Issuu on Google+

1 - 7 agosto 2013 Anno III numero 16 Si pubblica ogni due settimane

Sito: www.piazzasalento.it

Prossima uscita giovedì 8 agosto

Copia gratuita

Le notti all'aperto sempre più diffuse: ad Aradeo per la cultura, bianca a Torre Mozza, verde a Presicce. Viola di rabbia i bagnanti: parcheggi e traffico

Stagione a colori ci sono proprio tutti di Fernando D'Aprile

Suoni e ritmi ti raggiungono anche là dove non vorresti. I fruscii delle biciclette, loro il boom sulle litoranee, sono divorati da moto e auto dalle guide allegre e rombanti. Gruppi di ragazzi con la spensieratezza stampata addosso sciamano quasi fossero padroni del mondo. Sull'acqua si specchiano le ostentate ricchezze dei pochi che i molti a riva sognano e un po' invidiano. Sotto gli ombrelloni e intorno si compie il rito degli incontri, mentre i piccoli si lanciano nelle loro scoperte. Dai tavolini all'aria aperta salgono voci dai mille accenti, motivetti, risate e piani per notti extra. E qualcuno va ad un ristorante per cenare con lo sconto, promesso da un sito anonimo, e si trova a capire in un attimo che è bene fidarsi di chi ci si può fidare. Due schiaffi. All'improvviso. In piena faccia. Di quelli che rintronano e fanno ronzare le orecchie. Vite spezzate da altri e spezzate da se stessi. Gesti risolutori che invece non risolvono proprio nulla, anzi impediscono una possibile via d'uscita, se si resta ancora, comunque, dalla parte della vita. E vite stravolte. Quelle dei figli, incolpevoli per definizione, che magari già pativano la perduta armonia familiare e speravano in cose che i grandi ritenevano ormai impossibili. Perchè gli adulti si arrendono, a volte. Vite a cui si toglie (per ora?) l'elastico per lanciarle nel mondo. Anche questa è estate, la nostra estate.

Belle vacanze Dopo Rimini c'è Gallipoli a pag. 5

all'interno

Palio di Galatone il 4, l'8 a Seclì

Anche questa è estate

Siti e indagini non hanno dubbi. Il Codacons: conveniente

Gallipoli, centro storico

Aldo Giovanni e Giacomo, Fiorello, Solfrizzi, Olmi, Comencini, Ozpetek: il Salento si fa conoscere

Ciak! Qui sì che si gira L'arte e l'industria del cinema mettono radici, grazie anche ad Apulia film È una tendenza ormai consolidata: i paesi e le città, le coste e l'entroterra del Salento si prestano in modo sempre più frequente a fare da scenari unici per opere cinematografiche. La Regione ha perciò lanciato cinque anni fa Apulia film commission: incentiva i cineasti, anima il territorio, forma nuove figure professionali. E promuove la ripresa della memoria locale con interessanti ritorni economici. a pag. 2-3

Premio Maglio ad Alezio con Antonio Caprarica

a pag. 8

Edoardo Winspeare gira alcune scene di "In grazia di Dio" nel centro di Casarano

Un amore coniugale alterato sfocia in tragedia a Taurisa-

"Morti ma insieme" l'uccide e si uccide

Frida Ciurlia e Francesco Capone a pag. 27

a pag. 20

Nove ragazzi terribili stravincono nel calcio a 9

Il Real in allenamento

Il Real Racale iscritto ma senza soldi "1X2" il team di Gallipoli

Acquarica per i vandali Lido Marini trascurato Le Pro loco si arrendono a pag. 29

SIMU SALENTINI - Un regalo dai nostri scrittori: un racconto inedito per voi. a pag. 21

Sorpresa d'agosto riapre l'ippodromo

a pag. 7

Casarano e Gallipoli: fronte comune per un polo ospedaliero a pag. 19 Nicco paroliere vince pure a Castrocaro a pag. 18 Concorso di poesia a Parabita, ma vincono i concorrenti di Matino a pag. 14 Centrale biogas di Galatone: tutto fermato a pag. 12

SPORT

L'Euroitalia di Casarano

I FATTI

a pag. 24

In estate ci incontriamo ogni sette giorni. Le prossime uscite: 8, 15 e 22 agosto


2

In Evidenza

1 - 7 agosto 2013

Da cinque anni è nata l’Apulia film commission: incentivi per far conoscere queste terre e creare nuove professioni

Nuovo cinema Soldi, visibilità e lavoro da un potente motore Salento Puglia controcorrente. A tutti attivati con loro dei laboratori, i livelli si taglia sulla cultura (nel perciò le riprese avverranno a decreto legge “del fare” tra gli 80 Investiti quasi 900mila € settembre». provvedimenti nemmeno uno riNon solo. Nei Comuni e nelle guarda la cultura), ma la Regione ne hanno prodotti Province che aderiscono all’Afc Puglia continua ad investire. Ne per un valore di 5 milioni vengono promossi mostre, conè un esempio lampante la poliferenze, incontri con registi, corsi tica culturale dell’Apulia film di formazione. È l’aspetto più incommission, che a 5 anni novativo che dovrebbe della sua fondazione, regispingere gli Enti locali stra un incessante svilupad aderire. «Nei Comupo sia negli investimenti ni che lo hanno fatto e sia nei prodotti realizzati. sono diventati suggeIl finanziamento totale stivi set - sottolinea De erogato dai quattro fondi Luca - la collaborazione “Apulia hospitality fund”, e la disponiblità sono “Apulia international film state altissime: si attivafund”, “National film no per rendere più agefund” e “Apulia devevole e rapida la conceslopment film fund” è pari sione di autorizzazioni a 862.697,65 euro per un facendo risparmiare impatto economico totale tempo prezioso alla prosul territorio di 4milioni Beppe Fiorello in “Galantuomini” di Winspeare, duzione». girato anche a Ugento. Sotto, Luigi De Luca 833mila euro. D’altronde c’è una Cifre di tutto rispetto ricaduta immediata sui ampiamente giustificate dai risul- di Carlo D’Amicis». territori coinvolti: vengono utitati raggiunti. Ne è convinto LuQui viene fuori un elemento lizzate le maestranze locali e igi De Luca, che va al di là del semplice finan- quanto più è alto il numero della vicepresidenziamento: l’animazione del terri- loro utilizzazione, tanto più conte dell’Afc: torio, la promozione della cultura sistente è il contributo. «Peccato «Basta guarche esalta le potenzialità locali - conclude De Luca - che sono dare l’ultimo coinvolgendone le energie: «Non pochi i paesi dell’arco ionico che riconoscia caso - continua De Luca - il hanno aderito all’Apulia perché mento che si film di Barletti che sarà girato tra i vantaggi di natura culturale ed pone come Leverano e Avetrana, coinvol- economica sono innegabili». una ulteriogerà anche gli studenti: saranno MDL re conferma di qualità: “The third person” il nuovo film del regista canadese premio Oscar Paul Haggis, girato parzialmente in Puglia, nella città vecchia di Taranto, sarà presentato in anteprima mondiale in Canada, al “Toronto international film festival”, in programma dal 5 al 15 settembre”. Il regista venne letteralmente stregato dalla gente e dalla bellezza del capoluogo ionico, tanto che espresse pubblicamente la propria vicinanza ai tarantini costretti a vivere le note difficoltà ambientali. «Un successo per l’Afc - rileva De Luca - che ha contribuito alla realizzazione del film attraverso il fondo Apulia international film fund, che garantisce il sostegno economico a produzioni audiovisive, cinematografiche e televisive internazionali. Come un successo sarà il film in lavorazione di Davide Barletti “ La guerra dei cafoni” tratto dall’omonimo libro

A New York un'opera girata da queste parti è stata premiata perchè "fa venire voglia di andarci subito"

Quando i film diventano i nostri migliori amici di Mariarosaria De Lumè

Nell’aprile di tre anni fa “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek vinceva il premio speciale della giuria del “Tribeca Film Festival”, la rassegna del cinema di New York fondata da Robert De Niro. Singolare la motivazione: il film veniva premiato “per averci fatto ridere, piangere e immediatamente voler prenotare un viaggio in Italia meridionale”. Emozioni istintive, immediate, e la spinta, forte, a partire per andare a visitare i luoghi in cui si svolge la storia del film. Non a caso si parla di "turismo cinematografico", quello che si crea come appendice della visione dei film, così come si parla di "turismo religioso" alla scoperta dei maggiori santuari legati al culto dei santi. Intuizione vincente quella dell’Apulia che dal 2007, anno della sua nascita, si propone di attrarre le produzioni audiovisi-

Muccino, Rubini, Olmi Ozpetek, Comencini e il Tacco va nel mondo ve offrendo servizi competitivi, abbattendo i costi di trasferta, cast, troupe e location del territorio. Nel Sud si ritorna, come ha fatto Ozpetek, che qualche settimana fa ha girato ancora una volta a Lecce “Allacciate le cinture” che dall’Afc ha ottenuto un finanziamento di 268.964,92 euro per 54 giorni da girare tra Lecce, Otranto e Maglie. E Lecce ringrazia il regista offrendogli la cittadinanza onoraria. Continua a girare nel Salento Edoardo Winspeare con “In grazia di Dio” così come accaduto in passato per “Pizzicata”, “Sangue vivo” e “Galantuomini”: trenta giorni tra Lecce, Casarano Casarano, Maglie, Tricase,

Corsano, Giuliano, con un finanziamento di 90.245,60 euro. Dal Gargano a S. Maria di Leuca, non solo negli ultimi 5 anni, la Puglia è diventata un grande set, tanto che si potrebbero disegnare itinerari turistici attraverso le location dei film. A iniziare da “Nostra Signora dei Turchi", di Carmelo Bene (1968) con Otranto, la sua cattedrale e il suo mare;”Liberate i pesci” di Cristina Comencini con le vicende di una famiglia non proprio esemplare ambientate a Lecce; “Tre uomini e una gamba” con il grottesco viaggio di Aldo Giovanni e Giacomo verso Gallipoli, con la famosa scena del lancio del cellulare ce proprio nel mare gallipolino, litorale sud sud; “L’anima gemella “di Sergio Rubini, che da pugliese per i suoi lavori sceglie la sua regione come set privilegiato e per questo film in particolare Lecce; e ancora “Le farò da padre” di Alberto Lattuada. girato a Lecce, Nardò e Porto


1 - 7 agosto 2013 ANTONACCI FECE BALLARE SULLA TORRE DEL PIZZO Punta della Suina e Torre Pizzo, quale set del video della canzone-tormentone della scorsa estate. Le note “pizzicate” di “Non vivo più senza te”

di Biagio Antonacci trovarono, infatti, casa sulla vecchia torre del Pizzo per un video che impazzò su YouTube e sui canali televisivi musicali. Quel sito, già apprezzato da molti turisti e dallo stesso Antonacci (visto più volte in

3

vacanza) risultò ancor più affascinante e magico con le belle immagini che lo riprendevano con la luce del tramonto (foto). Il video venne prodotto con il contrinuto di Pugliapromozione, l’agenzia regionale del turismo.

Dal “Progetto memoria” nate 12 opere tra corti, documentari e fiction

In apertura alcune scene di “In grazia di Dio” girate da Edoardo Winspeare (a sinistra) nel centro di Casarano; sopra, i protagonisti di “Tre uomini e una gamba” in cui Gallipoli è la destinazione finale: nel mare gallipolino Aldo lancia il cellulare di Giacono, seduto sugli scogli

Miggiano. Titoli di film e location solo a titolo esemplificativo perché i film che godono della luce del Salento, sono davvero tanti da tracciare itinerari lungo le due coste. Più ricco sarebbe quello che interessa la fascia adriatica tenendo conto della maggiore adesione degli Enti locali di quell’area all’Apulia film commission, ma anche nell’arco

ionico si potrebbero segnare alcune significative tappe. Si può cominciare dal Lido Pizzo e Punta della suina di Gallipoli di “Mine vaganti”, la costa di Porto Selvaggio in “La posta in gioco”, Porto Cesareo nel video “Estate” di Silvio Muccino, Leverano nel “Il pasticciere” di Emilio Solfrizzi, “Il padre delle spose” (Nardò), “Guardiani delle nuvole” di Luciano Odorisio (ancora Nardò).

Personaggi, luoghi ed eventi della Puglia del Novecento hanno trovato uno spazio particolare (anni 2009-2010) nel “Progetto memoria” attraverso le produzioni cortometraggi, documentari e fiction di giovani filmaker. Il recupero della memoria storica è affidata a giovani talenti che attraverso lo strumento dell’audiovisivo ricostruiscono la storia e l’identità pugliese. Tra i 12 lavori che sono stati prodotti (tra cui “Di chi sei figlio?” di Corrado Punzi ambientato a Lizzanello, Lecce e Tricase; “Poppitu” di Roberto De Feo e Vito Palumbo sul set di Cocumola; “Salento, terra di popoli” su quello di Lecce, Galatina, Specchia e San Foca), va ricordato “Danze di palloni e coltelli” di Chiara Idrusa Scrimieri, dedicato alla figura di Leonardo Donadei, “ballunaru” e danzatore di pizzica scherma di Parabita, famoso per la sua abilità nel ta costruire e palloni di carta per la festa di Sant’Antonio a Novoli. Nel lavoro della Scrimieri c’è tutto il fascino delle arcaiche tradizioni salentine presenti nell’area parabitana: feste paesane con bande musicali, pizzica scherma, intreccio di riti sacri e profani che culminano attorno alla “Focara” di Novoli tra fuochi e palloni.

L’identità consegnata a mani giovani Chiara Idrusa Scrimieri (Danze di palloni e di coltelli); Claudio Santamaria e Valentina Cervi (Fine pena mai, girato pure a Matino),

Leonardo Donadei, con un ruolo di rilievo in “Danze di palloni e di coltelli”; una scena di “Italian Sud Est” che ha toccato Gallipoli

Sostenute ben 170 produzioni La Fondazione Apulia film commission annovera tra i soci 26 tra Province e Comuni pugliesi. Nel Salento la Provincia e il Comune di Lecce e altri 24 Comuni, di cui solo Nardò della fascia jonica (l’adesione è di 0,15 centesimi per abitante). Dal 2008 sono state sostenute oltre 170 produzioni tra le quali vanno ricordate: “Third Person” di Paul Haggis, “Ne te retourne pas” di Marina de Van con Monica Bellucci, “Il villaggio di cartone” di Ermanno Olmi, “È stato il figlio” di Daniele Ciprì”, “E la chiamano estate” di Paolo Franchi, “Senza arte né parte” di Giovanni Albanese. La Fondazione promuove lo sviluppo della cultura cinematografica attraverso il Centro studi, formazione e ricerca sul cinema e l’audiovisivo, la mediateca regionale pugliese e i cineporti di Bari e Lecce. Tra le ultime iniziative finanziate con fondi Ue c’è “PugliaExperience”, il workshop internazionale di sceneggiatura di tre settimane. LC

CI PRENDIAMO CURA DEI TUOI SPAZI

Seguici su:

non

Sei proprietario di immobili che fruttano e generano solo spese? Contattaci e li trasformeremo in una rendita mensile

SALENTO GESTIONI SRL - I nostri servizi: ▪ Ristrutturazione e valorizzazione immobili ▪ Gestione case, condomini e residence ▪ Piccole manutenzioni impianti idrici ed elettrici ▪ Progettazione, realizzazione e manutenzione giardini ed outdoor

▪ Gestione affitti ▪ Gestione a distanza e direzione lavori ▪ Pulizie domestiche ed arieggiamento periodico ▪ Gestione e coltivazione terreni agricoli ▪ Consulenza e managing territoriale

SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI E PERSONALIZZATI

Per informazioni: 0833.912302 - 366.8175903 - email: info@salentogestioni.com


GALLIPOLI 1 - 7 agosto 2013

Pag. 4

Sbloccate due aree di sosta dietro le dune del litorale sud. Sollievo da stabilimenti e bagnanti

Chiese aperte

gioielli architettonici Parcheggi, c'è chi dice sì Cinque aprono di notte le loro porte Arrivano nuovi parcheggi, circa 500 posti auto, autorizzati da Bari in una conferenza dei servizi (il modo più celere di ottenere i vari permessi necessari) conclusasi a ridosso di agosto. Si avvia l'unico parcheggio (degli undici autorizzati tra i 38 richiesti da soggetti privati) che si trova dopo i grandi alberghi e prima della Punta della suina. Degli altri non c'è traccia e, visti i tempi e i problemi poco chiari esistenti nel settore, forse non se ne vedranno. C'è chi lascia intendere certe "persuasioni" striscianti a lasciar perdere (l'affare movimenta decine e decine di migliaia di euro con pratiche abusive e illegali); chi non ha accolto di buon grado alcune prescrizioni (per esempio, il numero massimo di auto da far sostare), chi col parcheggio

DOMENICA 28 LUGLIO La situazione nei pochi parcheggi autorizzati e avviati intorno a mezzogiorno: da sinistra qualche auto nell'area tra i grandi alberghi e Punta della suina; poche auto nella zona accanto allo stadio "Bianco"; lucchetti all'area di sosta dietro alla discoteca sulla litoranea: presto verrà aperta con l'ok della Regione; una famigliola cerca un varco per raggiungere il mare e, sotto, Padula bianca

«Qualcuno si oppone ai nuovi posteggi? La Prefettura chiami pure l'Esercito...» avrebbe poi voluto fare altro, magari anche oltre il 15 settembre. Le due aree senza vegetazione al limite sud di Baia verde, operative l'anno scorso con qualche forzatura e bloccate finora in attesa di un chiaro passaggio dalle istituzioni che proteggono un'area ambientale così di pregio, potranno dare un po' di ossigeno e far abbassare i toni delle proteste dei bagnanti e dei gestori degli stabilimenti. Quello dell'"Elios", Salvatore Busti, attivo dall'84, ha portato domenica 28 i lettini ai bordi della litoranea, offrendo bottigliette d'acqua ai villeggianti che vagavano in cerca di un posto auto. «Navette con 9 posti, posteggi (presso le cave) distante cinque chilometri, multe di 42 euro l'una a raffica: anche chi ha prenotato se ne vuole andare per-

ché qui non si riesce ad arrivare. Una situazione insostenibile. Ci sono cose che bloccano i nuovi parcheggi? Allora si faccia venire l'Esercito, non possiamo stare tutti sotto scacco», aveva detto Busti prima degli ultimissimi provvedimenti. E ora? «Benissimo! È sicuramente un'ottima cosa la riapertura di quest'area che serve agli stabilimenti della zona. Abbiamo impiegato 30 anni per farci conoscere e non possiamo perdere tutto in due tre stagioni», dice,

a nome probabilmente anche dei suoi colleghi che operano tra la Baia verde e il canale dei Samari. La nuova situazione, certamente un po' più adeguata della precedente, dopo il flop dei nuovi parcheggi temporanei autorizzati ad operare già da metà luglio, reggerà alla piena prevista per il 3 agosto? «Per adesso siamo soddisfatti, la situazione ci ha assorbito da mesi», commenta il sindaco Francesco Errico, alle prese con i vincoli che gravano sul parco

naturale, tra sopralluoghi con la Forestale, incontri con l'assessore regionale Barbanente, confronti con funzionari della Soprintendenza, delle forze dell'ordine, della Prefettura (con l'occhio a quanto si muove intorno alla ricca torta dei posti auto). Doglianze documentate con foto arrivano anche dal litorale nord, com'era prevedibile. Padula bianca, precisamente in via dei Gabbiani in località "Le canne": il caos è totale tra auto in doppio senso che s'imbottigliano a vicenda e bloccano persino gli usci delle case. «E se ci fosse un'emergenza? I soccorsi sarebbero praticamente bloccati», scrive allarmato Antonio Musardo a Piazzasalento. Però questa dovrebbe essere l'ultima estate di tregenda da quelle parti: il cantiere già aperto - per un progetto elaborato dai Comuni di Gallipoli e Sannicola - realizzerà la riorganizzazione urbanistica di quella bella zona, cresciuta un po' troppo selvaggiamente. Con le conseguenze che si possono notare. @ la fotogallery su piazzasalento.it

I prossimi eventi curati da Pro loco e Comune

Musica per tutti i gusti, teatro sagre ma anche tanta natura Con il mese di agosto entra nel vivo il programma di eventi messo a punto da Pro loco e Comune per l’estate 2013. Tanti gli appuntamenti della prima settimana in attesa del clou dei giorni centrali del mese con sagre e concerti. Si parte con lo spettacolo “Il Rugantino” a cura di Gaia Viaggi in Piazzale Aldo Moro, lo “Sleuth” della compagnia teatrale Hypocrites, nel chiostro di san Domenico e le serate in musica al Caffè Duomo con il concerto di Pizzica de “I tre Frati” e al Gondar con “Shantel”. Confermati gli appuntamenti del "venerdì in natura "alla scoperta del Parco naturale di Punta Pizzo (foto) con Legambiente; il 2 è previsto il “Biking” mentre il 9 la “Passeggiata”, entrambe dalle 17:30 alle 20:30. Il 3 è la volta del concerto del cantautore romano Niccolò Fabi che si esibirà al Gondar; mentre in piazza Tellini alle 21 è prevista la IX edizione del “Premio Europafestival” di Tony Greco. La musica è la protagonista

della settimana con i concerti di Adam Beyer il 4, Busi Signal il 5 Be Bop a Lula Party il 7, Sven Vath l’8 e Sud Sound System il 9 tutti al Parco Gondar. E ancora “La Corte delli Sciuscià” il 6 presso il Bar Tellini e i “ Moda ‘RK” l’8 al Caffè Duomo. Sempre il giorno 8 la compagnia teatrale “ClanDestini” presenta il lavoro “Cartabianca” nel chiostro San Domenico. Prendono avvio anche le sagre, l’8 parte nell’Area mercatale la “Sagra in musica” mentre il 9 presso lo scalo del Rivellino prende il via la “Sagra del pesce fritto”. RdB

È partita lo scorso sabato l’iniziativa "Chiese aperte" dell’associazione “Gallipoli nostra”. Appuntamento consolidato e atteso ormai da qualche anno che rappresenta un fiore all’occhiello per la cittadina jonica per il servizio di accoglienza che offre e per la qualità degli operatori. Cinque tra le più belle chiese del centro storico saranno aperte tutti i giorni dalle ore 18 alle 22 con servizio di guida gratuita. I "gioielli" sono la cattedrale di Sant’Agata (foto), la chiesa di San Francesco d’Assisi, il Crocefisso, la chiesa del Rosario e il Santuario del Canneto. Il progetto è stato sostenuto in minima parte da Pugliapromozione, con un contributo di circa 6mila euro; l’impegno dell’Agenzia regionale per il turismo passa quest’anno direttamente dall’Amministrazione. Tuttavia secondo il presidente dell’associazione Francesco Fontò, nelle cui

parole si legge un po’ di rammarico, il progetto è stato “realizzato quest’anno con molti sacrifici”. Sono in pochi secondo Fontò a non credere nelle potenzialità di tale iniziativa. A completare tale servizio, si aggiunge anche l’Open Day del sabato che su prenotazione offre la possibilità di una visita guidata in notturna per tutto il centro storico, dalle 20 alle 23, più la visita nella stessa fascia oraria delle stesse chiese. Rdb

Sabato e domenica in ascolto della favola del Parco di via Firenze Due giornate da trascorrere in mezzo al verde e alla fantasia, con un occhio di riguardo all’ecologia e al risparmio che in questi tempi di crisi può diventare una vera e propria arte. Tutto pronto per la manifestazione “C’era una volta il parco”, che nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 agosto dalle 10 del mattino fino alle 20, darà la possibilità di vivere un percorso incantato tra il verde del parco di via Firenze di Gallipoli e una favola raccontata con delle lettere di cartone ricavate da materiali riciclati e appese alla rete del parco lungo tutto il tragitto. Si realizzerà l’idea del 24enne gallipolino Claudio Russo che, insieme ai suoi collaboratori e forte delle sue recenti esperienze all’estero, vuole dimostrare ai suoi concittadini che si può trascorrere tranquillamente del tempo di qua-

lità senza spendere un solo euro e coinvolgendo tutta la famiglia. La storia spontanea e fantasiosa che vede come protagonisti i bambini di via Firenze, il parco e una minacciosa ombra, nata nelle scorse settimane grazie al contributo dei passanti nella zona, diventerà dunque un piacevole pretesto per trascorrere del tempo con la propria famiglia. ADM

Ci trovate pure qui • OVALE SIGARETTE ELETTRONICHE c.so Roma,132 • PRO LOCO Via Kennedy • SUPERMERCATO DOK via Lecce,5 • MARKET SIMPLY C.so Roma,39 • PARRUCCHIERI SCHIRÒ via San Sebastiano,9 • BAR LA PALMA c.so Roma • TEATRO ITALIA CINEMA c.so Roma • SPEAKEASY p.zza A. Moro,5 • BAR DEL PORTO area portuale • LA DISPENSA DELLA NONNA c.so Roma,151 • BAR LE VELE Lungomare Galilei • SNACK BAR c/o staz.di serv. IP s.p. per Alezio • Bar c/o ospedale "Sacro Cuore" • BAR TABACCHI SAULI OVEST c/o staz. serv. Esso s.s. 274 Gallipoli- Leuca • SMOKE SHOP via L. Ariosto (Lido san Giovanni) • CAFÈ MIVIDA - Riviera Nazauro Sauro,2; • IAT INFORMAZIONE ACCOGLIENZA TURISMO via A. De Pace,82 • ACCADEMIA DEL GUSTO GELATERIA p.zza Imbriani,32 • ANMI ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINAI D'ITALIA Lungomare Marconi,3 • DISTRETTO SANITARIO presso Ospedale vecchio lungomare Marconi • AGENZIA VIAGGI S. ANDREA via Lecce,70 • LAB. URBANO LIBERAL'ARTE riviera Nazario Sauro,131/a • PUNTO RICARICA piazzale Stazione • MACELLERIA DA MIMINO viale Bari,52 • TABACCHERIA DEA BENDATA via Milano • MINIMARKET EUROPA viale Europa, 27 • BAR LA GALLERIA via Alfieri • INTERNET POINT via Gramsci,15 • SUPERMAC via Corazzini, zona Peep 3


1 - 7 agosto 2013

Gallipoli

PREMIATO IL DOXI DELLA CANTINA COPPOLA Paolo Massobrio e Marco Gatti, autori dell'”Ascolto del Vino” e ideatori del riconoscimento ai 100 migliori vini d'Italia, hanno inserito il Doxi Alezio

Doc della cantina di Lucio e Giuseppe Coppola fra i “Top Hundred” 2013 della classifica del Golosario. Paolo Massobrio, critico enogastronomico, aveva già elogiato il Doxi su La Stampa del 7 febbraio. La premi-

5

zione dei Top Hundred avverrà a Milano, il 17 novembre, nella cornice di “Golosaria”, precisamente nei locali del Superstudiopiù di via Tortona. Nella classifica al primo posto la Toscana; la Puglia è presente con 4 vini.

Gallipoli sempre al top delle mete turistiche: secondo Trivago.it è seconda solo a Rimini

Più bella e anche più "accessible" di Lucio Colavero

Uno scorcio di Gallipoli, uno dei tanti che attirano i turisti da ogni parte. Bellezze architettoniche, storiche, naturali, ma anche divertimento assicurato, si dividono il merito dei flussi turistici.

Anche per quest’estate Gallipoli è la meta preferita dai turisti. La conferma, se mai ce ne fosse ancora bisogno, arriva da Trivago.it, il più grande e cliccato motore di ricerca del mondo per quanto riguarda le strutture ricettive di ogni genere. Il successo dei siti turistici è decretato dagli stessi utenti che danno la loro valutazione sulle strutture: Gallipoli si trova al secondo posto, al primo sempre Rimini come lo scorso anno e al quinto c'è Otranto. Niente di nuovo, il trend è sulla linea di continuità 2012. Anche per quanto riguarda il costo della vacanza, Gallipoli, in una ricerca del Coda-

Intensa azione di controllo e di prevenzione della polizia municipale

Tutto sommato, va bene

CONTROLLI CONTINUI Immagini quotidiane di vigili impegnati a verificare anche la correttezza delle occupazioni di suolo pubblico

Stagione da superlavoro Carro attrezzi in azione per regolare il traffico lungomare Galilei. Per fronteggiare questo problema e l’emergenza viabilità sono stati attivati dei servizi notturni, compatibilmente anche con gli impegni dell’attività ordinaria e straordinaria che i vigili continuano a svolgere. Proprio la presenza della pattuglia in servizio notturno ha permesso i soccorsi immediati nell’incidente mortale verificatosi giorni fa. Il carico antropico che grava su Gallipoli in questo periodo richiede un’organizza-

cons riferita agli affitti, risulta, tra le italiane, la meta più conveniente. Non certamente tra le località turistiche europee, perché sempre a proposito di costi, al primo posto per la convenienza risultano le città della Croazia, della Grecia, ma anche della Spagna e della Turchia. Ma rispetto ai posti più belli della Campania, della Liguria, della Sicilia, è la "città bella" ad offrire una vacanza a prezzi

Protocollo d'intesa Comune e Assobalneari: verifica della situazione

Vigili pure di notte Un’estate di impegno e lavoro senza sosta per la polizia municipale, controlli a tappeto, presidi fissi e servizi notturni per gestire al meglio le criticità della bella stagione. Dal comando fanno sapere che “l’azione è finalizzata principalmente a regolamentare l’occupazione di suolo pubblico, il commercio abusivo e la viabilità, soprattutto sulla litoranea sud”. Riguardo al suolo pubblico sono circa cento i controlli già effettuati nell’ultimo periodo che hanno prodotto 35 sanzioni e sei segnalazioni allo Sportello unico per le attività produttive (Suap). «Queste operazioni di controllo hanno carattere ripetitivo - sottolinea il comandante dei vigili urbani, Paola Vitali - e verranno effettuate più volte nel corso del periodo estivo». Sempre in quest’ottica, per facilitare il lavoro, è partita l’iniziativa di evidenziare i confini di ogni attività commerciale con una segnaletica orizzontale: ad oggi l’operazione è stata effettuata su tutta via De Pace e in via Duomo ma dovrà riguardare l’intero centro storico. A questo si aggiunge il commercio abusivo notturno in corso Roma e sul

L'associazione dei consumatori valuta convenienti gli affitti

zione e un lavoro mirati a garantire una viabilità più scorrevole e ordinata e che, soprattutto, non ostacoli le operazioni di soccorso in caso di emergenza o non aumenti il rischio di sinistri. Un ordine di servizio ha imposto due postazioni fisse con cambio sul posto, una in zona stadio e l’altra in zona Samari. A questi si aggiungono i controlli serrati in Baia verde con carro attrezzi (e pioggia di multe). Soddisfatto il sindaco Francesco Errico che si dice “contento del lavoro svolto dal comando d polizia municipale”. «Stiamo fronteggiando queste emergenze con grande impegno da parte di tutti - dichiara - forse anche al di sopra delle nostre aspettative». RdB

di Rita de Bernart

Decibel, viabilità, sicurezza e pulizia sono i punti fondamentali del protocollo d’intesa stipulato tra Comune e Assobalneari nel mese di maggio per garantire un’estate a misura di tutti. Tante le proposte e le promesse fatte in quella sede e sottoscritte dai rappresentanti. Sebbene i problemi siano tanti e di diversa natura, le parti stanno riuscendo a tener fede almeno in buona misura agli impegni presi. La sicurezza è garantita dal servizio d’ordine interno degli stabilimenti e dalla pattuglia di vigilanza privata che durante le serate musicali presidia la litoranea sud, coadiuvata dai Vigili urbani. Riguardo si». Nulla di fatto invece per la viabilità, la situazione appare il censimento dei lidi con una più critica anche a causa della numerazione progressiva che Critica ancora la viabilità complicata situazione dei parpermetta un’identificazione vecheggi. Niente servizio navetta ok per sicurezza e pulizia loce in caso di emergenza, e per e grande confusione, ma è gestiil presidio fisso del 118, in zona ta tuttavia al meglio delle poscampo sportivo, non ancora atsibilità dal grande lavoro della polizia municipale che ha attivato presidi fissi e tivato. Bene invece la pulizia ( alle 7 del mattino), argomento che rappresentava una priorità in virtù servizi notturni. Sul fronte decibel che tanto fa discutere per il anche della Bandiera verde assegnata alla spiagdisturbo che arreca ai residenti della zona il sin- gia di Gallipoli, considerata a misura di bambino. daco Francesco Errico fa sapere che la situazione Subito dopo le serate musicali, nelle prime ore del è monitorata costantemente e che come previsto mattino, gli operatori privati dei lidi puliscono la si sta evitando l’uso del vocalist. «L’aspetto signi- zona di loro competenza fornendo un valido aiuto ficativo - afferma Errico - è che i limiti imposti agli operatori del servizio cittadino di nettezza urvengono rispettati quasi da tutti e se - continua - bana che, come era previsto dal protocollo, setacqualcuno invece dovesse continuare ad eccedere ciano l’intera litoranea, ripulendo carreggiata, verrà diffidato revocando se necessario i permes- dune e spiaggia.

Motivi di sicurezza ma su fb è polemica

Rassegna artistica ospitata nel salone del "Quinto Ennio"

S. Cristina, stop a una giostra sui marciapiedi i resti

Tracce mediterranee di Francesco Spadafora

Santa Cristina col botto quest'anno. Ma non quelli soliti e ammirati, con i loro magici riverberi sul mare: è stata una ordinanza del sindaco Francesco Errico a bloccare una giostra del Luna park, ospitato come di consueto all'uscita della città per la strada di Taviano. Motivi di sicurezza pubblica sono stati alla base del provvedimento che su facebook ha subito raccolto pareri contrastanti, tra chi valutava positivamente l'intervento sanzionatorio (peraltro per irregolarità ammesse dagli stessi gestori) e chi invece sollevava sarcasticamente altre questioni. «Perché, le giostrine sul lungomare sono tutte in regola e sicure?!», ha chiosato qualcuno. Altro aspetto: gli spray usati sul marciapiede di corso Roma per delimitare gli spazi assegnati ai commercianti. A festa finita, fanno ora bella mostra di sé.

Torna a Gallipoli il progetto in forma di mostra d’arte "Tracce mediterranee", felice connubio umano e creativo, intrapreso alcuni anni or sono da Mimmo Anteri, unitamente ad alcuni sodali (foto in alto), alfieri di quella produzione artistica del Salento finalizzata a dare dignità e valore a quel "Sud dell’anima" visto come luogo fecondo di esplorazione. È il liceo classico "Quinto Ennio" (foto), dal 27 luglio al 25 agosto, dalle 20.30 fino a 30 minuti dopo la mezzanotte a ospitare le opere degli 8 artisti coinvolti in questa nuova progettualità, "realizzata – sottolinea Anteri – grazie allo stimolo ricevuto da questi amici e colleghi, i quali mi hanno dato forza per riprendere e riprogettare questa rassegna". L’esposizione ha due ambiti "visuali" sostanzialmente riconducibili alla pittura (Nicola Antona, Paola Beccarisi, nata a Lecce, ma gallipolina d’adozione, Daniele Minosi, Maurizio Muscettola, la tugliese Francesca Testa

più bassi. Un motivo non certo irrilevante di attrazione per i turisti, soprattutto giovani, che sembrano sempre più affascinati dalle bellezze della perla dello Ionio. Ne è testimonianza anche il successo di un video realizzato dal direttore della webTv, Francesco Piras, postato sul profilo “NonsolomareTv” di facebook che in poche ore ha raccolto innumerevoli like e condivisioni (oltre quarantamila). Un aiuto per rendere più appetibile la costa ionica arriva anche dalle istituzioni. Di questi giorni la notizia della sottoscrizione di un protocollo d'intesa tra Basilicata (che coordinerà le varie azioni) Puglia e Calabria che fanno rete per promuovere il turismo e la cultura dell'area ionica.

dallo stile visionario, e il già citato Anteri, ormai da tempo residente nella città bella), e alla scultura (Giovanni Gravante e Carolina Sperti, con le sue "donne", figure tipiche, espressione identitaria della propria terra d’origine. La mostra, sostenuta e valorizzata dalla Banca popolare pugliese, dal gruppo Caroli Hotels, dalla galleria d’arte "Il Grifone", dal museo della stampa e dalla rivista ‘Puglia e il Mare’, gode del patrocinio del comune di Gallipoli unitamente a quello della Provincia di Lecce. Per ogni informazione, contattare il numero: 333. 7358020.


