Page 1

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA SEZ. 1^ COLLEGIALE - 2째 COLLEGIO VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE

PAGINE VERBALE: n. 58 REDATTORE: Monica Magistro - CARATTERI: n. 68.130

PRESIDENTE GIUDICE A LATERE GIUDICE A LATERE

Dott. Mezzofiore Dott.ssa Cuppone Dott.ssa Santolini

PUBBLICI MINISTERI

Dott.ssa Passaniti Dott. Bombardieri

PROCEDIMENTO PENALE N. 21927/10 R.G. A CARICO DI: BERRIOLA LUCA +ALTRI

UDIENZA DEL 23/02/2011

ESITO: RINVIO AL 25/02/2011 AULA OCCORSIO ORE 09.30 ___________________________________________

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

1


INDICE ANALITICO PROGRESSIVO CONTROESAME DEL TESTE AUGUSTO MURRI

Da pag. 03 a

pag. 57

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

2


TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA SEZ. I^ COLLEGIALE - 2° COLLEGIO

Presidente: Giudice a latere: Giudice a latere:

Dott. Mezzofiore Dott.ssa Cuppone Dott.ssa Santolini

Pubblico Ministero:

Dott.ssa Passaniti Dott. Bombardieri

Cancelliere: Ausiliario tecnico:

Dott.ssa Bonfigli Emma Recchia

Udienza del 23/02/2011 Aula Occorsio Procedimento penale n. 21927/10 R.G.

Il Presidente procede alla costituzione delle Parti così come da verbale d’udienza.

CONTROESAME DEL TESTE AUGUSTO MURRI

AVV. OLIVA: Buongiorno signor Murri... PM - DOTT. BOMBARDIERI: Mi scusi se la interrompo Avvocato, se vogliamo dare atto del difensore dell’Avvocato... AVV. OLIVA: Vorrei ripercorrere alcune tappe della vicenda di cui

lei

ha

riferito,

cercando

di

sistemarla

per

quanto

possibile, in termini seppur generali, in modo cronologico per capire dove si collocano alcuni di questi fatti.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

3


E per questo le chiedo: lei dopo questa esperienza di cui ci ha raccontato in Africa, torna a Roma. In che anno siamo quando lei torna dall’Africa a Roma per la prima volta? DICH - MURRI: Stabilmente circa il 2001. AVV. OLIVA: No, stabilmente, le prime volte che lei torna dopo la vicenda in Africa. Glielo dico perché... si ricorda? DICH - MURRI: Io lavoravo in Africa e tornavo di sovente in Italia, due, tre volte l’anno. A volte anche di più... stabilmente quando sono... quando poi ho avuto una casa dove vivere è stato il 2001. AVV. OLIVA: Quindi questa sua esperienza in Africa non si conclude invece nel 1999, come sembrerebbe da cose dette da lei prima? DICH - MURRI: La mia vicenda in Africa... l’ultima volta che sono stato in Africa risale al 2000. Quindi

dal

2001...

quindi

diciamo

dicembre...

più

o

meno

dicembre... dal Natale del 2000, quindi Capodanno 2001 ero in Italia. AVV.

OLIVA:

Quindi

Natale

2000,

Capodanno

2001

lei

è

stabilmente in Italia. DICH - MURRI: Corretto. AVV. OLIVA: In questa... quando lei torna a Roma, a questo punto

lei

incontra

qualcuno

legato

a

questa

vicenda

processuale come prima persona con cui prende contatto a Roma? DICH - MURRI: Sì, Mokbel. AVV. OLIVA: Incontra Gennaro Mokbel.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

4


E quando in questa data incontra Gennaro Mokbel si ricorda se gli parla di qualcosa che poi riguarda le vicende processuali? DICH - MURRI: No. AVV. OLIVA: Le parla della vicenda... le parla per caso della possibilità di commercializzare Phuncards? DICH - MURRI: No, inizialmente no. AVV. OLIVA: Guardi è una contestazione, parliamo del verbale di interrogatorio 27 settembre 2010... 2009 scusi. Lei a domanda risponde “siamo nel ’99 faccio un altro lavoro fuori in Somalia” e poi dice “alla fine di questo percorso abbastanza lungo”... pagina 6 “alla fine di questo percorso abbastanza lungo mi ritrovo a Roma. A Roma non avevo proprio idea da dove cominciare e lì venne Mokbel che avevo sentito in quei giorni e mi offre l’opportunità di lavorare in questa cosa delle Phuncards” e segue così l’interrogatorio. DICH - MURRI: Sì, dei tempi sono stati... non è una cosa immediata giorno dopo giorno, si tratta di un lasso di tempo che io torno, passo un periodo a Roma senza far nulla... incontro il Mokbel prima, poi lo vedo in altri momenti e... finché non mi prospetta questa possibilità. Non c’è un riferimento temporale tra... AVV. OLIVA: I primi colloqui possiamo collocarli nel tempo... i

primi

colloqui

che

riguardano

questa

vicenda

Phuncards,

diciamo? DICH - MURRI: I primi colloqui che riguardano la vicenda... AVV. OLIVA: La prima volta che lei sente parlare di questa vicenda da Mokbel. Dico da Mokbel perché lei così ci ha detto.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

5


DICH - MURRI: Io la ubicherei nel tempo circa un mese o più, forse

un

mese

o

nell’ambito

di

un

mese

prima

del

primo

bonifico che è stato fatto riguardo le Phuncards. AVV. OLIVA: E quando è stato fatto il primo bonifico, questo lo ricorda? DICH - MURRI: No, ricordo solo che il primo bonifico fu fatto a una società che io già avevo, che però la banca rifiutò... lo rifiutò e lo rispedì al mittente, perché non inquadrava il profilo del cliente. Quindi la data io non la posso ricordare, ma ricordo... i fatti. AVV. OLIVA: Poi ci arriviamo, però devo farle un’ulteriore contestazione. Lei,

pagina

31

del

medesimo

interrogatorio,

quando

le

si

chiede in che circostanze e in quale tempo conosce Silvio Fanella in relazione a questa vicenda e alla costituzione delle società, lei così risponde a pagina 31. Dice “quando ritorno lo conosco credo nel 2000 perché è amico di Mokbel, sempre con Mokbel, insomma e quant’altro”. DICH - MURRI: Sì, non so ubicare nel tempo la conoscenza di Silvio Fanella. L’ho

conosciuto

insieme

a

Mokbel

e

l’ho

sempre

visto

col

Mokbel. Ma non mi chieda il giorno e l’anno in cui l’ho conosciuto. Quando

l’ho

visto

per

la

vicenda

Phuncards,

già

lo

avevo

conosciuto.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

6


AVV. OLIVA: È possibile che... lei ha detto che non ricordava la data... è possibile che la prima operazione Phuncards parta nel 2003? DICH - MURRI: È possibile. Io non sono bravo nel ricordare le date e la successione degli avvenimenti. Comunque... è possibile. AVV. OLIVA: In questa occasione lei ci parla di una riunione presso

CMC

e

ci

parla

anche

di

contratti

sottoscritti

in

Inghilterra. Ricorda questa circostanza? DICH - MURRI: Sì. AVV.

OLIVA:

Bene,

la

domanda

è

questa:

i

contratti

sottoscritti in Inghilterra, cioè l’episodio del recarsi in Inghilterra e sottoscrivere questi contratti è successivo alla riunione in CMC? DICH - MURRI: I contratti in Inghilterra io sono andato a firmarli in compagnia di Focarelli presso gli uffici della LBB Traiding. AVV. OLIVA: Sì, la domanda è sempre sui tempi... DICH - MURRI: La riunione... AVV.

OLIVA:...

introduttiva

in

cioè CMC,

lei poi

ci ci

parla

di

una

parla

della

prima firma

riunione di

questi

contratti in Inghilterra. La domanda è: che cosa, quali di questi... DICH - MURRI: Sono state varie in realtà le riunioni, era una cosa quasi giornaliera... la riunione presso la CMC.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

7


I

contratti

sono

stati

poi

redatti

da

Focarelli

e

mi

ha

accompagnato in Inghilterra per firmarli. C’erano state una serie di riunioni prima, non è stata una sola. AVV. OLIVA: Quindi le riunioni in CMC... una serie di riunioni precedono

il

momento

della

firma

di

questi

contratti

in

Inghilterra. Le faccio questa domanda con una precisazione, la domanda è: quando lei va in Inghilterra e si reca a sottoscrivere questi contratti, sapeva che l’operazione che si stava facendo con la firma

di

questi

contratti,

era

un’operazione

a

contenuto

illecito? La domanda è con riferimento a quello che sapeva all’epoca, non

a

quello

che

ha

saputo,

ha

imparato,

ha

dedotto

successivamente. DICH - MURRI: Il... praticamente il... ciò che dovevo fare io, ossia comprare e rivendere queste Phuncards non mi sembrava contenesse una particolare illiceità. AVV. OLIVA: No, no, dopo ci arriviamo. Ma la mia domanda è... DICH - MURRI: Inizialmente... AVV. OLIVA:... nel momento in cui lei si reca in Inghilterra, pensa che si stia facendo un’operazione lecita o illecita? Lei ha risposto... DICH - MURRI: L’operazione che compievo io non mi sembrava illecita, sapevo che a monte c’era un qualcosa di illecito sì, non nei particolari, ma generalmente sì.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

8


AVV. OLIVA: E allora però io devo contestarle che a pagina 18, sempre

del

medesimo

quell’interrogatorio

interrogatorio,

faccio

perché

non

è...

riferimento è

il

a

primo

interrogatorio, è quello in cui lei inizia per così dire la sua

collaborazione

e

quindi

mi

pare

più

corretto

fare

riferimento a quell’interrogatorio. A domanda lei così risponde “Robert Kenworthy (trascrizione fonetica) dove si sono fatti i primi contratti, questo nel 2003, prima di presentarli poi in banca sono andato nei loro uffici e c’era un loro Avvocato. Insomma non mi sembrava la formazione

di

un

crimine,

almeno

io

non

ero

cosciente

al

tempo”, conferma questa dichiarazione? DICH

-

società

MURRI:

L’operazione

Suade-Novellist

Kenworthy

non

strettamente

nella

rappresentava

legata

firma

dei

se

stessa

in

alle

contratti

due con

un’operazione

illecita. Questo a mia veduta. AVV. OLIVA: Quello che le ho letto è un po’ diverso perché è una valutazione direi più complessiva sull’operazione, però sta lì. L’ulteriore

domanda

che

le

faccio

è

questa:

ma

se

questa

consapevolezza dell’illiceità dell’operazione e ancor di più immagino di quali fossero nello specifico i contenuti, lei non ce l’aveva quando firmaste i contratti in Inghilterra, mi verrebbe da chiederle a maggior ragione, probabilmente non ce l’aveva nelle precedenti riunioni di cui ci ha parlato. È così o no?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

9


DICH - MURRI: Io sapevo... ero venuto a conoscenza del fatto che la società italiana che doveva corrispondere i bonifici era quella che avrebbe compiuto un’evasione fiscale e... però tecnicamente

il

passaggio

di

denaro

che

facevo

io

non

implicava nessun reato. AVV.

