Issuu on Google+


COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PO FESR 2007-2013 REGIONE BASILICATA 13 luglio 2010 – SCANZANO JONICO VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 13 luglio 2010, si è tenuta presso il Palazzo Baronale di Scanzano Jonico la terza riunione del Comitato di Sorveglianza del PO FESR 2007-2013, a seguito della convocazione del Presidente del Comitato di Sorveglianza, Vito DE FILIPPO effettuata con nota prot. n. 124250/7101 del 22 giugno 2010, con il seguente ordine del giorno: 1. Approvazione ordine del giorno 2. Presa d’atto della avvenuta approvazione del verbale della II riunione del CdS Matera, 18 giugno 2009; 3. Informativa sulla decisione della Commissione europea C(2010) 884 del 02 febbraio 2010 recante la modifica della Decisione C(2007)3611 che adotta il PO FESR Basilicata 2007-2013; 4. Rapporto Annuale di Esecuzione 2009 – oggetto della procedura di consultazione scritta attivata il 16 giugno 2010 – Informativa; 5. Stato di attuazione del PO FESR 2007-2013; 6. Informativa sull’impatto territoriale e settoriale della crisi economica e attività di contrasto poste in essere nel Programma operativo; 7. Modifiche dei Criteri di Selezione del PO FESR 2007-2013; 8. Informativa sul Sistema di Gestione e Controllo; 9. Informativa sul piano di Azioni di Assistenza Tecnica; 10. Informativa sull’attuazione del Piano di Comunicazione; 11. Informativa sull’attuazione del Piano di Valutazione; 12. Informativa sull’attuazione del Piano d’Azione per il raggiungimento degli Obiettivi di Servizio 2007-2013 della Regione Basilicata con particolare riferimento agli interventi cofinanziati con il PO FESR 2007-2013; 13. Informativa sulle modalità di coinvolgimento del partenariato; 14. Best practices; 15. Varie ed eventuali.

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

2


Sono presenti: Dott. Vito De Filippo Dott. Alberto Piazzi Dott. Giorgio Pugliese Ing. Aldo Perotti Sig. Fabrizio Vitale

Presidente CdS – Presidente Giunta Regione Basilicata Commissione Europea – DG Politica regionale MISE – Dip. Per le Politiche di Sviluppo e Coesione MISE – Dip. Per le Politiche di Sviluppo e Coesione Ministero delle Infrastrutture – Autorità di Gestione PON “Reti e mobilità” Dott.ssa Patrizia Minardi Regione Basilicata – Autorità di Gestione PO FESR Dott.ssa Liliana Santoro Regione Basilicata – Dip. Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Dott.ssa Maria Carmela Santoro Regione Basilicata – Dip. Agricoltura e Sviluppo Rurale Dott. Michele Vita Regione Basilicata – Dip. Attività Produttive Dott. Donato Viggiano Regione Basilicata – Dip. Ambiente, Territorio, Politiche della Sostenibilità Dott. Pietro Quinto Regione Basilicata – Dip. Sicurezza e Solidarietà Sociale Dott. Donato Viggiano Regione Basilicata – Dip. Ambiente, Politiche della Sostenibilità Dott. Angelo Pietro Paolo Nardozza Regione Basilicata – Dip. Presidenza della Giunta Dott.ssa Nunzia Caiazzo Regione Basilicata – Autorità per le Politiche di Genere Dott. Franco Pesce Regione Basilicata – Dip. Presidenza della Giunta – Ufficio Programmazione Controllo di Gestione Dott. Brindisi Giuseppe Comune di Potenza Dott. Federico Sisti Unioncamere Basilicata Dott. Gaetano Gentile ABI – Associazione Bancaria Italiana Dott. Nicolino Sileo Confindustria Dott. Nicola Fontanarosa API Basilicata Dott. Leonardo Montemurro Confartigianato – Confcommercio – Confesercenti – CNA Sig. Maria Anna Fanelli Consigliera di Parità Sig. Lucia Elisabetta Fiore Confsal Basilicata Dott. Carlo Quaratino CISL Dott.ssa Salvia Caterina Legacoop Basilicata Dott. Donato Semeraro AGCI Basilicata Dott. Piero Lacorazza Presidente Provincia di Potenza

In vece del Presidente del Comitato, che raggiungerà l’adunanza nel corso del prosieguo delle attività in quanto impegnato in una riunione del Consiglio regionale, il Vice Sindaco di Scanzano Jonico e la Dott.ssa Patrizia Minardi introducono i lavori dando il benvenuto e ringraziando tutti i partecipanti.

