__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA GESTIONE, MANIPOLAZIONE E TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE, IN ACCORDO AI CRITERI DEL CAP. 1.3 ADR DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SECURITY IN ACCORDO AL CAP. 1.10.2 ADR PRINCIPALI NOVITA’ INTRODOTTE DALL’ ACCORDO ADR 2019

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

1


Fonti normative per il trasporto di merci pericolose • Regolamentazione di natura internazionale e intermodale, attraverso le Raccomandazioni ONU (Recommendations on the transport of dangerous goods) • Raccomandazioni ONU, pubblicate nel 1957 e periodicamente aggiornate, a cui fanno riferimento le normative specifiche per i diversi modi di trasporto 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

2


ADR a livello internazionale • Accordo europeo concernente il trasporto internazionale stradale di merci pericolose (European Agreement concerning the International Carrige of Dangerous goods by Road) • Siglato a Ginevra il 30/09/1957 (L. 12/08/1962 N. 1839) da parte della ECE/ONU (Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite) ed in vigore da, 29/01/1968 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

3


ADR a livello italiano • DM del Ministro dei Trasporti e della Navigazione del 04/09/1996, attuazione della Direttiva 94/55/CE

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

4


Caratteristiche • Revisione biennale (oggi Edizione 2019) a cura del WP.15 – Working Party on the Transport of Dangerous Goods (gruppo di lavoro della ECE/ONU) • Lingua ufficiale: Inglese, Francese e Tedesco • Quando è richiesta l’applicazione di una norma e vi è conflitto con disposizioni ADR, quest’ultime prevalgono 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

5


Parti contraenti accordo • Stati membri dell’Unione Europea • Altri stati europei come Novergia, Federazione Russa, Serbia, Svizzera, ecc. • Altri stati non europei come Tunisia

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

6


Come è composto • Accordo europeo relativo al trasporto internazionale delle merci pericolose su strada (ADR) – 17 articoli • Allegato A (disposizioni generali e disposizioni relative alle materie e oggetti pericolosi) – parti da 1 a 7 • Allegato B (disposizioni relative all’equipaggiamento di trasporto e al trasporto) – parti da 8 a 9 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

7


Allegato A • merci pericolose il cui trasporto internazionale è proibito, • merci pericolose il cui trasporto internazionale è autorizzato e le condizioni riguardanti tali merci: - classificazione (parte 2 e 3), - utilizzazione imballaggi e cisterne (parte 4), - procedure di spedizione (marcatura e etichettatura colli, placcatura e marcatura mezzi, documentazione e informazioni richieste) (parte 5), - disposizioni concernenti costruzione, prova e approvazione imballaggi e cisterne (parte 6), - utilizzazione mezzi trasporti (carico, carico in comune e scarico) (parte 7). 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

8


Allegato B • Disposizioni concernenti costruzione, equipaggiamento e esercizio veicoli approvati per trasporto merci pericolose: - Disposizioni concernenti equipaggi, equipaggiamento, esercizio veicoli e documentazione (parte 8), - Disposizioni concernenti costruzione e approvazione veicoli (parte 9).

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

9


Impatto sulle aziende Disposizioni generali per gli operatori • Definizioni • Formazione operatori • Consulente per la sicurezza • Security • Individuazione responsabili: obblighi e responsabilità soggetti • Acquisto • Procedure di sicurezza • Valutazione ai sensi del D.Lgs. 81/2008 • Applicazione altre norme come Regolamento comunitario n. 1272/2008 (CLP), Direttive sui rifiuti, norme ISO. Disposizioni di competenza Speditore/mittente classificazione delle merci, esenzioni generale e parziali dall’ADR, Speditore/Imballatore scelta imballaggi, marcatura ed etichettatura dei colli (preparazione merci) Speditore/Riempitore scelta, placcatura e marcatura di cisterne e container (preparazioni merci) Speditore/Altri operatori (caricatore, trasportatore e destinatario) documentazione per spedizione, carico, veicoli, scarico, stoccaggio e movimentazione

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

10


Formazione addetti • Personale coinvolto a vario titolo nel trasporto di merci pericolose, • Consulente per la sicurezza, • Autista.

