Page 1

www.primissima.it

GGIO OMA

rivista programma dei cinema

L'alba del pianeta delle scimmie

SETTEMBRE 2011

Incendia la terra LANTERNA VERDE

SUPER 8

DRIVE

BACIATO DALLA FORTUNA

LE TRAME E LE IMMAGINI DI TUTTI I FILM


La TV della 68 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

crediti non contrattuali

a

www.raimovie.it


COLPA 4 I FILM DI SETTEMBRE 19 TUTTA DELLA MUSICA

6 I FILM DI SETTEMBRE 21 THE EAGLE 8 I FILM DI SETTEMBRE 23 CRAZY, STUPID, LOVE 10 KUNG FU PANDA 2

24 LA PELLE CHE ABITO

12 LANTERNA VERDE

DEL PIANETA 27 L'ALBA DELLE SCIMMIE

DELL’ ALTRO 15 COSE MONDO

DALLA 29 BACIATO FORTUNA

17 SUPER 8

30 DRIVE

10

19

21

15

23

24

RIVISTA PROGRAMMMA DEI CINEMA • ANNO 22 N.8-9 - SETTEMBRE 2011 FREE MAGAZINE NATO IL 1 GIUGNO 1990 DISTRIBUITO GRATUITAMENTE NELLE SALE CINEMATOGRAFICHE ITALIANE

Direttore responsabile Piero Cinelli Direttore editoriale Paolo Sivori Editore Multivision S.r.l. Via Fabio Massimo, 107 • 00192 - Roma tel. fax. +39 0645437670 primissima@primissima.it Reg. Trib. Roma n. 73/90 del 1/2/1990 P.Iva 07210901000

Art direction e Grafica Luca Foddis luca.foddis@primissima.it Patrizia Morfù patrizia.morfu@primissima.it hanno collaborato a questo numero Nicoletta Gemmi, Marco Spagnoli, Cristina Marella Palmieri Calendario a cura di Nicoletta Gemmi

stampa PFG • Ariccia (RM) distribuzione nazionale Bartolini REDAZIONE E PUBBLICITÀ

Primissima Via Fabio Massimo, 107 • 00192 - Roma tel. fax. +39 0645437670 primissima@primissima.it


CALENDARIO

26 AGOSTO

PROFESSIONE ASSASSINO (The Mechanic, Usa, 2011) Regia di Simon West con Jason Statham, Ben Foster, Donald Sutherland, Jeff Chase, Christa Campbell 93’, 01 Distribution, azione/thriller

Arthur Bishop (Statham) è un assassino professionista, il migliore nel suo campo. L’uomo, dopo aver ucciso l’amico e mentore Harry (Sutherland) per ordine del capo, decide di addestrare al mestiere il figlio del defunto. Il quale ben presto deciderà di fare a meno di lui. Per sempre. Remake di Professione assassino (1972) con Charles Bronson.

(Flypaper, Usa, 2011) Regia di Rob Minkoff con Tim Blake Nelson, Patrick Dempsey, Mekhi Phifer, Ashley Judd, Greg Germann 110’, Eagle Pictures, thriller

Due diverse bande di criminali si trovano per caso ad assaltare la stessa agenzia bancaria. I primi sono dei professionisti, gli altri dilettanti. Entrambi però, insieme a clienti e impiegati, rimarranno bloccati per un giorno dentro la banca, in una convivenza forzata che farà emergere complicità non sospette.

FRIGHT NIGHT – IL VAMPIRO DELLA PORTA ACCANTO

Un teenager scopre che il suo nuovo ed affascinante vicino di casa

LE REGOLE DELLA TRUFFA

(Farrell) è un vampiro, responsabile di numerosi omicidi. Nessuno in (Fright Night, UK/Usa, 2011) Regia di Craig Gillespie famiglia e tra gli amici gli crede, ed il giovane dovrà sbrigarsela da con Colin Farrell, Anton Yelchin, Christopher Mintz-Plasse, solo... Imogen Poots, David Tennant 120’, Walt Disney, horror/commedia

COME TROVARE NEL MODO GIUSTO L’UOMO SBAGLIATO (Italia, 2011) Regia di Salvatore Allocca, Daniela Cursi Masella con Francesca Inaudi, Mehdi Nebbou, Enrico Silvestrin, Giulia Bevilacqua, Giorgia Surina 98’, 20th Century Fox, commedia

DETECTIVE DEE E IL MISTERO DELLA FIAMMA FANTASMA (Di Renjie, Cina/Hong Kong, 2010) Regia di Tsui Hark con Andy Lau, Carina Lau, Bingbing Li, Tony Leung Ka Fai, Chao Deng 119’, Tucker Film, azione/avventura

THIS IS ENGLAND (UK, 2006) Regia di Shane Meadows con Thomas Turgoose, Stephen Graham, Jo Hartley, Andrew Shim, Vicky McClure 101’, Officine Ubu, drammatico

PINK SUBARU (Israele/Palestina/Giappone, 2011) Regia di Ogawa Kazuya con Loai Nufi, Giuliana Mettini, Ronny Wertheimer, Miki Warshawiak, Ruba Blal 96’, Iris Film Distribution, commedia

Sofia ha alle spalle una lunga serie di relazioni sbagliate. Alice, fotoreporter di guerra, è costretta, per mancanza di lavoro, ad occuparsi di fotoromanzi. Penelope, bella e svampita, è sempre a caccia dell'uomo ideale. Un cambiamento, però, sta per investire la vita delle tre amiche... Nella Cina del 7° secolo, dopo la morte dell’Imperatore, una donna sta per essere incoronata Regina. Ma alcuni membri del clan reale tramano contro di lei. Per bloccarli la Regina richiama il famigerato Detective Dee, un dissidente che lei stessa aveva inviato ai lavori forzati.

Shaun è un ragazzino di dodici anni, senza padre, che viene adottato da un gruppo di skinhead, sullo sfondo dell’Inghilterra di Margaret Tatcher.

Il giovane cuoco di un sushi bar di Tel Aviv riesce a realizzare il sogno di avere una macchina. Ma la notte stessa dell’acquisto, la Subaru nera metallizzata viene rubata ed Elzober, aiutato da tutti gli abitanti del villaggio, si mette alla sua ricerca...

31 AGOSTO

BAD TEACHER – UNA PROF. DA SBALLO (Bad Teacher, Usa, 2011) Regia di Jake Kasdan con Cameron Diaz, Justin Timberlake, Jason Segel, John Michael Higgins, Lucy Punch 92’, Warner Bros., commedia

RUGGINE

(Italia, 2011) Regia di Daniele Gaglianone con Stefano Accorsi, Valerio Mastandrea, Filippo Timi, Valeria Solarino 109’, Fandango, drammatico

I SEGRETI DELLA MENTE (Chatroom, UK, 2011) Regia di di Hideo Nakata con Aaron Johnson, Imogen Poots, Matthew Beard, Hannah Murray, Daniel Kaluuya 97’, Bim, drammatico/thriller

4

Elizabeth (Diaz) è un'insegnante che merita davvero l'insufficienza. E' sboccata, spietata e svogliata. Beve, se la spassa e non vede l'ora di sposarsi e lasciare il suo lavoro. Quando viene scaricata dal fidanzato decide di conquistare un supplente ricco e bello - entrando in competizione con una collega molto energica e determinata.

2 SETTEMBRE La vita povera e selvaggia di una banda di ragazzini, figli di immigrati meridionali, tra i rottami e la ruggine della periferia di una città del nord, negli anni settanta, viene sconvolta dalla scoperta del corpo di una bambina di dieci anni, violentata e uccisa.

