__MAIN_TEXT__

Page 1

Belgio - Lussemburgo - Spagna Euro 15,90 - Portogallo (Cont.) Euro 14,90 - Francia - Principato di Monaco - Olanda - Euro 16,90 - Germania - Austria - Euro 19,90 - Svizzera Chf 19,90 - Svizzera Canton Ticino Chf 18,90 - UK £ 14,90

n° 12 -

Fall- 2015 - € 10

seasonal

TRIMESTRALE Poste Italiane S.p.a. Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/MI


THE HEAD SAYS YES. THE HEART SAYS DEFINITELY, YES.

MASERATI GHIBLI. THE ABSOLUTE OPPOSITE OF ORDINARY THE ALL NEW MASERATI GHIBLI IS POWERED BY A RANGE OF ADVANCED 3.0 LITRE V6 ENGINES WITH 8-SPEED ZF AUTO, INCLUDING A V6 TURBODIESEL ENGINE, AND IS AVAILABLE WITH MASERATI’S Q4 INTELLIGENT ALL WHEEL DRIVE SYSTEM. ENGINE (GHIBLI DIESEL): V6 60° 2987 CC - MAX POWER: 275 HP AT 4000 RPM - MAX TORQUE: 600 NM AT 2600 RPM - MAX SPEED: 250 KM/H - 0-100 KM/H ACCELERATION: 6.3 SECS - FUEL CONSUMPTION (COMBINED CYCLE): 5.9 L/100 KM - CO2 EMISSIONS (COMBINED CYCLE): 158 G/KM The data may not refer to the model represented.

www.maserati.com

Maserati


Alta Gioielleria Bartorelli Maison


Le griffes in vendita presso le Gioiellerie Bartorelli

Patek Philippe

Rolex

Vacheron Constantin

Cartier

Audemars Piguet

Bvlgari

A. Lange & Söhne

Tudor

Jaeger-LeCoultre

Pomellato

Officine Panerai

Omega

Chopard

Dodo

Damiani

Ulysse Nardin

IWC

Breguet

Hamilton

Vertu

Chanel

Hublot

Vhernier

Breitling

Longines

Gucci

De Grisogono

Chantecler

Tag Heuer

Pasquale Bruni

Buben&Zorweg

Marco Bicego

shamballa jewels

Richard Mille

Bartorelli rare and unique

Ogni gioielleria Bartorelli propone i marchi e le relative assistenze nel rispetto delle concessioni concordate Каждый бутик Bartorelli осуществляет продажу и обслуживание изделий определенных марок в рамках имеющихся концессионных соглашений.


Numbers Don’t Lie


n° 12 -

Fall- 2015 - € 10

seasonal

editorial

“ Viaggiando alla scoperta dei paesi, troverai il continente in te stesso”.

(Proverbio indiano)

L’autunno è la stagione dei fine settimana rilassanti e dei progetti per i prossimi viaggi, a Natale o sulla neve. In questo numero di Wonder World vi suggeriamo spunti per entrambi. Trovate mete vicine in Italia e in Europa: un giro a Monaco di Baviera, un pranzo in uno dei migliori ristoranti di Alba nel periodo ideale del tartufo bianco, un ultimo scorcio d’estate a Sorrento, una notte nella locanda a tre stelle Michelin di Niko Romito, un weekend in Chianti, che tra ottobre e novembre è al suo massimo splendore. Trovate anche Tokyo, Miami e i Caraibi, per andare più lontano e per più tempo. Insomma, nelle prossime 120 pagine c’è tutto quello che vi serve per sognare e per partire. Dunque, bon voyage!

Autumn is the season of relaxing weekends and plans for future travels, at Christmas or in the snow. In this issue of Wonder World, we give you some ideas for both. You’ll find destinations in Italy and in Europe: a trip to Munich, lunch during white truffle season at one of Alba’s leading restaurants, a final glimpse of the summer in Sorrento, a night in Niko Romito’s Michelin three-star restaurant, a weekend in Chianti, which reaches the height of its splendour between October and November. You’ll also find some far flung destinations, like Tokyo, Miami and the Caribbean, which are worth at least one week’s holiday. Next 120 pages contain everything you need to dream, and then pack your cases. Bon voyage!

Sara Magro

W onder W orld 9


26-02-15 esecutivo.pdf

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

1

26/02/15

15:30


n째 12

fall 2015

60

in this issue 110

departments 9 Editorial 16

5 questions to Santo Versace

18 Arts 20 News 24

Weekend

30 Pets 34 Watches 38 Style 42 Cars 118

Luxury rental

92

resorts 46

Masseria della Volpe, Sicily

52

Casadonna, Abruzzo

68

Sandal La Source, Caribe

98

Pepoli 9, Roma

74

W onder W orld 11


in this issue

98

46

reportages 60

Tokyo in autumn

74

Top spa in Italy

84

Landscaping in Chianti

92

Chef Enrico Crippa, Ristorante Piazza Duomo, Alba

104 Cruise among whales and dolphins between Italy and Corsica 110

104

84

Miami for ever


W

orld

GRENADA 14

W onder W orld

MIAMI

ITALIA-CORSICA

ROMA


ABRUZZO

CHIANTI

PIEMONTE

TOKYO

W onder W orld 15


W

5 questions by Antonella Euli

to... Santo Versace

Che Santo Versace sia il Presidente della Versace SpA è cosa nota, ma forse non tutti sanno che, dal 2007, lo è anche di Operation Smile Italia Onlus, un’organizzazione internazionale che cura bambini con gravi malformazioni al volto That Santo Versace is the President of Versace SpA is well known, but perhaps not everyone knows that since 2007, he has also been at the helm of Operation Smile Italia NPO, an international organisation that treats children with serious facial malformations

Cos’è per Lei il viaggio? Prima di conoscere Operation Smile viaggiare per me significava lavoro insieme a mio fratello Gianni, svago con la famiglia e gli amici. Ora, grazie a Operation Smile, ho scoperto che viaggiare può avere anche un significato diverso: in missione con i medici volontari della Fondazione il mio viaggio si è trasformato in un dono. Mi sono avvicinato a questa realtà nel 2007, grazie a mia moglie Francesca, e da allora sono Presidente della Fondazione Operation Smile Italia Onlus. What is travel to you? Before Operation Smile, travel to me meant working with my brother Gianni, relaxation with my family and friends. Now, thanks to Operation Smile, I’ve discovered that travel can have a different meaning: the missions with voluntary doctors from the Foundation have turned my travels into a gift. I first approached this world in 2007, thanks to my wife Francesca, and since then I have been president of the Operation Smile Italia NGO Foundation.

Quali Paesi ha visitato da Presidente di OS? Giordania, Marocco e Etiopia, e uno dei ricordi indelebili è lo sguardo di un bimbo marocchino, a Oujda, che dopo l’intervento fissava lo specchio e ammirava il suo nuovo sorriso. È meraviglioso ridare il sorriso a un bambino e la speranza a famiglie indigenti che non possono fare niente per migliorare la vita dei loro piccoli. What countries have you visited as President of OS? Jordan, Morocco and Ethiopia, and one of the memorable moments was the gaze of a Moroccan child, in Oujda, who after his operation stared in the mirror and admired his new smile. It is wonderful to give a child back his smile and hope to native families who can do nothing to improve the life of their children.

Il ricordo più toccante? La storia di Arifase, una bambina etiope di 13 anni. Il padre per affrontare il lungo viaggio per portarla in ospedale ad Addis Abeba, affinché fosse operata dai nostri volontari, aveva venduto il suo unico bene: una mucca. Quando Arifase si è svegliata dopo l’intervento, gli occhi del papà si sono riempiti di lacrime, non aveva più niente ma sua figlia finalmente aveva davanti a se una nuova vita.

16

W onder W orld

Your most moving memory? The story of Arifase, a 13 year-old Ethiopian girl. Her father sold his only possession, a cow, to be able to take his daughter on the long journey to the hospital in Addis Ababa to be operated on by our volunteers. When Arifase woke up after the operation, her father’s eyes filled with tears, he had nothing left, but his daughter finally had the chance of a new life before her. Come concilia attività così diverse? La moda è sempre stata la mia principale attività, ma l’emozione di ridare speranza e una nuova vita a un bambino e alla sua famiglia e di restituire alla comunità una persona che potrà finalmente farne parte attivamente, è unica. Vedere i nostri medici volontari lavorare 12, 13 ore al giorno, con grande serietà, professionalità, dedizione e amore, mi riempie di gioia. La Fondazione in Italia ha oltre 100 volontari, che io chiamo “missionari”. How do you reconcile such different lines of work? Fashion has always been my main business, but the thrill of giving hope and a new life to a child and her family and to give communities back a person who can finally play an active part in them, is unique. Seeing our voluntary doctors work 12, 13 hours per day, with the utmost commitment, professionalism, dedication and love, fills me with joy. The Foundation has over 100 volunteers in Italy, whom I call “missionaries”.

Obiettivi e ambizioni per il futuro? Mi auguro presto di poter seguire ancora, insieme a mia moglie, una missione medica di OS. In futuro l’obiettivo è riuscire a operare tutti i bambini in attesa dell’intervento, in diverse parti del mondo. Ogni anno ne nascono oltre 200mila con malformazioni al volto e Operation Smile nel 2014 ne ha operati 16.626, ma abbiamo ancora tanto da fare! Goals and ambitions for the future? I hope to be able to go, with my wife, on another OS mission. In the future, we want to succeed in operating on all the children on the waiting list, in different parts of the world. Every year over 200,000 are born with facial malformations and in 2014 Operation Smile operated on 16,626, but we still have lots more to do!


LIVELY YET LAID BACK, IMPRESSIVELY LAVISH, YET EFFORTLESSLY HIP

The Address

Overlooking

the sparkling Dubai Marina and situated in one of Dubai’s most popular lifestyle districts, The Address Dubai Marina offers 200 guest rooms, 442 residences, 5 restaurants and lounges, an impeccably relaxing spa with a modern and expansive fitness facility open 24-hours along with a stunning Infinity pool.

T +971 4 436 7777 DUBAIMARINA@THEADDRESS.COM WWW.THEADDRESS.COM

DUBAI MARINA


W

New York

ALBERTO BURRI: THE TRAUMA OF PAINTING Catrami, muffe, gobbi, ferri, legni, sono soltanto alcune delle serie artistiche attraverso le quali Burri ha esplorato il suo immaginifico universo astratto. A retrospective view Guggenheim Museum New York Fino al 6 gennaio 2016 www.guggenheim.org

W onder W orld

THE BOTTICELLI RENAISSANCE

by Fabio Mazzetto

WO RLD

18

Berlino

arts

Da pittore del Rinascimento a icona pop: appropriazioni debite e indebite di alcune delle opere più celebri del maestro Sandro Filipepi. La ri-nascita di Venere Staatliche Museen zu Berlin - Kulturforum Fino al 24 gennaio 2016 www.smb.museum

Parigi

FLORENCE PORTRAITS À LA COUR DES MÉDICIS

Lusso ed eleganza codificati attraverso il ritratto di corte nella Firenze di Cosimo ed Eleonora (de’ Medici s’intende!). Facce di Bronzino e non solo Musée Jacquemart-André Fino al 25 gennaio 2016 www.musee-jacquemart-andre.com

AI WEIWEI

Londra

Curata in collaborazione con l’artista, la mostra presenta alcune delle sue più importanti opere dal ritorno in Cina nel 1993 fino ai giorni nostri. Contemporary Big Royal Academy of Arts Fino al 13 dicembre 2015 www.royalacademy.org.uk

BLACK & WHITE - FROM THE PHOTOGRAPHIC COLLECTION Una carrellata nei generi fotografici attraverso i nomi di alcuni dei più grandi artisti: Henri Cartier-Bresson, Lisette Model, William Klein, Robert Frank, Lee Friedlander & Co. Non tutto è bianco e nero Albertina Fino al 17 gennaio 2016 www.albertina.at

Vienna


ITA LY

Milano

GIOTTO, L’ITALIA Le opere create da Giotto dopo il cerchio perfetto tracciato di fronte a Cimabue; la seconda grande “mostra Expo” di Milano dedicata al padre della pittura italiana. Bigger than art Palazzo Reale Fino al 10 gennaio 2016 www.mostragiottoitalia.it

Pavia

I MACCHIAIOLI. UNA RIVOLUZIONE D’ARTE AL CAFFÈ MICHELANGELO

I rivoluzionari artisti del celebre caffè fiorentino e lo straordinario decennio che scaturì dai loro incontri e da quelli con altri intellettuali “al fotofinish” poco prima dei salon des refusès d’Oltralpe. Diamoci alla macchia Scuderie del Castello Visconteo. Fino al 20 dicembre 2015 www.scuderiepavia.com

Napoli

Varese

DIECI ANNI DI MADRE

L’hors-d’œuvre è rappresentato da Daniel Buren, a seguire la grande retrospettiva dedicata a Mark Leckey e la mostra di Marco Bagnoli; dulcis in fundo i ritratti e gli autoritratti del fotografo Boris Mikhailov. Un autunno ricco di appuntamenti per festeggiare il compleanno del museo napoletano. Auguri Madre! Museo MADRE Fino all’1 febbraio 2016 www.madrenapoli.it

NATURA NATURANS ROXY PAINE E MEG WEBSTER (OPERE DAL 1982 AL 2015) La natura come ciclo continuo di crescita e trasformazione: un’esperienza sensoriale totalizzante nelle opere e nelle installazioni site specific dei due artisti americani. Ricordate: in tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso (Aristotele) Villa Panza Fino al 28 febbraio 2016 www.fondoambiente.it

Torino

MONET DALLE COLLEZIONI DEL MUSEE D’ORSAY Luce e colore sono i capisaldi attraverso i quali si muove quest’esposizione che ospita 40 opere provenienti dal celebre museo parigino. Skira, in collaborazione con la GAM, produce la rassegna, curandone gli aspetti organizzativi e pubblicandone il catalogo. Dame e paesaggi “en plen air” GAM - Fino al 31 gennaio 2016 www.mostramonet.it

W onder W orld 19


W

news by Sara Magro

A GOLF RESORT IN THE DOMINICAN REPUBLIC Amanera, è l’ultimo resort del gruppo Aman, che apre a novembre in Repubblica Dominicana. Situato sulla cima di una scogliera affacciata sulla spiaggia di Playa Grande, è immerso nella giungla e circondato dalla Cordillera Settentrionale. Progettato da John Heah, ospita in 25 casitas con terrazza vista mare, mobili e oggetti artigianali (ad esempio, le piastrelle sono dipinte a mano dagli indios di Aguayo) e materiali locali (come le pietre provenienti dalle cave dei dintorni). Cuore del resort è “Casa Grande” che sembra galleggiare sull’acqua. Al centro, il bar con salottini, biblioteca, sigar-room, il ristorante e, appena fuori, piscina e spa. Splendido il campo da golf progettato da Rees Jones. Amanera, the latest resort of the Aman group, opens in the Dominican Republic. Perched atop a cliff overlooking Playa Grande beach, it is set in the jungle and surrounded by the Cordillera Septentrional. Designed by John Heah, it offers guests 25 Casitas with balcony and sea view, artisanal furniture and objects (for example, the tiles are handpainted by the Aguayo people), and local natural materials (like the stone from surrounding quarries). The heart of the resort is the “Casa Grande” which seems to float on the water. In the centre is a bar with lounge areas, library, cigar room, restaurant, and right outside, a pool and spa. Splendid golf course designed by Rees Jones. www.aman.com

NEXT DESTINATION: PERTH, WEST AUSTRALIA Como Hotels and Resorts apre a Perth, in Australia Occidentale. The Treasury, questo il nome, occupa un gruppo di edifici in pietra e mattoni a vista di epoca tardo Vittoriana, ristrutturati mantenendo le strutture originali, inclusi gli abbaini e il soffitto con bordature in rame, e completando con materiali moderni, come ferro e vetro. Ha 48 camere, un ristorante e un bistrot dove lo chef Jed Gerrard usa solo ingredienti locali e stagionali, un lounge bar e una spa con palestra e piscina. L’hotel si affaccia sulla piazza della Cattedrale, centro del quartiere emergente di Northbridge, dove hanno appena aperto una biblioteca, una birreria artigianale, un barbiere, una cioccolateria. Como Hotels and Resorts opens in Perth, Western Australia. The Treasury, a sit is called, occupies a group of buildings in bare stone and brick dating back to late Victorian times, renovated in line with their original features, including dormer windows and ceilings with copper edges, completed with modern materials like iron and glass. It has 48 rooms, a restaurant and bistro where chef Jed Gerrard uses only local and seasonal ingredients, a lounge bar and a spa with gym and pool. The hotel lines Cathedral square in the centre of the Northbridge district, where a library, craft beer bar, barber shop and chocolatier’s have just opened. www.comohotels.com

20

W onder W orld


SIDE TRIP TO PALM SPRINGS A Palm Springs, California, ha da poco aperto L’Horizon, un boutique hotel di 25 bungalow ricavato nella ex tenuta di Jack Wrather, il produttore della serie tv Lassie. Il designer Hermann si è limitato a modernizzare l’esistente, aggiungendo spa e ristorante all’aperto. Il risultato è un piacevole mix di contemporaneo e vintage. Due buoni motivi per prenotarlo: di pomeriggio ti offrono qualcosa, un gelato o uno shot di tequila, e mentre sei sdraiato a bordo piscina, vengono a farti un massaggino ai piedi o alle spalle. Recently opened in Palm Springs, California, L’Horizon is a boutique hotel of 25 bungalows created, without changing the original atmosphere, on the estate of Jack Wrather, producer of the TV series Lassie. The designer Hermann simply modernised the existing building and added a spa and restaurant, both outdoor. The style is a mix of contemporary and vintage. But here are two good reasons to stay: every afternoon you are offered something, be it an ice cream or a shot of tequila, and a (free) foot or shoulder massage while you lounge by the pool lhorizonpalmsprings.com

TRUFFLE HUNTING IN TUSCANY È iniziata la stagione dei tartufi bianchi. Il più grande mercato del mondo è ad Alba (fino al 15 novembre, www.fieradeltartufo.org). Invece, una delle zone più vocate è San Miniato, in Toscana, dove si trova l’azienda Savini che organizza la caccia nei boschi del pisano con Giotto, cagnolino dal fiuto imbattibile. Al ritorno, pranzo con uova e tagliolini e, ovviamente, abbondante grattata di tartufo bianco. Nel negozio aziendale sono in vendita i prodotti della casa a base del pregiato fungo: salse, patè, miele, oli e sott’oli. The white truffle season has begun. The world’s biggest market is in Alba (until 15 November, www.fieradeltartufo.org). However, one of the best areas for truffles is San Miniato, in Tuscany, where the Savini family organises white truffle hunting in the local woodlands with Giotto, the dog with the finest nose. After the hunt, which takes about three hours, it’s back to base for a lunch of eggs and tagliolini pasta with a generous grating of white truffle. The shop sells a range of products made from the prized fungus. www.savinitartufi.it

