__MAIN_TEXT__

Page 74

5|2017 G.B.Valli

UN ARTISTA MODERNO DI ALTRI TEMPI

iovanniattista alli

I

ndicando un suo lavoro, Pierre Auguste Renoir disse “Per fare questo disegno ci ho messo cinque minuti, ma ci sono voluti sessant’anni per arrivarci”.

Perché la matita posi sul foglio la percezione visiva di un pensiero, perché l’idea sia prossima a farsi realtà bisogna vedere oltre il visibile. Disegnare è un’arte, un dono naturale non di tutti. Tra i designati ci sta di diritto Giovanni Battista Valli, un “disegnatore di gioielli” - termine in uso fino agli anni ’80, fino a quando il più trendy “jewellery designer” lo ha detronizzato - che ha lasciato il segno nell’Alta Gioielleria dedicando il suo talento ad una Maison del lusso di caratura internazionale: BVLGARI. Di essa ha innovato lo stile operando tutte le possibili celebrazioni delle materie preziose. Non la solita storia di carati ma la certosina codificazione di una identità piena: con Valli il colore acquista una propria dimensione, è struttura stessa e potenza estetica del gioiello, il valore cromatico guadagna rango e soppianta l’incontrastato dominio degli stessi carati. La collaborazione, nata nel 1945 e conclusasi con la sua morte nel 1991, lo legittimò

Giovanni BattistaValli

preziosa

66

magazine

tra gli attori più interessanti del settore, a Roma. Giovanni Battista Valli nacque il 7 Novembre del 1916 a Bengasi, in Libia, e sarà forse lo scontro culturale tra due realtà dissimili ma dissetate entrambe dalle acque del Mediterraneo, a sviluppare in lui quella particolare sensibilità artistica, singolare in un uomo del secolo scorso. Valli ha vissuto quando era la mano sola, e non tecnologie avveniristiche, a posare il colore, a lasciare cadere la luce dove deve cadere e non un tratto più in là, ad animare i volumi con la forza dei chiaroscuri esprimendo una modernità che va oltre il nostro presente. “La mente acuta di mio padre lo portò a soli 37 anni a fondare, presso l’Accademia di Costume e Moda, il Corso di Stilismo del Gioiello, quello che oggi equivarrebbe ad un corso di Design del Gioiello. Il suo schizzo veloce, segnato da tempere ed acquerello, creava una rappresentazione grafica tridimensionale dell’oggetto immaginato, una tecnica che ha fatto di alcuni suoi allievi grandi artefici della gioielleria”.

Profile for Loiralab srl

Preziosa Magazine n. 5/2017  

Rivista di oreficeria, gioielleria, argenteria e bijoutteria. Eventi, brand

Preziosa Magazine n. 5/2017  

Rivista di oreficeria, gioielleria, argenteria e bijoutteria. Eventi, brand