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

3


1. Ordine del Giorno: Il Comitato si apre con la proposta di approvazione dell’O.d.G. trasmesso ai componenti. Il Comitato approva l’Ordine del Giorno

2. Presa d’atto della avvenuta approvazione del verbale della II riunione del CdS Matera, 18 giugno 2009 Si procede con il secondo punto all’Ordine del Giorno: l’approvazione del verbale della II riunione del CdS tenutasi a Matera il 18 giugno 2009. Il Comitato approva il verbale.

3. Informativa sulla decisione della Commissione europea C(2010) 884 del 02 febbraio 2010 recante la modifica della Decisione C(2007) 3611 che adotta il PO FESR Basilicata 2007-2013 AdG - dott.ssa MINARDI: Illustra il percorso che ha condotto all’approvazione della decisione della Commissione europea C(2010) 884 avvenuta il 02 febbraio 2010, partendo dalle modifiche al PO FESR 2007-2013 proposte in sede di CdS il 18 giugno 2009 e illustrando le motivazioni, riconducibili alla crisi socio-economica e alle conseguenti difficoltà di attuazione, che hanno indotto l’amministrazione regionale ad apportare tali modifche. Il Comitato prende atto dell’informativa.

4. Rapporto Annuale di Esecuzione 2009 – oggetto della procedura di consultazione scritta attivata il 16 giugno 2010 – Informativa Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): illustra in maniera generale il livello di attuazione dei singoli assi, precisando che passerà poi la parola ai sinoli dirigenti/responsabili delle Linee di Intervento per un maggiore dettaglio. In particolare si sofferma sull’analisi del contesto macro-economico regionale. A livello di Asse formula le seguenti considerazioni: -

Asse I: sulla Linea di Intervento I.1.1.A sono previsti due interventi di

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

4


collegamento viario infraregionale verso la rete stradale TEN, di cui uno si riferisce alla SS 175 della quale sono stati completati 15 Km su un totale di 21,4 Km; l’altro si riferisce alla strada di collegamento tra la SS 658 e la SS 651, della quale sono stati completati il I e III lotto. Complessivamente gli impegni ammontano a circa 48 Meuro e i pagamenti a circa 25 Meuro. -

Asse II: è stato costituito il Fondo di Garanzia. E’ stata avviata la realizzazione del Campus industriale manifatturiero nell’area industriale di Melfi. Inoltre, è stata costituita la società Basilicata Innovazione in collaborazione con l’area tecnologica di Trieste al fine di attuare il trasferimento di know-how tecnologico alle PMI lucane. Gli impegni ammontano a poco più di 31 Meuro, i pagamenti si attestano su circa 20 Meuro.

-

Asse III: è stato costituito il Fondo di Garanzia. E’ stato emanato il bando per l’innovazione e lo sviluppo delle PMI a cui il PO FESR ha contribuito per poco più di 7 Meuro.

-

Asse IV: è stato approvato il bando relativo ai Pacchetti Integrati di Offerta Turistica (PIOT). A livello programmatico è stato approvato il Piano Turistico Regionale. Sono stati realizzati 14 progetti relativi all’obiettivo specifico IV.2, di cui 12 a sostegno dei PIOT, uno di marketing e comunicazione (“Basilicata Coast to coast”) e uno che si riferisce ai grandi eventi gestito dall’APT Basilicata. Complessivamente gli impegni ammontano a circa 17 Meuro, i pagamenti si attestano a circa 7 Meuro.

-

Asse V: sono stati sottoscritti gli accordi di programma e i protocolli di intesa relativi ai PISUS sia di Potenza che di Matera. Allo stato attuale i comuni hanno hanno avviato le consultazioni con il partenariato economico-sociale.

