Page 1

www.primissima.it

GGIO OMA

rivista programma dei cinema

Pirati dei Caraibi 4

maggio 2011

La saga si rinnova Paul

Red

X-Men: L’inizio

Una notte da leoni 2

LE TRAME E LE IMMAGINI DI TUTTI I FILM


I LEONI SON

UN FILM DI T


NO TORNATI

TODD PHILLIPS

WARNER BROS. PICTURES PRESENTA IN ASSOCIAZIONE CON LEGENDARY PICTURES UNA PRODUZIONE GREEN HAT FILMS UN FILM DI TODD PHILLIPS “UNA NOTTE DA LEONI 2” (THE HANGOVERMUSICPARTA I ) BRADLEY COOPERMONTAGGIED HELMS ZACH GALIFIANAKIS KEN JEONG O JEFFREYSCENOGRAFI TAMBORE CON JUSTIN BARTHA E PAUL GIAMATTI DI CHRISTOPHE BECK DI DEBRA NEIL-FISHER, A.C.E. MIKE SALE DIRETTORE DELLA PRODUTTORI DI BILL BRZESKI FOTOGRAFIA LAWRENCE SHER ESECUTIVI THOMAS TULL SCOTT BUDNICK CHRIS BENDER J.C. SPINK SCRITTO PRODOTTO DIRETTO DA CRAIG MAZIN & SCOT ARMSTRONG & TODD PHILLIPS DA TODD PHILLIPS DAN GOLDBERG DA TODD PHILLIPS www.unanottedaleoni2.it

BANGKOK LI HA STESI

25 · 5 · 2011


film del 6 i6-11-13 maggio

dei Caraibi 16 Pirati Oltre i Confini del Mare

del 7 i20film - 27 maggio

21 corpo celeste

9 Fast & Furious 5

22 Una notte da leoni 2

1 - 3 giugno

11 Paul

25 The Tree of Life

13 red

26 X-Men: l'inizio

9

15 Un perfetto gentiluomo 28 64esim0 Festival di Cannes

15

16

21

25

rivista programmma dei cinema • anno 22 n.5 - maggio 2011 Free magazine nato il 1 giugno 1990 distribuito gratuitamente nelle sale cinematografiche italiane

Direttore responsabile Piero Cinelli Direttore editoriale Paolo Sivori Editore Multivision S.r.l. Via Fabio Massimo, 107 • 00192 - Roma tel. fax. +39 0645437670 primissima@primissima.it Reg. Trib. Roma n. 73/90 del 1/2/1990 P.Iva 07210901000

Art direction e Grafica Luca Foddis luca.foddis@primissima.it Patrizia Morfù patrizia.morfu@primissima.it hanno collaborato a questo numero Nicoletta Gemmi, Marco Spagnoli, Cristina Marella Palmieri Calendario a cura di Nicoletta Gemmi

stampa PFG • Ariccia (RM) distribuzione nazionale Bartolini Redazione e pubblicità

Primissima Via Fabio Massimo, 107 • 00192 - Roma tel. fax. +39 0645437670 primissima@primissima.it


Tutti i biglietti per i migliori eventi di sport, musica e spettacolo CINECITTA’ SI MOSTRA Un percorso spettacolare negli Studios di Cinecittà per scoprire i segreti del Cinema. Apre al pubblico da venerdì 29 Aprile Cinecittà SI Mostra, che vede per la prima volta aperti al pubblico gli Studios di Cinecittà. La mostra ripercorre la storia di Cinecittà: le scene, i costumi, i set, i personaggi - attori, registi, produttori - che sono passati in quella che è stata definita la “Fabbrica dei sogni”, ma anche come si realizza un film dalla sceneggiatura alla post-produzione. Tanti gli spazi espositivi, sia al chiuso che all’aperto, dalla Palazzina Fellini, passando per il viale Broadway, attraversando il set Gangs of New York di Martin Scorsese, fino al set della Roma imperiale. Acquista i biglietti con LisTicket ed evita la fila! PINO DANIELE & ERIC CLAPTON Concert For Open Onlus - In Aid Of Children Il 24 Giugno allo Stadio di Cava dei Tirreni (Salerno) è in programma un concerto unico ed irripetibile. I due grandi artisti si esibiranno, per la prima volta insieme, in una serata live senza precedenti. Solo con Listicket è possibile acquistare insieme al biglietto la Card, valida per il solo settore poltronissima/poltrona, con la quale potrai usufruire di privilegi, offerte speciali e servizi dedicati. Cosa aspetti, scopri le offerte!

Scegli il modo più semplice Sito per acquistare i biglietti dei tuoi www.listicket.it eventi preferiti Call Center

892982

Punti vendita LisTicket

GLI EVENTI DA NON PERDERE Acquista con LisTicket in anteprima i biglietti del grande ritorno sulla scena musicale di Laura Pausini senza ulteriori diritti d’agenzia; con LisTicket paghi solo il prezzo del biglietto! Non perdere il Campionato Mondiale Under20 di rugby dal 10 al 26 Giugno 2011 e in più ricorda che LisTicket è rivenditore esclusivo di tutti gli eventi dell'Auditorium Parco della Musica e dell’Accademia Santa Cecilia!

IL SETTIMANALE TECNOLOGICO PER ECCELLENZA

www.listicket.it

Se vuoi ricevere la newsletter La Settimana Tecnologica, vai al sito

www.lasettimanatecnologica.it Direttore Responsabile: Lorenzo Lombardi d'Aquino Direttore Editoriale: Adriano Sivori www.lasettimanatecnologica.it - redazione@lasettimanatecnologica.it Numero 10 - Maggio 2011 - Reg. Trib. Roma n. 413/2009 del 01/12/2009

N. 10

Settimanale di informazione e cultura tecnologica

Il social network degli sportivi – We-Sport

Il 3D senza occhialini La HDR-TD10 è una delle ultime videocamere HD nate in casa Sony. Acclamata al CES 2011 di Las Vegas come la prima videocamera “double full HD” la HDR-TD10 si serve di un sistema integrato con due obiettivi, che include e raddoppia tutti i componenti principali: doppio obiettivo Sony G, doppio sensore CMOS Exmor R e doppio processore d’immagine BIONZ. In questo modo è possibile convertire e riprodurre automaticamente i contenuti tridimensionali in formato Full HD 2D sugli schermi che non supportano il 3D, mentre i filmati in 3D possono essere visualizzati, senza occhiali, sul touchscreen LCD Xtra Fine da 3,5 pollici del camcorder. Insomma, Sony continua a stupirci, aggiungendo al design elegante tutte le caratteristiche più all’avanguardia della A.S. categoria. Prezzo: $1,499.99 http://www.sonystyle.com

Allo SMAU di Roma uno degli stand che ci ha più colpito è stato senza dubbio quello di We-Sport. Si tratta di un social network che, attraverso la geo-localizzazione e l’attività praticata, mette in relazione gli sportivi con Più sottile, più veloce, più leggero è l’iPad2 l’obiettivo di creare una community. Dal Dopo tanta attesa e tanti rumors è finalmente portale e dall’ iPhone l’utente può visionare uscito anche in Italia il nuovo iPad2. Si è assistito sulla mappa chi pratica la sua stessa attività a file chilometriche davanti agli Apple store, sportiva, con quali orari e in quali giorni. Se si dove centinaia di persone hanno aspettato ore cerca ad esempio un compagno per giocare per aggiudicarsi per primi l’esclusivo tablet. a tennis basta collegarsi alla piattaforma, Tante le nuove funzioni rispetto alla versione inserire tutte le informazioni e trovare così precedente, iniziamo dal cuore del dispositivo, chi è disponibile a condividere la stessa la CPU dual core A5, che permette all’iPad 2 di passione. Attualmente sono gestiti più di 200 avere una potenza doppia rispetto al chip A4 sport e una sezione speciale dedicata alle della prima generazione di iPad, mentre la attività dei diversamente abili. Ma We-Sport è potenza del chip grafico è superiore di ben anche dedicato al sociale con SPORTIAMO lo nove volte. Dispone di due videocamere, ed è sport che unisce, il progetto di inclusione più sottile e più leggero rispetto al precedente, sociale e alfabetizzazione relazionale in più è disponibile in due colori: nero e bianco. attraverso lo sport, tra le iniziative ci sono i Dimensioni e risoluzione del display invece corsi gratuiti tenuti da ex campioni dello restano invariate. Da 16GB, 32GB e 64GB. A.S. sport e rivolti a bambini e adolescenti E.G. svantaggiati. Prezzo: a partire da € 479,00 www.we-sport.com www.apple.com

Il guanto – touch, comodo e pratico Tutti gli scooteristi/motociclisti possessori di iPhone o iPod hanno un problema in comune: quando ci si ferma al semaforo e si vuole controllare al volo la posta, o cambiare la traccia audio che si sta ascoltando, i guanti rappresentano un ostacolo insormontabile, perchè impediscono di interagire con il dispositivo. The North Face ha risolto il problema con gli E-tip Gloves, guanti compatibili con tutti i principali modelli di iPod e iPhone attualmente disponibili sul mercato: dal design futuristico, la punta dell’ indice e del pollice di questi guanti è ricoperta dal particolare tessuto X-static che, tramite uno strato d’argento, fa da conduttore di elettricità statica tra le dita e lo schermo dell’iPod. G.F. Prezzo: € 35,00 circa www.thenorthface.com