JETSETTERS TO THE BALEARIC ISLANDS “Jet with ME” è l’aereo privato dell’hotel ME Ibiza che va a prendere gli ospiti nella loro città per portarli nella capitale del divertimento delle Baleari: pick up a casa in limousine, imbarco sul jet da 13 posti allestito come un salotto in radica e cuoio, champagne di benvenuto e, durante il volo, drink e menu personalizzato. All’arrivo, uno chauffeur in Range Rover accompagna gli ospiti nel cinque stelle di Ibiza. Lo stesso servizio è disponibile anche per il ME Mallorca. Jet with ME is the ME Ibiza private aircraft that collects passengers from their departure city to take them to the fun capital of the Balearics. Pick up from home in a limousine, to then board a 13-seater jet furnished like a sitting room in walnut and leather, with champagne welcome and personalized drinks and menus during the flight. On arrival, a chauffeur takes guests in a Range Rover to the five-star hotel in Ibiza. The same service is available also for ME Mallorca. www.melia.com

W onder W orld 21


W

news ITALIAN CAVIAR ABOARD Singapore Airlines è nota tra viaggiatori per il confort e il servizio di bordo, che si rinnova sempre con new entry. L’ultima è l’offerta di caviale Calvisius, il maggior produttore italiano nonché uno dei più grandi esportatori nel mondo. Il pregiato prodotto accompagnato da champagne precede il menu di prima classe e suite, ovvero la classe più alta degli innovativi A350 in servizio dal 2016. Singapore Airlines is renowned among travelers for its onboard comforts and service, constantly updated with novelties. The latest is the offer of Calvisius caviar, from the leading Italian producer and one of the biggest exporters worldwide. This delicacy, accompanied by champagne, is followed by a menu with dishes conceived by Carlo Cracco for first class and the suites, the highest class of the innovative A350 in service since 2016. www.singaporeair.com; www.calvisius.it

SCENT OF A HOTEL Lo scorso settembre, St Regis, il gruppo di 34 alberghi a cinque stelle di Starwood, ha presentato la sua fragranza: “Caroline’s 400 Hundred” è stata creata dalla piccola azienda di profumi naturali Arquiste, evocando la storia del primo hotel del gruppo fondato a New York più di un secolo fa da Jacob Astor IV. Caroline era la madre del proprietario, famosa per il ballo che organizzava ogni anno con 400 vip. Il profumo racconta la magnifica serata, sprigionando le note del legno delle boiserie, dei fiori dei bouquet, dello champagne che scorreva a fiumi. Last September, St Regis, the group of 34 five-star Starwood hotels, presented its fragrance: “Caroline’s 400 Hundred” was created by the natural perfume company Arquiste, to evoke the history of the first hotel opened in New York one century ago. It’s dedicated to Caroline, mother of the founder Jacob Astor IV, famous for the ball she organised every year with 400 highly select guests. The perfume captures the scents of that magnificent evening, unleashing notes of wooden wainscoting, bouquets of flowers and flowing champagne. www.starwoodhotels.com/stregis/

LUXURY HOTELS, 70% OFF SecretEscapes.it propone alberghi a 4 e 5 stelle e boutique hotel con sconti dal 20 al 70%. Si tratta di occasioni da cogliere al volo, perché le vendite sono flash, e durano una o due settimane al massimo. Il sito è operativo in 13 Paesi con 300 hotel in offerta, tra cui alcuni in Italia, come Palazzo Gattini a Matera e lo spa resort Antonello Colonna a Labico, vicino a Roma (nella foto). SecretEscapes.com offers registered users top class accommodation - 4, 5 star and boutique hotels – with a discount of 20 to 70%. They are offers to be snapped up instantly, since they are flash sales and last one or two weeks at most. The website is currently in 13 nations with 300 hotels on offer, among which some italian ones, such as Palazzo Gattini in Matera and Antonello Colonna in Labico, beautiful resort and spa near Rome (in the picture).

22

W onder W orld


PRESTAZIONI PURE, SPORTIVITA’ ESTREMA. NUOVA ASTON MARTIN V12 VANTAGE S

Performance esplosive con un controllo assoluto totale: 7, come le marce del cambio automatico SportShift III. 573, come i cavalli sprigionati dal motore 6 litri V12. 330 km/h, come la velocità massima raggiunta. 3,9 secondi, come la sua accelerazione 0-100 km/h. I numeri parlano chiaro: V12 Vantage S è la vettura più veloce ed estrema mai prodotta da Aston Martin. ASTON MARTIN MILANO Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano Tel: 02 43510988 www.astonmartinmilano.it Consumi ed emissioni CO 2: Consumo (litri/100 km): Ciclo urbano 24,3 - Ciclo extra urbano 11,7 - Ciclo combinato 16,4 - Emissioni CO 2 388 g/km


W

weekend by Teresa Cremona

GLI INTERNI LUMINOSI ED ECLETTICI DELLA MINERVETTA SONO UN OMAGGIO A SORRENTO E AL MARE DELLA CAMPANIA. DALLE FINESTRE SE NE COGLIE TUTTA LA BELLEZZA THE BRIGHT AND ECLECTIC INTERIORS OF MINERVETTA ARE A HOMAGE TO SORRENTO AND THE SEA OF CAMPANIA, WHOSE SPLENDOUR CAN BE ADMIRED FROM THE WINDOWS

SORRENTO, ITALY Alla Minervetta (laminervetta.com) ogni angolo sorprende per il gusto personale con il quale è stato realizzato. Dalla strada, l’ascensore scende ai piani sottostanti, e quando si arriva si resta sorpresi dagli arredi, dalle ceramiche di Vietri e Sotsass che richiamano il colore del mare, dalla bellezza degli oggetti, tanti, diversi. Il gusto che osa accostamenti e contrasti è quello di Marco De Luca, il padrone di casa che qui ha raccolto le sue collezioni, gli arredi di famiglia, oggetti, libri mescolando il design e il vintage con i materiali e i colori del sud. Le camere colorate e allegre sono ognuna diversa, non stanze d’albergo, ma stanze di casa per qualità di tessuti, di biancheria, di oggetti. Alcune hanno finestre che occupano superfici enormi ed è come essere sospesi sul mare. Arrivare poi a Nerano, per iI ristorante i Quattro Passi (ristorantequattropassi.com) o per la Taverna del Capitano (tavernadelcapitano.it). At Minervetta (laminervetta.com), every corner astonishes for the personal taste involved in its creation. The lift moves from the street down to the floors below, and when you’re there you are taken aback by the furnishings, the Vietri and Sotsass ceramics that recall the colour of the sea, by the beauty of the many different objects. The daring combinations and contrasts are down to Marco De Luca, the owner, who here has gathered his family furniture, objects and books by mixing design and vintage with the materials and colours of the south. The cheerful bedrooms are all different, not hotel rooms but those of a home, in the quality of their textiles, linens and objects. Some have windows that occupy huge surfaces and it is like hovering over the sea. Then it’s on to Nerano, for the Quattro Passi restaurant (ristorantequattropassi. com) or the Taverna del Capitano (tavernadelcapitano.it).

24

W onder W orld


W onder W orld 25


W

weekend

MUNICH, GERMANY

LO CHEF BOBBY BRÄUER E IL SUO RISTORANTE ESSZIMMER ALL’INTERNO DEL CENTRO BMW SOTTO, UN SUO PIATTO CHEF BOBBY BRÄUER AND HIS RESTAURANT ESSZIMMER INSIDE THE BMW CENTRE. BELOW, ONE OF HIS DISHES

26

W onder W orld

La Baviera è il land più esteso e più ricco della Germania e Monaco risplende di luci, di musei, di vivacità, di delikatessen. Assolutamente consigliato un giro da Dallmayer, magari solo per un caffè. Per dormire, si può scegliere o il piccolo e centrale Hotel dell’Opera (hotel-opera.de), con camere classiche dai decori ispirati ai melodrammi musicali e nella corte-giardino una prima colazione fra porcellane e vetri sottili. Oppure il Mandarin Oriental (mandarinoriental.com), con servizio impeccabile e piscina spettacolare. Un’insolita Monaco è quella del Centro BMW, futuribile e lussuoso. Vi si può pranzare, e allora il servizio include chaffeur e auto BMW di ultima generazione che accompagnano gli ospiti. Il ristorante Esszimmer BMW (esszimmer-muenchen.de), 2 stelle Michelin, è un salotto sospeso sulla infinita esposizione delle auto e delle moto che hanno fatto la storia di questo marchio del lusso. Lo chef è Bobby Bräuer, la cui cucina è classica e raffinata. Bavaria is Germany’s largest and richest land, and Munich is resplendent with lights, museums, vibrancy and delikatessen. A trip to Dallmayer is recommended, even just for a coffee. For accommodation, you have the choice of either the small and central Hotel Opera (hotel-opera.de), with classic rooms, decor inspired by musical melodramas and breakfast in the garden-courtyard amidst porcelain and fine glass. Or the Mandarin Oriental (mandarinoriental.com), with its impeccable service and spectacular swimming pool. An unusual Munich is that of the futuristic and luxurious BMW Centre. You can have lunch there and the service includes chauffeur and the latest generation of BMW car to accompany guests. The Esszimmer BMW restaurant (esszimmer-muenchen. de), boasts 2 Michelin stars and is a room suspended over the infinite display of cars and engines that made history for this luxury brand. The chef is Bobby Bräuer and his cuisine is classic and refined.


L E CHRONOPASSION

Hand-Painted by Alvaro Soler 88 Pieces WorldWide

edelberg.ch


W

weekend

ZEELAND, DENMARK La Selandia, 60 km a nord di Copenhagen, è una regione sul mare, un paesaggio di dune, spiagge, porti, villaggi di pescatori, dove è piacevole fermarsi. A Helsingør, il Kronborg Castel (kronborg.dk), il castello di Amleto affacciato sullo stretto di Oresund, si raggiunge percorrendo le mura della antica darsena, ora sede del museo della marina (mfs.dk), dove la lunga storia marittima danese si snoda 7 metri sotto il livello stradale nell’innovativo design di piani leggermente inclinati. Si prosegue verso la lunga e stretta penisola di Odsherred, e si arriva a Dragsholm Slot (dragsholm-slot.dk), uno dei più antichi castelli del Paese ora trasformato in albergo e museo. Al piano nobile fughe di sale e salotti anticipano le stanze degli ospiti arredate con mobili antichi, imbevute dell’eleganza di un’atmosfera ferma in tempi lontani. Nel ristorante gourmet il servizio è sofisticato e il menu, di uno chef allievo del Noma, è incentrato sulle erbe locali, sulle verdura di terroir e sui prodotti dell’azienda del castello. Zealand, 60 km north of Copenhagen, is a region by the sea - a landscape of dunes, beaches, ports, fishing villages definitely worth visiting. In Helsingør, Hamlet’s Kronborg Castel (kronborg.dk) faces the Oresund strait, reached along the walls of the ancient dock, now home to the Maritime Museum of Denmark (mfs.dk), where the long history of Danish seafaring is presented 7 metres below street level in the innovative design of slightly sloping floors. We continue towards the long and narrow peninsula of Odsherred to arrive in Dragsholm Slot (dragsholm-slot.dk), one of the oldest castles in Denmark, transformed into a hotel and museum. On the main floor, halls and drawing rooms lead to guest rooms furnished with old pieces, steeped in the elegance of an atmosphere of bygone times. In the restaurant, the service is sophisticated and the menu, by a chef trained at Noma, focuses on local herbs, vegetables and produce from the castle farm.

A SINISTRA: IL MARITIM MUSEUM OF DENMARK, A HELSINGØR SOPRA: IL CASTELLO HOTEL DRAGSHOLM SLOT, UNA SPIAGGIA E UN BORGO DELLA SELANDIA LEFT: THE MARITIME MUSEUM OF DENMARK, IN HELSINGØR. ABOVE: THE CASTLE HOTEL DRAGSHOLM SLOT, A BEACH AND A VILLAGE IN ZEALAND

28

W onder W orld


Markagain_230x285:230x285_MARKAGIN

17-02-2015

10:10

Pagina 1

From dreams to great deals

Take advantage of the pre-owned luxury market. Your dreams deserve to come true and we work to make them happen. Markagain is the ďŹ rst italian platform that manages pre-owned luxury assets, selling and buying on the international market. We guarantee a professional, safe and clear process. Markagain oers a privileged way to make dreams evolve in great deals.

www.markagain.it


W

Pet

life

Consigli pratici per una vacanza in compagnia dei nostri amici a quattro zampe by Annalisa Gemmari

VIP VERY IMPORTANT PAWS ON THE GO HOTEL Due chicche, una in Italia, l’altra oltreoceano. A Portofino, il Belmond Hotel Splendido propone: room service dedicato, set cortesia per cuccioli, dogsitter, salone di bellezza e boutique. Il plus? Massaggio svedese per cani e accappatoio personalizzabile. www.belmond.com A Las Vegas, The Cosmopolitan dotato di Pet Friendly Program con servizio Bark Box, una confezione-omaggio all’arrivo con articoli per i cuccioli. www.cosmopolitanlasvegas.com. L’alternativa: affittare una casa vacanze, magari con Homeaway che propone soluzioni “welcome pets”. www.homeaway.it

30

W onder W orld

Two “extra cuddles” choices for him: Belmond Hotel Splendido in Portofino offers a dedicated room service, a welcome puppy set, dog sitting on request, Spa and Boutique. What is the must have? A Swedish Massage from a qualified therapist and a customized bathrobe. www.belmond.com In Las Vegas , The Cosmopolitan offers a Pet Friendly program with a special service from Bark Box as first in Usa who includes a free gift packaging of puppies products. www. cosmopolitanlasvegas.com You still have the option to rent a property with a “welcome pets” policy as Homeaway who has plenty of solutions for your needs. www.homeaway.it


C

he si pianifichi una vacanza più o meno lunga, si programmi un weekend o una trasferta di lavoro, è difficile separarsi dai propri animali domestici. Che si tratti di poche ore o di intere settimane non fa la differenza: il senso di colpa è in agguato, e rischia di compromettere la “villeggiatura”. Quindi, se possibile, è preferibile viaggiare insieme ai fedeli amici. Una volta accertato che il cane o gatto di casa sia in perfetta salute, che la meta scelta non sia caratterizzata da clima estremo e non presenti controindicazioni per il suo benessere, possiamo cominciare a fare le valigie. Un consiglio: prima di partire per l’estero, bisogna verificare le norme del Paese di destinazione sull’ingresso di animali domestici e se sono richiesti trattamenti specifici oltre le vaccinazioni obbligatorie. Le norme devono essere riportate sul passaporto rilasciato dalle autorità competenti, preferibilmente accompagnato da un certificato di buona salute dell’animale con idoneità a viaggiare redatto dal veterinario di fiducia. Di seguito alcune informazioni pratiche, dall’albergo ai mezzi di trasporto, e qualche frivolezza per i viaggiatori a quattro zampe. Buon divertimento!

W

hether for a planned holiday or a weekend it is often very hard to get separate from your loved pet. Few hours or full weeks are just details if you feel guilty for having left them home and you really could compromise your holiday so, having the chance, it should be better to share with them these happenings too. Once we find out that the destination is suitable with his needs, climate is effortable and he is in a good health we can start planning … If you travel abroad, first of all you must verify there is no any restriction to import your furry best friends either there is no any compulsory health treatment beside of the worldwide requested vaccinations. You must carry the Pet Passport issued by the authorithy together with a Good Health Certificate that you can get from your personal vet, testyfing that he fits for travel.

FLYING Ogni compagnia applica regole proprie, ma se il cane è di piccola taglia potrà viaggiare nel trasportino in cabina. È necessario prenotare per tempo perché di solito sono ammessi solo due animali per volo. Volendogli regalare il massimo delle coccole esistono compagnie aeree private come LiveJet, broker aeronautico di Lugano, dove cani e gatti hanno spazi dedicati con cucce in tessuto o ecopelle, ciotole decorate con Swarovski e copertine in cashmere della collezione Luxury Pet Flight di Timeinbox (www.timeinbox.com). Il servizio è disponibile per le tratte internazionali con partenza da Lugano e Milano. www.livejet.ch

Every Airline has its own Pet Policy but, if small size, the dog will be able to travel with you under your seat in his own bag or cage. Be clever enough to book in advance since normally only two animals are allowed in cabin for each flight. If you wish to offer him a really a great and relaxing opportunity you can select a Private Jet service as the Swiss prestigious broker LiveJet, where dogs and cats find on board a luxury treatment between cashmere blankets, soft cushions and Swarowski decorated bowls from Luxury Pet Flight collection by the Italian Timeinbox (www.timeinbox.com). The service is available for international routes departing from Milano and Lugano www.livejet.ch

W onder W orld 31


W

Pet

life VANITY FAIR

Prêt-à-porter per cuccioli vanitosi, delizie per i golosi e home décor a prova di pelo...

HAUTE COUTURE MADE IN ITALY Il suo guardaroba è firmato Inamorada, una collezione creata per portare l’eccellenza della sartorialità italiana nel mondo dei pet, con capi eleganti e dal design sofisticato per cani di tutte le taglie, con un’attenzione particolare alla scelta dei tessuti e allo studio delle vestibilità. Lo staff aspetta i modelli a quattro zampe nella nuova showroom di Romagnano Sesia. His clothes and accessories are from Inamorada, an exclusive brand created to bring the excellence of the Italian tailoring into the pets world. An line of Haute Couture for dogs of any size, elegant and sophisticated in the design made out of a selection of luxurious fabrics and finest materials only. Inamorada staff waits for you in the new prestigious Showroom in Romagnano Sesia. shop.inamorada.com

FOOD Eccellenza italiana anche per la pappa. I prodotti per cani e gatti Schesir e Stuzzy sono di altissima qualità e disponibili in versione “Dry” e “Umido”. In viaggio è preferibile portare il tipo secco, un alimento completo, facilmente dosabile e pratico. A scanso di equivoci, e per premiarli dopo lo stress del viaggio, si consiglia di mettere in valigia anche qualche scatolina di cibo umido monoporzione da aggiungerne alle crocchette preferite per stuzzicare l’appetito. www.schesir.com

32

W onder W orld

An Italian excellence for their food too. We like the healthy and top quality targeted products Schesir and Stuzzy as Dry and Humid options. Being on travel we choose the Dry solution as best to carry and to handle. Better to carry with us even few humid single portion tins to be added to their food to whet their appetite after the stressful trip. www.schesir.com


DESIGNED ACCESSORIES United Pets è un’azienda italiana che progetta e produce accessori per animali domestici in sinergia con marchi italiani di design. In catalogo, trasportini, ciotole, giocattoli sicuri, realizzati con materiali testati.