1 - 7 agosto 2013

Gallipoli

6

I CAPANNONI DEL CARNEVALE ALLA “FABBRICA” All’ associazione “Fabbrica del Canevale di Gallipoli” sono stati concessi dalla Giunta comunale in comodato d’uso i capannoni di carnevale con

L’accessiblità ai vari servizi il problema maggiore

Tribunale del malato 6 mesi di segnalazioni di Vittorio Calosso

Primo bilancio di metà anno per il Tribunale dei diritti del malato di Gallipoli diretto da Agata Coppola (foto). Nella sintesi dell’attività nel corso del primo semestre 2013, le segnalazioni raccolte dallo sportello Cittadinanzattiva presso il “Sacro Cuore di Gesù sono state in totale 47. I casi rilevati sono stati classificati secondo accessibilità, adeguatezza e fruibilità dei servizi socio sanitari. Il Tribunale per i diritti del malato, infatti, offre un servizio d’informazione, consulenza e intervento a favore dei cittadini che lo richiedono. Dal report emerge che molti dei casi segnalati sono stati affrontati e risolti, o anche archiviati. Solo in un caso si è dovuto intraprendere un’azione legale. Le segnalazioni raccolte che hanno riguardato l’accessibilità dei servizi sono state 22 e in particolare cinque casi legati alle liste d’attesa, altri cinque sull’informazione delle strutture esistenti e il funzionamento dei servizi. Quattro segnalazioni per attese e ritardi nell’erogazione delle prestazioni e altre quattro informazioni per l’accesso alle prestazione di assistenza, e due

per le prestazioni ambulatoriali in ospedale. Singoli casi anche per la richiesta di rimborsi e la segnalazione di difficoltà nell’acquisizione dei farmaci. Per quanto riguarda l’adeguatezza dell’ospedale e del servizio sanitario si contano dieci segnalazioni che riguardano quattro casi di errori generali su diagnosi e terapie e altrettanti sul funzionamento dei servizi. Due rilievi anche sul comportamento dei medici e sul trattamento degli utenti. Infine le segnalazioni raccolte che hanno riguardato la fruibilità dei servizi di pubblica utilità sono state in totale 15, ed hanno riguardato le informazioni per l’utenza (5 casi), il problema delle barriere architettoniche (2) e i servizi per i disabili(1). E ancora i servizi di sostegno sociale (2), il livello di soddisfazione dei cittadini (3), il trattamento degli utenti (1) e la carenza dei servizi (1). L’attività dei volontari di Cittadinanza attiva denominata “Diritti a tinte forti” è stata svolta dalla responsabile Agata Coppola, con l’ausilio di Antonio Campa, Fiorella Di Marco, Luciana Fiorito, Maria Rosaria Fontò, Filomena Fontanarosa, Elisabetta Pietrangeli.

“l’impegno ad effettuare la manutenzione ordinaria sulle strutture in dotazione e sugli impianti idrici ed elettrici, oltre che occuparsi della cura e del decoro della stessa struttura, con l’installazione di opere artistico-visive

sulla parte antistante per caratterizzare e valorizzare la location nonché della pulizia e cura dell’areaverde circostante”. La richiesta era stata avanzata dal presidente dell’associazione Stefano Coppola.

Si toglie la vita giovane infermiera di 29 anni

L’altro volto del lavoro Un gesto estremo quello pensato e messo in pratica, con meticolosità, da L.P, 29anni, infermiera gallipolina, conosciuta in città anche perché figlia di un noto architetto. Il corpo senza vita della ragazza, è stato ritrovato intorno alle 6.30 di martedì mattina, nelle campagne all’estrema periferia sud di Gallipoli, a pochi metri di distanza dalla zona della masseria “Li Sauli” e della chiesetta di San Pietro dei Samari. Sarebbero stati alcuni agricoltori a scorgere il cadavere seduto ai piedi di un ulivo e ad avvisare i carabinieri che già dal giorno precedente erano alla ricerca della ragazza dopo la denuncia della sua scomparsa. La donna si sarebbe tolta la vita sparandosi un colpo alla testa con la pistola d’ordinanza, sottratta, di nascosto, nella sera precedente, al ma-

rito, una guardia giurata. Secondo i primi accertamenti svolti dai militari sembra anche che la 29enne avesse avuto, nel recente passato, problemi legali alla mancanza di lavoro. Ma nulla fino a ieri poteva far pensare all’irreparabile. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che la donna abbia atteso il rientro del marito dal turno di lavoro nel primo pomeriggio di lunedì, per poi impossessarsi della pistola d’ordinanza che da lì a poco l’uomo avrebbe conservato insieme alla divisa. A quel punto sarebbe uscita normalmente dall’appartamento di via Udine, allontanandosi a bordo della sua Opel Astra grigia. Dopo aver parcheggiato in una piazzola di sosta della 274 (foto), si sarebbe inoltrata verso la campagna e una volta seduta dietro un albero di ulivo, vinta dall’angoscia e dalla disperazione, la decisione estrema di fare fuoco e togliersi la vita. VC

Al teatro Schipa serata in nome del ponte musicale tra Salento e Spagna”

Tutto merito dell’Usignolo di Francesco Spadafora

Emozioni ispano-salentine a Gallipoli. Si è svolta infatti lo scorso 29 luglio, presso il cine-teatro “Tito Schipa” di Gallipoli, la serata “Il Teatro Tito Schipa di Gallipoli, un ponte musicale e culturale tra il Salento e la Spagna”, in onore del “signore dei signori”, (come fu definito da Luciano Pavarotti), ossia quel Tito Schipa legato alla città bella da un sincero affetto e trasporto, come dimostrano le serate, fra le altre, in cui fu ospite presso il Lido San Giovanni. Va ricordato che nel corso degli anni Venti del Novecento, si sviluppò il legame che vide Schipa intessere rapporti col poeta andaluso Garcia Lorca.

Pasquale Petrucelli e Tito Schipa jr (foto Andrea De Leonardis)

L’iniziativa, curata da Massimo Mura, ha vissuto due distinti momenti, nei quali la figura dell’”usignolo leccese” è stata

ampiamente illustrata e valorizzata dalle relazioni storico-biografiche di Gianni Carluccio (responsabile dell’archivio Tito Schipa), Gio-

vanni Invitto, Giuseppe Leone e dello stesso Mura, unitamente a quelle più squisitamente musicali curate da Elsa Martinelli ed Eraldo Martucci, il quale si è soffermato sull’analisi delle canzoni spagnole di Tito Schipa. Ospite d’onore della serata, il M° Tito Schipa Jr. il quale ha dissertato, con ricchezza di aneddoti e rivelazioni sconosciute alla gran parte dei presenti, sul rapporto esistente fra il padre, la Spagna e il resto della propria famiglia. A concludere la serata, che ha visto fra gli ospiti, la partecipazione di Raffaella Baracchi e Salomè Bene, l’esibizione della compagnia di flamenco andaluso “Mura”.


1 - 7 agosto 2013

Gallipoli

PREMIO EUROPA FESTIVAL A PIAZZA TELLINI Si terrà il 3 agosto alle 21 in piazza Tellini a Gallipoli la nona edizione del “Premio Europa Festival”, ideato e realizzato da Tony Greco. La serata, pre-

Conclusa la 1^ edizione del concorso internazionale "Fotoinsub"

Volley, tempo di programmi

Il mare visto da dentro di Luigi Alemanno

Domenica 28 luglio si è svolta, presso la sala convegni dell’Hotel 33 Baroni di Gallipoli, la premiazione della prima edizione di “Fotoinsub”, concorso internazionale di fotografia subacquea organizzato dall’Assonautica provinciale di Lecce, ben presente nelle attività sportive della città. Al concorso sono state presentate ben 150 fotografie, suddivise in tre sezioni. Ecco i vincitori: per “Grandangolo” è stato Pietro Cremone a classificarsi al primo posto, per la sezione “Macro” a vincere è stato Giacomo Giovannini mentre per la sezione “Mediterraneo” il primo premio è andato a Giuseppe Piccioli Resta. «Voglio dire grazie - ha commentato il coordinatore del concorso, l’ingegnere Alessandro D’Amore - a tutti coloro i quali si sono adoperati per sostenere e contribuire

La foto di Pietro Cremone,"Reefscape", vincitrice della sezione "Grandangolo"; in alto un momento della premiazione

alla riuscita di questa manifestazione. “Fotoinsub” ha dato il via ad una serie di attività, come la pulizia dei fondali nello specchio d’acqua del Canneto il 4 agosto, ed inoltre si propone di essere un’iniziativa educativa, con lo scopo di diffondere una “cultura del mare” volta alla salvaguardia degli straordinari paesaggi subacquei ed alla promozione del nostro territorio». Per il futuro? «Visto il grande successo di questa prima edizione, quanto prima inizieremo a lavorare per programmarne una seconda per il prossimo anno», conclude D'Amore.

Serata di tradizioni popolari a cura di "Città nuova"

Trionfano canzoni e poesie in dialetto di Anna De Matteis

Un’occasione per ricordare le canzoni e le poesie dialettali della propria città e per valorizzare le tradizioni, la storia e i modi di fare dei gallipolini. Questo è stato l’obiettivo raggiunto con successo dalla manifestazione “Canzuni e poisie te casa noscia”, svoltasi il 29 luglio scorso in via Corazzini nella zona Peep 3 di Gallipoli e presentata da Giuseppe Piro e Luigi (Mba Pì) Tricarico. Una serata creata per cercare di movimentare il quartiere Peep organizzata dall’associazione “Città Nuova” con presidente Nicola Ripa e dalla “Fidas” con presidente Francesco Ripa, in collaborazione con l’associazione “Amici della musica” e l’associazione “Donatori volontari di sangue” sezione di Gallipoli. L’associazione “Città Nuova”, già nota per aver organizzato nelle scorse estati delle manifestazioni di carattere culturale nel quartiere Peep con lo scopo di creare momenti di socializzazione e per valorizzare le nostre tradizioni e il nostro dialetto, quest’anno ha voluto creare una serata di intrattenimento con musica folkloristica gallipolina con il gruppo “Gallipoli Folk” di Franco Mauro e Salvatore Bentivoglio e

Un viaggio tra le varie culture del mondo

Aperitivi in musica multietnica

Giuseppe Piro e sotto da sinistra MbaPi Tricarico,

Una lunga teoria di poesie e canzoni ha coinvolto i numerosi spettatori Un percorso tra sogni e realtà, un cammino tra le culture del mondo, un incontro di immagini, suoni e sapori stranieri con quelli della nostra terra. Questo lo scopo della serata “Aperitivi multietnici” (foto di Gianluca Monaco), organizzata presso i locali del chiostro di San Domenico dall’associazione “Emys” insieme al centro multiculturale "Etnos” con il sostegno di “Fondazione con il Sud”. Durante la serata, organizzata in collaborazione con l’associazione di

7

partecipazione di vari cantanti locali tra cui Tony Zacchino e Tommaso Provenzano, del sassofonista Giorgio Sansò e del poliedrico artista Giangy. Una vetrina per giovani che potranno evidenziare il loro talento.

sentata dallo stesso Tony Greco e Anna De Matteis (foto), prevede una gara canora tra giovani debuttanti gallipolini e dei paesi limitrofi accompagnati sul palco dalle vallette Valentina Zocco e Noemi Castillo. Si prevede inoltre la

con la declamazione di poesie dialettali di autori gallipolini. Tante le poesie in vernacolo che hanno scaldato il cuore dei presenti e strappato loro un sorriso, tra cui quelle di Walfredo De Matteis, Uccio Piro, Giorgio Manno, Dante Della Rupe, Nicola Patitari, Giorgio Tricarico, Albino De Giorgio e Giovanni Carrozza, mentre per la parte dedicata alla musica è stato presentato un repertorio popolare di ritornelli cantati il secolo scorso nelle osterie e di classiche serenate gallipoline ormai dimenticate. Si è iniziato con l’ascolto di "Sotta lidu San Giovanni", "La cuccagna", "Canzone a mmienzu a mare", "Sott’acqua e sotta ientu", "La pizzica", "La caremma", "Lu pulice", "La regina", "Beddha ci stai luntanu", "Rimasuje te lu mare", "Caddhipuli regina", per finire con "Lu rusciu te lu mare", "Lu spilu", "Caddhipuli anticu meu", "La turtura" e "Le sacre". Al termine della manifestazione, una degustazione gratuita di “scapece”, tipica specialità gallipolina a base di pesce fritto, mollica di pane e zafferano accompagnata da un bicchiere di vino locale. Un tuffo nel passato accompagnato da un forte orgoglio per la propria cultura e le proprie radici. immigrati e le comunità straniere di Albania, Senegal, Cuba, India, Romania, Polonia, Inghilterra, SriLanka, Etiopia, Kenia e Camerun, ci sono state degustazioni culinarie da tutto il mondo, laboratori musicali, esposizioni d’arte, disegni di bambini di diverse nazionalità, costumi popolari albanesi, documenti e immagini della “Primavera araba” e informazioni sui diritti di cittadinanza sociale. ADM

Dopo la salvezza conquistata agevolmente nello scorso campionato di Prima Divisione, per la Volley Gallipoli è già tempo di programmare la prossima stagione, con l’obiettivo di poter essere protagonista positiva del torneo. Molto chiare le idee e le indicazioni fornite dal numero uno della società, Giorgio Cacciatori. «Formalizzerò l’iscrizione al campionato di Prima Divisione la prossima settimana – afferma il presidente – e non solo per la prima squadra; ci saranno infatti anche le formazioni Under-18, la novità del prossimo anno, Under-16, Under 14, Under 12 e il Mini-volley. Il nostro intento, soprattutto per il futuro, sarà quello di valorizzare al massimo le nostre ragazze». Una stagione, la prossima, che Cacciatori si augura possa essere meno travagliata della precedente: «Spero che la fortuna giri un po’ dalla nostra parte, perché lo scorso anno tanti, troppi incidenti hanno purtroppo condizionato il nostro rendimento.Vogliamo che il Gallipoli sia competitivo, perciò faremo certamente degli innesti; ora stiamo valutando, abbiamo avuto dei contatti con alcune giocatrici, anche importanti». Confermatissimo lo staff tecnico: «Alberto Romano – chiude Cacciatori - sarà ancora il tecnico della prima squadra, Francesco Lezzi si occuperà dell’Under-18, Luca Errico, invece, delle restanti formazioni del settore giovanile». L’appuntamento per l’inizio della preparazione atletica è stato fissato per l’ultima decade di agosto.

La "1X2" al campionato di calcio a 9

"Ragazzi terribili" vincono tutto Dopo aver vinto in lungo e in largo tutti i tornei di Gallipoli e dintorni, la squadra amatoriale, “1X2”, ha deciso di confrontarsi con una nuova sfida, iscrivendosi al campionato invernale di calcio a 9 a Nardò, organizzato dal Centro Sportivo Happiness, un torneo lungo ben 9 mesi in tre competizioni, la Lega A, la Happiness Cup e la Champions League. La Sampdoria (questo il nome scelto per il torneo) si dimostra subito squadra spettacolo e i ragazzi “terribili” gallipolini riescono nello straordinario score di trionfare in tutte e tre le competizioni, lasciando agli agguerriti avversari solo le briciole. «La nostra forza è il gruppo – sottolinea Stefano Bello, capitano del team – siamo prima di tutto grandi amici e poi compagni di squadra; è stato un onore essere scelto come capitano, nonostante fossi uno degli ultimi arrivati. Riuscire a vincere tutto, in trasferta e soprattutto a Nardò, è stata davvero una grande soddisfazione». Ma a sorpresa gli autori del “triplete” non si presenteranno il prossimo anno, scegliendo invece di partecipare al torneo invernale che verrà organizzato presso la parrocchia di San Gerardo. Spazio, infine, per i ringraziamenti. «A nome del gruppo – afferma Bello – voglio menzionare Antonio Carletta, che si è distinto per passione, costanza ed impegno encomiabili, è stato lui il nostro uomo simbolo. E grazie al nostro presidente, Caterina Fiore». E ora è tempo di godersi uno dei premi, il viaggio “culturale” a Praga. LA

CLICK SAGGIO TEATRALE DEI LABORATORI "LIBERAL'ARTE" Rabbia, impotenza, tragedia e dolore: questi gli elementi principali del saggio teatrale “Fuori dal destino del clan” tenutosi lo scorso 27 luglio presso il chiostro di San Domenico, come conclusione del corso di teatro organizzato dal laboratorio “Liberal’Arte” con i formatori Francesco Cortese e Ottavia Perrone. Tema del saggio, uno studio sulla condizione del clandestino visto comodamente dalla propria poltrona di casa. Un insieme di narrazioni ideate dagli stessi corsisti. Il progetto, finanziato da “Fondazione con il Sud” e presentato da “Emys” con la compagnia teatrale “Talianxa Onlus”, ha visto la partecipazione di Carolina Bellè, Daniela Cacciatore, Andrea Carmone, Nadia De Marco, Daniele Falconieri e Michele Vacca. GUIDE 2.0 Liberatech, una iniziativa dell'associazione Emys che si propone di offrire un servizio innovativo e di qualità ai turisti che desiderano visitare Gallipoli in modo diverso. Le guide turistiche utilizzeranno un Apple iPad e un videoproiettore pocket durante alcune tappe nel borgo antico. Le guide si svolgeranno dalle 20,30 alle 22.30, ogni lunedì, martedì, giovedì e venerdì di agosto a iniziare da lunedì 5.


Ci trovate pure qui

ALEZIO 1 - 7 agosto 2013

Pag. 8

"Piccole dolci note" n. 13 simpatica gara tra 19 baby

Piccole promesse della canzone alla ribalta nel festival canoro organizzato dal coro della parrocchia Santa Maria Addolorata. L'appuntamento è per la serata del 3 agosto (ore 20.30) quando, sul palco allestito sul piazzale che abbraccia il santuario della Lizza, nove ragazzi tra gli otto e i dieci anni e dieci tra gli undici e i tredici anni si sfideranno per la tredicesima edizione di "Piccole dolci note". La manifestazione viene condotta dalla giornalista Alessandra Lofino accanto alla "mini show girl" Martina De Florio, di Aradeo Aradeo, già vincitrice di due passate edizioni del festival canoro . Tra i concorrenti troviamo Aurora Mercuri di Alezio, Francesco Grasso di Matino e GiuCapo. lia Maria Frigelli di Acquarica del Capo La serata sarà allietata dal cabarettista Manlio Dovì. «Occorre restituire ai ragazzi la voglia di sognare che la globalizzazione dell'indifferenza sta loro togliendo: diamo loro un presente e non più un futuro che, altrimenti, non riuscirebbero neanche ad immaginare", ha affermato il parroco don Antonio Minerba.

Riconoscimenti al buon giornalismo. Presente Antonio Caprarica

"Premio Maglio" fa il bis

L'EDIZIONE 2012 Da sinistra Benedetta Carlà, Martina De Florio, la conduttrice Azzurra De Razza ed Ester Del Popolo

Appuntamento domenica 4 agosto alle 20.30, sul piazzale del santuario, per la serata conclusiva della seconda edizione del "Premio Maglio" organizzato dall'associazione "Amici di Antonio Maglio" in collaborazione con i Comuni di Alezio e Lecce, l'Ordine nazionale e regionale dei giornalisti, la Federazione della stampa di Puglia, Regione, Provincia e Università del Salento d'intesa con la famiglia del giornalista di Alezio scom-

Si susseguono le serate all'aperto in attesa del clou del 15 di Nicolas Pisanello

• BREAKBAR c/o staz. di serv. via Sannicola • SUPERMERCATO CATALDI via M. Albina • CAFFÈ VILLA PICCIOTTI via M. Albina,26 • MACELLERIA PRIMAN via M. Albina,4 • SUPERMERCATO CONAD via Gallipoli, 51 • PASTICCERIA LUCIA via Gallipoli • GLAMOUR CAFÈ via Parabita • TABACCHERIA BRAY via Roma,232• SUPERMERCATO PUNTO SIMPLY via Battisti,42 • BAR TABACCHI RHAELI via G. Matteotti,50 • PARRUCCHIERE MARTELLO via Roma,282• MEDILUX edicola via Raggi

Antonio Caprarica

Escursioni notturne

Trekking tra mare Racconti di guerre, teatro, gare canore e terra

Aspettando la Lizza

In attesa della festa della Lizza l'estate aletina si riempe di appuntamenti e serate all'insegna della cultura, della musica e del divertimento. Dopo la “III Festa del volontariato”, curata da “Auser” venerdì 2, alle 21.30, presso il piazzale via San Pancrazio con la commedia “ Io, Alfredo e Valentina”, sabato 3, alle 20.30, ritorna il festival canoro “Piccole dolci note”. Domenica 4 c'è la seconda edizione del “Premio giornalistico Antonio Maglio” e lunedì 5, alle 20.30, presso Casa Betania, “Interferenze” presenterà l'esposizione fotodocumentaria “Storie di guerra, d'amore e Festa della Lizza 2012: l'alzabandiera amicizia”. Martedì 6, alle 20.30 presso il piazzale Comunale, si terrà invece la serata dedicata al teatro, curata dall'as- La tre giorni a cavallo sociazione “Libellula” con gli spettacoli in vernacolo “Lu di Ferragosto scarparu” e “Filippu e panaru”. Prima eventi a go-go Mercoledì 7, alle 20.30, presso Casa Betania, si darà il via alla decima edizione di sarà l'appuntamento di venerdì “Picciuttari alla ribalta”. La serata dell'8, dedicata al 140° 9 che, a cura del “Gruppo trekanniversario del Comune di king Alezio”, prevede un perAlezio, sarà allietata dallo spet- corso turistico che partirà alle tacolo lirico “Il Rigoletto” di 20.30 da Largo Fiera. All'anniversario del ComuVerdi (Largo Fiera alle 21). “Trekking sotto le stelle” ne di Alezio, sarà anche dedi-

cata la manifestazione e mostra fotografica che si terrà sabato 10 alle 21, presso il Museo Civico di via Kennedy. Una giornata ricca di appuntamenti sarà quella di domenica 10, con il VI “Raduno di Vespe e Lambrette” organizzato dall'associazione “Vespa Alezio” con partenza alle 16 da via San Pancrazio, mentre durante la serata, a partire dalle 21, ci sarà la XIII “Sagra gastronomica della Lizza” presso Largo Fiera, con gli “Alla Bua” in concerto. Lunedì 12, alle 21.30 in piazza Vittorio Emanuele si terrà, invece, la “Festa d'estate” curata da “Fidas” con musica, spettacoli e cucina tipica. Martedì 13 a partire dalle 18, presso il Parco l'Assunta, un triangolare di calcetto aprirà il “I Memorial Giuseppe Canneto” compianto presidente della Polisportiva Don Bosco. Nella serata dello stesso giorno, sempre presso il Parco l'Assunta alle 21, ci sarà invece “L'omaggio in musica” della Filarmonica “Valente” di Casarano, a cura della “Polisportiva rano Don Bosco”. I giorni 14-15-16 agosto saranno invece dedicati ai festeggiamenti in onore della Madonna della Lizza.

"Rigoletto" grande lirica in largo Fiera

Appuntamento con la lirica giovedì 8 agosto in largo Fiera alle 21. Il comitato Festa della Lizza, in collaborazione con Piazzasalento, propone il "Rigoletto" di Giuseppe Verdi (per informazioni e prenotazioni si può telefonare al numero 320/4034276). Sul palco l'ensemble orchestrale dell'associazione musicale "Arturo Toscanini".

Continua a pieno ritmo l’attività estiva del "Gruppo trekking Alezio". D’estate la temperatura sconsiglia le tradizionali escursioni diurne; perciò il "Gta" ha scelto soluzioni alternative. Il 27 e 28 luglio sono tornati in trentadue sul Pollino per un’esperienza del tutto nuova: l’acquatrekking (foto). Trascorsa la notte in tenda alle sorgenti del Mercure, il gruppo ha risalito il torrente attrezzato di waders e bastoni. Per il primo e l'8 agosto il gruppo ha organizzato “Tra mare e terra”, escursioni serali guidate (anche in lingua inglese) a Portoselvaggio, tra Torre dell’Alto e Torre Uluzzo. Il 9 agosto ci sarà "Trekking sotto le stelle" in collaborazione con Fidas e Gruppo famiglie della parrocchia dell’Addolorata, nei dintorni di Alezio, con sosta presso la Masseria Pacciana per spuntino, musica e osservazione astronomica. RM

parso nel 2007 ed insieme a Cliocom e Piazzasalento. Al Premio partecipano articoli e inchieste pubblicati nel 2012 su quotidiani e periodici italiani con oggetto "La grande sfida: necessità del lavoro e qualità dell'ambiente". L'edizione 2013 del "Premio Maglio" gode dell'adesione del Presidente della Repubblica che, in una nota, ha ricordato "la grande passione civile e il rigoroso impegno intellettuale del giornalista salentino".

Il caso

In giro col cane? Bene, però senza sporcare

Dove non arriva il buonsenso ci pensa un'ordinanza. «Considerato che marciapiedi e strade risultano costantemente cosparsi di escrementi di cani con gravissimi disagi per i pedoni e pregiudizio al pubblico decoro», si legge nel recente provvedimento, a firma del Sindaco Vincenzo Romano e del comandante dei Vigili urbani Bruno Manco, con il quale si ricordano ai cittadini alcune regole per i possessori di cani (nella foto la recente mostra canina). Nei luoghi aperti al pubblico i cani devono essere muniti di museruola a paniere e collare; i cani di alta taglia e pericolosi vanno tenuti al guinzaglio; chi porta “a passeggio” il cane, deve dotarsi di paletta e sacchetto e rimuovere gli escrementi. Nel manifesto si ricorda anche che “i trasgressori saranno puniti con sanzione amministrativa pecuniaria da 51 a 516 euro”. RM


NUMERI UTILI Guardia medica: 0833 231641; numero verde:8004565 Municipio: 0833 231430 fax 0833 233713; Sito ufficiale: www.comune. sannicola.le.it; E-mail: segretariogeneralesannicola.le@pec.rupar.puglia. it Polizia municipale: 0833 231430 Ufficio postale: 0833 232163

A due mesi dall’attivazione attese ridotte e complimenti

Il successo della “Città della salute”

SANNICOLA 1 - 7 agosto 2013

Pag. 9

A due mesi dalla sua attivazione la “Città della salute” di via Collina (ex Omni) è divenuta centro di riferimento per tutto il Distretto sociosanitario. «Ci arrivano prenotazioni da tutta la provincia – conferma Giorgia Sabato, operatrice del Centro unico di prenotazioni – e vi è grande affluenza sia per chiedere informazioni sia per prenotare, tramite noi, servizi offerti in altre strutture permettendo di abbattere i tempi di attesa». Il Centro prelievi, attivo il lunedì e mercoledì dalle 8 alle 9.30, attualmente in collaborazione con l’associazione di Protezione civile “Misericordia”, lavora con una media di 20/25 prelievi al giorno.

Piazza della Repubblica diventa una balera

Il servizio di riabilitazione dei casi complessi effettua progetti riabilitativi individuali mentre i servizi specialistici offerti sono: Ortopedia con il dottor Antonio Coluccia il lunedì (8-14), martedì e giovedì (16-18), Cardiologia con il dottor Giordano Calabrese il martedì (8-14) e il giovedì (8-14; 1518.30), Reumatologia con il dottor Giorgio Carlino, mercoledì (8-13). «Sono attivi, inoltre - spiega Annarita Caputo, infermiera - il corso di preparazione al parto, molto frequentato dalle gestanti, e le attività consultoriali, tenute dalla dottoressa Beatrice Sances, a supporto degli adolescenti. La Moc (mineralometria ossea compu-

Ci trovate pure qui ● ELEGANCE CAFÈ via San Simone ● BAR TAZZA D’ORO via Roma ● STAZIONE DI SERVIZIO ERG S.P. per Lecce ● BAR 1973 via Delle Viole 47 ● BAR TABACCHI BUJA via Gallipoli ● ANTICO FORNO via Gallipoli ● TABACCHERIA PETRUZZI via Grassi ● SUPERMAC S.S. 101 ● TABACCHERIA DEA DELLA FORTUNA via R. Elena ● SUPERMERCATO PAM viale Stazione ● SUPERMERCATO SISA via Petrarca ● DANIEL’S CAFÈ via Tuglie ● SUPERMERCATO SIDIS via San Simone

terizzata) per la diagnosi dell’osteoporosi e di altre malattie dello scheletro, funziona attualmente due volte a settimana, permettendo già di snellire le liste di attesa che, in tutta la Asl, sono di circa due anni, e da settembre il servizio sarà attivo tutti i giorni». Soddisfazione esprime anche il dottor Calabrese, cardiologo con specializzazione pediatrica, che lavora nella struttura. «Realtà come queste, cui si aggiungono i poliambulatori di Racale e Taviano Taviano, sono modalità utili che possono dare ottimi risultati, permettendo di non inflazionare il pronto soccorso con codici bianchi o verdi», afferma il medico. MCT

Balletto di provvedimenti per il traffico a Lido Conchiglie

Senso unico? Ni litoranea al palo A tutta estate tra ville, pesca-baby e liscio Non c’è tempo di annoiarsi nell’estate di Sannicola grazie alle tante serate in programma. C’è tempo sino all’11 agosto per visitare la mostra “Un salentino del ‘900: Cosimo Sponziello”, inaugurata il primo agosto (aperta dalle 20 alle 22), presso il frantoio ipogeo di via Roma, curata da Mauro Sances (foto) e Maria Neve Arcuti. “Sotto il segno della bilancia”, il libro del “Buon Fabio” di “Striscia la notizia” sarà presentato a Lido Conchiglie il 2 agosto a cura di Novalba e Pro Loco mentre il 3 (e poi l’8, il 22 e il 29) piazza della Repubblica diverrà una balera con “Vai col liscio”, a cura dell’assessorato alla Cultura, ed il dj “Piero” di Radio Egam. Domenica 4, alle 21, presso la cooperativa olearia di via Alezio, a cura di Metoxè, convegno “Le radici dei frutti antichi” con Francesco Minonne ricercatore dell’Università del Salento che interverrà sul tema “La ricerca e lo studio della biodiversità nel territorio salentino”.

A seguire la “Piccola mostra pomologica” con gli artisti Mino Colazzo (detto “Pillolli”), Anselmo Manta e Bruno Sances. Contemporaneamente, in piazza Santi Medici, l’assessorato alla Cultura presenta il libro, “Costruire con le parole” di Marcello Scarpa e, a Lido Conchiglie, la Pro Loco, premia i vincitori della gara di pesca tra ragazzi “ Baby fisher”e del concorso fotografico “La tua estate nel Salento” durante il pianobar con l’artista “Lino”. Lunedì 5, in piazza della Repubblica (alle 21) Novalba presenta “Arte in piazza” e la rappresentazione “Sole al sole” dell’“Anonima teatrale”. Il 6, alle 17 c’è il “Festival Decò” (nella foto lo scorso anno) con la visita guidata a ville e giardini a cura della cooperativa Fluxus e alle 21 è la volta della compagnia teatrale “La Calandra” con “il mistero dell’assassino misterioso”. Il 7 agosto a San Simone, presso l’ex scuola elementare, “Sagra delle cose nosce” e l’8 il “Duo Gitano” a Lido Conchiglie con la Pro Loco. MCT

altro c’è un lungomare a doppio senso? Da Santa Maria al Bagno Mancaversa, non esiste fino a Mancaversa nulla del genere. L’ipotesi di vietare la sosta renderebbe la strada ancora più pericolosa per noi che la attraversiamo, perché sarebbe una provinciale a scorrimento veloce: ci deve proprio scappare il morto!». Maria Grazia Bove,

l’autrice del filmato dell’ambulanza rimasta bloccata tempo fa, si rivolge ai politici e afferma: «Non sono lungimiranti, perché se l’ambulanza si incastra potrebbe trasportare chiunque, anche i parenti loro, e se fosse qualcuno che abita di là ad averne bisogno, sempre dal lungomare dovrebbe passare e sempre si incastrerebbe».

Metoxè collabora all’iniziativa: acqua ad un ospedale

Mostra per la Tanzania Molto partecipata la recente mostra fotografica sull’Africa allestita dall’associazione “Metoxè”, insieme ad “Arcobaleno su Tanzania” sulla scalinata della chiesa Matrice. La serata, col patrocinio dell’Amministrazione comunale e condotta da Maria Cristina Talà, ha permesso di raccogliere fondi

CLICK GIOVEDÌ LIVE ALL’ANTICO FORNO Artisti di spessore che spaziano tra jazz, musica balcanica, contemporanea, si alternano per i “Giovedì live”, la rassegna presso l’Antico Forno a Lido Conchiglie (direttore artistico l’ex assessore comunale Danilo Scorrano). Prossimo appuntamento giovedì 8 agosto con il violinista Redi Hasa, artista di origine albanese, violoncellista solista nella Notte della Taranta, e Maria Mazzotta, che ha studiato arpa e pianoforte presso il conservatorio di Lecce (voce del Canzoniere Grecanico Salentino).

di Maria Cristina Talà

Ora lo vedi… ora non lo vedi più! Non è un gioco di prestigio ma il divieto di transito su via Colombo (foto), a Lido Conchiglie. Le continue novità e i ripensamenti “amministrativi” sulla decisione da prendere per snellire il traffico sulla litoranea stanno disorientando, e non poco, residenti e turisti. Dapprima, infatti, il comune di Gallipoli (sul cui territorio ricade la strada in questione) istituisce il senso unico ma non installa la segnaletica; poi la installa ma il comune di Sannicola (all’interno del cui territorio verrebbe ad essere deviato il traffico) reagisce con una diffida; in seguito il segnale viene coperto in attesa che gli incontri in Provincia tra le parti possano definire la questione (quello dello scorso martedì è stato interlocutorio). Intanto i pullman continuano ad incastrarsi e gli automobilisti a maledire il giorno che hanno imboccato quella strada mentre i residenti di via Colombo pensano all’acquisto di maschere antigas per proteggersi dallo smog. «Noi a Livorno siamo anarchici per definizione ma anche voi, a quanto pare, fate un po’ come vi pare. Questo lungomare è un delirio: peccato perchè potrebbe essere un paradiso», commenta, con inconfondibile accento toscano, Gaetano Cancellieri, in vacanza con la moglie. Della stessa opinione anche Roberto Miccoli, di Galatina, proprietario di una casa su via Colombo: «Si tratta di una questione di sopravvivenza. Dove

I corsi pre-parto

per la realizzazione di un collegamento idrico per l’ospedale di Morogoro, realizzato in Tanzania dall’associazione presieduta da Giovanni Primiceri. Tra i relatori anche Simona Mosco, presidente di Metoxè, Gemma ed Ermanno Simone di Metoxè, e Claudio Fachechi, cardiologo di “Arcobaleno”.