Un gruppo di teenager inglesi soli e depressi si incontra quotidianamente in chat. Il leader del gruppo (Aaron Johnson) ha pulsioni suicide e spinge anche i suoi compagni ad una lenta e costante autodistruzione. Dalla pièce di Enda Walsh, un film disturbante sulle maschere che indossiamo nei social network.


CALENDARIO 2 SETTEMBRE

SOLO PER VENDETTA

Mentre Will assiste la moglie in ospedale a seguito di una brutale aggressione, viene avvicinato da uno sconosciuto. L’uomo gli propone di affidarsi alla sua organizzazione per ottenere quella vendetta che la giustizia non gli darà mai. Will accetta l’offerta ma presto la sua vita si trasforma in un incubo.

(The Hungry Rabbit Jumps, Usa, 2011) Regia di Roger Donaldson con Nicolas Cage, Guy Pearce, January Jones 110’, Eagle Pictures, drammatico/thriller

7 SETTEMBRE

QUESTA STORIA QUA

La vita spericolata, le amicizie e gli eccessi del grande Vasco. Da Zocca a Los Angeles, tra C’è chi dice no e l’ultimo singolo Eh... già. Evento alla Mostra del Cinema di Venezia alla presenza della rockstar!

(Italia, 2011) Regia di Alessandro Paris, Sibylle Righetti 78’, Lucky Red, documentario

TERRAFERMA (Italia, 2011) Regia di Emanuele Crialese con Donatella Finocchiaro, Beppe Fiorello, Mimmo Cuticchio, Martina Codecasa, Filippo Pucillo 88’, 01 Distribution, drammatico

Girato interamente (come Respiro) nell'isoletta siciliana di Linosa, racconta attraverso la storia di una famiglia del posto, il drammatico confronto tra due donne (Finocchiaro e Timnit T.) in lotta per il futuro dei figli, una vedova locale ed una immigrata. Dopo il Leone d'Argento di Nuovomondo, Crialese ritorna in concorso a Venezia 68.

9 SETTEMBRE

CONTAGION (Usa/Emirati Arabi, 2011) Regia di Steven Soderbergh con Matt Damon, Gwyneth Paltrow, Marion Cotillard, Kate Winslet, Jude Law 110’, Warner Bros., fantascienza/azione/thriller

L’ULTIMO TERRESTRE (Italia, 2011) Regia di Gian Alfonso Pacinotti con Gabriele Spinelli, Anna Bellato, Roberto Herlitzka 100’, Fandango, drammatico/fantascienza

Un virus che si diffonde con straordinaria rapidità viene individuato su una donna di Minneapolis e contemporaneamente colpisce un uomo d’affari di Hong Kong e una modella a Londra. Il centro per la prevenzione delle malattie infettive allerta i migliori scienziati per trovare una cura efficace, mentre si moltiplicano le voci sulla sua provenienza... Evento speciale alla Mostra di Venezia. Mentre il mondo si appresta ad accogliere l'annunciato arrivo di una civiltà extraterrestre sulla Terra, in Italia l'evento riscuote uno scarso interesse dai media e dall'opinione pubblica. Una fanta-parodia, in concorso a Venezia 68.

BOX OFFICE 3D - IL FILM DEI FILM (Italia, 2011) Regia di Ezio Greggio con Ezio Greggio, Luigi Proietti, Maurizio Mattioli, Enzo Salvi, Giorgia Wurth, Dario Bandiera 90’, Moviemax, commedia

IL DEBITO (The Debt, Usa, 2010) Regia di John Madden con Sam Worthington, Ciarán Hinds, Helen Mirren, Tom Wilkinson, Marton Csokas, Jessica Chastain 114’, Universal Pictures, drammatico/thriller

IL VILLAGGIO DI CARTONE (Italia, 2011) Regia di Ermanno Olmi con Rutger Hauer, Alessandro Haber, Massimo De Francovich, Joe R. Lansdale 87’, 01 Distribution, drammatico

Ezio Greggio è il regista e interprete di questa superparodia dei più grandi blockbuster recenti, da Avatar a Harry Potter, Twilight ... nella prima commedia italiana in 3D.

16 SETTEMBRE 1966, Berlino Est. Tre giovani agenti del Mossad, incaricati di catturare un criminale nazista, noto come "il chirurgo di Birkenau", sono costretti ad ucciderlo prima di riuscire a portarlo in Israele per il processo. A distanza di trent'anni però, il criminale viene avvistato in Ucraina, costringendo i tre agenti, ormai anziani, a ricominciare la caccia. Un gruppo di migranti africani clandestini occupa una chiesa abbandonata, costruendo all’interno dei giacigli di cartone. La vicenda coinvolge inevitabilmente l’anziano prete della parrocchia, il sacrestano, un medico e un graduato. Evento speciale a Venezia 68.

CARNAGE Due coppie di genitori si incontrano per dirimere con civiltà una lite che ha coinvolto i loro figli a scuola. Nonostante i quattro siano acculturati, borghesi e di buone maniere, la discussione iniziata con garbo, gradualmente degenera in una rissa. Tratto da Il Dio della carneficina, piéce di Yasmina Reza, il film di Polanski è in concorso a Venezia 68.

(Francia/Germania/Polonia/Spagna, 2011) Regia di Roman Polanski con Jodie Foster, Kate Winslet, Christoph Waltz, John C. Reilly 79’, Medusa, drammatico

I PUFFI 3D

In fuga da Gargamella, un gruppo di Puffi si rifugia in una grotta che si rivela essere un vortice spazio-temporale. Si ritrovano così nella New York di oggi. Una giovane coppia di sposi li aiuterà a tornare nel loro mondo prima che li scovi il malefico mago.

(The Smurfs, Usa, 2011) Regia di Raja Gosnell 103’, Warner Bros., animazione

6


nel nome del padre dI marco BelloccHio

el campo dI Hernán Belón

pasta nera dI alessandro piva

tHIs Is not a fIlm

dI jaFar panaHi e mojtaBa mirtaHmasB

IndIa matrI BHUmI dI roBerto rossellini

pIccIonI dI venezIa

dI Francesco pasinetti

Film e documentari Cinecittà Luce disponibili su Cubovision Telecom Italia


CALENDARIO 16 SETTEMBRE

SOUL SURFER

(Usa, 2011) Regia di Sean McNamara con Sonya Balmores, Chris Brochu, David Chokachi, Christie Brooke, Kelly Crean 106’, Walt Disney, drammatico/azione

NIENTE DA DICHIARARE (Rien à déclarer, Francia, 2010) Regia di Dany Boon con Benoît Poelvoorde, Dany Boon, Karin Viard, Bouli Lanners, François Damiens 108’, Medusa, commedia

MA COME FA A FAR TUTTO? (I Don’t Know How She Does It, Usa, 2011) Regia di Douglas McGrath con Sarah Jessica Parker, Greg Kinnear, Pierce Brosnan, Kelsey Grammer, Seth Meyers 100’, Moviemax, commedia

MOZZARELLA STORIES (Italia, 2011) Regia di Edoardo De Angelis con Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Andrea Renzi, Giampaolo Fabrizio, Aida Turturro 110’, Eagle Pictures, commedia

La storia vera di una surfista adolescente che dopo aver perso un braccio in seguito all'attacco di uno squalo, ritrova la forza e la determinazione di tornare sulla tavola e diventare una campionessa.

23 SETTEMBRE Quando in Europa cadono le frontiere tra i vari paesi, un doganiere belga e uno francese vedono scomparire all'improvviso il loro posto di lavoro. Nemici da sempre, si ritrovano costretti ad inaugurare la prima brigata mista franco-belga. Dall'autore di Benvenuti al Nord.

