportivo di Romanengo quando la pompa del calcestruzzo gli è crollata addosso. Residente in provincia di Reggio Emilia, figlio di una badante, il giovane è rimasto incastrato sotto il braccio della betoniera. L’hanno liberato i vigili del fuoco di Crema. S.F., 42 anni, calabrese, era di fianco al moldavo e la pompa l’ha colpito al torace. E’ stato trasportato in ospedale con urgenza. E’ grave ma se la caverà. Il sindaco Marco Cavalli si è precipitato al campo sportivo subito dopo l’incidente. Ha messo a disposizione dei carabinieri tutte le carte relative all’appalto, vinto da una società di Reggio Emilia. La betoniera, sequestrata dalla magistratura, era di una ditta bresciana. Sono arrivati anche il capitano Antonio Savino e gli ispettori del lavoro hanno interrogato tutti i testimoni. La cosa sconcertante è che Davis Bogdan

Altri feriti a Vailate e in centro storico non figurava nel libro matricola del cantiere. I carabinieri hanno scoperto che era il suo primo giorno di lavoro. Ora dovranno capire se effettivamente c’è stato un ritardo nella regolarizzazione della sua posizione oppure se lavorava in nero. Tutti elementi che saranno accertati nei prossimi giorni. Anche se, la legge in vigore, stabilisce che la comunicazione alla cassa Edile deve arrivare tre giorni prima, in modo che il nuovo operaio possa essere istruito con 16 ore di lezione sulla sicurezza (vedi articolo qui a fianco). Migliorano invece le condizioni di Guri Celmeta, 21 anni, operaio albanese che sempre mercoledì a Vailate è stato investito dal crollo di una parte del muro dell’ex convento di via Manzoni dove erano in corso dei lavori di ristrutturazione. Il giovane operaio è stato travolto dalle macerie che si sono abbattute sul ponteggio esterno. Guri Celmeta è stato estratto dalle macerie dai vigili del fuoco. Le sue condizioni erano serie, ma nella notte scorsa ha fatto segnare sensibili miglioramenti. Il maresciallo Nicola Piga, comandante della stazione locale dei carabinieri, ha accertato personalmente la situazione lavorativa del giovane. Il 21enne era assunto regolarmente. C’è stato un altro grave infortunio in città. Un muratore che stava lavorando in un negozio del centro storico si è ferito gravemente alla mano. Si è quasi reciso interamente il polso ed è dovuto correre in ospedale dove è stato medicato. Per fortuna non ha perso la mano. Ma ci è andato molto vicino. Un morto e tre feriti: una settimana nera. Che vale come la prova di una realtà scomoda. Nel Cremasco, il lavoro nei cantieri edili, come in altre parti d’Italia quello più a rischio, si muore ancora.

Le drammatiche immagini dell’incidente che si è verificato al campo sportivo di Romanengo e che è costato la vita al 22enne moldavo (sopra nel riquadro).

«Disposti a tutto per lavorare» «In questo periodo il lavoro nell’edilizia è in forte calo. Anzi, direi, in calo verticale. Questo significa che per lavorare i muratori sono disposti a fare di tutto. Anche a lavorare per poco. E in condizioni dove la sicurezza è un lusso». Cesare Pavesi è il responsabile edilizia della Cgil. Mercoledì mattina era a Romanengo con il segretario provinciale Mimmo Dolci. Pavesi, da quando il cantiere al campo sportivo di Romanengo è stato aperto nello scorso settembre, c’era già stato 10 volte. «Sembrava tutto a posto, ma per esempio ieri non sono riuscito a capire perchè la betoniera era così distante dal punto in cui l’operaio stava gettando il calcestruzzo». Pavesi si è già consultato con i vertici della Cgil sul da farsi: «Se saranno accertate delle responsabilità sicuramente il sindacato si costituirà parte civile». Dopo la firma del con-

Il cantiere dove è crollato il muro a di Vailate ed è stato ferito gravemente un 21enne albanese.

tratto a giugno la normativa sulla sicurezza nei cantieri è diventata ancora più dura. «Prima si poteva regolarizzare l’operaio anche qualche giorno dopo l’inizio del lavoro in cantiere, ma adesso non è più così. Almeno 3 giorni prima». Alla cassa edile ci sono solo due ispettori per controllare i cantieri in tutta la provincia di Cremona. Gli ispettori del lavoro, invece, sono di più, e lo stesso compito, il monitorag-

gio nei cantieri edili, può essere svolto anche da personale specializzato Inail, Asl oltre a quello dei sindacati. Carabinieri e vigili, invece, devono formare figure specifiche. Che non ci sono per problemi d’organico. «Adesso in tutta la provincia sono aperti 5mila cantieri» spiega Pavesi preoccupato. Ci saranno controlli più severi. Ci dobbiamo aspettare qualche altra disgrazia? Speriamo proprio di no.


Cronaca

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

5

Rifondazione sceglie Ferrero. Anna Rozza: «Ferita dal Congresso» di Tiziano Guerini

Ri-fondare o Ri-tornare? Insomma: cambiare perché i tempi cambiano (e le lezioni della storia lasciano il segno), oppure tornare a dove eravamo rimasti, dopo il fallimento del “Comunismo reale”? E la politica che non vince, è proprio sempre da buttare? Credo che il recente Congresso Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista, (neosegretario, un po’ a sorpresa, Paolo Ferrero, sconfitto Niki Vendola) sia la più lampante dimostrazione di una considerazione politica che viene spesso ritenuta eccessiva, ma che viene però continuamente confermata dalla storia: la verità sta dalla parte dei vincitori, e chi perde ha torto! La frase potrebbe anche avere un senso per l’immediato; diversa è la questione se si ha il tempo e la voglia di vedere le cose con sufficiente prospettiva temporale. Ma la politica non ha sempre né questa voglia né questo tempo. E così per Rifondazione Comunista, la situazione politica attuale vada pure dove vuole, noi ci teniamo ad essere“coerenti con le nostre idee” con le nostre (antiche) convinzioni. Ma è proprio così per tutti?

Anna Mostosi, segretaria del partito nel Cremasco, non ha avuto dubbi ad aderire alla “mozione Ferrero”: «Bisognava partire dal disagio, se non dal disastro, procurato dal risultato elettorale deludente: non poteva che risultarne un dibattito congressuale duro e difficile e solo la posizione espressa da Ferrero, a mio avviso, può essere il punto di partenza per riscoprire veramente noi stessi». Voi siete coloro che hanno vinto il Congresso… «Non mi sento di dire che abbiamo vinto perché ho il timore che si corra il rischio di una scissione interna al partito. Vendola l’ha escluso ma ha detto anche due cose che mi preoccupano: che i rappresentanti della sua mozione non entreranno in nessun organismo di partito, e che a settembre promuoveranno una loro autonoma manifestazione. Potrebbe essere l’annuncio di una “corrente” interna al partito, ma anche l’annuncio di una possibile scissione. Spero di no». E per quanto riguarda le alleanze? «Per il momento c’è l’ipotesi di nessuna alleanza col Partito Democratico; con qualche altro Partito veramente di sinistra, forse sì. Ma i prossimi appuntamenti sa-

ranno per le elezioni amministrative, e allora due cose sono indispensabili per non escludere a priori alleanze di centrosinistra: programmi chiari e socialmente impegnati e chiara volontà di realizzarli. Non ci faremo ancora una volta ingabbiare in una alleanza che poi non realizza quello che promette. Altrimenti non se ne farà niente» Alla soddisfazione (mo- In alto Anna Rozza e, a destra, Anna Mostosi. Qui sopra, Niki Vendola e Paolo Ferrero. derata) di Anna «Escludo, al momento, una Mostosi, fa seguito l’insoddi- hanno capovolto la situaziosfazione (moderata) di Anna ne. Per questo il Congresso scissione del partito che auRozza sostenitrice della linea mi ha ferita. Un po’ più di tat- spico non avvenga mai. StiVendola: «Sono arrivata al tica avrebbe forse favorito un mo Ferrero per quello che ha Congresso nazionale pen- accordo fra le due posizioni fatto da ministro, e spero che sando che la mozione Vendo- prevalenti che avrebbero si- sia bravo da segretario; anla fosse tranquillamente la gnificato una unità maggiore che se una maggioranza vincente, invece abbiano as- del partito». E adesso cosa composita quale quella che succederà fra una maggio- lo ha sostenuto farà fatica a sistito a una alleanza, che considero pressoché stru- ranza ed una minoranza divi- stare assieme su tutto». E per mentale, fra Ferrero e esigue se da otto voti congressuali di le alleanze a livello locale, per Cremona l’anno prossimo? componenti del partito che differenza?

«Considero l’alleanza di centrosinistra a livello provinciale – alla quale partecipo come assessore – tutto sommato positiva, e credo che debba essere riproposta. Anzi rilanciata, perché alcuni contenuti programmatici dovranno essere attenti alle problematiche sociali». Si dice che i Congressi sono solo un inizio, non una fine.

Sala piena per Oscar Giannino:«Libero Mercato,ma rispetto della persona» di Tiziano Guerini

Ci sono divulgatori particolarmente abili da riuscire a rendere comprensibili ad un vasto pubblico anche argomenti difficili: il giornalista ed economista Oscar Giannino è fra questi. Giovedì 24 luglio in Sala Alessandrini a Crema – su invito del Centro Culturale S. Wishinsky e della Associazione Culturale “La Bussola” - ha fatto un intervento all’interno della tavola rotonda “Siamo diventati più poveri: per colpa di chi?” indubbiamente chiaro nei contenuti e nella con-

Contro i grandi speculatori clusioni. Alla tavola rotonda hanno partecipato anche Alberto Sciumé – vice presidente di A2A (società di servizi energetici nata dalla fusione fra AEM e ASM)- e monsignor Mauro Inzoli – presidente della Fondazione Banco Alimentare. E’ toccato a quest’ultimo aprire la serie di interventi, e lo ha fatto citando abbondantemente espressioni recenti del Pontefice Benedetto XVI°: la speculazione finanziaria

altera il costo di prodotti primari (energia, alimenti) rendendo i poveri sempre più poveri; occorre che chi può, elimini tali distorsioni guardando appunto ai bisogni delle popolazioni più povere. A questo si aggiunga lo sperpero per insaziabile consumismo dei Paesi ricchi dimenticando la legge divina della destinazione universale dei beni. Libertà e tolleranza non possono essere contro la verità: per questo ci vuole generosità e lungimiranza. Già a questo punto è data la risposta essenziale. E’ toccato poi a Alberto Sciumè richiamare qualche riferimento storico (caduta del muro di Berlino) per affermare che stiamo vivendo un momento epocale in cui i “modelli” ideologici sono saltati e questo da un lato è un bene (imprigionare la realtà nei modelli ideali è forzatura a lungo andare negativa), ma dall’altra si esigerebbero delle regole nuove a livello globale, che ancora non ci sono, per evitare gli aspetti perversi della speculazione finanziaria La finanzia deve essere strumento d’impresa, altrimenti diventa pura speculazione. Terzo intervento, si diceva particolarmente lucido, da parte di Oscar Giannino, il direttore del giornale “Libero Mercato”. Dopo aver confessato di essere passato da una concezione economica totalmente liberale e legata alle rego-

L’economista Oscar Giannino, direttore di «Libero Mercato».

le del solo mercato, ad una convinzione che solo l’attenzione alla “persona” dà un senso all’ordinamento pubblico e che quindi l’economia non può essere una “scienza chiusa in se stessa” (- le leggi hanno valore se incentivano i diritti inalienabili della persona-), ha affrontato di petto la domanda iniziale dicendosi non d’accordo con quegli economisti che spiegano le difficoltà legate all’aumento del prezzo del petrolio e dei generi alimentari solo con l’aumento della domanda di questi beni prove-

niente soprattutto da Cina ed India. La vera risposta - ha affermato – sta nella speculazione finanziaria in atto su filiera petrolifera e filiera alimentare. La regola secondo cui per ottenere grandi guadagno occorre correre grandi rischi, è saltata. I grandi centri finanziari corrono pochissimi rischi (troppo bassa la posta iniziale che viene loro richiesta) quando scommettono sull’aumento indiscriminato dei prezzi. Ancora una volta il libero mercato

corre in anticipo rispetto alle regole. Data l’ora tarda (si era incominciato con notevole ritardo) non c’è stato lo spazio per controrepliche. Abbiamo però sentito alla fine un ulteriore commento di Mons. Mauro Inzoli. “L’incontro di questa sera ha dato una risposta molto chiara: le leggi del mercato non possono essere considerate avulse dal rispetto e dalla valorizzazione dei diritti non negoziabili della “persona” - altrimenti, oltre che creare ulteriori disuguaglianze sociali fra i popoli, realizzano un modo economico che finisce con l’andare in contraddizione con se stesso.” Un commento anche da parte di Massimiliano Salini dirigente d’azienda e membro di Consigli di Amministrazione: “il bene comune deve essere anche il bene della “persona”; se non c’è solidarietà il “gioco” speculativo finanziario mondiale sull’energia e sull’alimentazione due settori produttivi assolutamente indispensabili) finirà col creare sempre maggiori ingiustizie sociali rendendo impossibile la convivenza in un mondo sempre più globalizzato”. Chi ha creduto ingenuamente – o interessatamente – nella assoluta libertà di mercato, ora deve rapidamente ricredersi: c’è del tutto bisogno di ripristinare il primato del rispetto della “persona”, quindi il primato della (buona) politica.


Cronaca

6

Serio, energia

Brunetta contro sindacati, interviene Cinzia Fontana All’appello delle organizzazioni sindacali per un dibattito sulle misure proposte dal ministro Renato Brunetta hanno risposto Provincia, Comune e la minoranza di Governo, rappresentata dalla senatrice Cinzia Fontana. Oltre all’esponente del PD si sono ritrovati per una riflessione con le forze sociali, il sindaco Gian Carlo Corada, il presidente Giuseppe Torchio e gli assessori al Personale Giorgio Toscani e all’Economia Agostino Savoldi. Massimiliano Dolci prendendo la parola, non ha nascosto preoccupazione non solo sui contenuti ma anche sul metodo ed ha parlato di «preoccupante assenza di dialogo e di concertazione. Di colpo, dopo le elezioni, si è registrata una battuta d’arresto. E, nel frattempo stiamo assistendo ad un progetto politico preciso: l’abbattimento della funzione pubblica dello Stato». Cgil, Cisl e Uil della funzione pubblica «nella consapevolezza che serva una riforma del sistema», ribadiscono «che questa necessita di solide basi di confronto e di consenso e chiedono rispetto per i lavoratori». «Il decreto Brunetta» affermano, «pone al centro dell’attenzione l’intervento per la riduzione della spesa. Tagli al personale che colpiscono indistintamente tutti i settori, soprattutto per quanto riguarda le risorse umane che vanno ad incidere pesantemente sui settori della scuola, della sicurezza, della sanità e degli enti

locali». Per questo Cgil, Cisl e Uil esprimono «forte preoccupazione» ed auspicano che gli interventi trovino in sede di dibattito i correttivi necessari e non vengano calati in senso generale bensì in linea a parametri di vera efficienza ed efficacia sul territorio. Per questo invitano tutti i soggetti ad operare nelle sedi opportune affinchè la manovra non si trasformi in un peggioramento dei servizi ai cittadini cremonesi». Anche il presidente della Provincia, Giuseppe Torchio, ha voluto ribadire la necessità di non generalizzare ed ha ricordato come gli enti locali siano ai primi posti per dedizione dei dipendenti, e per minor ricorso alla malattia. Poi cita un esempio: «Abbiamo circa mille chilometri di strade, all’incirca come Roma. Ma a noi vengono trasferiti 1,5 milioni di euro, mentre alla Capitale, per la manutenzione sono erogati 80 milioni di euro. È difficile immaginare le ragioni di tanta differenza. Tengo poi ad evidenziare che i lavoratori del nostro ente sono risultati tra i primi in Italia per il numero esiguo di assenza per malattia. Quindi, non gettiamo il bambino con l’acqua sporca». Anche il decreto Brunetta - spiegano i sindacati - rischia di avere pesanti conseguenze per il nostro territorio. «Penso ai servizi Postali» spiega Dolci. «Il decreto rischia di vanificare il lavoro fatto per la regolarizzazione dei preca-

La senatrice Cinzia Fontana.

ri, con evidenti preoccupazioni per i disservizi che potrebbero derivarne. C’è in atto un blocco sociale, che ha una sua maggioranza e sta costruendo una linea di trasformazione che prevede il ridimensionamento del sindacato, soprattutto quello confederale». In merito alla questione dei tagli, poi, anche Gian Carlo Corada si è detto preoccupato per l’applicazione indiscriminata della norma. Ed ha ricordato don Milani quando affermava che «a volte la giustizia vera si fa applicando due pesi e due misure» come a dire che c’è un errore di fondo nel voler generalizzare. Per Corada «la soluzione sta nel contrastare il blocco sociale, nel creare condivisione intorno alle ragioni forti nel sindacato, e nel creare nuove alleanze». Anche per Cinzia Fontana, neo senatore del Partuito democratico, occorre contrastare misure «populiste e demagogiche» e impedire che vengano «scardinati i concetti di welfare e di diritto al lavoro».

E il Pacioli sbarca in Cina Due ragazze del «Luca Pacioli» di Crema, Alice Boschetti e Silvia Piana, della classe 2 E Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere (specializzazione cinese), sono in Cina a rappresentare l’Italia all’incontro studentesco internazionale «1st Chinese Bridge Proficiency Competition for Foreign High School Students», organizzato dal Ministero dell’Educazione della Repubblica Popolare Cinese. Le studentesse sono state scelte attraverso una selezione fatta a livello regionale. IL Ministero dell’Educazione della Repubblica Popolare Cinese promuove questa iniziativa per incentivare la passione e l’interesse per la lingua e cultura cinese tra gli studenti, per offrire loro la possibilità di testare il livello di conoscenza della lingua cinese e, inoltre, per promuovere la conoscenza e lo scambio reciproco. La delegazione

italiana è guidata dall’insegnante di cinese del Pacioli, professoressa Debora Marzi. Gli studenti selezionati sono stati nella città disit Jinan (regione dello Shandong) il giorno 22 luglio per sostenere una prima preselezione di lingua cinese, do-

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

po aver visitato le città di Pechino, Qingdao e Huifang. Ogni delegazione è supportata dall'aiuto e dalla disponibilità di uno studente cinese di scuola superiore presente in ogni città, in modo di creare relazioni e interesse tra studenti di varie nazionalità

Alice Boschetti e Silvia Piana della classe 2E del corso di Periti aziendali e Corrispondenti in Lingue estere sono state segnalate per rappresentare l’Italia all’incontro studentesco voluto dal ministero dell’Educazione della Cina.

Firmato l’accordo di programma per la realizzazione di un progetto davvero significativo. Se tutto andrà in porto, cominceranno nel 2009 i lavori per la realizzazione delle nuove palate del fiume Serio volte a valorizzare il patrimonio ambientale ed energetico della nostra zona. A dirlo gli attori che hanno fortemente promosso e voluto la messa in opera del progetto. Non solo Scs gestioni e Ener.gi e il Parco Regionale del Serio, ma anche i comuni di Casale Cremasco, Sergnano, Gianfranco Gafforelli e Bruno Garatti. Pianengo e Ricengo. Gli attori in campo sono tanti Soddisfatto anche Gianfranproprio perché le palate sa- co Gafforelli, presidente del ranno sistemate (dal mo- Parco del Serio: «Questa promento che soprattutto si trat- getto è la dimostrazione del ta di opere di manutenzione fatto che fare bene significa straordinaria) all’altezza di lavorare insieme e andare oltre le ideologie politiche. Siaquesti paesi citati. Grande soddisfazione da mo stati uniti nel collaborare parte di tutti, in particolare di e i risultati saranno percepiBruno Baratti, presidente bili». Non resta che aspettare Scs: «Siamo felici dell’ottima le concessioni di derivazione collaborazione tra pubblico e ad uso idroelettrico presenprivato. Un’opera che va a va- tate dall’ATI tra Scs Gestioni e lorizzare il nostro territorio Ener.Gi alla Provincia e la ricco di risorse. Il progetto si conseguente autorizzazione. inserisce nel nostro intento Valore complessivo dell’invedi sostenibilità ambientale». stimento: 6.980.000 euro.

Combattenti. No al raddoppio Un’iniziativa parlamentare della senatrice Cinzia Fontana congiuntamente all’onorevole Luciano Pizzetti, sostenuta in sede locale da un ordine del giorno del Consiglio provinciale e comunale di Cremona, è la prima iniziativa emersa durante l’incontro convocato dal presidente Giuseppe Torchio dopo l’allarme lanciato dalle Associazioni d’Arma e Combattentistiche che si sono viste raddoppiare il canone di affitto degli immobili demaniali concessi in locazione. Alla presenza di tutte le Associazioni d’Arma, il presidente Torchio, il vice presidente della Regione Lombardia, Gianni Rossoni, la senatrice Cinzia Fontana, il sindaco di Cremona, Gian Carlo Corada con l’assessore Stefano Campagnolo hanno approfondito il tema. Come rappresentanti dai componenti delle Associazioni, la norma prevede, infatti, aumenti che possono

variare, a seconda delle disposizioni delle Autorità competenti, dal 10 al 50% con riferimento al valore di mercato per metro quadro. Nello specifico, l’Agenzia del Demanio ha invitato le associazioni a sottoscrivere il nuovo contratto di concessione, causando fortissimi malumori tra le varie realtà locali, che hanno presentato un documento unitario in cui si precisa come «tali condizioni, pur riservando criteri di agevolazioni, risultano essere insostenibili per i bilanci delle associazioni d’Arma e Combattentistiche le cui entrate sono solo ed esclusivamente rappresentate dalle quote sociali annue e da eventuali oblazioni e libere offerte». Il presidente Torchio ha fatto presente come l’applicazione pedissequa delle norme non tenga conto delle realtà delle associazioni Combattentistiche così come del loro valore sociale.


