Page 1

Periodico di informazione e discussione dell’I.I.S.S. Ferrara - Palermo anno 7 n.1 ott- nov 2011

Progetto

Preside ta alla

Intervis

Comeniu

Pag. 5

s

ival

est Il F

lità

lega

della

Pag.

Inte rcul tura Pag

. 11

4

lità

Pag. 8


E Ed diit to or riia alle e

La notte dovrà pur finire

Q

uando alcuni alun-

festazioni di protesta.

imprenditoriali,

ni ci hanno chiesto

La

sce

di

che

pubblicare

sul

grave crisi economica sembra

penalizzare

una

delle

costituiprincipali

finalità del nostro Istituto,

nostro giornale alcune foto

soprattutto

delle

cerca di prima occupazio-

le

ne, tuttavia,

nostra nuova preside

manifestazioni

dentesche

di

novembre

a

stu-

ottobre

cui

e

avevano

i

giovani

in

non ha colpi-

Sommario

secondo gli intendimenti e priorità

indicate

dalla (che

to duramente tutti i settori

peraltro gentilmente ci ha

partecipato, abbiamo subi-

produttivi,

concesso

un’intervista

to pensato ai commenti di

registrano

pubblicata

a

quanti pensano che i cortei

tendenza.

per i

determinante,

nostri studenti rap-

presentino

unicamente

essere

alcuni dati

È

in

più

anzi

contro-

che

mai

quindi,

informati

e

saper

Ovviamente,

re alle lezioni. Nello stesso

anche nei periodi di crisi,

nuovamente

tempo, però, ci sono venu-

vengono

“questa

te in mente le parole della

che

canzone

gioco,

con

cui

R.

offerte

sappiano

a

che,

coloro

mettersi

magari

in

investendo

loro,

perché,

sulla

Per quello che le compete,

mente

Sanremo:

la

tempi

“...Così

belli

gridare nelle piazze

a

per-

ché stanno uccidendoci il Sebbene non

pensiero...”.

nostra

scuola

cerca

di

citare

Vecchioni,

maledetta

notte ma, se

dovrà pur finire”

ma edizione del festival di

formazione.

per

ognuno si limita a

Vecchioni ha vinto l’ulti-

propria

alunni

tare delle occasioni offerte

coglier

occasioni

gli

8).

dovranno sapere approfit-

delle occasioni per sfuggi-

le

pag.

stare

e

non la

fa

prote-

concreta-

propria

parte,

sicuramente

i si

fare la sua parte, organiz-

allungano

a

dismisura

zando

rischiando

di

trasformare

per

incontri

esempio

con

degli

esperti

che

questa

crisi

in

una

notte

si possa escludere che certi

stimolino lo spirito di ini-

boreale!

alunni non abbiano piena

ziativa economica e forni-

Anche quest’anno, voglia-

consapevolezza

delle

scano agli studenti infor-

mo

ragioni della protesta e che

mazioni

benvenuto

quel

nuove possibilità occupa-

gnanti

mente apprezzato sia stato

zionali.

ai

Istituto e ai nuovi alunni

il sempre gradito giorno di

seminari tenuti dai funzio-

dei quali pubblichiamo le

vacanza,

le

nari di “Invitalia” proposti

foto a pag. 14. Ricordiamo

comunque

dalla prof.ssa Di Liberto o

che

all’incontro

che

piazze

abbiano

il

fatto

siano

vera-

che

piene di giovani “indignati”,

per

zione

la

in

nuove

difficile

cui

situa-

versano

generazioni,

presenta

le

rap-

certamente

un

preziose

Ci

sulle

riferiamo

porgere

un

ai

giunti

il

nostro

nel

giornale

è

uno spazio aperto a tutti e accoglie con molto piacere

un esperto di energie rin-

qualsiasi

novabili

sentire, dunque, la vostra

bro della redazione o uti-

dubbio, la sana protesta è

D’altronde, il collegamen-

lizzando il nostro indirizzo

sempre preferibile alla sfi-

to con il mondo del lavoro,

di posta elettronica (ilfer-

ducia e alla passiva rasse-

anche attraverso esperien-

rarino@libero.it).

gnazione.

ze di stage e di supporto

La Redazione.

Ecco

perché

forte

un

crescita

abbiamo pubblicato volen-

concreto

tieri l’articolo sulle mani-

zione

per

di

settore

Fate

voce contattando un mem-

Senza

rappresenta

contributo.

in

positivo.

(v.

la

pag

crisi Noi la non la

iam pagh

o...

pag

a

t het

ivia

rr ci a

Potrete articoli vostri vostri

leggere

e

2

di Claudia Prainito

8

Intervista alla Preside

9

Palermo e i suoi racconti

10 11 12 13

Newspapergame Interculturalità Parliamone La posta dei lettori

14

Le new entry

15

Sportivamente

16

Relax

Il Ferrarino Periodico dell’IISS

“F. Ferrara”

Palermo Anno 7 n. 1 ott. - nov. 2011

Comitato di redazione: Francesca Casabianca VF,

Schiavo Jessica, Baiamonte Vincenzo,

Rao Paolo, Cacopardo Giogia IF, Musicò Emanuela, Benfante Giovanni IC, Toia Desirè

contributi

gerimenti,

altri

lasciare

commenti.

potete

Per

e

i

i

sug-

utiliz-

zare anche il nostro indirizzo mail:

La matita allegra

Curiosità dal mondo

Hanno collaborato in questo numero:

111374.

! mo

7

Pizzo Vincenzo IIE

www.alboscuole.it/

non

Green economy

Aliotta Danilo, Labbro Roberta,

idee

Ferrarino Web su

la

6

Il progetto Comenius

Marotta Alessandra, Favet Teresa,

Visitate il

Con

5

Marino Carola, Safa Ouerghemi, Jerbi Sonia,

realizza-

nuove

Il Festival della legalità

inse-

6).

aspetto

4

nostro

organizzato

attualmente

Pianeta giovani

caloroso

nuovi

dalla prof.ssa Fiorino con

che

3

ilferrarino@libero.it

IIB, Annalisa Burgio V Pr2

Docenti impegnati nel progetto: Vincenzo Muscato e Claudia Prainito. Stampa:

Tipolitografia Luxograf Via Bartolomeo da Messina, 2 Palermo


P Piia an ne et ta a g giio ov va an nii

La protesta non violenta è un diritto di Jerbi Sonia II E

Manifestare non equi-

festa.

vale

oltre

a

distruggere

città, ma a far

la

sentire

la propria voce ai rappresentanti politici

che talvol-

Ma alla

nel

nostro

crisi

paese,

economica,

a

spingere in piazza i giovani ha contribuito del

anche

Governo

la

volontà

Berlusconi

di

ta sottovalutano la sensibilità e

limitare la libertà di manifesta-

le

gente

zione del pensiero. Al grido de

comune. Anche per questo noi

“Il governo ci vuole tappare la

studenti, rispetto a coloro che

bocca”,

con la scuola hanno già chiuso,

per esprimere le nostre opinio-

dobbiamo

potenzialità

della

mostrare

sfilato

uniti

saper

ni come si fa in una democra-

essere civili e responsabili! Il 7

zia. Anche se oggi l’Italia non

ottobre, proprio per un senso

sembra più esserlo.

di responsabilità civile, abbia-

ci ha sottovaluto e ha calpesta-

mo preso parte al corteo stu-

to

dentesco

i

nostri

diritti.

Il governo

L’ennesima

ha

portato

in

prova di MENEFREGHISMO

le

scuole

di

da parte dei nostri politici, è

Palermo, tra cui la nostra. Mi è

stato il taglio ai finanziamenti

dispiaciuto

per

piazza

che

di

abbiamo

tutte

notare

però,

che

le

istituzioni

scolastiche.

del nostro istituto non eravamo

Questa è stata un’azione gra-

neppure la metà forse perché

vissima perché colpire la scuo-

non

la significa colpire il futuro di

tutti

conoscono

i

motivi

per cui il mondo intero mani-

un

Paese!

Un

ragazzo

diplo-

mato che cerca lavoro in Italia

co r t e o a v e s s e i n i z i a t o a s f i -

non lo troverà mai! Non è pos-

lare

sibile

che

sopravvivere

ne

siamo

costretti

a

Block”

per

lasciare

la

pacificamente, violenta

l’azio-

dei

ha

“Black

creato

danni

nostra terra, i nostri familiari, i

ingenti alla città, ai cittadi-

nostri sogni. E se il governo ha

ni

cercato di metterci il bavaglio

Anche a Milano e Palermo

in tutti i modi (guardiamo la

nelle

vicenda

del

di

WIKIPEDIA)

noi

e

alle

forze

proteste 17

dell’ordine.

studentesche

novembre

scorso

abbiamo fatto bene a protesta-

non sono mancati disordini

re.

e

Non

paghiamo

errori

e

danneggiamenti

debiti che non sono nostri. Ma,

distolgono

se le manifestazioni sono sem-

dalle

pre il segno di una partecipa-

dei

zione attiva alla vita politica,

sto

esse

escludere

non

devono

mai

essere

giuste

è accaduto a Roma lo scorso

dono

14 ottobre durante la protesta

sopruso.

degli

lenza no!

Sebbene

il

Per

dobbiamo

distanze

“indignati”.

rivendicazioni

manifestanti.

snaturate dalla violenza come

e

da

il

che

l’attenzione

que-

sempre

prendere

quanti

dissenso Protesta

le

confoncon sì,

il

vio-

l’istruttoria delle pratiche.

Diventa imprenditore di te stesso

Nel seminario cui ho partecipato il 24 ottobre, ho appreso

Invitalia al Ferrara per i seminari sull’autoimpiego

che esistono diverse agevolazioni finanziarie rivolte ai giovani che permettono l’av-

Molti di noi pensano che, per

vio concreto di un’impresa e

un giovane senza tanti mezzi

ho finalmente rispolverato il

economici, sia quasi impossibile

avviare

commerciale. mente così?

mio vecchio sogno impren-

un’attività Ma

è

ditoriale

vera-

cassetto.