OLIVA:

Lei

sta

dicendo

che

quello

che

lei

pensava

all’epoca era che l’operazione particolare che lei faceva non comportasse reato, ma che ci fosse qualcuno che evadeva l’IVA, è così? DICH - MURRI: È così. AVV. OLIVA: Grazie. Passiamo a un altro argomento. Queste Phuncards di cui si parla, venivano commercializzate effettivamente erano esistenti oppure no? DICH - MURRI: Queste Phuncards io le ho viste produrre con delle

macchinette

che

le

chiamavano

“le

mucche”

in

una

palazzina adiacente agli uffici che io conoscevo della CMC. Le ho viste lì... AVV. OLIVA: Quindi la risposta è? DICH - MURRI: Le ho viste lì, le ho toccate con mano, le ho portate in banca, erano esistenti, erano voluminose, venivano spedite costantemente in Svizzera. AVV. OLIVA: Queste carte oltre a essere esistenti erano anche funzionanti, che lei sappia, se lo sa? DICH - MURRI: Sì, erano funzionanti. AVV.

OLIVA:

Nel

senso

che

ci

si

poteva

effettivamente

collegare a un sito, non si poteva?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

10


DICH - MURRI: C’era una... come si chiama, uno scratch off come una scheda ricaricabile, quelle per i telefonini, al quale corrispondeva un codice... che digitando questo codice nel sito Phuncards si accedeva a... a numerose funzioni. AVV.

OLIVA:

Ricorda

da

questo

punto

di

vista,

a

meglio

spiegare questa cosa, l’episodio di cui lei ha già riferito della banca Mas. Si ricorda che cosa successe in quell’occasione? DICH - MURRI: La banca Mas a un certo punto, dopo... dopo un certo

tempo,

non

ricordo

quanto

tempo

sia

intercorso

dal

primo... dalla prima operazione, mi chiese di... mi disse che non erano più interessati a questo affare che poi per loro rappresentava più che altro un ingresso e uscita e niente di più

di

grandi

interessati

quantitativi

anche

in

di

vista...

denaro ma

era

e

non

erano

più

sostanzialmente

una

scusa, per i contenuti del sito. AVV. OLIVA: Perché? DICH

-

MURRI:

I

contenuti...

cioè

parte

del

sito

aveva

contenuti per adulti. AVV. OLIVA: E perché questa banca era particolarmente ostile a questi contenuti, c’era una ragione? DICH

-

MURRI:

Come

le

ho

detto

secondo

me

non

erano

interessati... non avevano grande interesse a fare questo in e out di valuta. AVV. OLIVA: Al di là dell’interesse reale che ci fosse o no, le

dico,

fu

attribuita

una

qualche

spiegazione

ulteriore

rispetto a questa ostilità, i contenuti... DICH - MURRI: No.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

11


AVV. OLIVA: La banca li riscontrò questi contenuti? DICH - MURRI: La banca fece riferimento a questi contenuti, presumibilmente riscontrandoli, anche perché credo ci fossero questi contenuti all’interno del sito, però le dico una cosa in più, la persona che mi presentò in banca mi disse questa è una banca che è stata invischiata anche per un traffico di armi,

quindi

motivazione abbastanza...

che per

ci la

siano

i

chiusura

sembra

quasi

contenuti del

una

conto,

scusa

per

adulti

sembra

più

che

una

come cosa

un’esigenza

reale. AVV. OLIVA: Ma per caso era una banca indiana con riferimenti religiosi particolari? DICH - MURRI: La banca era una banca... sì, credo che era indiana. AVV. OLIVA: Quindi era una banca con un riferimento religioso musulmano, è così? DICH - MURRI: Non ho mai avuto indicazioni in proposito. AVV. OLIVA: Allora guardi... DICH

-

MURRI:

(trascrizione

Mi

ricordo

fonetica)

che

che era

il la

signor persona

Anthony di

Mehai

riferimento

dentro alla banca, era indiano, o sembrava indiano. AVV. OLIVA: Soprattutto perché sia chiara la sua risposta, contestazione a pagina 11, quando le viene chiesto se lei sapesse

se

queste

carte

avevano

funzionato

o

meno,

lei

risponde così “adesso le dico anche perché. La banca Mas a un certo punto ha chiesto di interrompere questo rapporto, il motivo era per i contenuti pornografici che c’erano nel sito della Phuncard, perché io ho dato delle carte al signor Mehai

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

12


della banca Mas, per dimostrargli quello che era il nostro servizio,

lui

dice

no

questo,

loro

sono

indiani,

insomma

musulmani. Qualcosa del genere” e poi aggiunge quello che ci ha appena detto “tanto che la signora Gilardini mi ha detto: questi fanno il commercio di armi, adesso si scandalizzano per...”, la frase è sospesa, ma è quello che ci ha detto. DICH - MURRI: Confermo. AVV.

OLIVA:

episodio

di

Conferma

questo...

spedizione

in

lei

Spagna

ci

di

ha

alcune

parlato

di

un

carte

per

la

distruzione... perché venissero distrutte. La domanda che le faccio è: si trattava di una particolare partita, oppure questo era il destino... era una cosa che avveniva sempre, tutte le volte per le carte (incomprensibile sovrapposizione di voci). DICH - MURRI: Le carte andavano tutte presso questo deposito doganale in Svizzera. Non

ricordo

se

dal

deposito

doganale

siano

anche

andate

altrove. Però ricordo bene la vicenda della spedizione, dal deposito doganale in Spagna. AVV. OLIVA: Ecco la mia domanda è: quello fu un episodio isolato, oppure è un episodio che si ripetè più volte? DICH - MURRI: Credo che è stata una sola volta. AVV.

OLIVA:

programma

Lei

che

ci le

ha era

parlato... stato

cambio

dato

da

argomento, Focarelli

di per

un la

fatturazione. La domanda è questa per chiarezza: era un normale programma di fatturazione

che

poteva

prescindere

dal

contenuto

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

lecito,

13


illecito di ciò che si fatturava, oppure era un programma che dava conto per sua natura intrinseca di un’operazione non regolare? DICH - MURRI: Ricordo che era un programma che... adesso non glielo

so

spiegare

in

termini

tecnici,

perché

non

me

ne

intendo, comunque erano... AVV. OLIVA: A me interessa solo... DICH - MURRI: Era un programmino fatto al momento. Io glielo ho visto fare a Focarelli questo programma. Praticamente era una moltiplicazione delle cifre, quello che sarebbe

stato

il

primo,

il

secondo,

il

terzo

e

così

via

bonifici. Non

mi

era

programma

chiaro

e

anche

esattamente per

evitare

il

funzionamento

errori...

ho

di

questo

preferito

non

usarlo. AVV. OLIVA: A pagina 26 a domanda del Dottor Bombardieri lei risponde spiegando questo programma. “C’è un programma per determinare quelli che dovevano essere i calcoli per le fatturazioni dei minuti”. È questo? DICH - MURRI: Gli importi dei bonifici da fare e il numero della fattura. AVV.

OLIVA:

Quindi

i

calcoli

per

le

fatturazioni

(incomprensibile per sovrapposizione di voci). DICH

-

MURRI:

E

quindi

c’era

anche...

adesso

non...

non

ricordo bene, comunque credo che ci fossero anche i dettagli in

merito

al

quantitativo

di

materiale

da

indicare

nella

fattura.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

14


Qualcosa del genere. AVV. OLIVA: Senta lei ricorda di avere assistito... parliamo di una vicenda... la vicenda è quella per la quale a un certo punto si interrompono i contratti con Fastweb o quanto meno Fastweb minaccia di interrompere i contratti. In questa occasione lei ha raccontato di avere assistito a una telefonata. Si ricorda chi fece questa telefonata? DICH - MURRI: Ricordo molto bene Di Girolamo al telefono e varie

persone

si

sono

interscambiate

nel

corso

di

questa

telefonata. Quello che mi rimase più impresso fu il Di Girolamo perché urlava, quindi mi sembrava un po’ strano. Tutto lì. AVV. OLIVA: In questa telefonata si lamentava che cosa da parte di... lei ci ha parlato di una telefonata dai toni accesi, ma a me interessa il contenuto. Che cosa si lamentava da parte dell’Avvocato Di Girolamo? DICH - MURRI: La... credo che Fastweb voleva interrompere i contratti, Di Girolamo cercava che questo non avvenisse. Quindi telefonata abbastanza accesa. Ricordo

la

volontà

di

far

continuare

i

contratti

e

credo

l’impossibilità dall’altra parte. AVV. OLIVA: Sì, ma questa volontà era nel senso di minacciare un’azione

legale

nel

senso

di

richiamare

alle

clausole

contrattuali? Qual era (incomprensibile per sovrapposizione di voci).

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

15


DICH - MURRI: Sì, era un richiamo a clausole contrattuali credo, e... fondamentalmente questo. Era una discussione accesa su... su questi fatti. Non so. AVV. OLIVA: C’era anche la minaccia di un’azione legale? DICH - MURRI: Non ricordo. AVV.

