Page 1

«Visioni e concretezza»

Sezione di Locarno

Programma di legislatura 2008-2012

Per noi liberali radicali la politica significa stare dalla parte dei cittadini, conoscere i loro bisogni e coerentemente offrire il nostro contributo fattivo. Con tale spirito di servizio e senso dello Stato che ci contraddistinguono dai tempi di Stefano Franscini, ci applichiamo per uno sviluppo armonioso della città e della sua regione nel contesto locale e globale. Per il prossimo quadriennio abbiamo fissato degli obiettivi concreti e realizzabili da perseguire nel rispetto dei nostri valori e della nostra identità: la crescita, l’equità, l’apertura e la conoscenza.

La gestione del quotidiano, seppure condotta secondo principi di correttezza ed efficienza, non basta da sola a garantire un futuro solido e stabile a una città e alla sua regione intimamente collegata. Nella politica moderna, in un mondo globalizzato e in rapida evoluzione è necessario disporre di una visione politica più ampia che garantisca uno sviluppo economico e sociale sano e durevole a vantaggio delle prossime generazioni di cittadini. Per la prossima legislatura 2008-2012, intendiamo proseguire con coerenza e impegno l’attività gestionale sulla base delle linee guida esposte di seguito.

In particolare, fare in modo che la Città:

• affermi a pieno titolo il ruolo di polo promuovendo il processo di aggregazione regionale; • si impegni a valorizzare il proprio potenziale economico, industriale, turistico e culturale; • si impegni a realizzare in tempi brevi le infrastrutture di interesse regionale necessarie al rilancio economico: sistemazione e valorizzazione dell’area storica Città Vecchia-Castello-Piazza Grande; Centro turisticocongressuale; Museo del territorio; collegamento autostradale. • Soddisfi efficaciemente il bisogno di sicurezza dei cittadini; • integri con efficacia la popolazione straniera residente; • prosegua nel risanamento finanziario, base necessaria per lo sviluppo economico e per favorire il consenso intorno al progetto di aggregazione regionale; • migliori costantemente la sua qualità di vita anche in termini ambientali. • si impegni a salvaguardare le aree e gli stabili di pregio dei cittadini dallo sviluppo urbanistico; • sviluppi i suoi contatti politici, economici e culturali con i Comuni limitrofi e delle valli, il Cantone e la Confederazione.


Sezione di Locarno

Promuoviamo la nostra economia

A sostegno di un miglioramento della socialità e della lotta alla disoccupazione occorrono dei finanziamenti. Nuovi insediamenti sono la premessa per un incremento del gettito fiscale. Ciò è possibile rendendo più attrattivo il nostro territorio. Concretamente, cercando di mantenere il moltiplicatore d’imposta il più basso possibile, promuovendo le potenzialità della regione e abbassando il debito pubblico. In particolare, intendiamo sostenere le iniziative dell’economia privata volte a favorire uno sviluppo economico duraturo e sostenibile che genera posti di lavoro nei vari settori.

Perciò, intendiamo consolidare e favorire il tessuto industriale cittadino nella zona industriale di Locarno-Riazzino sostenendo la politica intrapresa dal Comune che prevede l’insediamento di ditte ad alto contenuto tecnologico. La zona industriale di Locarno (a Riazzino) è ideale anche perché è situata fuori dal centro urbano e a poca distanza dall’autostrada.

L’apertura di nuovi istituti bancari avvenuta di recente e il consolidamento di importanti ditte nella nostra zona industriale, indicano un rinnovato interesse degli operatori economici verso la Città. Ciò lascia intendere segni di ripresa e ci sprona a creare le migliori premesse affinché gli imprenditori si stabiliscano a Locarno. Questi settori ad alto valore aggiunto completano l’ampia offerta turistica, culturale ed economica della Città.

«Visioni e concretezza» Il collegamento rapido con l’autostrada è urgente per cui, dopo la caduta delle recente proposta, dobbiamo attivarci affinché avvenga al più presto un percorso idoneo e condiviso, per rendere ulteriormente più attrattivo il locarnese anche per l’insediamento di imprese sul nostro territorio e a vantaggio del turismo. A tale proposito, il nostro Partito intende sostenere ed incrementare l’attività turistica in città, favorendo l’inserimento di strutture alberghiere e lo svolgimento di manifestazioni di ampio richiamo che promuovono l’immagine di Locarno in tutta la Svizzera e all’estero.