HOME DÉCOR La passione per la natura e gli animali muove a creatività I Dalla Rovere. La cui collezione home decor comprende cuscini, ferma porta, portadocumenti, anche personalizzabili con i ritratti del proprio animale.

United Pets is a leading brand in the production of accessories for pets created in synergie with top quality Italian design brands and offers carriers, bowls and super tested toys. www.unitedpets.it

Love for nature and animals leads I Dalla Rovere’s creativity. The Italian brand Home decor collection propose cushions, doorstops and document holders that you can get customized with your pet portrait. www.idallarovere.com

APP Sempre insieme, anche virtualmente? Le applicazioni My Dog Diary e My Cat Diary, scaricabili su Apple Store, permettono di archiviare foto e video da rivedere in qualunque momento, sincronizzandosi con il proprio account iCloud. In caso di necessità, con l’App si può chiamare il veterinario di fiducia o inviargli una mail, e monitorare la posizione dell’animale. L’opzione GPS invece permette di cercare un veterinario o un negozio di animali nelle vicinanze, poi, con un semplice tap, l’iPhone guida fino a destinazione. www.arsbox.com

Virtually together? Today you can capture and store your furry friend’s best moments and events using the brand new apps My Dog Diary and My Cat Diary available on Apple Store. Keep a simple yet useful database and easily call or email the veterinary should an emergency occur. Track your cat at home or outside. Add multiple photos and videos and keep your recorded events in sync with your iCloud account. The app offers a few utilities as well. The GPS option helps you to find useful points of interest around your location. Need to find a veterinary, a shop for food? By a simple tap on the found location your iPhone will take you there! www.arsbox.com

W onder W orld 33


WATCHES

A ciascuno il suo by Paolo De Vecchi

Forme tradizionali, che si differenziano per le casse vistose e accessoriate con pulsanti e corone di grandi dimensioni Anche un ambiente molto creativo come quello della moda, quando si esprime intorno a quadranti e lancette non può sottrarsi al fascino della classicità, soprattutto nel caso si tratti di modelli maschili. È questo il pensiero maturato dal marchio d’origine americana Tiffany & Co quando ha di recente rilanciato il proprio compartimento d’orologeria, con una collezione il cui modello di punta si ispira direttamente a un orologio che la maison aveva realizzato negli anni ‘40. Accanto a questo, l’attuale panorama dell’orologeria maschile alla moda e con un occhio attento alle tendenze, concede spazio anche a casse sempre più grandi e vistose, come hanno fatto Diesel, Bomberg e Gagà, mentre Burberry si fa paladino del design d’ispirazione militare.

Tiffany & Co. CT60

34

W onder W orld


Diesel TimeFrames DZ7342

Bomberg Bolt 68 Neon

To each their own

Traditional shapes, set apart for their high impact cases and accessorised with large push buttons and crowns Even a highly creative world like that of fashion cannot stray from the allure of classicism when it comes to dials and hands, especially in men’s models. This is the approach developed by the originally American brand Tiffany & Co when it recently launched its own watches section, with a collection whose model takes direct inspiration from a piece the maison designed in the 1940s. All teamed with the current men’s fashion watch scene and a close eye on trends, it makes space also for larger and showier cases, following the suit of Diesel, Bomberg and Gagà, while Burberry champions a more military design.

Gagà Maxi Chrono 48

Burberry The Britain

W onder W orld 35


WATCHES

Esercizi di stile Linee originali, cromatismi intensi, materiali attraenti come i cristalli e le plastiche di gusto rétro

L’orologeria femminile, al di là degli imperativi legati alla misurazione di ore e minuti, è sempre stata un pretesto per esercizi di stile, un principio che viene colto come palla al balzo da quei marchi che sono storicamente impegnati a fare moda, ma di tanto in tanto si concedono variazioni sul tema degli strumenti del tempo. Ecco allora che Gucci riesce a modellare minuscoli orologi da donna con le sembianze di staffe, un riferimento all’equitazione molto caro al marchio fiorentino, mentre Armani si fa notare per i suoi larghi bracciali in acetato con effetto tartaruga. Dodo preferisce invece le colorazioni più accese, Swarovski tonalità candide intonate ai cristalli, e Calvin Klein bracciali bicolori, dalle linee molto sensuali.

Gucci Horsebit Bangle

36

W onder W orld


Dodo Tahiti Watch

Finger on the pulse fashion Calvin Klein Senses

Original lines, intense colours and alluring materials such as crystals and retro style plastics Women’s watches, over and beyond imperatives regarding hour and minute measurement, have always been an excuse to play around with style, a principle that is tapped into by those brands that are historically involved in fashion but which occasionally dips into variations on the theme

Emporio Armani AR7395

of time pieces. And so Gucci succeeds in modelling tiny women’s watches that look like stirrups, a reference to the Florentine house’s close links with horse riding, while Armani stands out for its wide tortoise shell effect bracelets in acetate. Dodo instead opts for brighter colours, Swarovski for pure white shades to match crystals, and Calvin Klein for two-tone straps with sensual lines. Swarovski Aila Day

W onder W orld 37


W

style

o r t s e Il ma

del

e r o col

Ho avuto il privilegio di incontrare Ottavio “Tai” Missoni diverse volte negli anni e ogni volta è stata una grande emozione. Perché lui era un galantuomo speciale, d’altri tempi, e un artista geniale, votato al suo mestiere e alla sua grande famiglia. E tutto questo era nei suoi racconti di vita e di moda. Tai e Rosita sono sempre stati “i Missoni”, un unico per oltre sessant’anni di creatori instancabili innamorati del colore. La mostra che celebra il loro percorso lunghissimo è al Maga (www.museomaga.it), il museo d’arte contemporanea di Gallarate (Varese), fino all’8 novembre 2015: un omaggio della città che scelsero nel 1953 come sede della loro casa e del loro primo laboratorio di maglieria. La retrospettiva d’arte indaga la ricca storia del marchio partendo dalle radici


A SINISTRA, ALCUNI CAPI STORICI DI MISSONI IN MOSTRA AL MAGA DI GALLARATE. NELLA PAGINA ACCANTO, OTTAVIO E ROSITA MISSONI LEFT, SIGNATURE DRESSES AND COATS BY MISSONI DISPLAYED AT MAGA. IN THE PREVIOUS PAGE, OTTAVIO MISSONI AND HIS WIFE ROSITA

intorno alle quali gravita il successo di questa grande azienda familiare. Un percorso che racconta la vertiginosa ascesa di Missoni e analizza il suo profondo rapporto con l’arte attraverso i riferimenti e le influenze che hanno portato il nome a diventare uno dei brand con la più spiccata connotazione artistica del panorama internazionale. La scenografia di luci e di colore è concepita per fare da cornice a una narrativa che presenta i lavori del “Maestro del Colore” insieme a una selezione di opere provenienti sia dalla collezione privata di famiglia sia da prestiti di musei, tra cui risaltano artisti come Delaunay, Severini, Licini, Munari, Kandinskij, Melotti e Fontana, ch un dialogo continuo con i principali capi dell’archivio della Maison.

W onder W orld 39


W The

Way of

life r

ste a m

r

lou o c of

I had the privilege of meeting Ottavio “Tai” Missoni several times over the years and it was a major thrill each time. Because he was a special gentleman, old style, and a brilliant artist, devoted to his profession and to his great family. And all this came through in his stories about life and about fashion. Tai and Rosita were always “the Missonis”, an over sixty-year-long unit of tireless creators in love with colour. The exhibition celebrating their

40

W onder


IN QUESTE PAGINE, OPERE E COLLEZIONI ESPOSTE ALLA MOSTRA DEL MAGA A DESTRA, STUDIO PER UN ARAZZO DI OTTAVIO MISSONI, E SULLO SFONDO UN SUO ACRILICO IN THESE PAGES, WORKS AND COLLECTIONS ON DISPLAY AT THE EXHIBITION AT MAGA RIGHT, STUDY FOR A TAPESTRY BY OTTAVIO MISSONI, AND ONE OF HIS ACRYLICS IN THE BACKGROUND

extensive career is running at MAGA, the Contemporary Art Museum in Gallarate (Varese, museomaga.it) until 8 November 2015: a tribute to the city that they chose in 1953 to be home to their fashion house and first knitwear workshop. The art retrospective explores the rich history of the label, starting with the roots on which the success of this great family business was based. An exhibition that recounts the dizzy ascent of Missoni and analyses its deep ties with art through the references and influences that led it to become one of the brands with the strongest artistic connotations on the international scene. The spectacular lights and colours have been conceived to act as a setting for a narrative that presents the work of the “Master of Colour”, the founder of the company together with his wife Rosita, with a selection of works either from the family’s private collection or on loan from museums, featuring artists such as Delaunay, Severini, Licini, Munari, Kandinskij, Melotti and Fontana, in an ongoing dialogue with the main garments from the Maison’s archives. missoni.

W onder W orld 41


Pi첫 compatta, a trazione integrale, motore pi첫 piccolo ma sempre sportiva. Con la Maserati Ghibli S Q4 si viaggia veloci come il vento e comodi come in poltrona by Andrea Nicoli

42

W onder W orld


A

lmeno tra le auto sportive, la tradizione italiana riveste ancora un plus, e Maserati ne è un chiaro esempio. Non è facile trovare il giusto equilibrio tra sportività, confort ed eleganza, ma la nuova Ghibli dimostra che pescando nella tradizione delle migliori linee e nel futuro della tecnologia, il risultato arriva e conquista. Uno legge berlina quattro porte per cinque metri di lunghezza, e pensa a un’ammiraglia da commendatore. Poi osserva la Ghibli in ognuno dei suoi lati e comincia a ricredersi. Gran bel muso aggressivo, un’altezza da terra contenuta, carreggiate larghe e fianchi muscolosi, con un montante posteriore che è

un po’ il simbolo dei migliori modelli della Casa del Tridente. Il secondo colpo di fulmine arriva accendendo il motore con un colpo di gas. La tonalità di scarico è una sinfonia. Il trucco? Il lavoro congiunto tra i tecnici di Maserati e i cugini di Ferrari che assemblano i motori fa la differenza. Se si ha la fortuna di fare qualche chilometro, ecco che l’innamoramento è inevitabile, perché al volante la berlina potrebbe essere confusa con un’agile coupé. La SQ4 con il motore 3 litri biturbo e la trazione integrale è il top della gamma Ghibli. Il meglio per quanto riguarda la potenza (410 Cv), l’accelerazione (da 0 a 100 km/h in 4,8”) e la trazione. Se poi volete togliervi giacca e cravatta per provate a farci qualche giro in autodromo, è possibile scoprire cosa vuol dire correre a 284 km/h in sicurezza coccolati da una poltrona in Pelle Frau. Per una vettura come questa, la trazione integrale non è un vezzo. I costruttori tedeschi lo sanno già da parecchi anni. Vanno bene

IN QUESTE PAGINE: LA MASERATI GHIBLI S Q4. L’ULTIMO MODELLO HA CARROZZERIA AZZURRO ASTRO, INTERNI IN SETA COLOR ANTRACITE DI ERMENEGILDO ZEGNA ALTERNATI ALLA PELLE DI POLTRONA FRAU ON THESE PAGES: THE MASERATI GHIBLI S Q4. THE LATEST MODEL HAS AN ASTRO BLUE BODY, INTERIOR IN ANTHRACITE SILK BY ERMENEGILDO ZEGNA ALTERNATING WITH POLTRONA FRAU LEATHER

i rivestimenti pregiati, gli accessori esclusivi come l’impianto hi-fi con 15 altoparlanti, il climatizzatore con 13 bocchette, il wi-fi hotspot, i sedili riscaldati e ventilati, tutti particolari irrinunciabili per una berlina di lusso, ma la sicurezza di guidare 1870 kg magari sul bagnato, solo alcune soluzioni tecniche possono garantirla. Tra queste le sospensioni “made in Maserati”, la trazione integrale “on demand” che viene ripartita nella maniera corretta, il cambio automatico a otto rapporti e una serie di sensori che vigilano su freni, assetto e motore, anche se non ce ne accorgiamo. Permettersi una Maserati è probabilmente un sogno che si può avverare quando non sì è più giovanissimi e il lavoro consente di soddisfare alcuni desideri, ma arrivare a guidare una Ghibli può essere anche un modo per tornare a sentirsi ragazzi, senza lasciare a casa la famiglia.

W onder W orld 43


CARS

WHAT VERVE! The first all-wheel drive Maserati. More compact and with a smaller engine than the Quattroporte, but still sporty and as fast as the wind: it’s the Ghibli SQ4

I

n sports cars at least, Italian tradition holds an added plus, and Maserati is one clear example. It is not easy to find the right balance between sportiness, comfort and elegance, but the new Ghibli shows that dipping into the tradition of the best lines and into the future of technology gets a winning result. One reads four-door, five-metre-long sedan and thinks of a flagship. Then he takes a look at the Ghibli and changes his mind. Low slung, with fine big aggressive nose, wide wheel track, muscular sides and high rear that is the signature of the Trident’s finest models. The second blow arrives when you start the engine and hit the throttle. The exhaust sound is a symphony. The trick? The joint efforts of Maserati technicians and their cousins at Ferrari who assemble the engine make all the difference. If you’re lucky enough to drive a few kilometres, well then you will inevitably fall in love, because at the wheel, this sedan is easily confused with an agile coupé. The S Q4 with its 3 litre twin turbo engine and all-wheel drive is top of the Ghibli range. The best in terms of power (410 hp), acceleration (from 0 to 100 km/h in 4.8”) and torque. If you want to strip off your jacket and tie to try a few laps of a racing circuit, you will discover what it means to streak at 284 km/h in safety, snug in a Frau Leather seat. For a vehicle like this, all-wheel-drive is no quirk, something which German manufacturers have known for many years. The upholstery is refined, exclusive accessories like the hi-fi system with 15 speakers, climate control with 13 outlets, Wi-Fi hotspot, the heated and ventilated seats… are all essential details for a luxury sedan, but the safety of driving 1,870 kg, even on wet, can be guaranteed only by certain technical solutions. These include “made in Maserati” suspension, “on demand” all-wheel drive with torque distributed correctly, eight speed automatic transmission and a series of sensors that monitor the brakes, trim and engine, even if we don’t realise they’re there. Being able to afford a Maserati is probably a dream that can only come true when you are no longer young and your job allows certain desires to be fulfilled; but to finally drive a Ghibli can even make you feel like a young man again, without leaving the family at home.

44

W onder W orld


LA S Q4 È SOPRANNOMINATA “LA PICCOLA MASERATI” PERCHÉ MISURA 497 CM, 29 IN MENO DELLA QUATTROPORTE. PAGINA ACCANTO, IN ALTO: DETTAGLIO DEI CERCHI FORGIATI LEGGERISSIMI DA 21 POLLICI THE S Q4 IS KNOWN AS “THE LITTLE MASERATI” AS IT MEASURES 497 CM, 29 LESS THAN THE QUATTROPORTE. OPPOSITE PAGE, TOP: DETAIL OF THE ULTRA LIGHT 21 INCH ALLOY WHEELS

W onder W orld 45


46

W onder W orld


DI VOLPE by Antonella Euli


SICILY

“N

elle favole giapponesi la volpe non è altro che una donna che ha subito un incantamento, che è stata trasformata in un animale per un suo proibito innamoramento”… Così Dacia Maraini nella sua Introduzione alla raccolta di poesie sul viaggio, spiega che ciò che l’affascina di questa sorella gentile del lupo “è la sua leggerezza silenziosa, il suo curiosare notturno, il suo amore per le ombre e per i boschi”. Forse è andata così anche per i proprietari della masseria nel cuore del Val di Noto, anch’essi, come la Maraini, malati di viaggio. Lui italiano, lei spagnola, residenza a Mosca e un grande amore per l’Italia. In sintesi le premesse. Quando arrivano nella campagna siciliana e si trovano di fronte a un’antica masseria inserita in un’immensa e verde tenuta abitata solo da piccole volpi, si sentono a casa e decidono di ristrutturare l’edificio di fine Ottocento e trasformarlo in Relais di charme per condividerne con altri la selvaggia bellezza. Dove un tempo c’erano coltivo e raccolta di olive e agrumi, oggi c’è la Masseria della Volpe, luogo di quiete e relax, dove gli ospiti possono godere dei profumi dell’agrumeto e della vista di ulivi e carrubi secolari. L’anima rurale del luogo si riflette anche nella cucina del ristorante

48

W onder W orld

che propone piatti della tradizione siciliana dai sapori schietti realizzati con prodotti locali. Dalla tenuta arrivano ingredienti biologici, compreso l’olio prodotto in masseria, divino se gustato sul pane caldo appena sfornato. Lo chef prende gli ospiti per la gola con un menu goloso che apre con formaggi e salumi regionali e chiude con una serie di dolci tipici. Merende e colazione invece sono a base di yogurt e ricotta, marmellate e confetture fatte in casa, spremute e frutta fresca sempre della tenuta. La Sicilia in tavola è rappresentata anche da vini eccellenti affiancati da una selezione di altri grandi italiani da sorseggiare in piscina o in terrazza, mentre si contempla il panorama. La Masseria della Volpe è anche luogo di partenza per scoprire questa terra ricca di storia e spettacolari paesaggi. Si può iniziare con il percorso dell’Etna, il vulcano attivo più grande d’Europa; continuare visitando diverse riserve naturalistiche e faunistiche (come quella di Vendicari), arrivare alle gole dell’Alcantara o spingersi sino al Torrente Cava Grande che genera il più importante canyon dell’isola, ricco di laghetti cristallini. Non lontano da “casa” si trovano spiagge incontaminate come Calamosche o Portopalo di Capo Passero e città d’arte di un tardo barocco unico, come Noto, Ragusa Ibla, Modica, Scicli. www.masseriadellavolpe.it


I COLTIVI ABBRACCIANO LA TIPICA STRUTTURA AGRICOLA DELL’ISOLA, BEN RECUPERATA NEI MATERIALI E NELLE FORME, INCLUSA L’ANTICA MASSERIA CON DETTAGLI IN PIETRA ORIGINARIA E IL POZZO AL CENTRO DELLA CORTE THE PLANTATIONS SURROUND THE BUILDING, A TYPICAL SICILIAN FARMSTEAD EXPERTLY RESTORED IN MATERIALS AND STYLE, INCLUDING THE OLD HOUSE WITH ITS DETAILS IN ORIGINAL STONE AND THE WELL IN THE MIDDLE OF THE COURTYARD

W onder W orld 49


SICILY

TRAVELLING AT A FOX’S PACE

I

n Japanese fairy tales the fox is none other than a woman who is under a spell, transformed into an animal for her forbidden love affair”… This is how Dacia Maraini, in her introduction to the collection of poetry on her travels, explains that what attracts her to this dainty sister of the wolf “is her silent lightness, her nocturnal wandering, her love for the shadows and the woods”. Perhaps that’s how it was too for the owners of the farm in the heart of Val di Noto, who, like Maraini, are avid travellers. He is Italian; she is Spanish, resident in Moscow and with a great love for Italy. Here’s what happened. When they arrived in the Sicilian countryside and found an old farm set in a huge, green estate inhabited only by little foxes, they felt at home and decided to renovate the late nineteenth century building, transforming it into a boutique hotel so that others could share the wild beauty. Where olives and citrus fruits were once grown and harvested, today

50

W onder W orld

there is Masseria della Volpe, a place of peace and relaxation, where guests can enjoy the scent of the citrus grove and the view of ageold olive and carob trees. The rural spirit of the place is also reflected in the restaurant’s cuisine, which offers traditional down-to-earth Sicilian dishes made with local produce. The estate provides organic ingredients, including oil produced on the farm, which is divine on warm bread just out of the oven. The chef tempts his guests with a tasty menu that opens with local cheeses and salamis and closes with a series of regional desserts. Snacks and breakfast proffer yoghurt and ricotta cheese, homemade jams and marmalades, fresh juices and fruit again from the estate. Gourmet Sicily is also represented by fine wines and other Italian classics to be sipped by the pool or on the terrace, as you contemplate the view. Masseria della Volpe provides the perfect starting point for discovering this history-rich land and its


QUANDO IL SOLE SPLENDE, IL CIELO SI FA TURCHESE, LA TERRA DIVENTA ROSSA, IL MARE BRILLA ALL’ORIZZONTE MENTRE AL TRAMONTO TUTTO DIVENTA ORO, INCLUSO L’ANTICO BAGLIO WHEN THE SUN IS SHINING, THE SKY TURNS TURQUOISE, THE SOIL TURNS RED AND THE SEA GLISTENS ON THE HORIZON, WHILE AT SUNSET EVERYTHING TURNS GOLDEN, INCLUDING THE OLD COURTYARD

spectacular scenery. You can begin with a tour of Mt. Etna, Europe’s largest active volcano; moving onto different nature and wildlife reserves (such as Vendicari), to arrive at the Alcantara gorge or further on to the Torrente Cava Grande which has created the island’s most important canyon, dotted with crystal clear lakes. Not far from base are unspoilt beaches such as those at Calamosche or Portopalo di Capo Passero and unique late-Baroque art cities like Noto, Ragusa Ibla, Modica and Scicli.

