Page 1

B EUR12,00 / UK GBP11,00/ E EUR12,00 / P EUR12,00 F EUR13,00 / D EUR13,00 / A EUR13,00 / CH CHF15,00

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, Aut CBPA-SUD/NA/226/2009

anno VI n. 3 luglio 2013 Italy only € 6,00

speciale

macef BIJOUX

princess

YACHT CLUB

whiteinspiration

ziio


o al Macef m ia t t e p s ti a vi colori o u n i n o c no per l’autun d.14 1-H02 pa MERO K0 STAND NU


adv goldadv.it | ph. luciano d’inverno

www.estrosia.com


20123 Milano (MI), Italy - via Olmetto, 3 ph. +39 02 72023275 fax +39 02 89098218 email estrosia@libero.it


goldadv.it | ph. luciano d’inverno

www.vintagebijoux.com | info@cosmovintage.it


www.preziosamagazine.com

anno VI / n. 3 / luglio 2013

Spedizione in abbonamento postale

tiratura 25.000 copie

Golden Agency srl salita del Casale, 3 - 80123 Napoli

Giovanni Micera direttore@preziosamagazine.com

Per andare avanti servono idee editoriale

Reg.Tribunale di Napoli n. 77 del 01/10/2008 iscrizione al ROC n. 17658 del 10 ottobre 2008

Maria Rosaria Petito petito@preziosamagazine.com

Luigi Esposito grafici@preziosamagazine.com

Gloria Belloni / Martino Belmanto / Marco Cantarella Marta De FIlippo / Mario Didone / Chiara Di Martino Luigi Esposito / Annalisa Fontana / Paolo Minieri Iaia Mito / Maria Rosaria Petito / Lucia Venino Lucietta Vinciguerra

Golden Agency salita del Casale, 3 - 80123 Napoli tel. +39 081 19363328 - +39 081 19576090 fax +39 081 19363845 redazione@preziosamagazine.com

Studio EffeErre via F. Albani, 58 - 20148 Milano tel. +39 02 33001100 fax +39 02 33001914 editoria@studioeffeerre.com

segreteria@preziosamagazine.com

Grafiche Mercurio SpA, Angri (SA)

Golden Agency srl salita del Casale, 3 - 80123 Napoli tel. +39 081 19363328 - +39 081 19576090 fax +39 081 19363845 segreteria@preziosamagazine.com

Ziio

www.ziio.eu ph. by Luigi Miano

Intercontinental srl AIE - Agenzia Italiana Esportazione Europa: Gran Bretagna, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Lituania, Polonia, Svizzera, Spagna, Portogallo, Cipro America: Canada, Stati Uniti, Brasile Asia: Corea del Sud, Giappone, Hong Kong, Singapore,Taiwan Medioriente: Libano, Emirati Arabi Uniti,Turchia

referenze fotografiche: si ringraziano tutti coloro che hanno gentilmente messo a disposizione il materiale iconografico. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto per eventuali fonti iconografiche non individuate. Proprietà letteraria e artistica riservata. È vietata la riproduzione totale o parziale della pubblicazione senza autorizzazione dell’editore. Manoscritti e foto, anche se non pubblicati, non saranno restituiti. Golden Agency srl garantisce la massima riservatezza delle informazioni custodite nel suo archivio. Gli indirizzi verranno utilizzati, oltre che per l’invio della rivista, anche per l’invio di proposte commerciali. Ai sensi della legge 675/96 è nel diritto degli interessati richiedere la cessazione dell’invio e/o l’aggiornamento dei dati. Del contenuto degli articoli e degli annunci economici e pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori.

C

risi, crisi e ancora crisi. Ogni volta che mi accingo a scrivere l’editoriale, gira e rigira le mie riflessioni non possono non tener conto dell’evoluzione dello stato della crisi (ma c’è un evoluzione?). Il buonsenso dovrebbe farci ragionare: non possiamo continuare a piangerci addosso, cercare motivazioni o colpe perché le nostre aziende prima filavano come treni lanciati a tutta velocità e oggi sono piccole barche in mezzo al mare in tempesta. Ognuno di noi conosce la verità ma forse, non vuole accettarla. La prima domanda che ogni imprenditore dovrebbe Crisis, crisis and once again, crisis. Every time I start writing this editorial my porsi in questo momento è quanto il mercato ha thoughts turn around and I can’t help but factor in the evolution of the crisis (is bisogno della sua azienda e del suo prodotto. È inutile there really an evolution?). Common sense should help us reason: we can't keep crying over spilt milk, looking for causes and culprits to explain why our utilizzare nella valutazione della propria gestione, companies used to sail full speed ahead and now they’re like a ship in high seas. parametri e metodologie degli anni d’oro ormai Each one of us knows the truth but maybe we just don’t want to accept it. The spazzati via inesorabilmente prima di tutto first question every entrepreneur should ask him/herself is how much the dall’evoluzione dei mercati e poi dalle tenaglie dela market needs his/her company and product. It’s useless to evaluate crisi. Cosa fare? Reagire, concentrarsi sulle tante management, parameters, and methodologies during the golden years which are now gone because of market evolution and the grip the crisis has on everything. potenzialità delle proprie realtà, se è il caso chiudere e What can you do? React, concentrate on your potential in your own reality and rinascere con formule diverse, magari sfruttando al if needed, close down and come back wearing a different hat, maybe taking massimo le occasioni offerte dalle sinergie con altri advantage of partnership opportunities with other entrepreneurs, especially imprenditori, ma soprattutto dai paesi emergenti. from developing countries. Il mercato premia chi da fiducia, chi dimostra di essere The market rewards those who have faith, those who show their gusto and performance in addressing the needs of their customer base. This is something vivo e di essere performante rispetto alle esigenze dei propri clienti. Questa è una legge che vale per tutti that is true for all of us, even editors. Here at Preziosa Magazine we have never had an issue so packed with anche per noi editori. advertising (take a look!). Noi di Preziosa Magazine, non abbiamo mai chiuso un Why? Because other magazines have lost their competitive edge and they fail numero con una raccolta pubblicitaria così to guarantee an ROI: customers feel that and focus their investments where importante (sfogliatelo!). they see solidity. This goes for everyone. We're in our fifth year publishing, a small but important milestone we'd like to Perché? Perché altre riviste hanno perso competitività share with our readers and with our workgroup. e non danno garanzia a chi investe: i clienti avvertono So, cheer up and get to work. There’s still a need for us! questa situazione e concentrano gli investimenti su chi è più solido. E questo vale per tutti. In questi giorni festeggiamo i cinque anni di attività, un piccolo ma importante traguardo condiviso con i nostri clienti e con tutto il gruppo di lavoro. Dunque, forza e buon lavoro a tutti. C’è ancora bisogno di noi!

Moving ideas forward is essential


sommar­io 3| pm

2013

72 126

100

82

22 26 34 36 38

blog news CIBjO. Gaetano Cavalieri:“Il commercio mondiale sarà sempre più eticamente corretto” / Gaetano Cavalieri:“World trade is becoming more ethically responsible GERARDO SACCO: 50 anni di attività tra gioielli, ricordi e l’affetto dei figli / Gerardo Sacco celebrates 50 years of jewelry, memories, and his family ritratti: ERRI DE LUCA, la responsabilità della parola scritta / the weight of the written word

40 42 44

in vetrina AQUARELA GISELLA GALLOTTA BRUNO MAzzA

46

Spazio dorato

48 50 52 70 70 72 72 74 74 80 94 96 96 98 98 116 116 118 118 120 120 122 124 124 126 126 127 127 128 128 129 129 152 152

brand zIIO. Nuovo fashion all’insostituibile carré / new fashionable “carré” I piccoli capolavori di VITTORIO FIORENTINO / Vittorio Fiorentino’s masterpieces PIERDUCA modern high jewelry / Pierduca, modern high jewelry Il pregio dell’artigianalità nei gioielli DE SIMONE FRATELLI / De Simone fratelli: handmade precious jewels RCM Un mondo fantastico / RCM, a fantastic world MATTIA MAzzA. Colori limpidi per forme essenziali / Mattia Mazza. Clear colors for essential shapes NOVECENTONOVANTANOVE. La nuova linea “multifili” / The latest collection Multifili by Novecentonovantanove DI LEO. Oltre mezzo secolo di esperienza / Di Leo More than half a century experience ERIKA la serietà e l’impegno di sempre per i gioielli di oggi / Erika, seriousness and diligence for modern jewels PRETTy BIjOUx collezioni originali ed innovative / Pretty Bijoux, original and innovative collections ALCOzER&j. Colori spettacolari per creature fantastiche / Alcozer&J., spectacular colors for unreal creatures Con NEWMANGROUP il righello diventa fashion / NewmanGroup turns rulers into fashion ALEx°BALL Milano, un lusso accessibile e giocoso / Alex°Ball Milano an affordable and playful luxury Il BELLO DI DI LUCA rings and fashion / Il Bello di Di Luca, rings and fashion “W la Vita” con i nuovi gioielli di ROBERTO GIANNOTTI / “W la vita” with Roberto Giannotti’s latest collection FIBULA un’emozione indescrivibile / Fibula, indescribable emotion Bj81 l’allure ed il fascino dell’italianità / BJ81, Italian allure and appeal Qualcosa di bello? Un gioiello GIADAN / Something beautiful? One of Giadan jewels RUDy ogni gioiello è un pezzo unico / Rudy, Unique jewel TERERò, un irrinunciabile Made in Italy / Tererò, indeniable Made in Italy jewels Dalle gemme sciolte al gioiello finito TOP LINE 86 ha una risposta per ogni cliente / From loose gems to jewels:Top Line 86 give an answer to any customer L’estro di LUISA DELLA SALDA per gioielli inconfondibili / Luisa Della Salda’s inspiration for unique jewels ARTECORA una simbiosi tra argento e materie alternative / Artecora, a symbiosis between silver and alternative materials DELLA ROVERE. Pietre classiche e rarità / Della Rovere Classic and rare gems NICOLETTA CEI un mélange di creazioni appassionate / Nicoletta Cei: a mixture of creations LEBOLE un esotismo che fa tendenza / Lebole, trendy exoticism LE PERLE DI CALTAGIRONE un nuovo modo di guardare al gioiello / Le perle di Caltagirone, a new way of making jewels FRANCy’S CORNER dai gioielli importanti alle creazioni easy / Francy’s corner, from important jewels to easy creations Il fascino del Brasile nelle creazioni AQUARELA GEMS / Brazilian fashion in Aquarela Gems creations ARTLINEA.TVB, pensieri e gioielli / Tvb, thoughts and jewels IL REGNO DELLA NATURA una passione di famiglia / Il Regno della Natura, a family passion CONFUORTO GIOIELLI fashion handcraft / Confuorto Gioielli, fashion handcraft HyPERTRONIC. Con “jewel touch” stop ai furti con destrezza / “Jewel touch” stops shop-lifting VALSIMAR, per chi pretende praticità e resistenza nella valigeria business / Valsimar, for those who are looking for practical and resistant business leather goods

38

48

100

42 54

159

154 Il consorzio MIBI FABBRICHE ITALIANE il sodalizio che raggruppa circa 23 produttori italiani / an association made up of 23 Italian companies 156 EUROFASHION BIjOUx: una farfalla per il bijoux made in Europe nel mondo / a butterfly to certify costume jewelry made in Europe on a worldwide basis shooting 54 princess 100 yacht club 130 white inspiration 82

70

still life promenade

130

150 skip intro: e-Commerce Netcomm Forum 2013

98

159 speciale Macef Bijoux 12/15 settembre 2013 167 speciale Fiere gemmologia 170 Etica ed utili. Gemme e gioielli nell’era della RSI / Ethics and profit. Gems and jewelry in the RSI era tecnico amministrativo 172 Etichettatura: UE detta nuove regole / “Made in”: Europe sets new rules

94


pm blog blog le gioie dell’arte di Luigi Esposito

L’oro della Biennale

GOLD AND THE VENICE BIENNALE http://preziosamagazine.com/category/blog/le-gioie-dellarte

L

’oro (la speculazione e la crisi economica) non poteva mancare alla 55^ edizione della Biennale di Venezia. Due artisti lo hanno reso protagonista nelle loro installazioni, italiano il primo, Pietro Golia, russo il secondo, Vadim zakharov, in un cubo di cemento nel padiglione italiano ed in una stanza vuota in quello dedicato alla Russia. Golia, per il suo Untitled, My gold is

yours, ha disciolto nell’impasto dell’oro in polvere (per un valore circa 60mila euro), che rende luminescente l’enorme monolite grigio di 2,5 metri per lato disposto all’aperto, lasciando ai visitatori la possibilità di praticare una vera e propria caccia all’oro, potendo (riuscendovi!) anche a scalfire il blocco per estrarne i preziosi frammenti; contribuendo, così, a dare nuova vita e nuova forma

all’opera per tutto il corso dell’evento (che terminerà il 24 novembre). zakharov, invece, ha riprodotto il mito di Danae con una pioggia di monete d’oro che dall’alto si riversano in un ambiente riservato esclusivamente alle donne che potranno raccoglierle solo per riavviare nuovamente il ciclo costante delle pioggia che ritorna a cadere; gli uomini potranno assistervi solo attraverso un buco praticato all’esterno dell’ambiente e per farlo dovranno inginocchiarsi, provocatoriamente di fronte al dio-denaro. Due installazioni figlie del nuovo secolo. Due opere che bene ci informano sulla venalità e sul

materialismo, sul rapporto con la ricchezza e l’avidità. A ciascuno spettatore è data l’opportunità di comportarsi come meglio crede, in un’interazione che, c’è da giurarci, rappresenterà da molto vicino l’incertezza e lo straniamento del nostro tempo. The 55th edition of the Venice Biennale would not be complete without gold, speculation and economic recession. Two artists who embraced this in their exhibit are Pietro Golia, Italian, and Vadim Zakharov, Russian; a cement cube in the Italian Pavillon and an empty room dedicated to Russia. In his work entitled Untitled, My gold is yours, Golia dissolved gold powder (about 60 euros worth) into a 2.5 square meter gray monolith, making it shine out in the open and letting visitors go on a real gold hunt

and even (successfully!) chip away at the block and extract the precious nuggets; giving way to an artform that will continue to change throughout the entire event (ending on November 24th). Zakharov on the other hand, reproduced the myth in Danae with a shower of coins from above into a room where only women may enter and collect them to then start the cycle again; men may assist through a hole where they must kneel provocatively before the influence of money. Two exhibits reflecting the new century. Two works that talk to us about venality and materialism, about the relationship between wealth and greed. The audience is given the opportunity to interact as they please and that surely closely represents the uncertainty and alienation of our time.

blog écrit sur du vent di Maria Rosaria Petito

Non si nasce donne: si diventa

yOU’RE NOT BORN A WOMAN:yOU BECOME ONE (Simone de Beauvoir)

http://preziosamagazine.com/category/blog/ecrit-sur-du-vent/

S

i dice che dietro un grande uomo ci sia sempre una grande donna. Lei invece ha fatto prevalere le ragioni del suo essere Femmina, e in ombra non c’è mai stata. Neppure il suo teatro, che ha costruito su geniali architetture per narrare con esemplare ironia fatti inenarrabili, fatti che quando li ascoltavi la collera e la vergogna ti si appiccicavano addosso come cera. Storie in cui ci finivi dentro fino al cervello tra dettagli al vetriolo. In quei momenti il suo coraggio diventava il tuo perché quella brutalità sbrogliata nei suoi monologhi da brivido era per filo e per segno uguale a quella che hai conosciuto tu e tutte quelle donne ferite da una realtà distorta. Ha divertito platee appassionate raccontando violenze arcaiche, un tempo radicate in quei paesi lontani dove in nome del possesso si trova sempre una ragione per punire una donna. Storie che adesso popolano i nostri TG in cui le vittime diventano numeri. Storie di abusing mosse da una strampalata cultura che parla di parità di diritti senza averne ancora preso coscienza. A tutto questo hanno dato un nome, “femminicidio”, ma non una pena certa, lasciando che le infinite lotte combattute

22

contro ogni forma di discriminazione imputridiscano nella palude del silenzio. Franca non c’è più, se n’è andata tra le braccia del suo Dario, ma fino all’ultimo ha levato la mano contro gli oltraggi e gli stupri che ancora danno ossigeno al lato peggiore dell’umanità, quella che tracanna indifferenza, quella che guarda il prossimo attraverso una lente sessista. Il futuro reclama civiltà e non intendiamo deluderlo. È una promessa. Ciao Franca They say that behind every great man is a great woman. She fought for the rights and reasons of her being a woman and she was never overshadowed. Not even by her own theater which was built on an ingenious framework layering fantasy with truth to narrate the unutterable. While listening to her words, anger and shame embrace you like a hot sweat and you end up buried in the story up to your neck and each detail burns like fire. Her courage becomes your reason in the violence unraveling in frightening monologues so close to you and all the other women

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

wounded by a distorted reality. Archaic violence rooted in faraway lands where there was always a good reason to punish a woman, as seen on our newscasts today. Now they are our stories, oddly part of a culture that talks about equal rights before realizing what it means. All this has a name, it’s called ‘femminicidio’ or ‘murder against women’, but there is no specific punishment because no one wants one and the battles against all forms of

ha raccontato storie in cui ci finivi dentro fino al cervello tra dettagli al vetriolo discrimination are rotting in a swamp of silence. Franca is gone, she died in the arms of her beloved Dario, her last breath still raising her hand in outrage, against tyranny, horror, rape, feeding the worst side of humanity, the one

that swallows indifference, with one creed: the sexist media trash. But don’t worry, we’ll make it. Goodbye Franca.


pm blog

blog parole di pietra di Paolo Minieri

Alle fiere mi annoio A BORING A-FFAIR.

http://preziosamagazine.com/category/blog/parole-di-pietra/

G

li eventi che accompagnano una manifestazione fieristica sono ritenuti noiosi. Non voglio e non posso negare che qualche volta lo siano. Dibattiti, conferenze, presentazioni sono momenti che spesso il grande pubblico considera riempitivi di contorno. Ma questo è uno sbaglio. Perché nelle fiere di tutto il mondo agli incontri di business si associano pubbliche relazioni, approfondimenti, aggiornamenti, seminari. Mondanità. Ci si va per ragionare confrontarsi, migliorarsi; può darsi che ci sia qualche chiacchiera in più mentre di questi tempi capita che si acquisti di meno. Se sono giovani, non hanno tanti soldi. Che fa? Partecipano ora, compreranno poi. Ho trovato

crisi a parte, è il caso di ripensare il concetto di fiera? tempi nostri di Annalisa Fontana

Regole e affari: missione impossibile? RULES AND BUSINESS: MISSION IMPOSSIBLE?

C

e la ricordiamo tutti la storica glasnost di Gorbaciov. Rispetto al significato originale che in lingua russa è letteralmente “pubblicità”, nel senso di “dominio pubblico”, è poi stata tradotta spesso con “trasparenza”. Trasparenza, perché implica di rendere noto al mondo come funzionano le cose in un’organizzazione, in un’azienda, nella vita di una persona. È la grande esigenza spesso più sbandierata che reale - del nostro tempo. Ma per essere trasparenti occorre non avere scheletri nell’armadio, occorre avere un comportamento corretto in tutto e per tutto, occorre, insomma, fare dell’etica una regola. All’apparenza non è cosa particolarmente difficile: basta solamente che quel costosissimo abito di haute couture non sia costato gli occhi a povere ricamatrici per una manciata di cibo; basta solamente che i palloni con cui giocano i nostri

per essere trasparenti occorre non avere scheletri nell’armadio ragazzi non vengano lavorati da altri ragazzi schiavizzati in tenera età; basta solamente che quei diamanti e quell’oro di gioielli da sogno non costino la salute e la vita di minatori e finanzino guerre. Basta produrre senza sfruttamento e senza danno. Molti grandi marchi già dichiarano (ma come mai magari dopo tanti gravi episodi che li hanno visti coinvolti?) di avere avviato, o addirittura già attuato le procedure per adeguarsi a questa esigenza di trasparenza, in modo che del prodotto si sappia tutto, assolutamente

24

tutto. E intanto sono state varate o sono allo studio norme e regolamentazioni sempre più rigide. Molte organizzazioni esistenti si sono attivate e altre ne sono state create per controllare l’adeguamento delle aziende che sono o che si dichiarano “virtuose”. È cosa buona e giusta. È una strada che va percorsa, pur senza arrivare a eccessi che sono oggettivamente impossibili e inattuabili, quando non assumono addirittura il vero e proprio aspetto di protezionismo nazionalista. È una strada che va percorsa, anche se ce ne vorrà di buona volontà per guarire dalla corruzione, perché avere meno regole significa fare più affari. Sarebbe una strada facile se fosse realmente radicata nell’animo di tutti e di ognuno la convinzione di Vincenzo Nibali, vincitore dell’ultimo giro d’Italia. Etica e morale: si vince così. E se lo dice uno che è soprannominato “lo squalo dello Stretto (di Messina n.d.r.)”… We all remember the story of glasnost and Gorbaciov. Despite the semantics in Russian meaning literally ‘advertising’, in a ‘public domain’ sense, the word eventually translated as ‘transparency’. Transparency, which means telling the world how things work in an organization, in a business, in someone’s life. The dire need of the times - tooting our own horn. Transparency requires a closet free from skeletons, coherent behavior, and well, making ethics your creed. Seems easy: just make sure that no malnourished embroideress lost her eyesight to decorate that high-priced haute couture dress; and make sure that the soccer ball your kids are kicking around wasn’t assembled by a child; and make sure that diamond and that gold making dreamy

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

singolare che lo stesso seminario vada deserto in un’occasione prestigiosa ed abbia successo in una manifestazione più modesta. Come spiegare questo paradosso? Non è poi difficile. Conferenze ed approfondimenti scientifici non si riempiono da soli quasi fossero provini di x Factor. Il gap che divide un evento non strettamente commerciale dalla comunità del business lo puoi colmare con un pochino di buona volontà e fantasia: attestati di partecipazione, comunicazione puntuale e ristoro (perché no con l'aiuto di sponsor). Crisi a parte, forse potremmo chiederci se non sia il caso di ripensare l'evento fieristico. A Vicenza stanno già rinnovando tutto il modello logistico spingendosi di più verso l’innovazione, le tendenze ed il design. A Monaco i bambini non sono parcheggiati tra palloncini ma entrano coi

jewelry wasn’t the product of dead miners and whose proceeds finance some war. Production without exploiting anyone and without damaging anything - simple. Large brands are already announcing their move towards transparency (funny how they waited for something serious to happen first) and some have already put procedures in place to reveal all the information requested about their products. In the meantime regulations are being reviewed and the noose is tightening. Consumer organizations are watching them closely and new groups are being formed every day to

genitori e vanno a pulire fossili o incidere pietre. Se per i trentenni di oggi shopping ed intrattenimento sono una cosa sola (generazione nata nei centri commerciali) perché una manifestazione dovrebbe continuare a consistere solo in lunghe e monotone file di eleganti stand? The sideline events connected to trade shows are starting to get boring. I cannot deny that in fact, sometimes they really are. Debates, conferences, and presentations that audiences often see as fluff. But they are wrong. Trade shows around the world foster public relations, research, updates, seminars. Worldliness. Attendees go to liaise, confront ideas, better themselves; maybe there is some extra small talk these days as there are fewer sales. young people have less money to spend right now. So what? They see it today, they will buy it tomorrow. I was amazed to see an empty hall for the same seminar topic held at a prestigious exhibition and a full house for that seminar at a minor show. How do you explain that? Not hard. Conferences and scientific research haven't got the x Factor. The gap between the sales community and everyone else can be closed with a little good will and creativity: certificates of attendance, timely information and dining services (try with a sponsor). Maybe the recession gives us a chance to start rethinking trade shows. Vicenza is already rennovating its entire logistic model which pushes towards innovation, trends, and design. In Monaco, kids are not dropped off at a play area, they go into the show with their parent and learn to brush fossils or engrave stones. If the 30 year olds of today see shopping and entertainment as one in the same (the mall generation), why should tradeshows be just a long, monotonous row of elegant stands?

keep an eye on companies claiming to be ‘virtuous’. It is right and just. It is the road to go down without resorting to excessive measures that are impossible and impractical, leading directly to nationalistic protectionism. It is the path to follow even if recovering from corruption is hard, because less rules means more business. It would be easy if we all had the same convictions as Vincenzo Nibali, winner of the last Giro d'Italia bike race. Ethics and morality: what it takes to win. And if it’s coming from a guy whose nickname is ‘the Channel shark (ed. Messina Channel)’ ...


pm Pitti Uomo: gli “accessori” vincono il Who is on Next Pitti for Men: ‘Accessories’ win in Who is on Next Hanno vinto gli accessori a Who is On Next, il concorso, giunto alla sua quinta edizione, promosso da Pitti Immagine Uomo (andato di scena a Firenze dal 18 al 21 giugno) e AltaRoma che premia i nuovi talenti della moda maschile. Ex aequo al primo posto i cappelli di Super Duper Hats e le scarpe di Casamadre. La giuria di esperti li ha scelti per la loro capacità di “saper combinare la memoria e la tradizione con la ricerca di dettagli nuovi e contemporanei, in sintonia con le richieste più sofisticate del mercato”. Tre designer che si celano dietro i copricapo handmade Super Duper Hats - Matteo Gioli, Ilaria Cornacchini e Veronica Cornacchini; hanno puntato su identità e senso di appartenenza, invece, David Parisi e Alessia Crea di Casamadre. Accessories prevail in the 5th edition of Who is On Next (held in Florence from June 18th to the 21st) promoted by Pitti Immagine Uomo and AltaRoma and awarding new talents in men's fashion. Tied for first place are headresses by Super Duper Hats and Casamadre footwear. The jury of experts awarded both for their ability to “combine memory and tradition with new and contemporary details, in tune with demands from a sophisticated market. Three designers are concealed by the handmade headresses Super Duper Hats - Matteo Gioli, Ilaria Cornacchiacchini, and Veronica Cornacchini; they are focusing on identity and a sense of belonging.

GIOIELLI E SMALTO UN CONNUBIO BRILLANTE jEWELRy AND ENAMEL A BRILLIANT PAIR

design di Lucia Venino

I

1 1. joe Wood, Lumpy Blue e Knobby: bracciali in argento con resina epossidica e polvere di smalto epoxy resin and enamel powder bracelet in silver 2. Margareth Sandstrom, Concave Blue Oval Rings: Collana in argento con elementi smaltati Silver necklace with enameled elements 3. jennaca Leigh Davies: Pendenti in rame, argento e smalto Copper, silver and enamel pendant 4. Ashley Heminway, Connections: Orecchini in argento, rame e smalto Silver, copper and enamel earrings 5. Deborah Lozier: Anello in argento ossidato e smalto Tarnished silver and enamel ring 6. Natalya Pinchuk, Growth series: Spille in rame decorate a smalto con elementi in lana, plastica, perle di vetro e filo metallico Copper brooch enamelled surfaces with elements of wool, plastic, glass pearls, and metal threads 7. jacqueline Ryan: Spilla in oro giallo con smalto vitreo Gold brooch, vitreous enamel 8. Sophia Maris, Bold Basics: Anello in argento con smalto fluo Enamel flux silver ring

26

preziosa­

mmaginate di mettere nelle mani di artisti del gioiello un’intera tavolozza di colori e di lasciare loro la libertà di esprimersi: ecco ciò che succede quando un designer incontra lo smalto. Il protagonista assoluto dei gioielli smaltati è il colore in tutte le sue tonalità: la lucentezza vivace dello smalto si contrappone all’opacità del metallo, accentuandone il contrasto cromatico. jennaca Leigh Davies crea eleganti gradazioni sovrapponendo elementi d’ispirazione organica. Sophia Maris sceglie le tonalità fluo più accese per creare vistose macchie in anelli e pendenti di forme lineari. Deborah Lozier dipinge pennellate acquerellate per esaltare la decorazione creata attraverso processi di ossidazione. jacqueline Ryan crea moduli in smalto vitreo ed oro giallo che si ripetono nello spazio a formare composizioni regolari che sembrano originate dalla natura. Ashley Heminway compone piccoli tasselli di mosaici,

alternando a lastre di metallo motivi smaltati che sembrano mattonelle recuperate da una vecchia cucina. A contatto con altri materiali, lo smalto diventa il terreno di sperimentazioni insolite: la svedese Margareth Sandstrom ricrea sulla superficie di pendenti l’effetto della tela jeans fondendo smalto e polveri metalliche.

