Issuu on Google+

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA SEZ. 1째 COLLEGIALE - COLLEGIO VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE

PAGINE VERBALE: n. 113 REDATTORE: ROSA ESPOSITO CARATTERI: n. 174.155

PRESIDENTE GIUDICE A LATERE GIUDICE A LATERE

Dott. MEZZOFIORE Dott.ssa SANTOLINI Dott.ssa CUPPONE

PUBBLICO MINISTERO PUBBLICO MINISTERO

Dott. BOMBARDIERI DOTT.ssa PASSANITI

PROCEDIMENTO PENALE N. 21927/10 R.G. A CARICO DI:

BERRIIOLA LUCA ED ALTRI

UDIENZA DEL 25/02/2011

ESITO:

RINVIO AL 01/03/2011 AULA OCCORSIO ___________________________________________

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

1


INDICE ANALITICO PROGRESSIVO ESAME DEL TESTE PANOZZO DARIO

Da pag. 03 a

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

pag. 112

2


TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA SEZ.

1° COLLEGIALE - COLLEGIO

Dott. Mezzofiore Dott.ssa Santolini Dott.ssa Cuppone Dott. Bombardieri Dott.ssa Passaniti Dr.ssa Maraboti Emma Recchia

Presidente Giudice a latere Giudice a latere Pubblico Ministero Pubblico Ministero Cancelliere: Ausiliario tecnico:

Udienza del 25/02/2011 Aula Occorsio Procedimento penale n. 21927/10 R.G. A CARICO DI: Berriola Luca ed altri Il Presidente procede alla costituzione delle parti della presenza dei difensori degli imputati.

e dà atto

ESAME DEL TESTE PANOZZO DARIO

P.M. DR. BOMBARDIERI: Panozzo, lei conosce Focarelli Carlo? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può dire come l'ha conosciuto e per quali motivi l'ha conosciuto? DICH. PANOZZO:

Mi è stato presentato da Augusto Murri nel

2006, e mi è stato presentato perché era una persona, era il consulente della Wel Coldingh, che mi avrebbe aiutato a capire diciamo il business che sarebbe essere dovuto essere con la Planetarium, e mi avrebbe aiutato a costituire la Planetarium, a rispettare le formalità burocratiche.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

3


P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi è stato presentato da questo Murri. Quindi lei conosceva questo Murri? DICH.

PANOZZO:

Sì,

da

molto

tempo.

Abbiamo

fatto

scuola

insieme. P.M. DR. BOMBARDIERI: DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Quindi siete amici di infanzia?

Sì.

BOMBARDIERI:

presentato?

Cioè

lei

Senta, ha

ci

detto

può

è

dire

stato

perché

è

presentato

stato

per

gli

adempimenti burocratici della Planetanium? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Si.

BOMBARDIERI:

Ci

può

dire

come

è

nata

questa

presentazione, che cosa è successo? DICH. PANOZZO:

Sì. Augusto Murri...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Questo Murri che attività svolgeva? DICH. PANOZZO:

Augusto Murri libero imprenditore, non so

esattamente che cosa svolgesse, però con Augusto Murri mi ero sentito riguardo la possibilità di lavorare nel progetto che poi sarebbe stato la costituzione dell'azienda Planetarium. P.M. DR. BOMBARDIERI: E che attività era, di cosa si trattava? Le spiegò di cosa si trattava? DICH. PANOZZO:

Sì. Si trattava di costituire una società che

avrebbe lavorato nel settore informatico e telecomunicazioni avente come cliente Fastweb e Telecom, e mi avrebbe presentato Focarelli che era una persona più addentro nei lavori che si sarebbero dovuti svolgere e che mi avrebbe messo al corrente della situazione più in dettaglio. P.M. DR. BOMBARDIERI: Anche Murri lavorava in questo stesso progetto? DICH. PANOZZO:

Formalmente no.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Che vuol dire formalmente no? DICH.

PANOZZO:

Nel

senso

che

non

lavorava

nella

Planetarium né nelle aziende con le quali ho lavorato. P.M. DR. BOMBARDIERI: Le disse che...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

4


DICH. PANOZZO:

Però mi introdusse dicendo... Appunto fu lui a

introdurmi dicendo che lui aveva lavorato precedentemente per un'azienda che poi si dimostrò essere la Ai Globe e, non so se formalmente o informalmente ma mi disse che lui era dentro questo affare e che mi avrebbe introdotto in questo affare. P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può dire di che affare si trattava, che significa affare? DICH. PANOZZO:

Diciamo quello che è oggetto...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei lo dica chiaramente senza..? Cosa le disse Murri? DICH.

PANOZZO:

Mi

disse

che...

appunto

che

avrei

dovuto

costituire questa società Planetarium che avrebbe lavorato con Fastweb e Telecom. Mi venne confermato anche da Focarelli e... E poi ho cominciato a lavorare con Focarelli per costituire la società e presentare poi successivamente la società in Telecom e in Fastweb. P.M. DR. BOMBARDIERI: Benissimo. Le disse se era attività lecita o illecita? DICH. PANOZZO:

Mi disse che era un'attività illecita Murri.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Le disse di che cosa si trattava? DICH. PANOZZO:

Che si trattava di un... Allora, non mi disse

i dettagli. Mi disse solamente che c'era di mezzo una frode fiscale. P.M. DR. BOMBARDIERI: Una frode fiscale? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi le presentò se ho capito bene Focarelli? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Sì.

BOMBARDIERI:

Dove

l'ha

incontrato

Focarelli

lei,

ricorda? DICH. PANOZZO:

Al ristorante. Ristorante in via Dei Parioli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Qua a Roma? DICH. PANOZZO:

Qua a Roma, la scala.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

5


P.M. DR. BOMBARDIERI: Si ricorda quando più o meno? DICH. PANOZZO:

Sì, diciamo se... Se io ho costituito la

società nel luglio 2006, deve essere avvenuto a giugno, poco prima. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Poco

prima

della

costituzione

della

società? DICH. PANOZZO:

Poco prima, sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, quindi questa società ha detto lei doveva sostituire? Ha detto prima? DICH. PANOZZO:

No, io non dovevo sostituire, mi venne poi

spiegato... P.M. DR. BOMBARDIERI: Mi scusi, lei ha detto prima... Possiamo risentire? Ci dica lei, lei ha fatto riferimento all'Ai Globe, che cos'era l'Ai Globe? DICH. PANOZZO:

L'Ai Globe era una società che... Esattamente

che cosa facesse l'Ai Globe non lo so, perché io non ho mai lavorato per Ai Globe, però successivamente parlando anche in Telecom venivo a sapere che Ai Globe era una società che aveva lavorato precedentemente con Telecom o con Fastweb e che aveva smesso l'attività e praticamente questa Planetarium che io avevo

costituito

avrebbe

lavorato

in

sostituzione

facendo

riferimento più o meno ai medesimi contratti, alle stesse cose che avevano posto in essere precedentemente. Però io non ho mai visto nessuna documentazione della Air Globe, quindi non posso parlare dell'Ai Globe. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Lei

ha

detto

che

lavorava

in

sostituzione di chi? DICH.

PANOZZO:

No,

parliamo

di

società.

Allora,

precedentemente Telecom aveva lavorato con Ai Globe e adesso c'avrebbe lavorato Planetarium. P.M. DR. BOMBARDIERI: Stesso tipo di attività o diverso? DICH.

PANOZZO:

Esattamente

non

lo

so

perché,

ripeto,

so

quello che ho fatto io e non quello che aveva fatto prima

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

6


l'altra società. Però mi venne mensionato, c'era un'attività precedentemente

con

Ai

Globe

e

adesso

verrà

fatta

con

Planetarium. I dettagli non li so. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi lei ha costituito Planetarium? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Come è avvenuta questa costituzione, in che periodo? Lei ha detto che ha conosciuto Focarelli un mese prima? DICH. PANOZZO:

Sì, l'abbiamo costituita nel mese di luglio.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Luglio 2006? DICH. PANOZZO:

Luglio 2006 sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi come l'ha costituita, che cosa è successo? DICH.

PANOZZO:

L'ho

costituita

diciamo

parlando

con...

Allora, l'ho costituita parlando con l'amministratore della società socia, perché Planetarium aveva un unico socio che era la Wel Colding, una società del cantone di sughe Svizzera, quindi parlando con il signor Ghilmar, la sua segretaria e i suoi assistenti che poi si verificarono essere dei consulenti della

Diragi

Hon

Salting,

e

poi

con

Focarelli.

Quindi

ho

costituito questa società nel 2006 che è diventata operativa già a fine agosto i primi di settembre 2006... P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi subito dopo? DICH. PANOZZO:

Sì, subito dopo, perché abbiamo siglato i

contratti, esattamente la data non la ricordo, però nel mese di

settembre

con

Telecom

e

qualcosa

del

genere

anche

con

Fastweb. P.M. DR. BOMBARDIERI: Poi ci aggiorniamo ai contratti. La Planetarium da chi era composta, che struttura aveva? Lei era il..? DICH. PANOZZO:

Ero l'amministratore unico della Planetarium,

ho avuto una segretaria per qualche mese, e basta. P.M. DR. BOMBARDIERI: Dove era la sede della Planetarium?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

7


DICH. PANOZZO:

In via Annone a Roma.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha altre proprietà a Roma? Lei ha un appartamento in via Denza? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Questo appartamento c'abitava, che cosa ha fatto con questo appartamento? DICH.

PANOZZO:

appartamento

No,

che

io

l'appartamento

affittavo

già

da

in una

via

Denza

decina

di

è

un

anni,

precedentemente credo nel 2004 stiamo parlando, 2004 - 2005 era stato affittato alla Aai Globe. P.M. DR. BOMBARDIERI: Alla Ai Globe? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi, quella società a cui ho fatto riferimento prima? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci dice come l'ha affittato? Ha trovato sul giornale un annuncio? L'affitto come è avvenuto? DICH. PANOZZO:

No, sempre tramite Augusto Murri. Augusto

Murri è un mio amico e io avevo sfitto l'appartamento e stavo cercando un affittuario. Augusto mi disse che conosceva una società che avrebbe voluto prendere in locazione la casa e io gliel'ho affittata. Però non sapevo nulla di Ai Globe, ero assolutamente estraneo a questa faccenda. Ne sono entrato nel 2006, nel luglio 2006 costituendo Planetarium. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, e quindi per affittare materiale? DICH. PANOZZO:

Uso ufficio, come uso ufficio.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Uso ufficio. Sì, ma materialmente con chi ha trattato? DICH. PANOZZO:

Ho trattato con il signor Scoponi.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Con il signor Scoponi? DICH. PANOZZO:

Scoponi, che era l'amministratore di Ai Globe.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Benissimo. Chi ha pagato le spese per la costituzione di Planetarium?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

8


DICH. PANOZZO:

Le ha pagate la Wel Colding. La Wel Colding mi

ha fatto un bonifico sul conto corrente di Dario Panozzo e io ho usato quei soldi per costituirla, quindi per pagare il Notaio e altri soldi successivamente per prendere in affitto l'immobile dove fare l'ufficio e pagare l'agenzia immobiliare, il ragioniere le prime... per la contabilità, quindi io con i soldi della Wel Colding. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, concretamente con la Planetarium che attività ha svolto? Che tipo di attività svolgeva lei? DICH. PANOZZO:

In qualità di amministratore della Planetarium

mi sono occupato di fare i contratti con fornitori e clienti, di fare la fatturazione. P.M. DR. BOMBARDIERI: Questi contratti come venivano..? DICH. PANOZZO:

Gestire i rapporti con fornitori e clienti.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Chi erano i fornitori innanzitutto? DICH. PANOZZO:

Fornitori GPN.

P.M. DR. BOMBARDIERI: GPN? DICH. PANOZZO:

GPN, amministratore il signor Gionta.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Gionta Aurelio? DICH. PANOZZO:

Sì, Aurelio.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei come l'ha conosciuto, lo conosceva? DICH. PANOZZO:

L'ho conosciuto, me l'ha presentato Focarelli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi glielo ha presentato Focarelli come fornitore? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, ci può dire, lei ha detto che ha stipulato i contratti con i fornitori? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può descrivere come è avvenuta la stipulazione del contratto con GPN? DICH. PANOZZO:

Con GPN?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

9


DICH.

PANOZZO:

Allora,

quando

mi

ha

chiesto

chi

era

in

Planetarium, oltre al sottoscritto c'era come consulente il signor

Focarelli,

era

consulente

di

Planetarium

e

mi

ha

aiutato nella compilazione dei contratti. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi l'ha aiutata che significa? DICH. PANOZZO:

Mi ha aiutato.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi i contratti li ha fatti lei? DICH. PANOZZO:

Li ho fatti io, li ho firmati io e li ho

fatti... P.M. DR. BOMBARDIERI: No, scusi, firmare è... Io ho detto chi li ha predisposti? Li ha predisposti... AVV.

OLIVA:

C'è

opposizione

Presidente.

Non

è

possibile!

Quando il teste non risponde nel modo in cui il Pubblico Ministero si aspetta, il Pubblico Ministero reitera da un altro punto di vista la medesima domanda. P.M. DR. BOMBARDIERI: Certo, mi dice che li ha firmati. Io non voglio sapere se li ha firmati. Io voglio sapere se li ha predisposti. AVV. OLIVA:

Ha detto "Li ho fatti io

insieme a Focarelli".

Lo ha spiegato per la seconda volta. P.M. DR. BOMBARDIERI: Ce lo dirà. AVV. OLIVA: La terza non è più concesso. T.: Il teste ha parlato... P.M. DR. BOMBARDIERI: Di firmare. T: Di un aiuto e quindi si voleva esplicitare... AVV. OLIVA: Collaborazione Presidente. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

collaborazione.

Ci

dovrà

E

vogliamo

chiarire

la

chiarire

questa

collaborazione,

la

sottoscrizione che il contratto è una cosa, io voglio sapere che... T: Facciamogli chiarire che cosa ha fatto? DICH. PANOZZO:

Non ero in grado di costituire il contratto.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Che significa costituire?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

10


DICH. PANOZZO:

Scriverlo di sana pianta. Quindi mi è stato

presentato da Focarelli il contratto, l'abbiamo visto insieme e l'ho firmato. P.M. DR. BOMBARDIERI: Benissimo, quindi lei l'ha firmato? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: È questo il contratto a cui ha fatto riferimento,

della

Global

Fon

Network?

Presidente,

se

mi

autorizza vorrei far visionare al teste il contratto per la fornitura dei contenuti del servizio a valore aggiunto tra GPN e Planetarium. Allegato 138 dell'informativo. T: È quello datato con la data sbagliata. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

2

febbraio

2005...

Quella

data

7

febbraio 2005. È un documento già ai vostri atti. DICH. PANOZZO:

Sì, è questo.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Lo tenga. Questo è il contratto che ha sottoscritto con Gionta? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può leggere la data del contratto? DICH. PANOZZO:

7 febbraio del 2005.

P.M. DR. BOMBARDIERI: La società è stata costituita ha detto lei? DICH. PANOZZO:

Nel 2006.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Luglio 2006 ha detto prima? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, ci può dire cosa aveva ad oggetto questo contratto, che archi di numerazione

aveva ad oggetto,

quali archi di numerazione? DICH. PANOZZO:

Questo è un contratto di servizio, non c'erano

gli archi di numerazione, sono nel contratto con Croscom... P.M. DR. BOMBARDIERI: Glieli faccio vedere, glieli indico io. Allora,

punto

F

del

contratto,

lo

legga,

poi

rapporti

giuridici punto 4.2 e poi a seguire. DICH. PANOZZO:

Co 1899709. E poi diceva?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

11


P.M. DR. BOMBARDIERI: Punto 4.2? DICH. PANOZZO:

4.2 i servizi sui codici 709 e 899.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Erano questi gli archi di numerazione che utilizzava Planetarium? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Io non lo ricordo.

BOMBARDIERI:

Allora,

per

aiutarla

a

ricordare...

Allora, lei ha risposto a domanda nell'interrogatorio del 6 maggio del 2010, lei ha risposto... Pagina, un attimo solo... Pagina 36. "Erano io mi ricordo 688"? DICH. PANOZZO:

Va bene...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Conferma questa circostanza? DICH. PANOZZO:

Sì, confermo. Diciamo che...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Poi ribadisce successivamente "Io mi ricordo che avevamo 688, io mi ricordo che avevamo e più 88. No, 899 non so perché". Quindi si ricorda che non erano questi i..? DICH. PANOZZO:

Sì, adesso io non mi ricordo i numeri, però

siccome ci sono i contratti, io avevo un contratto sugli archi di numerazione con Crosco, basta prendere il contratto e c'è scritto sopra. Sono stati quattro anni. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Presidente,

se

mi

autorizza

vorrei

esibire al teste una nota a sua firma indirizzata a Telecom Italia Sparcol, documento... Allegato 118 sempre ai vostri atti

dell'8

settembre

2006

avente

ad

oggetto

gli

archi

numerici "Lidiu?" e Tuvalu. T: Scusi Pubblico Ministero, questo per una comprensione anche del

Tribunale

che

cos'è.

Questi

archi

di

numerazione

esattamente... P.M. DR. BOMBARDIERI: Gli archi di numerazione sono oggetto del traffico telefonico, dell'operazione cosiddetta traffico telefonico, utilizzati

cioè per

la

gli

archi

di

terminazione

numerazione delle

che

telefonate

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

venivano che

erano

12


oggetto dei rapporti contrattuali tra tutte le società oggetto di indagine. T: Vuole esibire che cosa? P.M. DR. BOMBARDIERI: Io voglio esibire una nota a firma di Panozzo Dario della Planetarium S.r.L. dell'8 settembre 2006, allegato 118 ripeto, indirizzata a Telecom Italia Sparcol, avente ad oggetto archi numerici digium... Regional e Tuvalu utilizzati da Planetarium S.R.L.. Cioè la comunicazione con cui Planetarium comunica a Telecom Italia Sparcol gli archi di numerazione che lei aveva in concessione e che utilizzava. Se li riconosce, è l'allegato 118. T: Sì, va bene, si esibiscono al teste. P.M. DR. BOMBARDIERI: Si ricorda? DICH. PANOZZO:

6888.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Questo è nella sua comunicazione? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Sì.

BOMBARDIERI:

Quindi

erano

quelli

gli

archi

di

numerazione? DICH. PANOZZO:

Sì, sarebbero dovuti essere questi.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi non erano quelli del contratto 709899? DICH. PANOZZO:

No.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, questa lettera che le ho fatto vedere, il secondo allegato, l'allegato 118 l'ha scritta lei materialmente? DICH. PANOZZO:

Questa?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì? DICH. PANOZZO:

Sì, l'ho scritta io.

P.M. DR. BOMBARDIERI: È di sua iniziativa? T: Parliamo del documento da ultimo esibito? DICH. PANOZZO:

Sì, l'ho scritta io.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Si ricorda le circostanze per cui ha scritto questa lettera?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

13


DICH. PANOZZO:

No, non le ricordo. Non le ricordo.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, veniamo un attimino... Lei ha fatto riferimento ai contratti sottoscritti con Telecom Italia Sparcol e Fastweb? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Sì.

BOMBARDIERI:

Ci

dice

come

è

avvenuta

questa

stipulazione di contratti? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ha preso dei contatti, come è avvenuto tutto? DICH. PANOZZO:

Sì. Allora, a fine agosto 2006 ho fatto una

riunione in Telecom... P.M. DR. BOMBARDIERI: Chi ha fissato questa riunione? DICH. PANOZZO:

Focarelli. Focarelli perché era consulente

lavorando per me e lavorando anche con Telecom ha fissato l'appuntamento. Eravamo io, Focarelli, Comito, Catanzariti e Maga. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei era a Roma? DICH.

PANOZZO:

A

Roma,

questo

ha

sede

a

via

Cristoforo

Colombo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei si trovava a Roma nel momento della sottoscrizione dei contratti o era fuori? DICH. PANOZZO:

Sì, mi trovavo a Roma. La riunione è stata

fatta prima di fare i contratti. Abbiamo fatto una riunione nella

quale

ho

presentato

la

società,

la

Planetarium,

il

modello di ...(incomprensibile)... della Planetarium, quello che avevamo intenzione di fare con Planetarium. E basta. Ci siamo messi d'accordo per fare il contratto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quanto è durata questa riunione? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Mezz'ora almeno.

BOMBARDIERI:

Benissimo.

Quindi

vi

siete

messi

d'accordo, quindi che cosa ha detto? La Planetarium è una società nuova, che cosa..?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

14


DICH. PANOZZO:

Sì, ho raccontato che la Planetarium era uno

startap, una società che lavorava nel settore informatico, una società che aveva dietro un fondo di "pro atequiti?" Svizzero che c'avrebbe lasciato abbastanza indipendenti nella gestione, che avevamo le competenze necessarie per poter fare... Diciamo per

poter

portare

a

termine

il

modello

di

business

che

c'eravamo proposti e che... P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Lei

aveva

competenze

specifiche

in

campo..? DICH. PANOZZO:

Io in campo informatico sì, in campo delle

telecomunicazioni un po' meno, è per questo che... P.M. DR. BOMBARDIERI: In campo delle? Chiedo scusa, in campo delle? DICH. PANOZZO:

Telecomunicazioni un po' meno, per questo mi

ha sempre aiutato Focarelli. P.M. DR. BOMBARDIERI: Mi scusi, io voglio capire. Il nome Planetarium della società chi l'ha scelto? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Io.

BOMBARDIERI:

Quindi

lei

ha

detto

che

doveva

costituire... Lei ci deve dire come nasce Planetarium? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Cioè lei di iniziativa sua, come succede la nascita di Planaterium? DICH. PANOZZO:

Allora, avevo premesso che siamo andati a cena

io, Murri e Focarelli, e dopo di che con Focarelli mi sono sentito per definire i dettagli di costituire, per costituire una società e per capire che cosa avrebbe dovuto fare questa società. P.M. DR. BOMBARDIERI: Perché c'era l'esigenza

di far nascere

questa società? DICH. PANOZZO:

Perché bisognava lavorare con Telecom e con

Fastweb. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi erano già individuati i clienti?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

15


DICH. PANOZZO:

Già individuati i clienti.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Benissimo. Quindi? DICH. PANOZZO: una

E quindi una volta che mi sono visto, ho fatto

riunione

con

Focarelli

e

mi

ha

spiegato

meglio

in

dettaglio la situazione, e poi si va da un Notaio, si è costituito

una

società

e

quindi

io

mi

sono

occupato

di

adempimenti burocratici per costituire una società. Notaio, come ho detto in precedenza a cercare un ufficio. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei aveva poteri decisionali in relazione a questa società Planetarium? DICH. PANOZZO: quindi

Diciamo ero l'unico, amministratore unico,

qualsiasi

cosa

l'ho

firmata

io.

Poteri

decisionali

diciamo... Ho premesso che sapevo che era una frode fiscale. Premetto che non sapevo l'entità della frode fiscale e che non sapessi come funzionava questa frode fiscale. P.M. DR. BOMBARDIERI: Ha inviato lei questa frode fiscale? DICH. PANOZZO:

No. Mi sono comportato come mero esecutore di

qualcosa che mi veniva detto di fare. Quindi mi è stato detto costituire la società, abbiamo incontrato le aziende clienti e mi sono... E non ho fatto altre domande. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi non aveva poteri decisionali? Lei ha detto che si è definito... AVV. OLIVA:

C'è di nuovo opposizione, Presidente. Non può

continuare così perché il teste ha risposto a questa cosa la prima

volta,

ha

risposto

una

seconda

volta.

Il

Pubblico

Ministero torna da un'altra parte sulla domanda, alla fine gli rifà la domanda precedente fino a quando il teste non dà una risposta desiderata. Ma così noi non abbiamo un esame del teste. È un'altra cosa questa. T: Avvocato, è un chiarimento anche per consentire a noi di poter chiarire. (VOCE CHE PARLANO CONTEMPORANEAMENTE)

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

16


P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

E

ha

risposto

anche

che

era

un

esecutore. Voglio chiarire che significa esecutore, siccome ha detto che era un esecutore, voglio capire che cosa significa esecutore. T: La domanda è ammessa in questi termini. P.M. DR. BOMBARDIERI: Allora, cosa significa esecutore? Di chi innanzitutto? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Le indicazioni mi venivano date da Focarelli.