-

Asse VI: è stato approvato il bando relativo ai Piani di Offerta Integrata di Servizi (POIS) per un totale di circa 82 Meuro. Sono stati conclusi 77 interventi concernenti l’edilizia scolastica, 18 interventi relativi ad infrastrutture sociosanitarie, assistenziali ed educative.

-

Asse VII: a livello programmatico è stato approvato il Piano d’Ambito relativo alla gestione della risorsa idrico-potabile. E’ stato costituito il Fondo di Garanzia a favore delle PMI della Basilicata. Sono stati avviati tre progetti per la raccolta differenziata. Gli impegni ammontano complessivamente a 44.343.068 euro, i pagamenti a 30.318.354,22 euro.

-

Asse VIII: è stata espletata la procedura ad evidenza pubblica per il conferimento di 20 incarichi di consulenza ed assistenza tecnica specialistica a supporto dell’attuazione del PO.

Dott. Alberto Piazzi (CE): parte dal presupposto che la versione del rapporto può essere ritenuta accettabile e approvata e illustra alcuni suggerimenti per il rapporto che sarà redatto per l’annualità 2010. In particolare, per l’annualità 2010, si suggerisce di concentrarsi maggiormente sugli aspetti quantitativi che qualitativi, sui

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

5


progetti più che sulle procedure. L’altro suggerimento riguarda lo sforzo che si chiede per la quantificazione degli indicatori Core previsti nel Working Paper che saranno aggregati a livello comunitario. L’ultimo suggerimento riguarda l’adeguamento dei target di alcuni indicatori che allo stato attuale risultano sottostimati. Dott. Giorgio Pugliese (MISE): si associa alle considerazioni effettuate dal Dott. Piazzi, sottolineando la necessità di essere messi a conoscenza di eventuali problematiche nell’attuazione degli assi, di come il FESR contribuisce alla realizzazione degli obiettivi di servizio. Raccomanda inoltre, per il rapporto concernente l’annualità 2010, di procedere alla stesura di una prima bozza del rapporto entro il 30 marzo 2011 al fine di pervenire ad una versione definitiva da approvare entro il 30 giugno.

Dott. Nicola Fontanarosa (API): registra che nel 2010 l’attuazione degli assi è in una fase di start-up e che le risorse finanziarie ad oggi impegnate concernono o progetti di trascinamento del POR 2000-2006 o il Fondo di Garanzia. Sia associa alla proposta del Dott. Piazzi nel suggerisce di concentrarsi maggiormente sugli aspetti quantitativi che su quelli qualitativi con particolare riferimento all’Asse III. Propone, inoltre, delle verifiche intermedie sullo stato di attuazione del programma mediante incontri più frequenti. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): accoglie i suggerimenti proposti e rispetto alla proposta di incontri periodiche al fine di effettuare delle verifiche intermedie ribadisce che è stato appositamente istituito il Comitato di Pilotaggio di cui fanno parte tutti i dirigenti generali ed i responsabili delle linee di intervento che si riunisce mensilmente al fine di proporre azioni correttive. Dott. Nicolino Sileo (Confindustria): si associa alle considerazione fatte dal Dott. Piazzi e dal Dott. Pugliese circa i riferimenti alle procedure contenuti nel RAE e sottolinea come gli interventi previsti a favore delle imprese non risultano ancora essere stati attuati. Ricorda che nel novembre 2008 Confindustria ha presentato alla Regione Basilicata un documento contenente indicazioni circa l’attivazione di misure anticrisi sottolineando l’importanza della tempestività con cui tali azioni devono essere implementate al fine di sortire i risultati previsti. Relativamente al Fondo di Garanzia, si riconosce l’adeguatezza di tale strumento nella rimozione dei problemi legati all’accesso al credito delle imprese. Nel contempo si rileva un altro problema relativo alla eccessiva esposizione a breve della debitoria delle imprese e a tal proposito si chiede all’amministrazione di affrontare tale problematica mediante delle linee di intervento specifiche. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): ringrazia ed invita a trattare la discussione sul Fondo di Garanzia nel corso della trattazione del punto all’odg dedicato.