La trentacinquenne Kate Reddy non vuole rinunciare per nulla al mondo al suo successo professionale, ma deve fare i conti con due bambini da crescere e un marito esigente.

Tra bufale e mozzarelle, camorra e mafia cinese, country campano e canzoni neomelodiche, Ciccio 2, incontrastato ‘re dei casari casertani’ deve difendere la propria egemonia di produttore di mozzarelle di bufala dall'assalto dei nuovi imprenditori cinesi.

30 SETTEMBRE

CAMBIO VITA

Dave e Mitch sono grandi amici, anche se non potrebbero avere vite

(The Change-Up, Usa, 2011) più diverse. Il primo sposato e con prole, il secondo scapolo irremoRegia di David Dobkin con Ryan Reynolds, Jason Bateman, Mircea Monroe, Alan vibile. Una sera, ubriachi, esprimono il desiderio di vivere uno la vita dell’altro. E la mattina dopo eccoli accontentati... Arkin, Andrea Moore, Leslie Mann, Olivia Wilde 112’, Universal Pictures, commedia

A DANGEROUS METHOD

Il turbolento rapporto tra il giovane psichiatra Carl Gustav Jung

(UK, Francia, Germania, 2011) (Fassbender), il suo maestro Sigmund Freud (Mortensen) e Sabina Regia di David Cronenberg con Michael Fassbender, Keira Knightley, Viggo Mortensen, Spielrein (Knightley), la giovane e bella paziente che si frappone tra loro. Da un testo teatrale di Christopher Hampton, The Talking Cure, Vincent Cassel, Sarah Gadon 112’, Bim, drammatico/thriller rivisto e diretto da David Cronenberg.

SEX AND ZEN 3D (3-D Sex and Zen: Extreme Ecstasy, Hong Kong, 2011) Regia di Cristopher Sun Lap Key con Saori Hara, Vonnie Lui, Irene Chen, Yukiko Suô, Hiro Hayama 129’, Lucky Red, drammatico/erotico

Il giovane Wei, studioso della Dinastia Ming, dopo aver sperimentato il fallimento del matrimonio sotto l'aspetto del desiderio, si trasferisce in un harem dove verrà istruito da due esperte insegnanti.

A BETTER LIFE (Usa, 2011) Regia di Chris Weitz con Demian Bichir, Nancy Lenehan, Joaquín Cosio, José Julián, Carlos Linares, Tim Griffin, Rolando Molina 98’, Eagle Pictures, drammatico

BLOOD STORY (Let me In, Usa, UK/Usa, 2010) Regia di Matt Reeves con Chloe Moretz, Kodi Smit-McPhee, Richard Jenkins, Jimmy ‘Jax’ Pinchak, Sasha Barrese 116’, Filmauro, drammatico/horror

SERVICE STUDENT SERVICES (Francia, 2010) Regia di Emmanuelle Bercot con Déborah François, Mathieu Demy, Alain Cauchi, Benjamin Siksou, Anna Sigalevitch 100’, Bolero Film, drammatico

8

Un padre immigrato clandestino lotta per conquistare un posto all'interno della società per suo figlio, cercando di tenerlo lontano dalle gang e di dargli quelle opportunità che a lui sono state negate, in una cupa e livida Los Angeles.

L’amicizia tra un dodicenne solitario e una strana bambina che esce solo di notte, in una cittadina del Nuovo Messico nei primi anni ottanta, si trasforma in una singolare storia di amore e di sangue tra due quasi-adolescenti. Remake dello svedese Lasciami entrare del 2008.

Laura è una studentessa universitaria diciannovenne e in bolletta. Attaverso Internet trova un sito dove uomini sono disposti a pagare per ‘avere compagnia’. Deciderà quindi di incontrare Joe, un 57enne alla ricerca di giovani donne, giurando a se stessa che sarà la prima e l'ultima volta ...


ANCORA PIÙ RAFFINATO DEL PRECEDENTE CAPITOLO, IN QUESTA NUOVA EROICOMICA AVVENTURA PO DEVE VEDERSELA CON L'AMBIZIONE SMISURATA DI UN GIOVANE PRINCIPE, CHE VUOLE CONQUISTARE LA CINA A SUON DI CANNONATE, E SOLO RISCOPRENDO IL SUO MISTERIOSO PASSATO RIUSCIRÀ A TROVARE LA FORZA PER VINCERE.

P

o sta vivendo un sogno ad occhi aperti, quello di essere diventato il Guerriero Dragone. Il Maestro Shifu gli ha affidato il compito di proteggere la Valle della Pace con l’aiuto dei suoi amici e colleghi maestri di kung fu, i temibili Cinque Cicloni (Tigre, Vipera, Scimmia, Gru e Mantide). Ma la nuova radiosa vita di Po è minacciata dalla comparsa di uno spaventoso criminale, un pavone albino, che ha in mente di utilizzare un’invincibile arma segreta per conquistare la Cina e distruggere il kung fu. Per fronteggiarlo Po deve scavare nel passato per scoprire il segreto delle proprie misteriose origini. Solo a quel punto sarà in grado di trovare la

pace interiore necessaria per trionfare. Secondo episodio di un franchise che nei progetti della casa madre avrà altri tre capitoli, Kung Fu Panda è la produzione più atipica della Dreamworks Animation, molto più vicina ai canoni della Pixar che a quelli della casa che ha realizzato Shrek, Madagascar etc. Più cuore che risate, pillole di cultura zen come prezioso sottotesto, una messa in scena ‘fusion’ tra oriente e occidente, una ricerca iconografica raffinatissima, il mondo di Po si muove su canoni decisamente più alti e nobili rispetto a quelli dei suoi, peraltro fortissimi, compagni di scuderia.

10

La regia di questo sequel, scritto ancora una volta dalla coppia Jonathan Aibel e Glenn Berger, ma con lo zampino di Charlie Kaufman, passa a Jennifer Yuh. Un passaggio importante, perché sia sul piano tecnico che in quello artistico questo secondo capitolo dimostra di avere maggior respiro rispetto all’ originale. Non solo per l’adozione del 3D, ma per l’utilizzo di varie tecniche di animazione nell’ambito della storia. Anche lo script ha uno spessore maggiore, con la scelta di un memorabile villain, un pavone dalle ambizioni sfrenate – che vuole conquistare la Cina, qualsiasi sia il prezzo da far pagare a chi si mette contro di lui - e con la variante della ricerca e scoperta da parte di Po del suo vero padre. Una variante destinata ad avere un peso importante nel finale che scatenerà il lato emotivo/sentimentale della storia. Altro elemento di rilievo, al pari della raffinatezza delle immagini, è la cura del doppiaggio che vede Fabio Volo immedesimarsi sempre di più nel suo adorato Panda.

Kung Fu Panda 2 (USA, 2011) Regia di Jennifer Yuh 91’, Universal Pictures, animazione/avventura 24 AGOSTO

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


DAL DAL24 24AGOSTO AGOSTO AL ALCINEMA CINEMA ININ 3D 3D EE 2D 2D ININ CINEMA CINEMA SELEZIONATI SELEZIONATI KungFuPanda2.it KungFuPanda2.it

DAL 24 AGOSTO DAL 24 AGOSTO AL CINEMA AL CINEMA

IN 3D E 2D IN CINEMA SELEZIONATI

KungFuPanda2.it IN 3D E 2D IN CINEMA SELEZIONATI KungFuPanda2.it


UNA GRANDE AVVENTURA EPICA ATTRAVERSO LE GALASSIE, CON L’INCONTRO CON LE PIÙ STRAORDINARIE POPOLAZIONI ALIENE, ED UNA GUERRA ALL’ULTIMO PIANETA TRA UN CATTIVO STELLARE ED UNA GIOVANE RECLUTA DAL GRANDE FUTURO.