Calendario Senza arte né parte (Italia, 2011) Regia di Giovanni Albanese con Vincenzo Salemme, Giuseppe Battiston, Donatella Finocchiaro, Hassani Shapi, Giulio Beranek 95’, 01 Distribution, commedia

Hai paura del buio (Italia/Romania, 2010) Regia di Massimo Coppola con Erica Fontana, Alexandra Pirici, Marcello Mazzarella, Manrico Gammarota 95’, Bim, drammatico

Milo su Marte (Mars Needs Moms, Usa, 2011) Regia di Simon Wells 88’, Walt Disney, animazione

Come l’acqua per gli elefanti (Water for Elephants, Usa, 2011) Regia di Francis Lawrence con Robert Pattinson, Reese Witherspoon, Christoph Waltz, Hal Holbrook, James Frain 122’, 20th Century Fox, drammatico

Machete (Usa, 2010) Regia di Robert Rodriguez, Ethan Maniquis con Danny Trejo, Robert De Niro, Jessica Alba, Steven Seagal, Michelle Rodriguez 105’, Lucky Red, azione/avventura/thriller

Il primo incarico (Italia, 2010) Regia di Giorgia Cecere con Isabella Ragonese, Francesco Chiarello, Alberto Boll, Miriana Protopapa, Rita Schirinzi 90’, Teodora Film, drammatico

Tatanka (Italia, 2011) Regia di Giuseppe Gagliardi con Clemente Russo, Giorgio Colangeli, Rade Serbedzija, Carmine Recano, Alexander Yassin 100’, Bolero Film, drammatico/biografico

Beastly (Usa, 2011) Regia di Daniel Barnz con Vanessa Hudgens, Alex Pettyfer, Mary-Kate Olsen, Peter Krause, Lisa Gay Hamilton 86’, Videa – CDE, drammatico/fantasy/romantico

Uomini senza legge (Hors-la-loi, Belgio/Algeria/Francia, 2010) Regia di Rachid Bouchareb con Jamel Debbouze, Roschdy Zem, Sami Bouajila 138’, Eagle Pictures, drammatico/storico

Con gli occhi dell’assassino (Los ojos de Julia, Spagna, 2010) Regia di Guillem Morales con Belen Rueda, Lluís Homar, Pablo Derqui, Francesc Orella, Joan Dalmau 112’, Moviemax, horror

The Housemaid (Hanyo, Corea, 2010) Regia di Im Sang-soo con Do-yeon Jeon, Jung-Jae Lee, Woo Seo 106’, Fandango, thriller

6 maggio Il premiato pastificio Tammaro nel Salento viene modernizzato con una completa meccanizzazione della produzione. A farne le spese sono gli operai Enzo, Carmine e Bandula che perdono il lavoro. Per aiutarli, il proprietario dell’azienda offre loro, temporaneamente, di fare i custodi di un magazzino dove è ospitata una collezione d’arte moderna. I tre disperati scopriranno che quest’ultima è fragile da maneggiare e difficile da capire. Ma molto facile da falsificare. Eva, una ragazza rumena di venti anni, arriva in Italia in cerca di lavoro. La sua meta è Melfi, sperduto paese della Basilicata, sede di una grande fabbrica della Fiat. Trova ospitalità da Anna, una sua coetanea operaia, ma Eva ha dei segreti da nascondere, e da cercare.

A nove anni Milo pensa di non aver più bisogno della mamma. Ma quando quest’ultima viene rapita dagli alieni, si farà in quattro per salvarla, affrontando un viaggio spaziale in un pianeta alieno...

Nell’America degli anni venti un giovane studente di veterinaria, in crisi dopo la morte dei genitori, si unisce ad un circo itinerante, dove incontrerà due grandi passioni, destinate inevitabilmente a scontrarsi: con l’indocile elefantessa Rosie, e con Marlena - la cavallerizza, moglie del sadico e violento domatore di elefanti. Machete, un agente federale messicano, fuggito in Texas per sfuggire ad una banda di trafficanti, viene ingaggiato per assassinare un Senatore. Quando Machete passa all’azione scopre però di essere stato raggirato e coinvolto in un tranello. Ma la sua risposta sarà più che adeguata. Annunciato dal finto trailer di Grindhouse arriva il pulp western di Rodriguez. 1953. Nena, una ragazza del Sud, deve trasferirsi lontano da casa per il suo primo incarico come maestra. Deve lasciare Francesco, il suo grande amore, e recarsi in un piccolo posto sperduto della Puglia, tra gente ignorante e ostile. Ma a Nena il coraggio non manca, anche se, in un freddo giorno di febbraio tutto sembra per sempre perduto. Liberamente tratto da un racconto di Roberto Saviano, contenuto nel suo secondo libro, La bellezza e l’inferno, la pellicola racconta la storia (vera) di Michele che, grazie alla boxe, riesce a riscattarsi socialmente senza scivolare nel baratro della camorra. Protagonista il pugile professionista Clemente Russo, campione italiano e medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Pechino 2008, soprannominato Tatanka.

11 maggio

Kyle, un diciassettenne di New York, il più fico del liceo, si diverte a umiliare una compagna di classe che ha fama di essere una strega. Lei decide di dargli una lezione, trasformandolo in un mostro. Kyle ha un anno per trovare una ragazza che guardi oltre e che s’innamori di lui; se non ci riuscirà rimarrà per sempre “bestia”.

Dopo aver perso la loro casa in Algeria, tre fratelli si dividono e vanno a vivere in paesi diversi del mondo. Messaoud si unisce all’Esercito francese; Abdelkader diventa un leader del movimento di indipendenza algerino; Saïd si trasferisce a Parigi. Gradualmente, i loro destini tornano ad incrociarsi nella capitale francese, dove la libertà è l’ultima battaglia da combattere e vincere.

13 maggio

Julia, affetta da una malattia che le causa una perdita progressiva della vista, scopre che la sorella gemella si è tolta la vita. Julia è convinta che il suicidio sia legato ad un terribile segreto di famiglia e che ci sia un assassino in libertà pronto a colpire ancora. Mentre cerca di scoprire la verità, la sua vista continua a peggiorare.

Euny viene assunta come aiuto-governante presso una ricca famiglia. Il padrone di casa, Hoon, la seduce e ne fa la sua amante. E dopo averla messa incinta, la costringe ad abortire. La donna mediterà la sua vendetta. Remake del capolavoro omonimo del 1960 di Kim Ki-young.


Il dilemma – La verità fa male (The Dilemma, USA, 2011) Regia di Ron Howard con Vince Vaughn, Kevin James, Winona Ryder, Jennifer Connelly, Queen Latifah 111’, Universal Pictures, drammatico/commedia

The Beaver (Usa, 2010) Regia di Jodie Foster con Mel Gibson, Jodie Foster, Jennifer Lawrence, Anton Yelchin, Zachary Booth 100’, Medusa, commedia/drammatico

Il ragazzo con la bicicletta (Le gamin au vélo, Francia, 2011) Regia di Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne con Jérémie Renier, Cécile De France, Olivier Gourmet 87’, Lucky Red, drammatico

Killer Bean Forever (Usa, 2009) Regia di Jeff Lew 85’, Wave Distribution, animazione

Cirkus Columbia (Bosnia Herzegovina, Francia, Gran Bretagna, 2010) Regia di Danis Tanovic con Miki Manojlovic, Boris Ler, Mira Furlan, Milan Strljic, Jelena Stupljanin 113’, Archibald Film, drammatico

6 giorni sulla terra (Italia, 2011) Regia di Varo Venturi con Massimo Poggio, Ludovico Fremont, Laura Glavan, Marina Kazankova, Pier Giorgio Bellocchio, Nazzareno Bomba, Varo Venturi 100’, Bolero Film, drammatico/fantascienza

Garfield 3D (Garfield’s Pet Force, Corea del Sud/USA, 2009) Regia di Mark A.Z. Dippe’ 110’, Medusa, animazione

Nader and Simin – A Separation (Iran, 2011) Regia di Asghar Farhadi con Sareh Bayat, Sarina Farhadi, Peyman Moadi, Babak Karimi, Ali-Asghar Shahbazi 123, Sacher Film, drammatico

Zack e Miri - Amore a... primo sesso (Zack and Miri Make a Porno, Usa, 2008) Regia di Kevin Smith con Seth Rogen, Elizabeth Banks, Traci Lords, Jason Mewes, Betty Aberlin. Jeff Anderson, 102’, M2 Pictures, commedia

Four Lions (UK, 2010) Regia di Christopher Morris con Benedict Cumberbatch, Julia Davis, Alex MacQueen, Kayvan Novak, Chris Wilson 97’, Videa – CDE, commedia

Naomi (Hitpartzoot X, Israele/Francia, 2010) Regia di Eitan Zur con Suhel Haddad, Rami Heuberger, Melanie Peres, Yossi Pollak, Orna Porat 90’, Bolero Film, drammatico

20 maggio Che cosa fareste se vedeste la moglie del vostro migliore amico con un altro uomo? Dirgli o non dirgli la verità? E’ ciò che succede a Ronny (Vince Vaughn), che dopo una serie di esilaranti vicissitudini, dovrà rivedere i concetti di lealtà e di fedeltà.

