BYRON 2019

Page 1

L.G.L.

B Y RON 15° edizione

MOSTRA CONCORSO PREMIO CITTÀ DI TERNI 26 ottobre - 10 novembre 2019 Museo Diocesano e Capitolare di Terni

i 2colli Torre Orsina (TR)

Assessorato alla Cultura

1


2


L.G.L.

B Y RON 15° edizione

MOSTRA CONCORSO PREMIO CITTÀ DI TERNI

26 ottobre - 10 novembre 2019 Museo Diocesano e Capitolare di Terni COMITATO SCIENTIFICO: Dott.ssa Maria Pina Cirillo Dott. Fabrizio Florian Dott.ssa Elisa Polidori CURATRICE: Annarita Boccolini ASSISTENTI: Federica Federici Loriana Baldoni Paolo Bertolini (Riprese video)

Si ringraziano per la collaborazione la Dott.ssa Elisa Bergamino e la giornalista e critico Chiara Pittavino MEDIA PARTNER

1


Un auteNtico “Mondo d’arte” 2


Un autentico “mondo d’arte” al premio cità di Terni “G.L.G. Byron” 2019 Reinterpretando l’itinerario espositivo in maniera creativa e proseguendo un ideale percorso nell’immaginario artistico capace di focalizzare l’attenzione sull’atemporalità e sulla flessibilità dei linguaggi iconici sia in campo nazionale che internazionale, la Mostra di Arte Contemporanea PREMIO città di Terni “G.L.G.Byron” è giunta quest’anno alla quindicesima edizione. Promossa dall’Associazione artistica “I2COLLI” in collaborazione con il Corriere dell' Arte di Torino, l’Evento presenta una rassegna piuttosto nutrita di “oggetti d’arte” decisamente intriganti, proiettati al contemporaneo e capaci di dialogare tra loro oltre che con i fruitori. Intitolata a Lord George Gordon Byron, uno dei massimi poeti del panorama culturale internazionale, tale Mostra - Concorso, che vede Anna Rita Boccolini come curatrice e il giornalista critico dott.sa Elisa Bergamino come Art director, è un autentico diletto da condividere sia per la qualità delle opere presentate, sia per lo stimolante “collage” tra stili differenti. L’interessante Collettiva d’arte, che gode del Patrocinio della Provincia e del Comune di Terni, costituisce, dunque, un’occasione da non perdere. Riservata ad opere di pittura, scultura, fotografia, digital art, installazioni, design, incisioni di artisti nazionali ed internazionali che sono riusciti a dare valore e significato alla diversità di mezzi stilistici e contenutistici che caratterizza ciascuno, la Manifestazione si svolge in una splendida location, una cornice che certamente la valorizza e ne aumenta il prestigio. Sono, infatti, le belle sale del Museo Diocesano e Capi3


tolare di Terni, uno dei posti più significativi della città, ospitato nell’antico palazzo del Seminario del 1653, ad accogliere gli artisti selezionati. E sarà qui, che per sedici giorni, dal 26 ottobre al 10 novembre 2019, si potranno ammirare tele, sculture, ceramiche, foto ed elaborazioni digitali: creazioni artistiche che offrono un’ampia panoramica di stili espressivi diversi, che trovano il loro fil rouge nella voglia di confrontarsi con le emozioni, le sensazioni, le idee suscitate dai soggetti scelti, opere che pur trattando temi differenti e utilizzando le tecniche più varie, hanno realizzato un mix in cui la diversità diventa indiscutibilmente risorsa. E se il raffronto tra diverse personalità artistiche vede i lavori dialogare paritariamente tra di loro intrecciando in maniera armonica i diversi cifrari delle proprie scelte cromatiche e stilistiche, ciò non impedisce che l’energia creativa dei singoli pezzi irrompa nella Mostra a riaffermare il senso più vero dell’arte iconica, da un lato opportunità di arricchimento reciproco e di costruzione “sociale”, dall’altro forza dirompente e affermazione testarda della propria individualità. Dott.ssa Maria Pina Cirillo

4


Infinite sono le definizioni di arte, come infinite sono le interpretazioni che noi diamo di una singola opera. Un quadro impressionista e una maschera africana, un palazzo rinascimentale e un grattacielo, il disegno di un bambino e la provocazione di un artista contemporaneo, sono assimilabili? Difficile dare una risposta univoca perché l’Arte non rientra in uno schema preciso, oggettivo: spesso il suo significato non ha un confine ben definito, ma è estremamente mobile e fluttuante. Le parole e i concetti razionali non sono sufficienti per definirla poiché l’Arte parla il linguaggio del nostro essere più intimo, ci fa vedere da una prospettiva diversa, più profonda, più umana la realtà che ci circonda. Sintesi fra il nostro io e la realtà esterna, avvicina la realtà alla nostra anima e avvicina la nostra anima alla realtà. Dott. Fabrizio Florian giornalista

5


Premiare le arti, tra storia e contemporaneità. Il premio Lord Byron di Terni

Prèmio dal latino premium, significa prendere, acquistare, ricevere come ricompensa. Il ruolo contemporaneo dell’artista sia esso pittore, scultore, poeta o fotografo, è ad oggi se possibile ancora più complesso che in passato. Da un lato una maggiore possibilità ai più, di poter accedere a mezzi e strumenti per esprimere il proprio estro creativo, da una parte un mercato ed un pubblico sempre meno certo, forse meno preparato. E’ proprio in questa logica di incertezza, che i premi all’arte rappresentano un punto fermo di confronto su tavolo neutro tra artisti, pubblico e critica. Il Premio Lord Byron, promosso ed ideato dall’Associazione Culturale “i due colli” di Torre Orsina a Terni, è ormai un istituzione, da anni con scadenza regolare, promuove un premio per artisti e poeti, portando a Terni nuovi nomi, nuove opere, nuovi stimoli di riflessione. In un momento storico per l’arte contemporanea che vede un continuo turnover di enti, fondazioni, associazioni che tentano a diversi livelli di promuovere l’arte ed il contemporaneo, un Associazione che da anni resiste ed è flessibile ed aper-

6

ta al cambiamento, è un punto di riferimento valido e credibile. George Gordon Noel Byron, meglio conosciuto come Lord Byron è stato poeta e politico, che in se sembrerebbe un ossimoro assoluto, ma egli rappresentava appieno il suo tempo, la sintassi perfetta del Romanticismo Europeo, dunque uomo contemporaneo nel suo tempo. Alla luce di questo, quale miglior omaggio ad egli, se non dedicargli un premio che onori l’uomo, il poeta e la sua storia, con la nostra contemporaneità, con al contemporaneità dell’arte e della poesia che ci circonda. Elisa Polidori

Storico e critico d’arte


C o l l e t t i Va Agliani Andrea Agostini Kali Roberta Alessandrini Angelo Allegrucci Giuseppe Beltrami Alessandro Brosca Susi Carafì Isabel Cioccarelli Sergio Cioce Michele Cosimi Michela Cuculiuc Ionel De Rubeis Fabiana Descombes Yolande Di Marco Paolo Dimartino Davide Don Madonia Paolo Dragani Raffaele Eleuteri Maria Teresa Ferrante Salvatore Ferrera Monica Fonti Adam Gentile Emanuele Giagnorio Anna Giani Giuseppe Giayetto Fernando Goés Bruno

pg 08 pg 10 pg 12 pg 14 pg 16 pg 18 pg 20 pg 22 pg 24 pg 26 pg 28 pg 30 pg 32 pg 34 pg 36 pg 38 pg 40 pg 42 pg 44 pg 46 pg 48 pg 50 pg 52 pg 54 pg 56 pg 58

Intaffi Paolo Leòn Gregorio Lucca Elena Marjanovic Scalise Nikolina Matarazzo ViNcenzo Milovic (Pisciotta Claudio) Modolo Massimiliano Moroni Marco Pantalloni Simonetta Pettini Paola Augusta Polenta Andrea Possati Francesca Preti Ivan Rohr Christina Sansanelli Tommaso Scemi Alessandro Serravalli Gianluigi Tirintino Morena Tozzi Anna Urso Mattia Vossou Matina Westphal Beatrice Witzmann Francesca Zabatti Immacolata Zangheri Ennio

pg 60 pg 62 pg 64 pg 66 pg 68 pg 70 pg 72 pg 74 pg 76 pg 78 pg 80 pg 82 pg 84 pg 86 pg 88 pg 90 pg 92 pg 94 pg 96 pg 98 pg 100 pg 102 pg 104 pg 106 pg 108 7


Andrea

Agliani Nato a Terni nel ‘60, diplomato all’Istituto d’Arte, degli ‘80 e ‘90 sono le creazioni di quadri e sculture - caratteristico è l’uso del colore ad olio su tela applicata a superfici di legno curve, uso di marmo, granito e piombo. Tra gli anni ‘90 e gli inizi del 2000, oltre all’esperienza di scenografo teatrale, crea “Enigma collection”, linea di mobili artistici (pezzi unici) prodotti a mano. Nel 2017 dalla ricerca formale del movimento applicato all’arte musiva, nasce ciò che Agliani ha chiamato “Transitive Art”. Le opere sono composte da una superficie sensibile ai magneti, sopra cui tessere geometriche di legno, calamitate, possono essere da chiunque traslate creando infinite combinazioni. Questi quadri non sono oggetti muti e intransitivi, ma strutture dialoganti e vive. Il quadro non è, diviene! Ha le vesti di un mosaico mobile, un congegno ludico-creativo che io chiamo TransitiveArt: come la facoltà creatrice transita dall’artista al fruitore, così le forme transitano sulla superficie dell’opera, trasformandone il senso. Il quadro è quindi multiforme nel significante e multiverso nel significato, mutevole nelle sembianze, ma immutabile nell’essenza. Nell’infinito gioco combinatorio di possibilità e scelta, atto e potenza, il fruitore stabilisce con l’opera un rapporto creativo di continuità esistenziale: l’arte svela così la sua autentica funzione, laica portatrice di un’etica universale “ordine geometrico demonstrata”, che dà a noi, al mondo e alle cose, dignità, bellezza e significato.

8

Karma game (particolare) - Mosaico mobile, cm 80x80, 2019


Karma game - Mosaico mobile, cm 80x80, 2019

9


Roberta

Agostini kali PERSONALI: L’artista inizia la sua carriera artistica esponendo dal 1999. 5 Maggio/30 Giugno 2018: mostra personale presso l’Interface Records&Gallery, Gallerie d’Art di Caen, Francia, a cura di Vincent Deslandes. 8 Luglio/8Settembre: mostra personale dal titolo: “Eclisse di Luna” a cura di Marco Botti, presso il Ristorante Falterona, Stia (Ar). 10 Ottobre/30 Novembre 2018, mostra personale dal titolo “Eclissi di Luna” presso Tattoo Saloon “Lacrima Nera”, Firenze. 1/31 Dicembre 2018: mostra personale dal titolo “Fantastic Symbols”, presso Libreria Feltrinelli di Arezzo, in collaborazione con la Dott.ssa Denise Pantuso,

psicologa e psicoterapeuta, che per l’occasione ha tenuto una conferenza dal titolo:“Spiritualità e psicoanalisi, l’essere umano tra simbolismi e simbolico” e con Laura Manescalchi, musicista.

19/24 Giugno 2019: mostra personale collocata all’interno del progetto collettivo dal titolo “Ec’Art” a cura di Marc Chiassai, presso Eglise vieux Saint Sauver, Place Saint Sauver, Caen, France. Esposizione Anghiari in allestimento COLLETTIVE: 20 Dicembre 2018/5 Gennaio 2019: mostra avente come tema i 90 numeri della tombola napoletana, presso Galleria “Etienne de Causans” per la Monte Uliveto Gallery, Rue de Sein, Saint Germain Des Pres, Parigi. 14 gennaio/18 Febbraio 2019: mostra a cura di Giuseppe Pinzauti, presso “La Taverna degli Artisti” in Via degli Artisti, Firenze. 24/Febbraio/10 Marzo 2019: mostra “Donna: Corpo, Anima e Mente” presso “La Casa Natale di Giotto”, Colle Vespignano, Vicchio, Mugello, col patrocinio

del Comune di Vicchio e l’Unione dei Comuni del Mugello, a cura dell’Associazione Artistica Culturale “Delle Terre di Giotto e dell’Angelico”.

15 Marzo al 7 Aprile 2019: “ 1959-2019. Omaggio al Premio Arezzo”, presso il Circolo Artistico di Arezzo, iniziativa a cura del critico d’Arte Danilo Sensi,

mostra patrocinata dal Consiglio regionale della Toscana, dalla Provincia di Arezzo e dal Comune di Arezzo con la collaborazione dell’Associazione culturale Bangladesh Arezzo, dell’Associazione Culturale Bistr-Out e Associazione Culturale L’Artefice, con il sostegno di “Uno A Erre” Industries S.p.A e Safimet S.p.A.

10

L’angelo della vita e della morte (particolare) - chiaro scuro grafite, cm 60x80

7 Aprile al 5 maggio 2019; “La Madre La Natura”, presso la Galleria S. Lorenzo Arte di Poppi (Ar), a cura di Silvia Rossi, Art Director di Expart Studio Gallery, evento realizzato con il patrocinio del Comune di Poppi. Progetto collettivo di varie mostre itineranti aventi come tema la Luna e Leonardo da Vinci, dal titolo: “Leonardo l’Universo Noi Allunaggio”, realizzate in collaborazione con l’Associazione A.L.I (Artisti Liberi Indipendenti) e in ogni occasione svoltesi con il patrocinio del comuni ospitanti, lungo evento annuale realizzatesi durante il corso di tutto l’anno 2019: la prima si verifica dal 28 Aprile al 2 Giugno presso l’Abbazia di S. Galgano, Chiusdino, (Si); la seconda dal 17 Giugno al 30 Giugno presso il Circolo Arti Figurative del Palazzo Ghibellino di Empoli, Firenze; la terza dal 1 Luglio al 21 Luglio a Vinci presso Palazzo Uzzelli, ambienti del Museo leonardiano e la quarta a Settembre a Murlo, la quinta a Ottobre a Chiusi, la sesta a Novembre a Radicondoli (Si) e l’ultima a Dicembre a Sociville. 6/15 Giugno 2019: expo collettiva dal titolo “ Sugerencias”, a cura della critica d’arte Silvia Arfelli, per l’agenzia di eventi d’arte “La Maya Desnuda Arte” Mostre Editoria Eventi, presso la BCM Art Gallery, Barcellona.