N

ell’infinito universo esiste da secoli una piccola ma potente forza. Protettori di pace e giustizia, vengono chiamati il Corpo delle Lanterne Verdi. Una fratellanza di guerrieri provenienti dai pianeti più remoti e che hanno giurato fedeltà all’ordine inter-galattico, le Lanterne Verdi indossano un anello che conferisce loro dei super poteri. Ma adesso, di fronte alla minaccia del nuovo nemico Parallax di far saltare l’equilibrio che regge tutto l’Universo, il destino del pianeta Terra è nelle mani di una recluta, il primo essere umano mai scelto dalle Lanterne: Hal Jordan (Ryan Reynolds). Hal è un virtuoso e alquanto arrogante pilota collaudatore, e possiede una cosa che nessun membro del Corps. ha mai avuto: l’umanità. Con l’aiuto della sua collega pilota e fidanzata Carol Ferris (Blake Lively), Hal riesce velocemente a impadronirsi e a gestire i suoi nuovi poteri. Se riuscirà a superare anche le sue paure, avrà non solo la possibilità di sconfiggere Parallax… ma di diventare anche il più grande Lanterna Verde di tutti i tempi. La guerra dei supereroi vede contrapporsi due colossi dell’editoria a fumetti, la Marvel contro la DC Comics. Se la prima ha portato sullo schermo i vari Spider-Man, Iron-Man, Thor, Captain America etc. la seconda, che fino ad oggi ha puntato quasi esclusivamente sui suoi campioni Superman e Batman, adesso ha deciso di

ripescare dalla sua notevole library un nuovo supereroe per iniziare un nuovo franchise. Per interpretare Hal Jordan è stato scelto Ryan Reynolds, smargiasso e affascinante al punto giusto per rappresentare l’iniziale insicurezza e la determinazione di un giovane chiamato a salvare la sua bella e l’universo intero da una fantomatica e terrificante minaccia. Ricchissimo sul piano visivo, oltre ad un notevole ‘bestiario’ di personaggi alieni, il film presenta originali ambientazioni galattiche, e scene d’azione planetarie. Del cast da segnalare Peter Sarsgaard che interpreta il Dr. Hector Hammond, uno scienziato fuori di testa ma geniale, e Mark Strong nel ruolo di Sinestro, il potente maestro di Jordan nel Green Lantern Corps. Un personaggio, quest’ultimo da tenere d’occhio, perché rappresenta l’aggancio per il sequel della storia.

Lanterna Verde (Green Lantern, Usa, 2011) Regia di Martin Campbell con Ryan Reynolds, Blake Lively, Peter Sarsgaard, Tim Robbins, Mark Strong, Angela Bassett, Mike Doyle, Jon Tenney, Leanne Cochran 114’, Warner Bros., azione/fantascienza 31 AGOSTO

Lanterna Verde 12

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


UNA DOMANDA A GRAZIA SCHIAVO

IN UNA PROSPEROSA CITTADINA DEL NORD EST, DIEGO ABATANTUONO È UN RICCO IMPRENDITORE, DICHIARATAMENTE XENOFOBO, CHE FA DI TUTTO PER RENDERE LA VITA DIFFICILE A TUTTI GLI IMMIGRATI DEL POSTO. FINCHÉ UN BEL GIORNO GLI IMMIGRATI SCOMPAIONO. Mettiamo una bella, civile e laboriosa città del Nord Est. Mettiamo che questa città abbia una percentuale alta di lavoratori immigrati, tutti in regola e ben inseriti. E mettiamo, per esempio, che un buontempone d’industriale si diverta a mettere quotidianamente in scena un teatrino razzista: iperbole, giochi di parole, battute sarcastiche, tutte, ma proprio tutte, così politicamente scorrette da risultare esilaranti. Mettiamo che un giorno il teatrino si faccia realtà; che gli immigrati, invitati a sloggiare, tolgano il disturbo. Per sempre. La commedia italiana torna a graffiare. Come ai bei tempi dei grandi maestri che raccontavano i vizi pubblici di un paese che da tempo ha perso la capacità di ridere dei propri difetti. Vedi la crociata di alcuni cittadini veneti che sentendosi diffamati solo a leggere la trama, senza minimamente considerare il contesto comico e grottesco in cui si sviluppa, hanno riempito il web di insulti al film, invitando a boicottarlo. Per la prima volta un film italiano affronta le tematiche dell’immigrazione e del razzismo con una robusta vena comica, cercando

di 'spintonare' la coscienza a colpi di risate. Immaginare un mondo di colpo privato dell'apporto degli immigrati extracomunitari significa - come ha sottolineato il regista - andare anche al di là della questione puramente economica, ma pensare alle situazioni paradossali che si creerebbero con la sparizione di quelli-che-fanno-i-lavori-che-noinon-vogliamo-più-fare. Diretto da Francesco Patierno (tratto da A Day without a Mexican di Sergio Arau e Yareli Arizmendi) interpretato dalla coppia Abatantuono - Mastandrea, rispettivamente nei ruoli dell'industrialotto veneto e di un cinico poliziotto romano, oltre a Valentina Lodovini e Grazia Schiavo, verrà presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, nella sezione Controcampo italiano.

Cose dell’altro mondo (Italia, 2011) Regia di Francesco Patierno con Valentina Lodovini, Valerio Mastandrea, Diego Abatantuono, Renato Nuvoletti 90’, Medusa, commedia 2 SETTEMBRE

15

GRAZIA SCHIAVO, LEI NEL FILM È LA GIORNALISTA CHE COMMENTA LA VICENDA 'FITTIZIA', MA SI ASPETTAVA NELLA REALTÀ UNA POLEMICA COSÌ DURA DA PARTE DEI LEGHISTI VENETI? “A parte il fatto che non è un film politico, ma una commedia, questa bagarre è incomprensibile anche perché la fortuna e il prestigio del cinema italiano è proprio fondata sulla capacità di grandi registi di raccontare l’Italia con i suoi difetti. Mi viene in mente, senza voler fare paragoni, Pietro Germi. Un regista che ha raccontato il Veneto e la Sicilia con due capolavori come Signore e Signori e Divorzio all’italiana... Cose dell’altro mondo ipotizza in Veneto una situazione surreale ma non è certo un'accusa ad una regione ricca e laboriosa, con una imprenditoria vivace e illuminata, anche se magari con qualche sacca di intolleranza. Inoltre l'interpretazione magistrale di Diego Abatantuono è così comica e sopra le righe che è impossibile qualsiasi equivoco." SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


UNA PRODUZIONE

PRESENTA UNA PRODUZIONE COSTUMI DI

MONTAGGIO DI

SCENOGRAFIA DI COLONNA SONORA SU ´É VARESE SARABANDE

EFFETTI VISIVI & ANIMAZIONE DI DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA

IN CINEMA SELEZIONATI E

PRODUTTORE ESECUTIVO

PRODUTTORE EFFETTI VISIVI PRODOTTO DA Super8-ilfilm.it

MUSICHE DI SCRITTO E DIRETTO DA


N A CASO IL FILM È AMNO G, ER LB IE SP DI Y AS NT IN UN CINEMA FA LA NOSTALGIA DEL GRANDEECCHIA NELLA REALTÀ POCO RASSICURANTE DI OGGI BIENTATO NEL 1979, SI SPSTINATO AD ENTRARE NELLA STORIA. ‘PICCOLO’ FILM FANTASY DE

