Page 34

66

TROTA IN “CONZA”

ROTOLO DI RICOTTA E SPINACI CON FONDUTA

Ingredienti e dosi per 4 persone

Ingredienti e dosi per 4 persone

13 n 2 n 2 n 2 n 2 n 10 cl 50 cl 5 cl 3 n 25 g 1 n qb

300 g 1 n 100 g 300 g 50 g 100 g 50 g 4 n 100 g qb

trota salmonata media carote cipolle gambi di sedano spicchi d’aglio aceto di vino bianco vino bianco secco olio extravergine d’oliva rametti di prezzemolo prezzemolo tritato foglia di alloro sale, pepe in grani, farina

Preparazione Filettare le trote e friggerne i filetti leggermente infarinati in olio. Salare e pepare. A parte tagliare le verdure a striscioline e farle brasare lentamente in un fondo di olio d’oliva, aglio intero, rametti di prezzemolo ed una foglia d’alloro, bagnando frequentemente con vino bianco ed aceto. Infine aggiustare di sale e pepe, spruzzare di prezzemolo e ricoprire la trota con la salsa ancora calda. Il risultato sarà migliore se mangiata alcuni giorni dopo. Servire su piatto da portata bianco accompagnata con le verdure.

La Cucina delle Dolomiti Bellunesi

LE RICETTE

patate uovo farina 00 ricotta grezza ricotta affumicata grattugiata spinaci in foglie Piave vecchio grattugiato foglie di salvia burro sale, noce moscata, pepe

Preparazione Per la pasta: lessare le patate con la buccia in acqua bollente salata, quindi passarle allo schiacciapatate e lasciarle raffreddare. Aggiungervi poi l’uovo, farina, sale e la noce moscata grattugiata. Impastare bene il tutto e stendere la pasta in uno spessore di circa ½ centimetro e spalmarla con un impasto fatto dall’ unione delle due ricotte e gli spinaci precedentemente sbollentati e tritati finemente. Arrotolare come uno strudel e far bollire per circa 45 minuti fasciato in un telo di stoffa, che poi verrà tolto. Preparare la besciamella leggera e sciogliervi i formaggi tagliati a cubetti. Appena sciolti togliere dal fuoco e frullare per omogeneizzare la salsa. Tenere al caldo. Preparazione burro fuso: Mettete il burro in un tegamino possibilmente con il doppio fondo e lasciatelo sciogliere a fuoco moderato. Quando è leggermente spumeggiante salate, pepate, mescolate e versatelo nella salsiera. Per accentuare il sapore di questo burro potete aggiungere un po’ di succo di limone filtrato al colino. Porre la fonduta a specchio sul piatto ed infine tagliare a fette il rotolo e servire con del formaggio Piave vecchio grattugiato e del burro fuso.

MINESTRONE DI FAGIOLI DI LAMON CON ORZO DELLE VALLI BELLUNESI Ingredienti e dosi per 4 persone 250 g 100 g 2 n 2 n 2 n 1 n 1 n 150 g 50 g 5 cl qb qb

fagioli Lamon IGP secchi zucca gialla patate carote gambi di sedano cipolla fetta grossa di pancetta affumi cata orzo delle valli bellunesi Piave Vecchio stagionato olio extravergine d’oliva cannella, chiodi di garofano, rosmarino, aglio, prezzemolo, sale e pepe

Preparazione Mettete i fagioli ad ammollare in abbondante acqua per almeno 12 ore , unirli a tutte le altre verdure e mettere su a freddo (senza il classico soffritto di cipolla). Ricoprire d’acqua e lasciare bollire per circa 2 ore. Nel frattempo aggiungervi pure la pancetta affumicata intera,i chiodi di garofano,la cannella,il sale ed il pepe. Infine passare il tutto con il passaverdure (preferibile) o con un frullatore ad immersione tenendo alcuni fagioli per guarnizione. Se il tempo lo concede,cuocere assieme alla minestra l’orzo. In caso contrario aggiungervi l’orzo precedentemente cotto. Servire in zuppiera spruzzando di Piave vecchio grattugiato e prezzemolo tritato, oppure con un po’ d’orzo e alcune crostini di pane tostato.

TAGLIATELLE AL RAGU’ DI CAPRIOLO Ingredienti e dosi per 4 persone 400 g 20 g 20 g 40 g 10 cl 15 g 20 g 12 cl 30 cl 1 n 2 n 1 n 5 n qb

spalla di capriolo carota costa di sedano cipolla olio extravergine di oliva concentrato di pomodoro funghi porcini secchi vino rosso fondo di selvaggina rametto di timo foglie di salvia spicchio d’aglio bacche di ginepro sale e pepe

Preparazione Mondate le verdure e tagliatele a dadini di mezzo cm, rosolatele in una casseruola con l’olio, aggiungete, quindi, il capriolo, tagliato a dadini di mezzo cm, lasciatelo rosolare fino a quando non è evaporata la sua acqua. Aggiungete il concentrato di pomodoro, lasciate cuocere fino a che non abbia un colore omogeneo, sfumando con il vino, a piccole dosi. Aggiungete il fondo di selvaggina e finite la cottura a fiamma dolce per un’ora. Poco prima della fine della cottura, aggiungete tutte le spezie e i funghi, precedentemente ammollati in acqua tiepida, insaporite di sale e pepe e completare la cottura. A parte lessate le tagliatelle al dente. Scolate le tagliatelle e trasferitele nella padella insieme al ragù, quindi saltate il tutto e servite in tavola caldissimo

La Cucina delle Dolomiti Bellunesi

LE RICETTE

67

Profile for ENAIP Veneto

Sapore Veneto  

Ricettario sapore veneto

Sapore Veneto  

Ricettario sapore veneto

Profile for pierobet
Advertisement