Page 1

Vogognaal

Sindaco ea,ssessori alposto deldirigente

'Nessuna Il sindaco: indennità aggiuntiva piùrapideaicittadini" edaremo risposte i5{,QAIESSA'{DRO CttStA CHl . VOGOGNA

hrico

!aJ[

Quarantamili euro in più nelle cassecsounali. L'amministrazionevogogneseha taguato due capitoli di spe. sa, ridefinendgle Ésponsabili$ di uffici e servizi grazie alla scelta di eliminare dall'organico in forza al Comune la fgùra dsl ahigente generalé, al segrotari,o i nostra realtà non ha certo bisognò di essere gestita come il Comune di Milano - spiega il sindaco Enrico Borghi -. Cod abbiamo deciso di attúbuire agli assessori e al sindaco la responsabilità degli ufftci e dei serwizi, awalendoci della normativa che consent€ tale facolta ai comuni al di sotto dei 5 mila abitantb. Le tunzioni defàlr{ente, quindi, s<no passate ncft meni dsgli assessori:-<Lú' professionattA dde gùata 'vengono messe $fatuitameute a disposiziiS:della collettività vogogneseri:ontinua Borghi, che spiq5n enche come la figura ftf itrigente, previ"sta dalla Leggp Bassanini non abbia mai por- . tdto a migliorarientl nei sdr. vizi. dnzi in Eolti caC Uba rallentati visto che il se-gre. tario, presente un solo giorno alla settimana in munitúpio, doveva confrontarsi con tecuici e amministratari prima di prendere qualsiasi decisione. Inoltre i costi per le piccole amministrazioni sono aumentati, senza portare ad un incremento di qualità). A proposito dl costi, il cambiamento non poÉera ad aumenti: (Né io né gli assessori percepiremo indennità in più rispetto a prima, ma potrerio dare risposte

llsindacodi Vogogna èancfi€ presidente nazionale dell'Urcem, l'unior*degúi entidei Comuni, defl. comuriità edegli etrtí montani

immediaté ai cittadini, senza più lungaggini burocratiche> spiega ancora Borghi, Il siadaco di Vogogna, presldent3 nazioDle dell'Uneea, auspica anche di vedere t'ldlscussa la gestioúe dei coa livello nazionale: <Le mi piccole ammlnistrnzioni sono diverse dhi gr*si centú, che haraq bieoqno d una gestione da lrart di diriSenti. Anche pof. ryehto voglio rivolgere rÉlppello a tutta le forze politiche: si dere tornare a una formazlone pedagogica per cbl d caadda nei consigli comun li La nodrs eelta dimostra che à possibile assugîazie mersi rrspo{xetilita ad una prèparazioúe mirata). Ma la (politica del risparmio> dell'amministrazione Borghi non si ferrna a questa ridistribuzione degli incarichi: il prossimo passo sara rivedere il sistema di erogazione dell'eaegia elettrica negli edifici c.omunali: <Prnestoproporremo anche ai Comuni a noi confinanti di far nascere un consordo pet potèr comprsre I'energia a prezzi agevolati> conclude Borghi.

.Slalpianocasa

agliarpliamenti

trqÉsa-Ci

Articolo Spese  

Spese Bilancio