2

Miscelando polvere di smalto e resina epossidica, joe Wood ottiene superfici morbide e porose che si discostano completamente dalla tradizionale idea di smaltatura a fuoco. Imagine placing in the hands of a jeweler a complete color palette and letting the artist free to express themselves: this happens

3

when a designer meets enamel. The center of all enamel jewelry is color in all its hues: the bright light of the enamel contrasts with the opaque metal, bringing out its cromatic contrast. Jennaca Leigh Davies creates elegant shades by layering elements that inspire organic. Sophia Maris chooses flowing hues that are brighter to create flashy


IN VETRINA TREDICI TRA I MARChI PIù GETTONATI DAI FAShION BLOGGER focus on thirteen brands most posted by fashion bloggers

BULGARI E AZIMUT YACHTS INCANTANO PORTOFINO

BULGARI AND AzIMUT yACHTS ENCHANT PORTOFINO Il lusso italiano è sempre di casa a Portofino: dal 22 al 24 giugno lo è stato nel nome di Bulgari e Azimut Yachts. Grazie a un accordo siglato tra i due brand, i top clients della maison di gioielleria sono stati accolti nella località ligure da “personal jeweller” per conoscere da vicino le nuove collezioni. Per completare l'esperienza, alcuni yacht Azimut sono stati riservati agli ospiti per una visita via mare nelle Cinque Terre.Artigianalità e classe, i valori in comune tra i due marchi:“Siamo molto soddisfatti di questa

partnership - ha detto Francesco Ansalone, marketing director del gruppo Azimut-Benetti (di cui fa parte anche la società di servizi Yachtique) -: abbiamo background differenti ma condividiamo la passione per il ben fatto che contraddistingue il miglior Italian Style”. Italian luxury is at home in Portofino: from June 22-24 that luxury was called Bulgari and Azimut Yachts.Thanks to an agreement between the two brands, top clients of the jewelry maison were welcomed

on the Italian riviera by their 'personal jeweller' for private viewings of the collection. To complete their experience, Azimut yachts were available for a cruise along the Cinque Terre coastline. Craftmanship and class, a common ground for the two luxury brands: 'We're very happy with this partnership - says Francesco Ansalone, marketing director for the Azimut-Benetti group (the same company Yachtique services belongs to) - : we have different backgrounds but the same passion for the superlative that is unique to the utmost Italian Style'.

WhITE MILANO F

ormula vincente premiata dal successo di pubblico, quella proposta da White Milano per l’edizione di giugno. Ottanta i marchi presenti per la prima volta nel salone milanese di via Tortona e 47 quelli che hanno scelto soltanto White per proporre le collezioni primavera-estate 2014: 132 espositori, 64 dei quali hanno avuto l’opportunità di presentare capi o accessori, maschili e femminili nella stessa area, 15 solo donna e 53 esclusivamente menswear. Dati di affluenza costanti rispetto a un anno fa: crescono i buyer stranieri, soprattutto dal Far East; in lieve diminuzione gli italiani. Il mix tra avanguardia e innovazione ha trovato la sua punta più estrema nel Wok Room con una vetrina di 13 tra i marchi più gettonati dai fashion blogger di tutto il mondo: Simona Vanth, KTZ, Bag’N’Noun, Baggy Port, Vice & Vanity, Lucio Vanotti, Tothem, 8000eyewear, Uppercut, SuTurno, Tidwatches, Norsk Mand, Wood’d e Julian Zigerli sono stati scelti da Simona Citarella e Federica Zambon, proprietarie del Wok Store, la vetrina dell’avant garde internazionale di via Col di Lana a Milano. Turnout rewarded the winning strategy of the June edition of White Milan. Eighty brands for the first time in the milanese salon on via Tortona and 47 of which will only exhibit their spring-summer 2014 collections at White: 132 exhibitors, 64 of these had the chance to show clothing or accessories, men and women's in the same area, 15 only women and 53 eclusively menswear. Attendance was unchanged compared to a year ago: more foreign buyers, especially from the Far East; slightly down, the Italians. The mix between avantguard and innovation is what the Wok Room stood for with 13 of the most talked about brands amongst fashion bloggers from around the world: Simona Vanth, KTZ, Bag’N’Noun, Baggy Port, Vice & Vanity, Lucio Vanotti,Tothem, 8000eyewear, Uppercut, SuTurno,Tidwatches, Norsk Mand, Wood’d and Julian Zigerli were chosen by Simona Citarella and Federica Zambon, owners of the Wok Store, an avantgarde international showcase on via Col di Lana in Milan.

nella foto a sx: Umberto Macchi Di Cellere, Worldwide Sales & Marketing Managing Director Bulgari; Lucia Boscaini, Event & Heritage Manager Bulgari; Mauro Di Roberto, Jewellery Business Unit Managing Director Bulgari; Flavia Spena, Chief Financial & Organization Officer Bulgari; Francesco Ansalone, Direttore Marketing di Azimut|Benetti Group e Paolo Casani, Amministratore Delegato di Azimut Yachts

8 linear-form spots on rings and pendants. Deborah Lozier paints brushes and watercolors to exalt the decoration created through oxidation processes. Jacqueline Ryan creates models in vitreous enamel and gold that repeat in space to form regular compositions that seem to originate from nature. Ashley Heminway composes small

mosaic inclusions, alternating with metal plates enamelled patterns that resemble tiles recuperated from an old kitchen. When in contact with other materials, enamel becomes fertile ground for unusual experiments: Swedish Margareth Sandstrom recreates a denim jeans effect on pendants using enamel and metal powder. Mixing enamel

4

powder and epoxy resin, Joe Wood obtains a soft and porous surface which is far from the traditional idea of fire-torched enamel.

7

5

6


pm GLAMOUR, IRONIA E TANTI VIP AL PARTY FIRMATO ANTICA MURRINA GLAMOUR, IRONy AND LOTS OF VIPS AT THE ANTICA MURRINA SIGNATURE PARTy

TADS: IN PASSERELA GIOIELLI ED ABITI DEGLI ALUNNI DEL MASTER IN “DESIGN MODA E GIOIELLO”

A

l Finger’s Garden di Milano l’azienda veneziana ha festeggiato con amici e celebrities il lancio del nuovo bracciale G·Lace. A fare gli onori di casa Roberto Ciotti, CEO di Antica Murrina, ed Elena Voltolina, product manager. Molti i vip e i giornalisti di moda presenti: dalla showgirl Federica Fontana a Ana Laura Ribas, dall’ex-velina e ora fashion blogger Elena Barolo, alla gieffina Sara Nile all’attrice Giada Desideri, alla giornalista e scrittrice Candida Morvilo.

Melissa Satta special guest dell’evento Ma tutti i riflettori erano naturalmente puntati su Melissa Satta, special guest dell’evento. Tutti gli ospiti hanno indossato il nuovo bracciale GLace - d’obbligo per accedere al party - che hanno scelto al loro ingresso fra le dodici diverse varianti di colore disponibili. Secondo Elena Voltolina “È il bracciale dell’estate da indossare in ogni momento della giornata, che raggiungerà le donne che amano stupire, esuberanti e amanti del colore”. Lanciato con il pay off “Enjoy your lace, enjoy your bracelet”, G·Lace è un omaggio all’intramontabile bellezza del pizzo, dal sapore antico e sempre nuovo, impreziosito da un brillantino Swarovsky e da un bacio in vetro lavorato artigianalmente, simbolo dell’esperienza di Antica Murrina, conosciuta in tutto il mondo per i suoi gioielli in vetro. Sexy

28

e chic allo stesso tempo, ricorda ironicamente la giarrettiera, indumento da sempre simbolo di femminilità. At the Finger's Garden in Milan in the presence of friends and celebrities, the Venetian company celebrated the launch of the new G-Lace bracelet . Host for the evening was Roberto Ciotti, CEO of Antica Murrina, and Elena Voltolina, product manager. Numerous VIPs and fashion journalist were there: from showgirl Federica Fontana to Ana Laura Ribas, from TV show hostess-turned-fashion blogger Elena Barolo to Big Brother cast member Sara Nile to actress Giada Desideri, to journalist and writer Candida Morvilo. Needless to say, the spotlight was on Melissa Satta, special guest for the event. All guests were required to wear the new G-Lace bracelet - mandatory for getting into the party - and they could choose from twelve different colors at the door. According to Elena Voltolina 'It's the bracelet of the summer and can be worn at any moment of the day, for women who love to show off, exuberant and lovers of color'. Launched with the tagline 'Enjoy your lace, enjoy your bracelet', G-Lace pays hommage to the timeless beauty of lace, an antique item that is always new, embellished with Swarovsky crystals and sealed with a kiss made in handmade Antica Murrina glass, a symbol of their experience and known all over the world for venetian blown glass jewelry. Both sexy and chic, the bracelet ironically resembles a garter, one of the great symbols of all that is femminine.

TADS: ‘FASHION AND jEWELRy DESIGN’ MASTER STUDENTS ON THE CATWALK WITH jEWELRy AND CLOTHING

Quarantacinque outfit uomo/donna per la primavera/estate 2014: sono stati i protagonisti della sfilata conclusiva del Master in “Design Moda e Gioiello - Ritorno all'artigianalità” che la Fondazione il Tarì organizza con il sostegno finanziario della Regione Campania Settore Politiche giovanili e del Forum Regionale della Gioventù, con 900 ore d'aula e 400 in azienda. In passerella, nella Camera di Commercio di Napoli, la Aster Exhibit: abiti e gioielli ideati e realizzati dai 20 allievi del corso di alta formazione, look semplici che disegnano una donna raffinata e sensibile.Asimmetrie, plissé, boleri anni '50 e shorts: tessuti leggeri e colori caldi, impreziositi dai dettagli Swarovski Elements, abbinati a gioielli realizzati con la collaborazione degli studenti del corso in oreficeria del Tarì Design School. La sfilata si è chiusa con cinque abiti di Alta Moda che rappresentano il ciclo della vita: nulla, nascita, vita, morte ed eternità. 45 outfits for men and women in spring/summer 2014 paraded down the final runway at the close of the Master in ‘Fashion and Jewelry Design - back to craftmanship’, organized by the Tari foundation with funding from the Campania RegionalYouth Policy agency and the RegionalYouth Forum for the 900-hour course with 400 hours in company training. The Chamber of Commerce of Naples sponsored Aster Exhibit: jewelry and apparel designed and created by 20 highly trainded students, simple look for the chic and sensitive woman. Asymetrix, pleats, shrugs from the 50s and shorts: lightweight fabric and warm colors, adorned with Swarovski elements and matched with jewelry created by in partnership with students from the gold design course at the Tari Design School. The show closed with five haute couture outfits representing the cycle of life: nul, birth, life, death and eternity.


pm aprile 2011 erano 20mila, sei mesi più tardi erano già diventati più di 28mila. Sono i Compro oro, attività che negli ultimi anni ha conosciuto un boom e poi, nel corso del 2012, un primo fisiologico ridimensionamento. Agli operatori professionali in oro e in generale a coloro che acquistano preziosi da privati e gioiellieri è dedicato il volume “Compro oro, finanza e legalità - Prassi e proposte di riforma”, scritto da Ranieri Razzante, avvocato, professore universitario e presidente dell'AIRA, associazione italiana responsabili antiriciclaggio. Secondo il 46esimo rapporto del Censis (2012) sono 2,5 milioni le famiglie che si sono rivolte ai compro oro per vendere oggetti preziosi. Un giro d'affari di un'agenzia si aggirerebbe intorno ai 500mila euro annui, per un totale di 14 miliardi di euro: in alcuni casi, dietro i Compro oro si celano attività delinquenziali come riciclaggio e evasione fiscale. Il volume di Razzante viaggia tra riflessioni di natura criminologica, normative di settore (come la l. 7/2000) e prescrizioni delle Questure. Chiudono il volume orientamenti giurisprudenziali in Edito da Filodiritto editore tema e normativa antiBologna 2013. € 39,00 riciclaggio, insieme ai disegni di legge per la ‘Pawn shops, the IRS and modifica della normativa attuale. legality - rules and

“COMPRO ORO, FINANZA E LEGALITà PRASSI E PROPOSTE DI RIFORMA”, RANIERI RAzzANTE, IN COLLABORAzIONE CON MIRKO BABETTI

proposed reforms’, Ranieri In April of 2011 there were 20 thousand, six Razzante in collaboration months later there were with Mirko Babetti already 28 thousand. Pawn shops, a booming business in recent years and then in 2012, the first physiological reshaping. Dedicated to professional operators in gold and in general to those who buy jewelry both from businesses and privately, ''Pawn shops, the IRS and legality rules and proposed reforms', written by Ranieri Razzante, a lawyer, university professor and president of AIRA, the Italian Association Against Money Laundering. According to the 46th Censis report (2012) 2.5 million families turned to pawn shops to sell off their jewels. Business in one single shop sees turnover at 500 thousand euros per year for a total of 14 billion euros: in some cases, behind the pawn shops there are criminal activities such as money laundering and tax evasion. The book by Razzante goes from thoughts on the nature of crime, regulations in the sector (like n.7/2000) and statute of limitations. The book closes with legal orientations on the subject and on money laundering regulations and other legal action to modify the current ones. 30

preziosa­

Banca Etruria lancia il “Conto Oro” ETRURIA BANK LAUNCHES THE “GOLD ACCOUNT”

U

n conto corrente in once finanziarie e non in euro: è “Conto Oro”, la soluzione ideata da Banca Etruria per le aziende, ma che può essere utilizzata anche da privati. È sempre di un conto corrente in valuta, ma l'unità di misura è espressa in once di oro finanziario. Uno strumento flessibile che copre dal rischio di oscillazioni del prezzo del metallo. A spiegarci come funziona è Francesco Bernardini del Servizio Oro di Banca Etruria.

Francesco Bernardini

A

Dott. Bernardini, ci spiega di cosa si tratta? “Il conto in oro finanziario (anche Conto Oro) è un particolare conto corrente la cui unità di misura è espressa in once di oro finanziario o anche detto 'cartaceo': praticamente si avrà una giacenza in once di oro. Una volta aperto, come funziona? “Con il termine 'alimentazione del Conto Oro' si intende l’acquisto di oro finanziario, ovvero l’operazione mediante la quale il cliente immette once di oro finanziario nel Conto Oro dando disposizione di addebito su un conto euro o di altra valuta. Con il termine 'disalimentazione del Conto Oro' si intende la vendita di oro finanziario, ovvero l’operazione mediante la quale il cliente cede once di oro finanziario dal Conto Oro accreditando il ricavato su un conto euro o di altra valuta. Qual è il vantaggio? “Il cliente ha la discrezionalità di regolare l’operazione in qualunque valuta di conto purché detenuto presso il nostro Istituto: il Conto Oro va infatti assistito da un conto in altra valuta su cui regolare gli addebiti/accrediti relativi alla negoziazione delle once di oro finanziario. Essendo in sostanza uguale ad un qualsiasi conto corrente, il suo saldo rappresenta un debito della banca ed un credito del correntista. Per ragioni di natura fiscale, è contrattualmente previsto che il conto non

possa essere movimentato con oro fisico, né per versamenti né per prelievi. Perché un'azienda o un privato dovrebbero scegliere il Conto Oro? “Ha molteplici utilizzi,: oltre ad essere un valido strumento di investimento alternativo, consente alle aziende una gestione dinamica della provvista di metallo a fronte di mutevoli necessità di disporre della materia prima per la produzione o per il magazzino ai fini della commercializzazione (hedging). Gli operatori non residenti possono effettuare transazioni in oro cartaceo, da utilizzare poi presso Banca Etruria per disporre di oro fisico da consegnare in conto lavorazione ad aziende italiane. Può inoltre essere utilizzato come strumento di servizio per altri prodotti in oro finanziario offerti da Banca Etruria, come ad esempio il mutuo in oro”. A bank account measured in financial ounces and not in euros: the “Gold Account” is Etruria Bank’s business solution available to the public too. It is a currency bank account measured in financial ounces. A flexible tool that safeguards customers from fluctuations in the precious metal prices. Francesco Bernardini from Etruria Bank's Gold Service explains how it works. Dr. Bernardini, can you tell us what it's about? An account in financial gold (called Gold Account) is a kind of account where currency is expressed in ounces of financial gold or in 'paper': practically an account in ounces of gold. Once open, how does it work? The term ‘deposit on a Gold Account’ means acquiring financial gold or those operations where the client deposits ounces

I JCK ShOW: GRAZIE A FIERA VICENZA E ICE SFILANO I GIOIELLI ITALIANI ITALIAN jEWELRy SHINES AT THE jCK LAS VEGAS THANKS TO VICENzA FAIRS AND ICE

riflettori del jCK Show, la più importante manifestazione statunitense dedicata al gioiello, sono stati puntati su sei “Catwalk - Italian jewellery on Trend”, sfilate di gioielli organizzate da ICE Agenzia di Los Angeles con la collaborazione di Fiera di Vicenza. Protagonista il made in Italy, portato oltreoceano per l’ottava volta dal format itinerante VICENzAORO Italian Club. Palcoscenico ancora internazionale per 130 aziende (di cui il 20% alla loro prima partecipazione), provenienti dai principali poli produttivi italiani - Vicenza,Valenza, Arezzo, Napoli, Marcianise e Torre del Greco, Milano - che grazie al progetto di Fiera di Vicenza sono state ospitate da strutture espositive di design in puro Italian Style. In passerella le creazioni orafe più rappresentative di 30 fra le 130 aziende partecipanti all’Italian Club. Fiera di Vicenza protagonista anche


Da Garmin il nuovo orologio quatix™ per avere sempre il polso della navigazione

THE NEW GARMIN QUATIx™:THE PULSE OF NAVIGATION

U

n concentrato di tecnologia e funzioni sofisticate gestibili attraverso menù intuitivi e user-friendly: è il nuovo orologio Garmin quatix™ appositamente pensato per la nautica. L’innovativa proposta, presentata da Garmin Italia, società di Garmin Ltd, leader mondiale nella navigazione satellitare, offre una serie di strumenti indispensabili per chi va per mare, sia per sport sia per passione, consentendo di tenere sotto controllo la navigazione e la propria sicurezza. Si va dalle funzioni che agevolano la normale navigazione a quelle specifiche per le regate, grazie alla possibilità di condividere dati accurati wireless con il ricevitore GPS integrato ‘specialità della casa’. In caso di caduta in mare quatix™ attiva automaticamente una funzione che consente all’equipaggio rimasto a bordo di effettuare il recupero. Il design è aggressivo: una struttura tenace in acciaio rinforzato con cassa di alloggiamento in termoplastica e lente in vetro minerale antigraffio lo rendono perfetto e resistente in qualunque condizione. È do-

of financial gold on their Gold Account transferring from a euro or other currency account. By 'withdrawal from the Gold Account' we mean the sale of financial gold or the sale of an ounce of financial gold from the Gold Account and depositing the sum on a euro account or account in a different currency. Advantages? The customer can manage

tato di display LCD ad alto contrasto e retroilluminazione a LED e di batteria agli ioni di litio che durano fino a sei settimane o 16 ore con il GPS attivo. Quatix™, che consente di controllare a distanza anche il pilota automatico Garmin della propria imbarcazione. È disponibile in Italia a un prezzo al pubblico di 449,00 Euro. A concentration of technology and sophisticated functions managed through an intuitive and userfriendly menu: the new Garmin quatix™ was designed with mariners in

the exchange in any currency as long as the account is with our bank: the Gold Account operates through a currency account where deposits/withdrawals of ounces of financial gold are negotiated. Since it is similar to regular checking accounts, the balance shows debit and credit between bank and customer. Due to fiscal regulations the account cannot deal with physical gold nor can there be real deposits or withdrawals.

mind. Presented by Garmin Italia, part of the leading company in satellite navigation Garmin Ltd, the innovative timepiece offers a series of sailing features essential for racing or just for fun and which keep navigation and safety under control. From simple navigation to regata sailing, the most accurate data is shared via a built-in wireless GPS navigator, a Garmin specialty. Wireless activation of the MOB feature is automatic so crew members can swiftly respond. Its design is aggressive: a rugged reinforced steel case with a thermoplastic housing and scratchproof mineral glass lens for all round resistence and perfection. Specs include a high contrast LCD display and LED backlight, lithium-ion battery lasting up to 6 weeks or 16 hours in GPS mode. The Quatix™ autopilot remote control functions allow you to remotely control a Garmin autopilot on your boat and is available in Italy at 449 euros.

businesses can manage their metals dynamically as needed for production or for storage in order to commercialize them (hedging). Non-resident operators can perform transactions in paper gold, utilizable at Etruria Bank to buy physical gold for consignment sale to Italian companies. It is also a service tool for other financial gold products offered through Etruria Bank, such as a mortgage in gold.

Why should a business or an individual choose a Gold Account? There are a number of reasons: besides being a valid alternative investment tool,

Oltreoceano il Made in Italy le creazioni orafe di 130 aziende all’evento che ha anticipato la rassegna di Las Vegas, il LUxURy@jCK, con la Trend Area “Inspirations 2014” MUTATIONS -, uno spazio espositivo dedicato ai nuovi trend per la stagione 2014 individuati dal team di TRENDVISION jewellery + Forecasting - l’Osservatorio indipendente di forecasting mondiale creato da Fiera di Vicenza. The spotlight at JCK Las Vegas, one of the most important US trade shows dedicated to jewlery, is shining on "Catwalk - Italian Jewellery on Trend", six jewelry parades

organized by ICE Los Angeles and Vicenza Fairs.The star of the runway is made in Italy, for the eighth time brought overseas by the VICENZAORO Italian Club. An international stage for 130 businesses (20% first time exhibitors) coming from the main areas of Italian production Vicenza, Valenza, Arezzo, Naples, Marcianise and Torre del Greco, Milan and who thanks to Vicenza Fair will be present in an environment entirely designed Italian Style. The catwalk will feature goldsmith creations from 30 of the 130 Italian Club participants. Vicenza Fairs preempted the Las Vegas event with LUXURY@JCK, Trend Area 'Inspirations 2014' - MUTATIONS -, an exhibition dedicated to new trends for 2014 identified by TRENDVISION Jewellery + Forecasting - the independent global forecasting observatory created by Vicenza Fairs.

DEEP SEA ChRONOGRAPh CERMET Jaeger Le Coultre Crono tricompax C

i sorprende sempre Jaeger Le Coultre con quello stile “ritorno al passato” con modelli belli come i predecessori ma con il valore aggiunto della tecnologia e dei materiali del nuovo millennio. Come il Deep Sea Chronograph Cermet, un bellissimo orologio ispirato al Memovox Deep Sea del 1959, successore della versione in acciaio, il Deep Sea Chronograph già in produzione, con tre contatori, mentre l’esclusivo predecessore è stato prodotto per le Boutique Deep Sea Vintage Chronograph e presenta solo 2 contatori. La novità 2013 è un cronografo a tre contatori dotato di un movimento di manifattura calibro 758 meccanico a carica automatica, 340 componenti, 28800 alternanze ora, 65 ore riserva di carica, 47 rubini, testato 1000 ore. Sul quadrante nero è indicata l’ora e nei 3 contatori del Crono i secondi, i minuti e le ore, ma la novità sta nell’indicazione dello stato di funzionamento: un piccolo disco colorato posto sotto la scritta Jaeger Le Coultre: rosso se è fermo, bianco pronto all’utilizzo, rosso/bianco in funzione. Questo affinché anche sott’acqua si abbia il colpo d’occhio sullo stato del Cronografo. Altra novità è la cassa di 42mm e spessa 14,46mm. È in “Cermet”, lega di alluminio e particelle di ceramica, quest’ultima utilizzata anche come rivestimento finale. Il cinturino è in tessuto con fibbia ardiglione. L’impermeabilità è garantita a 100 m, le lancette e gli indici sono luminescenti. Jaeger Le Coultre a 'back to the future' style through technology and modern material. Like the Deep Sea Chronograph Cermet inspired by the 1959 Memovox Deep Sea. The 2013 novelty is a three-counter chronograph caliber 758 automatic movement, 340 components, 28800 vibrations per hour, 65 hour power reserve, 47 rubies, tested 1000 hours. The black dial shows the time and three counter on the Chrono show seconds, minutes, and hours. A small colored circle just below the logo marks its status: red means stopped, white means ready for use, white/read means in operation. A 42mm case 14,46 thick. Made with 'Cermet' an aluminum alloy and ceramic particles. Hands and hour markers are luminescent, strap in satin and pin buckle. Water resistent to 100 meters. (Mario Didone)

preziosamagazine.com / n.­3­/­2013 preziosa­

31


pm ITALIA, IN ARRIVO NUOVI RICCHI CON LA PASSIONE DEI GIOIELLI ITALy, THE NEW RICH WITH A PASSION FOR jEWELRy

Varsavia: gioielli, moda e tanto Made in Italy WARSAW: jEWELRy, FASHION AND MUCH MADE IN ITALy

D

A

umentano i ricchi, anche in Italia (+4,5%, decimo posto nella classifica mondiale), e tra i settori in cui amano spendere il proprio denaro figurano i gioielli. E' quanto emerge dall'edizione 2013 del World Wealth Report di Capgemini presentato a fine giugno a Milano. Il numero di 'Paperoni' (quelli cioè con un patrimonio investibile di almeno un milione di dollari) ha raggiunto quota 12 milioni nel mondo e 175.800 nel Belpaese, dove coprono una ricchezza complessiva di 336 miliardi di dollari. Ma come direzionano le spese? Secondo uno studio di Capgemini e Rbc Wealth Management, si registra una decisa passione verso gioielli, pietre preziose e orologi (32%): solo dopo arrivano in classifica immobili, investimenti a reddito fisso, automobili, imbarcazioni e vari oggetti di lusso da collezione. Resta significativo il dato di coloro che si concentrano più sul mantenimento della ricchezza (33%). Even in Italy, the wealthy are on the rise (+4.5%, tenth place worldwide) and one of the things they love to spend on is jewelry, according to the Capgemini World Wealth Report presented in Milan at the end of June. The number of 'Scrooges' (with at least a million dollars of investable capital) has reached 12 million worldwide and 175,800 in Italy, amounting to 336 billion dollars in wealth. How do they spend it? According to Capgemini and Rbc Wealth Management, there is a true passion for jewelry, gems, and timepieces (32%): following are real estate, fixed income capital investments, cars, boats, and other luxury collectibles. The most significant fact is how many concentrate on staying wealthy (33%).

ue giorni di incontri mirati tra 52 aziende italiane e circa 90 buyer selezionati e provenienti da 23 Paesi, dalla Scandinavia all’Europa Centrale, dall’Europa Orientale all’Asia Occidentale, ai Balcani: l'11 e il 12 giugno a Varsavia è stato protagonista il gioiello made in Italy, grazie alla Mostra della Gioielleria Italiana in Polonia organizzata da ICE. Presso la prestigiosa sala del Palazzo Ufficio Primo di Varsavia, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia S.E. Riccardo Guariglia e del direttore dell’ICE di Varsavia, una due giorni di appuntamenti nell'ambito del progetto di promozione nei mercati Bric, emergenti e di vicinato europeo promossa dall'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane. Inaugurata per la prima volta proprio a Varsavia nel 2008, la Mostra itinerante è alla sua sesta edizione dopo quelle di Budapest (2009), Bucarest (2010 e 2011) e Sofia (2012) ed ha confermato una crescita anno dopo anno sia per numero di aziende italiane che di buyers esteri. A chiudere la prima giornata di incontri una Sfilata di gioielli delle aziende ita-

liane partecipanti, alla presenza di oltre 350 ospiti tra buyers, rappresentanti istituzionali e Vip. Two days of focused meetings between 52 Italian companies and 90 selected buyers from 23 countries ranging from Scandinavia to Central Europe, from Eastern Europe to East Asia to the Balkans: June 11 and 12 in Warsaw highlighted jewelry made in Italy thanks to the Italian Jewelry Show of Poland organized by ICE. Held in the prestigious First Office Palace in Warsaw under the auspices of the Italian Ambassador Riccardo Guariglia and the director of ICE Warsaw, two days of promotional meetings for Bric, an emerging marketplace in Europe being promoted by the agency to boost Italian business abroad and internationally. Inaugurated in Warsaw in 2008, the show is in its 6th edition following Budapest (2009), Bucarest (2010 and 2011) and Sofia (2012) and has been growing year after year both by number of Italian businesses and by number of foreign buyers. The closing event featured a display of Italian jewelry to an audience of over 350 buyers, institutional representatives, and VIPs.