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

6


5. Stato di attuazione del PO FESR 2007-2013 Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): al 30 aprile 2010 risultano monitorati 204 progetti e 21 procedure di attivazione. Il programmato pubblico ammonta a 752 Meuro circa e la spesa monitorata al 30 aprile 2010 si attesta su circa 117 Meuro. Al 31 dicembre 2009 la spesa certificata si attestava su circa 110 Meuro superiore alla soglia prevista per evitare il disimpegno automatica fissata in 102 Meuro. Il rapporto tra impegni e programmato pubblico è del 23,66 % mentre il rapporto tra spesa e programmato pubblico è del 15,61%. La situazione per Asse risulta così differenziata: -

Asse I: impegni pari a 41,9%, pagamenti pari a 24,4%;

-

Asse II: impegni pari a 35,3%, pagamenti pari a 23,4%;

-

Asse III: impegni e pagamenti pressocchè simili;

-

Asse IV: impegni pari a 21%, pagamenti pari a 10,2%;

-

Asse VI: impegni pari a 18,5%, pagamenti pari a 10,6%;

-

Asse VII: impegni pari a 23,9%, pagamenti pari a 17,7%;

-

Asse VIII: impegni pari a 18,6%, pagamenti pari a 13,4%.

La diversificazione nell’attuazione dei singoli assi risente anche delle difficoltà scaturite dalla complessità della programmazione integrata. In particolare per quel che concerne i PISUS si registra il commissariamento del Comune di Matera e la recente elezione della nuova amministrazione. L’analisi per categorie di investimento mostra che per gli aiuti alle imprese la percentuale è del 30%, per le infrastrutture del 57% e per i servizi del 13%. Gli aiuti hanno registrato una spesa di 35 Meuro relativa al Fondo di Garanzia. I servizi registrano una spesa pari a poco più di 15 Meuro e le infrastrutture si attestano su circa 67 Meuro. La lista dei beneficiari finali che viene aggiornata e pubblicata sul sito internet www.porbasilicata.it mostra le seguenti percentuali: -

Amministrazioni comunali: 12%:

-

Amministrazioni provinciali: 27%;

-

Sviluppo Basilicata: 30%;

-

APT: 2%;

-

Regione Basilicata: 28%.

Passa la parola ai dirigenti che illustreranno lo stato di attuazione per singolo Asse.

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

7


Dott. Pietro Quinto (DG Dip. Sicurezza e solidarietà sociale): ritiene che la Regione Basilicata possa considerare l’attuazione del PO come una sfida significativa e strategica al fine di attivare sul territorio regionale una serie di servizi utili al processo di inclusione sociale. Illustra le fasi che hanno portato all’approvazione dei POIS e rileva una fase di ritardo attribuibile al processo di negoziazione con le amministrazioni capofila al fine di rendere le operazioni candidate coerenti con le linee strategiche elaborate dall’amministrazione regionale in tema di assistenza sanitaria e socio-sanitaria. Allo stato attuale fa rilevare che sono state approvati i progetti presentati da parte della commissione di valutazione e nel mese di luglio tali progetti saranno approvati definitivamente dalla Giunta regionale. Dott. Vito De Filippo (Presidente Giunta regionale): esprime apprezzamento per la procedura PIOT, che per la prima volta ha visto il coinvolgimento del pubblico e del privato insieme. Rileva che è di recente approvazione la delibera concernente i piani e che il prossimo passo sarà costituito dalla firma degli accordi. Dott. Piero Lacorazza (Presidente Provincia di Potenza): fa rilevare che la provincia di Potenza è impegnata su diversi Assi. Nello specifico si sta lavorando sulla stesura del bando per il III lotto della Oraziana. A tal proposito evidenzia che l’amministrazione provinciale sta procedendo alla revisione delle procedure di aggiudicazione degli appalti. Relativamente ai POIS afferma che su circa 16 meuro di impegni 12 Meuro sono stati impegni per un progetto denominato “Scuola Ecologica Scuola Sicura” realizzato al fine di meglio rispondere alle esigenze di risparmio, di efficienza energetica e anche di produzione energetica. Inoltre sottolinea che è di recente approvazione un accordo con il Presidente della Giunta Regionale grazie al quale si potranno realizzare oltre alle scuole ecologiche anche le case ecologiche. Infine si sofferma sul ciclo integrato dei rifiuti del quale la Provincia risulta essere l’Ente attuatore affermando che entro settembre sarà pubblicato un bando per un progetto di finanza al fine di realizzare un progetto di compost da 6.000 tonnellate annue che consentirà la gestione di più di 1/3 dei rifiuti. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): chiede al dirigente generale del Dip. Ambiente Dott. Donato Viggiano e al dirigente generale del Dip. Attività Produttive Dott. Michele Vita di intervenire. Dott. Donato Viggiano (Dip. Ambiente): illustra il programma di azioni che a partire dalla seconda metà dell’anno permetteranno di accrescere la fruibilità delle risorse naturali e di tutta la Rete Ecologica di Basilicata mediante l’emanazione di una serie di bandi che riguarderanno la parte informativa, di comunicazione e di raccordo con il territorio. In particolare ci si concentrerà sul patrimonio della biodiversità in connessione con il Programma Rete Natura 2000. Si punterà sull’innalzamento del livello di gestione ambientale delle imprese ma anche degli enti locali, con particolare