W onder W orld 51


by Teresa Cremona

52

W onder W orld


ABRUZZO

N

ei programmi di vita di Niko Romito c’era una laurea in economia e il desiderio di lavorare nel mondo della finanza. Invece, situazioni impreviste lo hanno portato nella cucina di famiglia, a Castel di Sangro, in provincia dell’Aquila, dove, autodidatta, fa emergere il suo talento di chef. Casadonna, come suggerisce il nome, fu in origine Monastero di suore. In tempi più recenti fu acquistato da abruzzesi emigrati in America, e pochi anni fa è diventato parte fondamentale nel progetto di sviluppo di Niko Romito e di sua sorella Cristiana. Un progetto complesso che accanto al ristorante vede sei camere, l’azienda agricola con il frutteto, l’orto, gli alveari, un vigneto di montagna, la scuola di cucina, e il ‘Piccolo Reale’ a Rivisondoli, l’antica sede ora affidata ai ragazzi della scuola che così fanno anche esperienza pratica. È un progetto che richiede non solo la creatività dello chef ma anche l’abilità dell’imprenditore. Casadonna, immersa in una grande natura, è isolata e poetica. È antica e moderna al tempo stesso. L’ala restaurata e l’ala nuova formano un racconto unico dal quale sono banditi orpelli e inutilità. Le linee sono pure e assolute. Il bianco è il colore guida negli esterni come negli interni, molti materiali impiegati sono poveri, consumati dall’uso, e ritrovano nell’impiego attuale una bellezza scabra, asciutta, essenziale: tavole e assi di cantiere, ferri che portano impronta di ruggine, pallett che diventano arredamento e si accompagnano alle mura in pietra a vista, agli antichi camini, agli archi già esistenti ma anche ai pavimenti in resina lucida o al taglio asciutto e moderno delle finestre. I contrasti non sono strillati, e gli ambienti hanno grande calore d’accoglienza. Le stanze sono un guscio antico che contiene design moderno, e il risultato è Incanto, Poesia, Essenza, Armonia, Luce e Delizia, come i nomi dati a ciascuna camera. L’arredamento è classico e lineare, con qualche arredo d’epoca che crea il contrasto delle patine e gioca le differenze. Bianchi gli intonaci, bianche le tappezzerie e la luce purissima della montagna che imbeve ogni cosa. Nel ristorante pochissimi tavoli, le tovaglie sostituite da copritavolo, luci tecniche per una perfetta illuminazione del piatto, il cibo è protagonista. Un’immensa finestra a tutta parete apre sul verde e su querce centenarie e crea un effetto interno-esterno in continuo. Grande il livello della cucina. Nella preparazione del cibo il lavoro è di sottrazione, per arrivare ai fondamentali del sapore. Niko scompone la materia senza perderne l’essenza e il profumo, modellandola per farle assumere forme diverse nell’assoluta semplicità, estraendo a ogni passaggio la sintesi pura dei sapori. L’origine è tradizione e territorio, il risultato finale al quale arriva è assoluta innovazione. www.casadonna.it

54

W onder W orld


CASADONNA, EX MONASTERO DI SUORE È OGGI LA SEDE DEL PROGETTO DI NIKO ROMITO (NELLA PACINA ACCANTO): RISTORANTE (TRE STELLE MICHELIN), SEI CAMERE, SCUOLA DI CUCINA, AZIENDA AGRICOLA CASADONNA, EX CONVENT AND TODAY HOME TO THE PROJECT BY NIKO ROMITO (OPPOSITE PAGE): THREE MICHELINSTARRED RESTAURANT, SIX GUEST ROOMS, COOKERY SCHOOL AND FARM

W onder W orld 55


ABRUZZO

NIKO’S HOUSE Niko Romito’s life plan included degree in economics and a desire to work in the world of finance. However, unforeseen circumstances led him to the family kitchen, in Castel di Sangro in the province of L’Aquila, where, self taught, his talent as a chef emerged. Casadonna, which means woman’s house, was originally a nuns’ convent. In more recent times it was bought by locals who emigrated to America, and a few years ago became a fundamental part of Niko Romito and his sister Cristiana’s development plan. An all-round project that besides the restaurant sees six guest rooms, the farm with its orchard, vegetable garden, beehives, mountain vineyard, cookery school and the ‘Piccolo Reale’ in Rivisondoli, the old premises now entrusted to school children to give them practical experience. It is a plan that requires not only the creativity of a chef but also the ability of a business man. Casadonna, set in the countryside, is remote and poetic. It is at the same time old yet modern. The restaurant wing and the new wing form a single unit that does away with frills and expendables. The lines are pure and absolute. White is the main colour on the exterior as well as in the interiors, many of the materials employed are simple, worn by use, and in their current form express a rugged, clean, essential beauty: tables and building site rods, iron marked by rust, pallets that become furniture and accompany the bare stone walls, the old fireplaces, the original arches but also the shiny resin floors or the sharp and modern shape of the windows. The contrasts are not overstated and the bedrooms are warm and inviting, an old case containing modern design, with enchanting results: Poetry, Essence, Harmony, Light and Delight, like each of their names. The furnishings are classic and linear, with some period pieces that create a contrast in surfaces and play around with differences. Walls are white, upholstery is white, and the pure light of the mountains bathes everything. Just a few tables in the restaurant, with table cloths replaced by covers, high-tech lighting for perfect illumination of the food, which takes centre stage. A huge window spanning an entire wall opens out onto the greenery and the age-old oak trees, breaking down the interior-exterior barrier. And top class cuisine. Food preparation works by subtraction, paring it down to the basic flavours. Niko dismantles his matter without losing its essence and fragrance, modelling it to take on different forms with absolute simplicity, extracting with each step the pure synthesis of flavours. Tradition is the origin and the local area, the end result, is absolute innovation.

56

W onder W orld


LE STANZE SONO UN GUSCIO ANTICO CHE CONTIENE DESIGN MODERNO. L’ARREDAMENTO È LINEARE CON QUALCHE ARREDO D’EPOCA E FOTO IN BIANCO E NERO. THE ROOMS ARE AN OLD CASE CONTAINING MODERN DESIGN. THE FURNISHINGS ARE LINEAR WITH SOME PERIOD PIECES AND BLACK AND WHITE PHOTO

W onder W orld 57


Enjoy the comfort and quality of a Linssen Quiet, excellent stability and easy to manoeuvre

CONTACT: Linssen Yachts B.V., Brouwersstraat 17, Maasbracht (NL), tel +31 475 439 999, www.linssenyachts.com, info@linssenyachts.com Giaroli sas - Corso Italia 13, Orbetello 58015 - GR - Italy, tel + 39 0564 860235, M + 39 337 704059, www.giaroli.it, info@giaroli.it


Steel yachts from 8 - 18 meters

100%

M A D E

I N

M A A S B R A C H T

( N L )


Autunno GIAPPONESE by Sara Magro

Text by Marta Ghelma, phots by Bruno Zanzottera/Parallelozero

Ăˆ una delle stagioni migliori per visitare Tokyo, elegante con gli aceri in rosso, e le terme di Hakone con vista sul Monte Fuji 60

W onder W orld


W onder W orld 61


IN QUESTE PAGINE: TOKYO, METROPOLI DI GRATTACIELI, CAPITALE TRADIZIONALE CON LE FANCIULLE IN KIMONO E SMARTPHONE, CITTÀ MUSICALE CON GLI ARTISTI CHE SUONANO PER STRADA (NELLA FOTO IN APERTURA) E FANNO JAZZ NEI LOCALI UNDERGROUND ON THESE PAGES: TOKYO, METROPOLIS OF SKYSCRAPERS, TRADITIONAL CAPITAL WITH GIRLS IN KIMONOS AND SMARTPHONES, A MUSICAL CITY WITH ARTISTS WHO PLAY ON THE STREETS (SEE PHOTO ON OPENING PAGE) AND JAZZ IN THE UNDERGROUND BARS.

Q

uando i momiji, gli aceri giapponesi, iniziano a infiammarsi di un rosso acceso, inizia la stagione del momijigari. Intimo e sofisticato, il foliage autunnale è senz’altro l’abito più elegante con cui Tokyo si veste. La temperatura è ancora mite e i giorni trascorrono lenti tra le passegiate al parco di Ueno per indovinare i profili dei templi nascosti tra gli alberi, le crociere in barca sul fiume Sumida aspettando la luce giusta per fotografare il tramonto, e lo shopping fashion tra le vetrine dello scintillante quartiere di Ginza. Dopo aver gustato una cena in uno dei rinomati ristoranti che ricamano la collina di Roppongi, di notte è il momento di esplorare i minuscoli kissaten, i leggendari coffee shop dove, dagli anni ‘50 a oggi, si danno appuntamento musicisti e appassionati di jazz. Qui, avvolti nelle atmosfere raffinate del Maduro Bar (www.tokyo.grand.hyatt.com) o dei live di nicchia del club Bflat (www.bflat.biz) si può davvero respirare l’autentica anima underground della megalopoli. L’ultimo sguardo, infine, è dall’alto verso il basso: dal

62

W onder W orld

52° piano della Mori Tower (www.roppongihills.com/tcv/en) l’abbraccio con l’immensità di Tokyo è emozione allo stato puro. Guidati dal vento che muove le foglie dei momiji, poi, ci si sposta a un’ora di treno da Tokyo. Con la sua vista impareggiabile sul Monte Fuji, Hakone è la destinazione naturale per chi vuole avvicinarsi alla cultura degli onsen, i bagni termali giapponesi. Le numerose sorgenti termali ricavate intorno al lago Ashi, infatti, forniscono acqua calda agli onsen dei ryokan, gli alberghi tradizionali, e dei sento, i bagni pubblici popolari nel periodo Edo (1603-1868) come luogo di sosta sull’antica strada Tokaido che collegava Kyoto a Tokyo. Se si chiede consiglio ai locali, le strutture più citate sono Gora Kadan (www. gorakadan.com) e Hakone Yuryo (www.hakoneyuryo.jp), ma la lista delle oasi di benessere in questa stazione termale è lunghissima. Anche qui come a Tokyo, con i primi tiepidi freddi, la vegetazione “arrossata” e i prezzi più bassi rispetto all’imminente inverno, l’autunno è la stagione migliore. La prima cosa da fare è spogliarsi nudi, lavarsi e sciacquarsi con cura, portando con sé una salvietta, per poi entrare lentamente nella vasca termale (separata per uomini e donne). Non c’è da aver paura: la temperatura dell’acqua oscilla tra i 39 °C e i 42 °C e, dopo qualche minuto, la regola è uscire per rinfrescarsi con una doccia fredda. C’è da scommettere che la voglia di reimmergersi non tarderà ad arrivare una seconda e una terza volta. Buon viaggio!


TOKYO

W onder W orld 63


TOKYO

IN QUESTE PAGINE: HAKONE, UNA DELLE PIÙ FAMOSE STAZIONI TERMALI DEL GIAPPONE E IL MONTE FUJI. NELLE PAGINE SEGUENTI: RITRATTO DELLA TOKYO DI OGGI, UN PO’ MANGA E UN PO’ OLD STYLE ON THESE PAGES: HAKONE, ONE OF THE MOST FAMOUS HOT SPRING RESORTS IN JAPAN AND MOUNT FUJI. ON THE FOLLOWING PAGES: PORTRAIT OF THE TOKYO OF TODAY, A LITTLE MANGA AND A LITTLE OLD STYLE

64

W onder W orld


W onder W orld 65


TOKYO

JAPANESE AUTUMN W

hen the Momiji, the Japanese maple, starts to turn a bright flame red, the season of the momijigari begins. Intimate and sophisticated, the autumnal foliage is undoubtedly Tokyo’s most elegant garb. Temperatures are still mild and the days pass slowly between strolls in Ueno Park to spot the profiles of temples hidden in the trees, boat cruises on the Sumida River waiting for the right light to photograph the sunset, and fashion window shopping in the vibrant quarter of Ginza. After dinner in one of the famous restaurants dotted on the hill of Roppongi, the night is right for exploring the tiny kissaten, the legendary coffee shops where, from the 1950s to today, musician and jazz enthusiasts meet. Here, surrounded by the elegant atmosphere of Maduro Bar (www.tokyo.grand.hyatt.com) or

66

W onder W orld

live niche bands in club Bflat (www.bflat.biz) you can really breathe in the genuine underground spirit of the megalopolis. The final gaze is from high up to down low: from the 52nd floor of the Mori Tower (www.roppongihills.com/tcv/en) the enormity of Tokyo is pure emotion. Then, guided by the wind that moves the leaves of the Momiji, we take an hour-long train journey from the capital. With its unrivalled view of Mount Fuji, Hakone is the natural destination for those who want to experience onsen culture, the Japanese thermal baths. In fact, the many thermal springs around Lake Ashi supply hot water to the onsen of the ryokan, the traditional hotels, and the sento, the public baths popular in the Edo (1603-1868) period as a resting place along the ancient Tokaido route that linked Kyoto with Tokyo. If you ask the

locals for advice, they’ll recommend facilities like Gora Kadan (www. gorakadan.com) and Hakone Yuryo (www.hakoneyuryo.jp), but the list of wellness centres in this spa resort is endless. Here, like in Tokyo, with the mild temperatures, reddish vegetation and prices lower than in the coming winter, autumn is the best season. The first thing to do is to strip off, wash and rinse off carefully, and then bringing a small towel, slowly enter the thermal pool (separate for men and women). No need to be afraid: the temperature of the water ranges between 39 °C and 42 °C and, after a few minutes, it is customary to get out and cool off with a cold shower. You can be sure that the desire to get back in will soon return for a second and even a third time. Have a good trip!


IN PRATICA L’HOTEL Aman Tokyo (www.aman.com, nella foto qui sopra) è l’ultimo cinque stelle lusso inaugurato nel distretto finanziario di Tokyo, ed è senz’altro quello che ha avuto un’eco internazionale sensazionale, per la lobby con la lanterna gigante che pende da un soffitto altissimo, per i grandi spazi comuni con vetrate a parete e le stanze di design, per la spa con una piscina favolosa. CON CHI Japan Experience (www.japan-experience.it) è un’agenzia di viaggi che si occupa esclusivamente di Giappone da più di 30 anni proponendo tour affidabili, interessanti e convenienti. INFO JNTO, Ente Nazionale del Turismo Giapponese (www.turismo-giappone.it)

W onder W orld 67


by Sara Magro

I

mmaginate per una volta di andare controtendenza. E invece di divorziare, dopo 10, 15, 20 anni di matrimonio, decidete di confermare la promessa. Un rituale questo molto in voga negli Stati Uniti e nel Regno Unito, che richiede una scenografia speciale, possibilmente esotica, tropicale. Caraibi per esempio. Grenada, sempre per esempio, un’isola autentica, per buona parte ancora selvaggia, però con tutte le caratteristiche richieste per uno sfondo romantico: mare, spiagge e palme al vento, estate tutto l’anno e una netta attitudine per l’esistenza facile. La wedding planner, la suite ideale, con piscina a sfioro privata e talamo nuziale e lo sfondo da cartolina sono al Sandals La Source rivolto sul lato caraibico dell’isola. E la cerimonia sulla spiaggia o in giardino è il regalo del resort per chi prenota almeno tre notti. Il resto invece è già incluso nel prezzo della camera (sono in tutto 225, di 26 tipologie diverse), vale a dire che per tutta la vacanza non sarà necessario aprire mai il portafoglio. A parte i trattamenti nella spa e le escursioni sull’isola con il tour operator interno, che si pagano

68

W onder W orld


CARIBE

IN QUESTE PAGINE E IN APERTURA, SCORCI DI SANDALS LA SOURCE: LA TERRAZZA DELLA PENTHOUSE, LE VERANDE PRIVATE, LA SPIAGGIA. AL CENTRO DIVING SI TROVA L’ATTREZZATURA DI DIVING PER ESPLORARE I FONDALI TRIOPICALI E IL MUSEO SOTTOMARINO DI SCULTURE ON THESE AND THE OPENING PAGES, VIEWS OF SANDALS LA SOURCE: THE PENTHOUSE TERRACE, PRIVATE VERANDAS, AND THE BEACH. AT THE DIVING CENTRE IS EQUIPMENT FOR EXPLORING THE TROPICAL SEA BEDS AND THE UNDERWATER SCULPTURE PARK

a parte, tutto è a disposizione degli ospiti con una formula che hanno infatti soprannominato “Luxury Inclusive”, perché comprendere tutto, anche cibo e bevende senza limiti. Vuoi una pizza? La ordini da Dino. Vuoi un jerk chicken marinato nelle spezie alla caraibica? Lo trovi al bar della spiaggia. Se ti viene un languorino pomeridiano, prendi un gelato alla noce moscata al Cafè de Paris, se invece hai voglia di un aperitivo con il sushi vai da Soya. In una settimana, si può cambiare ogni giorno, scegliendo tra 12 opzioni: cucina francese, romana, giapponese, steak house con filetto di Wagyu e Sirloin, menu fusion con show cooking di riso alla cantonese e gamberi alla soia e limone. Il resort è distribuito in una tenuta con piscine riscaldate, alcune per tutti, molte a uso privato, un giardino tropicale colorato di ibiscus e altri fiori meravigliosi, e due spiagge una per chi ama pigrire ammollo, possibilmente con un drink in mano, una per gli sportivi, che nell’acqua vedono una palestra dalle mille attività. Qualcuno si diletta con il paddling

70

W onder W orld

sul surf, o con il kayak. Molti si dilettano con il diving o, se non lo hanno mai fatto, possono iniziare lì con il corso introduttivo e la pratica in piscina prima dell’immersione vera e propria tra le statue di un originale museo sottomarino, a una ventina di minuti di barca dal resort, o in altri spot più impegnativi dove si incrociano squali, murene, serpenti di mare, oltre ai banchi di pesci tropicali a strisce e colorati. Al centro diving hanno tutto: muta, pinne, maschera, bombole per tutte le misure e un istruttore bravissimo che in pochi giorni fa conquistare il PADI, il certificato base per la pratica. La sera invece si balla con band e dj che suonano fino all’una, piña colada e daiquiri finché si vuole. I temi cambiano a seconda della serata, dalla salsa al reggae alla disco anni Ottanta. Innegabilmente, La Source è un resort romantico, e a parte qualche addio al celibato tra amiche, gli ospiti sono spesso coppie, un po’ di tutte le età, molti americani, diversi inglesi, qualche canadese, un mix eterogeneo con i comuni denominatori dell’eterno amore e spensieratezza.