FIERA DI VICENZA UN RICCO PARTERRE PER L’“ANDREA PALLADIO INTERNATIONAL jEWELLERy AWARDS” VICENzA FAIR A RICH PARTERRE FOR THE ‘ANDREA PALLADIO INTERNATIONAL jEWELLERy AWARDS’

I

l red carpet esclusivo con il Gotha della gioielleria mondiale è stato protagonista a Vicenza, durante l'edizione primaverile, con la cerimonia di premiazione della II Edizione del Premio Internazionale “Andrea Palladio International jewellery Awards” all’interno della Fondazione Bisazza. Otto categorie su cui si è espressa la giuria presieduta da Gianmaria Buccellati e composta da Silvana Annicchiarico, Direttore Triennale Design Museum; Alba Cappellieri, Presidente del

32

Corso di Laurea in Design della Moda al Politecnico di Milano; Franco Cologni, Presidente Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte; Beatrice Salmon, Direttrice del Museo delle Arti Decorative di Parigi e la designer Patricia Urquiola. An exclusive red carpet with the world leader in jewelry in Vicenza's spring edition, with an awards ceremony for the II Edition of the Andrea Palladio International Jewellery Awards' part of the Bisazza Foundation. Eight categories scrutinized and a jury headed by Gianmaria Buccellati with members Silvana

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

Annicchiarico, Director of the Triennale Design Museum; Alba Cappellieri, President of the Degree Course in Fashion Design at the Milan Polytech; Franco Cologni, President of the Cologni Masters of Art Foundation; Beatrice Salmon, Director of the Museum of Decorative Arts in Paris, and designer Patricia Urguiola. - Premio per il miglior designer italiano / Best Italian designer: Giancarlo Montebello - Premio per il miglior designer internazionale / Best international designer: Stephen Webster. - Premio per la migliore brand collection italiana / Best Italian brand collection:: Pasquale Bruni

- Premio per la migliore brand collection internazionale / Best international brand collection: Cartier - Premio per il migliore flagship store 2012/2013 / Best flagship store 2012/2013: Cartier - Premio per la migliore campagna di comunicazione / Best advertising campaign: Damiani - Premio dedicato alla migliore comunicazione sviluppata sui new media / Best new media advertising campaign: Bulgari - Premio dedicato alla corporate social responsibiliy / Award for corporate social responsibiliy: Roberto Coin


pm GAETANO CAVALIERI: “WORLD TRADE IS BECOMING MORE ETHICALLy RESPONSIBLE Cibjo is the only organization in the world sanctioned by the UN

Gaetano Cavalieri has endured a long battle dedicated to the internationalization of Made in Italy and especially to great Italian traditions in jewelry. This volcanic Siciliano covers many prestigious roles, since 2001 as president of Cibjo, a tutelary international authority for the jewelry industry formally affiliated since 2006 with the United Nations.

GAETANO CAVALIERI: “Il commercio mondiale sarà sempre più eticamente corretto” LA CIBjO È L’UNICA ORGANIzzAzIONE AL MONDO AD ESSERE RICONOSCIUTA DALL’ONU di Giovanni Micera

Q

uella di Gaetano Cavalieri è una lunga militanza dedicata all’internazionalizzazione del made in Italy e soprattutto alla grande tradizione della gioielleria italiana.Tanti i prestigiosi incarichi ricoperti da questo vulcanico siciliano, dal 2001 presidente della Cibjo - autorevole organismo internazionale di tutela della gioielleria, affiliata formalmente dal 2006 alle Nazioni Unite.

spesso condizionate dai contesti in cui vivono, ad adottare una condotta d’impresa più responsabile. La nostra associazione è l’unica al mondo ad essere riconosciuta dall’Onu e ad essere presente all’interno del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. Come agisce la Cibjio a tutela della Responsabilità Sociale? Sono tanti gli episodi che potrei raccontarle. Ad esempio qualche anno fa, nella provincia cinese del Cosa si intende per Guandong, alcuni operai, per Responsabilità Sociale le cattive condizioni di lavoro, delle Imprese? si ammalarono di silicosi. La responsabilità sociale Come associazione siamo delle imprese sembra intervenuti a loro difesa, sia a Gaetano Cavalieri un concetto difficile ma livello di Governo Centrale nella realtà è più semplice applicarla che quanto a quello locale e, grazie alla nostra spiegarla. In sintesi, si basa sull’attuazione, nelle attività, per la prima volta nel diritto cinese, imprese, di principi basilari come la pulizia dei ai lavoratori è stato riconosciuto e risarcito luoghi di lavoro, il rispetto dell’ambiente, la il danno subito. Le posso raccontare tutela delle donne, la condanna del lavoro ancora come in alcuni paesi africani, in minorile, la determinate aree minerarie, siamo tutela riusciti ad imporre, per sanitaria.Tutti contrastare il flagello dell’Aids, valori che in una visita sanitaria una volta alla Italia e nei settimana sia agli uomini che alle paesi donne. Molto altro è stato fatto occidentali in Sud America e in altri paesi hanno un più disagiati dove, come ad forte esempio in Perù, grazie al nostro radicamento, intervento è stato possibile cosa diversa creare circa 12mila posti di in realtà lavoro. africane o asiatiche. Il nostro ruolo è quello di facilitare e consolidare tali concetti in Ci riassume la collaborazione di Fiera di coloro i quali già rispettano queste regole Vicenza con la sua organizzazione? ma, soprattutto, aiutare quelle aziende, molto Fiera di Vicenza occupa, nel mondo

Dal Guadong al Sud America al Perù la Cibjo è intervenuta a difesa dei lavoratori

34

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

fieristico mondiale, una posizione importante. È interessante il suo lavoro svolto a favore della responsabilità sociale delle imprese e sulle regole etiche. Insieme stiamo lavorando ad un programma di medio lungo termine affinché i visitatori possano essere garantiti sulla correttezza professionale delle aziende espositrici. A tutela di questo abbiamo appena lanciato un nostro sistema di controllo e monitoraggio del grado di “responsabilità delle singole imprese”. Quindi il progetto che abbiamo in corso con il management della Fiera è mirato da un lato a garantire i valori minimi per le aziende espositrici, dall’altro, grazie al lavoro della Trade Show Commission costituita all’interno della nostra organizzazione, presieduta dal direttore generale Corrado Facco, affrontare questioni di interesse comune a organizzatori e partecipanti, facilitando una offerta di opzioni fieristiche che propongano un commercio solido, diversificato e responsabile. Una delle proposte concrete riguarda l’organizzazione di seminari da tenersi durante le manifestazioni che riguardino la responsabilità sociale, l’etica e altre questioni. Forte della sua esperienza, come vede la gioielleria italiana? Nonostante la difficile congiuntura economica italiana e internazionale, la gioielleria italiana rappresenta ancora un valore aggiunto su tanti mercati esteri. È un settore in grado di dare grandi soddisfazioni e per ottenere risultati non occorre essere necessariamente dei super brand. Come sempre la parola d’ordine è “fare sistema”.

What does social responsibility for business mean? Social responsibility for business seems like a hard concept to understand but it's very simple to explain and apply. Basically, depending on the business situation basic principles like cleanliness in the workplace, respect for the environment, women's rights, condemning child labor, health care protection. These are all values that are deep-seated in Italy and the western world, which differs enormously from realities in Africa or Asia. Our role is to facilitate and consolidate these concepts in those who already believe in them but most of all, we help those companies who live in adverse contexts to embrace good business conduct and become more responsible. Our association is the only one in the world to be sanctioned by the UN and to be part of the UN Economic and Social Council (ECOSOC). Can you tell us how Cibjo works to uphold social responsibility? There are many stories to tell. Some years ago, for example, workers in a company in the Chinese province of Guandong came down with silicosis caused by a poor working environment. We intervened to defend those workers through both the central government and local agencies and thanks to the first intervention in Chinese rights, workers were compensated. I can tell you stories about Africa, where in some of the mining areas we have been able to impose weekly physical examinations for men and women in the name of Aids prevention. Much has been done in South America and in other underdeveloped countries like Peru, where thanks to our intervention 12,000 jobs were created. Can you summarize your partnership with Vicenza Fair? Vicenza Fair is an important event on a worldwide basis. Considerable accomplishments have been made in favor of corporate social responsibility and ethics. We are working together on a medium-long term program so that visitors are guaranteed the highest professionalism amongst exhibitors. In order to do this we have launched an inspection and monitoring system that measures the 'business responsibility' of individual companies. Therefore, the project we are working on with Fair management is twofold: on one side it guarantees the bare minimum behavior on the part of exhibiting businesses and on the other side, thanks to work with the Trade Show Commission in our organization headed by General Director Corrado Facco, it examines issues of common interest to organizers and participants to offer options fostering solid, diversified, and responsible trade. One of these options entails organizing seminars on social responsibility, ethics, and other topics to be held during the exhibition. Based on your experience, how do you see the Italian jewelry industry? Nothwithstanding the difficult economic circumstances in Italy and internationally, the Italian jewelry industry still represents surplus value in markets abroad. The industry gives great satisfaction and not only big brands obtain results. The keyword is always the same: teamwork.


pm “Sono un cantastorie della mia terra”

di Chiara Di Martino

Gerardo Sacco con Mariagrazia Cucinotta al Taormina festival (2013) Gigi Proietti con il premiodi Gerardo Sacco al Taormina festival (2013) Franco zeffirelli, Liz Taylor e Gerardo Sacco (1988)

GerardoSacco­ FESTEGGIA I 50 ANNI DI ATTIVITà TRA GIOIELLI, RICORDI E L’AFFETTO DEI FIGLI

‘I’M A TROUBADOUR IN MY OWN hOMELAND’ GERARDO SACCO CELEBRATES 50 YEARS OF JEWELRY, MEMORIES, AND hIS FAMILY

S

acro e profano, esclusività e libertà si intrecciano nella affascinante storia di Gerardo Sacco, uno dei maestri orafi italiani più conosciuti al mondo, che quest’anno festeggia i 50 anni di attività. Li si conta dall’anno della certificazione in Camera di Commercio, ma in realtà sono molti di più: di anni il maestro oggi ne ha 73 e da 63 vive per plasmare e modellare metalli e trasformarli in gioielli unici. Ha lavorato per il cinema e per la televisione, ma anche in ambito religioso; con gli argenti e con l’oro, arricchendoli con pietre preziose: è stato il primo artista vivente protagonista di una mostra al Vittoriano di Roma (nel 2008). Ora sta attraversando il paese per celebrare il suo anniversario passando da una standing ovation a un’altra. Ma come si è ritrovato a fare l’orafo quando aveva solo10 anni lo racconta lui stesso, con l’umiltà che è tipica dei personaggi che grandi lo sono sul serio.

Maestro, il suo percorso nell’arte orafa inizia prestissimo: apparteneva a una famiglia di artigiani? “Quei 50 anni che festeggio sono tutti miei: rappresento la prima generazione. Da bambino mi ritrovai a lavorare nel negozio di barbiere di uno zio, ma sentivo che non era la mia strada: in famiglia ero guardato con perplessità. Tra l’altro mi guardavo anche io stesso così: ero libero solo il lunedì, quando i miei coetanei studiavano o erano impegnati in bottega, e perciò ero sempre solo. Poi un giorno varcò la soglia del negozio Carmine Rocca”. Chi era? “Un orafo della mia cittadina. Raccontò a mio zio di aver bisogno dell’aiuto di un ragazzo sveglio in laboratorio: mio zio decise di mentire raccomandandogli me, e da quel giorno Rocca è diventato il mio maestro. Ho cominciato fondendo oro, ho avuto a che fare con le mie prime colate, e ho scoperto che plasmare quel metallo prezioso era la mia passione. Avevo però anche sete di imparare: così appena ho potuto sono partito per Valenza per studiare. Quando ho avuto la forza e le competenze per dare vita a una mia attività, sono ritornato nel mio paese”. Come definirebbe il suo lavoro? “Io cerco di plasmare racconti preziosi. I miei gioielli non sono seriali, non inseguono la moda, vo-

36

gliono testimoniare fantasia e bellezza: so fare solo questo. Sono grato al mio lavoro per la grande libertà che mi ha concesso. Ai giovani studenti che spesso incontro dico sempre ‘abbiate fiducia e trovate ispirazione nel mondo, c’è tanto da raccontare: se ce l’ho fatta io senza accademie, potrete farcela certamente voi’. La fantasia non si può insegnare, ma la si può stuzzicare”. C’è un momento della sua carriera che ricorda con particolare emozione? “La mia storia è stata una serie infinita di emozioni. Ma conservo un ricordo speciale di quando a metà degli anni Ottanta il regista Franco zeffirelli mi chiamò per creare i gioielli dei suoi film. Nel 1988 disegnai preziosi per ‘il Giovane Toscanini’, interpretato da Liz Taylor. Quando la incontrai sul set mi tremavano le gambe: le dissi che era lei il gioiello più bello della terra, lei rispose che i gioielli più belli erano quelli che indossava, i miei. Ero ubriaco di gioia”. Lavorare per il cinema è la sua passione? “Lo è, ma non è certamente l’unica. Nella mia carriera ho incontrato divi come Robert De Niro e Glenn Close, Sofia Loren e Isabella Rossellini, e ricordo tutto di questi incontri. Ma uno dei lavori cui sono più legato in assoluto è ospitato nel Duomo di Crotone: nel 1983 furono rubati i gioielli della Madonna nera di Capo Colonna. Tre anni più tardi feci dono alla Basilica di una Madonna ricreata da zero in oro, argento, perle, lapislazzuli, quarzi e zaffiri. È l’icona più grande del mondo con le sue enormi misure: 2,20 metri per 1,80, un lavoro incredibile per un artigiano abituato a lavorare oggetti minuscoli. Ma è stata una grande emozione anche produrre le 150 opere per la celebrazione dell’Unità d’Italia che si è svolta a Rio de janeiro due anni fa”. Lei ha tre figli, due maschi e una femmina. Con ruoli diversi, lavorano tutti con lei. “A onor del vero sono io che lavoro con loro. Mi hanno salvato: in un momento personale molto duro, in cui sono stato anche vittima di persone che hanno approfittato del mio stato di debolezza, senza i miei figli sarei impazzito. Oggi si occupano della gestione dell’azienda: dall’amministrazione al commerciale, ciascuno seguendo le proprie inclinazioni. Da loro ho imparato moltissimo, anche che l’arte può assumere tante forme: persino il management può essere arte. A me spetta la parte creativa. Ora abbiamo aperto una nuova sede di oltre 900 metri quadrati, sempre a Crotone, dove ci occupiamo dei nostri gioielli dalla A alla z, come face-

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

vamo un tempo nel nostro piccolo laboratorio”. Che rapporto ha con la sua terra? “Straordinario. Ho tratto dalla vita quotidiana della mia città e del Mezzogiorno tutta la mia ispirazione, senza che si sia mai esaurita. Ho cercato di osservarla per scriverne le pagine, per diventarne il cantastorie: è questo uno dei miei più grandi motivi di orgoglio”. Sacred and profane, prerogative and freedom, all intertwine in the fascinating story of Gerardo Sacco, one of the most globally recognized master goldsmiths celebrating 50 years in the business. That’s what his Chamber of Commerce certificate says but he’s really been around much longer: today he’s 73 years old and for 63 of those years he’s been shaping and moulding metals, transforming them into unique jewelry pieces. He’s worked for the cinema and television, even for the church; silver and gold adorned with precious gems: he was the first living artist featured at the Vittoriano in Rome (2008). Now he’s crossing the country to celebrate his anniversary enjoying one standing ovation after another. He ended up as a goldsmith when he was only 10 years old, and he humbly tells us his story in a way only a great master does. Maestro, your career as a goldsmith began at a very early age: do you come from a family of artisans? The 50 years I’m celebrating are all mine: I’m a first generation goldsmith. When I was a child I used to work in my uncle’s barber shop but I always felt it wasn’t for me: my family was confused. I was confused too: I only had Monday off work and all my friends were studying or busy working, so I was always by myself.Then one day Carmine Rocca walked into the barber shop. Who’s that? He was a local goldsmith. He told my uncle he needed a sharp young man in his laboratory: my uncle told him about me and from that day on, Rocca became my maestro. I started melting gold, dealing with my first castings, and I realized that

Quest’anno festeggia i suoi primi 50 anni di attività e la sua energia sembra immutata. Che progetti ha per il futuro? “Continuare su questa strada, anche grazie ai miei figli e allo staff di persone meravigliose che mi circonda. Voglio raccontare ancora storie preziose, per tutta la vita”.

moulding that precious metal was my passion. But I was also eager to learn: so as soon as I could I left to go study in Valenza. When I was strong enough and competent enough to start my own business, I went back home. how would you define your work? I try to mould precious stories. My jewelry is not serial, it doesn’t follow fads, I try to be a testimony to fantasy and beauty: that’s all I know how to do. I’m thankful for the freedom that this job allows me to enjoy. I tell young students I meet the same thing, have faith and look for inspiration in the world, there’s so much to tell: if I made it without formal training, you can too. you can’t teach creativity, but you can arouse it. Is there a moment in your career that you remember with particular emotion? My life has been an infinite series of emotions. But I have a special memory for once in the mid-eighties when Franco zeffirelli call me to create jewelry for one of his movies. In 1988 I designed for ‘the young Toscanini’ starring Liz Taylor. When I met her on the set my legs were shaking: I told her she was the most gorgeous jewel on earth, she answered that the most gorgeous jewelry were the ones she was wearing, mine. I was overjoyed. Is working for the cinema your passion? It is, but it’s not the only one. I’ve met divas like Robert De Niro and Glenn Close, Sofia Loren and Isabella Rossellini, and I remember each single one. However, one of the works I’m most fond of is one I did at the Duomo in Crotone: in 1983 the Black Madonna of Capo Colonna jewels were stolen. Three years later I donated to the

Cathedral a Madonna made entirely in gold, silver, pearls, lapis lazuli, quartz and sapphires. It is the worlds biggest icon measuring 2.20 meters by 1.80, an incredible piece of artisan craftwork with tiny objects. But it was exciting for me to produce 150 works for the Unity of Italy celebration held in Rio de janerio two years ago. You have three children, two boys and a girl. They have different roles and they all work for you. To tell you the truth, I work for them. They saved me: in a moment of personal difficulty, where I was the victim of certain people who were taking advantage of my weak state, without my children I would have gone crazy. Today they manage the business: from the books to sales, each one in his/her area of expertise. I’ve learnt so much from them, and where art takes on a number of different forms, even management is a form of art. I take care of the creative part. We just opened a new 900 square meter office in Kroton, where we work on our jewelry from A to z, just like we used to in our little laboratory. What is your relationship with your homeland? Extraordinary. I get all my inspiration from daily life in my city and in the south, and its neverending. I try to observe my homeland and set the pages to become its troubadour: this is what I am proud of the most. This year you celebrate 50 years in the business and it seems like your energy is unchanged. What are your plans for the future? Staying on course, thanks to my children and the wonderful staff I have around me. I want to keep telling precious stories for years to come.


di Maria Rosaria Petito

Chi cerca storielle scavi tra altri scaffali

“C

onsidera la tua pagina una sequenza di passi in montagna, dove è rischioso a morte il margine di errore. Le sillabe sono passi su piccoli appoggi, devi posarci il peso della frase, della voce”. Erri De Luca sente tutta la responsabilità della parola scritta, e lascia decantarne la magia. Perché è questo che rimane. Rimane come è rimasto nella sua memoria il chiasso dei vicoli, l’odore acre della solfatara, il blu zaffiro del golfo, il rispetto per la montagna più temuta di questa cartolina chiamata Napoli, la sua città, che ha lasciato per Roma. E non si nutre di fantasia, il suo è un volo radente tra gli scogli erosi dalla vita che affida ad una penna essenziale ed immediata, come deve essere quella di un poeta che vuole arrivare alla mente, prima che al cuore. E considera valore “tutte le ferite”.

Ha pubblicato il primo romanzo senza fretta, come è nel suo fare che scorre in un tempo ammantato dal lusso della lentezza, consumato tra scrittura e buona lettura, lasciando quel che avanza alle necessità. Ha la genuinità dell’uomo comune ed il fascino di una affabulatore che racconta l’esistenza, la sua, mescolando i colori di una realtà che ha tante tessere che si incuneano dolcemente nella tua. Pablo Picasso sosteneva che per diventare bambini occorre una vita. È quindi la purezza il fine della nostra ricerca? Bambini si nasce, mi pare. Poi proseguendo nell’età, fa bene alla salute ricordarsi non solo di esserlo stato ma di esserlo ancora. La globalizzazione sta cancellando le piccole e le grandi identità, ed ogni settore sembra offrire una sempre più scarsa qualità. È un cambiamento che sta spingendo la cultura verso un’altra direzione

o la sta sgretolando irrimediabilmente? Le culture si rinnovano, da quelle manuali a quelle spirituali. Considerare il proprio tempo con sospetto, come un ladro che sta svaligiando la casa, non fa bene alla vista. Non sto con i sospiri per la belle époque di prima, i “tiempe belle ‘e na vota”. Trovo qualità nel presente del mondo. Cosa è il tempo, oggi che sembra non bastare neppure per stringersi la mano? Il tempo è la porzione assegnata, lo suddivido in giorni e una parte va sprecata in faccende necessarie. Una parte salvata sta nella scrittura, in qualche lettura. Non ho figli, dunque il tempo al futuro mi riguarda solo da spettatore e non da promotore di una generazione nuova. In una mia storia ho scritto che la vita di un uomo è lunga quanto la vita di tre cavalli. Sto in sella al terzo e mi capita di stringere molte mani.

Un’unghia della cantante Lady Gaga è stata messa all’asta per 12mila dollari, su eBay, invece, è stato venduto per 460mila euro l’ultimo chewingum masticato da Alex Ferguson (che qualcuno ha raccolto!). Sono segnali di una società che sta perdendo i suoi valori? No, esiste un collezionismo feticista, è bene che si sfoghi così. Da parte mia faccio differenza tra valore e valutazione. Una scarpa di Marylin Monroe può avere un costo e una valutazione di mercato, non un valore. Un aggettivo per la nostra epoca? L’epoca su scala mondo è febbrile, su scala Italia modesta. Scala montagne per isolarsi dal mondo o per guardarlo meglio lontano dal caos? Scalo una montagna per allontanarmi, procurarmi un giro su una giostra solitaria, raggiungere un punto remoto e poi tornare indietro. Farlo mi procura una felicità fisica.

Siamo ancora capaci di generare bellezza? L’arte esiste a imitazione della bellezza, che è lì da prima di noi e durerà anche dopo. Sono nato in un golfo celebrato tra i più soavi della terra. Ma quell’armonia è stata fabbricata da eruzioni, terremoti, catastrofi. La bellezza è questa forza primordiale del mondo, la sua energia che ci fa spalancare gli occhi sia per la meraviglia che per il terrore. Per una persona come lei, lontana dall’effimero, cosa è un gioiello e quale simbolo racchiude oggi? Non credo che il gioiello sia effimero. Per molti popoli è stato il bene in cui investire perché facile da trasportare in caso di fuga, esilio, persecuzione. Per me oggi è ancora così, un piccolo tesoro di riserva. A cosa non rinuncerebbe mai? Sono allenato al pensiero di fare a meno di qualunque cosa. Ma come tutti non vorrei rinunciare alla salute.

erri de luca

LA RESPONSABILITà DELLA PAROLA SCRITTA the weight of the written word

Those who seek stories should seek on other shelves ‘Look at your page like a sequence of alpine passes, where a minor mistake may prove fatal. Syllables are passes with small footholds where you place the weight of your words, your voice’. Erri De Luca feels the weight of the written word on his shoulders and flatters its magic. Because that’s all that is left. All that is left is what he remembers, like the chatter in alleys, the sour smell of the solfatara, the sapphire blue gulf, the respect for one of the most feared mountains on postacards from Naples, his hometown and which he left for Rome. He is not just a dreamer, he literally climbs up the eroded cliffs of life through his writings, essential and immediate, like a poet who strives to reach the mind before the heart. And takes seriously ‘all life’s wounds’. He published his first novel leisurely, the same way he spends most of his time in the luxury of laggardness, consumed by writing and good reads, leaving what’s left to necessity. As bona fide as a burgher and as fascinating as a fabulist, he weaves the colored threads of his life in a reality that intertwines sweetly with your own. Pablo Picasso says you need a lifetime to become a child. So, is purity the goal in our search? We are born children, I think.

38

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

As life goes on it’s healthy to remember not only that we were children, but that we still are. Globalization is killing identities large and small, and all sectors are suffering from a lack of quality. Is culture being pushed in another direction or is it irreparably crumbling? Culture renews itself, in the manual and spiritual. To mistrust your own era, like a burglar robbing a home, isn’t a good approach. I don’t believe in reminiscing the ‘belle epoque’ or ‘the good ole days’. I look for quality in the present. What is time nowadays, when it seems like we’re too busy to so much as shake hands any more? Time is something I assign, I divide it into days and part of it is wasted on duties. Part of it is saved and used for writing, some for reading. I don’t have children so I look at the future as a spectator and not as a promoter of the next generation. Once I wrote that the life of one man is as long as that of three horses. I’m riding the third one and so I shake a lot of hands. One of Lady Gaga’s nails was auctioned off for 12 thousand dollars and on ebay it was sold for 460.000 euros insetad the last piece of gum chewed and spit out by Alex Ferguson (somebody actually picked it up!). Is this a sign that we are losing all our values? No, there is always a fetishistic collector, so let them be. Personally, I

differentiate between value and price. A shoe worn by Marylin Monroe may have a great market price, but no value. An adjective to describe our times? On a global scale feverish, on an Italian scale, modest. Do you climb mountains to isolate yourself from the world or to look at it far from the chaos? I climb to get away, to take a ride on a solitary merry-go-round, reach a remote location and go back. I get a physical high from this. Are we still able to generate beauty? Art imitates beauty, it was there before we were and it will last longer than we will. I come from one of the most suave gulfs on earth. But that harmony is the product of eruptions, earthquakes, catastrophes. Beauty is a primeval force, its energy awes us both for its wonder and for its terror. For someone so far from the ephimeral like you, what is jewelry and what does it symbolize today? I don’t believe jewelry is ephemeral. For many people it is an investment that is easy to carry when escaping danger, exile, persecution. I think it is still seen as a little treasure to keep. Something you would never give up? I’m used to giving things up. But like everyone else, I would never give up good health.