BOMBARDIERI:

Quali

indicazioni

venivano

date

da

Focarelli? DICH. PANOZZO:

Quelle che abbiamo detto. Non sono io che ho

trovato i clienti, okay? Non sono io che ho inventato la società Pranetarium, quindi le indicazioni mi sono state date da Focarelli. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, l'attività che le è stato detto di svolgere era un'attività che nasceva per la prima volta o era una attività che veniva continuata? DICH. PANOZZO:

Appresi durante la riunione in Telecom che era

un'attività continuativa, nel senso che prima era stata svolta dai Glob. L'ho appreso durante la riunione in Telecom. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha fatto anche una riunione in Fastweb... AVV. MERLUZZI: Presidente, vi è opposizione su questo punto. Appresi una riunione in Telecom siamo sul terreno delle voci correnti del pubblico. Chi glielo disse, in quale occasione glielo

disse,

in

quali

termini

glielo

disse,

dentro

la

riunione chi glielo ha detto personalmente. Noi non possiamo accettare voci correnti del pubblico come oggetto, ed è il secondo episodio, ce ne è stato già uno precedente. P.M. DR. BOMBARDIERI: Glielo facciamo specificare. Come l'ha saputo all'interno della riunione? DICH. PANOZZO:

Attraverso un commento fatto tra Comito e

Focarelli.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

17


P.M. DR. BOMBARDIERI: L'ha sentito da Comito e Focarelli? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi non la voce del pubblico. Lei prima ha fatto riferimento anche alla riunione con Fastweb? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci dice le modalità con cui si è svolta la riunione? DICH. PANOZZO:

Sì, ho fatto una riunione con Fastweb e...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Da chi è stata fissata? DICH. PANOZZO:

È stata fissata da Focarelli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi lei che ha fatto? DICH. PANOZZO:

Sono andato alla riunione a Milano nella sede

Fastweb e ho incontrato il signor Casati. P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi che ha fatto? DICH. PANOZZO:

Ho incontrato, ci siamo presentati, io avevo

già il contratto predisposto e firmato da parte mia, e ho conosciuto

Casati,

abbiamo

scambiato

due

chiacchiere,

il

colloquio è durato meno che in Telecom, è stato un colloquio più informale e io gli ho lasciato... P.M. DR. BOMBARDIERI: Quanto è durato questo colloquio? DICH. PANOZZO:

Un quarto d'ora.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, e quindi anche quando lei ha presentato la società? DICH. PANOZZO:

Sì, ho presentato la società rapidamente, gli

ho lasciato il contratto e lui mi ha detto che l'avrebbe portato ai suoi superiori e ce l'avrebbe spedito firmato. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, il contratto da chi era stato predisposto, da lei o da altri? DICH. PANOZZO:

Sempre dal Focarelli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi lei l'aveva sottoscritto già? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

18


P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Senta,

lei

ha

fatto

riferimento

i

fornitori al GPN e come clienti Fastweb e Telecom. La Croscom chi è? DICH. PANOZZO:

Croscom era la società era la società inglese

che forniva gli archi di numerazione. P.M. DR. BOMBARDIERI: No, avevo chiesto cos'è la Croscom? DICH. PANOZZO:

Era una società inglese che ci forniva gli

archi di numerazione, ossia i numeri di telefono attraverso i quali

dovevano

passare

le

telefonate,

va

bene?

Quindi

il

modello di brize... era era questo. C'era una società che era Telecom che ci dava l'infrastruttura, c'era una società che era Croscom che dava gli archi di numerazione ossia i numeri di

telefono,

fornire

un

in

esclusiva

servizio

che

Planetarium. però

veniva

Planetarium fornito

da

doveva un

suo

fornitore che era GPN. Croscom aveva fornito gli archi di numerazione

in

esclusiva

a

Planetarium,

e

per

questo

noi

pagavamo un contratto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Che sono quelli indicati in quella nota indirizzata a Tis? DICH. PANOZZO:

Penso proprio di sì. Penso proprio di sì,

dovremo controllare col contratto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta una cosa. Quindi lei ha conosciuto i titolari di Croscom? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

No, mai conosciuti.

BOMBARDIERI:

Ha

mai

svolto

una

trattativa

con

Croscom? DICH. PANOZZO:

Via e mail.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci spieghi, che significa? DICH. PANOZZO:

Via e mail mi è stato inviato il contratto che

ho firmato e rinviato in via posta firmato. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, questo fornitore lei come l'ha trovato? Su Internet? DICH. PANOZZO:

No, il contatto è stato Focarelli.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

19


P.M. DR. BOMBARDIERI: Anche alla Croscom? DICH. PANOZZO:

Come?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Anche della Croscom quindi? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi lei non ha mai visto nessuno della Croscom? DICH. PANOZZO:

Mai.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei è mai stato in Inghilterra presso la Croscom? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

No.

BOMBARDIERI:

Non

in

Inghilterra

in

vacanza,

per

questa vicenda. Senta, la Planetarium aveva dei conti bancari dove? DICH. PANOZZO:

In Austria.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Presso quale banca? DICH. PANOZZO:

Presso la Raispaser Bank.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Come mai lei ha aperto in banca in Austria? DICH. PANOZZO:

Perché mi venne indicata da Focarelli come la

banca opportuna dove c'erano dei contatti dove si sarebbe potuto

aprire

il

conto

corrente,

quindi

mi

ha

dato

il

riferimento di una persona e... Adesso non ricordo il nome. Comunque

il

riferimento

di

una

persona

all'interno

della

banca... P.M. DR. BOMBARDIERI: All'interno della banca? DICH. PANOZZO:

Che ho contattato e dopo di che da solo ho

aperto il conto corrente. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei è andato da solo in Austria ad aprire il conto? DICH. PANOZZO:

Sono andato con Gionta, col fornitore.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Con Gionta Aurelio? DICH. PANOZZO:

Sì, perché anche Gionta ha aperto il conto

nella Raispaser Bank.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

20


P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha detto che Focarelli le aveva

detto

che

era

opportuno

aprire.

Che

No,

mi

significa

era

opportuno? DICH.

PANOZZO:

No

opportuno.

non

disse

che

era

opportuno, mi disse guarda che qui possiamo aprire il conto, questo è il riferimento, chiamali, sentili e io ho chiamato e... P.M. DR. BOMBARDIERI: Ma le ha chiesto perché in Austria e non in un altro posto, non a Roma, non in Spagna? DICH. PANOZZO:

No, non l'ho chiesto, non l'ho chiesto. Avevo

anche un conto corrente in Italia al Monte Paschi di Siena. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha detto che è andato con Gionta? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Come mai è andato con Gionta? DICH. PANOZZO:

Perché anche lui doveva aprire il conto lì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi l'ha saputo casualmente? Come..? DICH. PANOZZO:

No, il Gionta l'ho incontrato, c'eravamo già

incontrati prima, diciamo a luglio, durante la costituzione della

società

e

mi

era

stato

presentato

appunto

come

il

fornitore per fornire appunto il servizio che dovevamo fornire a Telecom. P.M. DR. BOMBARDIERI: Le era stato presentato da chi? DICH. PANOZZO:

Da Focarelli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi? DICH.

PANOZZO:

E

quindi

ci

siamo

sentiti,

abbiamo

detto

andiamo insieme ad aprire il conto in Austria. P.M. DR. BOMBARDIERI: Scusi, lei sapeva che Gionta doveva aprire un conto in Austria? DICH. PANOZZO:

Mi viene detto da lui.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Da Gionta? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

21


P.M. DR. BOMBARDIERI: Allora, le contesto sempre dal verbale del

10...

Questa

volta

del

10

maggio,

qua

c'è

scritto

giugno... Chiedo scusa, 6... 6 maggio e... 10 maggio che è stato indicato... No, chiedo scusa, 10 giugno, 6 maggio e 10 giugno pagina 27. È 11 maggio. Chiedo scusa. Il verbale di trascrizione trascrizione

è

l'11

come

10

maggio, giugno,

erroneamente il

secondo

in

sede

interrogatorio

di di

Panozzo pagina 27. Allora "Il discorso di andare in Austria ci viene detto da Focarelli. Ci viene detto a me e a Gionta perché con c'andiamo insieme". Questo lei ha detto la volta scorsa? AVV. SPIGARELLI: Ma, scusi io non capisco la contestazione francamente. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

La

contestazione

è

perché

gli

ho

detto... AVV. SPIGARELLI: No, non capisco la contestazione e sopratutto non capisco perché viene letta solo una parte e non la domanda suggestiva che era stata fatta prima. AVV.

SPIGARELLI:

Ministero.

Adesso

Allora,

qui

articolo il

io

problema

se è,

permette, che

è

un

Pubblico problema

annoso, però prima o poi lo dovremo risolvere. Se nel corso di un interrogatorio dove non vige il divieto di fare domande suggestive, viene fatta una domanda suggestiva, o si dà conto della

domanda

suggestiva

immediatamente

prima

o

non

si

contesta la risposta, perché sennò si fa una contestazione che non

permette

al

all'interrogato

Tribunale

di

di

spiegarsi

se

comprendere si

deve

e

men

che

mai

spiegare

una

sua

eventuale contrariet�� rispetto alle precedenti dichiarazioni. P.M. DR. BOMBARDIERI: Presidente, veramente questa è la prima che sento una opposizione al modo di fare domande in sede di interrogatorio... T: Spieghi Pubblico Ministero.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

22


P.M. DR. BOMBARDIERI: Io la volta scorsa ho letto la domanda e ho letto la risposta, e mi è stato detto che non devo leggere la domanda ma devo leggere solo la risposta. Questa volta ho letto solo la risposta proprio per evitare quello che diceva l'Avvocato

e

evidentemente

che io

in

realtà

posso

leggere

non

è

la

corretto,

domanda

e

perché

leggere

la

risposta, indipendentemente da come è stata fatta in sede di interrogatorio perché non c'è nessuna preclusione di domande suggestive. E qui nasce come contestazione, non come domanda. Deciderà il Tribunale poi, deciderà il Tribunale. AVV.

SPIGARELLI:

Allora

io

continuo

a

reiterare

la

mia

opposizione, perché rispetto a quello che ha detto prima non c'era nessuna contestazione da parte... per quel che ha letto. Se non legge anche il suggerimento iniziale della domanda... P.M. DR. BOMBARDIERI: Glielo dico subito. Io adesso, se mi consente,

leggo

anche

la

domanda.

La

contestazione

innanzitutto nasce dall'esigenza... La domanda che era stata fatta era come mai erano andati insieme a Gionta e lui ha detto

l'avevo

deciso

io

con

Gionta,

c'eravamo

messi

d'accordo. Ha risposto in questo modo. Io gli contesto che in sede di interrogatorio ha detto una cosa diversa. La domanda era: senta, e come in Austria, lei è stato mandato in Austria, in

banca

a

Vienna

da?

Allora,

"il

discorso

di

andare

in

Austria ci viene detto da Focarelli". Domanda: "Ci viene detto a chi?" domanda mia - "Ci viene detto a me e a Gionta perché c'andiamo

insieme".

La

domanda

è:

"Quindi

la

prima

volta

andate insieme? - Andiamo insieme sì". Quindi lei apre un conto per Planetarium quando va insieme a Gionta che lo apre per? Per GPN. C'era uno scambio di e mail prima, non ricordo il nome della ragazza che si occupava di noi. La contestazione è questa qua: che è stato detto da Focarelli di andare in Austria per il conto insieme a Gionta, è stato detto a tutti e due. Quindi non è vero che si sono messi d'accordo loro per

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

23


andare in Austria ad aprire il conto che lui l'ha saputo da Gionta, l'ha saputo da Focarelli. T: Spieghi? DICH. PANOZZO:

A me è stato detto da Focarelli. Non posso

parlare per Gionta. A me è stato detto da Focarelli. Poi ho sentito Gionta, mi ha detto anche io devo andare in Austria e siamo andati in Austria insieme. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Lei

ha

saputo

perché

doveva

andare

Gionta in Austria, le ha detto perché se era una iniziativa sua o se glielo aveva detto qualcuno a Gionta, parlando con Gionta? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. OLIVA: A me non interessa questo profilo, però chiedere a questo punto gli è stato detto da qualcuno... A Gionta. Quando il teste ha appena detto io non posso parlare per Gionta. Posso parlare solo per me, a me l'ha detto Focarelli. Qual è il senso di questa domanda? T: Si sta cercando di chiarire tutti i profili appunto di questo episodio specifico. AVV. MERLUZZI: Presidente, però gli sta cercando di chiarire ad uso ...(incomprensibile)... Cioè finché non gli dice quello che

gli

interessa

che

dica

continua

con

delle

domande

fortissimamente suggestive, perché dire ma allora glielo ha detto, ma forse... P.M. DR. BOMBARDIERI: Ma c'è il Presidente, c'è un Tribunale qua che sta regolando l'esame. Se ci sono domande suggestive penso che il Tribunale sia in grado di rendersi che sono suggestive o meno, non vedo questa cosa. AVV. SPIGARELLI: Allora, il problema è questo. È stato chiesto al teste contestandogli anche una cosa, il teste ha chiarito, adesso si sta chiedendo al teste se sta nella testa, mi scusi il

bisticcio

di...

Questo

si

sta

chiedendo

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

al

teste.

Tra

24


l'altro

la

formulazione

di

queste

domande

è

apertamente

suggestiva. Per cui c'è opposizione solo per questo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Presidente, la domanda non è se sapeva perché Gionta... Io ho detto se Gionta glielo ha detto, che è una cosa diversa che era nella testa di Gionta. È una cosa completamente diversa. T: È ammessa. Allora risponda? DICH. PANOZZO:

No, non me l'ha detto Gionta che... Non mi

ricordo che Gionta mi abbia detto mi ha detto Focarelli di venire con te. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, Planetarium ha svolto qualche altra attività oltre quella con Fastweb e Tis? Oltre questa attività oggetto di questa..? DICH.

PANOZZO:

No,

avremo

dovuto...

Inizialmente

c'erano

delle idee che però non abbiamo sviluppato, quindi abbiamo lavorato solo con loro formalmente. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha detto che ha fatto... Oltre ha firmato i contratti, ha fatto le fatture. Ci può dire come redigeva queste fatture, sulla base di quali dati? DICH. PANOZZO:

Allora, come dicevo Planetarium si avvaleva

della consulenza di Focarelli e di un contratto di consulenza anche con Ubique che veniva da Focarelli rappresentata. Ubique era la società, praticamente la Web Farm, la società che aveva i server, cioè che poteva misurare, poteva in contatto con i fornitori e con i clienti dare conto dei numeri necessari per formulare la fatturazione. Quindi veniva fatto un controllo incrociato tra Telecom e... Parlo principalmente di Telecom, perché Fastweb abbiamo fatto una fattura, quindi è stato più un

lavoro

continuativo

con

Telecom.

E

c'era

un

controllo

incrociato tra i dipendenti di Telecom, Focarelli, Ubique, gli venivano dati i numeri e io mi occupavo di tradurre i numeri in conti economici. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi in fatture?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

25


DICH. PANOZZO:

In fatture, sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei conosce Fanella Silvio? DICH. PANOZZO:

No, ho capito chi... L'ho conosciuto però non

ho quasi mai avuto a che fare con lui. L'ho incontrato un paio di volte. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei lo conosceva come Fanella Silvio o come altro nome? DICH. PANOZZO:

Io l'avevo conosciuto come otto.

P.M. DR. BOMBARDIERI: L'ha incontrato in paio di volte che significa? DICH. PANOZZO:

L'ho incontrato una volta a una festa di

compleanno di Aurelio Gionta e una volta nel suo ufficio. P.M. DR. BOMBARDIERI: Nel suo ufficio di chi? DICH. PANOZZO:

Nell'ufficio di Gionta.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Di Gionta. Senta, ha mai ricevuto dei dati di fatturazione da questo otto? DICH. PANOZZO:

No.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Nel verbale di interrogatorio dell'11 maggio 2010 pagina 75 lei dice: "Con otto l'ho sentito, l'ho visto qualche volta in occasione della fatturazione"? DICH.

PANOZZO:

Sì,

perché

qualche

volta

ho

fatto

le

fatturazioni con il mio portatile nell'ufficio di Gionta. P.M. DR. BOMBARDIERI: Come mai andava nell'ufficio di Gionta? DICH. PANOZZO:

Perché eravamo vicini di quartiere diciamo,

eravamo nello stesso quartiere a un chilometro di distanza e a volte sono andato direttamente da Gionta. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha detto prima, ha iniziato dicendo che Murri quando aveva parlato di questa cosa e lei aveva capito che c'era un giro di frode fiscale? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può dire come... in che cosa doveva consistere? Lei ha detto che non conosceva i dettagli. In cosa consisteva, cosa aveva capito lei di questa frode fiscale?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

26


DICH. PANOZZO:

Avevo capito che c'era... Avevo capito molto

poco, perché frode fiscale io pensavo che fosse relativamente all'iva. Però poi non chi spiegavo come potesse... Una volta che ho cominciato a lavorare non mi spiegavo come sarebbe potuto

succedere,

dimostrando

nel

che

senso

c'era

che

una

poi...

frode

Almeno

fiscale

voi

state

grazie

ai

...(incomprensibile)... di Telecom, e a me questo dettaglio sinceramente sfuggiva, perché io mi ero occupato di svolgere il mio lavoro, di pagare l'iva, non sapevo chi non avrebbe pagato l'iva. Il mio cliente pagava l'iva che era Telecom, e a me sfuggiva il... P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei ha detto che sapeva che c'era una evasione di iva? DICH. PANOZZO:

Sì, lo sapevo.

P.M. DR. BOMBARDIERI: All'epoca? DICH.

PANOZZO:

All'epoca

poi

lavorando

dicevo,

mi

sono

domandato dove... P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Chi

glielo

aveva

detto

che

c'era

evasione iva? DICH. PANOZZO:

L'aveva detto Murri.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E poi? DICH. PANOZZO:

Poi lavorando ho fatto poche domande perché

sarei stato naturalmente pagato e quindi non mi sono... P.M. DR. BOMBARDIERI: Era stabilito un compenso per il suo lavoro? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Sì.

BOMBARDIERI:

In

quanto

è

stato

stabilito

questo

compenso? DICH. PANOZZO:

Il compenso è stato stabilito in due milioni

di Euro. P.M. DR. BOMBARDIERI: Ma quando è stato stabilito? DICH. PANOZZO:

Mi è stato detto all'inizio.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Da chi le è stato detto, dal Murri?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

27


DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Mi è stato detto da Murri, sì.

BOMBARDIERI:

Con

quali

persone

ha

parlato

di

compenso? DICH. PANOZZO:

Ho parlato con Murri e poi con Focarelli. Con

Murri mi viene detto all'inizio, poi Murri Partì e non ho poi lavorato con Murri, Murri mi ha presentato, mi ha introdotto. Ho parlato con Focarelli e poi il mio compenso di due milioni come ho dichiarato... P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

No,

non

faccia...

su

quello

che

ha

il

suo

dichiarato. Il suo compenso di due milioni? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Mi è stato corrisposto.

BOMBARDIERI:

Come

le

è

stato

corrisposto

compenso? DICH.

PANOZZO:

Un

milione

in

contanti

da

Focarelli,

e

successivamente... P.M. DR. BOMBARDIERI: Con che modalità? DICH. PANOZZO:

Cache.

P.M. DR. BOMBARDIERI: In una occasione, due occasioni? DICH. PANOZZO:

Due occasioni, in due occasioni. E invece

successivamente avrei dovuto... Dal conto in Austria avrei dovuto prelevare 700 mila Euro che non ho prelevato e 300 mila Euro era lo stipendio come amministratore della planetarium, e quindi su 300 mila Euro ho preso i soldi, ho pagato le tasse relativamente al salario lordo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi lei ha detto che ha preso un milione in cache da Focarelli? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può descrivere come li ha presi? L'ha detto in due volte, dove? Quando? DICH. PANOZZO:

Li ho ho presi in ufficio da Focarelli due

volte in contanti. P.M. DR. BOMBARDIERI: Si ricorda il periodo?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

28


DICH. PANOZZO:

Mi sembra dopo un paio di mesi, due, tre mesi

che ho cominciato a lavorare e poi quasi in chiusura, quindi verso aprile del 2007. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta lei ha detto che 700 mila Euro erano quelli in Austria? DICH. PANOZZO:

In Austria, sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E poi perché non li ha prelevati questi in Austria? DICH. PANOZZO:

Perché c'è stato bloccato il conto.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E che cosa è successo? DICH. PANOZZO:

C'è stata l'indagine della Guardia di Finanza.

Noi avevamo concluso già le attività con Telecom, a quel tempo lavoravamo

solo

con

Telecom.

C'è

stata

l'indagine

della

Guardia di Finanza e sono stati automaticamente bloccati i conti. Io sono riuscito a fare un ultimo bonifico dall'Austria perché dovevo pagare dei fornitori o delle tasse anche, che non sono poi riuscito a pagare per intero. E invece gli ultimi 700 mila Euro che erano sul conto sono rimasti lì. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei in relazione a questi 700 mila Euro ha

intrapreso

delle

iniziative

per

sbloccarli,

ha

fatto

qualche cosa? DICH. PANOZZO:

Sì. Ho fatto.... Abbiamo fatto un paio di

stanze con un Avvocato che rappresentava la Planetarium. P.M. DR. BOMBARDIERI: Con l'Avvocato italiano o straniero? DICH. PANOZZO:

Un Avvocato italiano che si è appoggiato a un

Avvocato austriaco. P.M. DR. BOMBARDIERI: Chi l'ha pagato questo Avvocato? DICH. PANOZZO:

L'ho pagato io.

P.M. DR. BOMBARDIERI: L'ha pagato lei con soldi suoi? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Con soldi miei, sì.

BOMBARDIERI:

C'è

contestazione.

Nel

verbale

di

interrogatorio dell'11 maggio 2010 pagina 92, lei dice... La domanda era: e i soldi per questo Avvocato chi li ha fatti

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

29


uscire? Lei ha detto me li ha dati otto. Quindi lei dice glieli ha dati Fanella? Sì. E poi dice quanti gliene ha dati. Si ricorda questa circostanza? DICH.

PANOZZO:

Sì,

la

circostanza

che

io

ero

stato

nell'ufficio di Mocbem e mi erano stati dati i soldi per pagare l'Avvocato. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi i soldi, non ha pagato lei? DICH. PANOZZO:

Sì, li ho pagati io, però i soldi mi erano

stati dati. P.M. DR. BOMBARDIERI: Per questa specifica situazione? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Sì.

BOMBARDIERI:

Senta,

lei

ha

fatto

riferimento

a

Mocbel. Lei conosce Mocbel? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci dice come lo conosce? DICH. PANOZZO:

Ma, l'ho conosciuto tanti anni fa, quando ero

ancora ragazzo. Poi non l'ho visto per tanti anni e l'ho riconosciuto, l'ho rivisto in un paio di situazioni durante lo svolgimento di questo lavoro. L'ho visto la prima volta a una festa di Gionta e una seconda volta l'ho visto fuori da un ristorante. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei sapeva se Mocbel era coinvolto in questo affare? DICH.

PANOZZO:

No,

inizialmente

no.

L'ho

saputo

successivamente, viene detto da lui stesso. P.M. DR. BOMBARDIERI: Da lui stesso? DICH.

PANOZZO:

coinvolgimento.

Sì, Però

mi

senza disse

descrivere che

dietro

nulla, c'era

il

lui

e

suo che

c'erano degli interessi molto grossi in mezzo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può dire appunto, ci specifica? DICH. PANOZZO:

Sì. C'era stata una lite tra Augusto Murri e

Mocbel, e quindi io fui convocato da Mocbel perché... P.M. DR. BOMBARDIERI: Quando è stato convocato da Mocbel?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

30


DICH. PANOZZO:

Maggio 2007.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì, dico come? DICH. PANOZZO:

Come? Mi venne detto da Gionta.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Che cosa le viene detto? DICH. PANOZZO:

Mi disse se puoi venire a un appuntamento, mi

diede l'indirizszo e mi spiegò la strada per arrivare. Io arrivai a questo appuntamento e lì c'era Mocbel. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi a questo appuntamento chi c'era? DICH. PANOZZO: era

molto

A questo appuntamento ho incontrato Mocbel che

arrabbiato

con

Murri,

e

quindi

mi

raccontò

brevemente dicendo, inveendo contro Murri perché non si stava comportando come avrebbe dovuto in maniera leale e... E questa è la situazione. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Cosa

significava

non

comportarsi

in

maniera leale? Le disse perché? DICH.

PANOZZO:

No,

non

entrò

nei

dettagli.

Mi

disse

semplicemente che Murri era un pezzo di merda e che non si stava

comportando

interessi

che

bene,

stavo

che

dietro

gestendo

questo

tra

affari

virgolette

c'erano io

con

Planetarium, c'erano degli interessi molto grossi e Murri si stava comportando molto male. P.M. DR. BOMBARDIERI: In relazione a questi interessi molto grossi ha fatto riferimento a qualcosa? DICH. PANOZZO: persone

però

Ma, mi disse che c'erano dietro un sacco di senza

fare

nomi.

Mi

disse,

fece

c'erano

le

battute - guarda, c'è dietro la guardia di finanza, i servizi segreti.

Fece

battute

del

genere.