Walter possiede un’azienda che produce giocattoli sull’orlo del fallimento. Da tempo inoltre soffre di una forma di depressione che lo ha allontano dalla famiglia. Quando trova in un cassonetto un castoro (beaver) di peluche, l’uomo inizia a proiettare le sue aspettative sull’essere inanimato, riuscendo a riconquistare la moglie e il successo dell’azienda. Ma nel frattempo il castoro è diventato sempre più ingombrante e pericoloso. In concorso al Festival di Cannes, il nuovo film dei fratelli Dardenne ha come protagonista Cyril, 12 anni e un’idea fissa: ritrovare suo padre che lo ha lasciato provvisoriamente in un istituto per l’infanzia. Sulla sua strada trova Samantha, una donna che gli vuole molto bene. Ma il ragazzo non è in grado di comprendere l’amore, accecato dalla collera e dai sentimenti di abbandono. Una divertente parodia animata degli action alla John Woo, con al centro fagioli e chicchi di caffè. Ma siamo a Beantown, una giungla urbana dove le pallottole fioccano da ogni parte, tra break-dancer, battaglioni di fagioli killer e di fagioli poliziotto ed un cattivissimo boss della mafia chiamato Cappuccino.

27 maggio Bosnia-Erzegovina, 1991. Il regime comunista è caduto e Divko Buntic torna nel suo piccolo paese dove è cresciuto. Dopo vent’anni di esilio in Germania, Divko si presenta con una Mercedes rosso fiammante, una giovane e sexy fidanzata, il gatto nero portafortuna Bonny e un pacco di marchi tedeschi. Tratto dall’omonimo esordio letterario del giornalista croato Ivica Djikic. Un coraggioso scienziato e ufologo studia da anni i rapimenti alieni ricavando la sconvolgente tesi che alcune razze extraterrestri da millenni impiantano le proprie personalità nel cervello degli umani rapiti onde usarli come contenitori da abitare. Dopo aver sviluppato una tecnica per liberare le persone che inconsapevolmente li ospitano, incontra la diciottenne Saturnia, che afferma di essere un’addotta...

1 giugno Il celebre gatto Garfield e il suo alter ego super-eroe palestrato Garzooka devono allearsi per contrastare la super cattiva Vetvix e salvare il mondo dalla minaccia aliena.

Nader e Simin hanno ottenuto il visto per lasciare l’Iran ma Nader si rifiuta di partire e lasciare il padre affetto da Alzheimer. Simin intende chiedere il divorzio per partire lo stesso con la figlia Termeh e, nel frattempo, torna a vivere da sua madre. Il dramma di questa coppia nel film iraniano vincitore dell’Orso d’Oro del Festival di Berlino 2011.

3 giugno Zack e Miri, amici sin dai tempi della scuola, vivono insieme in un appartamento e non hanno un soldo, nemmeno per pagare le bollette. Per sbarcare il lunario iniziano a girare, in maniera molto amatoriale, dei film porno. Fare sesso fra loro non rovinerà nulla... Peccato che quello che era partito come un accordo di affari si trasforma in qualcosa di decisamente diverso e inaspettato. Quattro musulmani residenti a Londra decidono di aprire una cellula islamica terrorista. I quattro devono portare a termine un attentato nel loro territorio: ma sono stupidi e maldestri e gli esiti saranno insieme tragici e ridicoli. Ilan Ben-Natan è un sessantenne professore di astrofisica dell’Università di Haifa, sposato con una giovane 28enne. Quando scopre che la moglie lo tradisce, uccide l’amante e con la complicità della madre ottantenne fa scomparire il cadavere. Ma il cadavere viene scoperto, e tutte le tracce sembrano portare alla scoperta dell’assassino. Ma un inatteso avvenimento cosmico rimetterà ogni elemento in discussione.


FAST & FURIOUS 5 A dieci anni esatti dall’uscita del primo episodio ritornano Dom Toretto e Brian O’Conner, alle prese con l’ultimo colpo ‘fast & furious’ della loro storia. Ma sulla loro scia troveranno Hobbs. Un osso duro interpretato dalla new entry Dwayne ‘The Rock’ Johnson.

D

a quando Brian O’Conner (Paul Walker) e Mia Toretto (Jordana Brewster) hanno fatto evadere Dom (Vin Diesel), hanno attraversato molti confini per sottrarsi alle autorità. Ora, rintanati in un angolo di Rio de Janeiro, devono organizzare un ultimo colpo per ottenere la libertà. Ma prima, devono riuscire a smarcarsi da due mastini che gli stanno alle costole. Il primo è un corrotto uomo d’affari che li vuole morti. L’altro è il caparbio Agente Federale Luke Hobbs (Dwayne Johnson), famoso per non mancare mai la preda. Quest’ultimo si è lanciato con tutta la sua squadra a caccia di Dom e Brian. E mentre i suoi uomini setacciano il Brasile, Hobbs deve contare sul suo fiuto per far cadere in trappola le sue prede… prima che qualcun altro le faccia fuori. Dopo un paio di anni di silenzio, e in attesa di tornare a vestire i panni di Richard B. Riddick nel 2012, Vin Diesel ha ripreso il ruolo che lo ha fatto diventare un mito dell’action: Dominic Toretto, ex-galeotto, meccanico straordinario e pilota imbattibile oltre che

spericolato. Era il 2001 quando usciva The Fast and The Furious e gli spettatori incontravano lui e il suo amico, Brian O’Conner, poliziotto poi ex-poliziotto, impersonato da Mister Biutiful ovvero l’attraente biondino Paul Walker. E se già Fast & Furious – Solo parti originali, ovvero il quarto capitolo della saga, metteva in secondo piano le corse illegali in favore di classici inseguimenti da film poliziesco, questo quinto film prosegue con ancora maggiore decisione su questa strada. Dom insieme alla sorella Mia e all’inseparabile amico Brian devono infatti organizzare il colpo del secolo, per poi sparire per sempre. Le precise parole che escono dalla bocca del muscoloso Dom sono: “Se volete sopravvivere non pensate da poliziotto”. Peccato che il destino gli pone davanti il roccioso Dwayne ‘The Rock’ Johnson (un altro duro mica da ridere, un’ulteriore pieno di testosterone nel serbatoio della serie), Agente Federale a capo di una Squadra Speciale. Johnson è la vera novità, a livello di cast e non solo, di questo quinto giro di pista.

Fast & Furious 5

(Fast Five, Usa, 2011) Regia di Justin Lin con Vin Diesel, Paul Walker, Dwayne Johnson, Jordana Brewster, Tyrese Gibson 107’, Universal Pictures, azione/avventura 4 maggio

9

Scatta il QR code e guarda il trailer


SIMON

NICK

JASON

KRISTEN

cON

SIGOURNEY

BILL

e

SETH

PEGG FROST BATEMAN WIIG HADER WEAVER ROGEN Nel RuOlO Di paul

LA DI PAVOCE UL È D

ELIO

I

CHI È PRONTO PER UN INCONTRO RAVVICINATO? www.chiepaul.it

© 2010 Universal stUdios. all rights reserved.


ANTEPRIMA

D

opo aver partecipato al Comic-Con, leggendaria convention di San Diego per gli appassionati di fumetti e di fantascienza, i due nerd inglesi Graeme Willy (Pegg) e Clive Gollings (Frost) proseguono con la visita di tutti quei luoghi che ogni adepto della materia deve conoscere, in particolare la famigerata Area 51. I due non sanno che la loro gita oltreoceano sta per trasformarsi in una delle avventure più folli e surreali che abbiano mai vissuto, visto che durante il viaggio incroceranno nientemeno che un alieno in carne ed ossa. Si tratta di un omino grigio, magro, con il testone e gli occhi enormi di nome Paul (doppiato, nella versione originale, da Seth Rogen). Un essere estremamente simpatico, sboccato, pieno di vizi ma molto più umano di quello che Graeme e Clive potessero mai pensare. Paul racconterà la sua storia ai due increduli ma curiosissimi nuovi amici. Ovvero di essere fuggito da una base segreta dove, dopo anni di consulenza per il Governo, era divenuto oramai un essere obsoleto e scomodo. Insomma Paul fa capire che sa molte cose, forse troppe, e se fosse rimasto in quel luogo il suo corpo sarebbe divenuto oggetto di studi anatomici o chissà quali altre brutture. A Graeme e Clive non pare vero di avere una missione: aiutare Paul a ritornare a casa, sul suo Pianeta. Nel cercare di salvarlo verrà coinvolta anche la timida e religiosissima Ruth (Kristen Wiig). Ma il coinvolgimento della ragazza metterà sulle tracce dei quartetto il padre di lei, un Men in Black armato e pericoloso con tutta l’intenzione di riportarla all’ovile. Oltre ad uno scrittore di fantascienza (Jeffrey Tambor) e un agente dell’FBI (Jason Bateman).

morti dementi e l’action americano con Hot Fuzz si dedicano allo sconfinato immaginario fantascientifico, citando grandi classici hollywoodiani come E.T. e Incontri ravvicinati del terzo tipo, citano X-Files e in stile Fanboys omaggiano, con un road-movie, il mondo degli appassionati di ufologia. Nel cast anche Sigourney Weaver, Blythe Danner e diversi attori più o meno coinvolti nella “Apatow Family”: Jane Lynch (40 anni vergine, Glee), Bill Hader (Forgetting Sarah Marshall) e Kristen Wiig (Molto incinta, Notte folle a Manhattan). Una commedia fantascientifica realizzata in CGI che offre in una qualità tecnica impeccabile una storia estremamente divertente e con attori esilaranti.