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

11


Obblighi di sicurezza a carico operatori

Speditore

10/05/2019

Trasportatore

Ing. Luca Pomili

Destinatario

12


Speditore •

Impresa che spedisce merci pericolose per conto proprio o per conto terzi

Obblighi diretti • presentare al trasporto spedizioni conformi alle disposizioni ADR, • Presentare merci pericolose classificate e autorizzate al trasporto, • fornire al trasportatore informazioni tracciabili, documenti richiesti, autorizzazioni, • uso imballaggi approvati, adatti e recanti marchi prescritti, • Assicurare che cisterne vuote non ripulite e non degassificate o veicoli e container per trasporto alla rinfusa vuoti e non ripuliti siano placcati e marcati ed etichettati secondo cap. 5.3 e che cisterne vuote e non ripulite siano chiuse e con stesse garanzia di tenuta di quando erano piene Obblighi indiretti • Nel caso in cui faccia ricorso a servizi di altri operatori (imballatore, caricatore, ecc.), prendere appropriate misure affinché sia garantito che la spedizione sia conforme alle prescrizioni ADR

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

13


Trasportatore •

Impresa che esegue il trasporto

Obblighi diretti • Verificare che le merci siano autorizzate al trasporto secondo ADR, • Assicurarsi che tutte le informazioni prescritte siano state fornite dallo speditore prima del trasporto, che la documentazione si trovi a bordo, • Assicurarsi visivamente che i veicoli e il carico non presentino difetti, perdite, mancanza di equipaggiamenti, ecc., • Assicurarsi che il termine previsto per la prossima prova per veicoli-cisterne, veicoli-batteria, cisterne smontabili, CGEM, cisterne mobili e container-cisterna non sia stato superato, • Assicurarsi che i veicoli non siano sovraccarichi, • Assicurarsi che siano apposte placche, marchi, pannelli arancioni prescritti per i veicoli, • Assicurarsi che equipaggiamenti prescritti si trovino nell’unità di bordo. Se il trasportatore appura un’infrazione alle disposizioni ADR o se constata un’infrazione che potrebbe compromettere la sicurezza del trasporto, la spedizione deve essere fermata.

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

14


Destinatario Obblighi diretti • Verificare che le prescrizioni ADR che a lui si riferiscono siano rispettate. Qualora si tratti di un container e la verifica appura una violazione delle disposizioni ADR, il destinatario dovrà restituire il container al trasportatore solo dopo che sia stato posto rimedio alla violazione. 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

15


Obblighi di sicurezza a carico altri operatori Imballatore

Scaricatore

Riempitore

Gestore di un containercisterna o di una cisterna mobile

10/05/2019

Caricatore

Ing. Luca Pomili

16


Imballatore Impresa che riempie con le merci gli imballaggi, i grandi imballaggi, gli IBC e prepara i colli ai fini del trasporto.

Obblighi diretti • Osservare le prescrizioni concernenti le condizioni di imballaggio e imballaggio in comune, e quando prepara i colli deve rispettare le prescrizioni per marchi ed etichette di pericolo sui colli 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

17


Riempitore Impresa che riempie una cisterna (veicolo cisterna, cisterna smontabile, cisterna mobile, container-cisterna) o un veicolo-batteria o CGEM, o veicolo, un grande container o piccolo container per trasporto alla rinfusa Obblighi diretti • Assicurarsi che prima riempimento le cisterne e equipaggiamenti siano in buono stato tecnico, • Assicurarsi che la data della prossima prova non sia stata superata, • Riempire le cisterne solo con merci autorizzate al trasporto in queste cisterne, • Rispettare le prescrizioni per compartimenti contigui, il grado di riempimento massimo ammissibile o massa massima ammissibile del contenuto per litro di capacità per la materia di riempimento, • Assicurarsi che tutte le chiusure siano in posizione chiusa e no perdite, • Assicurarsi che nessun residuo aderisca all’esterno della cisterna, • Assicurarsi che placche, marche, pannelli arancioni, etichette siano apposte su cisterne, veicoli, container.