Esposizione a Bologna in corso di allestimento. Esposizione a New York in corso di allestimento


L’angelo della vita e della morte - chiaro scuro grafite, cm 60x80

11


Angelo

Alessandrini Nasce a Folignano (AP) nel 1957; dopo aver conseguito la maturità artistica si diploma all’Accademia di Belle Arti di Macerata, ove frequenta il corso di pittura sotto la direzione del Maestro Remo Brindisi. Ha insegnato per anni “Discipline Pittoriche” presso il Liceo artistico Statale “Fausto Melotti” di Lomazzo – Cantù. Lavora e vive a Mariano Comense (CO) MOSTRE PRECEDENTI: Macerata – “un territorio allo specchio” – collettiva, 1982 Macerata – “galleria dell’Accademia di Belle Arti ” – collettiva, 1982 Montecosaro (MC) – “Collettiva d’Arte“, 1982 S.Egidio alla Vibrata (TE) – “ 1^ esposizione d’ Arte Figurativa “, 1983 Bari – “ Mercato d’Arte Contemporanea “, 1984 Ripatransone (AP) – personale, 1985 Lomazzo (CO) – collettiva, 1999 Frankfurt (D) – “Euro – Welt” - collettiva 2000 Lomazzo (CO) – collettiva, 2000 Lomazzo - concorso ex libris – “l’uomo e il terzo millennio-sogni, speranze e realtà “, 2001 Lurago Marinone - scelte di sfondo”, 2001 Lomazzo - “arte in evoluzione” - sala Colmegna, 2001 Lomazzo - “collettiva” - sala Colmegna, 2002 Saronno - “blu” – fabbrica della birra, 2002 Cadorago - “collettiva” – centro civico, 2002 Gravedona - studio d’arte Giangy - collettiva gruppo “st’art”, 2003 Milano - “al caro Giorgio”- collettiva, 2004 Saronno - fabbrica della birra – collettiva gruppo “st’art”, settembre 2005 Cantù - I.S.A. “ F.Melotti”, collettiva docenti – “varianti”, 2006 Spazio laboratorio “la cornice” – mostra 20 x 20 dicembre 2005 Laveno Mombello (VA) - “Una notte al museo”- “ceramiche 150” (Cerro), 23 settembre 2006 Carnago (VA) - mosaico primavera, 2006 Parre (BG) - “arte e spettacolo nel borgo”, 30 dicembre 2006 Gravedona (CO) - studio d’arte “GiangY” – “pesce d’aprile”, 2007 Lomazzo - “docenti” - collettiva, 8 settembre 2007

12

Dama (particolare) - tecnica mista acrilico e collage su stampa digitale, cm 49x60, 2018

Casnate - (cà dei fraà), 26-28 ottobre 2007 Dongo - “ lake art” - collettiva, ottobre 2009 Cantù - “mostra degli asini”, dicembre 2009 – gennaio 2010 Como - chiostrino di Sant’Eufemia - “collettiva d’arte, marzo 2010 Dongo - “lake art”- “pesce d’aprile”- collettiva, aprile 2010 Meda (MB) - “ Sala Radio” – collettiva, maggio 2011 Dongo - “ lake art” - collettiva, ottobre 2012 Spazio laboratorio “la cornice” - mostra 20 x 20, dicembre 2012 Spazio laboratorio “la cornice” - mostra collettiva, 2013 Milano - “Milano Fashion Week” presso “Art mail Milano” Galleria Farini Concept, 17-25 sett. 2019 Milano - “Ambientarti – Spazio Arte Tolomeo – 16-30 sett. 2019


Dama - tecnica mista acrilico e collage su stampa digitale, cm 49x60, 2018

13


Giuseppe

Allegrucci Giuseppe Allegrucci nasce a Gubbio il 12 agosto del 1978, artista eugubino, realizza lavori su pietra dal fascino antico ma con stile attuale e suggestivo. Le prime mostre e riconoscimenti iniziano nel 2013. Aprile 2017 espone presso la mostra “le personali in Collettiva” presso la Galleria Mentana di Firenze. Aprile 2017 espone alla mostra Italia art in London “Le Vie dell’ Arte” presso la Crypt Gallery a Londra (ENG). Giugno 2017 espone alla festa Internazionale della Pipa a Cagli (PU) durante lo svolgimento del Trofeo Internazionale di Lento Fumo. Settembre 2017 al Festival del Medioevo a Gubbio (PG) viene premiato lo storico Alberto Grohmann con una sua pregevole opera. Novembre 2017 espone alla mostra “Torino Contemporanea tra Arte e Design” presso il MIIT di Torino. Gennaio 2018 espone alla mostra “Premio Museo MIIT 2018 prima edizione” presso museo MIIT di Torino. Aprile 2018 espone alla mostra “Triangle of Life” a Ridderkerk (OLANDA) dove esegue anche una scultura dal vivo. Maggio 2018 espone alla Festa Internazionale della Pipa a Cagli(PU) durante lo svolgimento del Trofeo internazionale di Lento Fumo. Giugno 2018 inaugura la sua nuova Bottega Espositiva in Via Vantaggi a Gubbio (PG). Giugno 2018 partecipa a “Gubbio Instameet 2018” organizzato dal Lions Club Gubbio,dove instagrammer provenienti da tutta Italia hanno avuto la possibilità di fotografare e vivere le botteghe artigiane di una volta. Agosto 2018 espone insieme all’ artista Gabriele Mengoni nella propria bottega espositiva a Gubbio(PG). Settembre 2018 espone insieme all’ artista Giorgia Gaggiotti nella propria bottega espositiva a Gubbio (PG) Settembre 2018 espone e scolpisce dal vivo al Festival del Medioevo a Gubbio (PG). Ottobre 2018 la trasmissione televisiva “Weekend” (Marco Polo TV e SKY) registrano parte di una puntata all’interno della sua bottega.

14

Sintesi (particolare) - scultura su pietra, cm 30x30x8

Novembre 2018 espone al Centro Servizi Santo Spirito all’interno della mostra internazionale del tartufo bianco a Gubbio (PG). Novembre 2018 espone alla mostra “Impegno e Passione al Servizio dell’ Arte e della Legalità” presso il Comando Legione Carabinieri Umbria (PG). Dicembre 2018 il Cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga viene omaggiato dalla comunità eugubina con una sua pregevole opera. Dicembre 2018 espone insieme all’ Artista Miriam Ferrucci (ROMA) nella propria bottega. Aprile 2019 inaugura ed espone nella “Galleria d’Arte Via dei Consoli” in Via dei Consoli a Gubbio(PG). Aprile 2019 espone alla mostra “La Gratitudine” sala espositiva di via Lucarelli a Gubbio(PG). Maggio 2019 espone all’ interno del Palazzo Ducale di Gubbio (PG) alla “Notte dei Musei …i luoghi dei Montefeltro”. Maggio 2019 espone insieme all’ artista Paola Bona(Belluno) nella propria bottega espositiva a Gubbio(PG)


Sintesi - scultura su pietra, cm 30x30x8

15


Alessandro

Beltrami

2014 mostra personale circolo f. Ferraris - omegna (vb) 2016 mostra personale circolo f. Ferraris - omegna (vb) 2016 mostra collettiva toffee’arts gallery - san miniato (pi) 2017 mostra collettiva “365 giorni all’hotel San Miniato” - San Miniato (PI) 2017 esposizione al circolo ufficiali Padova 2017 esposizione villa breda Padova 2017 Rassegna nazionale trofeo dell’arte Villa Farsetti Santa Maria di Sala (VE) 2018 Pubblicazione di quattro opere sulla rivista trimestrale AS ART aprile 2018 2018 RASSEGNA NAZIONALE – BASILICA DI S. ANTONIO – SALA TEOLOGICA – PADOVA maggio 2018 Rassegna Nazionale Antico chiostro di Monteortone (PD) luglio 2018 Mostra personale “maison d’art gallery” - PADOVA luglio 2018 Mostra collettiva “PORT OF ROME” alla Flyer art gallery -ROMAsettembre 2018 Premio città di Padova “artisti dell’anno Maison d’art “ - PADOVA Dicembre 2018 Partecipazione al “Premio Arturo Dazzi” Piacenza Gennaio 2019 Inserimento nel catalogo “100 ARTISTI EMERGENTI SU CUI INVESTIRE 2019” edito dalla casa editrice La Feltrinelli. Gennaio2019 Intervista con presentazione di sei opere alla trasmissione televisiva “percorsi dell’arte”con il Dott. A. Castellana su Canale Italia Marzo 2019 Biennale Ville Venete , mostre collettive nelle ville venete marzo 2019 Villa Giustinian Aprile 2019 Inserimento nel catalogo “Artisticamente” N° 12 Aprile 2019 Luglio-agosto 2019 Mostra personale alla “maison d’art” - PADOVA

16

Alba incantata (particolare) - olio su tela, cm 50x60


Alba incantata - olio su tela, cm 50x60

17


Susi

Brosca Castello di S.Giorio - Susa - 2002 Palazzo Doria Pamphili - Roma - 2002 Centro per l’Arte contemporanea Torre Strozzi - Perugia - 2002 Lions Club - Spotorno - 2002 Studio d’arte De Michele - Sora - 2003 Centro Congressi Fortino - Torino - 2003 Museo storico della Fanteria - Roma - 2004 Sede CEPU - Torino - 2004 Palazzo Bricherasio - Torino - 2004 Centro Congressi Fortino - Torino - 2004 Biblioteca nazionale centrale - Firenze - 2005 Galleria Papi - Roma - 2005 Ipso Art Gallery - Perugina - 2005 Fiera d’Arte contemporanea - Reggio Emilia - 2006 Lingotto - 8 Gallery - Fiera internazionale del Libro - Torino - 2006 Asta di Arte moderna e contemporanea - Casa d’ aste De Crescenzo - Roma Galleria Arianna Sartori - Mantova - 2007 Galleria Artanda - Acqui Terme - 2007 Casa de Arte italiana - Lanzarote - 2007 Museo Archeologico - Amelia - 2007 Galeria Arte Internaccionales Charco de Sangines - Arrec ife -2007 Sala de Arte Salomone Playa Bianca - Lanzarote - 2007 Banca Sella - Torino - “Dinamica del confronto” - 2008 Accademia Belle Arti - Luxor -2008 Villa Gualino - Torino - Internazionale Italia Arte - 2009 Villa Gualino - Torino - “L’ Illusione del Sogno” - 2009 Complesso dei Dioscuri al Quirinale - Roma - “Dal Futurismo al Contemporaneo” - 2009 URP del Consiglio Regionale del Piemonte - Torino -2009 Galleria Cassiopea - Roma - “Colori e Forme della contemporaneità”- 2010 Internazionale Italia Arte 2010 - Villa Gualino - Torino Galleria Brehova - Praga -2010 Villa Gualino - Torino - “Arte metropolirana” - 2010 Circolo degli Artisti - Casa di Dante - Firenze - 2011 Villa Gualino - Torino - “Arte Alchemica”- 2011 Sala delle Colo nne-Castello Reale del Valentino - Torino -2011 Complesso dei Dioscuri al Quirinale - Roma - “La violenza e l’Arte”- 2011

18

Fondo marino (particolare) - olio su tela, cm 80x100, 2019

33 Contemporary Gallery - Chicago - “art & style”-2011 Istituto Italiano di Cultura di Praga - “ ISO anni dall’unità d’Italia”- 2011 Fondazione AEM di Milano - Casa dell’Energia - “Immagine/lmmagina “2012 Istituto Italiano di Cultura di Colonia - “Immagina/Immagine una nuova arte -2012 Zonak - Milano - “Flussi contemporanei” - 2012 Museo Regionale di Scienze Naturali - Torino - “Art Energy Future”- 2012 Istituto Italiano di Cultura di Sofia - “L’Italia dei Territori”- 2012 Miami River Art Fair Miami - 2012 Luxury Art - Altes Damptbad - Baden-Baden -2013 lnternazionale Italia Arte - Museo MllT - Torino - 2013 Internazionale Italia Arte ed. Mondo -Kunstlerforum Bonn - 2013 Palazzo Pontificio Maffei Marescotti - Roma - “Ad Aetemum”- 2013 Biennale della Liguria - Fondazione Oddi - Albenga -2014 Brussels - Belgio - Arnart Gallery - 2014 Istituto Italiano di Cultura Vienna -”Sentieri di Pensieri” - Vienna - 2014 Museo Scalvini - Desio-Mi- Capitali del contemporaneo -15-23 ottobre 20 16 Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda-Rathaus-- Italia creativa - 12 luglio10 agosto 2017 Ipso Arts Gallery - Perugia - Soul in the Art - Dicembre 2017 Galleria Spazio 40 - Roma Trastevere - Le tre S- Simboli, Segni e Sogni -24/29 marzo 2018 58 Biennale di Venezia - Palazzo Zenobio - 15/30 maggio 2019 La pittura figurativa a Brera- Spazio M’arte- Milano - 03/16 giugno 2019 Fabbrica del Vapore - arte contemporanea - Milano - OI/ 15 Luglio 2019


Fondo marino - olio su tela, cm 80x100, 2019

19


Isabel

Carafì Italoargentina Nata a Buenos Aires Argentina vive e lavora in Italia dal 1980. Risiede a Trieste dal 1999 Diploma Nazionale Accademia di Belli Arti Buenos Aires, Argentina, 1978 Diploma Accademia di Belli Arti di Carrara, Italia, 1983 Negli ultimi anni le mostre più significative: ESPOSIZIONI INDIVIDUALI 2019 PALAZZO COSTANZI - SALA VERUDA - TRIESTE 2018 Artifact- New york Hernandez art gallery Milano 2017 Hernandez Art Gallery Milano 2015 Museo D’arte Moderna Ugo Carà -Muggia Trieste 2014 Lux Art Gallery. Trieste.Italia 2011 Galereya Belayevo, Mosca. Russia Gallerie Arte Conte. Parigi. Francia 2006 Palazzo Manzioli, Isola. Slovenia Castello Maschio Angioino. Napoli. Italia 2004 Gallery il Sagiatore. Roma. Italia. Galleria. Giochi d’Arte. Milano. Italia Teatro Filodrammatici. Milano. Italia ESPOSIZIONI COLLETTIVE 2019 Art Fairepier 92 Artavita, New York Accorsi Arte, Venezia Arte Pardes Mirano, Arct Fattory Venezia Bid - Biennale Intrnazionale Donna Magazzino 26 Trieste Art Factory, Pardes, Venezia Biennale D’arte Jesolo, Venezia Mitreo Arte Contemporanea, Roma Art F 3 – Independen Artist, Parigi 46° Premio Sulmona, Polo Museale Civico Diocesano Sulmona -AqIndependent Artist Villa Brentana, Milano Art Fair, Circe Art Magazzine, San Diego, California Arte Internazionale Villa Marini Rubelli -San Zenone DeglI Ezelini - Tv 20

Riscaldamento globale (particolare) - tecnica mista su tela, cm 100x80

Arte Internazionale Castelbuono - Palermo Fabbrica Del Vapore - Milano Artboxproject – Swiss Art Expo 2019 – Svizzera Palazzo Zenobio – Padiglione Del Bangladsh – 53° Biennale Venezia Galeria Aragon 232 - Barcelona Indepentend Artist - Villa Brentano - Milano Arta Vita – Spectrum - Art Basel Miami – Usa


Riscaldamento globale - tecnica mista su tela, cm 100x80

21


Sergio

Cioccarelli Vivo e lavoro a Roma dove da sempre ho espresso la mia pittura ad 0110, a carboncino e china in modo formale in ritratti e paesaggi ispirati in modo particolare alla città di nascita, in cui sono nato nel 1944, fino a intraprendere un nuovo modo di interpretare l’Arte dei colori nell’espressione astratta. Ispirato ad una personale pittura d’azione (Action Painting) riverso con gesti istintivi e liberatori le sensazioni del momento, creando un movimento di tratti e colori che danno vita ad opere di effetto cromatico, di gioco di immagini surreali, tali da proporre costantemente nuovi particolari nell’osservazione delle opere. Partecipo da qualche anno alle Mostre organizzate dall’Associazione Due Colli. Sono socio dell’Associazione Coloni Fondatori di Pomezia ed espongo opere in tutte le iniziative artistiche. Per alcuni anni ho esposto le mie tele anche, come ospite, con i Cento Pittori di Via Margutta, sia nella via stessa che in varie zone di Roma e provincia.

22

Ardore (particolare) - tecnica mista su tela, cm 100x80.


Ardore - tecnica mista su tela, cm 100x80.