Però

si

occupò

principalmente in maniera molto esplicita a descrivermi la sua opinione nel confronti di Augusto Murri. P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi dopo questo incontro che cosa è successo? DICH. PANOZZO:

Ma, io mi sono spaventato e ho telefonato a

Augusto Murri.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

31


P.M. DR. BOMBARDIERI: Perché si è spaventato? DICH.

PANOZZO:

Mi

sono

spaventato

perché

i

toni

erano

abbastanza accesi quelli di Mocbel. E mi sono spaventato e ho... P.M. DR. BOMBARDIERI: Le ha rivolto delle minacce Mocbel? DICH. PANOZZO:

Sì, diciamo che le minacce non erano poi

rivolte nei miei confronti. Erano rivolte nei confronti di Augusto Murri, però è come se si fosse sfogato per lui con me. P.M. DR. BOMBARDIERI: Perché si rivolgeva a lei? DICH. PANOZZO:

Perché io ero amico di Augusto Murri.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi in qualità di amito di Augusto Murri? DICH. PANOZZO:

In qualità di amico di Augusto Murri.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi che cosa successe? DICH. PANOZZO:

E quindi si è sfogato, e io ho avuto la netta

sensazione che la situazione fosse grave per due motivi. Il primo per l'incolumità di Murri. Poi può anche darsi che non fosse vero, però io mi sono preoccupato. E il secondo perché mi sono reso conto di essere dentro una cosa che era più grande di quella che ero in grado di gestire, e per paura anche di fare la fine che ho fatto. P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi che cosa è successo? Lei ha incontrato Murri? DICH. PANOZZO:

No, non ho incontrato Murri. Ho saputo che

Murri era in Italia, perché Mocbel mi aveva detto che Murri era in Italia e che se doveva andare. Quindi l'ho contattato, lui mi disse che era in casa in campagna in Toscana, e gli dissi che lo volevo andare a trovare per tranquillizzarlo, ma più che altro per convincerlo a non creare questa situazione di disturbo dalla quale non avrebbe beneficiato nessuno, né Mocbel, né io e né Murri. P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

32


DICH.

PANOZZO:

E

ho

chiamato

da

una

cabina

telefonica

sull'autostradu e poi è finito che Murri non ha voluto che io lo andassi a trovare. A un 80 chilometri da Roma sono tornato indietro. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Senta,

lei

ha

detto

che

è

stato

minacciato da Mocbel? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Mocbel era da solo? DICH. PANOZZO:

No, era con quattro persone. Quattro persone

di cui almeno un paio armate. P.M. DR. BOMBARDIERI: Armate? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Li ha visti? Cioè come fa a dire che erano armati? DICH. PANOZZO:

Sì, perché avevano la pistola sotto la giacca.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Avevano la pistola sotto la giacca? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quando lei ha detto queste cose? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei Murri l'ha visto anche in altre occasioni? DICH. PANOZZO:

L'ho visto in Polinesia a fine lavori l'estate

del 2007. P.M. DR. BOMBARDIERI: Come mai..? DICH. PANOZZO:

L'ho visto...

P.M. DR. BOMBARDIERI: È andato in vacanza in Polinesia, è andato apposta in Polinesia? Come mai in Polinesia? DICH. PANOZZO:

Mi ha contattato lui e io sono andato in

Polinesia a trovarlo, e lui era lì in vacanza. L'ho visto due giorni,

e

niente,

e

sono

andato

a

chiedere

un

po'

di

chiarimenti visto che non chi era stato spiegato nulla. P.M. DR. BOMBARDIERI: Chiarimenti di che cosa?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

33


DICH. PANOZZO:

Chiarimenti sul suo ruolo in questa faccenda,

perché un conto è dire sì, ci sarà una frode fiscale, un conto è capire come è funzionato tutto quanto. Allora, una volta che il discorso era stato chiuso andai lì perché... per fare delle domande. Lui fu sempre molto molto vago senza dirmi granché e focalizzò

l'attenzione

sul

fatto

che

io

lo

avevo

tradito

perché mi ero messo dalla parte di Mocbel. Quindi ci furono un paio di discussioni accese, e dopo di che gli dissi guarda secondo me sei un pazzo. Comunque io ho preso e me ne sono andato. E lui mi ha chiesto, mi ha detto che aveva... In particolare aveva delle discussioni con Mocbel di affari loro, senza spiegarmi quali fossero questi affari e che come... Va bene, comunque... E mi disse che doveva fare dei soldi da Mocbel. P.M. DR. BOMBARDIERI: Le disse quanti soldi, che soldi? DICH. PANOZZO:

Sì, mi disse che doveva avere da Mocbel 14

milioni di Eeuro. P.M. DR. BOMBARDIERI: 14 milioni di Euro? DICH. PANOZZO:

Che avrebbe dovuto avere da Mocbel 14 milioni

di Euro e che non ne aveva avuto 14, o 13, adesso... P.M. DR. BOMBARDIERI: Le disse quanto aveva avuto, quanto gli manncavano? DICH. PANOZZO:

Ma, io questo glielo ho chiesto più volte, non

è mai stato chiaro Augusto su questo, perché tutte le volte che glielo ho chiesto chi ha dato una cifra diversa. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, quindi lei va là, incontra Murri e parlate di questo. Poi che cosa succede? DICH. PANOZZO:

E poi succede che mi chiede... Mi dice che gli

devo un favore perché mi ha messo in mezzo a questa cosa, e che devo andare da Mocbel a dirgli che è lui che gli deve dei soldi. E io questo faccio. P.M. DR. BOMBARDIERI: Che Mocbel gli deve dei soldi? DICH. PANOZZO:

Esattamente, e questo faccio.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

34


P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei va da Mocbel? DICH.

PANOZZO:

Vado

da

Mocbel,

e

Mocbel

ricominciamo

la

stessa Tarantella. Che Mocbel mi inveisce, si arrabbia con me per

parlare

con

Murri,

dicendo

che...

deve

ripetere,

Adesso

non

voglio

le

stesse

ripetere le stesse parole. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Le

ripeta

parole? DICH. PANOZZO:

Va bene, sono quelle delle intercettazioni.

P.M. DR. BOMBARDIERI: No, ripeta le stesse parole, quelle che ricorda? DICH. PANOZZO:

Che è un pezzo di merda, un bastardo, un

infame e che lui i soldi glieli ha già dati, anzi gliene aveva dati pure di più di quelli che... P.M. DR. BOMBARDIERI: Gli ha dato di più? DICH. PANOZZO:

Più di quelli che avrebbe dovuto avere.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, in queste discussioni Mocbel fa riferimento ai soldi che doveva avere Murri? DICH. PANOZZO:

No, non in particolare. No, non mi sembra di

ricordare questo. Mi dice solamente che gliene ha dati pure di più, ma non mi ricordo. Non mi ricordo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei ha mai visto un foglietto siglato da Murri su dei conti? DICH. PANOZZO:

Mi venne mostrato un foglietto, però non posso

dire se fosse un foglietto siglato da Murri o no. P.M. DR. BOMBARDIERI: A che titolo? DICH. PANOZZO:

Guarda, questi sono i conti che avevo con

Augusto. Però non ho mai... P.M. DR. BOMBARDIERI: Viene mostrato da chi? DICH. PANOZZO:

Poteva essere una etichetta di una bottiglia

di vino. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi le ha mostrato un foglio da chi? DICH. PANOZZO:

Da Mocbel.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

35


P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

E

le

dice

però,

lei

non

l'ha

controllato, però le dice... Che cosa le dice? Che erano i conti con Murri? DICH. PANOZZO:

Sì, mi dice guarda che a Murri gli ho dato un

sacco di soldi, guarda qua, li ho pure segnati. Io, ripeto, non ho prestato attenzione. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, in questa discussione con Mocbel fa riferimento al pagamento di altre somme? Di percentuali il Mocbel? AVV. PLACANICA: Chiedo scusa, io sono in religioso da dieci minuti. C'è stata una domanda, lei ha minacciato Mocbel, l'ha minacciato...

Diretta

così,

quando

lui

ha

detto

che

la

minaccia era per Murri. Questa domanda ultima non è che è suggestiva, è di più che suggestiva. Proprio contiene in sé la risposta, deve dire sì o no. Datemi atto... P.M. DR. BOMBARDIERI: Presidente, la domanda è se Mocbel ha fatto riferimento a percentuali, non ho capito dov'e`... AVV. PLACANICA: No, non è così. Le ha mostrato un foglietto Mocbel? P.M. DR. BOMBARDIERI: No, lei ha mai visto un foglietto. No Mocbel, lui ha detto Mocbel. Io ho detto se ha mai visto un foglietto sottoscritto da Murri con dei conti. Questa è la domanda. AVV. PLACANICA: È una domanda o una domanda suggestiva lei ha visto un foglietto sottoscritto da Murri? Ditemi voi? Se si risponde sì e basta. Quando nelle risposte si risponde sì e basta

sono

domande

suggestive

perché

contengono

in

la

risposta. Basta dire sì proprio è scolastico. Ora se non gli entra nella testa il Pubblico Ministero, allora vi prego di farlo voi senza renderci fastidiosi ogni cinque minuti. T: Riformuli la domanda Pubblico Ministero. AVV. PLACANICA: Sopratutto su punti determinanti. Anche le premesse - lei è stato minacciato da Mocbel, quando lui non ha

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

36


detto questo. Io poi c'ho il controesame. L'ha già dichiarato nell'interrogatorio al Pubblico Ministero. T:

Avvocato,

d'accordo,

va

da

se.

Dico

che

nella

concatenazione di un discorso si ha... È inevitabile che ci siano delle domande suggestive, no? Tutto qua. AVV. PLACANICA: È dalla quinta successiva. Nessuno si mette qua a fare ostruzionismo, ma alla quinta successiva, se non ha senso... T: Va bene, riformuli la domanda. AVV. SPIGARELLI: Presidente, mi scusi. Sulla riformulazione della domanda se permette un'osservazione in modo che rimane a verbale, sennò la contestazione è come se non ci stessimo. Allora,

il

problema

della

riformulazione

della

domanda

suggestiva si pone in questi termini. Premesso che una domanda suggestiva nel Codice di Procedura non c'è scritto. Il Codice di Procedura dice che è impedito suggerire le risposte. Se uno suggerisce

una

risposta

è

ontologicamente

impossibile

riformulare quella medesima domanda perché il suggerimento, cioè la risposta è stata già fornita. Se io ti dico questo non lo puoi fare ma il messaggio è già arrivato, il contenuto del divieto

è

stato

sicuramente

dal

Pubblico

Ministero,

non

volontariamente, non dico di no, comunque violato. Il problema è che non si possa suggerire una risposta nel corso di un interrogatorio non è neanche da spiegare. L'unica possibilità che dà il Codice di farlo è specificamente nel controesame. Allora, se qualcuno suggerisce le risposte al testimone, il Pubblico

Ministero

vietando

questo

possibilità

di

o

tipo

l'Avvocato di

sanare

e

il

comportamento, un

divieto

Tribunale non che

è è

interviene

data già

poi

la

stato

definitivamente violato, perché il contenuto della risposta è ormai nella testa del testimone. Allora, io intanto faccio questa opposizione strutturale che prima o poi qualcuno magari in sede di legittimità la apprezzerà totalmente. Ma per lo

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

37


meno

invito

suggestiva.

il

Tribunale

Ci

sono

a

discernere

domande

il

implicative,

tipo ci

di

domanda

sono

domande

larvatamente suggestive, ci sono domande suggestive che sono essenzialmente

dettate

per

dare

da

risposta

al

testimone.

Allora in quel caso, ma lo dico al Tribunale, non si può... Non può scattare un automatismo per cui si dice va bene, riformuli la domanda suggestiva. Quindi valutare per lo meno il tipo di suggerimento, perché ci sono suggerimenti che non sono suscettibili di essere sanati in maniera diversa. Con questo io... Diciamo faccio l'opposizione, lo metto a verbale. PRESIIDENTE: D'accordo. Fermo restando che il procedimento è un

problema

non

di

inammissibilità

della

domanda

ma

chiaramente di valutazione poi della efficacia probatoria del tipo

di

risposta.

riformulando

appunto

Su in

questo termini

sono

d'accordo.

diversi,

tenendo

Quindi conto

di

quello che abbiamo detto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Devo essere sincero non mi ricordo più la domanda. T: Allora passi alla domanda suggestiva. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Senta,

ha

mai

sentito

parlare

di

percentuali da parte di Mocbel? DICH. PANOZZO:

Ma, diciamo che io ho parlato con Mocbel solo

in quell'occasione, in quelle due occasioni, e nella seconda occasione mi ha... Lui ha dichiarato qualcosa, ma non sono stato neanche ad ascoltare. P.M. DR. BOMBARDIERI: Allora, le contesto sempre dal verbale dell'11 maggio 2010 pagina 57... Allora, "In Telecom abbiamo pagato tutti" mi pare, questo è lei quello che dice. "Mi disse che Telecom prendeva il 30 per cento sul fatturato"? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: "Mi disse una cosa del genere, poi in Telecom abbiamo pagato tutti. Però non mi disse il 30 sul

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

38


fatturato, non so come interpretarlo". Quindi, queste cose gliele disse Mocbel o no? DICH. PANOZZO:

Ma, allora io le ricordo perché le ho lette

sull'ordine

custodia

di

cautelare.

per

quando

ero

durante questo colloquio avevo la testa nel pallone, non stavo ad

ascoltarlo,

non

stavo...

perché

la

prima

cosa

che

ho

premesso una volta che Mocbel ha cominciato ad inveire è stata che io non c'entravo niente nei loro conti e che io non ne volevo sapere niente, perché di questa cosa non ero stato messo al corrente dall'inizio, quindi non vedo perché alla fine in virtù di una lite sarei dovuto essere stato messo al corrente per poter far fare anche diciamo da Giudice. Non essendo al corrente dall'inizio mi venivano vomitate una serie di informazioni che io non ricordo e lì per lì le ho ricevute così,

ho

anche

balbettato

sì,

è

così,

però

non

ero

al

corrente. Quindi se lei mi richiede adesso le percentuali... P.M. DR. BOMBARDIERI: No, quello che gli ha detto Mocbel. Io voglio

sapere

che

lei

ci

descriva

il

contenuto

di

questa

conversazione? DICH. PANOZZO:

Io ho ricordato il discorso delle percentuali

quando l'ho letto sull'ordine di custodia cautelare, perché c'era l'intercettazione ambientale. Se non lo avessi letto probabilmente gli avrei detto no. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei ricorda questa conversazione con Mocbel? DICH. PANOZZO:

Si, mi ricordo che inveì dicendo guarda che

io... Chi dovevo pagare l'ho pagato. E fece la battuta su Telecom, fece delle battute del genere. Però io, ripeto, ero con... Ascoltavo, sentivo ma non ascoltavo. AVV. MERLUZZI: Presidente, vorrei che si dia atto rispetto alla contestazione fatta dal Pubblico Ministero, che questa contestazione nasce già come contestazione nell'interrogatorio dell'11 maggio. Il Pubblico Ministero mi corregga se sbaglio.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

39


Dopo la parziale lettura della conversazione del 14 settembre 2007. Quindi anche in quell'occasione il teste non ricordava la conversazione, gli è stata letta, allora a lettura della conversazione

ha

fornito

questa

nuova

interpretazione

del

dato. T: Diamo atto di questo. AVV. PLACANICA: C'è solo da aggiungere che è una trascrizione informale fatta dalla polizia giudiziaria. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

È

contestato

il

contenuto

dell'ordinanza... AVV. PLACANICA: C'è solo da aggiungere che è una trascrizione informale fatta dalla polizia giudiziaria di cui non abbiamo contezza

che

sia

effettivamente

quella.

Cioè

non

è

un

materiale probatorio acquisito al fascicolo del dibattimento. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

dell'ordinanza.

Lo

È

stesso

stato teste

contestato ha

detto

il

che

materiale l'ha

letto

nell'ordinanza, quindi non vedo il... Senta, lei ha detto prima che in relzione a Mocbel, lei ha detto che ha saputo da Mocbel che c'era dietro lui. Ci spiega questo passaggio, ci spiega questa circostanza? DICH. PANOZZO:

Che c'era dietro Mocbel?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì? DICH.

PANOZZO:

Sì,

quando

sono

andato

presso

questo

ristorante a Roma Mocbel mi disse che dietro questa storia... Che questi affari non si facevano... Che dietro questo affare c'era

lui.

Testuali

parole.

E

poi...

Però

non

mi

disse

niente... P.M. DR. BOMBARDIERI: Le disse cosa faceva? C'era lui che significa? DICH. PANOZZO:

No, non mi disse cosa faceva. Mi disse che

c'era dietro lui, che c'erano dei grossi interessi e Augusto stava pestando i piedi alle persone sbagliate.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

40


P.M. DR. BOMBARDIERI: Allora, le contesto sempre a pagina 60 del

verbale

di

interrogatorio

del

6

maggio,

il

primo

interrogatorio. Dietro, allora... "Quello che ho capito io... Non mi viene detto niente. Quello che intendo io è quello che poi

mi

viene

detto

dallo

stesso

Mocbel,

ossia

che

dietro

questa cosa c'è lui, nel senso che è lui che organizza e fa in modo che gestisca il flusso di denaro e sia i soldi, ossia chi deve prendere e che cosa. Questo è quanto. Però il ruolo invece di Mocbel nei confronti di Telecom e di Fastweb che Mocbel avesse contatti questo non mi viene mai detto". Ricorda quindi? DICH. PANOZZO:

Mi correggo, nel senso che mi viene detto che

Augusto Murri aveva bloccato dei soldi, e che era questo, aveva bloccato dei soldi e quindi per colpa di Augusto c'erano dei problemi sul lavoro che stavamo facendo. Ecco, forse era questo il senso. Però non mi viene detto da Mocbel io faccio questo, questo e questo altro. P.M. DR. BOMBARDIERI: Non descrive il ruolo? DICH. PANOZZO:

No, assolutamente no.

P.M. DR. BOMBARDIERI: È a conoscenza se ci sono... Viene a sapere se ci sono delle coperture rispetto a questa attività? DICH. PANOZZO:

Mi viene mensionato quando mi viene detto che

ci sono degli interessi grossi dietro. Mi viene mensionata la guardia

di

finanza,

i

servizi

segreti

vengono

mensionati.

Così, poi... AVV. PLACANICA: Chiedo scusa. Solo per rimarcare, per esempio questa

è

una

domanda

suggestiva.

Qui

nessuno

si

mette

ad

opporsi. P.M. DR. BOMBARDIERI: Ho detto se c'è copertura? AVV. PLACANICA: Sto spiegando il senso di quando ci opponiamo. Questa oggettivamente è una domanda suggestiva. Per buon senso nessuno si alza e si oppone a questa domanda suggestiva - lei

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

41


sa se c'erano coperture. Perché è evidente che è ampia, che non indirizza il teste a una risposta. P.M. DR. BOMBARDIERI: Però è di buon senso, è logica. AVV. PLANANICA: Voglio dire che qui nessuno sta a fare il tiro al piattello, perché se uno volesse fare il tiro... È una domanda impossibile. Nessuno si è alzato, Presidente. Nessuno si è alzato, non è la prima. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei si è alzato. AVV. PLANANICA: No, io mi sono alzato per dire che non mi alzo a fare la opposizione. Perché si capisca il buon senso... T: D'accordo. Quindi stava dicendo? Che aveva sentito? DICH. PANOZZO:

Che mi disse che c'era... Ma questo glielo ho

già detto tre volte. Che c'erano degli interessi dietro grossi e mi venne mensionata come battuta la guardia di finanza e i servizi segreti. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Solo

guardia

di

finanza

e

servizi

segreti? DICH. PANOZZO:

E la banda della Magliana.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Torniamo alla stipulazione dei contratti con

i

clienti,

Fastweb

e

Telecom.

Lei

ha

descritto

le

riunioni, ha detto la riunione di Fastweb. Ci può descrivere come si è svolta questa riunione, sé una riunione... Siete entrati nello specifico? DICH.

PANOZZO:

contratto

no

No,

siamo

assolutamente.

entrati Ci

nello

siamo

specifico

presentati

del

come

due

persone che si incontrano in un ufficio, si presentano, io ho presentato il mio ruolo, Comito mi ha presentato il suo... No, scusi,

Comito...

Casato.

Sto

parlando

di

Fastweb.

Si

è

presentato e mi ha detto, mi ha raccontato chi era lui, mi ha...

E

poi

quello

che

succede

in

un

incontro

di

lavoro

classico, diciamo si presentavano le posizioni, io avevo già il contratto prestabilito, già firmato, e gli raccontai di Planetarium, e dopo di che gli dissi io ho qui il contratto,

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

42


lo lascio. Ha detto sì, lascialo che io lo porto alla mia direzione e ve lo erestituiremo firmato. P.M. DR. BOMBARDIERI: E poi è stato... Come l'ha avuto lei? DICH. PANOZZO:

Sì, è stato un colloquio... Se devo esprimere

un giudizio, più veloce che in Telecom. In Telecom poi siamo andati a pranzo, mi sono dimenticato di dire dopo, è stata una cosa un po' più formale, c'erano più persone. In Fastweb ho incontrato solo una persona che poi è stato... A un certo momento è entrato anche un altro collega che si è presentato, però abbastanza... Queste sono valutazioni soggettive, insomma la

sostanza

è

quella.

Il

contratto

era

già

stabilito

in

Fastweb come in Telecom. P.M. DR. BOMBARDIERI: Che vuol dire era già stabilito? DICH.

PANOZZO:

discutere

il

Il

contratto

contratto

in

era

già...

Telecom

Non

in

ho

dovuto

Fastweb,

l'ho

presentato diciamo. Anzi in Telecom non abbiamo parlato del contratto, abbiamo parlato che dovevamo fare il contratto, ci siamo presentati etc. etc., poi il contratto è stato spedito. In Fastweb è stato un po' diverso perché mi sono presentato con il contratto in mano, quindi avendo un contratto in mano glielo ho dovuto dare in mano, no? Quindi qualche battuta sul contratto forse ci sarà anche stata, però è stato un colloquio abbastanza veloce, diciamo condizioni di... Diciamo sapendo che poi... Planetarium non era la prima azienda che faceva questo lavoro, ma c'era stata prima Ai Globe. È naturale che magari

non

fosse

stato

approfondito

l'oggetto

stesso

del

contratto perché era la medesima cosa. Credo eh! P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei è mai stato dentro gli uffici di Ai Globe, ha mai visto gli uffici di Ai Globe? DICH. PANOZZO:

A casa mia?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì? DICH. PANOZZO:

A casa mia sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

43


P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Quindi

l'ha

Senta,

ha

visto

come

arredata

Ai

Globe? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.

Sì.

BOMBARDIERI:

rivisto

mai

i

mobili

che

c'erano nell'ufficio di Ai Globe da qualche parte? Ha mai rivisto i mobili che c'erano da Ai Globe? AVV. Marafioti: Presidente, non si è mai parlato di mobili. P.M. DR. BOMBARDIERI: L'arredamento, ha detto di aver visto l'arredamento. AVV. MARAFIOTI: Ha mai sentito parlare di mobili in questo processo, abbiamo sentito parlare di banda della Magliana, di servizi segreti. Ha mai visto mobili qua? T: Avvocato, ha fatto riferimento lui all'arredamento prima, quindi

sotto

questo

profilo...

Va

bene,

non

dice

mobile,

arredamento. P.M. DR. BOMBARDIERI: La domanda era è andato mai nei locali di Ai Globe? Ha detto sì, ho visto l'arredamento. Ho detto ha mai rivisto questo arredamento da qualche altra parte? Questa era la domanda. La domanda è se ha mai rivisto l'arredamento da qualche altra parte oltre che nei locali dell'Ai Globe. T: Risponda? DICH. PANOZZO:

Sì, l'ho rivista nell'ufficio di Mocbel.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Che cosa ha rivisto, ci dica? DICH. PANOZZO:

Un divano.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Un divano che aveva visto dove?? DICH. PANOZZO:

A casa mia in via Dense.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quando c'era..? DICH. PANOZZO:

Quando c'era dentro Ai Globe.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quando fa riferimento all'ufficio di Mocbel a quale ufficio fa riferimento? DICH. PANOZZO:

In viale Parioli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quando fa riferimennto all'ufficio? DICH. PANOZZO:

In viale Parioli.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

44


P.M. DR. BOMBARDIERI: In viale Parioli quindi l'ha rivisto? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta Panozzo, lei ha detto già forse che qualcuno aveva preso... Chi è che ha preso appuntamento per andare in Telecom? DICH. PANOZZO:

L'appuntamento era stato preso da Focarelli.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E lei viene avvisato da Focarelli che c'è questo appuntamento? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E dove si trovava? DICH. PANOZZO:

Ero in vacanza a Ibiza.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Era in vacanza. Senta, lei di che cosa si occupa? Prima di questo affare quale era il suo mestiere, che cosa faceva? DICH.