Gregg Mottola, autore di commedie come Suxbad o Adventureland, più la coppia regina dell’umorismo british, Simon Pegg e Nick Frost, che dopo aver parodiato il filone horror con il memorabile L’alba dei

Due nerd britannici no un vero alieno. Pi in vacanza negli States incontraUn tipo simpatico, an ccolo, grigio, col classico testone. fuggito da una base che se piuttosto svalvolato, appena segreta.

Paul (Usa, 2011) Regia di Greg Mottola con Simon Pegg, Nick Frost, Seth Rogen, Jason Bateman, Kristen Wiig 104’, Universal Pictures, fanta-commedia 10 GIUGNO

11

Scatta il QR code e guarda il trailer


ANCORA ARMATI. ANCORA PERICOLOSI. ANCORA SULLA CRESTA.

SUMMIT ENTERTAINMENT PRESENTA UNA PRODUZIONE DI BONAVENTURA PICTURES UN FILM DI ROBERT SCHWENTKE BRUCE WILLIS MORGAN FREEMAN JOHN MALKOVICH E HELEN MIRREN “RED” KARL URBAN MARY-LOUISE PARKER BRIAN COX JULIAN MCMAHON CON RICHARD DREYFUSS CASTING DEBORAH AQUILA, C.S.A. E TRICIA WOOD, C.S.A. MUSICHE CHRISTOPHE BECK SUPERVISORE MUSICALE JULIANNE JORDAN SUPERVISORE EFFETTI VISIVI JAMES MADIGAN COSTUMI SUSAN LYALL MONTAGGIO THOM NOBLE SCENOGRAFIA ALEC HAMMOND DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA FLORIAN BALLHAUS PRODUTTORI ESECUTIVI GREGORY NOVECK JAKE MYERS PRODOTTO DA LORENZO DI BONAVENTURA MARK VAHRADIAN TRATTO DA THE GRAPHIC NOVEL DI WARREN ELLIS E CULLY HAMNER SCENEGGIATURA JON HOEBER & ERICH HOEBER DIRETTO DA ROBERT SCHWENTKE TRATTO DALL’OMONIMO FUMETTO PUBBLICATO IN ITALIA DALLA MAGIC PRESS EDIZIONI SRL

DALL’ 11 MAGGIO AL CINEMA http://red.libero.it


F

Un gruppetto di arzilli e tosti agenti della Cia in pensione, mette a ferro e fuoco i vertici, corrotti, dell’Agenzia. Dimostrando, con ironica grinta, che la vecchia scuola dell’action è ancora la più forte.

rank Moses (Willis) è un ex-agente della CIA in pensione che cerca di apprezzare una tranquilla e noiosa vita solitaria. La sua unica distrazione è Sarah (Parker), telefonista della sua compagnia di previdenza, con la quale ha lunghe chiacchierate al telefono. I due coltivano lo stesso sogno, lui di ritornare alla vita ricca di avventure di un tempo, e lei di poterla almeno provare. Entrambi saranno accontentati. Qualcuno infatti, cerca di uccidere Frank. Non criminali qualsiasi, ma gente esperta del ramo. Frank capisce l’antifona e per prima cosa convince Sarah (sicuramente in pericolo a causa delle telefonate) a seguirlo, e poi raduna un gruppetto di suoi vecchi amici e colleghi, tutte spie in pensione, visto che anche loro sono a conoscenza di segreti che potrebbero trasformarli in bersagli viventi. Incastrati da un’accusa di omicidio, che ha confermato i loro sospetti su chi li vuole distruggere, il quartetto, formato da Joe (Freeman), Marvin (Malkovich) e Victoria (Mirren) oltre che da Frank, e con Sarah al seguito, si imbarca in una missione impossibile attraverso il Paese per cercare di penetrare nel segretissimo quartier generale della CIA per svelare uno dei maggiori complotti della storia. Il titolo Red, li qualifica immediatamente come ‘Ritired Extremely Dangerous’), di certo non meno in gamba e pericolosi dei loro colleghi più giovani che pagheranno duramente i ripetuti tentativi di farli fuori. L’idea realizzata da Robert Schwentke è piaciuta subito al cast di fuoriclasse del film che ha accettato con entusiasmo l’idea di mettersi in gioco. In un momento di supereroi i tostissimi ‘vecchietti’ di RED brillano per autoironia, in una memorabile e originalissima storia d’azione. “I temi affrontati dal film sono assolutamente realistici – afferma il regista - ma abbiamo deliberatamente creato dei personaggi un po’ sopra le righe perché desideravamo far rivivere lo spirito dell’accoppiata cinematografica Butch Cassidy e Sundance The Kid, che si tratti di Frank e Marvin, Frank e Joe, Frank e Victoria o di Frank e la sua compagna “civile” Sarah… Volevamo che il pubblico sentisse che tutte queste coppie contengono la giusta dose di umorismo e conflitti”. Da non perdere Helen Mirren con tacchi e tailleur bianco ed il mitra in mano.

RED

(Usa, 2010) Regia di Robert Schwentke con Bruce Willis, Morgan Freeman, MaryLouise Parker, John Malkovich, Helen Mirren 111’, Medusa, commedia 11 MAGGIO

13

Scatta il QR code e guarda il trailer


Tra un giovane idealista ed un anziano accompagnatore di ricche vedove nasce una improbabile quanto esilarante amicizia. Un monumento all’eccentricità ed al non-conformismo tratto da un grande romanzo. Louis Ives (Dano), un sognatore solitario che si crede l’eroe di un romanzo di F. Scott Fitzgerald, dopo essere stato licenziato a causa dei tagli all’istruzione si dirige verso Manhattan per diventare uno scrittore. Affitta una stanza nell’appartamento sgangherato di Henry Harrison (Kline), un uomo eccentrico, un commediografo di dubbia fama, che sbarca il lunario facendo l’accompagnatore di ricche vedove dell’alta società newyorkese. I due stringeranno un legame insapettato. I rapporti tra i due sono tutt’altro che facili, ma riusciranno a trovare uno strambo equilibrio per convivere.

Jonathan Ames è una delle penne più sorprendenti di questi anni. Uno scrittore che si potrebbe definire uno strano incrocio tra Woody Allen e Charles Bukowski, con l’umorismo rassegnato del primo e le ossessioni sessuali dell’ultimo. La serie tv Bored to death, interpretata da un malinconico ed ironico Jason Schwartzman, tratta da una sua serie di racconti, lo ha reso noto al grande pubblico e ha smosso l’interesse del cinema. Ora, la coppia – nella vita e nel lavoro - di registi Robert Pulcini e Shari Springer Berman (American splendor, Il diario di una tata), ha trasposto sul grande schermo uno dei suoi migliori romanzi: The Extra Man, il cui titolo per il film è diventato, Un perfetto gentiluomo. Presentato al Sundance Film Festival dell’anno scorso la pellicola ha riscosso un successo di critica notevole, nonostante le differenze rispetto al testo. Uno dei più originali percorsi di formazione messi in scena in questi ultimi anni, l’incontro tra il giovane sfigato e il mentore burbero ma dal cuore d’oro, diventa la storia di un’amicizia atipica tra due personaggi che

non hanno nulla da insegnarsi ma tutto da condividere, confessarsi, rendendo partecipe l’altro della propria vita senza però aspettarsi la soluzione per diventare uno scrittore migliore, un fidanzato migliore, un amante migliore, un uomo migliore. Molto del merito va alla straordinaria performance di Kevin Kline, uno dei pochissimi attori in grado di interpretare un personaggio simpatico ed arrogante al contempo, che ricorda a più riprese l’Otto di Un pesce di nome Wanda. La degna spalla di Kline è un bravo Paul Dano. Presenti in ruoli secondari anche Katie Holmes e un irresistibile John C. Reilly barbuto e con voce in falsetto. Ottima la colonna sonora di Klaus Badelt, così come la scelta di brani musicali non originali - su tutti Dandy in the underworld dei T-Rex, perfetta per chiudere il film anche a livello tematico.

Un perfetto gentiluomo (The Extra Man, Usa, 2010) Regia di Shari Springer Berman, Robert Pulcini con Kevin Kline, Katie Holmes, John C. Reilly, Paul Dano, Alicia Goranson 108’, Bim, commedia 13 MAGGIO

15

ScATTA iL QR code E GUARDA IL TRAILER


Pirati dei Caraibi 4: Oltre i confini del mare Aria nuova, anzi nuovi venti, brezze, burrasche sulle vele dei Pirati. Alla ricerca della Fonte della Giovinezza, la saga si rinnova, magicamente. Più che un sequel è un nuovo inizio. Da cui ripartire verso nuovi capitoli, con nuovi e vecchi talenti che si ricompattano intorno al leggendario comandante Jack Sparrow - Johnny Depp, anima non sostituibile della saga.

