Page 1

DIREZIONE DIDATTICA S TATALE " G. PASCOLI" 2° CIRCOLO – CERVIA Codice M.I.U.R.: RAEE02200E - C.F.80107150395 Via Circonvallazione Sacchetti n.109 - 48015 CERVIA (RA) Telefono: 0544 971031 – Fax: 0544 973744 E-MAIL: dd2circolo@cervia.com – LEGALMAIL: dd2cervia@legalmail.it WEB: www.dd2.cervia.com


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

Il P.O.F. del 2° Circolo Didattico di Cervia

approvato dal Collegio Docenti il / / adottato dal Consiglio di Circolo il / /

Il Dirigente Scolastico Dott.ssa Edera Fusconi

Il presidente del Consiglio di Circolo Raffuzzi Luca

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi Lucia Rossi

Redatto stampato in proprio dal 2° Circolo Didattic o di Cervia: gennaio 2011 Allestimento grafico a cura di Luciano Monti Copie stampate n.


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

DIREZIONE DIDATTICA S TATALE " G. PASCOLI" 2° CIRCOLO – CERVIA Codice M.I.U.R.: RAEE02200E - C.F.80107150395 Via Circonvallazione Sacchetti n.109 - 48015 CERVIA (RA) Telefono: 0544 971031 – Fax: 0544 973744 E-MAIL: dd2circolo@cervia.com – LEGALMAIL: dd2cervia@legalmail.it WEB: www.dd2.cervia.com

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

INDICE

1. 2. 3. 4. 5.

DATI SCOLASTICI Plessi (organizzazione scolastica) Alunni (dati statistici) Personale e Organigramma Calendario scolastico Tempo ed organizzazione scolastica (ore e discipline)

SCELTE EDUCATIVE 6. Mission di Circolo 7. Obiettivi d Circolo 8. Indirizzi formativi 9. Programmazione di supporto (commissioni, gruppi di lavoro…) 10.Collaborazione scuola-famiglie (organi, composizione, funzione) 11.Progetti (qualificazione, di circolo, in rete) 12.Relazioni col territorio (enti, associazioni, esperti, professionisti…) 13.Valutazione (degli alunni, delle attività, del servizio; tempi, metodi, modalità) ALLEGATI 1- Le scuole 2- Progetti 3- Bilancio


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

1. PLESSI Nel nostro Circolo Didattico ci sono: 3 scuole dell’Infanzia (bambini dai 3 ai 6 anni), a Cervia, a Pinarella ed a Tagliata; 5 scuole Primarie (bambini dai 6 agli 11 anni), due a Cervia, una a Pinarella, una a Tagliata ed una a Montaletto. Scuole dell’Infanzia (da 3 a 6 anni) “ALESSANDRINI” Cervia - via dei Mille, 2 - 0544 971109 matalessandrini@cervia.com “CASA DEI BIMBI” Pinarella - via Tacito, 31 - 0544 972673 matpinarella@cervia.com “CASA DEI BIMBI” Tagliata - via Pinarella, 379 - 0544 987878 matagliata@cervia.com Scuola Primaria (da 6 a 11 anni) “G. PASCOLI” Cervia - viale Roma, 2 - 0544 916823 - elpascoli@cervia.com “A. SPALLICCI” Cervia - via Pinarella, 17 - 0544 971278 - elspallicci@cervia.com “G. DELEDDA” Pinarella - via Pinarella, 191 - 0544 987966 segdeledda@cervia.com “A. MANZI” Tagliata - via Pinarella, 379 - 0544 988115 - primariamanzi@alice.it “M. BUONARROTI” Montaletto - via Farneti, 4 - 0544 965087 elmontaletto@cervia.com (Le informazioni dettagliate in allegato 1)

2. ALUNNI Dati anno scolastico 2010-2011 SCUOLE PRIMARIA “PASCOLI” CERVIA “MANZI” TAGLIATA “SPALLICCI” PINARELLA “BUONARRO TI” MONTALETTO “DELEDDA” PINARELLA

CLASSI CLASSI N.ALUNNI CLASSI N.ALUNNI CLASSI N.ALUNNI CLASSI N.ALUNNI CLASSI N.ALUNNI

1A 23 1A 19 1A 12 1A 16 1A 14

2A 26 2A 17 2A 18 2A 19 2A 19

3A 21 3A 16 3A 19 3A 20 3A 12

SCUOLE INFANZIA “ALESSANDRINI” CERVIA “CASA DEI BIMBI 1” PINARELLA “CASA DEI BIMBI 2” TAGLIATA TO TALI GENERALI

4A 22 4A 18 4A 14 4A 17 4A 21

5A 1B 2B 3B 4B 5B 4C 23 27 27 25 17 23 18 5A 19 5A 16 5A 20 5A 16

TOTALE ALUNNI

TOT. PRI.