PANOZZO:

settore

Io

sono

sempre...

Ho

sempre

lavorato

informatico

come

dirigente

o

dipendente

di

quanto

guadagnava

prima

nel

multi

nazionali. P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Senta,

di

questo affare? DICH. PANOZZO:

Prima? Ma, diciamo su una ottantina di mila

Euro fisso più altri 80 di variabile. P.M. DR.SSA PASSANITI: E invece qui ha guadagnato per questo affare, ha detto? DICH. PANOZZO:

Circa... Parlo di lordo?

P.M. DR.SSA PASSANITI: Il compenso che le era stato promesso? DICH. PANOZZO:

Come amministratore o come..?

P.M. DR.SSA PASSANITI: In generale? DICH. PANOZZO:

Due milioni ho mensionato prima.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Due milioni di Euro? DICH. PANOZZO:

Si.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, chi c'era quando lei ha detto che avete fatto l'incontro in Sparco..?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

45


DICH. PANOZZO:

In Sparcol c'era Comito e Catanzaniti Maga, io

e Focarelli. P.M. DR.SSA PASSANITI: Quanti giorni erano passati rispetto alla costituzione della società? DICH. PANOZZO:

Era passato un mese buono, un mese abbondante,

perché la costituzione era stata in luglio, io sono tornato tipo il 23 agosto dalla Spagna in Italia e il lunedì stesso ho fatto la riunione. P.M. DR.SSA PASSANITI: Ma le era stata rappresentata una certa urgenza? Cioè lei torna dalla Spagna perché? DICH. PANOZZO: milioni

di

Perché quando una persona sa di prendere due

Euro...

Quando

mi

è

stato

chiesto

di

fare

la

riunione non è che mi sono posto più di tante domande, ho preso il primo aereo e sono tornato. P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, lei ha mai sentito parlare di Mazzitelli? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: In che occasione e da chi? DICH. PANOZZO:

È stato nominato in occasione della riunione

con Telecom, nel senso che il Firmatario del contratto era Mazzitelli,

quindi

è

stato

nominato

da

Comito

credo,

sicuramente da Comito perché era la persona che... P.M. DR.SSA PASSANITI: Ma lei ha saputo, ha mai saputo se Focarelli aveva incontrato Mazzitelli? AVVOCATO: No Presidente, c'è opposizione. T: Per quale motivo Avvocato? È una domanda che si inserisce perfettamente nel contesto

del discorso che si sta facendo.

AVVOCATO: È una domanda che come diceva l'Avvocato Placanica, è una domanda alla quale si risponde o sì o no, quindi di per sé implica un suggerimento al teste. T: Avvocato, se ragioniamo in questi termini allora l'esame non sarebbe mai possibile. Non c'è un suggerimento indotto...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

46


AVV. OLIVA: Presidente, chiedo scusa. Se la domanda fosse lei ha

mai

conosciuto

Mazzitelli,

non

è

suggestiva

perché

ovviamente, salvo il fatto che non si è parlato prima di Mazzitelli da nessuno... T: In questo caso se lei... AVV. OLIVA: Però non era questa la domanda, perché in questo caso si precisa una circostanza che il teste non ha mai detto, non la si fa dire al teste. La si dà per scontata e poi si formula la domanda. È per questo che è suggestiva. P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Rifaccio

la

domanda.

Comito

a

chi

rispondeva? DICH. PANOZZO:

A Mazzitelli.

P.M. DR.SSA PASSANITI: A Mazzitelli? DICH. PANOZZO:

Mi viene detto.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Come l'ha saputa questa cosa? DICH. PANOZZO:

Da Comito.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Da Comito ha saputo o da qualcun altro ha

saputo

che

avevano

incontrato

Focarelli,

che

avevano

parlato Focarelli? DICH. PANOZZO:

Noi ci siamo messi tutti a un tavolo dove

Focarelli era già conosciuto, anzi era lo stesso Focarelli che mi presentava le varie persone, perché con loro aveva già lavorato. Io ho dato per scontato forse, adesso non ricordo esattamente la frase io e... Che Focarelli mi abbia detto io e Mazzitelli ci siamo già incontrati, ci siamo visti il mese scorso, abbiamo parlato. Mi sembra di ricordare che ho dato proprio

per

scontato

che

Focarelli

avesse

già

conosciuto

Mazzitelli. P.M. DR.SSA PASSANITI: Ma Focarelli a lei glielo ha mai detto? Ha appena detto che l'aveva dato per scontato? DICH. PANOZZO:

Non ricordo, l'ho dato per scontato.

AVV. OLIVA: Presidente, io sono costretto a fare opposizione tutte le volte se questo è la modalità dell'esame.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

47


DICH. PANOZZO:

L'ho dato per scontato.

T: Aveva già precisato, Pubblico Ministero. P.M. DR.SSA PASSANITI: A pagina 71 "Me lo dicono loro riferito a Comito". T: Quindi è una contestazione relativamente che è chiarito di averlo dato per scontato? P.M. DR.SSA PASSANITI: Relativamente al fatto che Focarelli aveva

incontrato

loro.

Comito

Mazzitelli.

per

questa

Dell'11

cosa

è

maggio

il

"Me

diretto

lo

dicono

riporto

per

Mazzitelli, perché Mazzitelli viene nominato più di una volta nella riunione". T: Questo lo ha confermato. P.M. aveva

DR.SSA

PASSANITI:

incontrato

"Era

Mazzitelli,

Mazzitelli, io

no".

era

Focarelli

Domanda

del

che

Pubblico

Ministero: "Focarelli aveva incontrato Mazzitelli? Sì, non so quando,

non

so

come

però

probabilmente

con

la

storia

del

prima... Con la storia di Glob prima. Comunque si conoscevano? Si conoscevano e si erano incontrati. Cioè io sono entrato che Focarelli si trovava già nel gruppo delle persone e c'era già questo rapporto". Questo è a 72. Senta, ma lei ha detto, ha parlato di Focarelli. Ma Focarelli le ha mai fatto il nome dei suoi contatti alle società? DICH. PANOZZO:

No. Alle società quali, scusi?

P.M. DR.SSA PASSANITI: Queste due, Telecom e Fastweb? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.SSA

Non ho capito la domanda.

PASSANITI:

Focarelli

aveva

dei

contatti

nelle

società? DICH. PANOZZO:

Sì, mi ha presentato Comito.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Comito? DICH. PANOZZO:

Comito, Catanzariti e Maga.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E in Fastweb?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

48


DICH. PANOZZO:

In Fastweb mi parlò di Casati che è proprio la

persona che io ho incontrato. Non mi nominò altre persone se non Mazzitelli che fu nominato durante la riunione con Comito. P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta... DICH. PANOZZO:

Poi...

P.M. DR.SSA PASSANITI: Prego? DICH. PANOZZO:

No, perché stavo ragionando.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E allora? DICH. PANOZZO:

Mi viene nominato solo una volta Scaglia per

telefono, quando Fastweb si rifiutò di lavorare con noi. P.M. DR.SSA PASSANITI: Quando c'è stata l'interruzione? DICH. PANOZZO:

L'interruzione del lavoro, e Focarelli mi

disse sì, è stata una decisione presa da Scaglia. P.M. DR.SSA PASSANITI: E lei cosa ha risposto, come l'ha presa questa..? DICH. PANOZZO: una

persona

Bene. Non ho commentato perché essendo Scaglia conosciuta,

di

riferimento

per

quel

tipo

d'azienda, se la decisione fosse stata presa da una delle persone principali dell'azienda stessa, era inutile parlarne. P.M. DR.SSA PASSANITI: Scusi, ma Planetarium quanti clienti aveva? DICH. PANOZZO:

Due.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Cioè? DICH. PANOZZO:

Telecom e Fastweb.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E uno va via, lei non si preoccupa normalmente o no? Si preoccupa o no? DICH. PANOZZO:

Se non fosse stata una frode fiscale un lavoro

del genere, mi sarei preoccupato. Essendo un lavoro così come ho descritto non mi sono preoccupato più di tanto. P.M. DR.SSA PASSANITI: Ma di questa cosa lei ha parlato con Mocbel? DICH. PANOZZO:

No.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

49


P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Lei

ha

già

parlato

della

festa

di

compleanno di Gionta? DICH. PANOZZO:

Sì, l'ho accennata quando ho conosciuto....

P.M. DR.SSA PASSANITI: C'era Mocbel alla festa di compleanno di Gionta? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.SSA

Sì.

PASSANITI:

Io

glielo

contesto,

perché

me

lo

ricordo, adesso prendo la pagina. In quell'occasione Mocbel ha chiesto, ha parlato con lei di questa cosa, addirittura le ha chiesto..? DICH. PANOZZO:

Si, ma non di Fastweb, di Telecom.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Di Telecom in che senso? (GLI AVVOCATI PARLANO FUORI MICROFONO) T: Però se non parlate al microfono non riusciamo a cogliere se ci sono opposizioni. DICH. PANOZZO:

Non di Fastweb ma di Telecom mi parlò.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Che cosa le disse? DICH. PANOZZO:

Perché in quel periodo, quando c'è stato il

compleanno di Gionta, noi ancora formalmente lavoravamo con Telecom,

però

non...

Fisicamente

il

flusso

era

stato

interrotto... Di traffico telefonico era stato interrotto da Telecom adducendo come motivazione dei problemi informatici sui loro server. Ne stavo parlando con Focarelli e c'era lì Mocbel e Mocbel mi chiese una opinione, io cosa ne pensavo. Se secondo me c'erano effettivamente questi problemi tecnici. P.M. DR.SSA PASSANITI: E secondo lei c'erano? DICH. PANOZZO:

Secondo me no.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E quindi? Non ho capito? DICH. PANOZZO: informatici,

ma

Dissi secondo me non c'erano questi problemi secondo

me

era

una

scusa

per

terminare

i

lavori con noi, come avrà fatto... Questo non l'ho detto però.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

50


P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, c'è stato un problema con... Sparcal ha mai prospettato un problema relativo proprio al traffico? DICH. PANOZZO:

Sì, Sparcol...

P.M. DR.SSA PASSANITI: In che modo? DICH. PANOZZO: flusso

di

Diciamo sull'andamento della curva relativa al

traffico

telefonico.

Ossia

veniva

detto

che

il

flusso di traffico autolefonico e ci veniva riferito che aveva sempre un picco. Ossia se noi immaginiamo che ci sia una curva che dimostra l'andamento e quindi che sale e che scende a seconda di quante persone utilizzano il servizio, la curva era sempre in alto, come se il flusso fosse standard sempre in alto. E questo ci venne criticato da Comito e... P.M. DR.SSA PASSANITI: Che vuol dire criticato? Non capisco. DICH. PANOZZO:

Ci venne detto che questo tipo di flusso...

Loro si domandavano come mai un flusso del genere fosse sempre al

massimo,

per

capirci

bene.

E

la

risposta

che

abbiamo

dato... P.M. DR.SSA PASSANITI: Chi l'ha data questa risposta? DICH. PANOZZO:

L'abbiamo data insieme io e Focarelli sulla

base di quello che mi era stato detto di Focarelli, Focarelli era il consulente tecnico, quindi è una persona preposta per dare questo tipo di risposta. Mi venne detto che il flusso era al

massimo

perché

fatto

cento

il

traffico

telefonico

che

poteva essere erogato, noi avevamo dei potenziali clienti per più di cento, quindi impiegavamo l'utilizzo della struttura di Telecom nella forma massima e quindi non c'era più una curva, ma c'era una retta verticare in alto. P.M. DR.SSA PASSANITI: Io non ho capito molto sinceramente. Ma questa

risposta

è

una

risposta

sua

o

è

una

risposta

di

Focarelli?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

51


DICH. PANOZZO: Noi

abbiamo

No, è una risposta tecnica che dà Focarelli.

fatto

una

riunione

per

definire

questo

e

per

che

spiega

che

spiegare questo. P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

È

una

risposta

tecnica

Focarelli? DICH. PANOZZO: P.M.

DR.SSA

Sì.

PASSANITI:

E

Focarelli,

scusi,

mi

giustificazione dà di questo traffico? Io capisco piatto da quello che dice lei. Sempre al massimo? DICH. PANOZZO: AVV.

Forse mi devo spiegare meglio...

MERLUZZI:

Presidente,

ha

già

risposto

esattamente

a

questa... Presidente, chiedo scusa. Ha esattamente risposto a questa

domanda.

Ha

detto

abbiamo

fatto

una

riunione

per

spiegare la ragione tecnica di questa... Invece che di questa curva di questa retta. Ha detto quali erano le ragioni. T: Il Pubblico Ministero sta chiedendo dei chiarimenti in merito a questa... AVV. MERLUZZI: No Presidente, ha fatto la stessa e identica domanda perché ha detto che non ha capito bene perché come è possibile che sta argomentando il fatto che la curva non può essere piatta. E quindi è una discussione, non è una domanda. Se parla di una retta, il Pubblico Ministero invece contesta ma dovrebbe essere una curva. E che è una domanda? È una premessa

a

cui

secondo

prima

segue

la

quando

stessa il

identica

teste

ha

domanda

risposto

fatta in

un

modo

assolutamente esauriente. Poi se non ci piace, non ci piace. Però è esauriente. AVV. GIUDICE: Presidente, la difficoltà del Tribunale è la difficoltà di tutti noi, e io la comprendo e credo tutti i colleghi. In realtà qual è il problema?

In questo processo

noi abbiamo iniziato a sentire i dichiaranti senza sentire come originariamente, ordinariamente si fa magari gli operanti che

danno

un

quadro

generale

della

vicenda

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

e

che

magari

52


spiegano

anche

una

serie

di

aspetti

di

questo

genere

e

consentono al Tribunale di capire... T: Ho capito, però chiaramente... AVV. GIUDICE: Il dichiarante ha perfettamente risposto alla domanda. Ha perfettamente risposto. T: Pubblico Ministero, non ho capito, sta passando a un'altra domanda? P.M. DR.SSA PASSANITI: Sì. Senta, ma Murri le ha mai fatto vedere dei tabulati, degli estratti conto? DICH. PANOZZO:

Quando sono stato in Polinesia mi diede un

plico dove diceva che c'era tutta la documentazione bancaria relativamente al lavoro che stava facendo lui. Gli dissi che siccome non mi aveva mai detto quello che lui avrebbe fatto, anzi mi aveva detto che lui non lavorava più in questa cosa, non ne volevo sapere. P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Senta,

ma

lei

conosce

la

società

Brocher? DICH. PANOZZO:

No.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Non ne ha mai sentito parlare? DICH.

PANOZZO:

Sì,

ne

ho

sentito

parlare

nell'ordine

di

custodia cautelare. P.M. DR.SSA PASSANITI: Quando eravate in Polinesia Murri non le ha mai mensionato la Brocher? DICH. PANOZZO:

Sì, va bene. Sì, lì me l'ha mensionato.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E che cosa le ha detto della Brocher? DICH. PANOZZO:

Che era il fornitore della GPN.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E lei lo sapeva che Brocher? DICH. PANOZZO:

No, non lo sapevo, me l'ha detto lui.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E si è arrabbiato con Murri per questo? DICH. PANOZZO:

Sì, gli ho detto bel modo di gestire le cose.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Che significa? DICH. PANOZZO: sono

la

Nel senso che se faccio una frode fiscale e io

persona

che

lavora

con

Telecom,

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

che

ha

un

suo

53


fornitore, il forniture del suo fornitore è un mio amico che conosco

da

tanti

anni

è

una

cosa

che

non...

Mi

sembra

sconveniente, organizzata male. P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, lei ha già detto che si trattava di una frode in materia di iva? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Lei ha mai saputo quale era la società che non la pagava l'iva? DICH. PANOZZO:

No, inizialmente no.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E poi? DICH. PANOZZO:

Dopo sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Quando? DICH. PANOZZO:

Quando abbiamo finito di lavorare. Quando

abbiamo finito di lavorare con Telecom, quindi quando i lavori sono finiti e ho capito che era la società di Gionta. P.M. DR.SSA PASSANITI: Non l'ha saputo quando era in Polinesia da Murri? DICH. PANOZZO:

No, mi pare di no.

(GLI AVVOCATI DICONO IN CORO LA CONTESTAZIONE) PREESIDENTE: La contestazione della dichiarazione originaria. P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Contestazione

dal

verbale

dell'11

maggio, siamo a pagina 64 e 65. "E chi se la rubava l'iva dicevo? E chi se la ruba? L'ho saputo dopo che era Gionto. E quanto se ne è rubata? Tutta". AVV. SPIGARELLI: Mi scusi Signor Presidente. Io non ho capito questa contestazione su che cos'è se non per suggerire un altro pezzo di risposta che sarà oggetto di una successiva domanda. E reitero la mia eccezione, così non si fa. Questa è una maniera per suggerire all'imputato di reato connesso, non per fare le domande. P.M. DR. BOMBARDIERI: Presidente, non è possibile. Non è che alzando la voce l'Avvocato Spigarelli... AVV. SPIGARELLI: Io alzo la voce...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

54


T: No, per cortesia, altrimenti sospendo l'udienza. P.M. DR. BOMBARDIERI: La contestazione sta nel fatto che la collega ha chiesto al Panozzo se ne aveva parlato con Murri di questa cosa qua. La parte che lei ha letto di questa risposta è relativa all'incontro con Murri. È questa la contestazione. Perché lui ha detto che l'ha saputo dopo, l'ha capito dopo che si è chiusa la... T: Certo. P.M. DR. BOMBARDIERI: La contestazione è proprio in questi termini qua, perché viene fatta nella risposta che lui ha dato in quell'interrogatorio si fa riferimento al discorso che ha avuto con Murri. T: In questi termini la contestazione è corretta, quindi può rispondere, può spiegare? DICH.

PANOZZO:

l'avevo

capito

Allora, quando

mi ero

valutazioni di questa iva

venne in

detto

Italia,

da

Murri,

perché

le

ma

già

prime

chi non la paga, dove sta, il mio

fornitore era Gionta e mi veniva naturale pensare che fosse lui. Infatti guarda caso Telecom stessa mi chiese informazioni circa i pagamenti della mia iva. E quando gli dissi io la sto pagando l'iva, mi disse il tuo fornitore la sta pagando? E io gli dissi che avrei controllato. P.M. DR.SSA PASSANITI: Chi è che di Telecom le fece questa domanda? DICH. PANOZZO:

Comito.

P.M. DR.SSA PASSANITI: In che occasione? DICH.

PANOZZO:

Quando...

abbiamo

fatto

una

riunione

in

Planetarium presso la nostra sede. P.M. DR.SSA PASSANITI: Come mai? DICH. PANOZZO:

Adesso il motivo esplicito non me lo ricordo,

però qualche volta ci dovevamo pur vedere. Io sono andato da loro un paio di volte, lui è venuto da me una volta, ed è venuto con Catanzariti...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

55


P.M. DR.SSA PASSANITI: Comito da solo? DICH. PANOZZO:

Lui e Catanzariti.

P.M. DR.SSA PASSANITI: E che cosa le disse? DICH.

PANOZZO:

Mi

disse...

L'ingegnere

era

un

po'

perché

mi

disse...

che

avevano

preoccupato. P.M. DR.SSA PASSANITI: Di che cosa? DICH.

PANOZZO:

Innanzitutto

mi

Era raccontò

preoccupato dei

problemi

queste

...(incomprensibile)... per il fatto che avevamo interrotto il servizio. Forse era quella l'occasione. E poi mi disse che era preoccupato, voleva sapere relativamente all'iva come se noi stavamo pagando l'iva. P.M. DR.SSA PASSANITI: E da dove gli era venuto il dubbio? DICH. PANOZZO:

Non lo so. Lo dovete chiedere a lui, perché io

le fatture le ho fatte regolari. P.M. DR.SSA PASSANITI: Quindi, dico ne ha parlato con Murri in Polinesia di questa cosa? DICH. PANOZZO:

No neanche, no no no. No, Murri è dopo. Cioè

io qua sto parlando di maggio, con Murri l'ho visto ad agosto. Con

Morri

raccontai

che...

Poi

non

c'ho

mai

parlato

in

dettaglio di niente. T: Quando parla di agosto di quale anno? DICH. PANOZZO:

2007. Perché noi abbiamo cominciato a lavorare

nel 2006, abbiamo finito nel 2007. P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, lei ha aveva un soprannome? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Quale era? DICH. PANOZZO:

Giraffa.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Tutti la chiamavano Giraffa? DICH. PANOZZO:

Beh tutti... Penso... io ho avuto a che fare

con Focarelli e... P.M. DR.SSA PASSANITI: Focarelli aveva un soprannome? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

56


P.M. DR.SSA PASSANITI: Come veniva chiamato? DICH. PANOZZO:

Il Somaro.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Mocbel? DICH. PANOZZO:

No, mai nominato Mocbel.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Il Tacchino? DICH. PANOZZO:

Non lo so.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Non lo sa? Conosce Fabio Arigoni? DICH. PANOZZO:

No.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Non ha mai sentito parlare di Fabio Arigoni? DICH. PANOZZO:

Molto nell'ordine di custodia cautelare, prima

mai. P.M. DR.SSA PASSANITI: Allora, le contesto che sempre nel corso di quell'incontro in Polinesia con Murri, pagina 65. "Quando

io

il

Tacchino

so

chi

è,

perché

poi

qualcosa

è

venuto"... È quello di prima. DICH. PANOZZO:

È diversa la domanda che mi sta facendo, nel

senso che io ho inteso che lei mi stesse chiedendo se quando stavo lavorando conoscevo l'Arigoni. No, non lo conoscevo, non lo conosco. Poi successivamente parlando anche con Murri in Polinesia

nominò

il

Tacchino

e

adesso

mi

ricordo

che

è

collegabile ad Arigoni. P.M. DR.SSA PASSANITI: A proposito di questo Tacchino che cosa le ha detto? Chi è questo Tacchino? DICH. PANOZZO:

Era una persona che era stata con Augusto a

Panama. P.M. DR.SSA PASSANITI: E che aveva fatto? DICH. PANOZZO:

Quindi erano stati insieme a Panama ed era una

persona che aveva lavorato con Ai Globe. Credo! Però mi fermo lì,

perché

non

è

che

io

ho

analizzato

la

situazione

di

Arigoni, non lo conoscevo neanche, non è che avrei dovuto fare tante domande. Può darsi che durante quell'interrogatorio io mi ricordassi qualcosa di più, ma passa anche il tempo.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

57


P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Ma

che

cosa

le

dice

Murri?

Gliene

parla? DICH. PANOZZO:

Mi accenna probabilmente ad Arigone che è

arrabbiato anche lui con Mocbel. Questo è... P.M. DR.SSA PASSANITI: Questo glielo contesto, Signor Panozzo. Pagina 65 "Quindi io il Tacchino so chi è perché poi qualcosa è venuta fuori. Mi ha detto il Tacchino, ma chi è questo Tacchino? È Fabio. Chi è Fabio? Quello che stava a Panama con me". Lei sta raccontando a noi in questo interrogatorio quello che vi siete detti lei e Murri? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR.SSA PASSANITI: "Ma chi è questo Tacchino?" chiede lei. "Ma chi è?" Risponde Murri: "È Fabio. Ma chi è Fabio? Quello che stava a Panama con me" risponde Murri. "E che ha fatto questo qua?" Chiede lei. "Ha fatto quello che ha fatto Gionta. E allora Gionta che ha fatto?"... AVV.

SPIGARELLI:

C'è

opposizione.

Questa

non

è

una

contetazione, questo è un suggerimento. P.M. DR. BOMBARDIERI: Non è assolutamente vero. La domanda ha detto non ne aveva sentito parlare, non ne aveva parlato. Gli abbiamo detto che ne aveva parlato e che cosa aveva detto. T: Alla luce appunto di questo passo ricorda qualcosa? DICH.

PANOZZO:

Non

più

di

quello

che

ha

riletto

il

Magistrato. Ripeto, inizialmente avevo capito che mi chiedesse se

conoscevo

Arigoni

al

tempo

del

lavoro

in

Planetarium.

Successivamente me l'ha nominato Murri e Tacchino mi ha detto. Però non era una cosa così importante per me, quindi forse non la

ricordo...

L'avrò

ricordata

meglio

il

giorno

dell'interrogatorio, ma oggi non... T: Continua a non ricordare, va bene. DICH. PANOZZO:

Però il discorso di Gionta venne fuori. Adesso

il collegamento Tacchino Gionta io non me lo ricordo, però...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

58


P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Ma

venne

fuori

nel

corso

di

quell'incontro con Murri? DICH. PANOZZO:

Si, ma inizialmente quando lavoravo a Roma io

non sapevo niente. Successivamente con Murri... P.M. DR.SSA PASSANITI: Io le sto chiedendo quello che vi siete lei e Murri quando eravate in Polinesia sulla barca? DICH. PANOZZO: diciamo

del

Diciamo principalmente si parlò della disputa, rancore

che

c'era

tra

Mocbel

e

Murri,

e

successiivamente Murri mi disse che aveva lavorato per la Brocher e chi era la Brocher, mi spiegò che era il fornitore di GPN e poi che Gionta non aveva pagato l'iva. Però non è che... Sono quattro cose. P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, lei ha ristrutturato... Cambiamo argomento. Lei ha ristrutturato i locali della sede della Planetarium? DICH. PANOZZO:

Sì, abbiamo ristrutturato.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Quanto ha speso? DICH. PANOZZO:

Ma, sui 150 mila Euro.