Anch’io custo-

quello

un’attività

di

Mazzarese,

avviare

commerciale

nel

pensavo

che

l’esperienza

la, ho avuto la possibilità di apprendere un’agenzia

che

esiste

nazionale,

la

Invitalia, che orienta i giovani

che

desiderano

un’attività

in

avviare proprio.

Invitalia, agendo su mandato

ha

nuo-

entusiasmante

accompagnarli

al

nella

fine

di

stesura

del piano di impresa e nella

grazie all’iniziativa

promossa dalla nostra scuo-

incontrerà

dell’autoimpiego

fosse

irrealizzabile. Mi sbagliavo, perché,

nel

noi intendano lanciarsi nel-

non avevo per nulla le idee e

che

vamente tutti coloro che tra

campo della ristorazione, ma

chiare

custodivo

L’esperto

condotto il seminario, il dott.

divo da tempo un sogno nel cassetto,

che

del Governo, offre differenti

sistema

opportunità

autoimpiego,

zare la potenzialità dei terri-

lavoro

tori (in particolare del mez-

autonomo, microimpresa e

zogiorno), sostenere i settori

franchising. Gli obiettivi di

strategici

Inviatlia sono appunto favo-

fornendo

un

indispensabile

rire e sostenere la crescita del

servizio

di

tutoring

di

distinguendo

fra

produttivo,

per

lo

valoriz-

sviluppo,

per

compilazione della domanda per l’erogazione dei contributi finanziari.

Nella foto, il funzionario di Sviluppo Italia s.r.l., dott. Mazzarese, con alcuni alunni delle classi IV e V.

3


I Ill F Fe es st tiiv va all d de elllla a lle eg ga alliit tà à

Mafia da ridere

Il Festival della legalità rientra ormai tra gli immancabili

di Toia Desirè II F

appuntamenti a cui la nostra scuola partecipa ogni anno. Sin dalla

prima

edizione,

infatti,

il

nostro

Istituto

ha

sempre

“Allo

risposto con particolare interesse alle sollecitazioni provenienti da questa singolare e privilegiata occasione di crescita culturale. giunto

alla

biglietti.

Un

sarebbe

molto

da

dire.

Però

entrare più perché sono esauri-

una cosa che potrebbe risultare

ti i posti e decide di scavalcare

monotona, una cosa su cui

avuto l’opportunità di riflettere sul tema della legalità che si

il cancello. Un poliziotto se ne

basata la conferenza. La mafia

configura

accorge

desiderio

Numerose le classi del nostro Istituto che, di

molte

scuole

palermitane,

svolto

i

Filippina. Fra incontri, dibattiti e spettacoli, gli allievi hanno

denti

è

mafia ci

primo al nove ottobre scorso nella suggestiva location di Villa

un

si

(…) Sull’argomento

una cosa mi preme ricordare,

come

edizione,

una cultura intimidatoria.

ragazzino vede che non fanno

più

quarta

da troppo tempo ossequiato da

dal

sempre

sua

entrano

tita e i poliziotti non controllano

L’evento,

stadio

tutti per vedere la par-

condiviso.

insieme agli stu-

hanno

partecipato

alle

diverse giornate tematiche del Festival della legalità. Pubblichiamo qui solo alcune delle riflessioni dei nostri studenti, rinviando per i testi integrali al nostro giornale web sul portale di A Allb bo os sc cu uo olle e.

Il silenzio uccide il nostro futuro! di Casabianca Francesca VF

scaval-

esiste da tanto tempo e su que-

cando anche lui il primo can-

sto non c’è dubbio, ma esiste

cello. Il ragazzo ne scavalca un

anche l’ANTIMAFIA che non

altro ma questa volta il poli-

deve

ziotto riesce a fermarlo e gli

poliziotti, ma nel nostro picco-

dice: “biglietto”. Il bambino si

lo, in realtà, l’antimafia la fac-

gira e gli risponde spudorata-

ciamo noi giorno per giorno.

mente: “ma picchi pì scavaic-

La facciamo ad esempio quan-

cari

do

ù

e

lo

canciallu

bigliattu?” delle

insegue

ci

voli

ù

Questa è stata una

tante

barzellette

futuro

siamo

Palermo

è

una

gli

cia

o

hanno

il

coraggio

di

e

si

portano

il

sostegno.

Durante la conferenza, un professore ha portato come esempio

alcuni

alunni

delle

scuola che, facendo i

artefici. a

pizzo

affrontare le cose faccia a fac-

penso

realtà

il

quando denunciamo un prepo-

non

momento di capire che noi ne

paghiamo

ai

si in realtà sono persone che

che sia realmente arrivato il

stessi

affidata

tente che ci minaccia. I mafio-

nostro

ma

non

solo

sulla

re, ridere e schersul

essere

mafia che abbiamo sentito nel

È semplice sogna-

zare

era

ti”,

sé,

in

realtà

non

sua

“bullet-

fanno

altro

che comportarsi come piccoli

come tutto il meridione, ma

mafiosi. Ma se noi parlassimo

non per questo noi meridio-

a quattrocchi con uno di loro,

nali non abbiamo il diritto di

noteremmo subito che è sem-

vivere come ogni uomo libe-

plicemente

un

vigliacco

e

ro e anche il dovere di ribel-

“scantulinu”.

larci ad ogni ingiustizia.

Sì , l a m a f i a e s i s t e . P e r ò n o i

Naturalmente,

se

non

si

sa

onesti

distinguere tra bene e male, come

si

può

scegliere?

Spesso si rischia di percorrere la via più facile e comoda, ma certo non più lecita. È proprio per questo che le violenze, gli abusi di potere devono essere denunciati! Il

silenzio

uccide

la

nostra

dignità, la nostra capacità di agire

e

il

Abbrutisce Noi,

nostro la

futuro.

nostra

ipotetici

terra.

imprenditori

palermitani, saremo costretti a confrontarci con chi, mensilmente,

verrà

a

chiederci

una “fattura non dovuta”, il “pizzo”. Chi non denuncerà sarà

schiavo

per

sempre!

Non sarà mai una garanzia la mafia, sarà solo un male che a

4

poco

a

poco

ci

toglierà

siamo

più

forti

dei

mafiosi e quindi dobbiamo

tutto,

ci

dirà

persino

chi

dovrà lavorare per noi, fino al punto di prenderne il totale controllo. Dire “No” ci renderà liberi da

questa

malattia

che

da

anni avvelena la nostra povera isola.

corso della giornata del festi-

farci

val

c o n i g l i s i a c c o rg e r a n n o c h e

della

tema

“Mafia

ad essere liberi di poter aprire

un’attività

senza

dover

commerciale

avere

le

solite

“conoscenze”! Liberi

dalla

paura

di

le

persone

così

questi

vogliono

dare

zione e la smetteranno!

si

può

ridicolizzare

e

svolta

a

questa

situa-

sminuire il fenomeno mafioso,

La legalità e il mondo dello sport di Teresa Favet

e Roberta Labbro II E

Il confronto leale con gli

Presidente del Coni Regionale

altri getta le basi per una

e il presidente del Tribunale di

società rispettosa delle rego-

Palermo. Due atleti ci hanno

le e dei ruoli.

avere

i

numerosi

incontri, cui

quello

abbiamo

par-

tecipato noi è stato moderato Roberto

dal

giornalista

Gueli

l’opportunità

raccontato

quanto

sia

impor-

tante la legalità nella loro car-

Tra

anche una nostra colpa! La

Cominciamo da noi.

ridere”.

sentire,

lette

perché in fondo la mafia è

non esisterebbe!

da

al

una

progetti e pensare alla mafia,

mafia senza la nostra paura

dedicata

Proprio attraverso delle barzel-

No al Pizzo, No alla mafia. Sì alla nostra vita libera, Sì

legalità

di

e

ci

ha

riera.

Il

mondo

dello

sport

troppo spesso è ridotto a business e a semplice spettacolo. Come

in

tutte

le

attività

è

Rai

necessario conoscere le regole

dato

del gioco ma anche quelle del

conoscere

il

comportamento per essere un


F Fe er rr ra ar ra a n ne ew ws s vero e proprio sportivo. Senza

If I were you

legalità, senza regole e senza norme di comportamento non può mai esserci un vero e pro-

Al via il nuovo progetto Comenius

prio Sport. Che senso ha barare

per

essere

i

migliori?

Lo

L’immagine

accanto

rappre-

sport ha lo scopo di far diverti-

senta

re

comenius “If I were you” a cui

e

far

mostrare

le

proprie

il

logo

del

progetto

capacità. Cosa c’è di più sano

ha

dello sport? Gioco di squadra,

Istituto. Si tratta di uno scam-

partecipazione e divertimento!

bio multilaterale che ha tra i

Ma è sempre così? Forse un

suoi partners Istituti scolastici

tempo lo sport era una pratica

di

fondata su veri e sani principi

Spagna, Turchia (scuola coor-

ma

al

giorno

d’oggi

questo

aspetto è andato via via svanendo;

dietro

nascondono Oggi

per

lo

sport

truffe

e

molti

si

tranelli.

non

basta

divertirsi ma occorre dimostrare di essere sempre i migliori, dimenticando

la

natura

più

profonda dell’agonismo che è il sacrificio, ovvero il tentativo di battere sé stessi e non gli altri.

Lo

sport

infatti

è

la

volontà di migliorarsi. Purtroppo,

però

il

messaggio

aderito

cinque

dinatrice Lituania,

progetto

vincenti

una

vera

Romania

e

dal

Italia, nostro

che

ha

una

durata

Spagna. Il secondo incontro si svolgerà proprio a Palermo nel mese di Marzo del 2012. Gli altri

meeting

saranno

ad

Ankara (Maggio 2012), Beius, Romania Kursenai,

(Ottobre Lituania

2012)

e

(Aprile

2013).

