Page 1

Consiglieri Comunali:

Iacopino Fabio Napoli Stefania Savaglio Maurizio Ficara Paolo Vogogna, 22 giugno 2009

Al Consiglio Comunale Ai vogognesi.

Al di là del riscontro elettorale che questa sera viene definitivamente sancito nell’aprire formalmente il prossimo quinquennio amministrativo del nostro paese, desideriamo innanzitutto soffermarci un attimo nell’analisi del voto espresso dai vogognesi e sul suo significato.

Questo lo si ritiene importante e fondamentale perché chi da oggi governerà il paese non può non tenerne conto: per la prima volta da quando Vogogna è amministrata dalla Lista Civica per Vogogna non si è avuto un distacco netto tra le due liste candidate, non c’è stato – da parte dell’elettorato – un vistoso plebiscito né un netto vantaggio avuto nelle amministrative precedenti. E’ importante chiedersi il perché, ma soprattutto è molto importante capirlo e tenerne conto. L’importanza del riconoscimento attestato alla Lista Progetto Miglioriamo Vogogna lo si evince da come una lista giovane, nata in soli due mesi, per la quasi totalità nuova nel panorama politico amministrativo abbia raccolto oltre il 46 per cento delle preferenze dell’elettorato. Non è affatto poco: questo è il cosiddetto “voto consapevole” perché è stato ottenuto senza personalità politiche di spicco a capolista, senza appoggi espliciti di gruppi politici (e forse anche apolitici), senza – soprattutto – godere di quel “favore”, di quella spinta iniziale che è comunque intrinseca nelle maggioranze uscenti. Anche in quelle, come l’Amministrazione Zago, che purtroppo non hanno compiuto di certo un mandato esemplare. Ora, non vogliamo che il presente documento assuma il significato dei tanti discorsi che si ascoltano spesso nel post elezioni, che tentano sempre e comunque di giustificare la sconfitta con toni talvolta ridicoli, capaci addirittura di paragonare una minor perdita di consensi ad un enorme successo. Ma si deve rilevare il fatto che Vogogna ha dato un messaggio importante: praticamente la metà del paese ha chiesto ad una nuova voce di farsi sentire. Ha premiato il lavoro della opposizione uscente. Ha creduto nella serietà delle persone che oggi occupano il ruoli di opposizione. Voleva non solo cambiare registro, voleva soprattutto, cambiare le persone. Siamo sicuri che voi abbiate la assoluta capacità ed intelligenza politica di comprendere e di analizzare a fondo questo messaggio. Metà del paese ha chiesto di cambiare, non solo “registro” (ed in questo caso farlo veramente non solo con operazioni di facciata) ma anche di cambiare persone: vogliamo quindi – nel caso specifico – garantire loro di poter essere tutelati degnamente da noi, dalle persone a cui hanno affidato la propria rappresentanza in seno al Consiglio Comunale. Questo è il vero significato della prima frase che il Sindaco ha pronunciato a caldo dopo la sua elezione: “Sarò il Sindaco di tutti”. Questa è una frase, ci sia permesso, fin troppo semplice ed abusata: Borghi deve impegnarsi a confermarla con il sui operato per tutti i 5 anni. Anzi, lo sfidiamo a portarci ad affermare, al termine di questo mandato, che “Borghi è stato il sindaco di tutti”. Questo è importante. Questo è il verso senso di quella frase. Questo risponderebbe al senso più profondo di quanto espresso con il voto. Sappiamo che Borghi ha le capacità. Sappiamo che nella maggioranza ci sono persone che hanno le capacità. Ma non è tanto questione di capacità, è soprattutto questione di volontà. Auspichiamo quindi che capacità e volontà vengano convogliate positivamente: saremo i primi a collaborare ed a riconoscere pieno merito a tutto quanto di positivo sarà fatto per il paese. Non nascondiamoci però dietro ad un dito: Vogogna è in una situazione difficile. Bilancio, strada di arroccamento, copertura di Villa Biraghi, Centro Multimediale sono tra le prime cose che meritano ampia attenzione, vuoi per le delicate situazioni “strutturali”, vuoi per mancato sviluppo del progetto iniziale che ne ha vanificato l’investimento.

