Page 6

Religioni, culture

e tipologie di calendari ► Usato dalle prime civiltà mediterranee il calendario lunare è riferito al moto della Luna e alle fasi lunari, consentendo così la gestione delle settimane = 7 giorni (mese sidereo 28 giorni diviso per 4 fasi lunari) e dei mesi ( ciclo sinodico di 29 giorni e 12 ore) che moltiplicato per 12 mesi danno un anno lunare di 354 giorni. Ben presto, però, ci si rese conto delle limitazioni che esso comportava. Infatti essendo il mese lunare più corto di quello solare, necessita di frequenti correzioni per sincronizzarlo al moto della Terra e alle sue stagioni.

Il calendario solare dà, con buona approssimazione, il giusto trascorrere degli anni e delle stagioni, visto che si basa sul moto della Terra attorno al Sole ed è perciò sincronizzato alla durata delle stagioni che sono una conseguenza diretta dello stesso moto orbitale del nostro pianeta. Anche in questo caso occorre però una correzione non essendo tale periodo un numero intero.(vedi sopra) E' stato necessario ricorrere all'introduzione dell'anno bisestile (ogni quattro anni) per garantire un certo sincronismo fra l'anno civile e quello tropico. Il calendario gregoriano, quello attualmente in uso da noi e nella maggior parte del mondo, è appunto di questo tipo.

► Il calendario lunisolare usato già dagli antichi babilonesi è il calendario tipico degli Ebrei. Esso si basa sul movimento combinato dei due astri e perciò, non essendo i relativi periodi multipli fra di loro, bisogna apportare degli aggiustamenti affinchè il ciclo lunare e quello solare, e quindi quello stagionale, siano fra loro sincronizzati. A questo si pose rimedio con la scoperta del "ciclo di Metone"(prende il nome dall'astronomo greco vissuto nel V secolo a.C, una corrispondenza fra i cicli periodici dei due astri, ovvero del fatto che 19 anni solari corrispondono a 235 lunazioni. I greci ad esempio integravano ogni tanto un anno di 13 mesi per recuperare i giorni che mancavano. (vedi calendario ebraico)

Dal calendario romano ..

a quello

giuliano..

a quello

gregoriano

Il nostro calendario detto "Gregoriano" (quello attuale) è un diretto discendente di quello "Romano" usato dai tempi della monarchia di Numa Pompilio ( uno dei 7 re di Roma) sino alla riforma operata da Giulio Cesare. .

►Dal calendario romano Secondo la tradizione fu inventato da Romolo, il fondatore di Roma, sembra, in verità, fosse basato sul Calendario lunare greco. Era di tipo lunare e composto di 10 mesi, con inizio alla luna piena di marzo (il 15) e con riferimento cronologico di partenza dalla fondazione di Roma "ab urbe condita" fissata tradizionalmente nel 753 a.C. .. durava 304 giorni e c'erano circa 61 giorni di inverno che non trovavano posto nel calendario.

Da esso discendono i nomi dei.. giorni settimanali dedicati alle divinità e mesi che rispettivamente ricalcano la loro successione numerica.

Italiano

Latino (pagani)

Latino (cristiani)

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato

Solis dies Lunae dies Martis dies Mercurii dies Iovis dies Veneris dies Saturni dies

Dies dominicus Feria secunda Feria tertia Feria quarta Feria quinta Feria sexta Sabbatum

TEMPO SACRO e RELIGIONI  
TEMPO SACRO e RELIGIONI  

modulo didattico

Advertisement