Il

tema

generale

del

progetto è quello dell’empatia, intesa come la capacità dell’essere

umano

di

mettersi

nei

panni degli altri, di condividerne esperienze, emozioni e sensazioni,

nell’ottica

di

una

conoscenza reciproca e di uno scambio umano e culturale tra persone di paesi e culture differenti.

Nel

progetto,

la

cui

referente è la prof.ssa Daniela Ganci, sono coinvolti circa 40 studenti e 8 docenti del nostro Istituto e si prevede di realizzare 24 mobilità complessive

In alto, una classe della scuola di Ferrol; sopra, un momento dei lavori

del progetto.

(9 docenti e 15 alunni). Dopo la positiva esperienza del progetto Comenius conclusosi lo scorso

anno,

gli

alunni

della

nostra scuola si stanno preparando per accogliere “gli ospiti” stranieri con attività che li aiutino a riflettere sul tema del progetto.

Professori (e presidi) che vanno ... professori (e presidi) che vengono

spingono e

progetto),

23 Novembre 2011 a Ferrol, in

giovani. I falsi modelli di atle-

a

del

diversi:

biennale si è tenuto dal 16 al

senta un grosso rischio per i

sempre

nostro

Istituto. Il primo meeting del

dalla tv e dai media, rappre-

alcuni

il

paesi

rappresentata

negativo che ci viene fornito

ti

anche

propria

dipendenza da sostanze dopan-

le spassosissime poesie che il

ti. Gli stimolanti, i narcotici e

prof.

gli agenti anabolizzanti vengo-

per l’occasione sono riuscite a

no

stemperare

utilizzati

migliorare

illegalmente

le

per

prestazioni;

delle

il

farmacologica,

D.S.

aspetto

su

cui

un

Liceo

Negli

stadi,

con

la

ormai

tifo

causa

dei

tifosi

di

squadre

opposte che si scontrano causando il caos e a volte anche danni a chi allo stadio va per seguire e sostenere la propria squadra non

del

deve

cuore.

essere

Lo

visto

sport come

violenza o illegalità ma come libertà

di

essere

se

stessi

e

dimostrare le proprie capacità nel rispetto di sani principi.

que-

dovuto

inte-

Scientifico

E.

Basile.

rimarrà tra i nostri più affezio-

è

nati lettori.

diventato sempre più violento a

Di Vita

abbiamo

docenti in pensione, anch’egli

violenza. il

l’occasione

Siamo, però, certi che, come le

tifo sportivo e troppo più spesconfuso

stento

inaspettata, è stato trasferito al

lo

sport è spesso confuso con il

so

a

ca! – che, in maniera del tutto

altro

riflettere:

che

grare il titolo della nostra rubri-

andare compromettono la saluanche

commozione

inoltre

Angelo

st’anno

tano la resistenza ma a lungo

poi

composto

per salutare anche il precedente

scono la stanchezza e aumen-

C’è

la

festeggiate

Cogliamo

chimica

e fisica di un soggetto diminui-

te.

ha

nascondevano l’emozione.

doping ematico, la manipolazione

Ciccarelli

Diamo, Come negli anni passati, dedi-

lebile, è giunto il momento di

chiamo uno spazio ai docenti

godersi

che

Come di consueto, per salutarle

non

sono

più

in

servizio

nella nostra scuola. Anche per le

professoresse

Bolazzi,

dopo

la

meritata

l’ultimo

docenti

di

pensione.

collegio

giugno,

la

dei

prof.ssa

Marino, Lipari e Giuga, che

Santomarco ha organizzato in

negli

sala

anni

hanno

“accompa-

gnato alla maturità” schiere

di

professori

un

momento

conviviale a cui hanno parteci-

studenti che sicuramente con-

pato

servano di esse un ricordo inde-

tutto della scuola. Per fortuna,

i

docenti

e

il

personale

infine

il

più

caloroso

benvenuto, oltre che alla nostra nuova

Eliana

preside

Romano,

anche

ai

professori

Bio, Bonadonna, Denaro, Di Gesù,

Guzzo,

Moschera, Porcaro, Scalici,

Montalbano,

Musso, Romano,

Teresi,

Polizzi, Russo,

Trizzino

e

Vivona che da quest’anno sono in servizio al Ferrara.

5


G Gr re ee en n e ec co on no om my y

Non restiamo al verde! di Vincenzo Pizzo e Francesco Rizzo II E

Al

mondo

serve

estratto il biocombustibile.

ener-

Lo sfruttamento di queste fonti

gia. In 30 anni il

rinnovabili sta alla base della

fabbisogno

cosiddetta economia verde che,

sempre

aumentato

più

ener-

getico dell’Italia è

oltre

del

risparmio

40%,

quello

al

vantaggio

della Cina del 130% e quello

limitare

l’impatto

dell’India

Sempre

più

nei

paesi

del

110%.

Mentre

occidentali

l’uso

di

nuovi

legato

energetico,

di

a

ambientale.

spesso

sistemi

al

punta

infatti

i

produzione

energia cresce in modo limita-

cercano di diventare più com-

to, in quelli emergenti aumenta

petitivi

esponenzialmente.

frenare

danni ambientali prodotti dal-

conservazione

riciclo.

lizzata nel riciclaggio dei mate-

il consumo smodato di petrolio

l’intero ciclo di trasformazione

Un’idea di business ecologico

riali usati, alla quale ci si deve

possono essere utilizzate delle

delle materie prime (estrazione,

e all’avanguardia è quella degli

rivolge per avviare un’attività

fonti rinnovabili come l’acqua,

trasporto,

Ecopunti, i negozi in franchi-

di questo tipo. E per saperne di

il vento, il sole e le biomasse.

minazione

sing

plastica,

più sulle opportunità di lavoro

In pochi sanno che l’acqua è la

danni che spesso si ripercuoto-

carta, alluminio, ferro e pet dai

legate alla green economy visi-

fonte

no, in un meccanismo di retroa-

privati per rivenderli ai consor-

tate il

zione negativa, sul PIL.

zi

da.com/aprire-attivita/apri-

principale

energia

Per

per

alternativa;

produrre nei

paesi

riducendo

e

matura

più

un’economia

idroelettrica

di

potenziali

trasformazione,

sviluppati non si può produrre energia

i

e

eli-

smaltimento);

L’idea

consapevole verde

nasce

di nel

quella attuale perché già sono

2006

state

Rapporto Stern. Tuttavia esi-

sfruttate

disponibili.

tutte

le

L’energia

fonti

geoter-

con

stono

la

ancora

stesura

molte

di vapori caldi dal sottosuolo e

fonti

i paesi maggiormente sviluppa-

per molti ancora inadeguate a

ti

la

sostituire i combustibili fossili.

il

Eppure, a ben vedere, la speri-

questo

settore

sono

per

comprano

riciclaggio.

tutti

è

il

Un

esempio

progetto

è

del-

l’azienda Recoplastica, specia-

sito www.prontoazien-

re-un-ecopunto-guadagnarecon-il-riciclo-dei-materiali.

La nostra salvezza

resistenze

sull’efficacia dell’utilizzo delle

in

di

del

del

mica sfrutta invece le emissioni

energetiche

che

e

rinnovabili,

di Francesca Casabianca V F

un

te senza il frigorifero acceso,

del

ma c’è una parte del mondo,

del

quella “non globalizzata”, che

buire a valorizzare una produ-

disinteresse genera-

muore perché non è possibile

materiali opportunamente trat-

zione non nociva per l’ambien-

tati, i raggi solari sono trasfor-

te.

le dove quasi nessuno si chie-

conservare

mati in energia elettrica e non

soltanto uno strumento per ren-

de cosa avverrà domani. La

bambini per la mancanza del

lasciano scorie. L’energia eoli-

dere più ecologica la produzio-

globalizzazione

frigorifero. Mentre noi spre-

ca sfrutta il vento e negli ultimi

ne ma è anche

anni questo settore ha avuto un

per moltiplicare le opportunità

grande sviluppo anche grazie al

di lavoro per le giovani genera-

costo contenuto di produzione.

zioni. Oggi esistono numerose

Attualmente l’ 80 % dell’ener-

iniziative

gia eolica prodotta si concentra

basano

Russia,

gli

USA,

l’Islanda,

Viviamo

in

Giappone e la Nuova Zelanda.

mentazione scientifica e tecno-

mondo

Anche il Sole è una fonte puli-

logica

consumismo

ta di energia; grazie ad alcuni

in

pochi

paesi

fra

cui

la

Spagna, gli USA, la Germania, la

Danimarca

e

l’India

ma

il

potenziale dell’energia eolica è largamente

sottoutilizzato.

Oggi poi la produzione di energia pulita è sempre più legata al trattamento legna,

delle

paglia,

biomasse

zuccheri,

olii

La

può

veramente

green

economy

non

è

un’occasione

economiche

sul

contri-

principio

che

si

della

dovuto forza

essere

per

preda

che un

e

avrebbe

punto

appianare

le

di

dise-

i

vaccini

per

i

chiamo le risorse del nostro pianeta,

bambini,

donne

e

guaglianze fra i popoli sem-

uomini muoiono per il sem-

bra invece averle accentuate.

plice fatto di non avere la cor-

Nel mondo occidentale e opu-

rente

lento

alcune

sarebbe

inconcepibile

rimanere anche solo un istan-

cui

elettrica. delle

Queste

riflessioni

l’ingegnere

Silvestrini,

sono con

Gianni

Direttore scienti-

fico del Kyoto Club e vicepresidente del CEPES, ha iniziato

il

suo

incontro

in

aula

magna con alcuni allievi del nostro

Istituto.

organizzata prof.ssa

di

L’iniziativa,

dalla geografia

nostra econo-

vegetali, rifiuti organici, escre-

mica, Cinzia Fiorino, è servi-

menti animali – che rappresen-

ta a prepararci alla partecipa-

tano

zione al convegno “Il sole del

una

importante

fonte poiché

rinnovabile da

queste

sostanze e materiali può essere Nella foto, l’ing. Silvestrini con alcuni alunni in Aula Magna.