P.M. DR.SSA PASSANITI: Chi l'ha fatto il lavoro? DICH. PANOZZO:

L'ha fatto un architetto, non ricordo il nome,

che era amico di Gionta. P.M. DR.SSA PASSANITI: Senta, ma lei aveva scelto un altro architetto? DICH. PANOZZO:

Ma, inizialmente sì, poi mi venne detto da

Focarelli che era meglio utilizzare l'architetto di Gionta. P.M. DR.SSA PASSANITI: Nessun'altra domanda. SOSPENSIONE AVV. URSINI: Sono veramente telegrafico. Facendo riferimento al contratto firmato con Fastweb le vorrei sottoporre alcuni documenti, signor Panozzo. Se lei è in grado di ricordare. Esibisco, Presidente, perché... Anzi, magari prendiamo prima la circostanza. Lei oggi ha detto sono andato in Fastweb e un contratto era stato predisposto da Focarelli?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

59


DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. URSINI: Io le faccio vedere delle e mail in cui un certo signor

Fabrizio

Casati

chiocciola

Planetarium

indirizzo.

Una

prima

scrive

appunto

punto

IT,

che

mail

del

31

e

a

Dario

immagino agosto

Panozzo

sia

alle

il

suo

10:00

di

mattina, in cui dice "Egregio Signor Panozzo, mi dispiace non essere ancora riuscito a inviare la bozza del contratto di interconnessione. La riceverà oggi nel tardo pomeriggio". Ed effettivamente poi allo stesso giorno alle 17:42 c'è una nuova mail sempre da Casati a Panozzo, in cui le dice: "Le invio in allegato la bozza del contratto interconnessione. In attesa di ricevere da parte vostra eventuali commenti sul documento e documentazione necessaria alla sottoscrizione del contratto. Copia

atto

costitutivo,

certificato

di

iscrizione,

copia.

Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti". E l'ultima mail che ora le faccio vedere, se lei ricorda. È del giorno dopo venerdì 1 settembre ore 16:00. Questa volta è lei che scrive a Casati che le aveva mandato il contratto dicendo attendeva

chiariamenti,

mandarmi

il

suo

e

recapito

dice:

"Signor

telefonico,

Casati,

vorrei

potrebbe

contattarla.

Grazie Dario Panozzo". Se intanto può dare un'occhiata. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Vorremo

sapere

questa

e

mail,

la

provenienza, così.. AVV.

URSINI:

Intanto

gliela

faccio

vedere,

vediamo

se

la

riconosce. DICH. PANOZZO:

Sì, questo...

P.M. DR. BOMBARDIERI:

Volevo sapere prima...

AVV. URSINI: Prima voglio sottoporre per essere sicuri della genuità della risposta. Io ho trovato delle e mail stampate, la provenienza non la so. Anche perché, come ora produrrò, io immagino all'esito

possano della

essere... vostra

Presidente,

risposta,

che

ora

produrrò

mi

ha

detto

anche sono

disponibili. Vi produrrò la certificazione, perché io c'avevo

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

60


già

parlato,

del

responsabile

dell'ufficio

ascolto

della

Procura, che dice i DVD genchi non sono leggibili. Io penso che queste cose... spero siano là dentro, perché sono dei documenti sfusi che sono stati rinvenuti nell'ambito delle odit interne da parte di Fastweb. Sono dei documenti di questo signor Casati che è un dipendente di Fastweb. P.M.

DR.SSA

PASSANITI:

Sono

nel

fascicolo

del

Pubblico

sono

nel

fascicolo

del

Pubblico

Ministero? AVV.

URSINI:

No,

non

Ministero. P.M. DR. BOMBARDIERI: Sono allegati alla odit interna? AVV. URSINI: No, ma scusate perché il processo è solo sul fascicolo del Pubblico Ministero? P.M. DR. BOMBARDIERI: Scusi Avvocato, lei sta producendo una mail di cui non sappiamo l'autenticità, l'originalità... AVV. URSINI: Io intanto la faccio vedere. Se lui la riconosce poi chiedo la produzione, dopo di che se mi si consentirà di fare la perizia su questi DVD di genchi sicuramente... T:

Mostriamo,

vediamo

appunto

se

vengono

riconosciute

in

qualche modo. DICH. PANOZZO:

Adesso io non mi ricordo di queste tre e mail,

però c'è il mio nome, la mia casella di posta, non dubito l'autenticità. AVV. URSINI: La casella è la sua, è quella? DICH. PANOZZO:

Dario.Panozzo@Planetarium.it. Però non è che

sono un certificatore di... AVV. URSINI: Lei non se lo ricorda, però volevo sapere... DICH. PANOZZO: AVV.

URSINI:

No, ma è normale. Intanto

volevo

sapere

se

quello

era

il

suo

indirizzo e mail? DICH. PANOZZO:

Sì, quello era il mio indirizzo e mail. Poi

quando io ho detto che i contratti li aveva fatti il signor Focarelli era diciamo... Principalmente il primo contatto tra

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

61


le aziende e cliente era stato fatto da Focarelli. Poi il contratto stesso, è ovvio che quando uno lavora con una multi nazionale

non

è

predispone

lui

il

contratto.

È

la

multi

nazionale che impone un certo tipo di contratto. Però nella sostanza se lei mi manda un contratto tipo, è come se lei facesse un contratto d'affitto, se lei si prende un contratto di erogazione e poi dentro ci mette l'importo che vuole. AVV.

URSINI:

Sono

d'accordo,

ma

è

appunto

esattamente

il

contrario. Dunque, il contratto è arrivato da Fastweb? DICH.

PANOZZO:

Probabilmente...

Allora,

da

Fastweb

e

la

Telecom io mi ricordo... Sono passati anche quattro anni di Fastweb. contratto

Di

Fastweb

già

io

pronto,

mi

ricordo

quindi

che

sono

evidentemente

andato

col

l'avevo

già

ricevuto, l'ho discusso con Focarelli perché era il suo ruolo come consulente di darmi aiuto, e poi l'ho riportato via e mail in Fastweb. AVV. URSINI: La ringrazio. Presidente, io chiedo la produzione di queste e mail. L'interlocutore di queste e mail, di questo Fabrizio Casati è un teste indicato nella lista del Pubblico Ministero, per cui se ci sono dubbi sull'autenticità gli si potrà chiedere se effettivamente questa e mail è stata da lui scritta in quei termini. Poi per carità... T: Sì, altre domande Avvocato? AVV. URSINI: No. AVV.

TREMOLADA:

argomento

da

Una

lei

domanda

toccato

velocissima

questa

mattina

che

riguarda

rispondendo

un alle

domande del Pubblico Ministero. Lei ci diceva che Planetarium fatturava

le

prestazioni

in

qualche

modo

riterendosi

ad

Ubique, ai server? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. TREMOLADA: A me interesserebbe capire più nel dettaglio il meccanismo della fatturazione, cioè quali erano i suoi parameetri

di

riferimento,

in

base

a

quali

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

parametri

lei

62


fatturava un importo piuttosto che un altro, cioè a che cosa, a che riscontri guardava? DICH. PANOZZO:

Ci sono da contratto delle tariffe, tariffe

per minuto, e in base alle tariffe, quindi in base ai minuti di traffico voipe venivano stabilite delle fatture. Quindi, se facciamo un esempio due euro al minuto, dieci minuti dieci euro. Cinque minuti dieci euro, scusi. AVV. TREMOLADA: No, d'accordo. DICH.

PANOZZO:

Siccome

Planetarium

non

aveva

una

sede

tecnica, era solo un ufficio commerciale diciamo. Non aveva la possibilità di quantificare gli effettivi minuti di traffico voipe

perché...

fossero

stati

posti

in

essere,

allora

mi

avvalevo di Ubique che aveva questo preciso compito. AVV. TREMOLADA: Lei c'ha parlato di una sede in via Annone? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. TREMOLADA: La sede di Planetarium in via Annone. Come era l'ufficio, come era l'immobile, era grande, era spazioso? DICH. PANOZZO:

Era un immobile...

AVV. TREMOLADA: Si trovava su un piano, su più piani? DICH. PANOZZO:

Sì, su tre piani. Un immobile su tre piani e

l'ultimo piano era la mia residenza, e poi era adibito a ufficio. AVV. TREMOLADA: Nessun'altra domanda. AVV.

GIAQUINTO:

Io

prendo

le

mosse

da

quello

che

lei

stamattina ha ricordato circa l'incontro avvenuto presso gli uffici della Tis a fine agosto 2006. Si ricorda? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. GIAQUINTO: Si ricorda, ci può spiegare che cosa ebbe a riferire ai dirigenti Tis in quella circostanza? DICH. PANOZZO:

Cosa ho detto io?

AVV. GIAQUINTO: Sì? DICH. PANOZZO: sono

Fondamentalmente mi sono presentato. Quindi mi

presentato

come

amministratore

delegato

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

della

63


Planetarium, presentando la società Planetarium e presentando il socio della Planetarium, ossia la... socio unico la Wel Coldin, una società di ...(incomprensibile)... Ho presentato il nostro progetto che era quello appunto di rendersi... Che in pratica dicevo che la società era già in grado di poter fornire

il

contratto

servizio quindi,

e

oggetto

della

poi

raccontato

ho

riunione

e

quello

oggetto che

del

avevamo

intenzione di fare come Planetarium, quindi non solo porre in essere questo traffico voipe, in quanto avevamo le competenze tecniche e le relazioni internazionali per poterlo fare. Ho presentato

l'azienda

e

le

idee

che

noi

volevamo

fare.

Inizialmente anche io ero convinto perché ero d'accordo anche con Focarelli di fare tutta una serie di monitoraggio di reti e

per

presentare

un

servizio

sul

traffico

telefonico

ben

dettagliato, e quindi assumere personale. Io poi personalmente avevo intenzione di fare una partnership con un'azienda multi nazionale del settore informatico dal quale venivo, un'azienda che lavorava nel settore delle risorse umane che è leader per la

fornitura

di

un

software

applicativo

che

gestisce

le

risorse umane per i percorsi di carriera etc.. Infatti ho fatto anche un corso di formazione per questo e avevo segnato un contratto iniziale. Quindi c'erano i presupposti per fare un lavoro serio. AVV. GIAQUINTO: Parlò anche in quella circostanza del subentro della Planetarium nel contratto che aveva la Ai Globe con Tis? DICH. PANOZZO:

Sì. Se ne parlò ma non più di tanto perché io

non ero interessato. Allora, se io sono l'amministratore di una società e mi siedo a un tavolo per fare un contratto, io parlo del mio contratto. Se poi prima c'era già stato un contratto,

io

sinceramente

non

sapevo

quanto

fosse

stato

fatturato prima, se fosse stato fatturato esattamente. Cioè non ho chiesto i dettagli. Venivo dopo, prendevo atto che

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

64


c'era già un rapporto, un rapporto consolidato che mi dava modo di sedermi a tavolo con queste persone. Punto. AVV. GIAQUINTO: Senta, spiegò anche nel dettaglio quale era l'interesse del socio Svizzero? DICH. PANOZZO:

L'interesse..?

AVV. GIAQUINTO: C'era un socio Svizzero? DICH. PANOZZO:

C'era, l'interesse era una società di praver

tequiti. (scritto come pronunciato) È una società che

quindi

investe in un determinato settore, per questo settore, settore informatico, e l'interesse c'era perché parlavamo di un sacco di soldi. AVV. GIAQUINTO: Senta, lei già lo ha detto, vorrei che ce lo confermasse.

Lei

prima

di

incontrare

Tis

si

trovava

in

vacanza? DICH. PANOZZO:

Sì, in Spagna.

AVV. GIAQUINTO: In Spagna. Quindi avviene il lunedì successivo al suo rientro dalla Spagna questo incontro presso Tis? DICH. PANOZZO:

Sì. Mi sembra di ricordare fosse un lunedì

proprio. AVV. GIAQUINTO: Fosse un lunedì. Le volevo domandare lei aveva il potere di firma? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. GIAQUINTO: Si ricorda poi dopo questo primo incontro quanti altri incontri avete fatto? DICH. PANOZZO:

Direi in totale altri tre mi sembra. Due con

l'ingegner Comito, di cui uno presso la sede di Tis e uno presso i nostri uffici, e uno soltanto con Catanzariti e la Maga credo. AVV. GIAQUINTO: Chi era la Maga? DICH.

PANOZZO:

Un

dipendente

di

Telecom

che

aiutava

Catanzariti e Comito da un punto di vista operativo. AVV. GIAQUINTO: Quindi era diciamo una operativa del settore? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

65


AVV. GIAQUINTO: Senta, Catanzariti invece chi era, come si presentava? DICH. PANOZZO:

Ma, non ricordo la qualifica di Catanzariti.

Per me Catanzariti era il riferimento dell'ingegner Comito. AVV. GIAQUINTO: Che cosa intende per riferimento? DICH. PANOZZO: organizzativa

Nel senso che... concependo la strutstura di

un'azienda

piramidale

Catanzariti

veniva

sotto Comito e Comito veniva sotto Mazzitelli. AVV.

GIAQUINTO:

Catanzariti

e

la

Maga

erano

nella

stessa

posizione aziendale? Diciamo come apparivano a lei? DICH. PANOZZO:

Più o meno sì.

AVV. GIAQUINTO: Più o meno sì? DICH. PANOZZO:

Più o meno sì.

AVV. GIAQUINTO: Senta, lei ha anche ricordato che uno degli incontri successivo al primo è avvenuto presso la sua sede? DICH. PANOZZO:

Planetarium.

AVV. GIAQUINTO: Presso la sede di Planetarium? DICH. PANOZZO:

Alla fine dei lavori praticamente.

AVV. GIAQUINTO: Prego? DICH. PANOZZO:

Stiamo parlando di otto mesi dopo, sette mesi

dopo. AVV.

GIAQUINTO:

Quindi,

quando

si

colloca

questo

incontro

temporalmente rispetto ad agosto? DICH. PANOZZO:

Temporalmente direi... Adesso non mi ricordo

con certezza, però stiamo parlando di maggio, aprile. Se noi vediamo l'ultima fattura che è stata fatta più o meno parliamo di quel periodo, perché i lavori erano fermi e non si sono mai interrotti se non alla fine per poi non ricominciare. AVV. GIAQUINTO: Si ricorda questo incontro che è avvenuto presso la sede di Planetarium? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. GIAQUINTO: Quale fu l'oggetto di questo incontro?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

66


DICH.

PANOZZO:

Ma,

fondamentalmente

c'era

Telecom.

Per

Telecom parlo in prima persona Comito che fu accompagnato in questo frangente da Catanzariti, voleva... Manifesctò diciamo già

nella

riunione

precedente

presso

Telecom

una

insoddisfazione da parte del... Se così possiamo chiamarla, da parte di Telecom stessa per il traffico telefonico che abbiamo mensionato prima, la famosa curva, in pratica il traffico era sempre lo stesso. E quindi si organizzò una riunione presso noi per tranquillizzare e dire che tutto andava bene, insomma per relazionare. E Comito venne con Catanzariti e io gli feci vedere l'ufficio. Non l'aveva mai visto, era anche giusto che venisse a vederlo, quindi fu invitato per vedere l'ufficio. Preso atto che l'ufficio c'era. AVV. GIAQUINTO: Quindi prese atto che questo ufficio c'era? DICH. PANOZZO:

D'altronde noi avevamo speso 150 mila euro per

fare l'ufficio, lo volefamo far vedere almeno una volta. AVV. GIAQUINTO: Senta, ricorda anche se vi chiesero di esibire la documentazione fiscale della Planetarium? DICH. PANOZZO:

Sì, me lo chiesero. Mi chiesero se i libri

contabili erano a posto. Io risposi che erano assolutamente a posto al cento per cento. Non mi ricordo se glieli ho forniti fisicamente, però gli dissi che i tabulati... Potete chiederlo all'ingegner Comito, adesso io non mi ricordo se gliele ho fornite o no le prove. AVV. GIAQUINTO: Senta, Planetarium ha sempre versato l'iva? DICH. PANOZZO:

Sempre.

AVV. GIAQUINTO: E questa era una circostanza nota ai dirigenti Tis? DICH. PANOZZO:

Nota, nel momento in cui loro me l'hanno

chiesto io ho risposto di sì. Però durante tutto il rapporto che c'è stato per i sette mesi diciamo di lavoro, nessuno si è mai domandato se noi versassimo l'iva o no. Si parlava del funzionamento del business. E poi deve contare che io vedevo

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

67


solo una parte. Io, come abbiamo detto, subentrava un rapporto che

era

consolidato,

preesistente.

E

poi

consolidato?

l'aggregatore

Che

comunque

internazionale

non

già aveva

rapporti con me, aveva rapporti con Telecom, quindi dal mio punto di vista io lavoravo con Telecom, era Telecom che mi forniva... Cioè sì, era mio cliente perché io fatturavo a Telecom, perché era poi Telecom che aveva l'aggregatore che prendeva tutti... Che aveva l'aggregatore che prendeva tutto il traffico telefonico, quindi diciamo... AVV. GIAQUINTO: Senta, si ricorda di un incontro avvenuto presso Tis nel corso del quale le venne richiesto di emettere una nota di credito in favore di Tis? DICH.

PANOZZO:

Mi

sembra

di

ricordare,

però

non

le

so

descrivere... Mi sembra, ho qualche barlume di ricordo. AVV. GIAQUINTO: Si ricorda lei con chi ebbe questo incontro? DICH. PANOZZO:

No, non mi ricordo. Penso comunque, se devo

dedurlo con Maga o Catanzariti. AVV. GIAQUINTO: O anche con entrambi? DICH. PANOZZO:

O anche con entrambi. Però se si trattava di

una nota di credito non la dovevo certo discutere con Comito. AVV. GIAQUINTO: Quindi la discuteva a livello più basso? DICH. PANOZZO:

Esattamente.

AVV. GIAQUINTO: E non si ricorda quale fu l'oggetto di questa richiesta? DICH.

PANOZZO:

Ma,

probabilmente

avevamo

sbagliato

la

fatturazione. Ma non stiamo parlando di milioni di milioni immagino. AVV. GIAQUINTO: Sì, parliamo di 180 mila euro, glielo ricordo io? DICH. PANOZZO:

E allora gli ho dato poco peso, non lo ricordo

molto.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

68


AVV. GIAQUINTO: Ma si ricorda se venne richiesta questa nota di

credito

perché

vennero

riscontrate

delle

differenze

di

traffico fatturate? DICH. PANOZZO: No,

io

non

abbiamo...

No, differenze di traffico nel senso numerico?

me

lo

Cioè

ricordo

oltre

molto.

alla

Mi

ricordo

gestione

del

che

qualcosa

rapporto

e

del

contratto c'è stato qualche piccolo problema tecnico. E se il problema tecnico una volta è stato giudicare la "veridicità?" del

servizio,

del

traffico

telefonico,

un'altra

volta

può

essere stata una nota di credito. AVV. GIAQUINTO: Bene. Senta, che lei ricordi questa signora Maga che faceva parte dell'ufficio ha partecipato a uno o a più incontri con lei? DICH.

PANOZZO:

Due

incontri

con

la

Maga

mi

sembra.

Due

incontri. Il primo quando mi sono presentato e poi un'altra volta...

O

forse

solo

telefonicamente,

però

Maga

era

la

persona che aveva... AVV. GIAQUINTO: Si è sentito lei con questa signora Maga? DICH.

PANOZZO:

chiamavo

Sì.

Se

Catanzariti.

avevo

Se

un

invece

problema dovevo

chiamavo

lei

organizzare

o

una

riunione per parlare di un problema che fosse un po' più... C'avesse

un

po'

più

peso

chiamavo

Comito

o

lo

chiamava

Focarelli stesso. AVV. GIAQUINTO: Va bene, grazie, non ho altre domande. AVV. MERLUZZI: Buongiorno. DICH. PANOZZO:

Buongiorno.

AVV. MERLUZZI: Mi scusi, lei prima di chiedere al suo amico Murri di inserirla nel suo mondo, che attività svolgeva? DICH. PANOZZO:

Ero esecutivi manager per una multi nazionale

americana con la sede a Milano. AVV. MERLUZZI: Quindi..? DICH.

PANOZZO:

Ero

un

commerciale

che

aveva

con

me

responsabilità il mercato del Medio Oriente e l'est Europa,

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

69


per

vendere

delle

soluzioni

informatiche

per

multi

nazionali... AVV. MERLUZZI: È un incarico importante? DICH. PANOZZO:

Insomma, abbastanza... Non ero amministratore

delegato in una grande società, però nel mio piccolo avevo una posizione decente. AVV. MERLUZZI: Senta, io le mostro il contratto che vi siete scambiati con Telecom Italia Sparcol? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. MERLUZZI: Che è sottoscritto da lei, è l'allegato 117 per il Tribunale. Questo contratto ha una clausola numero 5 ed è sottoscritto

anche

da

Ai

Globe.

Ricorda

perché

è

stato

sottoscritto da Ai Globe? DICH. PANOZZO:

No, io l'ho preso alla leggera il contratto,

non sono stato a... A spaccare il capello sul contratto. Il contratto era fatto con Telecom, come dicevo prima Telecom mi dava una grande certezza che comunque si faceva una cosa che, per quanto fuori dalle righe non lo fosse più di tanto, e il contratto era contratto di Telecom, appunto... Non avrei mai messo banca sul contratto. AVV. MERLUZZI: Però adesso glielo ricordo in questo contratto alla clausola 5 recita che Ai Globe nonostante oggi abbia trasferito il contratto a Planetarium rimane co obbligata con un Planetarium per ineventuali inadempimenti. È una sorta di garanzia fideiussoria. Ne avete parlato con Focarelli sulla ragione

per

la

quale

c'era

questa

clausola

che

manteneva

impegnata Ai Globe nonostante avesse ceduto il contratto a voi? DICH. PANOZZO:

No, non abbiamo parlato sennò lo avrei chiesto

se non fosse solo per tutelarmi visto che Ai Globe stava per sparire, però non... No. AVV. MERLUZZI: Senta, lei ha parlato di questo incontro a maggio del 2007 in cui Comito in qualche modo le contesta "ma

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

70


che cosa avete combinato" e via dicendo. In quell'incontro Comito le ha rappresentato che c'era la guardia di finanza che stava svolgendo una indagine? DICH. PANOZZO:

Sì. Allora, il problema principale fu che

Telecom aveva interrotto il traffico telefonico adducendo un motivo tecnico. AVV. MERLUZZI: Lei ha detto che era una scusa, perché? DICH. PANOZZO:

Per me era una scusa.

AVV. MERLUZZI: Perché? DICH. PANOZZO:

Perché non si ferma per... Se ti serve... Cioè

quando uno ha un operatore, un traffico telefonico di 100 milioni di euro al mese, in una notte mette a posto per un paio

di

server.

Non

credo

che

per

quello

si

salti

una

settimana di fatturazione, mi sembra una follia. Ma questo è opinione personale, non è... Diciamo il motivo è stato il motivo per fare la riunione. Poi una volta fatta la riunione mi sembra di ricordare che mensionò Comito il fatto che c'era stato presso la Corporet e quindi Telecom madre, e ci fosse stata una visita della guarda di finanza etc.. Ma si è svolto tutto abbastanza velocemente, cioè non... AVV. MERLUZZI: Sì? DICH. PANOZZO:

Se lo so vuol dire che me l'hanno detto.

AVV. MERLUZZI: È proprio in esito a questo le chiesero appunto di vedere i vostri libri contabili e le dichiarazioni iva? DICH. PANOZZO:

Io mi ricordo che me lo chiesero in via

informale, nel senso che solo così lo avrebbero potuto fare. Mi hanno chiesto se pagavo l'iva e se avrei potuto mostrare i libri contabili. Io ho detto che non avevo problemi. Non mi ricordo se poi inviai la documentazione a Comito oppure meno. Ma non credo, perché quando successe questo... Diciamo dopo la riunione sono passati tre giorni? Quattro, cinque? Non credo di più. E poi è arrivata la guardia di finanza anche da noi. È arrivata la guardia di finanza, io non ho fatto più niente.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

71


AVV.

MERLUZZI:

Guardi,

per

maggiore

chiarezza

le

mostro

l'allegato 127 che è una lettera del 17 maggio 2007 con cui la Telecom le chiede come già anticipato per le vie brevi. Glielo leggo

rapidamente,

preferisce. Ministero

poi

glielo

È

un

documento

che

lo

conosce

mostro

anche

se

il

prodotto

bene.