N

ell’estate del 1979, un gruppetto di ragazzini di dodici anni, che vive in una piccola cittadina dell’Ohio, vuole girare in super 8 un film sugli zombie. Durante le riprese del loro film diventano testimoni di un catastrofico incidente ferroviario, da cui ‘qualcosa’ fugge. Mentre insolite sparizioni e inspiegabili eventi iniziano ad accadere in città, arriva anche l’esercito, cercando di tenere i cittadini lontani dai luoghi d’indagine. Ma saranno proprio i giovanissimi protagonisti del super 8, Joe, Alice, Charles, Cary, Martin e Preston, a scoprire qualcosa che si rivela essere molto più terrificante di quanto ognuno di loro a v re b b e mai potuto immaginare. Prodotto da Steven Spielberg e diretto da J.J. Abrams – di cui vedremo il prossimo Mission Impossible con Tom Cruise – Super 8 è un rimando al regista di Incontri ravvicinati e di E.T. “Super 8 è un grande omaggio a questo formato di cinema che mi ha accompagnato da bambino, ma è anche una pellicola che vive di vita propria”. Afferma Abrams. In effetti le allusioni a Spielberg, e ad un’epoca dove tutto sembrava possibile, ad un certo punto si ferma per dare spazio al mondo di Abrams ed ai suoi fantasmi, che riflettono un periodo molto meno rassicurante come quello di oggi. Quindi scompare il

buonismo alieno di E.T. per fare spazio ad una trama vagamente horror. “E’ una visione in chiave fanta-thriller della perdita dell’infanzia e dell’innocenza. Un sentimento angosciante come quello provocato dalla perdita di un genitore. Credo che tutto il genere fantasy ruoti intorno a questa idea”. Eccezionali i giovani interpreti, tutti sconosciuti, a parte Elle Fanning, sorella di Dakota, e oramai lanciatissima a Hollywood. Avviso al pubblico: rimanete fino alla fine dei titoli per una coda che include il filmato in super 8 realizzato dagli stessi attori.

Super 8

(Usa, 2011) Regia di J.J. Abrams con Elle Fanning, Joel Courtney, Kyle Chandler, Riley Griffiths, Ryan Lee, Gabriel Basso, Ron Eldard, Noah Emmerich 112’, Universal Pictures, avventura/ fantascienza/thriller 9 SETTEMBRE

17

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


«ERA TEMPO DI RACCONTARE LA SECONDA GIOVINEZZA, LA POSSIBILITÀ DI RICOMINCIARE UNA VITA ANCHE QUANDO SI HANNO GIÀ I CAPELLI BIANCHI» (RICKY TOGNAZZI)

Q

uesta è la storia di una “seconda giovinezza”: Giuseppe (Messeri), a cinquantacinque anni è appena andato in pensione. E’ sposato ed ha una figlia, ma non si può certo dire che sia felice. Grazia (Scattini), la moglie, e la figlia Chiara (Arisa) prese dal loro radicalismo religioso (sono ferventi testimoni di Geova), da anni hanno con lui un rapporto di fredda indifferenza. L’unica nota spensierata gli viene dall’amico Napoleone (Tognazzi), che lo convince ad andare con lui a cantare nel coro della città, dove i “ragazzi” della loro generazione possono ancora svagarsi e fare nuove amicizie. Giuseppe si fa travolgere dalla nuova vita e si innamora di Elisa (Sandrelli), una donna di mezza età conosciuta al coro, anche lei legatissima alla propria famiglia... “Avevo voglia – ha dichiarato Ricky Tognazzi – di realizzare una nuova commedia agrodolce sulla possibilità, anche con i capelli

bianchi, di ricominciare ad amare e a vivere. Non c’è nulla di triste nel mio film, direi che è una sorta di manifesto della rivincita dei cinquantenni. Quando non si è di certo anziani ma ci si rende conto che il corpo comincia ad abbandonarti, a lasciarsi andare e, di conseguenza, vengono meno alcune sicurezze. Ma Tutta colpa della musica è un film molto vitale perché l’amore riesce sempre a credere ad una nuova vita, un nuovo tempo, nuove sfide, nuove tentazioni, nuove possibilità. Questa è la storia di un secondo amore, anzi, di vari secondi amori, che i nostri personaggi vivono con timore e con slancio, incapaci, come forse è giusto, di non travisare quello che è un incipiente crepuscolo per una nuova alba”. Straordinaria sintonia dalla inedita coppia Marco Messeri e Stefania Sandrelli che rendono assolutamente credibile questa nuova relazione che nasce e dona hai personaggi motivi in più per continuare a godersi la vita. “Sono stato molto

19

fortunato con il cast – continua Tognazzi – e anche con la location, Biella, che ci ha accolti e seguiti. Per quanto riguarda gli attori oltre a sicurezze come Messeri, Sandrelli, Elena Sofia Ricci abbiamo voluto Arisa che si è trovata immediatamente a suo agio nella nostra famiglia cinematografica – e Ronny Morena Pellerani che è una ragazza giovanissima e molto bella che ammaglierà e distruggerà il mio Napoleone. Insomma il film è un invito a nascere, rinascere, a vivere a qualsiasi età uno abbia, senza timori, anche quando tutto sembra esserti avverso”.

Tutta colpa della musica (Italia, 2011) Regia di Ricky Tognazzi con Ricky Tognazzi, Marco Messeri, Stefania Sandrelli, Elena Sofia Ricci, Rosalba Pippa, Monica Scattini 98’, Medusa, commedia/drammatico 9 SETTEMBRE

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


1

40 d.C., 20 anni dopo che la Nona Legione è sparita tra le montagne della Scozia, il giovane centurione Marcus Aquila (Channing Tatum) vuole scoprire cosa sia realmente accaduto di quella spedizione. Pertanto, nonostante il suo prestigioso incarico non gli consenta di sconfinare il Vallo di Adriano, decide di imbarcarsi in una rischiosa e personale missione tra le bellicose popolazioni dell’estremo nord, pronte a combattere per difendersi da qualsiasi tentativo di espansione di Roma. Marcus mette a repentaglio la propria vita e la propria carriera per cercare di difendere e magari riabilitare la reputazione del padre, che era il comandante della legione sparita nel nulla. Attraversare il Vallo di Adriano e avventurarsi negli altopiani traditori della Caledonia non sarà facile, considerando che l’unico compagno di viaggio di Marcus sarà Esca (Jamie Bell), il suo schiavo britannico. Insieme dovranno confrontarsi aspramente con le tribù selvagge di quelle terre per cercare di recuperare il prezioso vessillo d’oro dell’Aquila del Nord, la legione perduta, e scoprire cosa è realmente accaduto a quei valorosi soldati ed al loro comandante.

