Page 50

RSI CSR

zione e al dialogo” ha detto l’ex presidente.   Con Havel nella giuria una serie di altre personalità, fra cui lo stesso ministro Kocab, l’euro‑ commissario Vladimir Spidla, il consigliere dell’Osce per le tema‑ tiche rom Andrej Mirga  e il depu‑ tato slovacco Magda Vášáryová, una delle principali sostenitrici del progetto Gypsy Spirit nell’ex paese confederato A ravvivare la serata ci hanno pensato i colori, la musica e l’esuberanza che sono l’espres‑ sione più genuina della tradi‑

zione e della cultura dei Rom. L’evento si è infatti concluso in un clima di grande festa e per‑ sino Havel ha partecipato alle danze, facendosi trascinare dai Rom in un girotondo al ritmo del “Romano hiphop” dei Gypsy.cz. I riconoscimenti, nelle varie cate‑ gorie, sono andati al Český západ, un’associazione non governativa che opera a favore dell’inte‑ grazione dei Rom nella Boemia occidentale, al Museo della cul‑ tura Rom di Brno, ad una scuola elementare di Svitavy-Lačnov in Moravia del sud (un esempio

meraviglioso di come fra i bam‑ bini le barriere di carattere etni‑ co non esistono), allo studioso e attivista rom Ladislav Goral, fondatore del Corso di Lingua e Cultura Romaní presso l’Univer‑ sità Carlo di Praga. L’ultimo riconoscimento - conse‑ gnato dal cardinale Miloslav Vlk, Arcivescovo di Praga in un clima di comprensibile commozione – se lo sono meritati i medici e tutto il personale del reparto di Rianimazione e Terapia intensiva dell’ospedale di Ostrava. Sono i sanitari che hanno salvato la vita

a Natalka, una bambina rom di tre anni, rimasta vittima lo scor‑ so aprile a Vitkov, in Moravia del nord, di un attentato incendiario con il quale quattro estremisti della zona hanno distrutto la casa della sua famiglia. Per sal‑ varle la vita sono stati necessari otto mesi di ricovero, i primi dei quali in condizioni disperate, con ustioni di secondo e terzo grado sull’80% del corpo. Una bambi‑ na destinata a portarsi dietro per tutta la vita i segni devastanti di questo calvario, ma che i medici sono riusciti, di recente, a riaffi‑ dare alle braccia dei genitori. Il ministro Kocab alla fine della serata ha dichiarato: “Il Gypsy Spirit vuole essere la dimostra‑ zione che quando il cuore vuole veramente qualcosa può fare cose straordinarie”. (g.u.)

Vaclav Havel durante la premiazione del Gypsy Spirit Vaclav Havel during the presentation ceremony of the Gypsy Spirit

The event, in fact, ended with a festive atmosphere, with Havel participating in the dances, allowing the Roms to drag him into a sort of ring a ring a roses with the rhythm of the Gypsy.cz “Romano hip-hop.” Acknowledgements for the various categories, went to Český západ, a non-government association which operates in favor of

46

Rom integration in western Bohemia, to the Brno Rom culture Museum, to a primary school in Svitavy-Lačnov in South Moravia (a wonderful example of how, among children, the ethnic barriers do not exist), to the Rom Scholar and activist Ladislav Goral, founder of the Romani Language Course and Culture at the Charles University in Prague.

The last acknowledgement was given by cardinal Miloslav Vlk, archbishop of Prague, during a moment of understandable emotion – The Intensive Care Unit doctors and all of its personnel from the Ostrava hospital, deserve it. They have saved the life of Natalka, a three-year old Rom child who was a victim last April in Vitkov, in north Moravia,

of an incendiary attack - during which four extremists of that region, destroyed her family house. Eight full months in hospital were needed to save her life, the first of which, in terrible conditions with second and third degree burns on over 80% of her body. A child who is destined to bear the devastating signs of this Calvary, but whom the doctors were able, just a few days ago, to deliver back into the loving arms of her parents. The evening came to an end with a declaration by Minister Kocab: “The Gypsy Spirit wants to demonstrate that when our heart longs for something, it can achieve great things”.  (g.u.)

Profile for Redakce Progetto

Progetto Repubblica Ceca (Novembre-Dicembre 2009)  

Periodico di informazione su politica, economia e cultura / Information magazine on politics, economy and culture

Progetto Repubblica Ceca (Novembre-Dicembre 2009)  

Periodico di informazione su politica, economia e cultura / Information magazine on politics, economy and culture

Advertisement