23


Michele

Cioce

Nasce a Bari nel 1983. Si interessa sia alla geometria sacra che al simbolismo in chiave esoterica, sino a diventare un artista digitale e concettuale. Ha realizzato un cospicuo portfolio di opere digitali elaborando figure geometriche e fotografie. L’arte “criptica”, secondo la concezione dell’artista, vela e disvela un universo simbolico tripartitico, denso di contenuti di tipo cosmologico e metafisico. L’idea di Michele Cioce è utilizzare come “materia prima” i prodotti finiti; estrarre elementi strutturali come rami, foglie, fiori, nuvole, orizzonti, volti, corpi, e combinarli per creare narrazioni visive, storie d’estemporanea emozione. Il processo creativo è basato sull’utilizzo della simmetria bilaterale (sinistra-destra), sia sull’utilizzo della proiezione riflessiva. Viene così ricreata un’illusoria piastra di Petri per la coltivazione di immagini che si contaminano ed intersecano dando vita a mandala multimediali e visioni oniriche. È da questo oceano di proiezioni primordiali che nascono le sue opere. Indefinibili sospensioni, forme luminescenti, atmosfere cupe, archetipi vivi nell’inconscio collettivo e figure mitologiche, contribuiscono a descrivere l’estetica sottesa dell’artista, l’analogia tra micro e macrocosmo che oscilla tra il centro dell’essere e l’essenza del tutto. L’artista considera la creazione, il mondo, e la vita stessa una simulazione, egli si associa alle idee del filosofo Nick Bostrom, noto per la sua riflessioni sul cosiddetto rischio esistenziale e sul principio antropico. Concetti estremi affrontanti in film come Matrix e Inception, o in romanzi come Labirinto di morte di Philip K. Dick, ma che in realtà godono di grande fama all’interno degli ambienti scientifici a livello globale. Vista la sua passione per la matematica ed in particolare l’informatica, l’artista ha aderito al manifesto della “Glitch art”, l’arte dell’errore. Si tratta di una pratica che utilizza errori digitali o analogici a fini estetici corrompendo i dati digitali o manipolando fisicamente i dispositivi elettronici. La sua “ricerca dell’errore”, vissuto e manipolato è motivo costante d’ispirazione. 24

Nettuno (particolare) - stampa digitale su tela, cm 50x50

Trasformare l’errore in forma, in qualcosa che contenga uno o più messaggi, diventa il fine ultimo della sua estetica decostruttiva. L’aspetto criptico della sua forma d’arte è perciò da ricercarsi nelle molteplici possibilità di lettura delle sue opere, da analizzare su più livelli per una comprensione soggettiva.


Nettuno - stampa digitale su tela, cm 50x50

25


Michela

Cosimi

FORMAZIONE: Anno 2009 - Laurea in formazione e gestione delle risorse umane, indirizzo formatore multimediale Università di Macerata con votazione 101/110. Anno 1992 - Idoneità concernente l’iscrizione a qualsiasi Facoltà universitaria. Anno 1982 - Maturità artistica - conseguita presso il Liceo Artistico statale di porto San Giorgio (FM) con votazione 56/60. PREMI: Anno 1990 - Finalista premio Arte 1990, (200/1965) promosso dalla rivista Arte, Casa Editrìce Giorgio Mondadori & Associati s.p.a. PUBBLICAZIONI: Anno 1991 - Pubblicazione di opere nella collana “Forma e colore” (a cura di Paolo Levi) - Casa Editrìce Giorgio Mondadori & Associati s.p.a. MOSTRE E INIZIATIVE PROGETTUALI Anno 1992 - Cofondatrice del gruppo artistico “Esteriorizzazione”. Anno 1992 - Partecipazione a una mostra collettiva, in contemporanea presso la Gallerìa Teorema, il Caffè Letterario “Le Giubbe Rosse” e l’Hotel Sheraton di Firenze. Anno 1992 - Partecipazione ad una mostra collettiva presso la Galleria Modigliani di Milano. ESPERIENZE PROFESSIONALI COLLATERALI 1998 - 2010 - Gestione di laboratorì artistici, con valenza sociale e laboratorì di arteterapia, presso un centro socio-educativo pubblico - Comune di Monte San Pietrangeli (FM) Ideatrìce di progetti formativi afferenti al settore culturale - Comune di Monte San Pietrangeli (FM). 2012 ad oggi - Volontariato nel!’ambito della didattica multimediale in qualità di Tutor (disturbi specifici dell’apprendimento e disabilità cognitive)

26

Autoritratto (particolare) - digitale stampa su carta patinata 300 gr, cm 16x16


Autoritratto - digitale stampa su carta patinata 300 gr, cm 16x16

27


Ionel

Cuculiuc Nato in Romania, il 26 Agosto 1954. MOSTRE D’ARTE 1996 Mostra di pittura “Galleria d’arte nel borgo” – Sansepolcro (Ar) 2000 Mostra personale di pittura sacra – Sansepolcro (Ar) 2001 Mostra internazionale d’arte contemporanea “Percorsi d’Arte 2001” - Sangiustino (Pg) 2002 Mostra internazionale d’arte contemporanea “Percorsi d’Arte 2002” - Sangiustino (Pg) Mostra collettiva di pittura (4° classificato) - Sansepolcro (Ar) Concorso Internazionale di Pittura Estemporanea (4° classificato) - Anghiari (Ar) Biennale internazionale di merletto (2° classificato – sezione disegno) - Sansepolcro (Ar) 2003 Art Expo 2003 – Javitz Center - New York (USA) 2005 Mostra internazionale d’arte contemporanea “Percorsi d’Arte 2005” - L’ALTRA DIMENSIONE - Sangiustino (Pg) 2017 Premio Internazionale Berlino - video esposizione presso la chiesa Francese di Friedrichstadtkirche La Biennale Internazionale D’Arte di Mantova - Museo Francesco Gonzaga “Soul in the Art” - Mostra internazionale di pittura – Perugia, Ipso Arts Gallery Premio Internazionale MICHELANGELO BUONARROTI (3° classificato – sezione Digital Art) - PALAZZO MEDICEO DI SERAVEZZA (Lu) Premio Internazionale Paolo Levi - video esposizione - Milano, sala Leopoldo Pirelli del Palazzo Clerici. Concorso Internazionale “La Spadarina” – “L’energia in immagini” – Piacenza. 2018 Rassegna d’arte internazionale Sant’Oronzo - Lecce 39° Concorso d’Arte on line : Premio AD-ART Premio Internazionale PAOLO LEVI – Palazzo Clerici, Milano La Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea delle Fiandre – Bruges, Belgio 28

Impeto di gioia (particolare) - acrilico su tela, cm 80x80

2019 Premio Eccellenza Europea delle Arti - Video esposizione - Roma (Palazzo Velli), Barcellona (MEAM Museo Europeo delle Arti, Palazzo Gomis), Parigi (Galleria Thuilliers) Premio Cultura Identità - Video esposizione – La Spezia, Teatro civico “Budapest Artexpo” – Biennale Internazionale dell’Est


Impeto di gioia - acrilico su tela, cm 80x80

29


Fabiana

De Rubeis 01/08/2018 ad oggi Pittrice La tecnica utilizzata è la pittura fluida o “Pouring Paint” che con l’ausilio di alcuni strumenti di lavoro donano un effetto fluido alla composizione. Fluid Art. PARTECIPAZIONI: Mostra collettiva “AmbientArti” a cura di Associazione Culturale ARS- Art Space presso Spazio Arte Tolomeo (MI) in data 16/09/2019 – 30/09/2019 Mostra collettiva “Murano Art Expò 2019” a cura di Queen Art Studio Gallery – Art Director Maria Grazia Todaro

presso The Glass Cathedral, 58°Biennale di Venezia in data 05/10/2019 – 11/10/2019 Mostra collettiva Premio città di Terni “G.L.G.Byron” a cura di Associazione Culturale “I 2 Colli” presso Museo Diocesano e Capitolare di Terni in data 26/10/2019 - 10/11/2019 Selezionata dalla commissione scientifica per l’inserimento nel prossimo Atlante dell’Arte Contemporanea 2020 di DeAgostini uscita febbraio 2020

30

Bacio al tramonto tra cielo e mare (particolare) - tecnica mista pittura fluida pouring art, cm 60x60


Bacio al tramonto tra cielo e mare - tecnica mista pittura fluida pouring art, cm 60x60

31


Yolande

Descombes Di origine svizzera (Ginevra) vive in Italia da molti anni. Studi filologici. Docente di lingue e letterature francese. Ha cominciato a dipingere giovanissima. È autodidatta. Usa diverse tecniche, olio, acrilico, acquerello, vernici industriali, resine, sabbia, elementi metallici, vetri colorati. Ha partecipato a numerose mostre in Italia, Francia, Germania, Slovenia, Stati Uniti, Brasile. Si definisce “visionaria”. Le sue tematiche uniscono il mondo del visibile e dell’immaginario. Tellus (particolare) - olio su tela - cm 50 x 50

32


Tellus - olio su tela - cm 50 x 50

33


Paolo

Di Marco Mi chiamo Paolo Di Marco, ho 60 anni, sono nato a Udine il 25/04/1959, vivo a Fagagna (UD), Italia. Mi definisco uno SPERIMENTATORE ARTISTICO. Il mio interesse primario è la ricerca della CASUALITÁ abbinata al MOVIMENTO. FOTO-OSSIDAZIONE BN Tutto ha avuto inizio in giovane età con la fotografia in camera oscura. Dopo centinaia di rullini fotografici sviluppati e una marea di foto stampate in BN, dalla casuale caduta di gocce di acido su carta fotografica è nata questa particolare tecnica espressiva. Dal 1980 creo delle immagini particolari, uniche e molto suggestive, che non sono definibili né come fotografia né come pittura. La FOTO-OSSIDAZIONE BN si è evoluta nel tempo. Nel 1985 dal materiale bianco e nero, che comunque dava dei risultati fotocromatici molto soddisfacenti, sono passato all’ uso di un particolare supporto fotografico che si chiamava CIBACHROME (attualmente Ilfordchrome classic), un procedimento di stampa fotografica in sintesi sottrattiva tricromatica a distruzione di coloranti. MACCHINE Dal 1985 costruisco sculture cinetiche, assemblando materiali di recupero e “immondizia tecnologica” di qualsiasi tipo. Queste creazioni, animate da motorini e componenti elettrici ed elettronici, danno la possibilità allo spettatore di interagire con loro e di farle muovere. In contemporanea, ho ricominciato a costruire MACCHINE LUDICHE fatte con un telaio di legno e azionate manualmente da delle manovelle. I cinematismi di queste strutture, realizzati con fil di ferro, muovono una serie di semplici o complicati meccanismi creati appositamente per il RECUPERO DEL SUONO-MOVIMENTO. SPIRAL ART FUSION La ricerca più bella e completa che ho fatto sulla sperimentazione del movimento è stata l’esperimento d’interazione tra una telecamera e una televisione collegate assieme in circuito chiuso, che ho chiamato SPIRAL ART FUSION. Inventato nel 1988, SPIRAL ART FUSION è un generatore di sequenze di

34

Il male (particolare)

immagini ad altissima velocità, che crea spirali logaritmiche in movimento in continua evoluzione. Nell’ultimo anno ho introdotto un ulteriore grado di complessità al sistema di Spiral art fusion, dove anche lo smartphone diventa protagonista nella creazione delle spirali.


Il male -

35


Davide

Dimartino Nasce a Ragusa il 18/05/75, Sicilia. Ha frequentato la bottega del ceramista Criscione Giuseppe durante le vacanze estive. Diplomato all’istituto tecnico industriale E. Majorana di Ragusa nel 1994/95. Ha partecipato al concorso di pittura, scultura e fotografia del comune di Ragusa nel 1999. Ha partecipato al concorso internazionale Piombino Etruria Arte 1999 Premio Medusa Aurea, Accademia Internazionale Arte Moderna Roma Partecipazione anno 2004 4° premio Partecipazione anno 2005 3° premio Partecipazione anno 2006 5° premio Partecipazione anno 2009 3° premio Partecipazione anno 2011 1° premio 6° Edizione premio città di Porto Sant’Elpidio 2005 7°Edizione premio città di Porto Sant’Elpidio 2006 Mostra artistica Ragusa 2008-2009 Premio Arteroma Europa galleria “ IL Collezionista“ 2008 16° Edizione Arte Italiana en Espana Premio Salador Dalì 2009 3° Premio Internazionale Città di Monreale 2009 Chius’Arte 4°edizione 2009 Premio D’Arte Contemporanea “IL Segno“ 2009 Trofeo Internazionale Città di New York 2010 1° Biennale Internazionale città di Lecce 2010 Premio Internazionale Tokio maggio 2011 Concorso Internazionale “La Spadarina” 7° edizione 2011 4° Premio Internazionale Arcaista Tarquinia da 05 a 07 2011 ART incontro 4° Ragusa 17-21dicembre 2011 ARTincontro 5° Ragusa gennaio 2013

36

Orlando (particolare) - terracotta patinata, cm 50x40x100


Orlando - terracotta patinata, cm 50x40x100

37


Don Paolo

Madonia

Madonia Paolo è nato a Mazara del Vallo (TP) dove vive ed opera in via XXVII Maggio n. 17°A. Scultore, pittore e grafico. Membro della commissione d’arte sacra e di vari cenacoli artistico-culturali. Ha insegnato presso l’Istituto Regionale d’Arte di Mazara del Vallo(TP) e varie scuole cittadine. Dal 1966 al presente ha tenuto 30 personali a: Mazara del Vallo, Marsala, Catania, Palermo, Brugherio, Roma, Terrenove, Pesaro, Castelvetrano, Trapani, Venturina, Firenze, Torino e Jesolo, Barletta, Salemi e Montecarlo, Padova, Forlì e Abano Terme. Ha partecipato per invito a 90 mostre nazionali ed internazionali in Italia (tra cui Mazara del Vallo, Erice, Riccione, Piacenza, Cremona, Genova, Taranto, Marsala, Milano ecc.) e all’estero (Francia, Spagna, Inghilterra, Lussemburgo, Giappone, Polonia, U.S.A., Hong Kong, Croazia, Emirati Arabi, Portogallo Fatima, Costa Rica). Tra queste in sei collettive con i più prestigiosi artisti italiani di fama internazionale ottenendo due medaglie d’oro, cinque d’argento, diciannove diplomi al merito, una croce d’oro, una coppa d’argento per la xilografia, sette premi d’acquisto, una personale gratuita, scelto a maggio ’94 - tra duecentotrenta operatori d’arte- per la partecipazione gratuita in collettiva con artisti italiani per New York. Dal ’75 è incluso nell’Annuario “International Directory of Arts” di Francoforte sul Meno. Le sue opere figurano in collezioni pubbliche e private italiane e straniere e si trovano in permanenza in 13 gallerie e 3 gioiellerie italiane ed una galleria in Austria. Dal ’69, come incisore, ha eseguito centinaia di xilografie(circa 300), una dozzina di acqueforti e puntesecche, alcuni monotipi e diverse serigrafie. Nel 2002 ha eseguito una pala di altare per una parrocchia della sua città ed ha realizzato due arazzi per Montecarlo. Nel 2004 è stato invitato dal Comitato artistico dell’Università di Bari alla Rassegna di Arte Contemporanea “Giochi e Giocattoli” e due opere sono state donate al Museo del Giocattolo. Nel 2006 per interessamento della presidente del Centro “Arte Cultura e Società” di Palermo, è stato ospite del Comune di Palermo presso Villa Niscemi, dove ha tenuto una personale, ed è risultato invitato per una mostra d’arte Sacra a Taormina. 38

Madre Teresa (particolare)- tessitura in lana annodata a mano, cm 76x86

Nel 2008 ha presentato una grande Croce dipinta su legno nel contesto del Convegno di studi “La Croce e la Storia” che si è svolto a Mazara del Vallo, mentre al presente dopo aver curato il risvolto del volume “Croce e Campanile” di Pietro Pisciotta, ha eseguito n° 100 mattonelle a vario tema alla Mostra di Forlì sezione ceramiche, ed è stato invitato dall’associazione “Terme dell’Arte” di Abano Terme con un curriculum trilingue nel sito della stessa associazione.