Collezione Daylight

Collezioni Ikona e Daylight

Collezione Antika

Collana in argento 925 con drusa di agata metallizzata oro 925 Silver necklace with agate drusa gold metalized

Anelli in argento 925 con druse di agata metallizzate platino e oro 925 silver rings with agate drusa platinum and gold metalized

Orecchini in argento 925 con drusa di agata metallizzata titanio 925 silver earrings with agate drusa titanium metalized

Collezione Treasure

invetrina

Collezione Ladylove

AQUARELA Collana in argento 925 con drusa di agata metallizzata nero 925 silver necklace with agate drusa black metalized

Collezione Antika

La drusa è una particolare pietra che arriva direttamente dalle miniere dell'entroterra del Brasile. Si tratta di un cristallo di quarzo naturale ottenuto grazie all'acqua che si infiltra all'interno della roccia e ai movimenti che questa subisce nel corso dei millenni. Una volta estratta ed in superficie, la roccia viene aperta e solo allora si mostra in tutta la sua ricchezza: i colori sono tra i più svariati, la grana è sempre differente ed il cristallo unico ed irripetibile. Il prodotto Aquarela viene ottenuto sottoponendo la drusa ad un processo di metallizzazione, che consiste nell’applicare con particolari tecniche sulla superficie del cristallo, un sottile strato di metallo polverizzato. La varietà di colori si ha utilizzando sia metalli pregiati puri che combinati tra loro.

Orecchini in argento 925 con drusa di agata antica metallizzata blu 925 silver earrings with ancient agate drusa blue metalized

Collezione Treasure

We call “drusa” a particular stone coming from Brazilian inland mines. It’s a natural quartz crystal obtained thanks to the water penetrating the rock and the motion that such rock goes through over the centuries. Once the rock is pulled out, it is cut in order to expose its diverse colors and grain, and the inimitable crystal. They make the drusa metallic by applying a very thin powdered metal layer on the crystal surface. The variety of colors depends on the use of both precious metals and combinations.

www.aquarelagems.it

Collana in argento 925 con drusa di agata metallizzata titanio 925 silver necklace with agate drusa titanium metalized

Orecchini in argento 925 con drusa di agata metallizzata nero 925 silver earrings with agate drusa black metalized

Collezione Ikona

Collezione Ikona

Anello in argento 925 con drusa di agata metallizzata oro 925 silver rings with agate drusa gold metalized

Orecchini in argento 925 con drusa di agata metallizzata oro 925 silver earrings with agate drusa gold metalized

Geode di Agata


Collezione Miami

Orecchini in argento con giada traforata e zirconi Silver earrings with carved jade and zircons

Collezione Diva

Collezione Mirra

Bracciali in argento 925 con pietre dure 925 silver bracelets with gems

invetrina

Collezione Ginseng

Orecchini in bronzo con pietre dure Bronze earrings with gems

Collezione Ginseng

GISELLA GALLOTTA Orecchini in argento con pietre dure e perle Silver earrings with gems and pearls

Collezione Mirra

Orecchini in argento traforati con pietre dure Carved silver earring with gems

Gisella Gallotta è un’artista sperimentale e la sua fantasia vola alta anche nella pittura, nella scultura e nel fashion design. Ma è nella gioielleria che il suo stile guadagna sempre più terreno perché è cresciuta tra diamanti, perle e pietre preziose. Il suo è un innato talento che si manifesta attraverso forme, talvolta uniche, fuori dagli schemi. Ha una straordinaria creatività che dialoga amorevolmente con le materie.

Collezione Ginseng

Gisella Gallotta is an experimental designer who paints, sculpts and designs. She has grown up among diamonds, pearls and precious gems. Her innate talent gives birth to new, sometimes unique, very original shapes. An extraordinary creativity harmoniously interacting with materials.

www.gisellagallotta.it Collier in argento e pietre dure Silver choker with gems

Bracciale schiava in bronzo e argento Silver and bronze “slave bracelet”

Collezione Arabesque

Collezione Ginseng

Orecchini in argento Silver earrings

un’opera di Gisella Gallotta

Orecchini in argento con pietre dure Carved silver earring with gems


Orecchini in corallo rosso con montatura in oro giallo Red coral earrings with yellow gold mounting

Orecchini in oro con rose in cammeo e pietre dure Gold earrings with cameo roses and gems

Orecchini in argento con cammeo e perle Silver earrings with cameo and pearls

invetrina BRUNO MAZZA Orecchini in argento con cammeo e perle Silver earrings with cameo and pearls

Orecchini in corallo rosso con montatura in oro giallo Red coral earrings with yellow gold mounting

I gioielli della storica azienda Bruno Mazza hanno grandissimo charme perché dai cammei ai coralli, dai turchesi alle pietre dure è tutto di altissima qualità, e la lavorazione, tipica di Torre del Greco, è garantita artigianale. Ogni sua creazione ha qualcosa in più, la passione che, grazie all’esperienza, diventa eleganza, indossabilità, unicità. Questa preziosità è montata in oro o in argento ed è garanzia di acquisto sicuro.

The historical company Bruno Mazza produces very charming jewels, using high quality corals, cameos, turquoise and gems guaranteed by the typical handcrafted manufacturing by Torre del Greco.

www.brunomazza.com Orecchini in oro con rose di corallo Gold earrings with coral roses

Orecchini in oro con cammeo Gold earrings with cameo

Orecchini in oro con cammeo Gold earrings with cameo

Orecchini in argento con pietre dure Silver earrings with gems

Orecchini in oro con rose di corallo e perline Gold earrings with coral roses and little pearls


2

1

3

8

6

ph. luciano d’inverno

spazio dorato

7

4

5

46

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

1. marroni design www.marronidesign.com 2. giulia jewels www.giuliajewels.it 3. birò gioielli www.birogioielli.it 4. antonella stanzione www.antonellastanzione.com 5. passavinti www.passavinti.it 6. unoaerre www.unoaerre.it 7. kulto jewels www.kultojewels.com 8. names milano gioielli www.namesgioielli.com


7 1

5

4

2

1. firminio bijoux www.firminiobijoux.it 2. caoro www.caoro.it 3. mikò gioielli mikogioielli@libero.it 4. umberto chiummariello www.umbertochiummariello.it 5. govoni gioielli www.govonigioielli.it 6. mudra gioielli www.mudragioielli.it 7. furini www.furini.com

3

6

preziosamagazine.com / n.­3­/­2013 preziosa­

47


Ziio

NUOVO FASHION ALL’INSOSTITUIBILE CARRÉ zIIO, NEW FASHIONABLE “CARRé”

48

A

ttraverso una incessante ricerca creativa e una personalissima identità stilistica, ziio ha ridisegnato l’eleganza degli anni '50 firmando l'accessorio più femminile, più versatile, più trendy, più eccentrico, più cult: il foulard. E lo ha decorato con il medesimo intreccio di forme e di gemme, di vetri, di perle e di colori che caratterizzano i suoi sensuali gioielli. La collezione si chiama “jungle” e l’ha affidata al know how degli artigiani comaschi per pretendere il top in fatto di stampa su tessuti pregiati come seta, cotone, raso e cachemire. Quest’icona di eleganza, che si presta a mille e più soluzioni d’uso, l’ha declinata anche in versione sciarpa e pareo, tutte accarezzate dalle spettacolari

armonie cromatiche e dalle suggestioni esotiche colte in giro per il mondo dall’artista Elisabeth Paradon che ha imposto il suo brand in Italia e all’estero come simbolo di originalità ed eleganza. È sufficiente dunque uno scarf ziio per creare un esclusivo outfit e affrontare la moda a testa alta. The artist Elisabeth Paradon, through a creative research, has reshaped the most feminine, eccentric and cult accessory: the foulard. She has designed and colored them the way she does with her jewels. The collection “Jungle” is made with fine fabrics such as silk, satin and cachemire. Very original patterns for her scarves and sarongs. Ziio accessories will make you proud of your choice! (MRP)

Ziio Via del Popolo, 1/a 55012 Capannori (Lu) ph.+39 0583584825 fax +39 05831900013

Show room Via Bertini, 7 Milano ph. +39 02 36706493 showroom@ziio.eu www.ziio.eu facebook.com/ziio.eu

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


49


50

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

un giovanissimo Vittorio Fiorentino dedito alla pesca del corallo


Vittorio Fiorentino Via Garibaldi, 85 55049 Viareggio (LU) ph. +39 058431193 / 058432262 fax +39 0584 45255 info@vittoriofiorentino.it www.vittoriofiorentino.it

I PICCOLI CAPOLAVORI DI VITTORIO FIORENTINO

di Maria Rosaria Petito

VITTORIO FIORENTINO’S MASTERPIECES

V

ittorio Fiorentino è audace e si lascia trasportare dall’istinto fiutando la strada da percorrere. È stato così anche quando, nel 1970, dopo una sola notte in Versilia decise di trasferire qui, da Torre del Greco, la sua attività artigianale e trasformarla in una gioielleria-laboratorio: la “Casa del corallo”, destinata ad una clientela scelta per la quale, da sempre, seleziona il miglior corallo direttamente dal “Far East”. Nei locali famosi di Forte dei Marmi ha partecipato a importanti sfilate con nomi dell’alta moda mostrando il top delle sue collezioni, e, sempre qui, il Rotary Club ha assegnato un importante riconoscimento alla sua eccelsa arte. Vittorio è la quarta generazione di artigiani. A quattordici anni ha iniziato a collaborare con il papà Vincenzo direttamente sulle “coralline”, le imbarcazioni per la pesca del corallo. E da allora non ha mai smesso di realizzare oggetti preziosi. Oggi il suo percorso continua con lo stesso entusiasmo per regalare oggetti raffinati che vantano materie preziose, bellezza non comune e una lavorazione tutta manuale tramandata gelosamente. Le opere di Vittorio Fiorentino sono presenti anche nelle più importanti fiere di settore, italiane ed estere. Vittorio Fiorentino is brave. In 1970 he moved his company from Torre del Greco to Versilia changing it into a laboratory-jewellery store: “casa del corallo” Only the most precious corals, coming from the far east, are chosen for his customers. In Forte dei Marmi he was awarded by Rotary Club. Vittorio belongs to a fourth generation of master craftsmen.When he was fourteen he sailed on “coralline”, the ships used to catch coral. He has been making refined and precious jewels since then. Vittorio Fiorentino shows his works at the most important fairs in Italy and abroad.

51


pm

PIERDUCA MODERN HIGH JEWELRY PIERDUCA, U MODERN HIGH jEWELRy

na bellezza vertiginosa caratterizza i preziosi PierDuca Gioielli. Uno dei pochi veri Made in Italy perché affidato alle mani degli abili artigiani orafi valenzani che lo accompagnano con estrema cura in tutte le sue fasi di lavorazione, dalla progettazione alla finitura. E le tecniche più innovative ne completano quella perfezione che si pretende da oggetti unici e pregiati come questi che, sia nel design sia nei colori delle gemme, hanno sempre qualcosa in più. Senza alcun dubbio siamo nel mondo dell’alta gioielleria, quella che tiene in luce la purezza delle materie e l’armonia delle forme, quella a cui va il compito di raffigurare la vera eleganza. Le conoscenze, la cultura e la tradizione trovano una nuova espressione di fascino. Nei suoi modelli, infatti, l’aspetto

PierDuca Gioielli Viale Galimberti 23 15048 Valenza (Al) ph. +39 0131950556 fax +39 0131972918 info@pierducagioielli.com www.pierducagioielli.com

52

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

predominante è la contemporaneità delle curve, del taglio delle pietre, dei colori che si alleano per regalare quel carisma che fa tanto star. Basti guardare il solitario che primeggia su un ring interamente ricoperto da un pavé di diamanti neri che già da solo fa spettacolo. PierDuca è un brand giovane in continua ascesa che le attente scelte hanno posizionato al top del settore. Pierduca Gioielli: made in Italy jewels realized by goldsmiths from Valenza. Innovative techniques finish such perfection. It’s high jewelry, never passé. They aim at being contemporary.You’ll be captured by the solitaire mounted on a ring covered with black diamonds. Pierduca is a young brand getting more and more famous thanks to their choices which are making them a top company. (MRP)


art director: maria­rosaria­petito­­photo: luciano­d’inverno­­hair stylist: davide­persico­­make up: margherita­oliva­­dress: la­venere­di­berenice­

princess

Vittorio Fiorentino

Girocollo, bracciale, anello ed orecchini in corallo pelle d’angelo, oro bianco e rosa e diamanti Angel skin coral, white and pink gold and diamonds choker, bracelet, ring and earrings

www.vittoriofiorentino.it

55


Antonino De Simone

Linea “AMO�: orecchini, pendente e bracciale con rosa incisa in corallo bianco, oro 18kt e brillanti AMO collection: earrings, pendant and bracelet with white coral rose, 18kt gold and brilliants

www.antoninodesimone.it

56

preziosa­


preziosa足

57


Rovian Gioielli Italiani

Parure in corallo, oro e diamanti Coral, gold and diamonds parure

www.rovian.it

58


60

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


PierDuca Gioielli

Anelli, bracciali e orecchini in oro 18kt con brillanti bianchi, brown, fancy naturali, zaffiri e rubini 18kt gold rings, bracelets and earrings with white and brown brilliants, natural fancy, sapphires and rubies

www.pierducagioielli.com

preziosa足

61


62

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


Mattia Mazza

Collana a 5 fili di ametiste con chiusura in oro, corallo bianco e brillanti, orecchini con ametiste, corallo rosa e brillanti 5 strings of amethyst necklace with gold, coral and brilliant closure, earrings with amethyst, pink coral and brilliant

www.mattiamazza.it

preziosa足

63


64

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


De Simone Fratelli

Orecchini, anello e bracciale in corallo del Giappone, smeraldi e brillanti. Collezione Hera Hera collection. Japanese coral, emeralds and brilliants earrings, ring, bracelet

www.desimonefratelli.com

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

65


Furini

Collane, anelli e orecchini in oro bianco e giallo White and yellow gold necklaces, earrings and rings

www.furini.com

66

preziosa足


preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

67


RCM gioielli

Parure con collana lunga, orecchini e anello in oro bianco e giallo con brillanti bianchi e rubini burma taglio cabochon White and yellow gold with white brilliants and burma rubies cabochon cut long necklace, earrings and ring

www.rcmgioielli.it

68


preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

69


pm De Simone Fratelli Via Roma, 4 80059 Torre del Greco (NA) ph. +39 081 8829368 fax +39 081 8829369 www.desimonefratelli.com info@desimonefratelli.com

IL PREGIO DELL’ARTIGIANALITÀ NEI GIOIELLI DE SIMONE FRATELLI DE SIMONE FRATELLI: HANDMADE PRECIOUS jEWELS

P

ezzi unici che, oltre ad essere frutto di ricerca, rappresentano il vero concetto di esclusività: dei materiali, di difficile reperibilità, e del design, caratterizzato da un gusto moderno. Sono i gioielli della De Simone fratelli, azienda di Torre del Greco iscritta al Registro delle Imprese storiche italiane: storica sì, perché la ditta fondata da Francesco De Simone era una realtà già nel 1855. La sfida dell'azienda, oggi gestita dai fratelli Michele, Massimo e Fiammetta, è da sempre quella di creare oggetti preziosissimi, con una predilezione per il corallo e le perle, una

bellezza diversa che i mercati esteri non solo stanno premiando, ma richiedendo. Nelle fiere internazionali le proposte De Simone sono le scelte di chi desidera pezzi particolari. E restare artigiani e non trasformarsi in brand è una decisione legata alla volontà di creare gioielli ‘sartoriali’: dalla selezione della materia prima al suo legame unico con un design esclusivo. Un mix che risulta evidente nella collezione Hera, in cui trionfano colore e freschezza. Perché oggi la moda ci racconta che non esistono più trend inconfutabili: è la libertà l’unica vera tendenza.

Modern unique jewels. De Simone fratelli, the company from Torre del Greco is registered in the list of Italian historical companies, and it was already famous in 1885. The three brothers Michele, Massimo and Fiammetta run the company and make precious jewels above all with coral and pearls, as they are very appreciated abroad. You need master craftsmen to make exclusive jewels, sucha as Hera collection, not famous brands. According to the latest fashion, freedom is the only trend. (MDF)

RCM UN MONDO FANTASTICO RCM, A FANTASTIC WORLD

O

gni gioiello RCM è il frutto di un’osmosi tra eleganza e armonia perché nasce da un progetto che comporta scrupolose selezioni di materie nobili e rare, maestria tecnica e studi di composizioni, di volumi e di accostamenti cromatici. Costituito circa quarantacinque anni fa dai tre maestri orafi, Lorenzo Ricci, Adriano Corbellini e Guerino Manfrinati, il brand ha fatto sua l’inimitabile tradizione orafa valenzana per puntare alla qualità e all’unicità, requisiti che l’hanno gratificato ponendolo tra le aziende leader nel mercato della gioielleria internazionale. I suoi masterpieces vantano un design aristocratico, forme raffinate che, pur riconoscendo al gioiello una propria naturale evoluzione, assicurano quello spettacolo di alto livello che dedicano alla femminilità di oggi. Aggregando richiami moderni all’intramontabile classico, secondo una libera creatività caratterizzante, a questi meravigliosi mosaici di eccellenza griffati RCM, nel 2002 è stato conferito il premio “Ambasciatore di Qualità”. Rcm jewels come from a meticulous selection of rare materials and technical mastery. Three goldsmith masters, Lorenzo Ricci, Adriano Corbellini and Guerino Manfrinati, founded it 45 years ago. The brand represents the goldsmith tradition from Valenza and it is one of the international leader companies. In 2002 RCM was awarded with the “Ambasciatore di Qualità” price thanks to its elegant masterpieces. (MRP)

70

preziosa­

RCM Via Camurati 45 15048 Valenza (Al) ph. +39 0131945392 fax +39 0131955998 rcm@rcmgioielli.it http://www.rcmgioielli.it


pm MATTIA MAZZA COLORI LIMPIDI PER FORME ESSENZIALI

Mattia Mazza Via Gugliemo Marconi, 70 80059 Torre del Greco (NA) ph. +39 081 8814866 fax +39 081 8497544 info@mattiamazza.it www.mattiamazza.it

MATTIA MAzzA. CLEAR COLORS FOR ESSENTIAL SHAPES

M

attia Mazza è un brand sempre attento alla moda e a chi vuole rinnovarsi senza rinunciare alla qualità. Si colorano di pietre limpide dai toni puri, le nuove linee, essenziali nelle forme e preziose nei materiali; sono Valencia, Lisbona e Granada le creature nate dall’incontro dell’oro con l’ametista, il citrino, l’amazzonite, il topazio azzurro, il granato e il peridoto. Nomi di città che pur rinnovandosi hanno conservato la loro importante storia, proprio come queste nuove collezioni dove in Valencia si esalta la bellezza delle pietre, in Lisbona c’è il forte impatto visivo nella combinazione dei colori e in Granada la trama dell’oreficeria è molto ricercata. È dal 1905 che il brand Mattia Mazza

esprime tutto il talento della tradizione e dell’artigianalità, con valori che si tramandano nel tempo e che oggi si possono ammirare nel nuovo show-room (modulo 113) presso il centro orafo “Il Tarì” di Marcianise. Mattia Mazza pays attention on fashion without renouncing to quality.The new collections Valencia, Lisbona and Granada are rich in colored stones. Valencia collection exalts the beauty of the stones, Lisbona impacts because of its colors and Granada strikes thanks to the gold wefts. Mattia Mazza has been transmitting tradition and originality since 1905 and you can admire such values in their new showroom (stand 113) at centro orafo “Il Tarì” in Marcianise. (LE)

NOVECENTONOVANTANOVE L’INCONFONDIBILE LAVORAZIONE A “TUBO GAS”. ORA LA NUOVA LINEA “MULTIFILI” UNIQUE TUBOGAS MANUFACTURING THE LATEST COLLECTION MULTIFILI By NOVECENTONOVANTANOVE

H

anno un tratto inconfondibile i gioielli Novecentonovantanove: sarà per la lavorazione della maglia flessibile che l'azienda produce da 25 anni, sarà per il design o per gli accostamenti delle cromie gli oggetti preziosi che la società fiorentina crea delineano ogni volta nuove geometrie. Il prodotto di punta è la maglia “tubogas”, che si presenta al pubblico con molte forme: quadrata, tonda, triangolare. Grande elasticità strutturale, elevata resistenza e facile indossabilità caratterizzano tutti i modelli della Novecentonovantanove, realizzati a mano e 100% made in Italy. Come il bracciale e l'anello della linea “multifili”: un intreccio di morbide maglie flessibili “tubo gas” in oro rosa 18 carati con decori a forma cilindrica in oro bianco e pavé di brillanti. Sono preziose le creazioni Novecentonovantanove, marchio

registrato a livello internazionale: giocano con la duttilità dell'oro 18 kt e i virtuosismi delle gemme. Dall'oro rosa al nero, le proposte dell'azienda fiorentina sono praticamente infinite: uno dei modi per scoprirle è visitare le fiere di Vicenza, Baselworld e Iberjoya. Novecentonovantanove jewels are unique.Tubogas manufacturing is their successful product, square, round or triangular. Flexible, resistant and wearable models 100% hand made in Italy. “Multifili” tubogas collection, pink 18kt gold and brilliant. Precious creations by Novecentonovantanove, international registered trademark. From pink to black gold, the company from Florence proposes several solutions.They attend Vicenzaoro, Baselworld and Iberjoya. (MDF)

Novecentonovantanove Via Leoncavallo 15/3 50127 Firenze telefax +39 055 331077 www.novecentonovantanove.com info@novecentonovantanove.com

72

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


pm Di Leo V. G. da Empoli, 35, 37, 39 00154 Roma ph. +39 065757471 Fax +39 0657133371 www. dileogioielli.com info@dileogioielli.com

DI LEO OLTRE MEZZO SECOLO DI ESPERIENZA DI LEO MORE THAN HALF A CENTURy ExPERIENCE

S

ono creati uno ad uno dalla sapiente maestria di Arcangelo Di Leo, ma la loro ideazione tiene sempre conto del gusto di chi li indosserà: tutto è personalizzabile nei gioielli Di Leo, azienda attiva dal 1957 che in mezzo secolo ha accumulato un invidiabile patrimonio di esperienza e credibilità. Il cliente diventa autore insieme al designer: può collaborare al disegno, scegliere il tipo di lavorazione ma anche le gemme, l’incastonatura, la pulitura e la rodiatura. Chi vuole per sé i gioielli Di Leo li troverà in gioielleria, nei tempi con-

cordati, rifiniti in ogni dettaglio e corredati delle relative certificazioni gemmologiche. Basta guardarne anche uno soltanto per comprenderne l'alta qualità: eleganza e classe espresse, per esempio, negli anelli con diamanti a navette, bianchi ma anche fancy yellow e brown. La “mano” di Arcangelo Di Leo, che ne accompagna la creazione in ogni fase con la sua esperienza e la sua fantasia, è inconfondibile.

zed. Since 1957 the company has collected experience and credibility. The customers, together with the designer, become the authors: they can work together, choose the manufacturing, the gems, the mounting, the cleaning and the finishing in rhodium. Di Leo jewels are perfected and provided with gems certification. Quality, elegance and class. Arcangelo Di Leo offers his experience, ideas and professionalism step by step. (MDF)

Arcangelo Di Leo makes them one by one and each jewel can be personali-

ERIKA LA SERIETÀ E L’IMPEGNO DI SEMPRE PER I GIOIELLI DI OGGI ERIKA, SERIOUSNESS AND DILIGENCE FOR MODERN jEWELS

H

a iniziato oltre quarant’anni fa con gioielli in argento ma il successo di Erika è immediato. Da allora non ha mai perso di vista i valori con cui ha iniziato: qualità, design e made in Italy. Questo ha consentito di diversificare la sua produzione aggiungendo l'oreficeria incassata con zirconi e pietre sintetiche, merce a peso che però riporta tutte le attenzioni di una tradizione orafa valenzana che si riversa nelle mani dell’attuale titolare, Silvano Risi. Un lavoro affrontato con la serietà e l'impegno degli inizi: complementari le creazioni in oro e in argento.

L’azienda non indifferente alle innovazioni tecnologiche, continua a ricercare la qualità nelle materie prime e nelle pietre. L’ambizione di andare avanti prende oggi la forma del marchio “Erika novecento25”, la linea in argento incassata anche con pietre semipreziose: un prodotto glamour di cui si apprezza la particolarità del design e la fattura, trattandosi di gioielli imponenti e pesanti. Gioielli in evoluzione e in parure con ciondoli, orecchini, bracciali a schiava; linee presenti nelle migliori gioiellerie con un packaging personalizzato.

They started making silver jewels more than 40 years ago and their quality, design and made in Italy have never gone lost. The goldsmith tradition from Valenza is in Silvano Risi’s hands, since he is the new company owner. The company researches quality raw materials and gems. “Erika novecento25” is the new brand for silver jewels with semiprecious gems: majestic and heavy jewels. You’ll find them and their personalized packaging in the most important jewelry shops. (MDF)

Erika Via M.Talice 13/15 Mirabello Monferrato (Al) ph. +39 0142 63380 fax +39 0142 640921 www.erikagioielli.com info@erikagioielli.it

74


gleegems è un marchio Emotion - Centro Orafo “Il Tarì”, Marcianise (CE) - ph. +39 0823 837635 email: info@emotions.it

Gleegems ti accompagna nei momenti più importanti, rendendo indelebili i tuoi ricordi e quelli dei tuoi cari

www.gleegems.it è un marchio Emotion


pm

PRETTY BIJOUX COLLEZIONI ORIGINALI ED INNOVATIVE PRETTy BIjOUx, ORIGINAL AND INNOVATIVE COLLECTIONS

L

a fantasia, la novità e l’originalità sono elementi essenziali in ogni creazione di Pretty Bijoux, un’azienda che da anni opera nel settore e che con la sua esperienza non smette di stupire, proponendo modelli di tendenza. È stata infatti appena presentata la collezione Artjewels composta da pezzi unici realizzati a mano, dove accanto alle pietre dure ed alle perle sono state introdotte anche le conchiglie favorendo quel processo di creazione spontanea ed originale che si rivela strategica per l’unicità del singolo prodotto. Cristalnet è invece l’elemento distintivo del brand, un marchio e concept registrato che ha fatto della versatilità il suo punto di forza.