252

252

89

89

79

79

92

92

82

82 TOT. INF.

SEZIONI SEZIONE N.ALUNNI SEZIONE N.ALUNNI SEZIONE N.ALUNNI

1^ 29 1^ 29 4^ 29

2^ 29 2^ 28 5^ 29

3^ 29 3^ 4^ 28 18 6^ 29

87

87

103

103

87

87

871

594

277


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

3. PERSONALE      

Dirigente Scolastico: dott.ssa Edera Fusconi Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi: Lucia Rossi Assistenti amministrativi: n. 4 + 1 Collaboratori scolastici: n. 17 Docenti di Scuola dell’Infanzia: n. 21 + 1 (RC) Docenti di Scuola Primaria: n. 59

ORG ANIG RA MMA DEL

2°C IRCOLO DI CERVIA

CONSIGLIO DI CIRCOLO GIUNTA ESECUTIVA ASSEMBLEE DI SEZIONE/ CLASSE

CONSIGLI DI INTERSEZIONE/ INTERCLASS E

DIRIGENTE SCOLASTICO

COLLEGIO DOCENTI

DOCENTI INFANZIA DOCENTI PRIMARIA

A.T.A. FUNZIONI STRUMENTALI COMMISSIONI DI LAVORO FIDUCIARI DI PLESSO

DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI

COLLABORATORI SCOLASTICI


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

4. CALENDARIO SCOLASTICO CALENDARIO SCOLASTICO REGIONE EMILIA-ROMAGNA Inizio lezioni: 14. 09. 2010

Termine delle lezioni: 11. 06. 2011

Calendario Regionale

Festività e sospensione lezioni Santo Patrono Immacolata Concezione Vacanze natalizie Vacanze Pasquali Altre date

 1, 2 Novembre ‘10     

Chiusure deliberate dal Consiglio di Circolo

 7 e 8 marzo ‘11

13 Novembre ‘1 0 8 Dicembre ‘10 dal 24 Dicembre ‘1 0 al 9 Gennaio ‘11 dal 21 al 27 Aprile ‘11 2 Giugno ‘11

5. TEMPO E ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA

Anno scolastico 2010 - 2011 SCUOLA DELL’INFANZIA ATTIVI TÁ

Attività didattiche Gioco libero Entrata / Uscita Colazione / Pranzo / Merenda Orario settimanale: ore 40

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINE Italiano Matematica Scienze e Tecnologia Storia-Geografia Inglese Arte e immagine Educazione motoria Musica Religione

Totale ORARIO OPZIONALE TEMPO PIENO

ORE SETTIMANALI

CLASSE 1^ 6 6 2 4 1 2 2 2 2 27 3 40

CLASSE 2^ 6 6 2 4 2 1-2 1-2 1-2 2 27 3 40

CLASSE 3^-4^-5 ^ 6 6 2 4 3 1-2 1-2 1-2 2 27 3 40


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PLESSI Pascoli

Spallicci Deledda Manzi Buonarroti Scuole dell’infanzia

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

CLASSI 3^A-4 ^A 1^A-2 ^A-5^A 3^B-4^B-4^C 1^B-2^B-5^B tutte tutte tutte tutte

TEMPO SCUOLA 27 ore in 5 giorni, 1 rientro settimanale + 1h di mensa 30 ore in 5 giorni, 2 rientri settimanali + 2h di mensa 27 ore in 6 giorni, 1 rientro settimanale + 1h di mensa 30 ore in 6 giorni, 2 rientri settimanali + 2h di mensa 30 ore in 5 giorni, 3 rientri settimanali con mensa 30 ore in 6 giorni, 2 rientri settimanali + 2h di mensa 30 ore in 5 giorni, 3 rientri settimanali con mensa 40 ore settimanali, da lunedì a venerdì

Tutte le sezioni

40 ore settimanali, da lunedì a venerdì

Ampliamento offerta formativa : per accogliere le richieste delle famiglie in lista di attesa, da questo anno scolastico è stata istituita ed attivata la 4^ sezione di Casa dei Bimbi di Pinarella, autorizzata per l’A.S. 2010/2011 ad orario antimeridiano con la presenza di un Docente statale ed estesa fino alle ore 16,00, grazie all’assunzione di un’Educatrice, che partecipa all’attività didattica ed alla programmazione, finanziata con i Fondi assegnati dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Provincia di Ravenna.

Previsione per l’anno scolastico 2011 – 2012 Solo per le future classi PRIME • “G. PASCOLI” Cervia - viale Roma, 4 Classe 1 A: da lunedì a venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 13:00 con rientro Giovedì, fino alle ore 16:00 Classe 1 B: da lunedì a sabato, dalle ore 8:30 alle ore 12:30 con rientro Giovedì, fino alle ore 16:30 • “A. SPALLICCI” Cervia - via Pinarella, 17 Classe 1 A: da lunedì a giovedì, dalle ore 8:30 alle ore 13:00 con rientri Lunedì e Mercoledì fino alle ore 16:30; venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:30. • “G. DELEDDA” Pinarella - via Pinarella, 191 Classe 1 A: da lunedì a sabato, dalle ore 8:30 alle ore 12:30 con rientro Martedì, fino alle ore 16:30 • “A. MANZI” Tagliata - via Pinarella, 379 Classe 1 A: da lunedì a venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 12:30 con rientri Lunedì e Mercoledì, fino alle ore 16:30; Giovedì fino alle ore 14:30 • “M. BUONARROTI” Montaletto - via Farneti, 4 Scuola a tempo pieno: da Lunedì a Venerdì dalle ore 8:20 alle ore 16:20