Sezione di Locarno

Sicuri a Locarno, dovunque e a qualsiasi ora

Intendiamo, quindi, intervenire per soddisfare il bisogno di sicurezza e di tranquillità fortemente avvertito in Città, di giorno e di notte. Lottare contro qualsiasi forma di violenza, di razzismo e di emarginazione affrontando in modo aperto e senza nessuna forma di strumentalizzazione politica. Vogliamo impegnarci contro esclusione, microcriminalità e violenza gratuita. Inoltre, intendiamo operare in modo che nessun quartiere della Città divenga un territorio abbandonato al proprio destino. Per questo auspichiamo un’efficiente e rapido servizio di polizia, un’accresciuta presenza degli agenti di quartiere e una copertura del servizio sulle 24 ore per 365 giorni all’anno. Favoriamo un ambiente gradevole e salubre

Appoggiamo una politica ambientale che va nella direzione di una costante lotta agli sprechi energetici e al risparmio economico. Politica peraltro intrapresa dal Comune già da tempo, si pensi alla Centrale di cogenerazione e rete teleriscaldamento in attività dal 1997 (che deve essere impiegata sfruttando tutta la sua potenzialità) e al recente ampliamento della scuola elementare dei Monti secondo gli standard Minergie. Sosteniamo, quindi, l’iniziativa presa recentemente dal Municipio per ottenere il marchio «Città dell’energia» che attua una politica sostenibile e costantemente aggiornata in campo energetico, della mobilità e dell’ambiente. Il tutto all’insegna della concretezza e con grandi vantaggi sulla qualità di vita dei residenti. Incoraggiamo una politica che stimoli il privato a costruire stabili secondo gli standard Minergie tramite, ad esempio, l’esenzione dalla tassa edilizia, sussidio per utilizzo energie rinnovabili, sussidio per verifiche energetiche, bonus sulle superfici utili per Minergie. Senza dimenticare le misure contro l’inquinamento luminoso da noi promosse. Preserviamo i quartieri, per quanto possibile, dalle forme d’inquinamento e di disturbo.

«Visioni e concretezza» Limitiamo al massimo i rumori del traffico automobilistico e motociclistico attraverso Zone 30 e Zone incontro. Limitiamo le emissioni dei veicoli comunali e dei mezzi pubblici dotandoli di filtri antiparticolato e rinnovando i veicoli con quelli di nuova concezione.

Sviluppiamo nuovi spazi verdi nel centro città quali luoghi godibili dalle famiglie e dai bambini e assicuriamo un’adeguata cura agli spazi esistenti come i Parchi giochi, il Bosco Isolino e, più in generale, alla pulizia della città.


Sezione di Locarno

Tuteliamo le aree e gli stabili pregiati

«Visioni e concretezza»

Garantiamo una gestione urbanistica di qualità con particolare attenzione alla Città Vecchia e alla Piazza Grande tramite interventi architettonici ragionati e attenti al contesto territoriale: studiamo la possibilità di inserire modifiche nei piani regolatori volte a raggiungere questo obiettivo. E prestiamo particolare attenzione e collaborazione alla neocostituita «Commissione del paesaggio» cantonale che esamina le domande di costruzione e valuta il loro impatto dal punto di vista paesaggistico sul territorio.

Potenziamo ulteriormente i mezzi pubblici

Vogliamo continuare a favorire una mobilità combinata tramite una ragionata interazione tra mezzo pubblico e privato. Per raggiungere questo obiettivo occorre incrementare un servizio pubblico efficace. Vogliamo limitare il traffico parassitario permettendo, tuttavia, il transito sulle specifiche arterie attraverso la realizzazione di Zone 30 e della Zona incontro. L’accesso veicolare ed il parcheggio è garantito ai residenti con le zone blu.


