Issuu on Google+

C/0534/2010 rilasciata in data 02/11/2010

XVII

Periodico d’Informazione e Cultura di Città S. Angelo

6

Notte insonne sotto la pioggia Esonda il fiume Saline. Allarme a Città Sant’Angelo e Montesilvano Città Sant’Angelo è rimasta sveglia, a guardare il fiume Saline. Il vecchio padre della nostra comunità, troppe volte dimenticato e vilipeso, tra il 12 e il 13 novembre 2013 ha voluto mettere paura e apprensione a tutti gli abitanti di Marina e Montesilvano. Pioggia e maltempo hanno costretto i due Comuni, in via precauzionale, ad adottare un’ordinanza di evacuazione per gli edifici nel raggio di un chilometro dal fiume. La notizia in pochi minuti ha girato l’Italia. Dalle 23.30 fino alle 2.00 gli uomini della Protezione Civile hanno così percorso con i megafoni vie e piazze di Marina intimando i cittadini a lasciare le loro case. Punto di raccolta e ammassamento, il parcheggio clienti del Centro Com-

merciale Pescara Nord. Qui, una serie di bus navetta pronti a trasferire un quartiere intero nel palazzetto dello sport PalaCastagna. Centinaia di persone, invece di prepararsi per dormire, hanno raggiunto i posti auto di fronte all’insegna Iper. Il disagio maggiore è stato per i disabili: sono stati impiegati i mezzi della Croce Angolana per trasferirli nella parte alta del territorio, nell’RSA dell’ex ospedale e in altre strutture. Qualcuno ha scelto di fidarsi del fiume, ed è rimasto nella sua abitazione. Ovviamente ognuno è libero di fare le sue scelte: dobbiamo però ricordare che rispettare le ordinanze sindacali, oltre ad essere un dovere civico, è un obbligo di legge. Via della Scafa. L’esondazione nel territorio angolano ha interessato soprattutto Via della Scafa, la strada dell’area artigianale che costeggia il fiume Saline: è rimasta chiusa al traffico per

diverse ore, assieme al Ponte Europa. Grandi problemi, chiaramente, anche per la strada Lungofiume a Montesilvano. Florindi: “Speriamo che il padre eterno non ci mandi giù più acqua”. Il primo cittadino a passare una notte insonne è stato ovviamente il sindaco Gabriele Florindi (nella foto con Daniela Senepa del Tg3) impegnato nei sopralluoghi ed in continuo contatto telefonico con il comandante dei Carabinieri Paolo Piccinelli a Penne, per conoscere la situazione della diga. Troppa acqua e troppo peso sulla diga di Penne, infatti, costringe ad aperture controllate per far defluire l’acqua sul fiume Tavo, affluente del Saline. Da

questo dipendono i rischi per le abitazioni a Marina. Chiara: “E’ andata bene”. Chiara Franchi, titolare di Legnomania, ha passato la prima parte della nottata a mettere in alto i prodotti del suo negozio che avrebbero potuto essere danneggiati dall’acqua. “Ci hanno avvisato della possibile apertura della diga, così abbiamo preso le dovute precauzioni. Abbiamo seguito la situazione dal parcheggio del Globo: l’acqua saliva sempre di più. E’ entrata anche in ne-

gozio, ma possiamo dire che ci è andata bene: anche merito del parcheggio sotterraneo lì vicino che si è riempito d’acqua, salvando i negozi della via.” “Io non vado da nessuna parte”. Natalino, che abita in via Salara, a lasciare la propria casa non ci ha pensato proprio. “Abito qui da tanti anni, l’acqua non mai arrivata così all’interno” ha risposto ai volontari della Protezione Civile. “Non ho paura, sto bene dove sto. Il Saline non è così grosso, l’ho visto molto peggio di così”. Le notizie sui social network. A Marina vive anche Cristina, che usa Facebook per chiedere notizie: “Vaaaaa bene. Da un’ora e più siamo in piedi e vestiti perché passa l’altoparlante che avvisa di tenersi pronti per possibile evacuazione. Hanno aperto la diga di Penne, pare, e il Saline potrebbe esondare. Chi sa qualcos’altro, alle ore di adesso che è l’una e tredici del 13 novembre 2013?” Alle due meno un quarto, scrive: “ok mi dicono che la parte del trony è allagata... noi siamo al secondo piano, proviamo a dormire...”. Il rimborso dei danni. Il Comune ha già predisposto i moduli della protezione civile per consentire ai privati di segnalare i danni. Si trova on-line sul sito istituzionale, oppure al comando della Polizia Municipale in via Circonvallazione. La pulizia degli argini. Resta aperto l’interrogativo sul bisogno di prevenzione quotidiana, non limitata a scongiurare un rischio imminente. E’ sotto gli occhi di tutti la vegetazione che cresce rigogliosa durante la bella stagione, sul letto di Piomba e Saline. Lo scorso settembre Regione e Genio Civile hanno effettuato un intervento per liberare il letto del torrente Piomba, mentre l’alveo del Saline è stato ripulito l’ultima volta nella primavera del 2012.


Baby vandali, parchi fuori uso Baby-vandali colpiscono ancora, provocando stavolta la chiusura di un parco giochi. E’ successo nelle scorse settimane, nel parco attrezzato vicino il centro commerciale Pescara Nord. Cancello sfondato, giochi distrutti: quella che può sembrare una bravata è alla fine un danno per tutti, oltre che un reato. Il Comune dice basta e alza bandiera bianca: per ragioni di sicurezza quell’area di intrattenimento non è più accessibile. Nella conta dei danni sono finiti la cabina luci, un tombino, è stata forzata la cabina di accensione, sono stati guastati i giochi e tre altalene sono sparite. “E’ un peccato che per colpa di pochi, tutti debbano rinunciare a una struttura pubblica - tuona il sindaco Gabriele Florindi - bisogna segnalare i vandali”. Come dire: chi sa parli, per estirpare comportamenti inaccettabili che danneggiano il patrimonio pubblico, e per le riparazioni richiedono l’esborso di risorse che potrebbero essere invece destinate ad altro. A luglio era successo nel parco di via Collina, dove alcuni giochi erano finiti in fiamme. Allora, però, gli improvvisati baby vandali alla fine furono incastrati, grazie al j’accuse del genitore di uno dei due responsabili della bravata finita male. Roberta Franchi

L’

O biettivo

È nata Sofia

C’era anche lei, ovviamente con papà Vittorio Del Duchetto, mamma Federica Mingione e il fratellino Marco, tra gli angolani evacuati da Marina per il rischio alluvione. Ai nostri auguri alla sua famiglia aggiungiamo quelli dei nonni Rocco, Elsa, Vittorio, Tiziana e degli zii Franco, Eleonora e Francesca.

Piccoli imprenditori “Liane” in Viale Petruzzi al mercato di Natale Piccoli imprenditori per un giorno, sotto

Mai come ora il popolare detto “questa città è una giungla” ha trovato conferme visibili agli occhi di tutti. Come testimoniato dalla foto, la fitta vegetazione di Via Leonardo Petruzzi ha ormai invaso anche le indicazioni stradali della zona commerciale: ormai sono già diversi i pannelli incorniciati da una fitta rete di “liane”. Certo, un po’ di verde in una città come la nostra ci vuole e ci piace anche, ma piante rampicanti e cespugli invadenti possono essere poco ornamentali, soprattutto quando adornano la segnaletica stradale. Ci auguriamo quindi che l’inopportuna vegetazione fin troppo rigogliosa venga presto rimossa così da garantire la visibilità dei cartelli stradali e non lasciare che gli automobilisti vengano colti dalla dantesca sensazione di ritrovarsi in una selva oscura!

Colline Pulite

Una carovana di bambini ha attraversato il quartiere Collina per una collina… pulita! La passeggiata insieme al personale della Linda spa e agli amministratori ha aiutato i più piccoli a conoscere meglio la funzione dei diversi cassonetti e a differenziare divertendosi. I bambini hanno raccolto i rifiuti in un sacco, lungo il percorso che li ha portati fino a Parco Nereidi. Al rientro dal giro del quartiere, una ricca merenda per genitori e ragazzi.

l'insegna del riciclo e del riutilizzo: il banco di prova sarà il mercatino di Natale. E' l'iniziativa che l'amministrazione comunale promuove per l'8 dicembre, chiamando a raccolta ragazzi di scuola elementare e media di Città Sant'Angelo. Il mercatino di Natale, che si svolgerà nella suggestiva cornice dell'ex Manifattura Tabacchi, sarà un'occasione di socializzazione, ma anche di sviluppo dell'imprenditorialità singola e collettiva. Bambini e ragazzi di età e interessi diversi si incontreranno infatti per una giornata, nelle vesti di piccoli artigiani e commercianti. I partecipanti potranno proporre articoli da loro realizzati, frutto del proprio ingegno, o giocattoli usati. Ai tempi dell'usa-e-getta sarà un mercatino dunque in controtendenza, sotto l'insegna ecologica: gli scambi/vendita di giocattoli avranno anche il valore di ridurre i rifiuti, allungando la vita a oggetti che spesso non sono nemmeno riciclabili essendo composti da materiali diversi. Per informazioni si può contattare l'ufficio Urp del Comune.


Personaggio DOC

Marcello Cichetti: Villa Chiara è la mia casa Il nome è sinonimo di ristorazione di qualità, di accoglienza, di feste ben riuscite e da molti anni ormai anche di matrimoni, parliamo di Villa Chiara, il ristorante che più di ogni altro ha portato lontano il nome della nostra cittadina. Inaugurata nel 1988, dopo un’attenta ed accurata ristrutturazione ad opera del maestro restauratore Mario Grilli, questa splendida dimora baronale del settecento rappresenta un fiore all’occhiello di Città Sant’Angelo, non solo grazie alla sua location, con un bellissimo giardino, un panorama mozzafiato e una natura circostante incontaminata, ma anche per la qualità con cui nel tempo si è saputa contraddistinguere e che oggi la porta ad essere annoverata tra le cornici più ambite per il “giorno più bello” di tanti innamorati. Considerando una media di visitatori annui che si aggira sui 40 mila, a partire dal 1988, Villa Chiara ha portato a Città Sant’Angelo circa 1 milione di persone! Persone che non conoscevano quella parte del nostro territorio, la meno nota ma non per questo meno bella, anzi, quasi incastonata tra il mare e le montagne, affacciata sugli aspri calanchi della campagna e ancora immersa nella tranquillità della vita rurale. A 25 anni dalla sua apertura Villa Chiara ha visto avvicendarsi numerosi soci, ma uno dei suoi punti fermi, socio fondatore, è Marcello Cichetti, che con Gabriele De Tollis (scomparso qualche anno fa), nel 1986 decide di ristrutturare questo gioiello architettonico per farne un ristorante. Oggi insieme a lui sono in società anche il cuoco, il manutentore e un amministrativo di Villa Chiara, soci ma anche amici, che lavorano con grande

passione per fare di questo locale un posto unico. «Avevo solo 26 anni e insieme al mio socio ho voluto tentare la fortuna, in questa villa c’è il mio cuore ed ho pensato che potesse essere il posto giusto per cominciare a crescere». Così esordisce Marcello Cichetti, che in questa splendida dimora storica ci è nato e vissuto fino a 15 anni di età perché suo padre era uno dei fattori del Barone Sorricchio. «Sono una persona molto semplice, non so dire molte cose di me, amo molto il mio lavoro, la mia famiglia e i miei amici. Villa Chiara rappresenta sia il mio passato che il mio presente e spero possa essere anche nel mio futuro, perché questo posto rappresenta la mia casa, in tutti i sensi». Sposato con Rossana, Marcello ha un bimbo di soli 3 anni e mezzo, e naturalmente vive da sempre a Città Sant’Angelo. Ho provato a chiedergli se ha mai pensato di fare un altro lavoro e la sua risposta è stata perentoria:«Impossibile». Ma quali sono i suoi sogni, le sue attitudini? «Io amo viaggiare, soprattutto visitare posti di mare, uno dei luoghi più suggestivi che abbia mai visto sono le Maldive,mentre un posto dove mi piacerebbe fare un lungo viaggio è l’Australia, mi affascina molto, forse per via della sua natura incontaminata, dei gradi spazi aperti…mentre uno dei miei più grandi sogni e comprare una barca a motore, una bella barca comoda per viaggiare…». E invece cosa migliorerebbe della sua Città Sant’Angelo?«Il mare, penso che quella zona andrebbe assolutamente riqualificata, è l’unico pezzo di mare del nostro territorio, non può essere lasciato così». Denia Di Giacomo

Premio D’Annunzio Grande festa dedicata alla poesia e a Gabriele D'Annunzio, con la quarta edizione del Premio di letteratura a lui dedicato. Alla cerimonia conclusiva - 26 e 27 ottobre al Teatro Comunale - ha partecipato anche la giornalista Alda D'Eusanio, assieme a Eugenio Agus, Claudia Manes, Melania Budde e l'organizzatore Gabriele Centorame. Il premio è articolato in 5 sezioni (tra parentesi i vincitori del primo premio): poesia in lingua (premio a Maurizio Meggiorini), poesia in vernacolo (Antonio D'Amico), narrativa (Umberto D'Ovidio), sezione giovani (Maria Damiani) e poesia straniera (Pia Foglia). Il premio per il poeta dell'anno "che maggiormente si è distinto nel contenuto, nella metrica e nello stile", è stato assegnato alla poetessa Elena Malta con la poesia “Miraggio”. Un riconoscimento alla carriera è andato all'angolana Giovanna Oronzo, per la sua attività di recupero dell'angolano nella poesia e nelle commedie dialettali.

Radioamatori

Con il patrocinio della protezione civile e con l’organizzazione dell'associazione radioamatori Italiana, sezione di Pescara, torna a grande richiesta la “Fiera-mercato nazionale del radioamatore”, arrivata alla sua 48ª edizione. Per la prima volta nella sua storia si svolgerà nel comune di Città Sant'Angelo nel nuovo Centro Fiere Ibisco. Si parte il 30 novembre alle ore 09:15. Due giorni (fino al 1º Dicembre) da non farsi scappare per tutti gli appassionati di questo mondo. Insieme a questa edizione si svolgerà la terza gara della migliore autocostruzione elettronica, per incentivare l’interesse verso la progettazione elettronica, alla quale potranno partecipare tutti i visitatori con la propria invenzione. E. S.


Il Teatro dell’Immediato

Torna lo sport

Il Teatro dell'Immediato di Pescara sceglie il palcoscenico di Città Sant'Angelo per la stagione 2013/2014. Dopo un accordo-convenzione con l'amministrazione comunale, la nota compagnia pescarese è migrata al teatro comunale di Città Sant'Angelo, per una stagione ricca di proposte. Dalla città alla periferia, dai giovani agli anziani: è la cultura dei legami il palco battuto dalla compagnia diretta da Edoardo Oliva. “È un onore avere a Città Sant'Angelo un gruppo di professionisti come Oliva, i suoi colleghi e collaboratori - ha detto l’assessore comunale alla cultura Raffaella Graziani - : personalmente considero questa compagnia la migliore in Abruzzo, in grado di lavorare sui classici senza diventare elitaria. Attiverà gusti diversi, pur realizzando spettacoli adatti a tutti”. Si comincia con “Sophie” sabato 16 novembre con un doppio spettacolo, la mattina per le scuole e il pomeriggio aperto al pubblico. “Il Castello” di Franz Kafka sarà sul palco del comunale invece nei giorni 13, 14, 15 dicembre. La collaborazione continuerà nel 2014. A marzo, in particolare, è prevista la rassegna “i classici all'ora del the”: tre appuntamenti la domenica pomeriggio con spettacoli di Roberto Melchiorre su testi di Poe, Kafka, Camus. E non mancheranno altre sorprese che coinvolgeranno nomi di richiamo del teatro nazionale. R. F.

Terminata la pausa estiva è tempo per tutte le associazioni sportive angolane di una nuova ed entusiasmante stagione. Anche quest'anno, le società sportive aventi diritto, in base al regolamento comunale, potranno usufruire a titolo gratuito del “Palacastagna” e della tensostruttura “D'Annunzio”. “Nonostante le difficoltà nel coordinare le diverse necessità delle associazioni sportive e il periodo economico non favorevole” afferma l’assessore Ignazio Pratense “l’amministrazione comunale anche per il prossimo anno darà un grosso contributo alle società”. Proprio in questo clima di difficoltà economica è da segnalare l’intervento privato del Circolo Angolano Tennis, che ha permesso il rifacimento del campo da tennis in via D'Annunzio, meritando cosi anche gli elogi del Sindaco Gabriele Florindi. L’associazione sportiva in cambio utilizzerà la struttura per allenamenti e incontri. Nello stadio comunale potremo assistere sia agli allenamenti della nuova scuola calcio angolana che al campionato della Renato Curi Angolana, con la speranza che i giocatori e la società riescano a rimanere nella serie D per la gioia dei tanti tifosi. Nel Palacastagna saranno diverse invece le associazioni sportive presenti nel corso della stagione: la Pharmapiù Sport Città Sant'Angelo in B (con relativo settore giovanile); le giovanili dell'Acqua e Sapone calcio a cinque e l'Acqua e Sapone femminile di calcio a cinque. Altre società sportive usufruiranno dell'impianto del Palatenda D’Annunzio gratuitamente come il Volley femminile che conta piu di 100 tesserati. Senza dimenticare la presenza sul territorio di un Gruppo Podistico Angolana, della società ciclistica Rabbottini  e della nascente società di Taekwon-do. Emanuele Sagazio

100 anni

E’ nata Aurora

Tanti auguri a Pierino Eusebio. Vive in contrada Crocifisso con la figlia Adelina: a lui i più cari auguri dalla famiglia e della redazione.

E’ appena nata, ma lei a 100 ci è già arrivata. Aurora Di Tecco è infatti la centesima bimba registrata a Città Sant’Angelo nel 2013. Auguri al papà Andrea, alla mamma Fabiola e ai nonni Gabriele e Anna Maria.

E marciapiede fu! Fino a qualche mese fa volendo arrivare a piedi dal Punto Blu del casello A14 Pescara Nord fino al rondò di Fonte Coppa si rischiava di essere investiti. Proprio in quel tratto infatti mancava il marciapiede e molte persone, temerarie, erano costrette a passare dietro il guard rail in una improbabile passeggiata a ridosso del cavalcavia autostradale! Passaggio particolarmente pericoloso e assolutamente poco consono ad una delle aree più frequentate e in vista del nostro territorio. Da oggi questi rocamboleschi percorsi non si faranno più, perché finalmente esiste un marciapiede! Per ovviare alla mancanza di spazio è stato realizzato a sbalzo dietro il guard rail. Quindi, finalmente, l’area commerciale più importante della nostra cittadina possiede un semplice ma fondamentale passaggio che permette anche a pedoni e ciclisti di raggiungere senza timori la parte bassa o quella alta della nostra zona commerciale. Quando volere è potere! D.D.G.

65013 Città S. Angelo/Pe - Viale Petruzzi, 60

6

XVII

Stampa: Novembre 2013 Tip. Angolana Srl - Città S. Angelo (Pe)


Città Informa 17-6