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

6. MISSION DI CIRCOLO Il 2° Circolo Didattico di Cervia fa propri i principi fondamentali degli articoli 3, 33, 34 della Costituzione della Repubblica Italiana; ogni forma di insegnamento sarà ispirata ai principi di uguaglianza, accoglienza, integrazione. La scuola, nell’esercizio della propria responsabilità e nel quadro della propria autonomia funzionale, favorisce, attraverso la partecipazione democratica prevista dalle norme sugli Organi Collegiali, l’interazione formativa con la famiglia, quale sede primaria dell’educazione del bambino e, con la più vasta comunità sociale. La scuola si impegna perché ….. 1. La crescita di un’identità personale sia ben costruita attraverso l’autonomia ed il riconoscimento dell’altro e la sua accettazione. 2. La cultura che essa offre, diventi “spunto formativo del cuore, …in una rete di scenari, progetti, investimenti, interessi, dove il cuore dischiude alla vita e il sapere diviene strumento per esprimerla meglio” ( U. Galimberti). 3. La conoscenza divenga la risorsa più strategica e l’apprendimento il processo più importante (Bengt Ake Lundwal). 4. L’incontro con le discipline consenta di crescere, di pensare, di comunicare, di immaginare, di agire. 5. La competenza (conoscenze, abilità, padronanza di linguaggi, di “saperi situati”) nasca da contesti di apprendimenti stimolanti e motivanti per tutti.

7. OBIETTIVI DI CIRCOLO COME CERCHIAMO DI OPERARE Pur nell’incertezza del momento, la Direzione didattica e le scuole del Circolo sono impegnate nella elaborazione di percorsi pedagogico-didattici idonei a rendere attiva una “scuola su misura dei bambini-alunni”. Questo Circolo dà risalto: • alle singole potenzialità dei bambini-alunni; • alle loro diversità; • agli stili individuali di apprendimento; • alle loro aspettative. I bambini di oggi sono molto diversi da quelli di 10-15 anni fa; ciò dipende dall’organizzazione delle famiglie e dalle modificate relazioni sociali all’interno del territorio, dal rapido e sistematico sviluppo delle tecnologie della comunicazione e dai fenomeni migratori in atto. I bambini di oggi hanno bisogno, più che mai, di motivazioni e la loro scuola può trarre origine soprattutto: • dalla costruzione di un contesto educativo ricco di relazioni e di “storie” • dalla mediazione tra insegnamento e apprendimento • da uno stretto legame con le famiglie • da una rigorosa collaborazione tra scuola, enti e servizi territoriali. Si tratta di ciò che stiamo tentando di costruire, insieme.


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

8. INDIRIZZI FORMATIVI

Grazie all’Accordo di programma, approvato il 18-11-2010 dalla Giunta Provinciale di Ravenna, sarà possibile garantire l’integrazione scolastica dei bambini e degli alunni con disabilità nelle scuole di ogni ordine e grado. Inoltre è stato avviato il progetto di Istruzione domiciliare per alunni che abbiano subito interventi chirurgici o siano soggetti a gravi patologie.

9. PROGRAMMAZIONE DI SUPPORTO COMMMISSIONI Coordinatore 1. DISPERSIONE 2. INT ERCULTURA 3. CONTINUITÀ

Biondi E. Mussoni L. Lonzardi C.

4. CORPOREITÀ 5. MUSICA/T EATRO 6. EDUCAZIONE ST RADAL E 7. P.O.F. 8. SITO WEB 9. EMMA-MATEMATICA 10. ELL E-ITALIANO

Dallari E. Reno K. Lodato A. Dirigente Scolastico Monti L. Gardelli S. Gaudenzi P.

GRUPPI DI LAVORO 1. 2. 3. 4. 5.

BIBLIOT ECA T ERRIT ORIAL E HANDICAP ORARI ACQUISTI FORMAZIONE

Luciani M. Boscolo O. Bartolini D. Bartolini N. Pirini G.


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

FIDUCIARI DI PLESSO PASCOLI

Morganti M.G. - Rosamilia A.

DEL EDDA

Comandini C.

MONTALETTO

Mele T.

SPALLICCI

Gorini M.

MANZI

Zoffoli C.

ALESSANDRINI

Lonzardi C.

CASA DEI BIMBI - PINARELLA

Borelli M. C.

CASA DEI BIMBI - TAGLIATA

Mancini S.

10. COLLABORAZIONE SCUOLA-FAMIGLIE L’accoglienza del bambino nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria non può prescindere dall’accoglienza della sua famiglia. Un buon rapporto scuola-famiglia è indispensabile per l’instaurarsi della relazione fondamentale AE (adulto-educatore) / BA (bambino-alunno) che sta alla base di un sereno rapporto educativo. Un buon rapporto scuola-famiglia dipende dal tipo di comunicazione che intercorre tra le due istituzioni educative. Perciò in ogni scuola esiste anche un angolo delle informazioni (Albo, bacheca) e si favorisce la collaborazione e la partecipazione dei genitori alla vita scolastica. Importante è mantenere un clima di rispetto, fiducia, disponibilità e collaborazione. I genitori vengono coinvolti nella organizza zione scolastica rendendo il rapporto meno formale: incontri a tema con esperti, corsi manipolativi legati ai vari progetti scolastici (educazione alimentare, educazione musicale, realizza zione di oggetti regalo,...). La scuola offre la possibilità di numerosi colloqui informali (al mattino, durante l’ingresso dei bambini o all’uscita) che permettano momenti di scambio per capire meglio determinate situazioni ed avvenimenti che altrimenti risulterebbero, agli occhi dell’insegnante, incomprensibili. Per ampliare l’arricchimento dell’offerta formativa del Circolo è stata costituita l’Associazione Scolastica “Nonèmaitroppotardi” che potrà offrire, nell’A.S. 2011/2012, agli alunni iscritti alle scuole della Direzione Didattica del 2° Circolo di Cervia, a titolo gratuito, servizi ed opportunità formative scaturite dalle esigenze espresse dai docenti, tramite un percorso progettuale condiviso con le famiglie. RAPPORTI CON LE FAMIGLIE La nostra è una scuola del dialogo; una scuola intesa come luogo di cultura e di benessere. Il benessere si realizza nella quotidianità attraverso: - l’“insegnamento” nel quale immergersi e imparare; - la “relazione” per porre attenzione al singolo, al contingente, al particolare. Un clima positivo mette in risalto il valore della persona e riconosce l’unicità di ciascuno, per far diventare la scuola luogo di ricerca, di avventura, di costruzione, di impegno, di fatica in un clima sereno, di incontro e rinascita personale e sociale. La scuola è “un significativo luogo di apprendimento e socializza zione” e in questa visione l’insegnante diventa accogliente , capace cioè di creare un clima sociale positivo che viene realizzato con attenzione continua grazie alla capacità di ascolto.