Dice

Tribunale

dal

Pubblico

testualmente:

"La

circostanza che i rapporti commerciali intercorrenti con Tis e Planetarium traggono la propria origine dal trasferimento del contratto a suo tempo concluso con la società Ai Globe ci impone

di

tributari

verificare da

parte

A)

della

l'assolvimento vostra

degli

società,

il

obblighi

modello

di

business da voi adottato, e per tali ragioni vi chiediamo dichiarazione iva per l'anno 2005, liquidazione periodiche iva dell'anno 2006 dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2007, estratto

del

libro

iva

acquisti

dal

quale

risultino

le

scritture relatibe all'anno 2006 e dei mesi gennaio, febbraio e marzo 2007". E poi altre cose. DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. MERLUZZI: Quindi? DICH. PANOZZO:

Mi ricordavo poco. Se l'ho anche firmato per

ricevuta? Ripeto, è passato tanto tempo e tante cose sono successe. AVV. MERLUZZI: No, ma infatti io glielo ho mostrato proprio per

ricordarglielo.

Dici

lei

è

un

commerciale,

quindi

un

esperto. È normale nella prassi commerciale che un cliente chieda al proprio fornitore addirittura le dichiarazioni iva periodiche comprensive dell'iva passiva? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. MERLUZZI: Senta, in esito a questa documentazione che è la richiesta del 17 maggio. In esito a questa richiesta di documentazione

e

quindi

in

esito

alla

vostra

risposta

immagino? C'è stata una risposta da parte di Planetarium? DICH. PANOZZO:

Allora, io in questo momento ricordo...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

72


AVV.

MERLUZZI:

Glielo

mostro.

È

l'allegato

128

datato

29

maggio 2007? DICH. PANOZZO: discusso

con

A parole sicuramente perché ricordo che l'ho Comito

nel

mio

ufficio.

Dal

punto

di

vista

cartaceo può darsi... molto probabilmente avrò anche risposto. Non so. Ma se io, se voi m'avete fatto per ricevuta, io avrò fatto la stessa cosa con voi, quindi... AVV. MERLUZZI: Le mostro l'allegato 128. Per sua memoria, non è una contestazione? DICH. PANOZZO:

No, a me hanno sequestrato tutto, quindi io

non vedo documenti dal giorno... AVV. MERLUZZI: Veda? DICH. PANOZZO:

Fatto, firmato, sì.

AVV. MERLUZZI: Quindi il 29 maggio lei ha risposto mandando la documentazione. Dopo cosa è successo? Dopo quel 29 maggio? DICH. PANOZZO:

Non ci siamo più sentiti credo.

AVV. MERLUZZI: Ha ricevuto altre comunicazioni? DICH. PANOZZO:

Da parte di Telecom? Non mi sembra. Mi sembra

che a un certo momento... AVV.

MERLUZZI:

Le

mostra

l'allegato

129

sempre

per

sua

memoria. Tenga. Con una lettera dell'8 giugno a firma del dottor Stefano Mazzitelli gli viene comunicato sostanzialmente una interruzione di ogni rapporto? DICH. PANOZZO:

Questo sì, va bene. Si, pensavo si riferisse

altri rapporti o altre fatturazioni... No, formalizzato alla fine lavori. AVV. MERLUZZI: Lei quando ha ricevuto questa lettera che cosa ha fatto? Ne ha parlato con qualcuno? DICH. PANOZZO:

Ma, commentato con Focarelli sicuramente, però

non... AVV. MERLUZZI: Si ricorda se Focarelli era stato già avvertito di questa interruzione oppure lo ha avvertito lei? DICH. PANOZZO:

No, direi una bugia, non me lo ricordo.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

73


AVV.

MERLUZZI:

Va

bene.

Senta,

quando

lei

è

andato

alla

Telecom la prima volta per fare la presentazione? DICH. PANOZZO:

Sì?

AVV. MERLUZZI: Lei è entrato accompagnato da Focarelli e siete andati direttamente in ufficio, avete subito dei controlli, avete dovuto consegnare documenti, ricevere pas? DICH. PANOZZO: presentare

il

Sì, quando si entra in Telecom bisogna sempre documento

all'ingresso,

passare

il

controllo

dalla portineria e poi siamo saliti... mi sembra di ricordare direttamente in ufficio dall'ingegner Comito. AVV. MERLUZZI: Quindi, ha avuto, mi scusi il Tribunale. Non è l'impressione. Ha avuto dati oggettivi di quello che si stava svolgendo per ritenere che fosse tutto concordato, tutto a una sorta di sceneggiata oppure le è sembrato una presentazione? DICH.

PANOZZO:

concordata concordata.

tra Mi

No, le

mi

è

parti.

è

sembrata Non

sembrata

mi

è

una

una

presentazione

sembrata riunione

una

non

rionione

sincera.

Poi

successivamente mi sono anche venuti dubbi sul coinvolgimento o meno di Telecom su questa faccenda. AVV. MERLUZZI: Ci arriviamo. DICH. PANOZZO:

Però la riunione non è stata concordata, anzi

lo stesso Focarelli

fece i complimenti per la presentazione

dicendo che eravamo andati molto bene, poi siamo andati a pranzo insieme,

abbiamo fatto, insomma...

AVV. MERLUZZI: Senta, a questo proposito lei sapeva, glielo aveva detto Focarelli o lo sapeva lei o ce l'avevate già nel vostro

badget

quanto

sarebbe

stata

la

fatturazione

e

l'evolazione della fatturazione dei minuti rispetto a questo business? DICH.

PANOZZO:

No,

assolutamente

no.

Fu

di

mia

grande

sorpresa vedere che fattueravamo così tanto. Prima lei ha detto non capivo bene dove fosse la frode iva, perché dice io pagavo l'iva, la Telecom mi versava l'iva. Dice poi scopro che

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

74


esiste

una

iva

a

credito,

io

questo

non

lo

sapevo.

Può

spiegare al Tribunale che cosa significa questa affermazione che ha fatto? Cioè è una deduzione, è un meccanismo? DICH. PANOZZO:

Nel senso che se qualcuno non paga l'iva non

la può pagare un'utenza su una prima fattura, e poi il circolo non

si

chiude

e

quindi

non

c'è

chi...

Se

si

continua

a

fatturare dopo vuol dire che qualcuno mette i soldi a monte. E quindi io dicevo ma se Telecom paga l'iva, io pago l'iva, anche se un mio fornitore non la paga, però si ferma il giro. Non considerando invece che un credito d'iva molto grande di una multi nazionale consente di poter fare un giro. Se questo è vero, eh! Perché io dico non sono mica Giudice. AVV.

MERLUZZI:

Ma

la

Telecom

aveva

rapporti

con

i

suoi

fornitori? DICH. PANOZZO:

Non con i miei fornitori, ma con i suoi sì,

con quelli inglesi. AVV.

MERLUZZI:

La

Telecom

veniva

pagata

dagli

inglesi,

è

corretto? DICH. PANOZZO:

Si.

AVV. MERLUZZI: I suoi clienti. A sua volta la Telecom? DICH. PANOZZO:

Pagava me.

AVV. MERLUZZI: Pagava lei per effettuare un servizio? DICH. PANOZZO:

E io pagavo il mio fornitore.

AVV. MERLUZZI: Lei a sua volta pagava il suo fornitore? DICH. PANOZZO:

E il mio fornitore a sua volta ne pagava un

altro. AVV. MERLUZZI: E chi è che non pagava l'iva? DICH. PANOZZO:

Erano i crediti d'iva di Telecom che alla

fine... Cioè alla fine un fornitore non pagava l'iva. Pare che sia stato GPN. AVV.

MERLUZZI:

Ecco,

questo

volevo

sapere.

Chi

è

che

non

pagava? DICH. PANOZZO:

GPN.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

75


AVV. MERLUZZI: Lei, i suoi fornitori? DICH. PANOZZO:

Il mio fornitore.

AVV. MERLUZZI: Il suo fornitore? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. MERLUZZI: E il suo fornitore aveva rapporti con Telecom? DICH. PANOZZO:

No, direttamente no.

AVV. MERLUZZI: Chi era il suo fornitore? DICH. PANOZZO:

GPN.

AVV. MERLUZZI: Da chi era rappresentata? DICH. PANOZZO:

Dal signor Gionta.

AVV. MERLUZZI: Il signor Gionta le ha mai detto di avere rapporti con la Telecom? DICH. PANOZZO:

No, mai.

AVV. MERLUZZI: Grazie. AVV. GIUDICE: Senta, le volevo fare soltanto due domande. Mi sembra di aver capito, mi corregga se sbaglio. Che lei ci ha riferito,

riferito

al

Tribunale

che

non

è

più

riuscito

a

recuperare circa 700 mila euro che erano depositati su un conto in Austria... DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. GIUDICE: Poiché il conto era stato bloccato, è corretto? DICH. PANOZZO:

Corretto.

AVV.

Mi

GIUDICE:

corregga

sempre

se

sbaglio.

Lei

collega

questo blocco anche a una indagine della guardia di finanza che in quel momento era in atto? DICH. PANOZZO:

Sì, la banca in Austria ha congelato il conto

sulla base di una indagine austriaca. La domanda quale era? Se c'era una indagine in Austria? AVV. GIUDICE: No. Lei ha parlato prima di una indagine della guardia di finanza. Quindi c'era una indagine della guardia di finanza

italiana

in

quel

momento

oltre

che

dell'autorità

austriaca?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

76


DICH.

PANOZZO:

È

stata

cocomintante

la

cosa,

perché

noi

abbiamo ricevuto in Italia la visita della guardia di finanza e

siamo

stati

iscritti

al

registro

degli

indagati.

E

contemporaneamente in Austria hanno chiuso il conto. AVV. GIUDICE: Senta, se lo ricorda può collocare nel tempo questo episodio? DICH. PANOZZO:

La chiusure del conto..?

AVV. GIUDICE: Questo blocco del conto in concomitanza con queste indagini come lei ha detto? DICH.

PANOZZO:

disposizione

Adesso

della

io

lo

potrei

documentazione,

fare

perché

se

c'era

avessi tutta

a una

serie di e mail che io avevo anche conservato etc. etc.. Però stiamo parlando di maggio. Stiamo parlando di maggio, giugno. Sarà lo stesso periodo di Telecom etc., è quello il periodo perché... AVV. GIUDICE: Quindi maggio giugno 2007? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. GIUDICE: Senta, le rivolgo un'altra domanda. Lei ha fatto riferimento

a

un

colloquio

con

Gennaro

Mocbel,

nel

quale

Gennaro Mocbel le dice dietro a questa operazione ci sarei io. C'era questa questione con Murri, questa diciamo... questo scontro

con

Murri,

e

in

questa...

Mi

corregga

sempre

se

sbaglio. In questa conversazione il Mocbel avrebbe detto ci sono vari interessi dietro tra cui guardia di finanza, banda della Magliana e quant'altro? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. GIUDICE: Lei le ha definite battute se non vado errato? DICH. PANOZZO:

Sì, adesso non... Io non l'ho presa alla

lettera. Era il tenore della conversazione, però era pesante. AVV. GIUDICE: Questa conversazione è avvenuta nel maggio sdel 2007? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

77


AVV. GIUDICE: Quindi è avvenuta nel momento in cui c'era già in atto l'indagine della Guardia di finanza? DICH. PANOZZO:

No. Cioè sicuramente già c'era l'indagine,

l'indagine c'era da tre anni, però non era stata notificata al sottoscritto. AVV.

GIUDICE:

Però

l'indagine...

Cioè

lei

non

ne

era

a

conoscenza ma c'era? DICH. PANOZZO:

Non ne ero a conoscenza ma c'era.

AVV.

Quindi

GIUDICE:

c'era

una

indagine

della

guardia

di

finanza? DICH. PANOZZO:

Immagino di sì.

AVV. GIUDICE: Le faccio l'ultima domanda. Lei conosce Luca Berriola? DICH. PANOZZO:

Non mi sembra.

AVV. GIUDICE: Non ho altre domande, grazie. AVV. OLIVA: Senta, pochissime domande. La prima è questa, lei ha già in parte risposto. Quando lei viene introdotto come ha detto da Augusto Murri? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Lei viene scelto soltanto perché eravate amici oppure

perché

lei

aveva

caratteristiche

professionali

che

facevano sì che questa scelta si indirizzasse verso di lei? DICH.

PANOZZO:

Per

questa

seconda...

Per

tutte

e

due.

Innanzitutto perché ero amico di Augusto e poi perché mi disse che

bisognava

fare

un

lavoro

per

il

quale

bisognava

rappresentare un'azienda nei confronti di una multi nazionale e io lo faceva da anni. AVV. OLIVA: Serviva una esperienza specifica per fare questo lavoro di cui lei fu incaricato? DICH. PANOZZO:

Sì, diciamo che ci voleva l'esperienza di una

persona che era abituata a lavorare in azienda. AVV. OLIVA: E lei che esperienza da questo punto di vista aveva precedentemente?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

78


DICH. PANOZZO:

Io come dicevo prima, ho sempre rappresentato

aziende nel settore informatico. Quindi ho sempre lavorato nel settore commerciale, e quindi il mio ruolo era proprio quello come

direttore

commerciale,

visto

che

ero

direttore

commerciale per i mercati che ho menzionato prima, era proprio quello di rappresentare un'azienda o di fare star tipe, ne ho fatti diversi. Ho lavorato anche con Franco "Bernabè?" ad esmpio in passato. Ho rappresentato aziende... Insomma poco importa poi se si vendono mele o pere, l'importante è sapersi porre in un determinato ambiente. AVV. OLIVA: Senta, c'è una... Le faccio una domanda diretta perché c'è qualcosa che non ho compreso, che è questo. Lei ci parla

appunto,

ci

ha

parlato

della

sua

esperienza,

c'ha

parlato di questa introduzione di Augusto Murri oltre che dell'amicizia, di questa sua esperienza, e poi mi sembra abbia detto ma, mi corregga lei se sbaglio, che Murri le disse direttamente che si trattava di una frode fiscale in quel primo

incontro.

Ho

capito

male?

Questa

è

stata

una

sua

deduzione oppure come spiega l'incongruenza se proprio questo le disse direttamente Murri? DICH. PANOZZO: trattava

di

Allora, Murri mi disse appunto questo. Che si

una

frode

fiscale.

Non

vedo

l'incongruenza,

perché... AVV. OLIVA: Allora, proprio per questo vorrei capire. Lei, quando Murri le disse si tratta di una frode fiscale che cosa capì? Secondo lei che cosa era una frode fiscale? DICH. PANOZZO: mosso

sulla

Ma, in principio poco. Ho fatto... Mi sono

base

di...

Sicuramente

un

po',

sicuramente

sprovveduto... No, per me frode fiscale era non pagare le tasse, poi in che modo non avevo la più pallida idea. AVV. OLIVA: Adesso capisco meglio e quindi capisco anche ciò che lei dice. Lei dice per me frode fiscale... Io quando parlo

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

79


di frode fiscale intendo dire che Murri mi disse che qualcuno non pagava le tasse, è così? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Abbiamo chiarito, perché sennò non mi tornano un sacco di cose. Senta, lei successivamente fa questa prima riunione di cui c'ha parlato con Focarelli, Comito, la signora Maga e Catanzaniti? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Lei prima c'aveva illustrato questa riunione, c'ha detto che era una riunione normale in cui si parlava di affari reali e di un sistema, di un business reale, è così? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: E anche Focarelli gliela aveva presentata così? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Senta, c'erano fornitori dei servizi? DICH. PANOZZO:

GPN.

AVV. OLIVA: Lei sa se, se se lo ricorda, se per caso lei cercò, era nella condizione di cercare altri provider? DICH.

PANOZZO:

No,

non

ero

nella

condizione

perché

non

spettava a me... Non era nel mio ruolo. Mi viene detto come ripeto che avrei preso due milioni di euro, e quindi io... Quando mi hanno detto che GPN era il fornitore io ho preso quel

fornitore.

Due

milioni

di

euro

li

ho

ampiamente

restituiti tra parentesi. AVV. OLIVA: Non ho sentito l'ultima parte della..? DICH. PANOZZO:

Che ho restituito i soldi.

AVV. OLIVA: I due milioni di euro? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Ma lei mi sembra di aver capito, poi torno al punto di prima, che lei c'ha detto che in realtà ne prese un milione e 300? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Quindi ha restituito?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

80


DICH. PANOZZO:

Ho restituito anche la possibilità di prendere

i 700, perché erano sul conto austriaco e il conto austriaco io avevo la possibità... AVV. OLIVA: In questo senso? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Senta una cosa. Rispetto alla domanda che le avevo fatto prima, lei dice io non ho cercato altri aggregatori. Ma non

li

cercò

perché

c'era

stata

fretta

per

qualche

altra

ragione oppure non li cercò proprio perché mai aveva avuto in mente di poterli cercare? DICH. PANOZZO:

Tutte e due. Prima di tutto c'era abbastanza

fretta di cominciare a lavorare. Secondo non ero neanche in grado di selezionare un fornitore che fosse più opportuno di quello

che

mi

era

stato

indicato

da

Focarelli

che

aveva

compeetenze tecniche superiori alle mie. AVV. OLIVA: Ho capito. Quando lei incontra il dottor Casati per il contratto con Fastweb era solo o c'era anche Carlo Focarelli? DICH. PANOZZO:

No, ero solo.

AVV. OLIVA: Si ricorda quando si verifica quel problema cui le ha acnennato anche il Pubblico Ministero questa mattina dei numeri discordanti con chi ebbe a parlarne? Delle numerazioni, degli archi di numerazione discordanti? DICH. PANOZZO:

No. Io ho un vuoto di memoria proprio su

questo. AVV. OLIVA: Senta, dopo che si verifica l'interruzione dei rapporti

da

parte

un'epoca

diciamo

di

molto

Fastweb, avanzata

quindi

stiamo

rispetto

parlando

all'inizio

di

delle

operazioni, almeno alla fondazione di Planetarium, lei... che cosa le era stato detto a quel punto, quindi che cosa sapeva dell'affare commerciale di cui stava trattando? DICH. PANOZZO:

Cioè mi sta chiedendo quando abbiamo smesso di

lavorare con Fastweb cosa avevo fatto io fino a quel punto?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

81


AVV. OLIVA: No, le sto facendo questa domanda, cerco di essere più chiaro. Lei c'ha detto all'inizio la situazione era di un certo tipo, no? Ce l'ha descritta la situazione all'inizio, la riunione all'inizio e quello che lei pensava. Io le chiedo successivamente,

quando

invece

si

arriva

allo

stop

del

servizio con Fastweb lei sa qualcosa altro, le dice qualcosa qualcuno o si rende conto lei di qualcosa di diverso oppure è nella stessa condizione che c'ha descritto prima? DICH. PANOZZO:

No, diciamo che non ci sono indicazioni dalla

case madre, allora per fare qualsiasi attività bisogna parlare con il socio, perché anche il socio, la casa madre non era più reperibile al telefono. Eravamo ormai ...(incomprensibile)... senza nessun controllo ammistrativo da parte... Contabile o di risultato

senza

un

foricast...

un

controllo

di

badget,

e

quindi eravamo allo sbando. Focarelli stava sereno in quanto consulente esterno, io però ero responsabile di un'azienda che andava

da

sola.

Viene

chiusa

la

prima...

Con

Fastweb

non

lavoriamo più, non ho... I miei progetti che era di assumere del personale o di fare come ci eravamo detto prima di servizi aggiuntivi come proge... AVV. OLIVA: Si preoccupa sostanzialmente a quel punto? DICH. PANOZZO:

Si, mi preoccupo perché stiamo fattorando un

sacco di soldi, e in fondo quello che sto facendo sta andando oltre le mie aspettive. AVV. OLIVA: Si ricorda se ne parla con il signor Ghilman e se sì perché ne parla con lui? DICH. PANOZZO:

Ma, parlo con Ghilman chiedendo delucidazioni

sul suo comportamento, su quello che sta facendo, e lui mi dice che sta per lasciare la società. E quindi non ha grosse risposte, perché è uscente dalla società. AVV. OLIVA: Senta, le faccio una domanda un po' particolare, anzi

un

risponde

paio ai

di

domande

Pubblici

un

po'

Ministeri

particolari.

Lei

nell'interrogatorio

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

quando che

le

82


viene fatto, inizia un percorso di collaborazione? Ha capito la domanda? DICH. PANOZZO:

Me lo dica lei, perché io guardi...

AVV. OLIVA: No, lo chiedo a lei? DICH. PANOZZO:

Ma, io avevo... Non mi sono messo d'accordo

con i Pubblici Ministeri se è questo che sta chiedendo. AVV. OLIVA: Io non mi sarei mai permesso di chiedere questo. Le ho chiesto un'altra cosa. DICH. PANOZZO:

Sono rimasto in carcere fino al 19 di novembre

io. AVV. OLIVA: Sì certo. Ma la mia domanda lei con quale spirito e con quale intento risponde a quell'interrogatorio? P.M.

DR.

Presidente,

BOMBARDIERI:

c'è

opposizione

alla

domanda. AVV. OLIVA: E perché Pubblico Ministero? P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

C'è

opposizione

alla

domanda

perché

quello che deve essere valutato è l'attendibilità del teste, non lo spirito con cui ha risposto.. AVV. OLIVA: Proprio questo voglio cercare di valutare. P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì, ma è lo spirito con cui ha risposto a quelle domande. Le risposte sono verbalizzate e sono negli atti. AVV. OLIVA: Sì, ma infatti poi farò contestazioni specifiche Pubblico Ministero. Per quello sto introducendo la domanda. P.M. DR. BOMBARDIERI: Faccia la contestazione specifica? AVV. OLIVA: No, ma prima vorrei sentire la risposta perché non sono solito fare... T:

Avvocato,

chiarisca

meglio?

Che

vuol

dire

con

che

spirito... Cioè vuole chiedere se il suo ruolo era quello di un collaboratore di Giustizia? AVV.

OLIVA:

Chiarisco

perfettamente.

Lei

quando

in

quell'interrogatorio risponde ai Pubblici Ministeri

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

83


è nella logica di chi è disponibile come credo debbe essere a dire solo la verità oppure è in una logica anche di arricchire in qualche modo questa verità? La domanda è questa. DICH. PANOZZO:

No, sono nella logica di dire la verità.

Magari non dirla tutta, però dire la verità, perché era una situazione

spiacevole.

patrimonio

mio

di

Era

famiglia,

stato i

sequestrato

familiari

in

tutto

il

difficoltà,

addirittura volevano sfrattare mio padre da casa sua. E quindi era una logica di volere fare chiarezza e dire mi assumo le mie responsabilità. Ho fatto un errore, sapevo che c'era una frode fiscale, una evasione... Non pagamento di tasse, però adesso vorrei essere solo io a pagare, non... AVV. OLIVA: No, ma guardi io le sto soltanto chiedendo questo. Non se lei ha detto una parte della verità, l'ha detta tutta. Io le spiego... T: Comunque ha risposto Avvocato. AVV. OLIVA: Ha risposto, allora vado con la contestazione. T: Certo. AVV. OLIVA: Perché lei rispondendo al Pubblico Ministero così a

pagina

47

continuerei

del il

primo

racconto

interrogatorio, fino

alla

così

fine"

se

risponde: poi

era

"Io

stato

oggetto di una serie reiterata di, diciamo così contestazioni "Continuerei il racconto fino alla fine. Se poi lo vogliamo arricchire

questo

argomento,

lo

possiamo

anche

arricchire,

però non...". E poi si ferma. Che cosa intendeva dire allora? DICH. PANOZZO:

Ma, diciamo che probabilmente non ero entrato

nei dettagli e poi accanto a me avevo un Avvocato cretino che continuava... Lei m'ha fatto la domanda, io posso rispondere. Che mi spingeva in continuazione a... E allora con qualche sguardo dissi se vuoi lo possiamo anche arrricchire, però senza avere uno specifico obiettivo di definizione... Infatti ho fatto un secondo interrogatorio, l'interrogatorio qualche giorno dopo...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

84


AVV. OLIVA: Successivamente, le devo ancora contestare visto che lei mi dà questa spiegazione, quando il Pubblico Ministero ovviamente dice, la informa che loro sono per la verità, però completa, non una verità, e la invita a continuare lei così risponde: "Non vi sto raccontando balle". Continui la sua storia

le

dice

il

Pubblico

Ministero,

lei

dice

"se

poi

vogliamo arricchirlo, praticamente", allora qual è il senso? DICH. PANOZZO:

Forse è l'uso di un aggettivo che viene male

interpretato. AVV.

OLIVA:

È

l'uso

di

un

aggettivo

che

viene

male

interpretato. Grazie. Senta, un ultimo argomento, poi io ho terminato. Lei ha detto di avere ricevuto in due tranche un milione di euro in contanti da Carlo Focarelli, è giusto? DICH. PANOZZO:

È giusto.