OLIVA:

A

pagina

91,

sempre

a

domanda

del

Pubblico

Ministero, quando le viene chiesto qual era il senso di questa telefonata, viene precisata la domanda in questo modo “il senso era guardi poi questi qua poi gli facciamo una causa civile?”, lei risponde “e io capivo, io la vedevo così”. DICH - MURRI: Questo è quello che potevo immaginare, altre azioni non ne vedevo possibili nei confronti di Fastweb. AVV. OLIVA: No, no, ma stiamo parlando di quello che lei in quel momento deduceva dalla telefonata. Senta

lei

compreso...

ci le

ha

detto

faccio

dell’operazione un’ultima

domanda

Phuncards

e

ho

sull’operazione

successiva, la cosiddetta operazione Voip. Che riguardava il traffico Voip. Lei...

per

quanto

riguarda

il

traffico

Voip

riteneva,

all’epoca sempre, che questo traffico fosse reale? DICH - MURRI: Non lo so. Credo... i server c’erano, le... io vedevo solo una piccola parte di tutta questa operazione. Per quanto mi riguarda poteva esserci come non esserci, io non... AVV. OLIVA: Sì, ma all’epoca?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

16


DICH

-

MURRI:

il

non

posso

avere

conferma

del

fatto

che

esistessero realmente, ma non posso neanche dire il contrario. AVV. OLIVA: No, ma vede, la domanda che io le sto facendo è diversa, perché sennò... io capisco bene che lei non possa avere conferma o prova del fatto che esistesse, o che non esistesse. Io le sto chiedendo all’epoca che cosa pensava. Se se lo ricorda. DICH - MURRI: Pensavo che non... che le chiamate a Tuvalu non fossero reali, però non so se... AVV. OLIVA: Che le chiamate? DICH - MURRI: Però io non ho mai capito se queste telefonate si riferivano a dei numeri di quelli che si chiamano 899 che sono pubblicizzati in televisione e che poi fanno riferimento a una chiamata a Tuvalu, io non lo so questo, non... non me lo sono neanche chiesto per dire la verità. AVV. OLIVA: Però sempre nel famoso interrogatorio, a pagina 104

ha

domanda

lei

così

risponde,

spiegando

come

parte

l’operazione “c’è poi... ho questo business plan, mi faccio spiegare che cosa devono fare queste due società, si parlava di Voip, questo nuovo sistema che io credevo che poi fosse comunque in atto. Io pensavo funzionasse, che si mettesse poi su

un

sito,

anzi

sono

arrivato

a

pensare

che

avrebbe

funzionato come sistema e che forse c’era una chance di fare qualcosa di vero”. DICH - MURRI: Credevo che fosse un’idea grandiosa. Ma non so... AVV. OLIVA: Non ho altre domande, grazie.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

17


T: Altri difensori intendono controesaminare? AVV. TRANCHINO: Buongiorno signor Murri. Sono il difensore del signor Cherubini. Lei conosce il signor Cherubini? DICH - MURRI: No. AVV. TRANCHINO: Basta, ho concluso. AVV. CINCIONI: Lei rispondendo a una domanda del Pubblico Ministero alla scorsa udienza, ha parlato di una società di Silvio Fanella. Può dircene il nome per favore? DICH - MURRI:... mi dà qualche altro riferimento... AVV.

CINCIONI:

Guardi

le

leggo

a

domanda

del

Pubblico

Ministero, così lei magari ricorda... la domanda del Pubblico Ministero è “chi era Fanella?” lei risponde “il collaboratore amico di Mokbel. Di cosa si occupava? So che aveva una società in Italia che faceva parte del giro”. Ora mi interesserebbe sapere se lei è in grado di dirmi qual è il nome di questa società. DICH - MURRI: No, non lo ricordo esattamente il nome della società di Fanella. Lo vedevo costantemente nell’ufficio di via Densa 27, dove... AVV. CINCIONI: Però non è in grado di specificare se fosse... quale fosse la società... e se ci fosse a questo punto la società... DICH - MURRI: Non sono in grado di specificarlo. AVV. CINCIONI: Grazie, non ho altre domande. AVV. GIOVENE: Senta signor Murri io avrei bisogno soltanto di qualche precisazione sul prima e dopo.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

18


Io mi rendo conto che lei più di una volta ha detto non sono in condizione di fissare temporalmente alcune scansioni, però se fosse possibile cercare di individuare dei tempi. E poi mi interessano alcune precisazioni di cui anche in parte l’Avvocato

Oliva

ha

già

trattato

per

la

posizione

di

Focarelli. Venendo proprio all’ultima domanda che le ha fatto l’Avvocato Oliva. Lei più di una volta nel corso dell’interrogatorio nega di conoscere la natura di questa illiceità. PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

Presidente

chiedo

(incomprensibile per sovrapposizione di voci)

scusa

contestazioni

devono essere specifiche. AVV.

GIOVENE:

No,

non

è

una

contestazione,

questo

è

esattamente quello che ha detto anche in aula. No, non è una contestazione. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Lei non può dire... AVV. GIOVENE: Riporto le cose che ha già detto. PM - DOTT. BOMBARDIERI: No, le cose che ha già detto sono diverse. Perché

lui

ha

detto

che

sapeva

che

c’era

la

frode

(trascrizione fonetica). INTERVENTO:

Abbiamo

sentito

un

esame

intero

che

era

di

riassunto... PM - DOTT. BOMBARDIERI: No, no, no, assolutamente. Io non l’ho fatto proprio di riassunto, quindi no. INTERVENTO: Uno fa una premessa...

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

19


AVV.

GIOVENE:

Va

beh,

lo

facevo

per

semplificare

dottor

Bombardieri. Posso

anche

entrare

nel

merito

delle

singole

questioni

e

quindi vi intratterrò un po’ più a lungo. T:

Va

beh,

soltanto

per

inquadrare

(incomprensibile

per

sovrapposizione di voci). INTERVENTO: Non lo diamo per pacifico che ha detto così. Non lo so, non è così? PM - DOTT. BOMBARDIERI: No, non è pacifico. Perché ha detto il contrario, ha detto che c’era la frode IVA. AVV. GIOVENE: Ecco, benissimo. La ringrazio di questo suggerimento dottor Bombardieri così il signor Murri è maggiormente agevolato nella sua memoria. PM - DOTT. BOMBARDIERI: (Incomprensibile per sovrapposizione di voci). AVV. GIOVENE: Allora lei fa riferimento a questa... ce lo suggerisce il dottor Bombardieri... PM - DOTT. BOMBARDIERI: No, l’ha detto lui. AVV. GIOVENE:... a questa frode IVA di cui sarebbe venuto a conoscenza nell’immediatezza dei fatti. Faccio riferimento... e così dice il dottor Bombardieri, poi lei ci confermerà se è vero. Faccio riferimento appunto a questo tema. In che cosa consisteva questa frode IVA? DICH - MURRI: Io tecnicamente non sono preparato. Mokbel stesso mi ha detto è inutile che te lo spiego, perché se te lo spiego per 100 volte, non lo capirai mai.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

20


AVV. GIOVENE: Allora lei come fa a dire che si trattasse di una frode IVA. Quali erano i sintomi dei quali lei era in grado tecnicamente di arguire che si trattasse di un’evasione d’IVA, che fosse la fonte dei vostri guadagni? DICH - MURRI: Innanzitutto la... il volume dei guadagni. Tutti

quei

soldi

che

io

ricevevo

nei

conti

delle

società

estere che poi venivano smistati in altre società mie o non mie, mi faceva comunque... AVV. GIOVENE: Lei era a conoscenza anche... DICH - MURRI:... mi dava conferma del fatto che non... cioè non si è mai visto. AVV. GIOVENE: Lei era a conoscenza anche di operazioni su società non sue? DICH - MURRI: Bonifici da società mie a società non mie, sì. AVV. GIOVENE: Ma era a conoscenza anche di operazioni in cui le sue società non erano interessate? Cioè di operazioni diverse da quelle in cui lei partecipava con le sue società? DICH - MURRI: Non capisco la domanda. AVV.

GIOVENE:

Lei

fa

riferimento

alle

operazioni

che

interessano le sue società, da società sue a società non sue. DICH - MURRI: Parlo che l’interesse della mia società era effettuare almeno un bonifico. T: Sì, ma l’Avvocato le chiede se era al corrente anche di quello che accadeva in altre società. DICH

-

MURRI:

Mah,

per

quanto

riuscivo

a

sentire

nelle

riunioni quando si parlava di cose che non mi competevano, sì.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

21


AVV. GIOVENE: E quali erano le cose che le competevano invece? DICH - MURRI: I bonifici in entrata e uscita. E i contratti da firmare con le controparti, o da presentare in banca come business plan della... AVV.

GIOVENE:

Ecco,

con

riferimento

specifico

a

questi

contratti, lei richiama in particolare contratti che lei fece vedere a un Avvocato di Panama. Ricorda questo tema? DICH - MURRI: In questo momento... qualche contratto che posso aver fatto vedere a un Avvocato di Panama? Sì, può darsi per la vendita di... vendita di un film, forse? AVV. GIOVENE: Per la vendita mi scusi? DICH - MURRI: Di un film? AVV. GIOVENE: No, non lo so. DICH - MURRI: Di una pellicola cinematografica forse? AVV. GIOVENE: Non lo so. DICH - MURRI: Non lo so, adesso... AVV. GIOVENE: Sto cercando dottoressa, se lo trovo ve lo dico. Questi contratti che le venivano sottoposti, indipendentemente da questa specifica circostanza... cerco il contratto fatto visionare dall’Avvocato di Panama, questi contratti lei li conosceva, ne leggeva il contenuto? DICH - MURRI: No. AVV. GIOVENE: Si limitava a firmarli? DICH - MURRI: Esatto. AVV. GIOVENE: Li portava in banca? DICH - MURRI: Sì.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

22


AVV. GIOVENE: Ovviamente la banca li visionava, ne prendeva conoscenza e formulava delle valutazioni? DICH - MURRI: Immagino di sì. AVV. GIOVENE: Lei si limitava a consegnarli? DICH - MURRI: Io portavo... ho portato i contratti in banca per giustificare il passaggio del denaro. AVV. GIOVENE: Ecco... DICH - MURRI: Quindi presumo che la banca li visionava e... il normale

compliance

che

ogni

più

volte

banca

deve

fare

verso

ogni

cliente. AVV.