NEL 120 D.C. LA NONA LEGIONE DELL’ESERCITO ROMANO VARCÒ IL VALLO DI ADRIANO PER CONQUISTARE I TERRITORI SCONOSCIUTI DELLA BRITANNIA DEL NORD. NON SE NE SEPPE PIÙ NULLA. TUTTI I 5.000 UOMINI SCOMPARVERO CON IL LORO PREZIOSO STENDARDO…

Cinema allo stato puro, lo scozzese Kevin Macdonald regista dell’acclamato L’ultimo Re di Scozia evita accuratamente l’utilizzo di CGI e ritocchi al computer puntando, invece, su suggestive location e coinvolgenti battaglie alla Braveheart regalando – in questo modo - alla pellicola un’intrigante connotazione realistica. La messinscena ricorda a più riprese – anche se in maniera decisamente originale - Il 13° guerriero di John McTiernan, puntando decisamente sull’azione e sui sentimenti di eroici e nobili personaggi, oltreché sul fascino di un periodo storico poco conosciuto. La sceneggiatura di Jeremy Brock (che aveva già adattato per Macdonald il libro L’ultimo Re di Scozia del giornalista Giles Foden) è basata sul romanzo storico del 1954 The Eagle of the Ninth della scrittrice inglese Rosemary Sutcliff. Il film è stato recitato in inglese e gaelico/scozzese e il cast comprende anche il veterano Donald Sutherland oltre ai due protagonisti Channing Tatum e Jamie Bell, rispettivamente nei ruoli di Marcus e di Esca. Fondamentale anche la scrupolosa ricerca fatta sui costumi e sulle scenografie rispettivamente di Michael O’Connor e Rebecca Alleway, come pure la scelta del direttore della fotografia Anthony Dod Mantle che utilizza con effetti sorpredenti la luce naturale.

The Eagle (Usa/UK, 2011) Regia di Kevin Macdonald con Channing Tatum, Mark Strong, Jamie Bell, Donald Sutherland, Denis O’Hare, Tahar Rahim 114’, Bim, avventura/drammatico/storico 16 SETTEMBRE

21

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


Tutti i biglietti per i migliori eventi di sport, musica e spettacolo RBS 6 Nazioni 2012 Torna a Febbraio 2012 l’attesissimo RBS 6 Nazioni. Sono aperte le vendite per la campagna abbonamenti per l’edizione 2012 del 6 Nazioni. Quest’anno una nuova cornice farà da sfondo alle partite dell’Italia: lo Stadio Olimpico di Roma, dove la Nazionale Italiana affronterà sabato 11 Febbraio 2012 l’Inghilterra e sabato 17 Marzo 2012 la Scozia, nel turno conclusivo della manifestazione. Dal 18 Ottobre invece saranno in vendita i biglietti singoli delle partite.

Scegli Lottomatica Servizi e LisTicket: la grande musica ti aspetta! In palio 150 biglietti per 2 persone per assistere ad un concerto sinfonico dell’Accademia di Santa Cecilia all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Fino al 4 ottobre 2011 paga una bolletta* nei i punti vendita Lottomatica Servizi abilitati o acquista un biglietto Listicket**, conserva gli scontrini o le matrici e partecipa al concorso! LA GRANDE MUSICA TI ASPETTA! Regolamento completo su www.listicket.it e su www.lottomaticaservizi.it Scegli il modo più semplice per acquistare i biglietti dei tuoi eventi preferiti

Call Center

Sito

892982 www.listicket.it IL SETTIMANALE TECNOLOGICO PER ECCELLENZA

Concorso a premi “Lottomatica Servizi ti regala la grande musica”. Durata: dal 4 luglio al 4 ottobre 2011. Estrazione finale: entro il 31 ottobre 2011. Montepremi complessivo: 10.500 €.

Punti vendita LisTicket

Se vuoi ricevere la newsletter La Settimana Tecnologica, vai al sito

www.lasettimanatecnologica.it

Settimanale di informazione e cultura tecnologica

* una bolletta, un bollettino o un tributo. ** nei punti vendita abilitati LISTICKET o mediante call center 892982 o tramite il sito www.listicket.it

N. 12

Direttore Responsabile: Lorenzo Lombardi d'Aquino Direttore Editoriale: Adriano Sivori www.lasettimanatecnologica.it - redazione@lasettimanatecnologica.it Numero 12 - Set 2011 - Reg. Trib. Roma n. 413/2009 del 01/12/2009

Il 3D come non l’avete mai visto, Smart TV Smart Life Avete presente quello che potete già fare con lo smartphone che avete in tasca? Bene, applicate questa logica alla televisione e vi troverete di fronte alle possibilità offerte dalla nuova famiglia di televisori Samsung: le Smart TV. Scrivere tutte le caratteristiche sarebbe impossibile, ma proviamo a segnalarvi le più significative. Gli schermi: partono da 32 e arrivano fino a 60 pollici, senza dimenticare il plasma 3D. Con Samsung Smart Hub è possibile accedere a musica, giochi, film, programmi tv, immagini, video, informazioni, social networking e a qualsiasi contenuto online, anche in Flash, trasformando la TV in un centro d’intrattenimento domestico. Smart TV di Samsung permette di navigare sul web o all’interno della rete locale, grazie alla funzione Smart Naviga e accedere a un’ampia gamma di applicazioni con Samsung Apss. Smart 3D, come fa intuire il nome, permette la riproduzione di contenuti in stereoscopia. In più con il Blu-ray Samsung BD-7500 che si avvia in soli 3 secondi ed è in grado di convertire contenuti 2D in 3D, oltre che in HD, è possibile vivere al meglio l’intrattenimento offerto della Smart TV. G.F.

Roots Rock! Get up Stand up Sono davvero cool gli speaker portatili firmati Marley. Belli, eleganti e in legno certificato FSC (Forest Stewardship Council) sono abbastanza piccoli e pratici, e grazie alla tracolla in cotone puoi portarli con te ovunque tu vada e condividere così con gli amici la tua musica preferita. Gli speaker Roots Rock fanno parte della linea Jammin’, si collegano in maniera semplice al pc, iphone e ipod e sono fatti con materiale ecocompatibile e sostenibile in linea con la mission aziendale della casa Marley. Il suono è pulito e tutti i prodotti Marley sono realizzati per ascoltare i bassi in maniera perfetta. Reggae e non solo, in un prodotto di alta qualità che nella collezione Jammin’ richiama i colori, l’allegria e lo stile Jamaicano. E.G.

Prezzo: € 2.000,00 www.samsung.com

Prezzo: a partire da $ 299,99 www.thehouseofmarley.com

Ricarica al MYGRID

Il tablet per i più piccoli Lo sappiamo, i bambini sono naturalmente più portati all'utilizzo delle nuove tecnologie. LeapFrog pensa la stessa cosa, ed ha realizzato un tablet proprio per i più piccoli. Costa solo un'ottantina di euro (100 dollari) e avrà 100 tipi di giochi differenti in cartucce, libri, applicazioni e video. Caratteristiche tecniche? 2GB di memoria integrata, una fotocamera, il microfono e un touchscreen da 5 pollici che funziona anche A.S. con la stilo. Prezzo: $ 100,00 www.leapfrog.com

Quante volte ci è capitato soprattutto durante i viaggi di aver dimenticato a casa il carica batteria di uno dei nostri apparecchi elettronici? Beh con Duracell MYGRID, una piastrina di 20 cm di lato, ultrasottile e ultraleggera, questo non accadrà più e sarà molto più semplice ricaricare simultaneamente tutti i nostri gadget tecnologici che portiamo in viaggio con noi, dal cellulare all’ipod touch, fino a 4 dispositivi. Basterà appoggiarli sopra il pad ed il gioco è fatto, ed un meccanismo automatico interromperà la ricarica quando il dispositivo è carico. A.S. Prezzo: € 79,90 www.duracell.it


Crazy, Stupid, Love

L

a vita perfetta del quarantenne Cal (Steve Carrell) coronata da successo professionale e felicità familiare - ha sposato Emily (Julianne Moore), la fidanzata del liceo, con cui ha avuto dei figli fantastici e di cui è ancora innamorato - crolla improvvisamente quando Emily gli comunica di avere una relazione extraconiugale, chiedendogli il divorzio. Rimasto da solo e fuori dal tempo, l’uomo passa le serate al bancone di un bar, affogando i dispiaceri nell’alcool. Finché non incontra il trentenne ed aitante Jacob (Ryan Gosling). Donnaiolo convinto, il giovane spinge Cal a gettarsi nuovamente nella mischia, facendogli incontrare nuove donne, provando nuovi stili di vita e recuperando maggior sicurezza in se stesso. Cal riesce a trasformarsi in un uomo nuovo ma non riesce a dimenticare la moglie. Jacob intanto sembra voler iniziare una relazione stabile con la bella Hannah (Emma Stone).