VERBAMANENT A NOCI Fa tappa a Noci, nel barese, il “Presidio del libro-Archivio del libro d’artista Verbamanent”. Il Presidio (responsabile Maddalena Castagnaro) prende parte al Festival internazionale di cortometraggi “Noci cinema 2013” nell’ambito della mostra “Visioni di...libri d’artista” allestita dal 2 al 4 agosto nel chiostro delle Clarisse. LIBRI IN PIAZZA A cura dell’assessorato alla Cultura si sono svolte due serate all’insegna della lettura. In piazzetta Santi Medici è stato presentato il libro “Mostruosità letterarie, diario di autoterapia”, dello psichiatra Giuseppe Pellegrino, con i fondi raccolti dalla vendita del libro destinati all’associazione “Per un sorriso in più” di Lecce. In piazza della Repubblica, invece, è stato presentato il libro per bambini “Tipi da bicicletta” di Isabella Christina Felline durante una serata dedicata, appunto, ai bambini con animatori e teatro dei burattini.

Fernando Stapane, volontario dell’esercito, blocca in Calabria un traffico illegale in un centro di accoglienza Iniziativa comune del ministro e di una neuropsichiatra di Sannicola

Dopo Libano e Bosnia, il contrabbando Con la Kyenge contro le barriere Situazione fuori dal comune quella in cui si è trovato Fernando Stapane (foto), volontario dell’esercito in servizio al 10° Reggimento trasporti di Bari dal 1994 e impiegato dal gennaio scorso nell’operazione “Strade sicure” nella qualifica di agente di sicurezza in Calabria. «Facevamo servizio presso il centro di prima accoglienza di “Isola di CaporizzutoSant’Anna” e controllavamo il perimetro esterno quando il 2 luglio, alle 23, abbiamo notato due uomini che, avendo infilzato dei bastoncini sulla recinzione, li usavano come una scala per scavalcarla ed entrare nel campo», racconta il militare. Il campo in questione ospita 1.800 profughi e rifugiati di varie nazionalità in attesa di documenti o asilo politico. Il servizio svolto dall’esercito è di supporto alle forze dell’ordine, per garantire l’ordine pubblico e prevenire gli illeciti. «Li abbiamo fermati e con sé avevano uno zaino e una valigia, contenenti 137 bustine di tabacco da fiuto di contrabbando per un totale

di 30 kg», prosegue Stapane. Pare che il loro obiettivo fosse quello di vendere il tabacco all’interno del campo. Dopo è stata la Guardia di finanza ad avviare le indagini per scoprire i collegamenti con l’esterno dei due arrestati. «Erano di nazionalità afgana – continua Stapane – e attendevano l’asilo politico, tutto si sarebbe aggiustato per loro. Ora, col guaio in cui si sono infilati, difficilmente riusciranno a cavarsela. Con tutto quello che avranno passato, sia in patria che qui, mi dispiace molto». Il militare conosce bene la patria di provenienza dei due uomini essendo stato in missione in Afghanistan, Libano, Kossovo, Bosnia e Albania. «È la prima volta che sono in missione in Italia e, devo dire la verità, sebbene sui teatri di guerra si rischi di morire ogni giorno, la tensione e la disperazione tra i civili che ho visto nel campo, mi ha colpito molto: sono molto aggressivi e spesso ci troviamo a mediare per situazioni che, partite talvolta da un pretesto, giungono al limite». MCT

Cosa accomuna Rossana Ventura, neuropsichiatra infantile originaria di Sannicola che vive a Castel San Pietro, in provincia di Bologna e il ministro Cécile Kyenge? Un’associazione di Castello che si chiama “Camminando insieme”, di cui la Ventura è presidente e che si compone di donne italiane e immigrate. «Ho avuto occasione di conoscere il ministro nel Forum regionale antirazzista di cui faccio parte. Da lì – spiega la Ventura – è partita una collaborazione anche con la nostra associazione che si compone di donne e uomini che hanno a cuore l’integrazione culturale e la multiculturalità, con il direttivo composto da sole donne». «Abbiamo collaborato con la Kyenge, prima ancora che fosse nominata ministro, alla stesura e alla raccolta firme per la proposta di legge “Italia sono anch’io”, volta al riconoscimento della cittadinanza a ragazze e ragazzi nati sul suolo italiano.

In seguito abbiamo collaborato alla raccolta firme per l’altra proposta di legge che propone l’estensione del diritto di voto alle elezioni amministrative per chi, seppur di nazionalità non italiana, risiede da oltre 5 anni nel Comune». Il ministro Kyenge e la presidente Ventura si sono reincontrate a Castello (foto) in occasione del convegno “Italiani, ma non di diritto. Fino a quando?”. MCT


NUMERI UTILI Carabinieri 0836 554031 Guardia medica 0836 554819 Municipio: 0836 552283; fax: 0836 554008; Sito ufficiale: www. comune.aradeo.le.it

ARADEO 1 - 7 agosto 2013

Pag. 10

Sotto le stelle, libri, spettacolo e buona musica nel centro storico il 6 agosto, dalle 21 in poi

Questa Notte fa cultura Organizza il Comune con Libera compagnia, Arci e Musiclub

Dal 3 al 5 agosto è festa in piazza San Rocco

Tutti invitati alla sagra di Re "Pummitoru"

DI NOTTE È MEGLIO "La notte della cultura" nasce all'interno della rassegna estiva "Intarsi di versi" giunta alla 18ª edizione (nella foto uno spettacolo di alcuni anni fa)

di Sandra Signorella

Per una sera sarà l’arte a farla da padrona. E si tirerà a far tardi tra libri, spettacoli e buona musica. Imperdibile l’appuntamento di martedì 6 agosto con "La notte della cultura" nel centro storico di Aradeo: un contenitore di eventi sotto le stelle che nasce da “Intarsi di Versi”, la rassegna estiva, giunta alla 18ª edizione, curata dal responsabile del settore Cultura del Comune, Michele Bovino, in collaborazione con "Libera compagnia teatrale", Musiclub, circolo "Arci club gallery" e il patrocinio della Provincia. Una rassegna che guarda lontano: una anticipazione è approdata nel 2011 al "Cabaret Voltaire" di Zurigo. Obiettivo dei promotori quello di aprire una riflessione sul tema della distanza tra l’arte contemporanea e il pubblico. Ci si potrà così imbattere in opere lasciate in giro e confezionate come pacchi-dono, un invito garbato degli artisti ad accogliere nella propria vita il loro lavoro. Performance di apertura alle 21 in piazza san Nicola con gli allievi del laboratorio di "Libera compagnia teatrale" che proporranno “In-Quadro Poetico”. Nel corso della manifestazione saranno presentati i libri “Nero Notte”

e- mail: protocollo.comune.aradeo@pec.rupar. puglia.it Polizia municipale: 0836 554014 Protezione civile: 0836 551032 Ufficio postale: 0836 555311

di Paolo Vincenti; “Senza Rem” di Daniele Luciano; “Quanto mi dai se ti uccido?” con reading live dell’autore Walter Spennato; “Grazie per aver viaggiato con noi” con reading live dell’autore Fausto Romano e ci sarà il reading poetico di Francesco Pasca. Pamela Blasi, di Sinestèsia, e Giulia Pascali, di "Compagnia Alchemie" porteranno in scena lo spettacolo “Reading dance” e per gli amanti del cinema verrà proiettato il lungometraggio “Io non ho

voce” del regista Palmiro Lifonso. Spazio alle performance teatrali e musicali: oltre allo spettacolo di apertura saranno proposti “Bigodini sparlanti” di "Libera compagnia teatrale"; “Pasolini-Scene d’incontri decisivi” di Giuseppe Puppo e “Poesia è azione” di Renato Grilli. Quindi, ancora, una performance “pittorica, poetica e musicale” di Luigi Latino; “Reading Music with Action Painting” con i gruppi musicali Gekos e i fratelli Casaluci e l’artista Mario Calcagnile;

“Arte x necessità” di "Neea bros". Buona musica con le “Relazioni complicate” di Roberta Carrieri, la violinista Kiara Conte e il dj live Vincenzo Paglialunga. Spazio poi al progetto “Cadeaux d’artista” cui partecipano talenti noti e meno noti tra i quali Pierluca Cetera, Dario Agrimi, Giovanni Felle, Oronzo Liuzzi, Calogero Marrali, Giulia Piccinni, Andrea Caputo, Reà (Andrea Mariano), Monè (Simone Corvaglia) e Neea Bros (Studio d’Arte Neea).

Piazza San Rocco e dintorni, dal 3 al 5 agosto, daranno vita all’attesissima “Sagra te lu pummitoru schiattarisciatu” (nella foto lo scorso anno), che celebra quest’anno la sua 8ª edizione. All’evento lavorano da tempo i soci della "Pro loco", guidati dal responsabile Massimo Tarantino, ed il "Gruppo carnevalesco", con in giovane presidente Ettore Greco. Con loro Maria Rosaria Bruno, Nico Carlino, Nicola Tramacere, mogli, figli e amici per allestire tre serate che, come negli anni scorsi, si prevedono affollate da residenti e turisti.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune. Sarà possibile degustare un’ampia varietà di prodotti tipici salentini. In testa, ovviamente, i piccoli pomodori fatti scoppiettare nell’olio, nel gusto inconfondibile dell’antico piatto locale. Poi grigliate, pasta, pesce e tantissime altre specialità. Le tre serate saranno animate da gruppi di pizzica: il 3 agosto “I Matino), mustici te l’Arcu” (di Matino il 4 “Li Scazzicapiedi” e il 5 “Li Scianari”. In piazza già si lavora affinché tutto sia perfetto per le tre serate che si preannunciano di grande festa. RB

Singolare conferenza nel parco comunale il 7 agosto

Prossima giornata di donazione il 24 agosto. Servono fondi per adeguarsi alle nuove normative

Scuola, dirigenti in campo

Fratres, volontari da più di 30 anni

Singolare conferenza quella che avrà luogo il 7 agosto alle ore 21 presso gli impianti sportivi del parco comunale di Aradeo. Dal titolo emblematico “dirigenti in campo”: sarà un incontro tra la scuola e l’utenza coordinato da Michele Bovino. S'incontreranno Antonio Errico di Sannicola Sannicola, dirigente liceo sociopedagogico di Maglie, Annarita Corrado dirigente liceo scientifico di Maglie; Ornella Casellano, dirigente istituto comprensivo Falcone di Copertino e Carmela Cezza dirigente istituto comprensivo di Aradeo. La manifestazione è organizzata da “Liberamente”, rivista bimestrale di informazione locale e Forevents, società di organizzazione eventi. Alla manifestazione saranno presenti alcuni allievi della scuola di Aradeo che si esprimeranno su cosa apprezzano della scuola e cosa cambierebbero. «In questo contesto socio-economico – chiederanno gli organizzatori a studenti, dirigenti e docenti - cosa significa per un dirigente scolastico chiedere aiuti economici alle famiglie già duramente provate? Perché le scuole hanno problemi a fornire beni elementari come la carta igienica? Cosa è il Pof ? E i Pon sono utili o servono solo per portare soldi nelle tasche dei docenti? Oggi è sufficiente quello che viene fatto nelle diverse realtà comunali?”. Queste ed altre domande per conoscere meglio un mondo vitale per la società, quello della scuola. MCT

Marilena Cisotta, presidente della Fratres. I volontari hanno appena festeggiato i 30 anni di attività

Donare il sangue. Un gesto semplice per aiutare chi soffre. E gli aradeini, giovani compresi, lo fanno con il cuore. «L’attività va bene, abbiamo cinque momenti in calendario durante l’anno destinati alla raccolta di sangue, con una media di 40-45 donatori per volta. E quasi sempre si presentano 7-8 nuovi giovani: non tutti sono idonei, però c’è la volontà di partecipare», afferma la presidentessa della Fratres di Aradeo, Marilena Cisotta, con alle spalle un impegno ventennale nel direttivo.

Circa 400 le sacche raccolte ogni anno dall’associazione, i cui principi sono di ispirazione cristiana. La richiesta aumenta soprattutto d'estate, per la la maggior frequenza di incidenti stradali ma anche per la presenza dei turisti. «Ma con due raccolte ravvicinate – spiega la Cisotta – a luglio e in agosto, come Fratres abbiamo raggiunto l’autonomia, riusciamo a far fronte al bisogno». Ci sono poi le urgenze, con l’allerta che parte dal Centro trasfusionale di Galatina, e i donatori

rispondono al meglio proprio in quei frangenti. In più ogni anno la Fratres, che nel corso dell'anno ha celebrato il trentennale di attività, si occupa della raccolta tra gli studenti del Magistrale di Lecce. La prossima “chiamata” è il 24 agosto. «Portare avanti l’associazione - sottolinea la presidentessa – è un grande impegno ma ci gratifica molto». I problemi, però, non mancano. «Siamo volontari, viviamo delle nostre forze. Per pagare l’affitto del locale abbiamo rinunciare alla nostra festa annuale». E non è tutto: incombono infatti le normative europee. «La maggiore difficoltà sarà dotarsi delle attrezzature, da migliaia di euro, ma speriamo davvero di poter andare avanti, perchè donare per aiutare gli altri sia davvero una grande opera”. SS

Ad un anno dall'avvio del servizio, primo bilancio con il consigliere delegato Giuseppe Mangia È un servizio pensato per i giovani un bel po' di tempo fa, uno spazio pubblico e gratuito per agevolare il percorso di crescita formativa, sociale e lavorativa di chi attraversa una delicata fase della propria vita. La sede dello sportello è presso il palazzo “L. Grassi”, in via della Costituzione, 29. In estate è aperto il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 12,30. Soddisfatto dei risultati finora ottenuti, e di tutte le attività promosse, il consigliere comunale con delega ai Servizi sociali Giuseppe Mangia. «Presso la nostra sede - sottolinea Mangia - i giovani troveranno tutte le informazioni disponibili al loro percorso formativo e professionale, molte opportunità lavorative, informazioni su attività di

Informagiovani, lo sportello amico carattere sociale e di volontariato e, soprattutto, le tantissime opportunità offerte loro dai programmi europei (Gioventù in azione, Erasmus, Leonardo, Comenius ed altri). Insomma un’opportunità da non perdere». Il servizio, attivo ad Aradeo da un anno, rientra nel piano dell'Ambito territoriale sociale di Galatina ed è affidato ad uno staff di sette persone distribuite nei Comuni del progetto (Galatina, Aradeo, Cutrofiano, Neviano, Sogliano Cavour, Soleto). E’ possibile usufruire delo sportelo presentandosi direttamente agli uffici, oppure tramite posta elettronica o ancora attraverso Skype o social networks (facebook, twitter e blog).

Giuseppe Mangia, consigliere con delega ai Servizi sociali

Attraverso le attività di front-office si può avere supporto nella consultazione del materiale informativo, consulenza orientativa nelle materie di intervento, orientamento di gruppo (in particolar modo per le scelte post-scolastiche degli studenti), ricerca per effettuare indagini personalizzate in base a specifiche richieste. Viene inoltre fornita informazione costante e aggiornata su programmi e iscrizioni a scuole superiori, corsi di laurea, accademie, offerte di lavoro in Italia e all’estero, concorsi locali, provinciali, regionali, nazionali e della Comunità Europea. Insomma, un amico di cui ci si può fidare. RB


INCROCIO MALEDETTO Due quindicenni sono rimasti feriti in un incidente stradale tra via San Luigi e viale Einstein (foto). La loro Vespa 50 si è scontrata con una Volkswagen Lupo. Sullo stesso incrocio, alla periferia del paese, lo scorso 19 dicembre aveva perso la vita Giovanni Mele, anche lui di 15 anni. Proprio in zona un manifesto 6x3, fatto affiggere dai residenti, ricorda la pericolosità della strada.

SECL ECLÌÌ 1 - 7 agosto 2013

All'assalto con gli scacchi ma che sia davvero lampo

Dopo il karate che compie 30 anni c'è il concerto

Ha destato molta curiosità ed attenzione il Torneo di scacchi, tenutosi martedì scorso sul piazzale Drosos, antistante la sede municipale. La manifestazione è entrata per la prima volta nella Festa Estate, con una gara valevole per il titolo di Campione provinciale lampo. Ogni partita ha avuto la durata di 10 minuti, cinque per ogni giocatore. La maggior parte dei giocatori è giunta da tutta la provincia. Il torneo rappresenta la tappa finale del tour “Scacchi in piazza”, che si è già tenuto a Collepasso e a Sogliano. Quattro i premi assegnati: due per i campioni provinciali maschile e femminile e due per i campioni under 16. Promotore dell’iniziativa il circolo scacchi locale “Alekhine”. RB

L’ultima settimana di luglio si è chiusa nell’anfiteatro del Parco comunale con la manifestazione internazionale di karate a cura dell’associazione locale Dojo Arashi, guidata dal maestro federale Tommaso Luperto (6° dan). L’associazione, che quest’anno ha compiuto trent’anni, si è recentemente aggiudicato il 2° posto alla Coppa Italia, davanti alle più grandi e rinomate società italiane e gruppi militari. Il mese di agosto, per la “Festa Estate Aradeina 2013”, si aprirà in piazza Drosos venerdì 2 agosto con il concerto di Federico Poggipollini, chitarrista di Ligabue. La manifestazione è a cura di Work in Music e Caffè del Teatro. Poi, da sabato 3 agosto a lunedì 5, in piazza San Rocco e dintorni, sarà la volta dell’attesissima “Sagra te lu pummitoru schiattarisciatu”. Quest’anno si celebra l’ottava edizione; ci lavorano da tempo i soci della Pro loco guidati da Massimo Tarantino e quelli del Gruppo carnevalesco, con in testa il suo giovane presidente Ettore Greco. Per allestire tre serate da spasso. RB

Le risorse di Aradeo

"Aradeo's got talentu" ma Martina Di Florio di più Che ci sia stato grande talento in tutte le esibizioni dilettantistiche dei cantanti, musicisti, ballerine, barzellettieri della 3ª edizione della manifestazione “Aradeo’s got talentu”, lo dimostra l’entusiasmo con il quale il numerosissimo pubblico (foto) ha accolto tutti i concorrenti che domenica scorsa hanno voluto mettersi in gioco, rispondendo all’invito dei due organizzatori Gianni Mighali e Andrea Bruno. La manifestazione si è tenuta in via 24 maggio. A presentarla Max, il giovane e brillante aradeino che ha saputo coinvolgere tutti con la sua allegria e con le sue tante canzoni. Ventuno le iscrizioni, con partecipanti di tutte le età, dai giovanissimi a molti adulti. Vincitrice assoluta Martina Di Florio (foto), una ragazzina di undici anni che l’anno scorso aveva partecipato al programma di Antonella Clerici “Ti lascio una canzone”. Per l’occasione ha cantato “Questo nostro amore”, un successo di Rita Pavone degli anni ’60. Poi c’è stato di tutto, dalla break dance di Samuel Manta (2° classificato) alle canzoni dei due concorrenti, entrambi al 3° posto, Giuseppe Mighali (detto “Zimba”) e Francesca Pisanello. Giurati Michele Bovino, Rosario Marrone e Gino “Batteria” che si è esibito, fuori programma, con strumenti costruiti da lui stesso con materiale di riciclo (aste di ombrello, stura-lavandini e zucche secche). Brave le ballerine delle scuole di ballo del paese “Sportime” e “New Life”, così come le ragazze che hanno recitato “Le cummari” o quelle che hanno ballato un mix di pop-zumba. Naturalmente grigliate, pittule, anguria e tanta birra. RB

NUMERI UTILI Municipio: tel. 0836 554213 fax: 0836 554686; Sito ufficiale: www. comune.seclì.le.it Polizia municipale: tel. 0836 554376 Protezione civile: cell. 328 8483955 Pro loco: tel. 0836 551560

Pag. 11

Giochi e regole verranno conosciuti solo due ore prima dell'inizio della contesa; una sezione per i bimbi

Il Palio ha quattro capitani di Roberto Barone

Tutto pronto per la sagra del cavallo

Ormai è Palio, giovedì prossimo l’apertura. Si parla soprattutto di questo sotto le luminarie di piazza San Paolo, da due giorni in festa in onore di Sant’Antonio di Padova. Sergio Finamore, capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale e principale collaboratore insieme alla consigliera Anna Stifani dell’assessore Concettina Buongiorno, sottolinea il “duro lavoro e l’impegno costante" di chi organizza gli eventi “per le tante e tante famiglie che rimangono in paese in questo momento di generale difficoltà economica” per tutti. «L’augurio - dice Finamore è che i pochi che si impegnano alla fine diventino molti». Nella vigilia si pensa soprattutto ai giochi, che saranno conosciuti dai capisquadra Sandro Negro (per i Tulipani), Giuseppe Greco (Giglio), Luca Filoni (Rose) e Alberto Musca (Girasole) solo due ore prime dell’inizio della gara. L’anno scorso i giochi suscitarono l’attenzione e l’allegria degli spettatori. Per la sezione adulti si andò dal “gioco del musichiere” (indovinare il titolo corretto di un brano dopo averlo ascoltato solo 5 secondi), al “lancio dell’uovo” (un concorrente maschio lancia un uovo e la donna deve prenderlo senza romperlo), dal “tiro alla fune” per sole donne, al “tutti in carriola”. Altrettanto divertenti i giochi per bambini.

"Sfioratele con un fiore"

Si terrà domenica 4 agosto nella splendida cornice del Castello Sanseverino, l’attesa manifestazione “Sfioratele con un fiore”, riflessione contro la violenza sulle donne. È il “fiore all’occhiello” dell’assessore ai Servizi sociali Concettina Buongiorno (foto) che ha organizzato l’iniziativa insieme all’associazione giovanile “Futura 21”, rispondendo ai solleciti di Delia Epifani, una concittadina appartenente ad Amnesty International. Per l’assessore è una grande occasione “per sensibilizzare le coscienze e indurre tutti alla riflessione; occorre combattere l’assuefazione e l’indifferenza con l’indignazione ”. La manifestazione prevede video sulla violenza, canzoni sulle donne cantate da ragazze e ragazzi del paese, poesie, danza a cura dell’associazione sportiva “Patrizia Conte” di Galatone, musica con Mattia tone Carluccio, Andrea Finamore e Vanessa Colazzo.

TUTTI IN PIAZZA Accanto l'edizione 2012 del Palio. Sopra, dall'alto a sinistra in senso orario, Sandro Negro (capitano dei Tulipani), Alberto Musca (Girasole), Luca Filoni (Rose) e Giuseppe Greco (Giglio)

L’organizzazione per l’evento "clou" dell’estate secliota è già partita da più di tre mesi. Già definito, dalla Proloco, il programma della 15 ª edizione della sagra 2013 “Te la carne te cavaddrhu” (il 17 e 18 agosto). Come negli anni scorsi, la manifestazione sarà ospitata nel centro storico del paese. Quest’anno, in più, si avvarrà dei nuovi spazi creati al lato e alle spalle del Castello Sanseverino, con la ristrutturazione completa e l’ampliamento dei giardini del palazzo, che offriranno una suggestiva cornice a tutta la festa. «Come ogni anno cercheremo di offrire il meglio che le abili cuoche del paese hanno già ampiamente dimostrato di saper fare. Ci aspettiamo tantissimi turisti da tutto il Salento: la nostra ospitalità sarà impeccabile», afferma Giancarlo Scarlino, presidente della Proloco. RB

Lavori in piazza S. Paolo, poi nel vecchio Comune museo, esposizioni, uffici

Vita nuova nell'ex Municipio La vecchia centralissima sede municipale di piazza San Paolo verrà a breve definitivamente restaurata. L’incarico è già stato assegnato alla ditta Guida di Copertino e i lavori inizieranno a fine estate. Il progetto è finanziato con fondi Gal (Gruppo di azione locale) Isola Salento, che comprende 19 Comuni di questa parte della provincia tra cui Aradeo, per la somma 200mila Aradeo euro. La struttura era già stata fatta oggetto di interventi di restauro una decina di anni fa, ma ha ancora seri problemi di dissesto strutturale. Verranno realizzati interventi per ripristinare la sua staticità con allargamento delle fondazioni e con tiranti precompressi che avranno la funzione di richiudere le lesioni che si sono aperte in varie parti della struttura. Il progetto, avviato dalla precedente Amministrazione, ha subito ritardi nell’ambito del Gal Isola Salento. Da qui anche i tempi lunghi per la sistemazione della Biblioteca comunale (un tempo ospitata nei locali dell'ex Municipio), che ha trovato ora una nuova definitiva collocazione negli ampi e luminosi locali a piano terra del Castello Sanseverino. L’ex Municipio, restaurato, sarà la sede del Museo delle Arti contadine nella sua parte superiore, mentre il pianoterra ospiterà sia la sede dei Vigili urbani che una sala in cui le aziende locali potranno esporre i loro prodotti durante le manifestazioni. RB

CAMBIAMENTI IN VISTA Il vecchio Comune e piazza San Paolo: sono in arrivo ulteriori lavori per l'area scoperta e destinazioni d'uso differenti per lo storico immobile, che ospiterà il Museo delle arti contadine e produzioni tipiche delle campagne circostanti

Tutti in piazza per Sant'Antonio Seclì è in festa per un santo molto amato nel paese, Sant’Antonio da Padova che, come da antica tradizione, si è festeggiato alla fine dei lavori nei campi, in un periodo di vacanze estive per tutti, lontano dal giorno della sua ricorrenza nel mese di giugno. L’impegno del Comitato Festa è stato, come sempre, massimo. Sono state illuminate a festa le strade da piazza Sant’Antonio a piazza San Paolo e viale San Paolo. Le bande hanno suonato martedì 30 e mercoledì 31 luglio. Il primo giorno è stata la volta della città di Conversano (maestro Vincenzo Cammarano), mentre il secondo giorno hanno suonato i gruppi della Città di Montescaglioso (maestro Giovanni Pellegrino) e Città di Racale (maestro Grazia Donateo). Applausi anche per la musica di "Futura tour" con "Antonio Amato ensemble". Petardi annuncianti il triduo a devozione del popolo di Seclì sono stati sparati nei tre giorni precedenti la festa. Poi lo spettacolo pirotecnico di martedì ed infine i grandi fuochi della notte in piazza San Paolo. RB


NUMERI UTILI: Carabinieri: 0833 865010 Guardia medica: 0833 867190 Municipio: 0833 865053; Sito ufficiale: www.comune. galatone.le.it;e-mail: info@comune.galatone. le.it; Polizia municipale 0833 865028 Servizi sociali: 0833 880022

GALATONE 1 - 7 agosto 2013

Pag. 12

Ci trovate pure qui ● BAR ZODIACO via A. Colitta 1 ● TABACCHI POTENZA via Del Mare 3 ● STAZIONE DI SERVIZIO Q8 via Del Mare ● LA FRUTTA via XXIV Maggio ● TABACCHI TUNDO via A. Moro 66 ● IL BARETTO via Cairoli 9 ● BAR TABACCHI presso stazione di servizio Agip via Savoia ● CAFFETTERIA MIRO' via XX Settembre ● STAZIONE DI SERVIZIO AGIP via Lecce ● SUPERMERCATO CARREFOUR via Galatina ● BAR SAN SEBASTIANO piazza San Sebastiano ● SUPERMERCATO IPER SIMPLY via Appennini 8 ● BAR STOP largo Itria, 1 ● TABACCHERIA CANALIS via Scorrano, 12

Proprio nel giorno dell'incontro pubblico tra imprenditori e cittadini, scatta il sequestro all'impianto a biogas per evitare guai maggiori all'ambiente

Le ombre nella centrale Per il Palio sfide tra L'evento

di Alessio Giaffreda Tempismo incredibile. Proprio nel giorno in cui la “Renewable Energy Srl”, società appaltatrice dei lavori per la discussa centrale a biogas in contrada “Rose”, aveva previsto un incontro-dibattito con la cittadinanza, sono scattati i sigilli preventivi all’impianto. Il sostituto procuratore Elsa Valeria Mignone, con un decreto controfirmato dal procuratore Cataldo Motta, ha infatti disposto il sequestro d’urgenza, operato dagli uomini della Guardia Forestale la mattina del 25 luglio. Risultano indagati i proprietari dell’azienda (Michele Giliberti e Giorgio Gemma) e il progettista dell’impianto, Giuseppe Giliberti. Le ipotesi di reato che pendono sulle loro teste sono quelle di gestione illecita di rifiuti, getto pericoloso di cose, violazione della normativa edilizia e ambientale. I responsabili della costruzione della centrale avrebbero dovuto richie-

le quattro contrade con Greco e la lotteria

Forestale e polizia provinciale appogono i sigilli alla centrale in contrada "Rose". Accanto Crocifisso Aloisi (in alto), responsabile del comitato "No Biogas" e Nisi

Tornano alla mente i quesiti fatti dal gruppo dei tecnici Ipotizzati vari reati pure di natura urbanistica ed edilizia, oltre alla truffa dere l’Autorizzazione unica regionale al posto di quelle utilizzate (la Denuncia di inizio attività e la Procedura abilitativa semplificata), in quanto il materiale utilizzato per le prime attività dell’impianto, proveniente da quello analogo di Surbo, è considerato un rifiuto (tecnicamente, digestato liquido, un fango ritenuto un rifiuto). Ma non solo: sono contestati anche i reati di falso e truffa, dato che l’allaccio alla rete Enel sarebbe stato eseguito il 15 aprile, a lavori non ancora terminati, per ricevere, secondo la dottoressa Mignone, il finanziamento che sarebbe spettato a chi avesse concluso i lavori prima del 30 aprile. Inoltre, con l'energia elettrica la centrale da 854 kwe avrebbe dovuto produrre anche calore da utilizzare nelle serre, di cui però non c'è traccia alcuna; ma per questo aspetto avrebbe usufruito di procedure agevolate. Infine le emissioni nell'atmosfera, non solo prive di autorizzazione ma

Le domande inevase Dopo gli ultimi avvenimenti, non possono non tornare alla mente le conclusioni - unanimi - del comitato tecnico composto da cinque emebri: gli ingegneri Antonio De Giorgi, Claudio Calasso, Giuseppe Salvatore Presicce, l'avvocato Paolo Gaballo e l'agronomo Cristian Casilli, esposte in un Consiglio comunale aperto nell'atrio del palazzo marchesale. Nella voluminosa relazione erano infatti indicati quasi tutti i punti critici su cui poi la magistratura ha messo attenzione con i risultati che sappiamo, presi per evitare che l'attività dell'impianto a biogas (insilato di mais, triticale, loietto o grano) potesse "aggravare e protrarre le conseguenze del reato, permanendo certamente sul terreno gli effetti di un grae pregiudizio ambientale". Intanto, il problema dei cattivi odori, già presente il 21 aprile, giorno dell'assise consiliare: come evitarlie e come ridurre al minimo le conseguenze dell'accumulo di materiali vegetali? I cinque tecnici rilevavano poi, nelle 13 pagine di relazione, che c'era il grosso rischio di veder aumentare le emissione di anidride carbonica invece di una loro riduzione. Quindi ponevano l'attenzione sulla massiccia riconversione produttiva: 250 ettari coltivati a mais al posto delle coltivazioni locali tradizionali. Infine focalizzavano l'esigenza di un corretto smaltimento dei residui della lavorazione e la definizione della potenza dell'impianto. Il tutto in un quadro di necessari e costanti controlli durante i lavori di realizzazione della centrale a biogas.

altamente insopportabili per l'odore nauseabondo e capaci di creare malesseri nei vicini; l'impianto è in zona industriale di Galatone, a 2,5 km dall'abitato e a 2 km da Nardò. Crocifisso Aloisi, responsabile del comitato “No Biogas” commenta: «È la dimostrazione che le nostre preoccupazioni erano fondate. Se finora ci snobbavano, oggi l’azione della magistratura ci dà ragione. Ci sarebbero violazioni urbanistiche ed edilizie: il Sindaco e la Giunta dovevano vigilare». Il sindaco Livio Nisi, dal canto suo, si dice tranquillo: «Noi abbiamo sempre agito correttamente, abbiamo sempre richiesto i controlli, e li avremmo richiesti anche a centrale in funzione. Abbiamo anche denunciato agli organi competenti quando qualcosa non andava. Condividiamo infatti che sotto certi punti di vista non si è agito come previsto». L’incontro pubblico è comunque avvenuto: oltre a Giuseppe Giliberti, che ha illustrato com’è avvenuta la riconversione dell’azienda agricola Cascioni, acquistata dalla Renewable Energy, e le ripercussioni positive sul territorio, sono intervenuti Luigi De Bellis (docente dell’Università di Lecce), Renata Rogo (agronoma) e l’ingegner Stefano Mauro, che hanno avuto un confronto, a tratti molto concitato, con i cittadini.

Nuovi organigrammi societari e sportivi dopo la paura della scomparsa di Silvia Resta

Cambio al vertice per l’"Unione sportiva Galatone". Ad Antonio Calò, presidente negli ultimi quattro anni, è subentrato, infatti, Massimiliano De Leo. Il nuovo allenatore sarà Oscar Greco (lo scorso anno al San Cesareo) con Luigi Petrelli preparatore dei portieri mentre il quadro societario prevede i vicepresidenti Antonio Negro, Biagio Gatto e Luca Margiotta, il direttore sportivo Tommaso Tundo e i dirigenti Antonio Fuso, Giuseppe Stapane, Nicola Tarantino, Antonio Calò, Valerio Chirivì, Marco Geusa, Roberto Antico, Tonino Cuppone, Giuseppe Musardo, Piero Musco, Giuseppe Marra, Andrea De Leo e Luca Pellegrino. La crisi societaria apertasi con le dimissioni di Calò, a pochi

Il Galatone volta pagina Dalle dimissioni di Calò all'arrivo di patron De Leo Greco il nuovo allenatore

Giuseppe Stapane

giorni dalla scadenza del termine per l’iscrizione al campionato di Prima categoria (con richiesta di ripescaggio in Promozione) aveva suscitato non poche incertezze nei tifosi prima della soluzione giunta anche grazie agli incontri promossi dal indaco Livio Nisi, al quale era stata affidata la società dopo le dimissioni del presidente uscente.

«Nonostante la bellissima stagione da poco conclusa ed i risultati conseguiti ho tentato con tutti i mezzi possibili di coinvolgere le realtà del territorio per poter riorganizzare una nuova società mettendo a disposizione la mia stessa carica, ma non avendo avuto riscontri positivi dagli operatori economici locali interpellati, ho constatato che non sussistono le condizioni per poter proseguire», ha affermato Calò nel lasciare la presidenza. Le speranze di ammissione in Promozione fanno, ora, affidamento sulla vittoria dei play-off nel girone C di Prima categoria e sulla finale conseguita nella Coppa Italia di categoria.