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

8


riferimento ai sistemi di gestione ambientale. Inoltre si promuoveranno, sempre nelle aree protette, tecnologie energetiche che consentano la valorizzazione degli scarti residuali, delle biomasse al fine di produrre energia termica. In tema di rifiuti sottolinea l’importante lavoro che si sta conducendo al fine di rendere più virtuosa la Regione Basilicata e illustra le iniziative di promozione rivolte alle imprese al fine di considerare i rifiuti non più un problema ma un’opportunità imprenditoriale e commerciale. Passa, infine, la parola all’Arch. Ragone per la trattazione dell’argomento relativo al ciclo integrato dell’acqua. Arch. Domenico Ragone (Uff. Ciclo dell’acqua): illustra il sistema di governo della risorsa idrica vigente in Basilicata sottolineando che è presente un unico gestore. Tale condizione da un lato presenta alcuni vantaggi, dall’altro svantaggi legati alla presenza di molti comuni con differenti caratteristiche geografiche ed orogenetiche che registrano una serie di difficoltà. Si concentra, poi, sulle misure che si stanno attuando e che riguardano da un lato il completamento dell’infrastrutturazione già avviata con i precedenti programmi strutturali riferendosi, nello specifico, alle reti fognarie, idriche e di depurazione; dall’altro, l’innalzamento del livello qualitativo delle prestazioni dei servizi. Assicura un’accelerazione della spesa nei prossimi mesi. Accogliendo il suggerimento del Dott. Pugliese relativo alla definizione di un documento per gli impianti e le infrastrutture generatori di tariffe, afferma che con Acquedotto Lucano si sta provvedendo si sta provvedendo alla stesura di un documento che racchiuda gli investimenti che dovranno essere portati a compimento. Dott. Michele Vita (Dip. Attività Produttive): illustra le attività che ha svolto nei primi due mesi di attività presso il Dip. Nel corso delle quali si è concentrato su temi quali il fondo di Garanzia, i PIOT, il bando PMI e la questione energetica e afferma che i procedimenti in corso relativi a tali tematiche sono in fase di chiusura. Illustra il percorso che ha portato all’approvazione del Fondo di Garanzia e le finalità dello stesso. Sottolinea che è in corso di aggiornamento il regolamento che regola i rapporti tra Regione e Sviluppo Basilicata al fine di rimuovere le criticità esistenti. Infine, annuncia che nelle prossime settimane si terranno degli incontri con la partnership economica e sociale al fine di affrontare le diverse questioni. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): aggiunge che relativamente al bando PMI il 30 luglio si concluderà il processo di valutazione delle domande per poi procedere all’erogazione dei finanziamenti. Il comitato prende atto dello stato di attuazione del programma

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

9


6. Informativa sull’impatto territoriale e settoriale della crisi economica e attività di contrasto poste in essere nel Programma Operativo Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): rispetto a tale informativa illustra il processo di revisione ed aggiornamento che l’AdG sta provvedendo ad elaborare e che consentirà di mettere a disposizione dei dipartimenti un documento al fine di ripensare ad eventuali azioni correttive per contrastare la crisi. Il comitato prende atto dell’informativa