A proposito delle novità

M

oltissime le novità, in questo quarto capitolo, primo in 3D e primo di una nuova serie. Innanzitutto cambio di regia, lascia Gore Verbinski ed entra Rob Marshall. Stabile al timone della produzione Jerry Bruckheimer già al comando nei primi tre episodi e che ha già annunciato che il quinto episodio della saga si farà, con gli stessi protagonisti di questa quarta avventura. Lo storico sceneggiatore Terry Rossio è già al lavoro, anche se, per il quinto episodio dovrà fare a meno della collaborazione del fedele amico Ted Elliott. Due le new entries di maggiore rilievo: il Premio Oscar Penélope Cruz (sua sorella Monica l’ha sostituita in alcune scene visto che l’attrice spagnola era incinta durante le riprese) e Richard Griffiths – ovvero lo zio Ver-

non di un’altra mitica saga, quella di Harry Potter – nelle sontuose vesti di Re Giorgio. Molte le conferme, oltre a quella ‘imprescindibile’ di Johnny Depp, ritorna Geoffrey Rush nel ruolo del vendicativo Capitano Hector Barbossa, Ian McShane nei panni macchiati di sangue del Pirata Barbanera, Kevin R. McNally nei panni di Joshamee Gibbs, il compagno di lunga data del capitano Jack, Sam Claflin, il coraggioso missionario e Astrid Berges-Frisbey, la misteriosa sirena, oltre al chitarrista dei Rolling Stones Keith Richards nel ruolo del carismatico padre di Jack. Lasciano, ma questo è stato annunciato mesi fa, Keira Knightley e Orlando Bloom che nei primi tre film impersonavano Elizabeth Swann e Will Turner.


A proposito della storia

Q

uando Jack incontra una donna del suo passato, Angelica (Penélope Cruz), non è certo se si tratti di amore, o se lei sia una spietata artista dell’imbroglio intenzionata ad usarlo per trovare la leggendaria Fontana dell’Eterna Giovinezza, che il nostro eroe aveva trovato alla fine del precedente episodio. Nel momento in cui Angelica costringe Jack a salire a bordo della Queen Anne’s Revenge, la nave del famigerato pirata Barbanera (Ian McShane), il pirata si ritrova in un’inaspettata avventura in cui non sa chi temere di più: Barbanera o questa bellissima donna che ha già fatto parte, molto tempo fa, della sua vita.

“C’era bisogno di dare una svecchiata alla saga e, così, abbiamo realizzato un film che cambia location in continuazione.” Ha commentato il neo-regista Rob Marshall. “Si comincia da Londra, dove avviene la cattura di Jack per mano delle guardie di Re Giorgio, e poi, attraverso inseguimenti rocamboleschi, si arriva in mare aperto, dove ha inizio una sorta di secondo atto. La nuova nave di Barbossa, che si chiama Providence, si scontrerà con il velerio di Barbanera, la Queen Anne’s Revenge, fino ad una vera e propria caccia al tesoro il cui bottino è la preziosissima Fontana dell’Eterna Giovinezza”.

A proposito di quest’ultimo fondamentale elemento della storia, ricordiamo che questa nuova avventura di Jack Sparrow & Co. è ispirata all’omonimo romanzo di Tim Powers uscito nel 1987. “Abbiamo deciso di realizzare questo quarto film – ha affermato Jerry Bruckheimer – mentre stavamo girando il terzo dato che i due sceneggiatori storici, Rossio ed Elliott, erano incappati sul libro di Powers, Oltre i confini del mare, e ne erano rimasti molto colpiti. Da lì hanno preso ispirazione e una volta che il copione è stato scritto tutti i pezzi sono andati a posto”.

Pirati dei Caraibi Oltre i Confini del Mare (Pirates of the Caribbean On Stranger Tides, Usa, 2011) Regia di Rob Marshall con Johnny Depp, Ian McShane, Penélope Cruz, Stephen Graham, Geoffrey Rush, Keith Richards 141’, Walt Disney Studios Motion Pictures Italia, commedia/avventura/fantasy 18 MAGGIO

17


Jerry Bruckheimer

Rob Marshall

A proposito di Johnny Depp “Chiaramente – ha dichiarato il produttore Bruckheimer – il fatto di avere avuto immediatamente il sì da Johnny Depp è stato il tassello centrale. E’ lui il cuore di tutto oltre ad essere un attore straordinario che riesce sempre ad infondere qualche cosa di nuovo in un personaggio che impersona da ben tre film. Ma non è mai lo stesso e, proprio per questo, gli spettatori sono estremamente affezionati a Jack Sparrow”. Johnny Depp, famoso per essere decisamente molto meno diplomatico, ha detto a proposito di Jack: “Ho sempre amato Sparrow, mi sono sempre

divertito ad interpretarlo e quando hai un personaggio come questo vuoi esplorarlo finché puoi, fino a quando ne hai la possibilità. Questo è uno degli aspetti più divertenti nel recitare, in particolare, con un soggetto che ti porti dietro per vari anni della tua vita. Quello che desideri fare è trasferire su di lui quello che hai acquisito anche tu come essere umano. Ad esempio, la presenza di Keith Richards, fa parte della mia persona. Adoro Keith da quando ero ragazzino e mi sono voluto regalare un sogno: la possibilità di averlo al mio fianco e, nei panni di mio padre. E’

bello essere il più irriverenti possibile, se il personaggio lo richiede e, soprattutto quando si viene anche pagati per farlo!”. In uscita il 18 maggio con Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare, Johnny Depp si appresta ad entrare, questa estate, nei panni del vampiro Barnabas Collins per Dark Shadows di Tim Burton in cui dovrà confrontarsi con tre donne (Michelle Pfeiffer, Helena Bonham-Carter e Eva Green) per trasferirsi assieme a Tom Hanks alla fine dell’anno in Sud America per le riprese del nuovo film di Kathryn Bigelow: Triple Frontier.

A proposito di Penelope Cruz

P

enélope Cruz si è rivelata immediatamente entusiasta della proposta: “Angelica è un personaggio straordinario, magnifico da interpretare. E’ una donna che pensa come un pirata, infatti tradisce Sparrow, spezzando-

gli il cuore. E’ una grande manipolatrice, una grande bugiarda e una grande interprete della sua stessa vita. Le piace prendersi gioco della gente ma, alla fine, ha un’anima pulita e un buon cuore. Ha bisogno di Jack, tanto quanto lui ha bisogno di lei, e tutti e due della Fontana della Giovinezza.” “Capite – aggiunge Rob Marshall – che per un personaggio del genere con tante sfaccettature serviva una grande attrice, una interprete che possedesse senso dell’umorismo, sex appeal, potere, forza, bellezza e passione. Avendo

già lavorato con Penélope sapevo che lei ha tutte queste qualità e che è in grado, in maniera unica, di mescolarle e unirle in un unico personaggio”. “Sono una fan di Jack Sparrow dal primo film - continua Penelope Cruz - e di Johnny Depp con il quale ho lavorato una sola volta, esattamente dieci anni fa, in Blow. E’ stato bellissimo ritrovarlo. E’ uno degli uomini più modesti, intelligenti e divertenti che abbia mai conosciuto. E’ un gentiluomo, come Rob Marshall, con il quale ho avuto il piacere di lavorare in Nine.”


Dove eravamo rimasti... Il tutto parte nel 2003 con Pirati dei Caraibi – La Maledizione della Prima Luna. Il pirata Barbossa rapisce la figlia del governatore, Elizabeth Swann (Keira Knightley), in possesso di un medaglione incantato, l’ultimo pezzo che serve per liberare lui e il suo equipaggio da una maledizione che li costringe ad apparire come cadaveri alla luce della luna. Per liberare la ragazza, il giovane Will Turner (Orlando Bloom), da sempre innamorato di lei, si unisce alla ciurma dell’eccentrico capitano Jack Sparrow, che a sua volta deve regolare i conti con Barbossa. Insieme partono alla ricerca della Perla Nera, la nave di Barbossa, fino alla sua conquista. Pirati dei Caraibi: La Maledizione del Forziere Fantasma del 2006. Will ed Elizabeth vengono arrestati da Lord Beckett (Tom Hollander), spietato agente della Compagnia delle Indie Orientali, per avere aiutato Jack Sparrow a fuggire dal carcere. Per tornare liberi devono aiutare Beckett a trovare una bussola magica. Intanto Sparrow si mette alla ricerca del cuore di Davy Jones (Bill Nighy), capitano del temibile Olandese Volante, una nave che trascina i vascelli che incontra sul suo cammino in fondo al mare, insieme alle anime dei loro marinai. Sparrow per riscattare La Perla Nera gli ha venduto la sua anima e, solo traffiggendo il cuore di Jones, potrà riaverla...