IL TITOLO È TUTTO UN PROGRAMMA. GLI ESITI INCERTI E GLI EFFETTI TRAGICOMICI DI UNA CRISI MATRIMONIALE SCATENANO UNA REAZIONE A CATENA CHE COINVOLGERÀ ALTRE COPPIE. UNA COMMEDIA AGRODOLCE, DIVERTENTE E COMMOVENTE CON UN GRANDE CAST, CON DUE GIOVANI BELLI E BRAVI COME GOSLING E LA STONE E DUE CERTEZZE COME STEVE CARELL E JULIANNE MOORE. Uscita in estate nelle sale americane, la nuova pellicola di Requa e Ficarra, è una commedia davvero riuscita che vi farà ridere ma meno di quello che vi potete aspettare. Cosa ci può essere di originale nella storia di un uomo di quarant’anni lasciato dalla moglie? O di un trentenne sciupafemmine che trova pane per i suoi denti? Moltissimo. Ogni storia è un mondo a parte. Basta saperla guardare. L’ottima sceneggiatura del giovane e talentuoso Dan Fogelman, e la regia di John Requa e Glenn Ficarra (autori del non abbastanza apprezzato I love you Phillip Morris) segue da vicino i personaggi, con le loro contraddizioni, dubbi, paure, amore, pazzie, stupidaggini, che da Cal ad Emily si allarano a Jacob ad Hannah, fino al tredicenne Robbie, figlio di Cal ed Emily, che è follemente innamorato della

babysitter diciassettenne, Jessica, che invece si è presa una cotta per suo padre. Crazy, Stupid, Love analizza in maniera approfondita le relazioni interpersonali, ponendo una domanda cruciale: qual è la strada giusta per avere e ricevere amore, senza farsi male?

Crazy, Stupid, Love

(Usa, 2011) Regia di John Requa, Glenn Ficarra con Ryan Gosling, Steve Carell, Julianne Moore, Emma Stone 118’, Warner Bros. Italia, commedia 16 SETTEMBRE

23

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


MELODRAMMA DARK, CON FLASHBACK E COLPI DI SCENA SPIAZZANTI, IL NUOVO LAVORO DI PEDRO A L M O D O VA R M E T T E I N SCENA UNA STORIA D’AMOUR FOU, IN UN CONTESTO DOVE FRANKESTEIN E HITCHCOCK SI INCONTRANO CON I SUOI FANTASMI SESSUALI E FAMILIARI.

L

’affascinante Dottor Ledgard (Antonio Banderas) ha perduto sua moglie, rimasta gravemente ustionata in seguito ad un incidente d’auto. Da allora si è dedicato interamente alla ricerca scientifica, ed in particolare alla realizzazione di tessuti umani per curare queste grandi lesioni. Quando sua figlia, vittima di uno stupratore, mette fine ai suoi giorni, il chirurgo decide di sequestrare il giovane che lui ritiene responsabile del suo suicidio. E di utilizzarlo come cavia ... Tratto dal romanzo del francese Thierry Jonquet, Tarantola, La piel que habito vede il ritorno di Antonio Banderas, ex attore feticcio di Almodovar, tornato ad incrociare il set con il suo mentore 22 anni dopo Legami.

Banderas veste i panni di Ledgard, chirurgo plastico all’avanguardia nella ricerca cellulare, ma anche esecutore di una morbosa vendetta sull’uomo che ha violentato la figlia sedicenne, rendendola pazza. Il suo progetto più personale è chiuso in una stanza della sua sontuosa villa, nelle sembianze di una donna bellissima, che trascorre le sue ore in solitudine facendo yoga, creando bizzarre sculture, scrivendo sulle pareti. Con la vicenda delirante di un chirurgo folle, di epidermidi innestate, di sorprendenti cambiamenti di sesso, di sequestri, di fratelli che si ritrovano, madri che nascondono segreti inconfessabili, Almodovar ritrova, in chiave fantastica e dark, la sua vena melodrammatica, declinando con mano leggera e ironica vendetta e perdono. Fondamentale l’apporto del cast, con Banderas in uno dei più riusciti personaggi maschili

La Pelle che Abito 24

della sua carriera, e le fantastiche attrici a cominciare da Elena Anaya (Vera), già incantevole in Parla con lei, a Marisa Paredes (Marilia) e Blanca Suárez (Norma).

La pelle che abito (La piel que habito, Spagna, 2011) Regia di Pedro Almodóvar con Antonio Banderas, Elena Anaya, Blanca Suarez, Marisa Paredes, Fernando Cayo 117’, Warner Bros., drammatico 23 SETTEMBRE

SCATTA SCATTAILILQR QRCODE CODE EEGUARDA GUARDAILILTRAILER TRAILER


I

l dottor Will Rodman è un ricercatore di una grande società farmaceutica che studia una cura per l’alzheimer - la malattia che ha colpito suo padre Charles (John Lithgow) -, testando le sue ricerche su delle scimmie da laboratorio. Quando la scimmia Caesar inizia a mostrare segni evolutivi molto rapidi e una crescente intelligenza, il dottor Rodman decide di portarlo a casa sua per sottrarlo alla crudeltà della vita di laboratorio e per poter continuare indisturbato gli esperimenti. La convivenza con il primate, ormai diventato una quasi-persona, è straordinaria. Ma la scimmia è inquieta e Caroline (Freida Pinto) una veterinaria, amica di Will, convince quest’ultimo a portarlo in un ‘Santuario’, un ricovero dove apparentemente le scimmie vengono lasciate vivere liberamente. Ma contrariamente alla sua fama di luogo di accoglienza, in realtà il ‘santuario’ è una squallida prigione. Caesar che grazie alla sua intelligenza è diventato il leader di tutte le scimmie, all’ennesima violenza dei crudeli guardiani, dà vita ad una rivolta che coinvolgerà tutti i primati.

IL TEAM DEGLI EFFETTI VISIVI PLURIPREMIATO CON L’OSCAR, CHE HA DATO VITA ALLA TRILOGIA DI IL SIGNORE DEGLI ANELLI ED AVATAR, SPERIMENTA NUOVE POSSIBILITÀ, CREANDO UNA SCIMMIA IN CGI CAPACE DI DARE UN’INTERPRETAZIONE DI INTENSITÀ ED INTELLIGENZA INIMMAGINABILI, E SVILUPPANDO EPICHE BATTAGLIE AI CUI ESITI SONO SOSPESI I DESTINI DEGLI UOMINI E DELLE SCIMMIE.