Madre Teresa - tessitura in lana annodata a mano, cm 76x86

39


Raffaele

Dragani Il lavoro è un olio su tela di dimetro 90 ed appartiene alla produzione di RAF (www.rafdragani.com) degli anni ottanta. Numerose le citazioni presenti: JACKSON POLLOCK, AFRO,TANCREDI,VEDOVA, etc. ALCUNE ESPOSIZIONI È stato esposto in numerose Mostre di Arte Contemporanea: INTIMARTE 2017, Rocca Paolina, Perugia, 9 - 24 Settembre 2017 ORDINE VERSO CAOS, Raf’s solo exhibition, 21 - l 29 Ottobre 2017, Villa Camperio, Via F. Confalonieri 55 di Villasanta MB, Italy LA MAGIA DEL COLORE, 28 Aprile - 10 Maggio 2018, Galleria ARTtime,Udine, Italy Premiato al 18° PREMIO NAZIONALE D’ARTE CITTÀ DI NOVARA, 09-16 giugno 2019, Castello Visconteo Sforzesco – Novara

40

BIANCO GIALLO ROSSO (particolare), olio su tela, diametro 90, 1985


BIANCO GIALLO ROSSO, olio su tela, diametro 90, 1985

41


Maria Teresa

Eleuteri

Pittrice e Scenografa, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Macerata. Ha allestito varie personali sia in Italia che all’estero e ha ottenuto molti premi e riconoscimenti, nel 2017: Premio internazionale “Ligures”, Castello San Giorgio, Lerici; ”Falsi d’Autore”, Biblioteca Spezioli, Fermo; ”Energia Creativa”- Tra Astrazione e Figurazione, Palazzo Albrizzi, Venezia; Premio “Città di Montecosaro”. Nel 2018 ”Intanto” ex-Mercato Coperto, Fermo; ”Premio Internazionale Arte Palermo Capitale della Cultura ”Teatro Biondo,Palermo. Nel 2019, Mostra Personale “Santi Cavalieri e Dame, Tra Medioevo e Rinascimento”, ex Chiesa di San Rocco, Fermo. “La Pittura di Maria Teresa Eleuteri si propone come una lirica trasposizione di una realtà riletta tramite una personale e sensibile visione. L’immagine è elegante e risolta con grazia compositiva, in un colore luminoso che unisce spontaneità grafica e felice capacità comunicativa” (ARTITALIA

EDIZIONI)

42

Alba e fù la luce (particolare) - tempera su tela, cm 90x90


Alba e fù la luce - tempera su tela, cm 90x90

43


Salvatore

Ferrante (SOTERUS) Salvatore Ferrante nasce nel novembre 1972 a Visciano (NA) e sin da piccolo dimostra una forte passione per la pittura e il disegno. Nel 2007 si trasferisce in Toscana in provincia di Siena e dal 2011 vive a Torrita di Siena, dove ha iniziato la sua carriera artistica. Il suo percorso è iniziato con la passione della pittura a olio, nel corso degli anni ha lavorato come artigiano del legno per il restauro. 2018 - Valdichiana, Outlet Village - Cannes, “Intenational Contemporary art3f” - Montepulciano, sala Roberto Bellarmino - Torrita di Siena, Casa della Cultura - Castelmuzio, Borgo Salotto - PARIGI Louvre, salone internatonal d’art contemporain carrousel du Louvre - Montisi, Arte nel borgo - Perugia, rocca Paolina “Energia Femminile II° edizione” - Salerno, Artetra “Arte Salerno” 2019 - Spello, “Sensualità di gatto” Sale del Municipio - Montepulciano, Enoliteca alla Fortezza - Montepulciano, Bindella TENUTA VALLOCAIA - Cortona, Palazzo Ferretti - Firenze Auditorium Al Duomo mostra collettiva di arte contemporanea - Cervia partecipazione ai “I mille di Sgarbi” - Spello, “Sogno di una notte d’estate” sale del Municipio - Cortona galleria Albatros “Dove l’arte diventa culto” - Pienza, loggiata sulla Val D’Orcia - San Gimignano, Sala della Cancelleria - Siena, Studio Vittoriart “Mostra di Arte CONTEMPORANEA” - Roma, Caffè Letterario, Mostra d’Arte “CAPUT MUNDI” - Montepulciano, Mostra d’Arte Personale, “Paesaggi Sotto le Stelle”

44

Riflessi sotto la luna (particolare) - pittoscultura, cm 53,5x119,5 - 2019


Riflessi sotto la luna - pittoscultura, cm 53,5x119,5 - 2019

45


Monica

Ferrera MOSTRE - SFILATE E PRESENZE OPERE 12/06/19 Voghera 12 Aprile 2019 Fashion Art Model Painting Show per il fuori salone della Fabbrica del Vapore a Milano Sfilata con l’opera titolo Momenti - su tela anno 2019 acrilico mis. b50x70h 18 Aprile 2019 Noir di Lissone con gruppo Artes mini personale collettiva 5 opere ARTS PERSONAL IN MOVEMENT con sfilata e opere esposte ESISTENZA SU LEGNO - Tavola di legno, acrilico tecnica mista, b82x40h, 2018 L’INCANTO - Tavola di legno, acrilico, mis b80x40h PENSIERI - Tela, acrilico, mis b100x70h, 2019 L’AUDACIA - Tela, acrilico, mis b100x70h, 2019 MOMENTI - Tela, acrilico, mis B50x70h, 2019 Dal 5 Al 11 Maggio 2019 Fabbrica Del Vapore The Power Of Nature In The Color Of City The Art’s Special Project Cinart E Sonoart Opere Esposte 2 Pensieri -Per Cineart E L’opera - Le Note Dell’anima Per Sonoart Per Il Tema Natura - Opera – Madre Natura, Tela, Acrilico, Mis 60x60, 2019 18 maggio A Lesmo Villa Novecento Sfilata Opera - PENSIERI - Con Il Progetto Sinergia D’impresa tra Italia ed Europa 19 Maggio Sfilata in un locale di Milano Il Cafe’ con il Gruppo Artes Sfilata Model Painting Show LE NOTE DELL’ANIMA - Tela, Acrilico, mis B70x100h, 2019 L’AUDACIA - Tela, tecnica mista, mis B100x70h, 2019 Dal 15 Al 22 Giugno A Roma con il Group Artetra Premio Giulio Cesare selezionata e attestato d’ammissione alla Mostra con opera fisica dal titolo ETERNITÀ, tela, acrilico, mis B100x100h, 2019 Consegna Targa con Critica e inserimento sul catalogo Premio Giulio Cesare e inserimento sui siti e articoli e video del Tg e sul giornale. Art Now Premio Cultura Identità 5 Luglio al Teatro di La Spezia Digitale con l’opera dal Titolo - Pensieri Opera Su Tela Anno 2019 Tecnica Acrilico Mis B 100x70h Video Esposizione In Digitale Su Maxi Schermo, Consegnato Attestato di merito e targa a settembre Pubblicazione nel Catalogo Cultura Identità. 46

Leonardo Da Vinci - olio su tela, cm 50x70 - 2019

Rinascimento Contemporaneo Associazione Terra Madre Mostra A Castel Dell’ovo Dal 20 Al 10 Agosto con Due Opere. Una Fotografica dal Titolo- Trabucco Mis 50 X 70 e una Pittorica Dal Titolo - Momenti Acrilico 50 X 70 Anno 2019 6 Settembre A Parigi Premio Picasso A Paris Con Artetra Ci Saranno 3 Opere In Video Esposizione, 2 Pittoriche E Una Fotografica. Attestato Di Ammissione Alla Mostra. 7 Settembre In Provincia Di Mantova Artearte Con Due Opere. Pittoriche Titolo - Nero Velluto E 7 Settembre A Ferrara Delizia Del Belinguardo Con La Mostra Collettiva. Critico D’arte Antonio CastellAna E Susanna Tartari Lucrezia Le Arti E Lo Spettacolo. Con 3 Opere Pensieri - Le Note Dell’anima - Blue Moon - Angel 24 Ottobre Firenze - Arte Firenze 2019 Con Artetra E Princegroup Attestato Di Ammissione Sarà Esposta Fisicamente Una Nuova Opera. Premio Internazionale Leonardo Da Vinci 26 Ottobre Terni Con Premio Città Di Terni G. L. G Byron Video Esposizione Con Un’opera. Leonardo Da Vinci Olio Su Tela Anno 2019 Mis B50x70h 22 Novembre Budapest Artnow Budapest Artexpo Con Una Video Esposizione Dell’opera Inferi Olio Su Tela Anno 2018. Mis B90x80h


Leonardo Da Vinci - olio su tela, cm 50x70 - 2019

47


Adam

Fonti Svizzero, Nasce in Ticino (1969) attento al suo territorio alla gente che quotidianamente incontra. Desideroso di confrontarsi e assimilare la natura di altri luoghi, spazi, persone, culture e psiche! Studia a Lugano frequentando CSIA, continua poi nel mondo dell’arte passando un anno intero su marmo e granito. Disegna, pittura, fotografa, scrive, restaura; ma modificare la materia e farla sua, lo affascina, prova quel senso vitale di onnipotenza nel creare e darle vita, da diventarne un’ossessione. Spesso dice: pari a Dio che con fango creò l’uomo, la donna, gli animali la natura, un mondo. “Il mondo di Adam Fonti, fatto di euforia e disperazione “, una specie di maledizione Trova la sua vera materia incontrando la fonderia in bronzo, fusione a cera persa, antichissima tecnica. Lo affascina a tal punto di innamorarsene visceralmente: dice che durante la fusione entra il sole nelle sue anime. Lavora per un anno in una nota fonderia ticinese, lì ruba trucchi, una vera palestra d’arte. Porta la tecnica all’esasperazione, all’estremo della possibilità di realizzazione finale. Da qui in poi per lui la vita artistica espressiva, diventa ancor più ossessione, disperatamente carnale, celebrale, fisica e vitale. Come l’anima di una fusione. Mi hanno sempre affascinato mente, psiche, cervello e la sua anima. Quell’organo simile al cuore ma differente per funzione; simile per emozioni, sensazioni. Padroni assoluti del corpo, anch’esso seducente e affascinante, con movimenti volontari e involontari. Adoro osservare la gente e rubargli l’anima, prendere in prestito cuore e mente. LO FACCIO ANCHE CON ME, facendomi attraversare da quello che ne estraggo; farne arte, la mia arte. Per questo ho sempre chiuso una collezione con una testa, una mia scatola cranica! Da lì nascono emozioni idee; questo è il mio concetto e così lo celebro. Leggere dentro me e nella gente, nelle radici delle menti e riportarlo sopra la terra come frutto da cogliere. 48

Cratere d’angeli (particolare) - resina rossa patina dorata, cm 20x20

Come togliere un neonato dalla madre partoriente, e porgerlo sul suo grembo! Che viva in eterno. Come fa l’immortalità dell’arte. Il mio territorio lo demarco espressivamente tra religioni e sesso, (le culture), quegli opposti che delineano lo spazio che voglio conquistare, dando onnipotenza alle mie sinapsi celebrali, disperatamente espressive. “Nasce e continua La mia collezione “MentalMente” E ManiacalMente”, scatole craniche e toraciche, dove viene protetto cuore e cervello


Cratere d’angeli - resina rossa patina dorata, cm 20x20

49


Emanuele

Gentile

MOSTRE PERSONALI 2017 “Binario”, a cura di Ilenia Cilloco, Galleria Librid, Oristano. “Binario”, a cura di Ilenia Cilloco, Museo Casa Pilloni, Sardara. 2011 “Schegge digitali”, a cura di Vincenzo Di Dino, Parco Monte Claro, Cagliari 2009 “Scusate il ritardo”, a cura di Sandro Giordano e Andrea Aversano, Galleria Sottopiano, Cagliari “Emanuele Gentile”, a cura del Magazzino degli artisti, SpazioUno mda, Milano 2008 “Pittura digitale”, a cura di Vincenzo Di Dino, Festival San Bartolomeo, Cagliari MOSTRE COLLETTIVE 2019 “Festival di arte digitale Ventipertrenta 2019”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti 2018 “XX Mostra di arti visive e figurative”, Cittadella dei Musei, Cagliari 2017 “Festival di arte digitale Ventipertrenta 2017”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti 2016 “Festival di arte digitale Ventipertrenta 2016”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti “MIDAC Digitale 2016”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti 2015 “Festival di arte digitale Ventipertrenta 2015”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti “6^ Biennale di Genova”, a cura di M. Napoli, Palazzo Stella, Genova “MIDAC Digitale 2015”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti 2014 “Festival di arte digitale Ventipertrenta 2014”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti “Segno-Colore-Movimento-Energia”, Studio 53, Cagliari “Premio Il Falco d’oro 2014”, a cura di Alessandro Costanza, Patrocinio Comune di Serradifalco, palazzo Mifsud, Serradifalco “MIDAC Digitale 2014”, a cura di Alfonso Caputo, MIDAC, Belforte del Chienti “IN SÆCULA SECLORUM”, Project Space Askosarte, Solarussa 50

Tramonto (paticolare) - pittura digitale e stampa su tela emulsionata, cm 40x30

PREMI 2015 “Ventipertrenta 2015”, 4° classificato 2014 “Ventipertrenta 2014”, 3° classificato 2013 “Ventipertrenta 2013”, 5° classificato 2011 “Premio Scuola Palo Alto ”, vincitore “Ventipertrenta 2011”, 5° classificato 2009 “QuARTissimo 2009”, finalista 2008 “mdArte”, 2° classificato “Il Labirinto”, 3° classificato “mdaonline 2008”, vincitore


Tramonto - pittura digitale e stampa su tela emulsionata, cm 40x30

51


Anna

Giagnoro Nata a Foggia nel 1950,laureata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia, diplomata in Decorazione Pittorica presso l’Istituto Statale d’Arte di Foggia. Abilitazioni: Discipline Pittoriche; Educazione Artistica; Disegno e Storia dell’Arte; Arte del tessuto, moda e costume, ha insegnato nella Scuola di 1° e Istituti di 2°. Ha diretto il dipartimento di Moda ed ha realizzato eventi di alta moda e costumi d’epoca presso IIS “Minuziano” S. Severo. È stata commissario in corsi abilitanti. La sua ricerca spazia dalla pittura, alla scultura e al gioiello. Fondatrice della marca di gioielli AG Anna Giagnorio. A maggio 2018 partecipa alla Biennale Internazionale Tracarte alla Fondazione Monti Uniti di Foggia. A settembre 2017 partecipa alla Collettiva d’Arte Contemporanea”Intimarte” presso la Rocca Paolina di Perugina con il critico d’arte Vittorio Sgarbi. A marzo 2017 espone al Museo Diocesano di Terni nella collettiva “Arte è donna”. Ad Aprile 2016: Dialoghi Estetici, collettiva di gioielli e monili d’arte presso Espai D-Barcellona. Maggio 2015 espone a RomArt, Biennale di Arte e Cultura contemporánea. Ottobre 2014 espone a Espai Joia- Feria Internazionale di gioielleria in Barcellona. Settembre 2014: Madrid Joya 2014:collettiva di gioielli contemporanei. Marzo 2014: Personale di pittura presso il Centro Culturale Villa Florida in Barcellona, Febbraio 2014: Collettiva “Dalla Natura alla Carta” presso il Museo Mulino della Carta in Capellades-Spagna. Gennaio 2014: Collettiva di Design e Arte-CasApulia all’Homi di Milano. Novembre 2013: Personale di pittura, scultura, gioiello presso Palazzo Dogana in Foggia. Maggio-Giugno 2013: RICcaa Biennale d’Arte Ambientale, Padova, Marzo 2012: Ad Tempus-FAD Barcellona- Mostra Collettiva di Gioielli Contemporanei ispirati al tema del Tempo Inoltre Progettazione e realizzazione di abiti e gioielli ispirati alla mitologia greca per il libro di testo “Abiti da Mito” Ed. Il Levante Bari, adottato nella facoltà di Lettere e Filosofia di Foggia 2005: Mostra Collettiva “TramaRte, Fiber art e oltre”, Fondazione Banca del Monte “Domenico Siniscalco Ceci” Museo Civico di Foggia. Collettive e personali con il circolo artistico Europ ‘art Group, Bologna. Vincitrice concorsi “Omaggio Remo Brindisi “ Ferrara e “Le Caravelle” sezione Pittura, Lido degli Estensi,“Omaggio a Rafael in Jaen-Spagna. Mostra di arte contemporanea Kuntsmesse, SalzburgAustria. 52

Iride - conchiglie, madreperle dipinte con tecnica mista,perle barocche, argento.

Storie - tessitura con telaio a mano di lino e cotone, cm 60x98


Resti - tecnica mista con carta tessuto su tela, cm 60x70

53


Giuseppe

Giani

Giuseppe Gianì, nato a Ragusa il I° gennaio del 1972. Vivo e lavoro ad Ispica (RG). Sin da piccolo amavo disegnare a matita, passione che ho tralasciato in età adolescenziale. Ma l’amore per l’arte, che mi è sempre rimasto dentro, mi porta nel 2013 a scoprire, da autodidatta, l’affascinante mondo della pittura e dipingere che inizialmente nasceva come un modo per rilassarmi, un momento intimo, un ritrovare me stesso, diventa presto una esigenza travolgente, una vera e propria necessità di creare bellezza che rimanesse nel tempo. Nel 2016 conosco il Maestro Salvatore Fratantonio, che dopo aver visto alcuni miei lavori, mi riconosce le capacità e mi stimola ad andare avanti invitandomi a partecipare ad alcune collettive. Nel 2018 la mia prima personale “Tra Forma, Luce e Colore” tenutasi a Modica presso palazzo Grimaldi con l’intervento del critico e storico d’arte Salvatore Parlagreco.

A maggio del 2019 ricevo il Premio Barocco a Ragusa Ibla dall’accademia internazionale città di Roma. Sempre a maggio, da una selezione di Vittorio Sgarbi, partecipo a Cervia presso i magazzini del sale a “I Mille di Sgarbi” (uno spaccato dell’arte contemporanea in Italia). A settembre di quest’ anno partecipo alla collettiva “IV Art Expo Galleria Farini a Londra” presso Arthill Gallery.

54

Lucrezia (particolare) - olio su tela, cm 24x30 2019


Lucrezia - olio su tela, cm 24x30 2019

55


Fernando

Giayetto

Arte detrás del margen Todo ser es un artista potencial. Pero ese artista se rompe y se corrompe en el atravesamiento de las instituciones que delimitan los bordes, que obstruyen y condicionan su osadía de libertad. El estallido y la gracia del arte se escenifican cuando puede más la puja por expresarse que la obediencia de los límites. Parece cierto e innegable que, en ese tránsito tensional de la puja, ya la libertad primigenia está perdida y el artista va en busca denodada por recuperar y recrear esos residuos bastardeados por los encasillamientos y el reclutamiento. Sucede el desborde ante la presión. ¿Un síntoma?... preguntaría el psicoanalista… Fernando Giayetto Médico cirujano y psicoanalista, en toda la gama de despliegue helicoidal infinito e inacabable, juega a la perfección la búsqueda y el encuentro con la perfección. Descendiente de migrantes europeos que descienden de los barcos en un país subterritorial, con la flagrancia de la sangre mora, egipciana, latina y lasciva, se transforma en ascendente. Ese niño perdido, degenerado y aparentemente disoluto en la marquesina de unciones y funciones socioéticas y juramentales hipocráticas e hipócritas “pide gancho” a la inercia y se ubica como tímido y desafiante aprendiz en el taller a cargo del artista plástico pampeano Roberto Montiel. Aprendiz de técnica y recursos, porque la mirada jamás dejó de estar orbitando su mano y su quehacer. Recorridos y re corrimientos Desde el compromiso a través del arte social y político, explicita y explosiona los Derechos de las mujeres en un despliegue perceptivo sensorial de figuraciones diletantes que provocan acciones y re acciones del entorno especular y especulativo. El arte muralista móvil y coyuntural es parte de esta mise en scène. Se iniciaba apenas la década del 2000, el siglo y el milenio en la Provincia de La Pampa (Argentina), Territorio de fortines de la Campaña genocida del desierto (habitado por pueblos originarios) iniciada un siglo antes y conservando los resabios de la condena, lo retrógrado y el recalcitrante ECRO (Esquema conceptual referencial operativo) que parece permanecer como el único interpretante desde el cual la perezosa sociedad puede apercibir lo porvenir. 56

La citta (particolare)̀ - tecnica mista su tela, cm 70x90

Invitar a otros a conocer su mirada de sí mismos a través de la obra artística, analítica y anaclítica, si fuere posible y deseado. Comprendido o incomprendido pero, sin duda, disruptivo. La pasión del trazado espacio temporal transmuta en un temporal del espacio. Cada acto es un acto de rebeldía y de desafío a la regla de las reglas. Buscar y crear, producir y desplegar el Arte en la vida fue y es sólo un modo más de obtener el hallazgo que originariamente su ojos percibían y captaban a través del vidrio que le hacía pensar que esa vida pasional estaba afuera, fuera de su alcance. La precisión quirúrgica infalible de sus trazados equiparan las sucesivas cirugías intermedias que viene ejecutando con su ser subjetivo y su posición con respecto al mundo y a los otros. Portador de una brillantez que, en ocasiones, lo disocia del sentido común, halla y transfigura su propio sentido, a veces y en apariencia, sin sentido. Su técnica en el arte fue variando como pluma en la letra, como bisturí en el cuerpo erótico y libidinal ajeno en interacción, como dedo en el suyo propio, como ser social y político que recorre los espacios rompiendo barreras. Muchas veces intempestivo y, otras, con la serenidad ambiciosa de lograr que su irrupción sea eficaz. Artista social e íntimo, solidario y egocéntrico, magnánimo y tímido. Su obra plástica plasma significantes de alcance, en ocasiones, insignificantes o insignificables para otros. La pluma y la palabra, en su territorio geográfico natal están asociadas e impregnadas de la institución como paso insoslayable para transformarse en sujeto digno. Fernando Giayetto toma la pluma y la palabra para deshacer, gradualmente o precipitevolissimevolmente, los márgenes que condicionan y anegan todo posible nacimiento o muerte de la libertad.


La città - tecnica mista su tela, cm 70x90

57


Bruno

Goes

Bruno Goés, 34 anni, nato ad Araraquara San Paulo (Brasile), il suo studio è la rappresentazione del mondo: esseri, spazi, studi, forme e nuclei che compongono il suo universo particolare. Laureato in Design all’ESPM, ho assaggiato fonti che vanno dalla storia dell’arte, ai fumetti e alle illustrazioni, alla zoologia e libri di botanica aggregati, nonché caratteristiche dell’universo dei graffiti, dove “Marchi personalizzati” sono costantemente liberi e vivi nella loro produzione. È con penne a inchiostro, pennarelli permanenti e colori piatti che materializza i suoi lavori. Ore di immersione nell’inconscio stesso, dove gli esseri “germogliano” suggerendo liberamente cosa dovrebbe essere qui o là. È in questo spazio-tempo che si assaporano le metamorfosi e le colonie derivanti dalla creazione. Come una finestra dimensionale, la natura è esuberante nei dettagli, nelle curve e il puntinismo pulsa sotto l’occhio di chi guarda. Invita, attraverso edifici, scale e pupille amichevoli per una passeggiata all’interno delle superfici, il cui particolare fauna e flora si intrecciano e si compenetrano all’infinito.

58

Dream (particolare)


Dream

59


Paolo

Iantaffi Dal punto di vista artistico la biografia di Paolo Iantaffi è breve ma molto intensa. La vocazione all’arte, qualunque essa sia, è un fenomeno di cui nessuno ha saputo identificare l’origine, così come la fede religiosa: vocazione e fede esistono, ma sono fenomeni misteriosi. Provò a trovarne l’origine il filosofo e matematico tedesco Gottfried Wilhelm von Leibniz, precursore, tra il molto altro, dell’informaticane del calcolo infinitesimale, ma almeno in questo caso dovette arrendersi, limitandosi a dire che la vocazione alle arti e alla matematica era una funzione che non era in grado di calcolare. Noi non abbiamo la pretesa di comprendere donde nasca la vis pictorica di Paolo Iantaffi. Ci limitiamo ad osservare come quasi improvvisamente, nel volger di un anno, un tranquillo odontoiatra si sia trasformato in un’artista di grande rilievo, dotato di capacità tecniche che pochi professionisti posseggono. Nato a Terni, ma residente in una cittadina in provincia di Bergamo, nelle per il momento poche mostre, collettive e personali, cui ha partecipato o di cui è stato protagonista ha ottenuto vasti consensi e la meraviglia di chi a domanda si sentiva rispondere: “Dipinge da un anno scarso”. CURRICULUM 2017 – Vicenza, Galleria ART.U’ Collettiva “Arte per il futuro” a cura di Arte del XXI secolo. 2017 – Vicenza, Galleria ART.U’ “Come gli antichi maestri”, personale a cura di Arte del XXI secolo. 2017 – Savona, Palazzo della Provincia “Mille idee, mille colori”, personale a cura di Arte del XXI secolo. 2017 – Santo Stefano al Mare (IM), Torre Saracena “Alla ricerca del tempo perduto”, personale a cura di

Arte del XXI secolo.

2017 – Venezia, Galleria San Marco, Collettiva “Venezia durante la Biennale” a cura di Arte del XXI secolo. 2017 Dicembre – presso la IPSO ARTS GALLERY a Perugia, rassegna collettiva “Soul in the art”. 2018 Ottobre – Roma Spazio WEGIL personale “Musica e pittura, omaggio a Gioacchino Rossini”. 2019 Gennaio – Mostra d’Arte Contemporanea Collettiva c/o Museo Diocesano e Capitolare di Terni.

60

Natura morta - olio su cartone telato, cm 50x35, 2019

2019 Gennaio – al “Salotto di Carla” personale “Omaggio a Rossini, fra musica e pittura”. 2019 Giugno – mostra personale “Dal realismo psicologico dei ritratti ai paesaggi di grande respiro” c/o MICRO ARTI VISIVE Roma.


Natura morta - olio su cartone telato, cm 50x35, 2019

61


Gregorio

Leòn

Gregorio Leòn è nato nel 1964 da una famiglia spagnola immigrata negli anni 60 a Basilea, Svizzera. Parla fluidamente il tedesco, inglese, spagnolo, francese e italiano. Ha studiato all’Università di Basilea Economia, Diritto Internazionale, Storia dell’Arte e Relazioni Pubbliche. L’interesse n ell’arte l’accompagnano sempre, lavorando come apprendista nell’Art Basel con dei curatori internazionali facendo il traduttore e questo gli ha permesso di conoscere l’arte da vicino. Qualche anno fa gli viene regalata una macchina fotografica la quale lo accompagna sempre, diventa un’affizione, catturando i momenti della vita quotidiana, combinando pittura e trasformazione digitale. Nel 2017 gli viene trovato un tumore alla testa. Lui trova il modo di elaborare la sua malattia nella fotografia, nella quale le persone diventano molto importanti ed anche i colori e le forme. Nella fotografia trova un’amica quella che riesce a far dimenticare i brutti momenti e ti fa vedere quello che la vita può offrire. Le sue opere sono state esposte in diverse gallerie.

62

Cancer sucks (particolare) - fotografia bianco e nero, cm 52x42


Cancer sucks - fotografia bianco e nero, cm 52x42

63


Elena

Lucca Presidente dell’associazione di Arti visive “Open Art”. Autodidatta. 08/22 Agosto 2019 Esposizione Artistica “NotArte” c/o Piazza Municipio, Noto (Sr) 31 Luglio/01 Agosto 2019 Direzione artistica dell’esposizione di Arti visive del Rochetta Summer Live, Monastero dei Benedettini, Catania 27 Luglio/04 Agosto 2019 Contemporaney Art Bratislava Castle, Galleria Artem, Bratislava 13 Luglio/ 27Luglio 2019 Collettiva d’arte contemporanea “Fuochi d’estate” c/o Mediterranea Art Gallery, via Dione 28, Ortigia (Sr) 14 /21 Giugno 2019 Esposizione d’arte contemporanea “Make Art nota pollution” c/o Artupia, Milano 06/09 Giugno 2019 Etna Comics, festival internazionale del fumetto e della cultura Pop c/o le Ciminiere, Catania 19/26 Maggio 2019 Bipersonale Elena Lucca/ Elio Comisso c/o Galleria d’arte “ Arte Civita 28”,via Vittorio Emanuele 28, Catania. 14 /23 Aprile 2019 Collettiva d’arte Contemporanea c/o Castello Aragonese, Comiso (Rg) 13/20 Aprile 2019 Biennale d’Arte contemporanea internazionale“ Isola” c/o Mediterranea Art Gallery, via Dione 28, Ortigia, Siracusa 05/12 Aprile 2019 2° Biennale d’Arte internazionale di Barcellona c/o Museo d’arte moderna (MEAM), Spagna Rassegna nazionale ed Europea “Premio eccellenza europea”: - Roma, palazzo Velli 27 Feb/2 Marzo 2019; - Barcellona, 04 Ap-08/ Aprile 2019 Museo delle Arti, palazzo Gomis; - Parigi, 15/27 Giugno, Galleria Thuillers 09/16 Febbraio 2019 Collettiva d’arte “ Open Art Exibition” c/o Mediterranea Art Gallery, via Dione 28, Ortigia, Siracusa 02/09 Febbraio 2019 Collettiva d’arte “Onoriamo S.Agata” c/o Galleria d’arte “Arte Civita 28” , via Vittorio Emanuele 28, Catania

64

Mediterraneo (particolare) - acrilico su tela, cm 100x100

13/20 Dicembre 2018 Esposizione Artistica “Calendari d’Arte a Natale” c/o Villa delle Arti, Gravina di Catania (Ct) 09/15 Dicembre 2018 Collettiva d’arte “Orizzonti perduti” c/o Galleria d’arte “Arte Civita 28”, via Vittorio Emanuele 28, Catania 01/08 Dicembre 2018 Collettiva d’arte “Profondo Rosa” c/o Mediterranea Art Gallery, via Dione 28, Ortigia, Siracusa 23 Nov/ 07 Dicembre 2018 Mostra d’arte “Oriente” c/o Palazzo Sisal win city, Piazza Trento, Catania 10/14 Novembre 2018 Biennale internazionale d’arte contemporanea delle Fiandre, Bruges, Belgio, Oud Sint Jan Museum 20/27 Ottobre 2018 Biennale internazionale d’arte Contemporanea c/o “Le Ciminiere”, Catania 19/29 Agosto 2018 Mostra d’arte contemporanea internazionale “100 Artisti sul Castello” c/o Castello Normanno di Aci Castello (Ct) 26 Luglio 2018 1° Premio internazionale Arte Palermo c/o Teatro Biondo, Palermo 30 Apr/30 Maggio 2018 Personale di pittura “Contaminazioni cromatiche” c/o spazio multiculturale MONO, le Ciminiere, Catania. 26 Agosto 2017 Personale “Una notte al borgo”, Borgo Antico, Licodia Eubea (Ct)


Mediterraneo - acrilico su tela, cm 100x100

65


Nikolina

Marjanovic’ Scalise ESPERIENZE “Visioni dal futuro” Mostra Collettiva, Corigliano Calabro 16-21 Settembre 2019. “Premio Arti Contemporanee”, Castello Svevo, Cosenza settembre 2019. “Alternative Visioni” Mostra Collettiva, Corigliano Rossano 4-5 agosto 2019. “Werkschau” Mostra Personale, Salzburg Austria luglio-settembre 2019. “Spazio Art 57 Art Gallery” Mostra Collettiva, Palazzo Nobiliare, Lamezia Terme giugno 2019. “Vienna in 3D”, Installazione Castello Ducale Corigliano maggio 2019. “Quadriennale delle arti” Mostra Collettiva, Palazzo San Bernardino Rossano aprile 2019. “Uniti nelle diversità” Mostra Personale, Maggio Europeo Corigliano Rossano Maggio 2018.

66

Listen (particolare) - acrilico su tela, cm 120x105, 2019


Listen - acrilico su tela, cm 120x105, 2019

67


Vincenzo

Matarazzo Nato ad Avellino il 1967 si diploma in Flauto presso il Conservatorio Statale di Musica D.Cimarosa di Avellino laureandosi poi in Architettura presso Università degli studi di Napoli “Federico II”. E’ un artista astratto che ama dipingere ed esprimere le sue emozioni con i colori improvvisando e sperimentantando incessantemente . Vive tra Avellino e Roma dove lavora MOSTRE COLLETTIVE - “Flogisto -Arti in eruzione -Ed.2009” 01 agosto 2009/16 agosto 2009 - Palazzo dei Congressi Roccamonfina (CE) - “micro² 2010” 14 febbraio/3 marzo 2011 - Associazione Circuiti Dinamici (Milano) - Finalisti del “Concorso AXA Arte per l’Ambiente” 28 maggio 2011/05 giugno 2011, Cassina de’ Pecchi (MI) -Finalisti del Concorso “ArtPrize 2011 Artists in the World “ 12 ottobre 2011/24 ottobre 2011 - Roma -“100X100” Arte e Tradizione Italo - Argentina” dal 15 gennaio 2012/30 gennaio 2012 - Salerno -“Sapere Creativo “ 15 aprile 2012/30 aprile 2012 Domus Turca Art Gallery - Ferrara - Finalisti del Concorso III Internazionale “L’ARTE DEL MOSAICO” 26-27 Maggio 2012 Museo del Fiume di Nazzano (Roma) - “I colori dell’estate” 10/20 Agosto 2012 Palazzo Vanvitelliano Mercato San Severino (Salerno) - Finalisti MOSTRA-CONCORSO I Edizione di “GaetArt_ Arte in Libertà” 5 /14 ottobre 2012, Museo Diocesano di Gaeta (Latina) - “MIXED BORDERS & HYBRID IDENTITIES” Riccione, 26/28 aprile 2013 Palazzo delle Esposizioni Riccione (Rimini) -“ABSTRACTION IN ACTION” 27 aprile/6 maggio 2013 Spazio Espositivo Laboratorio Artistico Pinnarò – Firenze - “FRANTUMEMORIAE”1/30 giugno 2013, Chiesa di Santa Maria delle Periclitanti - Napoli - “ASTRATTO INFORMALE” 22 novembre 2014/31 gennaio 2015 Castello Ducale di Fiano Romano - “CUORE DI DONNA - PROGETTO/EVENTO ITINERANTE INTERNATIONAL 2015” - Varie sedi espositive in Italia ed in Argentina) - Marzo/Maggio 2015 -“INTERNAZIONALE ITALIA ARTE 2015” Museo MIIT - Torino 5/12 giugno 2015 - “ART SHAPE LANGUAGE” – Strand Gallery – Londra 30 giugno/5 luglio 2015 68

Musa dagli occhi blu (particolare) - tecnica mista su tela, cm 100x100, 2019

- Finalisti del Concorso “IL SEGNO 2015” 18 luglio/2 agosto 2015 Palazzo della Racchetta - Ferrara - “Libera Ispirazione I ed. 21 maggio/5 giugno 2016 Castel Dell’Ovo (Napoli) -“Libera Ispirazione II ed. 7/22 gennaio 2017 Complesso S. Sofia (Salerno ) - “INNOVART” 08 aprile/1 maggio 2017 Spazio Martucci (Napoli ) - Finalisti del “Concorso Premio ASSTEAS I ed .” 24 giugno/02 luglio 2017 Cerreto Sannita (BN) - Finalisti del Concorso “L’arte per costruire la pace“ 1 agosto/10 agosto 2017- Atripalda (AV) - V° Premio -“Confini” 30 settembre/9 ottobre 2017 ELLE Galleria Preganziol (Treviso) -“R8 - Ottava rassegna di Arte contemporanea” 1/9 settembre 2018 Casa dei Carraresi (Treviso) -“Venezia Contemporanea” 24 agosto/7 settembre 2018 Palazzo Albrizzi Capello (Venezia) -“II Biennale E’ CARTA Mini carte contemporanee” 14 ottobre/27 ottobre 2018 - Torrione del Museo MAIO Cassina de’ Pecchi (MI) 2 marzo/16 marzo 2019 Spazio Mantegna - Milano -“Effetto fisico” 25 maggio/7 giugno 2019 ELLE Galleria Preganziol (Treviso)


Musa dagli occhi blu - tecnica mista su tela, cm 100x100, 2019

69


Claudio Pisciotta

Milovic

Nato a Genova il 26 dicembre 1968. Si avvicina alla pittura all’età di 15 anni attraverso un amico artista, da autodidatta. MOSTRE: Maggio 1999, Galleria Rinaldo Rotta (Genova) Dal 27 al 31 Gennaio 2000, Arte Fiera Bologna Dal 13 al 27 Gennaio 2018, Galleria San Donato (GE) Dal 6 al 20 Ottobre 2018, Galleria Berio (Genova): “Claudio Milovic: Dipinti dal 1996 ad oggi” Dal 15 Dicembre 2018 al 5 Gennaio 2019, Palazzo Ducale (GE): “Gift of Art” 22 Febbraio 2019, Palazzo Fieschi, Savignone (GE): “Heartbeat – Milovic+Vera Vera” Dal 23 al 30 Marzo 2019, Palazzo Beato Jacopo, Varazze (SV): “Intelligenze Rovesciate” Dal 4 al 6 Ottobre selezionato e sarà in mostra a Verona presso l’Accademia delle Belle Arti, al “Memoria Futura: IV Festival dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare”

70

Cavallo con rapace tra i denti (particolare) - olio su tela, cm 100x100


Cavallo con rapace tra i denti - olio su tela, cm 100x100

71


Massimiliano

Modolo

Padre pittore madre insegnate di danza, a otto anni ho ricevuto la mia prima fotocamere (kodak 200) Nel 1997 con la prima Reflex (Minolta) ho cominciato a sviluppare la mia ricerca fotografica in ambiente naturale ,soprattutto montano. Con l’avvento del digitale e la possibilità di utilizzare tecniche di sviluppo su PC ho dato luce ai miei primi lavori come autore e professionista. Ho partecipato a numerosi workshop con altrettanti professionisti del settore ed ho conseguito un diploma di merito come Fotografo Naturalista rilasciato dal Comitato Scientifico Veneto-FriulanoGiuliano del CAI di cui sono anche fondatore del gruppo fotografico della sede di Conegliano. Sono presente nel Calendario del Cansiglio dal 2013 e faccio parte della redazione di Amici del Cansiglio e curo il gruppo PhotoCansiglio su Facebook. Sono arrivato in finale in un concorso di fotografia in Bianco e nero organizzato da Puntoraw e che ha poi pubblicato le foto in un E-Book. L e mie foto sono state esposte in importanti eventi culturali del Veneto ma di importanza nazionale ( Boschi di carta, Portatori di nuvole) una mia personale dal nome Alberi approderà a Venezia allo spazio Micromega dopo aver girato per tutta la provincia di Treviso e Belluno. Quest’anno sono stato unico autore del calendario del Cansiglio dopo avervi partecipato per 5 anni come ospite appunto. Sto e ho collaborato alla realizzazione di alcuni libri di cui detengo i diritti fotografici, “l’arte del fuoco nascosto” di Barbara De Luca . “C’era una volta il bosco “ di Favero e Carniel, attualmente in progetto un libro per educatori e famiglie in programma per il 2020

72

Specchio d’acqua (particolare) - foto in bianco e nero da fotocamera digitale, cm 90x60S


Specchio d’acqua - foto in bianco e nero da fotocamera digitale, cm 90x60S

73


Marco

MoRONI DATI PERSONALI Nato a Legnano (Mi) il 21/07/1956 STUDI 1976 - Diploma LICEO ARTISTICO GRAFICA Disegni tecnica china a puntini e loghi di vario tipo CORSI SETTORE ARTISTICO 2012 Corso di vetrate artistiche legate a piombo 2014 Corso di mosaico Piano con fantasia (particolare) - acrilico su tela, cm 70x50, 2017

74


Piano con fantasia - acrilico su tela, cm 70x50, 2017

75


Simonetta

pantalloni Simonetta pantalloni nasce a Terni il 17/04/1975, si diploma all’Istituto d’Arte Orneore Metelli. Ha esposto in mostre nazionali e internazionali. Un tema ricorrente nelle sue opere è il “nodo”, che si intreccia ai suoi soggetti, molto spesso donne o semplicemente attraversa le sue tele dandogli il significato di incontri o legami che si fanno nel corso della vita, alcuni possono essere inscindibili altri ci attraversano semplicemente. CRONOLOGIA ESPOSIZIONI DELLE OPERE: Esposizione personale, Castello di Lunghezza (Roma), festa di primavera. Mostra di pittura “in artem vertere”, Narni Scalo, Natale 2003 8 dicembre – 6 gennaio. Mostra di pittura avvenuta durante la Corsa all’Anello di Narni, Maggio 2004. Mostra di pittura in onore di San Francesco, Narni, Natale 2015. “Memorie del passato e del presente”, Auditorium S. Domenico, Narni (TR) collettiva con la presenza di Vittorio Sgarbi, 31 maggio 2017. Mostra arte contemporanea, Montefranco, Festival della Valnerina “Tra Sole e Terra” dall’8 Luglio al 1 Settembre 2017. Incontri natalizi 2017, Museo Diocesano di Terni. Mostra “Arte è Donna”, Museo Diocesano, 10 - 19 Marzo 2018. Mostra Internazionale D’Arte con asta di beneficienza a favore dei ragazzi di Amatrice, Rieti, fino al 29 marzo 2018. Esposizione internazionale arte contemporanea “I cavalieri del tempo”, 19 Maggio - 3 Giugno 2018, Santa Pudenziana, Narni. “Forme e colore”, mostra arte contemporanea, 22 Giugno al 15 Luglio 2018, Viterbo, Museo del Colle. “Festival Dei Due Mondi”, presso Atelier Doriano, Spoleto, dal 29 Giugno al 15 Luglio 2018. L’opera “Promessa” è presente nella rivista “Effetto Arte” numero speciale 2018. Ricevuto un premio al “Palermo International Art Award”, 26 Luglio 2018. Mostra Arte Contemporanea Art Escape 2018, Venezia, Palazzo Zenobio, 22 settembre - 20 Ottobre. Premio Città di Terni “G.L.G. Byron”, 14° edizione Museo Diocesano, 27 Ottobre - 10 Novembre 2018.

76

Spirito libero (particolare) - olio su tela, cm 90x60

International Biennal of Fianders. Bruges, 3 Novembre 2018. “Arte è Donna”, Terni, Museo Diocesano, 3-12 Marzo 2019. Biennale Barcellona, 3° Biennale d’Arte Internazionale di Barcellona, 5 Aprile 2019. Premio Eccellenza Europea delle Arti, Roma Palazzo Velli 27-28 Febbraio 2019, Barcellona 5-7 Aprile 2019, Parigi Galleria Thullier 15-27 Giugno 2019. Presente sull’Annuario d’Arte Contemporanea Internazionale “Artisti 19”, Mondadori. Presente in “99 Protagonisti dell’Arte”, Effetto Arte, Sandro Serradifalco. 2° Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea, Mantova, Artexpo 2019, 8-9 Giugno. In Memory of Ferruccio Lamborghini, Narni Collettiva, 28 Giugno 2019. Premio Cultura Identità, 5 Luglio 2019, La Spezia. Menotti Art Festival, Spoleto Art In The City 2019, dal 27 al 30 Settembre, Mostra d’Arte a Palazzo Leti Sansi, Spoleto (PG). Dubay, in memory of Ferruccio Lamborghini, 17 Ottobre 2019. Premio Città di Terni “G.L.G. Byron”, Museo Diocesano e Capitolare di Terni, 27 Ottobre – 10 Novembre 2019. Mostra Collettiva nella Chiesa di Santa Maria di Castello, Genova, dal 9 Novembre al 7 Dicembre 2019. Biennale Internazionale dell’Est, presso la Galleria Pinter, Budapest, dal 22 al 27 Novembre 2019.


Spirito libero - olio su tela, cm 90x60

77


Augusta

pettini

Essa è diplomata all’Accademia di Belle arti di Vada, a cui si sono aggiunti numerosi diplomi di tutte le associazioni accademiche di Italia. Pittore e disegnatore è sempre alla ricerca di nuove emozioni tendenti all’informale. Le tecniche espresse sono: olio su tela, tecnica mista, grafica. Soggetti: nature morte, fiori, stati d’animo. Mostre e rassegne d’arte: Galleria (Museo Diocesano di Terni), molte Gallerie di Roma, mostre internazionali di: Verona, Venezia, Torino, Padova, Messina, Napoli, Palermo, Perugia, Spoleto, Viterbo, Lisbona. Critica: è sempre citata dalla Stampa specializzata, media, televisione, internet, nei vari siti web. Commenti critici di: Chiovaro, Serradifalco, Levi, Sgarbi, Fratantaro, Latronico, Mazzetti, Marasà, Carpinelli, e molti altri. Le sue opere figurano in collezioni, raccolte, pinacoteche, musei ed Enti pubblici e privati. Presente in prestigiosi cataloghi e Annuari di arte moderna e contemporanea. Le produzioni artistiche di Paola Augusta Pettini sono la felice e autentica trascrizione di esilaranti emozioni, magia allo stato puro e incanto. Nelle sue tele, che siano ritratti o nature morte, il dato oggettivo è solo l’incipit per l’artista, di esprimere tutte le infinite sfumature del segno estetico. Nelle sue rappresentazioni la Pettini diviene interprete di un linguaggio comunicativo che esprime grande sensibilità. Una pennellata aerea e leggera sulla tela, un viaggio entusiasmante dove non esiste più confine tra favola e realtà.

78

Eccentricità (particolare) - olio su tela, cm 60x80


Eccentricità - olio su tela, cm 60x80

79


Andrea

polenta Andrea Polenta nasce a Carrara nel 1996, dove tutt’ora vive e lavora. Si diploma al Liceo scientifico “Guglielmo Marconi” di Carrara e attualmente sta frequentando il quinto anno della facoltà di Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze. STATEMENT Inizialmente il mio operato artistico andava a braccetto con la spontaneità: creavo forme e schizzi senza pensare, utilizzando i colori che secondo me colpivano di più l’osservatore solo dal punto di vista estetico. Negli anni ho maturato un pensiero differente, abbinando la spontaneità al ragionamento, ma soprattutto abbinando l’improvvisazione di un gesto al raggiungimento di un tema ben preciso. Partendo da pennellate di sfondo per arrivare al dripping e al colore spalmato con spatole, esce fuori un soggetto, seppure astratto, collegato al titolo dell’opera. Sono solito accompagnare le mie tele con piccole poesie che narrano una storia, raggiungendo l’argomento scelto. I soggetti che tratto sono molteplici. Ad eccezione di ritratti umani con sfondo astratto sempre nel mio stile, i protagonisti sono perlopiù incorporei, per lasciare quel minimo di “finale aperto” a chi lo osserva. Ho inoltre voluto sfruttare una delle mie opere come arma contro l’inquinamento marino dalla plastica, inserendo proprio questo materiale al di sopra del colore, mettendolo il più possibile in vista, quasi da renderlo come un agente di disturbo tra l’osservatore e il quadro. Uno dei temi che altrimenti affronto è la passione, esporsi al proprio amato e dichiarare le proprie emozioni poiché, a parer mio, bisogna sempre buttarsi e credere nelle proprie capacità, evitando di tenersi tutto dentro per paura di non farcela. MOSTRE PRINCIPALI: “L’Arte incontra il Cibo”, ristorante La Polpetteria, a cura di Jacopo Francesconi, Carrara 2019, solo show. “White Carrara Downtown”, Show room Errebi Marmi, a cura di Jacopo Francesconi, Carrara 2019, solo show. 80

Pernicies (particolare) - acrilico su tela, cm 60x80

“Vernissage Fondazione Villa Bertelli”, Villa Bertelli, a cura di Armando Evangelisti, Forte dei Marmi 2019, group show. Hotel Excelsior, Marina di Massa, 2019, solo show. “Pernicies”, Marina di Carrara, 2019, solo show. CONCORSI: “36ª Settimana del commercio”, Castelnuovo Garfagnana, 2019, group show. “6º Premio Franco Borghetti”, a cura di Emma Castè, “21ª Torano Notte e Giorno”, Carrara, 2019, group show.


Pernicies - acrilico su tela, cm 60x80

81


Francesca

Possati

Francesca Possati è nata a Bologna il 26 dicembre 1988. Francesca dopo essersi laureata come Educatrice Professionale si è trasferita in Australia e successivamente a Londra, dove risiede tutt’ora da 3 anni. A Londra Francesca ha iniziato a fare arte da autodidatta nel 2017 e l’ha usata come terapia per pazienti affetti da disturbi alimentari. “Aquawoman” è il suo secondo quadro commissionato, iniziato e completato nel gennaio del 2019. Francesca ha partecipato alla fiera internazionale Parallax a Londra nel luglio 2019 e parteciperà alla prossima a fine Ottobre. “Aquawoman” è stata una delle 100 opere artistiche selezionate tra 800.000 candidati da tutto il mondo per il concorso Pebeo Mixed Media 2019 ed è stato esposto nella Menier Gallery di Londra dal 1 al 4 ottobre 2019. Francesca è stata inoltre invitata a partecipare alla biennale di Cannes, in cui esporrà a Maggio 2020 durante il Cannes Film Festival. Attualmente Francesca lavora anche come artista full-time per un’azienda londinese che produce scarpe e abbigliamento personalizzate e dipinte a mano.

82

Aquawoman (particolare) - acrilico su tela, cm 30x40


Aquawoman - acrilico su tela, cm 30x40

83


Ivan

Preti ESPERIENZA LAVORATIVA Impiego presso: Baj Arrigo, Architetto, Brugherio (MB) Disegno di prospettive a mano libera con matite e acquarelli relative ai progetti dell’Architetto Baj. Disegno tecnico. Collaborazione nella creazione di opere di Industrial Design. Impiego presso: Marco Bramati, Architetto, Monza Disegno di Piante, Sezioni e Prospetti (AutoCad) Disegno di Gialli e Rossi-Demolito Edificato (AutoCad) ISTRUZIONE E FORMAZIONE da Settembre 2015 a Marzo 2018 Progettazione dell’Architettura, Politecnico di Milano, Milano Progettazione dell’architettura, Urbanistica, Tecnologia, Scienza delle Costruzioni, Storia dell’architettura, Scienze delle costruzioni, Statica, Caratteri e Tipologia degli Edifici, Tecniche della Rappresentazione Settembre 2013 – In corso Corso di Scultura con il Maestro Martin Gerüll da Ottobre 2013 a Settembre 2014 Accademia di Belle Arti di Brera (MI) – Facoltà di Scenografia Scenografia, Progettazione ed elaborazione per il costume, Regia, Allestimento degli spazi espositivi, Fotografia, Scenotecnica e illuminotecnica, Disegno prospettico, Disegno architettonico stile e arredo (design), Anatomia artistica, Applicazioni digitali per l’arte; Storia del costume, dell’arte, dello spettacolo, del cinema e del video da Settembre 2008 a Luglio 2013 Liceo artistico Preziosissimo Sangue, Monza Discipline pittoriche, discipline plastiche, discipline geometriche, architettura, design, educazione visiva e grafica, estetica, storia dell’arte, arte sacra ESPERIENZE NEL CAMPO ARTISTICO MOTOⓐLUOGO - mostra collettiva della classe 5C del Liceo Artistico Preziosissimo Sangue presso MUST, Vimercate, dal 26 Maggio al 9 Giugno 2013 Esposizione presso Spazio101, Monza, il 10 Maggio 2014 84

The International Rebirth (particolare) - acrilico su tavola, cm 90x95

REDUST – mostra collettiva di beneficenza I e II edizione presso La Sorgente, Oreno di Vimercate. Nel 2014 MATERICO - mostra di pittura presso Galleria Civica, Monza, nel 2014. CURIOSO? - esposizione presso lo Studio dell’Architetto Arrigo Baj, Brugherio, Dicembre 2018 Lorem Ipsum - mostra collettiva presso il parco di Villa Tittoni, Desio, 16 Luglio 2019 Lorem Ipsum - mostra collettiva presso il parco di Villa Tittoni, Desio, 10 Settembre 2019 LetterArte 2019, XIV Rassegna delle Associazioni Artistiche Monzesi - mostra di pittura presso Galleria Civica, Monza, dal 28 Settembre al 10 Ottobre 2019.


The International Rebirth - acrilico su tavola, cm 90x95

85


Christina

Rohr

Christina Rohr è un’artista autodidatta, nata nel 1978 a Osterholz-Scharmbeck, nella Germania settentrionale, e ora vive con suo marito e i suoi due figli a Bad Zwischenahn. Ha una laurea in Scienze Ambientali e lavora come consulente nel settore dell’energia eolica. Nella sua infanzia è stata costantemente circondata da colori perché suo padre era un pittore, che ha lasciato un segno duraturo su di lei. Tuttavia, ha deciso di perseguire un percorso scientifico. Usa diverse tecniche di miscelazione e dipinge su carta, tela e legno. Nel 2018 e nel 2019 ha seguito corsi con artisti locali, alla Volkshochschule Ammerland e all’Evangelische Bildungswerk di Oldenburg. “La pittura è la mia passione, mi riempie di energia ed è una specie di meditazione. L’arte è un modo intuitivo per esprimermi, per esprimere i miei pensieri e le mie emozioni. Quando dipingo, dimentico tutto ciò che mi circonda e lascio che i colori e le strutture mi guidino. “

86

CrushedRainbow-1 (particolare)


CrushedRainbow-1

87


Tommaso

Sansanelli Nazionalità italiana nato l’11 settembre 1994 a Pisticci in provincia di Matera, Basilicata. Sono un fotografo concettuale , intreccio ben assortito di genio e follia , se posso vantarmene . sono alla ricerca del particolare , portando alla luce l’oscurità che si cela dietro ciò che l’occhio dell’osservatore comune, non vede. Nel 2015 mi sono iscritto a L’accademia di belle arti di L’Aquila, studiando grafica e design ho avuto modo di sperimentare l’arte della fotografia, ritrovando nel corso, un esame proprio incentrato su di essa. L’amore è stato a primo scatto tanto da farmi cambiare corso, da grafica e design a cinema e fotografia. In accademia però per via del mio stile inizio ad avere le prime critiche da professori a parer mio poco artistici, poco spronato a seguire lezioni limitanti, nel 2018 decido di mettere in pausa gli studi e di dedicarmi solo ed esclusivamente ai miei scatti, pubblicizzandomi su quella che ora è la piattaforma più utilizzata, diretta e immediata, Instagram. Di li a poco iniziano ad arrivare le prime chiamate, le prime soddisfazioni, la prima mostra, subito la seconda la terza la quarta fino a non fermarmi piu’. Inizio a conoscere artisti e persone del mondo dell’arte. Esponendo a Firenze, Genova e Milano vengo affiancato da curatori e galleristi come Loredana Trestin, Eva Amos e Fabio Rocca. La testa è volta verso il futuro, dedita a pensare alla vita di un uomo e al suo passaggio. Ciò che desidero più di tutto è rimanere su questa terra con le mie foto per sempre. Immagino che se siamo qui, un motivo c’è!

88

Disputed sace (particolare) - fotografia digitale su carata, cm 40x60


Disputed sace - fotografia digitale su carata, cm 40x60

89


Alessandro

Scemi

Alessandro Scemi nato a Firenze nel 1949 si è laureato in Architettura presso l’Università della sua città, frequentando contemporaneamente un corso di grafica pubblicitaria. Ha svolto la sua attività di architetto prevalentemente nel territorio del Chianti fiorentino con interventi di nuova costruzione, ristrutturazione e restauro. Si è avvicinato alla pittura soprattutto negli ultimi anni e l’attività di disegno e composizione legata alla progettazione ha portato l’architetto ad identificarsi con il pittore. La sua creazione dell’immagine, solitamente su cartone o tavola, si caratterizza per l’uso di materiali inerti (stucco acrilico, marmorino, grassello) e di seguito definita da colori acrilici e/o olio. Negli ultimi anni ha esposto in mostre personali e collettive e partecipato a concorsi a Capalbio, Impruneta, Assisi, Venezia, Narni, Pontremoli, Terni, Gubbio, Maiori, Viterbo, Roma, Spoleto, Porto (Portogallo) riscuotendo consenso e segnalazioni dalla critica.

90

Ombre (particolare) - inerti ed olio su tavola, cm 80x81, 2019


Ombre - inerti ed olio su tavola, cm 80x81, 2019

91


Gianluigi

Serravalli Gianluigi Serravalli nasce a Ferrara nel 1949. A Milano dal ’55 comincia a dipingere molto presto. Si diploma al Liceo Artistico e in seguito insegna arte per 35 anni. La passione per le arti visive lo porta ad esplorare altri linguaggi. Parallelamente alla docenza, svolge l’attività di documentarista indipendente, fotografo e pittore. Dal ’74 si perfeziona sotto la guida del Prof. F. Maggi del C.F.C. di Milano . Seguono 5 partecipazioni al Festival Internazionale Cinevideoautori Indipendenti (FNC) dove si impone nella Sez. Opera Prima nell’80, per ottenere poi il prestigioso “fotogramma d’oro”nell’82. Il cortometraggio vincente sarà proiettato anche al Teatro delle Erbe di Milano dove riceverà il riconoscimento del Comune dalle mani di W. Alberti , storico del cinema e Conservatore della Cineteca Italiana. Per trent’anni svolge l’attività di documentarista free-lance, curando personalmente, montaggio, musiche e animazioni. Nel ’79 e ’80 è invitato da “Italia Nostra” a proiettare 3 suoi documentari dedicati alla difesa del patrimonio storico artistico italiano. Dal ’79 all’82 è assunto come tecnico operatore sportivo della FISN/CONI. Su commissione produce un documento per la Fed. Canoa Fluviale. Nel 1985 un suo filmato tecnico scientifico, commissionato dal CESI è presente nel padiglione ENEL alla Fiera Camp. Di Milano. Nel 1990 produce un ultimo filmato a carattere ironico-surreale sull’ampliamento dello stadio di San Siro, per incrementare solo l’attività fotografica e pittorica. Suoi dipinti e foto arredano case private a Milano e in diverse città italiane, ma anche in Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Grecia, Bulgaria , Australia, USA. Nel 2009 è primo classificato su 140 artisti al concorso pittorico commemorativo dedicato dal Comune di Milano allo scrittore Giovanni Verga. Il dipinto, donato, è oggi nel museo “G.Verga” di Vizzini (CT). Una decina di dipinti appaiono su copertine di narrativa italiana, tra cui il Premio Bagutta 2000 dello scrittore G. Chiara - Ed Marsilio e un CD musicale. Due noti Studi Legali a Milano hanno arredato gli interni con foto e dipinti. Una foto è nelle collezioni d’arte della sede milanese della farmaceutica francese “Omeopatica Boiron”. Nel 2017, 18 e 19 è invitato al Photofestival.

92

Senza titolo (cod 81) (particolare) - digitale stampa su carta, cm 32x32 2015

Collabora da diversi anni con “Edizioni Quattro” per gli apparati fotografici , diversi scatti appaiono sul giornale di Zona 4. Numerose foto appaiono nel saggio: “A sud dello Scalo Romana, suggestioni e vocazioni di un’area in trasformazione “. Il saggio è presentato alla fine del 2017 in Galleria V. Emanuele e alla Fondazione Prada nel 2018 a Milano. Per le mostre , collettive e personali, sia pittoriche che fotografiche si rimanda alle varie sezioni nel sito dell’autore.


Senza titolo (cod 81) - digitale stampa su carta, cm 32x32 2015

93


Morena

Tirintino Nata 11 Marzo 1974 Sin da piccola ho amato l’arte in tutte le sue forme, anche un piccolo pezzettino di legno nella mia mente si trasformava in tante bellissime cose, quindi ho deciso di perseguire questa strada iscrivendomi all’istituto d’arte dove nel primo anno ho partecipato ad un concorso nazionale e la mia opera è stata scelta per essere esposta al Museo di Faenza e sono stata citata in un articolo. Appena diplomata ho scelto di fare di questa mia passione un mestiere, quindi mi sono messa a sperimentare per conto mio in quanto mi sono resa conto che preferivo la lavorazione della ceramica a freddo. Da autodidatta mi sono imbarcata in questa avventura che mi ha dato infinite soddisfazioni per circa dodici anni, ho avuto un laboratorio di decorazione legno, vetro e ceramica nel mio paese Rosarno (RC),allo stesso tempo partecipavo a Mostre e Fiere, in una di esse (tenutasi a Reggio Calabria) lo stand con le mie opere è stato pubblicato sul quotidiano “Gazzetta del Sud”. Purtroppo proprio in questo periodo così entusiasmante sono stata colpita da diversi gravi problemi di salute che mi hanno costretta a fermarmi per 15 anni, ma io appartengo all’arte quindi adesso che sto meglio ho ripreso la mia vita in mano….insieme al pennello. In tutto questo la mia famiglia mi è stata sempre di supporto fisico e morale, un grazie speciale a mio marito che mi ama incondizionatamente.