W onder W orld 71


CARIBE

LUXURY INCLUSIVE I

magine going against the grain for once. And instead of divorcing after 10, 15 or 20 years of marriage, you decide to renew your vows. It’s a very fashionable ritual in the USA and in the UK; one that requires a special setting, possibly an exotic or tropical one. The Caribbean, for example. Grenada, again for example: a real island, still mainly untouched, but with all of the necessary requirements for a romantic holiday: sea, beaches with palm trees quivering in the breeze, summer all year round and a decidedly laid back attitude. The wedding planner, the perfect suite with private deck level swimming pool, nuptial bed and the picture postcard backdrop are all at Sandals La Source, facing the Caribbean side of the island. And the ceremony on the beach or in the garden is a gift offered by the resort for whoever books at least three nights. The rest is already included in the price of the room (there are 225 in total, with 26 different types), which basically means that there is no need to open your wallet for the entire holiday. Apart

72

W onder W orld

from spa treatments and excursions around the island with in-house tour operators, which are a separate charge, everything is offered to guests with a formula that is in fact called “Luxury Inclusive”, because it includes everything, even limitless food and beverages. Want a pizza? You can order it from Dino’s. Fancy jerk chicken marinated in Caribbean spices? You can find it at the bar on the beach. If you get peckish in the afternoon, have a nutmeg ice-cream at Café de Paris, while if you feel like an aperitif with sushi, go to Soya. In one week, you can change every day, choosing from 12 options: French, Roman or Japanese cuisine, the steak house with Wagyu filet steak and sirloin, fusion menu with show cooked Cantonese rice and shrimps with soya and lemon. The resort is spread over an estate, with heated swimming pools, some communal, many private, a colourful tropical garden of hibiscus and other marvellous flowers and two beaches, one for those who love lazing in the water, possibly with drink in hand, and another for the sporty types, offering a myriad

of different activities. Some try their hand at stand up paddleboarding or kayaking. Many go for scuba diving or, if they are beginners, can start with an introductory course and practice in a pool before the first real dive amidst the statues of an underwater sculpture park, twenty or so minutes by boat from the resort, or in other more challenging spots home to sharks, moray eels, water snakes, as well as shoals of striped and multicoloured tropical fish. The diving centre has everything: wet suits, flippers, masks, tanks of all sizes and a talented instructor who can get you your PADI, the basic diving certificate, in a few days. In the evening there is dancing to live music and DJs that play until one, with piña coladas and daiquiris galore. The theme changes each night, from salsa to reggae and ‘80s disco. La Source is an undeniably romantic resort, and apart from the odd hen party, the guests are generally couples, of all ages, Americans, English and a few Canadians, a mixed bunch with carefreeness as their common denominator.


A DESTRA: IL SUSHI BAR E LA STEAK HOUSE SONO DUE DEI 12 RISTORANTI DI SANDALS LA SOURCE SOTTO: IL BAR NEPTUNE’S PORTA DRINK E FAST FOOD ANCHE SOTTO L’OMBRELLONE. A SINISTRA UNA SUITE CON PATIO E PISCINA PRIVATI RIGHT: THE SUSHI BAR AND STEAK HOUSE ARE TWO OF THE 12 RESTAURANTS AT SANDALS LA SOURCE BELOW: NEPTUNE’S BAR SERVES DRINKS AND FAST FOOD AT YOUR PARASOL. LEFT, A SUITE WITH PRIVATE PATIO AND POOL

W onder W orld 73


NAT UR AL Riequilibrare corpo e mente in cima ai monti o nella quiete della campagna: il vero lusso è concedersi una pausa circondati dalla natura, anche in un’oasi verde di cittĂ

74

W onder W orld


WELLNESS by Antonella Euli

Rebalancing body and mind in the mountaintops or in the peaceful countryside: the real luxury is treating yourself to a break in the midst of nature, or even in a green oasis in the city

W onder W orld 75


TOP SPA IN ITALY

IL NUOVO HOTEL ALL’ALPE DI SIUSI HA SUITE ALPINE E CHALET PRIVATI IN LARICE NATURALE E CON VISTA MOZZAFIATO THE NEW HOTEL ON SEISER ALM BOASTS ALPINE

Adler Mountain Lodge, Castelrot to

BEAUTY UNDER THE STARS Un rifugio dorato all’ombra delle Dolomiti. Il gioiello degli Adler Spa Resorts è l’Adler Mountain Lodge, il nuovo hotel 5 stelle a Castelrotto con centro benessere e centro benessere sotto il cielo. Come un lago di montagna, la piscina calda sporge sui pendii dell’Alpe e riflette le cime circostanti che al tramonto si tingono di rosso, mentre dalla sauna nel sottotetto si gode un panorama speciale. Gli ingredienti usati per i trattamenti sono frutto di una profonda conoscenza sulla salute tramandata da generazioni, e provengono dalla natura: stelle alpine, arnica, pino mugo, sale e fieno di montagna, sono le materie prime per cosmesi naturale, massaggi, bodystyling, anti-ageing, bagni e impacchi legati all’ambiente e concepiti su misura per gli ospiti secondo un’ottica rigorosamente olistica. A golden refuge in the shadow of the Dolomites. The gem of Adler Spa Resorts is the Adler Mountain Lodge, the new 5-star hotel in Castelrotto with wellness centre and spa beneath the sky. Like a mountain lake, the hot water pool stands out against the slopes of the Alps and reflects the surrounding peaks which are tinged with red at sunset, while the indoor sauna boasts a special panorama. The ingredients for the treatments in the Alpine spa are the product of a deep knowledge of health passed down through generations, and come from nature: edelweiss, arnica, mountain pine, salt and mountain hay are the raw materials used for natural cosmetics, massages, body-styling, anti-ageing, baths and packs, personalised for guests according to a strictly holistic approach. www.adler-lodge.com

76

W onder W orld

SUITES AND PRIVATE CHALETS IN NATURAL LARCH AND WITH BREATHTAKING VIEWS


AYURVEDA AND MORE IN VALLE AURINA In Alto Adige c’è un rifugio in simbiosi con la natura: l’Alpen Palace di San Giovanni. La spa è il fiore all’occhiello della struttura e nei 3000 mq dedicati a salute e bellezza, il benessere di montagna incontra l’ayurveda. Il tempio della bellezza si chiama “The Art of Beauty by La Prairie”, nota per l’eccellenza dei trattamenti estetici. Tra i monti, le parole chiave sono Alpine wellness e Medical wellness: la prima basata sulle erbe del Getzlechenhof, sui prodotti Vitalis Dr. Joseph e sul nuovo programma Balance Alpine 1000+; la seconda per attivare un processo di salute a 360°, che continua anche dopo la partenza... Ci sono anche la suite con spa privata, la Tiroler Stubensauna, il bagno turco, la piscina all’aperto, tiepida come quella interna, la grotta con i sali del mar Morto e l’hamman. www.alpenpalace.com

In South Tyrol there is a private refuge in symbiosis with nature: Alpen Palace in San Giovanni, where your holiday is marked by privacy and top class services. The spa is the feather in the cap of this facility, with alpine wellness meeting Ayurveda in the 3,000 m2 dedicated to health and beauty. The temple of beauty is called “The Art of Beauty by La Prairie”, noted for its outstanding beauty treatments. In these mountains, the watchwords are Alpine wellness and Medical wellness: the former based on Getzlechenhof herbs, on Vitalis Dr. Joseph products and on the new Balance Alpine 1000+ programme; the latter to fully activate a health process, which continues after you’ve left... There are also suites with private spa, a Tiroler Stubensauna, Turkish bath, heated outdoor and indoor pool, grotto with Dead Sea salt bath and hammam. www.alpenpalace.com

Alpen Palace, San Giovanni

IL VERO LUSSO? UNA TIPICA SAUNA TIROLESE CON VISTA SULLO SPETTACOLARE PAESAGGIO DELLA VALLE AURINA REAL LUXURY? A TYPICAL TYROLEAN SAUNA WITH A VIEW OF THE SPECTACULAR LANDSCAPE OF THE AURINA VALLEY

W onder W orld 77


È A POCHI CHILOMETRI DA MERANO ED È IL LUOGO IDEALE PER COPPIE IN CERCA DI UNA VACANZA ROMANTICA A TUTTO BENESSERE A FEW KM FROM MERANO AND THE IDEAL PLACE FOR A COUPLE LOOKING FOR A ROMANTIC HOLIDAY IN ABSOLUTE WELLBEING

Belvita Hotel Preidlhof , Naturno ( BZ) ROMANTIC BEAUTY AND WELLNESS Premiato con l’European Health & Spa Award 2015 come “Best Spa Hotel of Italy”, il Wellnesshotel Preidlhof di Naturno (della catena Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol) è un romantico resort circondato dai monti: 2600 mq dedicati alla remise en forme, incluso un centro estetico e una spa privata di 100mq, dove si possono provare diversi trattamenti “magici” per fermare il tempo. Come Ultherapy, il lifting per il viso agli ultrasuoni della dottoressa Almasbegy. Si tratta di una soluzione non invasiva per ridare tonicità ai lineamenti: palpebre, mento, collo ritrovano vigore e la linea delle sopracciglia risulta visibilmente sollevata. Basta una sola seduta per avere una pelle distesa e levigata grazie allo stimolo alla formazione di nuovo collagene. Winner of the European Health & SPA Award 2015 as “Best Hotel SPA of Italy”, the Wellnesshotel Preidlhof in Naturno (in the Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol chain) is a romantic resort surrounded by mountains. 2,600m2 devoted to remise en forme, including a beauty centre and a 100m2 private spa, where you can try many different “magic” treatments to make time stand still. Like Ultherapy™, the ultrasound face lifting technology by Doctor Almasbegy. It is a non-invasive solution to give back tone to facial features: eyelids, chin and neck gain new life and the eyebrow line is visibly lifted. One session is enough for smoothed, relaxed skin thanks to the stimulated formation of new collagen. www.preidlhof.it

78

W onder W orld


TOP SPA IN ITALY REMISE EN FORME IN THE OLD CASTLE L’autunno al boutique hotel Castello di Casole è all’insegna del benessere. Nella splendida tenuta di 1700 ettari a Casole d’Elsa, nel cuore della Toscana, la bellezza è d’obbligo, quindi gli ospiti sono invitati a provare i due nuovi trattamenti proposti dalla Essere Spa: Digital Detox Package e Three-day Yoga Retreat, entrambi studiati per rilassare e ringiovanire mente e corpo. Il primo offre l’opportunità di “spegnere” la mente e riorientarla con un programma che include tre giorni di trattamenti olistici, due sessioni di meditazione, due di pilates e due di Thai-Chi. Il secondo prevede una tre giorni per rilassarsi e ritrovare l’equilibrio attraverso sessioni di Yoga da integrare ad altri trattamenti, come la riflessologia plantare Thai, il riequilibrio Chakra e il riequilibrio cranico. Autumn at the Castello di Casole boutique hotel is marked by wellness. In the splendid 1,700 hectare estate in Casole d’Elsa, in the heart of Tuscany, beauty is the order of the day, so guests are invited to try two new treatments offered by Essere Spa: Digital Detox Package and Three-day Yoga Retreat, both designed to relax and rejuvenate body and mind. The first offers the chance to “switch off” your mind and re-orientate it with a programme that includes three days of holistic treatments, two meditation, two Pilates and two Thai-Chi sessions. The second involves three days to relax and regain your equilibrium through Yoga sessions combined with a series of treatments such as Thai reflexology, Chakra rebalancing and cranial sacral massage. www.castellodicasole.com

Castello di Casole, Casole d’Elsa

NELLA SPA SI USANO INGREDIENTI DEL TERRITORIO COME ROSMARINO, UVA E OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA, E PRODOTTI NATURALI COME COMFORT ZONE E GERMAINE DE CAPPUCCINI THE SPA MENU IS INSPIRED BY LOCAL INGREDIENTS SUCH AS ROSEMARY, GRAPES AND EXTRAVIRGIN OLIVE OIL, AND EXCLUSIVE PRODUCTS LIKE COMFORT ZONE AND GERMAINE DE CAPPUCCINI

W onder W orld 79


TOP SPA IN ITALY

APPENA INAUGURATA, LA SPA SHIESEIDO SI TROVA AL 6° E 7° PIANO DELL’EXCELSIOR HOTEL GALLIA, STORICO INDIRIZZO DI MILANO APPENA RINNOVATO E RIAPERTO ON THE SIXTH AND SEVENTH FLOOR OF THE HISTORICAL EXCELSIOR HOTEL GALLIA IS THE SHISEIDO SPA, THE FIRST IN ITALY AND MILAN’S LARGEST SPA IN A HOTEL

Shisedo Spa, Milano

EXTRALARGE SPA Dopo un restauro multimilionario l’Excelsior Hotel Gallia torna a illuminare Milano. Inaugurato nel ’32 oggi il “nuovo” Palazzo firmato dall’architetto Marco Piva combina l’eleganza Art Déco dell’edificio con i canoni del design contemporaneo. E, al sesto e settimo piano dello storico albergo, Shiseido apre la sua prima Spa in Italia, che con i suoi 1000mq è la più grande spa tra gli hotel della città. Cosa si trova: 4 cabine trattamento singole (Sakura, Tea Rose, Hamanasu e Camellia, simbolo della maison dal 1916); Spa Suite privata con cabina di coppia; Jacuzzi, cascata di ghiaccio, piscina con area relax, stanza del sale e area fitness. Nel menu sono elencati più di 30 trattamenti oltre a 2 percorsi profumati e ristrutturanti: la Sweet Sauna e la Sweet Spa o in alternativa il Japanese Foot Bathing o l’Aroma Breathing. Porte aperte per tutti gli ospiti dell’hotel dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 21, sabato e domenica dalle 10 alle 20.

80

W onder W orld

After a multi-million makeover, the Excelsior Hotel Gallia is back to illuminate Milan. Opened in 1932, today the “new” Palazzo designed by Marco Piva combines the building’s classical elegance with the canons of contemporary design. And, the sixth and seventh floor of the historical hotel is home to Shiseido’s first Spa in Italy, the city’s largest hotel spa at 1,000m2. Here are the stats: 4 individual treatment cabins (Sakura, Tea Rose, Hamanasu and Camellia, symbols of the maison since 1916); 1 private Spa Suite with couple’s cabin, 1 Jacuzzi, 1 ice cascade, 1 swimming pool with lounge area, 1 salt room and 1 fitness area. The menu offers over 30 treatments plus 2 perfumed and restorative programmes: the Sweet Sauna and the Sweet Spa or either Japanese Foot Bathing or Aroma Breathing. Doors are open to all hotel guests from 9 am to 9 pm, Monday to Friday and on Saturday and Sunday from 10 am to 8 pm. www.shiseido.com


TOP SAFARI

Mont Blanc Hotel Village, La Salle WELLNESS VILLAGE Siamo a pochi minuti dal centro di Courmayeur, e l’hotel che scegliamo è un 5 stelle che coniuga in ogni stagione natura e relax. La struttura in pietra e legno a La Salle assomiglia a un piccolo villaggio alpino costruito ai piedi del Monte Bianco. Nell’area wellness ci sono la tisaneria, la Jacuzzi all’aperto, panoramica, piscina esterna e interna riscaldata con vasca idromassaggio e nuoto controcorrente, saune, bagno turco, bagno romano aromatizzato e docce sensoriali, percorso Kneipp, grotta calda e fredda, cascata calda, grotta vapore, sauna e sale relax. C’è anche un’ampia zona per trattamenti estetici e rilassanti con 9 cabine e solarium corpo. A corredo, l’area fitness con attrezzi Technogym e “Sistema A.E.G.” (Analisi Estetica Globale), per un approfondito check-up estetico. We are a few minutes from the centre of Courmayeur, and the hotel we’ve chosen is a 5-star that combines nature and relaxation in all seasons. The stone and wood building in La Salle look like a little mountain village built at the foot of Mont Blanc. The wellness area has a herbal tea bar, a panoramic outdoor Jacuzzi, outdoor and heated indoor pool with Whirlpool tub and counter current swimming, saunas, Turkish bath, aromatised Roman bath and emotional showers, Kneipp therapy, hot and cold grotto, hot water cascade, steam grotto, sauna and relaxation rooms, a large area for beauty and relaxation treatments with 9 cabins and solarium. This comes with a fitness area with Technogym equipment and “G.B.A.System.” (Global Beauty Analysis), for a thorough beauty check-up. www.hotelmontblanc.it

LA PISCINA ALL’APERTO DEL MONT BLANC HOTEL VILLAGE, E IL CENTRO BENESSERE SONO SPAZI ESCLUSIVI DOVE RIGENERARSI E RILASSARSI THE OUTDOOR POOL AT MONT BLANC HOTEL VILLAGE AND THE WELLNESS CENTRE ARE THE PERFECT PLACES TO RELAX AND REGENERATE


PERÙ10 TOP

EASTERN PERFUME IN MILAN Milano profuma d’Oriente con il Mandarin Oriental, primo hotel della catena in Italia nell’ex sede della Cariplo: quattro edifici adiacenti del diciottesimo secolo dove ora ci sono 104 stanze diverse, 31di queste suite di cui una presidenziale. Questa lussuosa dimora milanese con contaminazioni orientali ospita un’altrettanto lussuosa spa di 900mq con atmosfera feng-shui, accogliente e rilassante. È la prima struttura in città dall’approccio olistico sia per il rilassamento che per l’anti-age. Nelle sei cabine ogni trattamento è preceduto dal rituale dei piedi: un massaggio preparatorio prima del Most, il signature treatment. Tra le linee cosmetiche c’è anche quella del chirurgo estetico brasiliano Ivo Petanguy. Il massimo lusso è la Spa Suite con due lettini, area relax privata, idromassaggio e bagno turco.