Il Palio delle Contrade di Galatone giunge alla sua nona edizione. Il 4 agosto (alle 18.30 il via al corteo storico da piazza Crocifisso ed alle 20.30 il Palio allo stadio), le contrade Cappuccini, Castello, Pommo e Vasce (nella foto dopo il successo dello scorso anno) si sfideranno nelle tradizionali competizioni organizzate dall’associazione "Creattivamens" accompagnate dalle classiche rappresentazioni medievali con i tanti protagonisti impegnati a ricreare l’atmosfera storica a cui l’evento vuole rimandare. «Quest’anno avremo una grossa presenza di figuranti di Galatone insieme agli sbandieratori di Oria, la ‘Scamiciata’ di Fasano, il gruppo del ‘Palio del Ciuccio’ da Cuccaro Vetere, i gruppi ‘Castro Medievale’ e del Palio di Tricase», afferma Jenny

Manisco, la responsabile delle comunicazioni per "Creattivamens", figlia dell’artista Giuseppe Manisco, ideatore della manifestazione, patrocinata anche da Regione e Provincia. Per la prima volta, tra i giochi se ne vedrà uno nuovo realizzato con l’acqua. E questo sarà anche il primo anno della “Lotteria del Palio”, con la possibilità di vincere alcuni oggetti medievali. Alla cerimonia d’apertura (prima della partenza del Corteo dal Palazzo Marchesale), presenzierà il triplista galateo Daniele Greco, alla vigilia della partenza per Mosca dove sarà impegnato (il 18 agosto) nei campionati Mondiali di Atletica leggera. Ma gli organizzatori pensano già alle tante novità già in cantiere per l'edizione 2014 che sarà la decima. AG

Gli altri appuntamenti della rassegna del Comune

Le piazze e il Villaggio per l'Estate galatea

Continuano gli appuntamenti dell'"Estate galatea". Dopo la "Serata d'in Canto" del primo agosto al villaggio "Santa Rita" con la "Nuova associazione musicale S. Gira", venerdì 2 è la volta della mostra foto-filosofica "Riflessi ritratti" di Graziella Lupo Pendinelli, aperta sino al 25 nel Chiostro dei Domenicani (organizzano l'associazione culturale Telalab e il Centro studi Arpa). Il 3, sempre al chiostro alle 21, incontro con il poeta Marcello Buttazzo, a cura di Telelab. La stessa associazione organizza, ancora una volta al chiostro, il Mostre, incontri, laboratorio filosofico "La fotografia racconto di visione del mondo", danze, teatro con la Pendinelli. Cani protagonisti e cani protagonisti per "Miss e mister a 4 zampe sotto le stelle" in programma martedì 6, alle 21, a cura della "Lega nazionale per la difesa del cane" al villaggio "Santa Rita" dove, il giorno dopo (sempre alle 21) la compagnia "Teatro Solatia" presenta "la signora dai capelli rossi" a cura di "Opificio Meridiano". Giovedì 8, infine, spazio alle danze con "Milonga e tango argentino" in piazza Sandro Pertini (nella foto di MyboxTv) a cura dell'associazione "Punto Danza".


NUMERI UTILI Centro Prelievi: mercoledì 7,45-10 Guardia medica: 0833 596663 Municipio: 0833 596521 fax 0833 597124 Sito ufficiale: www.comune.tuglie.le.it; E-mail: comune.tuglie@pec.rupar. puglia.it; Polizia municipale: 0833 597644 Ufficio postale: 0833 596849

Ci trovate pure qui

TUGLIE

● BAR ARAGONA via V. Veneto,334/a ● CAFFÈ ORO NERO c/o stazione di servizio Guido Circunvallazione ● RED CAFE’ c/o stazione di servizio Q8 Circumvallazione Tuglie ● SUPERMERCATO GALILEI via Torino ● BIBLIOTECA COMUNALE via Risorgimento 17 ● LA PUTECA TE LI PAPAIONICA via Vitt. Veneto 21 ● BARBABLU’ CAFÈ corso C. Vergine (Montegrappa) ● BAR LA VILLETTA largo Fiera ● PIZZERIA FUEGO via Aldo Moro 71

Pag. 13

1 - 7 agosto 2013

Attesi in piazza Garibaldi Gianfranco D'Angelo, Tosca, la Calandra, Mino De Santis e Melanton

Il grande pubblico di piazza Garibaldi (foto Michele Mariano)

Con la vittoria della compagnia "Eccentrici Dadarò" di Varese, si è conclusa l’ottava edizione del Premio Calandra. Ora, tutta l’attenzione è rivolta alla ventunesima rassegna di “Platea d’estate”, organizzata dal Comune di Tuglie. «Il programma di questa edizione – afferma il sindaco Daniele Ria – ripropone alcuni eventi degli anni passati. Un revival a conclusione di un ciclo che avrà modo di continuare ed evolversi, magari in altre forme e modi che sicuramente troveranno maggiore consenso e faranno l’interesse del nostro paese». "Platea d’estate", nasce ventun anni fa allo scopo di vivacizzare alcune noiose serate estive, cercando

Una Platea d'applausi di far riscoprire ai nostri concittadini, l’amore per il teatro e per l’arte. A distanza di tanti anni, l’obiettivo sembra esser più che riuscito”. Dopo i Ghetonia e la compagnia “La Busacca”, la rassegna continua con "Balletto del Sud" in “La bella addormentata”, venerdì 2 agosto. Vittorio Marsiglia è il protagonista, lunedì 5, con “Chi sono, cosa faccio, dove vado” mentre, il giorno successivo, tocca ai “The Good Fellas” con “Gangsters of swing". Gianfranco D’Angelo sarà sul palco

Premi a Fernando Falco e Luigi Ruggero Cataldi di Gianpiero Pisanello

mercoledì 7, con “Il re sono io”, mentre la cantante Tosca, l’8 agosto, si esibirà con uno spettacolo dedicato a Roberto Murolo. La Compagnia Calandra è di scena il 9, mentre il 10 tocca a “Tango Bailey”. Il 12 salgono sul palco i “Bermuda Acoustic Trio”, mentre il 13 è il tugliese Mino De Santis ad esibirsi. Il 16 uno spettacolo teatrale con Salvatore Della Villa, mentre il 19 ritorna Arte in Piazza, con l’incontro-performance del vignettista Antonio Mele, in arte Melanton. GP

Di Claudia Nocera l'idea del maxiraduno

"Eravamo 37 quelli del 1963". Compagni Terza edizione sul filo delle emozioni di scuola si ritrovano

Ricordi emigranti

Una grande partecipazione di pubblico ha segnato la terza edizione della “Festa degli emigranti”, organizzata dall’Associazione emigranti tugliesi nel piazzale antistante Palazzo Ducale. «La Festa – afferma il presidente dell’associazione Giuseppe Giorgino – ha voluto rappresentare un momento di condivisione, rappresentando il culmine di tante attività che la nostra associazione da alcuni anni porta avanti. Grazie alla presenza di autorità e di tanti amici, la serata ha avuto un grande successo e si è arricchita anche di una mostra fotografica e testuale che gentilmente ci è stata messa a disposizione dal La serata in una "evocativa" foto in bianco e nero. Accanto Cataldi, sotto Falco Comune di Specchia». La serata, animata dalla mumiazione di due tugliesi che si sica e dalla voce di Anna Gatto, sono affermati in Italia e all’esteha visto intervenire il sindaco di ro. Ad essere premiati sono stati Tuglie Daniele Ria, il presidente Fernando Falco e Luigi Ruggero della Provincia Antonio GabelCataldi. Il primo esperto di inlone e l’assessore alle Relazioni formatica, professione che lo ha Internazionali della Provincia portato a collaborare nel corso di Lecce Marcella Rucco. L’indella sua attività con le migliori contro, che è stato moderato da aziende del settore (dalla OliAntonio Imperiale, ha visto la vetti alla Telecom sino al Cern partecipazione anche del senadi Ginevra). Un talento che si è tore nonché rappresentante della affermato con successo, ma che circoscrizione Estero-Europa, è sempre rimasto legato alla sua Claudio Micheloni. terra e alla sua famiglia. Grande emozione per la preLuigi Ruggero Cataldi, inve-

Il famoso jazzista il 3 agosto, alle 11.30, a Montegrappa

ce, è un giornalista pubblicista, scrittore storico ed esperto di Diritto e Legislazione postale. Tra i numerosi incarichi, dal 1995 ha assunto la dirigenza dell’Area servizi postali e comunicazione elettronica di Verona, fino a quando, nel 1997, per massima anzianità ha lasciato il servizio attivo. Tra i suoi saggi, tutti di carattere storico culturale, "La storia del Santo Scapolare" presentato di recente a Tuglie alla presenza dello stesso autore.

In trentasette si sono incontrati lo scorso 20 luglio per festeggiare il loro cinquantesimo anno di vita insieme. L’idea di radunare uomini e donne nati nel 1963 è stata di Claudia Nocera e in trentasei hanno risposto al suo invito. «L’intenzione di trovare tutti i miei coetanei è dello scorso anno e – afferma Claudia – dopo averne parlato con mio marito, ho coinvolto l’amico Maurizio Romano che, dal primo momento, mi è stato vicino nell’organizzazione. Per cercare di contattare tutti gli amici nati nel '63 ho dovuto chiedere aiuto anche a Mino Rizzo, Fernando Calò e Giglia Mottura che si sono resi disponibili a rintracciare i loro compagni di classe tramite le foto scolastiche dell’epoca. Tutti gli invitati sono stati meravigliati dell'iniziativa, ma contenti ed hanno aderito subito, sperando di rivedere gli amici di un tempo». L'impegno profuso da Claudia e i suoi amici è culminato sabato 20 luglio quando, si sono ritrovati dopo tanti anni dinanzi alla scuola elementare dell’epoca in largo Fiera ed hanno scattato una foto ricordo. Subito dopo, la festa si è spostata presso i Giardini Raimondi di Sannicola per una serata all’insegna del ricordo e del divertimento. «Ognuno ha portato con sé la propria storia e il proprio vissuto quotidiano – continua Claudia Nocera – e commossi abbiamo ascoltato la composizione di Giuseppe Stefanelli che ci ha fatto rivivere i ragazzini che eravamo. Tutti eravamo molto contenti di aver ristabilito un contatto che speriamo venga alimentato in futuro». GP

Tra i neo cinquantenni la Nocera è la terza da destra in prima fila

Il corteo d'apertura per la prima volta nel quartiere "Longa"

Il libro di Fresu va in collina È festa a Montegrappa “In Sardegna. Un viaggio musicale”. È questo il libro che Paolo Fresu (foto), jazzista di fama internazionale, presenta a Tuglie nell’ambito del “Locomotive Jazz Festival”, diretto da Raffaele Casarano. La tappa a Tuglie, in collaborazione con Provincia e Comune, è stata voluta fortemente dagli organizzatori in virtù anche del partenariato culturale che intercorre tra il festival jazz e “Tuglie incontra – Festival nazionale del libro”, organizzato da Gianpiero Pisanello. Paolo Fresu ha compiuto cinquant'anni nel 2011; per questo è nato l'incredibile progetto dei "50 anni suonati": ovvero 50 concerti in 50 diversi luoghi della Sardegna in 50 giorni consecutivi

coinvolgendo negli spettacoli artisti da tutto il mondo. In quasi due mesi, Fresu è andato alla riscoperta della sua isola, della sua gente e delle sue bellezze. Ha suonato ovunque e ha tenuto degli appunti di viaggio, scrivendo di notte dopo i concerti o durante gli spostamenti tra una tappa e l'altra. Il risultato è il libro che si presenta, sabato 3 agosto, alle 11.30, nella pineta adiacente alla scalinata di Montegrappa (incontra l'autore Gianpiero Pisanello). A seguire, aperitivo in pineta con prodotti tipici salentini e "Racconti di uomini e nuvole" a cura di Dario Muci (voce), Valerio Daniele (chitarra) e Giorgio Distante (tromba).

Ritorna la festa in onore della Madonna del Grappa. Nonostante la crisi, un solerte comitato si è attivato per conservare l'antico appuntamento che si tiene sul piazzale della collina che circonda la chiesa che custodisce la statua della Madonna. I festeggiamenti hanno inizio sabato 3 agosto quando, dalla sede municipale, alle 18, prende avvio il corteo delle autorità civili e militari che, per la prima volta, passa anche dal rione “Longa”. Il corteo si conclude sulla collina con l’alzabandiera, l’omaggio a Cesare Vergine e la deposizione della corona d’alloro ai Caduti in guerra, nel sacello all’interno della pineta. Dopo la messa con l’omelia di padre Silvano Fiore, il simulacro della Vergine esce in processione, accompagnato dal concerto bandistico Città di Aradeo (le luminarie sono della ditta “GQ Impianti” di

La chiesa della Madonna del Grappa

Gianfranco Quintana da Matino Matino). Domenica 4 agosto, alle 22, la festa si conclude con il concerto di musica popolare salentina de “Lu Rusciu Nosciu”. GP

L'evento

L'arte incontra la piazza con artisti e aziende locali “Arte in Piazza” conclude la ventunesima edizione di Platea d’Estate 2013, la rassegna culturale del Comune di Tuglie. L’iniziativa, che si svolge lunedì 19 agosto, dalle ore 20.30, è promossa dall’Amministrazione comunale e dall’Unione dei Comuni delle Serre Salentine, in collaborazione con le associazioni tugliesi, allo scopo di valorizzare l’arte, l’artigianato locale e la cultura enogastronomica. Dalla biblioteca al Museo della civiltà contadina, dal largo antistante il mercato coperto a piazza Garibaldi. Per una notte, il centro storico diventa una vetrina a cielo aperto a cui partecipano artisti e artigiani congiuntamente alle migliori aziende enogastronomiche del Salento (le adesioni si possono comunicare presso la sede del Comune di Tuglie in piazza M. D’Azeglio oppure si può telefonare al numero 0833/596521). GP


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 593010/595790 Centro Prelievi: venerdì ore 7.45-10 Guardia medica: 0833 594389 Municipio: 0833 392311 fax 0833 593277; Sito: www.comune.parabita.le.it; E-mail: info@comune.parabita. le.it Polizia municipale: 0833 593109 Protezione civile: 0833 281293 Ufficio postale:0833 595421

PARABITA 1 - 7 agosto 2013

Pag. 14

Ci trovate pure qui ● STAZIONE DI SERVIZIO AGIP via Alezio ● STAZIONE DI SERVIZIO CAMER via Alezio ● SUPERMAC via Matino ● STAZIONE DI SERVIZIO ENI via Prov. Matino ,39 ● SUPERMERCATO SISA via Lombardia 22 ● CANTINE DUE PALME via Impero ● TABACCHERIA RIA via Impero 165/a ● ‘NA MOZZACATA via Prov.le Matino ● SNACK BAR presso stazione di servizio Esso S. P. 334 per Casarano ● ALIMENTARI LA PUTIA via Nizza 10 ● SUPERMERCATO CARREFOUR via Salentina 15 ● CIQUATRES CAFÈ via L. Ferrari 40

Nel concorso sbancano poeti e poetesse di Matino, in lingua e in vernacolo

Sant'Anna e i giochi in rima Grande pubblico per la festa anche di San Pantaleone

Da sinistra don Lucio Borgia, l'ex rettore Domenico Laforgia e Marco Cataldo

Grande successo di pubblico per la festa di Sant’Anna e San Pantaleone. Soddisfazione è stata espressa dal parroco don Lucio Borgia (di Casarano) e dal presidente del comitasarano to festa Francesco Lento. La festa è stata caratterizzata dalla 12ª edizione dei "Giochi d’estate" e dalla 5ª edizione del premio di poesia “Mi fido di te” (era presente anche l'Orchestra Casarano). filarmonica Valente di Casarano Finalità del concorso è stata quella di

valorizzare la poesia in italiano ed in vernacolo. Tra gli ospiti della serata l’ex rettore dell’Università del Salento Domenico Laforgia e il presidente delle "Officine Cantelmo" di Lecce, Marco Cataldo. Il concorso ha avuto come vincitori della prima fascia (8-15 anni in vernacolo), Yary Bove (prima) e Giorgia Ferraro (seconda), entrambe di Matino. Per la seconda fascia in verMatino nacolo (da 16 anni in poi), primo po-

Procede senza sosta la programmazione dei tanti eventi, sportivi e culturali, organizzati dalle diverse realtà associative parabitane. Grande successo ha riscosso la settima edizione di “Teatriamo”, organizzata dalla compagnia “Lucia La Greca 1998” presieduta da Pinuccio Russo. «Moltissimi sono stati, infatti, i riscontri, tutti molto positivi, ai nostri sforzi organizzativi», afferma Russo. Intanto, dopo la tappa di “Miss Italia Mondo” del primo agosto in piazza Terranova, sabato 3 agosto, dalle 21, il comitato “Chiesetta delle Anime” ha organizzato la “Festa della collina parabitana” presso contrada “La Comune” mentre per il 4 la confraternita dell’Immacolata, a partire dalle ore 20.30, ha previsto, nella piazzetta adiacente all’antica rettoria, la serata di Karaoke, “Cantando sotto le stelle” con un saggio di danza in via Livorno. Presso l’anfiteatro del parco comunale “Aldo Moro”, continua, inoltre, sino alla festa finale del 9 agosto, il 16° torneo di pallavolo organizzato dalla palestra “Olimpius”. Ricche saranno anche le serate (ad ingresso gratuito) orga-

Sport, teatro e musica Una festa dedicata anche alla collina parabitana FESTA PER LA PALLAVOLO Gli atleti dell'Olimpius protagonisti delle gare nell'anfiteatro del parco "Aldo Moro" (il 9 agosto ci sarà la festa finale). Sotto Pinuccio Russo, presidente della compagnia teatrale "Lucia La Greca 1998" protagonista di una brillante rassegna

nizzate a Parco Angelica, sulla strada Provinciale per Alezio. Si parte il 2 agosto, alle ore 20.30, con il “Concerto nel prato” dell’“Anxa ensemble” (musiche di Mozart e Dvořák), mentre sabato 3 agosto, alle 20.30, è prevista l’esibizione di Antonio Parisi (il ballerino parabitano di “Amici”, ora impegnato nel musical "Romeo e Giulietta") insieme alla scuola di danza “Victory dance” di Eleonora Vinci di Parabita. Domenica 11 agosto, la "Scuola di formazione sociopolitica", darà il via, alle 20, al primo incontro in programma

Novità al Santuario

Padre Clemente lascia a settembre Padre Clemente Angiolillo (foto) rimarrà in carica fino al prossimo settembre, quale vicario-rettore della comunità di Parabita, in attesa che il nuovo Priore provinciale (ancora da eleggere) nomini il nuovo superiore. Sino al prossimo “Capitolo provinciale” che sarà celebrato a Madonna dell'Arco (Napoli) dal 16 settembre, il padre originario di Potenza conserverà, comunque, tutti i diritti (e i doveri) che spettano al rettore. «Rivolgo il mio più fraterno ringraziamento a tutti quelli che mi sono stati vicini e che con la loro grande pazienza mi hanno aiutato a coltivare il “bel campo” della Chiesa che è presente a Parabita», afferma Padre Clemente. Intanto, dal 5 agosto, la comunità del Santuario si prepara, con il “Solenne triduo” alla festa del suo santo protettore, San Domenico di Guzmán, dell’8 agosto, con la messa presieduta da don Stefano De Pascalis, originario di Taurisano e oggi priore del Monastero di san Pietro a Modena, alle 20 nel cortile del Santuario. A seguire serata di liscio e balli di gruppo. GF

«Quel consigliere va sospeso» lo dice l'avvocato

sto per Fernanda Antonaci, sempre di Matino, e secondo per Antonio CorMatino tese. Per la lingua italiana, tra gli 8 e i 15 anni primo premio a Desirèe Corvaglia di Matino, secondo a Tommaso Finolezzi di Roma e terzo a Giuseppe Toma di Matino. Dai 16 anni in poi, in lingua italiana, primo posto a Roberta Fava di Taglio di Po (Ro), secondo ad Antonio Campeggio di Parabita e terzo a Giada Maria Stanca di Matino. GF

Dal 2 serie di appuntamenti al parco Angelica, da D'Alema al tango e al cine di Giuseppe Fracasso

Il caso

ospitando Massimo D’Alema e Raffaele De Giorgi. Lunedì 12 agosto si darà spazio, a partire dalle 21, al festival musicale “Dove c’è musica” e martedì 13 agosto, sempre alle 21, il protagonista della serata sarà il tango, con “Che! Tango project presenta Milonga!”. Dal 19 al 30 agosto ritornerà anche quest’anno, in piazza Umberto I, la rassegna di cinema all’aperto, organizzata dalla parrocchia matrice, con “Nuovo cinema Umberto I”. A chiudere la rassegna estiva presso "Parco Angelica" sarà un omaggio a Giuseppe Verdi (sabato 31 agosto) curato dalla "Nuova orchestra sinfonica Giuseppe Verdi". In attesa di "Notti d’estate 2013” (eventi sono previsti per le prossime settimane a cura dell'Amministrazione comunale), il 17 agosto, alle 20.30, piazza Umberto I ospita la prima edizione del concorso canoro “Talenti al Centro” rivolto a bambini di età non inferiore ai 10 anni compiuti. Per l’occasione, sarà ospite della serata la cantante Irene Rausa di Nociglia (già vista ad “Amici"). La manifestazione coinvolgerà anche Taurisano, Alezio e bambini di Taurisano Sannicola. Sannicola

Traguardo raggiunto per la nonnina di Parabita, Anna

Ben 105 e non sentirli Donna Anna Leganza, classe 1908, è la donna più longeva di Parabita. Lo scorso 31 luglio, ha compito 105 anni ma solo per l'anagrafe poiché tanta salute, forza e lucidità sono gli elementi che l’hanno da sempre contraddistinta. Il suo lavoro è stato quello di casalinga, accudendo ed educando i due figli Maria ed Ernesto. Anche oggi il suo hobby preferito, coltivato sin da ragazza, resta quello della lettura, con una predilezione per gli autori del primo Novecento, pur non avendo potuto continuare gli studi dopo le elementari. «È vero che stavamo sempre in casa, ma non c’erano le comodità di oggi», afferma la centenaria, circondata dall'affetto di cinque nipoti e sette pronipoti. Un ricordo speciale va anche al marito Pasqualino, scomparso da diversi anni. Il segreto della sua longevità: «Stare in pace con se stessi, non avere odio nei confronti del prossimo e mangiare di tutto, dalle verdure ai legumi alla pasta in genere, rispettando sempre la cucina mediterranea», fa sapere la nonna originaria di Alezio . GF

Con i baby all'Heffort Prosegue sino al prossimo 4 settembre la “Tana dei folletti” con il "Magic village", il viaggio tra giochi, divertimento e spettacoli per bambini presso l'"Heffort sport village" (foto). A prendersi cura dei piccoli ospiti saranno le animatrici che garantiranno ai genitori di rilassarsi comodamente nel ristorante. Maghi, giocolieri, ballerini e narrastorie si alterneranno l'8, 15, 22, 29 agosto e 4 settembre con spettacoli di musica d'autore dal vivo per i più grandi il 5, 10, 14 e 29 agosto.

«Il consigliere comunale condannato in primo grado va sospeso». È dell'avvocato Pietro Quinto il parere espresso pochi giorni fa in merito alla vicenda che vede Stefano Prete (foto), condannato per abuso d'ufficio. I fatti risalgono al 2008 quando l'allora collaboratore del sindaco Adriano Merico venne coinvolto nell'inchiesta "Galatea 2" e condannato, nel 2011, a quattro mesi (stessa pena per Merico, per il dipendente Mirko Vitali e per l'allora segretario del comune di Acquarica del Capo Giuseppe Leopizzi). L'inchiesta riguardava l'appalto per la rimozione degli impianti pubblicitari su strade provinciali, il progetto per il nuovo istituto nautico di Gallipoli e l'assunzione di un dirigente al Comune di Parabita. Pene più pesanti sono state inflitte al dirigente dell'ufficio Strade della Provincia Stefano Zampino (un anno e dieci mesi) e all'imprenditore parabitano Alfredo Barone (dieci mesi e 20 giorni). Per l'avvocato Quinto, il cui parere è stato richiesto dall'Amministrazione guidata da Alfredo Cacciapaglia, l'attuale consigliere di minoranza, pur condannato in primo grado e prima dell'entrata in vigore del decreto del 2012 sull'ineleggibilità, "va sospeso di diritto dalla carica rivestita". Sul caso è ora attesa la pronuncia del prefetto, chiamato ad intervenire dal Segretario generale del comune Consuelo Tartaro. Da segnalare come anche l'Anci, l'associaizone nazionale comuni italiani, si era espressa poco tempo fa in merito con un parere non discorde da quello dell'avvocato Quinto.

CLICK ARTE "SEDOTTA E ABBANDONATA" “Sedotta e abbandonata" è la campagna di sensibilizzazione per la tutela dei beni artistici e culturali lanciata dallo studio fotografico "Infinito perfetto" di Parabita. Nelle scorse settimane, l’iniziativa è stata promossa con la distribuzione di alcune magliette raffiguranti la Venere di Parabita rinvenuta nel Parco archeologico. L’obiettivo dei promotori è quello di “mettere in risalto il disinteresse che si sta evidenziando, soprattutto nel corso degli ultimi anni, nei confronti del nostro patrimonio storico e artistico che rischia di estinguersi a causa della mancata sensibilizzazione da parte della comunità cittadina. A GALLIPOLI IL "PASTICCIOTTINO" DI ARTE BIANCA Il percorso professionale di Antonio Campeggio, maestro pasticcere di "Arte bianca", si arricchisce di un nuovo, importante traguardo. Lunedì 5 agosto a Gallipoli (in via Buccarella 1/B) si apriranno, infatti, le porte de “Il pasticciottino”, ovvero la boutique del pasticciotto. Un’idea maturata nel tempo, che prende forma nello showroom di via Buccarella. La vera novità del locale saranno i pasticciottini salati. Un vero trionfo del gusto, rappresentato dall’ eccellenza gastronomica e dall’artigianalità sotto l’egida del maestro Campeggio e della sua meticolosa attenzione alle materie di prima qualità.


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 507790 Guardia medica: 0833 506361 Municipio: 0833 519515 fax 0833519531; Sito ufficiale: www.comune.matino.le.it; e-mail: info@comune. matino.le.it Polizia municipale 0833 506557 Protezione civile: 330 413006 - 340 7628343 Ufficio postale: 0833 305611

MATINO 1 - 7 agosto 2013

Pag. 15

Ci trovate pure qui ● BAR GREEN WOOD via Macchiavelli ● SUPERMERCATI FASANO (PAM) via F. Filzi ● BAR PINO via F. Filzi,69 ● CAFFETTERIA L’ARTE DEI SAPORI via Roma ● TABACCHERIA PASANISI piazza Giorgio Primiceri ● TONDO BAR via Del Mare ● BREAK CAFE’via Vittorio Veneto,105 ● CILLAS PUB viale Del mattino,2 ● TABACCHERIA PACELLA via Roma,429 ● TABACCHERIA ROMANO via Roma,135 ● TABACCHERIA ROMANO ROBERTO via Roma,221 ● COPIA@INCOLLA via Rimembranza,41

Numerosi appuntamenti

Il Consultorio familiare e la Guardia medica in via Crispi

L'"Estate" non smette di attrarre

Servizi Asl, nuova sede

Il Consultorio di via Crispi

Da pochi giorni è stata ufficialmente trasferita la sede che ospita i servizi Asl di Consultorio familiare, vaccinazioni e di continuità assistenziale (Guardia medica) da via Malta a via Crispi. Nei mesi scorsi si era dato l’avvio ai lavori di sistemazione della nuova struttura ubicata nei pressi della parrocchia "Santa Famiglia" attiva a partire dallo scorso 29 luglio. Questi gli orari d'accesso ai vari servizi: continuità assistenziale tutti i giorni dalle 20 alle 8 e nei festivi dalle 10 alle 8, il Consultorio familiare è aperto il giovedì e il venerdì dalle 8 alle 13.30 e nel pomeriggio dalle 15 alle 18 (solo il giovedì)

mentre le vaccinazioni seguono invece un calendario annuale. Il trasferimento è stato disposto in seguito ai provvedimenti approvati dalla Giunta regionale tra il 2009 e il 2010 nell’ambito della ridefinizione dei consultori familiari, che prevedeva anche il ridimensionamento delle strutture esistenti. L’individuazione e l’adeguamento di una struttura più idonea alle prestazioni Asl, da parte dell’amministrazione locale, ha permesso di mantenere sul territorio matinese i servizi che diversamente, sarebbero stati decentralizzati verso i vicini comuni di Parabita e Casarano Casarano. MAQ

In Consiglio comunale raffica di accuse: si fa poco e niente

A 21 anni vince a Toritto

Giunta a processo Elio Romano: «Matino è in agonia» Se ci fosse stato ulteriore bisogno di una conferma sul cattivo stato di salute della maggioranza del Cosimo Romano: «Non Pdl, al governo della città, eccola servita e in pubblico: il Consiglio sono più capogruppo, con comunale di fine luglio, oltre ad due fazioni contrapposte» una serie di interrogazioni presentate dai gruppi di minoranza "Matino la tua città" e "Matino democratica", ha evidenziato lo stato di frustrazione dei consiglieri che sostengono il sindaco Tiziano Cataldi. Esplicito il passaggio del capogruppo che non si sente Il Consiglio comunale del 30 luglio scorso più "capogruppo" Cosimo Romano, per le due ito polemicamente le deleghe confazioni esistenti: «Non si contesta ferite loro dal capo dell'Amminila moralità dei singoli, ma a metodi strazione), Massimiliano Romano. sbagliati del Sindaco corrispondo- I manifesti apparsi in questi giorni no risultati sbagliati. Ci sono stati in paese (primo quello del Pd: Maspiragli, suggerimenti, proposte ca- tino affoga in un mare di debiti) dute nel vuoto: lei, Sindaco, deve l'hanno fatta da padroni, richiamati coordinare e dare dignità a questo esplicitamente dal capogruppo di Consiglio comunale». "Matino la tua città" Luigi ProvenAssenze importanti in aula: Pa- zano. Al partito democratico (che mela Lecci, Massimo De Marco, non ha propri rappresentanti in Rocco Romano (tutti consiglieri Consiglio) hanno replicato piccati che nei giorni scorsi hanno restitu- sia il consigliere pdl Massimiliano

Romano ("Evviva: il Pd è risorto ma è sempre la solita solfa"), sia l'ex sindaco Giorgio Primiceri, che ha addossato i gravi problemi finanziati dell'Ente ad amministrazioni precedenti la sua (20022012). Il tirarsi fuori dal collasso in cui si trovano le casse comunali ha però spinto un altro ex sindaco, l'ingegnere Mario Romano, anch'egli Pdl, ha ribaltare le responsabilità: c'era un contesto diverso negli anni Ottanta, in cui il partito ("di cui Primiceri era segretario") vagliava le problematiche politicosociali e c'erano i controlli esterni, mentre oggi c'è una situazione di "oligarchia". Dalle opposizioni, Provenzano, Elio Romano e Donato Muci, dopo forti critiche, hanno chiesto un urgente e radicale cambio di passo davanti a confusione e inefficienza: «O marciate e marciate bene - ha concluso il dottor Romano - o ve ne andate a casa. Matino è in agonia».