7. Modifiche dei criteri di selezione del PO FESR 2007-2013 Dott. Michele Lorusso (Assistenza Tecnica): illustra le modifiche apportate ai Criteri di Selezione del al fine di adeguare gli stessi al PO FESR 2007-2013 così come modificato e poi approvato con Decisione della CE (2010) 884 del 02 febbraio 2010. Il comitato prende atto dell’informativa

8. Informativa sul Sistema di Gestione e Controllo Dott. Antonio Bernardo (Assistenza Tecnica): illustra il percorso che ha portato all’approvazione del Sistema di Gestione e Controllo da parte della Commissione europea con nota del 29/04/2010, soffermandosi sulle tappe principali che hanno portato a tale approvazione. Il lavoro di stesura e di elaborazione del sistema, che ha avuto inizio nel 2008, ha coinvolto le tre Autorità: di Certificazione, di Audit e di Gestione. Inoltre ha visto il coinvolgimento del MISE, che in seguito ad un incontro in loco tenutosi in Basilicata, ha fornito indicazioni utili al fine di pervenire ad una bozza che è stata trasmessa alla Commissione europea nel novembre 2009. A seguito di tale invio sono state fornite alla stessa Commissione europea ulteriori informazioni e chiarimenti come di volta in volta è stato richiesto per poi giungere all’approvazione definitiva della quale la giunta regionale ha preso atto con delibere n. 232 dell’8 giugno 2010. Procede poi, ad illustrare, la composizione del sistema che è stato redatto conformemente all’allegato XII del Reg. 1828/2006. Esso è strutturato in manuali tematici: il Manuale di controllo di primo livello, il Manuale di Gestione delle irregolarità, il Manuale sulle procedure di rendicontazione della spesa, monitoraggio e reporting, la Descrizione e Manuale Utente del Sistema Informativo di Monitoraggio (SIMIP), il Manuale sulla interoperabilità tra il sistema informativo contabile, il sistema di monitoraggio SIMIP e l’applicativo “Provvedimenti autorizzativi”, le Procedure relative alle funzioni ed all’attività dell’Autorità di Certificazione, il Manuale di Audit, il Prospetto dei Programmi settoriali, documenti attuativi e di indirizzo programmatico

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

10


del PO FESR 12007-2013. La descrizione del sistema di gestione e controllo è integralmente pubblicata sul BUR del 1° luglio e sul sito internet www.basilicatanet.it.

Dott. Nicola Fontanarosa (API): chiede se relativamente al sistema di gestione e controllo sono previsti rapporti di sintesi o report che possono essere pubblicati e messi a disposizione dei soggetti facenti parte del partenariato economico e cociale. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): afferma che il sistema di gestione e controllo è uno strumento che l’AdG mette a disposizione dei soggetti attuatori. Il comitato prende atto dell’informativa

9. Informativa sul Piano delle azioni di Assistenza tecnica Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): sottolinea che in seguito al CdS del 18 giugno 2009 l’AdG ha elaborato un Piano di Assistenza Tecnica come esplicitamente richiesto dal MISE e dalla Commissione europea. Continua nel sottolineare che la dotazione finanziaria riferita all’Asse VIII, con le modifiche apportate al PO, è stata incrementata passando dal 3,75% al 4%. Relativamente all’attuazione dell’asse fa rilevare che è stata espletata la procedura ad evidenza pubblica per il conferimento di 20 incarichi di consulenza specialistica a supporto dell’attuazione del PO; è stata costituita la Task Force Controlli costituita da 32 collaboratori addetti ai controlli di I livello; sono state confoermate le 67 unità di assistenza tecnica junior impegnati nelle attività di chiusura del POR 2000-2006. Le altre azioni di assistenza tecnica riguardano l’implementazione del sistema di monitoraggio SIMIP e Catasto Progetti. Sottolinea l’impegno profuso nell’attuazione del Piano di Comunicazione mediante l’implementazione di un sito web come strumento a supporto degli enti attuatori. Inoltre, relativamente alle attività di valutazione, afferma che è stata affidata l’attività di valutazione dell’impatto delle misure anticrisi in risposta alla crisi economica. Il comitato prende atto dell’informativa

10.