6

mediterraneo”, tenutosi il 13 ottobre

scorso

Palazzo

dei

Durante

presso

il

Normanni.

l’incontro,

l’ing.

Silvestrini, esperto di energie


rinnovabili,

ci

ha

C Cu ur riio os siit tà à d da all m mo on nd do o

illustrato

per mezzo di grafici e immagini molto eloquenti, i nume-

iPad a €20

rosi disastri ecologici causati da un uso indiscriminato delle

La scalata verso la tecnologia economica

risorse. Quanti di noi sanno che gli

di Carola Marino II E

squilibri climatici provocano la morte di migliaia di perso-

Un tablet da 20 sterline, intorno ai 25

ne e animali in Somalia e in

euro, per far concorrenza all'iPad.

tante altre parti del mondo? È quanto

mai

quindi,

riconfermare

e

migliorare gli accordi internazionali di Kyoto che scadono il prossimo anno, promuovendo

quanto

cultura

più

che

possibile

metta

al

una

centro

dell’attenzione il rispetto dell’ambiente.

È

indispensabile,

Infatti,

la

rivoluzionaria

idea

di

un'azienda di hi-tec indiana che intende rendere la tecnologia sofisticata dei tablet alla portata di tutti, anche dei contadini e dei ragazzi in età scolare,

nella

seconda

nazione

più

popolosa

del

mondo. Il tablet, che costerà un 20esimo delle 400 sterline che si sborsano in India per un iPad, è in fase di sviluppo presso Electronic City, il

in

centro di ricerca della Wipro a Bangalore. Un

un ambiente sano è un nostro

modello pilota sarà pronto entro l'inizio del pros-

diritto

simo anno.

ma

nostro

vivere

questa

Azim Premji, il fondatore di Wipro,

mantenerlo

dovere.

è

un

Eppure

un

modo per salvare l’ambiente ci sarebbe: diffondere sempre di più l’uso delle “fonti alternative”.

A

tal

fine

però

necessario

liberarsi

dipendenza

dei

è

dalla

signori

del

petrolio che hanno tutto l’interesse a che la situazione non cambi. L’Italia è al IV posto negli investimenti sulle energie rinnovabili, come i pannelli

fotovoltaici,

solari,

centrali

idroelettriche.

pannelli

eoliche

e

Tuttavia,

la

Con una popolazione di oltre 1,2 miliardi di persone, l'India è una nuova frontiera per quanto riguarda l'internet mobile. Le vendite di iPad e simili supereranno il milione entro i prossimi 12 mesi, ma il grosso potenziale mercato cui Wipro sta lavorando è invece quello dei dispositivi più economici.

Ashok

Jhunjhunwala

dell'Indian

Institute of Techology ha dichiarato che ridurre il costo di un tablet a quei livelli non è certo un'impresa semplice: «È molto difficile. Il costo di ogni singolo elemento deve essere ridotto senza compromettere

la

qualità».

Secondo

Jhunjhunwala inoltre, con le tecnologie attuali

necessario fare altri passi avanti dal punto di vista tecnologico. Ed è proprio quello che Wipro sta cercando di fare a Electronic City. L'azienda sta infatti lavorando a componenti in miniatura e a nuove applicazioni nano tecnologiche per ridurre il consumo di energia e rendere così il tablet ancora più accessibile. A questo scopo, Wipro sta collaborando al progetto con l’Imec, una società specializzata in nanotecnologia con sede in Belgio. Premji, che è già l'uomo più

ricco

dell'India,

diventare

il

l’azienda

di

più

potrebbe

agguerrito

Steve

Jobs,

da

quindi

presto

concorrente poco

del-

scomparso.

Altro che Bill Gates e Silicon Valley, il campo di battaglia si sposta decisamente verso oriente.

sarebbe possibile produrre un tablet da 50 sterline, ma per tagliare ulteriormente i costi sarebbe

riduzione dei contributi pubblici a favore del fotovoltaico rischia di bloccare una positiva

tendenza.

Per

questo

è

L’androide giapponese arriva in Italia di Maria Giorgia Cacopardo IF

necessaria una maggiore consapevolezza che

di

dobbiamo

noi

cittadini

esigere

Gaminod

dai

nostri governanti una politica energetica Le

energie

più

lungimirante.

rinnovabili,

oltre

al pregio di non essere inquinanti,

possono

rilanciare

un

nuovo sviluppo economico e occupazionale. Rappresentano,

infatti,

una

straordinaria occasione di crescita economica che necessariamente crea nuova occupazione.

Basti

nuove

figure

pensare

alle

professionali

tante

presso

l’Hotel

robot

Gaminod F ha recitato come se fosse un’umana,

Hiroshi

un’attrice vera e propria,

neri

lunghi

il

più

della

dallo

e

lisci.

È

un

scienziato

impor-

ma il professore Rosario

nel

Sorbello,

robotica

robotica

docente

di

all’università

di Palermo, afferma che l’agente

pur avendo una figura

quelle di un umano; rie-

umana, non può sosti-

sce a muoversi grazie ai

tuire un attore vero sul

12 motori.

palco.

Il

tali

e

quali

“REPLICANTE”

È interessante riflette-

frutto di una collaborazio-

re sugli sviluppi della

Tokyo.

fra

è

intelligente,

il

di

sono la nostra salvezza!

svoltasi

a

sono

Palermo

dunque,

ufficiale

de

esempio quella di promotore

rinnovabili,

presentazione

Le funzioni dell’androi-

ne

energie

di

mondiale.

richieste dal settore come per

impianti fotovoltaici. Le

dall’università

li

esponente

campo

arriva

Splendid di Palermo.

costruito Ishiguro,

F

OSAKA, ha occhi a mandorla e capel-

l’università

di

e

di

il

centro

Sapreste

tecnologia

le? distinguer

È stata realizzata riproducendo i tratti di una gio-

futuro,

ma,

spero

in

che

il

prossimo androide avrà le sembianze di un siciliano.

vane donna giapponese, che ha partecipato alla

7


L L’’iin nt te er rv viis st ta a

“ “L LA A S SC CU UO OL LA A È È I IM MP PO ORTA RTAN NT TE E P PE ER R L LA A C CO OS ST TR RU UZ ZI IO ON NE E D DE EL L N NO OS ST TR RO O F FU UT TU UR RO O” ” La preside Eliana Romano si racconta di Schiavo Jessica

ebbene

facciamo

della

redazione

S

e Marotta Alessandra

II E

parte

diversi da quelli che ho lasciato

“massimo”, di ordine generale,

Ovviamente

del

nella scuola che dirigevo fino

è quello di lavorare per il futu-

può fare tutto, deve necessaria-

ro di voi giovani, cercando di

mente operare delle scelte.

dare

maggiori

Sappiamo che i fondi per la

l’occasione

in

hanno in comune il fatto che

opportunità di inserimento nel

scuola sono stati ridotti, quali

un’intervista. Come nasconde-

sono tutti belli, bravi e buoni,

mondo del lavoro; per questo

sono i progetti e le opportuni-

re l’emozione con cui abbiamo

fino a prova contraria!

sto

ai

tà per noi studenti? Saranno

affrontato il compito di intervi-

(Risata

docenti

le

realizzati

stare

che è pure ironica)

di

nostra

il

nostro

scolastico!

fortuna,

accogliendoci

un

cimentarci

addirittura

Dirigente

da

la

nel

Per

preside,

suo

ufficio,

anno

scolastico

non

in provincia di Messina, però

già

precedente

dirigente

anno, non avevamo mai avuto

Ferrarino

al

un

contagiosa.

Quali

Capiamo

scuola

e

tra

la

quelle

voi

studenti

lavorando

insieme

affinché

acquisiate

gli

stessi

progetti

nuove competenze richieste dal

dello scorso anno (come per

ha

mercato del lavoro. Ci sono poi

esempio, la gita premio per i

nostra

obiettivi, per così dire, minimi,

promossi

da

viaggio d’istruzione)?

d i f f e re n z e

riscontrato

a

da

Lei

raggiungere

entro

l’anno,

senza

debiti

o

il

d i re t t e i n p re c e d e n z a ?

come quello di aumentare il più

È ancora presto per rispondere

agio e, tra una domanda e un

Sono

completamente

possibile il numero degli iscrit-

con

caffè, una

diverse. La scuola da dove pro-

ti, potenziare i due nuovi indi-

Sparacino

vengo,

rizzi

l’ammontare

ci

ha

messo

subito

a

nostro

battuta e qualche

interruzione,

abbiamo

avuto

realtà

comprende

4

scuole:

(Turismo

e

Ist.

certezza.

Con

stiamo

la

dott.ssa

verificando

delle

risorse

a

modo di conoscere più da vici-

due licei che si trovano in mon-

Professionale per i servizi com-

disposizione

no il difficile lavoro che si svol-

tagna,

Tecnico

merciali) e rafforzare il corso

sono però delle priorità, come

ge

Commerciale a Santo Stefano

serale. Insomma c’è molto da

la vostra formazione. Tuttavia,

ragazzi spesso non pensiamo.

di

lavorare, sia con le famiglie sia

se c’è la possibilità, si realizze-

P re s i d e ,

Professionale per l’Agricoltura

con il territorio!

ranno

il Ferrara è stata una sua

e

La sua politica scolastica sarà

gite e i viaggi d’istruzione che

scelta?

st’anno

in

comunque rientrano nella for-

Quando noi dirigenti scolastici

tratta di ambienti,

scegliamo

persone

in

presidenza

e

v e n i re

il

a

a

cui

noi

d i r i g e re

trasferimento,

un

Ist.