Grande partecipazione all'evento: poesia e teatro ma anche moda in primo piano

"Matinesi in piazza" da protagonisti Non ha deluso neanche quest’anno "Matinesi in piazza", la manifestazione itinerante curata dalla compagnia “Piccolo teatro matinese”. Piazzale Giovanni Paolo II ha fatto da palcoscenico ai talenti che hanno voluto mettersi alla prova con canti, balli, poesie e altro. Tra i partecipanti anche la piccola Angelica De Luca, che ha recitato una lirica del poeta locale Franco Murrieri. È stata poi la volta degli alunni della II A del plesso Nazario Sauro che hanno ripresentato il teatrino “I nonni ricordane”, e dei ragazzi dell’Azione cattolica della parrocchia Santa Famiglia che durante il campus estivo hanno preparato una coreografia sulle note del tormentone “Gangnam style” in collaborazione con la scuola di ballo “Latin Ballet”. Anche la musica è stata protagonista della serata con gli inediti di Alessandro Stefanelli e Antonio Filippo e Sara Felline che ha emozionato con la canzone “Sally” di Vasco Rossi. Per la moda in passerella gli abiti della collezione “Luisa spose” con le acconciature di “Valentina e Donato parrucchieri”. Presente anche la neo-campionessa mondiale di pesistica Annalisa Vitali della Casarano. MAQ "Isla del sol" di Casarano

Sopra i bambini della parrocchia "Santa Famiglia". Accanto, da sinistra, Donato Solidoro e Valentina De Luca, il presentatore Antonio Cavalli e una modella

È Sara Cretì Miss Puglia Universe La fascia di “Miss Universe” Puglia 2013 arriva a Matino. A portarla, orgogliosa ed emozionata, è Sara Cretì (foto di Luca Di Gioia). La sua bellezza ha, infatti, conquistato i giudici nella finale regionale che si è svolta nelle scorse settimane presso l’agriturismo “Parco la Grotta” a Toritto, nel barese. Il titolo conquistato, ha, inoltre, permesso alla 21enne di accedere alle finali nazionali, svoltesi al Rainbow Magic Land di Roma dove si è ben distinta, pur non conquistando alcun titolo (lo spettacolo è stato ripreso dalle telecamere di Sky Uno e verrà trasmesso il prossimo 29 agosto alle 22.40). Già da tempo Sara ha intrapreso con successo la carriera di modella e fotomodella e conquistato diverse fasce tra cui quella di Miss carnevale ad Aradeo nel 2010, vittoria che le permise di prendere parte al suo primo concorso nazionale, il “Carnevale d’Italia” a Viareggio in cui si classificò sesta con la fascia di Miss Sorriso. Tra le partecipazioni più importanti, quella come valletta nell'edizione 2011 del Premio Barocco a Gallipoli Gallipoli. MAQ

Pronta la XXII edizione

Emigranti la festa il 3 e 4 Come ogni anno Matino celebra la festa che ricorda gli emigranti. Per il 22º anno consecutivo, la “Festa dell’emigrante” arricchisce le serate dell’estate matinese. Ad organizzarla, come sempre, è l’Unione pugliesi emigrati, in collaborazione con la Pro loco “S.Ermete”. Vincenzo Marsano (foto), tra i fondatori dell’associazione e oggi presidente dell’Upe, ha vissuto in prima persona l’esperienza dell’emigrazione e le difficoltà di abitare in un paese straniero. I festeggiamenti sono articolati in due giorni: sabato 3 e domenica 4 agosto. Nella prima serata (dalle 20.30) spazio alle eccellenze artistiche locali con l’esibizione del coro de “I Magnifici 100” (nello foto dello scorso anno il coro Maurizio Portone); a seguire il gruppo di pizzica “Vento del sud”. La domenica si aprirà, invece, alle 21 con la lettura di poesie e con la consegna delle targhe ai soci che hanno raggiunto gli 80 anni. La “Festa dell’emigrante” si concluderà con la sfilata di moda, acconciature ed estetica, realizzata in collaborazione con l’”Accademia della bellezza” e “Flirt in Art” di Anna Maria Conte. Entrambe le serate si svolgeranno in via Luzzatti e saranno presentate da Antonio Cavalli e accompagnate dalla musica di dj Allen. MAQ

Ricco, anche nei prossimi giorni, il programma dell’"Estate matinese" (nella foto piazza San Giorgio). Il museo MacMa ha concluso la stagione culturale (che riprenderà a settembre) con un incontro dedicato al cinquantenario della nascita della "Poesia visiva", con un video curato da Salvatore Luperto. Tanta l’attesa per il concorso canoro “Note d’estate” che si terrà l’11 agosto nell’area antistante il cimitero. I produttori Antonio Licchetta (Swithmuse Music Group), Lelio d’Aprile (A&R Redland Music), Matteo Tateo (Redland Music) ed il maestro Sergio Barone hanno selezionato le 15 voci (tra i quasi 90 iscritti) che saliranno sul palco per contendersi il titolo della sesta edizione. L’evento è curato anche quest’anno dal circolo Anspi della parrocchia "Sacro Cuore" (con il presidente Antonio Prete ed Alessandro Stefanelli). Nello stesso giorno, avrà inizio il “Gran Galà della Briscola” organizzato per il secondo anno presso il “Break cafè” (dove si possono effettuare le iscrizioni). Il torneo a coppie premierà le prime quattro classificate con due ventilatori (quarto posto), due fotocamere (terzo posto), due congelatori (secondo posto) e due frigoriferi (primo posto). Anche rione "Riale" prepara la sua festa, con l’organizzazione della pizzeria “Lu Riale” e dell’associazione “Arco della Pietà”. L’appuntamento è per il 13 agosto. MAQ


Far incontrare domande e offerte

CASARANO 1 - 7 agosto 2013

Pag. 18

Verrienti ha scritto e coprodotto il brano che ha vinto la 56ma edizione del festival canoro nazionale

Nicco, dall'inno ultras a Castrocaro a tutti coloro che nella vita soffrono per paura di mostrare ciò che sono e sentono realmente, a La 56esima edizione del festival di Castro- causa degli stupidi pregiudizi della gente. caro parla salentino. Il singolo uscirà in radio a settembre ed il “Non voltarti più”, il brano cantato dal videoclip ufficiale è già disponibile su YouTube. 22enne romano Davide Papasidero che si è agVerrienti e Capone lavorano nel team “Algiudicato il festival, è stato scritto e prodotto bicokka Studio”, un laboratorio creativo e di dai cantautori salentini Nicco Verrienti e Giulia produzione musicale con base a Roma, dove Capone. Verrienti, nato a Casanascono molti brani destinati rano nel 1983, si è già aggiudiad interpreti, soprattutto del cato nel 2005 il concorso "Tim mondo del talent show. SuperStar" e nel 2008 realizzò "Non voltarti più" Nicco non è nuovo a col"Casarano sei", l'inno ufficiale laborazioni di successo, ha inuna canzone di rabbia fatti firmato canzoni per Emma dell'allora Virtus Casarano. Il festival, trasmesso in di- ma anche di speranza Marrone, Annalisa Scarrone, retta su Rai Uno dalla gremita Greta, Angela Semerano, Freepiazza D'Armi con la conduboys e Marco Morandi. zione di Pupo e gli ospiti PatNicco e Giulia sono già al ty Pravo, Alexia, Jovanotti e Fiorello, ha visto lavoro per la produzione del disco di Papasidetrionfare Papasidero, premiato da giuria e pub- ro, con la speranza che venga ripresa la tradizioblico per la sua particolare vocalità ed il suo ne che garantiva al vincitore di Castrocaro l'aclook estroso. “Non voltarti più” è un urlo di rab- cesso diretto alla categoria giovani del Festival bia, ma allo stesso tempo di speranza, dedicato di Sanremo. di Alberto Nutricati

Da sinistra Giulia Capone, Davide Papasidero e Nicco Verrienti

Ci trovate pure qui ● CENTRO COMMERCIALE IPERMAC via Ezio Vanoni ● DIAMOND CAFE' viale Ferrari ● TABACCHERIA LEGGIO ANDREA viale Ferrari 43/e ● EDICOLA EDIZIONE STRAORDINARIA (ospedale) ● STAZIONE DI SERVIZIO PREITE via Matino ● TABACCHERIA FERRARO via Matino 152/b ● CAFFÈ EMAIL POINT via Messina ● CAFFÈ 7.5 via Poerio ● MACELLERIA FERRARO via Solferino ● TABACCHERIA TOMA viale Stazione ● TABACCHERIA FERRARI via XX Settembre 9 ● BAR SAN PAOLO piazza San Domenico ● CALZOLAIO IL VECCHIO SCARPONE via Concordia ● GLOBUS MAGAZZINO via Ruffano ● ALIMENTARI DA DEMETRIO via Ruffano ● PASTICCERIA MARTINUCCI via Carlo Magno ● MERCATO COPERTO via Matino 38

In archivio la terza edizione

Vini e vinili di successo in piazzetta

Farina e la serata in piazza

Concerti e teatro prima della "Sagra della cazzata" dell'11. C'è anche la fiera di "Santa Filomena" di Mauro Stefàno

Entrata nel vivo con il "Palio delle contrade" e la ritrovata festa per "Sant'Antonio ti miluni", prosegue all'insegna del teatro e della musica la rassegna estiva "Piazze in festa", voluta dall'Amministrazione comunale per ravvivare (anche in un periodo di crisi) la bella stagione in città ed attirare l'attenzione di turisti e residenti. In attesa della sempre partecipata "Sagra della cazzata" (in programma domenica 11 agosto in piazza San Giovanni Elemosiniere a cura della parrocchia della chiesa matrice), sabato 3 l'associazione culturale "Tradizioni popolari", presieduta da Gianluca Giorgino, recupera la fiera di "Santa Filomena", appuntamento risalente addirittura al 1847 ma caduto nel dimenticatoio già all'inizio del 1900. All'esposizione dei lavori di un tempo in piazzetta D'Elia, fa seguito la degustazione dei prodotti tipici ed uno spettacolo musicale in piazza San Giovanni. Sempre il 4 sarà la volta del monologo "Novecento", a cura di Antonio D'Aprile, tratto dall'opera di Alessandro Baricco (appuntamento alle 21

Musica e Piazze in festa per l'estate all'aperto nel chiostro comunale). Sempre al chiostro, giovedì 8 (alle 21) sarà la volta del concerto "Controvento" di Carolina Bubbico, giovane e apprezzata cantante e autrice di una musica che varia dal jazz al funk. "Music&wine" è, invece, la proposta di venerdì 9 agosto, in piazza San Giovanni Elemosiniere, con "Fernando Fattizzo band" (foto sopra) e "Augusto Piazzola

Piazza San Giovanni gremita per la "Sagra della cazzata" 2012

Successo per la riproposizione della festa di "Sant'Antonio ti miluni" con l'inedita sfida tra le contrade

Casarano scopre il fascino del suo Palio Casarano si riscopre contradaiola con l'antica festa in onore di “Sant’Antonio ti miluni”. Ad aggiudicarsi il Palio, istituito (tra qualche critica) per l'occasione in piazza San Domenico, è stata la contrada di Casaranello, con i cavalieri Rebecca Panico, Mauro e Luca Russo, seguita da Petrose al secondo posto ed al terzo, a pari merito, da Scalelle e Palumbo con Memmi all'ultimo posto. Il Palio delle contrade è stato il momento clou dell'antica festa dedicata a "Sant'Antonio ti miluni" risalente addirittura al 1818. Come simboli delle cinque contrade sono stati utilizzati

Da sinistra Luca Monti (contrada Petrose), Tommaso Sarcinella (Scalelle), Carlo Vantaggiato (Memmi), Rebecca Panico (Casaranello) e Antonio Stefàno (Palumbo) nella foto Pejrò

gli stemmi di alcune famiglie di origine nobiliare casaranese (Astore, De Donatis, Anan Valente, De Lorenzi e Nuccio). L'evento è stato organizzato dall’associazione ippica “Sud Salento” e dall’Amministrazione comunale. Il Palio del 28 luglio è stato anticipato, il giorno prima, dalla sfilata di "traini, carrozze, sciarrette e cavalli da sella". In piazza Indipendenza c'è stata la fiera “Arte e mestieri”, con l’esposizione di prodotti artigianali ed enogastronomici tipici salentini, con il taglio dell’anguria in piazzetta D’Elia con la musica del gruppo “I Mariglia Pizzica Salentina” in piazza San Giovanni.

band" mentre il 10 sarà di scena la compagnia teatrale "La Calandra" di Tuglie con "La strana coppia". Tra le novità dell'edizione 2013 della "Sagra della cazzata", intanto, si registra la collaborazione della locale sezione di Legambiente che cura la raccolta dei rifiuti con la differenziata. Ancora una volta, il ricavato della manifestazione, organizzata in collaborazione con le associazioni "Centro storico" e "Amici del presepe 96", verrà interamente devoluto a sostegno delle iniziative promosse dalla Caritas della parrocchia della Matrice. La serata dell'11 verrà, inoltre, allietata dallo spettacolo delle "Stelle danzanti" e dalle note di "Compagnia musicante". Saranno presenti, infine, anche i volontari dell'associazione "Cuore e mani aperte verso chi soffre" che praticano la clown-terapia negli ospedali di Casarano, Lecce, Gallipoli e Galatina.

In archivio con successo l'edizione 2013 di "Vini & vinili" promossa dall'associazione culturale "Libertà è partecipazione" (nella foto il vicepresidente Giuseppe Farina). Piazzetta Nazario Sauro ha ospitato gli appassionati dei dischi in vinile, con espositori e collezionisti da tutta la regione, insieme alle cantine che hanno servito i loro vini. Il connubio è risultato ancora una volta vincente (la manifestazione è giunta, infatti, alla sua terza edizione). Nel corso della serata sono state premiate le cantine "Leone de Castris" di Salice Salentino, per il vino "Five roses anniversario", e "L'Astore" di Cutrofiano per il suo "Massaro rosa". A loro alcune opere pittoriche degli artisti Fernando Martinelli e Donatello Pisanello (di Taviano Taviano).

Ricordando Marcinelle Con una messa nella cappella dell'ospedale prenderà il via, giovedì 8 agosto (alle 19), la giornata di commemorazione del 57º anniversario della tragedia di Marcinelle nella quale persero la vita 262 minatori, tra i quali 15 della provincia di Lecce. Seguirà la deposizione della Corona al vicino "Monumento al minatore" con successiva visita al "Museo del minatore" intitolato al suo fondatore Lucio Parrotto. Presso "Villa Vincenzina", a Melissano Melissano, è poi previsto l'incontro con le varie associazioni di emigranti della provincia ed il buffet. Ad organizzare la giornata è lo stesso "Museo del minatore" insieme al circolo ricreativo "L'Emigrante".


1 - 7 agosto 2013

Casarano

NIENTE BRUCELLOSI IN CONTRADA PALLA Allarme brucellosi rientrato per un allevamento di ovini e caprini in contrada Palla (foto). In seguito ai nuovi accertamenti disposti dal

servizio veterinario della Asl, la situazione è risultata nella normalità ed il sindaco Gianni Stefàno, con una sua ordinanza, ha potuto revocare il precedente provvedimento di abbattimento di due capi disposto

Con Gallipoli chiuderanno i battenti anche gli uffici locali

Nota congiunta dei due Sindaci dopo la riunione sugli ospedali

Niente Tribunale la città dice addio

di Mauro Stefàno

A cinque mesi di distanza dal Consiglio comunale aperto e monotematico e ad oltre un anno di distanza dall'incontro con il direttore della Asl leccese Valdo Mellone, aumenta la consapevolezza che la salvezza degli ospedali di Casarano e Gallipoli non possa che passare attraverso "un unico polo di alta specializzazione". Lo dicono i sindaci dei due Comuni in una nota congiunta al termine del recente incontro (a palazzo dei Domenicani) dov'erano presenti i Alliste, Collepasso, colleghi di Alliste Matino, Parabita Matino Parabita, Ruffano, SuTaurisano, Taviano Taviano, persano, Taurisano Tuglie e Ugento (assenti, tra gli invitati, quelli di Melissano e Racale). cale «Siamo anche disposti a fare dei sacrifici ma vogliamo avere le idee chiare su cosa sarà dei nostri ospedali visto che, finora, si è parlato solo del nuovo ospedale da costruire ma non si capisce cosa ne sarà delle strutture già esistenti che vantano reparti e professionalità d’eccellenza», afferma il sindaco di Casarano Gianni Stefàno. «È giusto evitare due doppioni a poca distanza l'uno dall'altro - gli fa eco il collega Francesco Errico da Gallipoli - ma serve chiarezza dalla Regione secondo logiche di buon senso. La soluzione concreta spetta ai tecnici trovarla ma credo

19

lo scorso marzo. Con l'ordinanza ora revocata si vietava la commercializzazione dei prodotti animali e dei derivati del latte e dei formaggi disponendo una serie di adempimenti di carattere igienico sanitario.

Gli uffici della sede del Tribunale di Casarano in viale Stazione destinata, dal prossimo 12 settembre, ad essere trasferiti altrove secondo il nuovo Piano di accorpamento

Gianni Stefàno (a sinistra) e Francesco Errico, sindaci di Casarano e Gallipoli, insieme per elaborare strategie vincenti per salvare gli ospedali "Ferrari" e "Sacro Cuore" garantendo livelli di assistenza più elevati. Accanto il "Ferrari"

«Sì ad un polo unico» Filanto, ancora nubi sugli operai Non c’è pace per i lavoratori del gruppo Filanto da sette mesi privi di ogni forma di sussidio. Nel recente incontro svoltosi nell’auditorium del liceo Scientifico, i circa 150 lavoratori presenti aspettavano di conoscere la data dell’incontro con i ministri competenti per avere risposte concrete alla loro emergenza. Così, purtroppo, non è stato. Tra i parlamentari salentini era presente solo l’onorevole Roberto Marti che ha chiarito come l’incontro fosse stato fissato in concomitanza con il voto sulla fiducia al Governo: per questo i suoi colleghi coinvolti erano, dunque, tutti a Roma. Misera consolazione per i lavoratori presenti che, assieme alle sigle sindacali di categoria, invocano una maggiore vicinanza da parte di tutte le istituzioni. All’incontro, organizzato dal sindaco Gianni Stefàno, erano presenti, tra gli altri il presidente della Provincia Antonio Gabellone, l’assessore regionale Loredana Capone ed il presidente del gruppo Filanto, Antonio Filograna Sergio, che si è detto pronto a fare la sua parte, a patto che tutti gli altri soggetti coinvolti, ivi compresi gli istituti di credito, facciano la loro. AN

L'imprenditore rinviato a giudizio con altri 15 colleghi a Brindisi

Pannelli, De Masi a processo C'è anche Paride De Masi (foto) tra i 16 imprenditori accusati di vari reati in relazione alla costruzione di quattro parchi di pannelli fotovoltaici nel brindisino. Nei giorni scorsi il giudice dell'udienza preliminare del tribunale di Brindisi ha rinviato a giudizio (prima udienza il prossimo 6 dicembre) gli imprenditori coinvolti nell'inchiesta sui cosiddetti pannelli "con trucco". Secondo l'accusa, infatti, a fronte di semplici Dia (Dichiarazioni di inizio attività) per piccoli impianti di potenza inferiore ad un mega, quattro società (alcune anche straniere) avrebbero realizzato un "unico impianti indiviso" per una potenza di dieci mega. Il "trucco" avrebbe permesso di evitare la richiesta della ben più complessa Autorizzazione unica regionale, ovvero una procedura più complessa che deve necessariaemnte passare attraverso il parere di un'apposita conferenza dei servizi. L'indagine venne avviata dalla Guardia di finanza

di Brindisi nel 2011. Per tutti, i reati contestati vanno dalla lottizzazione abusiva alla violazione di norme edilizie e ambientali sino allo smaltimento illecito di rifiuti con l'aggravante della prosecuzione dei lavori malgrado l'obbligo di sospensione disposto dal Comune di Brindisi. Le opere in questione, tra l'altro, sarebbero state realizzate a ridosso della riserva naturale delle Saline di punta della Contessa, in un sito con vincolo di carattere ambientale. Al vaglio della Procura di Brindisi anche il ruolo svolto dal colosso cinese Suntech che con un fondo d'investimento ad hoc (il "Global solar fund") avrebbe rilevato, già nel 2010, numerose aziende operanti nel settore, tra le quali anche "Italgest Photovoltaic" dei De Masi.

che tra il "Ferrari" e il "Sacro Cuore" ci possano stare un polo chirurgico ed uno medico». Intanto, in attesa di future iniziative congiunte, alla Regione viene richiesto, "in tempi brevissimi" un incontro pubblico con il presidente Nichi Vendola, gli assessore Elena Gentile e Loredana Capone insieme a tutti i consiglieri regionali della provincia di Lecce. «Solo oggi, e con enorme ritardo rispetto a quanto deciso nel Consiglio comunale dello scorso febbraio, ci si muove nella direzione del coinvolgimento pieno di tutte le istituzioni del territorio», ha affermato il presidente del comitato "Pro Ferrari” Emanuele Legittimo. Lo stesso comitato nei giorni precedenti aveva organizzato un sit-in di protesta davanti al nosocomio.

di Alberto Nutricati

Si avviano a chiudere i battenti le sedi del tribunale di Casarano Gallipoli. Manca ancora l'uffie Gallipoli cialità da parte del Ministero ma, stando a quanto trapelato, le uniche sedi distaccate della provincia ad essere state "provvisoriamente" salvate sarebbero, infatti, solo quelle di Maglie e Nardò. «La notizia della imminente, possibile, esclusione di Casarano dal piano di accorpamento delle sedi distaccate del Tribunale di Lecce – commenta il coordinatore di Liber@città, Emanuele Legittimo - suona come una ulteriore conferma di come la mancanza di una rappresentanza politica di rilievo e di livello stia inesorabilmente trascinando in un baratro la nostra città facendole perdere gran parte delle conquiste del passato. Questa

amara considerazione nasce dalla constatazione che si andrebbe a chiudere una sezione distaccata che ha tutti i numeri per divenire tribunale del basso Salento e si manterrebbero in vita, sia pur temporaneamente, le sedi di Maglie e di Nardò». Da qui l’appello di Legittimo a scongiurare per lo meno la soppressione dell’ufficio di Giudice di pace. «Non ci resta – dice l’esponente di Liber@città - che lanciare l’invito ai soggetti preposti ed al sindaco di Casarano affinché si attivino per monitorare anche il processo decisionale legato alla sede del Giudice di pace di Casarano e ciò al fine di scongiurare che, anche su questo piano, si debba assistere ad una girandola di rassicurazioni seguite da provvedimenti finali sfavorevoli alla nostra comunità».

Sequestro preventivo di 800mila euro per "mancato pagamento Iva" Ammonta a quasi 800mila euro il sequestro preventito adottato nei giorni scorsi dal Tribunale di Lecce nei confronti del patrimonio dei fratelli De Luca, imprenditori nel settore dell'edilizia. In tre sono accusati dall'Agenzia delle entrate, per "omesso versamento dell'Iva" fra il 2009 ed il 2010. Ad ognuno di loro è stata "congelata" una fetta di patrimonio "per equivalente": ad Antonio De Luca (50 anni), legale rappresentante della Eurogest, per 57.353 euro; ad Addolorata De Luca, 62 anni, amministratrice della "De Luca costruzioni family tradition srl", per 97.675 e a Paolo Franco De Luca, 62 anni, legale rappresentante della "De Luca costruttori", per 627.933 euro. Contro il provvedimento adotta-

De Luca indagati

La struttura Euroitalia sulla via per Collepasso

to, che ha colpito beni immobili e conti correnti, ha proposto ricorso davanti al tribunale del riesame l'avvocato Massimo Fasano. La linea difensiva punta ad escludere dall'applicazione della confisca

la prima casa dell'indagato. Sulla questione, anche alla luce delle recenti novità introdotte in materia dal "Decreto del fare", non è escluso debba pronunciarsi la Corte costituzionale.


1 - 7 agosto 2013

Casarano

20

FRANCESCA TOMA VERSO “AMICI” Il sogno di Francesca Toma (foto) potrebbe realizzarsi presto. Come si legge sul proprio profilo Facebook, la talentuosa cantante casaranese

nelle scorse settimane ha intrapreso il percorso che porta ad “Amici”, il popolare talent show televisivo a cura di Maria De Filippi, superando le due prime selezioni e ottenendo il terzo provino previsto per settembre.

Malgrado la giovane età, Francesca ha all’attivo diverse esperienze, tra cui la registrazione di alcuni inediti. Proprio con uno di questi, “Punti di vista”, ha partecipato alle selezioni di Sanremo giovani 2013.

Sei giornate di gare con Giampaolo Minnucci e la Tris Nel 2014 le due attese sfide contro i Falchi Salento

Agosto a tutto trotto Il volley di B1 aspetta l’ippodromo Euroitalia il derby spettacolo sfida la crisi del settore con l’ex Ugento-Taviano di Mauro Stefàno

Va controtendenza l’ippodromo Euroitalia di Casarano. Malgrado la crisi del settore ippico abbia seriamente compromesso l’attività di molte strutture, la pista sulla Provinciale per Collepasso si rilancia con sei giornate di gare di trotto (tutte del circuito ippico nazionale) ad agosto. Si comincia il 7 (alle 18.30) per proseguire l’11 (alle 20), il 14 (18.30), il 21 (18.30), il 25 (20) ed il 28 (18.30). Una programmazione intensa per richiamare gli appassionati del settore e non solo. Gli organizzatori estendono, infatti, l’invito a trascorrere una giornata diversa anche alle famiglie (l’ingresso è gratutito). La pista di Casarano venne inaugurata nel settembre del 2005 e riconosciuta tra le più qualificate dall’Unire, l’ente federale che gestisce il settore. Malgrado lunghi periodi di inattività, non sono mancati momenti di grande richiamo come la presenza di Giampaolo Minnucci, il famoso driver di Varenne, il cui nome è tra gli ospiti di spicco anche di questa tornata, insieme a Battista Congiu, Luigi Panico e Marcello Melis mentre tra le scuderie famose sarà presente la “Mondial sport”. Mercoledì 21 agosto, inoltre, ad Euroitalia si correrrà anche la corsa Tris. La struttura, estesa circa 15 ettari, sorge all’interno del complesso turistico-alberghiero Euroitalia. È dotata di box per cavalli, una pista di allenamento, ampi spazi esterni e servizi accessori oltre a numerosi totalizzatori per le scommesse ed un moderno impianto di illuminazione per le corse in notturna.

di Lucio Protopapa

TUTTI IN PISTA L’ippodromo Euroitalia è pronto a riaprire. Accanto la sala scommesse, sopra appassionati a bordo pista e in alto una foto aerea. Il complesso di estende su una superficie di 15 ettari sulla strada provinciale per Collepasso

La Casarano Volley (in alto) e i Falchi Ugento-Taviano (oggi Salento)

Crisi alla spalle per la Casarano Volley Largo ai giovani del territorio, magari provenienti proprio dal settore giovanile rossazzurro. Diverso, invece, il discorso per i Falchi. Dopo una cavalcata trionfale nel campionato di B2,

culminata con la promozione diretta nella serie superiore, la società di Andrea Cacciatore cambia nuovamente pelle. Non più Falchi Ugento & Virtus Taviano, ma Falchi Salento. Un progetto ambizioso che punta a rappresentare un’intera area geografica, il Salento appunto, raggruppando quattro società: gli ormai ex Falchi Ugento&Virtus Taviano, la Pallavolo Ugento femminile , la Gap Volley Presicce e la Virtus Taviano femminile di serie C.

Da Casarano in marcia verso Assisi

Chitarra: prima assoluta Chiara Sarcinella, 10 anni Chiara Sarcinella si è aggiudicata la 21ª edizione del “Festival internazionale di chitarra”, svoltosi di recente a Mottola. La giovane originaria di Casarano è aggiudicata il primo premio assoluto “Giovani chitarristi” con il punteggio massimo di 100/100. A soli dieci anni, Chiara ha messo tutti dietro di sé, in un concorso internazionale di alto spessore tecnico. La giovanissima allieva del “Centro sviluppo talento metodologia Suzuki” di Sannicola ha portato a casa non solo uno dei premi più prestigiosi del panorama chitarristico nazionale ed internazionale rivolto ai giovani musicisti, ma anche una splendida chitarra classica che, sicuramente, la accompagnerà nei suoi futuri anni di studio. Chiara ha iniziato il suo percorso musicale attraverso una delle più importanti metodologie dedicate ai bambini in età prescolare, denominata anche metodo “della lingua madre”, la “Metodologia Suzuki”, sotto la guida del maestro Maurizio Mangia, unico insegnante abilitato in Puglia per lo studio della chitarra classica con questa specialissima didattica. Per gli allievi del Centro non è certo il primo successo, essendo stati premiati in numerosi concorsi e festival. AN

Nonostante la crisi che, inevitabilmente, si è abbattuta anche nel mondo dello sport, la prossima stagione del campionato nazionale di pallavolo di serie B1 avrà forti tinte pugliesi e salentine in particolare. Tra le dodici squadre che militano nel girone C, infatti, ben cinque formazioni appartengono al tacco d’Italia: Aurispa Alessano, Casarano Volley, UgentoFalchi Salento (ex Ugento Taviano), Pallavolo Martina e Taviano Vibrotek Pulsano. Il torneo, che vedrà salire direttamente in A2 la prima classificata e la seconda e la terza disputare i playoff, aprirà i battenti ufficialmente domenica 20 ottobre, alle ore 18, con i Falchi che ospiteranno proprio i tarantini del Pulsano. Prima giornata con primo derby in trasferta in quel di Martina, invece, per il Casarano. Per vedere la prima sfida tra rossazzurri e giallorossi, con gli ex Ugento-Taviano che giocheranno tra le mura amiche, bisognerà aspettare il nuovo anno, il 19 gennaio del 2014. Il ritorno del derby salentino, invece, si terrà nella penultima giornata della stagione regolare, il 3 maggio 2014. Viste le ultime vicende, la stagione che verrà sarà contrassegnata da profondi cambiamenti per i due club. Risolte, almeno in parte, le grane economiche che ne hanno condizionato la prima fase di programmazione sportiva, la presidente del Casarano Enza Ratta è riuscita a compiere un miracolo, iscrivendo il suo sodalizio in extremis. Dopo un anno da incorniciare, con Battilotti e soci che hanno conquistato un quarto posto straordinario all’assoluto esordio nella terza serie nazionale, i rossazzurri disputeranno il torneo con costi ridottissimi, lottando per la salvezza e cercando di costruire una squadra in cui possano emergere i talenti

Chiara Sarcinella

Lo scorso 25 luglio Casarano ha dato il via alla tappa regionale della 33ª edizione della Marcia francescana “Chi crede cammina”, un viaggio a piedi tra i comuni del basso Salento (Casarano, Racale, Alezio Racale Alezio, Gallipoli Gallipoli, Nardò, Leverano e Salice Salentino) in preparazione all’esperienza del perdono. Sono stati circa 75 giovani provenienti da tutta la Puglia, uniti dallo spirito di fraternità, dall’ascolto della parola di Dio e dalla preghiera, a partecipare al percorso che ha come meta l’arrivo a Santa Maria degli Angeli (Assisi) per vivere la festa nazionale del perdono. LP

Giovani da tutta la regione in cammino da piazzetta San Francesco di Casarano per la “Marcia francescana” che ha coinvolto anche Racale, Alezio e Gallipoli


1 - 7 agosto 2013

21

Simu Salenti Salentini ni/54 Simu Scrittori/2 Racconti inediti in regalo ai lettori di "Piazzasalento"

L'Ultima pittura Che fosse peccato lo sapeva ma doveva farlo Collaborazioni d'autore Antonio Errico

alba si alzava livida, gelata, s’insinuava a fiotti dal portale, stendeva luce viva sui colori, sui volti lunghi dei santi stupefatti, si spandeva nell’abside, si raggomitolava agli angoli, scivolava ai piedi dell’altare, si avvolgeva alle colonne, galleggiava nella navata, lampeggiava, brillava. Ioannikios strinse gli occhi. Si passò le dita sulle palpebre. Come per abituare le pupille a quella luce. Come per liberarle dal buiore. Per tutta la notte era rimasto lì a pittare, nella chiesa sopra la collina, alla luce tremolante delle fiaccole, resistendo al morso malvagio di febbraio, alle folate del sonno che di tanto in tanto gli vorticavano infìde nel pensiero. Dalla soglia della chiesa guardò giù, in fondo. Il mare s’era come inferocito. Le onde si ravvoltolavano, partorivano schiumazza. Dalla soglia della chiesa guardò più in là. Lontano. Guardò fin dove gli arrivava la memoria. Guardò fino alla terra dalla quale era fuggito per salvarsi dalla furia dell’Isaurico, per non farsi massacrare dal delirio, dalla rabbia disumana, dall’oltraggio. Più lontano guardò. Ancora più lontano. Vide suo padre. Sua madre. Una casa bianca. Carovane di mercanti che partivano, tornavano. Un bambino che si addormentava su una voce strascicata di nenia, di racconto, di preghiera, e di un canto, a volte, che gli giungeva lieve dal giardino degli alberi d’arancio. La tramontana gli asciugò le lacrime. Scese nel cenobio che già qualche fratello usciva. Nella cella s’inginocchiò. Pregò. Poi si stese sul giaciglio. Le immagini delle sue pitture gli inondavano i pensieri. Cercò di dormire un poco, inutilmente. Nemmeno un’ora era passata che tornò ancora nella chiesa. Osservò gli affreschi. Avevano tutta l’intensità possibile, la luminosità possibile. Tutte le sfumature, le ombreggiature, i mezzitoni. Avevano il rilucere dell’oro. Il blu della soprannaturalità, l’eleganza dell’oltremare, la preziosità dell’azzurrite, la purezza del bianco, la splendenza dei

rossi, le vibrazioni del verde, la trascendenza dei raggi di sole. Rosa, giallo, arancione. Velature e luminescenze intense. In ciascuno di quei volti c’era la sconfinata serenità di un cielo finto, la limpidezza della santità. I colori generavano l’abbaglio che impedisce la visione, dispiegavano una luce che annullava l’orizzonte, erano la lacerazione di ogni opacità, di ogni scurenza, la disfatta della tenebra, l’esaltazione della rifrazione, la rappresentazione dell’intensità, il dominio dell’irradiazione, la matericità del supremo. Le proporzioni dei corpi, l’equilibrio delle loro figure, rappresentavano l’assolutezza della beatitudine. Sembrava che i corpi fluttuassero nell’azzurro tralucente, come se non volessero essere trattenuti dallo sguardo. Forse era per la modulazione delle loro forme, per lo splendore o per la trasparenza dei colori, per il loro movimento verso l’alto, per la tensione verso la luce dell’Eterno, per la combinazione perfetta di precisione e di vaghezza. Quelle pitture conchiudevano l’infinito. Tutto quello che è oltre la realtà. Congiungevano ogni possibile orizzonte. Cancellavano ogni linea di confine. Superavano ogni tempo. Comprimevano ogni spazio. Davano espressione all’incommen-

Leggere è un piacere

Antonio Errico, di Sannicola Sannicola, è dirigente scolastico di un liceo di Maglie. Ha pubblicato volumi di narrativa e di saggistica: "Tra il meraviglioso e il quotidiano"(1985) ; "Favolerie" ( 1996); "Il racconto infinito. Saggio su Luigi Malerba" (1998); "Fabbricanti di sapere. Metodi e miti dell’arte di insegnare" (1999); "Angeli regolari" (2002); "L’ultima caccia di Federico Re" (2004); "Salento con scritture" (2005); "Viaggio a Finibusterrae" (2007) "Stralune" (2008); "Le ragioni della pas-

sione. Approdi e avventure del sapere" ( 2009); "L’esiliato dei Pazzi" ( 2012); "Fiabe e Leggende di Puglia" ( 2013). Numerosi saggi e racconti in volumi collettivi, tra cui "Salento d’autore", ( 2004) "I luoghi immateriali", ( 2009) "I luoghi e la memoria", ( 2002) "Luoghi di frontiera", (1991)"Piazze del Salento" (2005). Ha curato l’antologia "Poeti a Finibusterrae", edito dalla Provincia di Lecce, e la riedizione di "Secoli fra gli ulivi" di Fernando Manno (2007).

Il prossimo: Vittoria Coppola Fenomeno letterario di due anni fa quando con "Gli occhi di mia figlia", edito da Lupo, riuscì a raccogliere maggiori consensi nella rubrica del Tg1 "Billy: il vizio di leggere". Successo rinnovato anche quest'anno con "Immagina la gioia" edito sempre dal medesimo editore. Di Taviano Taviano, 27 anni, laureata in Lingue e Letterature straniere presso l'Università salentina, ha collaborato con diverse testate e attualmente cura un blog su Libreriamo, intitolato "Grano d'Aprile". surabile, all’Eterno. Si sentiva anche lui in quel’Eterno. Pensava che in certi istanti potesse dire anche lui sia fatta la luce, come disse Dio, e si faceva la luce sopra la parete. Pensava che in certi istanti potesse essere anche lui l’ artefice inconsapevole della Creazione. Quell’arte però non gli bastava. Non gli bastava più. Neppure la perfezione gli bastava. Non c’era niente di lui in quegli affreschi. Non c’erano i suoi ricordi, i suoi angeli, le sue malinconie. Sapeva bene che era peccato contaminare le sacre pitture. Non era giovane più, Ioannikios, non era ancora vecchio.

Vittoria Coppola

Aveva quell’età che è un confine che si oltrepassa in fretta, quella che a volte si ripiega come un albero quando i rami sono carichi di neve. Non aveva rimpianti, Ioannikios. Non ne aveva avuti mai. Solo che da qualche tempo avvertiva come una trafittura in fondo alla coscienza. Solo che da qualche tempo lo insidiava il desiderio di confondere tra le figure degli affreschi una figura che gli appartenesse, che fosse solo sua. Che questo fosse peccato lo sapeva. Si mise sul limitare. Guardò ancora lontano. Vide ancora quella casa bianca, e suo padre, e sua madre. Quello doveva dipingere, pensò. Quei volti che vedeva in

Ancora un altro riconoscimento per Calandriello

D'Andrea "fiorentino abusivo" La felicità in famiglia premia Poco più di dieci anni fa la scomparsa di Ercole Ugo d'Andrea, il poeta di Galatone Galatone, schivo e solitario, che la critica locale ha immeritatamente trascurato. A parte, infatti, alcuni sporadici interventi, la sua poesia rimane ancora sconosciuta ai più e nemmeno il recente anniversario ha contribuito a diffonderne il valore e l'originalità nel contesto della produzione poetica del secolo scorso. Per questo diventa importante la lettura del ricco carteggio epistolare con un protagonista del Novecento letterario italiano, Francesco Tentori che con D'Andrea condivideva il carattere schivo e riservato. Con un lavoro di recupero, che il professore Vittorio Zacchino definisce "prezioso" Enrica Colavero, magliese trasferita a Firenze, trascrive e annota 311 lettere inedite in “Fiorentini abusivi”: il carteggio Ercole Ugo D’Andrea-Francesco Tentori (1972-1995), Firenze UniversityPress (2008). Le figure dei due poeti, seguaci dell'ermetismo, balzano fuori a tutto tondo. Tentori è stato un grande traduttore di poeti e narratori spagnoli e ispano-americani, strinse forti legami con Firenze, in particolare con i gruppi di intellettuali che frequentavano il Gabinetto Viessuex, poi si stabilì a Roma. Anche il nostro D'Andrea, per anni a contatto con poeti "laureati" come Betocchi, Comi e Luzi e con critici come Macrì e Ramat, ritornato nella sua Galatone, è rimasto per sempre "un fiorentino abusivo".