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

18


Caricatore Impresa che carica merci pericolose imballate, piccoli container o cisterne mobili in o su un veicolo o container o carica un container, un CGEM, un container-cisterna o una cisterna mobile su veicolo.

Obblighi diretti • Consegnare al trasportatore merci solo se autorizzate al trasporto secondo ADR, • Verificare se l’imballaggi sono danneggiati, • Osservare prescrizioni del carico e della movimentazione, • Osservare prescrizioni concernenti la placcatura, marcatura, segnalazione con pannelli arancioni, • Osservare divieto di carico in comune.

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

19


Gestore di un container-cisterna o di una cisterna mobile Impresa in nome della quale il container-cisterna o cisterna mobile è immatricolato o ammesso al traffico. Obblighi diretti • Assicurare l’osservanza delle disposizioni relative a costruzione, equipaggiamento, prove e marcatura, • Assicurare che la manutenzione dei serbatoi e degli equipaggiamenti sia effettuata in modo garantire che il container-cisterna o cisterna mobile rispondano alle disposizioni ADR fino alla prova successiva ed eseguire controllo eccezionale se la sicurezza può essere compromessa da riparazione, modifica o incidente. 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

20


Scaricatore Impresa che: • rimuove un container, un CGEM, un container-cisterna, una cisterna mobile da un veicolo, • Scarica merci imballate, piccoli container, cisterne mobili da veicolo o container, • Scarica merci da una cisterna, da un veicolo-batteria, da una MEMU, da un CGEM o da un veicolo, da un grande container o da un piccolo container o da un container Obblighi diretti • Assicurare che le merci siano quelle che devono essere scaricate confrontando le informazioni su ddt con quelle sul collo, container, cisterna, MEMU, CGEM o veicolo, • Verificare se imballaggi, cisterna, veicolo, container siano stati danneggiati. In caso non procedere con lo scarico fino a misure appropriate, • Rispettare prescrizioni scarico e movimentazione, • Dopo lo scarico rimuovere ogni residuo pericoloso che sia presente all’esterno del contenitore e garantire la chiusura delle valvole e aperture d’ispezione, • Garantire la pulizia e decontaminazione dei veicoli e container, • Garantire che container scaricati, puliti e decontaminati non portino più placche, marchi, pannelli arancioni.

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

21


Deroghe • Le autorità competenti delle Parti contraenti possono convenire tra loro per autorizzare trasporti sul loro territorio in deroga temporanea all’ADR, purché la sicurezza non sia compromessa (Accordi Multilateriali)

10/05/2019

Ing. Luca Pomili

22


Restrizioni nelle gallerie • Introdotte con edizione 2007 ADR • Sezione 1.9.5 (classificazione gallerie stradale) e capitolo 8.6: 5 categorie (A,B,C,D,E) • Poiché in Italia non si è proceduto alla classificazione delle gallerie, le restrizioni non sono applicabili ai trasporti nazionali • Le restrizioni sono basate sul codice di restrizione riportato nella colonna 15 della Tabella A del capitolo 3.2 10/05/2019

Ing. Luca Pomili

23

Profile for pomilids

Corso aggiornamento ADR 2019 - 1a parte  

Corso aggiornamento A.D.R. 2019 a cura dell'Ing. Luca Pomili 1° parte di un corso di aggiornamento sull'A.D.R., acronimo che indica, in ling...

Corso aggiornamento ADR 2019 - 1a parte  

Corso aggiornamento A.D.R. 2019 a cura dell'Ing. Luca Pomili 1° parte di un corso di aggiornamento sull'A.D.R., acronimo che indica, in ling...

Profile for pomilids
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded