Page 1

C/0534/2010 rilasciata in data 02/11/2010

XVIII

Periodico d’Informazione e Cultura di Città S. Angelo

2

Intervista al sindaco Gabriele Florindi Il sindaco Gabriele Florindi ha scelto di ricandidarsi per ottenere un secondo mandato. Nella prossima campagna elettorale avrà tutto il tempo di spiegare cosa ha fatto e cosa vuole fare: in questa intervista abbiamo cercato di fare il punto su alcuni ritardi della sua amministrazione. Ti sei fatto un’idea del perché, nonostante la netta vittoria del 2009, un angolano su due non ha votato per la tua lista? L’unica ragione è la frammentazione delle liste: l’elettorato di sinistra aveva tre candidati tra cui scegliere, mentre l’elettore di destra uno solo. Nonostante questo, ho vinto nettamente con oltre 14 punti percentuali di vantaggio sul secondo arrivato e più del doppio dei voti raccolti dal centro destra. Sono sicuro che conquisterò anche i voti andati in passato ad altre liste: mi stimano cittadini di ogni orientamento politico che apprezzano l’opera, l’abnegazione e il servizio messi in questi anni a disposizione della collettività. Soprattutto in questo periodo difficile per la politica, la carica di sindaco si esercita per passione, senso civico e responsabilità verso la comunità. Sulla base di questi principi il mio è stato, e garantisco che lo sarà ancora, un impegno assoluto e concreto. La mia dedizione è sotto gli occhi di tutti. In una competizione comunale i cittadini scelgono la persona, non votano solo seguendo la propria ideologia. Nella campagna elettorale del 2009 uno dei miei slogan era: “Un amico al tuo servizio”. Spero di essere considerato da tutti prima un amico, e poi il sindaco. Città Sant’Angelo ha saputo creare di sé un’immagine positiva, fatta di innovazione ed efficienza. E’ innegabile però il ritardo nella raccolta differenziata dei rifiuti. La differenziata è parte integrante del nuovo programma elettorale. Non è ancora partita la raccolta porta a porta per diverse ragioni. La

prima è la schizofrenia del legislatore, che ha cambiato continuamente le norme: il lunedì cancellava la Linda, la nostra azienda per la raccolta dei rifiuti, e il martedì la riportava in vita. Così ha reso impossibile programmare, reperire i fondi per gli investimenti e redigere il piano industriale triennale, necessario anche per evitare un incremento dei costi con l’introduzione del porta a porta: ricordo che l’importo della

tassa sui rifiuti è invariato dal 2011. Per organizzare una raccolta differenziata spinta porta a porta, oltre a sensibilizzare i cittadini, è necessario avere una piattaforma per la selezione e lo stoccaggio dei rifiuti. A Piano di Sacco attualmente i cittadini e le aziende angolane conferiscono tutti i riciclabili, inclusi gli ingombranti, ma con il porta a porta a regime sarà necessario potenziare e ampliare la piattaforma: per questo abbiamo

chiesto un finanziamento regionale. La filiera dev’essere completa. Entro il 2014 sarà avviato il progetto pilota del porta a porta a Marina, ed entro il 2015 su tutto il territorio, perché sappiamo che differenziare è il futuro. I rifiuti oggi sono un costo, domani saranno una ricchezza. Anche sull’edilizia scolastica molti cittadini avrebbero voluto fosse fatto di più, in particolare per dare una palestra a Marina di Città Sant’Angelo. E’ una questione che ho già chiarito più volte. La palestra è progettata, finanziata per 1 milione e 80mila euro, la gara d’appalto è stata aggiudicata. Ma i lavori non potranno mai partire se lo Stato non sblocca il patto di stabilità. Non è un fatto imputabile al sindaco o all’amministrazione: anche cambiando sindaco o amministrazione i lavori non partirebbero lo stesso. Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha annunciato di voler sbloccare il patto di stabilità per l’edilizia scolastica. Quando questo accadrà, a quel punto è già tutto pronto per consegnare i lavoro. L’amministrazione ha fatto tutto quello che doveva. Negli ultimi due anni, il Città Sant’Angelo Village attraverso una convenzione si è fatto carico delle spese di affitto dei campetti adiacenti la scuola, e ha consentito di effettuare le attività motorie senza spese per le famiglie degli alunni della primaria. Da quest’anno, Iper ha avviato una collaborazione analoga per quanto riguarda le scuole medie. Approfitto dell’occasione per ringraziarli ancora una volta, sperando che questo genere di iniziative possano continuare. Alcuni si chiedono che fine abbiano fatto i soldi promessi dal Città Sant’Angelo Village prima dell’apertura dell’outlet, e perché non vengano utilizzati per la manutenzione di una delle strade dissestate sul territorio. continua a pag. 3

Operazione estate: la spiaggia che vogliamo La spiaggia di Marina si rifà il look, e torna in forma finalmente in vista della bella stagione. Le mareggiate invernali avevano infatti assottigliato l’arenile, ammantando di detriti e rifiuti la battigia: cicatrici, vecchie e nuove, che a lungo hanno tolto appeal all’angolo di spiaggia tra i fiumi Saline e Piomba, accessibile da via Torre Costiera. Ma i lavori di messa in sicurezza sono partiti a Gennaio, seguiti dal ripascimento dell’arenile. “Città Sant’Angelo si prepara all’arrivo della bella stagione, e la prossima estate avrà qualcosa in più da offrire a cittadini e turisti: il mare”, ha detto il sindaco Gabriele Florindi. L’idea per rimpinguare di sabbia l’arenile era saltata fuori nelle scorse settimane: 5mila metri cubi, bonificata e lavata, da Pescara. Sabbia con tutte le certificazioni, atte a certificarne purezza e idoneità, da usare per il ripascimento dell’arenile, eroso negli anni e con particolare violenza quest’inverno. Roberta Franchi


Lettere al direttore Inviare le lettere a: “Città Informa”

Viale S. Martino, 70 - Città S. Angelo (Pe) www.cittainforma.net

Una palestra per Marina di Città Sant’Angelo

Nell’ultimo decennio Marina di Città Sant’Angelo ha conosciuto uno sviluppo non indifferente dal punto di vista demografico e commerciale: ciò che manca alla nostra contrada, in particolare per i nostri ragazzi, è una palestra comunale, un centro polivalente aperto a tutti dove organizzare attività sportive, momenti di incontro e di aggregazione. Ormai da anni le amministrazioni comunali rinviano, per una serie di motivi, un progetto del genere. Poiché è nell’interesse di tutti realizzarlo, ho incontrato lo scorso anno il Sindaco Gabriele Florindi che mi ha spiegato l'evolversi del progetto per dare a Marina una palestra pubblica. L’intento è di costruirla su un terreno adiacente la Scuola Elementare, ultimamente transennata. Nel rispetto dei tempi amministrativi e burocratici, saranno affidati in appalto i lavori nell’anno in corso ed i costi per la realizzazione saranno interamente sostenuti dal Comune. Come aiutare. Naturalmente, una volta costruita la palestra sarà necessario arredarla con le adeguate attrezzature sportive! Poiché è mia intenzione, e penso un po’ di tutti, attuare questo progetto in tempi celeri, ho costituito lo scorso anno l’Associazione “CUORE SPORTIVO”, associazione senza scopo di lucro, al fine di raccogliere fondi per l’acquisto di quanto necessario per rendere la palestra utilizzabile e funzionale. Alcune famiglie, venute a conoscenza della mia iniziativa, e che colgo l’occasione di ringraziare nuovamente di concerto con il mio Consiglio Direttivo, hanno già contribuito con il versamento di una quota volontaria. Ci tengo a precisare che l’Associazione “CUORE SPORTIVO” è nata anche per ricordare mio marito Giuseppe Palma, venuto a mancare prematuramente nell’agosto 2012, e che la scelta del nome della stessa ha un significato: Pino amava la sua città e la vita ed è per questo che voglio che il suo CUORE continui a battere in un centro SPORTIVO pieno di vita! Con l’auspicio che tale progetto possa essere realizzato anche con il tuo aiuto, ti chiedo solo un piccolo contributo a favore dell’Associazione da versare mediante rimessa diretta o bonifico bancario sul conto corrente intestato all’Associazione “CUORE SPORTIVO” – presso BCC di Cappelle sul Tavo – IBAN IT 28T0843477210000000015549 Condividi questo progetto con me, affinché sia possibile INSIEME realizzare qualcosa di utile per TUTTI, nel suo ricordo. Ringraziandoti e confidando nella tua partecipazione, ti abbraccio affettuosamente. Claudia D’Alonzo Presidente dell’Associazione “CUORE SPORTIVO”. Come ricorda anche il sindaco Florindi nell’intervista in prima pagina, è vero che i lavori sono stati affidati a qualche ditta, ma i soldi sono bloccati dal consueto patto di stabilità. Non è una notizia così brutta: l’Associazione “Cuore Sportivo” avrà così tutto il tempo necessario per portare avanti la sua raccolta fondi.

Più parcheggi al Due nuove Case Centro Storico dell’acqua

Ripartono i lavori per l'ampliamento del Piazzale Paolo De Cecco. I lavori sono in corso e l’opera - salvo imprevisti meteo sarà completa all'inizio dell'estate. L'ampliamento porterà nuovi posti auto nel Centro Storico di Città Sant'Angelo ma la novità veramente significativa è che consentirà di collegare tutto il parcheggio già esistente con l'area da Vico Mattuffi in poi. Un fondaco acquistato dal comune e ristrutturato diventerà l'accesso pubblico che consentirà di raggiungere piazza Garibaldi, il Comune o le biblioteche senza passare davanti alla Collegiata di San Michele. Il passaggio su Vico Mattuffi sarà anche attrezzato con un montacarichi, per l'abbattimento delle barriere architettoniche.

Non è difficile vedere persone in fila, in attesa del proprio turno, davanti alle così dette “Case dell’Acqua”. Questi distributori, attivi dal maggio del 2013 uno a Marina in via XXII Maggio 1994 ed un altro nel Centro Storico accanto alla Porta di Sant’Antonio, permettono ai cittadini angolani di acquistare acqua microfiltrata, sia naturale che gasata, proveniente direttamente dall’acquedotto comunale al costo di 5 centesimi al litro. Il successo è confermato dall’imminente arrivo di altre due casette, una su Viale Petruzzi e una ad Alzano. Un’iniziativa nata con la finalità di ridurre la circolazione, l’utilizzo e lo smaltimento della plastica. Presenti anche in altri comuni, i distributori nel nostro territorio hanno incontrato una popolarità molto maggiore. Forse dietro l’ottima accoglienza si nasconde qualcosa di più del semplice risparmio o dell’impatto ecologico dei distributori. Sembra di assistere ad un piccolo ritorno al passato, quando allora per necessità, si era costretti ad andare alla fonte della propria contrada a prendere l’acqua. Come sappiamo la nascita delle diverse contrade che formano Città Sant’Angelo è strettamente legata alla presenza di fontane e può darsi che questo legame antico ma non assopito sia alla base di questo successo. Emanuele Sagazio

Carnevale

Come ogni anno, in occasione delle celebrazioni del Carnevale, le contrade di Città Sant’Angelo si sono riempite di colori e hanno fatto festa sfidandosi per vincere la tradizionale competizione del Carnevale di ‘Ndirucce. La XIX edizione è stata vinta dalla Contrada Annunziata. Come ogni anno l’organizzazione era affidata al Comitato “Palio delle contrade….Tradizioniamo” in collaborazione con l’amministrazione comunale. La sfida ha visto protagoniste le sette contrade angolane (Annunziata, Casale, Corso, D’Annunzio, Madonna della Pace, Marina e Piano della Cona). Per quest’anno il tema dei costumi e delle rappresentazioni è stato “Eva…Versione…Immaginario fantastico dell’arte”. Grande successo, anche quest’anno, è stato riscosso da uno dei momenti più attesi del carnevale angolano: le “ttavitte”, strofette in vernacolo musicate e cantate che trattano di tempi d’attualità locali. Questo momento della manifestazione, come precisa Paola Ceresano, responsabile del comitato organizzatore, “è una tradizione che parte da lontano e mira al recupero dell’antico Carnevale di Ndirucce, risalente ai primi del ‘900 e unirlo alla classica formula del palio”. Claudia D’Angelo

50 anni

Corrado Di Nardo Di Maio e Ettorina Bozzelli festeggiano i 50 anni di matrimonio. Ai neo sposini gli auguri dei figli Marisa e Luciano dei nipoti Martina e Matteo e naturalmente di tutta la redazione.


Il rinforzo degli argini sul torrente Piomba per garantire la sicurezza dell'abitato di Marina

Il rinforzo degli argini del torrente Piomba per garantire la sicurezza dell'abitato di Marina: è l'obiettivo dei lavori attualmente in corso, in accordo con la sezione di Teramo del genio civile Regionale e appaltati dal Comune di Città Sant'Angelo. Opere di manutenzione dell'alveo e degli argini sono già state appaltate alla fine dell'estate 2013, quando vennero effettuati ” lavori di manutenzione ordinaria, ripulitura argini e alveo e risagomatura sezione dell’alveo” per circa 118.000 E.