Con la poesia "La felicità in una famiglia", Michele Calandriello (con Giuseppe Renzi, presidente dell'Accademia Belli), il pluriTaviano, si è guadagnato un ulteriore premiato ragazzo-poeta di Taviano riconoscimento: primo assoluto nella categoria fino ai 13 anni del concorso organizzato dall'Accademia Belli dedicato al poeta Mario Dell'Arco. Al concorso hanno partecipato ben 537 concorrenti ed è riuscito a emergere tra i 157 finalisti.

lontananza. Che fosse peccato lo sapeva. Ma doveva dipingere quei volti. Pensò che per un peccato così ci vuole uno smisurato amore. Caldo. Impetuoso. Tenero. Smanioso. Un amore prepotente, incontenibile, tiranno. Ci vuole un amore per l’ombra di una figura dipinta che supera quello per il corpo di una creatura. Ma nemmeno questo basta, forse. Forse non basta nemmeno questo amore. Poi forse ci vuole una immaginazione che sia capace di perforare la visione della mente per giungere fino alla figurazione dell’inconoscibile. Questo pensò. Guardò il volto di Madonna sul lato dell’altare. Gli sembrò che avesse una maestosità che la rendeva inviolabile, che la stratificazione dei colori avrebbe paralizzato la mano di chiunque avesse tentato di violarli. Come se fossero protetti dalla benedizione della figura che rappresentavano. Come se lo spirito divino di quell’ immagine si fosse fatto natura viva, santità di carne. Eccola, sussurrò a se stesso. Eccola. Pensò che doveva trasformare quel volto in quello di sua madre. Non sostituirlo ma trasformarlo, generarne uno dall’altro, quasi che fosse una reincarnazione. Una pittura deve fare anche questo, si disse. Liberarsi da

ogni circostanza dell’età, essere solo tempo che si distende nel passato e nel futuro, all’infinito. Se può, se ci riesce, all’infinito. Così cominciò a dipingere quel volto, con un rosa smorto ma compatto, sgretolato di rughe sulla fronte, più pacato agli zigomi, più indeciso intorno alle labbra, che nella prossimità degli occhi diradava, quasi che si rifugiasse dentro di essi, fuggendo da ogni concretezza. Dipingeva senz’ ansia, senza fretta. Voleva che il volto di sua madre avesse la limpidezza di un’emozione. Una purezza nello sguardo. Uno stupore. Una dolcezza. Una devozione, forse. Voleva restituirle intatta la bellezza, come se la morte non l’avesse contagiata, voleva preservarla dalla corrosione, strappare al suo ricordo una sola condizione per donare un brandello di eternità a quella bellezza. Tutto il giorno rimase a dipingere quel volto, lo accarezzava col colore. L’immagine si rivelava, si dischiudeva, lentamente. Quando finì l’aria era scurita. Che quella pittura fosse peccato lo sapeva. Uscì dalla chiesa. Prese il sentiero che portava al mare. La sera era ricolma di un silenzio nebbioso, greve, rancido. Un silenzio nero, che prosciugava l’aria, risucchiava il suo respiro, separava quell’ora da ogni altra, come se non ci fosse niente prima di quell’ora, come se niente potesse esserci dopo. Un silenzio uniforme, arido, grumoso, che istante dopo istante si solidificava, un silenzio freddo che si spalancava e si richiudeva e richiudendosi inghiottiva tutta la sua vita, la sofferenza di certi giorni, l’ allegria di certi giorni, e poi i ricordi, e poi gli affanni, e i desideri, e i suoi colori, e poi il peccato dell’ultima pittura. E poi. Guardò in alto. Nelle mani strinse la croce che portava al collo. La pietà gli portò fino alle labbra una preghiera. Poi con lo sguardo se ne andò lontano. Nessuno seppe mai più nulla di Ioannikios.


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 912300 Guardia medica: 0833 912306 Polizia municipale: 0833912305; Protezione civile: 0833 911472; Ufficio Relazioni con il Pubblico: 0833 916223 fax 914365; Consultorio: 0833 914187

TAVIANO 1 - 7 agosto 2013

Pag. 22

Manifestazioni estive in programma per la prossima settimana, tra Taviano e Mancaversa

Eccoli i "Raccomandati"

Ci trovate pure qui ● CIRCOLO 80 LOUNGE BAR via Enrico Mattei ● BAR CLAUDIO via Gallipoli ● TABACCHERIA JULA via Corsica ,37 ● EDICOLA GIANNI via Immacolata ,18 ● FARMACIA ZOMPĺ piazza San Martino ● FARMACIA DOTT. MIGGIANO via Barberini ● CAFFÈ PALAZZO MARCHESALE Piazza Del Popolo ● SUPERMERCATO ISSIMO via T. Campanella ● TABACCHERIA SANTORO c.so Vitt. Emanuele II,30 ● TABACCHERIA NOCCO via Reg. Margherita ● CHANTILLY CAFFÈ via Reg. Margherita,205 ● PASTICCERIA DOLCE ARTE c.so Vitt. Emanuele II,30 ● FARMACIA COMUNALE Via Bellini ,28 ● POLIAMBULATORIO via Sant’Antonio

Il Sindaco replica ai consiglieri dell'opposizione

«Imu e nuove opere a favore dei cittadini» Per gli appuntamenti musicali c'è Alan Sorrenti il 3 agosto di Rocco Pasca

Prosegue con successo la stagione estiva in programma a Mancaversa e a Taviano. In attesa dei grandi eventi, come “Santicanti” e “Salento Flower”, programmati per la metà di agosto, le varie location, disseminate lungo il litorale di Mancaversa, soprattutto Piazza delle Rose e parco Jonico, proporranno, nei prossimi giorni, numerose e variate manifestazioni. Spiccano fra le tante un concerto rock, il 2 agosto e quello di Alan Sorrenti, in programma il 3 agosto nella nuova "Area sagre e spettacolo", ex campo sportivo. Alan Sorrenti ha avuto un ruolo fondamentale nella storia della musica italiana, con i grandi successi di “Figli delle stelle”, “Tu sei l’unica donna per me” e “Non so che darei”. A seguire, il 4, la manifestazione “I raccomandati”, alla sua terza edizione, sulla falsariga della trasmissione televisiva condotta da Carlo Conti. Lo spirito naturalmente è quello della benevola e allegra presa in giro del costume, tutto italiano, della raccomandazione. Matador della serata sarà il sim-

L'esibizione di un gruppo in una delle tante serate

La Pro loco perde lo Iat Polemiche a distanza tra Pro loco e Amministrazione comunale. Motivo del contendere la gestione dello sportello Informaturisti, affidato, quest’anno, alla Protezione civile. Mariangela Macrì, presidente della Pro loco Taviano-Mancaversa non ci sta e parla di un atto inatteso e inspiegabile. «Ci hanno scippato uno sportello informazioni che da sempre abbiamo curato noi con lodevole impegno. Eppure l’assessorato al Turismo della Regione Puglia indica chiaramente che questo servizio va affidato alle competenze della Pro loco». In attesa di eventuali chiarimenti lo sportello viene gestito dai giovani della Protezione civile.

patico ed effervescente Giampaolo Viva. Gli arrangiamenti musicali sono di Dario Cota e la direzione artistica è affidata ad Antonella Manni, insieme a Anna Lucia Tempesta e Giovanni Stamerra. Lo stesso giorno, ma al parco Jonico, la seconda edizione del concorso canoro regionale “Una voce per note libere”, riservato a tutti i ragazzi-ragazze pugliesi dagli 11 ai 22 anni. Direttore artistico della manifestazione il maestro Daniela Toma che ci ha abituati a spettacoli di grande pregio e fattura. L’intensa settimana di agosto propone ancora altri interessanti appuntamenti: una serata di teatro, con il gruppo “Neroghi” con “Sogno di una notte di mezza sbornia” (Piazza delle Rose, 5 agosto), un concerto del gruppo di pizzica “Alla Bua” (medesima location ma il 6) e il 7 agosto il simpatico e divertente gruppo dei "Mudu" di Uccio de Santis. In chiusura il teatro “Alitzei” presenta “Prestame muierata” (l’8 agosto). Occasioni di distensione e di divertimento per tutti, quindi, giovani e anziani, per affrontare con allegria l'afa esagerata di questi giorni.

Il sindaco di Taviano, Carlo Portaccio (foto), rimanda al mittente le accuse di inerzia amministrativa, avanzate dai consiglieri di opposizione dei gruppi “Città aperte” e “Pd popolari e democratici per Taviano”. «Per noi – dichiara il primo cittadino – i tavianesi sono la nostra priorità. Lavoriamo per loro e per fare di Taviano una comunità al passo coi tempi». Capitolo Imu: il Sindaco ribadisce che, nonostante i pochi trasferimenti statali, è stato deciso di non aumentare l’aliquota sulla seconda casa, confermando quella del 2012 e, comunque, tra le più basse rispetto ai paesi vicini. «Abbiamo invece - continua Portaccio - adeguato il valore delle aree immediatamente edificabili (zone B) per mantenere la coerenza con gli attuali valori di mercato; mentre abbiamo ridotto il valore delle aree edificabili, da porre a base della tassazione Imu, nelle zone di espansione edilizia (zone C) perché non è prevedibile quando potrà avvenire l’effettiva possibilità di edificazione».

Sulle manifestazioni culturali, costate troppi soldi a dire dei consiglieri di minoranza, il sindaco ci tiene a precisare che sono in linea con quanto stanziato e speso nel corso degli ultimi anni. Stabilità sostanziale anche per le altre spese che si ripetono anno dopo anno, salvo lievissime differenze. «Abbiamo evitato inutili e dispendiose liti giudiziarie - conclude - abbiamo tagliato le spese per consulenze e incarichi a professionisti esterni, abbiamo contribuito alla messa in liquidazione di Mercaflor e di Area sistema. Con tutto ciò continuiamo a garantire la qualità e la quantità di servizi: scuolabus, asilo nido, mensa scolastica, bus-navetta, guardia medica e pronto soccorso nella marina». E infine: «Sono molte le opere pubbliche che stiamo ultimando: area a sagre e spettacoli, acquedotto e fognatura nella zona industriale, il Pirp in zona Gallari, nuovi loculi cimiteriali e ammodernamento delle strade rurali». RP


1 - 7 agosto 2013 ENTRO IL 10 SETTEMBRE DOMANDE PER LO SCUOLABUS I genitori interessati al servizio scuolabus per i loro bambini, entro martedì 10 settembre, possono presentare le domande all’Ufficio Proto-

Taviano

Il “Dojo Arashi” su tutti

Mancaversa, festa di S. Anna ci sono pure i voli acrobatici

Parte degli atleti che hanno partecipato al Trofeo

Sono intervenuti pure tre aerei dell’Aeroclub Vega Ulm di Lecce (invitati dall’ass. Arma Aeronautica di Taviano) a tributare omaggio a S. Anna nel giorno della sua festa, con i loro voli acrobatici. Anche quest’anno l’emozione della processione con la statua della santa issata su una barca e portata in giro per le strade della marina, ha richiamato l’attenzione di molti fedeli. Si sa, del resto, che la festa di S. Anna è una piacevole ricorrenza, attesa da fedeli, turisti e villeggianti locali. Il mercatino intorno alla chiesa, in piazza S. Anna, tanta pizzica a richiamare turisti che si sono divertiti ballando, una sagra paesana di panini farciti e frise col pomodoro, tanti fuochi pirotecnici finali, hanno fatto da corollario ai riti religiosi. Alla processione, per le strade della marina, ha suonato la banda “Città di Casarano”. RP

Karate, 18° Trofeo “Città di Taviano” al parco Ricchello Si è svolto nel parco Ricchello il 18° Trofeo “Città di Taviano”, organizzato dal Centro sportivo educativo nazionale, organismo sportivo della federazione di Karate. Venti le società presenti con 220 atleti, nella fascia da 4 a 60 anni, provenienti dalle province di Bari, Brindisi, Lecce e Taranto. Le società e gli atleti si sono cimentati in incontri che hanno affascinato il numeroso pubblico presente. Il trofeo, alla fine, è andato alla squadra locale, la “Dojo Arashi” di Taviano, del maestro Aldo Garofalo. Alle sue spalle: “Oriental Ginny”,Cisternino (M° Vito Fazzi); “Okina Wa Karate”, Taranto (M° Pasquale Di Bari); “Reiki”, Trepuzzi (M° Salvatore Renna); “Csen Fasano Karate”, Locorotondo (M° Antonio Argento Loconte). «È stata una vera festa per il Karate pugliese – ha dichiarato il coordinatore Csen, Aldo Garofalo – in vista dei prossimi Europei in Croazia. Abbiamo avuto la possibilità di ammirare atleti e maestri di una certa caratura».

23

secondo e per i successivi 15 euro. Le richieste di iscrizione presentate da utenti non in regola con i pagamenti relativi all’anno precedente non saranno accettate. Possibili esenzioni totali o parziali.

collo del Comune. Possono ritirare il modulo presso l’Ufficio relazioni con il pubblico o l’ Ufficio cultura o presso la delegazione comunale a Mancaversa. Il costo mensile del servizio per il primo figlio è di 20 euro , dal

Tutto pronto per la manifestazione clou dell’estate che attirerà migliaia di turisti

SantiCanti, ci siamo di Prisca Manco

Immagini di SantiCanti 2012

Se Melpignano ha il concertone della Taranta, a Taviano cresce SantiCanti. Torna l’evento clou dell’estate tavianese che lo scorso anno ha contato, nel centro storico della città, 10mila visitatori, tra appassionati, fan, curiosi e turisti. A suon di lamelle dondolanti e djembè, il ritmo travolgente della terzina pizzicata si evolve, contamina e ritorna ancora più forte nella città dei fiori che si prepara ad accogliere SantiCanti 2013. L’11 agosto l’Etno World Music Festival, distintosi fin dalla sua prima edizione per il livello internazionale degli ospiti come una tra le manifestazioni musicali estive più interessanti ed innovative del territorio salentino, giungerà alla sua terza edizione, quest’anno particolarmente ricca di ospiti e sonorità.

«La musica può sacralizzare l’accoglienza degli artisti ospiti, da qui nasce SantiCanti» Ad esibirsi sul palco sarà la volta dei Tarantanera, un insieme di realtà musicali riunitesi all’interno di un progetto multietnico, composto dagli Officina Zoè, il polistrumentista maliano Baba Sissoko, considerato uno dei maggiori esponenti della musica etnica e jazz internazionale, Kandi Guira alla voce, Ady Thioune ai djembè e alle percussioni, a completare la cornice le danzatrici Maristella Martella e Silvia De Ronzo dell’associazione culturale salentino-

Una rassegna teatrale per contrastare la violenza sulle donne e i minori

Servono “Colpi di genio” Al teatro non spetta la cronaca, bensì la riflessione. Ed è qui che il verbo teatrale si fa mezzo educativo, attraverso una rassegna itinerante per i comuni della provincia. L’obiettivo? Sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro la violenza su donne e minori. E’ proprio questa la premessa di “Colpi di genio”, la campagna educativa promossa dall’assessorato alle Politiche sociali e alle Pari opportunità della Provincia di Lecce, attraverso una rassegna teatrale itinerante, ideata con i dieci Ambiti territoriali sociali. L’iniziativa è stata presentata a Palazzo Adorno dall’assessora Filomena D’Antini Solero. 14 le compagnie vincitrici tra le oltre 40 partecipanti. “E’ un bellissimo progetto – ha commentato la D’Antini - che nasce dall’idea di comunicare un messaggio contro la violenza sulle donne e i bambini attraverso il teatro, diffondendo la cultura del contrasto a questo dilagante fenomeno”. Tutte le compagnie teatrali rappresenteranno opere che argomenteranno l’urgente tema della violenza, di genere e sui minori, si parlerà di femminicidi, per cercare di dare una sferzata prima di tutto culturale verso l’abolizione di ogni forma di violenza. La rassegna avrà la durata di 10 mesi a partire da fine luglio e presto sarà pubblicizzata anche attraverso alcuni spot che ogni compagnia ha girato e che saranno circuitati su Telerama, mediapartner dell’evento. Tra le compagnie selezionate, la Compagnia Stabile della città di Taviano “Neroghi-Tonino Carluccio” con il nuovo lavoro teatrale “La storia delle disobbedienti” in scena a Diso, Neviano e Taviano, tra ottobre e novembre prossimi. Nello spettacolo ideato per l’occasione, la Compagnia si avvarrà, tra le altre, della partecipazione straordinaria del M° Daniela Toma al pianoforte e di una piccola attrice di 9 anni, Nicole Olimpio, che nel suo doppio ruolo chiave di donna del futuro e minore lancerà il messaggio: “Io disobbedisco alla violenza”. Anche Recinti Temenos parteciperà alla rassegna con “Blackbird”. Alla serata inaugurale di “Colpi di genio” oltre alla presenza dell’assessora Filomena D’Antini Solero, anche il testimonial d’eccezione Gianni Ippoliti, che ha voluto supportare questa campagna di contrasto offrendo il suo personale contributo. PM

La conferenza stampa provinciale

Attivata l’Assistenza domiciliare educativa Molto attivi i Servizi sociali di Taviano anche nella fase estiva. L’ufficio di Piano di zona in collaborazione con i Servizi sociali, coordinati dall’assessore Teresa Sabato, hanno attivato il servizio di assistenza domiciliare educativa dei minori, che è stata affidata alla cooperativa “Orizzonti nuovi”. «È un servizio rivolto ai minori in situazioni di disagio sociale e alle loro famiglie in difficoltà nello svolgimento delle funzioni genitoriali primarie - ha commentato l’assessore Sabato – inoltre la nostra amministrazione è molto attenta alle attuali problematiche sociali ed economiche, ritenendo l’inserimento lavorativo strumentale alla crescita dell’individuo e alla sua riappropriazione del grado di autostima». Questo personale sarà impegnato per sei mesi in attività, quali, pulizia delle spiagge, pulizia e custodia della casa comunale, pulizia del palazzetto dello sport e decoro del verde pubblico. RP

bolognese Tarantarte, che si occupa da anni di danze popolari del sud Italia e del Mediterraneo. Musica senza frontiere anche tra gli artisti: Riccardo Tesi con la Banditaliana, abile a fondere forme e riti della tradizione toscana, echi di jazz e canzone d’autore per una musica che varca i confini mediterranei. «Il motivo ispiratore del Festival SantiCanti è lo sguardo verso il sud - ci spiega Donatello Pisanello, direttore artistico dell’evento e ricercatore musicale apprezzato in tutto il mondo - il Mediterraneo e l’Africa, un tempo sguardo privilegiato delle nostre genti essendo il “Mare nostrum”culla di antiche civiltà e viavai continuo di traffici che per secoli, hanno permesso la convivenza pacifica, lo scambio, la solidarietà tra i popoli che vi si affacciavano. La musica, attraver-

so il canto e il ritmo, può sacralizzare in qualche modo l’accoglienza degli artisti ospiti: da qui SantiCanti L’obiettivo principale di questo Festival è quello di miscelare la nostra musica tradizionale con quella di altri paesi del mondo». «Attraverso SantiCanti cerchiamo di offrire un evento di livello internazionale – fa sapere Antonino Manni, assessore Turismo e Spettacolo - alla popolazione salentina dell’area Jonica, un evento che anno dopo anno sta diventando capace di catalizzare l’attenzione dei visitatori, della gente del posto e dei flussi turistici sul versante Jonico, che ad oggi, risulta rimanere fuori da importanti circuiti culturali e turistici, come ad esempio, il Festival itinerante della Taranta e il concertone finale della Taranta, anch’essi eventi cresciuti nel tempo ed oggi importanti volani di promozione del territorio e della tradizione musicale e culturale salentina».


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 552727 Guardia medica: 0833 552776 Municipio: 0833 270320 Polizia municipale: 0833 553316 Protezione civile: 0833 583999 Ufficio postale: 0833 585001

RACALE 1 - 7 agosto 2013

L’accoglienza è garantita e reciproca Lo staff dello Iat: da sinistra, Stefano Casto, Filippo Ferenderes, Antonio Caroppo, Valerio Alfarano, Elisa Scevola, Anna Maria Errico (Governatore di Torre Suda)

Verso la fusione a ritmo di musica

● BAR PRESSO STAZIONE DI SERVIZIO AVIO LAMP via Gallipoli ● SUPERMAC via Gallipoli ● SUPERMERCATO GEAS via Diaz ● STAZIONE DI SERVIZIO TOTAL ERG via Melissano ● PASTICCERIA SACHER via Quarta, 65 ● BAR 901 via Milano ● TABACCHERIA DEA BENDATA via Reg. Margherita ● BAR EMPIRE piazza Beltrano ● SUPERMERCATO CONAD MARGHERITA via San Giovanni Bosco ● SUPERMERCATO SISA via Adis Abeba ● ASSOCIAZIONE APE piazza Beltrano,33

Pag. 24

Al lavoro tutto lo staff dell’ufficio per i turisti nella sede di Torre Suda

Manifestazione dell’associazione “5 Campanili”

Ci trovate pure qui

«Siamo un ufficio d’accoglienza per i turisti. Ma, alla fine, siamo noi stessi a essere ben accolti dai turisti». Sorride, fiero, il professore Antonio Caroppo (studioso di storia locale) che, insieme a Stefano Casto e alla neoarrivata Elisa Scevola (dottori in Beni Culturali) gestisce lo Iat (ufficio d’Informazione e accoglienza turistica) di Torre Suda, sito in via Marco Polo. Per Caroppo e Casto, questo è il tredicesimo anno consecutivo al servizio del turista. L’ufficio, invece, è operativo dal 2005. I funzionari dello Iat comunale dipendono dal Circolo Anspi “Stella Maris” con cui l’ente ha sottoscritto un protocollo d’intesa. Tra i tanti servizi forniti, oltre ad offrire informazioni turistiche (anche in tre lingue straniere diverse: tedesco, inglese e francese), l’ufficio, tra l’altro, organizza visite

guidate, mette a disposizione un internet-point e funge da vetrina per una serie di prodotti tipici elaborati da aziende del comprensorio. Negli stessi locali ha sede la delegazione comunale di Torre Suda, un istituto fondamentale per gli oltre 500 residenti nella marina di Racale. Per Valerio Alfarano, consigliere comunale con delega al Turismo, lo Iat rappresenta “un vero e proprio valore aggiunto” sottolineando “il grande contributo di chi dedica parte del proprio tempo a quest’attività”. Nei prossimi giorni, l’ufficio distribuirà un opuscolo informativo proprio per i turisti (e non solo) che vorranno approfondire la conoscenza sulle bellezze artistiche e culturali di Torre Suda e dintorni. MM

Nella marina Toromeccanica, Alitzai, favole e robotica

Zero rischio noia Torre Suda super di Marco Montagna

Cinque campanili che suonano all’unisono come uno solo. Il progetto di “fusione intelligente” tra i comuni di Alliste e Felline, Racale, Melissano e Taviano è stato al centro della serata di musica e informazione organizzata dall’associazione “5 Campanili” il 29 luglio a Torre Suda, a sostegno della “Città Nuova” che ne deriverebbe se i cinque territori si fondessero per farne nascere uno solo. Il nuovo comune sarebbe il secondo più esteso della provincia, dopo Lecce, con i suoi 37.600 abitanti per un’area di circa 80 km. I vantaggi, secondo i promotori della fusione, sarebbero evidenti. Tra tutti, il risparmio sui costi della politica e i maggiori trasferimenti erariali (il 20% di fondi in più per dieci anni). «Siamo un piccolo gruppo di sognatori che però cresce sempre di più - ha commentato con orgoglio la portavoce di “5 Campanili” Francesca Franza (nella foto durante il suo intervento) - e lo testimoniano i numeri in aumento dei nostri associati, dei simpatizzanti

e dei cittadini che partecipano ai dibattiti sul tema della fusione». E poi ha aggiunto: «Non verranno cancellati i municipi né la memoria storica di ogni comune, ma la grande città porterà con sé il bagaglio culturale del suo passato». Franza ha infine ricordato che “l’Unione Jonica Salentina ha deciso di costituire un gruppo di lavoro che approfondisca la materia della fusione. È senza dubbio un traguardo importante e per questo ringrazio il socio fondatore Lorenzo Ria, nostro rappresentante nelle istituzioni”. Durante la serata si sono susseguiti gli interventi di tre giovani simpatizzanti (Luca, Ludovico e Stefano), di Lucrezia Rosano e di Michele Giuranno. La musica è stata curata da Banana Republic, Musikè, Nabruttapiega e Megaron, questi ultimi accompagnati alla batteria da Alberta Coronese, una talentuosa e spigliata bimba di sette anni che farà molto parlare di sé. MM

La gara

Trofeo Tropical, trionfa l’“Asu de mazze” Sono state ben 29 le imbarcazioni partecipanti alla 9ª edizione del Trofeo Tropical, organizzato dall’omonima azienda di Racale e patrocinato dal Comune, che si è svolto all’alba di domenica 28 luglio nelle acque delle “Campore” di Torre Suda. La gara di pesca in barca “bolentino”, dedicata ad imbarcazioni di tre concorrenti, metteva in premio sei trofei. Il primo posto è andato a “Asu de mazze” (equipaggio Tricarico-Scarlino-Scarlino) che ha portato a riva 11,740 kg di pescato. Alla barca vincitrice sono andate tre coppe, tre mulinelli ed un ecoscandaglio. Al posto d’onore “Solemar” (Renni-Marrocco-Caro) con 5,280 kg di pescato, terza “Chiangi” con circa cinque chili di preda. La “Chiangi” ha vinto anche il trofeo per il pesce più grosso. A seguire, “I tre dell’Ave Maria”, “L-E-G-M” e “Giuly”. Premi speciali a Matteo Manni (concorrente più giovane, 5 anni) e Gino Palumbo (più anziano, 77 anni) che, secondo gli organizzatori Alessandro Corvino e Mauro Del Piano, sono “i veri vincitori del trofeo”.

Arriva il primo weekend di Debutta la sagra agosto e gli eventi di Torre Suda si moltiplicano vertiginosamen- dell’ombrina te. Questo il programma sino al 9 bocca d’oro l’8 agosto agosto. Si comincia venerdì 2 alle ore 21 nell’area eventi con la commedia in vernacolo salentino “Mprestame mujerda” messa in scena dalla compagnia “Alitzai” di Alliste. Sabato 3 riAlliste tornano i “flashbook” interattivi per bambini di Chiara Lorenzoni, in collaborazione con l’associazione Polybius-Presidio del Libro di Racale. In piazza don Tonino Bello si racconterà la storia di “Romeo Mo- Il flashbook di Chiara Lorenzoni e parte della compagnia “Alitzai” di Alliste zartin e la frutta canterina”. Doppio appuntamento con la In serata spazio alla Canzolata, la il 9 i rampanti Toromeccanica al musica, in serata, con le esibizioni tombolata cantata raccontando Na- Cafè de Mar. Continuano le lezioni dei Big Crash alla rotonda e dei poli, eseguita dal tenore Gaetano di robotica educativa per bambini Moods al Cafè de Mar. Sabato 3 e Maschio e dal soprano Filomena (ogni martedì). La sera del 7, nondomenica 4, nell’area eventi, “Fa- Piro. Si raccoglieranno fondi per ni, genitori e bambini si divertivole in Mostra”, a cura dell’asso- l’acquisto di un macchinario ria- ranno insieme con i giochi “Te ‘na Taviano. bilitativo per disabili da donare al fiata” in piazza don Tonino Bello. ciazione Michelangelo di Taviano Domenica 4 si comincia con Poliambulatorio di Racale. L’e- Giovedì 8, ultimo appuntamento la gara di pesca per ragazzi orga- vento è realizzato insieme al Club con i giochi di carte Yu-Gi-Oh, organizzati dall’Aipm presso il Cafè Gallipoli. nizzata dalla Tropical Store in zona Lions di Gallipoli Triplo appuntamento musicale de Mar. Serata gastronomica all’aCampore. S’inaugurano gli aperitivi de “La Braceria” di via Marco da non perdere: il 6 Tony Esposito rea eventi con la “Sagra dell’omPolo con la musica del dj Kaikko. e il 7 i Nidi d’Arac nell’area eventi, brina bocca d’oro di Torre Suda”.

Solidarietà

Alcuni organizzatori dell’Agifar

I giovani farmacisti per l’Ape L’Ape è volata anche in discoteca. Lodevole l’iniziativa messa in piedi dall’Agifar Lupiae (l’associazione che riunisce i giovani farmacisti della provincia di Lecce presieduta da Maria Beatrice Caputo) che il 27 luglio scorso ha organizzato l’Agifesta Estate 2013, al Blubay di Castro. Una parte dell’incasso, infatti, è andata direttamente nelle casse dell’associazione “Ape - Gabriele Toma” di Racale. Soddisfazione bipartisan, sia da parte degli organizzatori, sia da parte dei rappresentanti dell’associazione dedicata al compianto amministratore racalino. «Ancora una volta - commenta Rita Santantonio, presidente di “Ape” - si conferma il fatto che si può fare solidarietà divertendosi, come hanno dimostrato questi giovani farmacisti. Il ricavato della serata sarà destinato alle famiglie bisognose del nostro territorio. Ringrazio l’Agifar per il suo buon cuore». La festa danzante si è svolta in un clima tipicamente estivo: divertimento, spensieratezza e musica, a cura di Paolo Mele e Osvaldo Dell’Anna. MM

Indagini in corso sul rischio-infiltrazioni

Sembra cosa fatta l’iscrizione al campionato di Promozione ma restano delle incognite

Sul Racale c’è Palazzi

Il Real in salita

Pallone sporco e non di fango da campo. Nei giorni scorsi il procuratore della Federcalcio, Stefano Palazzi, ha chiesto al suo omologo, il capo procuratore della Repubblica di Lecce Cataldo Motta, l’invio del rapporto informativo su alcune società calcistiche salentine a rischio d’infiltrazioni mafiose per riciclaggio di denaro di dubbia provenienza. Nella lista compare anche l’asd Racale, fino allo scorso anno presieduta da Salvatore De Lorenzis, condannato nel 2004 dalla Corte d’Appello di Lecce a 9 anni per traffico di stupefacenti, sentenza poi annullata con rinvio dalla Cassazione nel 2008 fino alla definitiva assoluzione firmata dalla Corte d’Appello di Taranto. Dal luglio 2012, l’asd Racale si è poi fusa con l’asd Eraclea per dar vita ad un nuovo sodalizio, l’asd Real Racale, presieduto da Antonio Bagno, che l’anno prossimo dovrebbe giocare nel torneo

Sono giorni decisivi per le sorti del Real Racale (nella foto la formazione 2012-13 da bysam.it). Se da un lato sembra che l’iscrizione al prossimo campionato di Promozione sia già cosa fatta, dall’altro bisogna risolvere diverse incognite. Al momento la situazione appare in fase di stallo, ma potrebbero non mancare le sorprese dell’ultima ora. Il titolo sportivo del Real Racale di patron De Lorenzis potrebbe anche passare in altre mani. Questo è quanto trapelato dalle ultime riunioni tra i vertici della società azzurra e una cordata cittadina di “uomini di buona volontà” che s’impegnerebbero in prima persona, in una sorta di piccolo azionariato popolare, per

regionale di Promozione dopo essere retrocesso sul campo nello scorso campionato di Eccellenza.

dare il via alla stagione agonistica 2013-14, garantendo parte dei fondi necessari per pagare l’iscrizione al campionato e provvedere all’allestimento della rosa e del settore tecnico. In seguito, lo stesso gruppo s’impegnerebbe a trovare dei solidi finanziatori (si parla di un noto professionista racalino) che rileverebbero il titolo sportivo in toto. Possibile che lo stesso titolo non venga ceduto. In questo caso, la cor-

data cittadina potrebbe comunque partecipare alle sorti della squadra, contribuendo pro-quota alle spese di gestione. C’è però da chiudere la vertenza con l’ex allenatore Gigi Bruno. Direttore sportivo e allenatore: sembra sfumata l’ipotesi che conduceva a Elio Tresi e a Ruggero Cannito. Gli ultimi nomi sono quelli di Silvio Allegro come ds e di Cesa-

re Catalano, l’anno scorso al Martano, come allenatore. MM


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 552727 Guardia medica: 0833 552776 Protezione Civile: 389 6815612 Comune: 0833 902711 Polizia municipale: 0833 584337

Ci trovate pure qui

ALLISTE 1 - 7 agosto 2013

● SUPERMERCATO SISA via Alliste,30 (Felline) ● TABACCHERIA PAIANO LUIGI via Vittorio Veneto,74 ● OTTICA TOMA via Roma,7 ● ROSA CAFÈ via Alliste,2 (Felline) ● MAGAZZINI EURO via Matteotti,33 ● PROFUMO DI PANE via Racale,37 ● MILANO CAFFÈ via Milano,3 (Felline) ● SUPERMERCATO CONAD via I Maggio,86/b ● SUPERMERCATO SIDIS via Gabriele D'Annunzio,19

Pag. 25

Pilella, commenti e mugugni dopo la ristrutturazione della zona costiera

Il Consiglio comunale approva il bilancio 2013. Caso politico nel Pd

La piazza, il giorno dopo

Imu e Irpef stabili, ma Tares...

Discutere in piazza e della piazza: pare stiano facendo entrambe le cose i cittadini di Alliste all’indomani dell’inaugurazione (foto) della piazzetta in località Pilella. Se da un lato la gente l’affolla come non aveva mai fatto, e la differenza è stata notata anche dal titolare del chiosco presente già lo scorso anno, dall’altra parte c’è chi esprime dubbi. Finalmente c’è tanto verde, ma ci si preoccupa della sua manutenzione; i gazebi in legno fanno ombra, ma ci si chiede se non tolgano spazio all’organizzazione di eventi; infine qualcuno ipotizza che quei soldi si sarebbero potuti investire nella sicurezza stradale. Il sindaco Antonio Renna

si dice soddisfatto dell’uso che, della piazza, sta facendo la cittadinanza, anche in termini di confronto:«Alla cura del verde sta collaborando il chiosco presente, ad ogni modo abbiamo predispo-

sto un impianto d’irrigazione; gazebi e panchine si possono spostare in occasione di eventi; i fondi regionali ricevuti non possono essere usati per altro perché legati a un progetto di rigenerazione, comunque l’opera ultimata prevede la realizzazione di una rotatoria per la sicurezza stradale». All’inaugurazione era presente anche il sindaco di Cassano delle Murge, in villeggiatura alla marina di Alliste, che ha manifestato la volontà di riprodurre l’opera nel suo Comune: «Una bella soddisfazione – ha commentato Renna – così come anche la richiesta, di alcuni miei cittadini, di rigenerare la piazzetta di località Cisternella». RR

«Ci aspettano anni di grossi sacrifici. Gli aiuti statali, dal 2006 ad oggi, sono diminuiti da 2 milioni di euro a 300mila euro. Ad ogni modo il nostro è l'unico Comune a chiudere il bilancio oggi, mentre il termine ultimo è il 30 settembre». Si è espresso così il sindaco Antonio Renna nell'ultimo Consiglio comunale che è stato dedicato ai conti in tasca all'Ente e ai cittadini. Sul bilancio di previsione 2013, il primo cittadino ha detto: «Il Patto di stabilità impone vincoli troppo rigidi che bloccano gli investimenti, ma abbiamo cercato di mantenere i servizi esistenti. Nessun aumento di Imu e Irpef, ma la Tares sarà una spina nel fianco. Abbiamo bisogno della collaborazio-

ne della gente». Critiche dai banchi dell'opposizione: scarse le entrate dalle alienazioni e dalle pubbliche affissioni, troppe le uscite per la fornitura di servizi. Il consigliere di maggioranza Amleto Petracca

PRIMA CASA AD ALLISTE Così gli emigranti vorrebbero che fosse considerata la loro casa nel paese natale, in relazione all'Imu. Per questo si rivolgono al sindaco

Quindicesima edizione della tradizionale manifestazione allistina

Sagra dell'eco-polpetta Fondamentale la corretta gestione dei rifiuti Non sarà una semplice festa ma un’“ecofesta Puglia”, amica dell’ambiente, la sagra della polpetta in programma per l’8 agosto a cura della Pro loco di Felline. Per il secondo anno consecutivo, l’associazione presieduta da Antonia Ferocino decide di adottare la certificazione volontaria di ecosostenibilità (nell’ambito del progetto d’innovazione sociale finanziato dal Miur “La tradizione fa eco”) affidando la corretta gestione del ciclo dei rifiuti a dei giovani operatori che, durante i festeggiamenti, danno il buon esempio anche con la distribuzione di materiale informativo. Così facendo, i risultati non si sono fatti attendere: “Benvenuta estate”, l’evento d’apertura del 4 luglio scorso, ha raggiunto quasi il 94 per cento di raccolta differenziata. Sperando di fare ancora di più, in un centro storico pulito e chiuso al traffico si svolgerà la quindicesima edizione della “sagra della polpetta” che, ogni anno, richiama a sé un gran numero di turisti e locali. Sarà tutto merito dell’atmosfera casereccia che si respira tra i vicoli affollati di stand con in mostra i piatti tipici della tradizione. Ai “Calanti”, gruppo di musica Ugento, il compito popolare di Ugento di allietare musicalmente il pubblico. Ma la festa continua nel borgo antico della frazione per altri due giorni: il 9 e 10 agosto l’appuntamento è con il “Canto delle cicale”, rassegna culturale e musicale a cura del Comune, che ha ricevuto un finanziamento regionale di 10mila e 500 euro. Nell’ambito della stessa iniziativa s’inserisce il “Premio Kallistos”, cerimonia per il riconoscimento delle eccellenze locali, che andrà in scena il 29 agosto ad Alliste. Il programma dell’evento è in fase di definizione. Confermata la data del 22 agosto per la “sagra della pasta fresca e del pesce” allestita dalla Caritas allistina in occasione della festa della Madonna della Luce a Capilungo (marina di Alliste).