“Per noi era molto importante avere la storia giusta. – ha affermato Oren Avi della Walt Disney – Questo perché i film sono cresciuti uno dopo l’altro, sono diventati sempre più complicati e potenti, quindi era estremamente importante ripartire con la narrazione adeguata. Questo quarto capitolo è più ‘semplice’ rispetto ai precedenti perché amiamo talmente le avventure di Sparrow che vorremmo riavviare tutto daccapo tornando al cuore della saga, ovvero i personaggi. Quindi questo potrebbe essere l’inizio di una nuova trilogia”. La saga rimarrà nella memoria degli spettatori e di chi l’ha fatta... “Il più bel ricordo che ho delle riprese di Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare – ha affermato Jerry Bruckheimer – sono i rapporti che si sono creati tra cast e troupe. Johnny è tornato, Geoffrey e Kevin sono tornati e, poi, si sono aggiunti dei nuovi amici: Rob, John (DeLuca), Penélope, Ian, Sam e Astrid. Che cosa ci può essere di più entusiasmante e divertente di avere grandi amici e di poterci lavorare insieme?! In questo si racchiude la forza di queste pellicole”. Intanto questo quarto capitolo dei Pirati verrà proiettato al Festival di Cannes il 14 maggio, una settimana dopo l’Anteprima Mondiale che si terrà il 7 maggio a Disneyland (California).

Pirati dei Caraibi: Ai Confini del Mondo del 2007. I pirati sono nel mirino del governo britannico: vengono condannati a morte, insieme a tutti quelli che cercano di aiutarli. L’unico modo per fronteggiare questa nuova politica è riunire i nove pirati della Fratellanza: Barbossa parte con Elizabeth Swann alla volta di Singapore per trovare il terribile Soo Feng (Chow Yun-Fat) e guadagnarsi il suo sostegno. Nel frattempo Will Turner è alla ricerca di Davy Jones, che ha ucciso suo padre. E, in tutto questo che ruolo ha, Jack Sparrow? L’idea di Barbossa è di coinvolgere anche lui. Peccato che Lord Beckett faccia di tutto per spazzare via i pirati dal controllo dei mari.

19

Scatta il QR code e guarda il trailer


FILMS PRODUCTIONS SA


Una ragazzina cresciuta in Svizzera torna a vivere con la madre in una Calabria sospesa tra modernità e tradizioni arcaiche. L’opera prima di Alice Rohrwacher è stata selezionata dal Festival di Cannes (Quinzaine des Réalisateurs).

M

Corpo Celeste (Italia, 2011) Regia di Alice Rohrwacher con Salvatore Cantalupo, Anita Caprioli, Yle Vianello, Renato Carpentieri 100’, Cinecittà Luce, drammatico 20 MAGGIO

arta (Vianello) ha tredici anni e, dopo dieci anni passati con la famiglia in Svizzera, è tornata a vivere nel profondo sud italiano, a Reggio Calabria, la città dov’è nata e da dove proviene sua madre (Caprioli). I suoi avevano lasciato l’Italia in cerca di lavoro, quando Marta era bambina. Ma ora, il lavoro in Svizzera non c’è più e la madre, sola, ha deciso di tornare. Marta è esile, attenta, con un’andatura un po’ sbilenca e un’inquietudine che la fa assomigliare ad una creatura selvatica. Ma ha una grazia speciale, e mentre passa tra gli altri come una piccola fata guarda e sente tutto: non ricorda molto della sua infanzia a Reggio, la città è cresciuta senza nessun ordine, è per lei rumore, resti antichi accanto a palazzi ancora in costruzione e vento. Marta inizia a frequentare il corso di preparazione alla Cresima, l’età è giusta, ed è anche un modo per farsi nuovi amici. Senza la Cresima non ti puoi neanche sposare! In parrocchia si sta preparando una festa per l’arrivo di un nuovo

21

Crocifisso. Marta partecipa attivamente alle attività del catechismo, ma nel frattempo ha imparato che altrove deve trovare la sua strada: non la via al di là del mondo, ma la via attraverso il mondo. Molto liberamente tratto dall’omonimo romanzo della scrittrice Anna Maria Ortese, Corpo Celeste è la storia di formazione di una ragazzina che, per motivi che non dipendono da lei, viene estrapolata dal contesto in cui viveva e riportata a vivere nel sud Italia. Marta che ha tredici anni, vivrà con grande inquietudine questo nuovo universo sconosciuto e pieno di contraddizioni. La frequentazione della parrocchia non riuscirà a darle risposte, ma la aiuterà a cercare la sua via. Il direttore della Quinzine di Cannes Frederic Boyer, ha affermato: “E’ una storia bellissima, profondamente poetica e simbolica. Non ho avuto dubbi nel portare questo debutto al festival”.

Scatta il QR code e guarda il trailer


Memori (o quasi) dei disastri compiuti durante la festa di addio al celibato a Las Vegas del primo episodio, per il nuovo matrimonio i quattro amici si sono trasferiti a Bangkok ed hanno deciso di darsi una calmata. Ma il destino è beffardo.

P

er Phil (Bradley Cooper), Stu (Ed Helms), Alan (Zach Galifianakis) e Doug (Justin Bartha) c’è un nuovo matrimonio in programma. Di Las Vegas, dopo le precedenti disavventure, non se ne parla nemmeno. Onde evitare di ripetere il clamoroso precedente, Stu per il proprio matrimonio ha optato per una nuova destinazione: l’esotica e romantica Thailandia. Una festa molto semplice, con un sobrio brunch prematrimoniale da festeggiare in un ristorante carino ma senza troppe pretese insieme a parenti e amici. Il ragazzotto che perse un dente durante quella famigerata notte a Las Vegas, della quale giura di non ricordare nulla – come per altro i suoi tre sodali compagni di avventura - non tiene però conto che il destino è beffardo. E, se quello che successe a Las Vegas è rimasto a Las Vegas, ciò che può accadere a Bangkok è semplicemente inimmaginabile…

sieme ad i suoi inseparabili amici Phil, Alan e Doug partono per Bangkok dato che la promessa sposa, la new entry Jamie Chung, è originaria della capitale della Thailandia. Ma come nel primo episodio i quattro svitati si ritrovano su un tetto di uno scalcinato albergo della città, a brindare, e da lì parte una nuova sconvolgente notte da leoni, in un delirio di situazioni allucinanti talmente oltre, da riformare i canoni della commedia dell’eccesso. Squadra che vince non si cambia! Dopo il successo planetario del primo episodio, Todd Phillips torna dietro la macchina da presa e firma la sceneggiatura insieme ai sodali Craig Mazin e Scot Armstrong oltre a riunire un cast di attori veramente straordinari. Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis e Justin Bartha formano lo sgangherato quartetto di amici, e se nel primo film c’era

Se nel primo film tutto partiva dall’addio al celibato di Doug, interpretato da Justin Bartha, questa volta è Stu che ha deciso di mettere la testa a posto e sposarsi. Così in-

Una notte da leoni 2


un indimenticabile cameo con Mike Tyson, questa volta li vedrete alle prese con Nick Cassavetes. Se Una notte da leoni è diventato giustamente un caso perché ha entusiasmato critica e pubblico, aspettatevi altrettanto. Todd Phillips ha la capacità di costruire commedie, che si prendono in giro con estrema intelligenza e senza paura di eccedere in ogni direzione possibile, concedendosi qualsiasi sbandata e svelando piano piano, ma mai del tutto, i misteri che riguardano i protagonisti. Toccando, in alcuni momenti, e con alcune scene, vette comiche notevoli. La scomparsa di un fratello (della sposa), una scimmia che indossa un giubbotto di jeans, Stu che si sveglia con un enorme tatuaggio etnico stampato sul viso, Alan completamente rasato, Phil rincoglionito e Doug che non si sa mai dov’è... in tutto ciò ritorna anche Mister Chow che continua a perseguitarli con la sua gang.

Gossip Si vocifera che il compenso per i quattro protagonisti si aggiri sui cinque milioni di dollari a persona. A questo punto si spiega la rinuncia di Bradley Cooper che era stato contattato dalla McG per la romcom “This means war”. Meglio un’altra notte da leoni! Pare che, ma la voce è stata smentita seccamente, l’ex Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton fosse stato contattato per un cameo. Di certo non se n’è fatto niente, anche se l’ex Presidente, in visita a Bangkok per una Conferenza, ha fatto una visita sul set. Non e chiaro se Todd Phillips intendeva far interpretare a Clinton il personaggio del fantomatico tatuatore irlandese, che rovina la faccia di Stu. Certo è che per quel personaggio c’è stata una girandola notevole di star. Al’inizio il candidato era nientemeno che Mel Gibson, ma di fronte all’ipotesi di avere l’irascibile e controverso attore sul set, gran parte del cast della selvaggia commedia era insorto. Poi è arrivato Liam Neeson. Ma la scena dell’attore irlandese è stata tagliata dal regista, deciso a girarla da capo. Ma Neeson non era più disponibile perché ormai impegnato sul set di Wrath of the Titans. Finalmente al suo posto è stato chiamato l’attore e regista Nick Cassavetes. “E’ venuto e si è divertito moltissimo - ha detto il regista - e alla fine è questa la scena che vedrete nel film”.