Camastra

l’Ambiente,

e

un

Ist.

diventato

Tecnico

que-

Agrario.

Si

comunità e

talmente

diverse

continuità

con

quella

del

precedente Dirigente? In

linea

di

senza

della

scuola.

dubbio

Ci

anche

le

mazione degli alunni.

massima,

sì.

Come

vede

il

futuro

di

noi

giovani?

indichiamo una serie di scuole,

che risulta impossibile fare

Conosco

poi

paragoni!

prof. Di Vita, è una carissima

Lo

persona ed un ottimo collega.

Tuttavia

posso fare qualcosa di più per

è

il

Direttore

Generale

Regionale a decidere.

Quali

Quali sono state le sue prime

giungere oggi che è alla guida

Lui

impressioni sugli studenti?

del nostro Istituto?

aspetti

Gli

Gli

studenti

qui

sono

molto

obiettivi

obiettivi

intende

sono

rag-

vari:

uno

si

è

da

molto

occupato

importanti.

intendo

tempo

di

alcuni

Mentre

svilupparne

il

vedo

molto

da

difficile.

dirigente

forse

io

costruire il futuro degli studen-

altri.

ti; da docente mi sarebbe venu-

Al cinema per riflettere Gli allievi del Ferrara assistono alla proiezione di Terraferma È l’isola di Lampedusa il luogo

che

in cui si svolge la vicenda.

clandestini,

I

solidale del mare che obbliga a

protagonisti

sono

due

fami-

vieta

il

salvataggio contro

la

dei

legge

glie: una di pescatori e l’altra di

salvare una vita in pericolo.

immigrati clandestini, sbarcati

Terraferma,

sulle coste dell’isola pelagia; in

regista Crialese, è stata un’oc-

un tardo pomeriggio d’estate.

casione

Una normale battuta di pesca si

dell’I.I.S.S. Francesco Ferrara,

trasforma in un salvataggio che

per riflettere sul tema dell’im-

sconvolgerà la vita di un’intera

migrazione.

comunità.

Il

I turisti e gli isolani vivono una

cinema

triste

la

avuto l’opportunità di scoprire

uomini

tutto il retroscena di solidarietà,

contraddizione

impietosa

8

legge

degli

fra

26

per

l’ultimo

tutti

ottobre

noi,

scorso

Gaudium,

film

del

studenti

presso

il

abbiamo

paura, povertà e rabbia che sta

Speriamo

dietro

esperienza didattica ancora una

un

fenomeno

come l’immigrazione.

sociale

volta.

di

rivivere

questa

La IF


PA PAL LE ER RM MO O e e ii s su uo oii r ra ac cc co on nt tii Un approccio itinerante allo studio della storia di Casabianca Francesca VF

Molte volte ci chiediamo a

dove

andare

trascorrere

le

vacanze. Cerchiamo mete

lontanissime,

esotiche,

spiagge dove andare a ballare questo

perché io abbia avuto in passa-

molti ma non proprio a tutti.

grazie al suo clima, è inondata

to dei presidi che mi abbiano

Qual è, a suo avviso, il punto

da turisti anche in inverno.

limitato,

di forza del Ferrara?

Sono

avere sempre avuto presidi che

Per quanto riguarda gli edifici,

volte ne sanno più di noi, dei

mi hanno consentito di portare

anche

grazie

nostri meravigliosi monumen-

avanti

lavoro

del

anzi,

molti

lavoro

devo

dire

progetti;

di

però

il

di un docente, solo o

magari

Angelo

può

piacere

all’eccellente

precedente

Di

a

e nel frattempo la nostra città,

to un po’ più complicato, non

Vita,

non

DS, siamo

proprio

i

turisti

che

a

ti e delle nostre strade tappezzate

di

effigi

che

rievocano

quattro

messi male, ci sono realtà peg-

non solo la storia di Palermo

colleghi, non può certo tradursi

giori. Dal punto di vista dei ser-

ma quella dell’Italia intera.

nella formulazione di un indi-

vizi

Per questo, noi ragazzi della V

I fratelli Gancia avevano otte-

rizzo da estendersi a tutta una

delle buone competenze, anche

F

nuto da Papa Innocenzo VIII il

scuola; il singolo docente può

perché la dottoressa Sparacino

accolto

la

permesso di edificare una gan-

lavorare con un piccolo gruppo

è

per

proposta del prof. Ciccarelli di

cia, ovvero un ricovero per i

di alunni. Come preside, ovvia-

quanto

docenti,

ripercorrere le vie di Palermo

malati.

secondo il percorso seguito da

Palermo,

Garibaldi.

rivolta antiborbonica. L’insur-

insieme

mente

ad

altri

posso

strumenti,

tre

o

avere

anche

maggiori

economici,

amministrativi,

un’ottima

molti

sono

direttrice;

riguarda

sono

ci

i

animati

buona volontà e

da

tanta

disponibilità.

e

della

V

con

PR2,

molto

su via Alloro.

abbiamo

piacere

Il

4

Aprile

era

1860

scoppiata

a

una

risorse umane diverse, è chiaro

Dal

quel

Tra le numerose iscrizioni che

rezione fu duramente repressa

che

che è deficitario è la formazio-

ci riportano al passato, siamo

e per sfuggire alle milizie bor-

posso

svolgere

un’azione

diversa e più incisiva. Sebbene io

oggi

veda

veramente

il

vostro

difficile,

futuro

desidero

mio

punto

boniche,

personale,

Patti e Gaspare Bivona, si rifu-

questo

ma

sto

do,

cosicché

voi

studenti

tutto

quello

Ricordate

che

tra

si

per

fare

può

l’altro

fare.

che

i

docenti e il personale ATA sono

su

due

giarono

lavoran-

docenti,

personale

vista,

ne dei docenti e del

dirvi che io sono qua insieme ai al

di

insorti,

all’interno

Filippo

del

con-

vento. Tra colatoi e mummie,

anche

resti

potrete

di

organi

e

corpi

averne una ricaduta. Infatti

insorti rimasero lì per cinque

penso

che

il

metodo e l’organiz-

lunghissimi

i

in

decomposizione,

poveri

giorni,

quasi

zazione siano molto

sepolti vivi.

chiaramente, vivono gli stessi

importanti;

Poiché il convento era circon-

problemi

vedo

anche

loro

genitori

che

e

quindi,

hanno

i

vostri

genitori.

che

spesso

dato dai borboni, essi non riu-

molti

hanno grande volon-

scirono

tà,

a

trovare

una

via

di

e

fuga, sino a che un giorno, le

aggettivi.

lavorano tanto, però

donne pensarono di organizza-

Il mio modo di fare credo sia

quando si lavora in

re una lite in modo da attirare

gioviale

Provi

a

sempre

descriversi

deciso,

ma in

genere

democratico,

con

tre

è

mai

dirigo

modo disordinato si

l’attenzione delle guardie. Due

in

modo

corre

carri pieni di paglia si scontra-

condividendo le

lasciato

pentita

spendono

e

il

di

aver

l’insegnamento

per

rischio

stancarsi ottenere

mie idee con gli altri. Si

si

e i

di

di

rono,

non

risultati

conducente

dell’uno

rissa e dovettero intervenire le

sperati. Quale

il

incolpò l’altro, ne derivò una

guardie.

messaggio

poter diventare dirigente?

desidera inviare agli alunni e

rimasti molto colpiti da quella

Il trambusto fu la salvezza per

No.

alle loro famiglie?

di una chiesa che non racconta

i due giovani che riuscirono a

Un suo pregio e un suo difetto?

Che,

soltanto la sua storia di monu-

scappare dalla buca mettendo-

Un

pensano i giovani e anche alcu-

mento:

si

pregio:

credo

di

essere

a

differenza

di

ciò

che

la

Chiesa

di

Santa

in salvo.

brava ad ascoltare le persone;

ni adulti, la scuola è importan-

Maria degli Angeli, denomina-

Una Palermo che si racconta

un

te!

ta Chiesa della Gancia e risa-

da sola, basta osservare e leg-

lente al ‘400.

gere

difetto:

ogni

tanto

“strari-

po”, cioè sono molto irruente. È

perché

molto

sono

franca,

una

molto

persona diretta

e

Più

saranno

si

è le

ignoranti,

minori

opportunità

costruzione del futuro!

di

Una particolari-

tà di questa chiesa è la “buca

per

tornare

indietro

nel

nostro passato.

della salvezza” che si affaccia

9


A scuola di giornalismo con

NewspaperGame Come

negli

scorsi

anni,

il

Ferrara

ha

aderito

a

“NewspaperGame”, il gioco di giornalismo lanciato dal quotidiano la Sicilia. L’iniziativa intende offrire agli studenti

l’op-

portunità di leggere il giornale in classe, scrivere articoli e realizzare la pagina di un quotidiano, proprio come una vera redazione. NewspaperGame, infatti, propone il quotidiano come strumento didattico, al fine di stimolare il dibattito e la riflessione su argomenti di attualità anche fra i banchi. Un’opportunità per studenti e docenti di mettersi in gioco, sfoderare la propria creatività, allenare la capacità di comprendere e raccontare il mondo che li circonda, diventando così protagonisti dell’infor-

Stiamo sulla buona strada

mazione. L’iniziativa prevede, inoltre, la partecipazione al progetto edu-

Ogni anno sulle strade italiane

queste sostanze l'automobilista

cational “Io non corro il rischio”, cofinanziato dall’Unione

si

perde

europea e dall’Assessorato regionale delle Infrastrutture, della

incidenti,

il

sensi: la vista si offusca e tal-

Mobilità e dei Trasporti.

registrano

numerosissimi

sfortunatamente

il

controllo

dei

propri

diffondere la cultura della

numero delle vittime è in cre-

volta l'immagine si sdoppia; i

sicurezza stradale, gli studenti vengono invitati a redigere arti-

scita. Secondo il rapporto Istat-

riflessi

coli, scattare foto e girare un video sul tema del rispetto delle

Aci 2010, relativo agli inciden-

con la conseguenza che l' auto-

regole, dei limiti di velocità e della segnaletica stradale nonché

ti stradali avvenuti in Italia nel

mobilista

sui comportamenti errati che mettono a rischio la propria vita e

2009,

mezzo

quella degli altri. Gli articoli dei ragazzi sono pubblicati sul

denti stradali che hanno insan-

pericolo per se stesso e per gli

quotidiano La Sicilia e su La Gazzetta del Mezzogiorno oltre

guinato le strade italiane, cau-

altri.

che sul sito del quotidiano catanese. Il primo contributo del

sando oltre 300 mila infortuni e

uso di queste sostanze per eva-

Ferrara è stato pubblicato Domenica 13 novembre

più

dere dalla realtà o per semplice

Al fine di

sul quotidi-

215.405

di

4

sono

gli

mila

decessi.

impressionanti, un dato confor-

conto

terno di NewspaperGame, gli studenti possono partecipare al

tante

risolvono

tavola”.

rispetto

incidenti

sono

al

2008

gli

governa

ragazzi

Ma quest’anno il gioco è ancora più ricco perché, sempre all’in-

c'è:

siano

I

Nonostante

a

numeri

non

rallentano

diventando

ano La Sicilia; qui di fianco lo riproponiamo.