SAPORI E REGOLE DA RISPETTARE Un'immagine della sagra dello scorso anno. La festa continuerà anche il 9 e il 10 con "Il canto delle cicale" rassegna culturale e musicale promossa dal Comune. La Pro loco ha deciso di adottare anche quest'anno la certificazione volontaria di ecosostenibilità

Ecofesta pure per la patata fresca di Dop Si è fregiata di due marchi la 19^ edizione della “sagra della patata”, andata in scena il 25 luglio scorso a cura della Pro loco di Felline: oltre a quello di “Ecofesta Puglia”, a garanzia dell’ecosostenibilità, anche la denominazione d’origine protetta (in sigla Dop) che la “sieglinde” di Galatina ha finalmente ottenuto dopo un percorso travagliato. L’intrattenimento musicale dell’evento enogastronomico, molto partecipato, è stato affidato agli “Indiano Salentino e Artetnica”.

Gli emigranti al sindaco: «Imu, la prima casa è qui» Dalla Svizzera arriva una richiesta al sindaco Antonio Ermenegildo Renna: alcuni cittadini di Alliste, residenti a Wohlen, vorrebbero non dover pagare l'Imu sulla seconda casa in Italia. Sono un gruppo di 20 gli emigranti firmatari di una lettera che, indirizzata al primo cittadino, reciterebbe così: «Siamo stati costretti ad emigrare all'estero. Con tanti sacrifici, abbiamo costruito una casa col sogno, forse mai realizzabile, di tornare un giorno nella nostra terra. Le saremmo grati se prendesse in considerazione la possibilità di riconoscere la nostra abitazione ad Alliste come prima casa, tanti altri Comuni limitrofi già lo fanno». Il riferimento è ad un paese come Taurisano Taurisano, ma il sindaco spiega: «Premetto che non ho ricevuto, almeno non ancora,

Felline, il laboratorio ipogeo nelle vicinanze della chiesa di San Leucio martire

Il recupero del frantoio

La macina

ha risposto: «La spesa più grossa, ma necessaria, è stata quella per la pubblica illuminazione. Riguardo alle affissioni, dovremmo rendere più appetibili gli spazi espositivi. Niente da discutere sulle alienazioni, non svendiamo i nostri beni». Altro punto all'ordine del giorno il riconoscimento di debiti fuori bilancio: «Ammontano a 78mila euro - ha informato Renna - tutte spese d'investimento che copriremo con fondi di bilancio». Caso a parte: i consiglieri di minoranza hanno contestato al loro capogruppo, Manuela Coi, le ripetute assenze e hanno chiesto alla maggioranza l'apertura del procedimento per dichiarane la decadeza. RR

«Entro il prossimo inverno, il frantoio ipogeo di Felline verrà recuperato»: a dare la buona notizia ai cittadini, nelle ultime settimane, è stato il sindaco Antonio Ermenegildo Renna. Già ad aprile scorso, l’Amministrazione comunale aveva inserito la ristrutturazione di questo bene culturale nell’elenco delle opere pubbliche da realizzarsi nel 2013, ma allora si attendeva ancora l’esito, poi risultato positivo, della partecipazione a un bando del Gruppo di azione locale (Gal) “Serre Salentine”. Così è stata acquisita la somma mancante per coprire l’intero costo dell’intervento, 90mila euro, che vanno ad aggiungersi ai 100mila messi da parte dal Comune e al finanziamento provinciale di 30mila ottenuto nell’ambito del progetto di valorizzazione degli immobili d’interesse storico e artistico, portato avanti dalla Provincia. L’opera prevede anche la sistemazione dell’area esterna al frantoio posto nelle vicinanze della parrocchia di san Leucio martire.

nessuna lettera. Detto questo, ho fatto ben presente la mia posizione a riguardo durante un colloquio verbale con uno di questi emigranti. È vero, la norma permette di fare quello che mi viene richiesto, ma non è valida per gli emigranti nel nord Italia, solo per quelli all'estero, perciò mi pare incostituzionale». «D'altra parte - conclude - in un momento come questo, non possiamo azzardare alcun passo: qualcosa non quadra nel sistema ideato dallo Stato se gli introiti derivanti dall'Imu sono diminuiti da 850 a 560 mila euro. Infine, il paragone con Taurisano non regge perché è un paese con una minore estensione territoriale e quindi con meno spese». Probabilmente gli emigranti chideranno un incontro diretto con il loro sindaco per rinnovare la richiesta. RR

Rotatoria sulla "266" pubblicato il bando Fa un passo in avanti la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra la strada provinciale 266, che collega Felline a Posto Rosso, e la 290 per Torre San Giovanni: lo scorso 11 luglio, il bando di gara per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza è stato pubblicato sull’albo pretorio della Provincia di Lecce e del Comune di Alliste. «Questo è un passo fondamentale – afferma il sindaco Antonio Ermenegildo Renna – perché dà inizio ad una fase operativa del progetto, fondamentale e propedeutica alla realizzazione della rotatoria. È un’opera che da tempo auspichiamo venga realizzata e a cui la mia Amministrazione ha lavorato con impegno e la consapevolezza dell’importanza che questo lavoro ha per la viabilità dell’intero territorio comunale. Finalmente, anche grazie alla mia attività di stimolo presso i competenti Uffici provinciali, siamo giunti alle fasi operative».


MELISSANO 1 - 7 agosto 2013

Non solo riscoperta dei sapori ma anche del culto dei saperi. Hanno scelto uno slogan d’impatto, sicuramente azzeccato, gli organizzatori della settima edizione di “Gusti e sapori nel centro antico”, l’annuale evento turistico - promozionale curato dall’Amministrazione comunale, insieme ai quattro Rioni cittadini. Da quest’anno i lavori sono coordinati dall’associazione “Amici del Piper”. L’evento, che si terrà la sera di martedì 6 agosto, ha il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce e Camera di Commercio di Lecce. “Sapori e saperi di una volta”, un ‘claim’ che racchiude, in poche sillabe, l’essenza di

● BAR CARIOCA via Casarano ● TABACCHI SCOZZI via Casarano ● SUPERMERCATO CONAD via Racale ● TABACCHI MARSANO via Racale 13 ● SUPERMERCATO METÀ via Racale 136 ● BAR EUROPA via Crispi,2 ● MACELLERIA MARSANO via Palermo ● SUPERMERCATO SIDIS via Trento,35 ● PIS.COBAR via F.lli Cervi,23 ● IPERFRUTTA via Palermo,140

“Gusti e sapori nel centro antico” il 6

Il 13 agosto ritorna “Vinimmagine”

Cibo e cultura cresce l’attesa

Vino e olio ma c’è anche altro

Grazie degli “Gli amici del Piper” a tutti i collaboratori quello che sarà l’edizione 2013: unire l’aspetto prettamente gastronomico a quello culturale, per riscoprire un borgo che ha tante tradizioni da raccontare. «C’è fermento - spiega il presidente degli “Amici del Piper”, Francesco Troisi (nella foto il primo a sinistra) - ma anche grande collaborazione tra tutte le componenti. Dal canto nostro, cercheremo di abbracciare quanti più visitatori possibile per dare una nuova im-

magine di Melissano a chi verrà a trovarci. Quella del 6 agosto non sarà solo una sagra in senso classico, ma un evento a tutto tondo che abbraccerà anche il settore culturale, artistico, economico e sociale alla riscoperta delle nostre tradizioni che devono rimanere vive. Un grande ringraziamento - conclude - va a chi si sta mettendo in gioco, al Comune, ai Rioni, alla Protezione civile, alla Polizia municipale, agli sponsor e alle attività commerciali che ci hanno supportato economicamente e a tutti coloro che ci stanno dando una mano in questi giorni frenetici». Il conto alla rovescia è iniziato. MM FUOCHI E FIAMME Spettacolo frequente in estate provocato a volte da colpevoli distrazioni a volte per più colpevoli obiettivi. Il corpo dei guardiafuochi si pone a supporto di quello dei vigili del fuoco a cui è demandato l’intervento tecnico urgente

L’esperienza di Roberto Rimo, dal 2002 nel Corpo nazionale dei guardiafuochi

Guardiano del fuoco È direttore regionale del dipartimento Puglia di Marco Montagna

L’amore per l’ambiente e la passione per il proprio lavoro sono elementi imprescindibili per chi vuole entrare a far parte del Corpo nazionale dei Guardiafuochi che a Melissano è rappresentato da Roberto Rimo, direttore regionale del dipartimento Puglia. Sposato, 52enne padre di un figlio, perito industriale, Rimo è un guardiafuochi a tutti gli effetti sin dal 2002, anno in cui a Trieste fu fondato il corpo. Le attività poste in essere dai guardiafuochi sono essenzialmente tre: soccorso pubblico (con esclusione di quello tecnico urgente, di esclusiva pertinenza dei Vigili del fuoco di cui il gruppo è supporto), prevenzione antincendio e formazione nelle scuole e nelle aziende. Diventare guardiafuochi non è semplice, né per tutti. Occorrono, come testimonia lo stesso Rimo, diverse qualità: «Innanzitutto la passione - spiega - perché se manca quella non si va da nessuna parte. Serve soprattutto preparazione, competenza ma anche voglia di fare e di aggiornarsi di continuo». Nel corso della sua carriera,

Ci trovate pure qui

Pag. 26

L’amore per l’ambiente e la passione per questo lavoro alla base di un impegno anche pericoloso il guardiafuochi di Melissano ha conseguito diverse specializzazioni tra cui quella nucleare, biologica, chimica e radiologica, da operatore di soccorso in acqua e di speleo-sub, per gli interventi nelle grotte marine. «Certo - prosegue Rimo quest’attività mi toglie il tempo che dovrei dedicare alla mia famiglia, ma quando s’interviene per salvare delle vite o delle

cose, la sensazione che si prova ti ripaga dalla fatica e dallo stress che si accumula in questo campo. Negli ultimi tempi - racconta - mi è capitato di salvare una famiglia d’istrici, dei leprotti un fagiano: tutti minacciati da incendi spesso appiccati per mano dell’uomo o nati da un’imperizia o un’imprudenza. L’ambiente e la natura sono beni inestimabili che vanno salvaguardati con ogni mezzo». Tra gli interventi più difficili in carriera il primato va al pauroso incendio che nel 2007 devastò Peschici, provocando morti, feriti e distruzione. La stagione estiva, quella più faticosa, prosegue a ritmo serrato, con già oltre venti interventi sul campo. La media è in aumento rispetto allo scorso anno, a testimonianza che la piaga degli incendi, soprattutto dolosi, è ancora tutt’altro che risolta. Competenza, preparazione e disponibilità come quelle che possiede Rimo non devono esimere dall’obbligo che interessa tutti: quello di vigilare perché non si dia la minima occasione a scatenare gli “inferni di fuoco” che in estate sono comuni e diffusi.

Il luogo è il solito: via Palermo 55, Melissano. L’evento è atteso, come da circa due decenni a questa parte. La data è quella del 13 agosto. Gli ingredienti principali ce li mette la cantina cooperativa Unione agricola che, anche quest’anno, organizza la tradizionale sagra enogastronomica “Vinimmagine”, appuntamento ormai imperdibile per i cultori del buon vino e di tutto ciò che al nettare rosso ci si può accostare. L’evento è organizzato dall’opificio fondato nel 1959 e attualmente presieduto da Rocco Milone, con la fattiva collaborazione dei quattro Rioni cittadini, del Comitato

CLICK

NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 587171 Comune: 0833 586211 fax 586244 Guardia medica: 0833/581163 Ufficio postale: 0833 971711 Polizia municipale: 0833 587982

La manifestazione segna una tradizione consolidata Sant’Antonio di Padova e delle Suore salesiane dei Sacri Cuori, scuola materna San Giuseppe, ed ha il patrocinio del Comune di Melissano, della Provincia di Lecce, della Regione Puglia e della Camera di Commercio di Lecce. Squadra che vince non si cambia: l’impostazione della serata di festa del 13 agosto sarà identica a quella dell’anno

ONERI EDILIZI “2008-2012 Questione oneri edilizi 2008-2012, il Consiglio comunale nei giorni scorsi ha deciso, all’unanimità, di rinviare il punto alla prossima assemblea per cercare un’interpretazione chiara della normativa. Il gruppo di minoranza di “Progetto Melissano” aveva chiesto la sospensione della delibera consiliare n. 69 del 29 dicembre 2012 con cui l’Amministrazione provvedeva al recupero delle somme non incassate (107mila euro circa) relative al mancato aggiornamento degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione secondo l’indice Istat nel periodo in questione. Il Comune era stato allertato dalla segnalazione della Procura della Corte dei Conti (ottobre 2012) che aveva rilevato l’ipotesi di danno erariale.

passato, che tanto gradimento ha riscosso tra visitatori locali e forestieri. Spazio alle degustazioni di prodotti tipici, quindi: dal vino, elemento principe dell’Unione agricola, all’olio e ai prodotti della terra, cotti nei modi più svariati e appetitosi. Ad accompagnare il tutto, l’immancabile pizzica salentina con l’esibizione del gruppo di musica popolare “I Tammurria”. Vino, gastronomia, tamburelli, fisarmoniche, musica, danze, allegria e spensieratezza: le componenti giuste per un’altra edizione di “Vinimmagine” che, sicuramente, sarà l’ennesimo successo. MM

PATTO DI STABILITA’: CALCOLI SBAGLIATI E SOMME DA RESTITUIRE Decurtazioni illegittime, il Comune dovrà rimborsare 306,63 euro alla consigliera Valeria Marra. Il provvedimento è basato su una determina del 22 luglio. I fatti si riferiscono all’applicazione delle sanzioni per gli amministratori ritenuti colpevoli per lo sforamento, da parte dell’ente, del patto di stabilità interno nel 2010, quantificato in 198mila euro. La legge, infatti, prevede la decurtazione del 30% delle indennità per gli amministratori in carica nell’anno della violazione del patto. All’ex vicesindaco era stata erroneamente decurtata la somma in questione, pur essendo stata eletta nel maggio del 2011 e risultando, quindi, del tutto estranea al periodo di riferimento.


NUMERI UTILI Biblioteca: 0833 621964 Carabinieri: 0833 622010, 623535 Consultorio familiare: 0833 625967 Guardia medica: 0833 622386 Municipio: 0833 626411; Sito ufficiale: www.comune.taurisano.le.it; E-mail: info@ comune.taurisano.le.it Polizia municipale: 0833 622014 Protezione civile: 0833 623965 Ufficio postale 0833 626311

TAURISANO Pag. 27

1 - 7 agosto 2013

Tre colpi di pistola rendono irrimediabile una separazione L'ultimo viaggio lo faranno da soli, separati, l'ultimo visibile sigillo ad uno stato di fatto reso irreversibile da tre colpi di pistola. Mai dire mai, si dice, finché si è in vita. Forse l'uxoricida-suicida Francesco Capone, 46 anni, avrebbe saputo recuperare la fiducia, prima ancora dell'affetto, di Erika Frida Ciurlia, tre anni di meno, la donna che giovanissima gli aveva dato una figlia, oggi 25enne; forse gli affari avrebbero ripreso a girare, ridandogli quell'equilibrio che ha perso in una mattinata disgraziata nel garage della casa che fino a due mesi fa era di tutta la famiglia, compresi il figlio 18enne Mattia, e la piccola che frequenta ancora la Materna, nata dopo quell'altra crisi coniugale di una decina di anni fa. In quel garage la donna era arrivata da casa dei suoi dove viveva con le figlie, accompagnata proprio da Mattia; l'uomo

Frida Ciurlia e Francesco Capone

aveva da dirle qualcosa. Quando era arrivata con la sua auto, il padre aveva detto al figlio di salire in casa, in quella villetta in zona San Donato, ed aspettare lì. Quando il ragazzo ha rifatto le scale scosso dai rumori degli spari, non ha trovato più i suoi genitori, ancorché separati, ma due corpi dai tratti sfigurati, uno accanto all'altro

nella Punto bianca. Sarà una immagine che lo perseguiterà a lungo, quella. Come tutti i figli di coniugi dal matrimonio naufragato, lui pure sperava con le sorelle che i genitori sarebbero tornati prima o poi sotto lo stesso tetto, che gli scoppi di violenza del padre non sarebbero mai andati oltre certi limiti, che una qualche armonia sarebbe potuta aleggiare di nuovo intorno a loro, a proteggerli. La vita impazzita in pochi minuti gli ha sbattuto in faccia, nel modo peggiore che possa esistere, la vacuità dei suoi auspici. Sul piano brutalmente tecnico, resta da chiarire la provenienza della pistola, una Tokarev calibro 7,62 , che non risulterebbe nei registri delle forze di polizia. E poi se l'uomo l'avesse con sé per usarla in quel frangente, non sopportando neppure l'idea del fallimento della loro unione, oppure la detenesse illegalmente per altre ragioni. Umanamente, i feretri partiranno per i funerali, da due chiese diverse. In ore diverse. E i figli maggiorenni sono già chiamati ad una durissima, inconcepibile fino a poche settimane fa, scelta.

La sfida dei 4 rioni C'è pure la tradizionale festa del pesce di Pierangelo Tempesta

Domenica 4, con inizio alle 21.30, in piazza Castello ci sarà il concerto di Riccardo Fogli, organizzato dal comitato festa e da Radio Venere e Radio Peter Pan. La serata si chiuderà con lo spettacolo di fuochi pirotecnici. Martedì 6 agosto, alle 18, in via Petrarca ci sarà l'appuntamento con la tradizionale “Festa del pesce”, mentre venerdì 9 l'Amministrazione comunale presenterà la “Giornata dell'emigrante”, istituita dalla Giunta proprio

pochi giorni fa. Spazio, quindi, per pensare anche a quanti hanno lasciato il loro paese per cercare lavoro e per fare fortuna. Molti ce l'hanno fatta e ritornano puntualmente ogni anno in estate per ritrovare il sapore degli affetti e delle feste patronali. Alcuni di loro, purtroppo, non sono tornati, come vuole ricordare la Giornata dell'emigrante, istituita proprio per ricordare i salentini che persero la vita nella tragedia di Marcinelle.

Conclusa la XII edizione del torneo di tennis open nazionale "Trofeo Scarlino"

Prestazioni eccellenti in 100 da tutta Italia

Da sinistra Daniele Micolani e Antonio Scala

La dodicesima edizione del Torneo di Tennis "Trofeo Scarlino” ha chiuso i battenti domenica 28 luglio. Il Trofeo più ambito, ossia l’Open Nazionale II Cat., è stato appannaggio di Daniele Micolani, alla seconda affermazione consecutiva, che in finale ha battuto Antonio Scala. Ma, al di là del risultato tecnico, ciò che più esalta è la caratura che va assumendo, anno dopo anno, l’appuntamento tennistico taurisanese, organizzato dal CT “G. Verardi”. Ancora una volta le adesioni

● FARMACIA PALESE via A. De Gasperi ● SUPERMERCATO PUNTO SPESA p.zza Libertà,27 ● SUPERMERCATO SISA via Eroi D’Italia,162/a ● POLLARA CAFE’ via Macchia,20 ● SUPERMERCATO L’ ESSENZA viale Eroi D’Italia,21 ● ANTICA PANETTERIA SCORDELLA via SS. Crocefisso,8 ● BAR GIULIA presso stazione Q8 via Casarano,34 ● SANI SAPORI via Eroi D’Italia,50 ● ACCONCIATURE ANTONIO CIULLO via M. D’ Otranto,146 ● BAR PASTICCERIA LA PARMENTE c.so L. Da Vinci ● MAGAZZINI EURO via San Donato ,7

Il primo convegno a cura di "Arte in terra" e "Domus Dei"

Con le celebrazioni del santo, fioriscono altre iniziative

Continuano gli appuntamenti dell'Estate taurisanese, nella settimana in cui il paese festeggia il suo amato patrono, Santo Stefano. Venerdì 2 agosto per le strade della città si snoderà la solenne processione, con partenza alle 19.45 (nelle foto dall'alto: l'interno della cappella di S. Stefano, le luminarie dello scorso anno nello scatto di Solidoro). Subito dopo il tradizionale appuntamento religioso, in piazza Castello si esibiranno i maestri Manolo Perruccio e Sabrina Cino, in uno spettacolo di danza popolare salentina. Alle 22, poi, la pizzica continua con “I Briganti di Terra d'Otranto”. Sabato 3 agosto in mattinata si esibiranno i concerti bandistici Racale, ridi Conversano e di Racale spettivamente diretti da Vincenzo Cammarano e Maria Grazia Donateo. Sempre sabato 3, poi, a partire dalle 20 lo stadio comunale ospiterà il “Torneo quadrangolare dei quattro rioni”, organizzato dall'associazione sportiva dilettantistica “Virtus Taurisano”.

Ci trovate pure qui

hanno superato ogni più rosea previsione, considerato che nei cinque tornei previsti ci sono state quasi cento iscrizioni di atleti provenienti da ogni parte d’Italia. Nel corso della cerimonia di premiazione, sono intervenuti il vescovo della diocesi di Ugento, Vito Angiuli, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, il sindaco di Taurisano, Lucio Di Seclì, il presidente del salumificio Scarlino, Attilio Scarlino, i massimi dirigenti della Fit Puglia, Elio Pagliata, Donato Calabrese e Giovann Stasi, magistralmente coordinati da Ivano Colona, presidente del CT Taurisano. Questi i risultati: II cat. maschile D. Micolani CT Lecce) – A. Scala (CT Bari); III cat. femm. A. Perrone (Angiulli Bari) – M. Zecca (Apem Copertino); III cat. maschile P. Puzzovio (CT Maglie) – A. Moretti (CT Maglie); IV cat. maschile L. Padovano (CT Maglie) – M. Paglialonga (Ct Maglie); IV cat. maschile n.c. V. Potenza (CT Tricase) – L. Malavolta (CT Teramo). RS

Il patrono S. Stefano nel culto, nell'arte e nella letteratura di Rocco Schiavano Interesse e grande pubblico al convegno su “Santo Stefano – protomartire – dalla tradizione bizantina al XXI secolo” tenuto sulla piazzetta adiacente alla cappella dedicata al patrono della città. Fiore Palese, uno dei promotori dell'iniziativa, ha introdotto la serata, spiegando il luogo prescelto: «Ci si augura che la piazzetta possa essere inserita nel programma della rigenerazione urbana e valorizzata di conseguenza, eliminando sia l’antiestetico asfalto sia i fastidiosi e ingombranti pannelli pubblicitari». Il convegno, che è la conseguenza dell’impegno e del gemellaggio culturale delle associazioni “Arte in terra” e “Domus Dei”, ha visto gli interventi del sindaco Di Seclì e dell’assessore alla Cultura Claudio Scordella (in alto). È toccato poi a Maria Rosaria Ponzetta (in basso) , attrice dei Cantieri Teatrali Koreja, interpretare il brano “Il martirio di Santo Stefano”, tratto dall’opera “Carmina”

dell’indimenticabile Luigi Crudo, storico dirigente scolastico di Taurisano. Il pubblico ha apprezzato l’intervento dell’artista taurisanese così come ha seguito con curiosità e attenzione le relazione di Roberto Orlando, docente e ricercatore delle tradizioni locali, il quale ha proposto la “storia” delle statue raffiguranti Santo Stefano, specificando di averne studiate ed esaminate ben trecento. Di particolare interesse sono risultati gli interventi di Stefano Tanisi, che si è soffermato analiticamente sulla tela del "Martirio di Santo Stefano", custodita della chiesa della Trasfigurazione di Taurisano, e di Stefano Cortese, che ha svolto un excursus sull’iconografia del santo nel Salento, presente oltre che a Taurisano anche nelle chiese di Alezio, Vaste e Soleto, Alessano, Alezio Macurano. Il poeta Stefano Ciurlia ha dato lettura di alcuni brani, tratti dagli Atti degli Apostoli, in vernacolo. Giovanni Giangreco della Soprintendenza di Lecce ha chiuso una serata che ha lasciato il segno.


NUMERI UTILI: Municipio: 0833 555091; Uff. Sindaco: 0833 555031; Polizia Municipale: 0833 555770; Carabinieri: 0833 555010 - 0833 556767; SOS mare T.San Giovanni: 0833 931100; Uff. servizi Sociali: 0833 556460; Museo: 0833 555819

UGENTO Pag. 28

1 - 7 agosto 2013

Ai lidi “Oasi degli Angeli” e “Onda marina”

Beach tennis cup la tappa ugentina

Neanche il tempo di tirare il fiato e le spiagge dei lidi “Oasi degli Angeli” e “Onda marina” hanno accolto l’ennesimo evento sportivo da spiaggia dell’estate ugentina 2013: la tappa della Beach tennis cup, valevole per il campionato mondiale della disciplina, che ha attirato atleti di livello e semplici appassionati nel weekend del 20 e 21 luglio. La vittoria è andata alle coppie Cimatti-Visani nel femminile e MeliconiMarighella nel maschile (foto di Giada Chetta). LPR

Benvenuti in “Piazza”

Beach rugby: sport e spettacolo

A Torre hanno vinto gli Arrefolati

Sempre più protagonista la spiaggia di Torre San Giovanni, teatro delle versioni “beach” delle competizioni sportive più popolari. Il Lido Onda Marina ha ospitato il 13 e 14 luglio scorsi il Master finale italiano della Magna Grecia beach rugby cup. Ad aggiudicarsi il trofeo sono stati gli Arrefolati di Trepuzzi, che disputeranno il prossimo campionato di rugby in serie B (foto

Antonio Carlucci) .

Preoccupate segnalazioni per l’erosione marina

Anche a “Macolone” la sabbia è sparita

C’è ancora l’erosione costiera al centro delle segnalazioni sui problemi di Torre Mozza che giungono alla redazione di Piazzasalento. La situazione è di vero disagio, così come racconta chi ha contattato il nostro giornale: l’erosione quest’anno si è presentata in maniera massiccia, sicuramente causando molti più problemi rispetto agli anni passati. La forza del mare ha intaccato notevolmente il tratto di spiaggia a nord della marina, in alcuni tratti riducendola di Il litorale di Torre Mozza diversi metri. Con danni del villaggio “La Giurlita”, che notevoli per spiagge libere, stabilimenti balneari, tratti di aveva sollecitato l’Amministracosta in concessione agli alber- zione comunale e gli enti prepoghi e i loro frequentatori. Da se- sti affinché si potessero trovare gnalare l’intervento del titolare al più presto soluzioni ad un

problema per l’ambiente e per l’economia basata sul turismo. Le nuove segnalazioni riguardano la parte a sud della piccola marina ugentina, quella intorno alla punta del Macolone. Anche qui, spiega un gruppo di cittadini, se non si interverrà in tempo il mare farà letteralmente sparire la sabbia. «Bisogna correre ai ripari - affermano non solo gli operatori turistici, ma anche chi d’estate abita nella marina perché non possiamo rischiare di perdere una così importante risorsa». PT

Sono on line le bozze del piano territoriale

CLICK

Parco naturale a portata di click È online la bozza del piano territoriale del Parco naturale regionale “Litorale di Ugento”, il documento che disciplinerà gli interventi finalizzati a favorire lo sviluppo economico e sociale dell’area e dei territori adiacenti. Insieme al piano pluriennale economico e sociale, redatto da Massimo De Nuzzo, la serie di documenti è disponibile all’indirizzo www.comune.ugento.le.it/ pianodelparco. Gli atti sono stati resi noti dalla presidente della terza commissione consiliare Maria Venere Grasso e dal responsabile del settore urbanistica Leonardo Liviello. Dopo un periodo di pubblica consultazione, le bozze passeranno nuovamente alla commissione, che organizzerà una serie di appuntamenti con i portatori di interessi e con la cittadinanza per dare avvio alla fase partecipativa. Solo in seguito alle attività di copianificazione i documenti saranno approvati e, quindi, diverranno formalmente operativi. Tra gli obiettivi del piano territoriale del parco – spiegano

dal Comune – c’è quello di promuovere un modello di sviluppo sostenibile che non arrechi danno all’ambiente e alle risorse naturali e che, allo stesso tempo, conservi e recuperi gli habitat e le specie animali e vegetali e gli equilibri ecologici, idraulici e idrogeologici. Nel piano saranno previste le opere necessarie alla conservazione e al ripristino ambientale e le disposizioni per la salvaguardia e saranno indicate le eventuali attività incompatibili con le finalità del Parco. Alla redazione delle bozze hanno lavorato esperti del Politecnico di Bari e del Comune di Ugento: i coordinatori scientifici Calogero Montalbano e Attilio Petruccioli, i componenti della commissione scientifica Francesca Calace e Giacomo Martines, i consulenti Luigi Guastamacchia e Adriano Spada, i collaboratori Nicola D’Addabbo, Valentina Guglielmi, Silvia Laterza, Antonella M. Milano e Francesca Regano e i componenti dell’ufficio di piano Leonardo Liviello e Marco Dadamo. PT

A sinistra Torre Mozza dove ha luogo la terza edizione della “Notte bianca”; sopra Gemini che ospiterà la sesta edizione di “Arciprevitura in festa”

Appuntamenti estivi nella prima settimana di agosto: una ricca offerta

Balli, canti e cunti di Pierangelo Tempesta Musica, sagre e sport: continuano le manifestazioni estive organizzate dall’assessorato comunale allo Spettacolo e dalle associazioni di Ugento e marine. Il primo agosto appuntamento a Torre Mozza con la terza edizione della “Notte bianca”, a cura della Pro loco Beach Gemini-Torre San Giovanni. Si esibiranno gli “A94 - Balli di gruppo con Franco e Sabrina”; “I Calanti”; i “Wallop,N’Dust”; i “Camden”; “Lu rusciu nosciu”; “Prontera Adolfo Pannu de unu, canta e sona sulu”; “Paparina Silecta”; “Lato beat italiano ‘60 ‘70”; i “Cafè Chinaski”; la “Quadriglia melissanese”; i “Disturband”. Completeranno la serata un raduno di auto e moto d’epoca e

“Notte bianca” a Torre Mozza, la “Sagra te ciciri e tria” a Ugento, a Gemini “Arciprevitura in festa” stand di prodotti enogastronomici e dell’artigianato locale. Il 2 agosto Lido Marini ospita le selezioni di Miss Italia, mentre il 3 agosto la Pro loco di Ugento organizza, a Torre San Giovanni, “Ballando sotto le stelle”. Sabato 3 e domenica 4 al lido “Onda Marina” ci sarà la 26esima edizione del “Memorial Tiziano Manni”.

“Amici di Mauro”, in futuro la Filarmonica Carratta-Valente L’UNIONE FA LA FORZA E anche la qualità per quanto riguarda la collaborazione tra le due associazioni, una di Ugento, l’altra di Casarano

Grande successo per la serata organizzata dall’associazione “Amici di Mauro” domenica 21 luglio, quando è stata presentata l’orchestra filarmonica intitolata a Mauro Carratta (Ugento) e Salvatore Valente (Casarano). L’ensemble, composto da ragazzi di giovane età, ha intrattenuto il pubblico con una serie di esibizioni tratte da un repertorio di pezzi pop italiani e stranieri dagli anni ’60 ad oggi. Lo scopo, evidenziato dal presidente dell’associazione Fernando Carratta, è la creazione di un’istituzione inedita per Ugento, ovvero una vera e propria scuola di musica qualificante. LPR

Sempre domenica 4, in piazza San Vincenzo, appuntamento con la 13esima edizione della sagra “Te ciciri e tria”, a cura della Pro loco di Ugento. Il 5, nel museo archeologico, alle 21 Emanuela De Blasi parlerà di “Aria, l’habitat primario”. Martedì 6, a Torre Mozza, “Lu cuntu te li cunti”, narrazione in canto sulle più belle leggende di Terra d’Otranto. Infine, mercoledì 7 la frazione Gemini ospita la sesta edizione di “Arciprevitura in festa”, a cura dell’associazione culturale “Gemini”: saranno esposti prodotti artigianali ed alimentari anche sulle strade che circondano l’antico palazzo. Nella “chiesa incompiuta” ci sarà una mostra d’arte contemporanea. Il tutto sarà allietato dal-

la musica degli “Zimbaria”.

MOBILITA’ PIU’ AGEVOLE PER I DIVERSAMENTE ABILI Su proposta dell’assessore ai Servzi sociali, Salvatore Chiga, la Giunta comunale ha deliberato la collaborazione con una ditta di Bolzano per la concessione in comodato gratuito di un automezzo Fiat Scudo (9 posti + pedana per carico di carrozzine per persone diversamente abili) per un periodo di 4 anni. L’uso dell’automezzo servirà per facilitare gli spostamenti di persone con difficoltà motorie. Sarà creata, quindi, una rete di servizi gratuiti in aiuto a quanti, per vari motivi, non possono raggiungere scuole, sedi sanitarie, ecc. MINENNA ELETTO NEL COMITATO CENTRALE DEL PDCI Il consigliere comunale di Ugento, Angelo Minenna, del partito dei Comunisti italiani, è stato eletto nel comitato centrale del suo partito durante il congresso nazionale che si è svolto a Chianciano Terme. «Sono onorato – afferma Minenna, primo comunista ugentino a ricoprire un ruolo a livello centrale nel partito - della fiducia che l’intero congresso nazionale, oltre a quella della delegazione leccese e del segretario provinciale Daniele Ianne, hanno riposto nella mia persona e nel mio spirito di pura militanza».