GIOVENE:

Lei

nel

suo

interrogatorio

fa

riferimento a questa compliance. Che cos’è la compliance, ce lo può spiegare? DICH - MURRI: Il compliance è il verificare la veridicità delle operazioni che si vogliono espletare verso l’istituto. AVV. GIOVENE: Quindi queste verifiche venivano compiute dalla banca, ma lei non ha il ritorno di questa verifica. Si

limitava

a

un

ruolo

specifico

che

era

quello

(incomprensibile per sovrapposizione di voci). DICH

-

MURRI:

Ma

la

banca

poteva

chiedere

qualche

delucidazione in merito che io fornivo per iscritto. AVV. GIOVENE: Queste delucidazioni che cosa riguardavano, lei se lo ricorda qualche esempio? DICH - MURRI: Beh, fondamentalmente le spiegazioni su quello che era la natura dell’attività, che si trattasse delle carte Phuncards, o che si trattasse del traffico Voip.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

23


AVV. GIOVENE: Con riferimento alle carte Phuncards lei ha richiamato anche poc’anzi la verifica che la banca ha fatto circa il funzionamento di queste carte. Questa verifica è quella che poi ha portato alla rescissione di questo contratto da parte della banca indiana? DICH - MURRI: Sì. AVV. GIOVENE: Ci sono state altre verifiche? DICH - MURRI:... che io sappia no. AVV.

GIOVENE:

Lei

era

tenuto

a

conoscere

se

le

verifiche

venivano effettuate? DICH

-

MURRI:

No,

non

era...

la

banca

poteva

anche

non

verificare, non è che rendesse conto a me. Certo

che

se

la

banca

avesse

ritrovato

qualche

dubbio

su

qualche problema, avrebbe... mi avrebbe contattato. Ma questo non è mai avvenuto. AVV. GIOVENE: Tutte le carte sono andate distrutte o no? Perché

mi

riferisco

anche

a

questa

(incomprensibile

per

sovrapposizione di voci). DICH - MURRI: Questo non glielo so dire. Non glielo so dire. AVV. GIOVENE: Nel senso che non ne ha mai avuto notizia, non se lo ricorda? DICH - MURRI: Nel senso che le carte che venivano spedite in Svizzera non so se erano il totale delle carte che sono state prodotte, questo non glielo so dire. AVV. GIOVENE: Però lei fa riferimento nel suo interrogatorio, mi riferisco all’interrogatorio foglio 27, l’interrogatorio

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

24


del

27

settembre

“sì,

però

quello

è

successo

in

una

occasione”. Lei fa riferimento a una domanda del dottor Bombardieri in cui si richiama l’invio delle carte in Spagna di cui ha parlato anche prima. DICH - MURRI: Sì, una sola... AVV. GIOVENE: E lei precisa “sì, però quello è successo in una occasione”. Questo fa pensare che sia un fatto singolo, un fatto isolato. DICH - MURRI: La spedizione in Spagna è avvenuta una sola volta, che io ricordi. AVV. GIOVENE: Poi dopo dice “ma tutte le carte sono andate a finire distrutte” le chiede il Pubblico Ministero “sì, sì, tutte però non è che era una cosa sistematica”. Quindi non era una cosa sistematica il fatto che le carte venissero distrutte, perché la frase non è ben chiara. DICH - MURRI: Non è che ci fossero state più spedizioni... che a ogni spedizione corrispondesse una spedizione in Spagna per la distruzione. So

che

a

magazzino

un

certo

doganale

punto di

quello

Zurigo,

che

credo

era

in

giacenza

nel

che

si

trattasse

di

Zurigo, sono state spedite in Spagna per la distruzione. Non ho ricordi se altre carte sono andate da altre parti. Questo non lo so. Comunque ricordo bene quella... quella situazione. AVV. GIOVENE: In riferimento a questi bonifici. Dal momento in cui viene fatto il primo bonifico tramite una delle sue società, risalendo indietro quanto tempo passa...

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

25


nel senso che la prima operazione viene effettuata dopo quanto tempo rispetto al suo incarico, rispetto a questo ruolo? DICH - MURRI: Non glielo so quantificare. AVV. GIOVENE: Cioè ma parliamo di mesi, di giorni, di... DICH - MURRI: Parliamo... forse... si tratta di molti anni fa... io lo... così posso identificarlo in un mese, forse meno, forse più. Non ho idea, comunque non è passato molto tempo. AVV. GIOVENE: Lei richiama i bonifici come risalenti al 2003, i primi bonifici. È corretto? DICH - MURRI: È possibile. AVV. GIOVENE: Potrebbe essere anche antecedente? DICH - MURRI: Potrebbe, ma non so ricollegare l’anno al... alla data del bonifico. Non lo so. AVV.

GIOVENE:

percepito,

Con

lei

riferimento

sapeva

ai

compensi

anticipatamente

che

quanto

lei

ha

avrebbe

percepito? DICH - MURRI: No. AVV. GIOVENE: Non lo ha chiesto? DICH - MURRI: No. AVV. GIOVENE: Quanto ha percepito alla fine? DICH - MURRI: 6 milioni e mezzo circa. AVV.

GIOVENE:

Ma

questi

6

milioni

e

mezzo

sono

il

netto

rimasto in contanti sui suoi conti dopo gli investimenti, oppure è una cifra complessiva?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

26


DICH

-

MURRI:

È

una

cifra

complessiva

che

include

un’imbarcazione, che include dei contanti ricevuti in Italia, che include quello che era rimasto sui conti. Un po’ tutto insomma. AVV. GIOVENE: Ma ad esempio solo la barca lei richiama che era 1 milione 450 mila euro. DICH - MURRI: Corretto. AVV. GIOVENE: Più un qualche centinaia di migliaia di euro, credo, per il rifacimento... DICH

-

MURRI:

Circa

300

milioni

iniziali

(trascrizione

fonetica). AVV. GIOVENE: Quindi stiamo già a 1 milione 750, poi c’è l’investimento Arigoni,

ci

immobiliare sono

relativo

alcuni...

al

alcune

terreno

abitazioni,

contiguo

a

alcuni...

immobili acquistati in Uruguay. Insomma

diciamo

che

c’è

un

contesto

piuttosto

ampio

di

investimenti. La somma di tutti questi investimenti è 6 milioni e mezzo? DICH - MURRI: Sì, circa. AVV. GIOVENE: E cosa è rimasto in contanti sui suoi conti? DICH - MURRI: Quello che ho fatto riavere nel conto Fug, più il ritorno della barca che è stata riconsegnata e... circa 4 milioni e mezzo. AVV. GIOVENE: Ma le sono stati sequestrati degli immobili? DICH - MURRI: Sono stati sequestrati degli immobili, credo di sì. AVV. GIOVENE: Oltre alla barca intendo.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

27


DICH - MURRI: C’è un tentativo di... io immobili non ne ho in Italia,

quindi...

no,

al

momento

non

ho

immobili

sotto

sequestro. A parte una quota di casa di mia madre. AVV. GIOVENE: Che è stata sequestrata infatti. DICH - MURRI: Sì, però non era di mia proprietà, quindi non so se è sotto sequestro e (incomprensibile) è andato a buon fine. AVV.

GIOVENE:

tecnico

di

La

questa

ricostruzione operazione

esatta

di

dal

evasione

punto IVA

di

lei

vista

se

l’è

riuscita a ricostruire leggendo l’ordinanza cautelare? DICH - MURRI: No. AVV. GIOVENE: Ma perché non ha competenza per farlo, oppure per... DICH - MURRI: Non ho competenza per farlo, non... ho chiesto anche

al

mio

Avvocato

di

spiegarmela,

però

non

riesco

a

recepire esattamente... tecnicamente come ha funzionato non lo so. AVV. GIOVENE: Lei non ha mai chiesto a Gennaro Mokbel alcuna specificazione su quello che accadeva, su chi erano le persone coinvolte in questa vicenda oltre lei, quali fossero i ruoli? DICH - MURRI: A parte le persone... AVV. GIOVENE: Lei non faceva queste domande? DICH

-

MURRI:...

che

vedevo

nelle

varie

riunioni

che

percepivo... che capivo chi erano e cosa facevano no. Altre persone al di fuori di queste no. AVV. GIOVENE: No, no, io dicevo ma lei faceva delle domande per sapere? DICH - MURRI:... no, non proprio.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

28


Non era... AVV. GIOVENE: Le dico questo perché lei a foglio 49 dice “cercavo di capire, però non è che si potessero fare tutte queste domande a Mokbel”. DICH - MURRI: Sì, non è che... io vedevo sempre le stesse persone, ma... non sapevo a chi faceva capo una o l’altra società. Sentivo fare i nomi delle società, ma non è che chiedevo chi è l’amministratore

di

questa,

o

chi

è

l’amministratore

di

quella. Non lo chiedevo. AVV.

GIOVENE:

Infatti

in

questa

stessa

pagina

il

dottor

Bombardieri le chiede “le hanno fatto uno schemino?” e lei dice “no”. DICH - MURRI: No. AVV.