Mandarin Oriental,

Milano

ATMOSFERA FENG-SHUI, ESTREMO RELAX: LA SPA DEL MANDARIN ORIENTAL MILAN È LA PRIMA STRUTTURA IN CITTÀ CHE ADOTTA UN APPROCCIO OLISTICO AL BENESSERE FENG-SHUI ATMOSPHERES, FULL RELAXATION: IT IS THE FIRST FACILITY IN THE CITY WITH A HOLISTIC APPROACH TO WELLNESS AND A RANGE OF ANTI-AGEING TREATMENTS

Milan has an Eastern feel with the Mandarin Oriental, the chain’s first hotel in Italy, in the former Cariplo premises: four adjacent 18th century buildings are now home to 104 different rooms, 31 of which are suites. In this luxurious Milanese residence with oriental influences, is another equally luxurious 900 m2 spa. Embracing, calming Feng-shui atmospheres for the first facility in Milan with a holistic approach to wellness, offering a complete menu of relaxing and anti-ageing treatments. In its six cabins each treatment is preceded by a foot ritual. The cosmetics ranges include also that by the Brazilian cosmetic surgeon Ivo Petanguy. The height of luxury is the Spa Suite with two beds, private relaxation area, whirlpool tub and Turkish bath. www.mandarinoriental.it


TOP SPA IN ITALY

Arno Spa,

Candeli

FEELING WOW NEAR, LIVING SLOW Villa La Massa: un gioiello architettonico dell’epoca medicea sulle rive dell’Arno. La grande dimora nobiliare toscana del 1525 diventa hotel di charme nel 1953 e dal 1998 entra a far parte del Gruppo Villa d’Este. Ci sono tutte le premesse per una vacanza wow all’insegna del benessere. Circondata da un giardino-belvedere sul fiume, in quest’oasi di pace si riscopre il gusto del vivere slow, al ritmo dell’acqua che dalla regione del Chianti arriva a Firenze, distante solo una decina di chilometri. Nella rinnovata Arno Spa ricavata dalle antiche cantine della casa, si respira profumo di Toscana autentica: 325 mq per un’elegante area wellness composta da zona umida con bagno turco, sauna, vasca romana con idromassaggio, docce emozionali, due Suite Spa e zona Beauté. I trattamenti viso e corpo sono firmati Santa Maria Novella e sono a base di ingredienti naturali e rigeneranti dove predominano note agrumate e floreali.

Villa La Massa: an architectural and medieval gem on the banks of the Arno. The large Tuscan villa dating back to 1525 became a boutique hotel in ’53 and part of the Villa d’Este group in ‘98. All the ingredients are there for a wowing wellness holiday. In this oasis of peace surrounded by a garden overlooking the river, you can rediscover your taste for slow living, at the pace of the water that flows from the Chianti region to Florence, just ten or so km away. In the renovated Arno Spa created inside the villa’s old wine cellars, you can breathe in the atmosphere of authentic Tuscany: an elegant 325m2 wellness area composed of a wet zone with Turkish bath, sauna, Roman bath with whirlpool tub, sensory showers, two Spa suites and beauty area. The face and body treatments are by Santa Maria Novella, made from natural and regenerating ingredients where citrus and floral notes prevail. www.villalamassa.com

NELLA RINNOVATA ARNO SPA, RICAVATA DALLE ANTICHE CANTINE DELLA VILLA, C’È ANTICO PROFUMO DI TOSCANA THE ANCIENT ATMOSPHERE OF TUSCANY IN THE RENOVATED ARNO SPA CREATED IN THE VILLA’S OLD WINE CELLARS

W onder W orld 83


I registi del buon vivere nella campagna tra Firenze e Siena, raffinata, internazionale, autentica

by Sara Magro, photos by Matteo Carassale


PAGINA PRECEDENTE: DARIO CECCHINI E LA SUA FIORENTINA ALL’ANTICA MACELLERIA CECCHINI DI PANZANO IN CHIANTI. QUI: L’OSTERIA BOTTEGA DI PASSIGNANO, BADIA A PASSIGNANO . PREVIOUS PAGE: DARIO CECCHINI AND HIS FLORENTINE STEAK AT THE OLD CECCHINI BUTCHER’S IN PANZANO IN CHIANTI. HERE: OSTERIA BOTTEGA DI PASSIGNANO, IN BADIA A PASSIGNANO

W onder W orld 85


C

hi ha visto il film Sogni di Akira Kurosawa, ricorderà l’emozionante scena in cui il protagonista camminava nei campi dipinti da Van Gogh. Ecco, guidare o passeggiare nei paesaggi del Chianti fa più o meno quell’effetto: la tela di un grande maestro che si materializza davanti ai vostri occhi. E voi ci siete immersi in quelle colline dolci, coltivate a vite, ulivi e grano, con i filari di cipressi che accompagnano a borghi e castelli in cima ai poggi e l’orizzonte libero sul quale, proprio come in un quadro, le luci dipingono scenari sempre nuovi, meravigliosi. (Per capire meglio è consigliato googlare Akira Kurosawa-Dreams-Vincent Van Gogh, ndr). Meraviglia, appunto. È la parola che viene spontanea attraversando quel mare di colline gentili dove si nascondono tanti piccoli gioielli, molte sorprese e un gran divertimento. La scenografia del Chianti è di una bellezza perfetta, e se la vacanza fosse un film, anche la gente che ci vive contribuirebbe al lieto fine con bravi registi e attori. Nelle frazioni la persone sono semplici e la vita pure. Le signore anziane con il grembiule da lavoro e la messa in piega ci mettono un secondo a iniziare una conversazione: il tempo che non si rimette ancora, la fatica di oggigiorno, i soldi che non bastano mai... Si lamentano, ma sono sempre sorridenti, e mettono di buon umore. A volte le performance raggiungono livelli istrionici. Come gli show in rima del macellaio Cecchini, a Panzano: meglio di una pièce a teatro! Poi, però, prepara una fiorentina che solo chi conosce la materia può fare, e non ce la si scorda più. Anche Stefano Salvadori non scherza quanto a performance. Chi passa nel suo negozio, l’Accademia del Buon Gusto, sempre a Panzano, assaggia vini e oli che sono l’essenza di questa Toscana, pittorescamente narrata, scherzosamente amata/odiata, ma tanto buona. Di storie e personaggi in Chianti ce n’è finché si vuole. Storie di castellani, baroni, patrizi che si sono trovati onerosi poderi da amministrare. È gente colta, che ha viaggiato nel mondo, che ha modernizzato la produzione e le cantine. Che ristruttura ville e manieri e li trasforma in alberghi di fascino e ristoranti raffinati esprimendo al meglio l’ospitalità italiana. Come accade al Castello di Ama, che queste caratteristiche le ha tutte: tre camere in una villa del Settecento, un’enoteca con ristoro dove i grandi vini si degustano insieme a un menu fatto con le verdure dell’orto e i prodotti del territorio, una cantina da visitare anche come un museo d’arte contemporanea, con una collezione che aumenta ogni anno dall’albero-specchio del 2000 di Michelangelo Pistoletto alla Confession of Zero di Hiroshi Sugimoto, ultima aggiunta del 2014. A gestire l’impresa famigliare ci sono Lorenza Sebasti e Marco Pallanti, i quali, come David e Catherine Gardner a Villa Bordoni, gli Stucchi Prinetti a Badia a Coltibuono, Giovanna Stianti al Castello di Volpaia e i proprietari di tante altre tenute nel Chianti, sono i registi di questa dolce vita tra colli, colori, profumi.

86

W onder W orld


CHIANTI

GIOVANNA STIANTI, PROPRIETARIA DEL CASTELLO DI VOLPAIA. NELLA PAGINA ACCANTO, STEFANO SALVADORI, DELL’ACCADEMIA DEL BUON GUSTO GIOVANNA STIANTI, OWNER OF CASTELLO DI VOLPAIA. OPPOSITE PAGE, STEFANO SALVADORI, FROM THE ACCADEMIA DEL BUON GUSTO

W onder W orld 87


I VIGNETI DI MONTEFIORALLE E, A SINISTRA, I VINI D’ANNATA DELLA CANTINA BADIA A COLTIBUONO THE VINEYARDS OF MONTEFIORALLE AND, LEFT, VINTAGE LABELS IN THE BADIA A COLTIBUONO WINE CELLAR

88

W onder W orld


CHIANTI

Rocca di Castagnoli (Gaiole in Chianti, www.roccadicastagnoli. com) Nel borgo medievale circondato da boschi, ulivi e filari di cipressi, si dorme, si mangia toscano, si beve buon vino. Badia a Coltibuono (Gaiole in Chianti, www.coltibuono.com). Nella tenuta a produzione biologica, l’ospitalità è divisa tra camere e appartamenti. Cucina e scuola di cucina sono rigorosamente di tradizione toscana o più specificamente chiantigiana. Antica Macelleria Cecchini (Panzano in Chianti, www.dariocecchini. com) Dario Cecchini è sempre alla ricerca del taglio e della cottura perfetta della carne. Come si può verificare facendo una lezione con lui, mangiando al ristorante o acquistando un taglio al banco. Accademia del Buon Gusto (Panzano in Chianti, www. accademiadelbuongusto.com) Vini e oli della zona. Si acquista

dopo aver degustato con la guida di Stefano Salvadori. Villa Bordoni (Greve in Chianti, www.villabordoni.it) Dieci camere in stile country sofisticato e un ristorante affacciato su un giardino segreto. Intorno solo vigneti, ulivi, colline e castelli. Ospita anche una scuola di cucina rustica (ovvero povera). Castello di Ama (Gaiole in Chianti, www.castellodiama.com) Azienda di eccellenza nel panorama vinicolo internazionale e sede di una nelle più importanti collezioni d’arte contemporanea di opere site specific, ha tre solo tre suite (di cui due con due camere doppie) con arredi d’epoca e in ferro battuto. Castello di Volpaia (Volpaia, www.volpaia.it) Produzione agricola e vitivinicola biologica, un’osteria, lezioni di cucina toscana, e cinque appartamenti da affittare per le vacanze.

W onder W orld 89


CHIANTI

The masters of good living in the countryside between Florence and Siena; refined, international, authentic Whoever has seen the film Dreams by Akira Kurosawa will remember the vivid scene in which the protagonist walks through fields painted by Van Gogh. Driving or walking through the Chianti countryside has more or less the same effect: a canvas by a great master which materialises before our very eyes. And you, immersed in those rolling hills, where vines, olive trees and wheat grow, with rows of cypress trees that line roads up to hamlets and castles on hilltops, and the horizon on which lights paint new and marvellous scenes, just like in a picture (it is recommended you Google Akira Kurosawa-Dreams-Vincent Van Gogh for a better understanding, -Ed.) Wonder. That is the word that comes naturally when you cross that sea of gentle hills that conceal a host of little gems, lots of surprises and fun. The scenery of Chianti is one of perfect beauty, and if your holiday were a film, even the people that live there would contribute with good directors and actors to the happy ending. In the little towns, 90

W onder W orld

people are simple and life is pure. The elderly ladies in their house coats and salon-set hair take one second to start a conversation: the weather that shows no signs of improvement, the hardships of today, the money that is never enough... They complain, but are always smiling, and cheer you up. Sometimes the performances reach exaggeration. Like the rhyming shows of Cecchini, the butcher in Panzano, which are better than a theatre show! But then he prepares a Florentine steak in a way that only masters of their trade can, and you’ll never forget it. Even Stefano Salvadori takes performance to a new level. Whoever calls into his shop, Accademia del Buon Gusto, again in Panzano, can taste wines and oils that are the essence of this Tuscany, picturesquely narrated, jokingly loved/hated, but oh so good. Chianti has stories and characters galore. Tales of lords, barons, aristocrats who found themselves large farms to manage. Cultured people, who have travelled the world, modernised

production and wineries. Who restore villas and manors and transform them into charming hotels and elegant restaurants that express the best of Italian hospitality. Just like at Castello di Ama, which has all of those features: three rooms in a eighteenth century villa, a wine bar and kitchen where fine wines can be sampled together with a menu based on garden vegetables and local produce, a wine cellar that can be visited also as a contemporary art museum, with a collection that grows each year, from Michelangelo Pistoletto’s mirror-tree from the year 2000 to the Confession of Zero by Hiroshi Sugimoto, the latest addition from 2014. The family business is run by Lorenza Sebasti and Marco Pallanti, who, like David and Catherine Gardner in Villa Bordoni, the Stucchi Prinetti family in Badia a Coltibuono, Giovanna Stianti at Castello di Volpaia and the owners of many other estates in the Chianti, are the masters of this sweet life amidst hills, colours and fragrances.


IN CHIANTI CONVIVONO FELICEMENTE L’AUTENTICITÀ POPOLARE E LA SOFISTICATA ELEGANZA DELL’OSPITALITÀ: QUI VILLA BORDONI E, NELLA PAGINA ACCANTO, UN MOMENTO DI CONVIVIALITÀ NEL BORGO DI VOLPAIA IN CHIANTI THERE IS THE PERFECT MIX OF AUTHENTIC PEOPLE AND THE SOPHISTICATED ELEGANCE OF HOSPITALITY: HERE, VILLA BORDONI AND, ON THE OPPOSITE PAGE, A MOMENT OF CONVIVIALITY IN THE VILLAGE OF VOLPAIA

W onder W orld 91


ERI DI M U N CR I I IP T P T

A

TU

FOOD

by Antonella Euli

92

W onder W orld


FOOD

C’

è tanta Brianza in Enrico Crippa e non si tratta solo dell’influenza di un luogo, ma piuttosto di dna. Pragmatismo, rigore e precisione quasi da chirurgo, consacrano questo chef schivo e spettacolare, al 27mo posto dei World’s 50 Best Restaurants, guadagnando ben 12 posizioni in un sol botto. Un perché ci sarà, o no? Come ci sarà per aver collezionato in un pugno d’anni ben 3 stelle Michelin. Così come ha collezionato collaborazioni importanti, prima con Marchesi nel suo ristorante milanese in Bonvesin de la Riva, poi con Christian Willer e Michel Bras in Francia e Ferran Adrià in Costa Brava. Quindi la svolta: nel ’96 il Maestro Marchesi lo vuole a Kobe per il nuovo ristorante e lui ci resta per tre anni. Un periodo magico dove Crippa sperimenta “il nuovo” fatto di estetica e eccellenze. Il capitolo attuale si abbozza nel 2003 con l’incontro della vita: da una parte lo chef di talento, dall’altra la famiglia Ceretto (quella dei grandi vini delle Langhe). Visti e piaciuti, e un paio d’anni dopo si realizza il sogno nel cassetto del Maestro brianzolo: aprire un ristorante tutto suo. Accade nel 2005 ma i ristoranti sono due, uno sopra l’altro, nel

94

W onder W orld

cuore di Alba. C’è La Piola, una sorta di bistrot dove si godono le delizie classiche del territorio, e il Ristorante Piazza Duomo, il regno dei virtuosismi di Crippa che stringe un sodalizio strettissimo con Ceretto: da una parte l’estro culinario, dall’altra la sapienza di fare vini buoni. E intanto lucean le stelle… La prima data 2006, la seconda tre anni dopo e nel 2012 arriva la terza Michelin, che lo proietta nel cielo dei grandi. Dopo il doveroso preambolo entriamo in cucina per scoprire come e perché un cuoco diventa una star. C’è chi sceglie di stupire con effetti speciali e c’è invece chi, come Enrico, si affida a prodotti del luogo e stagioni. E lavora i primi con meticolosa dovizia rispettando i ritmi della natura, distillando le sue esperienze nel mondo. È allora che avviene il miracolo. Partendo da un orto privato di erbe e fiori, un mercato personale, dove si fa la spesa ogni mattina per impiattare la natura che


“LA MIA IDEA DI INSALATA SI È TRASFORMATA IN UN PIATTO CHE STUPISCE ANCHE I PIÙ NAVIGATI GOURMET PER L’UTILIZZO DI ERBE, FOGLIE, GERMOGLI, FIORI E INSALATE QUASI PRIVI DI CONDIMENTO. NON SERVE ALTRO. IL BELLO STA NEL PROPORRE OGNI GIORNO UNA COMPOSIZIONE DIVERSA CHE DIPENDE ESCLUSIVAMENTE DAL RACCOLTO “MY IDEA OF SALAD HAS TRANSFORMED INTO A DISH THAT ASTONISHES EVEN THE MOST WELL-TRAVELLED GOURMETS FOR ITS USE OF HERBS, LEAVES, SHOOTS AND FLOWERS, ALMOST DEVOID OF ANY DRESSING. NOTHING ELSE IS REQUIRED. THE PLEASURE LIES IN OFFERING A DIFFERENT COMPOSITION EVERY DAY WHICH DEPENDS ENTIRELY ON THE HARVEST

non conosce frigoriferi. Lo chef e la brigata accarezzano le materie prime e non è un caso che ci sia la lista d’attesa per le sue celebri insalate “21, 31, 41” che elencano coi numeri la quantità degli ingredienti usati e hanno echi d’Oriente. E accanto a queste meraviglie (c’è un menu dedicato solo a loro) ci sono gli altri stupefacenti divertissment dello chef. Un percorso poetico del gusto suddiviso a capitoli: Evasione e territorio, Tradizione e innovazione, La degustazione. Piatti della tradizione dalla reinterpretazione sussurrata, dove convivono i sapori di sempre e quelli di mai. Poi c’è la Carta classica, suddivisa tra antipasti, primi, piatti di mezzo e secondi. Ode al Piemonte, sfumato di Brianza, Francia e Oriente. E infine la collezione dei dolci, universo a se stante e da passerella. E dopo tutto questo mi piace chiudere con una domanda a Enrico. Perché l’insalata? «Perche credo nella semplicità. La mia è una cucina semplice (permeata di cultura, n.d.r.) che tiene a non stravolgere ma piuttosto punta a coinvolgere. E cosa c’è di più semplice di un’insalata? È il mio omaggio alla natura». E il nostro omaggio invece è al suo talento da Guinness. www.piazzaduomoalba.it