Ci trovate pure qui • BAR OZAN largo S. Nicola,1 • TABACCHI LA DEA BENDATA via Messapica,63 • CAFFÈ CENTRALE p.zza Colonna ,20 • BAR PASTICCERIA L'ANGOLINI DOLCE via F.lli molle,60 • SUPERMERCATO SIGMA p.tta Ozan,1 • SUPERMERCATO CONAD p.zza Italia,11 • BAR PIAZZA ITALIA via Trieste,30 • PASTA FRESCA FANTASIA via Marina,189 • SUPERMERCATO GEAS via Marina,325 • FRUTTA E FRUTTA di Molle Roberto via Napoli,17 • PRO LOCO UGENTO p.zza San Vincenzo • TABACCHERIA via Ripamonti,47 • TABACCHI PASSASEO CINZIA via Fiume,70 • LIDO MANIA (Torre Mozza) via G. Tiepolo • BAR ZANZIBAR (Gemini) Via Martiri Di Belfiore,6 • BAR GREEN SQUARE (Gemini) via Reg. Elena,6 • SALI E TABACCHI (Gemini ) p.zza Monumento ai caduti,8 • BAR DA DONATO (T.S. Giovanni) c.so Annibale,138 • BAR JONIO (T. San Giovanni ) c.so Auxentum • PASTICCERIA DOLCI SENSAZIONI (T.S. Giovanni) c.so Auxentum • SUPERMERCATO ADRIANA (T.S. Giovanni) c.so Auxentum • SUPERMERCATO PUNTO MARKET (T. S. Giovanni) via Colaianni,122


NUMERI UTILI Comune 0833 721106 www.comune.acquaricadelcapo.le.it Polizia Municipale 0833 721182 Ufficio postale 0833 721170 Guardia medica 0833 727531 Pro loco 0833 726071

ACQUARI QUARICA CA C. 1 - 7 agosto 2013

Benvenuti ai nuovi arrivati in questa “Piazza”

Pag. 29

Conclusa la "Sagra del grano" che ha attirato migliaia di visitatori amanti dei prodotti del luogo "Voci d'incanto"

Grande festa del chicco Momento affascinante, come sempre, con le statue di paglia di Giancarlo Colella

Un successo superiore ad ogni previsione quello della "Sagra del grano" che, cominciata venerdì 27 luglio, si è conclusa domenica sera. Secondo i vigili del fuoco la manifestazione nelle tre serate ha superato le 50mila presenze. Un dato di per sé eccezionale, supportato dai dati particolari che già emergono a manifestazione appena conclusa. Ben 22 i quintali di farina consumata, di cui 14 sotto forma di “pittule” e 8 trasformati in “sagne ncannulate”. Grande anche il consumo di carne, 7 quintali, e del pasticciotto, tipico dolce leccese. Più che abbondante il consumo di birra alla spina (1.750 litri), di acqua e di bevande varie, mentre 14 friggitrici hanno lavorato incessantemente insieme a 7 piastre per la cottura della carne. Il tutto servito ad un pubblico sistemato in 150 panche da 6 posti ciascuna. Successo anche per quanto riguarda la presenza di espositori con 40 gazebi occupati e 60 posti a terra. Il tutto è passato dalle mani di 150 volontari che il Sindaco ha ringraziato. La sagra ha avuto nelle statue di paglia realizzate da un gruppo di artisti croati una delle attrattive particolari. L’aspetto musicale è

La raccolta del grano e la sua consumazione in pittule e sagne

Consumati 22 quintali di farina, sette di carne e ben 1.750 litri di birra stato curato da Michele Cortese: il pubblico ha avuto la possibilità di ascoltare diverse formazioni di riproposizione della musica popolare salentina, ma anche di apprezzare l’esibizione di giovani talenti

Attacco dell'ex Sindaco alla Giunta Ferraro

Rovito: «Annunci privi di risultati» «Cosa c'è dietro queste dichiarazioni milionarie degli amministratori comunali? Agli acquaricesi cosa arriva, cosa rimane? Annunci dopo annunci, ma la gente non si accorge di nulla. Ben altra operatività quella delle mie amministrazioni, lo dicono i numeri»: parte così l'attacco dell'ex sindaco (foto) Carlo Rovito (centrosinistra) all'attuale compagine guidata da Francesco Ferraro, di segno politico opposto. Da amministratore navigato, Rovito sciorina cifre: dal '99 al 2009, documenti alla mano, le spese per investimenti mediamente sono state pari a un milione 600mila euro l'anno; di contro quelle di Ferraro sono finora pari a 650mila euro annui, considerando a parte le spese di parte corrente pari a 2 milioni e mezzo. Non solo. L'ex primo cittadino - capogruppo della minoranza consiliare insieme a Salvatore Negro, Luigi Maruccia, Giacomo Pepe - intende sottolineare un altro dato: «Prima nel servizio di nettezza urbana ci lavoravano alcuni acquaricesi, adesso quasi nessuno; prima, nei piccoli lavori erano cittadini del posto a essere chiamati, ed ora?». Ma è sulla "qualità" delle scelte amministrative che Rovito torna a battere: «Noi abbiamo cambiato il volto del paese, risolvendo tra l'altro anche vecchissimi problemi come l'allagamento dell'abitato. E quando abbiamo acquistato Celsorizzo ci siamo sentiti dire che stavamo comprando "un cumulo di pietre...". Da questa Amministrazione invece di novità se ne vedono davvero poche, al massimo iniziative avviate da altri. E così non va».

NON SOLO PITTULE E SAGNE Secondo la protezione civile sono state più di 50mila le persone nei giorni della Sagra. Ne è testimonianza anche la massiccia quantità di prodotti consumati. Alla fine fuochi pirotecnici e, secondo la tradizione, accensione della fenice di paglia

come Emanuele Lucas e Rachele Andrioli. I fuochi pirotecnici e l’accensione della fenice di paglia hanno chiuso questa edizione della "Sagra del grano". «Un evento in crescita esponenziale - ha affermato il sindaco Ferraro - che per le prossime edizioni ha bisogno di affidarsi a un team di esperti dei diversi settori (dalla cinematografia, alla musica, alla comunicazione), che possa proiettare questa manifestazione verso una dimensione ancora più grande».

poi la festa di San Donato Quest’anno sarà l’immagine suggestiva di Celsorizzo a fare da cornice al “Voce d’incanto Festival". Una giuria di esperti qualificati, presieduta da Grazia Di Michele, avrà il compito di attribuire i premi a queste giovani promesse della canzone che si esibiranno dal vivo accompagnate da una ventina di bravissimi orchestrali. L’appuntamento con questo evento, che sarà presentato da Ivan Bonetti e trasmesso da un’emittente televisiva regionale, rappresenta una ghiotta occasione per chi spera di proiettarsi nel mondo della musica. L’appuntamento è fissato per le ore 21,30 del 4 agosto prossimo. Altro evento in calendario per lo stesso periodo è la festa di San Donato. Ad Acquarica la devozione verso questo santo è abbastanza recente e si è andata sviluppando da quando, una cinquantina di anni fa, Donato Occhilupo, un devoto del santo, fece realizzare una cappelletta (foto). Anche quest’anno San Donato sarà festeggiato ad Acquarica l’8 di agosto. Il programma prevede alle ore 19,30 la processione, alla quale seguirà la celebrazione di una messa. Alle ore 21 la tradizionale cuccagna e alle 21,30 avrà inizio lo spettacolo musicale con “Progetto orchestra Salento”. La festa si concluderà con i tradizionali fuochi d’artificio.

GC

Ennesimo atto vandalico nel parco dedicato a San Pio di Pietralcina

Pro loco:«Ci arrendiamo» Ancora un atto vandalico ai danni del parco dedicato a S. Pio. Alcuni ignoti hanno rotto per l’ennesima volta le bolle di vetro di uno dei lampioni che illuminano il parco. In precedenza erano stati danneggiati i lampioni e l'impianto irriguo ed era stata asportata la pompa elettrica che ricicla l’acqua delle vasche. Questa volta però l’episodio ha provocato la reazione della Pro-loco che da sempre ha il compito di vigilanza e di manutenzione del parco e che alcune settimane fa aveva presentato formale denuncia contro ignoti presso la caserma dei carabinieri di Presicce. «Il parco dedicato a

L'associazione rinuncia all'impegno di vigilanza e di tutela della struttura

S. Pio è costato circa 350mila euro - ha dichiarato il presidente della Pro-loco Vito Romano, ed è stato realizzato su un suolo del comune grazie ad una consistente donazione di un pensionato di Acquarica. Noi da parte nostra abbiamo da subito assunto l’onere della vigilanza e della manutenzione, ma siamo stanchi di stare dietro a persone che ci costringono a riparare i loro danni ogni quindici giorni. Per cui da questo momento la Pro-loco declina l’impegno della vigilanza e della manutenzione e invita il sindaco a dotare il parco di un sistema di vigilanza con telecamere”.

L'incrocio dove è necessaria la rotatoria

Il Sindaco:«Basta incidenti» Anche questa volta la tragedia è stata evitata per un soffio. Un giovane di Acquarica è rimasto vittima dell’ennesimo incidente stradale sulla strada Acquarica-Torre Torre Mozza Mozza, all’incrocio con la provinciale che collega Ugento a Salve. Stanco di ricevere notizie di questo genere, il sindaco di Acquarica Ferraro ha lanciato un appello all’Amministrazione provinciale affinché acceleri la realizzazione della rotatoria.

Il gruppo bandistico, fondato da Luca Belgrado, si chiama "Banda Gagliano del Capo"

Per passione e per amicizia Dalla passione per la musica nasce il nuovo gruppo bandistico fondato dal giovanissimo Luca Belgrado, di Acquarica del Capo, con la collaborazione artistica di Andrea Pisignano e il coordinamento del gruppo affidato a Sandrino D’Oria. Il nome “Banda Gagliano del Capo” è stato conferito in onore dello scomparso amico musicista Cecilio Daria di Gagliano. «Il gruppo musicale - dice Luca Belgrado - è formato da venti giovani provenienti dai paesi del basso Salento. L’idea nasce dal desiderio di unire insieme i musicisti salentini, soprattutto i più giovani, attraverso un’associazione che rappresenti nel prossimo futuro un punto di riferimento e di aggregazione per tutti coloro che amano questa professione». Il repertorio si ispira prevalentemente ai più celebri compositori di marcia sinfonica del Salento: Maurizio Cancelli, Nino Ippolito, Gino Bello, Michele Lufrano. L’8 agosto alle ore 19, in occasione della festa di San Donato, il gruppo bandistico accompagnerà la processione per le strade del paese e allieterà la serata con i brani delle più celebri marce sinfoniche. DC

NASCE UNA NUOVA BANDA I venti musicisti provengono da Acquarica, come il fondatore Luca Belgrado (nel riquadro), e da altri paesi del Capo. Il repertorio è quello tradizionale. Per la festa di S. Donato, il prossimo 8 agosto, il gruppo bandistico accompagnerà la processione e suonerà per il piacere degli appassionati

Concluso il corso di ricamo estivo

Ecco le mani d'oro

Con una mostra si è concluso il corso di ricamo organizzato dal Gruppo parrocchiale volontariato vincenziano. Si è svolto in tre settimane e ha coinvolto venti ragazze dai 9 ai 16 anni di età. Oltre al valore formativo di valorizzazione di una esperienza comunitaria, il corso ha inteso rivalutare un'attività legata alla tradizione locale. Insostituibile l'opera della presidente Rosanna Solida e dalle volontarie.


NUMERI UTILI Comune 0833 726405 www.comune.presicce. le.it Carabinieri 0833 726010 Ufficio postale 0833 722557 Guardia Medica 0833 727531

PRESICCE 1 - 7 agosto 2013

"Gelosia...malatia" in piazza

Grande successo dell’associazione "Prospettive" che nella serata di domenica 28 luglio ha messo in scena in Piazza del Popolo una commedia dialettale dal titolo “Gelosia … malatia” (foto). Un argomento che si presta benissimo a gags ed a situazioni paradossali che danno vita ad una comicità incontenibile, grazie alla bravura eccezionale di questo gruppo di attori. Per l’occasione Piazza del Popolo ha registrato un pienone eccezionale che ha tributato ad attori e organizzatori il meritato successo. GC

Pag. 30

In un manifesto le ragioni delle dimissioni del presidente e del direttivo della Pro loco di Lido Marini È l’indifferenza generale la causa della “disgregazione” della Pro-loco di Lido Marini. È quanto si legge in un manifesto fatto affiggere di recente dal presidente della Pro-loco, Cesare Coccoli. La notizia della “chiusura” della Pro-loco proprio in piena estate aveva suscitato principalmente la reazione dei turisti forestieri. «Vengo qui da un sacco di anni - ha dichiarato una signora del Varesotto, e da sempre ho visto lo stato di abbandono in cui il comune di Ugento tiene questa bella località marina. L’unica presenza che cercava

Il potere dell'indifferenza di stimolare il Comune ad attivare servizi che non ci sono e organizzare qualche evento è sempre stata la Pro-loco. Scomparsa questa associazione qui è il deserto totale. Neanche un ufficio per chiedere informazioni». Ma le motivazioni del disimpegno del gruppo dirigente della Pro-loco sono appunto contenute nel manifesto del presidente Coccoli. «A spingere il gruppo dirigente della Pro-loco a disgregarsi è stata

Golosi per gli occhi e per il palato gli appuntamenti estivi di Giancarlo Colella

Un mezzo potente per farti conoscere

l’indifferenza generale, l’abitudine a pensare che tanto c’è sempre qualcuno che lo fa per me. Perciò abbiamo deciso di farci da parte, ma a testa alta e con i conti perfettamente in ordine. Il 12 agosto si vota per il rinnovo del consiglio. Ora spetta ad altri farsi avanti». Certo, ancora l'estate non è finita e chi subentrerà può ancora attivarsi e programmare qualcosa a beneficio di turisti e locali. GC

Bagnanti a Lido Marini

Ecocentro nel 2014

Niente centro disabili

Il recapito I soldi sulla via per tornano Nona edizione di "Pane e pomodoro" Alessano a Bari

La città si fa viva

La città degli ipogei apre le porte con “Presicce in mostra”. La manifestazione, organizzata dal vicesindaco Anacleto Tamborrini, rappresenta una trasposizione su piani diversi dell’antica usanza dei comuni del sud dove la promessa sposa esponeva “la dote” al pubblico per far vedere tutte le preziosità non solo alla famiglia dello sposo ma a tutti. Il 4 agosto Presicce espone la sua “dote”, Una dote fatta non solo di frantoi ipogei, ma anche di palazzi signorili, di case a corte, di preziose cappelle private, di vicoli, di piazzette. Dalle ore 20 alle 23,30 gli interessati saranno accompagnati L'edizione di "Pane e pomodoro" dello scorso anno in questo viaggio da la Piazza Grande delle Regioni, esperte guide turistiche. Per un’area ristrutturata di recente e l’occasione sarà possibile deguche si trova nella zona dell’edistare i piatti tipici della tradizio- In mostra tutte le bellezze lizia economica e popolare del ne locale. paese, è prevista la “Fiera del Il 6 agosto l’appuntamento a volte poco note: frantoi, gusto”, un appuntamento che i gastronomico è con la “Sagra palazzi, chiese e corti buongustai di qualunque provedel pane e pomodoro”, la manienza geografica non si lascenifestazione organizzata dalla ranno certamente scappare. Per Pro-loco in Piazza del Popolo, giunta alla sua IX edizione e fanno di Presicce una testi- ogni evento non mancherà una che si è andata sempre più con- monianza storica di quanto la cornice di spettacolo e la colonsolidando nel tempo. Per l’oc- cultura dell’olio sia stata parte na sonora offerta in particolare casione saranno aperti i frantoi importante della storia del Sa- da gruppi musicali di musica ipogei dell’antica piazza, tutti lento. Dal 7 al 9 agosto su un al- popolare salentina. Prevista collegati l’uno con l’altro, che tro scenario urbano, quello del- anche l'esibizione di numerosi

Notte verde e i "Colori dell'olio" L’evento che negli anni ha richiamato decine di migliaia di turisti, è uno strumento incredibilmente utile per la promozione e la valorizzazione del territorio e dell’olio extravergine presiccese. In questi tre giorni di festa, sarà possibile visitare il centro storico, con i suoi ipogei, le case a corte e le tantissime bellezze architettoniche che caratterizzano uno dei borghi più belli d’Italia. Non mancheranno gli stand enogastronomici, le degustazioni di prodotti tipici e i giochi del passato. Tra il 18 e 19 la notte sarà "verde" (una notte bianca con i colori dell’olio). La manifestazione è organizzata dall’associazione "I colori dell’Olio", in collaborazione con il vicesindaco Tamborrini.

L’Ecocentro di Presicce entrerà in funzione nei primi mesi del 2014. A dare la notizia è l’assessore all’Ambiente Giovanni Lia, che ha seguito da vicino l’iter dell’impianto che verrà a costare complessivamente 467.474,89 euro. «L’Ecocentro, che costituisce una struttura complementare ai servizi tradizionali di raccolta differenziata dei rifiuti - ha dichiarato l’assessore Lia - assolve ad una duplice funzione: mettere a disposizione dei cittadini spazi appositamente attrezzati per consentire il raggruppamento separato di alcune tipologie di rifiuti solidi urbani e consentire all’utenza di usufruire dei servizi anche in giorni diversi da quelli fissati dal calendario. Ogni conferitore fovrà essere registrato dall’addetto alla sorveglianza della piattaforma per la verifica del territorio di provenienza del rifiuto». La piattaforma sarà ubicata sulla strada per Alessano alla periferia della zona industriale-artigianale, e prevede più aree: accettazione, rifiuti urbani pericolosi, apparecchiature elettroniche, rifiuti pericolosi e una zona parcheggio. Quanto prima il progetto verrà messo a gara per la sua realizzazione. GC

Il Comune di Presicce dovrà restituire a breve alla Regione Puglia 250mila euro che la Regione aveva assegnato per la realizzazione di una struttura ricettiva per disabili senza famiglia. La Regione ha chiesto la restituzione della somma in quanto l’opera finanziata non è stata realizzata entro i tempi previsti. La struttura avrebbe dovuto occupare il piano terra della vecchia costruzione realizzata per ospitare una casa di riposo e mai utilizzata. Presentando un progetto che prevedeva l’ospitalità a 16 soggetti disabili gravi rimasti soli, senza famiglia. Il Comune aveva chiesto e ottenuto un finanziamento per il recupero dell’immobile preventivando una costo totale di 550mila euro di cui 250mila a carico del Comune e 300mila a carico di privati. La Regione concedendo il finanziamento aveva stabilito l'avvio dei lavori entro 180 giorni e conclusi entro e non oltre due anni, pena la restituzione della somma. Così è avvenuto. «E’ l’ennesima dimostrazione del fallimento di questa Amministrazione - ha dichiarato il capogruppo di opposizione Antonio Luca. Hanno perduto una seria opportunità di venire incontro alle esigenze di 16 disabili e di creare opportunità di lavoro». GC

Tra le manifestazioni estive ha trovato un posto importante anche una corsa su iniziativa della Lilt

In 140 a testimoniare impegno e speranza Per l’estate 2013 il Comune di Presicce non si è fatto mancare proprio nulla. Gli abitanti del piccolo centro del sud Salento hanno un ventaglio di offerte ricchissimo per trascorrere le lunghe serate di questa estate. Concerti musicali, stage di danza, teatro, presentazione di libri, eventi di ogni genere. In questa parentesi estiva si è inserito benissimo anche lo sport. Su iniziativa della Lega tumori, infatti, si è tenuta la “Corri per la vita”, una corsa sulla lunghezza dei 5 chilometri che si è svolta domenica 28 luglio. Ben 140 atleti hanno partecipato alla gara, di cui 106 iscritti alla Federazione nazionale atletica leggera e 34 senza vincoli societari. La gara si è svolta lungo un percorso illuminato da fiaccole di cera che simboleggiavano la fiammella della speranza per i malati di tumore. Il ricavato della manifestazione è stato consegnato nelle mani dei rap-

CORRERE PER LA VITA Una corsa di 5 chilometri a cui hanno partecipato ben 140 atleti. Una bella testimonianza di solidarietà a favore della Lega contro i tumori

presentanti provinciali della Lilt. Vincitore della corsa è stato Biagio Riso della società "Tre Casali" di San Cesario. Al secondo posto si è classificato Angelo Melileo della società "Alba

13" di Taurisano Taurisano. Il terzo posto è andato a Pietro Zarlenga, mentre la prima classificata tra le donne è stata Alessandra Mallia. La manifestazione si è conclusa con un anguria party. GC

Sostieni C'è un modo concreto per sostenere il servizio che rendiamo a questa terra e per darci una mano: CONTRIBUTO per ricevere Piazzasalento via posta: 6 mesi

Euro 35,00

sconto 30%

Euro 24,50

12 mesi

Euro 65,00

sconto 50%

Euro 32,50

Il pagamento si può effettuare: - a mezzo c/c postale nr. 8168644 a favore di Indra srl Magenta (MI); - a mezzo assegno bancario barrato e non trasferibile a favore di “Indra srl”; - a mezzo bonifico bancario a favore di Indra srl iban: IT 74 H 02008 79671 000101272821 Per altre informazioni chiama lo 0833.1823575 oppure manda una mail a sostenitori@piazzasalento.it


1 - 7 agosto 2013 LA FARMACIA APERTA? BASTA UN SMS Per conoscere la farmacia di turno inviare un Sms con scritto «farmacia di turno» e il nome della località a cui si è interessati al numero gratuito

NUMERI UTILI

Emergenze • 112 - Carabinieri • 113 - Polizia Soccorso Pubblico • 114 - Telefono Azzurro • 115 - Vigili del fuoco • 116 - Soccorso stradale • 117 - Guardia di Finanza • 118 - Emergenza sanitaria • 118 - Guardia Medica • 1530 - Soccorso in mare Guardia Costiera • 1515 - Gruppo forestale dello Stato Servizio Antincendi • 1518 - CCISS Viaggiare informati • 1522 - Servizio Antiviolenza Donna

Cup Le prenotazioni per le visite mediche presso i Distretti socio sanitari si effettuano attraverso il Centro unificato prenotazioni della Asl Lecce al n. 0836 460001 (per le Mammografie al n. 800 426060) ovvero recandosi direttamente presso gli sportelli del Cup o presso le farmacie che svolgono il servizio.

Ospedali Gallipoli: “Sacro Cuore di Gesù”: centralino 0833 270111 Pronto soccorso 0833 270430 - 0833 270431 Casarano: “Francesco Ferrari”: centralino 0833 508111 Pronto soccorso: 0833 508290 Galatina: “Santa Caterina Novella”: centralino 0836 529111 Pronto soccorso: 0836 529202; 0836 529203

Consultori Casarano: vico Araldo, tel. 0833508312 - 0833 599612 Gagliano del Capo: via San Vincenzo 1, tel. 0833540437; 0833540565 Galatone: via M. D’Azeglio, tel. 0833568473 Gallipoli: lungomare Marconi 1, tel. 0833270813-14 Matino: via Malta 5, tel. 0833506361 Parabita: via Ferrari, tel. 0833594389 Presicce: via Toscanini 7, tel. 0833727531 Racale: via Quarta, tel. 0833270321 Taurisano: via Giardini d’infanzia 2, tel. 0833625967 Taviano: via S. Antonio da Padova, tel. 0833270304-5-6 Ugento: piazza Italia, tel. 0833954340 - 0833 954336 - 0833 954311

Collegamenti Ferrovie del Sud Est: www.fseonline. it; N. verde: 800079090 dal lunedì al sabato dalle 7 alle 17. Pullman Società trasporti pubblici stplecce.it;N. verde: 800447472. Per reclami fax: 0832-224423

Utilità 333 8888 188 e nel giro di 30 secondi sul display del cellulare comparirà il nome, il numero di telefono e l’indirizzo della farmacia aperta più vicina. Si tratta di un servizio offerto dalla Federfarma Lecce, l’associazio-

31

ne sindacale dei titolari di farmacie in provincia, di grande aiuto non solo per i turisti nel periodo estivo, ma anche per i residenti soprattutto nei giorni festivi alla ricerca della farmacia di turno.

Ci scrivono PARCHEGGIATORI ABUSIVI E “IGNORATI”

VENDITA DEL “NAUTICO” ED ALTRE SVENDITE

Egregio Direttore, sono la persona che qualche tempo addietro le ha inviato la foto dell’”ecocentro” di via Orvieto e sulla quale lei ha fatto il pezzo sul giornale. Sono rimasto molto piacevolmente colpito dal fatto che lei abbia voluto dare spazio alla notizia, anche perchè io ho avvisato - prima di inviare la foto alla stampa - di quello che succedeva (con lettera) tutte le istituzioni, tutte Procura compresa circa un anno fa senza che nulla cambiasse. Non è che questa volta ci sia qualcosa di diverso, d’altra parte non mi aspettavo il miracolo però dopo l’uscita dell’articolo per due giorni quel posto è rimasto pulito. Attualmente è ridiventato deposito di ferro vecchio raccolto dalla “persona” che ci abita dietro e che nessuno ha il coraggio di sanzionare. Lei giustamente non ha riportato l’attacco che io facevo alle Istituzioni e, trattandole in maniera soft, secondo me ha cercato di smuovere qualcosa; non è successo ma io non posso darle alcuna colpa, anzi. Io, capiamoci, sessantenne con figli e nipoti, non voglio sparare a zero contro chi giornalmente ci garantisce una certa vita democratica, anche perchè la mia famiglia ha persone che stanno nei Carabinieri, nella Polizia, Finanza, Marina e Capitaneria, ma in alcune occasioni i rappresentanti di tali corpi nel nostro Comune non fanno sempre il loro dovere. Ecco un altro esempio su di un argomento di attualità. Nell’ultima manifestazione Off Shore le autorità non davano il permesso di parcheggiare nel porto commerciale nelle vicinanze degli stand; benissimo, mi sono spostato di 15 metri e appena sono sceso dalla macchina si è presentato il parcheggiatore abusivo che ovviamente nessuno ha visto; ad una mia lamentela alla Guardia di finanza mi è stato risposto che non potevano fare niente. Ma nessuno ha mai visto parcheggiatori abusivi nel porto, che talora con fare minaccioso estorcono denaro alle persone? La stessa cosa avviene per tutta l’estate al Canneto, di fronte ai magazzini del pesce, con qualcuno che sembra il padrone assoluto di quel posto. Ora, là vicino ci sono le caserme dei Carabinieri e della Guardia di finanza: nessuno di loro ha mai visto niente? Possibile che se ne accorgono solo le persone? Perchè quando qualcuno chiama nessuno interviene? Perchè non fanno un giro da quelle parti? La ringrazio per quanto già fatto. Lettera firmata - Gallipoli

Siamo già intervenuti sulla notizia della preventivata vendita dell’ex Istituto Nautico in piazza Malta, proponendo all’Amministrazione Comunale una soluzione diversa da quella programmata dalla Provincia di Lecce: un parcheggio multipiano con una piazza. Una proposta sulla quale discutere. Un’idea da sviluppare con l’aggiunta ad esempio di una piscina pubblica, coperta con tendostrutture d’inverno ed all’aperto d’estate. Insomma la richiesta di dotare la città di Gallipoli di infrastrutture necessarie e compatibili urbanisticamente. Ma, come al solito, l’Amministrazione tace. Non avevamo ancora letto la delibera del Consiglio provinciale: la n. 30 del 13 maggio 2013 (www.comune.gallipoli.le.it/download/atti/Det_2013_906_v1.pdf). Oggi ne conosciamo i contenuti e scopriamo che la vendita dell’Istituto Nautico non è l’unica programmata dalla Provincia e di cui si richiede il cambio di destinazione urbanistica per procedere all’alienazione. E dal testo della delibera del Consiglio Provinciale emerge un’altra sorpresa: l’assenza del tanto vantato impegno a destinare alla Città il ricavato dalla vendita degli immobili. Quale migliore occasione di una deliberazione del Consiglio Provinciale, se pur espressa con il voto favorevole del consigliere cittadino Di Mattina ed in assenza dell’altro consigliere gallipolino Quintana, per vincolare con un atto di indirizzo le amministrazioni future? Nulla, nessun accenno, solo parole e promesse giornalistiche. C’è invece la sorpresa di vedere destinata alla vendita, per la creazione di un albergo, la storica struttura dell’ex Convento dei Frati Francescani Riformati. Nel cuore del centro storico. Alle spalle della chiesa di San Francesco (u ‘Mmalatrone), tra via Pasca e Riviera Nazario Sauro. E mentre per il Nautico non c’è ancora una perizia di stima, per l’ex Convento dei Francescani si: € 2.903.202,04. Circa 3 milioni di euro che la Provincia si aspetta di incassare dalla vendita della storica struttura. La nostra non è una censura alla volontà della Provincia di Lecce di vendere immobili per fare cassa. No. Noi chiediamo soltanto che in Città si apra un dibattito per verificare le ipotesi di utilizzo del suo territorio. Non dare per scontato ed accettare supinamente le scelte delle amministrazioni provinciale e comunale senza prima aver avviato un confronto. Sono ancora aperte le ferite per la vendita dell’ex Caserma

dei Vigili del fuoco e della nuova (chissà!?!) Caserma dei Carabinieri. Scelte fatte all’insaputa della Città, a danno del patrimonio pubblico e a vantaggio di pochi. Chiediamo solo che se ne discuta. Ed all’orizzonte si profilano ulteriori (s)vendite: il sempre rimpianto Ceduc, per il quale abbiamo ipotizzato essere la possibile futura sede dell’Istituto Nautico, e il complesso dei Salesiani. Tutte perle della Città per storia, cultura e posizione geografica. Vorremmo soltanto evitare che le legittime aspirazioni imprenditoriali possano essere fatte a danno della comunità con la “complicità” della politica. Perché, prima di (s)vendere i gioielli di famiglia, sarebbe meglio rottamare la politica incapace. Associazione Gallipoli 2012 Gallipoli LA DOP PATATA NOVELLA DI GALATINA SENZA ALEZIO Carissimo, ti scrivo questa mia amara riflessione indirizzandola prima all’ex Sindaco di Alezio e poi all’attuale fondatore e Direttore di Piazzasalento. Alla pagina 22 del precedente numero leggo Racale, ecco il Marchio della Dop per la patata Novella di Galatina prodotta in terra rossa e tra gli ulivi”. Tralascio di evidenziare la colossale mole di lavoro dal 1985 al 1999, come rappresentante del settore agricolo della Camera di commercio di Lecce ed anche nella qualità di Presidente del Mercato ortofloricolo della città di Taviano. Mi sono enormemente amareggiato quando ho letto l’elenco dei Comuni dove da sempre si coltiva la patata che vanno da Acquarica a Ugento, senza trovare più nell’elenco menzionato Alezio. Michele e Pasquale D’Aprile, tra i più grossi coltivatori di patate, si staranno rivoltando nella tomba. Ringrazio inoltre per la recensione del giornalino tascabile che mio figlio Lucio fa da inizio stagione. Cordialmente. Carlo Antonio Coppola - Gallipoli PICCOLI SPERIMENTATORI CRESCONO AL “Q. ENNIO” Egregia “Piazzasalento”, piccoli fisici e sperimentatori crescono, si formano nell’ Istituto di istruzione secondaria superiore

“Quinto Ennio” di Gallipoli, dove giocano e gareggiano risolvendo quesiti di Fisica durante i “Giochi di Anacleto”. Tra controlli sulla durata di una lampadina, calcoli sulla perdita di acqua di un cilindro forato ed elaborazioni della traiettoria di un pallone durante una partita di calcio, gli studenti hanno dato prova della loro abilità e competenza nell’applicare praticamente quanto appreso durante le lezioni. Gli studenti Caputo Carlo di Gallipoli (primo classificato), Solidoro Cosimo di Ugento (secondo), Maggio Lorenzo di Gallipoli (terzo), Dell’Anna Pasquale di Sannicola (quarto) e Fai Antonio di Parabita (quinto classificato) non solo hanno ottenuto i migliori risultati e per questo ricevuto un meritato premio, ma hanno anche dimostrato concretamente come la fisica possa affascinare i più giovani. Alcuni dei partecipanti hanno trovato molto competitive entrambe le prove, soprattutto quella di laboratorio nella quale la maggiore difficoltà è stata incontrata nell’assemblare gli strumenti da utilizzare, seguendo un disegno rappresentativo. Inoltre gli alunni del “Q, Ennio” hanno avuto la possibilità di partecipare alle “Olimpiadi” con gare locali di Matematica e Fisica, proseguite a Febbraio con le gare provinciali presso l’Università del Salento. Le

competizioni proposte quest’anno non hanno riguardato, però, solo Fisica e Matematica, ma anche Chimica, Biologia e Italiano. Ognuna di queste ha visto una prima fase nello stesso istituto e una seconda a Lecce. Tutti i partecipanti hanno reputato un ottimo strumento di formazione e di sviluppo personale il confrontarsi in maniera ludica con i propri coetanei. Nella foto sopra, i cinque studenti premiati con la Dirigente scolastica prof.ssa Antonella Manca e la responsabile delle Olimpiadi prof.ssa Pasqualina Abate. Pasquale Dell’Anna, Carlo Caputo e Lorenzo Maggio - Gallipoli

Do, prendo, scambio VENDO

7380176

Privato vende uva da vinificazione di varietà Shiraz ad € 60 al quintale. Tel. 347/2836157

Vendo ad Alezio locale commerciale 100mq, quattro vetrine, con area fabbricabile. Euro 129.000. Tel 340 6268031 ore serali

Fabbricato di ampia metratura,vicino Gallipoli con vista mare,terreno,uliveti,frutteti.Vendesi cell. 347 5831707

Vendo e compro dischi lp usati, 45 gg e Maxi, in ottime condizioni. Generi musicali: rock, jazz, black music, pop e elettronica; per info: 327 4592706

Vendo terreno agricolo 1500 mt ca, 21 alberelli olive e pozzo a Taviano zona vivaio Tundo € 3.500 + Ape50 2 fari ultimo modello catalitico €1800. Prezzo non tratt. Tel. 0833 551458 - 349 4034263 ore pasti Vendesi casa-trullo, completamente recintata ed indipendente con uliveto annesso, zona tranquilla località “macchie” Torre Suda Marina di Racale. Per informazioni contattare 3478108212. No agenzie. No perditempo Vendesi terreno agricolo 5000mq in Alezio via Taviano c.da Gelsi € 16.000+agrumeto 4500mq €16.000. Tel 0833 281608 - 335

in matematica. periodo luglio - agosto. Inviare SMS o tel al n 388 1735387

CERCO-OFFRO 50enne italiano cerca lavoro come guardiano, autista per consegne, ditta traslochi ed altro. Mi offro anche a persone sole e anziani autosufficienti per accompagnamento da qualsiasi parte. 5€/ora Tel. 324 8894783 Eseguo lavori edili e di ristrutturazione, iscritto soc. coop. Tel. 392 6587057 Salvatore Docente di ruolo di Istituti tecnici commerciali, svolge per studenti di tali Istituti lezioni private mensili o singole quote orarie,

Direttore responsabile: Fernando D’Aprile fdaprile@piazzasalento.it

Editrice: Indra srl sede legale: corso XXII Marzo, 8 20135 Milano

Affittasi per tutto il periodo estivo appartamento di n 4 posti letto con condizionatore; sito ad Alezio. Per info tel. al 329 1961283

INCONTRI Sono un ragazzo celibe, bella presenza, fisico regolare, affidabile, non fumatore. Cerco una ragazza 18/35enne snella per amicizia. Offro e richiedo correttezza e serietà. Tel. 329 7519021 47enne discreto, timido, riservato cerca ragazza o signora max 55enne sincera dolce passionale per momenti piacevoli nella massima riservatezza. Tel. 389 3172647

Siamo costretti a cestinare annunci personali che *vanno ben al di là dell’educazione e del rispetto verso i lettori.

Periodico associato all’Unione Stampa: Martano Editrice srl Viale delle Magnolie, 23 - Z.I. Bari Stampa Periodica Italiana Tessera n.15603 tel. 080 5383820

Iscritto al N. 1072 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 6 dicembre 2010

Chiuso in redazione alle ore 17,00 del 31.7.2013

Redazione: via S. Castromediano, 4- 73014 Gallipoli (Le) tel.0833 1823575 fax 0833 1823573 - www.piazzasalento.it - e-mail: redazione@piazzasalento.it - info@piazzasalento.it - per le inserzioni: pubblicita@piazzasalento.it



Piazzasalento n16