GIOVENE:

Quindi

lei

non

ha

mai

avuto

conoscenza

di

questo. DICH - MURRI: Nessuno schemino. AVV. GIOVENE: No, a parte lo schemino, non le è mai stato raccontato verbalmente in che cosa consistesse il ruolo di altri. DICH - MURRI:... AVV. GIOVENE: Da Mokbel intendo. DICH - MURRI: Sapevo, perché si faceva spesso riferimento al fatto che fosse un giro, fra le stesse società. AVV. GIOVENE: Che fosse un giro. DICH - MURRI: Però non avevo contezza di quello che fosse... di chi venisse prima o chi dopo.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

29


AVV. GIOVENE: Senta... DICH - MURRI: Quale fosse la sequenza delle società. AVV. GIOVENE: A foglio 53... in queste pagine lei insiste molto su questo tema alle domande del Pubblico Ministero. Dice “io in tutte quelle riunioni dove ho partecipato, non ho mai parlato”, il Pubblico Ministero le dice “ma lei riceveva indicazioni?” e lei dice “stavo lì, non capivo neanche perché stavo lì”. DICH - MURRI: Il fatto è che io mi limitavo ai bonifici, a curare i rapporti con le banche. Quindi

mi

sembrava

superflua

la

mia

partecipazione

alle

riunioni. AVV. GIOVENE: Ho capito. Quando

si

conclude

l’operazione

Phuncards

lei

riesce

a

collocarla temporalmente? DICH - MURRI: No. AVV. GIOVENE: Né quindi quando inizia la seconda operazione relativa al traffico telefonico. DICH - MURRI: Tempo dopo ma non ricordo il lasso... quanti mesi siano passati tra l’uno e l’altro no. AVV. GIOVENE: Comunque siamo in termini di mesi? DICH - MURRI: Quello che ricordo è che mi sono occupato di costituire altre società in funzione di quello che sarebbe stato il traffico telefonico, però non mi chieda il tempo che è intercorso, perché non me lo ricordo. AVV.

GIOVENE:

Quindi

non

si

è

mai

parlato

tra

voi

di

percentuali rispetto al vostro compenso. DICH - MURRI: No.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

30


AVV. GIOVENE: Percentuali rispetto a una somma X. Le telefonate in cui lei è interlocutore, parlo sempre delle telefonate con Gennaro Mokbel, erano telefonate in entrata? Cioè era Mokbel che chiamava lei, o era lei che chiamava Mokbel o tutte e due? DICH - MURRI: Non le so dire. Possibile tutti e due i casi, sia in entrata che in uscita. AVV. GIOVENE: Lei aveva il numero cellulare di Gennaro Mokbel? DICH - MURRI: Io chiamavo la signora Ricci. AVV. GIOVENE: Non chiamava direttamente Mokbel, chiamava la signora? DICH - MURRI: Credo di sì. Sì. AVV. GIOVENE: Con riferimento al reinvestimento, diciamo così, che Mokbel voleva fare con... anche parte dei suoi compensi, questo almeno è quello che ho inteso dal suo interrogatorio, lei si rifiuta di mettere a disposizione i suoi compensi per quelle che definisce essere “fantasie di Mokbel”. Faccio

richiamo

alle

gioiellerie,

al

fondo

d’investimento

immobiliare, all’attività politica. Lei che cosa può precisarci. Mokbel le aveva chiesto questo reinvestimento? DICH - MURRI: Sì, aveva detto che questi erano i programmi futuri e che mi invitava a questa quota di partecipazione. Poi ci fu il litigio di Antibes e lì io consideravo che non ci sarebbe stata nessuna futura avventura insieme e quindi non avevo nessun desiderio di partecipare.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

31


AVV. GIOVENE: Ma se non ci fosse stato il litigio, era sua intenzione partecipare a questi investimenti di Mokbel? DICH - MURRI: Se avessi potuto non l’avrei fatto lo stesso, perché comunque le vedevo idee abbastanza visionarie. AVV. GIOVENE: È in questa occasione che lei ha bloccato tutto? Lei dice “ho bloccato tutto il bloccabile”, lo dice a foglio 222. Si riferisce alle sue disponibilità finanziarie? DICH - MURRI: Mi riferisco... ho bloccato? AVV. GIOVENE: “Tutto il bloccabile”, lei usa questa frase in merito ai suoi conti. DICH - MURRI: Dopo poco tempo, non ricordo quanto tempo è trascorso tra Antibes e l’effettivo ritiro di deleghe e... bloccato io non ho bloccato. AVV. GIOVENE: Però lei suggerisce... DICH - MURRI: Sì, può... lo posso aver riassunto con la parola bloccare, però non era effettivamente... AVV.

GIOVENE:

In

realtà

in

che

cosa

è

consistito

questo

blocco? DICH - MURRI: Il blocco è consistito, come ho già spiegato, nella limitazione ai codici per poter effettuare i bonifici alla banca, che avessero una necessità di una mia ulteriore conferma verbale. AVV. GIOVENE: Telefonica. DICH - MURRI: Telefonica. E il ritiro di deleghe o presunte deleghe che avevo lasciato in diversi istituti, o diversi uffici. AVV. GIOVENE: E così effettivamente poi è stato?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

32


DICH - MURRI: Sì. AVV. GIOVENE: Lei ha mai visto diamanti? DICH - MURRI: No. AVV. GIOVENE: Non ho altre domande, grazie. AVV. PLACANICA: Brevissime solo delle precisazioni. Quando fate la riunione a Cape d’Antibes, è il momento... la seconda riunione è il momento del litigio con Mokbel? È il momento in cui salta completamente il rapporto, è quello? DICH - MURRI: Sì. AVV. PLACANICA: Lei in quel momento, nel dare e avere, deve avere soldi o deve dare soldi? DICH - MURRI: Devo averli. AVV. PLACANICA: E allora se è lei che deve avere soldi perché Mokbel è arrabbiato con lei? DICH - MURRI: Non credo che fosse... AVV. PLACANICA: Cioè non dovrebbe essere che lei è arrabbiato con Mokbel? DICH - MURRI: Il motivo del contendere non erano i soldi. Il problema era più a livello personale. AVV. PLACANICA: Nel prosieguo, dopo quella riunione, lei se ne torna all’estero. DICH - MURRI: Sì. AVV. PLACANICA: Quando incontra Pannozzo, tutti quelli che le dicono

il

problema

con

Mokbel,

sono

i

soldi

o

resta

un

problema personale? DICH - MURRI: Resta un problema personale. AVV. PLACANICA: Quindi il problema non è mai dovuto ai soldi, al dare e avere dei soldi.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

33


DICH - MURRI: Diciamo che i soldi che sapevano che avrei... non avrei mai portato Mokbel a pagarmi la rimanente cifra, era per me a parte un problema secondario. Sapevo che non me li avrebbe mai dati. Io spingevo sul fatto dei soldi per creare contrasto. AVV. PLACANICA: Lei spingeva sul fatto dei soldi per creare contrasto? DICH - MURRI: Sì. AVV. PLACANICA: Durante l’interrogatorio reso al Regina Coeli, lei in qualche modo è stato tranciante, perché... sto parlando di altro ora, sto parlando sull’effettivo funzionamento di queste carte Phuncards. È stato tranciante... DICH - MURRI: Non capisco il termine, scusi. AVV.

PLACANICA:

Perché

il

Pubblico

Ministero

le

chiese

proprio... “stiamo parlando di una cosa che non era vera, non era reale, si creavano queste (incomprensibile) materialmente e poi venivano distrutte”. Ma ste carte erano vere, erano reali o no, queste Phuncards? DICH

-

MURRI:

Fisicamente

esistevano,

funzionavano

perché

potevano dare accesso a questo sito digitando i codici, e... alcune sono state distrutte. Non so se sono state distrutte tutte o solo alcune. AVV. PLACANICA: Quindi lei sa che alcune sono state distrutte, però sa con certezza che tra l’altro... INTERVENTO: No, non sa. AVV.

PLACANICA:...

è

quello

che

dichiara...

io

allora

glielo... gli faccio proprio la contestazione formale.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

34


Interrogatorio 27 settembre del 2010 ore 10.15 pagina 12 il Pubblico Ministero chiede, la domanda è abbastanza suggestiva, direi totalmente “quindi stiamo parlando di che cosa?

Stiamo

parlando...”, anzi vado a prima perché sennò potrebbe sembrare non corretta. “Sono

state

spedite

in

Spagna”

dice

lei

“perché

credo

le

volessero distruggere” il Pubblico Ministero le dice “quindi stiamo parlando cioè di che cosa? Stiamo parlando di una cosa che non era vera, non era reale. Si creavano queste carte materialmente e poi venivano distrutte” e lei risponde “sì, comunque

le

carte

esistevano,

il

sito

c’era,

funzionava.

Insomma quando uno guardava nel codice, digitava in internet, appariva

un

sito

con...”e

il

Pubblico

Ministero

poi

la

interrompe. Allora la versione definitiva direi è questa, cioè le carte esistevano, si andava sul sito, si digitava il codice e dava accesso a internet? DICH - MURRI: Sì. AVV. PLACANICA: Un’ultima cosa cronologica, giusto per capire. Lei ha detto che da ragazzino proprio sta a casa di Mokbel e della

Ricci,

giusto,

quando

aveva

18

anni

ha

detto

nel

precedente interrogatorio, se vuole glielo ricordo. È così o no? DICH - MURRI: Sì, sì, l’ho detto, l’ho detto, certo. AVV. PLACANICA: Dopodiché suo padre le dice “devi lasciare stare questa vita” e va a finire in Africa. È giusto così o no? DICH - MURRI: È giusto.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

35


AVV. PLACANICA: In che anno va quindi per la prima volta in Africa? DICH - MURRI: Credo sia stato l’89, ’88-’89. AVV. PLACANICA: E fino a quanto resta in Africa? DICH - MURRI: Fino al 2000. AVV.

PLACANICA:

Lei

quando

torna

dall’Africa

incontra

direttamente... incontra direttamente Mokbel? DICH - MURRI: Sì. Adesso non le so indicare dopo quanti giorni o... settimane, comunque sì. AVV. PLACANICA: Come mai tornò dall’Africa, lo ha spiegato ai Pubblici Ministeri? DICH - MURRI: Sì, glielo ho spiegato ai Pubblici Ministeri. AVV. PLACANICA: Cosa ha spiegato? DICH - MURRI: Sono tornato dall’Africa perché avevo chiuso le mie relazioni con le società di famiglia e c’avevo avuto un problema giudiziario. AVV. PLACANICA: Ha spiegato ai Pubblici Ministeri qual era questo problema giudiziario? DICH - MURRI: Sì, glielo ho spiegato. AVV. PLACANICA: E cosa ha gli ha spiegato che era? DICH - MURRI: Ho avuto un progetto... ho subito un processo per omicidio preterintenzionale. AVV.