Cronaca

7

Pd in aiuto dei pendolari

Case certificate

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

La riorganizzazione dei servizi ferroviari lungo la rete che collega la provincia di Cremona e il capoluogo lombardo rappresenta una rivoluzione che avrà un impatto importante sul territorio. Serve un confronto tra Regione e le province per concordare i nuovi orari di Trenitalia. A chiederlo, con un’interpellanza. è il consigliere Fortunato Pedrazzi del Pd che sottolinea: «Considerato che l’entrata in vigore del nuovo orario è fissato per dicembre 2008, è necessaria

un’attenta informazione su questo tema che interessa i pendolari. Il completamento dei lavori di quadruplicamento della linea Milano-Treviglio-Brescia consentirà di velocizzare i treni e attuare collegamenti cadenzati, ma tale cambiamento comporterà una riorganizzazione per armonizzare orari lavorativi e servizi ferroviari. Sarebbe utile che l’assessore convocasse un incontro con le province per discutere la bozza di orario di Trenitalia».

Più sport al Centro di Alcologia All’interno del palinsesto delle attività riabilitative dell’Unità Operativa di Riabilitazione Alcologica è stata inserita, dal 2003, un’attività sportiva di calcio gestita da Emiliano Mondonico e da alcuni allenatori volontari che costituiscono il suo staff, in collaborazione con gli operatori del Servizio diretto dal dottor Giorgio Cerizza. La scelta di potenziare l’aspetto sportivo all’interno del percorso terapeutico è stata fatta per la valenza pedagogica che un gioco di squadra come il calcio riunisce in se: la fatica, l’attenzione all’altro, il valore del gruppo, il rispetto delle regole, il divertimento, la soddisfazione. L’opportunità di far fare agli utenti esperienze che facciano riflettere ciascuno su cosa mettere al posto delle sostanze è uno dei capisaldi dell’impostazione terapeutica del metodo del dottor Giorgio Cerizza, lo psichiatra che ha accolto il mister nel suo staff, una collaborazione che mette in luce la validità pedagogico-riabilitativa di uno sport come il calcio, spesso sminuito da aspetti più superficiali. Nelle giornate del 26-27 giugno 2008 è stato organizzato dall'ASL n° 3 di Lagonegro un convegno all'interno del quale il dottor Cerizza e il mister Mondonico sono intervenuti proprio in relazione a questa attività, e l'evento è stato seguito da un quadrangolare calcistico a cui hanno partecipato sia rappresentative degli operatori dell'Asl di Lagonegro, sia squadre composte da pazienti in trattamento per problematiche connesse all'abuso/dipendenza da alcol e/o sostanze, del Reparto Alcologia dell'Ospedale di Chiaromonte e dell'Ospedale di Rivolta d'Adda. In seguito alla buona riuscita dell'evento, la giornali-

«Stiamo lavorando per offrire un servizio innovativo per la certificazione energetica degli edifici. Spero che il governo modifichi la sua posizione». Così il presidente della Provincia, Giuseppe Torchio, commenta la notizia dell’eliminazione dell’obbligo di allegare il certificato energetico ai contratti di compravendita e di affitto degli immobili, prevista da un emendamento presentato dal governo. Secondo l’autorevole quotidiano «Il Sole 24 ore», «in teoria quello che la manovra ha spazzato via è solo la necessità di presentare il certificato per l’affitto o la vendita. Resta, in linea generale, l’obbligo di dotarsi del certificato secondo le scadenze prefissate. Di fatto, però, la manovra ha eliminato l’unica sanzione che spingeva verso la certificazione: la nullità dei contratti stipulati senza il documento.

Senza rischio e senza controlli, difficilmente i proprietari saranno incentivati a pagare per certificare l’efficienza dell’immobile. Il certificato resta quindi di fatto vincolante solo per i nuovi edifici, visto che è necessario per ottenere l’abitabilità». Anche il vicepresidente dell’amministrazione provinciale, Agostino Alloni, ha commentato negativamente l’emendamento governativo: «In primo luogo» afferma Alloni , «esporrà probabilmente l’Italia a una sanzione da parte dell’Unione Europea: l’Italia era arrivata per ultima a recepire la Direttiva sull’efficienza energetica degli edifici, con il precedente governo, ed ora rimetterebbe tutto in discussione. In secondo luogo, questo atteggiamento la dice lunga sulla reale volontà di questo governo di combattere la dipendenza energetica».

Piste ciclabili

Sopra il Centro di Alcologia a Rivolta d’Adda e, sotto, il dottor Giorgio Cerizza.

sta Simona Bellocci ha contattato l'U.O. Riabilitazione Alcologica, proponendo un incontro all'interno del quale proporre che anche sul territorio fiorentino venga organizzata un'iniziativa simile, attraverso sia un convegno che una successiva manifestazione calcistica, coinvolgendo sia pazienti con problematiche connesse all'abuso e dipendenza da alcol e sostanze, sia una squadra composta da extracomunitari con problemi di integrazione sul territorio fiorentino, di cui don Momigli si occupa attraverso il lavoro della Fondazione che presiede. L'incontro conoscitivo ed eventualmente progettuale, avverrà venerdì 1° agosto 2008 presso il Reparto Alcologia Ospedale Santa Marta Rivolta d'Adda.

In vista della pianificazione dei progetti cofinanziati dal Fesr asse IV (Fondo europeo di Sviluppo regionale) all’interno del Por Competitività della Regione Lombardia, la Provincia ha incontrato i Sindaci del territorio. «Abbiamo incontrato recentemente anche i Sindaci dell’Oglio, del Serio e dell’Adda per analizzare lo stato dell’arte dei progetti can-

tierabili sulla base delle opportunità europee e regionali» ha precisato il presidente Torchio.

Borse di studio L’Associazione Cremonese Studi Universitari indice un Bando di Concorso per l’assegnazione di 10 borse di studio, del valore di Euro 5.000 ciascuna, riservato a diplomati e diplomate delle scuole secondarie superiori che abbiano conseguito il diploma di maturità nell’anno 2008 (A.S. 20072008) e che si iscriveranno ad uno dei corsi di laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, Ingegneria Gestionale o Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Milano con sede a Cremona, per l’anno accademico 2008-2009. Le 10 Borse di Studio erogate hanno un valore complessivo di euro 5.000 cia-

scuna. L’erogazione delle borse sarà scaglionata sui 3 anni di durata della laurea di primo livello, secondo il seguente schema: 2.000 euro all’inizio del primo anno di studio; 1.000 euro all’inizio del secondo anno; 2.000 euro al conseguimento della laurea di primo livello. La borsa di studio promossa dal presente bando è cumulabile con altre borse di studio. In aggiunta alla contribuzione economica descritta, il Centro di Sviluppo della Sede di Cremona del Politecnico di Milano offre ai 10 vincitori del Bando di Concorso la possibilità di accedere ad un percorso di formazione avanzata.


Cronaca

8

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Vandali alla Croce Rossa. Reazioni Censimento Anpi Venuto a conoscenza degli atti vandalici contro la sede cremasca della Croce Rossa, e delle scritte ingiuriose rispetto all’operato di un’istituzione internazionale, il sindaco di Crema Bruno Bruttomesso, rende ha inviato al presidente Gianfranco Vannoni e ai suoi collaboratori. “Voglio portare la mia solidarietà a Lei e a tutti gli operatori volontari della Croce Rossa cittadina, per la sfrontatezza degli atti vandalici di cui la vostra sede è stata fatta oggetto. Sono gesti di inqualificabile esibizionismo”. Anche la senatrice Cinzia Fontana ha espresso la sua vicinanza alla Croce Rossa: “Esprimo ai collaboratori e volontari la mia più profonda solidarietà e vicinanza. La sede della Croce Rossa è stata oggetto di un atto inqualificabile e riprovevole, da condannare con determinazione. Colgo l’occasione per rinnovare i miei sentimenti di gratitudine per l’importante lavoro che quotidianamente svolgete”.

La sede della Croce Rossa in via Macello.

Torchio e il nuovo Prefetto Il presidente della Provincia Giuseppe Torchio ha accolto il nuovo Prefetto Tancredi Bruno di Clarafond, da poche ore nominato. «E, insieme, ringrazio» continua Torchio. «S. E. Giuseppe Badalamenti per il suo impegno nel corso del mandato. Dal 1 settembre passa il testimone al nuovo prefetto, chiamato a raccoglierne l’eredità e a proseguirne la missione. Innanzitutto sul tema della sicurezza. «L’esperienza maturata a Genova, dove già nel giugno del 2007 è stato sottoscritto il "Patto per Genova sicura" è la migliore garanzia che anche il progetto voluto dalle realtà locali avrà la necessaria attenzione e rappresenta un valore aggiunto di sicuro rilievo per rendere l’azione ancora più efficace ed incisiva. Sono certo, anche con Bruno di Clarafond, continuerà quel contributo prezioso della Prefettura alla governance locale che ha permesso, in questi anni, al sistema Cremona di confrontarsi apertamente per trovare le migliori soluzioni ai problemi. Anche Bruno di Cla-

rafond saprà sviluppare quell’intenso dialogo con la società civile e quell’approfondita riflessione sulle rinnovate ragioni del Suo impegno che hanno caratterizzato il mandato dei suoi predecessori. Un impegno tanto delicato quanto, il più delle volte, oscuro e silenzioso, che deve misurarsi ogni giorno con le esigenze e le incertezze del territorio, quale luogo primario di promozione e cura degli interessi e dei diritti dei cittadini. Tanto più che l’attività del rappresentante generale del Governo sul territorio si iscrive oggi in una dinamica operativa complessa, dove si intrecciano molteplici e pressanti domande connesse alla sicurezza, al diffondersi nella società di paure ed incertezze collettive, all'acuirsi di diverse forme di disagio sociale, alle sfide dell'immigrazione. «Questi fenomeni sollecitano risposte articolate, che risultano efficaci solo se sono elaborate con la combinazione sapiente di tutte le risorse disponibili: da quelle proprie dell’Amministrazione civile dell’Interno e delle forze di polizia a

tazione, vigilanza e controllo sugli obiettivi e sulla gestione dei servizi.All’azienda sono affidati la progettazione, la promozione, l’attuazione e la gestione delle attività di formazione professionale, dell’orientamento e dei servizi al lavoro, dai percorsi volti a garantire il diritto-dovere dei giovani di istruzione e formazione, a quelli destinati agli apprendisti, alla formazione superiore; dalla formazione permanente continua rivolta ai già occupati o al reinseri-

approccio alle questioni che può essere paragonata allo spirito di analisi e approfondimento che risale agli inizi degli anni ’60 e che parte dal contesto locale e dell’ambiente circostante, che ci richiama alle testimonianze del passato». Di ugual tenore Fogliazza: «La nostra proposta, che già fornisce primi interessanti riscontri da parte di numerosi Sindaci del territorio, non vuole essere corporativa, ma riprendere il filone della Resistenza e della Liberazione, proprio per il vissuto di tanti di noi e per il recupero storico di un’epoca che ha contrassegnato la nostra società». Fogliazza ha poi avanzato la proposta di una «casa della memoria» che contenga documenti, fotografie, ricerche risalenti all’epoca, un luogo quindi per preservare tale patrimonio, rendendolo fruibile per i cittadini e gli studenti. Francesco Gentile ha dato la sua disponibilità nel rivolgere l’informativa del progetto alle scuole, per lo più superiori, affinchè possano essere rinvenuti documenti, lapidi, ricerche utili alla catalogazione.

Lega Nord Il presidente Giuseppe Torchio.

quelle delle amministrazioni locali, da quelle dell'associazionismo e del volontariato a quelle del mondo del lavoro e dell'impresa. A nome di tutta la comunità do il benvenuto a Bruno di Clarafond e gli auguro questa esperienza a Cremona sappia corrispondere appieno le segrete speranze e le sicure attese che accompagno la vita di ciascuno di noi».

Patto provinciale per la formazione E’ stato firmato dal presidente della Provincia Giuseppe Torchio, dall’assessore Agostino Savoldi e dalla presidente dell’Azienda speciale Cr-Forma Manuela Piloni il contratto di servizio definito fra l’ente e l’azienda cui la Provincia ha affidato, dal 28 dicembre scorso, la gestione dell’attività di formazione professionale. La Provincia mantiene la titolarità della funzione ed esercita sull’azienda operativa compiti di indirizzo, valu-

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) e Associazione Nazionale Partigiani Cristiani di Cremona (ANPC) hanno presentato il progetto per un censimento di monumenti, lapidi e cippi che ricordano caduti e fatti legati alla Resistenza ed alla Liberazione, presenti su tutto il territorio della Provincia. Presenti il presidente della Provincia di Cremona, Giuseppe Torchio con l’assessore alla cultura Denis Spingardi, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Francesco Gentile, il presidente dell’ANPI, on. Enrico Fogliazza e il presidente ANPC, sen. Angelo Rescaglio con i propri direttivi. «Colgo positivamente qualsiasi iniziativa che tenda a riscoprire frammenti di storia che hanno segnato in modo indelebile le nostre comunità» ha precisato il presidente della Provincia Torchio. «E’ un elemento di servizio alla società, per trasferire alle nuove generazioni un futuro basato sul solido supporto della memoria». «E’ un’iniziativa storica e culturale quella che abbiamo progettato» ha precisato Rescaglio. «Un’impostazione di

mento nel mondo del lavoro all’offerta formativa per le persone svantaggiate, fino alla formazione d’eccellenza nel settore artistico – artigianale; dall’orientamento al lavoro a quello scolastico con l’obiettivo di limitare la dispersione. L’azienda dovrà predisporre la Carta dei servizi. Il contratto prevede una serie di obiettivi generali che vanno dalla regolarità nell’erogazione dei servizi ai principi di imparzialità, obiettività ed uguaglianza dei diritti

degli utenti, alla sinergia con altri soggetti pubblici e privati e alla collaborazione con le rappresentanze di lavoratori, mondo produttivo e singole imprese, nonché una serie di obiettivi gestionali. Prezzi e tariffe dei servizi saranno definiti dalla Provincia sulla base di proposte dell’Azienda. Il contratto ha durata illimitata ma potrà essere modificato in accordo fra le parti e la Provincia potrà, in caso di inadempienza, sospenderlo o risolverlo.

Approvata in via definitiva in Commissione Attività Produttive, dopo aver ottenuto il parere dalla Commissione Bilancio, la nuova normativa lombarda sulla rete distributiva dei carburanti. In merito sono intervenuti i consiglieri regionali del Carroccio, Mauro Gallina e Giosuè Frosio. “E’ stato necessario – spiegano Gallina e Frosio – modificare in modo sostanziale la legge 24 del 2004, in maniera da ottemperare alle prescrizioni della Comunità Europea ed evitare il deferimento alla Corte di giustizia di Bruxelles. Fra i punti principali del

progetto di legge l’eliminazione dell’obbligo di distanze minime tra gli impianti e minori restrizioni per l’apertura di nuove stazioni di servizio. La legge prevede precisi incentivi per la distribuzione di carburanti eco-compatibili.” “Grazie a un emendamento proposto dal Carroccio continuano i due rappresentanti della Lega Nord - e recepito nel testo finale del provvedimento, ogni modifica alla rete dei carburanti dovrà avvenire nel rispetto della disciplina in materia di sicurezza viabilistica, di tutela della salute e di qualità dell’ambiente.”

Il Pd del Nord Luciano Pizzetti è stato nominato dal Segretario nazionale del Partito democratico, Walter Veltroni, e dal Coordinatore nazionale dell’Area Organizzazione-Enti Locali Giuseppe Fioroni, responsabile del settore Partito Federale nel Nord del Partito

Democratico. Luciano Pizzetti è anche membro della direzione nazionale del partito, deputato, membro della commissione Finanze della Camera e capogruppo della commissione bicamerale per gli Affari regionali.


Cronaca

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

9

Trovato l’uomo scomparso Era in un canale: annegato I pompieri hanno recuperato martedì pomeriggio il corpo di Gilberto Rossini, 50 anni, di Spino d’Adda. Galleggiava in un canale sul retro del cimitero, a Casalbuttano. Un ritrovamento che fa nascere pochi dubbi sulla morte del 50enne. Rossini è caduto nel canale Vacchelli nella zona del comune di Pandino ed è arrivato fino all’interno della zona di Casalbuttano trascinato dalla corrente. Era uscito di casa il venerdì precedente con la sua mountain bike colorata. Poi era sparito nel nulla.

na era stata quella che costeggiava il corso dell’Adda. Ma nessuno sembrava aver visto il 50enne.

Sopra Gilberto Rossini. Lo cercavano sulle rive dell’Adda.

Rovistando tra le sue cose i parenti avevano scoperto che si è portato via anche la

carta d’identità e soldi, pochi per la verità. Le ricerche si sono attivate subito. La zo-

MALATO, HA BISOGNO DI FARMACI – La famiglia ha escluso fin da subito che possa trattarsi di una fuga programmata. Gilberto Rossigni era malato e aveva bisogno di assumere farmaci ogni giorno per non peggiorare. Soffriva di problemi psichici e molto probabilmente la sua scomparsa era legata alla patologia di cui soffre da tempo. Una malattia che non gli consentiva di

restare lontano da casa senza prendere le medicine. Eppure Gilberto Rossigni se n’era andato. I giornali locali avevano pubblicato la foto del 50enne subito dopo la scomparsa. Un modo per dare a tutti la possibilità di aiutare la famiglia e, in caso di avvistamento, di segnalarne immediatamente la sua presenza. Già la scorso fine settimana c’erano gli uomini della Croce Rossa a Spino impegnati nelle ricerche. Ma tutto questo, dopo il ritrovamento del cadavere, è risultato vano.

Condannata zingara ladra Presa a rubare, salta addosso alla cassiera di Roberto Bettinelli

Quando è arrivata la volante con i poliziotti, la zingara di 25 anni era ancora avvinghiata alla cassiera. Questa cercava solo di difendersi, ma la zingara non la mollava più. Sono stati i poliziotti a staccarla a forza e a portarla in commissariato dove è stata identificata e denunciata per rapina impropria. Una vecchia conoscenza per gli agenti di via Macallè: la nomade, alla fine dello scorso anno e all’inizio del 2008, era già stata denunciata per furto nei supermercati. Una specialità, la sua, che sabato però è finita in un arresto. Dopo essere stata rinchiusa nel carcere di Verziano (Bs), è stata giudicata per direttissima lunedì mattina presso il tribunale cittadino. L’accusa era rapina im propria. La zingara, infatti, dopo aver rubato i due salami, si è scagliata addosso alle cassiere. Un comportamento violento, che ha trasformato il capo d’imputazione dal furto alla rapina. LA REAZIONE DOPO ESSERE STATA SCOPERTA – Sabato pomeriggio la zingara è entrata come una normale cliente al Centro Spesa di via De Gasperi. Erano le 18.30 e si stava avvicinando l’orario di chiusura. Ma questo è an-

Pullman ritarda Quando l’autista gli ha detto che il pullman non si sarebbe fermato a Vaiano Cremasco, ma avrebbe proseguito fino a Bagnolo Cremasco, l’operaio di 35 anni gli ha detto: «Gira lo stesso». Erano le 21 di sabato e il 35enne ecuadoriano ha ordinato all’autista di svoltare in paese per portarlo alla fermata dalla quale parte ogni mattina per andare al lavoro. Il conducente, mentre guidava, ha spiegato che non poteva farlo. «Gira e portami in paese» ha ripetuto l’operaio. A quel punto l’autista ha fermato il pullman sulla Paullese, ha messo le quattro frecce e ha chiamato i carabinieri. L’operaio ci è rimasto male quando ha visto l’auto dei carabinieri che arrivava con la sirene accese. I militari sono saliti sul pullman e hanno chiesto spiegazioni all’uomo. Questo ha risposto che si aspettava un tragitto diverso. I carabinieri hanno calcolato il ritardo accumulato dagli altri passeggeri a causa del contrattempo. Quasi mezz’ora. L’operaio è stato denunciato per interruzione di servizio pubblico.

Minaccia di urinare

che il momento in cui ci sono più clienti. Convinta di non essere vista dalle due dipendenti, la ladra si è infilata due grossi salami nella borsetta. Poi ha cercato di superare le casse senza pagare. Ma quando è arrivata davanti alla cassiera, questa le ha chiesto di

svuotare la borsetta. La zingara, come tutta risposta, le è saltata addosso. Allora è intervenuta l’altra cassiera, ma la zingara a questo punto si è avvinghiata a lei e non l’ha più mollata. Nel frattempo la collega, che si era liberata per un

istante, ha chiamato il 113. Dopo pochi minuti è arrivata la volante e la zingara è finita nella cella di sicurezza del commissariato. Subito dopo si sono aperte le porte del carcere. Lunedì mattina, invece, il processo per direttissima davanti al giudice.

E’ ARRIVATA LA VOLANTE Presa rubare due salami, la zingara è saltata addosso alla cassiera. Poi se l’è presa anche con la collega. La baruffa è andata avanti fino all’arrivo della volante della polizia. La zingara è stata arrestata.

«Aiuto, aiuto… ma cosa fai, esci subito dal bar!». È quello che ha urlato la donna di 60 anni titolare del bar di via Milano a Pandino l’altro ieri sera. E’ successo la scorsa settimana. Erano le 22 di circa quando il romeno ha perso la testa e dopo aver attirato l’attenzione della donna che era al bancone, si è toccato le parti intime facendo intendere che di lì a poco avrebbe urinato nel bar. F.N., 29 anni, era ubriaco fradicio. Pochi minuti prima aveva avuto uno screzio con la titolare. Ma non aveva fatto i conti con la reazione della donna: quando l’ha visto che si palpeggiava davanti a lei, l’ha sbattuto fuori. Dentro il locale c’erano altri clienti. Dopo aver sentito la donna urlare, si è scatenato l’inferno. Il romeno ha preso alcuni bicchieri che erano sul bancone e li ha lanciati verso la donna. La quale si è piegata sotto il bancone per non essere colpita mentre uno dei clienti chiamava il 112 col telefono cellulare. I carabinieri hanno riportato alla calma il romeno, l’hanno identificato e denunciato per atti osceni in luogo pubblico.

