Issuu on Google+

Consiglieri Comunali:

Iacopino Fabio Napoli Stefania Savaglio Maurizio Ficara Paolo Vogogna, 29 giugno 2009

Al Consiglio Comunale

Valutati i documenti messi a nostra disposizione e quanto emerso nella Conferenza dei Capigruppo di questa mattina, il gruppo di Opposizione si esprime come segue: L’attenzione nostra si incentra su Cave Futura Srl in particolare. Avete motivato la partecipazione con una serie di considerazioni che vanno dalla ricaduta economica prevista dalla perizia recentemente elaborata dal Dr. Gagliardi alla possibilità di scelta demandata all’organo competente, ovvero il Consiglio Comunale. Avete dunque dimostrati i fini istituzionali collegandoli, come per SEO, ad un ricavo economico derivante dall’affido in concessione delle Cave di proprietà comunale da impiegarsi, direttamente, sul territorio. Osservando i contenuti della Legge e valutando la Vs. operazione parrebbe esserci un dubbio interpretativo proprio sul concetto di “fine istituzionale”: forse il vostro intendimento è da ricercarsi nello “status” di discreta autonomia in cui possono agire oggi gli Enti Locali, pertanto su questa base, percorrete una strada che di primo acchito parrebbe impraticabile dalla recente disposizione legislativa, ma che a lungo andare – se produrrà ricavi positivi – potrà essere giustificata. L’elemento nuovo che nella fattispecie è la Perizia geologica che determina, sebbene in via estimativa, un certo quantitativo di materiale estraibile, può sicuramente permetterci una valutazione più tranquilla, rasserenando un po’ le preoccupazioni. Che però, allo stato attuale, non possiamo del tutto cancellare: gli alti costi e le difficoltà di intervento di realizzazione della strada di arroccamento, le procedure autorizzative e le conseguenti operazioni preliminari all’avviamento delle attività estrattive sono comunque da tenersi in considerazione. Non siamo ad oggi in grado di poter, quindi, correlazionare la società Cave Futura (stante anche la crisi economica mondiale che, in prospettiva, non denota attualmente situazioni rosee per il mercato lapideo) con gli elementi di “istituzionalità” che voi motivate in ricognizione. Quantomeno, con gli elementi oggi alla mano, di buona teoria ma per ciò di ancora lontana – e non certo semplicissima - applicazione pratica, ci pare difficile poter inserire questa società tra quelle per le quali occorra mantenere la partecipazione. Iacopino Fabio, Napoli Stefania, Savaglio Maurizio, Ficara Paolo.

e-mail: miglioriamo.vogogna@libero.it sito: http://blog.libero.it/informavogogna


Dichiarazione voto società partecipate