PLACANICA:

Ha

avuto

un

processo

per

omicidio

preterintenzionale. DICH - MURRI: Sì. AVV. PLACANICA: Perché ci può dire la circostanza? DICH - MURRI: Comunque era...

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

36


PM

-

DOTT.

ritiene

in

BOMBARDIERI: Pubblico

Chiedo

Ministero

scusa che

non

Presidente, sia

però...

attinente

al

procedimento le ragioni per cui è tornato dall’Africa. AVV.

PLACANICA:

No,

io

resto

stupito

che

in

tutti

gli

interrogatori questo, malgrado lui dica di averlo detto ai Pubblici Ministeri, non è verbalizzato. Se proprio vogliamo fare polemica. PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

Gli

interrogatori

sono

registrati

(trascrizione fonetica). (Incomprensibile

per

intervento

fuori

microfono

e

sovrapposizione di voci), io non me lo ricordo, ma non è registrato. AVV. PLACANICA: No, al foglio 6 non c’è. T: Però Avvocato mi scusi la pertinenza della... AVV. PLACANICA: Presidente l’attendibilità del teste... glielo spiego. PM - DOTT. BOMBARDIERI: (Incomprensibile per intervento fuori microfono e sovrapposizione di voci). AVV. PLACANICA: Uno l’attendibilità del teste perché dobbiamo capire la personalità, stiamo parlando di un (incomprensibile) e mi sembra che capire la personalità, il trascorso di vita ecc. ecc. possa avere una rilevanza. Due, peraltro io ho... pagina 6 dell’interrogatorio reso a Regina Coeli 20 settembre 2010... 27 settembre 2010 ore 10.15 in cui si parla di questo episodio. Dice Murri “siamo nel ’99 faccio un altro lavoro, c’è stato un episodio in Africa, un caso giudiziario, al termine di questo giudiziario, rientro in Italia”.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

37


Io

credo

che

abbia

rilievo

per

la

Difesa

conoscere

la

personalità di Murri, che cos’è... se per esempio questo caso giudiziario fosse stata una truffa delle carte di credito... PM - DOTT. BOMBARDIERI: L’ha già spiegato (incomprensibile sovrapposizione di voci). T:

L’ha

già

detto

di

che

cosa

si

trattava

omicidio

preterintenzionale. AVV. PLACANICA: Allora intanto resto stupito e non capisco perché lui dice che l’ha spiegato invece qua non lo trovo. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Non risulta, quindi non l’ha detto. DICH - MURRI: Risulta perché ne ho parlato con il G.I.P. nell’interrogatorio

di

garanzia,

mi

sono

sbagliato

tra

Pubblico Ministero e G.I.P.. AVV. PLACANICA: Sì, voglio dire quindi era un caso di omicidio preterintenzionale. DICH - MURRI: Sì. AVV.

PLACANICA:

Possiamo

preterintenzionale

sapere

dovuto...

se le

è

un

caso

di

circostanze

omicidio non

mi

interessano, se non mi ammettete le domande io le faccio e voi mi dite che non me le ammettete. Possiamo sapere se era in determinate circostanze di lucidità, di non lucidità, se vi interessa conoscere la personalità del chiamante in correità. PM - DOTT. BOMBARDIERI: C’è opposizione alla domanda. AVV. PLACANICA: Se pensate che sia un tema che non ha rilievo, voi siete il Tribunale, io faccio le domande, il Pubblico Ministero si oppone, voi dite ammetto o non ammetto. Queste sono le regole del gioco e ne prendo atto.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

38


T: Sì, appunto riteniamo che non sia pertinente conoscere la dinamica...

l’abbiamo

già

appreso,

si

tratta

di

omicidio

preterintenzionale e questo... AVV.

PLACANICA:

Io

per

esempio

avrei

interesse

a

sapere

qualcosa di più... INTERVENTO: Ma sta facendo il controesame il collega? Ma in controesame al fine di stabilire l’attendibilità può fare tutte le domande che vuole. T: Certo domande suggestive, domande... INTERVENTO: Ma tutte le domande. Questo è niente. AVV. PLACANICA: No, io per esempio vorrei sapere se questo fatto era durante un uso o un abuso di stupefacenti, sulla lucidità. Se voi ritenete che siano domande pertinenti benissimo, le ammettete. Se ritenete che non sono pertinenti... T: Certamente. Riteniamo

che

sia

appunto

non

pertinente

approfondire

questo... non pertinente al tema che stiamo trattando. Abbiamo già appreso che c’è stata questa imputazione, questa vicenda, il tipo del reato. AVV. PLACANICA: Va beh, io non ho altre domande, grazie. AVV.

SPIGARELLI:

Dunque

per

capire

e

delimitare,

poi

considerare. In punto di credibilità soggettiva del chiamante in correità, è non ammissibile la domanda sui precedenti giudiziari del chiamante in correità.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

39


Stiamo

parlando

di

un

chiamante

in

correità,

non

di

un

testimone. T: Certamente, però si trattava di fatti appunti che esulano totalmente dalla vicenda per cui... AVV. SPIGARELLI: Per capire l’affermazione. AVV. GIOVENE: Era soltanto una precisazione a chiusura. In

merito

alla

posizione

di

Arigoni,

signor

Murri,

in

particolare lei si ricorda perché Murri stesse a Panama. Stesse abitualmente a Panama. Arigoni

sì,

scusi,

perché

Arigoni

stesse

abitualmente

a

Panama? DICH

-

MURRI:

Arigoni

stava

a

Panama

per

curare

i

suoi

interessi. AVV. GIOVENE: Che interessi erano lei lo sa? DICH - MURRI: Economici. AVV. GIOVENE: Ma aveva immobili, aveva attività? DICH - MURRI: Aveva i suoi soldi là e se li curava. AVV. GIOVENE: Lei ha fatto affari con Arigoni? DICH - MURRI: Sì. AVV. GIOVENE: In riferimento a quali temi? DICH

-

MURRI:

Abbiamo

fatto

un

investimento

immobiliare

insieme. AVV. GIOVENE: In che anni stiamo? DICH - MURRI: Siamo nel... 2007-2008 circa. AVV. GIOVENE: Va bene, grazie. AVV. MERLUZZI: Ingegner Murri mi scusi, lei a domanda del Pubblico Ministero alla scorsa udienza ha detto, rispetto alla divisione dei guadagni, ha detto... le hanno chiesto se si

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

40


sapeva quale sarebbe stato il suo guadagno o quello degli altri, lei ha risposto “no, dipendeva sicuramente da quello che sarebbe stato il fatturato finale”. È così? DICH - MURRI: Sì. AVV. MERLUZZI: Ma quindi quando voi siete partiti con queste fatturazioni e questi affari, sapevate già... era preordinato qual era il fatturato finale che si sarebbe fatto, oppure no? DICH - MURRI: Io non ne ero a conoscenza. AVV.

MERLUZZI:

Non

le

hanno

mai

parlato

di

un

fatturato

predeterminato? DICH - MURRI: No. AVV.

MERLUZZI:

Lei

ha

detto

di

aver

conosciuto

diversi

inglesi. A me interessano O’Connor e O’Neil. DICH - MURRI: O’Connor e Neil. AVV. MERLUZZI: Neil scusi, lei ha detto di averli incontrati molte volte. Ce li può descrivere, erano uomini d’affari, erano prestanome? DICH - MURRI: Erano uomini d’affari. In

un’occasione

credo

avevano

viaggiato

anche

con

aereo

privato. Se li vuole che... glieli descrivo fisicamente? AVV. MERLUZZI: No, no, me li descriva... appunto se erano dei cialtroni che facevano da prestanome oppure erano persone che effettivamente svolgevano un’attività... DICH - MURRI: No, non erano assolutamente dei cialtroni.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

41


AVV.

MERLUZZI:

Lei

ha

detto

di

averli

incontrati

anche

a

Londra. Ci può descrivere i loro uffici a Londra? DICH

-

MURRI:

Era

mi

sembra

una

palazzina

su

due

piani,

piccoli gli uffici... cioè piccoli, diciamo mi aspettavo una struttura più grande rispetto a quello che mi era stato detto di quelli che potevano essere i volumi di affari passati di questa società. Ricordo che i loro uffici erano al piano di sopra e c’era una sala

riunioni

vicino

a

un’altra

stanza

che

aveva

diverse

scrivanie. C’era un particolare di una vetrata che cambiava colore con un telecomando, questo l’unico particolare... degno di nota di tutta la... AVV. MERLUZZI: Si ricorda se in questa sala, prima della sala riunioni,

ci

fossero

oltre

a

queste

scrivanie

ci

fossero

persone che vi lavoravano, c’erano computer? DICH - MURRI: Era un ufficio che si vedeva che era attivo, carte sui tavoli, computer dappertutto. Erano sicuramente... io sono stato lì credo durante la pausa pranzo e quindi si vedevano i segni di attività, ma non ho visto molte altre persone, forse una. AVV. MERLUZZI: Però mi conferma che c’erano computer un po’ dappertutto? DICH - MURRI: Sì, sì. AVV. MERLUZZI: Senta invece gli uffici della CMC, quelli di Ponte Milvio. DICH - MURRI: Sì.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

42


AVV. MERLUZZI: Come erano composti? DICH - MURRI: Era una palazzina intera o quasi per intero. Mi ricordo che c’erano dei lavori in corso. Ho visto gli uffici praticamente in fase di ultimazione. (Incomprensibile per sovrapposizione di voci). AVV. MERLUZZI: Lei ha detto ha fatto diverse riunioni presso gli uffici di Ponte Milvio della CMC, anche con Focarelli. DICH - MURRI: Sì, sì. AVV. MERLUZZI: Si ricorda come erano composti, erano grandi, erano... DICH - MURRI: Erano appena stati... AVV. MERLUZZI: Erano attrezzati? DICH - MURRI:... ristrutturati e erano uffici molto grandi, su diversi piani. AVV. MERLUZZI: Ricorda se c’erano dei server? DICH - MURRI: C’erano i server. AVV. MERLUZZI: Degli armadi... i cosiddetti armadi rack? DICH - MURRI: C’era proprio una stanza con i... AVV. MERLUZZI: Con tutto? DICH - MURRI: Con l’aria condizionata al piano terra, credo che ci aveva tutti... tutti questi macchinari, credo che siano server, non so se... AVV.