Hashish e marijuana in via Cadorna Blitz antidroga del nucleo operativo dei carabinieri. Alle 2.50 di giovedì mattina gli investigatori hanno fermato due auto. Una Renault Clio, con alla guida un 34enne di Spino d’Adda, era in via Cadorna. Il giovane stava comprando pochi grammi di hashish da un marocchino residente in città. I carabinieri sono riusciti a sequestrare solo 3 grammi di “fumo”, apparentemente di ot-

tima qualità. Il marocchino, 25 anni, è stato denunciato per la vendita dello stupefacente mentre il 34enne è stato segnalato alla Prefettura di Cremona come assuntore. Nello stesso istante, però, in via Renzo da Ceri, altri carabinieri in borghese hanno bloccato una Volkswagen Lupo con a bordo due calabresi. Sull’auto c’erano pochi grammi di hashish e ma-

rijuana. Anche loro sono stati segnalati alla Prefettura. Gli uomini comandati dal maresciallo Giovanni Ventaglio avevano seguito le due auto simultaneamente per tutta la serata. I due calabresi, il marocchino e il 38enne di Spino, infatti, pare si fossero trovati prima in un locale. E solo dopo aver parlottato un po’ sarebbero saliti sulle rispettive auto. Ma ad un certo punto le due

macchine hanno preso strade diverse. Quando i carabinieri hanno visto dividersi i due calabresi e gli altri due hanno pensato a qualcosa di grosso. Così sono intervenuti. Lieve il sequestro, ma il blitz dimostra che nella strade della città, ogni giorno, si combatte una lotta senza quartiere per contrastare la diffusione e il consumo di droga.


Cronaca

10

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Elemosina, lo scontro tra i sindaci e i vescovi Aumentano le ordinanze anti accattoni.Crema nel ciclone.Don Emilio ai cittadini: «Donate i soldi alle comunità di assistenza».

Dall’alto verso il basso: Lorenzo Domenici, Andrea Franceschi, don Emilio Lingiardi e Massimo Cacciari.

Polemica L’OFFENSIVA DELLA CHIESA Non sono stati a guardare i vescovi italiani. Dopo l’escalation delle ordinanze contro i “nuovi” poveri soprattutto nelle città turistiche, i vescovi hanno ribadito la necessità di una più forte solidarietà.

Il decreto sicurezza si fa sentire. Maggiori poteri ai sindaci e subito i primi cittadini si danno da fare. I vescovi italiani criticano pesantemente le norme e le ordinanze «anti accattoni» che alcuni sindaci hanno imposto nelle loro città la scorsa settimana. A Cortina d’Ampezzo, ad esempio, un provvedimento del primo cittadino Andrea Franceschi proibisce agli accattoni di fermare i passanti nel centro cittadino. Con la motivazione del «decoro urbano». A Venezia un’ordinanza di Massimo Cacciari ha fatto sparire dai portoni delle chiese le mani tese. Con il decreto sicurezza approvato giovedì, il campo d’azione dei sindaci si amplia e possono prendere provvedimenti per la «sicurezza e il decoro» delle città, sulla linea delle ormai famose ordinanze di Firenze

partorite dal sindaco Leonardo Dominici contro i lavavetri o di Cittadella contro gli immigrati irregolari. Più potere ai sindaci, insomma. E negli ultimi giorni le regole contro accattoni, lavavetri, parcheggiatori abusivi e senza tetto sono fioccate ad Alassio, Sanremo, Padova, Modena. Da sindaci di centrodestra come di centrosinistra. Soluzioni sbrigative, secondo la Chiesa (che ha espresso il suo disappunto): il povero per loro creerebbe un disagio irrisolvibile. Un disagio che fa riconoscere che il mondo non è proprio quel si vorrebbe e come poco si spenda per gli altri. Per i vescovi difendere una cosa giusta - la sicurezza e il benessere - non può prescindere dal lasciar fuori un’altra cosa giusta, il soccorso del povero. Secondo la Chiesa bisognerebbe distinguere la povertà da for-

di Barbara Milanesi

me anche organizzate di accattonaggio. Ma i primi cittadini vanno avanti e anche di fronte alle critiche credono siano solo polemiche inutili. La loro azione, sottolineano, non sarebbe una guerra all’elemosina, ma ai racket dell’accattonaggio. Anche Crema si trova ad affrontare spesso realtà di questo genere. Don Emilio Lingiardi, sempre impegnato ad assicurare un pasto e dei servizi di sussistenza ai bisognosi, non è così contrario con i provvedimenti del decreto sicurezza anche se da la sua visione personale dei fatti: «Sarebbe impensabile non aiutare i bisognosi. Il provvedimento posso condividerlo dal momento che esistono, in ogni città, centri di accoglienza in cui i mendicanti possono trovare aiuto e sussistenza. Se i

cittadini anziché fare elemosina direttamente ai poveri donassero dei fondi a questi centri, le stesse case di accoglienza potrebbero garantire sempre maggiori opportunità a tutti coloro che chiedono aiuto». E continua don Lingiardi: «Con qualche fondo in più oltre a cibo e vestiario si potrebbero fornire servizi igienico-sanitari: docce e bagni caldi. Non solo servizi medici quale dentista, ginecologo, medico di base. Appunto, per garantire uno stato di minimo benessere fisico a queste povere persone. I cittadini sarebbero tranquilli, la quieta pubblica, come viene chiamata, non sarebbe turbata ed anche i bisognosi avrebbero garantite alcune necessità primarie. Senza parlare del fatto che le associazioni benefiche possono contare sulla mano di personale altamente qualificato che si occupa di

questi casi nella vita». Insomma l’idea di don Lingiardi è come sempre precisa e risolutiva. Don Alessandro Vagni, parroco della chiesa di San Benedetto in piazza Garibaldi non si sbilancia più di tanto: «Sono a Crema da solo due settimane, ma non mi sembra che la città presenti realtà di questo tipo tanto che si debba ricorrere a certi provvedimenti. Potrei sbagliarmi ed essere io a vedere che invece non è così. Di certo non penso al da farsi se non vedo il problema». ma di certo anche lui sembra ritenere doveroso l’aiuto verso il prossimo. Resta solo da capire in che modo realizzarlo questo aiuto. Insomma la realtà è che la sicurezza ed i vari decreti che porterebbero ad una sua maggiore attuazione continuano ad essere in primo piano e a far discutere.


Cronaca

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

11

Bambina violentata da più persone Uno degli indagati le scriveva poesie Una l’hanno sequestrata i carabinieri di Roberto Bettinelli

Alla domanda: «Dopo aver identificato la vittima, cosa facevi per convincerla a restare con te?», alcuni parlavano di regali, altri delineavano strategie diverse: «Parlavamo, giocavamo insieme fino all’ora di andare a letto. Sedevo sul letto n slip e valutavo le sue reazioni», «Le facevo il solletico, ridevamo, la toccavo. Con i bambini il contatto fisico è più importante della seduzione verbal», «Cercavo di essere simpatico: gli proponevo dei giochi, gli mostravo attenzione, gli facevo i complimenti», «Mi comportavo in modo tale che si sentisse sicuro con me», «Lo attiravo con qualche scusa: un giocattolo, una cosa buffa o altro», «Lo staccavo dagli altri». Sono frasi che escono dalla bocca di alcuni pedofili intervistati dall’associazione Pometeo, una delle principali in Italia per la difesa dei diritti all’infanzia. I carabinieri di Crema hanno visto concludersi proprio in questi giorni una storia simile a quelle di cui si occupano quotidianamente gli iscritti all’associazione Prometeo. Una storia, quella che ha visto indagare gli uomini del capitano Antonio Savino, che si è conclusa con una severa condanna. Nella fotografia a fianco pubblichiamo la poesia scritta da uno degli indagati per le violenze subite da una bambina di 8 anni. Un documento che meglio di qualsiasi altro racconto dimostra i due elementi che accomunano tutti i casi di abuso sui bambini: la necessità del pedofilo di ispirare fiducia alla vittima, di creare con lei un rapporto speciale, e la profonda ingenuità del bambino, che sembra naturalmente predisposto a vedere nei grandi un punto di riferi-

mento. Ma ecco la storia. LA STORIA - Era stato in vacanza con la bambina di 8 anni e durante il soggiorno l’avrebbe violentata. L.A., 53 anni, di Zelo Buon Persico, è stato raggiunto in carcere a Lodi dalla sentenza di condanna della Corte di Appello di Brescia. Dovrà scontare 4 anni e 6 mesi. La bambina sarebbe stata violentata per anni non solo dal 53enne amico di famiglia: anche il padre e altri uomini avrebbero abusato di lei. Il tutto con la complicità della madre. L’indagine è stata condotta dai carabinieri di Crema. Erano cinque gli indagati finiti nell’inchiesta. Il 53enne, stando alla ricostruzione dei fatti dei carabinieri, aveva preso la bambina e l’aveva portata in vacanza con lui. Durante uno di questi viaggi, l’uomo e la piccola sarebbero stati ospitati da un amico del 53enne. Anche lui avrebbe abusato della piccola. LA FAMIGLIA - La prima denuncia delle violenze risale al 2001, quando la bambina aveva detto di avere avuto un rapporto sessuale completo con un ragazzo ospite dello stesso istituto di accoglienza. L’assistente sociale, molto preoccupata, aveva svolto delle indagini interne all’istituto e aveva scoperto che il rapporto non c’era mai stato. Erano affiorate però le violenze e gli abusi subiti in famiglia durante i fine settimana, quando il padre veniva a prendere la bambina per riportarla a casa. I carabinieri di Bagnolo Cremasco al comando di Marco Durante avevano squarciato il velo di omertà che copriva i terribili segreti della bambina.

Sopra il testo della poesia sequestrata dai carabinieri.

Rubano l’identità a due cremaschi e comprano iPod Due cremaschi truffati. Si chiama furto dell’identità. Una volta ti rubavano il portafoglio. Oggi, con l’avvento della telematica, è cambiato tutto. Non ci sono più i borseggiatori di un tempo. O meglio ce ne sono sempre di meno. E poi la gente, ormai, ci sta attenta. Oggi si ruba qualcosa che prima era quasi impossibile pensare di poter sottrarre a una persona. La sua identità. «E’ un reato che sta diventando sempre più frequente» spiega il vice questore Danile Segre. Ma in che cosa consiste questo furto dell’identità? I nuovi “borseggiatori” cercano su internet i siti dove è possibile rintracciare con facilità le generalità di una persona. In genere i siti migliori sono quelli delle associazioni o degli albi professionali. Dove c’è tutto: nominativo, età, indirizzo,

numero di cellulare. Annotano tutto. Poi scatta la seconda fase. Si costruisce il documento falso: la patente, la carta d’identità, il codice fiscale, la tessa sanitaria. Un’operazione che non richiede un grande sforzo. Infine la terza fase. Quella conclusiva. Si va nel negozio dove si vuole fare un acquisto e si chiede un finanziamento. «Quelli che si possono fare all’istante, per pagare sul posto la merce, non impegnativi, al massimo di 1.500 euro» continua Segre. Ottenuto il finanziamento grazie alla nuova identità, si compra il bene. Nel caso dei due cremaschi si è trattato di materiale acquistato in negozi di elettronica. Uno a Roma e l’altra in Puglia. I cremaschi si sono visti arrivare a casa la richiesta di pagamento della finanziaria. Stupiti, sono corsi in commissariato.


Cronaca

12

3ª SAGRA DEL TORTELLO

Sabato 9 e domenica 10 agosto

Insula bambini: le iscrizioni di Barbara Milanesi

Pianengo sfida Crema Si svolgerà il 9 e 10 agosto a Pianengo la «Sagra del tortello». Una sagra importante perché è opinione condivisa che a Pianengo si mangiano i migliori tortelli del Cremasco. Il segreto lo custodiscono alcune signore del paese che ormai da decenni preparano il succoso piatto locale. La sagra si svolgerà presso il Centro diurno. La manifestazione è organizzata dal «Comitato sagra» di cui il responsabile è Annibale Fortini. La macchina culinaria per la famosa tortellata si è messa ormai in moto. A lavorare, con passione e dedizione, 20 volontarie che hanno un’età compresa fra i 30 e gli 87 anni. Tante generazioni che si danno da fare, gomito a gomito, perché questa tradizione del tor tello

«made in Pianengo» non vada mai persa. Ma che cosa hanno di particolare questi tortelli che richiamano buongustai non solo dal Cremasco, ma anche dalle province vicine, bergamaschi, milanesi e bresciani in particolare? C’è il solito ripieno dolce, ma ha un gusto del tutto particolare (il segreto, naturalmente, non viene svelato); la pasta è più sottile

di quella dei soliti tortelli, e anche la forma di questo alimento è più piccola. Insomma, bisogna gustarli per apprezzar ne la bontà. La «sagra del tortello» pianenghese è arrivata alla sua terza edizione. Ed è sempre stata un successo. La sagra coinvolge tutto il paese e, infatti, ha avuto il patrocinio del comune, della Banca Cremasca, dell’orator io, dell’Unione spor tiva pianenghese e dell’Auser. Pianengo, insomma, lancia la sua sfida alla «Tortellata cremasca» che si terrà Crema pure in agosto. Una sfida che i pianenghesi dicono di avere ormai vinto.

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

vanili del comune di Crema. «Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno degli organizzatori tra cui Pietro Beretta, Gabriella Assandri,Giovanna Severgnini. Senza il loro aiuto e quello di altre persone non sareb-

be stato possibile nulla». Presso l’Orientagiovani è possibile recuperare l’opuscolo e procedere all’iscrizione. La sede dell’Orientagiovani è in via Civerchi, presso la sede della biblioteca comunale.

Aperte le iscrizioni per la 9 edizione de «L’Insula dei bambini». I laboratori per i ragazzi dai 4 ai 16 anni organizzata dall’Orientagiovani quest’anno si svolgerà dal 27 agosto al 16 settembre e presenta diverse novità. Innanzitutto la collaborazione con due comuni limitrofi hanno permesso di aumentare il numero dei possibili aspiranti ai corsi estivi. Infatti sia il comune di Montodine che il comune di Pianengo sono stati ben felici di patrocinare l’iniziativa e in qualche caso di concedere le strutture adeguate alla messa in scena dei laboratori. Altra novità i corsi inediti, passati da 39 della scorsa edizione a 87 di quella corrente. Tra le novità corsi di cayak, di majorettes, di ricamo e cucito e di pittura su porcellana. Oltre ai soliti non nuovi delle passate edizioni. Soddisfatta l’amministrazione cremasca: «Sono contenta che quest’anno potranno partecipare davvero tanti ragazzi ai quali l’anno scorso è stata negata la possibilità per motivi logistici» dice Mia Miglioli, asses- Da sinistra: Mara Baronchelli, Giuseppina Comparelli, sore alle Politiche Gio- Giovanna Severgnini e Mia Miglioli.


ESTATE- E’ tutto pronto per il grande appuntamento

di Barbara Milanesi

La Tortellata ebbe inizio a Crema nel 1981 da un'idea di alcuni amici i quali, non potendo trascorrere le festività di ferragosto nelle tradizionali località di villeggiatura, decisero di inventare qualcosa di diverso per intrattenere la città con tanta allegria ed un pizzico di folklore gastronomico locale. Quale miglior ospite se non il tortello? Il tradizionale incontro di ferragosto ha poi avuto seguito ogni anno diventando un punto di ritrovo fisso per tutti i cremaschi, e non, che trascorrono in città le afose giornate d'agosto. Inizialmente l'organiz-

Non è vero agosto senza la Tortellata Nata 27 anni fa da quattro amici al bar... oggi è una delle manifestazioni gastronomiche più conosciute nel nord Italia. Con migliaia di visitatori. E ora la vuole anche Venezia... Il tortello cremasco stupì tutti quando nel 1989 giunse al terzo posto nella Rassegna di Montalcino, una delle più prestigiose rassegne gastronomiche a livello internazionale.

Gli organizzatori del Gruppo Olimpia. Tanta passione e amore per la cucina zazione non fu delle migliori perché ci vuole esperienza per organizzare queste cose, però essa riscosse grande apprezzamento e registrò una tale partecipazione popolare che i 30 Kg di tortelli preventivati non bastarono nemmeno per la prima giornata; fu necessario andare a cercarne altri in tutta Crema, in ogni negozio, ogni panetteria, finchè ne furono raccolti ancora 50 Kg. Come prima edizione fu un vero successo; 80 Kg di tortelli sono una bella quantità se si pensa a quante porzioni si possono ricavare. Ma la voglia di divertimento era tale che il Gruppo Olimpia, ideatori della manifestazione, con il passare degli anni, aumentò di volta in volta il quantitativo dei tortelli arrivando, lo scorso anno, a ben 36,8 quintali! Senza contare formaggi

13

Speciale Tortellata

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

visitò Crema per assaggiare questa specialità e fu così soddisfatto da proporre al Gruppo Olimpia di portare il tortello nella Serenissima. Disagi organizzativi hanno poi impedito la realizzazione del progetto. Nel 1989 il tortello è giunto al 3° posto nella Rassegna di Montalcino, che è una delle più prestigiose rassegne gastronomiche d'Italia. Il Gruppo Olimpia è sempre alla ricerca di notizie sull'origine del tortello. Infatti di questo piatto si sa molto poco, quasi nulla. L'origine sotto la dominazione veneta è indubitabile, dato l'uso di alcune spezie che solo Venezia importava dall'Estremo Oriente. Rimane comunque il mistero del gusto di questa specialità che richiama alla mente persone, luoghi ed epoche lontane dai nostri tempi moderni. Riuscire a portare il tortello a

questi livelli di conoscenza e di apprezzamento da parte di persone illustri, come solo il Gruppo Olimpia ha saputo fare, vuol dire assicurare alla pur già bella città di Crema una maggiore popolarità. Ecco la ricetta del grande protagonista. Ingredienti pasta: semola di grano tenero duro, farina 00 di grano tenero, uova, acqua. Ingredienti ripieno: formaggio grana, amaretti, uva sultanina, mostaccino, cedro candito, limone, marsala all'uovo, sale. Il Tortello Cremasco è frutto di un amalgama d'ingredienti dolci, probabilmente mutuati dalla tradizione gastronomica austriaca. La pasta che lo avvolge e il condimento al burro e formaggio a volontà, con l'aggiunta di salvia, smorzano il sapore dolce e regalano un piatto singolare e raffinato.

La vera ricetta: un mistero autentico o di Pulcinella?

tipici, affettati e patatine! La tortellata, però, non è solo la festa del tortello; infatti, nell'ambito della manifestazione, vi sono dei momenti di intrattenimento musicale, con gruppi la cui partecipazione ha richiesto un consistente impegno economico.

Tra questi possiamo citare il famoso gruppo di ballerini della trasmissione televisiva "Saranno famosi" che proveniva addirittura dagli Stati Uniti d'America. I giornali cominciarono ad interessarsi alla festa, così come gli Enti del turismo di Cremona, Ber-

gamo, Milano e Cuneo, che organizzarono delle escursioni per poter partecipare alla manifestazione e portare nelle loro terre un assaggio della tradizione cremasca. L'Assessorato alla Cultura di Venezia, avendo scoperto l'origine cremasca del tortello,


Cronaca

14

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

L’ALTERNATIVA-Cooperativa sociale che opera nel territorio

Ottima azienda, ottime relazioni di Laura Beatrice

L’Alternativa è una cooperativa sociale di grande utilità e interesse per il nostro territorio. L’azienda agisce infatti su due binari che corrono paralleli e che sono complementari sia per l’aspetto economico-produttivo che sociale del nostro territorio. Da anni è punto di riferimento nel settore della cosmetica attraverso l’attività di confezionamento e assemblaggio di vari articoli. Essere una cooperativa sociale vuol dire molte cose. Innanzitutto perseguire sempre la propria finalità, cioè quella di promuovere occasioni e percorsi di inserimento lavorativo per favorire l'emancipazione sociale e favorire l'inclusione di soggetti provenienti da situazioni di difficoltà e da esperienze di emarginazione. Il tutto all'interno di una consolidata struttura gestionale ed operativa, organizzata e funzionante che opera nel mercato del lavoro locale con competenza ed esperienza pluriennale. L’azienda infatti propone l'inserimento lavorativo assegnando una forte valenza al lavoro, perché il lavoro non è una funzione o una copertura ma una realtà produttiva vera e propria. Tutti i soci partecipano effettivamente all'attività lavorativa ed al risultato economico.

Attenzione alla persona La cooperativa è molta impegnata nella qualità della vita in azienda per chi lavora: quindi, punta alla bontà delle relazioni fra soci/lavoratori, a un lavoro fatto con passione e competenza, alla formazione e all’informazione continue e, infine, alla buona organizzazione aziendale

Produttività e resa economica abbinata alla qualità degli inserimenti lavorativi. L’azienda assegna molta importanza alla qualità degli inserimenti, data dalla bilanciatura di diverse varianti quali il clima e la bontà delle relazioni tra i soci lavoratori; i progetti mirati in funzione di un conseguimento della reale autonomia personale, gli operatori che lavorano con passione e competenza, la formazione, l'informazione e la comunicazione trasparente e una buona organizzazione d'impresa. La priorità è quella di garantire un corretto e dura-

turo inserimento lavorativo con la presenza nel cremasco di una rete territoriale di soggetti/operatori che lavorano in stretto raccordo, tra loro e con le risorse della Cooperativa, perché operano congiuntamente e creano supporti atti ad accompagnare l'individuo verso l'autonomia. Si fonda sulla presa in carico della persona a disagio sociale, attraverso il coinvolgimento di servizi ed organizzazioni non profit, di enti pubblici ed aziende private. facilita la segnalazione ed l'individuazione dei soggetti con un adeguato grado di conoscenza del bisogno.

Produttività e resa economica unita alla qualità degli inserimenti lavorativi


Speciale Pandino

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

15

di Cinzia Barozzi

Torna anche quest’anno la tradizionale festa dell’Unità di Pandino. Quest’anno sarà la festa del Partito Democratico. Come di consueto la manifestazione si terrà dal 5 al 18 agosto nell’arena estiva del Castello Visconteo di Pandino. La festa coinvolgerà tutti i circoli dell’alto cremasco. Dopo la festa centrale che si terrà alla fine del mese al podere di Ombriano, quella di Pandino risulta essere la più grande, la più frequentata e una delle meglio organizzate. Sono infatti 100 i volontari che saranno impegnati nell’organizzazione dell’evento. Per il 70% si tratta di iscritti al Pd di Pandino. Mentre il restante 30%

Musica, lotterie, buona tavola, e giochi per tutti i bambini comprende iscritti al Pd dei paesi del circondario: Rivolta, Agnadello, Vailate, Palazzo, Dovera, Bagnolo. Un’unione per realizzare un’ottima manifestazione all’insegna dell’allegria e per allietare le afose giornate dell’agosto cremasco. A contribuire al clima simpatico anche le orchestre note che si alterneranno nelle diverse serate. Per Mercoledì 6 agosto è prevista l’esibizione dell’orchestra Braguti. Per giovedì 7 Viviana e la sua band. Per venerdì 8 l’esibizione di Claudio Piscina e della sua orchestra. Per Sabato 9 Antonella. Domenica 10 Mar-

I volontari che lavorano alla festa. Per il 70% sono di Pandino, ma per il restante 30% vengono dagli altri comuni dell’Alto Cremasco.