80

Collane che - da sole o insieme all’occorrenza diventano anche estrosi accessori da indossare -, sono state accolte favorevolmente dal pubblico che può scegliere nella molteplicità cromatica che si arricchisce ogni anno di nuove gamme. Rivolta invece ad un pubblico giovanissimo è la linea yo-yo dove la lycra coloratissima si sposa con i charms in metallo (Nichel free) dalle molteplici e divertenti forme. Infine, La Stringa, col suo packaging che diventa anche portachiavi, si presta sia ad essere indossata come bracciale che come originale stringa per sneakers. Ma Pretty Bijoux è anche altro, perché con-

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

tinua a rinnovarsi e ha in serbo altre sorprese, quale occasione migliore per visitare il suo stand al Macef di settembre? Pretty Bijoux creations are creative, original and trendy, such as Artjewels collection: hand made unique jewels with gems, pearls and shells. Cristalnet is, on the contrary, their distinguishing collection: versatile colored necklaces. Yo-Yo is the collection for young people, made of lycra and metal charms nickel free. Stringa, thanks to its original packaging, can be turned into a keychain, a bracelet or lace for sneakers. Pretty Bijoux knows how to surprise you: why don’t you go and visit them at Macef next September? (LE)

Pretty Bijoux Via Mandelli, 9 20061 Carugate (MI) ph./fax +39 02 92150185 mobile +39 340 8742479 www.3vprettybijoux.com info@3vprettybijoux.com facebook.com/3vprettybijoux


pro


menade

ph. luciano d’inverno | shoes ernesto esposito

Occhiverdi Bijoux Parure con perle / Parure with pearls www.occhiverdibijoux.it


Makula Orecchini, bracciali e pendente in ottone con pietre swarovski Brass and Swarovski gems earrings, bracelets and pendant www.makula.it

84

preziosa足


Le Perle di Caltagirone Gioielli in argento dorato e perle di ceramica realizzate a mano Golden silver and handmade ceramic pearls www.leperledicaltagirone.com

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

85


pm

Artecora Bracciale e orecchini in bronzo e policarbonato. Collezione Gisel Bronze and polycarbonate bracelet and earrings. Gisel collection www.artecora.it

86

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


Esselle2000 Orecchini in argento Silver earrings esselle.2000@alice.it


88

preziosa足


Coral Orafa Mediterranea Bracciale in oro con corallo e diamanti Gold bracelet with coral and diamonds showroom-tarĂŹ ph.+39 0823 513161

89


Fancs V. by Simona Elia Anello in oro 750 con diamanti, smeraldi, fiore e perla 750 gold ring with diamonds, emeralds, flower and pearl www.fancsv.com

90


1AR by unoaerre gioielli in ottone brass jewels www.unoaerre.it

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

91


Fati Pura Passion

di Befumo Fatima Maria Stella

Orecchini in argento con pietre semipreziose Silver earrings with semiprecious gems fm.befumo@tiscali.it

92

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


pm

ALCOZER&J. COLORI SPETTACOLARI PER CREATURE FANTASTICHE

ALCOzER&j., SPECTACULAR COLORS FOR UNREAL CREATURES

94

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


Alcozer & J srl Via Mannelli, 15/R 50136 FIRENzE ph. +39 055 6236346 fax +39 055 6266121 alcozer@alcozer.it www.alcozer.it facebook.com/pages/Alcozer-j

N

el mondo animalier di Alcozer & j. ci sono creature che dominano le sue sculture ed altre che a trovarle è quasi un gioco. Al cosmopolita Giampiero Alcozer, fondatore e designer che vanta collaborazioni con stilisti famosi, piace sperimentare e ai suoi luxury bijoux dona forme fantasiose. Le collezioni sono ideate e prodotte totalmente a mano nella sede-laboratorio di Firenze - ogni anno ne crea circa 1.500 modelli e l’archivio storico ad oggi ne conta oltre 35.000. Alcozer & j è un viaggio tra i gioielli della nobiltà italiana del Rinascimento, il fascino della bigiotteria dell’800, l’America degli anni ’30 e

’40 ma con uno stile di sicura attualità che si è imposto nello scenario attuale. A raccontarlo le collezioni: Classic, con numerosi soggetti in metallo dorato, Unic, pezzi esclusivi con pietre semipreziose, Dorella il pendentebambolina variabile tramite un sistema di aggancio magnetico. Ma ha riservato un posto d’onore anche al simbolo di libertà: gli uccellini, rappresentandoli nella loro naturalezza. E tutto ruota intorno alle gemme, alle perle e ai cristalli che si uniscono a esclusive leghe metalliche, in ottone nickel free. Un suo sofisticato collier ornato di scarabei è stato premiato al Bi-jewel di Oro Arezzo.

Giampiero Alcozer, brand founder and designer, likes creating and his animalier collections, invented and realized by hand in Florence using gems, pearls, crystals and exclusive brass and nickel free metals alloys, are very contemporary although inspired by the past, such as: Classic collection, rich in golden metal; Unic collection, exclusive jewels with semiprecious gems; Dorella collection, the dolly-pendant that you can change thanks to a magnetic hook. Birds, then, represent freedom. One of his refined collier was awarded at Bi-Jewel in Arezzo. (MB)

preziosamagazine.com / n.­3­/­2013 preziosa­

95


pm

CON NEWMANGROUP IL RIGHELLO DIVENTA FASHION NEWMANGROUP TURNS RULERS INTO FASHION

I

l nuovo sta nel passato, a volte anche in oggetti di uso quotidiano. Il talento sta proprio nello scegliere quelli giusti e dargli una nuova personalità. Newman Group ha selezionato il righello e lo ha trasformato in un bracciale flessibile che presenta la tipica numerazione in nero. Ne ha ridotto la lunghezza per poterlo indossare avvolto al polso a tre giri (una serie di fori ne consente la giusta regolazione) e alla consueta plastica ha preferito la più raffinata pelle declinandola in ben dodici diversi colori che dal bianco arrivano al nero passando per il rosso, il blu, il verde, il turchese e tante sfumature di nocciola.

Lo ha chiamato “Mezzometro”, nome che riporta abbreviato sul passantino e per intero sulla fibbia ad ardiglione realizzata sia in acciaio bianco sia dorato. È un accessorio molto versatile, progettato e realizzato interamente in Italia con materiali italiani. Let’s give old ideas new life and choose objects to reinvent. NewmanGroup has turned the ruler into a flexible and adjustable bangle. It’s made of leather available in twelve colors. It’s called “mezzometro” and the name itself is carved on the buckle. It’s a very versatile object, designed and made in Italy using Italian materials. (IM)

ALEX°BALL MILANO, UN LUSSO ACCESSIBILE E GIOCOSO ALEx°BALL MILANO AN AFFORDABLE AND PLAyFUL LUxURy

È

Newman Group Via Eustachi, 13 20129 Milano ph. +39 0229414830 fax: +39 0229524801 www.newmangroup.it info@newmangroup.it

96

preziosa­

il 2003 l’anno della rivoluzione. Alessandro Pallavidini crea il brand ALEx°BALL Milano, la cui intera produzione ruota intorno al tema della sfera, elemento di perfezione e simbolo del mondo. Un marchio moda, nato dalla tradizione orafa della famiglia Guerci Pallavidini e sponsorizzato attraverso canali alternativi, quali ad esempio la catena di bar denominata proprio come il brand: ALEx°BALL Fashion Café, dove gli avventori, personaggi dello spettacolo e del calcio sono diventati i principali testimonial degli ormai famosi ciondoli in argento con dettagli in oro e diamanti naturali, e, la cui pagina FB conta ad oggi più di 170mila fan! Tra le molteplici varianti ALEx°BALL ha dedicato un’intera collezione al mondo dello sport, in cui primeggiano i modelli Pallachegira Golf in argento, oro, diamante ed agata bianca;Tennis Ball, in argento smaltato, oro e diamante; Foot Ball, in argento, smalti colorati e diamante, la cui peculiarità è la possibile

personalizzazione con i colori della squadra del cuore. ALEx°BALL Milano, un brand unico, riconoscibile e tutto italiano, si rivolge a chi vuole esprimere la propria personalità attraverso colori e simboli carichi di energia e che desidera evadere dalla routine attraverso… un nuovo modo per fare moda! ALEX°BALL Milano is the Italian brand by Alessandro Pallavidini, whose production is inspired to balls. A fashion brand born thanks to the goldsmith tradition of Guerci Pallavidini family famous thanks to Alex ball Fashion Cafè bar chain where famous characters have become testimonials of their pendants with gold and natural diamonds. More than 170000 fans follow it on facebook. ALEX°BALL has dedicated several collections to sports such as Pallachegira golf, Tennis Ball and Foot Ball to be personalized with the colors of your favorite team. (LE)

ALEX°BALL Milano Via Bergamo, 42 15048 Valenza (AL) ph. +39 0131 921515 web: www.alexball.it fb: https://www.facebook.com/pages/alex-ball/94846160522


pm Il Bello Di Di Luca Via Montedoro, 25 80059 Torre del Greco (Na) phl +39 0813580223 fax +39 0813580223 www.ibello.it info@ilbellodidiluca.it

IL BELLO DI DI LUCA RINGS AND FASHION IL BELLO DI DI LUCA, RINGS AND FASHION

S

e lo street style reclama tanto colore, Il Bello di Di Luca ha scelto i più fluo, i più sfolgoranti, i più desiderabili per una nuova espressione che ha svelato il lato audace del cammeo. E lo ha inciso con grafismi trend: fiocchi, corone, skulls, ranocchi, farfalle, ancore, i modaioli mustache e perfino il simbolo dell’infinito, per incastonarli in rings decisi a farsi notare. L’idea è di Matilde e Antonio Bello, la terza generazione della diluca1929, che in questo modo hanno dato vita ad una sperimentazione che mixa glam e classic creando un oggetto di design all day long, preferito dalle fashion lovers ma che per la grande versatilità sta divinamente alle mani di ogni età. Sono anelli di bronzo verniciati, interamente realizzati in Italia, proposti anche in versione

animalier, vistosi, stravaganti, ironici, un po’ trasgressivi e… profumano di successo. Accessori con cui si affronta alla grande ogni occasione. A chi credeva che il cammeo fosse un gioiello d’antan, Il Bello di Di Luca risponde “Not your grandmother’s cameo”. Il Bello di Di Luca has chosen the most desirable colors to match with carved cameos representing bows, crowns, skulls, butterflies, anchors, mustache set in showy rings. Matilde and Antonio Bello, diluca1929 third generation, have mixed glam and classic creating design objects. Painted bronze rings made in Italy, animalier version is also available. If you thought cameos were d’antan jewels, il Bello di Di Luca says: “Not your grandmother’s cameo”. (LV)

Roberto Giannotti Srl Centro Orafo Il Tarì 81025 Marcianise (CE) ph. +39 0823 513373 fax +39 0823 51 25 44 servizioclienti@robertogiannotti.com www.robertogiannotti.com

“W LA VITA” CON I NUOVI GIOIELLI DI ROBERTO GIANNOTTI “W LA VITA” WITH ROBERTO GIANNOTTI’S LATEST COLLECTION

R

osso, rosa, arancio, azzurro, giallo limone, verde menta e verde mela. Sono i colori di “W la Vita”, la nuova collezione di gioielli firmati Roberto Giannotti, un inno ai valori più profondi dell’animo umano e alla gioia di vivere. Felicità, Amore, Amicizia, Nascita, Natura, Famiglia e Pace sono i valori che vengono raccontati nella collezione attraverso le esclusive pepite in argento, i coloratissimi laccetti ed i braccialetti in cordone setato, da indossare avvolti al polso con più giri, e su cui sono riprodotte alcune parole chiave del valore cui s’ispirano…Così l’Amore è fatto di Passione, Seduzione, Sintonia, mentre la Natura è Immensa, Selvaggia, Rilassante e così via. Per comunicare in modo originale la propria voglia di vivere basta quindi scegliere il valore più vicino al proprio mood del momento. Come spiega Vincenzo Giannotti, Presidente del Gruppo: “I nostri gioielli da sempre si ispirano alle emozioni più intime dell’essere

98

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

umano; con questo progetto abbiamo voluto dare un concreto segnale di ottimismo, un segnale che ci auguriamo sia contagioso; la vita resta il dono più grande che abbiamo ricevuto, e dobbiamo fare di tutto per non sprecarlo”. Preziosi ed accessibili, i gioielli “W la Vita” hanno tutte le carte in regola per essere il nuovo “must” dell’estate, perché il loro è un messaggio positivo e travolgente. Several colors characterize “W la vita”, Roberto Giannotti’s latest collection. Happiness, love, birth, nature, family and peace are the subjects told through silver nuggets and silk laces and bracelets. Choose the one reflecting your own mood to tell about your way of living. Roberto Giannotti , the president of the group, says:” Our jewels have always been inspired by emotions […] and this project is aimed to transmit optimism […]; life is the best gift we have been given and we can’t waste it”. (IM)


da sx: Andrea Caianiello, Luca Montalbano, Emanuele Liuzzi, atleti plurimedagliati ai campionati italiani, europei e mondiali con partecipazione alle Olimpiadi. From left Andrea Caianiello, Luca Montalbano, Emanuele Liuzzi, awarded over and over again during the Italian, European and worldwide championship, taking part in the Olympic games.

YACHT CLUB È una squadra fatta da numeri uno con un solo obiettivo: non mollare. La loro è una vita votata allo sport ma dietro quegli straordinari palmares ci sono sacrifici, rinunce, delusioni e rimonte, impegno, stancanti allenamenti e tanta serietà. È dura, ma non li ferma niente, neppure il vento e la pioggia, né il sole né il freddo. Preziosa Magazine ha scelto loro per rappresentare la bellezza, la passione. L’italianità. The winning team aim at going on. Their life is dedicated to sport, but behind such extraordinary palmares you will find sacrifice, renounce, delusion and recovery, diligence, tiring exercises and professionalism. It’s hard work, but nothing will stop them, neither wind and rain nor sun and cold. Preziosa Magazine has chosen them in order to represent beauty, passion and made in Italy.

preziosa­

art director Maria Rosaria Petito photo Michele Attanasio location Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Napoli


Torque Watch www.torquewatch.it

aquamaster collection cassa 50 mm / acciaio 316 L anallergico | vetro minerale antigraffio | sfere luminous in acciaio | water resistant 50 atm (fino a 500 metri) | cinturino silicone | cinturino acciaio 316 L anallergico case 50 mm | hypoallergenic 316 steel | mineral anti scratch glass | luminous steel spheres | 50 ATM water resistant (till 500 meters) | silicone watchband | hypoallergenic 316 steel watchband


Viviana Bulgarelli, plurimedagliata ai campionati italiani, europei e primo posto ai campionati del mondo Viviana Bulgarelli awarded over and over again during the Italian and European championship and winner in the worldwilde championship

preziosamagazine.com


Tererò

www.terero.com gioielli in argento 925, caucciĂš e pietre dure 925 silver jewels with rubber and gems

103


Fibula by Tramontano www.fibulabytramontano.com

bracciale basic thread design in argento e brillanti bracciali luxury tube design in argento e brillanti con cubetti in argento 925 basic thread design silver bracelet with brilliants luxury tube design silver bracelets with brilliants and 925 silver cubes


Alex째BAll Milano www.alexball.it

Golf Ball in agata, oro 18K e argento; Simbolica Mente Silver in argento, diamanti naturali, smalti; Simbolica Mente Luxury in oro 18K, argento, diamanti naturali, smalti Agate golf ball, 18K gold and silver; Simbolica Mente silver, natural diamonds, enamels Simobolica Mente Luxury 18k gold, silver, natural diamonds, enamels


Rudy

www.rudysrl.com bracciali in argento, brillantini ed acciaio collana in argento con ciondolo in oro e perla silver bracelets with brilliants and steel silver necklace with gold pendant and pearl


Artlinea

www.artlineaspa.it bracciali, collane, orecchini e anello in argento 925 con smalto cattedrale e Swarovski Elements ™ 925 silver bracelets, necklaces, earrings and ring with cathedral enamels and Swarovski Elements ™

111


112


My Jewels

www.myjewels.it bracciale in tessuto e argento 925 con elemento in zirconia, collana in argento 925 con 3 elementi in zirconia, bracciale Rolò in argento con elementi in zirconia 925 silver and fabric bracelet with zirconium elements 926 silver necklace with three zirconium elements, Rolò silver bracelet with zirconium elements

113


Barberisprati

www.barberiseprati.it gemelli in oro bianco e zaffiri | cintura in pelle blu con fibia in oro con inserti di zaffiri white gold and sapphires cufflinks, blue leather belt with gold buckle and sapphires


pm

FIBULA UN’EMOZIONE INDESCRIVIBILE FIBULA, INDESCRIBABLE EMOTION

È

un rapporto intimo e diretto che assume sempre più valore nella società e che la Gioielli Tramontano ha voluto celebrare: il forte legame tra un figlio e i suoi genitori. Lo ha fatto dando vita al brand Fibula, con un gioiello pensato inizialmente per l'uomo ma che è riuscito subito ad attrarre a sé anche il pubblico femminile grazie alla sua universalità. Un’emozione indescrivibile da raccontare, quella di vite unite da un legame speciale che non si scioglierà mai. Il suo nome deriva dal latino e significa 'Spilla': ed è proprio questo il simbolo riprodotto sui bracciali Fibula. Due le linee, una in argento e white stone, l'altra in argento, oro 18 kt e diamanti. La spilla è interamente intrecciata a mano e può essere personalizzata: a farle compagnia i cubetti in argento con le lettere impresse per comporre un nome o richiamare un'iniziale, ma anche cuori per sigillare il legame. E non è tutto: lo scenario è completato da un ampio supporto ai gioiellieri con attività di branding tradizionale ma anche attraverso i social network.

Gettando uno sguardo al successo delle sue linee, Fibula ha voluto pensare anche ai più giovani: con l’aggiunta di una “&”, di un cuore o di un “+”, infatti, il bracciale diventa un dono d'amore tra fidanzati. Un altro legame potente, una diversa ma altrettanto profonda espressione d’amore che Gioielli Tramontano sa raccontare. Gioielli Tramontano honour the relationship between parents and children through the latest brand Fibula, a jewel for men that has immediately attracted women as well. Its name comes from the Latin word meaning “brooch” and it is the symbol reproduced on silver and with stones or silver, 18k gold and diamonds bracelets. The brooch is modeled by hand and can be personalized through letters carved on silver little cubes in order to constitute a name, an initial or other solutions. The company has been advertising the brand, also through the most important social networks. Thanks to an “&” or a “+” you can turn the bracelet into a love gift for couples. Another form of love told by Gioielli Tramontano. (MDF)

Gioielli Tramontano Centro Orafo Il Tarì mod.70/71 81025 Marcianise (Ce) ph. +39 0823513812 fax +39 0823514174 www.fibulabytramontano.com

BJ81 L’ALLURE ED IL FASCINO DELL’ITALIANITÀ Bj81, ITALIAN ALLURE AND APPEAL

I

nterpretare le nuove esigenze del fashion, attraverso esclusive creazioni. È con questo spirito che prendono forma i monili di Bj81 Bjoux Italiano, brand nato nel 2010, dall’esperienza di L.j.W. - Luxury jewels Watch, un’azienda giovane ma già punto di riferimento del settore dell’orologeria. Il design ed il colore sono gli elementi essenziali da cui si dipana tutto; la creatività e l’utilizzo di materie come l’argento, l’acciaio e l’ottone riescono poi ad innovare un prodotto che ha già riscosso un grande consenso di pubblico, il tutto impreziosito dai cristalli Swarovski, che donano nuova luce a prodotti di grande qualità, garantiti dal Made in Italy.

116

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

È quella dei gioielli Bj81 un’artigianalità, che conferisce ai prodotti, la bellezza e l’unicità di grande pregio, che si propone elegantemente con tutta la raffinatezza di una creazione dall’allure esclusiva e ricca di fascino. BJ81 BJoux Italiano was born in 2010 thanks to Luxury Jewels Watch experience, a young company which has soon become a reference point in the field of watches. Silver, steel and brass are made precious thanks to Swarovski crystals, colors and design. Made in Italy quality jewels. Handcrafted products rich in beauty and uniqueness, very fascinating. (LE) Luxury Jewels Watch s.r.l. Via dei Mille 61 - 80121 Napoli Mob.: +39 3487822659 ph. +39 081 19526452 fax +39 081 19526452 info@ljwtime.it www.bj81.it fb


pm

Giadan Via Aldo Moro 20 25124 Brescia ph. +39 0302475331 fax +39 030225858 www.giadangroup.com info@giadangroup.com

QUALCOSA DI BELLO? UN GIOIELLO GIADAN SOMETHING BEAUTIFUL? ONE OF GIADAN jEWELS

O

ro, argento, ottone, diamanti, pietre dure e semipreziose. Sono gli elementi che GiadanGroup utilizza con la stessa eleganza ed originalità per ogni creazione. È un’azienda dinamica e si evince dalle idee del suo affiatato team creativo che ruotano intorno ad un disegno dove la gemma è spesso attrice solista. Pezzi unici realizzati da artigiani orafi, e non si parla di design ma di una attenta ricerca di armoniosa novità. C’è dell’avveniristico nell’anello di legno nero attraversato da una lingua d’oro e illuminato dal verde di una splendente gemma a taglio quadrato. C’è soavità nella collana di pietre azzurro cielo e cristallo di rocca. C’è dell’etnico nei bracciali in corno a taglio geometrico. C’è romanticismo nella collana che punta sul decoro di un grande fiore in madreperla. C’è esotismo nelle polsiere tempestate di pietre monocromatiche trattenute da un intreccio di argento ispirati agli intrecci delle viti delle colline della Franciacorta, dove GiadanGroup vive. Ogni gioiello è una storia a sé che accompagna spontaneamente donne diverse avvicinate da un unico obiettivo: l’eleganza.

118

GiadanGroup uses gold, silver, brass, diamonds, gems and semiprecious gems in a very original way. They design unique pieces and have goldsmiths make them, such as the futuristic wood and gold ring with a shining green gem, the delicate necklace made of light blue gems and rocca crystal, the bangle adorned with monochromatic gems and silver, inspired to Franciacorta vines, where Giadan lives. An only one target: elegance. (LV)

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

Rudy Centro Orafo Il Tarì, mod.69 81025 Marcianise (CE) ph. +39 0823517069 fax +39 08231761104 www.rudysrl.com rudy@tari.it

RUDY OGNI GIOIELLO È UN PEZZO UNICO RUDy, UNIQUE jEWEL

L

a moda, si sa, detta periodicamente regole rigorose: ha un’anima estremamente trendy il marchio Rudy, ma non c'è alcun rischio di confondere i suoi gioielli con altri. Pur interpretando sempre le ultime novità in tema di gusti delle donne, l'azienda con sede al Tarì di Marcianise riesce a infondere un'impronta originale a ogni sua creazione. È iniziata nel mondo dell'alta moda la storia di Rodolfo Pacifico, che ha poi intuito la sua vocazione più profonda: quella di dare vita a gioielli artigianali in grado di rinnovarsi di stagione in stagione senza mai perdere la loro identità. Inizialmente la strada percorsa è quella della tartaruga e dell'avorio: poi l'orizzonte di Rudy si allarga ad ogni tipo di materiale, dall'oro all'acciaio, con pietre preziose

o naturali, con la costante della lavorazione a tubo gas che gli consente di esprimersi al meglio grazie alla sua estrema versatilità. Un’evoluzione costante soprattutto delle idee, che rendono ogni oggetto di Rudy un pezzo unico. The brand Rudy has a trendy soul. The company from Tarì, in Marcianise, makes each creation original. Rodolfo Pacifico’s story started in the world of fashion, before deciding to create original handcrafted jewels never losing his touch. He started with turtle and ivory before using new materials, such as gold, steel, precious and natural gems, characterized by the versatile tubo gas. That’s why Rudy jewels are so unique.


pm

TERERÒ, UN IRRINUNCIABILE MADE IN ITALY TERERò, INDENIABLE MADE IN ITALy jEWELS

N

ato da un’idea di Agostino Carotenuto, il brand Tererò ha posto come suo elemento irrinunciabile l’esclusiva realizzazione made in Italy, sostenuta eticamente presso uno stabilimento vicentino dove la produzione del marchio campano persegue il valore dell’artigianalità e della modernità. Creazioni realizzate in sinergia da artigiani, creativi e modellisti che hanno abbinato all’argento 925 materiali nuovi come il caucciù o la pelle, resi luminosi dalla delicata presenza di pietre dure, Swarovski e zirconi. I monili di Tererò, dal design elegante e mo-

derno, offerti a prezzi vantaggiosi, rappresentano un oggetto desiderato dalle donne intraprendenti e di tendenza che non vogliono privarsi nel quotidiano di gioielli da indossare con disinvoltura. Agostino Carotenuto launched Tererò, aiming at Made in Italy. Master craftsmen, creative talents and pattern makers combine 925 silver and rubber, leather, gems, Swarovski and zircons. Tererò jewels are perfect for those resourceful women who are looking for jewels easy to wear. (LE)

Tererò Centro Orafo “Il Tarì” - mod. 221 81025 Marcianise (CE) - Italy ph. +39 0823826973 fax +39 0823517221 terero@tari.it www.terero.com

120

preziosa­

Top Line 86 Via Carlo Oreste zuretti,13 00151 Roma Telefax +39 06. 65 723 08 info@topline86.it www.topline86.it

DALLE GEMME SCIOLTE AL GIOIELLO FINITO TOP LINE 86 HA UNA RISPOSTA PER OGNI CLIENTE FROM LOOSE GEMS TO jEWELS:TOP LINE 86 GIVE AN ANSWER TO ANy CUSTOMER

D

a oltre 25 anni, Top Line 86 realizza gioielli in argento 925 e alta bigiotteria artigianale, oltre ad essere fornitore all’ingrosso e al dettaglio di selezionatissime pietre dure e perle, che può porre sul mercato a prezzi davvero competitivi, importandole direttamente dai luoghi di produzione in Cina, da aziende testate per serietà e per qualità. Le collezioni si avvalgono dei suggestivi colori dell’acquamarina, dell’ametista, del corallo mediterraneo, dello smeraldo, dello zaffiro, per citarne alcuni, ma è il design ad aggiungere quel valore in più puntando su un’esclusività di forme che mixano con gran naturalezza mood classici e ultime tendenze, le parure con cammei incisi su corniola sono un incantevole esempio. Essendo vastissima

anche la gamma di gemme e nei tagli più vari, oltre che di gioielli finiti, il cliente ha la possibilità di richiedere un oggetto realizzato secondo un suo personale progetto. Top Line 86 ha sede a Roma ma la rete vendita copre l’intero territorio nazionale. Top line 86 have been making 925 silver jewels and handcrafted high fashion jewelry since over 25 years, and they provide gems and pearls imported from China at wholesale and retail at competitive prices. Their design intensify their value aiming at exclusive shapes, such as the parure made of cameos carved on corniola. A very wide set of gems and jewels, so that any client can ask for the realization of any idea. Top Line 86 is in Rome but they work in Italy and abroad. (MRP)


pm

Luisa della Salda V.le Madonna, 1 22063 Cantù (CO) ph. +39 031713878 fax +39 031713493 www.luisadellasalda.com info@luisadellasalda.it facebook.com/luisadellasalda.outlet

L’ESTRO DI LUISA DELLA SALDA PER GIOIELLI INCONFONDIBILI LUISA DELLA SALDA’S INSPIRATION FOR UNIQUE jEWELS

U

n gioiello creato con passione si riconosce subito: soprattutto quando a comporlo è un trionfo di pietre tutte diverse, scelte una ad una tra mille e abbinate con gusto, esperienza e quel pizzico di estro che riesce a inventare ogni volta qualcosa di veramente nuovo. È la filosofia di Luisa della Salda, azienda che da oltre 20 anni disegna e produce gioielli inconfondibili: per convincersene è sufficiente osservare una delle ultime collezioni in acquamarina, abbinata a perle coltivate e argento rodiato, o anche recarsi al nuovo spazio che Luisa della Salda ha recentemente aperto al Tarì di Marcianise (modulo 105) dove sono esposti i pezzi più rappresentativi delle sue collezioni. Una nuova avventura avviata per rispondere con maggiore rapidità alle richieste del dettaglio del Sud Italia: aperto durante le fiere ma anche su appuntamento, una

122

preziosa­

volta al mese, per effettuare nuovi ordini ma anche per consentire ai clienti dell'azienda di rimodulare di volta in volta il magazzino in base alle richieste dei consumatori. Luisa della Salda sarà anche a VICENzAORO Fall, dal 7 all'11 settembre. Luisa della Salda’s jewels are rich in well-matched gems in order to create something new. The company has been designing and making unique jewels for more than 20 years, such as the new collection made of aquamarine and cultivated pearls with rhodium plated silver. In order to satisfy the demand coming from the south of Italy they have opened a stand (n. 105) at Tarì in Marcianise. It’s open during the exhibitions, but also by appointment once a month for new orders. Luisa della Salda is attending Vicenzaoro Fall from 7 to 11 September.