MERLUZZI:

Si

ricorda

se

c’era

anche

una

sala

di

registrazione

in

registrazione? DICH

-

MURRI:

So

che

c’era

una

sala

di

costruzione, non l’ho mai vista. AVV. MERLUZZI: Grazie. Ah, mi scusi, lei ha detto di essere molto amico con Panozzo.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

43


DICH - MURRI: Sì. AVV.

MERLUZZI:

Dopo

che

anche

Panozzo

è

entrato

nel

meccanismo, avete parlato tra di voi. Panozzo aveva riferito con chi si era relazionato, se aveva lamentele da fare? DICH - MURRI: Da quando Panozzo è entrato nell’operazione l’ho un po’ perso di vista, anche perché io viaggiavo ormai, credo. Quindi non... non ricordo di molte occasioni che ho visto Panozzo da quando è entrato nell’operazione. AVV. MERLUZZI: Quindi lei non l’ha visto neanche quando sono cessati i rapporti contrattuali con le società telefoniche? DICH - MURRI: L’ho visto sicuramente in due occasioni a Tahiti e poi qualche volta dopo... qui a Roma. AVV. MERLUZZI: E non ne avete parlato del fatto che appunto erano cessati i contratti, non si è lamentato con lei, non avete discusso? DICH - MURRI: No, non abbiamo parlato mai dei contratti. AVV. MERLUZZI: Grazie. T: Avvocato Spigarelli. AVV.

SPIGARELLI:

Mi

interessava

proprio

questo

tema

su

Panozzo. Panozzo aveva degli uffici... T: Scusi Avvocato ci ricorda il... AVV. SPIGARELLI: Gionta. Panozzo aveva degli uffici... nel senso che era proprietario di qualche immobile? DICH - MURRI: Di chi sta parlando, scusi? AVV. SPIGARELLI: Panozzo.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

44


DICH - MURRI: Sì. AVV.

SPIGARELLI:

Le

risulta

che

era

proprietario

di

un

immobile? DICH - MURRI: Mi risulta che era proprietario dell’immobile che era casa sua, che ho sempre frequentato sin da bambino che era poi... erano poi gli uffici di via Densa 27. AVV.

SPIGARELLI:

Ecco

gli

uffici

di

via

Densa

27

furono

affittati, lei ci diceva l’altra volta, a quale società? DICH - MURRI: Non so a quale società esattamente. So che li affittò... AVV. SPIGARELLI: Ma li affittò Panozzo direttamente... DICH

-

soltanto

MURRI:

Sì,

segnalato

sì,

non

ho

fatto

(incomprensibile

da

per

intermediario,

ho

sovrapposizione

di

voci). AVV. SPIGARELLI: Non è stato lei a proporre a Panozzo questo tipo di affitto? DICH - MURRI: Panozzo mi disse che lui stava cercando di affittare casa. E io l’ho protosta... ricordo... non so se a Mokbel... sì, a Mokbel. AVV. SPIGARELLI: Siccome lei mi stava dicendo non ho fatto da intermediario o ho fatto da intermediario. DICH - MURRI: Non ho fatto da intermediario, ho dato una segnalazione di chi poteva essere interessato, poi mi sono disinteressato della cosa. AVV. SPIGARELLI: Va beh, comunque ha saputo che era stato... DICH - MURRI: Eventualmente poi è andata avanti perché...

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

45


AVV.

SPIGARELLI:...

che

era

stato

affittato

quindi

questo

ufficio. DICH - MURRI: Sì. AVV.

SPIGARELLI:

affittato,

se

Lei

era

non un

sa

quindi

affitto

a

quanto

agevole...

era

stato

economicamente

molto... DICH - MURRI: Non conosco i dettagli del contratto di affitto. AVV. SPIGARELLI: Non sa nulla di questo. Ma quando... tornando sull’argomento che toccava l’Avvocato Merluzzi, con Panozzo lei parlò mai quindi di quanto lei si aspettava di ricavare da questa faccenda? DICH - MURRI: Ho dato un’indicazione quando eravamo a Tahiti, ma era più provocatoria che altro. AVV. SPIGARELLI: Che vuol dire provocatoria? DICH - MURRI: Provocatoria nel senso gli dissi che dovevo avere una cifra superiore a quella che mi aspettavo. Non

ho

detto

mai

a

Panozzo

esattamente

quello

che

dovevo

percepire. AVV. SPIGARELLI:E perché disse a Panozzo una cifra superiore a quella che lei si aspettava, qual era il motivo per cui lei gonfiava questa cifra? DICH

-

MURRI:

Era

soltanto

perché

sapevo

che

l’avrebbe

riportata a Mokbel. AVV. SPIGARELLI: Ma scusi Mokbel era quello che lo doveva sapere meglio di Panozzo quanto realmente lei si aspettava, quindi che senso c’ha dire a un tizio che riporta a un altro che sa la verità, una balla?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

46


DICH - MURRI: Non aveva una grossa motivazione la cosa, era così, anche per confondere Panozzo, tanto sapevo che lui a me non mi diceva la realtà di ciò che aveva percepito, io non gli dicevo quello che avevo percepito io. Sapevo che lui avrebbe parlato con Mokbel perché mi aveva riportato i messaggi di Mokbel e quindi sapevo che glielo avrebbe riportato. AVV. SPIGARELLI: Insomma mi faccia capire. Lei non si fidava di Panozzo? DICH - MURRI: Non che non mi fidavo di Panozzo, non volevo dare dettagli precisi a Panozzo, non avevo motivo di farlo. AVV. SPIGARELLI: Per quanto riguarda il fatto della Broker, lei era... rispetto alla Broker che cos’era? DICH - MURRI: Delegato a operare sui conti e beneficiario economico. AVV.

SPIGARELLI:

Lei

a

Panozzo

aveva

riferito

questa

circostanza? DICH - MURRI:... AVV. SPIGARELLI: A Panozzo mi interessa questo. DICH - MURRI: Credo che lo sapesse. Non so se glielo ho riferito io, o lo sapeva da altri. Comunque non siamo mai andati io e Panozzo nel dettaglio delle operazioni. AVV. SPIGARELLI: Mai? DICH - MURRI: Mai. AVV. SPIGARELLI: Quindi diciamo non avete mai neanche discusso e lui si è arrabbiato con lei e le ha detto “aò, ma come sei tu la Broker?”.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

47


DICH - MURRI: No, non abbiamo mai avuto discussione io e Panozzo in merito al... AVV. SPIGARELLI: A questa questione qua. Benissimo solo due ultime precisazioni. Lei è stato abbastanza preciso ma vorrei che non ci fosse dubbio. Lei

ha...

diceva

l’altra

volta,

conosciuto

sostanzialmente

Gionta in che occasione, ci ha riferito due fatti, un incontro in un ristorante e poi la... DICH - MURRI: Io ho conosciuto Gionta presso l’ex Panda... AVV. SPIGARELLI: Questo ce l’ha detto l’altra volta. DICH - MURRI: Lì l’ho visto per la prima volta in vita mia. Poi l’ho rivisto tempo dopo... non mi chieda quanto è passato di

tempo

tra

un’occasione

e

l’altra,

negli

uffici...

nell’ufficio di via Densa. AVV. SPIGARELLI: Tempo significa rispetto a questo incontro al ristorante... un anno dopo, due anni dopo? DICH - MURRI: Qualcosa del genere, forse due anni dopo o un anno e mezzo dopo. AVV. SPIGARELLI: Però tanto per essere chiari rispetto a quel primo incontro al ristorante Panda, lei specifica nel corso del suo interrogatorio alle domande del Pubblico Ministero che quell’incontro fu solo perché Gionta era il proprietario del ristorante o il gestore del ristorante in quel momento, in questo senso glielo presentarono. DICH - MURRI: Sì. AVV. SPIGARELLI: È corretto questo? DICH - MURRI: Corretto.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

48


AVV. SPIGARELLI: La ringrazio. AVV. SAVARESE: Conosce il signor Micucci? DICH - MURRI: Non mi è mai stato presentato. L’ho visto perché eravamo nella stessa sezione di Rebibbia, ho poi compreso che si trattava... di chi era Micucci. Lo leggevo dalle carte e l’ho

visto lì, ma

non l’ho mai

conosciuto al di fuori di quella circostanza. T: Nessun altro controesame. Pubblico Ministero vuole concludere l’esame. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Sì, alcune precisazioni sulle domande che sono state rivolte. Lei ha fatto riferimento, le è stato chiesto anche oggi, al programma

che

le

aveva

fornito

Focarelli

per

fare

queste

fatture. (Incomprensibile per intervento fuori microfono). PM - DOTT. BOMBARDIERI: Lei aveva fatto riferimento nelle domande

che

le

sono

state

fatte

oggi

dal

difensore

di

Focarelli e da altri difensori, al programma che le era stato fornito da Focarelli per fare le fatture, dicendo che serviva a moltiplicare i dati. Lei questo programma, voglio sapere, conteneva già i dati per le fatture future? DICH - MURRI: Conteneva il... credo che contenesse... sì, sì, conteneva già alcuni dati. Io non l’ho mai usato personalmente, non lo sapevo usare. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Ma quando le è stato fornito... DICH - MURRI: L’ho visto... ho visto estrapolare dei dati perché le prime fatture le...

