Page 1

Casseri “lego” termoisolanti salvaenergia

Climablock prodotto da Ponterolo Engineering è un innovativo sistema costruttivo che permette di costruire pareti in cemento armato integrando la capacità di resistenza meccanica del calcestruzzo con il potere termoisolante del polistirene espanso sinterizzato (Eps). In un’unica soluzione si realizzano muri portanti di calcestruzzo isolati termicamente sia all’interno che all’esterno. Il sistema è costituito da due pannelli in Eps che misurano 120 per 40 cm, con uno spessore variabile da 6 a 18 centimetri, disposti l’uno di faccia all’altro e tenuti a distanza da staffe in plastica riciclata di polipropilene (Pp) che vengono stampate insieme ai pannelli. Lo spazio tra i due pannelli viene riempito con la gettata di calcestruzzo. I pannelli presentano all’esterno dentini e scanalature che servono per agganciarli gli uni agli altri come fossero mattoncini Lego. La costruzione della parete avviene in due fasi: nella prima si montano a secco i casseri (in parole semplici, i contenitori del calcestruzzo liquido) Climablock collegandoli fra loro per mezzo dei succitati dentini. Nella seconda fase si esegue la colata del calcestruzzo che va a riempire completamente lo spazio esistente tra le due pareti di polistirene. Climablock ha un potere isolante anche dal punto di vista acustico. Un altro vantaggio che offre rispetto alla cantieristica è il prestarsi alla

Il cassero Climablock


46

L’Italia della green economy

costruzione fai-da-te senza dover ricorrere necessariamente ad attrezzature tipo gru e mezzi pesanti da cantiere. Inoltre, dal momento che i casseri Climablock vengono montati a secco, non c’è bisogno di appositi spazi e attrezzature per produrre la malta.

Fase di montaggio di Climablock termoisolante

Le performance energetiche e acustiche si devono alla presenza del polistirene che avvolge il getto di calcestruzzo sia internamente che esternamente, assicurando valori di trasmittanza termica anche di 0,14 W/mqK con uno spessore della muratura di 38 centimetri, mentre con pareti di tipo convenzionale per ottenere queste prestazioni sono necessari spessori maggiori (W/mqK è l’unità di misura della trasmittanza termica, ossia del flusso di calore che passa da un fluido a un altro attraverso una parete di determinate caratteristiche standard). Le costruzioni realizzate con Climablock richiedono poca energia per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti, in quanto la muratura di per sé ha proprietà termoisolanti, ovvero esplica un comportamento “passivo” e “inerziale”. Il comportamento passivo deriva dai grandi spessori di polistirene isolante e aiuta d’inverno a contenere il consumo energetico a fini di riscaldamento. Il comportamento inerziale è dato dal calcestruzzo che, d’estate, smorza l’onda termica prodotta dall’irraggiamento solare, consentendo di contenere l’energia usata per il raffrescamento. Climablock possiede anche un potere isolante dal punto di vista acustico. Le performance di isolamento acustico sono pari all’abbattimento di 53,5 decibel per le pareti divisorie interne, e di 45,1 dB per le facciate esterne (considerando una superficie di apertura, come finestre, pari al 18% del totale e serramenti di medie prestazioni acustiche). Se per esempio delle campane suonano a una distanza di 200-300 metri, l’onda sonora prodotta (che ha una forza di 75 dB circa) viene smorzata da Climablock, per cui nell’abitazione entra con una forza rimanente di 22 dB, “che è pari a un sussurro” esemplifica il titolare dell’azienda l’ingegnere Valerio Pontarolo. Il quale aggiunge che “a parità di prestazione, le pareti in Climablock di spessore minore di quelle in muratura permettono di avere maggiore superficie calpestabile senza maggiorazioni di costo costruttivo. Inoltre”, prosegue Pontarolo, “Climablock garantisce il controllo sull’umidità interna e sull’umidità interstiziale all’origine della formazione di muffe nelle pareti”. Completa il quadro la possibilità di progettare secondo i canoni della bioedilizia e della sostenibilità ambientale.


Efficienza energetica

Un altro vantaggio è rappresentato dai processi produttivi che prevedono l’uso di vapore acqueo per lo stampaggio e materia prima in plastica proveniente al 100% dal recupero e dal riciclo. Con Climablock sono state realizzate “case passive” o case “due litri” secondo la definizione di CasaClima di Bolzano, perché necessitano di 20 kW di energia per metro quadrato di parete all’anno. Sull’entità del risparmio ottenibile, l’azienda cita le performance registrate nelle case costruite con Climablock, da cui risulta una spesa di 300 euro annui per riscaldare e raffrescare appartamenti di 110 metri quadrati. Come performance economiche, a un anno dal lancio sul mercato nel 2006, nel 2007 il fatturato era di 320.000 euro (il 4% del fatturato aziendale), nel 2008 e 2009 le vendite sono quasi triplicate, toccando quota 1.200.000 euro circa, corrispondente al 20% circa del fatturato. A metà 2011 siamo sui 3 milioni di euro (25% del fatturato dell’azienda). I riflessi sull’occupazione sono stati altrettanto positivi: insieme all’investimento in personale qualificato per la fase di ricerca e sviluppo del prodotto, c’è stato un incremento occupazionale di dieci nuovi addetti “e continueremo ad assumere”, dice Pontarolo, “le previsioni parlano di altre dieci persone nei prossimi due anni”. È stato necessario studiare un macchinario apposito per lo stampaggio dei pannelli di polistirene espanso in cui vengono co-stampate le staffe in polistirolo riciclato. L’azienda, certificata UNI EN ISO 9001:2000 e FISC per prodotti in legno da esterni, ha intensi rapporti commerciali con paesi a un raggio di mille chilometri dalla sede.

Pontarolo Engineering Spa via Clauzetto 20 – 33078 San Vito al Tagliamento (PN) lineaverde@pontarolo.com; tel. 0434857010 www.pontarolo.com Segnalata nel 2009 nel settore Efficienza energetica

47

Climablock isola anche dal rumore

Casseri “lego” termoisolanti salvaenergia  

Tratto da "L'Italia della Green Economy" a cura di Silvia Zamboni, che racconta le best practices italiane riconosciute dal Premio della Fon...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you