Sezione di Locarno

Promuoviamo un’adeguata socialità

Il Preambolo della Costituzione federale «la forza di un popolo si commisura al benessere dei più deboli dei suoi membri» proclama un impegno sociale della collettività che come liberali-radicali intendiamo perseguire. Il nostro Partito si è sempre adoperato per garantire la coesione sociale e per sostenere le categorie meno favorite. Siamo convinti che esistano spazi d’intervento sociale a livello comunale, in particolare per quel che riguarda l’offerta di determinati servizi e l’integrazione sociale. In questo ambito, ricordiamo, abbiamo promosso un corso su misura per le persone che richiedono un accompagnamento nell’ottenimento della naturalizzazione. Intendiamo, ora, studiare l’istituzione della figura del «mediatore culturale». Una persona che funga da tramite tra cittadinanza e istituzioni da un lato e il proprio gruppo culturale di provenienza dall’altro. Tutto ciò a favore di una migliore integrazione delle varie etnie presenti nella nostra regione. Diamo fiducia ai giovani

Riteniamo che il Municipio, in collaborazione con gli organi competenti del Cantone deve promuovere momenti formativi seguiti da opportunità di inserimento professionale per quelli meno qualificati (ad esempio occupazioni giovanili nel turismo, nella cultura, nel sociale, oppure con apprendistati) usufruendo delle potenzialità e delle peculiarità della regione. Ciò, a sostegno dell’occupazione, in particolare quella giovanile che costituisce un grave ostacolo alla realizzazione di un diffuso benessere stabile. Concretamente, significa sostenere le iniziative cantonali volte a premiare i datori di lavoro che si assumono gli oneri della formazione.

Sosteniamo le famiglie

«Visioni e concretezza»

Onde facilitare la conciliabilità tra vita famigliare e impieghi riteniamo importante che le famiglie in cui entrambi i coniugi lavorano e quelle monoparentali, beneficino di servizi di presa a carico extrafamiliari, con orari adeguati alle esigenze dei genitori. Un efficiente coordinamento tra le istituzioni che si occupano di situazioni familiari particolari rappresenta un ulteriore supporto alla politica a favore della famiglia. Gli orari di apertura delle scuole per l’infanzia devono venire incontro ai bisogni delle famiglie. Perciò sosteniamo le strutture come l’asilo nido che introducono orari flessibili in funzione delle esigenze professionali dei genitori.


«Visioni e concretezza»

Sezione di Locarno

Sosteniamo gli anziani

Il partito considera da sempre gli anziani una risorsa per la società, tutelandone dignità e indipendenza. La nostra società è infatti basata, anche economicamente, sulla solidarietà tra le generazioni. L’anziano oggi vive più a lungo e gode di una maggiore indipendenza che vogliamo ampliare. Intendiamo favorire la loro mobilità nelle aree pedonalizzate tramite servizi pubblici adattati alle loro esigenze incoraggiandone l’autonomia.

chi giochi rendendoli più attrattivi e sicuri. Così da soddisfare le esigenze di bambini e dei genitori. Questi spazi ricreativi rappresentano l’anello di congiunzione tra le attività scolastiche e il momento del rientro a casa ed hanno pertanto forti connotazioni pedagogiche e di socializzazione. In relazione alle mense scolastiche, il partito intende proseguire nella politica di moderazione dei prezzi del catering scolastico.

Riteniamo che la scuola sia un mondo aperto che non limita la sua attività tra le mura scolastiche, ma interagisce con la vita familiare e lavorativa delle persone. Sosteniamo, quindi, le attività extra scolastiche, sportive, quelle svolte al Centro giovanile quali luoghi di sana crescita collettiva. Inoltre, è di primaria importanza adeguare i nostri par-

L’Autorità tutoria è soggetta ad un notevole carico di lavoro e va dunque potenziata. È quindi opportuno incrementare la rete di volontariato esistente. A tale misura occorre affiancare ulteriori provvedimenti volti al reinserimento lavorativo e sociale di cittadini che beneficiano da lungo tempo di un sostegno sociale (assicurazione disoccupazione e contributi assistenziali). Per facilitarne il reinserimento occorre offrire incentivi al mondo imprenditoriale disponibile ad assumere questa importante e qualificante funzione. Siamo convinti che tale azione porterà benefici non solo ai fruitori del servizio. Anche l’ente pubblico deve offrire la possibilità di svolgere periodi lavorativi che permettono il reinserimento professionale dei cittadini.