Una notte da leoni 2 (The Hangover Part II, Usa, 2011) Regia di Todd Phillips con Bradley Cooper, Zach Galifianakis, Ed Helms, Justin Bartha, Nick Cassavetes, Jamie Chung Warner Bros., commedia 27 MAGGIO

23

Scatta il QR code e guarda il trailer


The Tree of Life

Quinto film in quarant’anni per Terrence Malick che questa volta chiama Brad Pitt e Sean Penn per un ambizioso e magnifico progetto che racconta la nascita dell’Universo riflessa nell’epica di una famiglia americana.

M

idwest, Usa. Jack O’Brien gioca nel cortile assieme ai suoi due fratelli maggiori e al padre manesco, Mr. O’Brien (Brad Pitt). Siamo negli anni cinquanta, Jack ha undici anni, sua madre Mrs. O’Brien (Jessica Chastain) é completamente diversa da suo padre. Vede il mondo con gli occhi dell’anima, ovvero è paladina di una visione piena di amore e grazia e questo cerca di tramandare ai suoi figli. Mister O’Brien, al contrario, è un uomo che fa ombra e, soprattutto su Jack, pone sempre la propria persona davanti a tutto. Jack però troppo presto viene a conoscenza del lato oscuro della vita ammalandosi e diventando quindi una persona molto delicata. È per questo motivo che quando lo ritroviamo adulto (interpretato da Sean Pe n n ) ,

è un’anima persa che cerca di scoprire durante il passaggio del tempo che cosa non cambia: lo schema eterno di cui noi facciamo parte. Quando comprende tutto ciò che è stato necessario realizzare per preparare il nostro mondo, qualsiasi cosa gli appare come miracolosa, preziosa, incommensurabile. Jack, con questa sua nuova presa di coscienza, può perdonare suo padre e percorrere i primi passi sul sentiero della vita. Inizia quindi a capire il vero senso delle cose, la speranza, la realizzazione della bellezza e della gioia presenti ovunque, nella vita quotidiana e soprattutto nella famiglia. Dall’innocenza dell’infanzia alla disillusione dell’età adulta. Dall’occhio sulla vita amorevole, solare di sua madre a quello più duro, spietato di suo padre, Jack va alla ricerca della verità sul mondo e su noi stessi e impara la più importante lezione della vita, l’amore disinteressato.

Solo cinque film, in trentotto anni, per entrare nella leggenda del cinema. Regista di culto per eccellenza, qualsiasi attore farebbe carte false, ed accetterebbe cachet ridicoli, per lavorare con lui, nonostante una fama di perfezionista quasi maniacale alla Kubrick, con diversi mesi di riprese e medie di decine di ciak per scena. Un suo collaboratore ha detto che cura nei minimi dettagli non solo quello che si vede in ogni fotogramma, ma anche quello che non si vede. Perché tutto deve corrispondere non solo al suo originalissimo stile narrativo, ma soprattutto alla sua stupefacente visione del mondo, della vita, degli uomini e della natura indifferente e sovrana. Sean Penn, al secondo film con lui, dopo La sottile linea rossa, e Brad Pitt formano, insieme a Jessica Chastain, un cast tanto affascinante quanto stellare.

The Tree of Life (Usa, 2011) Regia di Terrence Malick con Brad Pitt, Sean Penn, Joanna Going, Fiona Shaw, Jessica Chastain 01 Distribution, drammatico/fantasy 27 MAGGIO

25

ScATTA iL QR code E GUARDA IL TRAILER


Come nascono gli X-Men? Prima che Charles Xavier e Erik Lensherr prendessero il nome di Professor X e Magneto, erano due ragazzi molto giovani che scoprivano i loro poteri per la prima volta. E prima di diventare dei nemici giurati, erano amici.

X-Men: L’in


P

rima che il mondo conoscesse l’esistenza dei mutanti e che Charles Xavier (James McAvoy) e Erik Lensherr (Michael Fassbender) diventassero il Professor X e Magneto, c’erano due giovani, due amici che si accorgono di avere poteri fuori dal comune. Sono entrambi mutanti, e forti di questo dono fondano un gruppo di supereroi, mettendosi al servizio degli Stati Uniti durante la crisi dei missili di Cuba. La guerra fra umanità e mutanti è tuttavia alle porte, e Charles ed Erick uniscono le loro forze, insieme ad altri mutanti, per fermare il più grande pericolo che abbia mai minacciato la Terra: Sebastian Shaw (Kevin Bacon), un uomo spietato, a capo di una società segreta chiamata Hellfire Club, che vuole impadronirsi del mondo. Sia Charles che Erik desiderano la salvezza dei mutanti, ma le molte incomprensioni scavano tra i due una frattura profonda, che porterà ad uno scontro inevitabile, destinato a scatenare una guerra senza fine tra i ‘cattivi’ della Confraternita di Magneto e i ‘buoni’, gli X-Men del Professor X.

izio

Diretto da Matthew Vaughn, da un’idea di Bryan Singer, il film si basa su uno script di Jamie Moss, rimaneggiato dagli sceneggiatori di Thor: Ashley Miller e Zack Stentz. Nel cast del film, James McAvoy (Charles Xavier/Professor X), Michael Fassbender (Erik Lehnsherr/Magneto), January Jones (Emma Frost/La Regina Bianca), Nicholas Hoult (Hank McCoy/Bestia), Jennifer Lawrence (Raven Darkholme/Mystica), Caleb Landry Jones (Sean Cassidy/Banshee), Edi Gathegi (Armando Muñoz/Darwin) e Kevin Bacon nel ruolo di Sebastian Shaw. Nel 2000 un giovane Bryan Singer (I soliti sospetti) dirige il primo film della saga dei mutanti X-Men, basato sull’omonimo fumetto creato dal genio di Stan Lee e Jack Kirby nel 1963, incassando 296 milioni di dollari e consacrando al successo Hugh Jackman. La pellicola apre la strada ai due sequel X-Men 2 (2003) e X-Men: Conflitto finale (2006), e allo spin-off X-Men Le origini: Wolverine (2009).

27

A questo punto, sotto la regia di Matthew Vaughn si ricomincia da dove tutto ebbe inizio. Con questo primo capitolo di una quasi certa trilogia. Come si intuisce anche dalle dichiarazioni di Vaughn: “X-Men - L’Inizio è un po’ come Batman Begins ci divertiamo a presentare i protagonisti e farveli conoscere, ma ci vuole tempo. Con il secondo episodio potremmo semplicemente divertirci. E’ la differenza tra Batman Begins e Il Cavaliere Oscuro.”

X-Men: L’inizio

(X-Men: First Class, Usa, 2011) Regia di Matthew Vaughn con James McAvoy, Michael Fassbender, January Jones, Nicholas Hoult, Jennifer Lawrence, Kevin Bacon 100’, 20th Century Fox, fantascienza/ avventura/action 3 GIUGNO

Scatta il QR code e guarda il trailer


Cannes must b I

This must be the place

Pirati dei Caraibi Oltre i Confini del Mare

l cinema d’autore sta morendo? Se fosse vero, questa 64a edizione del Festival di Cannes (11 - 22 maggio) si annuncia come un grandioso funerale. Con la partecipazione degli autori più celebri del cinema internazionale. 19 titoli in concorso e 49 tra concorso, fuori concorso e Un certain Regard. Dei due italiani in competizione per la Palma: Nanni Moretti con Habemus Papam e Paolo Sorrentino con This must be the place, sono state Del Papa schivo e surreale di Moretti si è detto già tutto, e per averlo in Concorso Fremaux, il Direttore del Festival, ha sopportato anche che fosse già uscito in Italia. Un Moretti più intimo, quasi surreale, che analizza con delicata ironia la solitudine e la crisi d’identità di un uomo chiamato ad una enorme responsabilità. This must be the place di Paolo Sorrentino è un road movie con al centro una ex rock star cinquantenne (interpretata da Sean Penn) che si mette alla ricerca del persecutore del padre, un criminale nazista nascosto negli Stati Uniti. Un percorso in bilico tra vendetta e redenzione. “E’ la conferma così ha commentato Sorrentino la notizia di essere stato scelto per il Concorso di Cannes - che hai fatto un film di valore: vai a misurarti col meglio che c’è”. Purtroppo dovremo aspettare il 14 ottobre per vedere il film di Sorrentino, che sarà distribuito da Medusa. Ma vediamo gli altri film del Concorso, che vedrà Robert De Niro come Presidente della Giuria. Film di apertura (questo fuori concorso), tra glamour, talento e gossip, Midnight in Paris di Woody Allen, circondato per l’occasione oltre che dal protagonista Clive Owen dagli attori francesi del film, Marion Cotillard, Adrien Brody e la premiere dame Carla Bruni (la cui presenza sul tappeto rosso è stata quotata dai bookmakers). Oltre ad Allen, Moretti, Sorrentino sono moltissimi altri gli autori che tornano in gara. A cominciare da Pedro Almodovar con La Piel que Habito, un noir che riallaccia il sodalizio tra il regista spagnolo e l’attore Antonio Banderas, e che racconta la vendetta esemplare di un chirurgo plastico nei confronti dello stupratore della figlia. Il rumeno Radu Mihailenau, autore di Train de vie, presenta Source de femmes, una storia

confermate le voci che da tempo li davano nella selezione. Entrambi habitué della kermesse ed amatissimi (soprattutto Nanni) in Francia, sono stati già premiati a Cannes: Nanni Moretti nel 2001 con la Palma d’Oro per La stanza del figlio e Paolo Sorrentino nel 2008 con il Gran Premio della Giuria per Il Divo. Inoltre sono stati insieme in concorso, senza vincere nulla, anche nel 2006 con rispettivamente Il Caimano e L’amico di famiglia.