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

Ascoltare, quindi, è assumere un atteggiamento di apertura, è un impegno attivo ad accogliere le esigenze del bambino in misura tale da consentire all’insegnante di progettare gli interventi che deve compiere nella propria azione educativa. Naturalmente vi sono i colloqui individuali e le assemblee di sezione/classe o di plesso che rivestono un ruolo importantissimo nel rapporto scuola-famiglia. Il colloquio permette di conoscere la storia del bambino, le sue abitudini, i suoi interessi, le sue difficoltà, le sue relazioni nell’ambito familiare; le assemblee danno la possibilità di creare un “gruppo” di adulti che si dimostra propositivo ed interessato alla vita scolastica per discutere e confrontarsi come genitori sulle problematiche dell’infanzia. RAPPORTI ISTITUZIONALI ASSEMBLEE DEI GENITORI (art. 45 D.P.R.416/74) Le Assemblee di Classe - Sezione, sono convocate mediamente 2 volte all’anno per trattare argomenti legati all’esperienza scolastica degli alunni. I contenuti sviluppati negli incontri non si limitano agli aspetti relativi ad apprendimenti disciplinari e all’andamento della programmazione didattica, ma interessano tematiche di carattere educativo. L’assemblea di classe/sezione o di istituto può essere convocata dal rappresentate di classe o su richiesta di un terzo dei genitori di classe o di istituto. All’assemblea di classe o di istituto possono partecipare con diritto di parola il Dirigente Scolastico e gli insegnanti della classe o dell’istituto. CONSIGLIO DI INTERSEZIONE/INTERCLASSE (art. 3 D.P.R. 416/74) I Consigli di Intersezione e di Interclasse con i genitori: • sono organizzati per plesso, • si riuniscono, di norma, ogni due mesi, • valutano l’andamento complessivo delle classi - sezioni, • formulano proposte in ordine: > all’organizza zione dell’attività scolastica, > alle visite di istruzione, > alla scelta dei libri di testo, > a problematiche specifiche dei plessi > ad altre eventuali iniziative. Sono composti dai docenti delle sezioni/classi dello stesso plesso, dai docenti di sostegno, da un rappresentante eletto dai genitori degli alunni iscritti per ciascuna delle sezioni o classi. Ha essenzialmente funzioni propositive per ciò che attiene l’ambito educativo-didattico e le attività di sperimentazione. Ha il compito di agevolare ed estendere i rapporti reciproci fra docenti e genitori degli alunni. I Consigli di Intersezione e di Interclasse con i soli docenti si riuniscono per trattare: • questioni riguardanti l’organizza zione dell’attività scolastica, • l’utilizzo delle risorse professionali del plesso, • l’attuazione dei progetti. COLLEGIO DEI DOCENTI Il Collegio dei Docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, anche in seduta comune, si riunisce mediamente una volta al mese, ma con una intensificazione di sedute nei primi due mesi dell’anno scolastico, per discutere e deliberare su materie di propria competenza, in merito:  agli aspetti educativi e didattici;


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

 all’ adozione dei libri di testo;  all’aggiornamento dei docenti;  ai progetti del Circolo. Può avvalersi del lavoro di proposta e approfondimento fatto dalle commissioni permanenti o di altre costituite su determinati argomenti. CONSIGLIO DI CIRCOLO (art. 5 D.P.R. 416/74) Il Consiglio di Circolo si riunisce mediamente 1 volta ogni 2 mesi per trattare gli argomenti che le norme, rinnovate con l’entrata in vigore dell’autonomia scolastica e dell’istituzione della dirigenza scolastica, gli assegnano. Può avvalersi del lavoro di analisi, approfondimento e di proposta di commissioni riguardanti singoli argomenti. Ne fanno parte docenti, genitori, personale ATA eletti ogni tre anni e il Dirigente Scolastico. È presieduta da un genitore eletto dal consiglio stesso.  Esercita in prevalenza attribuzioni amministrative in relazione alla gestione economico-finanziaria.  Adotta il regolamento interno che disciplina il funzionamento stesso, la vita e l’attività della scuola.  Delibera l’acquisto, il rinnovo e la conservazione delle attrezzature tecnicoscientifiche e dei sussidi.  Delibera per l’attuazione delle attività parascolastiche, interscolastiche ed extrascolastiche, con particolare riguardo alle visite guidate e ai viaggi d'istruzione.  Adatta il calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali.  Indica i criteri per la formazione delle classi/sezioni.

COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI CIRCOLO n. 1

COGNOME RAFFUZZI

NOME LUCA

2

FUSCONI

EDERA

3

BUSCAROLI

VALENTINA

4

CASTORI

5

2010/2011 - 2011/2012 - 2012/2013

COMPONENTE Presidente

Plesso Spallicci

Classe 1^A

Genitore

Pascoli

1^B

NATASCIA

C. dei B. Pinarella

RICCI

RAFFAELE

Buonarroti

1^A

6

GIORDANO

LIANA

Manzi

2^A

7

MARIANO

ELISA

C. dei B. Tagliata

8

MARIANI

MONICA

Deledda

2^A

9

SERAFINI

GIANLUCA

Pascoli

4^C

10

BARTOLINI

NADIA

Docente

Alessandrini

11

RICEPUTI

M. IRIS

C. dei B. Pinarella

12

ANGELI

PATRIZIA

Pascoli

13

BIANCHI

FRANCESCA

Manzi

14

GUIDI

ROSA

Spallicci

15

MELE

TERESA

Buonarroti

16

CROATTI

VILMA

Deledda

17

PIRINI

GIOVANNA

Pascoli

Dirigente Scolastico


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

18

SQUARCIAFICO

TEODOLINDA

Assist. Amministrat.

19

GIANNINI

ELEONORA

Collab. scolastico

COMPONENTE Dirigente Scolastico

GIUNTA ESECUTIVA n. 1

COGNOME FUSCONI

NOME EDERA

Plesso

Classe

2

ROSSI

LUCIA

D.S.G.A.

3

MARIANI

MONICA

Genitore

Deledda

2^A

4

MELE

TERESA

Buonarroti

5

GIANNINI

ELEONORA

Ata

11. PROGETTI PROGETTI REALIZZATI NEL CIRCOLO anno scolastico 2010/2011 Progetto

Referente

Attività m otorie (Società sportive - Amsem - Giocosport)

DALLARI ELISABETTA

Italiano a colori (in rete Intercultura – LR 12/03)

MUSSONI LUCIANA

Progetto 06 – Continuità infanzia-prim aria Teatro - Musica Biblioteca territoriale - Bibliom obile

LONZARDI CINZIA RENO KETTY

LUCIANI MICHELA

Consiglio com unale dei bam bini/e Ufficio Istruzione del Comune

PATRIZIA GAUDENZI – FIRRINCIELI DANIELA

Educazione stradale Polizia Municipale

LODATO ANGELA

Insieme per crescere In rete Intercultura - L.R. 12/03

ELEONORA BIONDI

Im paro, m i esprimo…sto bene col m io corpo In rete Intercultura - L.R. 12/03

BOSCOLO ORNELLA

Laboratorio am bientale - Saline Ufficio Istruzione del Comune – Fongoli)

CRISTINA ZOFFOLI

Progetto “Paesaggi Interculturali” Ufficio Istruzione del Comune – Fongoli

MUSSONI LUCIANA

Iniziative “Casa delle Aie”

FIDUCIARI DEI PLESSI


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

Progetto “MUSA” Museo del sale

DOCENTI DI CLASSE 3^

Visite guidate a Cervia Storica Melandri

LODATO ANGELA

Materialità Provincia di Ravenna

CRISTINA ZOFFOLI

Collaborazione Aeroporto di Cervia Protezione Civile

MELE TERESA

Pedibus Comune di Cervia

MELE TERESA

Educazione Alimentare Ass.to Politiche agr icole Prov. Ra

COMANDINI CATERINA

Associazioni di Volontariato

BIONDI ELEONORA

Oltre ai suddetti, sono avviati: • Progetti per le ore alternative alla Religione cattolica ; • Progetti di recupero/potenziamento da realizzare nelle ore di contemporaneità, anche in orario extracurricolare. 12. RELAZIONI COL TERRITORIO I docenti di questo Circolo hanno deciso di sviluppare le attività della scuola secondo percorsi di ricerca-azione (anche aderendo alle iniziative progettuali della provincia e della regione), di aprirsi al territorio partecipando ai progetti territoriali che permettono l’ampliamento e l’approfondimento dei contenuti che la scuola intende perseguire. Il progetto educativo della scuola è finalizzato a promuovere la maturazione dell’identità, la conquista dell’autonomia, lo sviluppo delle competenze di bambinialunni, soggetti attivi in un processo di continua interazione con i pari, con gli adulti, con l’ambiente. Il raggiungimento di queste mete, passa attraverso un raccordo effettivo con il territorio e con gli enti in esso presenti. 1- ENTE LOCALE: a- PROGETTO 06: sono coinvolte le scuole dell’infanzia, il nido comunale, le classi prime della scuola primaria. Una sinergia volta a realizzare un progetto di conoscenza e continuità verticale. b- CONTINUITÀ: sono coinvolte le classi 5^ della scuola primaria e la scuola secondaria di 1° grado. Un rapporto di collaborazione per favorire la conoscenza e diminuire le distanze fra i due ordini di scuola. c- PASSAPORTO PER IL MONDO: sono coinvolte tutte le scuole. d- MENÙ A COLORI: ogni anno scolastico, per una settimana, vengono proposti piatti caratteristici della tradizione di altri Paesi. e- PAESAGGI INTERCULTURALI: persone di altra nazionalità portano la propria testimonianza riguardo le tradizioni, la storia e le abitudini del proprio Paese attraverso conversazioni, attività, laboratori concordati con gli insegnanti. f- SPORTELLO INTERCULTURA: servizio di counseling per le problematiche