94

Resilienza (particolare) - tecnica mista, cm 80x80


Resilienza - tecnica mista, cm 80x80

95


Anna

Tozzi Anna Tozzi, in arte Atò, nata a Roma il 10-6-1965. Diplomata in grafica e pubblicità presso l’Istituto Europeo di Design. Maturata un’esperienza biennale presso uno studio di grafica e dopo una serie di collaborazioni in cui ho ideato marchi e immagini aziendali coordinate, mi sono dedicata a tempo pieno alla mia vera passione “dipingere idee” attraverso lo studio del colore e della materia, sperimentando diverse tecniche di pittura astratta che hanno come tema dominante l’espressione della materia in monocromia. Maggio 2002 - mostra personale Armonia degli Opposti presso l’Associazione culturale Extra a Roma. Novembre 2003 - mostra collettiva Fratto Donna presso la galleria Calligaris a Roma. Gennaio 2005 - mostra personale Pesante e Leggero presso l’Associazione culturale Extra a Roma. Maggio 2013 - mostra personale Favi Fantasmi presso abitazione a Roma. Dicembre 2014 - mostra collettiva Ad Artem presso museo Venanzo Crocetti a Roma. Marzo 2015 - mostra collettiva Donna in forma presso Accademia di Romania a Roma. Maggio 2015 - RomArt Biennale Internazionale di arte e cultura Maggio 2015 - mostra collettiva Biennale internazionale d’arte dei castelli romani presso Palazzo Ruspoli a Nemi Ottobre 2018 - mostra concorso Arte Contemporanea Premio Città di Terni “G.L.G. Byron” Giugno 2019 - “Arte a Palazzo” XXVI Collettiva di Arte Contemporanea presso Galleria Farini Palazzo Fantuzzi, Bologna Settembre 2019 - mostra collettiva “Galleria Farini in mostra con i Grandi Maestri”

96

Resilienza (particolare) - tecnica mista, cm 80x80


Resilienza - tecnica mista, cm 80x80

97


Mattia

Urso

Mi chiamo Giovanni Mattia Urso, per tutti Mattia. Sono nato a Roma il 19 ottobre 1975 e qui vivo e lavoro come architetto. Laureato con lode a La Sapienza nel 2002, con successivo Master di II livello in progettazione ambientale e annesso stage presso il Rensselaer Polytechnic Institute (Troy - NY). Fortunatamente sono stato figlio d’artista e ho vissuto nell’arte, sapendola apprezzare e coltivare. Così alla soglia dei quaranta ho cominciato da autodidatta a trasferire i miei pensieri nelle mie opere. Cosa faccio: è riconosciuto da tutti che tra arte e architettura ci sia una profonda connessione, ma è anche chiaro che l’architettura, al contrario della prima, non possa prescindere da regole e contenuti più specifici ed assoluti; essa deve sottostare, prima che al giudizio del suo utilizzatore, alle leggi della natura e alle leggi umane, per poter stabilire con certezza la sua consistenza fisica e la sua funzionalità. L’architettura si sviluppa attraverso strumenti e procedimenti ben codificati e strutturati. L’arte, almeno Lei, è libera di scegliere. È quindi su questa linea di separazione fra le due discipline, così simili e così diverse, che si muove la mia ricerca, attraverso la trasposizione in scultura di concetti e princìpi alla base dell’esperienza architettonica, investigando sulle potenzialità artistiche degli aspetti formali e dei fenomeni fisici che governano l’architettura e utilizzandone suggestioni, materiali e tecnologie come elementi caratterizzanti il processo creativo, tra spazio, forma, luce, colore e gravità. Il Tufo, in particolare quello friabile e incoerente delle zone centrali della penisola, è attualmente il mio materiale prediletto, in virtù della sua carica espressiva e del suo ‘vissuto’ millenario. Lavorando sul contrasto tra il suo aspetto fortemente materico e irregolare e la perfezione di superfici e geometrie ricostruite, cerco di portare questo povero mattone al di là del muro nel quale è oggi confinato, per stimolare visioni che vadano oltre le apparenze. ESPOSIZIONI COLLETTIVE: 2019 - Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Genova 2019 - ALLE RADICI DELL’UMANO, Casa Cava, Matera 2019 - I Edizione NVMEN ART PRIZE, Nvmen Art Gallery, Roma 98

1c_MASS GRAVE_collage (particolare)

2018 - BIBART - Biennale Internazione d’arte di Bari e area metropolitana 2018 - IV Esposizione Arti Visive 2018, Castello Orsini, Fiano Romano (RM) 2018 - IO, ES, SUPER-IO, Antica Saliera, Lecce 2018 - PURE WHITE, Palazzo Tanzarella, Ostuni (BR)


1c_MASS GRAVE_collage

99


Matina

Vossou Ogni volto è un viaggio. Ogni colore è un’emozione. Ciò che sentiamo è la nostra attuale definizione delle nostre vite. Dipingo i volti, chiusi in minuscoli pezzi di colore, senza la protezione della loro pelle socialmente accettata; congelati in un momento di verità che è necessario per presentarci a noi stessi. Acrilici e uno stecchino, questa la “stranezza” artistica che ho ereditato da mio padre. Era un artista autodidatta. Principalmente mi ha insegnato a studiare le persone; i loro racconti, le loro espressioni e le loro parole. Mi ha insegnato come prestare attenzione al loro contenuto e a come i miei sensi hanno rispondono ad essi. Ognuno di noi è un mosaico di emozioni e idee perfettamente incompiuto. Tutto è connesso. Tutto ciò che serve è avvicinarsi e poi fare un passo indietro; quindi ripetere questo, e ancora questo. In un tal modo di procedere trovi tutto lo spazio e il tempo per ascoltare la musica e danzare. Adoro essere lo specchio degli altri; gli occhi che possiedono una luce semplice e nuda per evitare le ombre.

100

Decorated nudity (particolare) - acrilico, cm 40x30


Decorated nudity - acrilico, cm 40x30

101


Beatrice

Westphal 1948 Nata in Germania 1966 Maturita a Bremen 1979 Diploma alla Hochschule fùr Gestaltung Bremen 1980-83 Accademia di Belle Arti Roma INSEGNAMENTO 1986- 93 Università Kiel, Germania, Storia dell arte 1993 fondazione di “Kunst und Kommunikation e.V.” 1988- 1997 Seminari, insegnamenti, viaggi di studi Da 1997 Trasloco in Italia, prov. di Perugia e inseguito partecipazione a mostre a Perugia, Gubbio, Assisi, Trevi, Spoleto

102

I secreti discorsi delle piante (particolare) - acrilico ed altro, cm 80x60


I secreti discorsi delle piante - acrilico ed altro, cm 80x60

103


Francesca

Witzmann Francesca Witzmann, nata a Ala in provincia di Trento, residente a Bolzano, ha iniziato con la pittura, ma da una decina di anni è affascinata dalle persone. I suoi soggetti sono molteplici, uomini politici oppure cantanti, nobildonne o gente comune, persino i vecchi delle bettole milanesi (esposti alla Rotonda della Besana, Milano). Il presidente della repubblica Sandro Pertini posò spesso per lei, e Francesca, con quelle fotografie, pubblicò un libro che ebbe successo. Ultimamente, a Cortina d’Ampezzo, eccola protagonista di due avvenimenti, con le sue immagini che documentano la società contemporanea. Le mostre si sono tenute in sedi diverse: “Personaggi a Cortina”, alla Galleria Luisa Rufino, da fine agosto a tutto settembre 1991. L’altra dal titolo “Ritratti”, ha avuto luogo al Solo Privè, diretto da Anna Marasca. Il locale apre dopo le ventidue e chiude all’alba. Durante tre notti speciali, Francesca ha tenuto banco, c’erano in effige Lucia e Guido Alberti, la poetessa Maria Luisa Spaziani, il principe Carlo Giovannelli, Linda Christian e tanti altri. Io ho presentato le due esposizioni, i volti degli amici, innamorati della montagna, da Clara Agnelli a Luca Montezemolo, da Marta Marzotto a Vittorio Sgarbi, da Giorgio Faccioli a Stellario Baccellieri, da Doris Pignatelli a Cossiga, senza contare Andreotti, Rognoni, Spadolini, Silvia Donà Dalle Rose, Nuvoletti, Bisiach, Giancarlo Vigorelli, Immo Red, Sovilla, Valentina Cortese, Roberto D’Agostino, Bianca di Savoia, Alberto di Monaco e così via. All’inaugurazione della Rufino, Francesca era presente, poi è ripartita. Il suo lavoro, con prestigiose testate italiane e straniere, esige continui spostamenti. Ma appena possibile eccola di ritorno, con quel sorriso riservato, la chioma fitta e ricciuta stile Anni Trenta, gli occhi incisivi. C’è da scommettere che le fotografie esposte a Cortina si vedranno presto in volume. Gli esclusi stanno impazzendo.

104

Andrea Giordana (particolare) - fotografia su tela, cm 40x30, 1982


Andrea Giordana - fotografia su tela, cm 40x30, 1982

105


Immacolata

Zabatti

Vive e lavora a Grottaglie (Taranto). Ha sempre respirato in famiglia la passione per l’arte: il padre musicista e diplomato all’Istituto Statale D’Arte di Grottaglie, il nonno costruttore progettava edifici pubblici e privati. Il contesto la porta a sviluppare una spiccata personalità creativa e la passione per l’arte in tutte le sue forme ed espressioni. All’inizio della sua carriere artistica ha rappresentato paesaggi salentini, con i meravigliosi ulivi secolari, la sua sensibilità la porta inoltre a trattare tematiche sociali della realtà contemporanea, quali: la violenza sulle donne, la tragedia degli immigrati, la disperazione dei popoli di paesi coinvolti in scenari di guerra. La Zabatti frequenta diverse associazioni culturali, dove ha avuto modo di conoscere diversi scrittori, poeti, musicisti e artisti, alcuni poeti hanno scelto delle opere della Zabatti per le copertine di diverse pubblicazioni letterarie, alcuni di loro hanno composto poesie ispirandosi alle sue opere. Nel tempo sente l’esigenza di ricercare un nuovo stile tecnico espressivo, un linguaggio personale che trasmette le sue emozioni toccando l’anima del fruitore, quindi dal 2012 dimostra la sua creatività con opere informali anche se non ha mai abbandonato il figurativo, un’ecletticità che la fa muovere con estro e perizia dal figurativo all’astratto, si serve di variopinti cromatismi per realizzare opere informali. Nel 2015 riceve la nomina di ACCADEMICO dall’ Accademia Internazionale IL CONVIVIO. Partecipa a numerosi concorsi, sia nazionali che internazionali suscitando molteplici riconoscimenti da parte di un pubblico sempre più numeroso, e dei maggiori esponenti della critica. Tra costoro va citato Vittorio Sgarbi, che nel 2015 la seleziona per la rassegna “Panorama d’Italia” a Palermo, la incita a mettere a fuoco l’interesse per l’astrazione, anche il critico Daniele Radini Tedeschi, dopo aver esaminato alcune opere della Zabatti, nell’esaltare il “valore stilistico”, definisce lo stile delle opere astratte dell’artista “astrattismo pittorico”. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private, sono pubblicate spesso sulla stampa accreditata, su annuari e cataloghi d’arte 106

L’attimo fuggente (particolare) - acrilico su tela, cm 80x60

internazionali, sull’ Annuario d’Arte Moderna Mondadori con quotazioni ufficiali. Alcune sue opere sono esposte in permanenza presso la Galleria Life Art Gallery di Battipaglia (SA). Ha esposto in collettive e personali, sia in Italia che all’estero: al Museo d’Arte Moderna di Barcellona - Osaka (Giappone), Palazzo della Cultura di Stoccarda, Galleria Christiane Peugeot Parigi, Brik Lane Gallery Londra, Sale del Bramante Roma, Galleria Farini Bologna, Taormina, Museo Sciortino di Monreale, Noto, Palermo, Lecce, Triennale di Verona, Firenze, Benevento, Palazzo Ducale di Genova, Ambasciata D’Egitto Roma, Palazzo Zenobio Venezia, Salerno, Casa Cava Matera, Taranto, Palazzo Ducale Martina Franca, San Giorgio Jonico, Bari, Life Gallery Battipaglia ecc. Hanno scritto su di lei: Vittorio Sgarbi, Paolo Levi, Josè Van Roy Dalì, Vito Cracas, Federico Caloi, Salvatore Russo, Sandro Serradifalco, Stefania Bison, Elisa Silvatici, Teresa Gentile, Enza Conti, Alessandro Salvatore, Giovanna De Mitri Albano, Vinicio Coppola, Adriana Repaci, Azzurra Immediato, Ester Lucchese, Teresa Stacca, Rosita Taurone, Alfredo Martinelli.


L’attimo fuggente - acrilico su tela, cm 80x60

107


Ennio

Zangari Frequenta in giovane età lo studio del maestro Nello Galvani a Cesena e da lui apprende le nozioni di tecnica del colore, lo studio della figura e l’analisi della forma. Si iscrive al D.A.M.S. di Bologna studiando fotografia ed arte. L’incontro con il Galvani segna in qualche modo l’indirizzo dell’artista, spingendolo verso il figurativo: attratto dalla ritrattistica, sviluppa l’uso della matita, del carboncino e delle chine. Solo dopo qualche anno inizia a dipingere ad olio, immagini che tradiscono nel loro esprimersi una tensione interna, una ricerca incessante di soluzioni, figure segnate e tormentate da segmenti netti e tratti luminosi. Lavora su grandi superfici influenzato da artisti come Bacon ed Auerbach, l’approdo poi al mondo della pubblicità, nel quale lavora con successo per vent’anni, conferisce al suo lavoro una visione più grafica delle forme. Questi anni di esperienze lavorative segnano il suo rientro nella pittura e nella ricerca di nuove tecniche e nuove espressioni iconografiche. L’autore va incontro ad una forte trasformazione come uomo e come artista: le immagini diventano più libere, debordano dai confini che una scuola potrebbe aver conferito, entrano in connubio con altri generi espressivi come la scrittura, la poesia, la fotografia. Fa così del ritratto il proprio imprinting ed è chiamato a realizzarne per personaggi del mondo dello spettacolo e della moda. Ora, dopo un lungo periodo trascorso tra ricerca e sperimentazione sul colore e sui materiali ed inchiostri, propone un genere per lui nuovo; in sostanza l’avvenuta maturazione di un percorso lungo venti anni, duro, critico, di costante ricerca. Un nuovo modo di esprimere la propria pittura che vede distorcere i propri segni passando da un figurativo ma di origine manierista ad una armonia di forme, tratti, sovrapposizioni completamente liberi ed assolutamente dinamici. Una evoluzione più che una trasformazione, costruita su basi solide, sull’esercizio dello studio delle proporzioni, sull’uso sapiente e quotidiano degli strumenti di lavoro, elementi che ora dominano la scena esplosiva di questi moderni lavori.

108

Mutation - tecnica mista olio e smalto su tela, cm 80x100, 2018

Unica costante tra i due modi di interpretare è la scelta e l’accostamento cromatico, tinte mai banali, colori vividi, discreti anche quando urlano la propria forza, la grande gioia di vivere. Proprio come l’anima che mostra la propria inclinazione attraverso la trasparenza e la luce di uno sguardo. Da due anni firma i ritratti di copertina del mensile Geronimo Magazine Ennio Zangheri è nato il 13 giugno del 1952 a Rimini, dove vive e lavora. Tra le sue mostre si segnalano: 97 Ferrara, Art Gallery “I volti dell’inconscio” 99 Bologna, Galleria Comunale “Anteprima” 01 Riccione, Palazzo del Turismo “Ri-tratti” 01 Torino, Galleria la Telaccia “Ennio Zangheri Ritratti” 03 Riccione, Viale Ceccarini “Street Gossip” 04 Roma, Studio Logos “Fuocovisionario” 04 Ferrara, Castello del Verginese “Tra Arte&Poesia” 04 Reggio Emilia, Arteinfiera “Ennio Zangheri Luci dall’Ombra” 04 Rimini, Galleria Malatestiana “Rimini in Collettiva” 05 Rimini, Galleria dell’Immagine personale “Frames dal MetàFisico” 05 Piacenza, Teatro Verdi “L’Uomo e la Maschera” 05 Rimini, Borgo san Giuliano “BorgoNatale” 06 Rimini, Rotonda Nettuno Personale “Rimini Faces” 07 Napoli, Maschio Angioino “I Sette Vizi Capitali” 08 Roma, Galleria Metastasio15 “Lo Specchio Leggero” 08 Courmayeur, Atelier Giacomazzi “riVolti dell’anima” 09, Sorrento, Segni e sogni 11 PAN - Palazzo delle Arti Napoli, “Doppio Senso” 18 Rimini, Augeo Art Space, Personale “NEO&FRIENDS” 19 Roma, Palazzo Velli, Vince il PREMIO “ANDY WARHOL” al CONTEMPORARY ROME ART


Mutation - tecnica mista olio e smalto su tela, cm 80x100, 2018

109




ISBN 97 88 943167-4-2


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.