Informativa sull’attuazione del Piano di comunicazione

Dott. Raffaele Paciello (AT): fa rilevare che la prima attività messa in campo ha riguardato l’evento di lancio del PO svoltosi Matera il 17 giugno mediante l’utilizzo di una serie di strumenti di comunicazione. Le campagne di comunicazione ed informazione hanno riguardato anche le attività che di volta in volta venivano messe

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

11


in campo, ad esempio una campagna specifica ha accompagnato l’attività di partenariato sui PIOT e l’attività sugli obiettivi di servizio. Inoltre, l’attività di informativa e trasparenza si realizza mediante la pubblicazione sul portale www.porbasilicata.it della Lista dei beneficiari. Sottolinea la presenza all’interno del RAE di indicatori di realizzazione quantificati e afferma che per la quantificazione dei restanti indicatori si dovrà tener conto di un’attività pluriennale. Riporta, inoltre, a titolo informativo alcune azioni che saranno realizzate nel 2010 riferendosi in particolare al Festival al femminile concernente le politiche di genere e al restyling del sito web. Il comitato prende atto dell’informativa

11.

Informativa sull’attuazione del Piano di Comunicazione

Dott. Valerio Giambersio (NRVVIP): illustra le attività di valutazione che si stanno realizzando e che si realizzeranno in quanto previste dal Piano di valutazione. La prima attività di valutazione a cui fa riferimento riguarda l’impatto delle misure anticrisi che è stata affidata all’esterno e che si concluderà entro sette mesi. La seconda valutazione concerne il tema rifiuti e servirà da supporto alle azioni da mettere in campo per il raggiungimento degli obiettivi di servizio. Per tale attività sono stati effettuati i primi incontri con l’ufficio responsabile e l’AdG nei quali sono state concordate le domande valutative. Entro luglio partirà l’attività di valutazione sul Piano di Comunicazione che si concluderà, per la prima fase, entro dicembre per l’illustrazione della quale passa la parola alla Dott.ssa Capece. Dott.ssa Maria Grazia Capece (NRVVIP): precisa che l’attività di valutazione del Piano di Comunicazione è prevista dal Regolamento 38/2006. Sottolinea che nel disegno di valutazione che si sta predisponendo si cercherà di individuare gli strumenti messi in atto al fine di rispondere alle esigenze e conoscenza del piano stesso. La prima fase riguarderà l’analisi di monitoraggio al fine di comprendere la copertura delle attività di comunicazione e successivamente sarà realizzato un esercizio di valutazione per verificare la possibilità di aggiornamento del piano stesso. Annualmente saranno effettuate analisi qualitative e quantitative, indagini a campione per approfondire il grado di conoscenza del PO. Il comitato prende atto dell’informativa

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

12


12. Informativa sull’attuazione del Piano di Azione per il raggiungimento degli Obiettivi di Servizio 2007-2013 della Regione Basilicata con particolare riferimento agli interventi cofinanziati con il PO FESR 2007-2013 Dott. Francesco Pesce (Uff. Programmazione): illustra il meccanismo di raggiungimento degli Obiettivi di Servizio e si sofferma sulla verifica intermedia prevista per il 2009. Conferma l’impegno di tutti i dipartimenti regionali coinvolti nel raggiungimento di tali obiettivi. Il comitato prende atto dell’informativa

13.