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

interculturali. g- CENTRO RISORSE: consulenze, materiale librario, documentazione. h- BIBLIOTEC A RAGAZZI: ampliamento delle biblioteche di plesso attraverso il prestito di libri per ragazzi; possibilità di usufruire del servizio di biblioteca mobile (Libby), interventi del personale di biblioteca nelle classi; possibilità di letture animate con il personale della Biblioteca Ragazzi in classe o nei locali della biblioteca. 2- AUSL A- PSICOLOGO E NEUROPSICOLOGO B- ASSISTENTI SOCIALI C- EDUCATORI D- DIETOLOGA E- LOGOPEDISTA 3- HERA RAVENNA a- MATERIALITÀ: laboratori scientifici e/o creativi proposti da esperti. 4- PROVINCIA DI RAVENNA a- LA SECONDA VITA DELLE COSE : materiale ed esperti per la realizza zione di percorsi scientifici. b- OGNUNO VEDE QUELLO CHE SA: materiale ed esperti per la realizza zione di percorsi di ricerca-azione scientifica. 5- CASA DELLE CULTURE DI RAVENNA a- Un gruppo di lavoro, formato da insegnanti della scuola dell’obbligo e mediatori, affronta le tematiche legate all’inserimento scolastico dei bambini stranieri e all’insegnamento dell’italiano come lingua 2. b- Organizza iniziative e con vegni sui temi interculturali. c- Organizza corsi di formazione rivolti ai docenti del territorio, in collaborazione con l’Università di Venezia. 6- COOP CONSUMO a- Finanzia progetti e laboratori. b- Finanzia l’intervento di esperti. 7- CERVIA BUONA a- Sostegno finanziario agli alunni con difficoltà economiche. 8- CONSIGLIO DI ZONA a- Sostegno finanziario alle iniziative della scuola. 9- USP di RA – CONI RA a- Attività motoria per la scuola dell’Infanzia e Primaria (AMSEM) b- Attività di Giocosport (classi 4^ e 5^) 10-SOCIETÀ SPORTIVE CERVESI a- Collaborazioni con i docenti

13. VALUTAZIONE Il Collegio Docenti, a seguito della riforma scolastica, che ha introdotto per la valutazione intermedia e finale il voto espresso in decimi, ha deciso di adottare la vota zione che va dal 5 al 10. Le classi prime, esclusivamente per la valutazione del 1° Quadrimestre, utilizzeranno i voti dal 7 al 9. Resta espressa con giudizio la valutazione per il Comportamento e per la Religione Cattolica. Gli alunni delle classi 2^ e 5^ della scuola primaria sono coinvolti nelle prove di Valutazione INVALSI, che prevede la somministrazione di batterie di test predisposte a livello Nazionale a conclusione dell’anno scolastico.


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

Il 2° Circolo di Cervia intende mettere in evidenza gli elementi costitutivi del proprio percorso di valutazione attraverso una semplice schematizza zione:

Quando valutare ? valutazione diagnostica Per determinare i livelli di partenza degli alunni

valutazione formativa valutazione sommativa o in itinere o finale Per dare forma agli Coincidente con la scheda di apprendimenti, regolare gli valutazione obiettivi, i tempi, le modalità; permettere di riprogettare gli interventi didattici in base alle difficoltà e ai punti di forza riscontrati

Come valutare ? valutazione diretta e/o indiretta Con schede, test, questionari, osservazioni

a- valutazione formale b- informale a) Si utilizzano strumenti e modalità che pongono tutti gli alunni di fronte alle stesse condizioni; b) si raccolgono tutte le possibili modalità di osservazione o di accertamento non predefinito che, all’interno dell’azione didattica permettono di rilevare l’andamento delle attività e monitorare l’azione formativa

Cosa valutare ?

profitto/padronanza

conoscenze/prestazioni

progressi e raggiungimento competenze


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

DIREZIONE DIDATTICA S TATALE " G. PASCOLI" 2° CIRCOLO – CERVIA Codice M.I.U.R.: RAEE02200E - C.F.80107150395 Via Circonvallazione Sacchetti n.109 - 48015 CERVIA (RA) Telefono: 0544 971031 – Fax: 0544 973744 E-MAIL: dd2circolo@cervia.com – LEGALMAIL: dd2cervia@legalmail.it WEB: www.dd2.cervia.com

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

ALLEGATO n. 1

“LE SCUOLE”


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

DIREZIONE DIDATTICA S TATALE " G. PASCOLI" 2° CIRCOLO – CERVIA Codice M.I.U.R.: RAEE02200E - C.F.80107150395 Via Circonvallazione Sacchetti n.109 - 48015 CERVIA (RA) Telefono: 0544 971031 – Fax: 0544 973744 E-MAIL: dd2circolo@cervia.com – LEGALMAIL: dd2cervia@legalmail.it WEB: www.dd2.cervia.com

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

ALLEGATO n. 2

“PROGETTI”


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

Corsi di formazione A.S. 2010/2011 • Il curricolo in verticale: area logico-matematica; • Indicazioni nazionali sui curricoli; • Educazione stradale “Nuovo codice della strada”; • Insegnare con la LIM; • Pronto soccorso e antincendio. Progetti di Circolo • Insieme per crescere (Scuola Capofila S.M.S. “Ressi-Gervasi”): vengono svolti progetti per prevenire la Dispersione Scolastica. • Italiano a colori (Scuola Capofila Direzione Didattica 2° Circolo): vengono svolti progetti per favorire l’integrazione scolastica degli alunni stranieri. • Imparo, mi esprimo… Sto bene col mio corpo (Scuola capofila Direzione Didattica 3° Circolo di Cervia): vengono svolti progetti per favorire l’integrazione scolastica degli alunni disabili. • Progetto 0-6 (Scuola Capofila Direzione Didattica 2° Circolo): vengono svolte attività per fa vorire la Continuità fra nido, scuola dell’Infanzia e scuola Primaria. • Motoriamente: progetto di attività motoria per le scuole dell’infanzia e primarie. • Progetto “150 anni di Unità d’Italia a tavola”: progetto relativo alle attività ed iniziative di educazione ai consumi alimentari • Progetto “Percorsi in continuità”: il progetto si propone di consolidare il raccordo pedagogico-curricolareorganizzati vo tra la scuola primaria e la scuola media.