Festa del Pd nel Castello Visconteo Coinvolte anche le associazioni benefiche del territorio co e la sua band. Lunedì 11 Titti Bianchi e martedì 12 Katya. Per mercoledì 13 la serata musicale di Frigerio. Giovedì 14 Beghini e venerdì 15 Mimmo Arceri. Per la conclusione sono previsti altre solite note orchestre della zona: Riky Renna per sabato 16 agosto; Barbara per domenica 17 e Scandiuzzi per lunedì 18 agosto. Il 5 di agosto, serata di apertura della festa si terrà la solita serata giovanile denominata Rockastello, il concorso delle giovani

rock band che suonano pezzi propri e che saranno selezionate per l’esibizione alla festa centrale al podere di ombriano. Ovviamente tutte le sere sarà attivo il servizio bar e ristorante. Davvero ottima, come ogni anno e con sempre maggiori successi, la cucina della festa che prevede un sacco di specialità della zona. Oltre alla buona cucina e alla musica divertente la festa offre un sacco di proposte sia per i più piccoli che

Con Rockastello si esibiranno le giovani band cremasche gli adulti. I Bambini potranno divertirsi con i gonfiabili e con le giostre che verranno messe a disposizione gratuitamente dalla festa. Gli adulti potranno par-

tecipare ai giochi adibiti nell’arena: pesche, lotterie e tombolate. Oltre a questo la festa del Pd dà grande spazio a tutte le associazioni benefiche che vogliono parteciparvi. L’Avis da anni fa sentire la propria presenza ma da quest’anno anche diversi stand riguardanti i mercati equi e solidali. Insomma davvero diverse le opportunità e un buon modo di passare l’agosto anche senza andare in vacanze.

I numeri vincenti della lotteria Festa del Pd di Crema Terminata con succeso la prima festa del Pd della città di Crema, di seguito i numeri vincenti della lotteria. 1° premio: 0042 2° premio: 1232 3° premio: 3616 4° premio: 2083 5° premio: 2100


Speciale Pandino

16

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Alcune immagini del concorso Rockastello.

Anche quest’anno la Festa dell’Unità di Pandino si apre con il concorso “Rockastello” dedicato a band no cover organizzato dai Giovani Democratici. La manifestazione ormai rappresenta l’apertura della festa, una sorta di inaugurazione che rimanda poi direttamente alla festa centrale di fine agosto al podere di Ombriano. La serata si terrà Martedì 5 agosto, a partire dalle ore 21.00 sempre presso l’arena del castello visconteo di Pandino, come il resto della festa. Durante la serata sono previste le esibizioni di quattro gruppi scelti tra i numerosi che si sono iscritti al concorso. Si spazierà quindi dall’Heavy punk al rock elettronico. Day After Rules, Just Peanuts, Madaleine e Senza Fiato sono le band finaliste e il vincitore tra queste si aggiudicherà un posto nella finale del concorso di Crema “Music in Progress”, che si

MUSICA - Il concorso per le giovani band nella festa del Pd

E’ arrivata l’ora di Rockastello E’ la kermesse più attesa dell’anno. Dall’Heavy punk al rock elettronico. Il meglio del no cover sul territorio... terrà a fine Agosto presso la Festa de l’Unità di Ombrianello. Lo spazio giovane della festa di Pandino è diventato un appuntamento fisso ed imperdibile che in genere richiama molti ragazzi, non solo gli interessati al genere ma tutti coloro che hanno la voglia di passare una serata

insieme ed in allegria. L’esibizione live non sarà l’unico evento della serata a Pandino. Uno stand ospiterà infatti una mostra a pannelli dedicata al Tibet ed in particolare ai recenti scontri avvenuti nell’area. L’intento degli organizzatori è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica

sulla tragedia che colpisce quella meravigliosa regione asiatica, approfittando dell’attenzione mondiale sugli imminenti Giochi olimpici di Pechino. La mostra, si compone di due parti. La prima mostra è di tipo informativo ed è stata elaborata dal Gruppo dei

Giovani Democratici di Pandino. La seconda mostra sarà prevalentemente fotografica e presenterà alcune immagini scattate da Manuela Metelli, fotografa professionista a testimonianza del suo passaggio in Tibet. Oltre all’ottima musica punk-rock-blues

a partire dalle 19.30 saranno aperti bar, pizzeria e rosticceria. Rockastello 2008 è quindi l’occasione giusta per trascorrere del tempo insieme

Uno stand ospiterà una mostra fotografica sul Tibet in maniera diversa e originale e la serata che apre degnamente la festa dell’unità del partito democratico di Pandino. Anche il pubblico potrà votare i gruppi mediante un criterio che verrà svelato la sera stessa e che renderà ancor più interessante la serata.


RIVOLTA di Davide Airoldi

Mentre la Consulta per i trasporti e la viabilità tenta di trovare valide soluzioni all’annoso problema del traffico sulla Rivoltana - destinato a peggiorare a causa degli imminenti lavori sulla Strada Paullese e per la Bre.Be.Mi –, i pendolari rivoltani lamentano un altro serio disagio: il pessimo stato di alcuni mezzi usati da Adda Trasporti lungo la linea 31 verso Milano. Come dimostrano le fotografie – scattate da un passeggero del bus che transitava per Rivolta alle 7.10 durante la settimana appena trascorsa – oltre alla sporcizia presente in alcune parti interne del veicolo, un sedile era stato strappato, le tendine erano state rimosse con violenza. Nonostante le recenti promesse di Adda Trasporti alla Consulta rivoltana, vengono utilizzati, assieme a quelli più moderni, mezzi senza aria condizionata. La questione legata al comfort del viaggio – sollevata anche dal Presidente della Consulta Luigi Cei – non può che passare attraverso piccole accortezze: prima fra tutte quella il riservare i mezzi più comodi ai pendolari che usufruiscono delle prime corse del mattino e delle ultime la sera, in modo tale che chi voglia dormire possa farlo in tran-

Bus di Adda Trasporti, protestano i pendolari quillità, lasciando i bus più vecchi (se ancora presenti) in orari poco sfruttati. Ai disagi si aggiungono le difficoltà legate alle ipotetiche soluzioni alternative che dovrebbero consentire di ovviare ai lunghi tempi di percorrenza verso Milano: il sindaco di Rivolta, Lamberto Grillotti, e la Consulta per i trasporti hanno annunciato l’idea di collegamenti frequenti tra Rivolta e la stazione di Cassano d’Adda, anche se non è dato sapere quando saranno attivi. La preoccupazione dei pendolari non accenna a diminuire, dato che per raggiungere la stazione di Cassano è necessario percorrere la Rivoltana verso Milano, o transitare nel centro abitato cassanese, senza perciò risolvere del tutto il problema legato al denso traffico del mattino: sarebbe più intelligente istituire corse frequenti verso le stazioni di Treviglio o Caravaggio, consentendo quindi ai pullman di viaggiare in senso opposto al traffico verso Milano, durante gli orari di punta. (Davide Airoldi)

I passeggeri lamentano uno scarso comfort su alcuni bus.

2009-2010, perché, analizzando i dati relativi alle iscrizioni all’asilo negli anni scorsi, si giunge facilmente a ipotizzare un numero di bambini in esubero. La pronta risposta di Losio bollava ancora una volta il centrosinistra come pessimista. Pochi giorni fa il sindaco Grillotti è intervenuto in merito alla vicenda – sostenendo che le colpe di questa situazione siano tutte del-

l’amministrazione Mondonico – esplicitando l’intenzione della maggioranza di vagliare progetti per l’ampliamento dell’immobile che ospita la scuola materna, senza tuttavia entrare nel dettaglio su tempi e costi. In precedenza Losio aveva ritenuto la questione di difficile soluzione perché lo stabile dell’asilo non è di proprietà del comune. (Davide Airoldi)

GALLIGNANO

to negli anni ottanta aveva ridato colore e vivacità all’immagine: ma forse i materiali usati non erano adatti ed in pochi anni il dipinto si è nuovamente deteriorato tanto da diventare quasi illeggibile. I soci del Gruppo Aquaria, sensibili alla conservazione non solo dei reperti archeologici ma altresì di tutte le testimonianze antiche, ha deliberato di farsi promotore di un corretto restauro del dipinto. I responsabili del Gruppo daranno tutta la loro collaborazione ma non avendo disponibilità finanziarie, chiederanno il contributo dei Gallignanesi che sono certi non verrà a mancare. Il Gruppo Antiquaria, soprattutto dopo il lavoro attento degli studenti, ritiene che sia necessario un intervento di ripristino e di conservazione per riportare alla bellezza originaria un affresco dall’alto valore simbolico e dalla pregevole valenza artistica.

Concorso fotografico dedicato alla memoria di Domenico Soldo L’Oratorio “Famiglia di Nazareth” di Romanengo, in collaborazione con l’Azione Cattolica, organizza il 1° Concorso fotografico “Scatti d’amicizia”. Il concorso è dedicato a Domenico Soldo, un amico che ci ha lasciato qualche anno fa; la sua passione per la fotografia non gli faceva mai perdere un’occasione per scattare qualche istantanea. I suoi amici dell’Oratorio e dell’Azione Cattolica, di cui è sempre stato un “attivista”, vogliono ricordarlo anche in questo modo. Il concorso prevede tre categorie, in funzione dell’età di chi vi partecipa: elementari, medie, over (dalle superiori ai 999 anni …). La partecipazione prevede il versamento di una quota di iscrizione di 3.00 euro per le categorie “elementari” e “medie”, e 5.00 euro per la categoria “over”. Le immagini saranno giudicate da una giuria composta da quattro esperti del mondo della fotografia. Ognuno può partecipare con un massimo di 2 fotografie a colori o in bianco e nero. Le stampe dovranno essere presentate entro il 31 agosto 2008 in duplice copia e nel formato 20 x 30 cm. Durante la settimana dal 31 agosto al 7 settembre le opere saranno esposte nell’oratorio di Romanengo. Per iscriversi è possibile ritirare il modulo di iscrizione presso la chiesa parrocchiale o l’oratorio di Romanengo. Chi lo desiderasse può chiedere maggiori informazioni al parroco Don Paolo, ai numeri 349.071-59-61 o 0373.72-149.

ROMANENGO/2

Soldi al S. Domenico Un contributo di mille euro sarà erogato dal Comune a favore della Fondazione San Domenico a cui è affidata la programmazione delle rappresentazioni teatrali della città di Crema. E’ questa la decisione espressa dalla giunta nell’ultima seduta. “Si tratta – ha spiegato il sindaco Marco Cavalli - di una scelta simbolica nell’entità del contributo economico, ma significativa dal punto di vista politico».

Il libro delle Santelle La pubblicazione del libretto “Le Santelle di Gallignano” realizzato dagli alunni ed insegnanti di Gallignano con la collaborazione del Gruppo Archeologico Aquaria, ha favorito la conoscenza di tutti questi simboli religiosi popolari lasciati dagli antichi abitanti della frazione. L’iniziativa ha inoltre stimolato i proprietari delle abitazioni sui cui muri sono dipinte le sacre immagine o delle edicole sparse sul territorio, ad opere di conservazione e di restauro. Una delle immagini più significative alla quale è certamente interessata tutta la popolazione è la Madonna del Terremoto fatta realizzare dai Gallignanesi dopo il terribile evento del 1802. Gli alunni della Scuola scrivono sul loro libretto “stato di conservazione: pessimo”. E purtroppo è vero. Un tentativo di restauro esegui-

Domenica 28 settembre gita sul brenta e ville venete. Partenza alle ore 7.30 dal piazzale della scuola media/palestra Arrivo a Stra alle 10.30 circa Visita (facoltativa) di Villa Pisani: palazzo e parco; in alternativa mattinata libera a Dolo Pranzo a sacco o in ristorante di Dolo Ore 14 imbarco sul battello al pontile di Dolo e navigazione (con guida) sul Brenta; sosta a Villa Widmann per la visita (con guida) Ore 18 circa arrivo a Fusina dove ci attende il pullman per il rientro a casa . Rientro ad Agnadello alle 22.00 circa Le iscrizioni si ricevono presso la biblioteca comunale fino ad esaurimento posti disponibili e comunque non oltre il giorno 3 settembre. Costo della gita: 36 euro: pullman, navigazione sul Brenta e visita di Villa Widmann; 28 euro per i ragazzi di età compresa tra 6 e 12 anni; gratis fino ai 5 anni. La visita guidata di Villa Pisani non è compresa nel prezzo; coloro che volessero visitarla il costo è di 15 euro; 5 euro per chi ha più di 65 anni o meno di 18; 12,50 euro per chi ha un’età compresa tra i 18 e i 25 anni. Per motivi organizzativi coloro che visiteranno Villa Pisani dovranno pranzare a sacco. Coloro che desiderano pranzare al ristorante, il costo è di 22 euro (non compreso nel prezzo). Per informazioni rivolgersi alla bibliotecaria (0373/936021).

Concorso fotografico

Esubero di bambini nelle scuole accompagnata dall’abitudine di rinfacciare allo schieramento politico opposto le passate lacune dell’amministrazione Mondonico. Questo è avvenuto riguardo al problema della sicurezza del fiume Adda, allo scontro in tema di addizionale Irpef e, ora, all’allarme legato ai posti disponibili nella scuola materna. Angelo Cirtoli ha infatti espresso la propria preoccupazione in vista dell’anno scolastico

Gita alle ville venete: iscrizioni

ROMANENGO

RIVOLTA/2

Se il vice sindaco Ivan Losio non perde occasione di lamentarsi del presunto catastrofismo del centrosinistra rivoltano in merito a diverse problematiche sociali, il sindaco Lamberto Grillotti puntualmente evidenzia all’opinione pubblica la supposta ignoranza dell’opposizione in merito alle regole procedimentali che disciplinano l’attività del comune. In entrambi i casi, ogni dichiarazione è solitamente

AGNADELLO

ROMANENGO/2

Il Circondario è utile

la Madonna del Terremoto.

Anche per il Comune di Romanengo il Circondario Cremasco è una realtà che deve trovare dimensione e vita. Questo è quanto ha stabilito il Consiglio Comunale che, nell’ultima seduta, ha approvato la costituzione del circondario con il suo specifico regolamento. I sì convinti sono giunti dai rappresentanti della maggioranza, mentre la minoranza ha preferito astenersi motivando il voto con una difficoltà a capire, in questa fase, la reale utilità del nuovo organo istituzionale. “Il Circondario – spiega il sindaco Marco Cavalli – non comporterà spese per i Comuni e non dovrà gestire alcun servizio. E’ un fondamentale luogo di incontro e confronto dei sindaci dei 48 comuni del territorio Cremasco, utile a varare strategie condivise, scelte di programmazione e di sviluppo, nell’ottica di un’ottimale e più funzionale gestione di interventi e servizi. Con questa logica si potrebbe portare all’attenzione della riunione dei sindaci del Circondario”.


Programmi televisivi da Sabato 2 a Venerdì 8 Agosto

Dentro le notizie...

MATRIMONI E PREGIUDIZI Sabato 2 Agosto - Rai 1

Nell’ambito della trasmissione «Dentro le notizie», in onda su Telesolregina, l'assessore provinciale con delega all'ambiente e allo sport Giovanni Biondi parlerà di alcune tematiche riguardanti il nostro territorio.• Il Caso: Prima Pantani,ora Riccò.Quante illusioni distrutte.• Gombito: Più di 400 persone hanno partecipato al balletto di Paganini; • Precisazioni sulla dichiarazione di Bossi: E' la vittoria la "schiava di Roma"; • Viadana: Lite sulla moschea tra Diocesi e Lega; • Soncino: Inserita nel Club "Borghi più belli d'Italia - Soddisfazione per il verdetto. La trasmissione va in onda sono il venerdì alle ore 23.10,replicata il sabato alle ore 12 e la domenica alle ore 17.30.

Attori: Aishwarya Rai, Martin Henderson, Daniel Gillies, Naveen Andrews, Namrata Shirodkar. Trama: La signora Bakshi è decisa a trovare un marito ad ognuna delle sue quattro figliole. Quando Balraj, un maschio celibe giunge in città, viene accolto da mamma Bakshi come un dono divino per la sua figlia maggiore, Jaya. Inizia così la caccia al marito...

THE CONSTANT GARDENER

in TV PSERATA RIMA FILM Programmazione Settimanale

Lunedì 4 Agosto - Rai 1 Attori: Ralph Fiennes, Rachel Weisz, Hubert Koundé, Sidede Onyulo.

I FRATELLI GRIMM E L’INCANTEVOLE STREGA

Trama: In una remota area del Kenya del nord, l'attivista Tessa Quayle, viene trovata assassinata. All'apparenza sembra un delitto passionale, ma il marito della vittima, Justin Quayle, non crede all'infedeltà della moglie e decide di indagare per conto proprio...

Mercoledì 6 Agosto - Italia 1 Rep. Ceca / USA, 2005 - Durata 120' Genere: Azione, Commedia Regia: Terry Gilliam

IO NON HO PAURA

Attori: Matt Damon, Heath Ledger, Anna Rust, Monica Bellucci.

Venerdì 8 Agosto - Canale 5 Trama: Nella Francia di Napoleone, i due fratelli Will e Jack, girano per le campagne truffando i contadini con finte formule magiche ed esorcismi che secondo loro daranno protezione dai demoni e mostri. Quando le autorità però scoprono la farsa, i due sono costretti a rifugiarsi in una foresta che risulterà veramente magica e abitata da una maga...

TV

SABATO 2

MERCOLEDI’ 6

GIOVEDI’ 7

VENERDI’ 8

19.05 20.00 20.40 21.30

11.30 12.05 13.30 14.10 14.45 16.45 16.50 17.00 17.20 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.00

TG1 - CHE TEMPO FA LA SIGNORA IN GIALLO TG 1 / TG1 ECONOMIA JULIA. Soap DON MATTEO 3. Telefilm COTTI E MANGIATI. Sit-com TG PARLAMENTO CHE TEMPO FA - TG 1 LE SORELLE MCLEOD. Tf IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA. Quiz TG1 LA BOTOLA. Varietà AMORE SENZA PIETA’. Film TG1

11.30 12.05 13.30 14.10 14.45 16.45 16.50 17.00 17.20 18.00 18.50 20.00 21.20

TG1 - CHE TEMPO FA LA SIGNORA IN GIALLO TG 1 / TG1 ECONOMIA JULIA. Soap DON MATTEO 3. Telefilm COTTI E MANGIATI. Sit-com TG PARLAMENTO CHE TEMPO FA - TG 1 LE SORELLE MCLEOD. Tf IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA. Quiz TG1 CALCIO: AMICHEVOLE MAN. UNITED - JUVENTUS 23.05 TG1

11.30 12.05 13.30 14.10 14.45 16.45 16.50 17.00 17.20 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.30

TG1 - CHE TEMPO FA LA SIGNORA IN GIALLO TG 1 / TG1 ECONOMIA JULIA. Soap DON MATTEO 3. Telefilm COTTI E MANGIATI. Sit-com TG PARLAMENTO CHE TEMPO FA - TG 1 LE SORELLE MCLEOD. Tf IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA. Quiz TG1 LA BOTOLA. Varietà SUPERQUARK. Doc. TG1 TELEGIORNALE

11.30 12.05 13.30 14.10 14.45 16.45 16.50 17.00 17.20 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20 23.25

10.00 11.25 13.00 13.25 14.00 17.05 17.30 18.05 18.50 19.35 20.30 21.05 22.40 23.20 00.45

AUTOMOBILISMO: GP2 NATI IN ITALIA. Attualità TG 2 GIORNO TG2 MOTORI - EAT PARADE PARADISO RUBATO. Film DUE UOMINI E MEZZO NUMERO UNO - SPORT TG2 NOTIZIE - DOSSIER FRIENDS. Teleflm CARTONI ANIMATI TG 2 20.30 NUMB3RS. Teleflm THE DEAD ZONE. Teleflm LA DOMENICA SPORTIVA TG2 NOTIZIE

13.30 13.50 14.40 14.50 15.40 17.15

TG2 E...STATE CON COSTUME MEDICINA 33. Rubrica WOLFF. Telefilm SQUADRA SPECIALE LIPSIA THE DISTRICT. Telefilm LA COMPLICATA VITA DI CHRISTINE. Tf DUE UOMINI E MEZZO. Tf TG 2 SPORT - TG2 - METEO SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm FRIENDS. Telefilm WARNER SHOW - TG 2 LOST. Telefilm VOYAGER ESTATE

13.50 14.40 14.50 15.40 17.15

MEDICINA 33. Rubrica WOLFF. Telefilm SQUADRA SPECIALE LIPSIA THE DISTRICT. Telefilm LA COMPLICATA VITA DI CHRISTINE. Tf DUE UOMINI E MEZZO. Tf TG 2 SPORT - TG2 - METEO SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm FRIENDS. Telefilm LOTTO - TG 2 20.30 SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm TG2 NOTIZIE

13.30 13.50 14.40 14.50 15.40 17.15

13.30 13.50 14.40 14.50 15.40 17.15

22.35

NATI IN ITALIA. Attualità TG 2 GIORNO - DRIBBLING PIT LANE FORMULA1: GRAN PREMIO DI UNGHERIA - QUALIFICHE STREGHE. Telefilm UNA BANDA ALLO SBANDO LE COSE CHE AMO DI TE TG2 NOTIZIE - METEO 2 SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm LOTTO - TG 2 20.30 MC BRIDE - CHI HA UCCISO RON? Film THE 4400. Telefilm

TG2 E...STATE CON COSTUME MEDICINA 33. Rubrica WOLFF. Telefilm SQUADRA SPECIALE LIPSIA THE DISTRICT. Telefilm LA COMPLICATA VITA DI CHRISTINE. Tf DUE UOMINI E MEZZO. Tf TG 2 SPORT - TG2 - METEO SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm FRIENDS. Telefilm LOTTO - TG 2 20.30 GHOST WHISPERER. Tf BROTHERS & SISTERS. Tf

13.00 TG2 GIORNO 14.10 OLIMPIADI DI PECHINO: CERIMONIA DI APERTURA 18.10 TG 2 FLASH L.I.S. - METEO 18.20 TG 2 NOTIZIE 19.00 OLIMPIA MAGAZINE 20.30 TG 2 20.30 21.05 OLIMPICHE EMOZIONI 23.15 TG2 NOTTE 23.30 QUATTRO SOTTO ZERO. Film 01.10 TG PARLAMENTO 01.30 GIOCHI OLIMPICI: GARE 04.05 PALLAVOLO FEMMINILE ITALIA RUSSIA 05.00 CICLISMO SU STRADA M.