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

49


PM - DOTT. BOMBARDIERI: Sì, ma lei... cosa le è stato detto che doveva fare con questo programma? DICH - MURRI: Era il programma che mi dava le indicazioni per... PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quindi come avrebbe dovuto usarlo, cioè doveva stampare, doveva inserire dei dati, come doveva usarlo? DICH - MURRI: Dovevo... estrapolarne i dati e metterli su questi perch orders (trascrizione fonetica) che c’erano della Phuncards. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quindi per estrapolare... da questo programma doveva estrapolare i dati? DICH - MURRI: Sì. PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

Lei

ha

fatto

riferimento

alle

Phuncards. Lei conosce le società che dovevano commercializzare queste Phuncards, sa quali società dovevano commercializzarle. DICH - MURRI: Io so che le Phuncards venivano vendute a queste società inglesi. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quindi doveva commercializzarle la società inglese? DICH - MURRI: Sì. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quale società? DICH - MURRI: Ce ne sono state tante di società inglesi, credo inizialmente la LBB Traiding. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Che doveva... le riceveva e doveva commercializzarle. DICH - MURRI: Sì.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

50


PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

Sa

in

quali

paesi

doveva

parliamo

Suade

commercializzarle? DICH - MURRI: No. PM

-

DOTT.

Management,

BOMBARDIERI: Novellist,

Le

sue

Broker,

società,

Karelia,

Coriano,

hanno

mai

fatto fatture o bonifici al di fuori delle società di cui ha parlato. Cioè hanno fatto fatture o bonifici per altri affari, diversi dalle Phuncards e dal traffico telefonico? DICH - MURRI: Sì, hanno fatto bonifici... PM - DOTT. BOMBARDIERI: Bonifici non fatture (incomprensibile per sovrapposizione di voci). DICH - MURRI:... al di fuori di quelli che erano i contratti presentati alle banche. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Bonifici. DICH

-

MURRI:

Per

altre

cose,

non

sono

mai

entrato

nel

merito... PM - DOTT. BOMBARDIERI: Tipo? DICH - MURRI:... di una singola operazione. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Ma collegati all’attività della Broker e... collegati all’attività delle società stesse, o bonifici in uscita. Cioè voglio dire l’operatività di queste società era... per quello che poteva essere, era collegata solamente a queste società Phuncards Broker... traffico telefonico o anche altre società per altri affari? DICH - MURRI: Anche altre società per altri affari. PM - DOTT. BOMBARDIERI: E quali altri affari erano?

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

51


DICH - MURRI: Senz’altro si parlava... pensavo io fossero delle...

per

fare

avere

le...

come

si

può

dire,

vengono

determinate le stecche (trascrizione fonetica). Hanno comprato pietre preziose... PM - DOTT. BOMBARDIERI: Questo qua no. Questo

l’ho

capito,

però

dico

tutte

collegate

a

queste

operazioni, però? Le stecche (trascrizione fonetica) a cui fa riferimento sono di queste operazioni? DICH - MURRI: Sì. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quindi non al di fuori di queste operazioni? DICH - MURRI: Non al di fuori di queste operazioni. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Lei ha detto che le era stato chiesto di fare queste società, ci può dire per quale motivo lei doveva queste società. Cioè le sue fatture e bonifici a che cosa servivano? DICH - MURRI: Servivano al giro... servivano al giro. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Al giro a che cosa? DICH - MURRI: Se... non ho capito la domanda, scusi. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Perché secondo lei le è stato chiesto di fare fatture e bonifici, di movimentare questo denaro? DICH

-

MURRI:

soggette

a...

Perché a

le

società

particolari...

erano leggi

estere, fiscali

non

erano

europee,

o

italiane. PM - DOTT. BOMBARDIERI: E quindi a che cosa servivano? DICH - MURRI: Servivano per... per... immagino che servissero per levare una tracciabilità di tutto...

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

52


PM - DOTT. BOMBARDIERI: Per? DICH - MURRI: Levare la tracciabilità del (incomprensibile per sovrapposizione di voci) dei bonifici. PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

Le

contesto

dal

verbale

di

interrogatorio del 27 settembre 2010 che lei disse, pagina 53. Lei ha detto “era un modo per creare questo giro di fatture che poi avrebbero... che poi sostanzialmente era l’evasione dell’IVA”. DICH - MURRI: Sì. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quindi conferma questa circostanza? DICH - MURRI: Confermo. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Lei ha detto che... Arigoni a Panama gestiva i suoi affari e quindi avete fatto pure affari in comune. Lei

sa

che

attività

svolgeva

Arigoni,

i

soldi

da

dove

provenivano, cioè che soldi... era un uomo ricco Arigoni che lei conoscesse? Era ricco di famiglia, aveva dei soldi suoi? DICH

-

MURRI:

Arigoni

ha

ricevuto

questi

soldi

credo

da

bonifici fatti dalle mie società. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Quindi soldi che gestiva lui là erano sempre questi stessi soldi? Voglio capire era un uomo d’affari che aveva soldi suoi, ricco di famiglia che investiva a Panama, o erano soldi relativi sempre a questi bonifici... DICH - MURRI: Erano soldi relativi a questi bonifici. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Lei ha detto che Paul O’Connor... a domanda

ha

richiesto

che

Paul

O’Connor

e

Andrew

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

O’Neil

53


(trascrizione fonetica) erano persone... ha risposto non erano cialtroni. Lei

sa

se

Paul

O’Connor

aveva

dei

precedenti

penali

o

giudiziari in Inghilterra? DICH - MURRI: Ho saputo che avevano avuto un contenzioso in Inghilterra che però l’avevano vinto. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Questo glielo ha detto... DICH - MURRI: Questo me l’avevano detto loro. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Chi Paul O’Connor e O’Neil? DICH - MURRI: Sì. PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

Solamente

in

relazione

a

un

contenzioso? DICH - MURRI: Un contenzioso fiscale. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Ma lei conosceva... queste persone oltre

a

averle

viste

in

queste

occasioni,

le

conosceva

personalmente, le frequentava. Come fa a dire... sapeva che fossero queste persone? DICH - MURRI: Mi erano... prima di conoscerli mi era stata data una immagine dei personaggi da Focarelli che me li ha presentati. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Ma lei le ha mai frequentate queste persone in Inghilterra o in Italia? DICH - MURRI: No. Al di fuori delle vicende lavorative, no. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Lei ha detto che... lei ha detto che...

le

è

stato

detto,

le

è

stato

chiesto...

è

stato

rilevato che lei avrebbe detto che all’inizio pensava che le operazioni fossero lecite.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

54


AVV. OLIVA: C’è opposizione alla domanda. In questi termini è più che suggestiva, nel senso che... PM - DOTT. BOMBARDIERI: Non siamo in fase di esame adesso Presidente, in realtà, siamo in fase... AVV. OLIVA: Come? PM - DOTT. BOMBARDIERI: Non sono in fase di esame. Io sto... (Incomprensibile per sovrapposizione di voci). AVV. OLIVA: È una continuazione dell’esame. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Io sto... non è una continuazione dell’esame. (Incomprensibile per sovrapposizione di voci). T: Scusate un attimo... (Incomprensibile per sovrapposizione di voci). PM - DOTT. BOMBARDIERI: Se mi fate parlare. T: Beh, il... scusate il Codice prevede che la Parte che ha indotto il teste debba... possa concludere l’esame. (Incomprensibile per sovrapposizione di voci). AVV. OLIVA: In discussione Presidente, chiedo scusa, è il modo in cui viene posta la domanda che è suggestiva, ma è di più, è con presupposto falso perché il Pubblico Ministero pone come presupposto

una

risposta

che

il

teste

avrebbe

dato,

manipolando questa risposta. Non si può fare. In questo modo ciò che risponderà il teste sarà del tutto inutile, perché c’è un suggerimento chiaro su dove si vuole andare a parare. T: Riformuli la domanda Pubblico Ministero.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

55


PM

-

DOTT.

BOMBARDIERI:

L’operazione

che

lei

definisce

“traffico Voip” alla base che cosa aveva, era un’operazione illecita o era un’operazione di frode IVA? DICH - MURRI: Era una operazione di frode IVA. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Questo qua gli è stato prospettato dall’inizio o l’ha capito lei spontaneamente lavorando con la società? DICH - MURRI: Per il traffico Voip? PM - DOTT. BOMBARDIERI: Sì. DICH - MURRI: Lo sapevo dall’inizio. PM - DOTT. BOMBARDIERI: Non ho altre domande. AVV.

PLACANICA:

Sono

su

quest’ultima

domanda

del

Pubblico

Ministero lo sapevano tutti dall’inizio. DICH - MURRI: Io non posso sapere se... che cosa, chi era presente alle riunioni lo sapeva. AVV. PLACANICA: Quindi Mokbel lo sapeva dall’inizio? DICH - MURRI: Sì. AVV. PLACANICA: Grazie. T: Lei poco fa rispondendo a una domanda di un difensore disse di avere appreso da Mokbel di questo... della circostanza della

frode

d’IVA,

ma

che

lo

stesso

le

avrebbe

detto

“è

inutile che te lo spiego”. DICH - MURRI: È inutile che ti spiego il meccanismo perché non lo capirai mai. T:

Volevo

capire

se

lei

successivamente

ebbe

modo

di

apprendere e con quali modalità, di quale fosse... DICH - MURRI: Io a tutt’oggi... T: Il meccanismo, perché si possa capire.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

56


DICH - MURRI: A tutt’oggi non saprei... T: Prego? DICH - MURRI: Io a tutt’oggi non saprei organizzarlo... non saprei quelle che sono tecnicamente... T: No, non dico organizzarlo, descriverlo, descrivere le fasi salienti quanto meno per consentirci di capire come... no, non è in grado. DICH - MURRI: Non so... T: Può andare.

IL TRIBUNALE RINVIA ALL’UDIENZA DEL 25 FEBBRAIO 2011, ORE 09.30 AULA OCCORSIO PER L’AUDIZIONE DEL DICHIARANTE PANOZZO EX ART. 210.

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

57


Il presente verbale, redatto a cura di ART.CO. COOP. SOC., è composto da n° 58 PAGINE per un totale di caratteri (spazi inclusi): n. 68.130. L'ausiliario tecnico: Emma Recchia Il redattore: Monica Magistro

Firma del redattore

R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri

58

(11 Udienza 23.02.2011)  

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA SEZ. 1^ COLLEGIALE - 2° COLLEGIO UDIENZA DEL 23/02/2011 R.G. 21927/10 - 23/02/2011 c/ Berriola Luca e Altri REDA...