Progetti Plesso

• Scuola Primaria “Pascoli”: “La Scuola è....”: per accogliere e integrare tutti gli alunni, per superare le difficoltà legate all'handicap, allo svantaggio, alle differenze etniche, linguistiche e religiose; “I cent’anni della Scuola Pascoli”: in occasione del centenario della Scuola si vuole elaborare un progetto che scoprendo la ricchezza del passato si possa far capire il presente e guardare al futuro con occhi diversi;

• Scuola Primaria “Manzi”: “Tagliata e contorni. Una storia lungo il fiume”: un progetto di educazione ambientale per mettere gli alunni in condizione di saper leggere gli aspetti del proprio ambiente dal punto di vista storico, di riappropriarsi del proprio territorio e delle proprie radici culturali e di saper comprendere che si può diventare “Cittadini del mondo”solo se si posseggono solide e ben ramificate radici nella propria terra di origine ; “Laboratorio di lettura”: per promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della lettua e favorire l’avvicinamento affettivo ed emozionale del bambino al libro;


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

“Insegnare con la LIM”: per realizzare lezioni fondate su una didattica attivalaboratoriale, dove fare è punto di partenza del ragionare;

• Scuola Primaria “Deledda”: “Oltre la Terra in cerca di amici”: per educare i bambini affinché acquisiscano corrette abitudini alimentari e stili di vita finalizzati allo stare bene, conoscano abitudini di vita e alimentari di altri paesi e possano relazionarsi e muoversi nel proprio territorio in modo consapevole e responsabile; “Impara nuotando”: per conoscere il proprio corpo e le proprie capacità, per socializzare e vi vere una esperienza comune, per imparare attraverso un’attività ludico sportiva e superare la paura dell’acqua;

• Scuola Primaria “Spallicci”: “Vivere il territorio sulle tracce dell'acqua”: per conoscere il ciclo dell'acqua, per scoprire le caratteristiche dell'acqua, per indagare sul problema della distribuzione dell'acqua e sul suo uso sostenibile, per approfondire la conoscenza degli ambienti a noi più vicini e per riscoprire gli aspetti della cultura e del passato legati all'acqua; “Acqua, nutrimento del corpo e della mente : educhiamoci per educare”: per offrire una opportunità di auto-formazione ad insegnanti e genitori sui temi correlati al progetto “Vivere il territorio sulle tracce dell'acqua”; “Quando la disabilità può essere una risorsa”: per favorire i processi di integrazione e attribuire ruoli significativi ai bambini con deficit attraverso la realizzazione di materiali necessari ad una drammatizza zione e lo studio del linguaggio teatrale finalizzato all’elaborazione e rappresentazione di una storia;

• Scuola Primaria “Buonarroti”: “A Scuola... nel bosco”: un progetto di educazione ambientale per mettere gli alunni in condizione di saper acquisire chiavi di lettura di un ambiente, sviluppare le capacità di osservazione, lettura e analisi del territorio; “Acquaticità”: per sviluppare una buona dimestichezza nel bambino con l’elemento acqua;

• Scuola Infanzia “Alessandrini”: “Giramondo”: per creare una situazione di armonia e solidarietà tra i bambini, la famiglia e la scuola, per instaurare un buon rapporto con il territorio e per incentivare il senso di appartenenza sociale sia nel bambino che nella famiglia; “Giochiamo con la geometria”: il laboratorio vuole affrontare il primo approccio alla geometria e sperimentare in modo tridimensionale le forme per una lettura della realtà più intuitiva e quindi più vicina all’esperienza dei bambini; “We speak English”: per imparare l’inglese al fine di stimolare lo sviluppo linguistico e cognitivo del bambino, con particolare riguardo all’ascolto e alla comprensione e


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

promuovere la fiducia in sé e il riconoscimento della propria identità personale e culturale al fine di aprirsi a culture diverse dalla propria;

• Scuola Infanzia “Casa dei Bimbi” Pinarella: “Le stagioni. Un mondo da scoprire”: promuovere l’educazione ambientale, per conoscere il il ciclo delle stagioni e le trasformazioni che le accompagnano permettendo ai bambini di cogliere il senso ciclico del passare del tempo; “Progetto di ballo”: per promuovere, attraverso il linguaggio corporeo, la comunicazione e la relazione con il mondo circostante;

• Scuola Infanzia “Casa dei Bimbi “ Tagliata: “Fare scuola attraverso laboratori - Gocce di emozioni”: Il tema dell'acqua è il filo conduttore di tutte le attività che si svolgono nei laboratori, attività che servono a stimolare la ricerca-azione e a migliorare le capacità dei singoli a valorizzare le potenzialità di ognuno; “Giochi di parole”: per consolidare, potenziare ed ampliare la conoscenza e le abilità linguistiche e quindi raggiungere una sicura padronanza della lingua; “English is fun”: per imparare l’inglese al fine di stimolare lo sviluppo linguistico e cognitivo del bambino, con particolare riguardo all’ascolto e alla comprensione e promuovere la fiducia in sé e il riconoscimento della propria identità personale e culturale al fine di aprirsi a culture diverse dalla propria.