Nel 1968 il Pianeta delle scimmie mostrava la terra in un lontano futuro in cui le scimmie sono la specie dominante e gli esseri umani ridotti in schiavitù. Nel 2011 il regista Rupert Wyatt mostra, in modo realistico ed ambientando la storia ai nostri giorni, la genesi di questo cambiamento, raccontando l’evoluzione di questi primati e come esplode la rivolta che rivendicherà il comando sul pianeta. Tutti gli altri film del franchise trattavano di scimmie che si sono evolute nel corso di oltre 3000 anni. Ed erano ambientati in una civiltà già evoluta al punto che le scimmie erano degli animali sociali parlanti. “Questa storia - ha dichiarato Wyatt - è molto più sulle scimmie così come le conosciamo oggi. Non avremmo mai potuto descrivere oggi le scimmie con le tecniche di allora. La vera e propria sfida è stata quella di trovare un modo nuovo e attuale di rappresentarle.” La risposta è arrivata grazie alla Weta Digital di Peter Jackson ed alla tecnica del motion capture “che ci hanno dato la possibilità di realizzare un’intera storia sull’alba di una nuova civiltà”. Per il personaggio principale, lo scimpanzé Cesare, Wyatt si è rivolto ad un veterano del motion capture come Andy Serkis, il Gollum di Il Signore Degli Anelli. L’alba del pianeta delle scimmie ha reso evidenti i progressi di questa tecnica che sono stati realizzati da quando, dieci anni fa, Serkis portò Gollum sullo schermo per la prima volta.

L'alba del pianeta delle scimmie (Rise of the Planet of the Apes, Usa, 2011) Regia di Rupert Wyatt, con Tom Felton , James Franco, Andy Serkis, Brian Cox, Freida Pinto, John Lithgow 105', 20th Century Fox, azione, drammatico, fantascienza 23 SETTEMBRE

27

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


UN CAST STELLARE PER UNA COMMEDIA CHE RACCONTA, ATTRAVERSO UNA COLOSSALE VINCITA AL SUPERENALOTTO, L’ITALIETTA DI OGGI, CON LE SUE ‘MISERIE E NOBILTÀ’. La vita di Gaetano (Salemme), vigile urbano a Parma, è caotica come il traffico cittadino nelle ore di punta e strozzata come il suo conto in banca. La sua bella e sensuale compagna, Betty (Argento), lo costringe ad un tenore di vita ben al di sopra delle sue possibilità. E mentre Gaetano già pensa al matrimonio, lei ha pronte le valigie per fuggire con l’affascinante Comandante Grandoni (Gassman), molto sensibile al fascino di Betty e non solo... Ma, oltre che in amore, i problemi maggiori Gaetano li ha con la banca, che lo assilla per il mutuo, e con la ex moglie (Minaccioni), che pretende il pagamento degli alimenti. Disperato, prova a chiedere aiuto ai suoi colleghi Nicola (Dario Bandiera) ed Osvaldo (Giuseppe Giacobazzi), ma anche loro non se la passano bene economicamente e a Gaetano non resta che sperare nella sorte. Da una vita gioca al Superenalotto gli stessi sei numeri, al chiosco di Antonio (Marco Bazzoni), numeri così semplici che tutta la città conosce. Molti deridono Gaetano per l’ostinazione con cui gioca da sempre la stessa sestina. Una sua amica Grazia (Grimaudo) tenta in tutti i modi di fargli comprendere che non si può affidare il proprio destino al Superenalotto. Ma ben presto tutti dovranno ricredersi... Al

chiosco di Antonio è stata giocata la sestina vincente ed i numeri milionari sono proprio quelli di Gaetano... Ma Gaetano sarà stato davvero “Baciato dalla Fortuna”? Baciato dalla fortuna nasce da un atto unico scritto da Vincenzo Salemme per il teatro o poi adattato per il cinema che narra di un vigile urbano la cui vita cambia grazie al gioco ma, l’interessante, è vedere come mutano atteggiamento nei suoi confronti tutti coloro che ruotano nella sua esistenza. Insomma in maniera molto cinica e divertente, Baciato dalla fortuna, parla della falsità dell’essere umano, di come cambiano i comportamenti quando uno da povero diventa ricco. “Il film – afferma Salemme – non risparmia nessuno, mette a nudo vizi, difetti e qualche virtù di tutti. Fa ridere e fa riflettere, anche sulla vita di provincia e le piccole/grandi cattiverie che la sovrastano. La base teatrale è determinante, dato che con il cast abbiamo improvvisato molto ...”. Giuseppe Giacobazzi è uno dei comici di punta di Zelig, mentre Marco Bazzoni proviene da Colorado Caffè.

29

Baciato dalla fortuna

(Italia, 2010) Regia di Paolo Costella con Vincenzo Salemme, Dario Bandiera, Asia Argento, Alessandro Gassman, Nicole Grimaudo, Elena Santarelli 100’, Medusa, commedia 30 SETTEMBRE

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


A “VOLEVO FARE DEL MIO FILM UNA FIABA A LOS ANGELES. QUELLO DI DRIVER È UN PERSONAGGIO MITOLOGICO: L’UOMO CHE INDOSSA UNA GIACCHETTA DI RASO CON UNO SCORPIONE SULLA SCHIENA E PROTEGGE GLI INNOCENTI DAL MALE, SACRIFICANDOSI IN NOME DELLA PUREZZA”.

utista di nome e di fatto, Driver divide la propria vita come stuntman e meccanico di giorno e autista di rapine la notte. Una doppia vita che apparentemente riesce a gestire in entrambi i casi con assoluta precisione. Professionista della guida, è lui a dettare le condizioni: porta i rapinatori sul posto e aspetta cinque minuti esatti. Non un secondo di più. Questa rigorosa routine è scombussolata dall’incontro con la vicina di casa Irene, madre del piccolo Benicio e sposata con Standard, in procinto di uscire di galera. Quando quest’ultimo torna in libertà, la malavita si fa subito avanti vantando un conto aperto e minacciando, per mettere le cose in chiaro, la donna ed il bambino. Driver allora decide di dare una mano, a modo suo. Premio per la miglior regia al Festival di Cannes, questa seconda pellicola americana del talentuoso regista danese Nicolas Winding Refn è stata la vera sorpresa del Festival. Rivisitazione originalissima ed emozionante del cinema noir degli anni 70, Drive è cinema di genere all’ennesima potenza. Che alla visionarietà e abilità di Winding Refn unisce il talento dell’attore canadese Ryan Gosling, un memorabile anti-eroe, che parla pochissimo, a parte lo sguardo e le pieghe delle labbra, e che riecheggia vagamente Steve McQueen. Una trama noir con squarci di improvvisa quanto efferata violenza,

30

adrenaliniche riprese action ed una sottotrama melo di ineffabile romanticismo, Drive è senza dubbio uno dei film più sorprendenti dell’anno. Non solo per la rilettura personalissima del genere (con rimandi a vari titoli tra cui il sottovalutato Driver l’Imprendibile di Walter Hill) ma in particolare per gli straordinari contributi tecnici a cominciare dalla fotografia di Newton Thomas Sigel che riesce a stupire con le immagini aeree di una Los Angeles notturna, forse ancora più emozionanti di quelle digitalizzate di Collateral di Michael Mann, ad una colonna sonora che stabilisce un dialogo emozionale tra musica e storia, non solo con i battiti della partitura synth di Cliff Martinez, ma soprattutto con due brani come la tenebrosa Nightwalk di Kavinsky che accompagna i titoli di testa rosa shocking e l’ariosa e dolente A Real Hero dei College, due pezzi di elettronica gravidi di sonorità anni ’80.

Drive (Usa, 2011) Regia di Nicolas Winding Refn con Ryan Gosling, Bryan Cranston, Carey Mulligan, Albert Brooks, Oscar Isaac 95’, 01 Distribution, drammatico/ azione 30 SETTEMBRE

SCATTA IL QR CODE E GUARDA IL TRAILER


Primissima cinema settembre 2011  

Primissima cinema

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you