adv goldadv.it ph. luciano d’inverno

parure in ottone con galvanica in oro e pietre Swarovski / brass parure dipped in gold with Swarovski stones

ROGAMA DESIGN

Luxury Jewels Watch s.r.l. Via dei Mille 61 - 80121 Napoli pbx: +39 081 19526452 e-mail.: info@ljwtime.it

bj81.it


pm

Della Rovere Piazza Della Rovere, 1.2.3 61040 Mondavio (PU) ph. +39 072197175 fax +39 0721989546 www.dellaroveregioielli.it info@dellaroveregioielli.it

DELLA ROVERE PIETRE CLASSICHE E RARITÀ DELLA ROVERE CLASSIC AND RARE GEMS

L’

ametista dialoga con il corallo fossile; l'aragonite, una pietra splendida ma poco conosciuta, condivide i suoi toni caldi con il diaspro landscape; il blu della dumortierite parla all'acquamarina. Hanno il corno in comune queste storie narrate dalla collezione Esotike di Della Rovere, azienda marchigiana conosciuta per la ricercatezza dei materiali e gli insoliti, ma sempre perfetti, accostamenti cromatici. Gioielli in pietre dure - dove le collane costituiscono la massima espressione degli oggetti preziosi firmati Della Rovere - che tessono trame di creazioni sofisticate, dove il design è sostenuto dalla cura dei dettagli. La linea Esotike, in particolare, esplora gli accostamenti tonali più audaci, ispirati dalle ultime tendenze moda e da atmosfere sud-

ARTECORA UNA SIMBIOSI TRA ARGENTO E MATERIE ALTERNATIVE ARTECORA, A SyMBIOSIS BETWEEN SILVER AND ALTERNATIVE MATERIALS

D

ella terra in cui è nata, Salerno, ha la vivacità, l'eleganza e il dinamismo: Artecora, azienda che fonde in sé l'arte orafa tradizionale e l'alta tecnologia, ha rivoluzionato il concetto di argento come gioiello. Un'esperienza confluita in un'attività quotidiana votata al design, all'innovazione e alla capacità di intercettare le richieste del mercato: i gioielli Artecora - in argento e pietre, o in bronzo e ottone - sono lavorati interamente a mano e sono perciò tutti diversi, pronti a modellare la propria presenza intorno a personalità differenti. Ma la vera sfida per Artecora è stata confrontarsi con la simbiosi tra l'argento e i materiali alternativi: così nasce Gisel, la più sperimentale delle collezioni dell'azienda. Il plexiglass infatti si integra con grande equilibrio nelle catene che cingono il polso, ma anche nei

grandi pendenti che esplorando l'alfabeto diventano simboli di relazioni, emozioni, ricordi. Il trionfo dell'armonia tra idea e realizzazione, la giusta risposta al mercato che cambia. Vivacity and elegance coming from Salerno. Artecora merges the goldsmith tradition and high technology to give birth to a daily activity aiming at design and market demand. Artecora silver ad gems or bronze and brass jewels are handmade, that’s why none of them is the same as another one. “Gisel” is the most experimental collection coming from a symbiosis between silver and alternative materials. Plexiglas is used for chains and big pendants able to represent emotions and memories. New ideas and making for a changing market. (MDF) Artecora di Caruccio Marco & C. Via G. Salvemini 4, Pontecagnano Faiano (Sa) Tel. +39 089 382821 Fax +39 089 2092789 www.artecora.it/ info@artecora.it

124

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

americane, riuscendo a dare un tocco nuovo a pietre tradizionali come l'ametista, e ad esaltare la bellezza di quelle più rare come l'agata Botswana rosa che Della Rovere abbina alla rodonite: l'effetto di luce, eleganza, delicatezza e unicità, è assicurato. Amethyst and fossil coral; aragonite and landscape diaspro; dumortierite and aquamarine and horn for Esotike collection by Della Rovere, the company from Marche famous thanks to materials preciousness and color combinations. Sophisticated design jewels rich in details. Esotike collection is inspired by south American atmospheres, rich in colors. New interpretations for classic gems, such as amethyst, and exaltation of rarer ones such as pink Botswana. (CDM)


pm

NICOLETTA CEI UN MÉLANGE DI CREAZIONI APPASSIONATE NICOLETTA CEI: A MIxTURE OF CREATIONS

L’

eclettismo è una componente essenziale nelle creazioni di Nicoletta Cei, designer brillante ed originale, capace di trasformare le sue emozioni in gioielli dalla forte personalità. Ogni monile è un mix di creatività e ricerca, passione e anticonformismo, dove materiali diversi sono accostati e sposati tra loro nel rispetto delle forme e del loro valore, in modo che ciascuno di essi possa irradiare la propria energia, coinvolgendo in questo percorso anche la donna che li indossa. Ed è proprio per la donna, quella definita da Georg Groddeck come un albero che è tutt’uno col frutto custode dell’amore eterno, che i gioielli di Nicoletta Cei vengono creati

(perché il suo è principalmente un processo di creazione); una donna dal carattere deciso che con sicurezza ostenta questi gioielli dalla particolare allure. Una creatura che ama e crede nella forza della natura e nella magia delle pietre. Nicoletta Cei is an excellent and original designer whose jewels have their own personality. Each creation is creative and anticonformistic dedicated to women, as to say - a tree which is its own fruit, guardian of eternal love - according to George Groddeck’s words. Determined women who can show off such particular jewels. Women who love and trust in the strength of nature and the magic of the stones. (LE)

TRE EMME GI S.r.l. Via Gambalunga n. 30B 47921 - Rimini (RN - Italia) Tel. +39 (0)541 25250 Fax +39 (0)541 25955 www.nicolettacei.com info@nicolettacei.com

126

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

Lebole Gioielli Via Manzoni 12 20121 Milano ph. +39 0276008959 info@lebolegioielli.it www.lebolegioielli.it

LEBOLE UN ESOTISMO CHE FA TENDENZA LEBOLE,TRENDy ExOTICISM

T

rasformare l’abito tradizionale giapponese in un gioiello si è dimostrata una gran bella idea. E di pregio anche, visto che i tessuti che rivestono questi gioielli in legno, realizzati in edizione limitata, provengono da antichi kimono in seta o broccati dipinti a mano. Mai stati così vicini il fascino delle dinastie nipponiche e il design italiano che Lebole Gioielli ha personalizzato attraverso queste originali silhouette a cui ha sostituito la testa, le mani e i tipici infradito con gemme colorate. La richiesta di questi gioielli, andata oltre ogni aspettativa, è stato lo sprone per mostrare ancora una volta la creatività del brand, già sancita con il premio To_Bi_Première, riservato al bijoux di alto livello ad Oroarezzo. È nata così anche una versione in plexiglass, leggerissima, trasparente o colo-

rata. Un altro passo nel fashion. Sia il plexiglass sia le pietre sono declinate in nove colori diversi, ton sur ton o a contrasto, oltre che trasparente. L’originalità si completa con una chicca che utilizza per la stessa coppia di orecchini due modelli differenti, uno dei quali con ideogramma a traforo. They have turned the traditional Japanese dress into a precious jewel upholstered with ancient kimonos silk. Lebole Gioielli have combined Japanese charm with Italian design. The company has been already rewarded with To_Bi_Première reserved to high level bijoux at Oroarezzo. The Plexiglas version is available in nine colors or transparent. Another original touch: one of the two earrings is an ideogram. (MRP)


Le Perle di Caltagirone Contrada Bussello S.n 97100 Ragusa info@leperledicaltagirone.com www.leperledicaltagirone.com/

LE PERLE DI CALTAGIRONE UN NUOVO MODO DI GUARDARE AL GIOIELLO

Francy’s Corner Via Tosco Romagnola, 1093 56021 San Giorgio - Cascina (PI) ph. +39 050740737 fax +39 050740737 francys-corner@francys-corner.it www.francys-corner.it

LE PERLE DI CALTAGIRONE, A NEW WAy OF MAKING jEWELS

È

siciliano e per i suoi gioielli - all made in Italy - ha chiamato a raccolta le bellezze della sua isola, a cominciare dai colori. Ma già nel nome, “Le perle di Caltagirone”, si coglie una tradizione da cui l’imprenditore Mario Malerba, forte dell’esperienza nel settore dei preziosi, ha saputo prendere il lato più fresco e moderno. Lo fa nel suo laboratorio, dove crea le condizioni giuste affinché la ceramica si trasformi in manufatti genuinamente lavorati da maestri artigiani, che conferiscono ad ogni pezzo inevitabili tocchi d’imperfezione che diventano garanzia di un’esecuzione tutta manuale. È così che Le Perle di Caltagirone, decorate ad una ad una con motivi floreali o di fantasia, diventano un mix di moda, storia, design e innovazione. Lo smalto poi ne completa la bellezza addizionando la lucentezza del

vetro alla policromia d’ispirazione orientale, tipica calatina, giocata con il giallo grano, il verde ramina, l’azzurro turchino, il rosa antico. Partite dall’isola del sole, “Le perle di Caltagirone” sono un nuovo simbolo di raffinata creatività da scegliere tra sautoir, girocolli, bracciali e orecchini impreziositi da dettagli in argento 925. All made in Italy jewels preserving the most modern side of Mario Malerba’s tradition. Sautoir, chokers, bracelets and earrings made of ceramic and 925 silver details by skilled artisans. They are decorated one by one inspiring to the oriental tradition, typical from Caltagirone, and enamel is used to make them as shiny as glass. La perle di Caltagirone is an elegant and original symbol of refined creativity coming from the sun island. (LV)

FRANCY’S CORNER DAI GIOIELLI IMPORTANTI ALLE CREAZIONI EASY FRANCy’S CORNER, FROM IMPORTANT jEWELS TO EASy CREATIONS

L

o stile di Francy’s Corner è caratterizzato da una lavorazione modernissima che sembra tenersi in stretto rapporto con quell’antica di stile etrusco. Così Francesca Pierobon, attraverso un attento lavoro ancora interamente manuale, magnifica il metallo che quasi vanta una diversa identità e gli destina un grafismo dal motivo marino che ricorda visivamente la bellezza del corallo selvatico, e lo accosta a gemme dai colori magnetici. Nella sua bottega orafa sperimenta le tradizionali tecniche acquisite negli anni e sbriglia la fantasia in cerca di un nuovo che non tradisce mai la tradizione, e tra pezzi unici e collezioni importanti, spesso in oro e pietre preziose, crea anche gioielli easy chic come quelli che propone per la primavera estate: una linea solare che all’argento lega

cordini scamosciati, in tinta o a contrasto con le belle pietre idrotermali tutte sfaccettate che ne amplificano la scelta. Per i bracciali c’è anche la versione solo argento, dove il metallo è presente in forma di pannello ma dall’effetto traforo per un look più casual. Francy’s corner is modern style inspired to the ancient Etruscan one. Francesca Pierobon works metal by hand and decorates it with marine patterns similar to wild coral and coordinates colored gems. She testes the traditional techniques while looking for novelties. Among unique and important pieces she also makes silver easy chic jewels with chamois colored strings and multifaceted gems. Total silver bracelets with fret worked plates are also available. (MRP)

preziosamagazine.com / n.­3­/­2013 preziosa­

127


pm

Artlinea Via Caselle 11 52010 Capolona (Ar) N.Verde 800129674 info@artlineaspa.it www.artlineaspa.it/

Aquarela Via Venezia, 74 37019 Peschiera del Garda (VE) ph. +39 045 6402249 info@aquarelagems.it www.aquarelagems.it

IL FASCINO DEL BRASILE NELLE CREAZIONI AQUARELA GEMS BRAzILIAN FASHION IN AQUARELA GEMS CREATIONS

I

l trait d'union delle collezioni Aquarela Gems è il mosaico di luce regalato dai cristalli che l'acqua aggrega nel corso di millenni all'interno di rocce vulcaniche chiamate “Druse”. Si estraggono dalle miniere brasiliane e per la loro particolare conformazione e varietà di granulazione sono uniche e irripetibili. Aquarela Gems racconta questa bellezza attraverso gioielli, in argento, argento placcato e oro, che si arricchiscono dei loro colori più sfavillanti, esaltati da una particolare lavorazione che sfrutta le proprietà dei metalli preziosi e perciò in grado di conferire ai cristalli un aspetto simile a un pavé di diamanti, ma dal costo nettamente inferiore. Per la primavera estate Aquarela Gems ha scelto la Drusa di agata “metallizzata”, una

128

preziosa­

novità che caratterizza ben quattro collezioni: DayLight, un design essenziale perché racchiude un tocco di luce da dedicare a tutte le donne, LadyLove, un mix di classico e contemporaneità, eleganza e raffinatezza, Ikona, modernamente chic e Treasure, romantica e colorata dal mood primaverile. Silver, plated silver and gold jewels by Aquarela gems are made with “druse” crystals, inimitable stones from Brazilian mines. Their colors are exalted by a particular process which makes them look like diamonds at lower price. Agate drusa has been chosen for next spring summer collections such as Daylight, essential design for women; LadyLove, a mixture of classic and modern; Ikona, modern chic; Treasure, romantic and colored, very springy. (MRP)

ARTLINEA TVB, PENSIERI E GIOIELLI TVB,THOUGHTS AND jEWELS

A

rtlinea si è fatta conoscere per la sua produzione preziosa realizzata secondo i canoni della tradizione artigianale ma ad essa affianca, con eguale successo, anche linee easy come la TVB, gioielli interamente personalizzabili secondo il significato che gli si vuole attribuire. Con TVB, Artlinea mette l’accento sulle emozioni strizzando l’occhio all’originalità. Non solo moda, quindi, ma anche sentimenti, passioni, ricordi da condividere con dolcezza e perché no, con un po’ di ironia. Dopo gli anelli a fascia ecco allora le collane e i bracciali, sempre in oro o in argento, che diventano soluzioni non convenzionali per raccontarsi attraverso una targhetta, legata a cordoncini nei colori fruit juice, dove ogni idea trova il giusto risalto.

Oggetti molto intimi ma dal gusto glamour dove le lastrine di metallo prezioso diventano pagine da incidere in piena libertà. TVB è lo specchio dei tempi, visto che ogni oggetto ha il carattere giusto per passare da un look casual ad uno very chic. Il fil rouge? Una freschezza iperfashion. Artlinea is famous for the production of jewels but the new TVB collection, to be personalized, is very successful as well. Tvb is emotion and originality. Fashion, feelings, passions, memories and a bit of irony. After the band rings, here are silver or gold necklaces and bracelets with tags and colored strings. Glamour objects for a casual or very chic look. A very fashion freshness. (IM)


Il Regno della Natura Via Cantinelli, 31 48018 Faenza (Italy) Ph. +39 054628044 bazzigaetano@libero.it

IL REGNO DELLA NATURA UNA PASSIONE DI FAMIGLIA IL REGNO DELLA NATURA, A FAMILy PASSION

I

l Regno della Natura nasce oltre quarant’anni fa dalla passione di Gaetano Bazzi e di sua moglie; una curiosità che vede oggi coinvolte anche le due figlie, Barbara e Roberta. L’amore per le gemme ed il loro studio, ha spinto infatti, la famiglia Bazzi a specializzarsi nell’ambito della mineralogia e della paleontologia, propendendo con maggiore entusiasmo verso il mondo dei cristalli e delle pietre naturali. L’offerta aziendale è molto ampia ed è rivolta a soddisfare i clienti (italiani ed esteri, provenienti perlopiù da Grecia, Spagna, Portogallo, Germania e Messico) che sempre più esigenti sono alla ricerca di tagli, forme e dimensione inusuali. Il Regno della Natura (sempre presente alle fiere di Vicenza ed Arezzo), in tanti anni di competenza accumulata è diventata un punto di riferimento per la vendita delle pietre tagliate, che ultimamente vedono

protagonisti delle ricerche soprattutto il Coridone ed il Berillo che con la loro varietà di colori ed aspetti si rivelano sempre attuali. Non solo, l’azienda faentina, offre anche una vasta gamma di montati in argento che nobilita con la sua veste sempre elegante ed essenziale le gemme della natura.

CONFUORTO GIOIELLI FASHION HANDCRAFT

Il Regno della Natura was born 40 years ago thanks to Gaetano Bazzi and his wife’s passion, transmitted to their daughters Barbara and Roberta. Several products to satisfy those customers who are looking for unusual cutting, shapes and dimensions. Il Regno della Natura (always attending Vicenzaoro and Oroarezzo fairs) is the reference point for selling cut gems, above all Coridone and Berillo, which thanks to their colors are always current. The company from Florence also makes several jewels silver assembled. (LE)

Q

CONFUORTO GIOIELLI, FASHION HANDCRAFT uando il cammeo e il corallo incontrano la fantasia di Michela Confuorto diventano, in un istante, un gioiello. Dalla passione, che può derivare solo da una dedizione costante, all’ideazione e alla produzione artigianale di ogni singolo pezzo nascono i preziosi Confuorto Gioielli: l'azienda è nata nel 1987 aTorre del Greco, dove Michela vive e lavora. Qui, nella patria del corallo e del cammeo, prendono forma gioielli in argento, talvolta abbinati con pietre naturali: orecchini, anelli, pendenti, spille. Cura del dettaglio, rispetto della tradizione e al contempo l'attenzione costante all'evoluzione del mercato, tanto che negli ultimi tempi le proposte dell'azienda si sono ampliate fino a comprendere anche accessori come cinture e borse: a tessere il fil rouge con il nome di un’azienda ce-

lebre per la capacità di conciliare tradizione e contemporaneità è sempre il cammeo. Una garanzia di qualità testimoniata anche dal certificato che accompagna ogni creazione Confuorto Gioielli. Michela Confuorto’s creativity turns coral and cameos into handcrafted jewels.The company Confuorto Gioielli was born in 1987 in Torre del Greco, the birthplace of coral and cameo, where silver jewels with natural gems, such as earrings, rings, pendants and brooches, are created. The company has always been innovative, never forgetting important details and tradition.They have recently launched accessories such as belts and bags. A guarantee certificate attests each creation by Confuorto Gioielli. (MDF)

Confuorto Gioielli Centro Orafo Il Tarì mod. 124 81025 Marcianise (Ce) ph +39 0823513476 fax +39 0823835112 www.confuortogioielli.it info@confuortogioielli.it

preziosa­

129


130

preziosa足


Silvia Sedeska Modella: Olya - Freelance Fashion Model Agency Fotografo: Alessio Migliardi Stylist: Manuela Mezzetti Mua:

whiteinspiration TOP LINE 86

gioielli in argento 925 placcato in oro rosa con cammei, perle fresh water e quarzi verdi 925 silver jewels with cameos, fresh water pearls and green quartz www.topline86.it Camicia / skirt : Nino Lettieri Copricapo piume / plumage hat: Mazzanti Piume

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

131


LAURA BELLINI

bijoux in argento con pietre dure, nappine, ceramiche e smalti silver bijoux with gems, ceramic and enamels www.laurabellini.com Abito / dress: Amen


LAURA BELLINI www.laurabellini.com Abito / dress: Amen Gabbia / cage: Globe Theather

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

133


ELITE BIJOUX

collana con pasta di turchese e pietre dure anello con smalto e quarzo idrotermale necklace with turquoise past and gems ring with enamel and hydrothermal quartz info@elitebijoux.it Abito / dress: Nino Lettieri

Gabbia / cage: Globe Theather preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

135


LABRIOLA BIJOUX

parure in bronzo e pietre semipreziose. Collezione Cicladi brass parure with semiprecious gems. Cicladi collection www.labriolabijoux.it Camicia e gonna / shirt and skirt: Nino Lettieri Scarpe / shoes: Baldinini

136

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


LABRIOLA BIJOUX www.labriolabijoux.it / shirt: Ninopreziosa足 Lettieri preziosamagazine.comCamicia / n.足3足/足2013

137


VANITY HER

parure con pietre dure e cristalli parure with gems and crystals www.vanityher.it Abito / dress: Nino Lettieri Gabbia / cage: Globe Theather Piume / plumage: Mazzanti Piume


VANITY HER www.vanityher.it

Abito / dress: Nino Lettieri

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

139


NICOLETTA CEI

girocollo in madreperla, copale, minerali, argento e swarovski / mather of pearl choker, minerals, silver and swarovski orecchini in argento, swarovski e copale / silver earrings, swarovski bracciali in corno, cristallo, argento e minerali / horn bracelets with crystal, silver and minerals Made in Italy www.nicolettacei.com Giacca / jacket: Nino Lettieri

140

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


NICOLETTA CEI www.nicolettacei.com

Giacca / Jacket: Nino Lettieri

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

141


IL REGNO DELLA NATURA anello, collana e orecchini di pietre sintetiche ring, necklace and earrings with syntetic gems bazzigaetano@libero.it Gillet / gillet: Amen Shorts / shorts: Nino Lettieri Manichino / Mannequin: Globe Theather

142

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


IL REGNO DELLA NATURA bazzigaetano@libero.it

preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

143


GIADAN

bracciale in agata bianca e argento 925 girocollo in agata bianca ed argento placcato oro 925 silver and white agate bracelet white agate choker www.giadan.it Giacca / jacket: Amen


GIADAN www.giadan.it

Giacca e shorts / jacket and shorts: Amen Scarpe / shoes: Baldinini Manichino / Mannequin: Globe Theather

preziosa足

145


CONFUORTO GIOIELLI

collana con laterale in pietre dure, perle di fiume e cammeo, bracciale rigido con perle di fiume, anello con perla necklace with gems, river pearls and cameo rigid bracelet with river pearls, ring with pearl www.confuortogioielli.it

Abito / dress: Amen Gabbia / Cage: Globe Theather


GOLDEN CORALS

collana, orecchini, anello e bracciale in argento 925, cammeo, perle e pietre 925 silver necklace, earrings, rings and bracelet with cameo, pearls, gems www.goldencorals.com Abito / dress: Nino Lettieri

148

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com


GOLDEN CORALS www.goldencorals.com

Pettorina / bib: Raffaele Palmieri Piume / plumage: Mazzanti Piume


pm skipintro di Gloria Belloni

E-COMMERCE NETCOMM FORUM 2013: in Italia usiamo tanto la Rete ma siamo diffidenti nell’acquisto SOLO IL 5 PER CENTO DELLE AzIENDE VENDONO ON LINE

servizi, in alcuni casi è vero anche il contrario: l’acquisto viene valutato in negozio e il pagamento concluso via web; molto dipende dalla tipologia di prodotto, però. Le difficoltà legate alle differenti leggi sul consumo nei diversi paesi europei, come le difformità nella gestione dell’IVA e i costi logistici, costituiscono un ulteriore freno. Il futuro ci parla di una crescita dell’e-commerce attraverso dispositivi mobili, sebbene meno marcata di quanto si tenda immaginare, e di multicanalità, ovvero della positiva influenza che l’e-commerce e altri canali web esercitano anche sulle vendite in negozio. Come a dire: non conta dove, l’importante è che si venda! Resta il fatto che, ad oggi, investire in un’attività e-commerce, non sia uno scherzo. Ogni comparto produttivo, poi, ha le sue specificità che vanno analizzate a fondo e sembrerebbero averlo capito Google e Unioncamere che andranno a proporre formazione mirata ai distretti, compreso quello orafo di Arezzo, tema già affrontato sulle pagine (web) di Preziosa.

viewed in-store and paid for online; a lot depends upon the product. Another deterent is the difference in consumer legislation

l’e-commerce in Italia nel 2013 segna una crescita del 17%, con 11,2 miliardi di euro

e-Commerce Netcomm Forum 2013: Italy is on the web but not to buy ONLy 5% OF COMPANIES SELL ONLINE

S

econdo i dati dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm - School of Management del Politecnico di Milano, le stime relative ai siti italiani di e-commerce per il 2013 segnalano una crescita del 17% circa, pari a un fatturato di 11,2 miliardi di euro: tendenza positiva, seppur in leggero calo rispetto all’anno scorso. L’eCommerce Forum organizzato dal Consorzio del Commercio Elettronico Italiano Netcomm svoltosi a fine maggio a Milano, è stato l’occasione per approfondire meglio la reale situazione nel nostro paese in tema di e-commerce e il significato di questi numeri. Nonostante le buone prospettive evidenziate, rispetto al contesto Europeo, infatti, le aziende che vendono online in Italia rappresentano solo il 5%, il che ci colloca decisamente al di sotto della media. Ma qual è il principale ostacolo? Sorprendentemente, gli utenti italiani sono allineati al resto dell’Europa nella frequenza e nelle modalità d’utilizzo di internet e dei dispositivi mobili - non siamo meno bravi o

150

capaci degli altri - ma la diffidenza verso praticamente qualunque forma di pagamento online (dal Paypal alle carte di credito ricaricabili o tradizionali) ci fa slittare in fondo alla scaletta, insieme al fatto di voler ‘toccare con mano’ la merce da acquistare e

al timore di ‘perdere il controllo’ della logistica. Insomma, se potessimo allungare una banconota attraverso lo schermo e stringere la mano del gestore non ci penseremmo due volte. E se, In Italia, persiste la tendenza a utilizzare il web come canale informativo per poi finalizzare l’acquisto nel punto vendita, specie se si tratta di prodotti ‘fisici’ e non di

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

According to data coming from the B2C Netcomm eCommerce Observatory at the Milan Polytec School of Management, estimated growth for Italian e-commerce in 2013 is 17% and 11.2 billion euros: a positive trend although down from last year. At the e-Commerce Forum organized by Netcomm (Italian Electronic Commerce Consortium) last May in Milan, an indepth analysis of the real state of e-commerce in our country and the importance of these numbers took place. Despite the promising outlook and in a European context, only 5% of Italian companies sell online and this is well below average. What is the main obstacle? Surprisingly enough, Italians are in line with the rest of Europe in how and when they use internet - we are no less able than anyone else except for our mistrust for any form of online payment (from paypal to debit or credit cards) pushes us to the bottom of the list, along with wanting to ‘touch with hand’ anything we buy and be in control of logistics. In otherwords, if we could slip a bill through the computer screen and shake hands with the merchant, we wouldn't think twice about it. In Italy we're seeing the web being used for gathering information and purchases being made in-store, especially where a product is involved vs a service and sometimes the opposite takes place, that is the product is

throughout europe, VAT application and logistics. The future predicts growth in m-commerce or sales on a mobile device, though still much less

than anticipated, and multi-channel sales or the positive influence that e-commerce is having on in-store sales. It's as if to say: no matter how, just sell! Starting an e-commerce business is not easy. Each element of the business should be carefully analyzed and it seems like Google and Chambers of Commerce will be focusing on training, including the gold sector in Arezzo, which we addressed in a previous issue of Preziosa (web).