AVV. OLIVA: E allora io le chiedo se lei può per quanto le è possibile, ma con più precisione possibile, dirmi dove li ha ricevuti,

le

circostanze

di

questa

ricezione

di

denaro

contante e possibilmente la data in cui le ha ricevute? DICH. PANOZZO:

Mi sembra di ricordare che stiamo parlando di

settembre ottobre per la prima parte... AVV. OLIVA: Di che anno? DICH. PANOZZO:

2006.

AVV. OLIVA: 2006 settembre ottobre la prima tranche? DICH.

PANOZZO:

Sì,

e

la

seconda

invece

nel

2007

aprile

maggio, adesso non è che... AVV. OLIVA: Aprile o maggio. Si ricorda dove avvenne? DICH. PANOZZO:

Presso gli uffici di Ubique.

AVV. OLIVA: Eravate da soli lei e Focarelli? DICH. PANOZZO:

Si.

AVV. OLIVA: Eravate soli? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Si ricorda in che stanza eravate? DICH. PANOZZO:

No.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

85


AVV. OLIVA: Lei conosce gli uffici di Ubique? DICH. PANOZZO:

Sì, però sono un labirinto, sono tre piani,

sono tutti... Insomma eravamo in un ufficio. AVV. OLIVA: Non si ricorda se al primo, al secondo, al terzo piano? DICH. PANOZZO:

Sicuramente non al primo piano.

AVV. OLIVA: Non al primo piano, ma non si ricorda in quale altro piano? DICH. PANOZZO:

Dovrebbe essere il secondo, perché il terzo

poi era adibito ancora... Doveva essere ancora ristrutturato a quel tempo. AVV. OLIVA: Sì, ma lo deduce o se lo ricorda che eravate al secondo piano? DICH. PANOZZO:

Per esclusione. Non era al primo piano perché

ho preso le scale. AVV. OLIVA: Tutte e due le volte eravate nel medesimo luogo? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Senta, e si ricorda come le venne dato? C'era un pacchetto, un..? DICH. PANOZZO:

Sì, un pacchetto con i soldi.

AVV. OLIVA: Un pacchetto con i soldi? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Mi sa dire di che dimensioni? DICH. PANOZZO:

Così.

AVV. OLIVA: Un pacchetto così con i soldi? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Si ricorda che taglio di banconote erano? DICH. PANOZZO:

Da 500.

AVV. OLIVA: Tutte da 500 ed era un pacchetto così? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: Diamo atto per il verbale che il teste fa cenno a un pacchetto di circa 10 centimetri di altezza, se non sbaglio le dimensioni.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

86


DICH. PANOZZO:

Anche meno, adesso non è che...

AVV. OLIVA: Anche meno ha appena detto il teste. Sì, anche meno di 10 centimetri, io forse avevo ecceduto. Senta, lei ha mai avuto conti correnti a Singapore o ha conti correnti a Singapore? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. OLIVA: E su questi conti correnti a Singapore le è mai arrivato del denaro di questo affare lecito o illecito che fosse? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. OLIVA: Mai nulla? DICH. PANOZZO:

Mai.

AVV. OLIVA: Grazie, non ho altre domande. AVV. SAVARESE: Avvocato Savarese per difesa Micucci, solo per chiedere se conosce il signor Massimo Micucci? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. SAVARESE: Nessun'altra domanda. AVV. TRANCHINO: Avvocato Tranchino per la Difesa Cherubini. Lei nel periodo dei fatti per cui è processo ha conosciuto il signor Cherubini? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. TRANCHINO: Nessun'altra domanda. AVV. MIROLLI: Avvocato Mirolli difesa Scoponi. Soltanto poche precisazioni. Lei ha detto poc'anzi che l'appartamento di via Densa era suo? DICH. PANOZZO:

Sì, della Tecnogam, la mia società.

AVV. MIROLLI: Quindi era formalmente intestato alla Tecnogam? DICH. PANOZZO:

Si.

AVV. MIROLLI: Ma lei era il rappresentante legale di questa Tecnogam,

aveva

una

quota

di

partecipazione,

che

rapporto

aveva con la Tecnogam? DICH. PANOZZO:

Al suo tempo al cento per cento.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

87


AVV. MIROLLI: Senta, in che anno è stato stipulato questo contratto di locazione? DICH. PANOZZO:

Direi a cavallo 2004 - 2005, 2005.

AVV. MIROLLI: E si ricorda la durata di questo contratto? DICH. PANOZZO:

Mi sembra due anni.

AVV. MIROLLI: Grazie. AVV. PLACANICA: Senta, lei quando incontra per la prima volta dopo averlo incontrato a Piazza Euclide da ragazzino, Gennaro Mocbel? Quando lo rincontra la prima volta? DICH. PANOZZO:

Alla festa di compleanno di Gionta.

AVV. PLACANICA: Alla festa del compleanno di Gionta. Gionta è nato il 15 aprile del '68. Era il giorno del compleanno? DICH. PANOZZO:

Il giorno della festa, poi se l'ha fatta il

giorno dopo non lo so. AVV. PLACANICA: Quindi sarà stato vicino al..? DICH.

PANOZZO:

Si,

sicuramente.

Ma

penso

società

di

che

fosse

veritiera... AVV.

PLACANICA:

Planetarium,

la

cui

lei

è

amministratore unico, quando assume questa carica? DICH. PANOZZO:

Formalmente a luglio.

AVV. PLACANICA: Di che anno? DICH. PANOZZO:

Luglio 2006.

AVV. PLACANICA: L'incontro di cui c'ha parlato prima presso la sede Telecom è di settembre 2006? DICH. PANOZZO:

Sì, 24 agosto 2006, sì.

AVV. PLACANICA: 24? DICH. PANOZZO:

24, fine agosto 2006.

AVV. PLACANICA: E lì già lei Planetarium comincia a lavorare, comincia a fatturare? DICH. PANOZZO:

Sì, da settembre comincio.

AVV. PLACANICA: Da agosto 2006 ad aprile 2007 incontra Murri lei?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

88


DICH. PANOZZO:

Non mi sembra, perché a Murri l'ho incontrato

prima di costituire Planetariom, e poi non l'ho incontrato, l'zo incontrato ad agosto 2007. AVV. PLACANICA: Lei rincontra Murri aprile 2007? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Senta, l'incontro burrascoso cui lei poi si determina ad andare a incontrare Murri con Mocbel, quello di cui ho parlato stamattina? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Quando avviene? Dopo la festa di Gionta? DICH. PANOZZO:

Sì, penso proprio di sì.

AVV. PLACANICA: Più o meno dopo quanto tempo dalla festa di Gionta? DICH.

PANOZZO:

Questo

sinceramente

non

lo

ricordo,

però

stiamo parlando del medesimo periodo. AVV. PLACANICA: Medesimo periodo? DICH. PANOZZO:

Medesimo periodo.

AVV. PLACANICA: Lei ha detto in tutti gli interrogatori più o meno a maggio? DICH. PANOZZO:

A maggio.

AVV. PLACANICA: Senta, quando lei si incontra con Mocbel alla festa di Gionta ci parla? DICH.

PANOZZO:

Ma,

ci

parlo

poco.

Ci

parlo

solo

in

un

frangente. AVV. PLACANICA: E cosa vi dite? DICH. PANOZZO:

Ma, si parlava... Si parlava con Focarelli,

stavo parlando con Focarelli del fatto che Telecom... Ecco, vede che vengono fuori.. Il traffico telefonico era stato interrotto. AVV. PLACANICA: Quindi c'era il problema di Telecom? DICH. PANOZZO:

C'era il problema di Telecom che diceva che

aveva dei problemi con i server, dei problemi tec...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

89


AVV. PLACANICA: Parlate di Murri con Mocbel alla festa di Gionta? DICH. PANOZZO:

No, non mi sembra.

AVV. PLACANICA: Non ne parlate per niente? DICH. PANOZZO:

Non mi sembra. Parliamo solo di questo con

Focarelli e c'era anche Mocbel. AVV. PLACANICA: Murri in realtà è già partito da quanto? DICH.

PANOZZO:

Da

parecchio,

perché

Murri

io

lo

vedo...

Possiamo parlare di giugno.... AVV. PLACANICA: È corretto dire dal settembre dell'anno prima? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. PLACANICA: Prima che lei fa Planetarium, quindi prima di luglio dell'anno prima? DICH. PANOZZO:

Sì, esatto. Parliamo di

giugno, maggio giugno

2006. AVV. PLACANICA: In quel momento Murri c'ha già il problema dei soldi di cui ha parlato ampiamente con Mocbel? DICH. PANOZZO:

No, non mensiona assolutamente Mocbel. Non me

lo mensiona. AVV. PLACANICA: Quando vi vedete l'ultima volta? DICH. PANOZZO:

Esattamente.

AVV. PLACANICA: Però voglio dire poi quando ad aprile lei si incontra alla festa di Gionta con Mocbel il problema di Murri e dei soldi già c'è? DICH. PANOZZO:

Sì, già c'è perché l'ho sentito per telefono

una volta. L'ho sentito un paio di volte per telefono Murri. AVV. PLACANICA: Però Mocbel non le dice niente? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. PLACANICA: Pur sapendo che lei è amico di Murri? DICH. PANOZZO:

Sì, me lo dice solamente in quell'occasione

che ci siamo incontrati. AVV. PLACANICA: Glielo dice dopo pochi giorni? DICH. PANOZZO:

Sì, nell'occasione delle...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

90


AVV. PLACANICA: Pure avendo parlato di questo business diciamo con Mocbel alla festa di Gionta ha detto lei prima? Perché avete parlato del problema Telecom? DICH. PANOZZO:

Sì, ma non formalmente. A me Mocbel non ha mai

detto che io lavoro per questo o questo altro, non mi ha mai fatto dichiarazioni del genere. Semplicemente io parlavo di lavoro con Focarelli e lui si intromise dicendo ma secondo te Telecom

ce

li

ha

veramente

i

problemi

tecnici?

E

ci

fermammo, non era niente di più. Fu solo successivamente in virtù di una lite che vomitò le imprecazioni su Murri dicendo che lui... AVV. PLACANICA: Di quale lite? DICH. PANOZZO:

Lite loro.

AVV. PLACANICA: Ma quando ci fu questa lite, che lei sappia? DICH. PANOZZO:

Ma, secondo me ce ne furono più di una.

AVV. PLACANICA: Ma voglio dire ci fu tra la festa di Gionta e l'incontro poi di lei con Mocbel di maggio questa lite? DICH. PANOZZO:

Sì, penso di sì. Se abbiamo collocato bene la

mia lite con Mocbel chiamiamola così, dopo la festa di Gionta sì, sennò... Se è prima mi sto sbagliando, però non credo che cambi niente se è un mese prima o un mese dopo. AVV. PLACANICA: Questa lite di Murri con Mocbel dove avviene? Sotto un profilo proprio geografico? DICH. PANOZZO:

Ma, io... mi viene detto da Augusto che aveva

litigato con... Allora, mi vengono dette due cose diverse. Perché Murri mi disse che aveva litigato

con Mocbel...

AVV. PLACANICA: Ma questo quando glielo dice, scusi? DICH. PANOZZO:

Me lo dice per telefono. Potrà essere aprile,

marzo. Dice avevano litigato in Francia, e poi invece Mocbel mi disse che l'oggetto della lite era una telefonata pazza che era stata fatta da Murri a sua moglie. AVV. PLACANICA: Senta, e il litigio in Francia cosa le dice Murri?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

91


DICH. PANOZZO:

Niente, mi dice che hanno litigato.

AVV. PLACANICA: E lei cosa sa del litigio in Francia? DICH. PANOZZO:

Assolutamente niente, perché non... Perché non

c'ero, quindi non vado a scavare un argomento... AVV. PLACANICA: Allora le devo fare due contestazioni. Nel primo interrogatorio a pagina 114 lei dice: "Io credo che il motivo principale della lite fu che quando Augusto andò a questa riunione in Francia si presentò con una ragazza e fece uso di cocaina, e probabilmente qualcun altro approfittò di questa cosa di cocaina, di questa busta di cocaina. E Mocbel che era una persona molto contraria all'utilizzo della droga, quindi

si

vedeva

come

se

fosse

arrivato

Lucignolo

a

...(incomprensibile)... quando si perdevano". È vero questo? Cioè lei l'ha dichiarato? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Io le completo per altro... DICH. PANOZZO:

Sì, è vero.

AVV. PLACANICA: Quindi lo sa che cosa è successo nel litigio di..? Non è come ha detto prima? DICH. PANOZZO:

Sì, però non mi ricordo se mi venne riportato

a suo tempo da Augusto, da Mocbel... AVV. PLACANICA: Io le avevo chiesto se lei lo sapeva, e lei mi ha detto che non sa cosa è successo perché non c'era. Io le sto

leggendo

un

passo

dell'interrogatorio

dove

invece

lei

descrive quello che è successo? DICH. PANOZZO:

Sì. Allora, le spiego.

AVV. PLACANICA: Mi spieghi? DICH. PANOZZO: ma

Lei sta portando una motivazione di una lite,

successivamente

quello

che

io

intendo

da

Augusto

l'ho

ampiamente detto. Quando vado in Polinesia e che lui mi dice che hanno litigato per i soldi. Quindi io in questo momento pensavo si riferisse al fatto...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

92


AVV. PLACANICA: La mia domanda è stata chiara. Lei sa cosa è successo in Francia nel litigio? Lei qui lo descrive cosa è successo in Francia nel litigio, mentre prima mi ha detto che non lo sa. Io voglio capire se lei invece lo sa o se si è inventato là o se non se lo ricordava? DICH. PANOZZO:

No, siccome è difficile stare appresso a due

teste calde... AVV. PLACANICA: Quindi lo sa cosa è successo? DICH. PANOZZO:

Allora, io quando le ho detto che non sapevo

cosa era successo pensavo si riferisse al motivo patrimoniale, ossia il fatto dei soldi. Il fatto di questo discorso che Augusto aveva avuto un comportamento... Aveva fatto una serata diciamo così che aveva indispettito Mocbel sì, lo sapevo. E probabilmente

mi

viene

detto

da

Mocbel

stesso

quando

lo

incontro, che mi dice non solo quello è fuori, prima fa le serate e poi telefona... AVV.

PLACANICA:

Nello

stesso

interrogatorio

dice

"si

sono

visti al casinò. Sono andati fuori a cena al casinò, e lui aveva

portato.."

Le

chiede

il

Pubblico

Ministero

dottor

Bombaerdieri, questa cocaina al Casinò? "Murri... Dico sì sì, erano usciti e lui si era musicato. C'era una ragazza con lui. Sì, era sopra le riga perché aveva fatto uso di cocaina". Ma per altro, per essere completi come sa il Pubblico Ministero, anche nel secondo interrogatorio a pagina 67 lei dice quando spiega il litigio e l'attrito tra Murri e Mocbel. "Era una questione di rapporti personali. So che in generale... Per farla breve in generale Augusto e Gennaro avevano già litigato altre

volte,

vengo

a

sapere

poi

che

era

rimasta

la

loro

amicizia, non era finita perché in mezzo c'era la moglie di Mocbel

che

era

molto

affezionata

a

Augusto

in

termini

di

amicizia. Murri si presenta. Mocbel per quanto è una persona criminale, è una persona almeno per quello che l'ho conosciuto io molto concreta e fatta in un certo modo con dei valori di

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

93


estrea...

Quello

che

vogliamo

però

è

una

persona

che

è

coerente. Augusto si è presentato a questo, questo me l'ho racconta Mocbel, si è presentato a questa riunione tra tutti facenti parte, guarda caso il sottoscritto lo viene a sapere dopo in Polinesia. Guarda caso il sottoscritto lo viene a sapere in Polinesia, si incontra con Augusto, si presenta con una ragazza di programma, un esfort bionda, alta, super bona etc. etc.. Si presenta lì con la cocaina, e quindi cosa fanno? Giocano tutti al casinò. E siccome non sono proprio dei buon ...(incomprensibile)...

tutti

quanti,

ci

saranno

diverse

persone che fanno uso di cocaina. Mocbel lo prende per un orecchio e dice Ma tu che ti sei messo in testa di fare? Venire qua a fare il carnevale di Rio? Con me la droga non ci deve stare. Nonostante anche lo stesso... che poi aveva saputo che c'era qualcun altro che faceva uso di droga, piccole cose alle quali chiudevo un occhio etc. etc.". Quindi anche nel secondo interrogatorio lei ripete e dice me lo disse Mocbel e aggiunge poi lo vengo a sapere in Polinesia. Quindi glielo disse anche Murri questo fatto? DICH. PANOZZO:

Guardi, io sinceramente non me lo ricordo se

me lo disse Augusto o me lo disse Mocbel, però è un dato di fatto che mi è stato detto. AVV. PLACANICA: Può darsi che glielo hanno detto tutti e due? DICH. PANOZZO:

Può darsi che me l'abbiano detto tutti e due.

AVV. PLACANICA: Senta, a maggio lei si impaurisce del racconto di questo fatto... Murri deve dare i soldi, tanto che va da Murri, è giusto questo? DICH. PANOZZO:

Che deve dare i soldi? Non ho capito.

AVV. PLACANICA: Cioè lei a maggio quando Mocbel le dice sta facendo un casino Murri, lei dice mi sono impaurito? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: E va trovare... È quello il momento che cerca di andare a trovare Murri?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

94


DICH. PANOZZO:

Sì, la sera stessa.

AVV. PLACANICA: In Toscana? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Quindi a maggio ci va in Toscana, non ad agosto? DICH. PANOZZO: AVV.

PLACANICA:

Agosto era in Polinesia. Quindi

a

maggio

lei

tenta

di

andare

in

Toscana? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Ha detto al Pubblico Ministero tento ma poi non lo incontro? DICH. PANOZZO:

Confermo.

AVV. PLACANICA: E lo allerta diciamo così telefonicamente a Murri? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Poi quando vi vedete in Polinesia che cosa racconta a Murri? Racconta, dice... Dice: guarda che questo dice che tu hai fatto un casino etc. etc.. Scusate se uso i termini, ma sono degli interrogatori. DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: E Murri che cosa le risponde? Cioè dice sì è vero, l'ho fatto etc. etc. oppure risponde..? Come si pone rispetto a queste accuse che ha fatto Mocbel, questo fa un macello etc. etc.? DICH. PANOZZO:

Definendolo un ladro.

AVV. PLACANICA: Dicendo che Mocbel era un ladro? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Mi passi il gergo calcistico. Contrattaccando quindi? DICH. PANOZZO:

Esattamente.

AVV. PLACANICA: Cioè lui dice non solo non sono in torto io, ma è in torto Mocbel?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

95


DICH. PANOZZO:

Sì. Vede, lo so che è difficile da capire.

Però io mi trovavo nella situazione in cui tutti e due erano convinti

che

io

fossi

dalla

parte

dell'altro,

complice

dell'altro e tutti e due avevano lo stesso atteggiamento. Quindi io tra le righe cosa posso dirle? Che c'è stata una serata in Francia, che l'altro è un ladro o viceversa. Io non lo so quale sia la verità. AVV. PLACANICA: E lei si trova in mezzo a questa situazione? DICH. PANOZZO:

Esatto.

AVV. PLACANICA: Però lei ha detto prima che si era impaurito, questa

reazione

di

maggio

di

Mocbel

era

stata

...(incomprensibile)..? DICH. PANOZZO:

Sì.

AVV. PLACANICA: Che le chiede Murri ad agosto in Polinesia? Quando lei va dice non solo non sono io che faccio i macelli, ma è Mocbel che è un ladro che ha rubato i soldi miei etc. etc.? DICH. PANOZZO:

Sì. Mi dice di andare nell'ufficio, di andare

da Mocbel a settembre e chiedergli, dirgli che lui deve i soldi ad Augusto, 13 milioni di Euro. AVV. PLACANICA: Cioè le dice adesso tu quando riparti da qua devi andare da Mocbel? DICH. PANOZZO:

Sì, c'è la registrazione ambientale che io

vado in ufficio da Mocbel, dico guarda Augusto mi ha detto... AVV. PLACANICA: Le dice così. Ma scusi, ma voglio capire lei perché si presta? Tra l'altro si era anche impaurito, a maggio aveva visto le pistole, si presta a riandare da Mocbel nella tana del leone a fare questo? DICH. PANOZZO:

È una sorta di lealtà nei confronti di una

persona che... AVV. PLACANICA: Quindi supera la paura? O non l'aveva avuta questa paura?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

96


DICH. PANOZZO:

Ma, non è questione... Uno può avere anche

paura,

siamo

ma

non

mica

animali?

Quando

uno

ha

paura

reagisce, un animale scappa un uomo va avanti. AVV. PLACANICA: Dico lei si espone non prodomo sua, lei si espone per fare una cortesia a Murri che in questo mese ha a che fare con le barche? DICH. PANOZZO:

Assolutamente sì.

AVV. PLACANICA: Non le viene di dire m'hanno fatto vedere la pistola, ma vattene tu da Mocbel a dirgli che mi deve dare altri 12 milioni di Euro? DICH. PANOZZO:

No, sono stato ingenuo più di una volta.

AVV. PLACANICA: E quindi si presta a riandare da questo Mocbel a... E addirittura a chiedergli i soldi per conto di Murri? DICH. PANOZZO:

Sì, specificando che non c'entro nulla e sono

cose, vostre. AVV. PLACANICA: Senta, nella telefonata, quella in cui si abortisce il viaggio in Toscana, lei fa riferimento anche alla sorella di Murri? DICH. PANOZZO:

Sì, perché Augusto una cosa che mi disse

quando ero in Polinesia era che era furioso con sua sorella, perché sua sorella lavorava con Mocbel. AVV.

PLACANICA:

Ma

dico

ma

Mocbel,

lei

dice

nella

intercettazione guarda che è un guaio per te e per tutta la tua

famiglia.

Quindi

era

furioso

con

la

sorella?

Non

era

preoccupato per la sorella? DICH. PANOZZO:

Allora, la famiglia di Augusto è numerosa, ha

tre sorelle e un fratello. Quindi può essere preoccupato per due sorelle, è furioso con la terza. AVV.

PLACANICA:

Benissimo.

Quindi

era

preoccupato

per

due

sorelle, mentre per un'altra no. Per quale non era preoccupato lo sa? DICH. PANOZZO:

Per Barbara Murri. No, non mi disse che era

preoccupato per le altre due. In generale ero io preoccupato,

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

97


sono io che gli chiesi, io manifestai la preoccupazione, lui mi disse mai sono preoccupato né per mio fratello né per mia sorella,

lui

manifestò

l'arrabbiatura

nei

confronti

della

sorella che sta dalla parte di Mocbel. AVV. PLACANICA: Ma in quella conversazione telefonica che lei fa quando poi non va, non dice anche a Murri guarda questo passa un guaio oltre te anche la tua famiglia e fa riferimento esplicitamente alla sorella? DICH. PANOZZO: entrare

nella

Sì,

però ripeto. Adesso non è che posso

testa

delle

persone.

Io

dicevo

la

mia

preoccupazione era stata quella. AVV. PLACANICA: Io la capisco perfettamente. Infatti le chiedo di riferire quello che le ho detto gli altri, non quello... Lei lì gli dice Mocbel ha detto anche di tua sorella Barbara in quella conversazione telefonica? DICH. PANOZZO:

Si.

AVV. PLACANICA: Così dichiara lei nei suoi interrogatori? DICH. PANOZZO:

Può darsi che abbia...

P.M. DR. BOMBAERDIERI: Lo leggiamo che è più articolato il teste. AVV. PLACANICA: Pagina 54 forse?... P.M. DR. BOMBARDIERI: Pagina 28 dell'11 maggio. AVV. PLACANICA: Sì, dice "una cosa è da pazzi, quella che dice è una cosa da pazzi, stai attento, ti mette la sorella in mezzo"...

Va

bene,

comunque

l'ha

detto

il

dato.

La

mia

domanda è questa: quando lei va a settembre poi nell'ufficio di Mocbel, Barbara Murri è lì che lavora? DICH. PANOZZO:

Sì, mi sembra di ricordare

di sì.

AVV. PLACANICA: Quindi malgrado questo discorso di maggio etc. etc.

a

settembre

addirittura

Barbara

Murri

sta

ancora

lavorando con Mocbel? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

98


AVV. PLACANICA: Senta, l'ultima cosa. Lei poi dopo settembre quando lo rivede ancora Mocbel? DICH. PANOZZO:

Mi sembra di averlo visto soltanto un'altra

volta, se l'ho visto un'altra... L'ho visto un'altra volta. AVV. PLACANICA: A gennaio per caso? DICH. PANOZZO:

Può darsi.