“Promossi

i

inci-

muscolari

spavalderia che

e i

più

un

talvolta

non

si

il

serio

fanno

rendono

problemi

rifugiandosi

non

si

nell'al-

diminuiti

col e nella droga. Per arginare

Realizzata in collaborazione con l’Assessorato regionale delle

dell’1,6%, i decessi del 10,3%

questo fenomeno sono molte le

Risorse agricole e alimentari, l’iniziativa mira a informare i gio-

e i feriti del 1,1%. A fronte di

agenzie che mirano a sensibi-

vani sulle pratiche per una dieta equilibrata, a far conoscere

un

lizzare i giovani: la scuola, la

meglio i prodotti agroalimentari siciliani di qualità, a far capire

automobili

quali sono le abitudini sbagliate e a combattere gli errori e i dis-

(+0,2% tra il 2008 e il 2009).

sportive e i centri di recupero di

ordini alimentari.

Tra il 2001 e il 2009 gli inci-

ex alcolisti e tossico dipendenti

Insomma, quello con NewspaperGame ci è sembrato un appun-

denti

con

avviano continue campagne di

tamento da non perdere per rinnovare negli alunni la voglia di

sono

passati

scrivere e cimentarsi nell’affascinante mondo del giornalismo!

215.405 (-18,1%), i decessi da

sopratutto

7.096 a 4.237 (-40,3%) e i feri-

stanti degli incidenti stradali.

ti

Questo

progetto

di

educazione

alimentare

aumento

da

del

di

circa

lesioni da

373.286

17,7%).

numero

a

a

il

di

18%

persone

263.100

307.258

a

(-

Val la pena di sottoli-

neare

che

tutti

hanno

un

volto

questi

numeri

un

nome

le

informazione

associazioni

concentrandosi

sugli

effetti

impegno

deva-

però

non

basta, forse lo Stato dovrebbe emanare una legge con cui vie-

e

tare alle fabbriche automobili-

coinvolgono a loro volta altri

stiche di immettere sul mercato

volti, altre persone. Infatti, le

vetture che superano i limiti di

paralisi,

velocità prescritti dalla legge. Il

le

e

televisione,

amputazioni

degli

arti, le menomazioni celebrali,

consumatore

che sono solo alcune delle tante

cominciare a preferire ben altre

patologie con cui i sopravvis-

caratteristiche; del resto i pro-

suti devono convivere per tutto

dotti

il resto della loro vita coinvol-

offrono prestazioni affascinan-

gono inesorabilmente

ti, ci sono automobili che gui-

loro

anche le

famiglie.

dano

di

o

poi

ultima

potrebbe

generazione

parcheggino

da

sole,

Le cause degli incidenti molto

possiedono

spesso

come

risparmio energetico (Start and

Tequila

Stop) e sono dotate di sensori

"Angelo

hanno

nomi

Azzurro",

dispositivi

per

il

Bum Bum (per citare solo alcu-

che,

ni dei cocktails super alcolici)

scontro con altre veicoli, ridu-

Sicilia nell’ambito di “Promossi a Tavola”, il progetto di edu-

ma anche Anfetamina, Cocaina

cono la velocità di percorrenza.

cazione alimentare del quotidiano La Sicilia

o

Nella foto, Pizzo Vincenzo

della II E, durante l’intervista televi-

siva girata nella nostra scuola e

10

trasmessa su Telecor e Antenna

Hashish.

Sotto

l'effetto

di

avvertito

il

pericolo

di

La classe IC


I In nt te er rc cu ullt tu ur ra alliit tà à

Dall’universo al pluri-verso non proprio “regolamentari” come il tele-

“Dall’universo al pluri-verso: esplora-

fonino. In appena 30 ore siamo riusciti non

tori della dimensione interculturale” è

senza difficoltà a diventare “miniattori”.

il titolo del progetto che coinvolge in

Può sembrare semplice a dirsi ma nella

rete, oltre al nostro Istituto, l’I.C. M.T. di Calcutta

(scuola

Ferrara,

la

capofila),

Facoltà

dell’Università

di

la

di

realtà questo percorso ci ha richiesto serie-

D.D.

tà,

filosofia

Palermo

e

le

denti stranieri e di origine straniera. Il

approfondendo

e

elicoidale

realizzando

tre

l’accoglienza, la relazionalità e la cooperazione.

tra culture; - Le musiche del/dal mondo; - Italstudio per studiare (L2); -Mostra-evento

interculturale

con

tributo

di

ciascuno,

questo

il

sentimento

che

rappresenta

dell’intero

per

gruppo.

L’ultima fatica consisterà nella rappresen-

Anche un SMS può servire per

tazione teatrale del nostro lavoro.

arrivare

Quest’esperienza ci ha arricchito molto e

alla

L’abbiamo

Q u e s t i i m o d u l i a ff i d a t i a l l a n o s t r a

- Parole, corpo movimento: incontro

è

creazione di un testo unico, frutto del con-

crescono

azio-

ni/dimensioni educativo didattiche quali

scuola:

quali

divisa nel gruppo, Luigi ci ha guidato nella

Piccoli attori

registra la più massiccia presenza di stu-

modo

i

positiva ed una negativa. Dopo averla con-

scuole del centro storico nelle quali si

in

senza

ne: ciascuno di noi ha scelto una parola

dettata dalla volontà di coinvolgere le

snoda

volontà

mo lavorato sulla parola e sulla narrazio-

La scelta dei partner non è casuale ma è

si

e

e i sentimenti più intimi. Con Luigi abbia-

Associazioni “CISS” e “Narramondi”.

progetto

impegno

impossibile esprimere con efficacia le idee

poesia.

capito

grazie

a

Luigi Di Gangi, l’attore che ci

ci ha fatto comprendere che i risultati si ottengono

solo

con

la

concentrazione

e

ha guidato nel modulo dedicato alla narra-

l’impegno, è inoltre servita a farci cresce-

zione

re,

nell’ambito

del

progetto

POR

combattendo

le

nostre

timidezze

e

i

dall’Universo al pluriverso. Con lui siamo

nostri timori. Anche questi sono dei picco-

riusciti a entrare nel mondo della poesia e

li passi verso la maturità.

del teatro servendoci anche di strumenti

G. Benfante e E. Musicò IC

workshop e realizzazione di uno spot. Le

singole

azioni,

pur

nella

loro

Musica dal-del mondo

diversità, mirano a sviluppare negli alunni

esperienze

reciproca, della di

di

integrazione

creatività,

conoscenza e

sviluppo

esaltando

responsabilità

il

condivisa

di Carola Marino e Sonia Jerbi II E

senso

che

Africani, europei, asiatici,

sta

alla base del vivere comune.

indiani

Riportiamo accanto le riflessioni di alcu-

importa il colore né la pro-

nativi

ni allievi impegnati nel progetto.

venienza,

il

non

fondamento

che accomuna il tutto è la musica. Nel corso musicale pomeridiano con l’insegnante Francesco Piras (detto “Ciccio”) e con la collaborazione del prof. Colletti, si impara da apprezzare le musiche del mondo, conoscere le tradizioni musicali delle

diverse

come

sanno

culture. gli

Questo

specialisti,

“etnomusicologia”

ovvero

approccio,

è

chiamato

studio

della

musica di varie etnie. Tra una nota e l’altra, senza farci tanto caso, si è aperto un mondo a noi totalmenSopra, il tutor prof.ssa Burgio con alcuni alunni

coinvoli

nel

modulo

di

25

ore

“Parole, corpo e moviemnto” condotto dall’esperto G. Tortorici. Nella

foto

l’esperto Nella

in

alto

gli

L. Di Ganci;

foto

a

dx,

gli

alunni

alunni

della

del

IC con

modulo

“Musica dal-del mondo” con il tutor prof. Colletti e l’esperto F. Piras.

te

sconosciuto;

ad

esempio

abbiamo

appreso che gli “Inuit”, più comunemente chiamati

“eschimesi”,

da

un

semplice

gioco di suono di gola che le donne facevano

e

fanno

giornate,

tutt’ora

hanno

per

creato

trascorrere

della

le

“musica”;

così come hanno fatto tanti altri popoli. Con la simpatia di Ciccio il tutto è davvero

divertente

e

interessante

allo

stesso

tempo. Il corso è seguito per lo più da

ragazzi

anch’essi

molto

simpatici

ed

è

proprio grazie a questa qualità che nello svolgimento

delle

lezioni

si

respira

un’aria leggera ed armoniosa. Al

termine

del

progetto

è

previsto

uno

spettacolo di chiusura dove metteremo in mostra ciò che abbiamo imparato, esibendoci con canti polifonici e suonando degli strumenti tipici. L’iniziativa

ci

ha

anche

aiutato

a

com-

prendere quanto sia importante per l’uomo la musica e a intravedere le sue molteplici finalità. “Musica, il più grande bene che i mortali conoscano. E’ tutto ciò che del paradiso noi abbiamo quaggiù.” (J.Addison)

11


P Pa ar rlliia am mo on ne e

Falsi turisti

lizzabili

Esistono paesi dove

sono quei Paesi in via di svilup-

la

po,

del

femminile ste.