Lavori che, con il senno di poi, hanno sicuramente evitato l'esondazione del torrente nel mese di novembre. Pulire gli argini consentirà di intervenire per il rinforzo degli sessi e al contempo permette di monitorare il livello delle acque del torrente Piomba. L’alveo del corso d’acqua costituisce un potenziale pericolo per le abitazioni circostanti, in particolare a Marina di Città Sant’Angelo, e per la sicurezza della viabilità: più volte in passato, in occasione di pioggia per diverse ore consecutive, il livello dell’acqua è salito fino a superare gli argini. I Comuni di Città Sant’Angelo e Silvi, per questo, spesso hanno segnalato i problemi del Piomba. Anche la cittadinanza è ormai consapevole dei rischi idrogeologici: in questi giorni tantissimi privati stanno facendo richiesta per tagliare gli alberi sui terreni di loro proprietà che, in caso di piena, rischiano di ostruire il corso del torrente e il deflusso dell'acqua verso il mare. Nel frattempo, al fine di verificare l’interesse comune teso alla tutela del

Piomba, lo scorso 4 marzo si è tenuto a Città Sant’Angelo un workshop che ha coinvolto anche le amministrazioni di Atri, Castilenti, Cellino Attanasio, Elice, Montefino e Silvi. L'obiettivo è attivare un "contratto di fiume" dedicato al torrente Piomba: si tratta in sostanza di una programmazione negoziata e partecipata volta al contenimento del degrado eco-paesaggistico e alla riqualificazione dei territori dei bacini/sottobacini idrografici. Franco Del Duchetto

continua da pag. 1

Intervista al sindaco Gabriele Florindi Quei soldi fanno parte di una convenzione approvata nel 2007 dal precedente consiglio comunale, con voto favorevole anche dei consiglieri di minoranza. Al di là delle favole che ogni tanto si raccontano in giro, i soldi ci sono: alcune opere sono già state realizzate, ad esempio il parcheggio pubblico, e a breve partirà una gara per la strada che dal distributore Ip su Viale Petruzzi porta al Village. Abbiamo accumulato dei ritardi per via di modifiche alla progettazione iniziale, migliorata fattivamente anche dal contributo dei consiglieri d’opposizione. Quella tra Comune e Città Sant’Angelo Village è una convenzione bilaterale: quindi qualsiasi cambiamento dovrebbe avere il gradimento della parte privata. Gli interventi previsti fanno parte di un sistema studiato in occasione dell’elaborazione del piano traffico, in sistema con la realizzazione dei tre ponti sul fiume Saline appaltati dalla provincia. Non sarebbe responsabile stravolgere il piano redatto dagli ingegneri del traffico. I soldi messi a disposizione dal Città Sant’Angelo Village sono comunque compresi nel patto di stabilità, dire che si possono usare in qualsiasi momento, magari per fare una qualsiasi delle opere bloccate dai vincoli di spesa del patto, è mera propaganda elettorale. La popolazione italiana invecchia e la richiesta di servizi sociali aumenta: gli enti locali dovrebbero investire sempre più sul sociale e invece a Città Sant’Angelo le colonie marine sono state soppresse. A Città Sant’An-

gelo la spesa per i servizi sociali è aumentata, in linea con l’aumento della popolazione e in controtendenza con gli altri comuni dell’Ambito territoriale dove si sta spendendo meno. Molte famiglie, peraltro, si stanno trasferendo nel nostro comune proprio perché Città Sant’Angelo offre tutta una serie di servizi ai disabili, come il trasporto gestito dalla Croce Angolana: ogni anno effettua gratuitamente un migliaio di viaggi andata e ritorno. Sul nostro territorio, poi, sono nate strutture dedicate a chi vive situazioni particolari di handicap e malattia, ad esempio la Casa del Sole “Rosolino Colella” per gli autistici. Un progetto possibile perché il Comune ha acquistato 350.000 E di terreni dalla Fondazione Colella, con soldi sottratti alla manutenzione delle strade: abbiamo fatto una scelta in favore di chi è meno fortunato, per dare una struttura necessaria alla comunità anche in considerazione del preoccupante aumento dei casi di autismo. I servizi sociali sono stati mantenuti in toto. Le colonie marine sono l’unica eccezione, era una spesa non necessaria. Per essere precisi il servizio è stato sospeso: è un servizio a domanda, lo possiamo riattivare ma a totale carico dei fruitori. È l’unico sacrificio che siamo stati costretti a chiedere ai cittadini, a fronte dei tagli ingenti della Regione Abruzzo: tanto per dare un’idea, i trasferimenti regionali procapite sono passati da 85,29 E del 2011 a 59,15 E del 2012. Per il resto il Comune ha garantito con fondi

propri tutti i servizi e in sostituzione delle colonie marine abbiamo portato i bambini alle terme. Voglio concludere con una buona notizia: nel 2013 la situazione è in parte migliorata e la Regione ha istituito un fondo per i malati di SLA. E’ il nostro Comune a gestire le pratiche anche per i cittadini di Cappelle sul Tavo, Cepagatti, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella e Spoltore: di questo sono molto orgoglioso e ringrazio ovviamente gli uffici per l’eccellente lavoro che sempre portano avanti. Denia Di Giacomo