Informativa sulle modalità di coinvolgimento del partenariato

Dott. Biagio Perretti (AT): si sofferma sul protocollo di intesa sottoscritto nell’aprile 2009 on il partenariato economico e sociale e sottolinea come le attività di partenariato si concentrano maggiormente sull’attuazione del programma operativo e sulla valutazione. Illustra, poi, le attività di partenariato relative all’annualità 2009 che hanno visto il coinvolgimento delle parti economiche e sociali relativamente a vari Assi del PO: l’Asse II, l’Asse IV, l’Asse V e sui PIOT. Dott. Nicola Fontanarosa (API): afferma che per quanto riguarda la definizione del modello partenariale si è ancora fermi alla sottoscrizione del protocollo di intesa dell’aprile 2009. Non risulta essere stato costituito il forum, non è stata attivata la segreteria tecnica, non è stato costituito il coordinamento, non sono stati nominati i rappresentanti delle due parti. Ribadisce che si è in attesa di essere convocati dai singoli comitati affermando che l’attività di coinvolgimento sui PIOT risulta essere un momento programmatico e non di attuazione. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): afferma che il partenariato è stato coinvolto su tutte le attività e su tutti i bandi messi in campo dalla Regione Basilicata riferendosi in particolar modo al PO, ai PIOT, ai POIS, al PISUS. Ricorda, inoltre, che la giunta regionale ha approvato circa un anno e mezzo fa una delibera di istituzione della PES al fine di garantire il coordinamento tra FAS, FESR FSE, ecc. Invita il partenariato a proporre l’inserimento di altri soggetti con un allargamento del tavolo di concertazione così come è già avvenuto per i PIOT. Dott.ssa Maria Carmela Santoro (Dip. Agricoltura): illustra la sua proposta di definizione del tavolo partenariale prevedendo livelli diversificati di analisi delle varie

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

13


attività che si intendono mettere in campo. Si associa alle considerazioni fatte dalla Dott.ssa Minardi. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): rinnova la volontà di allargamento del tavolo con l’inserimento di nuovi componenti e passa la parola al Dott. Perretti per l’illustrazione delle azioni transazionali. Dott. Biagio Perretti (AT): fa rilevare che nel PO per i progetti transazionali sono state previste risorse finanziarie pari allo 0,5% della dotazione destinata a ciascun Asse al fine di garantire a tutti gli attori dei vari Assi la possibilità di sostenere la propria strategia mediante azioni di partenariato internazionale. Sottolinea come in Europa non ci siano molte esperienze di attuazione di tale strumento. In alcune regioni italiane si è cominciata la messa a punto sia degli strumenti procedurali che del progetto. La Regione Basilicata ha intrapreso un percorso che la porterà tra le prime regioni europee ad attuare questo strumento. Allo stato attuale la Regione Basilicata per le attività si avvale di un gruppo di lavoro sperimentale che cura la definizione della strategia per le azioni di cooperazione internazionale. Sottolinea le difficoltà riscontrate nella ricerca dei partner. Illustra, infine, le previsioni per i prossimi mesi secondo le quali per settembre 2010 si concluderà il quadro procedurale dei progetti e subito dopo si passerà all’identificazione dei potenziali partner al fine di dare avvio ai progetti per l’inizio dell’anno 2011. Ciò necessiterà di una forte interazione con la Commissione in quanto ad oggi non risultano pratiche già consolidate. L’ammontare delle risorse finanziarie destinate alla cooperazione pari a 4 Meuro circa offre alla Regione Basilicata delle ottime possibilità di attuazione delle attività di cooperazione territoriale. Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): aggiunge che ci sono stati incontri con altre regioni sulle procedure di ammissibilità della spesa di azioni transnazionali. I dipartimenti hanno avuto modo di individuare le peculiarità che caratterizzeranno i bandi valutando anche altre esperienze europee guardando con particolare interesse soprattutto alle tematiche ambientali, energetiche e allo scambo di know-how. Il comitato prende atto dell’informativa

14.

Best practices

Dott.ssa Patrizia MINARDI (AdG): illustra l’obiettivo del progetto filmico “Basilicata Coast to Coast” consistente nell’accrescimento della conoscenza del della Basilicata, delle sue risorse naturali, paesaggistiche e culturali. Illustra poi i risultati registrati:

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

14


-

primo weekend 202 sale cinematografiche;

-

secondo weekend 215 sale cinematografiche;

-

oltre 500.000 spettatori;

-

2.894.724 euro di incassi complessivi;

-

due premi Nastro d’Argento per il miglior regista esordiente e la migliore colonna sonora;

-

premio “Rodolfo Valentino”.

Il Comitato approva il punto all’OdG. Dott. Angelo Nardozza (Dip. Presidenza della Giunta): ringrazia i rappresentati della Commissione europea, del MISE soprattutto per il contributo dato al fine di una migliore implementazione del PO. Ringrazia e saluta tutti i partecipanti

Regione Basilicata - Dipartimento Presidenza della Giunta Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2007/2013 Via Vincenzo Verrastro, 4 – 85100 Potenza

15


/Verbale_CdSFESR_13_07_2010