12.00 12.25 13.00 13.25 14.00 14.45 15.20 16.10 18.10 18.55 20.00 20.30 20.10 23.10 23.30

TG3 SPORT - METEO TG3 SALUTEINFORMA CORREVA L’ANNO. Doc TGR MEDITERRANEO TG REGIONE - METEO - TG3 TGR SPECIALE LEONARDO SCI NAUTICO: CAMP. ITA. TRIATHLON: CAMP ITALIANI BASKET: ITALIA - ISRAELE METEO - TG3 - TG REGIONE SPECIALE TOUR DE FRANCE BLOB. Varietà GIU’ LA TESTA. Film TG3 - TG REGIONE SQUADRA ANTIMAFIA

12.00 TG 3 SPORT - METEO 12.15 TELECAMERE - OKKUPATI. 13.20 PASSEPARTOUT. Attualità 14.00 TG 3 REGIONE - METEO 14.30 AL BAR DELLO SPORT. Film 16.10 MI VEDRAI TORNARE. Film 18.05 ARSENIO LUPIN. Telefilm 19.00 TG REGIONE - TG3 - METEO 20.00 BLOB. Varietà 20.20 PRONTO ELISIR. Attualità 21.00 ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO. Doc. 23.10 TG3 - TG REGIONE 23.35 PRIVATE. Film 00.55 TG3 - METEO

14.00 14.40 14.55 15.00

TG REGIONE - TG 3 COMINCIAMO BENE ESTATE TG3 FLASH L.I.S. TREBISONDA. Varietà SCREENSAVER LA MELEVISIONE POMERIGGIO SPORTIVO SQUADRA SPECIALE VIENNA. Telefilm GEO MAGAZINE 2008 TG3 - TG REGIONE BLOB. Varietà UN POSTO AL SOLE. Soap AMORE CRIMINALE. Att. TG3 - TG REGIONE

13.10 TERRA NOSTRA. Telenovela 14.00 TG3 - TG REGIONE 14.45 COMINCIAMO BENE ESTATE ANIMALI E ANIMALI E ... 15.00 TREBISONDA. Varietà SCREENSAVER LA MELEVISIONE 16.30 POMERIGGIO SPORTIVO 17.15 SQUADRA SPECIALE VIENNA. Telefilm 18.00 GEO MAGAZINE 2008 19.00 TG3 - TG REGIONE - BLOB 20.30 UN POSTO AL SOLE. Soap 21.05 POVERI MA BELLI. Film 23.00 TG3 - TG3 PRIMO PIANO

13.10 TERRA NOSTRA. Telenovela 14.00 TG3 - TG REGIONE 14.45 COMINCIAMO BENE ESTATE ANIMALI E ANIMALI E ... 15.00 TREBISONDA. Varietà SCREENSAVER LA MELEVISIONE 16.30 POMERIGGIO SPORTIVO 17.15 SQUADRA SPECIALE VIENNA. Telefilm 18.00 GEO MAGAZINE 2008 19.00 TG3 - TG REGIONE - BLOB 20.30 UN POSTO AL SOLE. Soap 21.30 CIRCO MASSIMO SHOW 23.00 TG3 REGIONE - TG3

13.10 TERRA NOSTRA. Telenovela 14.00 TG3 - TG REGIONE 14.45 COMINCIAMO BENE ESTATE ANIMALI E ANIMALI E ... 15.00 TREBISONDA. Varietà SCREENSAVER LA MELEVISIONE 16.30 POMERIGGIO SPORTIVO 17.15 ARSENIO LUPIN. Telefilm 18.00 GEO MAGAZINE 2008 19.00 TG3 - TG REGIONE - BLOB 20.30 UN POSTO AL SOLE. Soap 21.05 DELITTI INQUIETANTI. Film 22.45 TG3 - TG3 PRIMO PIANO 23.15 LA NUOVA SQUADRA. Tf

13.10 14.00 14.40 14.55 15.00 16.30

10.30 12.30 13.00 14.00

I COLPEVOLI. Film TG LA7 - SPORT7 IN TRIBUNALE CON LYNN LA NAVE MATTA DEL DR. ROBERTS. Film SUPERBIKE: GP DI GRAN BRETAGNA - QUALIFICHE THE NEW SWISS FAMILY ROBINSON. Film TV TG LA7 DOCTOR*OLOGY JACK FROST. «Verità nascosta». Telefilm LA CONTROPARTITA. Film TG LA 7 - DEADWOOD

10.35 12.05 12.30 13.00

09.30 10.30 11.30 12.30 13.00 14.00 16.00

LE VITE DEGLI ALTRI. Att. MAI DIRE SI. Telefilm MATLOCK. Telefilm TG LA7 - SPORT 7 ALLA CONQUISTA DEL WEST BRAVISSIMO! Film IL RITORNO DI MISSIONE IMPOSSIBILE. Telefilm STREGHE. Telefilm MURDER CALL. Telefilm TG LA7 LA VALIGIA DEI SOGNI. Att IL GIOVEDI’. Film VIA PARADISO. Film TG LA7 - STAR TREK D.S.9

09.30 10.30 11.30 12.30 13.00 14.00

10.30 11.30 12.30 13.00 14.00 16.00

09.30 10.30 11.30 12.30 13.00 14.00 16.00

09.30 10.30 11.30 12.30 13.00 14.00 16.00

17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.30 21.20

20.30 21.05

16.55 18.00

LA 7

MARTEDI’ 5

TG1 - CHE TEMPO FA LA SIGNORA IN GIALLO TG 1 / TG1 ECONOMIA JULIA. Soap DON MATTEO 3. Telefilm TG PARLAMENTO CHE TEMPO FA - TG 1 COTTI E MANGIATI. Sit-com LE SORELLE MCLEOD. Tf IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA. Quiz TG1 LA BOTOLA. Varietà THE CONSTANT GARDENER LA COSPIRAZIONE. Film

15.30 16.30 17.15 18.00 18.10

RAITRE

LUNEDI’ 4 11.30 11.40 13.30 14.10 14.45 16.50 17.00 17.10 17.20 18.00 18.50 20.00 20.30 21.20

11.15 13.00 13.45 14.00

RAIDUE

Trama: In un paese del Sud, Michele, un giovane di dieci anni, bruno di capelli e di carnagione, dal profilo fiero e sicuro, scopre una casa abbandonata con un buco nero nel quale c'era un bambino, biondo e spaventato come una bestiola ferita. Chi l’avesse tenuto prigioniero non era un uomo, era un orco.

SS MESSA RECITA DELL’ANGELUS LINEA VERDE DIRETTA POLE POSITION - TG1 FORMULA1: GRAN PREMIO DI UNGHERIA - GARA POLE POSITION TG1 - CHE TEMPO FA ASPETTANDO MISS ITALIA 08 FINCHE’ DURA SIAMO A GALLA. Film IL COMMISSARIO REX. Tf TG1 - RAI TG SPORT SUPERVARIETA’. Varietà PROVACI ANCORA PROF 2

10.15 11.45 12.40 13.30 14.00 15.45 16.30

RAIUNO

DOMENICA 3

Attori: Diego Abatantuono, Dino Abbrescia.

20.00 20.30 21.10 23.05 00.55

UN CICLONE IN CONVENTO LADY COP. Telefilm LA SIGNORA IN GIALLO TG 1 LINEABLU. Attualità QUARK ATLANTE OVERLAND 7 - RITORNO IN SIBERIA. Documentario TG1 - CHE TEMPO FA A SUA IMMAGINE SPECIALE EASY DRIVER REAZIONE A CATENA TG1 - TG1 SPORT SUPERVARIETA’. Varietà MATRIMONI E PREGIUDIZI

10.55 12.00 12.20 13.10 14.00 15.40 16.30 16.40 17.30

14.00 16.20 17.45 20.00 20.30 21.30

GENITORI IN BLUE JEANS SUPERBIKE: PREGARA TG LA7 - SPORT 7 SUPERBIKE: GP DI GRAN BRETAGNA - GARA 1 ASSASSINIO SUL PALCOSCENICO. Film SUPERBIKE: GP DI GRAN BRETAGNA - GARA 2 APPUNTAMENTO SOTTO IL LETTO. Film TG LA7 - SPORT 7 AUSTIN STEVENS. Doc I MAGNIFICI SETTE CAVALCANO ANCORA. Film

17.35 18.10 19.00 19.50 20.25 21.00 22.40

16.30 17.15 18.00 19.00 20.10 20.30 21.05 23.05

17.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.05 01.05

17.35 18.10 19.00 19.50 20.25 21.00 23.05

16.00 17.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.15

LE VITE DEGLI ALTRI. Att. MAI DIRE SI. Telefilm MATLOCK. Telefilm TG LA7 - SPORT 7 ALLA CONQUISTA DEL WEST LA TAVERNA DELLA GIAMAICA. Film IL RITORNO DI MISSIONE IMPOSSIBILE. Telefilm JEFF & LEO. Telefilm MURDER CALL. Telefilm TG LA7 CROZZA ITALIA EXCLUSIVE LA7 DOC: MUSSOLINI. Doc. SEX & THE CITY. Telefilm

17.35 18.10 19.00 19.50 20.25 21.05 22.40

17.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.15

TG2 E...STATE CON COSTUME MEDICINA 33. Rubrica WOLFF. Telefilm SQUADRA SPECIALE LIPSIA THE DISTRICT. Telefilm LA COMPLICATA VITA DI CHRISTINE. Tf DUE UOMINI E MEZZO. Tf TG 2 SPORT - TG2 - METEO SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm FRIENDS. Telefilm WARNER SHOW - TG 2 CLOSE TO HOME. Telefilm THE NINE. Telefilm

MAI DIRE SI. Telefilm MATLOCK. Telefilm TG LA7 - SPORT 7 ALLA CONQUISTA DEL WEST IL MAGO DI OZ. Film IL RITORNO DI MISSIONE IMPOSSIBILE. Telefilm CUORE D’AFRICA. Telefilm MURDER CALL. Telefilm TG LA7 NIENTE DI PERSONALE REMIX. Attualità BUON COMPLEANNO MR. GRAPE. Film SEX & THE CITY. Telefilm

17.35 18.10 19.00 19.50 20.25 21.05 21.50

17.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.45 00.15

LE VITE DEGLI ALTRI. Att. MAI DIRE SI. Telefilm MATLOCK. Telefilm TG LA7 - SPORT 7 ALLA CONQUISTA DEL WEST I COSACCHI. Film IL RITORNO DI MISSIONE IMPOSSIBILE. Telefilm IL COMMISSARIO SCALI. Tf MURDER CALL. Telefilm TG LA7 MARKETTE DOPPIO BRODO STARGATE SG-1. Telefilm SEX & THE CITY. Telefilm DELITTI. Documentario

17.15 18.05 19.00 20.10 20.30 21.05 23.05 23.30

17.00 19.00 20.00 20.30 21.10 23.15

TG1 - CHE TEMPO FA LA SIGNORA IN GIALLO TG 1 / TG1 ECONOMIA JULIA. Soap DON MATTEO 4. Telefilm COTTI E MANGIATI. Sit-com TG PARLAMENTO CHE TEMPO FA - TG 1 LE SORELLE MCLEOD. Tf IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA. Quiz TG1 LA BOTOLA. Varietà PAGINE DELLA NOSTRA VITA TG1 - TV7. Attualità

TERRA NOSTRA. Telenovela TG REGIONE - TG 3 COMINCIAMO BENE ESTATE TG3 FLASH L.I.S. TREBISONDA. Varietà STORIE DELLA MIA INFANZIA. Film ARSENIO LUPIN. Telefilm GEO MAGAZINE 2008 TG3 - TG REGIONE BLOB. Varietà UN POSTO AL SOLE. Soap LA GRANDE STORIA. Doc TG3 - TG REGIONE LA NUOVA SQUADRA. Tf LE VITE DEGLI ALTRI. Att. MAI DIRE SI. Telefilm MATLOCK. Telefilm TG LA7 - SPORT 7 ALLA CONQUISTA DEL WEST PICCOLI DETECTIVE. Film IL RITORNO DI MISSIONE IMPOSSIBILE. Telefilm DETECTIVE EXTRALARGE MURDER CALL. Telefilm TG LA7 LE INTERVISTE BARBARICHE MISSIONE NATURA. Doc. FENOMENI PARANORMALI INCONTROLLABILI. Film


Tv e cinema

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

19 CINEMA programmazione settimanale

DAL 1 AGOSTO AL CINEMA CREMA Porta Nova (0373 218411) www.multisalaportanova.it • Funny games v.m. 14 • Il cavaliere oscuro • Noi due sconosciuti • Black house v.m. 14 • Hellboy2 • I demoni di san pietroburgo (over60) •RASSEGNE ESTIVE A 3EURO CINEMA QUALITA’ • Lussuria (venerdì) • Interview (lunedì) • Maradona (martedì) • I demoni di sanpietroburgo (mercoledì) • Il divo (giovedì) BRIVIDI D’ESTATE • The eye (sabato) PICCOLI SPETTATORI

«Grace is gone» Di James C. Strouse Genere: Guerra/drammatico Cast: John Cusack, Alessandro Nivola, Mary Kay Place, Doug Dearth, Gracie Bednarczyk, Nathan Adloff, Michael Thomas Dunn, Brian Patrick Farrell, Andrea Frisby, Shèlan O'Keefe, Zach Gray, Suzanne Lang

Stanley Phillips avviato alla carriera militare, sognava di poter servire a lungo il proprio Paese, ma venne esonerato. Ora serve i clienti di un negozio di articoli per la casa, mentre la moglie sergente combatte in Iraq. Impacciato a casa come al lavoro, si ritrova a dover crescere - spesso da solo - la figlia dodicenne Heidi e sua sorella Dawn di otto anni. Stanley non è in grado di essere molto affettuoso e le ragazze sen-

tono profondamente la mancanza della madre. Un giorno arriva la notizia che sua moglie Grace è rimasta uccisa al fronte. Impreparato ad affrontare la tragedia, si trova incapace di dirlo alle figlie. Nel tentativo di fare di tutto pur di ritardare il momento di rivelare la verità alle ragazze, i tre si mettono in viaggio, e Stanley mostra un lato più dolce di sé stesso, cercando di vivere insieme gli ultimi momenti d'innocenza.

SABATO 2

CANALE 5

ITALIA 1

09.35 10.00 11.00 11.30 12.10 14.00 14.30 16.30

18.00 18.55 19.35 21.30 00.15 02.25

18.55 19.35 21.30 23.30

18.55 19.35 19.50 20.20 21.10 23.30

MERCOLEDI’ 6

GIOVEDI’ 7

VENERDI’ 8 09.20 11.00 13.00 13.40 16.00 16.55 17.00

23.30 01.20

IN FUGA COL NEMICO. Film FORUM. Attualità TG5 - METEO MY LIFE. Soap UNA MAMMA PER AMICA TG5 MINUTI - METEO 5 ROSAMUNDE PILCHER: PER AMORE E PASSIONE EVERWOOD. Telefilm TG 5 - METEO 5 VELINE. Varietà QUANDO MENO TE L’ASPETTI. Film ROMANTICA JEANA. Film TG5 NOTTE - METEO5

18.50 20.00 20.30 21.10 23.20 01.20 01.50

MINOUCHE LA GATTA. Film FORUM. Attualità TG5 - METEO MY LIFE. Soap UNA MAMMA PER AMICA TG5 MINUTI - METEO 5 I NUOVI GENITORI DI WAYLON. Film EVERWOOD. Telefilm TG 5 - METEO 5 VELINE. Varietà IO NON HO PAURA. Film CODICE ROSSO. Telefilm TG5 NOTTE - METEO5 VELINE (R). Varietà

SMALLVILLE. Telefilm STUDIO APERTO - METEO STUDIO SPORT CARTONI ANIMATI PASO ADELANTE. Tf SUMMER CRUSH. Telefilm SUMMER DREAMS. Telefilm CARTONI ANIMATI STUDIO APERTO - METEO FRIENDS. Telefilm CAMERA CAFE’ CELEBRITY LA VITA SECONDO JIM. Tf I FRATELLI GRIMM E L’INCANTEVOLE STREGA 23.15 HEROES. Telefilm

10.25 11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.25 17.15 18.30 19.05 20.05 20.45 21.10 23.00

BUFFY. Telefilm SMALLVILLE. Telefilm STUDIO APERTO - METEO STUDIO SPORT CARTONI ANIMATI PASO ADELANTE. Tf SUMMER CRUSH. Telefilm SUMMER DREAMS. Telefilm CARTONI ANIMATI STUDIO APERTO - METEO FRIENDS. Telefilm CAMERA CAFE’ CELEBRITY LA VITA SECONDO JIM. Tf COLORADO. Varietà CURSED - IL MALEFICIO

10.25 11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.25 17.15 18.30 19.05 20.05 20.45 21.10 23.25

BUFFY. Telefilm SMALLVILLE. Telefilm STUDIO APERTO - METEO STUDIO SPORT CARTONI ANIMATI PASO ADELANTE. Tf SUMMER CRUSH. Telefilm SUMMER DREAMS. Telefilm CARTONI ANIMATI STUDIO APERTO - METEO FRIENDS. Telefilm CAMERA CAFE’ CELEBRITY LA VITA SECONDO JIM. Tf STANDOFF. Telefilm PRISON BREAK. Telefilm

11.40 12.20 13.30 14.00 15.00 16.00 16.30

11.40 12.20 13.30 14.00 15.00 16.00 16.45 18.55 19.35 19.50 20.20 21.10 23.35 01.25 02.00

FEBBRE D’AMORE. Soap KOJAK. Telefilm TG 4 - METEO 4 IL TRIBUNALE DI FORUM BALKO. Telefilm SENTIERI. Soap opera C’E’ UN SENTIERO NEL CIELO TG4 - METEO 4 IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE. Soap RENEGADE. Telefilm NESSUNA PIETA’. Film SERAFINO. Film TG4 RASSEGNA STAMPA LE CANZONI DI JOVANOTTI

11.40 12.20 13.30 14.00 15.00 16.00 18.55 19.35 19.50 20.20 21.10

18.50 20.00 20.30 21.10 23.30 00.20 01.20

PROVE SCHIACCIANTI FORUM. Attualità TG5 - METEO MY LIFE. Soap UNA MAMMA PER AMICA TG5 MINUTI - METEO 5 INGA LIDSTROM - SULLA VIA DEL TRAMONTO. Film EVERWOOD. Telefilm TG 5 - METEO 5 VELINE. Varietà DIRTY SEXY MONEY. Tf BIG SHOTS. Telefilm SEX & LAW. Telefilm TG5 NOTTE - METEO5

08.50 09.25 11.00 13.00 13.40 16.00 16.55 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.30 01.20 01.50

BUFFY. Telefilm SMALLVILLE. Telefilm STUDIO APERTO - METEO STUDIO SPORT CARTONI ANIMATI PASO ADELANTE. Tf SUMMER CRUSH. Telefilm SUMMER DREAMS. Telefilm CARTONI ANIMATI STUDIO APERTO - METEO FRIENDS. Telefilm CAMERA CAFE’ CELEBRITY LA VITA SECONDO JIM. Tf CANTA E VINCI. Varietà TUTTO IN UNA NOTTE. Att.

10.25 11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.25 17.15 18.30 19.05 20.05 20.45 21.10 23.00

BUFFY. Telefilm SMALLVILLE. Telefilm STUDIO APERTO - METEO STUDIO SPORT CARTONI ANIMATI PASO ADELANTE. Tf SUMMER CRUSH. Telefilm SUMMER DREAMS. Telefilm CARTONI ANIMATI STUDIO APERTO - METEO FRIENDS. Telefilm CAMERA CAFE’ CELEBRITY LA VITA SECONDO JIM. Tf DA LADRO A POLIZIOTTO UN CICLONE IN FAMIGLIA 2

11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.25 17.15 18.30 19.05 20.05 20.45 21.10

FEBBRE D’AMORE. Soap KOJAK. Telefilm TG 4 - METEO 4 IL TRIBUNALE DI FORUM BALKO. Telefilm SENTIERI. Soap opera COME SPOSARE UN MILIONARIO. Film TG4 - METEO 4 IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE. Soap RENEGADE. Telefilm IL GIUDICE MASTRANGELO: «Delitto sul mare». Telefilm GENTES. Attualità

11.40 12.20 13.30 14.00 15.00 16.00 16.30 18.55 19.35 19.50 20.20 21.10 23.15 01.55 02.25

FEBBRE D’AMORE. Soap KOJAK. Telefilm TG 4 - METEO 4 IL TRIBUNALE DI FORUM BALKO. Telefilm SENTIERI. Soap opera TRADIMENTO. Film TG4 - METEO 4 IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE. Soap RENEGADE. Telefilm IL BATTAGLIONE PERDUTO SARANNO FAMOSI. Film TG4 RASSEGNA STAMPA OH, MIA BELLA MATRIGNA

11.40 12.20 13.30 14.00 15.00 16.00 16.30

ARAGOSTA A COLAZIONE TG 4 - NOTIZIE TRAFFICO FORNELLI D’ITALIA DOC. Telefilm TG 4 - METEO 4 NERO WOLFE: CAMPAGNE PER UNO. Film PSYCH - «Doppia coppia...» «Serata dei mini incontri». DONNAVVENTURA TG 4 - METEO 4 RENEGADE. Telefilm CRIMINAL INTENT. Film IL COMMISSARIO MOULIN TG4 RASSEGNA STAMPA

16.00

MARTEDI’ 5

DOCUMENTARIO SANTA MESSA PIANETA MARE TG 4 - NOTIZIE TRAFFICO MELAVERDE / TG 4 - METEO STANLIO & OLLIO. Telefilm UNA SERAC’INCONTRAMMO FUGA DAL PIANETA DELLE SCIMMIE. Film TG 4 - TELEGIORNALE IL COMMISSARIO CORDIER «Le tavole della legge». Tf MAIGRET E IL FALSO AMICO SCOMMESSA CON LA MORTE. Film

07.45 11.20 11.50 12.30 13.00 14.05 16.00 18.00 18.30 19.00 20.00 20.30 22.45 00.35 01.15

16.35 17.50 18.30 19.00 19.25 21.05 22.55

Batman alza la posta nella sua battaglia contro il crimine. Con l'aiuto del tenente Jim Gordon e del Procuratore Distrettuale Harvey Dent, Batman vuole debellare le ultime organizzazioni criminali che affliggono le strade della città. Il gruppetto si dimostra molto efficace ma i tre si trasformano presto nella preda del regno del caos creato dal pericoloso malvivente noto ai cittadini terrorizzati di Gotham City: Joker.

10.25 11.20 12.25 13.00 13.40 15.00 15.55 16.25 17.15 18.30 19.05 20.05 20.45 21.10 23.35

H20. Telefilm PIU’ FORTE RAGAZZI! STUDIO APERTO - METEO STUDIO SPORT TG.COM MOTORI LA VITA SECONDO JIM. Tf SUMMER DANCE - AMORE AD IBIZA. Film DUE GEMELLE ON THE ROAD A CASA DI FRAN. Telefilm STUDIO APERTO - METEO FRIENDS. Telefilm BEETHOVEN 2. Film BABY BIRBA. Film MISSIONE AD ALTA QUOTA

PIEVE FISSIRAGA

Ann, George e il piccolo Georgie sono in cammino verso la loro seconda casa, dove passeranno le vacanze estive. I vicini di casa, Fred e Eva, sono già arrivati e si organizzano per vedersi tutti il giorno dopo per una partita di golf. Mentre suo marito e suo figlio sono al lago per sistemare la barca a vela messa recentemente a nuovo, Ann inizia a preparare la cena. All’improvviso si ritrova faccia a faccia con Peter, un ragazzo estremamente gentile...

CARTONI ANIMATI WILLY, PRINCIPE DI BEL-AIR GRAND PRIX STUDIO APERTO - METEO RTV - LA TV DELLA REALTA’ NEMICHE. Film IL SOGNO DI HOLLY. Film FRIENDS. Telefilm STUDIO APERTO - METEO SETTIMO CIELO. Telefilm IL MAMMO. Telefilm I CESARONI. Telefilm UGLY BETTY. Film STUDIO SPORT HOFFA: SANTO O MAFIOSO?

10.45 11.15 12.25 13.00 13.35 13.40 14.10

(0371 420017) • CHIUSO PER RIPOSO

Dopo la rottura di un'antica tregua fra la razza umana e l'invisibile regno fantastico, l'Inferno sta per scatenarsi ancora una volta sulla Terra. Un leader spietatosfida la sua stirpe, e risveglia un'indomito esercito di creature. Toccherà quindi al supereroe più forte del pianeta combattere contro il sanguinario dittatore e i suoi predoni. Che sia rosso, che abbia le corna, che sia in fondo un incompreso, solo Hellboy può toglierlo di mezzo.

23.05 01.35

18.50 20.00 20.30 21.10

Del Viale (0371 426028) cinemateatrodelviale.it • Il cavaliere oscuro DAL 4 AL 21 AGOSTO CHIUSURA ESTIVA

BATMAN- IL CAVALIERE OSCURO (Azione)

LUNEDI’ 4 09.20 11.00 13.00 13.40 15.55 16.55 17.00

CREMONA Megacine Po (199.404.406) www.cremona.megacine.it • Agente smart - casino totale • Hellboy2 • Il cavaliere oscuro • Joshua • Perfect creature • Wanted scegli il tuo destino Tognazzi

LODI Fanfulla (0371 30740) • CHIUSURA ESTIVA

FUNNY GAMES (Thriller)

09.20 11.00 13.00 13.40 16.00 16.55 17.00

09.30 CIRCLE OF LIFE. Telefilm 10.30 SUA MAESTA’ VIENE DA LAS VEGAS. Film 13.00 TG 5 - METEO 5 13.35 EVERWOOD. Telefilm 14.40 QUESTA E’ LA MIA TERRA VENT’ANNI DOPO. Film TV 16.35 NATI IERI. Telefilm 17.40 UNA DONNA IN CARRIERA 20.00 TG 5 - METEO 5 20.40 VELINE. Varietà 21.10 SWARMED - LO SCIAME DELLA PAURA. Film 00.30 INTRIGO A BARCELLONA

CASTELLEONE Cineteatro Giovanni Paolo II (0374 56052) Riposo

Cinelandia (0371 237012) www.cinelandia.it • Love Guru • Grace Is Gone • Andersen - Una Vita Senza Amore • Il Peggior Allenatore Del Mondo • Nella Rete Del Serial Killer SPINO D’ADDA Vittoria (0373 980106) • CHIUSURA ESTIVA

(0372 458892) • Hellboy • Il cavaliere oscuro Filo (0372 411252) • CHIUSURA ESTIVA

HELLBOY (Azione)

UNA FAMIGLIA RITROVATA FORUM. Attualità TG5 - METEO MY LIFE. Soap UNA MAMMA PER AMICA TG5 MINUTI - METEO 5 INSIEME APPASSIONATAMENTE: VIVA GLI SPOSI! EVERWOOD. Telefilm TG 5 - METEO 5 VELINE. Varietà SPANGLISH - QUANDO SON IN TROPPI A PARLARE. Film SLIDING DOORS. Film TG5 NOTTE - METEO5

08.50 DOCUMENTARIO 09.20 CIRCLE OF LIFE 10.20 SCELTA D’AMORE: LA STORIA DI HILARY E VICTOR 13.00 TG5 - METEO 5 13.45 EVERWOOD. Telefilm 14.40 E POI C’E’ FILIPPO. Telefilm 16.40 NATI IERI. Telefilm 17.40 ACQUA E SAPONE. Film 20.00 TG 5 - METEO 5 20.30 VELINE. Varietà 21.10 LA CORRIDA: IL MEGLIO E IL PEGGIO. Varietà 23.30 ALLY MCBEAL. Telefilm 00.30 TG5 NOTTE

09.00 11.30 11.40 12.40 13.30 14.00

RETE 4

DOMENICA 3

• Ortone e il mondo dei chi (domenica) RIDIAMOCI SOPRA •Lo spaccacuori (domenica)

18.55 19.35 19.50 20.20 21.10 00.30 02.20

TUTTI AMANO RAYMOND NEL NOME DELL’AMORE FORUM. Attualità TG5 - METEO MY LIFE. Soap UNA MAMMA PER AMICA TG5 MINUTI - METEO 5 PROFUMO DI CARAIBI. Film EVERWOOD. Telefilm TG 5 - METEO 5 VELINE. Varietà PIPER. Film MATRIX. Attualità TG5 NOTTE - METEO5 VELINE (R). Varietà

09.20 11.00 13.00 13.40 16.00 16.55 17.00

FEBBRE D’AMORE. Soap KOJAK. Telefilm TG 4 - METEO 4 IL TRIBUNALE DI FORUM BALKO. Telefilm SENTIERI. Soap opera LE AVVENTURE DI RIN TIN TIN. Film TG4 - METEO 4 IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE. Soap RENEGADE. Telefilm LA MIA AFRICA. Film MILLE BOLLE BLU. Film TG4 RASSEGNA STAMPA

18.50 20.00 20.30 21.10

FEBBRE D’AMORE. Soap KOJAK. Telefilm TG 4 - METEO 4 IL TRIBUNALE DI FORUM BALKO. Telefilm POLVERE DI STELLE. Film TG4 - METEO 4 IERI E OGGI IN TV TEMPESTA D’AMORE. Soap RENEGADE. Telefilm LA MERAVIGLIOSA ANGELICA. Film 23.35 L’OMBRA DEL TESTIMONE 01.45 TG4 RASSEGNA STAMPA 02.00 GLI EROI DELLA DOMENICA

Registrazione tribunale di Crema n. 109 del 27/04/99 Direttore responsabile: Sergio Cuti Redazione e sede legale: via Ponte Furio 32/B 26013 Crema Società editrice: Promedia Società cooperativa - Via del Sale 19 - Cremona Stampa: SEL - Società Editrice Lombarda (Cremona) Spedizione in abb. post.: - 45% - art. 2 comma 20/b legge 662/96 - Filiale di Cremona Concessionaria pubblicità: Immagina Srl Tel. 0373 80189 - 84691 Fax 0373 254273


Ma per chi rimane in città c’è CremArena: film, teatro, danza... Il mese di agosto a CremArena inizia domenica 3 con lo spettacolo di danza di Raffaele Paganini. “E’ una serata estremamente spettacolare, raffinata ed eclettica. Il programma è pensato per offrire allo spettatore un caleidoscopio di movimenti e di emozioni in cui la danza classica incontra la danza moderna e quella etnica. Sul palco dell’arena civica di via Dante si alterneranno artisti di altissimo livello per celebrare un omaggio alla danza, classica e moderna”. Spettacolo di grande suggestione e di notevole livello dato soprattutto dal prestigio che il celebre (e non più giovanissimo) ballerino ha saputo meritarsi nel tempo con le sue esibizioni apprezzate un poco in tutto il mondo. Particolarmente noto al pubblico televisivo per le sue apparizioni in programmi di grande ascolto, ha ballato con le più grandi Compagnie, dal Teatro alla Scala, al San Carlo di Napoli, è di casa al Teatro dell’Opera di Roma dove ha studiato e dove è da anni solista e ètoile. Dall'88 ogni anno partecipa al Gran Galà di Stelle che si svolge in Canada. Nella sua carriera ha ballato le più grandi e famose ballerine italiane e straniere. Apprezzato interprete di Musical Raffaele Paganini è stato protagonista di: Un Americano a Parigi con Rossana Casale e, con l'Opera di Roma, una creazione di Mauro

Bigonzetti ispirata a "Cenerentola", Cantando sotto la pioggia della Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, Sette spose per sette fratelli, con la stessa regia, Il pipistrello di Strauss e Carmen con le coreografie di Luigi Martelletta e le musiche di Astor Piazzola. Tanto altri sono i suoi successi tanto che può essere considerato il ballerino più amato dagli italiani, ma soprattutto il più visto e unico “etoile” italiano realmente titolato a fregiarsi di tale riconoscimento. In questi ultimi anni decide di fondare la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti e premi. Nello spettacolo a CremArena lo accompagna Anbeta Toromani passata dallo studio della ginnastica artistica al balletto dove ha trovato la sua vera passione. E’ prima ballerina del Teatro dell’Opera di Tirana. Dopo una partecipazione vittoriosa al famoso programma televisivo Amici (nel 2003), ne diviene la ballerina professionista, carica che mantiene ancora oggi. Lo spettacolo toccherà filoni musicali tra loro differenti nello stile e nell’ esecuzione ma uniti dalla popolarità che contraddistingue la trama musicale della serata. Infatti si alterneranno coreografie danzate su temi di grandi autori classici quali Ciaicowski, Bach e Vivaldi, su musiche di

Il ballerino più amato dagli italiani. Famoso in tutto il mondo.

Di lato Raffaele Paganini, insieme a Bolle l’unico etoile italiano a conquistare i teatri di tutto il mondo. Sarà accompagnato da Anbeta Toromani, prima ballerina dell’Opera di Tirana, vincitrice di Amici nel 2003, e attuale ballerima professionista del noto programma televisivo.

In programma giovedì 21 agosto

Arriva Batman origine popolare come il Tango, la Taranta ed il Ballo Tundu e su melodie moderne come quelle di Ennio Morricone, Bobby Mc Ferrin e Goran Bregovic. Insomma una serata piena di emozioni e di colori e di grande danza… Per il

pubblico l’occasione di trascorrere una serata al cospetto nel firmamento della danza. Artisti che sapranno regalare intense emozioni con passi a due di classica, coreografie moderne e un coinvolgente tango.

Il 31 agosto la «Vedova Allegra» con la compagnia dell’Oniro

Ma c’è spazio anche per l’Operetta Bisognerà avere un poco di pazienza ma anche a CremArena si potrà vedere l’operetta, genere che ha dei veri e propri appassionati: sarà per domenica 31 agosto (lo segnaliamo fin d’ora perché il giornale nel mese di agosto non uscirà). L’ Operetta è “La Vedova allegra”, musiche di Franz Lehar. Ospite nello spazio di via Dante a Crema sarà la Compagnia dell’Oniro diretta da Franco Pulvirenti. Protagonista maschile Edoardo Guarnera con protagonista femminile Annarita Massarotto. Si tratta, come è noto, della più famosa e conosciuta fra tutte le Operette, dal momento che anche nel titolo richiama quell’atteggiamento scanzonato, festoso, comico e quindi senza troppi pensieri, che è caratteristico di questo genere di rappresentazioni musicali dove però particolarmente importante è anche la dimensione recitativa. Infatti questa rappresentazione dell’operetta di Lehar si avvale della partecipazione straordinaria del comico Pippo Santonastaso. Altri interpreti: Italo Ciciriello, Cosetta Gigli…Musiche dirette dal Maestro Stefano Sovrani. Si tratta di un vero e proprio concerto- spettacolo: La Compagnia dell’Oniro prodotta e diretta da Franco Pulvirenti vanta allestimenti nei più importanti teatri nazionali, da Roma a Milano, dalla Sicilia al Veneto, e la presenza nei più noti festival estivi. Un cast di primo rilievo garantisce ad ogni proposta interpretazioni di grande spessore. Costumi e scene sono particolarmente curati.

Il film si concentra sul latyo “oscuro” del celebre super eroe nato dai fumetti di Bob Kane e Bill Fingers.

Giovedi 21 agosto al CremArena terzo appuntamento della rassegna col film “Batman, il Cavaliere oscuro” della versione italiana. Il film è uscito negli USA, dopo oltre un anno di riprese, il 18 luglio, in Italia è in circolazione dal 23 luglio ed è il sesto adattamento cinematografico dell’eroe dei fumetti creato da Bob Kane e Bill Finger. Gli interpreti principali, con la regia di Christofer Nolan, sono gli stessi della precedente pellicola: Christian Bale e Maichael Caine soprattutto. Grande successo stanno ottenendo anche le musiche di Hans Zimmer e James Newton Howard. Il film inizia con una rapina in banca da parte di banditi vestiti da clown nella città di Gotham City (ambientata a Chicago). Batman, dopo i successi ottenuti contro la criminalità, è l’eroe della città. Joker, il suo acerrimo nemico, si propone di ucciderlo e lo ricatta per scoprirne l’identità segreta. Vicenda con finale drammatico per il Cavaliere oscuro, che viene ferito ed è costretto a fuggire dalla città. La critica cinematografica è sostanzialmente positiva per questo film; c’è chi lo considera in grado di rivaleggiare con i grandi classici polizieschi e noir. Ottimi e insoliti sono giudicati gli effetti speciali. Forse un capolavoro imperfetto per il finale eccessivamente melodrammatico, ed il contenuto affrontato con eccessiva leggerezza: “il bene e il male piuttosto che combattersi, danzano”. Sta di fatto che in pochi giorni il film ha scalato tutte le classifiche, ed è oggi il miglior film a giudizio degli spettatori.


1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Cultura & Spettacoli

Super holding della cultura: si è già scatenata la bufera La tentazione, non dico di impadronirsi della “cultura” (cosa che presuppone capacità straordinarie in questo campo) ma di condizionarla, è fatto ricorrente in tutte le situazioni politiche dove chi comanda si considera particolarmente “forte” e quindi – dal momento che la psicologia umana è una cosa complessa emerge in modo particolare la paura di perdere il proprio potere. Anche a Crema qualcosa del genere sembra adombrare la mente di qualche personaggio politico che durante l’estate si sente particolarmente disponibile ad occupare il proprio tempo libero congetturando supposte strategie di potere. Bisogna diffidare del periodo estivo: a volte emergono strani comportamenti che la calura asseconda. E così gira nell’aria e occupa lo spazio di qualche rara discussione il tormentone:” qualcuno in Comune sta pensando di mettere in piedi una Super-Fondazione che gestisca i principali momenti culturali in città: dal teatro S.Domenico (con annessa rassegna estiva a CremArena), alla Scuola Musicale “Folcioni”, e perché no? anche a qualche iniziativa “privata” che intenda aggregarsi al progetto “culturale” istituzionalizzato.” Un attentato alla libertà di cultura? Non esageriamo, non si tratta di questo. Si potrebbe trattare, forse, della semplice volontà di “metter cappello” su iniziative che, essendo popolari, possono significare consenso a buon mercato. In realtà nessun consenso è “a buon mercato”: o ha le sue buone ragioni, o ha un proprio irragionevole costo economico. Ma la buona ragione è quella che considera la cultura come un fatto “libero” e non da condizionare; certo da sostenere perché la buona cultura, proprio perché tale, non ha mai finanziato totalmente se stessa. Pena

il corrompersi sia della cultura che della politica. Una questione, quindi, non di poco conto! Abbiamo sentito alcuni pareri a proposito dell’ipotesi “holding della cultura”da parte di alcuni importanti diretti operatori culturali. Umberto Cabini, che della Fondazione San Domenico è il Presidente, cade dalle nuvole: «Non ne so nulla. Mi sembra una boutade estiva. C’è comunque un pericolo: che i soci fondatori della attuale Fondazione se ne preoccupino e pensino di rivedere le loro disponibilità. Sarebbe un autogol imperdonabile. Considero piuttosto altre le priorità: coinvolgere nelle iniziative culturali della città di Crema in modo più evidente il territorio coi suoi 48 comuni; rinnovare la convenzione fra S. Domenico e Folcioni (questo autunno ci sarà con ogni probabilità il trasloco dell’Istituto musicale cittadino negli spazi del S. Domenico); dotare la programmazione del teatro di un “direttore artistico” di cui ho sempre sostenuto la necessità. In Comune ci si dovrebbe preoccupare di questo». Anche l’assessore alla cultura Renato Ancorotti si mostra sorpreso della proposta: «Chi ha fatto circolare la voce della “holding” o ha sbagliato parola o ha sbagliato il concetto: holding significa una società di controllo; cosa significhi controllare una Fondazione - nel caso il S. Domenico - che nasce appunto come tale per essere autonoma, mi pare semplicemente una contraddizione. Mi pare che la Fondazione del S. Domenico stia lavorando bene, da parte mia le riconosco totalmente autonomia decisionale, sia pure all’interno delle disponibilità economiche non illimitate di cui può disporre il Comune. C’è piuttosto l’esigenza di realizzare una sorta di “filtro” perché

le diverse iniziative culturali non si sovrappongano fra di loro; un coordinamento che però non può tradursi che in informazione, lasciando alle libere iniziative di valutare il mantenimento o meno del loro calendario. E questo potrebbe farlo benissimo il mio assessorato.” Abbiamo sentito il parere anche di due consiglieri comunali particolarmente attenti alla questione culturale: Paolo Mariani della Commissione cultura del Comune e Stefania Bonaldi capogruppo del Partito Democratico. «In Commissione cultura» dice Paolo Mariani, «non è mai uscito un argomento del genere. Semmai si è parlato della necessità di una cabina di regia per armonizzare le tante iniziative di tanti soggetti istituzionali (i privati sono un’altra cosa): assessorato alla cultura in particolare con la proposta della Rassegna CremArena, la Fondazione del teatro S. Domenico, la Pro Loco, la stessa Diocesi particolarmente attiva nelle proposte culturali… Una cabina di regia sicuramente istituzionale, forse la stessa Commissione culturale potrebbe impegnarsi in questo». Anche Stefania Bonaldi mentre riconosce l’opportunità di un coordinamento fra le tante iniziative, rifiuta il concetto di politica culturale “educativa” da parte del Comune: «significherebbe» dice, «una volontà impositiva che in questo campo è del tutto impropria, e inoltre penalizzerebbe o peggio condizionerebbe, le tante iniziative e proposte culturali “private” che invece devono essere sostenute ma rispettate nella loro autonomia». Nessuno si prende la paternità della proposta “holding”. Che sia veramente una boutade estiva, o un colpo di sole improvviso? Lo sapremo solo in autunno.

21 LA SFINGE di Abner

Rendo doveroso conclusivo omaggio ad una iniziativa culturale e specificatamente filosofica, che si è articolata come parte del Festival della Valle dell’Adda “Odissea”, sotto la cura attenta ed appassionata della prof. Francesca Nodali, giovane studiosa di filosofia che svolge attualmente “dottorato di ricerca” presso l’Università di Trieste. Cinque appuntamenti che si sono svolti nel corso del mese di luglio, molto diversi fra di loro ma comunque accomunati dalla tematica della “virtù”; un tema non usuale in un tempo in cui prevale la competizione per il successo a qualunque costo. Il primo (a Villa Feltrinelli a Gerola Nuova ) con la scrittrice e psicologa Maria Rita Parsi: “La virtù dell’ascolto” – sapersi fare attento ascoltatore è grande virtù, quando invece per lo più prevale il dibattito urlato e sordo alle ragioni degli altri. Secondo incontro con il filosofo docente di filosofia teoretica a Milano-Bicocca Salvatore Natoli (Villachiara –BS- a Casa Nodari) “Aver cura di sé”: è grande virtù quella di non presumere troppo di “avere”, né di sottovalutare le proprie capacità di “essere” (all’altezza delle circostanze in cui ci tocca vivere, ad esempio). E’ seguito a Romanengo un approfondimento sulle “virtù del sapere” con Roberto Franchini presidente della Fondazione San Carlo di Modena che organizza ogni anno un Festival della Filosofia con eccezionale affluenza di appassionati. “Non meravigliamoci che, nonostante carenze e lacune delle istituzioni, siano sempre di più quelli che desiderano “il sapere” fine a se stesso”. A Orzinuovi con Bernard Camper – professore emerito dell’Università di Friburgo, filosofo della religione) il tema è stato: “L’uomo disorientato e la ricerca della vera libertà”: perché esattamente in questo consiste la virtù. Infine al Castello di Padernello “La Fede è ancora una virtù?” con Giuseppe Laras presidente dell’Assemblea dei rabbini in Italia, nonchè presidente del tribunale rabbinico dell’Alta Italia . “Fede significa fiducia nonostante tutto: i drammi della Bibbia e l’Olocausto raccontano di esperienze religiose drammatiche ma mai disperate”. Finchè ci sarà voglia di parlare e di ascoltare di filosofia, non tutto è perduto!


LEGA PRO PRIMA DIV.

Oltre 500 abbonati e giovani imprenditori che hanno fiducia nel team di Stefano Bergamelli e allenato da un allenatore carismatico

Il Pergo Fortunato convince e seduce Gli allenatori cremaschi fanno sempre sana tendenza

Quanti mister nel pallone in cerca di gloria sportiva di Stefano Mauri.

Il Crema di Francesco Barbaglio viaggia in Bmw “grazie” alla probabile sponsorizzazione della concessionaria nostrana Bicar? Il Pergocrema, “ammiraglia” del calcio provinciale, Cremonese permettendo, risponde “scegliendo” … Mercedes. La Crema Diesel dell’affascinante Simona Lacchinelli (imprenditrice vincente, bella e pragmatica), a tutti gli effetti entra quindi a far parte della nutrita, importante schiera degli sponsor “canarini”. Lord Max Aschedamini, Stefano Bergamelli e il team manager Gianlauro Bellani meritano un plauso caloroso: parecchi imprenditori hanno risposto presente all’appello. E… i vari Luca Ferla (congratulazioni per il recente matrimonio, ndr), Damiano Rey, Lady Mercedes Lacchinelli e Ruben (maestro orefice – orologiaio) parlano, particolare che ben figura, il dialetto nostrano. E’ tornato a fare tendenza il Pergo. Sono lontani i tempi (estate 2000, ndr) in cui soltanto la pasionaria Anna Rozza, all’epoca splendida assessore allo sport, era disposta ad aiutare economicamente il team “canarino” sacrificando il suo stipendio “pubblico”. Oltre 500 persone hanno sottoscritto l’abbonamento per la stagione agonistica 2008 – 2009 (ormai) alle porte, la Pergomania è arrivata

persino ad invadere la provincia di Bergamo: quasi cento tessere arrivano dai piedi delle Orobie. Sul campo intanto, la squadra allenata dal carismatico (e competente) mister Daniele Fortunato “sgobba” sodo per trovare forma e amalgama. Agli sgoccioli il ritiro in Trentino Alto Adige, da lunedì, Stefano “Matrix” Ragnoli e soci suderanno a Nembro (Bergamo). Tra i nuovi arrivati, il difensore Matteo Gentili, classe 1989, scuola nerazzurra atalantina, promette un gran bene. Ai recenti “Europei” (Under 19), l’interessante centrale difensivo si è comportato benissimo, “diplomandosi”, coi compagni, vicecampione d’Europa. L’Atalanta crede ciecamente nelle sue possibilità, Crema, il giovine è giunto (sulle sponde gialloblù del Cresmiero) in prestito per farsi le ossa attraverso il feeling intenso che unisce il “Berga” alla “Dea” bergamasca. Pure il portiere (cavallo di ritorno) Danilo “Peruzzi” Russo, al Pergo via Genoa, rispetto alla sfortunata parentesi cremasca datata 2006 appare in gran spolvero. Le recenti sfide amichevoli tra i Fortunato Boys e rappresentative più o meno famose hanno dato risultati incoraggianti. Il calcio estivo è bello e finto come una dentiera, ma Paolo Facchinetti e soci (dall’ex centrocampista laterale

della Pro Sesto i tifosi si aspettano parecchio) parrebbero attrezzati per raggiungere una discreta, tranquilla salvezza. Ovviamente i due derby con la Cremonese si annunciano densi di pathos: le sfide, intrise di campanilismo sociale-sportivo-economicopolitico - saranno seguite con particolare trepidazione. L’architetto Massimiliano Achedamini, unico esponente autoctono, seppur senza portafoglio, nella stanza dei bottoni della compagine “bergacremasca” ha mantenuto la magna promessa: l’intramontabile Pergolettese, tornata in C1, anzi, in Prima Divisione sfiderà i cugini al leggendario Zini di Cremona. L’estate più entusiasmante degli ultimi trent’anni del football cremasco è entrata nel vivo. Tifosi, sportivi, imprenditori e semplici appassionati seguono la “creatura” di Bergamelli con trepidante attesa. Presto, un club di cuori “cannibali” Docg dovrebbe nascere pure a Salvirola, vale a dire, laddove la “Cremo” grigiorossa dovrebbe, condizionale d’obbligo, prevalere sulla passione “canarina”. Sulle ripe del maestoso Po si sogna ad occhi aperti la serie B. Dalle parti del fiume Serio comunque è lecito dormire sonni tranquilli: il Pergo c’è ed è in buone mani. Aspettando Coppa Tim (9 agosto a Foligno) e campionato (31 agosto), questo è quanto.

Mimmo Tassiero e Claudio Nichetti.

Allenatori cremaschi sugli scudi. Giorgio Veneri gira il mondo alla guida della rappresentativa azzurra della Lega di serie C cara al ragionier Mario Macalli. Maurizio Lucchetti, fresco di promozione in serie D, alla guida della sua Verolese proverà a conquistare la salvezza con i suoi ragazzi. E’ invece momentaneamente (e misteriosamente) al palo Emiliano Mondonico da Rivolta d’Adda, ex maestro di Daniele Fortunato neo trainer del Pergocrema. Il “Mondo”, circa un mese fa, ai playoff ha perso, con la Cremonese, l’opportunità di approdare in serie B. Tra l’altro, alcuni suoi ragazzi grigiorossi: Zauli, Viali, Ferrarese e Colucci, nei giorni scorsi a Cremona sono stati

contestati dalla tifoseria del capoluogo. Motivo della contestazione? I quattro, rumors di piazza, sarebbero sospettati di aver “scommesso” sul match di ritorno della (loro) Cremo contro il Cittadella. La società ha smentito prontamente tali voci… che mettono tristezza soltanto a ipotizzarle. Senza prove concrete quindi è meglio lasciar perdere questa malinconica storia. Domenico Tassiero detto “Mimmo” è da poco approdato alla guida del nobile decaduto Sancolombano, sodalizio collinare milanese (terra vinicola Doc) con il malcelato obiettivo di raggiungere una tranquilla salvezza in Promozione. Claudio Nichetti, “spinese” di Spino d’Adda, confer-

matissimo, è rimasto a lavorare (“Allievi Nazionali”) nel settore giovanile del Pergocrema. Adriano Cadregari è tornato al Lecco. A settembre, dal direttivo dell’associazione allenatori cremonesi riceverà il “Premio Torrazzo”, nel frattempo, “Rino” Biella, pluridecorato coach pandinese, con la Luisiana Pandino inizierà la preparazione per tentare il salto in “Promozione”. Marino Bracchi, rimasto alla corte di Giordano Boschiroli proverà a conseguire la salvezza con il Casale Vidolasco. I bravi Sperolini, Mario Donelli, Antonio Tursi, Franco Crotti e Luciano Ferla attendono invece l’occasione giusta per rimettersi in gioco, l’occasione per spiccare definitivamente il volo e rilanciarsi.


Sport

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Sport & Arte: ecco il poster del team “cannibale” realizzato in piazza Duomo dal fotografo sportivo Angelo Peia.

23

IL CASO

In Eccellenza e Promozione due squadre cercano successi

Il Crema di Barbaglio cerca soci e intanto trova Giacomo Ferri

Casale e Spino ci credono

Settimana scorsa, come certamente ormai tutti saprete, l’avvocato Alessandro Porchera, ufficialmente per motivi professionali ha rassegnato le dimissioni dal Consiglio nerobianco dell’Ac Crema 1908. Rumors (o gossip, fate voi, ndr) comunque segnalano “maretta” tra (alcuni) membri del Cda. Qualcosa, nonostante la versione (sacrosanta) ufficiale della società, alla generosissima corte di Francesco Barbaglio (nel riquadro, ndr), bolle in pentola. Allo stato attuale, i consiglieri rimasti nel sodalizio cremino rispondono ai nomi di Agostino Manclossi, Vincenzo Coppeta, Nicola Fiameni, Walter Fornaroli, Fabiano Gerevini e Agostino Carelli. A quanto pare però, presto, l’organigramma societario potrebbe subire nuovi assestamenti. Barbaglio starebbe infatti cercando nuovi consiglieri. Ovviamente sarebbe graditi pure soci con portafoglio e compagni d’avventura: le spese, nel torneo di Promozione, rispetto al recente passato sono destinate ad aumentare sensibilmente. Nelle scorse settimane pareva che Fausto Miatto, ex amministratore delegato del Pergocrema, fosse tentato dal rimettersi in gioco, calcisticamente parlando, al fianco del collega Barbaglio. Ancora deve essere ufficializzata l’entrata in scena del nuovo sponsor cremino. Salvo sorprese dell’ultima ora, la prestigiosa concessionaria Bmw Bicar, dovrebbe “griffare” le gloriose casacche nerobianche. Amata da parecchi vip nostrani, tra i quali l’assessore allo sport Capetti, la rosa allenata da “Mancini” Fiorani inizierà ad allenarsi il prossimo 16 agosto. Il Centenario verrà festeggiato a settembre grazie anche al contributo di Giacomo Ferri “entrato” nell’orbita nerobianca di Barbaglio.

Bracchi e Saldini sono dei tecnici in gamba Crema (articolo ad hoc a lato, ndr), Casale Vidolasco in Eccellenza e, Calcio Spino in Promozione rappresentano le compagini del Cremasco più in auge. Il tecnico gialloverde Marino Bracchi, signore, o meglio, maestro del football lombardo rappresenta senza dubbio un punto di forza notevole per l’èquipe presieduta dall’ambizioso e generoso Giordano Boschiroli. Mister Bracchi, il general manager Franco Ogliari e il direttore sportivo hanno allestito una squadra positiva, una rosa, sulla carta, attrezzata per provare a conquistare una serena salvezza. La truppa casalasca inizierà la preparazione il prossimo 10 agosto, i volti nuovi rispondono ai nomi di: Parmesani, Enrico Alloni (centrocampisti), De Goes (difensore), Bertoni, Crotti (portieri), Silvio Della Giovanna, Marco Agosto (attaccanti). Indubbiamente Giovanni Parmesani e l’ex fanfullino (classe 1968) Della Giovanna rappresentano i pezzi pregiati della campagna acquisti –

Marino Bracchi.

cessioni avvallata dal presidentissimo Boschiroli. Se ne è invece andato (all’Offanenghese), il fantasista Nicholas Dognini, attaccante brevilineo che, giusto sei anni fa, con il Pergocrema vinse il campionato d’Eccellenza. Forse un come Nicholas, quest’anno, al Casale avrebbe fatto comodo. Riusciranno i vari Marco Agosto, Della Giovanna, Nicolò Pagano, Andrea Rusconi e Massimiliano Severgnini a non fare rimpiangere l’illustre addio di Dognini, tra l’altro (ex)

IL PROTAGONISTA: MARIO MACALLI Il ragionier Mario Macalli, calciofilo romantico, nonché presidentissimo della Lega Pro (ex serie C), calcisticamente si è formato nel Pergo, o meglio, nella leggendaria Pergolettese. In settimana tra l’altro, Macalli (a novembre dovrebbe ricandidarsi alle elezioni federali, ndr) a Firenze, dinanzi a Michel Platini e ad altri illustri ospiti ha inaugurato il nuovo palazzo della “sua” divisione. Intelligente, acuto, pungente, mai banale, Mario, crema-

sco d’adozione, capitano “navigato”, solca i tumultuosi mari calcistici da una vita, di conseguenza… la materia la conosce. Cannibale genuino (d’epoca), il ragioniere più famoso d’Italia, in fondo, seppur senza dare nell’occhio, nel pieno rispetto delle regole, probabilmente simpatizza ancora per il Pergo. Dieci anni fa, vale a dire ai tempi cupi dei fratelli Luigi e Sergio Bianchi, per provare a salvare il salvabile, l’ex dirigente “canarino”,

ai presidenti bresciani, diede parecchie dritte. Tentativi rivelatisi purtroppo vani. Se in autunno, Mario Macalli, sarà rieletto alla guida della Prima e Seconda Divisione proverà sicuramente a cavalcare l’onda riformista tesa a riformare i vari campionati calcistici riformisti. Nel frattempo, chissà se “abbandonerà” la tribuna d’onore dello Zini per tornare al Voltini a riapplaudire il ritorno in C1 del (suo) Pergo dal vivo.

Il gran Premio Marimar a Ripalta Cremasca è tutto un monologo Cremasca e Imbalplast Una bella e spettacolare festa sportiva per virgulti è andata in scena a Ripalta Cremasca, dove si sono svolte sei gare valevoli per il “ Gran Premio Marimar”, manifestazione organizzata con grande accuratezza e competenza dalla Unione Ciclistica Cremasca, condotta con perizia dal presidente Albino Ferla. Chi ha vinto? Entusiasmo giustificato per i “pulen” della “Cremasca” del trainer Giancarlo Moretti, hanno spadroneggiato nei trofei a punti e in quello più rappresentativo. Vivace e tirata la corsa della “G1” si decide con una rasoiata negli ultimissimi metri con Lucrezia Francolino (Muzza ‘ 75) che scatta e vince su Andrea Marletta (Cremasca) e il tunisino Shaaban El Hahhad (Corbellini Ortofrutta) compagni d’avventura; mentre il campione provinciale Filippo Bertesago e Sara Piacentini tandem della Cremasca regolano il gruppo degli inseguitori. La sensazione è chiarissima, Anselmo Francesconi campio-

ne cremonese tra i nati della “ G2”, è da fondo alla sua potenza, al suo orgoglio, al suo straordinario “superiorità complex “ e fa sfracelli togliendo dai mozzi un incauto e generoso Diego Bosini (CC Cremonese Arvedi), centrando la sua “ quattordicesima” vittoria stagionale. Cinquina sulla ruota di Ripalta Cremasca, per il cremonese Andrea Manini (CC Cremonese Arvedi) nella gara riservata alla “ G3”. C’ era grande attesa per Stefano Baffi, campione provinciale della” G4”, il portacolori della Uc. Cremasca, ha lottato allo spasimo per prendere la posizione giusta, esce dall’ ultima curva che immette sul lungo rettilineo d’ arrivo in testa, e con uno sprint lunghissimo, guardato a vista d’ occhio da nonna Giustina, va a coronare il suo “undicesimo”sigillo stagionale. Non tradisce il suo spirito di attaccante nata, Miriam Vece, “ supertiolata” Campionessa Lombarda su strada e su pista, mattatrice del Trofeo Rosa, Tro-

idolo della caliente tifoseria del Casale? Lo scopriremo vivendo, per il momento, i movimenti in entrata e in uscita del Casale meritano una piena sufficienza. Uno sguardo infine al tosto torneo di Promozione dove, molto probabilmente, il Calcio Spino allenato da Saldini reciterà la parte dello squadrone da battere. Patron Pezzini e il direttore Gianfranco Verdelli sono riusciti a “disegnare” un quadro interessante.

MEMORIAL MAMMA VILLA Minicorridori impegnati domenica 3 agosto a Montodine nel “13° Memorial Mamma Villa”, organizzato dalla Uc. Cremasca, con partenza alle ore 9, 30.

CIPOLLA VINCE A CONCESIO La classe non è acqua! Il lodigiano Alessandro Cipolla, junior della Polisportiva Madignanese- Cremaschi, alla ribalta della cronaca, ha rotto il ghiaccio, centrando la sua prima vittoria stagionale nel 14° Memorial Luigi Pasolini a Concesio (Brescia).

PANZERI SUL PODIO Con uno sprint mozzafiato di una pattuglia di otto concorrenti, Walter Panzeri della Cremasca, è salito al terzo posto a Romano di Lombardia (Bergamo) nel 17° Trofeo Bonaita per Allievi vinto da Luca Colombo.

DE VITIS E’TERZO Marco De Vitis, campione provinciale Allievi e portacolori del CC Cremonese Arvedi, impegnato nel 3° Gran Premio Macro a Fiorenzuola d’ Arda , è terzo.

VISIOLI A MONTICHIARI David Visioli, Esordiente cremasco che difende i colori dell’ Imbalplast di Soncino impegnato a Montechiari (Brescia) e nello sprint in salita del gruppo è giunto al 6° posto nella fascia del primo anno.

LODA ALLA EUROBIKE I giovanissimi atleti al momento della premiazione.

feo Lombardia e Campionessa Provinciale, la ragazzina di Romanengo esce come una scheggia nella corsa della “ G5” insieme al suo compagno di squadra della Imbalplast di Soncino Stefano Moro, con netta progressione Mirian pronta a centrare la 13esima vittoria. Alex Rossi trainer della società ciclistica Imabalplast di Soncino ha un branco di predatori formidabili, il grande maestro, crea emozioni con i

suoi solisti . Sappiamo che il romanenghese Sebastiano Esposito, in condizione superba, infatti, parte lunghissimo centra il sua “cinquina”, più potente e più veloce, propizia la volata superando Francesco Mainardi, suo compagno di squadra, Stefano Pedrini (Cremasca), Simone Gagliardi (CC Cremonese Arvedi) e Loris Vecchi (Caravaggio). Cerimoniale come sempre con i” fiocchi”, e una cornice davvero straordinaria.

Non ci sono dubbi “ patron” Eugenio Mazzani, della Eurobike-Air Express di Romanengo, ha ingaggiato Matteo Loda.

UN GRANDE VANELLI Roberto Vanelli, Allievo del CC Cremonese- Arvedi, si è imposto in due prove tipo pista a Calcinate.

AZZURRI SU PISTA Ecco le convocazioni degli azzurri, con buone prospettive in tutti i settori alle Olimpiadi di Pechino: Paolo Bettini, Marzio Bruseghin, Damiano Cunego, Franco Pellizzotti, Davide Rebellin, Vincenzo Nibali; Marta Bastianelli, Noemi Cantele, Tatiana Guderzo.


Sport

24

CICLISMO di Fortunato Chiodo

Ci vuole tanta passione, a caricarsi sulle spalle il peso di una rassegna tricolore della pista, che riduce drasticamente i vantaggi, fin quasi a azzerarli. La televisione di stato mostrerà qualcosa- e magari in orari impossibili e , se non ci fosse la stampa specializzata si farebbe fatica a sapere che al Velodromo Comunale di Dalmine c’ è stata la rassegna Tricolore. La realtà, purtroppo, è che l’attività su pista italiana è da anni in agonia, insensibile a qualsiasi terapia di rianimazione. La dissennata politica federale degli ultimi quindici anni ha provocato un triste abbandono. Non ci sono quasi più campioni e tra i pochi in circolazione non tutti erano qui. Erano tanti , ma tanti davvero, oltre 210 concorrenti tra juniores, dilettanti ( maschili e femminili) e pochi professionisti, con schierati i nostri: Eleonora Soldo, Ivan Quaranta, Jacopo Guarnieri, Piero Baffi, e Alberto Zaniboni, un susseguirsi di gare senza soluzione di continuità. La Domus, inutile dirlo ha un bel coraggio, ha rivestito i panni del Cireneo caricandosi sulle spalle il peso della Settimana Tricolore su strada, un mese fa organizzando l’evento, ricavandone quantomeno una gratitudine sul piano dei nomi e del riscontro mediatico: la diretta televisiva della gara dei professionisti, la folla sulle strade del Colle Aperto, è inutile dirlo, ha davvero un bel coraggio, e meriterebbe ben altre gratificazioni. Che Roberto Chiappa fosse in vena di prodezze l’avevamo intuito, ha difeso la sua maglia del Corpo Forestale di Stato, centrando il bersaglio grosso superando le qualificazioni, e senza mestizia e di sospetti, è il caso di scrivere con il freno a mano tirato, an-

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Roberto Chiappa, il re della settimana di gare ad altissimo livello

Il Tricolore a Dalmine Baffi e Guarnieri: i “nostrani”che hanno battuto i veneti

che se di questo il giovanotto umbro trapiantato a Arzago d’ Adda (Bergamo) ci sarebbe solo da scrivere un gran bene. Non usiamo superlativi, ci conterremo anche negli aggettivi, ma certamente l’azzurro, ha dimostrato l’eccellente forma migliorando il suo record stabilito nel 1999 ( 10” 50 ) dei 200 metri lanciati, fermando le lancette del tic tac su 10” 48. Chiappa con incredibile facilità senza troppo” sgasare”, malgrado i suoi 34 anni, ha disposto degli avversari con incredibile facilità, l’ ultimo a resistergli è stato il veronese Andrea Guardini al suo primo anno tra gli Under, ci ha lasciato le penne, e cosi il re della velocità open , ha coronato il suo 44 esimo titolo tricolore della carriera nelle varie specialità. Conferma per Elisa Frisoni tra le donne di Elite su Valentina Alessio nella velocità, mentre le prove Juniores vanno a Barbara Guareschi che ha confermato intraprendenza e capacità (è tricolore anche della prova in linea su strada). Medaglia d’ oro e titolo Juniores all’ azzurro Eugenio Alataci, (quinto ai Mondiali su strada in Sudafrica), non ha deluso le aspettative Piero Baffi, figlio d’arte, medaglia di bronzo. La junior trentina Rossella Callosi (seconda al

A sinistra, Roberto Chiappa e, qui sopra, Piero Baffi premiato con il bronzo al termine della gara.

Mondiale) si è dimostrata imbattibile nell’ inseguimento. E infine nello scratch si è laureato campione d’Italia Claudio Cucinotta su Elia Viviani, mentre Jacopo Guarnieri, è rimasto fuori dai giochi alti. Dario Sonda tra gli Juniores (gruppo forte di quaranta unità comprendente i nostri: Piero Baffi, Alberto Zanaboni e Mirko Nosotti, pronti a sollecitare la concorrenza, ma tutto finisce in una bolla di sapone) ha messo dietro tutti. Non morde i freni, scivolano via i giri nel torneo della velocità a squadre, Roberto Chiappa spiana la strada (anzi la pista…) corona un’altra maglietta tricolore (insieme ai cugini marchigiani Francesco e Luca Ceci), le sue trenate lasciano il segno, uno show indescrivibile. Luca Ceci è in prima linea e concede il bis nel Km da fermo. Ciak si gira: e come si gira.

La stella del ciclismo su strada con 8 vittorie, e “ principe” dei velocisti italiani Jacopo Guarnieri, insieme ai suoi compagni della” Marchiol Emifero Liquigas Site”: Elia Viviani, Davide Cimolai, e Gianni Da Ros vincono il titolo italiano dell’inseguimento a squadre open sui 4000 metri ( 4’19”308) superando di 3”: Giairo Ermeti, Claudio Cucinotta, Matteo Montaguti e Giacomo Nizzolo (4’ 22” 090). Mette il turbo, e migliora a vista d’ occhio Piero Baffi, figlio d’arte, nell’inseguimento a squadre juniores della Lombardia A: Piero Baffi (Trevigliese), Mattia Cattaneo( For 3 ), Mirko Nosotti (Massì- Brivio) ed Eugenio Alafaci (Castanese) hanno accarezzato il sogno della maglia tricolore nei 4000 metri, hanno limato il gap ma per soli 7 decimi nei confronti della squadra dell’ Emilia- Romagna hanno do-

vuto cedere il titolo tricolore. Attesissima la reginetta Eleonora Soldo (TitanediFrezza Acca Due O) allo scratch, sullo slancio di una notevole qualità di pedalata, terreno fertile, era in buona posizione, ma qualcosa non ha girato per il verso giusto, la sua compagna di squadra Alessandra Borghi ha fatto corsa parallela, o meglio non ha spalleggiato la biondina di Soncino, una mossa strategica certamente non azzeccata, che ha favorito a laurearsi campionessa d’Italia Monia Baccaille (Fenix ), “bronzo” alla Borghi, delusa e furibonda Eleonora finita al settimo posto. Cascata d’ oro su atleti e atlete del Veneto. Ma si sono inseriti anche esponenti che gravitano nell’ area nostrana, come a esempio Jacopo Guarnieri che si è portato a casa due titoli italiani nelle specialità dell’inseguimento ( titolo che aveva

già vinto nella categoria juniores) e nell’Americana, argento per Eleonora Soldo nella corsa a punti, due medaglie d’argento e una di bronzo per Piero Baffi junior, un bottino niente male. E come non bastasse l’ umbro Roberto Chiappa, ha dominato nella specialità del Keirin, coronando il terzo titolo italiano. Si è fatto applaudire anche il piacentino Emanuele Marzoli (Pagnoncelli), oro nella prova dietro derny condotto da Cristian Dagnoni, ha superato nell’ ultima tornata di pista Alan Marangoni. Nel settore femminile oro per la junior trentina Giada Balzan nel keirin, e del quartetto veneto nell’ inseguimento (Giorgia Marchesin, Valentina Scandolara, Claudia Fabian, e Chiara Capuzzo). Grande prova di Laura Doria ( Verso L’ Iride), Monia Baccaille ( Fenix) e Marta Tagliaferro( Fiamme Azzurre) nell’ inseguimento a squadre, hanno avuto la meglio di 10” sulla seconda squadra( Bronzini, Cucinotta e D’ ettore). Giorgia Marchesin ( Cicli Zanella) si è laureata tricolore nella corsa a punti donne junior, mentre Alex Marchesini ( Contri Autozai) oro nel keirin juniores. E’ la notte dell’ apoteosi, quella dell’ Americana Open, si presentano tirati a lucido Jacopo Guarnieri e Alex Butazzoni, della” Marchiol Emifero Liquigas Site ”tandem abilissimo a prendere la posizione di testa, ha totalizzato 36 punti laureandosi campioni d’ Italia. Davide Cimolai( Marchiol Emifero Liquigas Site) ha indossato la maglia tricolore dell’omnium. Infine l’americana juniores, è stata vinta dalla coppia Luca Pirini( Rinascita ) e Ivan Balykin (Stella Alpina ).

E’ scandalo doping al Tour. Ecco i retroscena

Ma c’è polemica sulla scia del caso Fuentes

E Riccardo Riccò va contro tutti

E gli spagnoli invincibili

Cancrena doping: stavolta è bomba notizia. il popolare Riccardo Riccò. Dopo di lui, altri scaltroni potrebbero presto seguirlo. Una molecola, con ogni probabilità, l’ ha messo spalle al muro e l’ ha paralizzato. Fermo, a pensare cosa fare e come fare. Non è facile. Ci sono diverse strade: negare e chiedere le controanalisi, oppure andare a Canossa e collaborare con la giustizia. A svelare il meccanismo di questa caccia spietata è la Wada, l’agenzia mondiale antidoping in tutti gli sport, che spazza via dubbi e cavilli rivelando il clamoroso retroscena, commentando il caso del ciclista italiano: “Abbiamo scoperto la presenza di Cera, questa eritropoietina di terza generazione, grazie alla collaborazione con la Roche, non possiamo scendere nei dettagli, possiamo solo dire che l’industria ha inserito il suo prodotto dei segnali. I labo-

ratori sono in grado di riconoscerli subito, rilevando la presenza di questo prodotto nel campione di sangue”. Non è il caso di sparare subito i mortaretti per la vittoria sul doping. Da molti anni si discute di questo argomento: tutti quanti possono comprendere quanto sarebbe più semplice se le case produttrici inserissero nelle medicine dei semplici “traccianti”, cioè innocue molecole che ne permettano l’ immediata identificazione in laboratorio. La semplice tecnica consentirebbe di risparmiare molti soldi nelle affannose ricerche sui metodi antidoping, rendendo tutto più semplice, più veloce e soprattutto più sicuro. Sembra elementare, come cosa, questa di rendere riconoscibile i medicinali. Ma ovviamente tutto si complica, fino a diventare impossibile, quando si pensa agli interessi economici che ci stanno dietro. E pure

davanti. Per anni le statistiche hanno confermato come uno dei maggiori mercati dell’ Epo sia quello sportivo. Chiaro che è difficile, per il settore farm a c e u t i c o, bruciarsi un simile fatturato, nonostante sia noto come il maggior con- Riccardo Riccò. sumo si registri tra dilettanti e amatori, cioè dove comunque l’antidoping non arriva a guastare gli affari. Ma resta comunque la prudenza di sempre: eliminare il doping significa alla lunga eliminare il consumo, cioè l’acquisto, di tanti medicinali. Difatti le diverse aziende,leader nel mondo, hanno glissato. Ora però qualcosa si muove. Questa è

la strada. Non l’ unica: la principale. Non è sufficiente che Riccardo Riccò nica: “ Sì, ho fatto uso di Epo.” E’ assolutamente necessario che dica come se l’è procurata, dove e chi eventualmente è stato al suo gioco. Occorre un pentimento e una deposizione: forte e visibile. Ben più di una innocua molecola.

Mi sembra molto bello e molto simbolico che sulla cima dell’ Alpe D’Huez, senza vergogna la Spagna domina il Tour de France, la mecca del ciclismo, esploda in modo eclatante, sfacciato e scandaloso. Come dire, mentre gli altri Paesi epuravano i corridori coinvolti nel doping, nella penisola iberica chiudevano gli occhi sui loro atleti, che comandano la corsa. Primo Sastre, solitario e nuovo leader. Secondo Sanchez, quarto Valverde. Tre ai primi quattro posti, nella tappa più dura e più importante del Tour. E’ un trionfo per il pavone Zapatero, l’ ennesimo dopo quello del calcio e di tanti altri. Ma è una sconfitta umiliante per il Tour, che mai come quest’anno s’ è riempito la bocca di rigore morale e di tolleranza zero. La Spagna che stravince sull’ Alpe d’Huez, la Spagna in maglia gialla: provino adesso raccontare quant’ è attendibile e irreprensibile la loro corsa a

prova di dubbi. Certo, dopo il caso Piepoli e Riccò noi italiani non abbiamo molti titoli per parlare. Perché mai tanta rabbia? Lo sanno tutti, anche se tutti fanno finta di non saperlo: la Spagna è l’ unica nazione d’ Europa ad aver bellamente sorvolato sul più grande scandalo doping della storia, che guarda caso ha sede a Madrid, nello studio del medico praticone Eufemiano Fuentes, dell’ Operacion Puerto, che ha desertificato il ciclismo in Germania e Italia, gli spagnoli si sono guardati bene dall’ occuparsi. E il Tour ? Il Tour, che mostra sempre i muscoli negando l’ iscrizione a questo o a quello, bollandoli tutti come indesiderati, ha gradito gli spagnoli, soprattutto quelli come Valverde, con addosso i marchi di banche francesi. Perfetto. Un capolavoro di rigore morale. Adesso eccoli tutti qui, in vetta all’ Alpe d’ Huez, in vetta alla classifica generale. I fenomeni spagnoli.


Cronaca

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

25

«Tatuaggio è arte sulla pelle» IL PERSONAGGIO Chiara Clemente ha 29 anni ed è una professionista del tatoo.Ha studiato al Liceo Artistico e a Brera. Questo è il suo lavoro...

Chiara Clemente ha iniziato affiancando un tatuatore più esperto. Poi ha aperto il suo negozio in via Verdi al 37. Esegue ogni tipo di soggetto. La sua forza è nella perizia del disegno e nell’uso raffinatissimo delle sfumature. Anni di esperienza. E di gavetta.

di Barbara Milanesi

«Ma che tendenza o filosofia di vita, quella del tatuaggio e semplicemente arte. La macchina per tatuare è solo un mezzo per realizzare un’opera che viene disegnata sulla pelle anziché sulla tela». Si presenta così la 29 enne Chiara Clemente titolare del laboratorio tattoo Alla Bottega D’Arte, in via Verdi 37, a Crema. Chiara, lungi dall’essere l’emblema del tatuatore-tipo, è un’artista dell’inchiostro. Nell’immaginario collettivo siamo abituati a figurarci un tatuatore come un uomo convinto della filosofia del tratto indelebile, magari con uno stile di vita bizzarro che richiama la cultura maori e a sua volta estremamente tatuato tanto da utilizzare il suo corpo come vetrina del prodotto che sta per vendere. Al contrario Chiara è una ragazza semplice, madre dolcissima di un bimbo di 8 anni

«La filosofia non c’entra niente. E’ una tecnica. Con l’inchiostro». che ha dedicato una vita all’arte e si è trovata quasi per caso a fare questo mestiere. «Ho fatto il liceo artistico e frequentato per 2 anni l’Accademia di Belle Arti a Brera. Poi è nato Riccardo e ho lasciato la scuola. Mi sono ritrovata a dovermi arrangiare accettando qualche lavoretto qua e la senza poter seguire davvero le mie aspirazioni artistiche». Lungi dall’essere un rimpianto- e Chiara ci tiene a sottolinearlo- la ragazza ha dovuto comunque trovare altro da fare, spesso anche lavori che non l’hanno mai convinta fino in fondo. Già perché non è facile trovare un’occupazione che ti permette di portare avanti le tue propensioni e, allo stesso tempo, guadagnare a sufficienza per mantenere un figlio. Ma un giorno il colpo di fortuna ha bussato alla sua porta. «Leggevo in continuazione annunci di diversi tatuatori che cercavano dei disegnatori professionisti. Molti di loro sono bravissimi con l’ago e l’inchiostro ma pochi sanno disegnare a mano libera sulla pelle o creare qualcosa di diverso. Allora ho provato a rispondere ad un annuncio. Così ho affiancato un ragazzo di Vaiano per diverso tempo e oltre a fornire schizzi e disegni ho imparato l’arte dell’inchiostro». Chiara si è subito appassionata al lavoro proprio perché le ha dato l’opportunità di coniugare me-

stiere e passione per l’arte. «Circa tre anni fa mia madre mi ha accennato che un amico di famiglia fotografo avrebbe di lì a poco lasciato il suo negozio in via Verdi. Mi si è prospettata l’idea di creare un laboratorio tutto mio in cui avrei potuto proporre dei tatuaggi diversi dai soliti. Graficamente diversi, anche per il modo di lavorare. Con l’aiuto economico dei miei genitori ho avviato l’attività». Chiara non lavora sola, è affiancata dal fratello Vincenzo, che si occupa delle pubbliche relazioni e che le ha dato una mano nella ristrutturazione del negozio. «All’inizio è stata dura. Il laboratorio è unicamente opera nostra. Abbiamo pavimentato, dipinto, costruito scrivanie e arredato con il nostro gusto personale. Ho cominciato con qualche cliente che co-

nosceva il mio modo di lavorare. Ora l attività è ben avviata. Sto anche pensando di assumere una seconda persona». Lo studio di Chiara non sembra affatto un laboratorio di tatoo. Nulla a che vede-

«E’ un mestiere dove sono pochi quelli che sanno disegnare bene» re con satana, il metal, i capelli lunghi e le tendenze punk. Areato, colorato e molto personale. Su qualche parete dei dipinti della stessa. Pochi cataloghi su cui sce-

gliere i tatuaggi «proprio perché mi piace creare qualcosa di personale ed individuale per i miei clienti. Il tatuaggio è una forma d’arte e il fatto che una persona se lo debba tenere per tutta la vita significa per me entrare in sintonia con la persona e creare un nuovo pezzo del suo corpo che non stoni con la fisionomia e la personalità». Chiara non ama molto la body art estrema. «Scarnificazioni, incisioni, cicatrici non fanno per me. Amo l’arte, amo il bello. Anche i piercing non sono la mia passione. Ne faccio qualcuno, i più semplici. Giusto per fornire un servizio completo al cliente che si rivolge a noi. La settimana scorsa ho detto di no ad una ragazzina di 14 anni. Non mi sembrava convinta e la legge non permette il piercing prima dei 15 anni,

previa autorizzazione di chi ha la tutela del minore». Chiara è semplice e modesta: «Non voglio arricchirmi. Voglio fare bene il mio lavoro ed esserne soddisfatta. Per questo impiego anche 3 ore per fare un solo tatuaggio. Non mi importa avere tanti clienti al giorno. Per ora ho appuntamenti fino ai primi giorni di ottobre». La Clemente ci ha mostrato qualcuno dei suoi disegni ed è davvero brava. I suoi tatuaggi sembrano proprio delle opere d’arte: ben rifiniti, estremamente minuziosi e ricchi di particolari. «Il disegno è la mia passione anche se l’opera d’arte più bella che io abbia mai fatto è mio figlio Riccardo». In-

somma, un po’ di dolcezza non guasta mai, soprattutto quando a dirlo è una giovanissima mamma tatuatrice.


Cronaca

26

1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

E’la nuova moda dell’estate Il fiore nei capelli. Ormai lo portano tutti nelle località di mare più prestigiose. Altri dettagli? Il fascino intramontabile del pareo. E il costume. Dopo il bikini e l’intero, arriva il trikini.

ta-pareo è perfetto per il giorno e per la sera abbinato a canotte e t-shirt aderenti, e magari ad un bel paio di orecchini etnici. Il pareo è un indumento veramente trasversale: si può acquistare sulle bancarelle o sulla spiaggia a pochi euro come nelle boutique d’alta moda; sono infatti molti oggi gli stilisti di haute couture che si sono cimentati in questo capo pratico ed esotico. E il costume? La prova costume è già arrivata da un pezzo per coloro che hanno approfittato di ponti e weekend assolati per una prima capatina in spiaggia. Ormai il dado è tratto: in linea di massima sarà quella che abbiamo ora la silhouette che sfoggeremo per l’estate 2008. Ma resta ancora un aspetto davvero importante da definire: la scelta del costume, che deve essere in linea con le ultime tendenze ma anche in grado di valorizzare i nostri pregi e camuffare i nostri difetti. Già, perchè il costume non è sempre impietoso come sembra; viceversa la scelta del modello

Il problema “pancetta”

di Barbara Milanesi

Dopo le sfilate di Milano e con l’estate inoltrata all’angolo, ecco le tendenze della stagione. Prima della partenza cosa dovranno mettere le cremasche in valigia? I colori dell’estate parlano di tramonti sul mare e di falò sulla spiaggia. Gli stessi abiti, parei, costumi vogliono ricordarli. Quindi sarà di rigore il rosso, il fucsia e l’arancio. Anche insieme. Naturalmente, anche negli accessori. Altri colori di tendenza sono il giallo, il verde acido, il lilla, il blu elettrico e le tinte naturali e pastello. Assolutamente “in” per l’estate 2008 l’utilizzo di fiori. Ancora una volta ritornano le romantiche fan-

I colori sgargianti tasia floreali, con una novità: alcune maison fanno dipingere a mano i loro abiti, con pennellate che disegnano un incantato universo vegetale. I fiori sono poi presenti come completamento fashion di una mise romantica: tra i capelli, appuntati su una spalla, legati al polso. Ma la spiaggia viene sempre al primo posto. Pareo è una parola tahitiana che significa gonna. Si tratta del tipico costume delle isole del Pacifico, ovvero un rettangolo di tessuto a fiori che viene drappeggiato intorno ai fianchi sia dagli uomini sia dalle donne. Il pareo è stato sdoganato nella moda occidentale nel 1937, quando apparve sul grande schermo indossato da Dorothy Lamour

Le ultime tendenze dell’estate 2008: il fiore nei capelli come al tempo dei Figli dell’Amore negli anni ‘60. Non solo. Il trikini è il costume più gettonato. Resta stabile invece la quotazione del pareo. Inaugurato da Dorothy Lamour (sopra) nel film «Uragano».

che nel film Uragano interpretava il ruolo di un’indigena dei mari del Sud. Il pareo conobbe poi una più larga diffusione negli anni ‘50 e ‘60 grazie alle commedie musicali esotiche di Ester Williams o di Elvis Presley. Oggi il pareo è un indumento imprescindibile delle estati al mare. Accanto alle fantasie tradizionali di fiori di ibiscus, i parei si possono trovare di mille motivi, colori e tessuti. A seconda del modello e di come viene annodato, il pareo può avere mille usi diversi, dalla gonna, al copricostume, all’abito da sera. Dalla moda del pareo sono scaturiti addirittura appositi ma-

nuali che insegnano i vari modi di annodarlo e di indossarlo. Oggi questi manuali si possono trovare anche

Con motivi floreali online. Il modo più classico di indossare il pareo è quello del semplice giro intorno alla vita o sopra al petto. Il pareo può poi essere fissato con un doppio nodo in vita o sulla spalla. Si può poi fissare il pareo sopra al petto con un

doppio nodo sulla schiena, poi passarlo in mezzo alle gambe e annodare le estremità intorno alla vita. Oppure effettuare un semplice nodo intorno al collo e un altro sulle anche. I parei possono essere semplicemente annodati fermati con rigogliosi fiori di stoffa o ferma-pareo in legno. Il pareo può essere utilizzato anche come morbido tessuto su cui stendersi o da appoggiare sul lettino in spiaggia. Come scegliere la fantasia del pareo? I colori sgargianti tipici del capo sono molto appariscenti e vanno bene soprattutto sulla spiaggia e per chi non vuole passare inosservato. Alterna-

tiva più discreta sono i parei in tinta unita, di colori vivaci, da scegliere in abbinamento al costume da bagno. Esistono poi parei di tessuti semitrasparenti e decorati con perline e paillettes: questi ultimi sono più eleganti e, se annodati nel modo giusto, possono trasformarsi in veri e propri abiti da sera. La misura del pareo è poi importante al fine dell’uso che se ne vuole fare: lungo fino ai piedi o corto, va scelto sulla base delle proprie preferenze ed esigenze. Variante del pareo è il panta-pareo, che si può scegliere anche in tessuti meravigliosi come il raso e la seta. Il pan-

può rivelarsi determinante per apparire al meglio. Il costume intero è abbastanza strategico per nascondere le imperfezioni, ma bisogna fare attenzione a scegliere il modello giusto: il rischio è quello di evidenziare la “pancetta” e appiattire il seno. Per il resto l’unico difetto del costume intero è che pregiudica l’abbronzatura; viceversa, è ottimo per lunghe nuotate. Da qualche anno gli stilisti l’hanno riportato in passerella dopo averlo relegato per anni alle piscine e alle competizioni sportive. Oggi il costume intero è il capo elegante per eccellenza sulla spiaggia. Il bikini è il grande classico della spiaggia, sempre di moda e sempre gradito agli sguardi maschili. In questi anni la versione più trendy del bikini è stata il cosiddetto triangolo, che in realtà risulta adatto solo a fisici esili e adolescenziali, quasi androgini. Il trikini è un incrocio tra intero e due pezzi, con slip e reggiseno uniti solo da una sottilissima striscia di stoffa o altro materiale. Si tratta di un costume estremamente sensuale che rischia di sconfinare nella volgarità se non si sceglie il modello giusto. Grande novità dell’estate 2008 è poi il quadranga, un tanga tenuto su da tre laccetti anzichè due. Il quadranga implica in primo luogo il coraggio di indossare un tanga sulla spiaggia, e in secondo luogo di rimediare un’abbronzatura alquanto bizzarra. Diventato di moda l’anno scorso, lo skirtini è una rivisitazione dello slip arricchito a una corta gonnellina molto graziosa e retrò. Sempre in tema di reinvenzioni del bikini in chiave più castigata, il tankini è un bikini in cui il pezzo sopra è sostituito da una maglietta o da una canotta in tinta: l’effetto è quindi simile all’intero, ma con una sensuale striscia di pancia in esposizione.


1

VENERDÍ AGOSTO • 2008

Cronaca

27

LOCANDA SAN MARTINO - Agriturismo eccellente

Non solo ottimo cibo, ma anche... di Laura Beatrice

Giampi e Paola vi danno il benvenuto all’agriturismo «Locanda San Martino». La Locanda San Martino si trova nella Cascina San Martino a Grumello Cremonese ed Uniti. L’Agriturismo offre specialità tipiche locali in una sala per banchetti idonea per degustazione prodotti di produzione propria, pranzi e cene, feste private, serate a tema. All’agriturismo San Martino si ha la possibilità di vivere una giornata divertente ed educativa alla scoperta della tradizione della campagna Cremonese e Cremasca. Un'occasione unica per stare in mezzo alla natura e conoscere le modalità operative dei nonni contadini. "http://www.sanmartinoagriturismo.it/salone_banchetti_meeting.html". Inoltre ricavato nell'antico fienile dell'Agriturismo il salone congressi, può essere utile per organizzare conferenze e convegni, essendo dotato di aria condizionata e collegamento internet wireless. L’agriturismo è inserito nella guida Alimentazione fuori casa 2008 di AIC ed è particolarmente attento ai celiaci essendo locale informato sulla cucina senza glutine. Il ristorante della locanda è aperto venerdì e sabato dalle 19.30 e la domenica dalle 12.30. Gli altri giorni è

Tutto da gustare A sinistra, Giampi e Paola. Sono loro i gestori dell’agriturismo «Locanda San Martino» a Grumello Cremonese e Uniti. Questa struttura concorre al Premio «Ospitalità Italiana 2008».

aperto su prenotazione per gruppi. Particolare attenzione è stata dedicata ai percorsi didattici per i visitatori della locanda a cui possono partecipare anche scuole, grest e aziende. Importante e interessante novità è che da domenica 28 settembre 2008 partirà l’iniziativa «fattorie didattiche a porte aperte». Si tratta di un’iniziativa in collaborazione con la Regione volta a valorizzare il territorio e a scoprire i mestieri e le abitudini della vita di campagna. Non resta che visitare l’agriturismo per riscoprire i luoghi di un territorio ricco ancora di sorprese. E degustando prelibatezze locali.


l'opinione del cremasco  

ultimo numero!

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you