65013 Città S. Angelo/Pe - Viale Petruzzi, 60

2

XVIII

Stampa: Aprile 2014 Tip. Angolana Srl - Città S. Angelo (Pe)


Torna il premio Antonilli Torna il Premio giornalistico Paolo Antonilli, la manifestazione che ricorda lo storico cronista angolano scomparso nel 2007. La cerimonia di assegnazione della seconda edizione sarà venerdì 4 aprile con un doppio appuntamento: il primo alle 11 allo Space Cinema di Montesilvano, il secondo alle 18 al Teatro Comunale di Città Sant'Angelo. Tra gli ospiti Silvia Bencivelli, giornalista scientifica freelance (tra le sue collaborazioni quella con Le Scienze, La Repubblica, Radio 3 Scienza, Cosmo, Presa Diretta), e ovviamente il presidente della Giuria Mimmo Liguoro, docente universitario già caporedattore di TG2 e TG3. Silvia Bencivelli sarà la protagonista dell'evento mattutino dedicato al perché ci piace la musica: un percorso tra le diverse ipotesi che la scienza sta percorrendo per dare un significato razionale a una delle più misteriose abitudini umane. Alle 18, al Teatro Comunale di Città Sant'Angelo, l'assegnazione del Premio giornalistico. Assieme a Bencivelli e Liguoro interverranno molti altri ospiti, tutti accomunati dall’affetto per Paolo Antonilli: tra loro il nostro direttore Dario Recubini. Al Premio Antonilli partecipano anche i ragazzi delle scuole superiori di Città Sant'Angelo (Istituto Verticale Bertrando Spaventa) e Montesilvano (Liceo Corradino D'Ascanio e ITC Emilio Alessandrini) che potranno presentare un loro saggio breve e partecipare così all'assegnazione delle Borse di Studio messe a disposizione dal Comune di Montesilvano. Marianna De Luca

Può una cornacchia catturare una pantera? Paolo Antonilli Può unA CornACChiA CAtturAre unA PAnterA? edizioni lematitecolorate

Ogni edizione del Premio Antonilli è legata anche a un libro. In occasione della prima è uscito "Andiamo con ordiPuò unA CornACChiA ne" (Ianieri Editore, 2012), antologia di CAtturAre unA PAnterA? vent'anni di cronaca su Città Sant'Angelo lo immagino, Paolo, e Me Montesilvano. Quest'anno è imminente in quell’estate di lavent’anni pubblicazione di "Può una Cornacchia fa alle prese con la pantera. catturare una Pantera?" (Le Matite ColoPiù sfuggente e rate, E 7.90, indecifrabile della 64 pagine), il racconto della bestia nella giungla nel 1994 quando si rincorpaura vissuta di Henry James, più revano voci enigmatica della tigre(e ripetevano avvistamenti) sudiPerWilliam di unBlake. puma in giro per i comuni della uno come lui, provincia disoloPescara. Costruito con una niente cazzate ma fatti, occuparsi di un serie di articoli scritti da Antonilli, il libro fantasma deve essere è stata impaginato come se fosse una storia per una tortura insopportabile. ragazzi. Sarà presentato al Teatro ComuDall’introduzione di nale nel della manifestazione, alla Giuliano corso Di Tanna presenza del curatore Pierpaolo Di Simone e dell'illustratore Yari Di Giampietro. "Questa è una storia di fantasia raccontata attraverso eventi reali" si legge nell'introduzione. "Quelli che leggerete sono articoli di giornale pubblicati sul mistero della pantera. Ma davvero una pantera si aggirava libera per le nostre campagne? Noi non lo sappiamo. C’è chi giura di averla vista, chi è convinto fosse una stupidaggine, una diceria messa in giro da qualcuno che aveva preso troppo sole. Nessuno è riuscito a catturarla." M.D.L.

Laurea

Paolo Antonilli

edizioni lematitecolorate

Loredana Plevano si è specializzata in “Disciplina del mercato del lavoro e tutela dei disoccupati” presso l’Università degli Studi di Macerata discutendo la tesi “Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo alla luce della riforma Fornero”. Alla neo dottoressa gli auguri di papà Liberato, di mamma Elisa Pavone, del marito Enzo Scardetta, dei figli Lorenzo ed Elisa e di tutta la redazione.

Città Informa 18-2  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you