W onder W orld 95


FOOD

CRIPPA’S NUMBERS

T

here’s a lot of Brianza in Enrico Crippa and it is not just the influence of this place, but rather his very DNA. Pragmatism, rigour and almost surgical precision make this a reserved yet spectacular chef, ranking 27th in the World’s 50 Best Restaurants, rising no fewer than 12 places in one fell swoop. And there must be a reason, right? As there must be for clocking up three Michelin stars in a few years. Just like the impressive partnerships under his belt, first with Marchesi in his Milanese restaurant in Bonvesin de la Riva, and later with Christian Willer and Michel Bras in France and Ferran Adrià in Costa Brava. Then came the turning point: in ’96 Maestro Marchesi drafted him to Kobe for his new restaurant, where he stayed for three years. It was a magical time in which Crippa experimented with “novelty”, combining aesthetics and excellence. The current chapter of his career took shape in 2003 with a lifechanging encounter involving a talented chef on the one hand, and the Ceretto family (famous for fine Langhe wines) on the other. They met,

96

W onder W orld

clicked, and a couple of years later, in 2005, Crippa’s dream to open a restaurant of his own was fulfilled. There are actually two restaurants, one above the other, in the heart of Alba. La Piola, a sort of bistro where you can enjoy classic local specialities, and Ristorante Piazza Duomo, where Crippa’s expertise reigns in close alliance with Ceretto, combining culinary flair with fine wine making. Meanwhile stars twinkled…the first obtained in 2006, the second three years later and the third Michelin in 2012 to catapult it into the big time. Having done with the preliminaries, we enter the kitchen to discover how and why a chef becomes a star. There are those who decide to astonish with special effects, and then there are those who, like Enrico, put their trust in local, seasonal produce, preparing first courses with meticulous detail in keeping with the rhythms of nature, distilling experience gained around the world. And that was when the miracle happened, starting with a private garden of herbs and flowers, a personal market, where ingredients are gathered every morning to plate up a breed

of nature that knows no fridges. The chef and his team caress the raw materials and it is no coincidence that there is a waiting list for his famous salads “21, 31, 41” whose numbers stand for the quantity of ingredients used and have echoes of the Orient. And next to these marvels (they have their own special menu) are the chef’s other amazing divertissements. A poetic journey through taste divided into chapters: Escape and local territory, Tradition and innovation, Tasting. Traditional dishes subtly reinterpreted, mixing the flavours of past and future. Then there’s the Classic menu, to include antipasti, first courses and mains. Ode to Piedmont, with shades of Brianza, France and the Orient. And lastly the desserts, a whole world in itself and a feast for the eyes. I round up with a question for Enrico. Why salads? “Because I believe in simplicity. Mine is simple cuisine (permeated with culture –Ed.) which aims not to overwhelm but to engage. And what could be simpler than a salad? It is my tribute to nature”. And ours instead is to his record-breaking talent. www.piazzaduomoalba


LO CHEF ALL’OPERA COME UN ARTISTA DAVANTI ALLA TELA, E A FAR SPESA NEL SUO ORTO. DI CONTORNO, ESTERNI E INTERNI DEL RISTORANTE PIAZZA DUOMO AD ALBA THE CHEF AT WORK LIKE AN ARTIST BEFORE THE CANVAS, AND GATHERING SALAD FROM HIS GARDEN. THE EXTERIORS AND INTERIORS OF RISTORANTE PIAZZA DUOMO IN THE HEART OF ALBA

W onder W orld 97


98

W onder W orld


by Antonella Euli

W onder W orld 99


LAZIO

S

i trova nel cuore della Roma imperiale ed è circondata da monumeti-gioiello. Si tratta della Charming Guest House Pepoli 9, un luogo elegante dove vivere la perfetta vacanza romana e respirare l’atmosfera della Grande Bellezza. Siamo all’Aventino e la villa affacciata sulle Terme di Caracalla dista un niente da Colosseo, Circo Massimo, Arco di Tito e Fori Imperiali e pochi minuti da piazza Navona e dal Pantheon. L’edificio è datato anni Trenta del secolo scorso, e l’attuale proprietà ha voluto ricreare la calda atmosfera dell’epoca per gli ospiti, fatta da decori e arredi che rimandano allo stile di quegli stessi anni, utilizzando nel restauro alcuni materiali originali dell’epoca. Come i parquet delle sei stanze superior, de luxe e junior suite, intitolate a care amiche della proprietaria: Alessandra, Camilla, Caterina, Tiziana, Milena e Valentina. L’atmosfera è di sobria eleganza in tutti gli ambienti, dagli spazi comuni alle camere, ognuna con un carattere diverso negli arredi, nei dettagli e nei colori e l’impronta che in qualche modo rispecchia l’indole, le qualità e le virtù della signora

100

W onder W orld

di cui porta il nome. Tutte hanno ogni genere di comodità per un piacevole soggiorno: bollitore e macchina del caffè, detergenti e biancheria di Etro, wifi libero e i consueti tv Lcd, cassaforte e minibar. I servizi sono al top, e vanno dalla prima colazione servita con vassoi d’argento e tazze di porcellana al servizio di concierge 24h, mentre su richiesta sono previsti trasporto con mezzo privato da e verso aeroporti e stazioni ferroviarie, tour guidati della città e massaggi. Il plus? Un Honesty bar nell’elegante living room della casa a cui gli ospiti potranno accedere autonomamente, con la semplice richiesta di riportare su una fiche quello che realmente si è consumato. Sempre nella living room si rivive l’atmosfera di casa anche nel rito del tea time: alle cinque vengono serviti tè e caffè con pasticcini e torte, e all’appuntamento sono i benvenuti anche gli amici degli ospiti. Di sera, l’atmosfera di Pepoli9 si scalda e s’illumina con l’ultima magia, quella delle candele, distribuite nelle camere e in tutta la casa, compreso il magnifico piazzale. www.pepoli9rome.com


LE CANDELE SCALDANO L’ATMOSFERA DELLA VILLA E, SOPRATTUTTO AL CALAR DEL SOLE, REGALANO IMMAGINI SUGGESTIVE DI INTERNI ED ESTERNI. COSÌ CHE ROMA DIVENTI UN RICORDO INDIMENTICABILE IN APERTURA: UN INTERNO E LA PRIMA COLAZIONE THE CANDLES WARM UP THE ATMOSPHERE OF THE VILLAS AND, PARTICULARLY AT SUNSET, PROVIDE EVOCATIVE IMAGES OF THE INTERIORS AND EXTERIORS. MAKING ROME INTO AN UNFORGETTABLE EXPERIENCE OPENING PAGES: AN INTERIOR AND BREAKFAST

W onder W orld 101


LAZIO

I

n the heart of Imperial Rome and surrounded by beautiful monuments. The setting for the Charming Guest House Pepoli 9, an elegant place where you can experience the perfect Roman holiday and breathe in the atmosphere of the Great Beauty. We are in Aventino and this villa facing the Baths of Caracalla is no distance from the Coliseum, Circus Maximus, the Arch of Titus and the Imperial Fora and just a few minutes from Piazza Navona and the Pantheon. The building dates back to the 1930s and its current owner wanted to recreate the warm atmosphere of the time for her guests, with decor and furnishings that hark back to the style of those very years, using original material for its restoration. Like the parquet flooring in the six superior rooms, the deluxe and junior suites, named after dear friends of the owner: Alessandra, Camilla, Caterina, Tiziana, Milena and Valentina. The atmosphere in all the rooms is one of sober elegance, from the communal areas to the bedrooms, each with a different character in their furnishings, details and colours, which in some way reflects the nature, qualities and virtues of the

102

W onder W orld

woman whose name it bears. All have every kind of comfort necessary for a pleasant stay: kettle and coffee machine, detergent and Etro bed linens, free Wi-Fi and the usual LCD TV, safe and mini bar. The services are top class, ranging from breakfast served on silver trays and in porcelain cups to the 24h concierge service, while private transport to and from the airport and train station, guided tours of the city and massages are available upon request. Its plus? An Honesty bar in the elegant living room of the house which guests can access themselves, only having to write what they have actually consumed on a slip. Still in the living room, you can relive a homely atmosphere even for afternoon tea: at five o’clock, tea and coffee are served with pastries and cakes, and guests’ friends are welcome to join in. In the evening, the atmosphere at Pepoli9 warms and lights up with a final touch of magic, provided by candles, which are distributed throughout the rooms and the whole house , including the magnificent square. www.pepoli9rome.com

L’EDIFICIO DEGLI ANNI TRENTA E’ STATO PERFETTAMENTE RESTAURATO CON MATERIALI ORIGINALI DELL’EPOCA E RIPORTATO COSÌ ALLA BELLEZZA ORIGINALE THE 1930S BUILDING HAS BEEN PERFECTLY RESTORED USING ORIGINAL MATERIALS FROM THE TIME TO REGAIN ITS FORMER SPLENDOUR


W onder W orld 103


CRUISE

TRA DELFINI Una crociera nel Mediterraneo sulla rotta dei grandi cetacei by Andrea Pezzini

104

W onder W orld


W onder W orld 105


CRUISE

L

a mia passione per balene e delfini è stata il pretesto per questa indimenticabile crociera nel Mediterraneo così, resi partecipi famiglia e amici, ho affittato un magnifico Palmer & Johnson di 65 metri e organizzato una vacanza perfetta. La nostra prima meta è Portofino e l’arrivo previsto in serata, quindi approfittiamo dell’occasione per cenare in un ristorante famoso per l’ottimo pesce prima di imbarcarci! Mi sono ben documentato sui cetacei stanziali nel Santuario del Tirreno e spero di incontrare da vicino almeno una balena comune. Nella preference list inviatami Floating Life C&B (la società che ci ha organizzato il charter) ho richiesto di farmi trovare a bordo alcuni binocoli da osservazione e di organizzare un itinerario specifico per seguire la rotta dei cetacei. Lasciamo il porto all’alba diretti a sud, verso le Cinque Terre, e mentre sorseggio il primo caffè del mattino raggiungo il comandante che mi illustra la rotta: per vedere le balene ci allontaneremo dalla costa e procederemo lentamente seguendo i loro spostamenti abituali. Il primo giorno di navigazione è piuttosto tranquillo, procediamo lenti senza avvistare nulla e ci godiamo la vita di bordo: dal servizio curatissimo delle stewardess al pranzo encomiabile dello chef. All’imbrunire, facciamo rotta verso la costa e ci ancoriamo in rada nel golfo di La Spezia. La cena a

106

W onder W orld

base di frutti di mare, replica l’eccellenza. Il mattino dopo navighiamo verso sud in felice compagnia: un gruppo di delfini danzano sulle onde provocate dallo yacht e si rincorrono sfruttando la scia. La giornata è stupenda e a mezzogiorno mettiamo in mare i tender per divertirci un po’ con i ragazzi quindi ripartiamo per l’isola del Giglio, dove ci fermeremo in rada per la notte. L’indomani la nostra meta è la Sardegna e dopo qualche ora di navigazione, nel primo pomeriggio, improvvisamente il comandante convoca tutti in plancia: ha avvistato in lontananza uno spruzzo che indica la presenza di un grande cetaceo. Rallentiamo e dopo pochi minuti, binocoli puntati, un nuovo spruzzo si leva alto e sotto di noi c’è un’immensa sagoma nera. Che brivido! La balena nuota poco sotto la superficie dell’acqua e riusciamo a vederne la forma: si muove con calma, relativamente vicina. Dopo qualche minuto, con un potente colpo di coda, il magnifico animale si inabissa e noi restiamo a guardare l’acqua ormai calma. Condivido l’emozione con i miei compagni di viaggio perchè incontri così non capitano spesso, e io lo sognavo sin da quando ero bambino. Soddisfatti ci rimettiamo in navigazione verso la costa sarda e passiamo la serata al Pevero, nei pressi di Porto Rotondo. Dopo un aperitivo organizzato dall’equipaggio e una cena squisita, tutti a nanna


UNO SCORCIO DELLE BOCCHE DI BONIFACIO. SOTTO, LA SPIAGGIA DELLE CANNELLE ALL’ISOLA DEL GIGLIO. A SINISTRA, LO YACHT PALMER&JOHNSON. IN APERTURA, UNA FAMIGLIA DI DELFINI IN THE OPENING PAGES, A FAMILY OF DOLPHINS. ON THE LEFT, THE YACHT PALMER&JOHNSON. IN THIS PICTURE, THE COAST AROUND BONIFACIO, IN CORSE. BENEATH, CANNELLE BEACH, GIGLIO ISLAND

con la speranza che il giorno dopo si possa ripetere il magnifico incontro. La mattina seguente navighiamo verso l’isola di Caprera, famosa per i suoi paesaggi spettacolari e i fondali meravigliosi. Decidiamo di fare un’immersione tra i canaloni popolati da cernie giganti e partiamo in compagnia di un istruttore locale: il paesaggio sotto di noi è incredibilmente ricco di flora marina e pesci. Quando risaliamo sui tender per raggiungere la barca, una coppia di delfini dal naso a bottiglia ci segue saltando lungo le nostre scie. Tornati a bordo, il comandante ci guida verso la Corsica attraverso le bocche di Bonifacio. Arriviamo a Porto Vecchio al tramonto, e scendiamo a terra per cenare in un ristorante tipico, quindi rientriamo a bordo. Domani è il nostro ultimo giorno di crociera. Il comandante consiglia di fare rotta verso l’isola di Montecristo e concludere il viaggio a Punta Ala in Toscana, perché è prevista una burrasca in serata. Durante la traversata vediamo saltare dietro di noi qualche stenella, un piccolo cetaceo dal corpo snello e slanciato simile al delfino, mentre il maltempo si avvicina. Come previsto, in serata arriviamo a Punta Ala. Dopo i saluti di rito a comandante ed equipaggio, coi tender raggiungiamo il van (prenotato dalla nostra agenzia Floating Life) che ci riaccompagna in aeroporto per il ritorno a casa. Alla prossima, meravigliosi giganti del mare!

W onder W orld 107


MANAROLA, UNO DEI BORGHI PIÙ BELLI DELLE CINQUE TERRE MANAROLA, GEM TOWN OF THE CINQUE TERRE, IN THE ITALIAN REGION OF LIGURIA

AMONG DOLPHINS & WHALES A cruise in the Mediterranean on the trails of Cetaceans I know it would not be the ideal time for a charter in the Mediterranean, but my passion for cetaceans wins even the fear of cold or bad weather that we could encounter. I’ve rented a magnificent 65m Palmer & Johnson that surely will give us the comfort and safety to navigate in adverse weather conditions— should they occur. We arrive on Friday evening in Portofino in Liguria, and after a dinner, we embark. I’ve studied migratory cetaceans in the Sanctuary of the Tyrrhenian Sea, and I hope to be able to see a whale. I have asked Floating Life C & B, the company that organized the Charter, to give us binoculars during our stay on board, and to organize a specific route to observe cetaceans. Early in the morning, the captain leaves the harbor heading south towards the Cinque Terre. The sea is calm and the fresh air makes me cringe a little, but the idea of being able to see a whale on the first day makes me get up. The captain explains that to see cetaceans we will have to reach a certain distance from the coast, and then proceed slowly.

108

W onder W orld

We spend the first day cruising without spotting any whale, but we enjoy a beautiful yacht and all its amenities, from the attentive service to the five-star dining. As expected, at dusk, we head towards the coast, and we set anchor in the Gulf of La Spezia. Here we spend the night enjoying a delicious dinner. The next morning, I am positive we will see dolphins. In fact, shortly after the crew calls us to show us some common dolphins jumping and playing tag using our trail. We then take off again towards the island of Giglio, where we decide to stop at anchor for the night. The day after, we move to Sardinia. Suddenly, around two in the afternoon, the captain has spotted a spray from a distance: there must be a large whale. We slow down and after a few minutes with binoculars in hand we identify the great black shape: the whale swims just below the surface, relatively close to us. Since I was a kid, I’ve seen movies and photos, but I’ve never thought I could experience an emotion as such. Pleased with this wonderful sighting, we resume navigation towards the

coast of Sardinia, and we spend the evening at the Pevero near Porto Rotondo. Next stop: the island of Caprera, where we dive to visit the submerged gullies where you can see giant groupers and local fish. On the way back we discover that a pair of Bottlenose dolphins are following us, jumping on our trail. Once we are back on board, the captain takes us to Corsica through the mythical Strait of Bonifacio. At sunset, we are in PortoVecchio, and we to go ashore to dine. The captain tells me that it would be advisable a journey to the island of Monte Cristo to then complete our trip in Punta Ala in Tuscany. There is a storm coming from the northwest in the evening, and going through and approaching the coast would be very comfortable for us . We follow his directions, still happy about our wonderful trip. During the crossing, we can still see some Spinner Dolphins. In the evening we finally arrive in Punta Ala, where we disembark and get to our van, booked for us by our agency Floating Life, that takes us to the airport to return home.


by Sara Magro, photos by Carlo Gervasini

M

iami quest’anno ha compiuto un secolo. E nonostante i cento anni, è un sempre giovane, al passo con i tempi, le mode, i divertimenti. Lo spiaggione con i casotti sgargianti dei bay-watch e le torri degli hotel alle spalle. Miami è il sogno americano: estate, mare e sole tutto l’anno, shopping, cocktail, musica, vita facile, almeno per quei tre o quattro giorni che ci si sta. Non solo. C’è tanta cultura, arte, e architettura, come dimostra il recente boom di Downtown che va costellandosi di nuovi monumenti, come

110

W onder W orld

il Museo Perez di Herzog & DeMeuron, il residence di Zaha Hadid, il Center of Performing Arts di Cesar Pelli. Anche il Design District (www. miamidesigndistrict.net) è un work in progress, con circa il 50% ancora da costruire. Le grandi Maison ci sono già tutte: Pucci, Louboutin, Burberry, Tiffany, Hulbot, Bulgari, Cartier, solo per dire alcune delle 220 presenti; costruiscono store riconoscibili, proprio come le loro collezioni, creando nell’insieme un villaggio del lusso con vie, portici, piazze e opere d’arte: qui un busto gigante dell’architetto Le Corbusier,


PER SEMPRE Ha compiuto un secolo ed è un cantiere aperto con grandi progetti. Ma la mission non cambia: vacanze e divertimento là il Fly’s Eye Dome, l’ardita cupola geodetica disegnata nel 1965 da Buckminster Fuller, che ora serve come ingresso ai parcheggi sotterranei. A MIami, dietro a ogni sviluppo urbanistico c’è l’intuizione, ma soprattutto l’investimento di un imprenditore visionario. Jorge Perez non solo ha donato 30 milioni di dollari per acquistare opere per il suo museo, ma ha capito che le case di Downtown andavano affittate e non vendute, con l’aria di crisi che tirava. Così in pochissimo tempo ha raddoppiato il numero dei residenti della zona. Craig Robins,

patron dell’immobiliare Dacra, è invece l’ideatore del Design District, colui che ha portato a Miami Art Basel (quest’anno dal 3 al 6 dicembre), facendone uno dei più importanti mercati dell’arte contemporanea a livello internazionale. A Tony Goldman, altro imprenditore immobiliare multimilionario, si deve invece il distretto dai muri dipinti di Wynwood. Lui, ebreo scaramantico che aveva avuto successo con l’acquisto di 18 edifici a South Beach, aveva voluto raddoppiare la fortuna comprando 18 laboratori artigianali

W onder W orld 111


MIAMI

in una zona di periferia. Era un gruppo di edifici bassi, bianchi, anonimi. Invitò dunque i migliori artisti di strada per rallegrarli con grandi murales. In cambio offriva loro vitto e alloggio per una settimana. Così oggi Wynwood è un museo di street art con gallerie, giardinetti, scenografie da selfie, e un ristorante dove si mangia cibo sudamericano squisito. South Beach, invece, non ha bisogno di rinascere. È sempre in movimento, è il sistema nervoso di Miami, e anche il suo orgoglio, dove le novità sono all’ordine del giorno. Aprono nuovi hotel con nuovi stili di 112

W onder W orld

ospitalità, e progetti ambiziosi come il Faena, che oltre al rinnovo di un albergo storico, prevede due edifici residenziali, un centro per le arti, zona shopping e parcheggio firmato da Rem Koolhaas. Guardando il quartiere, sembra impossibile che a novembre apra agli ospiti. Invece succederà. Perché le deadline si rispettano da quella parte del mondo. I lavori monumentali in corso sono accumuli di adrenalina per la città, ne rinnovano il fascino, le danno un futuro, riempiono le casse. Miami infatti cambierà sempre e non cambierà mai e, ci scommettiamo, tra un secolo sarà ancora piena di progetti e idee.