AVV. PLACANICA: Va bene, non ho altre domande, grazie. T: Chi deve fare altre domande? AVVOCATO: La Difesa Ricce e Mocbel come aveva preannunciato chiede

se

può

effettuare

il

controesame

nel

corso

della

prossima udienza. AVV. PLACANICA: Tanto oggi non lo potete concludere, perché avete

detto

a

Spigarelli

che

lo

può

concludere

la

volta

prossima. P.M. DR. BOMBARDIERI: Possiamo recuperare il tempo, io intanto posso fare domande, le nuove domande previste. T: Sì. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta Panozzo, lei con Casati prima dell'incontro in Fastweb c'ha mai parlato anche a telefono? DICH. PANOZZO:

Ma, non mi sembra. Probabilmente solo via e

mail, questa e mail che mi hanno... P.M. DR. BOMBARDIERI: Questa e mail, nel senso che oggi lei ha detto che..? DICH. PANOZZO:

Sì, ci siamo mandati un e mail per incontrarci

in qualche modo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Scusi, una cosa. Perché prima lei ha detto ricorda di questa e mail o non lo esclude perché le ha viste oggi. Io voglio sapere se lei ricorda di queste e mail? DICH. PANOZZO:

Le rispondo chiaramente. Per incontrare una

persona o ci si manda un e mail o per telefono, non lo posso incontrare così. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Scusi,

lei

stamattina

ha

detto

che

l'appuntamento è stato fissato da Focarelli?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

99


DICH. PANOZZO:

Sì, perché io non conoscevo Casati, quindi non

avrei potuto chiamare per dirgli ci vediamo. Non mi ricordo se Focarelli ha detto guarda che se vai in Fastweb basta che chiedi di Casati che c'aspetta, o probabilmente m'aveva detto questo è l'e mail di Casati, scrivi... P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Ma

lei

ricorda?

Non

quello

che

probabilmente può essere successo. Quello che lei ricorda. Se lei ricorda di avere avuto contatti con Casati prima della riunione. Se ricorda, non ricordo? DICH. PANOZZO:

Non mi ricorda.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, in questa riunione a cui hanno fatto riferimento i difensori, di cosa si è parlato? (GLI AVVOCATI DICONO QUALI RIUNIONI) DOMANDA: Riunioni a Fastweb e Telecom per la conclusione dei contratti. La domanda è ha parlato

di fatturato in questa

riunione? (GLI AVVOCATI PARLANO CONTEMPORANEAMENTE) P.M. DR. BOMBARDIERI: Io non ho sentito, la risposta su che cosa? Mi scusi. Sono nuove domande questo qua. T: Facciamolo chiarire, anche il Tribunale non ricorda la risposta del teste su questo profilo. DICH. PANOZZO:

Comincio con Telecom o con Fastweb?

P.M. DR. BOMBARDIERI: In questa riunione? DICH. PANOZZO: innanzitutto

In questa riunione ho parlato della società, di

quello

che

erano

gli

obiettivi

di

Planetarium... P.M. DR. BOMBARDIERI: Ha parlato di fatturato? DICH. PANOZZO:

Di fatturato no.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Non ha parlato di fatturato? DICH. PANOZZO:

Non ho parlato di fatturato.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei ha risposto a domanda del difensore dicendo che è andato oltre alle aspettative? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

100


P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Lei

aveva

delle

aspettive?

Le

sue

aspettative da dove nascevano, qualcuno gliele ha prospettate o se le è fatte lei? DICH. PANOZZO:

No, me le ero fatte io.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sulla base di che cosa? DICH. PANOZZO: aprire,

fare

Sulla base che per me era quasi impensabile la

startap

di

una

società

per

fatturare

100

milioni al mese. P.M. DR. BOMBARDIERI: E quindi che aspettative aveva? DICH. PANOZZO:

Ma avrei pensato 10 milioni, 5 voglio dire, un

fatturato che era già... No, 5 no però... P.M. DR. BOMBARDIERI: Quanto ha fatturato invece? Al mese? DICH. PANOZZO:

Al mese una media di 90, 100... un qualcosa di

più, 100 milioni al mese. P.M. DR. BOMBARDIERI: Per che periodo? DICH. PANOZZO:

Per otto mesi.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, in queste riunioni qualcuno le ha mai chiesto se aveva esperienza in telecomunicazioni lei e la sua società? DICH. PANOZZO:

Probabilmente m'hanno chiesto, in Telecom mi

hanno chiesto che lavoro facessi prima, sì, da dove venivo. Sì, ho raccontato che venivo da "Brorigent?". P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi non dalle comunicazioni? DICH. PANOZZO:

Non dalle comunicazioni.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, le è stata esibita dall'Avvocato Merluzzi,

glielo

ho

data

io

personalmente

la

nota

del

17

maggio 2007 di Mazzitelli? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: In cui lei ha riconosciuto la sua firma per ricevuta? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

101


P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci può dire la circostanza in cui l'ha ricevuta? Perché siccome c'è la sua firma penso che sia stata ricevuta a mano? DICH. PANOZZO:

No, me l'hanno spedita.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E lei sulla lettera spedita ha messo l'attestazione di ricevuta? DICH. PANOZZO:

Sì, ricevuta e poi...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Forse non ho capito bene io? DICH.

PANOZZO:

No,

può

darsi...

Non

mi

ricordo

che

me

l'abbiano consegnata in Telecom. Mi sembra di ricordare che mi è arrivata e mi è stato chiesto di siglare e rinviarla, può darsi? P.M. DR. BOMBARDIERI: Ci dica lei? Cioè io là vedo, la nota è indirizzata 17 maggio da Mazzitelli a lei. Gnva c'è scritto per ricevuto di Panozzo? DICH. PANOZZO:

Io non ho incontrato Mazzitelli.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Ma non si ricorda se l'ha ricevuta da qualcun altro? DICH. PANOZZO:

Io credo via posta.

P.M. DR. BOMBARDIERI: E perché l'ha siglata per ricevuta? DICH. PANOZZO:

Perché mi è stato chiesto probabilmente in un

allegato alla lettera. P.M. DR. BOMBARDIERI: Questa lettera aveva gli allegati? DICH. PANOZZO:

Sì, oppure me l'ha chiesto Comito via telefono

- per favore firmala per ricevuta e rimandacela. Può darsi, probabilmente è andata così visto che non ho mai incontrato Mazzitelli. P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi, lei l'ha ricevuta e gliela ha rimandata probabilmente? DICH. PANOZZO:

Si.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, sempre l'Avvocato le ha fatto vedere la risposta di Planetarium, quella del 29 maggio 2007. Se mi legge l'allegato, allegato sopra?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

102


DICH. PANOZZO:

128.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Questa risposta l'ha predisposta lei? Il contenuto, il testo lo ha predisposto lei? DICH. PANOZZO:

Sì, l'ho scritto io, adesso la sto leggendo.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Se lo legga con calma, così vediamo questi dati. DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Allora? DICH. PANOZZO:

Allora l'ho scritta io.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quindi il contenuto l'ha predisposto lei? DICH.

PANOZZO:

Sì,

poi

mi

sono

sempre

fatto

aiutare

da

Focarelli perché lo pagavo a fare questo. P.M. DR. BOMBARDIERI: Non ho capito. Si è fatto aiutare, l'ha fatto insieme a Focarelli o l'ha fatto da solo? AVV. MERLUZZI: C'è opposizione Presidente, è la solita storia. P.M. DR. BOMBARDIERI: C'è opposizione? Se il... AVV. MERLUZZI: Ma no Pubblico Ministero? Sennò riascoltiamo tutte le volte, perché il Pubblico Ministero chiede l'ha fatta lei, l'ha scritta lei? E lui risponde sì l'ho scritto io, e precisa probabilmente siccome mi servivo di Focarelli come consulente mi sono fatto aiutare da Focarelli. P.M. DR. BOMBARDIERI: E io voglio sapere in che cosa consiste questo aiuto? AVV. MERLUZZI: Il Pubblico Ministero a questo punto replica la domanda

chiedendo

ma

insomma

l'ha

fatta

lei

o

l'ha

fatta

Focarelli? T: No, sta precisando che voleva conoscere le modalità... P.M. DR. BOMBARDIERI: In che cosa consiste questo aiuto di Focarelli, se l'ha fatta insieme a lui o l'ha consultata... DICH. PANOZZO:

Che cosa le devo rispondere?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Quello che è avvenuto?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

103


DICH. PANOZZO:

Ho scritto una lettera, l'ho firmata io, l'ho

scritta io. P.M. DR. BOMBARDIERI: Mi scusi, forse... T: L'ha già chiarito il fatto. P.M. DR. BOMBARDIERI: No, ma io voglio sapere... l'ho fatto con l'aiuto di Focarelli. L'aiuto in che cosa consiste? Lei l'ha chiamato a telefono? DICH. PANOZZO:

Sì sicuramente, io ho scritto la bozza, poi ho

detto guarda ho scritto questo e questo altro, tu che ne pensi? E mi ha dato una mano. P.M. DR. BOMBARDIERI: In questi termini qua. Senta, lei ha fatto riferimento ad una visita della guardia di finanza a Planetarium, giusto? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Non ricorda il periodo ha detto? DICH. PANOZZO:

Maggio.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Maggio, ma..? DICH. PANOZZO:

Sempre guardi, tutte le date...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Rispetto a questa lettera, questa sua risposta,

questa

qua

del

29

maggio

2007,

la

guardia

di

finanza... DICH. PANOZZO:

Era prima secondo me. Cioè la visita..? No,

era dopo la visita. Mi sembra di ricordare che la visita della guardia di finanza fosse stata dopo... P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei ha detto dopo non ho fatto niente, dopo la guardia di finanza non ho fatto niente? DICH. PANOZZO:

Sì. Allora, prima ho fatto la lettera e

dopo c'è stata l'indagine della guardia di finanza. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei dopo la visita della guardia di finanza ha fatto qualche cosa per Planetarium? DICH. PANOZZO:

No, cercavo di chiudere l'ufficio. Ho fatto

qualcosa sì, ho cercato di pagare delle posizioni contrattuali che avevo ancora aperto, insomma volevo liquidare la società.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

104


P.M. DR. BOMBARDIERI: Ha avuto altri contatti con Telecom e con Fastweb dopo..? DICH. PANOZZO:

No. Con Fastweb assolutamente no, con Telecom

neanche perché la risposta a queste lettere c'era solo da chiudere la baracca. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta una cosa? La visita della guardia di finanza, che cosa è successo con la visita della guardia di finanza? DICH.

PANOZZO:

Sono

arrivati

alla

buona

ora,

mi

hanno

svegliato, ho aperto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Le hanno detto a che cosa era dovuto questo accertamento della guardia di fiinanza? DICH. PANOZZO:

No, sono arrivati, mi hanno fatto vedere un

foglio col quale avevano diritto a entrare a casa, e hanno perquisito la casa e abbiamo cominciato... Ho cominciato a fare vedere tutta la documentazione che avevo... P.M. DR. BOMBARDIERI: Sempre per Planetariom era? DICH. PANOZZO:

Sì, tutto per Planetarium, ho consegnato i PC

che avevo, ho dato poi l'indicazione per gli originali dei documenti che erano invece... Perché io ho una copia di tutti i

documenti,

e

l'altra

copia,

l'originale

la

teneva

il

ragioniere che si occupava dell'amministrazione contabile. E quindi ho dato i riferimenti, loro concomitanza sono andati anche dal ragioniere. E niente, io ho collaborato, ho dato tutto quanto quello che dovevo fare, e poi basta. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, le è stato chiesto prima dalla Difesa

Murri,

l'incontro

di

Murri

e

la

presentazione

per

questo affare? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, Murri le parla di Fastweb e di Telecom quando le parla di questo affare? DICH. PANOZZO:

Sì.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Che cosa le dice?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

105


DICH. PANOZZO:

Mi dice che bisogna lavorare con Telecom e

Fastweb appunto. E lavorare, diciamo che Augusto mi presentò questo... il modello di business in maniera abbastanza vaga e appunto mi disse che sarei stato contattato da Carlo Focarelli che

aveva

delle

competenze

più

specifiche

che

mi

avrebbe

spiegato meglio il tutto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, lei sapeva... Prima che Murri le proponesse di entrare in questo giro, lei sapeva che attività svolgeva Murri? Lei ha mai chiesto a Murri di entrare lei in questo giro? DICH. PANOZZO:

Sì, glielo ho chiesto io.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Perché lo ha chiesto lei, che cosa ne sapeva lei? DICH. PANOZZO:

Perché era un po' di tempo che vedevo Augusto

danaroso, soddisfatto come imprenditore e ho detto scusa io mi faccio un ciulo così a Milano e sto sempre su un aereo, due volte a settimana su un aereo diverso, posso darti una mano? E lui mi disse sì, guarda stiamo cercando una persona che si relazioni con Telecom e Fastweb. Ho detto guarda che io sono a disposizione. E lui mi disse dopo... Mi disse guarda che io ti posso anche proporre, però non è che fila tutto liscio. C'è di mezzo un po' una frode fiscale grossa, insomma stai tranquillo che non succede niente, funziona così. Ecco, così è andata. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta una cosa, le è stato detto poco fa che... È stato fatto riferimento da parte della Difesa di Mocbel al litigio in Francia? DICH. PANOZZO:

Sì. Adesso non mi ricordo se me l'ha detto

Mocbel, se me l'ha detto Augusto. P.M. DR. BOMBARDIERI: Mocbel in altre occasioni si è lamentato di

Murri

non

come

persona

stronzo,

per

i

soldi,

ma

come

persona che non lavorava, come persona... In particolare in qualche circostanza?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

106


DICH.

PANOZZO:

Ma

non

in

particolare.

Si

lamentò

del

comportamento di Augusto perché disse che aveva fatto una telefonata alla moglie e che era poco opportuna e che Augusto si era comportato male e... aveva ricevuto dei soldi e ne voleva degli altri quando non gli competevano e che... Adesso io sto riassumento, però mi sembra che questo fosse. P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Senta,

lei

ha

mai

saputo

che

Murri

faceva operare con le sue cordinate bancarie qualcuno? DICH. PANOZZO:

Questo mi viene detto successivamente.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Da chi? DICH. PANOZZO:

Mi viene detto da Augusto mi sembra, e da

Mocbel mi viene detto che era proprio Augusto che bloccava, che aveva posto dei problemi sul lavoro che si stava facendo, però fu... Mi faccia pensare, sto cercando di ricordare... P.M. DR. BOMBARDIERI: Se sa di persone che hanno lavorato con le coordinate bancarie di Murri? DICH. PANOZZO:

No, fu Augusto a dirmelo. Fu Augusto a dirmi

che lui aveva messo il suo nome su questa cosa, me lo disse telefonicamente e quando successe, al momento delle minacce di Mocbel che abbiamo mensionato prima, e poi me lo confermò una volta

in

Polinesia

dicencdo

che...

Non

entrarono

nello

specifico, anche perché io pensai chissà che gli avesse fatto, poi invece scoprii dopo che aveva fatto semplicemente quello che avevo fatto io, niente di più. E quindi nel buio io non sapevo esattamente cosa avesse fatto, ma mi disse che sui conti correnti bancari lui aveva certezza che in base alla sua amministrazione i conti non tornavano. Quali conti? Di tutta questa storia qua, e allora dovremo tornare indietro di due anni rispetto a quando sono entrato io e dovremo... Cioè mi sto perdendo... P.M. DR. BOMBARDIERI: No, la domanda... DICH. PANOZZO:

Murri mi disse...

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

107


P.M. DR. BOMBARDIERI: Se altri avevano lavorato con le sue coordinate bancarie. Se lei ha saputo da Murri o da qualcun altro che qualcuno aveva fatto quelle operazioni con le sue coordinate bancarie. DICH. PANOZZO:

Non mi ricordo.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Posso aiutarla a ricordare. Pagina 76 dell'interrogatorio dell'11 maggio 2010. "Mi disse Mocbel che aveva dovuto mandare delle sue persone a fare dei movimenti bancari

perché

Augusto

dormiva".

Si

ricorda

questa

circostanza? DICH.

PANOZZO:

Ma,

adesso

non

mi

ricordavo

di

questa

circostanza, però... P.M. DR. BOMBARDIERI: Si ricorda di questa circostanza che Mocbel si lamentava di Murri? DICH.

PANOZZO:

Sì,

diciamo

nello

sbraitare

che

mi

disse

probabilmente è messo anche questo, che Augusto dormiva invece di fare quello che doveva fare. Però ripeto, senza riferirmi, perché se uno dice... Lei dormiva e doveva fare questo lavoro e invece dormiva, e invece senza sapere che lavoro dovesse fare. Il fatto che dormiva, insomma non vorrei mettermi a parlare di una cosa che non conosco. P.M. DR. BOMBARDIERI: No, io le dico quello che lei ha detto. Mi disse quando si parlava... Le leggo quello che lei ha detto, non in generale ma nello specifico, in relazione alle pagine che le ha letto l'Avvocato Placanica prima, quando c'è stata questa discussione con Mocbel in relazione alla figura di Murri, lei nel rispondere all'interrogatorio, a pagina 76 dell'interrogatorio dell'11 maggio, mi disse Mocbel che aveva dovuto mandare delle sue persone a fare dei movimenti bancari perché Augusto dormiva". Si ricorda questa circostanza? DICH. PANOZZO:

Sì, mi pare di ricordare adesso.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, Fanella detto Otto le ha mai dato le indicazioni per delle fatture?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

108


DICH. PANOZZO:

Fanella l'ho incontrato un paio di volte, e

una volta che stavo discutendo di... Che stavo contrallando le fatture etc. ebbi l'impressione che fosse al corrente del business, però non è che... P.M. DR. BOMBARDIERI: Per aiutarla sempre a ricordare, sempre lo stesso interrogatorio pagina precedente 75 lei dice: "era sicuramente un uomo di Mocbel e sapeva dei conti, cioè sapeva dei numeri". Le viene chiesto "Dei numeri quali? Dei numeri delle fatture che avrei dovuto fare. - Perché le ha dato delle indicazioni? - Sì, un paio di volte". DICH.

PANOZZO:

facevo

io.

Se

Sì, una

ma... volta

Voglio l'ho

dire

la

fatturazione

incontrato,

l'ho

messo

la al

corrente dei numeri... P.M.

DR.

BOMBARDIERI:

Lui

è

al

corrente

dei

numeri

delle

fatturazioni che doveva fare... AVV. MERLUZZI: L'ha già fatta stamattina questa contetazione, i colleghi... P.M. DR. BOMBARDIERI: No, stamattina non l'ho fatta. AVV.

MERLUZZI:

No,

gliela

ha

fatta,

se

vuole

risentiamo.

Gliela ha fatta sullo stesso punto proprio. P.M. DR. BOMBARDIERI: Non gli ho letto la contestazione che gli sto leggendo adesso. Pagina 75 delle contestazioni, se lo facciamo

rispondere?

È

una

nuova

domanda

in

relazione

ai

rapporti di... T: Prego? DICH. PANOZZO:

Dicevo che... Adesso mi posso ricordare che

una volta che ero in ufficio e stavo facendo delle fatture ed ero in ufficio di Gionta, c'era anche Fanella che era al corrente dei numeri, perché commentò con me numeri, però non lavoravo con Fanella. P.M. DR. BOMBARDIERI: Io non le ho chiesto se lavorava. Le ho chiesto

se

era

al

corrente

se

le

aveva

dato

in

alcune

occasioni delle indicazioni?

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

109


DICH. PANOZZO:

Si, indicazioni nel senso che avrà ficcato il

naso. P.M. DR. BOMBARDIERI: Lei non aveva referenti? DICH. PANOZZO:

No, non avevo referenti.

P.M. DR. BOMBARDIERI: Sì, però la domanda che le ho fatto era diversa. Se Fanella le ha dato... La risposta è sì o no? DICH. PANOZZO:

No, i numeri me li dava Focarelli...

P.M. DR. BOMBARDIERI: Un paio di volte lei ha detto? DICH. PANOZZO:

Ma perché l'ho incontrato, però i numeri me li

dava i Focarelli perché era Focarelli che aveva i riscontri tecnici per darmi i numeri. Ecco, questo devo dire. P.M. DR. BOMBARDIERI: Senta, a proposito delle minacce alla famiglia, sorella e... Mocbel davanti a lei ha mai minacciato i familiari di Augusto? DICH. PANOZZO:

Davanti a me?

P.M. DR. BOMBARDIERI: Cioè rivolgendosi a lei per farlo dire a..? DICH.

PANOZZO:

Sì,

no,

quel

giorno

che

era

arrabbiato

minacciò Augusto, minacciò la famiglia, adesso se poi fosse uno sfogo io non posso entrare nel merito. P.M. DR. BOMBARDIERI: Va bene, nel senso in relazione quello che le disse? DICH. PANOZZO: siamo

mai

Con i familiari davanti mai perché non ci

visti

io,

i

familiari

di

Murri

e

Mocbel.

Però

dicendomi sì, perché prendiamo quello stronzo, va bene, sì, quello sì. P.M. DR. BOMBARDIERI: Nessun'altra domanda. AVV. MERLUZZI: Presidente, mi scusi, su alcune domande che ha fatto il dottor Bombardieri. Il Bombardieri ha richiesto il problema del... Cioè tutto questo fattorato, una società, lei ha detto era un fatturato alto? DICH. PANOZZO:

Sì.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

110


AVV.

MERLUZZI:

Ma

lei

non

era

una

società

nuova,

lei

subentrava nello stesso identico contratto con Ai Globe o mi sbaglio? DICH. PANOZZO:

Sì, però la mia società era nuova.

AVV. MERLUZZI: Ma il contratto che gestiva la sua società? DICH. PANOZZO:

Abbiamo visto prima che nell'articolo c'è...

Che praticamente si rimanda per eventuali responsabilità e Planetarium

si

può...

Cioè

Telecom

si

può

rivalere

su

Planetarium e Planetarium si può rivalere su Ai Globe? Cioè qualcosa del genere mi stava dicendo prima? Sì, quello sì, però rimane il fatto che la mia era una società nuova appena costituita

e

che

comunque

è

evidente

che

un

po'

l'occhio

sarebbe dovuto saltare a Telecom. Questa è una mia valutazione personale. Insomma ero da solo, insomma di solito quando una persona... Se lei si compra la macchina va a vaderla, la prova. Così con le aziende, uno sente le informazioni, con chi ha lavorato prima, dopo, chi è, chi non è. Noi eravamo nuovi di pacca, quindi sicuramente Telecom... Sì, ha preso... A me è risultato un po' anomalo così però ognuno lavora a modo suo. AVV. MERLUZZI: Senta, perché dice che ...(incomprensibile)... quel tipo di fattorato? DICH.

PANOZZO:

aspettative

Ma

parlava

nelle

di

un

mie

aspettative.

fatturato...

Quante

Nelle società

mie in

Italia fatturano così tanto? Cioè parliamo di grossi gruppi, parliamo di banche, le società normali non fatturano così tanto, io almeno... AVV. MERLUZZI: Senta, sa quanti minuti gestisce

la Telecom

Italia Sparton? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. MERLUZZI: Se le dico che sono 11 miliardi 893 minuti nell'arco del 2006? DICH. PANOZZO:

No, però se mi dice quanto fattura al mese

facciamo una proporzione.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

111


AVV.

MERLUZZI:

Sa

quanto

fattura

Telecom

Italia

nell'anno

2006? DICH. PANOZZO:

No, Telecom Italia...

AVV. MERLUZZI: 32 miliardi. Sa quanto fattura Telecom Italia Sparcol nell'anno 2006? DICH. PANOZZO:

No.

AVV. MERLUZZI: Due miliardi 317 milioni di euro. DICH. PANOZZO:

Un miliardo con noi è tanto quasi.

AVV. MERLUZZI: Un miliardo nell'anno 2006 ha fatturato con voi? DICH. PANOZZO:

Noi... quasi. Va bene, non sono calcoli miei

però cento chilioni per dieci, o no? AVV. MERLUZZI: Non è così. L'opinione nasce dal fatto che lei pensa che siano numeri... DICH. PANOZZO:

Sì, esatto, esatto. Non ero né del settore,

non sta a me valutare, era una mia semplice valutazione. AVV. MERLUZZI: Grazie. IL PRESIDENTE, SENTITE LE PARTI, RINVIA ALL’UDIENZA DEL 01 MARZO 2010.

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

112


Il presente verbale, redatto a cura di ART.CO. COOP. SOC., è composto da n° 113 PAGINE per un totale di caratteri (spazi inclusi): n. 174.155 L’ausiliario tecnico: Emma Pecchia Il redattore: Rosa ESPOSITO

Firma del redattore

Rosa ESPOSITO

Firmato digitalmente da Rosa ESPOSITO ND: cn=Rosa ESPOSITO, o, ou=ART.CO. COOP. SOC., email=r.esposito@yahoo.it, c=IT Data: 2011.02.28 15:16:52 +01'00'

R.G. 21927/10- 25/02/2011 c/ BERRIOLA ED ALTRI

113


(12 Udienza 25.02.2011)