CICALA, GIOIELLERIA 2.0:

quando le generazioni fanno squadra A PARLARCI DELLA SUA ESPERIENzA IN CAMPO E-COMMERCE, QUESTA VOLTA, È ANTONIO CICALA DELLA STORICA GIOIELLERIA CICALA DI PEGLI, A GENOVA

G

ioielleria reale o virtuale, chi vince? Se ne fa un gran parlare, è vero, ma, a mio avviso, se l’attività tradizionale è conosciuta e radicata nel territorio, la coesistenza dei due canali di vendita, ecommerce e fisico, continuerà a essere importante. Al di là dei risultati di vendita attraverso il canale digitale, che per noi cominciano ad avere un certo peso, la multicanalità è il vero punto di

forza. Ovvero la reciproca positiva influenza che entrambe le attività esercitano una sull’altra. Se il cliente preferisce farsi un’idea dei prodotti sul sito e poi acquistare in negozio, non è un problema. Succede anche il contrario. L’importante è che il rapporto tra i due canali diventi sempre più fluido, fino a che le due realtà non arriveranno probabilmente a fondersi. Questo a livello locale. Per

quanto riguarda il resto del mondo, la situazione è molto diversa. Quanto tempo ha richiesto la realizzazione del vostro progetto di e-commerce? Un progetto di e-commerce è praticamente sempre in fase beta, ovvero vivo e soggetto a continui miglioramenti e messe a punto. Nel nostro caso ci è voluto un po’ più di un anno per essere on-line considerando anche la definizione delle attività di marketing e dell’intero processo organizzativo, dalle foto alla logistica e al controllo dei pagamenti. L’utilizzo delle lingue straniere - dall’inglese non si scappa - è all’ordine del giorno. Nel nostro settore poi ci sono

GIOIELLI E BIJOUX SBARCANO SU GROUPON DISCOUNTS TRAVEL By MAIL SITES LIKE GROUPON NOW CARRy jEWELRy Viaggi, trattamenti di bellezza, cene e weekend romantici: è questa l’offerta classica dei siti come Groupon, Groupalia e altri gruppi d’acquisto on line che hanno rivoluzionato il mondo del commercio. Ultimamente l’allettante metodo di vendita ha travolto anche i gioielli. E’ sempre più frequente ricevere via mail offerte che riguardano bigiotteria, parure, pietre naturali. Lo sconto, un fenomeno praticamente assente in gioielleria se non sui piccoli margini, diventa così stimolo a comprare bijoux a costi irrisori, spesso a meno del 50% di costo in negozio (almeno secondo quanto dichiarato dai venditori: sarebbe interessante controllare se il prezzo dichiarato in origine è reale). C’è anche chi, però, vende buoni sconto da usare in gioielleria, anche per oggetti in oro: in questo caso, il pericolo di incappare in una valutazione manipolata è inferiore. Se la correttezza nella vendita è garantita, appare un buon modo per alimentare un mercato interno in crisi. Trips, spas, dinners, romantic weekends: these are classics on sites like Groupon, Groupalia and other online purchasing groups that have revolutionized the world of commerce. Lately, this attractive sales mechanism has taken over the jewelry sector. More and more often our mailboxes receive offers for costume jewelry, sets, natural stones. Discounts, something practically non-existent for jewelry if not for small margins, have become the stimulus to buy bargain bijoux for as low as 50% below cost (at least as far as dealers say: it may be a good idea to check whether that pricing is real or not). But there are those who sell discount coupons for jewelry and even for gold: in this case, there's less of a chance for manipulation. If good business policies are in place, it looks like a good way to heal a hurting internal market. (CDM)

Real or virtual jewelry, who wins? There’s a lot of buzz for sure, but I think that if its a traditional business that is well-known and accepted, the co-existence of the two sales channels, e-commerce and traditional commerce, will continue to be important. Besides results obtained with online sales, which for us begins to be considerable, multichannel sales is a real plus. There is a reciprocal positive influence that both business methods have on each other. There is no problem if a customer wants to get information about a product online and then purchase the item in-store, or viceversa. The important thing is that the relationship between the two channels maintain the flow until the two realities

eventually merge. This is at a local level. In the rest of the world the situation is very different. how long did it take your e-commerce plan to take off? E-commerce practically always exists in beta since improvements and fine tuning is live and continuous. In our case it took just over a year to launch online considering all the work to define our marketing strategy, organizational processes, from images to logistics to payment methods. The use of a multi-lingual platform is essential – English is a must. Our sector also has sensitive privacy and security issues to tackle. It is fundamentally wrong to think that selling online means just putting up a website.

aspetti come la privacy e la sicurezza che vanno accuratamente affrontati. È fondamentale allontanarsi completamente dall’idea che avviare un’attività di e-commerce significhi solo aprire un sito web. Molto tempo è stato dedicato anche alla scelta dei fornitori e consulenti. L’attività SEO e SEM è importante: si tratta di un tipo di professionalità ben sviluppata e piuttosto comune, ad esempio nei paesi del Nord Europa. Ma figure serie in questo campo in Italia sono più rare di quanto si pensi. E per quanto riguarda il personale e l’organizzazione già esistente? Ha subito un’autentica rivoluzione, possibile grazie anche al grande entusiasmo che mio padre ha investito nel progetto. A partire dal cambio di mansioni fino all’inserimento di nuove figure completamente o parzialmente dedicate all’e-commerce, per esempio per quanto riguarda la gestione dei canali di assistenza, dell’advertising e dei social media. Inoltre, ci sono persone che svolgono ‘ruoli ponte’, ovvero mantengono saldo il coordinamento di tutto quello che va a succedere in negozio e sul sito. I costi? Altri gioiellieri che hanno intrapreso questa strada li hanno paragonati a quelli di un punto vendita fisico. Bisognerebbe fare le opportune distinzioni, ma in linea generale confermo. Utilizzate l’e-commerce solo per particolari fasce di prodotto? No. E nemmeno lavoriamo su politiche di prezzo rispetto al negozio fisico. Anche le generazioni meno giovani si

stanno avvicinando agli acquisti on-line superando le iniziali diffidenze: non sono rari acquisti via web di un certo valore. E se la vendita si conclude in negozio, pazienza. Aver aperto un canale di comunicazione con queste persone, anche solo per fornire informazioni e aggiornamenti sui prodotti, è già un successo. All’estero, invece, le dinamiche sono molto diverse: velocità, reperibilità, qualità dell’assistenza sono gli elementi che costruiscono la credibilità. C’è sostegno da parte dei marchi che rappresentate? Siamo in Italia. Il che significa che c’è molta varietà di politiche in questo campo.Tendenzialmente, ancora poche aziende sviluppano strategie a supporto dei punti vendita che decidono di operare attraverso l’e-commerce. E la comunicazione? Fondamentale. Dietro e dentro un negozio c’è vita. Affrontiamo i social media in questo modo: creando un reale dialogo con i nostri utenti, il che vuol dire mettersi anche un po’ a nudo, esporsi a livello personale. Organizziamo eventi, cerchiamo di far sentire i nostri clienti protagonisti, trasmettiamo il loro e il nostro stile. On-line e off-line sono distinzioni che non hanno più senso. Proprio in questi giorni il sito debutterà con una nuova veste: non saremo più un’azienda con e-commerce inteso come attività collaterale, ma una gioielleria 2.0 a tutti gli effetti. Quindi credete fortemente in questa strada? Vede alternative?

CICALA, jEWELRy 2.0: WHEN GENERATIONS TEAM UP

ANTONIO CICALA OF HISTORICAL CICALA jEWELRy FROM PEGLI, GENOVA,TALKS ABOUT HIS ExPERIENCE IN THE FIELD OF E-COMMERCE A lot of time was dedicated to choosing suppliers and consultants. SEO and SEM are important: these professions are popular and wellestablished in Northern Europe. In Italy they are few and far between. What about personnel and previous operations? We were able to overhaul everything thanks to the enthusiasm my father showed for the whole project. job descriptions changed and new positions wholly or partially dedicated to e-commerce, for example in managing customer care, advertising and social media,, were added. Plus, there are people who act as a connecting ‘bridge’ between what goes on in-store and what goes on online. What about costs? Jewelers who moved online compared costs with in-store retail. Some distinctions are called for but in general, I agree with them. Is your online sales limited to certain product lines? No. Nor is our pricing policy different from in-store.

Older generations are starting to overcome skepticism and buy online: it is not uncommon to see large purchases made on the site. If the sale is made in-store, that’s fine too. Communication channels left open for those who are just looking or need updated information is a big success. The dynamics abroad are different: speed, access, customer care are all elements that build credibility. Do you get support from the brands you represent? This is Italy. That means that there are a variety of policies in the field. Few businesses tend to develop strategies supporting points of sale which operate online. What about communication? Essential. Behind every shop, there’s life. This is how we deal with social media: creating a real dialogue with our users, which means putting yourself out there personally. We organize events to make our customers feel comfortable through our style and their own. The distinction between online and offline no longer makes sense. Our site will debut shortly under a new umbrella: no longer an e-commerce operation on the side, but a full-fledged 2.0 jewelry Store. So you really believe in all this? Do we have a choice?

preziosa­

151


pm CON “JEWEL TOUCH” STOP AI FURTI CON DESTREZZA GRAzIE AL NUOVO SISTEMA IDEATO DALLA HyPERTRONIC È POSSIBILE MONITORARE GLI OGGETTI PRESENTI SUL BANCO DI VENDITA

L

a sicurezza è diventata sempre più una priorità di cui tenere conto nelle attività dei negozi, soprattutto in quelli dove vengono custoditi e venduti oggetti preziosi: molto spesso i gioiellieri sono vittime di furti con destrezza, in situazioni in cui persone apparentemente insospettabili riescono a rubare gioielli, orologi e altri oggetti senza che il negoziante si accorga di

acustico, l’eventuale rimozione. Si basa su etichette Rfid di piccole dimensioni, i tag, che associati agli articoli consentono la loro identificazione. Da un monitor - visibile dal negoziante così come dal cliente, funzionando anche come deterrente è possibile riconoscere con immediatezza le caratteristiche degli oggetti e visualizzare in tempo reale la loro presenza. Il

negozio, ma anche un inventario degli articoli disponibili. “jEWEL TOUCH” STOPS SHOP-LIFTING Unexpected people often rob jewelry stores. Hypertronic has invented a RFID system (radio Frequency Identification) in order to prevent it. It’s called Jewel Touch, it’s invisible and constantly

VALSIMAR, PER CHI PRETENDE PRATICITÀ E RESISTENZA NELLA VALIGERIA BUSINESS VALSIMAR, FOR THOSE WHO ARE LOOKING FOR PRACTICAL AND RESISTANT BUSINESS LEATHER GOODS

A

nulla nonostante i classici sistemi di controllo. Sul mercato si stanno diffondendo sempre più sistemi per prevenire questo genere di furti,

sistema che la Hypertronic ha realizzato è l’unico a identificare a banco il controllo degli oggetti esposti: sul monitor vengono rilevate in tempo reale le caratteristiche degli articoli e la loro presenza con il colore verde. Nel momento in cui un articolo venisse rimosso dal banco, jewel Touch avviserà con un segnale acustico, il colore che prima era verde diventerà rosso, rendendo inequivocabile l’assenza dell’articolo. Qualora l’articolo rimosso venisse sostituito con uno contraffatto, dotato di tag Rfid non associato agli articoli del punto vendita, il sistema lo classificherà come oggetto non riconosciuto con colore giallo. Uno strumento sofisticato in grado di garantire la tracciabilità degli oggetti in

un software per controllare constantemente i gioielli sul bancone come quello ideato dall’azienda milanese Hypertronic, basato sulla tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification o Identificazione a radio frequenza). Si chiama jewel Touch, è invisibile ed è molto più di un semplice antitaccheggio. Si tratta di uno strumento in grado di evitare il furto con destrezza nelle gioiellerie, permette di avere un controllo costante degli oggetti posizionati sul banco e rilevarne, attraverso un’interfaccia grafica e un segnale

152

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

monitors the jewels displayed telling the possible removal. Through a monitor you can see the object displayed real-time. When an object is removed, Jewel Touch warns you through a sound signal and its colors changes (from green to red). It identifies not recognizable objects if a jewel is substituted with a fake one. In this case it becomes yellow. Jewel Touch guarantees objects traceability and it is also an inventory. (MDF) hypertronic www.hypertronic.it info@hypertronic.it

d ogni oggetto il suo spazio, ad ogni spazio la giusta forma. Da trentacinque anni VALSIMAR è specializzata nella realizzazione e distribuzione di valigeria business e borse porta-campionario. Un’offerta di grande respiro visto che tutto è progettato per corrispondere alle necessità di ogni settore merceologico. Un Made in Italy garantito sia nella versione standard sia in quella personalizzata secondo le specifiche esigenze del committente. Eccellente è anche il servizio postvendita per soddisfare la clientela sempre più numerosa. La sede è a Milano, a Paderno Dugnano, dove personale altamente specializzato, macchinari all’avanguardia e materiali di eccellente qualità ne accertano l’affidabilità e la resistenza dei prodotti.Tutti i dettagli sono curatissimi e il facile utilizzo è assicurato dai collaudi a cui viene reValsimar di Martignoni Roberto & C. 20037 Paderno Dugnano (MI) Via Ezio Vanoni, 16 ph. +39 029101341 fax +39 0299043988 info@valsimar.it www.valsimar.it

golarmente sottoposta l’intera produzione. Un esempio è la “linea oro” che comprende cassettiere per bijoux, perfette e solide nel trasporto, eleganti e pratiche per l’esposizione nelle fiere o nei negozi; ma anche astucci per orologi, trolley e rotoli, perché Valsimar ha una risposta per ogni occorrenza. Valsimar has been making and distributing business leather goods and sample-case bags for 35 years, personalizing them according to the customer’s needs.The post-sales service in excellent. In Milan a specialized staff, well-advanced machineries and high quality materials guarantee reliability. Made in Italy tested products, such as “linea oro” made up of chest of drawers for bijoux, perfect to be moved, elegant end functional to be exhibited; but also watch cases, trolley and rolls. (MRP)


pm

w

R

iunisce i produttori di Bijoux e componenti di base di bijoux e accessori per la moda: oggi si chiama MIBI Fabbriche Italiane, che nasce dalla trasformazione in consorzio della storica associazione di settore, il Club Bi. Obiettivo prioritario, promuovere il prodotto made in Italy riconosciuto nel mondo come simbolo di qualità, creatività e design raffinato. Caratteristiche che appartengono alle

il design, l’innovatività dei materiali e delle tecniche sono i requisti per aderire al consorzio aziende che ne fanno parte, quasi tutte operanti a livello artigianale. Requisito

fondamentale per rientrare nel consorzio, una produzione caratterizzata da alta tradizione nel design e innovatività di materiali e tecniche, che da sempre contraddistinguono la manifattura del Belpaese. Mibi Fabbriche Italiane, inoltre, è socio di capitale di EuroFashion Bijoux SL, azienda di servizi che riunisce i fabbricanti del settore a livello europeo. Insieme a questa realtà nata per promuovere il 'made in Europe' MIBI organizza due eventi fashion in contemporanea con altre manifestazioni di settore, il prossimo in calendario a settembre. A parlarne a Preziosa Magazine è la presidente di MIBI, Chiara Sampietro. Dott.ssa Sampietro, quali sono le finalità del Consorzio? “L'intento è quello di rappresentare un punto di riferimento per i produttori di bijoux e accessori moda, garantendo la provenienza e la qualità del prodotto

secondo le più attuali normative internazionali di tutela del consumatore e regole del lavoro, nonché la serietà commerciale dei propri soci. Inoltre, tra i nostri obiettivi figura quello di promuovere e valorizzare il Made in Italy con la partecipazione dei soci alle maggiori manifestazioni internazionali, nonché di sviluppare offerte commerciali diversificate individuando nuovi mercati e nuovi canali di vendita. Infine, conta anche la capacità di fornire assistenza logistica e commerciale: una buona parte degli associati è costituita da piccole/medie aziende spesso a conduzione familiare; è quindi nostro compito organizzare ed assistere i soci nella partecipazione a manifestazioni o eventi, elaborare e sintetizzare le tendenze moda stagionali come strumento di lavoro, fungere da collegamento tra la richiesta di prodotti specifici e le aziende più specializzate per la produzione”.

A lungo termine gli obiettivi restano gli stessi? “Con la difficilissima congiuntura economica che stiamo vivendo il Consorzio ha come primo obiettivo quello di cercare per i propri associati nuove possibilità commerciali e mercati in espansione a cui proporre il prodotto Made in Italy: perciò a lungo termine sono allo studio diversi progetti per rafforzare la visibilità del Consorzio in ambito nazionale”. Quali iniziative ci sono in calendario? “Il primo appuntamento è MIBI EUROBIjOUx dal 20 al 22 settembre , all'hotel Melià di Milano, dove andrà di scena la presentazione delle collezioni Primavera/Estate 2014. Mibi infatti è socio di capitale di Eurofashionbijoux s.l., azienda nata per dare visibilità internazionale ai produttori europei e che certifica la produzione Made in Europe dei propri iscritti”. (CDM)

‘WE WANT TO BE THE POINT OF REFERENCE FOR ITALIAN COSTUME jEWELRy PRODUCERS’

“vogliamo essere il riferimento dei produttori del bijoux italiano”

È QUESTO L’OBIETTIVO DEL CONSORZIO MIBI FABBRIChE ITALIANE IL SODALIzIO CHE RAGGRUPPA CIRCA 23 PRODUTTORI ITALIANI

THIS IS THE OBjECTIVE FOR MIBI FABBRICHE ITALIANE, AN ASSOCIATION MADE UP OF 23 ITALIAN COMPANIES A partnership that unites costume jewelry producers with fashion components and accessories: today that is MIBI Fabbriche Italiane, a cooperative born from the move a regrouping of the historical Club Bi association. Primary objectives are promoting products made in Italy as a worldwide symbol of quality, creativity and elegant design. Traits that belong to all member companies, most of which are craftsman. A fundamental requirement for membership is a solid background in design tradition and innovative materials and techniques, a trademark of manufacturing in Italy. Additionally, Mibi Fabbriche Italiane is a shareholder in Euro Fashion Bijoux SL, a service company uniting manufacturers in the industry at the European level.Together with 'made in Europe' MIBI organizes two fashion events concurrently with other shows in the industry, as the upcoming one in September. Preziosa magazine spoke with MIBI president Chiara Sampietro.

154

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

Dr. Sampietro, what are the goals of the Consortium? It represents a point of reference for manufacturers of costume jewelry and fashion accessories certifying product origin and quality in accordance with international regulations protecting consumer rights and labor laws, as well as asserting professional standards of its members. Furthermore, we strive to improve and promote Made in Italy products through member participation in international exhibitions and research and development in new marketplaces and sales channels. Finally, it's important that we offer assistance for logistics and sales: a large part of our members are small- to medium businesses and many are family run; it is our job to organize and assist member participation in exhibits or events, elaborate and summarize seasonal fashion trends as a production instrument, and act as a link between market demand for specific products and the companies

specialized in their production. Are your long term objectives the same? In a time of difficult economic trends the Consortium has established its primary objective in finding new opportunities in expanding markets where Made in Italy products are promoted: so long term goals entail examining a series of projects to increase visibility of the Consortium on the national level. What events are on your agenda? The first one is MIBI EUROBIjOUx from September 20-22 at the Melià Hotel in Milan where the Spring/Summer 2014 collections will be on stage. Mibi is a shareholder of Eurofashionbijoux s.l., a company fostering international visibility of Made in Europe products through certification of its members.


www.mibifabbricheitaliane.com

IL DISCIPLINARE MIBI Fabbriche italiane ha fatto del Made in Italy il proprio obiettivo prioritario: nella sua mission sei punti fondamentali, che ne rappresentano la filosofia e il 'manifesto'. A seguire finalità e punti di forza del consorzio. 1. Rappresentare il punto di riferimento per i produttori italiani del settore del bijoux, dei componenti e dell’accessorio moda. 2. Sviluppare uno spirito di squadra volto alla crescita delle singole aziende. 3. Garantire provenienza e qualità del prodotto e la serietà commerciale dei propri soci. 4. Promuovere e valorizzare il Made in Italy in Italia e nel mondo; elaborare e sintetizzare le tendenze moda stagionali come strumento di lavoro per i soci e come utile orientamento per la clientela. 5. Sviluppare e diversificare l’offerta commerciale individuando nuovi canali di vendita e nuovi mercati. 6. Creare di un percorso espositivo nazionale e internazionale con un’immagine caratterizzante che identifichi i soci e sia di garanzia per il cliente del prodotto Made in Italy

Sviluppare uno spirito di squadra volto alla crescita delle singole aziende

PROCEDURES MIBI Fabbriche Italiane has as its primary objective the promotion of Made in Italy: its mission statement is made up of six fundamental points that represent its philosophy and 'manifest'. The following are the strongpoints of the consortium. 1. 2. 3. 4.

Act as a reference point for Italian manufacturers of costume jewelry, components, and fashion accessories. Develop team spirit geared for growth of each single company. Certify product origin and quality as well as the professionalism of members. Promote and foster Made in Italy in Italy and abroad; develop and summarize seasonal fashion trends as a useful tool for members in identifying their customer base. 5. Develop and diversify products by identifying new sales channels and markets. 6. Create a national and international exhibition trail marked with a single image which characterizes members and signifies a guarantee for customers seeking Made in Italy.

LE AzIENDE DI MIBI FABBRICHE ITALIANE MEMBERSHIP LIST ANNA BIjOUx S.R.L. BI ART SRL BIBA SRL Unipersonale BIjOUx jEAN ANDRE’ SRL CREAzIONI BEPPE & SANDRA SRL CREAzIONI BIANCO & CO. SRL CRI ART SNC DUECI BIjOUx di Canzian Claudio ELEGANCE accessori di moda GREFI di Benati Giuseppina jAIS di Martignetti Libera LARTIGIANABOTTONI SPA

MD di DOMINI e DOMINI SNC MABEL SRL MARGHERITA BUONANNO SRL MARU’ By SAFRI’ di Sala L. & C. SNC MENONI SPA MICRO SRL la linea italiana MICROFONDERIA GECCHERLE PUNTO ACCESSORI SRL SANI SRL TRANOI di Cargioli Matteo VALTER SRL

preziosa­

155


pm

www.eurofashionbijoux.com EUROFASHION: A BUTTERFLy TO CERTIFy COSTUME jEWELRy MADE IN EUROPE ON A WORLDWIDE BASIS

di Chiara Di Martino

EUROFASHION BIJOUX: UNA FARFALLA PER CERTIFICARE IL BIJOUX MADE IN EUROPE NEL MONDO U

na farfalla bianca in campo blu: dietro questo iconico simbolo c'è la scelta di Eurofashion Bijoux, nata nel 2007 dall'impegno congiunto del consorzio MIBI Fabbriche italiane e della spagnola Sebime, verso la certificazione del Made in Europe nel mondo. Salvaguardare l’originalità del prodotto italiano ed europeo è diventata così la mission di una società che per la prima volta mette insieme la manifattura del Vecchio Continente per creare un brand di qualità. Dalle materie prime al sistema di produzione, dalle componenti al design, Eurofashion Bijoux prosegue il suo percorso di valorizzazione dell'origine europea dei prodotti, per il consumatore una tutela importante da MIBI&EUROBIJOUX contraffazioni e AN EVENT DEDICATED TO FASHION jEWELRy imitazioni. Alta qualità artistica e MIBI&EUROBIjOUx, la vetrina internazionale del bijoux “made in Europe”, va di scena a Milano dal 20 al 22 settembre in coincidenza con la Milano Fashion Week prodotti - con un nuovo concept. Un evento imperdibile per le aziende alla ricerca del biinnovativi che joux moda europeo, sinonimo di qualità e design, seguendo la linea delle emorappresentano zioni tracciata dalla contaminazione tra oggetti preziosi e moda. Semilavorati, l'impronta di resine e metalli:, collezioni per la stagione primavera-estate 2014: tante le novità una modalità di in calendario all'evento organizzato dal Consorzio, e in calendario anche un’acproduzione che curata presentazione delle tendenze moda, spazio di idee e proposte per gli per lungo operatori del settore. L'evento, sponsorizzato da Ornamenta - magazine ufficiale di MiBi Fabbriche Italiane -, si svolge presso l’Hotel Melià di Milano, a pochi passi tempo è stata da Fiera Milano. auspicata ed è diventata una MIBI&EUROBIjOUx, the international showcase for costume jewelry “made in realtà. Europe”, takes the stage with a new concept in Milan on September 20 - 22, in conIl marchio nection with Milan Fashion Week. An event not to be missed for businesses looking Eurofashion for European fashion jewelry synonymous with quality and design, along emotional Bijoux nasce lines traced through contamination between precious and fashion objects. Semifinished, resins, and metals; spring-summer 2014 collections; lots of news on the agenda dalla necessità for the event organized by the Consortium along with a careful look at fashion trends, (di produttori e ideas and proposals for operators in the industry. The event is sponsored by Ornaacquirenti) di menta - the official magazine for MIBI Fabbriche Italiane - and is hosted at the Melia distinguere, in un di Milano Hotel, not far from Milan Fairgrounds. mercato fin troppo ampio, i prodotti di alta qualità da quelli realizzati senza le necessarie garanzie e nel mancato rispetto delle normative europeee. Un progetto che nei suoi primi 6 anni ha già raccolto adesioni da numerosi paesi europei come Germania, Grecia, Francia. Un comparto composto da oltre 20mila realtà, per lo più di stampo artigianale,

MIBI&EUROBIjOUx A MILANO UN EVENTO DEDICATO AL BIjOUx MODA

dal 20 al 22 settembre all’Hotel Melià di Milano la vetrina del bijoux “made in Europe”

156

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

un impegno congiunto per valorizzare il prodotto di origine europea a tutela del consumatore che si muove nel tessuto imprenditoriale inseguendo requisiti molto severi di qualità, nel rispetto dell'ambiente e della natura. Da quando è stato istituito, Eurofashion Bijoux completa l’attività di promozione del marchio “made in Europe” con l'organizzazione di una serie di eventi per posizionare il prodotto europeo sui mercati internazionali, intercettando le platee più attente alla qualità e all'origine della produzione: la prima metà di quest'anno ha visto già la realizzazione di due manifestazioni, una a Barcellona ad aprile, e una a Miami a giugno.Tra poco più di due mesi sarà la volta di Milano, con MIBI &EUROBIjOUx: il calendario di eventi si chiude a novembre, a Bruxelles. A white butterfly on a blue background: this iconic symbol chosen by Eurofashion Bijoux - founded in 2007 jointly by the MIBI Fabbriche Italian consortium and the Spanish Sebime - certifies 'Made in Europe' on a worldwide basis. Protecting the originality of Italian and European products has become a mission with the primary goal of putting together Old World manufacturing to create a quality brand. From raw materials to production lines, from components to design, Eurofashion Bijoux stays on its course to promote products originating in Europe and to safeguard consumers from fakes and imitations. High quality artistic and innovative products that respresent the footprint for a production mode that has been a long time coming and is finally becoming a reality. The brand name Eurofashion Bijoux was created out of necessity (by producers and buyers) to distinguish high quality products from those with no guarantee and straying from European regulations in the fast-growing marketplace. The first six years have

brought important members to the brand such as Germany, Greece, and France. A market brand that embraces over 20,000 businesses, mostly artisans, and that moves through the entrepreneurial system with strict requirements for quality, environment, and nature. Since its debut, Eurofashion Bijoux has promoted the 'Made in Europe' brand in a series of events geared towards ranking European products in the internatioinal market, intercepting the platforms looking for high quality and certified product origin. The first half of this year opened to two events, one in Barcellona in April and another one in Miami in June. In just over two months an event in Milan will be held with MIBI & EUROBIJOUX: the calendar of events closes in Bruxelles in November.


preziosamagazine.com / n.足3足/足2013 preziosa足

157


Un percorso che corre lungo le vie di Milano attraverso la rete metropolitana, per ammirare luoghi ed opere della capitale italiana della cultura e del business. Capolinea d’obbligo a Rho Fieramilano, in occasione della 95^ edizione di macef BIJOUX12/15 settembre 2013

Aibijoux Arteca di Costa Claudia Bianco Bijoux CentotrentunoAr Gemmarium Italia labriola Bijoux Marlù Gioielli Michelangelo Gioielli Mohanna Mona Pepità Stile d’Oro Vociano Italy

speciale

BIJOUX 12/15 settembre 2013

159


160

preziosa­

MarlĂš Gioielli www.marlu.it

Mohanna Mona www. monamohanna.it


preziosa­

161

Stile d’Oro www.stiledoro.com

labriola Bijoux www.labriolabijoux.it


162

preziosa足

Michelangelo Gioielli www.michelangelogioielli.com

Bianco Bijoux www.biancobijoux.it


preziosa足

163

Gemmarium Italia www.gemmarium.com

Cora F. cora@centotrentunoar.it Regina F. regina@centotrentunoar.it

CentotrentunoAr www.centotrentunoar.it


164

preziosa足

Vociano Italy www.vociano.it/com

Arteca di Costa Claudia arteca.gioielli@libero.it


preziosa­

165

Pepità www.pepitabijoux.it

Aibijoux www.aibijoux.com


MACEF

TRE I SALONI DEDICATI AI GIOIELLI E AI BIjOUx Milano, 12-15 settembre

M

acef Milano, sempre più ampia e funzionale l'area destinata al bijoux: tre i padiglioni (14, 16, 20) di fieramilano che ospiteranno gioielli e accessori moda dal 12 al 15 settembre, una settimana più tardi rispetto alla consueta collocazione temporale e in coincidenza, per l'ultimo giorno, con l'avvio di Mipel, Salone Internazionale della Pelletteria e dell’accessorio moda, e Micam, Salone della Calzatura. A Bijoux un intero padiglione, il 14, sarà dedicato al cash&Carry, gli altri due alle nuove collezioni. Un layout più funzionale con aree dedicate alle nuove tendenze (Trend Area) e ai giovani designer (Bijoux Design e Creazioni Lab, quest'ultima al padiglione 13: torna anche il concorso The Best of Bijoux, organizzato in collaborazione con Preziosa Magazine.

un nuovo layout espositivo con maggiore attenzione alle nuove tendenze e ai giovani designer

MACEF, ThREE ShOWS DEDICATED TO JEWELRY AND COSTUME JEWELRY

Macef Milan dedicates more and more space and functionality to the costume jewelry area: three pavillions (14, 16, 20) at Milan Fairgrounds will host jewelry and fashion accessories from September 12-15, a week later than usual and

the final day will connect to the opening of Mipel, International Leather and Fashion accessory Show and Micam, Footwear Show. Bijoux will take up the entire space in pavillion 14, dedicated to Cash & Carry; the other two pavillions will focus on new collections. Functional layout with Trend Areas and new designers: Bijoux Design and Creation Lab in pavillion 13; The Best of Bijoux is back too, organized together with Preziosa Magazine.