A favore della scuola

Sosteniamo i concittadini in difficoltà


Sezione di Locarno

Viviamo e sviluppiamo assieme la Città e la sua Regione

Sosteniamo le modalità d’incontro, di partecipazione e di collaborazione recentemente ideate per la popolazione. Ad esempio, il successo di Locarno On-ice e Moon and Stars ci incoraggia a pensare e promuovere anche altre manifestazioni. La Biblioteca regionale deve recuperare un ruolo centrale nella vita culturale della Città. Continuiamo a promuovere lo sport, quale fattore di socializzazione e di forma fisica che va sostenuto attivamente facilitando i differenti compiti delle società sportive con occhio attento alla qualità delle strutture disponibili. Intendiamo ampliare gli spogliatoi della Morettina per andare incontro ai reali bisogni dei fruitori. Infine, in tale ambito giocherà un ruolo fondamentale la collaborazione con l’ufficio sport e le società sportive. Il Festival internazionale del film

Sotto il profilo culturale il Festival del Film dovrà continuare ad essere un richiamo di prestigio e l’ispiratore di nuove attività. In quest’ottica la realizzazione del nuovo Centro turisticocongressuale diventa prioritario a breve, anche per le enormi ricadute economiche sull’intera Regione. Ciò, andrebbe a favorire il ruolo di Locarno quale città del cinema inteso come produzioni, insegnamento e occasione di lavoro.

Il Centro storico di Locarno

«Visioni e concretezza»

Oltre alla sistemazione di Piazza Grande, occorre riqualificare la Città Vecchia dove si trovano alcune delle maggiori potenzialità della Città. Una misura concreta consiste nel realizzare, tramite affissi, un percorso didattico culturale che includa il Castello, il Rivellino, la Pinacoteca Casa Rusca, il futuro Museo del territorio, le Chiese e Casorella. La Città e la sua Regione devono valorizzare adeguatamente l’artigianato e la cultura delle sue valli. Una spinta a tale proposta potrà essere data dal futuro Museo del Territorio. È importante continuare la pedonalizzazione e la riqualifica del Centro storico accompagnando tali misure con provvedimenti volti a favorire la mobilità della popolazione e in un costante dialogo con commercianti e operatori del turismo e della ristorazione. La pedonalizzazione, la pavimentazione e l’arredo della Piazza Grande contribuiranno fattivamente a migliorare l’immagine della città in termini di qualità di vita. Il settore turistico tradizionale va dunque incrementato con un’offerta mirata. Per perseguire questo proposito è indispensabile continuare la politica concertata Città-Regione-Ente Turistico Lago Maggiore, sviluppando obbiettivi comuni e/o complementari agli altri centri. Così come le varie altre collaborazioni tra Città e Comuni limitrofi.


La Città giardino

Sezione di Locarno

Un giardino in città, un luogo di verde, di tranquillità piena, di pace cittadina, che unisce la Piazza al lago consentendo di ampliare gli spazi dedicati agli eventi e di creare un luogo di incontro tra centro, stazione e lago. Tale area verde si accompagnerà a interventi ulteriori a vantaggio dei pedoni ma con uno sguardo attento alla mobilità della città. Ciò va incontro alla sensibilità ecologica dei cittadini che deve essere ulteriormente incentivata tramite misure concrete per favorire il risparmio energetico e la riduzione di emissioni nocive nell’ambiente. Senza dimenticare il Bosco Isolino che a tutte le carte in regole per diventare il parco della Città. Intendiamo proporre la realizzazione di un «percorso didattico verde» che, partendo dai Giardini Rusca, attraversi il lungolago fino ai Giardini Arp e il Bosco Isolino per proseguire fino al Parco delle camelie e terminare al Delta. Tutto ciò con occhio attento ai conti pubblici