Paesi

corpo

non

esi-

dove

le

come

la

sconoscono i loro diritti.

viaggio

in

Agenzie

vacanze

a

scopo

Il turismo sessuale è oggi puni-

loro dignità da chi è economi-

to esplicitamente da una legge

camente più ricco di loro.

italiana approvata nel 1998.

Non si tratta solamente di carri

In pratica, un cittadino italiano

armati e distruzione fisica ma

denunciato

di un fenomeno chiamato “turi-

all’estero

smo sessuale”.

anche dalla legge italiana, indi-

Questo fenomeno, di cui abbia-

pendentemente

mo

ziario del Paese in cui è scatta-

prof.

di

geografia

con

la

economica,

per

gi al solo scopo di ottenere pre-

cresce di anno in anno.

stazioni sessuali da prostitute,

Ciò

per lo più minorenni.

l’economia dei paesi che rice-

I

vono i “clienti” di queste ragaz-

colpiti

naturalmente

non

è

un

aiuta

business

ze, anzi il Paese resta fermo nel suo degrado e nella sua disperazione, non riuscendo a capire che

dal successo Brian

Jones,

Morrison,

Janis

Jimi

Joplin,

Hendrix

e

Jim Kurt

Cobain, sono solo cinque fra gli artisti noti a livello internazionale morti prematuramente a soli 27 anni. A questi nomi, il 23 luglio 2011, si è aggiunto quello di una famosa cantautrice britannica: Amy Winehouse. Debutta sulla scena del pop internazionale pubblicando, nel 2003, l’album Frank, che riscuote un buon successo ma la fama vera arriva nel 2007, con l’uscita del secondo

12

denaro

che è

arriva solo

un

bene illusorio. In Italia vi è una legge molto severa della

che

contro

lo

sfruttamento

prostituzione,

della

por-

nografia e del turismo sessuale a danno dei minori.

assolutamente

brasiliane

A volte l’attività viene importata in Italia da qualche “imprenditore” che regala sogni irrea-

Gli

interessi

economici

sono

forti: il settore del turismo sessuale

è

uno

dei

pochi

per

il

quale è previsto un aumento nei prossimi ancora

anni,

più

perciò

arduo

sarà

contrastare

questo tipo di viaggi. Sta di fatto che questi poveri angeli non sanno cosa significa vivere, non sanno dell’esistenza

dei

loro

diritti.

Noi,

però,

dall’altro lato del mondo, possiamo parlarne e urlare per loro in modo da fare cessare queste atrocità.

album Back to Black che, trainato da singo-

speculazioni sui problemi con l’alcol continuano

l’omonima traccia Back to Black scala le

foto che la ritraggono nel reparto alcolici di

classifiche mondiali, ottenendo un successo

un

che porta la giovane interprete alla vittoria

Amy rende pubblico il suo fidanzamento

di cinque Grammy Awards.

con il cantante Blake Fielder-Civil con il

l’artista

fa

spesso

quando

vengono

supermercato

locale.

pubblicate

Nell’aprile

delle

2007

quale nell’ottobre dello stesso anno si sposa

parlare di sé per i seri problemi legati a

e nell’agosto 2009 divorzia.

droga, alcol e disordini alimentari.

Il 18 ottobre 2007 è arrestata in Norvegia

sua

vita,

davvero

per possesso di sette grammi di marijuana,

famosa, è travolta dal successo, ma quel

poi rilasciata il giorno seguente dietro cau-

successo triste che non lascia più alcuna via

zione

d’uscita. Amy

perde

la

comincia a circolare un video, ripreso il 18

pubblicazione

una

volta

divenuta

del

quattro

500

euro.

Il

21

gennaio

2008

avere preso «sei valium per calmarsi». Il 18

stato a causa dei commenti che facevano sul

giugno 2011,

suo peso. In seguito la cantante confessa al

apparizione in pubblico nella quale canta

suo pubblico di soffrire di disordini alimen-

visibilmente

tari come l’anoressia e la bulimia.

Belgrado.

le

belle

canzoni,

Amy

ubriaca

della sua ultima

davanti

ai

fan

di

Di lì a poco, all’apice del successo, la vita seppur tormentata ed angosciata della cantante si spegne. Tra i dubbi e le incertezze

blemi

le

chiede

oggi mi chiedo se Amy avesse vissuto una

un’opinione sulla violenza e l’alcol

rispon-

vita “normale”, lontana dal successo e dalla

de «mi diverto molto certe notti ma poi esa-

fama che non ha saputo dominare, adesso

gero e rovino la serata col mio ragazzo.

dove starebbe? Avrebbe una piccola fami-

Sono

un’affer-

glia su cui riversare l’amore che non ha

mazione carica di ironia, forse anche mal

avuto e per il quale ha cercato in luoghi

riuscita, poiché, di certo, quella sua situa-

oscuri, rifugiandosi nell’alcol e nella droga.

zione

Chissà cosa sarebbe stato di lei se nel corso

veramente

di

A

chi

pagina

volta

tabloid britannici anche per i suoi gravi proall’alcol.

prima

è la

sui

legati

in

del

di

dove la cantante fuma crack e ammette di

rimane

e

tra

secondo

Nonostante

primo

taglie

album. Dichiara alla stampa britannica che è

Winehouse

di Carola Marino IIE

donne

li come Rehab, Love Is a Losing Game e

La

una vita stroncata

il

momentaneamente

Contemporaneamente,

Amy Winehouse:

le

in Europa.

ta la denuncia. Purtroppo

Paesi

centomila

giudi-

consiste nell’organizzare viag-

con

gnia per uomini soli. Sono circa

perseguito

dall’iter

ribattezzata

to, ballo in night club, compa-

pedofilia

viene

viene

altri nomi, quali intrattenimen-

ses-

vengono persino derubati della

classe

zione

di

suale è a dir poco sconcertante.

in

ragazze

ti fasulli, visto che la prostitu-

il

che

discusso

degradati

Thailandia,

l’Africa. Organizzare

poveri,

molte

che spesso nascondono contrat-

Brasile, la Bulgaria, il Nepal e

bambine nascono già donne e

Paesi

così

credendo in proposte di lavoro

di F. Casabianca VF

tutela

e

partono alla volta dell’Europa

un’ubriacona»;

dipendenza

non

la

soddisfaceva

affatto.

del suo cammino avesse potuto solamente

Il 14 febbraio 2007, agli Elle Style Awards,

comprendere il vero senso della vita, forse

la cantante esibisce tagli e cicatrici su un

Amy sarebbe ancora lì, sul quel palco che

braccio; il suo portavoce dichiara che sono

tanto

stati causati da una caduta per strada. Le

distrutta.

amava

ma

che,

pian

piano,

l’ha


L La a p po os st t@ @ d de eii lle et tt to or rii

to Scuole a confron

Inviate le vostre lettere a:

ilferrarino@libero.it

anni. L’anno Daniele e ho 15 Mi chiamo Bruno

Non è mai troppo tardi Oggi, dopo tanti anni mi ritrovo fra i

olta” un vo l’ “I.T.I.S A.V scorso frequenta

ero, non mi dove, a essere sinc Istituto Tecnico

banchi di

ho deciso di bene. Per questo sono trovato molto

scuola. Da quando ho smesso di studia re, nel

rrara. Il Volta a di iscrivermi al Fe cambiare scuola e

1998, ho notato che nella quotidianità mi manca-

difficile, in più si rrara è molto più differenza del Fe

va quolcosa. Per esempio, leggendo gli annun ci di

lavoro,

vedevo

che

il

titolo

di

studio

rse, permaterie son ben dive fa molta pratica. Le

minimo

richiesto era il diploma di scuola superi ore ma

in più e l’ecosi studia una lingua ché qui al turismo

anche parlando con gli amici avevo delle carenze

studia chimica, mentre al Volta si nomia aziendale,

di base. Adesso che mi ritengo un po’ più maturo,

; anche l’infortecnica e tecnica elettronica, elettro

avendo conosciuto anche la vita lavorativa, penso

cambiato più pesante. Ho matica al Volta era

che ottenere un diploma sia un’opportuni tà in più

irizzo mi possa so che questo ind scuola perché pen

per uscire dal precariato.

un futuro sibilità di trovare offrire maggiori pos

Poichè, dopo i cinque anni di scuola, per la crisi

te di fare indirizzo mi permet lavoro e poi questo

globale, non ci sono molte possibiltà di impiego,

straniere che a più di due lingue viaggi e studiare

vorrei consigliare agli alunni più giovani di me di

studiare e impegnarsi per ottenere qualco sa di

bene, grazie Adesso mi trovo me piacciono molto.

viverla al meglio.

tre difficoltà. e capiscono le nos

molto per noi i che si spendono anche ai professor

concreto nella vita. La vita è una sola, cercat e di

Turismo Bruno Daniele I

Alessio Messina I C

E-commerce, l’avventura continua di Danilo Aliotta II E

Noi

Chi di voi verrebbe a scuo-

lità

la dopo le 6 ore curriculari

marzo

mattutine?

capirete quanto sia stato faticoso per

della

volontà,

IIE,

ci

armati

ritroviamo

di in

dell’e-commerce per

è

concludersi

iniziata a

a

giugno,

buona

noi seguire con costanza le lezioni.