Courtesy Leading Hotels of the World

SOTTO: IL BAR DEL MANDARIN ORIENTAL. A SINISTRA IN SENSO ORARIO: ART DECO DISTRICT; FAENA DISTRICT; WYNWOOD DISTRICT; IL MUSEO PEREZ DI HERZOG E DEMEURON. NELLE PAGINE DI APERTURA, SOPRA IL TITOLO, DA SINISTRA: LA SPIAGGIA DI MIAMI; I GRATTACIELI VISTI DALLA BAIA; IL DESIGN DISTRICT BELOW: THE MANDARIN ORIENTAL BAR. CLOCKWISE FROM LEFT: ART DECO DISTRICT; FAENA DISTRICT; WYNWOOD DISTRICT; THE PEREZ MUSEUM BY HERZOG AND DE MEURON. OPENING PAGES, ABOVE THE TITLE, FROM LEFT: MIAMI BEACH; THE

Courtesy Mandarin Oriental

SKYSCRAPERS SEEN FROM THE BAY; THE DESIGN DISTRICT

W onder W orld 113


114

W onder W orld

studio milanese di Paola Navone che ha rispettato i tutti vincoli delle Belle Arti locali, crendo un modello di design contemporaneo dal gusto vintage: boiserie verde pastello, piastrelle anni ‘40, rubinetti rosso lacca, tessuti grigi e tortora e luci che riscaldano gli ambienti. 4. Sempre Leading Hotels of the World, The Setai (LHW.com/setaimiami) è un’icona dell’ospitalità di Miami: il patio coi salotti incastonati nelle piscine e le palme, le tre vasche a temperatura crescente, le camere grandi con bagni principeschi, la prima colazione che è un banchetto di cinque metri. Per gli ospiti, su prenotazione: trasporto gratuito lungo Collins Avenue. 5. Un indirizzo tra i grattacieli di Miami è il Madarin Oriental (mandarinoriental.com), un cinque stelle di cui restano impressi il servizio, professionale e cortesissimo, il bar con cocktail e musica di qualità, il ristorante La Mar firmato da Gaston Acurio, chef peruviano. capostipite della Cocina Novoandina. 6. Freehand (thefreehand.com) è un ostello, con camerate e deliziose camere per due, ma qui lo consigliamo soprattutto per trascorrere una serata nel suo giardino, al bar o al ristorante, bevendo ottimi drink, tra la bella gioventù local e internazionale 7. Il viaggio fino a Miami è lungo, se non si sceglie la compagnia giusta, si rischia la scomodità (provato!). Con Lufthansa (lufthansa.com) si vola da Francoforte su boeing 747, con Premium Economy Class, che prevede: due valigie da imbarcare x 23kg, braccioli individuali, schienale più reclinabile, poggiatesta, poggiapiedi, monitor più grande, più spazio per distendere le gambe, accesso a pagamento alle lounge (25 €). 8. Info su Miami: www.miamiandbeaches.it

Courtesy Mandarin Oriental

Scegliere l’albergo giusto, a Miami, è molto importante. Gli indirizzi sono tanti, e spesso è difficile orientarsi. Tre novità e due classici, 1.Cominciamo con le novità. A novembre è prevista l’apertura del Faena District. Infatti non è solo hotel ma un quartiere che occupa tre isolati su Collins Avenue, il viale principale di Miami Beach. E porta le firme di star: il condominio di 18 piani è di Foster+Partners, il forum di Rem Koohlaas, e l’albergo ha interni progettati dal regista Baz Luhrmann e dalla moglie scenografa Catherine Martin. L’hotel è affiliato a Leading Hotels of the World (LHW.com/faenamiami), collezione che propone un’accoglienza che tiene conto di più elementi: architettura, design, servizi, capacità di trasmettere la culturala del luogo. 2. Aperto da pochi mesi è anche l’Edition (editionhotels.com), il nuovo brand nato dalla collaborazione tra Marriott e Ian Schrager, uno dei grandi innovatori dell’hotellerie di oggi. L’Edition di Miami, una torre di 10 piani e 294 camere, sembra un borgo per le vacanze. Non è solo un albergo, è un luogo multifunzionale concepito per essere vissuto giorno e notte: le lounge, la zona Market con banchi alimentari aperti 24h, un nightclub dove si tirano le 5 del mattino, la spa con veli e candele profumante, il ristorante Matador tutto in rosso e nero, la veranda con piante cascanti e rampicanti, i giardini tropicali intorno alle due piscine e fino alla spiaggia attrezzata. 3. Il Metropolitan, splendida struttura Art Deco acquistata e ristrutturata da Como Hotels (comohotels.com), è un gioiellino su Collins Avenue. Più piccolo, più intimo, con veranda sulla passeggiata pedonale, piscina e spiaggia, è stato realizzato dallo

Courtesy Leading Hotels of the World

HOTELS&CO

MIAMI


DA SINISTRA IN SENSO ORARIO: UN SALOTTO DEL FREEHAND, RITROVO DELLA VITA NOTTURNA DI MIAMI; IL RISTORANTE LA MAR DEL MANDARIN ORIENTAL; IL ROMANTICO PATIO DEL SETAI CON PISCINE ZONE LIVING E PALME CLOCKWISE FROM LEFT: A SITTING ROOM IN FREEHAND, A MIAMI NIGHT LIFE SPOT; LA MAR RESTAURANT IN THE MANDARIN ORIENTAL; THE ROMANTIC PATIO IN THE SETAI HOTEL WITH POOLS, LOUNGE AREAS AND PALM TREES

W onder W orld 115


MIAMI

MIAMI FOREVER M

iami is one century old this year. And despite these 100 years, it is a young place, in step with the times, with fashions and with entertainment. The holiday spirit is an integral part of its identity: the beach with its bright baywatch huts and the skyscraper hotels behind. Miami represents the American dream - summer all year around, shopping, cocktails, music and easy living, at least for the three or four days you are there. That’s not all. There is plenty of culture, art and architecture, as shown by the recent Downtown boom which has seen a plethora of new monuments: the Perez Museum by Herzog & De Meuron, the residential tower by Zaha Hadid and the Center of Performing Arts by Cesar Pelli. Even the Design District (www.miamidesigndistrict.net) is a work in progress, with about 50% as yet to be built. All the big fashion houses are already there: Pucci, Louboutin, Burberry, Tiffany, Hulbot, Bulgari and Cartier, to mention a few of the 220 present. They build recognisable stores, just like their collections, creating a luxury village with streets, porticoes, squares and works of art, like the giant bust by the architect Le Corbusier, and one of

116

W onder W orld

One century old and a still a work in progress with major designs and the certainty of existing for pure delight

the three existing prototypes of the Fly’s Eye Dome, the bold geodetic piece designed in 1965 by Buckminster Fuller, which now acts as the entrance to underground car parks. Behind every urban development there is intuition, but above all the investment of a visionary entrepreneur. Jorge Perez not only donated 30 million to purchase works for his museum, but realised that the houses Downtown should be rented and not sold, given the recession in the air. In a short time the number of residents doubled. Craig Robins, CEO of Dacra real estate, is the brains behind the Design District, and the one who brought Art Basel to Miami, making it one of the most important contemporary art markets in the world. Tony Goldman, another multimillionaire real estate developer, is responsible for the uniqueness of Wynwood. He, a Jew who made it big with the purchase of 18 buildings in South Beach, wanted to double his fortune by buying 18 artisans’ workshops in the suburbs. The small factories had closed down over the years, leaving just blank façades that looked like huge canvases waiting to be painted. The

brilliant idea was to invite street artists to paint murals in exchange for bed and board for one week. And today Wynwood is an open air gallery between shops, gardens, backdrops for selfies and a restaurant where you can eat exquisite South American food while viewing masterpieces of street art. South Beach, however, needs no rebirth. As the nerve centre of Miami, it is always busy, and the pride of the city too, where novelty is the order of the day. New hotels open with new styles of hospitality, and ambitious projects like Faena, which besides the renovation of a historic hotel, involves two residential buildings, a centre for the arts, shopping area and car park designed by Rem Koolhaas. Looking at the district, it seems impossible that it could open to guests in November. But that is the case. Because deadlines are respected in that part of the world. The monumental works in progress are adrenaline boosts for the city; they renew its allure, they give it a future, and fill the coffers. In fact, Miami will always change and will never change, and you can bet that in another century, it will still be full of projects and ideas.


Courtesy Como Hotels SOPRA: LA LOBBY DEL METROPOLITAN BY COMO HOTELS. A SINISTRA: I BUNGALOW DELL’HOTEL THE EDITION. PAGINA ACCANTO: I GRAFFITI DEL DISTRETTO DI WYNWOOD. SOTTO: UN’OPERA DEL MUSEO PEREZ ABOVE: THE LOBBY OF THE METROPOLITAN BY COMO HOTELS. LEFT: BUNGALOWS AT THE EDITION HOTEL, APARTMENTS WITH KITCHEN. OPPOSITE PAGE: GRAFFITI IN THE WYNWOOD DISTRICT. BELOW: AN ARTWORK

Courtesy Edition Miami Beach

FROM THE PEREZ MUSEUM

W onder W orld 117


W

Luxury

rental

Your chalet in Megève

Tre splendide baite di montagna per trascorrere una vacanza in autunno e magari anche il Natale quando questo autentico villaggio savoiardo si trasforma nel regno degli sciatori

118

W onder W orld


Chalet life in Megève Mountain hut with private disco Ai piedi delle piste del Mont d’Arbois si trova lo Chalet Ecrin Vert, una delle baite più esclusive di Megève, arredato con stile caldo e ultramoderno, con tanto di piscina, discoteca e sala cinema hi-tech. Lo chalet è composto da sei camere di cui una matrimoniale con tv a schermo piatto, bagno (con doccia e vasca) e spogliatoio. Ci sono altre quattro camere doppie con bagno e tv e una camera da letto per i bambini da 4 a 6 posti con relativo bagno. Il soggiorno è spazioso e luminoso con grandi vetrate che guardano le montagne e il piano terra è composto da un’ampia zona relax con una sala giochi per i bambini e una zona benessere con sauna, Jacuzzi e piscina.

Glamorous capital of the mountains, belonging to the prestigious Best of the Alps brand, Megève is an authentic Savoy village that is transformed every winter into a Princess of the Snow, namely one of the most beautiful resorts in the world, where its international splendour is linked to its history, to its being at the cutting edge and to its lasting charm. At the foot of the slopes of Mont d’Arbois is Chalet Ecrin Vert is one of the most exclusive mountain huts in Megève, furnished in a warm, ultra-modern style, complete with swimming pool, disco and high-tech cinema. The chalet has six bedrooms including one double with flat screen TV, bathroom (with shower and tub) and dressing room. There are four other double rooms with bathroom and TV, plus a bedroom for kids sleeping 4 to 6 with its own bathroom. The sitting room is spacious and bright with large windows looking out onto the mountains, and the ground floor includes an ample lounge area with a playroom for children and a wellness area with sauna, Jacuzzi and swimming pool. www.villanovo.it/Affitto-Chalet-Ecrin-Vert

W onder W orld 119


W

Luxury

rental

Southern exposure Nel cuore delle Alpi francesi in uno luogo tranquillo non distante dal centro di Megève, immerso in uno spazio verde di 9 ettari con prati circondati da boschi e attraversato da due piccoli ruscelli, lo Chalet Maelys è un’autentica baita alpina con vista panoramica sul Montd’Arbois, Rochebrune e il Monte Bianco. Maelys è un aparthotel, ossia uno chalet privato con tutti i servizi di un hotel. Gli ospiti potranno raggiungerlo anche in elicottero perché lo chalet è dotato di un’eliporto privato. si mangia nella sala da pranzo davanti al camino, o sulla terrazza con vista sui monti e lo chef saprà incantare anche i più raffinati gourmet con piatti cucinati con ingredienti freschi locali. Con una superfice di oltre 450mq, la casa può ospitare fino a 13 persone che alloggeranno nelle sei camere da letto (che vanno da 25 a 70mq), tutte esposte a sud.

120

W onder W orld

In the heart of the French Alps, in a peaceful place not far from the centre of Megève, set in 9 hectares of green fields surrounded by woodlands and crossed by two streams, Chalet Maelys is an authentic Alpine hut with a panoramic view of Mont d’Arbois, Rochebrune and Mont Blanc. Maelys is an aparthotel, namely a private chalet with all the services of a hotel. Guests can get there even by helicopter since the chalet has its own private helipad. You can eat in the dining room in front of fireplace, or on the terrace with a view of the mountains, and the chef will enchant even the most refined palates with dishes prepared using fresh local ingredients. With an area of over 450m2, the house can sleep up to 13 people who can be accommodated in the six bedrooms (from 25 to 70m2), all with southern exposure. www.villanovo.it/Affitto-Chalet-Maelys


Fireplace, sauna, Turkish bath Lo Chalet des 2 Esquimaux è l’ideale per una famiglia in cerca di stile tradizionale e comfort moderno. La particolarità della baita è il suo splendido centro benessere con sauna, bagno turco e vasca idromassaggio che si trova al piano inferiore della casa. Al piano terra c’è un ampio soggiorno con camino, la sala da pranzo, una cucina attrezzata, una camera da letto matrimoniale con camino, tv lcd e bagno, doccia e wc, terrazza e giardino. Al primo piano piano invece ci sono sala tv con tv al plasma, satellitare e lettore dvd, una camera matrimoniale con tv lcd, una camera per bambini con due letti singoli e un bagno.

The Chalet des 2 Esquimaux is ideal for a family looking for traditional style and modern comforts. The special feature of this mountain hut is its splendid wellness centre with sauna, Turkish bath and whirlpool tub in the basement. On the ground floor there is a sitting room with fireplace, dining room, fully equipped kitchen, a double bedroom with fireplace, LCD TV and bathroom, shower and WC, terrace and garden. The first floor has a TV room with plasma television and DVD player, a double bedroom with LCD TV, a children’s bedroom with two single beds, and a bathroom. www.villanovo.it/Affitto-Chalet-des-2-Esquimaux

W onder W orld 121


EDITOR IN CHIEF Barbara Del Duca barbaradelduca@platinummedialab.com

PRINT Via dell’Aspo, 1 63100 Ascoli Piceno, Italy

DEPUTY EDITOR Sara Magro saramagro@platinummeidalab.com

DISTRIBUTION FOR ITALY AND ABROAD SO.DI.P “Angelo Patuzzi” S.p.a. Via Bettola, 18 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel +39 02 660301 fax +39 02 66030320 - e-mail sies@sodip.it

EDITORIAL CONSULTANT Antonella Euli antonellaeuli@platinummeidalab.com

SUBSCRIPTION SERVICE Platinum Media Lab S.r.l. - Via Passione, 3 - 20122 Milano abbonamenti@platinummedialab.com

ART DIRECTOR Laura Larese de Santo lauralarese@platinummedialab.com

BACK ISSUES Double the cover price

BEAUTY & FASHION EDITOR Beatrice Galbiati beatricegalbiati@platinummedialab.com CONTRIBUTORS Teresa Cremona, Paolo De Vecchi, Annalisa Gemmari, Marta Ghelma, Fabio Mazzetto, Andrea Nicoli, Andrea Pezzini (Founder & CEO di Floating Life) PHOTOS Matteo Carassale, Fotolia, Carlo Gervasini, Bruno Zanzottera TRANSLATIONS Carly Kelly

NEWSSTAND DISTRIBUTION Wonder World Seaonal is distributed in the major newsstands and airports in the following countries: Italy, Australia, Austria, Belgium, Brazil, Canada, United Arab Emirates, France, Germany, Japan, Great Britain, Greece, Holland, Hong Kong, Luxembourg, Malta, Holland, Portugal, Slovenia, Singapore, Spain, United States, Switzerland, Taiwan.

ALTERNATIVE AND HOTELS DISTRIBUTION PUBLISHER & SALES DIRECTOR Deborah Bazzoni deborahbazzoni@platinummeidlab.com

The updated list of our distribution among Platinum Media Lab’s premium partners can be found on our web site platinummedialab.com

All rights reserved for Italy and abroad - Wonder World Seasonal - Registered at Milan Law Court n°447 to 30/11/2012

n° 12 FALL 2015

w w w. p l a t i n u m m e d i a l a b . c o m Platinum Media Lab S.r.l. Via Passione 3 - 20122 - Milan - Italy + 39 02 36683420 + 39 02 36683421 - info@platinummedialab.com CEO

EDITORIAL DIRECTOR

FINANCE DIRECTOR

Matteo Galbiati matteogalbiati@platinummedialab.com

Barbara Del Duca barbaradelduca@platinummedialab.com

Pierluigi Fulvi pierluigifulvi@platinummedialab.com

Platinum Media Lab publishes the following international magazines


O ur gue st s a re 65 % rep ea t ers Wh y?

Nika Island

Resort & Spa *****

t h at sp eci a l mood at the mald i v e s

IN TR AV CO I nternat ion al Travel Consul tants - www.intravco. c o m


Profile for Platinum Media Lab

Wonder World Seasonal #12  

Wonder World Seasonal Fall 2015

Wonder World Seasonal #12  

Wonder World Seasonal Fall 2015