Alcuni importanti fattori hanno portato il debito pubblico ad inizio legislatura a 114 milioni. Tra questi, i numerosi e importanti investimenti - effettuati negli anni novanta dalla Città e d’interesse regionale - come il rifacimento dell’area Lungolago-Giardini Arp, il Centro di Pronto intervento, la ristrutturazione di Casa Rusca e Casorella, della Casa per Anziani San Carlo eccetera. Inoltre, in questa legislatura, si sono aggiunti gli sgravi fiscali cantonali (che in questi quattro anni hanno ridotto le entrate della Città di circa 5 milioni annui) e il ribaltamento degli oneri cantonali sulle casse comunale. Grazie ad una rigorosa politica finanziaria promossa e sostenuta dal nostro Partito siamo riusciti a invertire le previsioni a Piano finanziario e a ridurre il debito pubblico a franchi 104.4 milioni. Il nostro Partito perseguirà questa politica anche nel prossimo quadriennio. Non scarichiamo debiti sui nostri figli e sui nostri giovani. Anzi, prepariamo loro una base solida su cui le generazioni future potranno costruire il miglior avvenire possibile.

«Visioni e concretezza»


Sezione di Locarno

Locarno e le istituzioni

I rapporti tra e con le istituzioni rappresentano un tassello molto importante dell’attività di un Municipio, in particolare di un Municipio come quello di Locarno votato a divenire centro di aggregazione del terzo Polo regionale ticinese. Una forte e condivisa intesa con tutti gli attori e le associazioni pubbliche e private che hanno a cuore il futuro del Locarnese è necessaria per sviluppare i progetti fondamentali e d’interesse regionale e affermare il locarnese quale forza trainante sulla scena cantonale e federale. Locarno e il Locarnese

Su questioni fondamentali per lo sviluppo quali infrastrutture, mobilità, formazione, cultura, pianificazione territoriale e turismo la collaborazione tra i Comuni del locarnese deve divenire stabile e organica. Vogliamo far nascere un nuovo spirito di cittadinanza regionale all’insegna dell’orgoglio di essere locarnesi, fondato sui valori tradizionali liberali quali concretezza, efficienza, spirito imprenditoriale e responsabilità individuale supportati da una rete di strutture e di servizi sociali adeguati all’evoluzione della Regione.

Locarno e il Cantone

«Visioni e concretezza»

I rapporti con il Cantone vanno ulteriormente improntati a una comunicazione aperta e costante nella condivisione degli obiettivi primari della Città-Polo. La Città deve insistere nel compiere passi significativi presso le istituzioni cantonali e pretendere di essere ascoltata dal Cantone che deve sostenerla nella realizzazione di nuove infrastrutture volte a rilanciare l’economia della Regione (collegamento autostradale, Alp Transit, Centro congressuale, cinematografico culturale, altre strutture comprensoriali volte a favorire le aggregazioni comunali).


Sezione di Locarno

Locarno e la Confederazione

Considerato che alcuni dei progetti avviati dal Municipio hanno una valenza nazionale (Centro congressuale, culturale e cinematografico, ripristino del Rivellino, …) è importante comunicare adeguatamente tali iniziative per ottenere il giusto sostegno, non solo dei parlamentari ticinesi perso la Deputazione a Berna, ma anche quella dei Consiglieri Federali che frequentano con regolarità e partecipazione la nostra Città. Altresì, occorre analizzare tutte le possibilità di collegamento veloce con il resto della Svizzera per ottimizzare i tempi di percorrenza, ponendo particolare attenzione all’asse Locarnese-Berna via Lötschberg.

Politica estera della città

«Visioni e concretezza»

La città, dato il suo carattere internazionale (turismo, festival) deve rafforzare i contatti e le collaborazioni con le città e le regioni simili, in particolare quelle gemellate (Venezia, festival e idrovia, Merano, festival e turismo, Val d’Aosta, …) mirate a migliorare la sua visibilità nelle grandi manifestazioni internazionali del turismo (collaborazione con ETLM) e della cultura (libri, film, ecc.). Inoltre, deve curare e sviluppare le sue relazioni con i Comuni della provincia Verbano Cusio Ossola e dell’insubria (Milano, Como, Verbania, Cannobio, Domodossala, Luino, Sesto Calente, …) promuovendo progetti comuni che generino benefici culturali, economici e turistici che potranno essere sostenuti dalla Confederazione.

PLRT Locarno - Programma 2008 - 2012  

Programma legislatura 2008 - 2012 (Sezione di Locarno)