Page 17

ni diritti uma

Visibili & Invisibili a cura di Alessandro Coassolo

gruppo giovani amnesty international-Pinerolo

La fiamma olimpica farà luce anche sulla violazione dei Diritti Umani? Cara lettrice o caro lettore, dovresti immaginare di essere un attivista politico di un’organizzazione che difende, ad esempio, i diritti delle persone gay, lesbiche, bisessuali , transgender e intersessuate (LGBTI) . Come ogni mattina, anche oggi ti alzi e ti rechi nella sede dell’organizzazione per cui lavori ma non appena cerchi di entrare nel tuo ufficio, vedi la porta d’ingresso spalancata. Sei preoccupato perché ti chiedi cosa stia succedendo ma speri nell’aiuto di un agente di polizia che cammina nel tuo corridoio: lui però non ti aiuta. Anzi, ti mostra un foglio che lo autorizza a perquisire la sede della tua organizzazione perché “svolge attività di propaganda contrarie a quelle promosse dalle pubbliche autorità”. Ti informa, poi, che dovrai cambiare sede, comparire di fronte ad un tribunale con l’accusa di essere a capo di “un’organizzazione straniera” (e – in quanto tale – pericolosa) e che i tuoi colleghi sono stati arrestati per aver manifestato pacificamente di fronte al Parlamento contro una nuova legge per punire chi promuove “propaganda contro l’omofobia”. Ti senti improvvisamente solo e inizi a provare un forte disgusto perché non accetti - e chi lo farebbe - che il tuo Stato

ti impedisca di lavorare a fianco delle comunità LGBTI e non accetti che nel tuo paese sia ormai vietato manifestare pacificamente per ogni cosa. E allora, cara lettrice o caro lettore, inizi a lottare per la tua battaglia, che sarà sempre una battaglia per i diritti degli altri, ma sarà anche una battaglia per i tuoi. Dovrai lottare per continuare a svolgere il tuo lavoro e ti opporrai alla richiesta delle autorità di iscriverti in un apposito registro per le organizzazioni che svolgono attività politiche “potenzialmente pericolose” (chiedendoti che cosa significhi questa definizione). Sai anche che a Febbraio 2014 – essendo tu di Soci, Russia -, proprio mentre si svolgeranno le Olimpiadi invernali, non ti sarà concesso svolgere nessuna attività a patto che tu scelga di manifestare per pochi attimi in un’area strettamente controllata dalle autorità, in una zona lontana dalla folla di giornalisti che riempiranno la tua città. Caro lettrice o caro lettore, ti auguro, in quei giorni di tanta attenzione internazionale, che tu possa raccontare al mondo quanto sia difficile svolgere il tuo lavoro per i diritti di tutti nella tua città – Soci – e nel tuo paese –la Russia. Tante organizzazioni internazionali, tra cui Amnesty, saranno a lottare con te.

17

Pineroloindialogo febbraio2014  

N.2 Magazine d'informazione e di cultura locale per il dialogo tra generazioni.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you