FIERA DI VALENZA

si sdoppia: alta gioiellieria ma anche accessori moda Valenza, 26-28 ottobre

G

randi novità a Valenza: di fronte alla consapevolezza del mutato contesto fieristico (causato da una domanda più cauta e un eccesso di offerta) il Consiglio dell'Associazione Orafa Valenzana ha deliberato un nuovo concept dell'evento che da anni presenta al mondo del dettaglio la migliore produzione del distretto. Valenza Gioielli resta, ma dalla prossima edizione (26-28 ottobre) sarà declinata in due 'mondi': un primo, Istinto Prezioso, che si svolgerà a Villa Scalcabarozzi, con formula trade, e un secondo, Prestige, che resterà nel centro Expo Piemonte con un percorso nella storia del gioiello e un apparato espositivo che includerà non solo aziende del settore orafo, ma di tutto il mondo dell'alto di gamma e prossimo al lusso, inclusi accessori moda e orologi. Istinto Prezioso dunque torna nella originaria sede dell'AOV recentemente ristrutturata, dove è nata la tradizione di export del gioiello valenzano, e accoglierà un numero

specialefiere

ristrettissimo di brand di alta gamma che potranno usufruire di un contatto diretto con buyer italiani e internazionali. La selezione delle aziende partecipanti avverrà ad opera di una commissione che valuterà requisiti come le caratteristiche merceologiche, l'immagine aziendale e altri criteri. Prestige, invece, si allarga ad altri settori produttivi ma anche ad un percorso espositivo per immagini: un viaggio nel mondo del gioiello che accompagnerà, in un percorso di avvicinamento culturale, il pubblico composito in visita all'evento (ci sarà possibilità di vendita sul pronto e potranno accedere al centro anche i privati). VALENZA FAIR DOUBLES UP: LUXURY JEWELRY AND ALSO FAShION ACCESSORIES Great news in Valenza: in a changing context where demand is cautious and supply is in excess, the Valenza Goldsmiths Association has come up with a new concept for an event that

has focused on presenting retailers with the best production in the industry. Valenza Jewelry remains, but the next edition (October 26-28) will be divided into two 'worlds': the first is Precious Instinct to be held at Villa Scalcabarozzi, in trade formula and the second is Prestige, which will stay in the Piedmont Expo and feature a historic walk through jewelry plus exhibitors not only from the goldsmith industry but from the entire luxury and high class spectrum, including accessories and timepieces. Precious Instinct returns to its original headquarters in the recently remodelled AOV where Valenzano jewelry export was born and where there will be a tight number of high class brands for direct contact with Italian and international buyers. A commission will select participating businesses based on product characteristics, brand image, and other criteria. Prestige, on the other hand, is open to other production areas but also features an itinerary through images: a trip into the world of jewelry that will take visitors along a cultural pathway (products are sold onsite and this area is open to private buyers as well).

VICENZAORO FALL Fall, previsti buyer da tutto il mondo Vicenza, 7-11 settembre

I

n calendario dal 7 all'11 settembre,VICENzAORO Fall è l'appuntamento di Fiera di Vicenza dedicato a gioielleria, oreficeria, argenteria e orologi in vista delle vendite del periodo natalizio. Circa 1600 espositori metteranno in vetrina le collezioni più trendy nei vari segmenti di vendita, in un contesto volto a valorizzare il confronto tra la miglior domanda e offerta internazionale. Un hub di eccellenza che accoglie buyer da ogni parte del mondo, anche grazie alle numerose iniziative di internazionalizzazione che Fiera di Vicenza porta avanti periodicamente, su un'area espositiva di 53mila metri quadrati. VICENZAORO FALL, AWAITING BUYERS FROM AROUND ThE WORLD September 7-11 is VICENzAORO Fall at the Vicenza Fairgrounds and it is dedicated entirely to jewelry, gold, silver, and timepieces in anticipation of the Christmas season. 1600 exhibitors will showcase the most fashionable collection in a variety of sectors in a context geared to spark confrontation between the finest supply and demand at an international level. A hub for excellence that welcomes buyers from around the globe, thanks to numerous events for international visibility that Vicenza Fair has been staging in its 53,000 square meter fairgrounds.


pm SABO

RITORNA IL SALONE DEDICATO AL BIjOUx Roma, 21-23 settembre

TAORMINA D’ORO

tante le novità in serbo per la prossima edizione Taormina, 15-18 novembre

L la sezione “bijoux e preziosi” per la prima volta al salone romano

I

n mostra a Sabo Roma tutto il meglio del mondo della bigiotteria e dei preziosi: dal 21 al 23 settembre alla Nuova Fiera capitolina il Salone Nazionale del Regalo,Tavola, Bomboniere, Bijoux, Home Décor accoglierà per la prima volta una intera area completamente dedicata al mondo del bijoux tra arte e innovazione. La rassegna organizzata da Fivit e riservata agli operatori di settore ospita così la sezione “Bijoux & Preziosi”, che vuole offrire ai buyers di Sabo Roma uno spaccato esauriente di uno dei settori più in crescita nel mercato, quello della bigiotteria e degli accessori moda. Eccentrico, esuberante e variegato viaggio nelle forme di espressione, nei materiali utilizzati, nel design e nei colori. Anche l’artigianato Made in Italy trova spazio a Sabo con l’area Estro Italiano; il comparto della bomboniera riprende invece vigore con la sezione

“Salotto della Bomboniera” il cui nome rievoca la storica manifestazione di FiviT. Riproposti, nell’ottica della garanzia di servizi per i visitatori, la gratuità dell’ingresso in fiera e il transfer con bus dalle principali città italiane. Una formula studiata nel dettaglio, quella di Sabo Roma, storica manifestazione che si presenta come l’anello di congiunzione tra espositori e dettaglianti. Nata nel 1983 e svoltasi per i primi 24 anni a Viterbo, dal 2008 al 2012 la rassegna è stata ospitata da Arezzo Fiere e Congressi, per sbarcare poi alla Nuova Fiera di Roma: uno spostamento che le ha consentito di incontrare al meglio le esigenze di un pubblico nazionale. SABO RETURNS TO ROME, ThE ShOW DEDICATED TO COSTUME JEWELRY The best of jewelry and costume jewelry is on display at Sabo Roma: from the 21st to the 23rd of September

at the capitol's new fairgrounds the National Exhibition of Gifts, Tables, Favors, Costume jewlery, Home Decor will host for the first time an entire area completely dedicated to the world of costume jewelry between art and innovation. The fair is organized by Fivit and is reserved for industry operators and with 'Costume jewelry and Gems' it will be offering buyers at Sabo Roma a comprehensive cross section of one of the sectors in the market that is growing the most, that is, costume jewelry and fashion accessories. An eccentric, exhuberant, and variegated trip through forms of expression in materials used, design and colors. Even Made in Italy craftmanship has a place at Sabo in the Estro Italiano area; the favors display energetically reclaims 'The Favor Parlor', named after the historical FiviT event. The event offers once again free admission and bus

transfers from major Italian cities. A strategy carefully studied by Sabo Roma, a show that historically links exhibitors with retailers. Started in 1983 and held for the first 24 years in Viterbo, 2008 to 2012 saw it move to Arezzo Fairs and Conferences and now to the New Fairgrounds in Rome: a move that has catered to the needs of a much larger national audience.

a solidità delle aziende che a Taormina espongono da tempo; la bellezza della città che affaccia sulla splendida costa siciliana; la varietà di prodotti - gioielli, orologi, pietre preziose, packaging - in vetrina; le novità che gli organizzatori tengono in serbo per la prossima edizione: con questi tratti distintivi va di scena dal 15 al 18 novembre “Taormina d'Oro”. Il pubblico di operatori, proveniente dall'intero Mezzogiorno d'Italia, sarà accolto in un nuovo concept, un allestimento rinnovato che farà da sfondo a una rassegna importante anche per la sua collocazione temporale, vista la sua prossimità al Natale. Un appuntamento che espositori e visitatori continuano a sostenere malgrado il momento difficile, certi della necessità dell'offerta unica in vetrina a Taormina d'Oro. TAORMINA GOLD, LOTS OF SURPRISES FOR ThE NEXT EDITION Companies operating in Taormina have been solid for a while; the beauty of this coastal Sicilian town; the variety in products - jewelry, watches, gems, packaging - in windows; all the surprises that organizers are saving for the next edition: this is what's in store for Taormina Gold from November 15-18. The pool of oeprators coming from all over southern Italy are embracing a new concept, a new set up that will be the backdrop to an important trade show for the time of year, just before Christmas. A moment exhibitors and visitors will sustain despite hard times and in view of the unique display Taormina Gold offers.

TENDENCE

TANTO DESIGN PER UN PUBBLICO INTERNAzIONALE Francoforte, 24-27 agosto

C

on una nuova collocazione temporale, da sabato a martedì, e una durata di 4 giorni torna dal 24 al 27 agosto Tendence, l’appuntamento organizzato da Messe Frankfurt per accogliere la clientela europea interessata agli acquisti per la seconda metà dell’anno. In vetrina le tendenze per il prossimo autunno/inverno e in più un’anteprima della primavera/estate 2014. Dei sei padiglioni della rassegna, tre saranno occupati da articoli da

168

specialefiere

regalo e gioielli (padiglioni 9.1, 9.2, 9.3 e 11.1). Nel settore Carat la nuova edizione di ‘Carat! On Stage’ con conferenze su tematiche interessanti per i commercianti del settore jewellery. Altra novità della rassegna,Time Square: un’area espositiva dedicata agli orologi, posizionata al centro del padiglione dei gioielli. I giovani designer troveranno ampio spazio grazie al programma promozionale Talents, sempre nell’area Carat: progetti e piccole serie di prodotti da presentare ad

un pubblico internazionale. TENDENCE, A LOT OF DESIGN FOR AN INTERNATIONAL AUDIENCE In a new time slot from Saturday to Tuesday and lasting 4 days in August, 24-27,Tendence is organized by Messe Frankfurt for European clientele interested in buying for the second part of the year. Fall/Winter trends are showcased as well as a preview of spring/summer 2014. Out of six pavillions, three will be

taken up by gift items and jewelry (pavillions 9.1, 9.2, 9.3 e 11.1). In the Carat sector, the new edition of 'Carat! On Stage' where conferences on topics of interest for retailers in the jewelry sector will be held. Another novelty is Time Square: exhibit area dedicated to timepieces and located in the center of the jewelry pavillion. Young designers are given ample space thanks to Talents, a promotional program held in the Carat area: projects and small series of products to present to international audiences.


4

1

3 2

8

5

10 9 6 11 7

12 14

13

16 15

13

2

4

7

6

5

8

10 11 14 9

15 1

3

12 16

ELITE BIJOUX info@elitebijoux.it | MACEF: Milano 12-15 settembre 2013 | PALAKISS: Vicenza 7-11 settembre 2013 | SABO: Roma 21-23 settembre 2013 | TARì MONDO PREzIOSO: Marcianise (CE) ottobre 2013 | INCONTRI D’AUTUNNO: Arezzo 22-24 ottobre 2013 ESSELLE2000 esselle.2000@alice.it | VICENzA FALL: Vicenza 7-11 settembre 2013 FRANCK hERVAL www.franckherval.com | MACEF: Milano 12-15 settembre 2013 KLEO www.kleo.it | MACEF: Milano 12-15 settembre 2013 | MIPEL: Milano 15-18 settembre 2013 | BISUTEx: Madrid 11-15 settembre 2013 NATURE BIJOUX www.nature.fr | MACEF: Milano 12-15 settembre 2013 VANITY hER www.vanityher.it | MACEF: Milano 12-15 settembre 2013 ULTIMA EDIZIONE www.ultimaedizione.it | TENDENCE: Francoforte 24 - 27 agosto 2013 (pad. 9.3 stand f36) | VICENzA FALL: Vicenza 7-11 settembre 2013 (pad. a2 glamroom stand gl39) | MACEF: Milano 12-15 settembre 2013 (pad. 20 stand e39 d40)

specialefiere


pm ETICA ED UTILI GEMME E GIOIELLI NELL’ERA DELLA RSI ETHICS AND PROFIT. GEMS AND jEWELRy IN THE CSR ERA

Foto 1. Non tutti lo sanno ma consegnare al cliente un report gemmologico affidabile è una prassi di RSI. Not everyone knows that giving your customer a gem report from a trusted source is a a RSI practice. Foto 2 . I lavori minerari per lo sfruttamento di oro e rame a Tampakan (Filippine)rischiano di compromettere le risorse idriche della regione. Mining for gold and copper in Tampakan (the Philippines) may compromise water resources in the region.

di Paolo Minieri Presidente Gem Tech

170

LA RSI IN ITALIA PARTE DAI GIOIELLI. A MILANO SI È TENUTO IL MEETING DEL RjC (RESPONSIBLE jEWELLERy COUNCIL), ASSOGEMME PREPARA UN CODICE ETICO PER LE PIETRE PREzIOSE, L’ICA (INTERNATIONAL COLORED STONES ASSOCIATION) PROPONE UN SISTEMA DI TRACCIABILITà PER ARGINARE I TRAFFICI CRIMINALI LEGATI ALLE GEMME. NEL 2013 FIOCCANO INIzIATIVE E PROCEDURE ETICHE. MA NON DIMENTICHIAMO CHE LA RSI NON È BUONISMO STRILLATO. È STRATEGIA.

S

e un gioielliere potesse rivedere la propria giornata allo schermo capirebbe perché gli parlano tanto di RSI. Una polizza antinfortuni, un report sul diamante o sul titolo di un bracciale, la fattura di un nuovo condizionatore per i dipendenti, il registro degli acquisti fatti da privati, il microscopio... Ma l’elenco degli oggetti che attestano il livello del nostro coinvolgimento con pratiche di responsabilità verso clienti e partner sarebbe molto più lungo. Grossisti o dettaglianti, siamo tutti punti di un’intricata rete di relazioni per le quali verremo giudicati. I clienti valutano la lealtà con la quale dovremmo tutelare i loro soldi, l’amministrazione ci impone standard, i dipendenti chiedono rispetto di diritti. Il senso civico spesso - è vero - coincide perfettamente con la convenienza pratica dell’imprenditore. Ma per temi quali sicurezza, rispetto dei diritti umani, controllo su riciclaggio, lealtà con la pubblica amministrazione, tutela del consumatore magari occorre guardarsi meglio allo specchio. Perché gli orafi sembrano sottoposti a maggiori aspettative etiche? Ci sono ragioni storiche: metalli e pietre preziose sono considerati - prima che come merce - come valore in sé. Chi gestisce valore deve garantire una corretta

relazione tra la natura del bene e la congruità del corrispettivo. Ma oggi la presa di coscienza mira più in alto verso il punto nevralgico della gestione del flusso delle materie prime, dai remoti siti estrattivi fino alle vetrine. Che succede all’origine? Ecco degli esempi. (A). Le imprese sono minuscole, pochi minatori sottopagati che si avvalgono del lavoro di minori. (B). Soprattutto i diamanti sono scambiati con armi, si opprimono minoranze, si promuovono conflitti interetnici. (C). In Africa l’estrazione è spesso gestita da amministratori pubblici corrotti. (D). In molti paesi le aree minerarie sono nelle mani di organizzazioni criminali e non ricadono benefici sul territorio. Il valore viene aggiunto da noi, alla fine della catena distributiva. (E). Lo sfruttamento indiscriminato provoca lacerazioni ambientali (esempio: disboscamento in Mozambico). Naturalmente non le piccolissime imprese ma le Associazioni devono affrontare questi nodi che sono insolubili al di fuori di un enorme lavoro transnazionale ben concertato con i governi e le istituzioni. Il RJC è riuscito ad istituire una catena di fornitura che garantisca la legalità dei passaggi dei metalli preziosi ma ha dovuto ammettere l’impossibilità di tracciare eticamente i diamanti tagliati a causa della levata di scudi degli operatori terrorizzati da doppi inventari e complicazioni burocratiche. Il rischio è allora che i piccoli operatori percepiscano la responsabilità sociale come un ulteriore adempimento che prelude ad altri costi. Poi ci sono rischi, all’estremo opposto, di farsi autogol. C’è chi riduce la RSI ad una semplice pagina pubblicitaria che rimanda ossessiva lo spot del manager zelante e pio ritratto mentre edifica mense nella giungla. La sostanza in fondo sta proprio qui. Praticare politiche di responsabilità sociale

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

consiste in questa singolare contraddizione: trasformare in utili per l’azienda prassi disinteressate ed etiche.Approfittare di un’azione altruistica. In questo sofisticato equilibrismo i grandi nomi USA sanno cimentarsi da tempo.Tiffany ha fatto scuola: le linee etiche - discrete e mai urlate nella comunicazione - sono state delineate già da tempo. Per le gemme adesione al Kimberley Process (ma così fan tutti), bando unilaterale ai rubini birmani (discutibile e tecnicamente inapplicabile), bando unilaterale al corallo (specie non realmente in pericolo). Niente di che, ma conta il risultato: nessuna complicazione, vendite a gonfie vele, CSR awareness e brand effectiveness alle stelle in poche mosse. *** Social responsibility in Italy starts with jewelry. The RJC (Responsible Jewelery Council) met in Milan, Assogemme is preparing the Code of Ethics for precious stones, the ICA (International Colored Stones Association) proposes a traceability system to contain gem trafficking. In 2013 ethics initiatives and procedures are coming thick and fast. But let's not forget that the RSI is not just a call to action. It's a strategy. If a jeweler could watch his/her own day on a screen, s/he might understand what the RSI is talking about. Accident insurance, certifications for diamonds and for the brand name of a bracelet, the invoice for that new a/c to benefit staff members, sales register for private sales, a microscope. The list of objects that testify the level of involvement with responsibility towards clients and partners is even longer. Wholesalers or retailers, we're all part of an intricate web of relations we are judged upon. Customers evaluate the loyalty demonstrated in tutelage of their money, government imposes rules and standards, staff request attention to their rights.

Civic-mindedness often coincides perfectly with the entrepreneur's practical interests. But for things like safety, respecting human rights, controlling money-laundering, dealings with public agencies, consumer protection, maybe it would be good to take a look in the mirror. Why are ethical demands higher for goldsmiths? There are historic reasons for this: Metals and precious stones are considered valuable even before they become merchandise. Those who manage valuables must guarantee a just relationship between the origin of the good and the adequacy of the compensation. But today our conscience is aiming higher, up towards the core of raw material flow management from remote mines all the way to the shop window. What happens at the origin. Here are some examples. (A) Companies are small, few underpaid miners and child labor. (B) Most of all, diamonds are exchanged for weapons, minorities are oppressed, interracial conflicts are promoted. (C) In Africa, mining is often run by corrupt public officials. (D) In many areas mines are in the hands of organized crime and there is no benefit to the local territory. We represent added-value, at the end of the distribution chain. (E) Random exploitation causes environmental lacerations (for example: deforestation in Mozambique). Of course it is not the small businesses who need to tackle these points, it is the Associations as they are insoluble and can work transnationally with government and institutions. The RJC has been able to create a supply chain guaranteeing all passages of precious metals legal, but it had to concede that cut diamonds are not ethically traceable because of the shields behind which operators hide in fear of double inventories and bureaucracy. The risk is that small operators will see social responsibility as just more red tape susceptible to additional costs. Then there are risks, on the other hand, costing an own goal. Some say the RSI is just another advertisement focusing on an over-zealous manager setting up canteens in the jungle. This is where the substance lies. Putting into practice policies of social responsibility consists in a singular contradiction: making a profit off of unbiased norms and ethics. Exploit a selfless act. This sophisticated balance has been kept by big brands in the US. Tiffany is a case study: ethics - discrete and never shouted out in communication - have been in place for a while. For gems, follow the Kimberley Process (everybody does), unilateral bid for Birmanian rubies (debatable and technically inapplicable), unilateral bid for coral (species which are not endangered). Not much, but results count: no complications, overwhelming sales, CSR awareness and brand effectiveness all in a few moves.


pm ETICHETTATURA: UE DETTA NUOVE REGOLE Approvata la norma con regole molto restrittive sulla definizione dei prodotti

“MADE IN”: EUROPE SETS NEW RULES New and stricter regulations on labelling products approved di Marco Cantarella Direttore Federazione Orafi Campani

L

a Commissione Europea ha approvato lo scorso febbraio una proposta di regolamento intitolata “Pacchetto sicurezza dei prodotti e vigilanza del mercato”, che contiene importanti misure riguardanti l’etichettatura d’origine (made in) per i prodotti non alimentari. Questa proposta deve colmare un vuoto, sottolineato anche da una risoluzione dello scorso gennaio del Parlamento Europeo, il quale sollecitava la Commissione ad intervenire per garantire ai consumatori una corretta informazione sull’origine dei prodotti, non essendovi nell’Unione Europea una normativa unitaria sul “made in”. La proposta di regolamento, all’art. 7, prevede che: 1. Per i prodotti fabbricati in un paese UE, vi saranno due alternative: a) riportare l'indicazione “made in UE”; b) riportare l'indicazione “made in”, con il nome del paese specifico, per esempio "made in Italy”, 2. I prodotti provenienti da paesi extra-UE dovranno riportare la menzione del nome del paese, per esempio “made in China” o “made in USA”. L’indicazione del paese d’origine dovrà essere posta direttamente sul prodotto a cura dei fabbricanti o degli importatori. Se le dimensioni o la natura del prodotto non lo consentono, tale indicazione sarà apposta sull'imballaggio o su un documento di accompagnamento del prodotto. Il regolamento dovrà essere L’INDICAZIONE approvato dal Consiglio e dal DEL PAESE DOVRà Parlamento Europeo. Si ESSERE POSTA prevede che esso possa DIRETTAMENTE SUL PRODOTTO. entrare in vigore già nel SE LE DIMENSIONI 2015. Il regolamento si NON LO CONSENTONO, applicherà a tutti i prodotti TALE INDICAZIONE SARà non alimentari, esclusi gli APPOSTA SULL’IMBALLAGGIO oggetti di antiquariato. Non O SU UN DOCUMENTO DI è chiaro se esso si applicherà

ACCOMPAGNAMENTO

versione attuale del testo non è prevista una esenzione esplicita per gli oggetti in metallo prezioso. Tuttavia, al momento dell’applicazione del regolamento, il marchio di identificazione impresso sugli oggetti potrebbe essere ritenuto sufficiente ai fini dell’indicazione di origine, senza quindi la necessità di una ulteriore etichettatura dell’oggetto; tale soluzione è già stata adottata da diversi Paesi nei quali gli oggetti preziosi sono esentati dall’applicazione delle norme nazionali in materia di etichettatura. Tutti gli altri oggetti, come gli orologi ed i monili in metallo non prezioso, dovranno rispettare le norme sull’etichettatura d’origine contenute nel regolamento. L’obbligatorietà dell’indicazione d’origine dei prodotti costituirà certamente una tutela in più per i prodotti europei, spesso insidiati dalla concorrenza sleale di prodotti realizzati in altri Paesi, ad imitazione di quelli europei, ma privi degli stessi standard qualitativi. Inoltre, il regolamento ripristinerebbe la parità di trattamento in Europa rispetto ad altri Paesi, come USA, Canada, Giappone, India, Cina, che già prevedono l’obbligatorietà del made in per le merci importate.

anche agli oggetti in metallo prezioso, i quali già ora devono recare il marchio di identificazione del produttore o dell’importatore: tale obbligo è previsto in tutti i Paesi dell’Unione Europea ed in gran parte delle altre nazioni nel mondo. Nella

172

preziosa­ n.­3­/­2013­/­preziosamagazine.com

Last February the European Commission approved a regulation package entitled, ‘Product Safety and Market Surveillance’, containing important measures on product origin (made in) for non-food products. This proposal fills the gap the European Parliament brought forward in a resolution last January, whereby the Commission was asked to intervene to safeguard consumers regarding product information as there was no single European regulation regarding ‘made in’ features. The legislative proposal in article 7 foresees:

1. For those products made in an EU member state there are two alternatives: a) label as ‘made in EU’ b) label as ‘made in’ the country of origin, i.e., ‘made in Italy’ 2. Non-EU products must be labelled by country, i.e., ‘made in China’ or ‘made in USA’ The country of origin must be placed on the product by the manufacturers or by the importers. If the size or nature of the product precludes labelling, there must be an indication on packaging or shipping bill. The regulation is waiting for Council and Parliamentary approval and will be in effect as early as 2015. Legislation will apply to all non-food stuffs, except antiques. It is still not clear if it will apply to precious metals, which now must display an ID mark from the producer or the importer: this is a Europe-wide obligation and is also common in most nations around the world. The current version of the proposal does not explicitly exempt precious metals. Nonetheless, when legislation is applied the ID marking will suffice as proof of origin, without needing any other label; this procedure is used in a number of countries where precious goods are exempt from labelling. All other goods such as watches and jewlery made from non-precious metals, will need to be labelled according to the regulations. The requirement to display product origin will certainly protect European products, often victims of unfair competition from products coming from other countries that attempt to imitate European products foregoing however quality standards. Additionally, this legislation will put Europe up to speed with countries like the USA, Canada, Japan, India, and China where the ‘made in’ label is mandatory on all imports.


adv goldenagency - ph. luciano d’inverno

www.luisadellasalda.com 22063 CantĂš (CO) ITALIA | v.le Madonna, 1 | tel. +39 031 713878 | fax +39 031 713493 | info@luisadellasalda.it

Preziosa luglio 2013  

Preziosa Magazine, rivista di arte, oreficeria, gioielleria, argenteria, design, brand, trade, bigiotteria, bijoux