2° CIRCOLO DIDATTICO di CERVIA

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

DIREZIONE DIDATTICA S TATALE " G. PASCOLI" 2° CIRCOLO – CERVIA Codice M.I.U.R.: RAEE02200E - C.F.80107150395 Via Circonvallazione Sacchetti n.109 - 48015 CERVIA (RA) Telefono: 0544 971031 – Fax: 0544 973744 E-MAIL: dd2circolo@cervia.com – LEGALMAIL: dd2cervia@legalmail.it WEB: www.dd2.cervia.com

PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA 2010 – 2011

ALLEGATO n. 3

“BILANCIO”


Mod A (art. 2)

DIREZIONE DIDATTICA STATALE G.PASCOLI 2 CIRCOLO 48015 CERVIA VIA CIRCON. SACCHETTI, 109 Q.RE CENTRO C.F. 80107150395 C.M. RAEE02200E

PROGRAMMA ANNUALE Esercizio finanziario 2011 ENTRATE Aggr.

Importi Voce

01 01 02 02 01 02 03 04 05 03 01 02 03 04 04 01 02 03 04 05 06 05 01 02 03 04 06 01 02 03 04 07 01 02 03 04 08 01 02

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE NON VINCOLATO VINCOLATO FINANZIAMENTI DELLO STATO DOTAZIONE ORDINARIA DOTAZIONE PEREQUATIVA ALTRI FINANZIAMENTI NON VINCOLATI ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI FONDO AREE SOTTOUTILIZZATE FAS FINANZIAMENTI DELLA REGIONE DOTAZIONE ORDINARIA DOTAZIONE PEREQUATIVA ALTRI FINANZIAMENTI NON VINCOLATI ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI FINANZIAMENTI DA ENTI LOCALI UNIONE EUROPEA PROVINCIA NON VINCOLATI PROVINCIA VINCOLATI COMUNE NON VINCOLATI COMUNE VINCOLATI ALTRE ISTITUZIONI CONTRIBUTI DA PRIVATI FAMIGLIE NON VINCOLATI FAMIGLIA VINCOLATI ALTRI NON VINCOLATI ALTRI VINCOLATI PROVENTI DA GESTIONE ECONOMICA AZIENDA AGRARIA AZIENDA SPECIALE ATTIVITA' PER CONTO TERZI ATTIVITA' CONVITTUALE ALTRE ENTRATE INTERESSI RENDITE ALIENAZIONE DI BENI DIVERSE MUTUI MUTUI ANTICIPAZIONI

73.103,70 2.500,00 70.603,70 55.182,50 55.182,50

27.612,50

612,50 7.000,00 20.000,00 6.100,00 3.100,00 1.000,00 2.000,00

500,00 500,00

Totale entrate

162.498,70

Pag. 1 di 2


Mod A (art. 2)

DIREZIONE DIDATTICA STATALE G.PASCOLI 2 CIRCOLO 48015 CERVIA VIA CIRCON. SACCHETTI, 109 Q.RE CENTRO C.F. 80107150395 C.M. RAEE02200E

PROGRAMMA ANNUALE Esercizio finanziario 2011 SPESE Aggr.

Importi Voce

A A01 A02 A03 A04 A05 P P01 P02 P03 P04 P05 P06 P07 P08 P09 P10 P11 P12 P13 P14 G G01 G02 G03 G04 R R98

ATTIVITA' FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO GENERALE FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE SPESE DI PERSONALE SPESE D'INVESTIMENTO MANUTENZIONE EDIFICI PROGETTI Biblioteca Territoriale Formazione e aggiornamento Prevenzione alla dispersione scolastica e disabilità Educazione alimentare Progetto 0 - 6 Attività sportive e corporee Progetti Plesso Pascoli Progetto Italiano a colori....A.S. 2010/2011 L' informatica e le nuove tecnologie Progetto Educazione Ambientale We Speak English Laboratori espressivi Progetto Scuole Aperte VOLONTACERVIA GESTIONE ECONOMICHE AZIENDA AGRARIA AZIENDA SPECIALE ATTIVITA' PER CONTO TERZI ATTIVITA' CONVITTUALE FONDO DI RISERVA FONDO DI RISERVA

101.329,67 16.940,42 17.699,36 64.925,93 1.763,96 40.769,03 854,01 438,62 466,04 8.066,57 16.856,01 586,70 2.328,70 5.278,14 2.304,96 823,48 2.321,00 444,80

Totale spese Z

Z01 DISPONIBILITA' FINANZIARIA DA PROGRAMMARE Totale a pareggio

Predisposto dal dirigente il 31/01/2011

400,00 400,00 142.498,70 20.000,00 162.498,70

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Edera Fusconi

Proposto dalla Giunta Esecutiva il 09/02/2011

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA ESECUTIVA Edera Fusconi

Approvato dal Consiglio d'Istituto il 09/02/2011

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO Sig. Luca Raffuzzi

Pag. 2 di 2

POF 2010-2011  

Piano dell'Offerta Formativa del 2° Circolo Didattico di cervia