Istituto

Ma neppure il caldo afoso dell’esta-

ogni giovedì e il sabato mattina, in

te

coda

il

continuare a frequentare. È pur vero

corso POR dedicato all’ e-commer-

che alla fine il nostro sforzo è stato

ce. Infatti, dal mese di ottobre ha

ben ripagato, perché la scuola ci ha

preso il via la seconda annualità e

dato la possibilità di trascorrere tre

noi

giorni di stage a Selinunte, presso

alle

lezioni,

continuiamo

per

ad

seguire

apprendere

le

palermitana

ci

ha

innovative tecniche del commercio

l’Hotel

Aureus.

elettronico. Abbiamo ormai impara-

Ferreri,

proprietario

to

a

creare

software

un

impedito

Insieme

al

di

sig.

dell’albergo,

sito,

utilizzando

il

abbiamo appreso quanto sia impor-

ci

divertiamo

a

tante

joomla;

gestire un sito commerciale a

modificarne i temi grafici (o tem-

fini pubblicitari e lo abbiamo fatto

plate), le impostazioni generali e in

in un contesto ospitale e naturalisti-

particolare ci esercitiamo a utilizza-

camente

re il

relax ce lo siamo proprio meritato!

software

per

creare

dei

blog

personali orientati ai diversi aspetti della comunicazione. Se

pensate

causa

di

un

che

l’anno

ritardo

scorso,

nell’avvio

a

del

percorso formativo, la prima annua-

meraviglioso.

Un

po’

di

Nella foto in alto, un momento dello stage presso l’Hotel Aureus di Selinunte. Accanto, l’aula multimediale utilizzata per il corso e-commerce.

13


Il primo giorno al Ferrara di Paolo

Rao I F

Fin da quando frequentavo l'ultimo anno della scuola media, avevo già in programma di iscrivermi presso una scuola tecnica commerciale, per questo il Ferrara mi è sembrata la scuola adatta. Il primo giorno di scuola: che confusione! Mi senIT

tivo spaesato perché non conoscevo nessuno, erano voci e volti nuovi. Sarà stata la paura di rimanere solo ma ho subito cercato di condividere il mio stato d'animo con qualcuno che probabilmente si trovava nella stessa mia situazione. Ho scambiato due parole con Vito ed è diventato tutto molto più semplice. Non so se per caso o per fortuna Vito è stato assegnato alla mia stessa classe e da allora siamo diventati inseparabili. Adesso che sono già trascorsi due mesi di scuola, sono in buoni rapporti con tutti i miei compagni di classe e spero che continueremo a condividere questa esperienza

nel migliore dei modi per i

prossimi cinque anni.

IC

IB

IF I E

14


S Sp po or rt tiiv va am me en nt te e

Al via il torneo di calcetto Dopo la positiva esperienza degli anni passati che ha

visto tanti ragazzi e ragazze coinvolti nel torneo di calcetto scolastico, si ripropone, sempre più richiesto, il

12

/

6

2 /

Torneo maschile Triennio

11

0

torneo di calcio a cinque. Negli anni passati, i ragazzi

4Pr1

hanno dato vita a gare entusiasmanti e leali, fra divertimento e socializzazione. Perciò si spera vivamente che

quest'anno il torneo possa essere divertente quanto i precedenti, se non addirittura di più. avverrà

in

data

6/12,

presso

il

Papireto

con

i

fiato. Il 7/12 sarà la volta dei ragazzi del biennio e allora scopriremo di che pasta sono fatte le new entry. La

prima fase del torneo si conclude il 19/12, con le gare ragazze

che,

quest'anno

molto

daranno il loro tocco di classe al torneo.

più

12

/

7

2 /

degli

incontri,

così

è

risultato

dal

5Pr1

3F

5E

4E

3E

Torneo maschile Biennio

11

1T

1E/1P

2F

1C

1B

2E

sorteggio

19

/

12 /

0

2

Torneo femminile

11

effettuato dagli alunni che hanno collaborato, per orga-

2+4+5F

nizzare il torneo, con le prof.sse Culotta e Cavallaro.

Cristian Rivolo IVPr 2

CRONACHE

1F

numerose,

Accanto trovate il calendario

come

3Pr1

0

2C

Le partite saranno arbitrate dal prof. Sanfilippo e dagli alunni Rivolo e Calandra.

5F

Il calcio d'inizio

campo

ragazzi del triennio, pronti a dare vita a sfide mozza-

delle

4+3Pr2

ROSA

1C+2E

1E

3+5Pr1

4+5Pr2+4E

NERO

3F

1F

sommato, però, il Palermo si trova al 5° posto nella classifica del campionato, quindi, in

Il Palermo colpito dalla maledizione del “fuori casa”!

zona champions. Almeno questo

di Vincenzo Baiamonte I F Il

fuori casa è un disastro: 6 par-

serie A 2011/2012

campionato, col Barbera esau-

tite e zero vittorie con un solo

è

già

rito, arriva proprio l’Inter, que-

pareggio. Sembra quasi che la

ma

sta

nostra

squadra

mister

una

strana

di

Naturalmente, il nostro mister

cominciato due

mesi

di

nella testa dei tifo-

ma

nella

volta

prima

battuta

giornata

4

a

dai

sia

colpita

da

ragazzi

del

si rosanero c’è ancora quel 29

Mangia.

L’entusiasmo

maggio

proprio

tifosi è alle stelle. Da qui in

deve

così, quella storica finale persa

poi, in casa il Palermo è imbat-

cercare di colmare alcune lacu-

3 a 1 con l’Inter. Non è un caso

tibile: 5 vittorie su 5; mentre

ne nel reparto difensivo. Tutto

scorso.

Sì,

nuovo

3

IP

noi

ancora

uno

degli

bile dai rosanero. Anche se il

del

da

campionato

rimane

obbiettivi stagionali raggiungi-

ancora

maledizione.

lavorare

tanto

e

campionato è cominciato soltanto da due mesi e c’è ancora tanto

da

lavorare,

noi

tifosi

siamo fiduciosi e speriamo che i

nostri

un’altra

giocatori finale

ci

per

regalino

poter

dire

ancora una volta …. “Tutti

a

Roma alè”.

IA /s

15


R Re ella ax x Nuove procedure per bancomat I

nuovi

Bancomat

cosiddetti

causa

dell’eccessiva

Dizionario Siculo-Inglese

distanza

“Drive – Thru” permetteranno

dell’automobile

al cliente di prelevare contanti

Inserire la carta

senza scendere dall’automobi-

Reinserire

le. Al fine di facilitare l’utiliz-

giusto

zo,

Risvuotare la borsetta per cer-

sono

state

sviluppate

le

seguenti procedure:

la

carta

nel

verso

sul retro della pagina di copertina

Bancomat

Digitare il PIN

Abbassare il finestrino

Premere

Inserire la carta nel Bancomat e

PIN corretto

digitare il PIN

Digitare l’importo desiderato

Digitare l’importo desiderato

Ricontrollare

Ritirare la carta, il contante e la

specchietto retrovisore

ricevuta

Ritirare il contante e la ricevuta

Richiudere il finestrino

Svuotare ancora la borsetta per

Ripartire

trovare il portafogli e riporci il

Cancel

e

il

digitare

trucco

il

blocchetto degli assegni ad

alli-

Ricontrollare

il

trucco

una volta

Riavviare

Ripartire e percorrere 2 metri

motore

che

nel

frattempo si è spento

Fare

Abbassare il finestrino

Bancomat

Trovare la borsetta e svuotare

Ritirare la carta

tutto il contenuto sul sedile pas-

Risvuotare la borsetta, trovare

seggero per trovare la carta

il portafogli e collocare la carta

Localizzare

nell’apposito comparto

trollare

il

la

trousse

trucco

e

nello

conspec-

retromarcia

fino

Ni viriamu, e si ‘un ni viriamu addumamu a’ luci And the dog is dead - E muriu u cani

Io Parlo ma tu

Anche a te, Pucci,

non mi ascolti!

e sogni d’oro!

Ricontrollare il trucco

Provare ad inserire la carta nel

frattempo si è spento

Bancomat

Guidare per un paio di kilome-

Aprire lo sportello per facilita-

tri

re

Togliere il freno a mano

Bancomat

a

Il colmo Q ua l

Riavviare

al

hand -Ti puasu como na’ 500 arrubata, ri secunna manu.

al

chietto retrovisore

l’accesso

Cu cui ti unci? C’a aranci ri ‘nterra?

I put you down like a stolen five hundred car of second

ancora

neare il finestrino al Bancomat il

floor?

contante Riporre la ricevuta assieme al

fino

Who do you hang out with? With found oranges on the

nello

Bancomat retromarcia

Go and throw the blood. Va ecca ‘u sangu

Who goes out suceeds -Cu nesci arrinesci

Avvicinarsi con l’autovettura al

Fare

fog you remain. È inutili ca’ t’annachi, niegghia si e nieg-

See you and if we don’t see .. switch on the light

Avvicinarsi con l’autovettura al

Per le donne

useless that you swing yourself, fog you are and

ghia arresti

care l’agenda con il PIN scritto

Per gli uomini

It’s

il

motore

che

è

il

co lm o

immia? per una sc

nel

nel guinEntrare

Guarda, anche se ci provassi,

imati! nes dei pr (Sara)

non ci riuscirei... finché scrivi così!

I vostri Click Inviate alla redazione i vostri scatti migliori relativi ai progetti, alle attività o alle situazioni più curiose che accadono

a

scuola.

Immortalate

i

momenti

più

divertenti

o

significativi,

curiosità

e

stranezze

con immagini la vita al Ferrara. Pubblicheremo i click più originali.

giornate di quinta alle Alunni di

OVANI”

GI “ORIENTA

Progetto “P arole,

corpo e mo vimento”

per

raccontare

Il Ferrarino - Anno 7 - num. 1  

Giornalino d'istituto

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you