Habemus Papam corale di alcune donne maghrebine (il film è stato girato in Marocco con attori per lo più non professionisti) che stanche di fare chilometri ogni giorno per andare a prendere l’acqua nel pozzo, fanno uno sciopero del sesso per ‘convincere’ i propri uomini a costruire un acquedotto. Tre i francesi in gara. L’Apollonide - Souvenir de la maison close di Bertrand Bonello, con la nostra Jasmine Trinca, Pater di Alain Cavalier e Polisse della regista Francoise Maiwenn con Riccardo Scamarcio tra gli interpreti. Dal Belgio i fratelli Dardenne che tornano a Cannes con Le gamin au vélo, storia di un bambino alla ricerca del padre che lo ha abbandonato in un istituto. L’ex maestro del dogma, il danese Lars Von Trier, si cimenta con il genere apocalittico con Melancholia, una storia che racconta gli ultimi giorni della terra minacciata da un grande asteroide, interpretata da Charlotte Rampling e

Midnight In Paris

28 58


be the place The Tree of Life

Melancholia

Charlotte Gainsbourg. Il finlandese Aki Kaurismaki, anche lui un veterano di Cannes, racconta l’infanzia di un piccolo sciuscià in Le Havre mentre il giapponese Takashi Miike porta in scena Hara Kiri - Death of a Samurai. Ma l’attenzione di tutti è concentrata soprattutto verso l’autore più schivo e meno prolifico del cinema americano: Terrence Malick che finalmente (era stato annunciato l’anno scorso) porta in concorso il misterioso e ambizioso The tree of life, interpretato

da Sean Penn e Brad Pitt.

Paolo Sorrentino

Les Italiens

Nanni Moretti

Alice Rohrwacher

La Piel que Habito

Oltre al film di Allen, fuori concorso un altro titolo americano, che scatenerà una ridda di gossip, The Beaver di Jodie Foster interpretato dal caduto in disgrazia Mel Gibson. Assente Hollywood, con la sola concessione al grande spettacolo di Pirati dei Caraibi Oltre i confini del mare di Rob Marshall, che vedrà lo sbarco sul tappeto rosso dei pirati Johnny Depp e Penelope Cruz.

Bertolucci, Sorrentino, Moretti, Rohrwacher Trinca e Scamarcio: e’ la squadra italiano che si appresta a partire per Cannes. Paolo Sorrentino e Nanni Moretti sono i due front-men. I bookmakers li danno tra i favoriti. Nanni gode di una grande popolarità in Francia, forse superiore a quella che gode in Italia, ed inoltre il protagonista del suo film, nei panni di un papa in crisi d’identità, è un’icona del cinema transalpino come Michel Piccoli. Sebbene meno celebre di Nanni, anche Paolo Sorrentino è amatissimo dalla critica internazionale e si presenta con un film girato in lingua inglese, con un cast splendido, a cominciare dall’icona Sean Penn. Alice Rohrwacher con Corpo celeste potreb-

29

Bernardo Bertolucci

be ripetere l’exploit dell’anno passato alla Quinzaine di Le quattro volte di Michelangelo Frammartino. Con la coincidenza di essere entrambi ambientati in Calabria. La Palma d’Oro alla carriera a Bernardo Bertolucci rappresenta un ulteriore grande riconoscimento non solo ad un grande regista, ma anche al cinema italiano. Infine due italiani sono interpreti di due film di produzione francese. L’attrice Jasmine Trinca prostituta in una casa chiusa d’inizio novecento, in L’Apollonide (Souvenir de la maison close) di Bertrand Bonello e Riccardo Scamarcio, ambiguo poliziotto nel noir Polisse diretto dalla regista Francoise Maiwenn, entrambi in concorso.


Imax: il cinema all’ennesima potenza Il 18 Maggio apre a Milano la prima sala Imax italiana nel complesso Uci di Milano Pioltello. Un vero e proprio evento per tutti gli appassionati del cinema, che potranno apprezzare l’effetto ‘immersione’ nello schermo cinematografico. Ne parliamo con Sonia Fois, Direttore Marketing del circuito Uci Cinemas Italia.

C

ome nasce questa nuova e prestigiosa apertura?

Il Gruppo Odeon & Uci ha chiuso un accordo di esclusiva per lo sviluppo di sale IMAX per il cinema, con questo intendiamo l’IMAX digitale, non il traditional IMAX in pellicola, già presente in Italia all’interno del Parco Oltremare di Riccione. Ma la funzione di quest’ultimo è esclusivamente ‘educational’, mentre l’ UCI Cinemas Pioltello avrà una vera programmazione cinematografica. A quando l’apertura? L’apertura al pubblico è prevista il 18 maggio, in concomitanza con l’uscita di Pirati dei Caraibi 4 in versione 3D e con una super anteprima del film, per un pubblico selezionato, che si terrà il 17 maggio 2011. Quanto costerà il biglietto IMAX? Il biglietto per l’IMAX 3D costerà 13 euro, mentre per l’IMAX normale (versione 2D) costerà 11 euro. Il prezzo maggiorato è dato dall’uso di una tecnologia molto sofisticata che stiamo tuttora acquisendo, sviluppando e implementando. Quale sarà la programmazione di questa

sala? Il film d’apertura sarà il quarto capitolo della saga Walt Disney Pictures “I Pirati dei Caraibi 4 – Oltre i Confini del Mare“, a cui seguiranno, nel corso dell’estate, Super8, Transformers 3, Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2, Cars 2 e Kung Fu Panda 2. Come funziona una sala Imax? Da un punto di vista tecnologico la sala IMAX si avvale di due proiettori digitali, così da rendere la qualità d’immagine al massimo della nitidezza. L’immagine viene proiettata su uno schermo IMAX con una metratura decisamente più importante ed imponente rispetto ai normali schermi utilizzati nei multiplex, che peraltro sono già grandi. Lo schermo IMAX ha, infatti, una dimensione di oltre 200 mq (arriva dal soffitto a terra e da lato a lato, in modo da coprire l’intero campo visivo, ed è leggermente incurvato in modo tale da dare la sensazione di un’immagine avvolgente che arriva da ogni parte dello schermo). Per quanto riguarda il suono poi non viene utilizzato il normale digital dolby, ma un suono più complesso e non compresso, con

Sonia Fois, Direttore Marketing Uci Cinemas Italia

una gradazione in termini di frequenze 10 volte superiore. Grazie a questo schermo saranno eliminate tutte quelle dispersione sonore e rimossa completamente la presenza di un’ eventuale eco. Ovviamente, anche la conformazione della sala è stata studiata per ottenere il massimo grado di coinvolgimento degli spettatori presenti.

Che cos’è una sala Imax Se il 3D ha rappresentato un maggiore coinvolgimento dello spettatore nel film, la tecnologia Imax, che verrà inaugurata in Italia il 18 Maggio con l’UCI Cinemas di Pioltello - grazie a tecnologie molto innovative, che vanno dallo schermo molto più grande (che abbraccia l’intero campo visivo dello spettatore) e curvo rispetto agli schermi tradizionali, fino all’impianto audio, con tecnologia surround digitale ed allineamento laser, offre una vera e propria immersione nel cinema, una vera e propria esperienza visiva e sensoriale.

30


LIBRI

Ezio Mauro Gustavo Zagrebelsky

DVD

Lonely planet Sicilia

-20%

-15%

€16,90 In uscita l’11 maggio

In uscita il 19 maggio CD

CD

Vinicio Capossela Marinai, profeti e balene

2CD € 20,90

GAME

Jennifer Lopez Love?

-10%

L.A. Noire PS3

€64,90 In uscita il 20 maggio

Novità imperdibili e sconti fino al 50% su centinaia di LIBRI, CD, DVD, BLU-RAY, GAME e prodotti di CARTOLERIA

Dal 6 all’8 maggio solo per i titolari Carta Più e sul sito www.lafeltrinelli.it sconto del su tutti i DVD e BLURAY *

20%

COMPRA ONLINE

Scopri tutti i punti vendita sul sito www.lafeltrinelli.it

WISE

In uscita il 5 maggio

Il discorso del Re

Dal 4 a al 30 maggio

LIBRI

Centinaia di titoli disponibili complessivamente su tutta la rete dei punti vendita la Feltrinelli e RicordiMediaStores.

* La promozione è attiva nei punti vendita la Feltrinelli e su www.lafeltrinelli.it. È valida fino ad esaurimento scorte e solo sui prodotti disponibili nei punti vendita o disponibili per la spedizione in 24 ore sul sito. Nei punti vendita non è cumulabile con le altre offerte in corso e sono escluse le vendite a credito e in contrassegno.

EffePromo

Primissima Magazine maggio 2011  

Primissima Magazine maggio 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you