e-mail: miglioriamo.vogogna@libero.it sito: http://blog.libero.it/informavogogna


Consiglieri Comunali:

Iacopino Fabio Napoli Stefania Savaglio Maurizio Ficara Paolo Occorrono poi ancora marciapiedi, sistemazione delle strade (zona peep su tutte), pulizia del verde costante e per tutto il periodo amministrativo, monitoraggio e pulizia dei rii, nuova Area Mercatale. Occorre tutelare le attività economiche del paese, se possibile anche attraverso il rilancio del turismo e magari sviluppare – per quanto comunque il momento sia difficile – idonee iniziative a sostegno dell’occupazione dei nostri compaesani. Se non proprio a crearla, quantomeno a mantenerla! E allora noi ci proponiamo in questo contesto in un’ottica più complessiva ovvero ad arrivare ad essere la “amministrazione di tutti”, lavorando nel rispetto reciproco dei ruoli che è poi il rispetto che dobbiamo, tutti noi, ai nostri elettori. Chiediamo dunque, da subito, un segnale forte affinché questi bei discorsi non cadano nel vuoto! Né i vostri né, soprattutto per quanto ci riguarda, i nostri. A Borghi, chiediamo allora un atto ufficiale che immediatamente cancelli il Regolamento di Accesso agli Atti Amministrativi che tanto negli ultimi 5 anni ha impedito un normale lavoro alla opposizione. Questo sarebbe un primo segnale positivo di collaborazione tra maggioranza ed opposizione: affidarsi alla buona educazione ed all’ottimo rapporto che intercorre tra il nostro gruppo ed i dipendenti comunali sarà sufficiente e permetterà di poter lavorare in maniera più aperta, veloce, senza nel contempo disturbare il lavoro degli uffici. Come si era sempre fatto, per altro, fino a 5 anni fa. E poi proponiamo l’istituzione di una commissione sul Bilancio: per chiarire una volta per tutte quale sia l’eredità della amministrazione Zago. Positiva o negativa? Una commissione paritaria tra maggioranza ed opposizione, potrebbe essere il miglior segnale di chiarezza, per tutti. Se negativa, lavoriamo tutti assieme per risanarla, se positiva, tranquillizziamo chi invece oggi non lo è…(il 46 per cento dell’elettorato almeno…) Noi tendiamo la mano e siamo disposti a ripartire da zero. Abbiamo già avuto occasione di affermarlo informalmente già nei giorni scorsi a qualcuno di voi, oggi lo ribadiamo formalmente a Vogogna con questo scritto che vi chiediamo di allegare al verbale della deliberazione del presente OdG. Ovvio che, in difetto, la bontà delle nostre premesse non avrà alcun problema a trasformarsi in ferma e decisa opposizione, qualora nelle vostre azioni future non si dovesse ravvedere, puntualmente, quanto oggi siamo tutti in animo di impegnarci a perseguire in via collaborativa. Adesso, come logica conseguenza dell’esito elettorale, la palla passa a voi, dovrete insistere affinché il tutto si trasformi in efficaci azioni amministrative svolte in un contesto in cui anche l’Opposizione sia libera di operare altrettanto efficacemente e positivamente. Chiudiamo infine ringraziando di vero cuore tutti coloro che ci hanno sostenuti determinando, comunque, quel notevole riscontro che, proprio per come è stato ottenuto, ha assunto una importanza davvero rilevante e ci permette di iniziare questo nuovo impegno forti del loro sostegno. Iacopino Fabio, Napoli Stefania, Savaglio Maurizio, Ficara Paolo.

e-mail: miglioriamo.vogogna@libero.it sito: http://blog.libero.it/informavogogna

Documento insediamento  

Dichiarazione letta in Consiglio Comunale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you